Sei sulla pagina 1di 12

TEACHING METHODS AND TECHNIQUES LIST:

2.1 CASE STUDY

Case study is a research metodology, tipically seen in social and life sciences. Acase study cen be
defined as an intensive study about a person, a group of people or a unit, whic is animed to generalize
over several units.
Un caso di studio è una metodologia di ricerca, tipicamente vista nelle scienze sociali e della vita. Uno
studio di caso può essere definito come uno studio intensivo su una persona, un gruppo di persone o
un'unità, che mira a generalizzare su più unità
A case study has also been described as an intensive, systematic investigation of a single individual,
group, community, or some other unit in which the researcher examines in-depth data relating to
several variables. Researchers describe how case studies examine complex phenomena in the natural
setting to increase understanding of them. Using case studies in research means that the holistic
nature of nursing care can be addressed. Furthermore, when describing the steps undertaken while
using a case study approach, this method of research allows the researcher to take a complex and
broad topic or phenomenon, and narrow it down into a manageable research question.
Uno studio di caso è stato anche descritto come un'indagine intensiva e sistematica su un singolo
individuo, gruppo, comunità o qualche altra unità in cui il ricercatore esamina i dati approfonditi relativi
a diverse variabili. I ricercatori descrivono come gli studi di casi esaminano fenomeni complessi nel
contesto naturale per aumentarne la comprensione. L'utilizzo di studi di casi nella ricerca significa che la
natura olistica delle cure infermieristiche può essere affrontata. Inoltre, quando si descrivono i passi
compiuti durante l'utilizzo di un approccio caso studio, questo metodo di ricerca permette al ricercatore
di prendere un argomento o un fenomeno complesso e ampio, e restringere in una questione di ricerca
gestibile.
By collecting qualitative or quantitative datasets about the phenomenon, the research gains a more in
depth insight into the phenomenon than would be obtained using only one type of data. Although
similar, case studies are complex and have unique features. in these circumstances the evaluation of
several
Raccogliendo set di dati qualitativi o quantitativi sul fenomeno, la ricerca acquisisce una visione più
approfondita del fenomeno rispetto a quanto si otterrebbe utilizzando un solo tipo di dati. Anche se
simili, gli studi di casi sono complessi e hanno caratteristiche uniche. in queste circostanze la
valutazione di diversi
Although similar, case studies are complex and have unique features. in these circumstances, the
evaluation of several, similar case will provide a better answer to a research question than if only one case
examined, hence the multiple case study
Sebbene simili, i casi di studio sono complessi e presentano caratteristiche uniche. in tali circostanze, la
valutazione di più casi simili fornirà una risposta migliore a una domanda di ricerca che se solo un caso
studio esaminato, da qui il caso studio multiplo
2.2 CIRCLE TIME

Circle time is considered one of the most effective methodologies in socio-affective education. 
The participants arrange themselves in a circle with a conductor who has the role of soliciting and
coordinating the debate within a fixed time period.
Il tempo di cerchio è considerato una delle metodologie più efficaci nell'educazione socio-affettiva. I
partecipanti si organizzano in cerchio con un direttore che ha il ruolo di sollecitare e coordinare il
dibattito entro un determinato periodo di tempo.
The sequence of interventions according to the order of the circle must be strictly respected. The
conductor assumes the role of privileged interlocutor in asking questions or in providing
answers. Circle time facilitates and develops circular communication, promotes self-knowledge,
promotes the free and active expression of ideas, opinions, feelings and personal experiences and,
finally, creates an atmosphere of serenity and sharing facilitating the establishment of any new work
group or preliminary to anysubsequent activity.
La sequenza degli interventi secondo l'ordine del cerchio deve essere rigorosamente
rispettato. Il conduttore assume il ruolo di interlocutore privilegiato nel porre domande o nel fornire
risposte. Cerchio tempo facilita e sviluppa la comunicazione circolare, promuove la conoscenza di sé,
promuove la espressione libera e attiva di idee, opinioni, sentimenti ed esperienze personali e, infine,
crea un atmosfera di serenità e condivisione facilitando la costituzione di ogni nuovo gruppo di lavoro o
preliminare ad ogni attività successiva.
Riferimenti pedagogici: psicologia umanistica degli anni '70 nei suoi due esponenti Abraham Maslow e
Carl Rogers.
Pedagogical references: humanistic psychology of the 70s in its two exponents Abraham Maslow and
Carl Rogers.

