Sei sulla pagina 1di 1

Ducunt volentem fata, nolentem trahunt.

Il Destino conduce dolcemente chi si fa guidare e trascina chi si oppone.


(Seneca, citando lo stoico Seante)

Acta est fabula.


La commedia è finita.
(Cesare Ottaviano Augusto, un attimo prima di morire)

Beati monoculi in terra caecorum.


Beati quelli che hanno un occhio solo nella terra dei ciechi (i mediocri sembrano
geni in un contesto di gente ignorante).
(ignoto)

Desine fata deum flecti sperare precando.


Non sperare di cambiare il destino con le preghiere.
(Virgilio)

Asinus asinum fricat.


L’asino gratta l’asino (l’ignorante loda l’altro ignorante)
(Cicerone)

Forsan et haec olim meminisse iuvabit.


Forse, persino di questi avvenimenti, un giorno la memoria ci sarà gradita.
(Virgilio, Eneide)

Nullus dolor est quem non longinquitas temporis minuat ac molliat.


Non vi è nessun dolore che il trascorrere del tempo non diminuisca e allievi.
(Cicerone)

Veritas filia temporis.


La verità è figlia del tempo.
(Aulo Gellio)

O tempora, o mores !
Che tempi, che costumi !
(Cicerone)

Memento homo, quia pulvis es et in pulverem reverteris.


Ricorda uomo, che polvere sei e polvere ritornerai.
(Bibbia, Genesi, versione latina)