Sei sulla pagina 1di 24

Le meraviglie

del mondo
Le meraviglie
del mondo
Le collezioni di Carlo Emanuele I di Savoia

a cura di
Anna Maria Bava
Enrica Pagella

con la collaborazione di
Gabriella Pantò
Giovanni Saccani
Le meraviglie
del mondo
Le collezioni di Carlo Emanuele I di Savoia
Musei Reali di Torino
16 dicembre 2016 · 2 aprile 2017

Il percorso della mostra si articola sulle Mostra Comunicazione e promozione Stampa grafica in mostra Catalogo Michele Tomasi Ringraziamenti
due sedi della Galleria Sabauda e della Domenico Maria Papa, responsabile Walber s.r.l. Patrizia Tosini Giovanni Agosti, Enrico Barbero,
Biblioteca Reale e la sua realizzazione è Cura della mostra Francesca Ferro Cura del catalogo Alessandro Uccelli Guglielmo Bartoletti, Chiara Battezzati,
stata possibile grazie al sostegno della Anna Maria Bava Barbara Tuzzolino Trasporti e posizionamento opere Anna Maria Bava Paolo Vanoli Andrea Bellieri, Ezio Benappi, Anne Biber,
Compagnia di San Paolo e a quello della Enrica Pagella Arterìa s.r.l. Enrica Pagella Franca Varallo Eugenio Bona, Caroline Bongard, Daniele
Consulta per la valorizzazione dei beni con la collaborazione di Segreteria con la collaborazione di Maria Carla Visconti Cassinelli, Federico Cavalieri, Francesco
artistici e culturali di Torino. Gabriella Pantò Angela Audino Agibilità Giorgia Corso Saskia Wetzig Colalucci, Guido Curto, Paola D’Agostino,
Giovanni Saccani Claudia Macchi Emilio Cagnotti Valentina Faudino Raffaele D’Amato, Grazia Maria De Rubeis,
Si ringraziano inoltre per la Campagna fotografica Luisa Gallucci, Marzia Giuliani, Catherine
collaborazione: il Polo Museale del Cura del percorso nella Biblioteca Reale Restauri Assicurazioni Autori Paolo Robino Gougeon, Angela Griseri, Monica Grossi,
Piemonte; il Segretariato Regionale per Pietro Passerin d’Entrèves Laboratorio di restauro dei Reale Mutua Assicurazioni Chiara Accornero Marco Lattanzi, Enrica Melossi, Enrico
il Piemonte; la Soprintendenza Franca Varallo Musei Reali: Alessandra Curti Gianfranco Adornato Crediti fotografici Meroni, Egle Micheletto, Alessandro
Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la e Cristina Meli Traduzioni Clelia Arnaldi di Balme Basilea: Historisches Museum Morandotti, Martina Pall, Luisa Papotti,
città metropolitana di Torino; la Coordinamento organizzativo Angelo Carlone Simon Turner Simone Baiocco Bologna: Biblioteca Universitaria Giovanni Romano, Thomas Rudi, Rossana
Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Giorgio Ettore Careddu Centro Conservazione e Restauro Sandra Barberi Chambéry: Musée des Beaux-Arts / Sacchi, Augusto Santacatterina, Malon
Paesaggio per le Province di Alessandria Giorgia Corso “La Venaria Reale” Albo dei prestatori Federico Barello Thierry Ollivier Schneider, Gelsomina Spione, Jacopo
Asti e Cuneo. Antonietta De Felice Cesma Formazione & Cultura Basilea, Historisches Museum Annamaria Bava Dresda: Staatliche Kunstsammlungen Stoppa, Mario Verdun.
Franco Gualano Docilia s.n.c. Bologna, Biblioteca Universitaria Paola Elena Boccalatte Firenze: MiBACT - Gallerie degli Uffizi Si ringraziano i collezionisti privati che
Elisa Panero Soseishi s.n.c. Chambéry, Musée des Beaux-Arts Fabiana Borla Londra: Victoria and Albert Museum hanno gentilmente concesso il prestito
con la collaborazione di Dresda, Staatliche Kunstsammlungen Roberto Cara Madrid: Patrimonio Nacional delle loro opere.
Musei Reali Torino Sergio Fiorentino Servizi al pubblico Firenze, Museo Nazionale del Rosanna Caramiello Milano: Civico Gabinetto dei Disegni,
Patrizia Petitti Assistenti alla accoglienza, fruizione Bargello Giorgio Ettore Careddu Castello Sforzesco
Direttore e vigilanza dei Musei Reali Madrid, Real Armería e Palacio Real Simonetta Castronovo Parigi: Musée de l’Armée, Dist. RMN-
Enrica Pagella Documentazione Milano, Musei del Castello Sforzesco Sara Comoglio Grand Palais / Pascal Segrette; Parigi:
Davide Cermignani Ufficio stampa Parigi, Musée du Louvre, Jennifer Cooke Musée du Louvre, Dist. RMN-Grand
Consiglio di Amministrazione Valentina Faudino Silvia Bianco Département des Arts graphiques Giorgia Corso Palais / image RMN-GP / Thierry Le
Cristina Acidini Parigi, Musée de l’Armée Enrica Culasso Gastaldi Mage
Daniele Jalla Strutture e sicurezza Evento inaugurale Roma, Segretariato Generale della Cristina Cuneo Parma: MiBACT - Complesso
Daila Radeglia Gennaro Napoli, responsabile Agenzia Uno Presidenza della Repubblica Mario Epifani monumentale della Pilotta, Biblioteca
Barbara Vinardi Saluzzo, Museo di Casa Cavassa Maria Beatrice Failla Palatina
Collegio dei Revisori Patrizia Cratere Progetto dell’allestimento Torino, Accademia Albertina Silvia Faccin Roma: Segretariato generale della
Oreste Malatesta, presidente Loredana Iacopino di Belle Arti Stéphane Gal Presidenza della Repubblica
Ernesto Carrera Servizi di manutenzione Torino, Archivio di Stato Silvia Ghisotti Saluzzo: Museo Civico Casa Cavassa
Margherita Spaini Norma Alessio, responsabile Immagine coordinata Torino, Archivio Storico del Comune Nunzio Giustozzi Torino: Accademia Albertina di Belle
Franco Cirelli Armando Testa s.p.a. Torino, Basilica di Superga Maurizio Gomez Serito Arti; Archivio Storico della Città di
Comitato Scientifico Sergio Petracci Torino, Biblioteca Nazionale Clara Goria Torino; Basilica di Superga; Biblioteca
Gianfranco Adornato Rocco Sacco Progetto grafico in mostra Universitaria Franco Gualano del Museo Regionale di Scienze
Arnaldo Colasanti Eva Ferri Torino, Museo Regionale di Scienze Laura Guglielmone Naturali; Fondazione Torino Musei,
Costanza Roggero Servizi di informatica e multimedia Alessandra Leonardi Naturali Paolo Luparia Palazzo Madama - Museo Civico d’Arte
Alberto Vanelli Rossella Arcadi, responsabile Torino, Palazzo Madama - Museo Cristina Maritano Antica; MiBACT - Archivio di Stato;
Barbara Armaroli Progetto multimedia Civico d’Arte Antica Sara Minelli MiBACT - Biblioteca Nazionale
La mostra Le meraviglie del mondo. Paolo Calvetto Aurora Meccanica s.n.c. Torino, Polo Museale del Piemonte Valerio Mosso Universitaria; MiBACT -Musei Reali;
Le collezioni di Carlo Emanuele I di Torino, Soprintendenza Archeologia Gabriella Olivero MiBACT - Polo Museale Regionale del
Savoia è un progetto dei Musei Reali di Amministrazione Adeguamento Impianti elettrici e speciali Belle Arti e Paesaggio per la città Elisa Panero Piemonte; MiBACT - Soprintendenza
Torino - Ministero dei Beni e delle Eliana Bonanno Manital s.p.a. metropolitana di Torino Federica Panero Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per
Attività Culturali e del Turismo, in Anna Tinto Torino, Università degli Studi Gabriella Pantò la città metropolitana di Torino;
collaborazione con Archivio di Stato di con Realizzazione dell’allestimento di Torino, Dipartimento di Scienze Pietro Passerin d’Entrèves Santuario della Consolata; Università
Sagep Editori, Genova
Torino, Biblioteca Nazionale Gaetano di Marino Acme04 s.r.l. della vita e Biologia e Dipartimento Patrizia Petitti degli Studi - Dipartimento di Scienze Direzione editoriale
Universitaria di Torino e Fondazione Ambiente Luce s.r.l. di Studi umanistici Daniela Platania della vita e Biologia - Biblioteca e Alessandro Avanzino
Torino Musei, Palazzo Madama - Museo Risorse umane Bawer s.p.a. Vercelli, Museo del Tesoro Franca Porticelli Dipartimento di Studi Umanistici - Grafica e impaginazione
Civico d’Arte Antica di Torino. Augusto Francesco Simeone, Erco Illuminazione s.r.l. del Duomo Paola Pressenda Biblioteca di Arte, Musica e Spettacolo Barbara Ottonello
responsabile Fargo Film s.r.l. Blyte Alice Raviola Venaria: Centro Conservazione e
Valeria Cafà Hapax Editore s.r.l. Anna Maria Riccomini Restauro “La Venaria Reale” © 2016 Sagep Editori, Genova
Liliana Lucera Italvideo Service s.r.l. Giovanna Saroni Vercelli: Museo del Tesoro del Duomo www.sagep.it
Rita Lucia Mitrione Consolata Siniscalco Vienna: Kunsthistorisches Museum ISBN 978-88-6373-469-0
Matilda Tamburlini
Sommario