2.3. DIRECT INSTRUCTION

Direct instruction is the general term that refers to the traditional teaching strategy that relies on
explicit teaching through lectures and teacher-led demonstrations. Direct instruction utilizes passive
learning, or the idea that students can learn what they need to through listening and watching very
precise instruction. Teachers and professors act as the sole supplier of knowledge, and under the direct
instruction model, teachers often utilize systematic, scripted lesson plans. Direct instruction programs
include exactly what the teacher should say, and activities that students should complete, for every
minute of the lesson

Istruzione diretta è il termine generale che si riferisce alla strategia di insegnamento tradizionale che si
basa su esplicita insegnamento attraverso lezioni e dimostrazioni guidate dagli insegnanti. L'istruzione
diretta utilizza l'apprendimento passivo, o il idea che gli studenti possono imparare ciò di cui hanno
bisogno attraverso l'ascolto e guardare istruzioni molto precise. Insegnanti e professori agiscono come
l'unico fornitore di conoscenza, e sotto il modello di istruzione diretta, gli insegnanti spesso
utilizzano sistematici strumenti, e programmi di lezione. I programmi di istruzione diretti includono
esattamente ciò che l'insegnante dovrebbe dire e le attività che gli studenti dovrebbero completare, per
ogni minuto della lezione.
2.4 DEBATE
The debate is an active didactic methodology that allows to stimulate transversal, didactic and
educational matrix skills, and which has as its ultimate objective "knowing how to think creatively and
communicate effectively and adequately". It is a methodology that provides for the activation of
cooperative learning and peer education in a phase that precedes the discussion. The debate is a
formal, and not free, discussion in which two teams (each of three or more students) support and
counteract a given statement (extracurricular), placing themselves in one field (PRO) or in the other
(AGAINST).
Pedagogical references: Vygotsky\'s constructivist pedagogy, as it is based on the social interaction of
students both in the research and debate phases.

2.4 DISCUSSIONE
Il dibattito è una metodologia didattica attiva che consente di stimolare trasversalità, didattica ed
educativa competenze matrice, e che ha come obiettivo ultimo "saper pensare in modo creativo e
comunicare efficacemente e adeguatamente". È una metodologia che prevede l'attivazione
dell'apprendimento cooperativo e formazione tra pari in una fase che precede la discussione. Il dibattito
è una discussione formale, e non libera, in cui due squadre (ciascuna di tre o più studenti) sostengono
e contrastano una determinata dichiarazione (extracurricolare), collocando in un campo (PRO) o
nell'altro (CONTRO).
Riferimenti pedagogici: La pedagogia costruttivista di Vygotsky, siccome è basata sull'interazione
sociale di studenti sia nelle fasi di ricerca che di dibattito.

