Sei sulla pagina 1di 1

FRODO, SAM E IL POTERE DELL’ANELLO

Frodo venne imprigionato in una torre dagli orchi che lo torturarono,


lo interrogarono e lo privarono dei suoi indumenti e di qualsisi altro
oggetto in suo possesso… trascorsero ore e ore e perse la
cognizione del tempo, tanto da credere siano passate settimane,
finchè non venne svegliato da sam, il suo compagno fidato. Sam gli
disse brevemente in che modo riuscì a intrufolarsi e a raggiungerlo
spiegando che approfittò di un litigio tra gli orchi che contendevano
il possesso di frodo e delle sue vesti. Quest’ultimo era disperato,
credeva che gli avessero confiscato tutto compreso l’anello, dunque
la loro missione non aveva più un senso; ma il compagno lo ricuorò,
scusandosi di aver preso l’anello senza permesso ma almeno era
salvo e lo mise in guardia dalla magia malvagia che aveva iniziato a
emanare ora che si trovavano nella terra nera. Pochi secondi dopo
frodo fu ammagliato dalla stessa magia da cui fu messo in guardia e
accusò sam aspramente, dandogli del ladro. Quando riuscì a tornare
in sè si scusò con il compagno e gli spiegò che per quanto benevoli
siano le sue intenzioni non avrebbe potuto frapporsi fra lui e il suo
destino. Sam sestenziò che avevano bisogno di vestiti e di cibo e che
sarebbe stato meglio vestirsi con la roba degli orchi per non dare
troppo all’occhio. Così uscì in un giro d’ispezione tenendo con sè
Pungolo la spada che il suo padrone gli affidò insieme alla fiala della
Dama, che era capace di stabilire la presenza di orchi. Torno dopo
pochi minuti e con sè un pugnale che affidò a frodo poi ripartì
nuovamente raccomandando al compagno di alzare la scala, e di
abbassarla solo quando sentirà la parola d’ordine “Elbereth”, una
parola che un orco mai avrebbe osato pronunciare.