8 PREMESSA Carlo Emanuele I e le Arti


Enrica Pagella, Anna Maria Bava
L’ANTICO
L’immagine del Principe 175 LE “MERAVIGLIE DELLA ANTICHITÀ” ALLA CORTE DI CARLO EMANUELE I
Anna Maria Riccomini
13 CARLO EMANUELE I: LE ARTI E LE ARMI AL SERVIZIO DELL’AMBIZIONE REALE DEI SAVOIA
Stéphane Gal 185 IL DISPREZZO PER “L’ANTICAGLIE”, OVVERO IL DE-RESTAURO DI FINE OTTOCENTO
DEI MARMI DELLA COLLEZIONE DUCALE
19 LE COLLEZIONI DI CARLO EMANUELE I NELLO SPECCHIO DELLA LETTERATURA ARTISTICA: Gabriella Pantò
LOMAZZO, ZUCCARI, MARINO
Paolo Vanoli 191 MARMI ANTICHI E MODERNI PER LA CORTE DI CARLO EMANUELE I, NUOVE PROPOSTE DI LETTURA
Maurizio Gomez Serito
25 L’IMMAGINE DEL DUCA: RITRATTI E STRATEGIE DI RAPPRESENTAZIONE DI UNA CORTE EUROPEA
Maria Beatrice Failla 198 APPENDICE
a cura di Patrizia Petitti e Anna Maria Riccomini
30 SCHEDE
212 SCHEDE
La Grande Galleria
LA QUADRERIA
IDEE E PROGETTI 257 PITTURA E SCULTURA: SCELTE FIGURATIVE E COMMITTENZE DI CORTE
53 LA GRANDE GALLERIA DI CARLO EMANUELE I: L’ARCHITETTURA ATTRAVERSO LE IMMAGINI DEI SECOLI XVI E XVII Anna Maria Bava
Maria Carla Visconti
268 SCHEDE
65 LA GRANDE GALLERIA DI FEDERICO ZUCCARI A TORINO: IL CAPOLAVORO MANCATO
Patrizia Tosini
LE ARMI
75 FILIBERTO PINGONE E LA STORIA DINASTICA DI CASA SAVOIA 321 LA COLLEZIONE DI ARMI DI CARLO EMANUELE I
Cristina Maritano Mario Epifani

63 SCHEDE 324 SCHEDE

I CODICI MINIATI GLI ARAZZI


97 I CODICI MINIATI NELLA BIBLIOTECA DUCALE E L’INTERESSE DI CARLO EMANUELE I PER IL MEDIOEVO 335 TAPPEZZERIE DI FIANDRA IN SETA E ORO: GLI ARAZZI DI CARLO EMANUELE I
Simonetta Castronovo Silvia Ghisotti

104 SCHEDE 338 SCHEDE

LA BIBLIOTECA DUCALE GLI OGGETTI PREZIOSI


117 IL LUOGO DEL SAPERE: LA GRANDE GALLERIA DI CARLO EMANUELE I 343 LE COLLEZIONI DI OGGETTI PREZIOSI
Franca Varallo Clelia Arnaldi di Balme

129 LE MERAVIGLIE DELLA NATURA 348 SCHEDE


Pietro Passerin d’Entrèves

136 SCHEDE 386 BIBLIOGRAFIA


a cura di Valentina Faudino
La Grande
Galleria
La Grande Galleria di Federico Zuccari a Torino:
il capolavoro mancato
Patrizia Tosini

Dedicato a Julian Kliemann


e ai suoi studi su Federico

Difficile inserirsi in un argomento già molto ben scan- fastoso progetto voluto dalla vulcanica personalità del
dagliato e affrontato sotto plurime prospettive e con af- duca, disegnatore, poeta, erudito e multiforme collezio-
fondi densissimi da Giovanni Romano, Giuseppe Darda- nista, come questa mostra illustra nel dettaglio. Carlo
nello, Julian Kliemann, James Mundy, Anna Maria Bava, Emanuele aveva in animo di far decorare la manica lunga
Sergio Mamino, Massimiliano Rossi e Cristina Acidini – di dimensioni esorbitanti, circa 170 metri – a congiun-
Luchinat, come il progetto incompiuto di Federico Zuc- gimento del Palazzo Ducale con l’antico castello degli
cari per la Grande Galleria di Palazzo Ducale a Torino1. Acaja, su cui era già intervenuto a più riprese (1587;
Cercherò dunque, ricapitolandone solo sommariamente 1600) il pittore di corte Giovanni Caracca5. La letteratura
le vicende travagliate e ancora in qualche misura oscure, ha sempre riferito l’occasione del nuovo allestimento del-
di affrontare l’argomento soprattutto in termini dei de- la Galleria al matrimonio della avvenente Margherita di
biti e crediti che Federico contrasse con la città di Torino Savoia con Francesco IV Gonzaga, celebratosi poi a To-
e il suo orizzonte figurativo, utilizzando il focus della Gal- rino nel 1608, ma si trattava certamente di qualcosa su
leria come asse di lettura di tali scambi. cui il duca andava meditando da tempo.
Zuccari giunse a Torino nel luglio 1605 e vi si trattenne Un disegno delle pareti della Galleria dell’Album Valper-
fino al novembre 1607. L’approdo nella città sabauda ga, attribuito a Carlo da Castellamonte, costituirebbe in-
concludeva un lungo tour di tappe norditaliane, in primis fatti l’antecedente progettuale dell’intervento di Zuccari,
a Milano e Pavia al servizio di Federico Borromeo per che sarebbe intervenuto di lì a breve, rielaborando questa
l’omonimo collegio, con una serie di successive soste prima invenzione ma, in definitiva, non discostandosene
lombarde (Varallo, Arona, Lainate, Monza, Lugano, Ber- di molto, trattandosi di idee del duca in persona6.
gamo, Cremona), fino all’arrivo a Mantova, dove Fede- Lo stesso Carlo Emanuele I – a cui dobbiamo di certo im-
rico ebbe occasione di incontrare per la prima volta Carlo putare le prime ipotesi per la Galleria trascritte dall’ar-
Emanuele I, lì approdato per combinare le nozze dell’in- chitetto di corte – aveva inoltre predisposto, già in pre-
fanta Margherita con Francesco IV Gonzaga2. cedenza all’arrivo di Zuccari, un minutissimo schema
Tale incontro si rivelò fatale, visto che il duca – al corrente commentato con i temi da illustrare nella Galleria, do-
del capolavoro pavese condotto da Zuccari e Cesare Neb- cumento preziosissimo per indagare la genesi dell’opera
bia per il cardinale Borromeo3 – invitò l’artista marchi- e valutare il grado di interazione tra il committente e l’ar-
giano a Torino, investendolo quasi da subito di compiti tista7. Il foglio di appunti non deve forse risalire a molto
diversi e prestigiosi, oltreché molto impegnativi. Federico tempo prima, anche se ha un inevitabile ante quem nel 9
del resto, ultrasessantenne, era ormai accompagnato da febbraio 1605, giorno di morte del figlio primogenito ed
un lustro internazionale e la predilezione della corte sa- erede del duca, Filippo Emanuele, che nello schizzo è
bauda per i fatti artistici romani e centroitaliani è sostan- menzionato come “duca da me nominato et vivo”8.
ziosamente documentata già dall’età di Emanuele Fili- Gli affreschi – e verosimilmente stucchi – avrebbero do-
berto – a partire dal suo insediamento nella città ducale vuto illustrare sulla volta, usando le parole dello stesso
nel 1563 – come acutamente messo in luce a suo tempo Federico in una lettera a Pier Leone Casella, le “48 im-
da Giovanni Romano4. Una vera e propria ignizione di magini celesti con le loro stelle per ordine compartite,
maestranze centroitaliane – orafi, stuccatori, intagliatori appresso le loro historie astronomiche…”9, sulle pareti i
e pittori –, aveva dunque già spianato la strada, con ven- ritratti a cavallo dei duchi sabaudi affiancati dalle loro
t’anni in anticipo, all’arrivo di Federico: il gusto ‘romano’, mogli (o sorelle, nel caso degli ecclesiastici) – vera pano-
Carlo Emanuele I, Schizzi nell’accezione iperdecorativa dettata dalla contaminazio- plia araldica dei Savoia, specchio perfetto delle ossessioni
per la Grande Galleria, ne artistica con il vicino regno di Francia – verso cui la dinastiche del duca – e sul pavimento le specie acquatiche
particolare, 1605 circa.
politica sabauda si era riorientata a seguito del trattato a mosaico: insomma, un “compendio di tutte le cose del
Torino, Archivio di Stato,
Storia della Real Casa,
di Lione del 1601 –, era assai maturo alla corte di Carlo Mondo”, come ebbe a dire lo stesso Zuccari10.
cat. III, Manoscritti di Carlo Emanuele I, di cui lo stesso Romano ricorda la passione Federico si mise immediatamente al lavoro – come ricor-
Emanuele I, mazzo 15/3, smodata per i decori a grottesche. da lui stesso – nei mesi autunnali fino all’arrivo dell’in-
fasc.1, sottofasc. 2. Al suo arrivo, Zuccari fu dunque coinvolto in un nuovo verno 1605, quando i rigori torinesi lo costrinsero a con-