2.5 EAS
The EAS (Located Learning Episodes – Episodio di Apprendimento Situato) methodology was introduced by
prof. Pier Cesare Rivoltella, spreading in Italy from 2014. The unit with EAS is divided into 3 phases:
preparatory, operative and restructuring, by reversing the traditional frontal lesson. In each phase both the
actions of the teacher and those of the students are identified, tracing them back to a specific didactic logic.
EAS, based on a careful planning by the teacher (Lesson Plan), offers students situated and meaningful
learning experiences, which lead to the creation of digital artifacts, favoring a personal appropriation of the
contents. Pedagogical references: the EAS methodology has as its main reference the "school of doing" of
Freinet (with its "a posteriori lesson"), further references are attributable to Montessori, Dewey, Bruner,
Gardner, Don Milani, to Flipped Lesson. Wanting to go into detail, the EAS methodology makes its many
assumptions of pedagogical activism, Mobile Learning and micro-learning (Pachler), and can be traced back
to postconstructivism.
2.5 EAS
La metodologia EAS (Located Learning Episodes - Episodio di Apprendimento Situato) è stata introdotta
da prof. Pier Cesare Rivoltella, in espansione in Italia dal 2014.
L'unità con EAS si articola in 3 fasi: preparatorio, operativo e ristrutturante, invertendo la tradizionale
lezione frontale. In ogni fase sia le azioni del docente che quelle degli studenti, vengono identificate e
riconducibili ad una logica didattica specifica.
EAS, basato su un'attenta pianificazione da parte del docente (Lesson Plan), offre agli studenti un
apprendimento localizzato e significativo esperienze, che portano alla creazione di artefatti digitali,
favorendo una appropriazione personale dei contenuti.
Riferimenti pedagogici: la metodologia EAS ha come riferimento principale la "scuola del fare" di Freinet
(con la sua "lezione a posteriori"), ulteriori riferimenti sono attribuibili a Montessori, Dewey, Bruner,
Gardner, Don Milani, per Flipped Lesson. Volendo entrare nel dettaglio, la metodologia EAS fa i suoi
molti presupposti di attivismo pedagogico, Mobile Learning e micro-apprendimento (Pachler), e può
essere fatta risalire al post constructivismo.
2.6 EURISTIC METHOD
Heuristics is the art of research, that is, that part of science that deals with discovering facts, what happens.
In pedagogy the heuristic method is also known as the method of discovery and consists in gradually
leading the pupil to discover for himself what he wishes to know through a constant and active involvement
in the research and interpretation paths. In this way, the student masters the knowledge acquired and is
able to use it in the subsequent learning phases. Pedagogical references: Sharan brothers.
Euristica è l'arte della ricerca, cioè quella parte della scienza che si occupa con la scoperta dei fatti, ciò che
accade. In pedagogia il metodo euristico è anche conosciuto come il metodo di scoperta e consiste nel
portare gradualmente l'alunno per scoprire per sé ciò che desidera conoscere attraverso un costante e
attivo coinvolgimento nella ricerca e percorsi di interpretazione. In questo modo, lo studente padroneggia
le conoscenze acquisite ed è in grado di utilizzarle successive fasi di apprendimento.

Riferimenti pedagogici: fratelli Sharan

2.7 EURISTIC-PARTICIPATORY METHOD OR RESEARCH-ACTION IN THE CLASSROOM


The purpose of action research is change, of people, of relationships, of context. Methodologically, the
research-action cycle comprises the following phases:
 Identification of the problems to be solved, of the causes of those problems, of the contexts and
environments in which the problems occur, of the resources available and of the constraints that force us
to make certain choices.
 Formulation of change hypotheses and implementation plans.
 Application of the hypotheses in the target contexts of the formulated plans, (we no longer speak, but we
act).
 Evaluation of the changes occurred and review of the projects and plans adopted.
 Deepening, institutionalization and capillary diffusion of applications with positive evaluation. With
action-research, students understand the complexity of the systems in which man intervenes, the fluidity of
design hypotheses and in particular:
 mutiny of the variables: when the human factor intervenes it is somewhat difficult to isolate and block
the variables;
 the partiality of the researcher's point of view and the consequent need to compare all the points of
view, the relativity of the individual is no longer a limit, but turns into value if all the actors are researchers;
 the need to immerse oneself in the situation studied by doing research on the problem situation, the
student does research on himself; with action-research one is not external, detached, but involved,
coresponsible);
 taking charge of heuristic research paths. Pedagogical references: Rogers.

2.7 METODO EURISTICO-PARTECIPATIVO O AZIONE DI RICERCA IN CLASSE


Lo scopo della ricerca azione è il cambiamento, delle persone, delle relazioni, del contesto. 
Metodologicamente, il il ciclo di ricerca-azione comprende le seguenti fasi:
- Identificazione dei problemi da risolvere, delle cause di tali problemi, dei contesti e
ambienti in cui si verificano i problemi, delle risorse disponibili e dei vincoli che costringono
a fare certe scelte.
- Formulazione di ipotesi di cambiamento e piani di attuazione.
- Applicazione delle ipotesi nei contesti target dei piani formulati, (non si parla più, ma agiamo).
- Valutazione dei cambiamenti intervenuti e revisione dei progetti e dei piani adottati.
- Approfondimento, istituzionalizzazione e diffusione capillare delle applicazioni con valutazione positiva.