65
1-2. Carlo Emanuele I,
Schizzi per la Grande
Galleria, 1605 circa. Torino,
Archivio di Stato, Storia
della Real Casa, cat. III,
Manoscritti di Carlo
Emanuele I, mazzo 15/3,
fasc.1, sottofasc. 1-2.

tinuare la progettazione della volta e delle pareti, abban- presso la sua bottega romana e spedire poi a Torino15.
donandone però l’esecuzione11. Dopo il febbraio 1606, Sul finire del 1607 (in ottobre si era completata anche la
data della lettera a Casella in cui si descrive in dettaglio il cornice a stucco della volta) finalmente Zuccari lasciava
progetto zuccaresco per la Galleria, abbiamo un certo la corte sabauda, avendo portato a compimento due terzi
‘buco’ di informazioni: pagamenti nell’aprile e maggio di della volta, preso accordi per farla concludere a suoi aiuti
quell’anno a Zuccari, già affiancato dal Moncalvo, dimo- in loco (stando a Federico quattro ‘suoi’ uomini rimasero
strano però che i lavori del soffitto procedono12. Nel frat- a Torino a finire il lavoro) e per eseguire a distanza le tele
tempo Zuccari scrive la famosa epigrafe dedicatoria del- celebrative16. Quest’ultimo progetto non vide però la luce,
l’Idea a Carlo Emanuele, datata 11 marzo 160713: in essa poiché la Galleria fu poi completata – com’è noto – da
il progetto iniziale messo a punto dal pittore vadense Guglielmo Caccia detto il Moncalvo e Ambrogio Figino,
sembra non aver subito ancora nessuna di quelle varianti così come ce la descrive Aquilino Coppini nel 161317.
che solo pochi mesi più tardi, nel giugno 1607, appren- Diversi disegni ci guidano nella comprensione di quanto
diamo essere state messe in atto dal duca: questi nel frat- progettato e parzialmente allestito da Zuccari: uno al ca-
tempo aveva infatti deciso di modificare sostanzialmente stello Sforzesco in cui è accuratamente delineata una por-
l’allestimento, eliminando gli affreschi parietali e sosti- zione del soffitto (cat. 32), un altro in collezione privata
tuendoli con ritratti equestri in tela14. L’artista marchi- eseguito su recto e verso per una testata e una sezione pa-
giano in verità, passati i primi entusiasmi per la corte pie- rietale, undici fogli al Louvre, studi parziali per le figure
montese, desiderava rientrare a Roma – probabilmente delle costellazioni, e uno, sempre al Louvre, per un ritrat-
non in buona salute, morirà di lì a breve, nel 1609, di pas- to equestre di un duca sabaudo destinato ad una delle pa-
saggio ad Ancona – e, se prestiamo fede alle sue parole, reti (cat. 30); ancora uno studio per due angeli che so-
1 acconsentì di buon grado al cambiamento di progetto del stengono una cornice circolare presso lo Snite Museum
duca in favore di una decorazione parietale a dipinti mo- of Art dell’University of Notre Dame è stata collegato da
bili, che il pittore avrebbe potuto agevolmente eseguire Mundy al progetto sabaudo18.

66 67
3. Federico Zuccari,
Costellazioni e altri soggetti
astronomici per la volta della
Grande Galleria di Torino,
1605. Parigi, Musée du
Louvre, Département des
Arts Graphiques.

3d 3h

3a
3e 3i

3f 3l

3b
3g 3m

L’ingombrante personalità e la forza intellettuale del doglioso et piangano; [IV settore]: done nei termini mezo
principe dovettero essere condizioni piuttosto eccezionali igniude // done vestite; [V settore]: singare // done nude
per Federico, il quale si trovò ad avere a che fare con pro- // armati termini et fame // donne in spalle [vestite: cas-
getti e idee artistiche assai precise già confezionate da sato] // donne vestite; [testata]: pregioni et trofei et im-
Carlo Emanuele (e non dai soliti advisors di corte, come peratori // I Humberto tigre // I Beroldo lione”.
gli era più volte accaduto a Roma): questi nel suddetto Una contingenza questa davvero insolita per il modus
appunto torinese aveva indicato meticolosamente non operandi di Federico, che anche per la committenza esi-
solo tutti i soggetti principali delle pareti, ma anche i par- gente e imperiosa del cardinale Alessandro Farnese a Ca-
titi decorativi minori che l’artista avrebbe dovuto impie- prarola aveva ricevuto solo indicazioni iconografiche da-
gare, elencandoli in un riquadro al centro dello schizzo19. gli eruditi della sua cerchia sulle storie da rappresentare,
In questo si può leggere, dall’alto verso il basso: con completa autonomia, dunque, rispetto ai partiti de-
“[I settore]: romiti per termini et le virtu tengano lauri // corativi e alle incorniciature, di cui la sua bottega era pe-
pescatatrici [sic] con pesci ap… et caciatori con cacia [sic] raltro rodatissima inventrice ed esecutrice.
presa // primavera e gioventù con rose Belona religione et Se però consideriamo il foglio del Castello Sforzesco in cui
onore et vitorie alle armi // soldati armati et fame // donne Federico studiò una porzione del soffitto, possiamo osser-
nude; [II settore]: turchi schiavi et putti schiavi et negri // vare come stilisticamente esso non si distanzi dalle parti-
pregioni vitorie et trionfi; [III settore] virtu apropriate a ture ben ordinate che Antenore Ridolfi aveva messo a pun-
3c carmi et religione // nei termini persone che stiano in atto to per gli Zuccari a Caprarola nei lontani anni sessanta del

68 69
con la balaustra in prospettiva sembra l’unica innovazione 6. Antenore Ridolfi. Progetto
tipologica, ispirata ad un modello altrettanto prestigioso per le cornici del soffitto della
della Roma pontificia, il soffitto della sala Clementina in sala dei Fasti Farnesiani a
Caprarola, 1561-1563 circa.
Vaticano, dipinto dai fratelli Alberti tra 1596 e 1599.
Napoli, Museo di
L’idea di inserire le costellazioni e la mappa astronomica Capodimonte.
nel soffitto fu partorita sicuramente da un’intesa sinergica
tra artista e committente: il soggetto non poteva che essere
gradito ai vasti interessi enciclopedici e scientifici del du-
ca, ma al contempo gli schizzi del Louvre, prodotti da
Zuccari e dal suo atelier, hanno un modello quasi letterale
nelle analoghe decorazioni del soffitto della sala del Map-
pamondo a Caprarola (1574) e ancor più in quello della
Sala Bologna nei palazzi Vaticani (1575), peraltro basate
entrambe sul progetto cartografico di Giovanni Antonio
da Varese21. In particolare, stando al disegno dello Sforze-
sco, dalla volta della Sala Bologna Federico mutuerà gli
astronomi posti in scorcio intorno al soffitto, le immagini
delle costellazioni (a loro volta debitrici praticamente in
toto da quelle di Caprarola di Giovanni De’ Vecchi) e per-
sino la bordura dello sfondato centrale in forma di nastro
spiraliforme22. Dunque, anche se nel 1605 aveva già visto
i capolavori romani dei Carracci e le novità prospettiche
prebarocche dei fratelli Alberti, Zuccari nel progetto per
4 la Galleria ducale si mantenne legato a temi compositivi
decisamente retrò e alle idee decorative messe in atto in
6
celeberrimi affreschi romani di oltre trent’anni prima.
Pur non avendo alcuna notizia di un viaggio ufficiale di tore, è la sua abilità come paesaggista, attività in cui rivela La presenza di Angelo Righi, che lavora a delle tele per il
Carlo Emanuele I a Roma (quello progettato sin dal 1598, senza dubbio di essere stato un allievo di Matthjis Bril a soffitto del salone del Castello, deve essere altresì ricon-
nuovamente nel 1600 in occasione del Giubileo e ancora Roma: se ne vedano le testimonianze in tal senso in pa- dotta verosimilmente a Zuccari, che lo aveva impiegato
nel 1605, non dovette infine avere luogo23), gli esempi ro- lazzo Bosdari ad Ancona29, a cui vanno a mio parere ag- già negli anni di Pavia34. Si tratta di un artista di stretta
mani sin qui ricordati dovevano essere ben noti al duca giunti anche gli ‘sfondati’ paesistici nella Galleria del pa- osservanza nebbiesca, o meglio muzianesca, il cui stile
e costituire una programmatica fonte di ispirazione per lazzo Vento Giustiniani alla Dogana nell’Urbe30. Mi sem- incarna perfettamente quell’austerità di fine Cinquecento
un regnante legato a doppio filo al papato, di cui si era bra dunque plausibile che il Conti fosse giunto a Torino e quella malleabilità alle più diverse circostanze decora-
sempre dichiarato umile servitore24. Oltre agli ambascia- proprio in veste di specialista di ‘pittura di paesi’, nella tive, che ben si adattavano alle esigenze di Federico e del
tori ufficiali della corte sabauda presso la Santa Sede, ab- previsione di dover dipingere gli sfondi paesaggistici e duca35. Il Righi costituì un sicuro tramite di collegamento
biamo infatti notizia della presenza nell’Urbe di Carlo di narrativi dei riquadri con i duchi a cavallo, così come si – sino ad oggi sottovalutato – tra il centro Italia, di cui
Castellamonte inviato dal duca nel 1605, il quale potreb- intuiscono nel progetto di Federico. Il Conti ritrovò sul probabilmente era originario, e i territori padani: nel
be aver riportato suggestioni romane alla corte di Torino cantiere sabaudo quel Marco Tullio Onofri con cui aveva 1603, dopo un passaggio a Montepulciano, lo ritroviamo
in ordine all’impresa pittorica imminente25. lavorato per il cardinal Sfondrato agli affreschi della chie- nel cantiere pavese del collegio Borromeo, al seguito di
Quanto ai numerosi aiuti di Federico menzionati in Baudi sa romana di Santa Cecilia in Trastevere nell’anno santo Cesare Nebbia, prima di approdare a Torino36.
di Vesme (1963-1982) e nei riscontri documentari emersi 160031. È Baglione a ricordarci che l’Onofri “da Federigo Interessante considerare come un filone arpinesco si staccò
negli ultimi due decenni, vorrei limitarmi a selezionare Zuccaro fu condotto all’Altezza del Duca di Savoia, a di- dalla costola zuccaresca della Galleria, trapiantandone al-
quelli che più significativamente poterono contribuire a pingere quella nobilissima Galleria… Era delle attioni del cuni esponenti in Piemonte e anticipando in tal modo un
importare koiné e stilemi romani, consolidandoli in terra palco intendente, et in Scena nelle opere fatte da nobili trend connesso al Cesari in ambito locale: forse dobbiamo
piemontese26. Accademie, egli da virtuoso egregiamente si portava”, fa- allo stesso Onofri – con cui collaborò nell’anno 1600 al sud-
La figura più interessante è sicuramente quella del mar- cendo intendere un profilo di artista accademico che do- detto cantiere trasteverino – la venuta di Marzio Ganassini
chigiano Vincenzo Conti, alla quale studi recenti hanno veva essere molto gradita a Federico e al duca stesso32. a Torino e la sua familiarità con il cardinale Maurizio di Sa-
ridato una consistenza di pittore autonomo e a tutto ton- Il “valorosissimo pittore” saluzzese Cesare Arbasia è ri- voia37, alla quale si affianca la presenza nella squadra di Zuc-
do27. La prima notizia di Conti a Torino risale al gennaio cordato come aiuto nella Galleria nella lettera di Zuccari cari per la Galleria del borgognone Ludovico Brandin
5
1607, non sappiamo però se questi rientrasse nel novero a Giambologna: anche questi si fregiava di una impor- (“Monsù Bordino”), anch’egli registrato nell’atelier romano
4-5. Federico Zuccari, Studio Cinquecento, con cornici rettangolari simmetriche di vari degli aiuti romani importati da Zuccari (come mi pare tante formazione romana come pittore di paesaggi, a par- del Cavalier d’Arpino da Giulio Mancini38.
per la parete di testata della formati e uno sfondato centrale con una balaustra in pro- verosimile), o fosse pervenuto in via autonoma al servizio tire dalla sua partecipazione alla sala Ducale in Vaticano Decisamente più nebulosi, quando non del tutto ignoti,
Grande Galleria di Carlo spettiva, in un insieme di grande nobiltà e magniloquen- di Carlo Emanuele I. In quello stesso anno risulta co- dei tempi di Gregorio XIII. Tornato in patria già dal 1597 rimangono i profili artistici di Rocco Severo (che viag-
Emanuele I e Studio per la
za20. Dunque seppur indirizzato con precisione da Carlo munque pagato per le pitture della Galleria, a cui segui- come pittore di corte dei Savoia, Zuccari dovette arruo- giava al seguito di Federico e che con lui se ne tornò a
decorazione della Grande
Galleria di Carlo Emanuele I, Emanuele riguardo ai temi da adottare, il pittore tornò a ranno moltissimi altri compensi per i lavori più diversi, larlo tra i suoi collaboratori, avendolo conosciuto sicu- Roma)39, Nicolò Ventura da Fano40 (mentre sappiamo di
1605, da J. Kliemann, Gesta modelli impiegati in contesti romani parimenti aulici, a fino al 162528. Una delle scoperte più nuove rispetto a ramente a Roma e nuovamente frequentato al tempo de- più sui locali Giovanni Crosio da Trino Vercellese41, Giu-
dipinte, 1993, figg. 241-242. cui aveva lavorato circa quarant’anni prima. Il trompe l’oeil questo artista, ritenuto a lungo poco più che un decora- gli affreschi della cupola di Santa Maria del Fiore33. lio Mayno da Asti42, e sullo spagnolo Gregorio Ruiz43), e