Con l'azione-ricerca, gli studenti comprendono la complessità dei sistemi in cui l'uomo interviene, la
fluidità delle ipotesi di progettazione e in particolare:
mutiny ammutinamento delle variabili: quando il fattore umano interviene è un po' difficile isolare e
bloccare le variabili;
-la parzialità del punto di vista del ricercatore e la conseguente necessità di confrontare tutti i punti di
vista, la relatività dell'individuo non è più un limite, ma si trasforma in valore se tutti gli attori sono
ricercatori;
-la necessità di immergersi nella situazione studiata facendo ricerche sulla situazione problematica,
lo studente fa ricerche su se stesso; con la ricerca-azione non si è esterni, distaccati, ma coinvolti,
corresponsabili);
Si occupa dei percorsi di ricerca euristica.
Riferimenti pedagogici: Rogers.

2.8 EXPEDITIONARY LEARNING


Expeditionary learning (EL) is based on the ideas of the educator who founded Outward Bound External
link, and is a form of project-based learning in which students go on expeditions and engage in in-
depth study of topics that impact their schools and communities. 
The learning in this model includes multiple content areas so that students can see how problem-
solving can happen in the real world-ideally, their own worlds. 
A student in a big city, for example, might study statistics about pollution, read information about its
effects, and travel to sites in their city that have been impacted by the problem.  When they have a
good understanding of the circumstances, students and teachers work to find a solution they can
actively implement.
Pedagogical references: based on the educational ideas of German educator Kurt

2.8 APPRENDIMENTO DI SPEDIZIONE


L'apprendimento Expeditionary (EL) si basa sulle idee dell'educatore che ha fondato Outward Bound
External link, ed è una forma di apprendimento basato su progetti in cui gli studenti vanno in spedizioni
e impegnarsi in uno studio approfondito di argomenti che ha un impatto sulle loro scuole e comunità. 
L'apprendimento in questo modello include più aree di contenuto in modo che gli studenti possano
vedere come risolvere i problemi può accadere nel mondo reale, idealmente, i loro mondi. Uno
studente in una grande città, per esempio, potrebbe studiare le statistiche sull'inquinamento, leggere le
informazioni sui suoi effetti, e viaggiare per i siti della loro città che sono stati colpiti dal problema. 
Quando hanno una buona comprensione delle circostanze, gli studenti e gli insegnanti lavorano per
trovare una soluzione che possono implementare attivamente.
Riferimenti pedagogici: basati sulle idee educative dell'educatore tedesco Kurt Hahn.
2.9 EXPRESSION LEARNING METHODOLOGY
The Expression Methodology allows learning processes to develop independently according to their natural
development. It encourages the exchange between interiority and the environment, accompanies personal
growth, facilitates individual expression. It can be easily applied in kindergarten and allows the
development of emotional intelligence, mental processes, social communication. Educates free choice and
a sense of responsibility. It makes use of educational care, active listening, synchronizes times and
opportunities, creates connections. It can be imagined as a well-defined physical place, where anyone can
manifest his talents, feel free from judgment and acquire dynamism and biocentricity. The flexible
classroom is divided according to the teaching needs and allows adventure and discovery, a stable
laboratory in which everyone can measure themselves in order to grow. Self feeling, voice sound, yoga,
track, painting with the best quality materials to know the differences. Assisted by stereo, musical
instruments, mirror, disguise clothes, sofas for reading, advanced technologies such as Lim, Tablet, digital
cameras, reflex cameras, tripod, projector, used according to the principle of letting children be the
protagonists of digital, in the full development of a critical and personal spirit. Pedagogical references:
Piajet, Montessori, A. Stern, Dewey, Russeau, Steiner, C. Rogers.

2.9 METODOLOGIA DI APPRENDIMENTO DELLE ESPRESSIONI


La Metodologia di Espressione permette ai processi di apprendimento di svilupparsi in modo
indipendente in base al loro sviluppo naturale. Favorisce lo scambio tra interiorità e ambiente,
accompagna la crescita personale, facilita l'espressione individuale. Può essere facilmente applicato
nella scuola materna e permette lo sviluppo di intelligenza emotiva, processi mentali, comunicazione
sociale. Educa alla libera scelta e al senso di responsabilità. Si avvale di cure educative, ascolto attivo,
sincronizza i tempi e le opportunità, crea connessioni. Può essere immaginato come un luogo fisico ben
definito, dove chiunque può manifestare i suoi talenti, sentirsi libero dal giudizio e acquisire dinamismo
e biocentricità. 
L'aula flessibile è suddivisa secondo le esigenze didattiche e permette l'avventura e la scoperta, un
laboratorio stabile in cui ognuno può misurarsi per crescere. Sensazione di sé, suono della voce, yoga,
traccia, pittura con i migliori materiali di qualità per conoscere le differenze. Assistito da stereo,
strumenti musicali, specchio, travestimento abiti, divani per la lettura, tecnologie avanzate come Lim,
Tablet, fotocamere digitali, reflex, treppiede, proiettore, utilizzato secondo il principio di lasciare i
bambini protagonisti del digitale, nel pieno sviluppo di uno spirito critico e personale.
Riferimenti pedagogici: Piajet, Montessori, A. Stern, Dewey, Russeau, Steiner, C. Rogers.
2.10 FLIPPED CLASSROOM
The idea of the flipped classroom began in 2007 when two teachers began using software that would let
them record their live lectures External link . By the next school year, they were implementing pre-recorded
lectures and sharing the idea of what became known as the flipped classroom.Broadly, the flipped
classroom label describes the teaching structure that has students watching pre-recorded lessons at home
and completing inclass assignments, as opposed to hearing lectures in class and doing homework at home.
Teachers who implement the flipped classroom model often film their own instructional videos, but many
also use pre-made videos from online sources.A key benefit of the flipped classroom model is that it allows
for students to work at their own pace if that is how the teacher chooses to implement it. In some cases,
teachers may assign the same videos to all students, while in others, teachers may choose to allow students
to watch new videos as they master topics (taking on a more “differentiated” approach).

.10 FLIPPED CLASSROOM


L'idea di capovolgere l'aula è iniziata nel 2007 quando due insegnanti hanno iniziato a utilizzare il software
che avrebbe permesso loro di registrare le loro lezioni dal vivo Link esterno . Entro l'anno scolastico
successivo, stavano implementando lezioni preregistrate e condividendo l'idea di quella che divenne nota
come l'aula capovolta.In generale, l'etichetta della classe capovolta descrive la struttura didattica che ha gli
studenti che guardano pre-pre-lezioni registrate a casa e completando inclass incarichi, al contrario di
ascoltare lezioni in classe e fare i compiti a casa. Gli insegnanti che implementano il modello di classe
capovolto spesso filmano i propri video didattici, ma molti usano anche video pre-realizzati da fonti online.
Un vantaggio chiave del modello di classe capovolto è che permette agli studenti di lavorare al proprio
ritmo se è così che l'insegnante sceglie di implementarlo. In alcuni casi, gli insegnanti possono assegnare gli
stessi video a tutti gli studenti, mentre in altri, gli insegnanti possono scegliere di consentire agli studenti di
guardare i nuovi video come argomenti master (assumendo un approccio più "differenziato").

2.11 GAME-BASED LEARNING


Game-based learning comes from the desire to engage students in more active learning in the
classroom External link . Because they require students to be problem solvers and use soft skills that
they will need as adults, games are a great way to encourage a “mastery” mindset, rather than a focus
on grades.In a game-based learning environment, students work on quests to accomplish a specific
goal (learning objective) by choosing actions and experimenting along the way. As students make
certain progress or achievements, they can earn badges and experience points, just like they would in
their favorite video games.Game-based learning requires a lot of time and planning on the teachers’
part. Fortunately, there is software that makes this process much easier, like 3DGameLab External link
and Classcraft External link . Teachers who use this software may be better at differentiating quests for
students because of the data the programs provide.
2.11 APPRENDIMENTO BASATO SUL GIOCO
L'apprendimento basato sul gioco deriva dal desiderio di coinvolgere gli studenti in un apprendimento
più attivo classe Link esterno . Perché richiedono agli studenti di essere risolutori di problemi e utilizzare
le competenze morbide che saranno necessità di adulti, i giochi sono un ottimo modo per incoraggiare
una "padronanza" mentalità, piuttosto che un focus sui gradi.In un ambiente di apprendimento basato
sul gioco, gli studenti lavorano su missioni per raggiungere un obiettivo specifico (obiettivo di
apprendimento) scegliendo le azioni e sperimentando lungo la strada. Mentre gli studenti compiono
determinati progressi o risultati, possono guadagnare distintivi e punti esperienza, proprio come
farebbero nei loro videogiochi preferiti.Game-based apprendimento richiede un sacco di tempo e la
pianificazione da parte degli insegnanti. Fortunatamente, c'è un software che rende questo processo
molto più facile, come 3DGameLab link esterno e Classcraft link esterno . Insegnanti che utilizzano
questo
software può essere meglio a differenziare le missioni per gli studenti a causa dei dati che i programmi
forniscono.