70 71
di Carlo Emanuele I, pubblicato in Ricotti 1861-1869, III, pp. 413-417. zione La Sala Bologna 2011. Per un’analisi del soffitto della sala del Map-
7
Lo schizzo, conservato presso l’Archivio di Stato di Torino, Corte, Storia pamondo di Caprarola si rimanda a Partridge 1995.
22
della Real Casa, cat. III, m. 15, scatola 3, fasc. 1) è stato pubblicato e com- E. Urban (in La Sala Bologna 2011, pp. 58-60), sostiene che il soffitto
mentato per primo da Romano 1982; cfr. anche Bava 1995c; Kliemann della sala Bologna si rifarebbe più che a quello di Caprarola, alla stampa
1999. di Dürer con la mappa dell’emisfero boreale (1515), ma è davvero dif-
8
Contrariamente a quanto affermato da Kliemann 1999, p. 324. ficile sostenerlo, vista la quasi completa sovrapponibilità delle costella-
9
Per il testo della lettera a Casella si rimanda a Zuccari 1608, ed. 2007, zioni illustrate nei due soffitti. In ogni caso, non c’è dubbio che il mo-
pp. 66-69. dello ispiratore dei disegni di Federico siano stati i prototipi delle co-
10
Così Zuccari definisce il tema della Galleria nella lettera dedicatoria stellazioni ritratte nel soffitto vaticano da Lorenzo Sabatini.
23
a Carlo Emanuele dell’Idea (Zuccari 1607): “…nella sua Gran Galeria, La volontà di un viaggio di Carlo Emanuele a Roma è già evocato in
la quale sarà un compendio di tutte le cose del Mondo, et un ampio alcune lettere di Clemente VIII del 1598, e ancora in una del duca del
specchio, nel quale si vedranno le attioni più illustri degli Heroi della 17 luglio 1605, di felicitazioni per l’elezione di Paolo V, e in quella del 13
sua Gran Regia CASA, et l’effigie naturali di ciascuno di loro, et nella marzo 1607. In un Breve del 22 maggio 1599 papa Aldobrandini esor-
quale passeggiando si potrà aver notitia di tutte le scienze principali, tava il duca ad andare a Roma in occasione dell’anno Santo (Passamonti
nella volta si vedranno le 48 imagini Celesti, il moto de’ Cieli, de’ Pia- 1930, pp. 265-271, nn° XV-XVI; pp. 359-363, doc. XXI-B; XXIII; pp.
neti, et delle Stelle, più basso le figure Mathematiche, et la Cosmo- 364-366, doc. XXV).
24
grafia di tutta la terra, e dei mari, et le figure di tutti gli animali ter- Sui legami di Carlo Emanuele I con la Santa Sede vd. Passamonti 1930,
restri acquatici, et aerei, cosa che sarà stimata tanto più grande quanto in particolare pp. 178-183. Un ruolo cruciale di referente dovette svol-
saranno di più grande intelligenza quelli che la contempleranno” (cfr. gerlo il cardinale Alessandrino, Michele Bonelli. Già nel 1582 il duca
Scritti d’arte 1961, pp. 135-136). Per il programma iconografico com- aveva inviato a Roma presso Gregorio XIII Giovanni Battista di Savoia-
pleto, vd. in particolare Bava 1995c; Acidini Luchinat 1999; Rossi Racconigi e nel 1586 suo fratello Amedeo di Savoia in qualità di amba-
2000; Rossi 2007 (in particolare questi ultimi due contributi per la sciatore (Passamonti 1930, pp. 334-336, docc. III-IV).
25
valenza cosmologica della Galleria e i rapporti con la produzione poe- Sulla presenza di Carlo da Castellamonte a Roma vd. Baudi di Vesme
7 tica di Gasparo Murtola e Giovan Battista Marino). 1963-1982, I, p. 292 e Carlo e Amedeo di Castellamonte 2016.
11 26
Per le fasi esecutive del cantiere vd. Dardanello 1995, pp. 103-104. Per una rassegna degli aiuti di Zuccari nella Galleria si rimanda, oltre
12
Per i pagamenti a Moncalvo, vd. Baudi di Vesme 1963-1982, I, pp. che a Baudi di Vesme 1963-1982, a Bava 1995c, pp. 232-233.
27
220-221. Per Vincenzo Conti, su cui non esiste uno studio di riferimento, si ri-
13
Cfr. qui a nota 10. manda alla voce di Romano 1983 (con bibliografia precedente); Zuccari
14
Tutta la vicenda è illustrata dal carteggio tra Federico, Francesco Maria 1992, pp. 127-128; Tosini 2012 (con bibliografia precedente).
9 28
della Rovere, duca di Urbino, e Carlo Emanuele I pubblicato da Gronau Baudi di Vesme 1963-1982, I, pp. 363-365.
29
1936, ed. 2011, doc. CCCLX-CCCLXIV; si veda la ricapitolazione in Aci- Zuccari (2001, p. 86, nota 32) aveva giustamente individuato la pre-
mula decorativa, forse di concezione più moderna, priva pe- dini Luchinat 1999, pp. 256-258. senza di Cesare Conti tra i frescanti del salone, a cui si può aggiungere a
rò di quell’unitarietà stilistica e progettuale che avrebbe ga- 15
Gronau 1936, ed. 2011, doc. CCCLX, 6 giugno 1607, CCCLXIII, 29 mio parere quella di Vincenzo come paesaggista.
rantito il completamento dell’opera da parte di Federico. luglio 1607. Sono d’accordo con Massimiliano Rossi che non è convinto 30
Per questi affreschi si rimanda a Tosini 2003 (con bibliografia pre-
dall’ipotesi di una caduta in disgrazia di Federico presso la corte sabauda, cedente).
31
osservando: “non credo si possa argomentare, come invece è stato so- Petrocchi 2007.
32
stenuto, che il cambiamento dei programmi del Duca abbia avuto come Baglione 1642, p. 93. Come “aiutante del signor Marco Tullio” è men-
conseguenza l’allontanamento del pittore e la sua sostituzione, alla guida zionato Giovanni Antonio da Lugano (Baudi di Vesme 1963-1982, III,
dell’impresa, con Ambrogio Figino e il piemontese Moncalvo”. Cfr. an- p. 1060: per dipingere “collone, della galleria Grande di Sua Altezza e co-
Desidero ringraziare Bruno Mellano, Clara Goria e Anna Maria Bava che Rossi 2007, p. 549. lori, et asiamenti di terra, per servitio di tali pitture”).
16 33
per il supporto prestato alla preparazione di questo saggio. Gronau 1936, ed. 2011, doc. CCCLX, 29 luglio 1607. Zuccari 1608, ed. 2007, pp. 96-97.
17 34
1
Romano 1982; Kliemann 1993, pp. 203-210; Romano 1995a; Bava Coppini 1613, pp. 38-39. Angelo Righi esegue tele per il salone del Castello di Torino nel 1607-
18
1995c; Dardanello 1995; Bava 1998; Mamino 1999b; Kliemann 1999; Il progetto per la volta è a Milano, Gabinetto Disegni del Castello Sfor- 1608 e affreschi per alcune sale del Palazzo Ducale: cfr. Baudi di Vesme
Mundy 1999; Acidini Luchinat 1999, pp. 253-260; Rossi 2000; Bava 2001; zesco, inv. D 562 [6972] (cat. 32). Gli studi per le costellazioni sono al 1963-1982, III, p. 928; Bava 1995c, p. 236; Romano 1995a, p. 48.
35
Rossi 2007. Louvre, DAG, inv. nn° 11733, 11734, 11735; 11736; 11737; 11738; 11739; Sul romano Angelo Righi, uscito dalla bottega di Girolamo Muziano,