2.12 IBSE
Investigation-based science education (IBSE) is an inductive approach to science teaching that places direct
experience at the center of learning. The activities actively involve students in the identification of relevant
evidence, in critical and logical reasoning on the evidence collected and in reflection on their interpretation.
Students learn to conduct investigations but also understand the processes that scientists use to develop
knowledge. Effective at all school levels, it increases students' interest and performance levels and
develops the fundamental skills to prepare to face the world beyond school. Pedagogical reference:
constructivist matrix that starts from the work of Dewey and Piaget. Science is a way of thinking much more
than it is a body of knowledge.Carl Sagan (1986

2.12 IBSE
L'educazione scientifica basata sul l'indagine (IBSE) è un approccio induttivo al l'insegnamento delle
scienze che pone esperienza al centro dell'apprendimento. Le attività coinvolgono attivamente gli
studenti nell'identificazione di rilevanti prove, in un ragionamento critico e logico sulle prove raccolte e
in una riflessione sulla loro interpretazione.
Gli studenti imparano a condurre indagini, ma anche capire i processi che gli scienziati utilizzano per
sviluppare conoscenza. Efficace a tutti i livelli scolastici, aumenta gli studenti ' interesse e livelli di
rendimento e si sviluppa le competenze fondamentali per prepararsi ad affrontare il mondo oltre la
scuola. Riferimento pedagogico: matrice costruttivista che parte dal lavoro di Dewey e Piaget.
La scienza è un modo di pensare molto più che un corpo di conoscenze.Carl Sagan (1986
2.13 INQUIRY-BASED LEARNING
Based on student investigation and hands-on projects, inquiry-based learning is a teaching method that
casts a teacher as a supportive figure who provides guidance and support for students throughout their
learning process, rather than a sole authority figure. Teachers encourage students to ask questions and
consider what they want to know about the world around them. Students then research their questions,
find information and sources that explain key concepts and solve problems they may encounter along the
way.
Findings might be presented as self-made videos, websites, or formal presentations of research
results.Inquiry-based learning falls under the student-centered approach, in that students play an active
and participatory role in their own learning. But teacher facilitation is also extremely key to the process.
Usually, during the inquiry cycle, every student is working on a different question or topic. In this
environment, teachers ask high-level questions and make research suggestions about the process rather
than the content. At the end of the inquiry cycle, students reflect on the experience and what they learned.
They also consider how it connects to other topics of interest, as an inquiry on one topic often results in
more questions and then an inquiry into new fields External link.
2.13 APPRENDIMENTO BASATO SULLA RICERCA
Sulla base di indagini degli studenti e progetti pratici, l'apprendimento basato sulla ricerca è un metodo
di insegnamento che getta un insegnante come figura di supporto che fornisce orientamento e
supporto per gli studenti durante il loro apprendimento processo, piuttosto che una figura unica
autorità. 
Gli insegnanti incoraggiano gli studenti a fare domande e considerare ciò che vogliono conoscere il
mondo intorno a loro. Gli studenti poi ricercano le loro domande, trovare informazioni e fonti che
spiegano i concetti chiave e risolvere i problemi che possono incontrare lungo la strada. 
I risultati potrebbero essere presentati come video, siti web o presentazioni formali dei risultati della
ricerca. Apprendimento basato sulla ricerca rientra nell'approccio centrato sugli studenti, in quanto gli
studenti svolgono un ruolo attivo e partecipativo nel proprio apprendimento. 
Ma la facilitazione degli insegnanti è anche estremamente fondamentale per il processo. Di solito,
durante il ciclo di indagine, ogni studente sta lavorando su una domanda o un argomento diverso. In
questo ambiente, gli insegnanti fanno domande di alto livello e formulare suggerimenti di ricerca sul
processo piuttosto che sul contenuto. Alla fine del ciclo di ricerca, gli studenti riflettere
sull'esperienza e su ciò che hanno imparato. Considerano anche come si collega ad altri argomenti di
interesse, come un'indagine su un argomento spesso si traduce in più domande e poi un'indagine in
nuovi campi Link esterno.