8
2
Di questo tour è lo stesso Federico a darci conto, nelle lettere raccolte 11740; 11741; 11742; 11743. Questi ultimi fogli sono stati attribuiti dalla si veda Tosini 2008, p. 305 (con bibliografia precedente).
36
7. Giovanni De’ Vecchi, molti altri che a vario titolo sono ricordati come aiuti di ne Il passaggio per Italia (Zuccari 1608, ed. 2007). Sul soggiorno manto- Acidini a Federico, mentre Philip Pouncey li riteneva lavori di atelier, Ancora da indagare a fondo l’attività di Righi a Montepulciano, di cui
Soffitto con le costellazioni, vano di Federico vd. da ultimo Acidini Luchinat 1999, pp. 246-252, con ipotesi quest’ultima che continua a persuadermi maggiormente per la esistono in San Biagio affreschi nella lunetta e nel sottarco sopra l’altare
Zuccari nell’impresa torinese44. maggior parte di essi. Il disegno di Notre Dame è stato inizialmente pub- maggiore (Barcucci 1979, p. 46, che li data inverosimilmente 1648) di
1574. Caprarola, Palazzo bibliografia precedente.
La Galleria sabauda costituì in un certo senso il mancato ca- 3
Nel giugno 1603 il segretario dell’ambasciatore sabaudo Giacomo An- blicato da Mundy 1989, scheda n. 91, senza il riferimento al ciclo di To- netta ispirazione muzianesca, e una pala con San Giorgio e il drago, fir-
Farnese, Sala del
polavoro che avrebbe chiuso grandiosamente la straordina- tonio della Torre a Milano informava Carlo Emanuele I riguardo alle rino, con cui lo ha connesso in seguito (Mundy 1999, p. 30, nota 8). Il mata e datata 1603.
Mappamondo. 37
ria parabola artistica di Federico, da mettere, in termini di pitture in corso d’opera nel salone Borromeo di Pavia da parte di “va- disegno del Louvre con uno studio di ritratto equestre (DAG, inv. 12073; Sulla presenza piemontese di Ganassini vd. Parlato 1999.
38
impegno e visibilità, sullo stesso piano della cupola del Duo- lentissimi huomini fatti venire da Roma et da altre parti” (Baudi di Ve- cat. 30), già pubblicato in Dessins 1969, scheda n. 97, è stato riferito alla Il borgognone Ludovico Brandin si era formato nella bottega di Ca-
8. Lorenzo Sabatini. Soffitto Galleria da Mundy 1999, fig. 9 e Kliemann 1999, fig. 4. Per un riepilogo valier d’Arpino (cfr. Baudi di Vesme 1963-1982, I, pp. 172, 208-209), se-
mo di Firenze eseguita quasi trent’anni prima. I componi- sme 1963-1982, III, p. 1111). Ultimi aggiornamenti sulla documenta-
con le costellazioni, 1575. della produzione grafica di Federico per la Galleria si rimanda comples- guendovi probabilmente il filone dei battaglisti. Si vedano in proposito
zione relativa al cantiere pavese sono in Berra 2013.
Palazzi Vaticani, Sala menti poetici anteposti all’Idea del 1607 ed elaborati dai let- 4 sivamente a Kliemann 1999; Acidini Luchinat 1999, pp. 253-256. Tuyll van Serooskerken 2002; Failla 2009; Bolzoni 2016.
Romano 1982, pp. 15-16. Si veda ora anche Bava 2001. Per un inqua-
Bologna. terati della corte sabauda, da Murtola al Chiabrera, dal ma- dramento dell’età di Emanuele Filiberto si rimanda a Merlin 1995;
19
Come è noto, lo schizzo di Carlo Emanuele I elencava tutti i duchi sa- 39
Zuccari ricorda “il mio compar Rocco” identificato con Rocco Severo
drigalista Cherubino Ferrari, al teologo di corte Aurelio Cor- Merlin 1999. baudi e le loro discendenze (compresi figli e figlie del duca), con le ri- (Baudi di Vesme 1963-1982, III, p. 1127). In una lettera al duca di Man-
9. Vincenzo Conti. 5
Per la ricostruzione della ‘grande opera’ della Galleria – andata com- spettive consorti. Da notare che tali temi decorativi minori sembrano tova inviata da Parma il 16 aprile 1608 Zuccari scrive “Mando il presente
Paesaggio, 1586-1588.
bellini, ai rimatori Giovanni Soranzo, Luca Pastrovicchi e
pletamente distrutta – e del suo allestimento complessivo si veda Dar- più o meno trovare un riscontro con il recto del disegno di Zuccari in messer Rocco Severo pittore, che meco è stato in Turino all’opera della
Roma, Palazzo Vento Ludovico San Martino di Agliè, inneggianti a Federico “ma- collezione privata, che prevedeva un alto attico con figure e termini in Galeria di quell’A. S. e meco se ne ritorna a Roma” (Furlotti 2000, pp.
danello 1995, in particolare pp. 64-104.
Giustiniani alla Dogana, go” pittore e novello Apelle, confermano il clima di aspetta- 6
Per le ipotesi sul foglio 153 dell’Album Valperga (Torino, Biblioteca piedi a sostenere la volta. 291-292, n. 81).
20 40
Sala Zuccari. tiva e di apprezzamento incondizionato rispetto all’opera di Nazionale Universitaria, q.1.65) e la ricostruzione cronologica della serie Per i disegni di Antenore Ridolfi, si vedano soprattutto Prosperi Valenti Su Nicolò Ventura da Fano, un decoratore e indoratore già con Zuccari
Zuccari, virtuoso della pittura europea ed eccellente artefice dei progetti si rimanda sempre a Dardanello 1995, pp. 97-104. È nota la 2001 e 2007. Il disegno più simile è quello oggi a Capodimonte (inv. a Pavia, vd. Bava 1995c, p. 232, nota 86 e Galanti 1997, pp. 85-86.
41
capacità di Carlo Emanuele di concepire e disegnare “imprese, figure, 115), riprodotto in Acidini Luchinat 1998, p. 178. È interessante sotto- Baudi di Vesme 1963-1982, III, p. 1118; Romano 1985b.
di ‘poesie’ figurate, come la stessa Galleria si accingeva ad es- lineare con Acidini (1998, p. 221, nota 72), che il foglio napoletano, pro- 42
Per Giulio Mayno attivo in Galleria cfr. Baudi di Vesme 1963-1982, II,
paesi, cavalli e altri animali che vuol sian figurati nella Sua Gran Galleria”,
sere. Il potenziale capolavoro fu dunque ‘mutilato’ dal re- come ricorda Federico stesso (cfr. Bava 1995c, p. 225). L’abilità del duca venendo da Ancona, fosse tra quelli che Federico portava con sé nell’ul- pp. 641-643; Bava 1995c, pp. 232-233.
pentino cambiamento di idee di Carlo Emanuele I, che die- come disegnatore e ideatore di emblemi e imprese, e come soprinten- timo viaggio nelle Marche, al ritorno da Torino, nel 1609. 43
Su Gregorio Ruiz vd. Bava 1995c, p. 232, nota 86.
21 44
dero corso, con la teoria dei ritratti su tela, ad un’altra for- dente di imprese artistiche, si ricavano anche dal Catalogo dei manoscritti Sulla sala Bologna in Vaticano, si rimanda alla più recente pubblica- Vd. elenco in Baudi di Vesme 1963-1982, III, p. 1118.