2.14 INTERDISCIPLINARY, OR MULTIPLE FIELDS LEARNING


It is a planned approach to learning which uses links across different subjects or disciplines to enhance
learning. It promotes the development and application of what has been taught and learned in new and
different ways. It combines the curricular objectives and methods from more than one discipline focusing
on a central theme, issue, problem or work. In this way the learning has immediate real-world application.

Si tratta di un approccio pianificato al l'apprendimento che utilizza collegamenti tra diverse materie o
discipline per migliorare l'apprendimento. Promuove lo sviluppo e l'applicazione di ciò che è stato
insegnato e appreso in nuovi e modi diversi. Combina gli obiettivi curriculari e metodi di più di una
disciplina di messa a fuoco su un tema centrale, una questione, un problema o un lavoro. In questo
modo l'apprendimento ha applicazione immediata nel mondo reale.
2.15 INCIDENT
It can be considered a variant of the case study, although it differs from it both in the subject of study and
in the teaching technique. In fact, the subject of the accident is a real situation, but it is an emergency
situation, about to explode, it can become a road accident. Therefore, also with the incident, students must
demonstrate analytical skills, and not only to identify the approach strategies, but above all to develop
decision-making skills to overcome the emergency favorably. Even in the incident, as with the case study,
the teacher carefully prepares all the elements related to the situation in order to make a clear and brief
presentation to the students; the planning of the intervention, therefore, is similar to that of the cases. In
the incident, however, the teaching technique varies. The description takes only a few minutes because the
material presented to the students is deliberately missing many elements.

2.15 INCIDENTE
Può essere considerata una variante del caso di studio, anche se differisce da esso sia in materia di
studio e inla tecnica di insegnamento. Infatti, il soggetto dell'incidente è una situazione reale, ma è una
situazione di emergenza, sul punto di esplodere, può diventare un incidente stradale. Pertanto, anche
con l'incidente, gli studenti devono dimostrare capacità analitiche, e non solo di individuare le strategie
di approccio, ma soprattutto di sviluppare il processo decisionale abilità per superare l'emergenza
favorevolmente.
 Anche nell'incidente, come con il caso di studio, l'insegnante con attenzione prepara tutti gli elementi
relativi alla situazione al fine di fare una presentazione chiara e breve agli studenti;
la pianificazione dell'intervento, quindi, è simile a quella dei casi. Nell'incidente, tuttavia, l'insegnamento
tecnica varia. La descrizione richiede solo pochi minuti perché il materiale presentato agli studenti è
Mancano deliberatamente molti elementi.

2.16 JIGSAW
A methodology that reduces the conflict between students, improves motivation and increases the
pleasure of the learning experience. The Jigsaw classroom, developed in the 70s by Elliot Aronson, is a
research-based cooperative learning methodology. The teacher divides the students into groups, chooses a
leader, divides the lesson into a number of segments equal to the number of group members, assigns each
student of each group the learning of only one segment and at the end of the session, checks learning. With
cooperation, the conflict between students is reduced and the motivation to learn is improved.

2.16 PUZZLE
Una metodologia che riduce il conflitto tra studenti, migliora la motivazione e aumenta il piacere di
l'esperienza di apprendimento.
L'aula Jigsaw, sviluppata negli anni '70 da Elliot Aronson, è una cooperativa di apprendimento basata
sulla ricerca metodologia. L'insegnante divide gli studenti in gruppi, sceglie un leader, divide la
lezione in un numero di segmenti pari al numero di membri del gruppo, assegna ogni studente di ogni
gruppo l'apprendimento di solo un segmento e alla fine della sessione, controlla l'apprendimento.
Con la cooperazione, il conflitto tra gli studenti è ridotta e migliora la motivazione all'apprendimento.
2.17 KINESTHETIC LEARNING
Sometimes known as tactile learning"or "hands-on learning", kinesthetic learning is based on the idea of
multiple intelligences External link , requiring students to do, make, or create. In a kinesthetic learning
environment, students perform physical activities rather than listen to lectures or watch demonstrations.
Handson experiences, drawing, role-play, building, and the use of drama and sports are all examples of
kinesthetic classroom activities.