72 73
Bibliografia
a cura di Valentina Faudino

FONTI ARCHIVISTICHE E MANOSCRITTI Articolo 205, foglio 70r, Pagamento di £ 300 a Bernardino Quadri…, 10 ottobre 1656.
Articolo 205, foglio 70v, Pagamento di £ 166 a Bernardino Quadri…, 10 ottobre 1656.
Torino, Archivio di Stato Articolo 205, registro 1, 1651-1654, foglio 10, Controllo generale in cui sono rapportate tutte le operazioni concernenti le fabbriche e fortificazioni, 23
Biblioteca antica, Gerolamo Righettino, Pianta prospettica di Torino e della Cittadella, 1583. novembre 1650.
Corte, Biblioteca Antica, Architettura militare, Articolo 205, registro 1, 1651-1654, foglio 10r, Pagamento di £ 89 allo stuccatore Alessio Solaro…, 26 novembre 1650.
volume 1, foglio 47, [Ascanio Vitozzi], [Torino. Scala per il palazzo ducale], [1598]. Articolo 205, registro 2, 1655-1659, fogli 66, 71r, Pagamento di £ 130 ai pittori Francesco Ferrari e Girolamo Lomelli…, 3 ottobre 1656.
volume 5, foglio 109, [Francesco Horologi], Turino, pianta della città con veduta dal lato orientale, [anteriore al 1558]. Contratti camerali, Articolo 696, Paragrafo 1, mazzo 65, foglio 28v, Ascanio Vitozzi, Disegno del Profile della Cortina da farsi di muro fra il castello, et il
Corte, Carte topografiche e disegni, serie IV, n. 51, Pianta dei fabbricati del Palazzo Reale di Torino, primo piano nobile, [circa 1680]. Baluardo del giardino di S.A.S. in Torino/ Lì 3 d’Agosto 1607, 1607.
Corte, Materie politiche per rapporto all’estero, Negoziazioni con Francia, Francia, mazzo 5, fascicolo 17, Discours libre et non passionné à Messieurs des Etats Fabbriche di Sua Altezza, Articolo 179-Conti delle Fabbriche di Sua Altezza, Paragrafo 3-Palazzo Nuovo di Sua Altezza, Conto di Giacomo Alberti,
généraux de la France sur l’élection d’un Roi très chrétien en la personne du duc Charles Emmanuel I, par G.D.R gentilhomme champenois, [1592 circa]. tesoriere delle fabbriche del nuovo palazzo, n. 104, 1587.
Corte, Materie politiche per rapporto all’interno, Gioie e mobili, Feudalità, Articolo 801, Paragrafo 1, mazzo 1, INVENTARO delle Statue, Busti, Bassi rillieui et altri Marmi di S. A. Ser.ma stanti nella Galeria et altri luoghi,
mazzo 1, fascicolo 5, [Inventario dei beni appartenuti a Margherita di Valois, steso dopo la sua morte, febbraio 1576]. li 4 7bre 1631, 1631.
mazzo 1, fascicolo 8, [Inventario dei beni del principe Emanuele Filiberto], 6 novembre 1609. Registri relativi ai conti fabbriche e fortificazioni, Articolo 195, Sessioni, atti, scritture, deliberamenti, capitulazioni del Consiglio di Finanze, mazzo 1,
mazzo 5 addizione, fascicolo 9, Inventaro delle Robbe, Lingerie et altro nel Palazzo di S.A. in Torino [nell’inventario del Palazzo Ducale], 30 marzo 1580. registro 2, sessione 2, fogli 8r e v, 22 dicembre 1667.
mazzo 5 addizione, fascicolo 30, G. Torrini, Recognitione ossia inventaro de’ libri trovati nelle guardarobbe della Galleria di Sua Altezza Reale doppo la Sezioni Riunite, Casa di S.M., Inventari, Mobili, quadri, oggetti d’arte, stoffe, etc., Palazzo Reale, mazzo 12900, Inventario del Regio Guardamobili, 1760.
morte del signor protomedico Boursier fatta in Marzo del 1659 dal signor protomedico Torrini e signor secretario Giraudi d’ordine di Sua Altezza Reale, 1659.
Corte, Materie politiche per rapporto all’interno, Storia della Real Casa, Torino, Archivio dei Padri Cappuccini
Categoria I. Origine stemmi monete e documenti, mazzo 1, fascicolo 2, Memoir des erreurs & choses remarquables de quelques Historiens de Savoye pour 34 B 3, Santa Maria del Monte, Fabbrica, Conti 1634/1637 et alia.
un iour continuer & descripre leur progect mieulx a propos.
Categoria II. Storie Generali, Torino, Archivio Storico della Città
mazzo 2, fascicolo 2 Cronaca di Altacomba. Collezione Simeom, dis. 254
mazzo 3, fascicolo 2, Saxoniae Sabaudiaeque principum tabula gentilitia [1570] e Inclytorum Saxoniae Sabaudiaeque principum arbor gentilitia
[1570]. Torino, Biblioteca Nazionale Universitaria
mazzo 3, fascicolo 3, Serenissimorum Sabaudiae Principum, Ducumque Statuae, rerumque gestarum imagines, cum inscriptionibus et H. IV. 22, Filiberto Pingone, Serenissimorum Sabaudiae Principum, Ducumque Statuae, rerumque gestarum imagines, 1576.
epigrammatibus Philiberto Pingone auctore, [1572]. K3 IV. 2, Raccolta di Iscrizioni Antiche Romane, [XVII secolo].
mazzo 4, Chronique de Savoye o Brogliasso della Storia sabauda, 1578. ms. R.I.5, F.M. Machet, Index alphabetique des livres qui se trouvent en la Bibliothèque Royale de Turin en cette année 1713, sous le règne de S. M. Victor Amé, Roy de
mazzo 4, Philiberti Pingonii Historiarum Sabaudiae decades III, [1572-1578]. Sicile, et de Chipre Duc de Savoye, et de Monferrat, Prince de Piémont etc., 1713.
mazzo 7, Honoré d’Urfé, La Savoysiade, Poeme heroique de Messire Honoré d’Urfé, marquis de Valromé et de Beaugé, baron de Chateaumorand q. I. 64, disegno 6, Maurizio Valperga Progetto di completamento dei Palazzi ducali sulla Piazza del Castello a Torino (pianta del piano terreno), [1643 circa].
etc., Virieu 1606. q. I. 64, disegno 7, Maurizio Valperga, Progetto per la facciata del Palazzo Ducale di Torino verso la piazza del Castello.
mazzo 10, fascicolo 1, Anonimo, Idea de’ ritratti de’Conti e Duchi di Savoia, tali e quali dovevano esser dipinti nella Galleria Grande del Castello q. I. 65, foglio 153, Album Valperga.
di Torino colle istruzioni date ai Pittori destinati per quanto sopra, con note di Carlo Emanuele I. Riserva 59.24, disegno 50, [Ascanio Vitozzi], Progetto di parte della facciata della terrazza realizzata sul fronte verso l’esterno della città, [1584-1610].
Categoria III. Storie particolari
mazzo 1, fascicolo 1, Del Conte di Rovigliasco. Vita di Beroldo distinta in 12 capi per dipingere nel salone del castello di Torino, 1609, ricavata dal Torino, Musei Reali - Armeria Reale
Conte D. Emanuele Filiberto Roero San Severino, 1609. Archivio storico, Inventario Regio Medagliere di S.M., 1880.
mazzo 15, Manoscritti di Carlo Emanuele I.
mazzo 15/3, fascicolo 1, Manoscritti di Carlo Emanuele I. [Schizzo di Carlo Emanuele I per la Grande Galleria], [ante 1605]. Torino, Musei Reali - Biblioteca Reale
mazzo 15/3, fascicolo 5, Manoscritti di Carlo Emanuele I. Storia Naturale. Catalogo dei manoscritti, Varia, I-III, 2, V. Promis, Schede Ms
Disegno I, 10, Veduta della Porta Fibellona ed il castello e galleria dal lato esterno delle muro, disegno acquerellato [fine XVI secolo].
Corte, Matrimoni Inc. III 15, Giovanni Criegher, Augusta Taurinorum, veduta di Torino, 1572.
mazzo 20, fascicolo 8, Dissegno e descrizione mandata dal Sigg. Abbate Scaglia Ambasciatore in Francia d’uno specchio di Cristallo di Rocca al duca Carlo Inc. III 16, F. Pingone, Augusta Taurinorum, apud haeredes Nicolai Bevilaquae, Taurini 1577.
Emanuele I in regalo alla Ser. Infanta sua futura sposa. Storia Patria, 949, foglio 136, Tommaso Borgonio Scena del carosello Gli Hercoli domatori de’ mostri et Amore domatore degli Hercoli corso a Torino nella piazza
mazzo 25, fascicolo 4, Inventario delle Gioie, Argenterie, Mobili abiti e lingerie date dal Duca di Savoia Carlo Emanuele P.mo all’Infanta Isabella di lui figlia del castello nel dicembre 1650 in occasione delle nozze della principessa Adelaide, sorella del principe Carlo Emanuele II, con il principe Ferdinando di Baviera.
Moglie del principe Alfonso di Modena per suo fardello. Varia DC 14510, A. Terracina, Inventario del Fondo
mazzo 25, fascicolo 24, Sette liste, osiano inventari delle gioie, abiti, Tapizzerie e mobili delli Infanta Margherita di Savoia statigli donati dal Duca di Savoia Z XVIII, n. 98, [Carlo di Castellamonte], Progetto di completamento del complesso dei Palazzi Ducali a Torino, pianta del piano terreno, [1633-1637].
Carlo Emanuele I di lei padre.
Corte, Museo Storico, ms n. 15, Jean d’Orieville detto Cabaret, Chroniques de Savoye, 1417-1419. Vercelli, Archivio Capitolare
Corte, Regi Archivi di Corte del Regno di Sardegna, Categoria Nona, mazzo 1, fascicolo 1, F.D. Bencini, Indice de’ libri manoscritti Ebraici, Greci, Latini, Italiani e Fascicolo 1607, G.F. Ranzo, Libro riguardante la morte, sepoltura, miracoli, fama e santità ed immagini del Duca di Savoia IX Amedeo e successive informazioni
Francesi…, 1732. principiate il 23 luglio 1607 e terminate il 21 gennaio 1618, 1607-1618.
Sezioni Riunite, Camera dei Conti Piemonte
Articolo 180, registro 5 e registro 6, 1611-1612.
Articolo 195, Fabbriche di S.A. Sessioni del Consiglio delle Finanze, mazzo 1, registro 2, sessione I, fogli 5r e v, Instruttione per il coperto à coppi della
Galleria di S.A.R. per quella parte ch’è stata arsa dal fuoco li 5 Xmbre 1667, 8 dicembre 1667.
Articolo 199, Fabbriche e Fortificazioni. Sessioni tenute dal Consiglio sovra le fabbriche e fortificazioni, registro 5, sessione 7, foglio 42r, 5 settembre
1659.