2.17 APPRENDIMENTO CINESTETICO


A volte conosciuto come apprendimento tattile"o "hands-on learning", apprendimento cinestetico si basa
sull'idea di intelligenze multiple Link esterno , che richiede agli studenti di fare, produrre, o creare.
In un ambiente di apprendimento cinestetico, gli studenti svolgono attività fisiche piuttosto che ascoltare
lezioni o guardare dimostrazioni. 
Esperienze di Hands-on, disegno, gioco di ruolo, costruzione, e l'uso del dramma e dello sport sono tutti
esempi di cinestesica attività in classe.

2.18 LEARNNG BY DOING


This is a methodology that can also be defined as learning through doing, acting. It turns out to be a useful
strategy to learn, memorize, and understand. By doing, the student acquires a modus operandi, but then
putting in place mechanisms of reflection (learning by thinking) internalizes and acquires awareness of the
action he is carrying out. In the classroom, students build, move, act and interact in an active way.
Reference in pedagogy: J. Dewey.
2.18 IMPARARE FACENDO
Questa è una metodologia che può anche essere definita come imparare facendo, agendo.  Si rivela essere
un utile strategia per imparare, memorizzare, e capire. Facendo, lo studente acquisisce un modus operandi,
ma poi mettendo in atto meccanismi di riflessione (imparare dal pensiero) interiorizza e acquisisce
consapevolezza dell'azione sta effettuando. In classe, gli studenti costruire, spostare, agire e interagire in
modo attivo.
Riferimento in pedagogia: J. Dewey
2.19 MASTERY LEARNING
It is an instructional strategy and educational philosophy, first formally proposed by Benjamin Bloom in
1968. Mastery learning maintains that students must achieve a level of mastery (e.g., 90% on a knowledge
test) in prerequisite knowledge before moving forward to learn subsequent information. If students do not
achieve mastery on the test, they are given additional support in learning and reviewing the information
and then tested again. This cycle continues until the learner accomplishes mastery, and may then move on
to the next stage. Mastery learning methods suggest that the focus of instruction should be the time
required for different students to learn the same material and achieve the same level of mastery. This is
very much in contrast with classic models of teaching, which focus more on differences in students' ability
and where all students are given approximately the same amount of time to learn and the same set of
instructions. In mastery learning, there is a shift in responsibilities, so that student's failure is more due to
the instruction and not necessarily lack of ability on his or her part. Therefore, in a mastery learning
environment, the challenge becomes providing enough time and employing instructional strategies so that
all students can achieve the same level of learning.

2.19 APPRENDIMENTO DELLA PADRONANZA


Si tratta di una strategia educativa e di una filosofia educativa, proposta formalmente da Benjamin
Bloom nel 1968.
L'apprendimento della padronanza sostiene che gli studenti devono raggiungere un livello di
padronanza (ad esempio, 90% su un test di conoscenza) in conoscenza dei prerequisiti prima di andare
avanti per imparare le informazioni successive. 
Se gli studenti non raggiungono padronanza sulla prova, loro hanno supporto supplementare
nell'apprendimento e nella revisione delle informazioni e poi testati di nuovo. 
Questo ciclo continua fino a quando lo studente non raggiunge la padronanza, e può quindi passare alla
fase successiva.
Metodi di apprendimento della padronanza suggeriscono che il focus dell'istruzione dovrebbe essere il
tempo richiesto per i diversi studenti per imparare lo stesso materiale e raggiungere lo stesso livello di
maestria. Questo è molto in contrasto con il classico modelli di insegnamento, che si concentrano
maggiormente sulle differenze nelle capacità degli studenti e dove tutti gli studenti sono dati circa la
stessa quantità di tempo per imparare e la stessa serie di istruzioni.
Nell'apprendimento di padronanza, c'è un cambiamento nelle responsabilità, in modo che il fallimento
dello studente è più dovuto all'istruzione e non necessariamente mancanza di capacità da parte
sua. Pertanto, in un ambiente di apprendimento padronale, il sfida diventa fornire abbastanza tempo e
impiegando strategie didattiche in modo che tutti gli studenti possono raggiungere lo stesso livello di
apprendimento.