386 387
FONTI ANTICHE A. Perugini, Torino, Palazzo Madama. Frammenti di descritta da lui stesso in rime sciolte, Milano, per Paolo E. Raimondi, Delle Caccie libri quattro. Aggiuntovi ‘n 1743 1840
intonaco e stucco dipinti e dorati, e reperti lignei Gottardo Pontio, 1587. questa nuova impressione altre Caccie che sperse in altri A. Rivautella e G.P. Ricolvi, Marmora Taurinensia dis- V. Seyssel d’Aix, Armeria antica e moderna di S.M.
Iacopo da Varazze, Legenda Aurea, a cura di A. e L. rinvenuti al di sotto del pavimento della Sala Cignaroli libri andavano, Napoli, Scoriggio, 1626. sertationibus et notis illustrata, Torino 1743. Carlo Alberto, Torino 1840.
Brovarone, Torino 1995. al piano nobile del palazzo, relazione dattiloscritta, 1594
Pausania, Description de la Grèce, a cura di M. Casevitz, Archivio Palazzo Madama - Museo Civico d’Arte G.B. Cavalieri, Antiquarum Statuarum Urbis Romae, 1628 1747 1841
J. Pouilloux e F. Chamoux, Paris 1992. Antica, 1997. III-IV, Romae 1594. G.B. Marino, Lettere del cavalier Marino gravi, argute, A. Rivautella e G.P. Ricolvi, Marmora Taurinensia dis- O. Jahn, Pentheus und die Mainaden, Kiel 1841.
Plutarques, Vies, XII. Démosthène-Cicéron, a cura di R. facete e piacevoli, con diverse poesie del medesimo non sertationibus et notis illustrata. Pars altera, cui addita
Flacelière e É. Chambry, Paris 1976. 2005-2006 1595 più stampate, Venezia, Presso Giacomo Sarzina, 1628. est appendix inscriptionumm, quæ perierunt, & quarum 1842
Sallustius, De Catilinae Coniuratione, a cura di A. M.B. Failla, Committenze, artisti, allestimenti alla corte P. Morigia, La Nobiltà di Milano, Milano 1595. memoria ab uno nobis Pingonio servata, Torino 1747. P. Litta, Famiglie celebri italiane. Savoia, Milano 1842.
Ernout, Paris 1967. di Vittorio Amedeo I di Savoia (1630-1637), tesi di dot- 1629
Tacitus, Annales, a cura di C. Giussani, Torino 1968. torato in Storia e Critica d’arte, Università degli Studi 1596 G.F. Maia Materdona, Rime, Venezia, 1629. 1749 1845
di Torino, relatore prof. M. di Macco, XIX ciclo, a.a. G. Tonso, De vita Emmanuelis Philiberti Allobrogum G.B. Marino, Murtoleide, Fischiate del Cavalier Marino, G. Pasini, Codices manuscripti Bibliothecae Regii Athenaei L. Cibrario, Storia del Santuario della Consolata, Torino
2005-2006. Ducis et Sabaudiorum Principis, Torino 1596. con la Marineide, risate del Murtola, Spira, Appresso per linguas digesti, et binas in partes distribuiti, in quarum 1845.
Henrico Starckio, 1629. prima Hebraei, et Graeci, in altera Latini, Italici et Gallici.
DATTILOSCRITTI 2014-2015 1602 Recensuerunt et animadversionibus illustrarunt Josephus 1846
C. Seghesio, Pittore “degno di onore per si rara virtù”: P. Brambilla, Combattimento delli Cavalieri di Diana, e 1635 Pasinus Regi a consiliis Bibliothecae praeses et moderator, L. Cibrario, Storia di Torino, Torino 1846.
1984-1985 Alessandro Ardente tra Lucca e Torino, tesi di laurea di Venere, all’isola Polidora, nel Parco del Sereniss. Duca F.A. Della Chiesa, Relatione dello stato presente del Pie- Antonius Rivautella et Franciscus Berta eiusdem Bibliothecae
A. Barghini, Il Palazzo Ducale di Torino fra Cinquecento magistrale in Storia dell’arte moderna, Università degli di Savoia presso la Città di Turino, fatto nelle nozze del- monte, Torino 1635. custodes, I-II, Taurini, ex Typographia Regia, 1749. 1853
e Seicento, tesi di laurea, Politecnico di Torino, Facoltà Studi di Torino, Scuola di Scienze Umanistiche, relatore l’Illustr. Sig. D. Beatrice d’Este, maritata all’Illustrissimo P. Giuria, Guide historique, descriptif et artistique de
di Architettura, relatore prof. V. Comoli Mandracci, prof. G. Spione, a.a. 2014-2015. Signor Ferrante Bentivogli li 16 di giugno dell’anno 1642 1753 Turin: de ses environs et des villes les plus remarquables
a.a. 1984-1985. 1602, Agostino Disserolio, Torino 1602. G. Baglione, Le vite de’ pittori, scultori et architetti: dal G.G. Craveri, Guida de’ forestieri per la Real città di du Piemont, Torino 1853.
M. Abrate, Il giardino reale di Torino 1563-1580, tesi di G.B. Marino, Rime, Venezia 1602. Pontificato di Gregorio XIII del 1572 in fino a’ tempi di Torino, Torino 1753.
laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, Papa Urbano Ottavo nel 1642, Roma 1642. 1854
relatore prof. V. Comoli Mandracci, a.a. 1984-1985. BIBLIOGRAFIA 1607 1769 J. M. Callery, La Galerie Royale de peinture de Turin, Le
F. Zuccari, L’Idea de’ pittori, scultori et architetti, divisa 1656 J.J. De Lalande, Voyage d’un françois en Italie, fait dans Havre 1854.
1990-1991 1521 in due libri, Torino 1607. V. Castiglione, La Maestà della reina di Svecia Christina les années 1765 et 1766, contenant l’histoire, les anecdotes
M. Albenga, Inventario della Biblioteca Ducale del pro- G. Mazzocchi, Epigrammata Antiquae Urbis, Roma Alessandra Ricevuta negli Stati delle Altezze Reali di les plus singulières de l’Italie, sa description, les moeurs, 1854-1889
tomedico e bibliotecario Giulio Torrini (1659), tesi di 1521. 1608 Savoia l’Anno 1656. Relazione dell’Abbate Don Valeriano les usages, les gouvernements, le commerce, la littérature, C. Le Blanc, Manuel de l’amateur d’Estampes, contenant
laurea, Università degli Studi di Torino, Facoltà di P. Brambilla, Relatione delle feste, torneo, giostra, &c. Castiglione, Historico delle Medesime Altezze, Torino les arts, l’histoire naturelle et les antiquités, avec des ju- un dicitonnaire des gravures de toutes les nations, dans
Lettere e Filosofia, relatore prof. M. Guglielminetti, 1555 fatte nella Corte del Sereniss. di Savoia, nelle Reali nozze 1656. gements sur les ouvrages de peinture, sculpture et archi- lequel sont décrites les Estampes rares, précieuses et inté-
a.a. 1990-1991. G. Du Choul, Des bains et antiques exercitations grecques delle Serenissime infanti Donna Margherita e Donna tecture et les plans de toutes les grandes villes d’Italie, I- ressantes, avec l’indication de leurs différents états et des
et romaines, Lyon 1555. (cit. 1555a) Isabella sue figliuole, Torino 1608. 1660 VII, Paris 1769. prix auxquels ces Estampes ont été portées dans les ventes
1991 G. Du Choul, Discours sur la castrametation et discipline F. Zuccari, Il passaggio per Italia, con la dimora di S. Guichenon, Histoire genéalogique de la Royale Maison publiques, en France et à l’Etranger, depuis un siècle, I-
S. Pinto, Comunicazione per l’“opera del mese” della militaire des Romains, Lyon 1555. (cit. 1555b) Parma del sig. cavaliere Federico Zvccaro … Aggiontovi de Savoie, Lyon, chez Guillaume Barbier, 1660. 1779 IV, Parigi 1854-1889.
Galleria Sabauda di Torino, Soprintendenza ai Beni una copiosa narratione di varie cose trascorse, vedute, e Arrêt de la Royale Chambre des Comptes concernant les
Storici e Artistici del Piemonte, 3 marzo 1991. 1556 fatte nel suo diporto per Venetia, Mantoa, Milano, Pavia, 1664 armoiries de la maison de Pingon originaire de la ville 1858
G. Du Choul, Discours sur la religion des anciens Turino, e altre parti del Piamonte, Bologna, Appresso G. Alveri, Roma in ogni stato, Roma 1664. d’Aix en Provence, Torino 1779. C. Rovere, Descrizione del Palazzo Reale di Torino,
1993 Romains, Lyon 1556. Bartolomeo Cocchi, 1608. E. Tesauro, Il cannocchiale aristotelico, O sia, Idea del- Torino 1858.
F. Rabellino, Loisir sovrano e cultura di corte nella ma- l’arguta et ingeniosa elocuzione, che serve à tutta l’Arte 1788
gnificenza dei giardini tra Cinque e settecento. Il “Giardino 1562 1612 Oratoria, Lapidaria, et Simbolica, esaminata co’ Principii G.B.V. [Giovanni Battista Vasco], Trattato intorno al 1859
di Sa Altezza”nel Palazzo Reale di Torino, tesi di dottorato T. Molignano, El Caballero Resplendor, Vercelli 1562. J.J. Scaliger, Opuscula varia antehac non edita: nunc del divino Aristotele, Roma 1664. modo di impagliare e conservare gli animali, le pelli, e le J.M. Callery, La Galerie Royale de Peinture de Turin,
in Storia e critica dei beni architettonici e ambientali, vero multis partibus aucta, Francofurti 1612. lane, dell’Abate Manesse, Biblioteca Oltremontana ad Torino 1859.
Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, relatore 1569 1666 uso d’Italia I, Torino 1788.
prof.ssa V. Comoli Mandracci, triennio 1990-1993, A. Stazio, Illustrium viror(um) ut exstant in Urbe expressi 1613 E. Tesauro, Inscriptiones quotquot reperiri potuerunt 1861-1869
1993. vultus, Romae 1569. A. Coppini, In Ticinensi Gymnasio Artis Oratoriae Regij opera et diligentia Emmanuelis Philiberti Panealbi Torino 1798 E. Ricotti, Storia della monarchia piemontese, I-VI,
Interpretis Epistolarum libri sex Ad sereniss. Carolum 1666. L. Di Galli, Cariche del Piemonte e paesi uniti colla serie Firenze 1861-1869.
1994 1570 Emmanuelem Allobrogum ducem & Subalpinæ Italiæ cronologica delle persone che le hanno occupate ed altre
A. Bava, Le collezioni di Carlo Emanuele I di Savoia F. Orsini Imagines et elogia virorum illustrium et principem, Mediolani, apud typographos curie archie- 1669 notizie di nuova istoria dal fine del secolo decimo sino al 1862
(1580-1630), tesi di dottorato in Storia e Critica d’arte, eruditor ex antiquis lapidibus et nomismatibus, Romae piscopalis, 1613. C. Ripa, Iconologia di Cesare Ripa perugino caualier de’ dicembre 1798, Torino 1798. R. d’Azeglio, Notizie estetiche e biografiche sopra alcune
Università degli Studi di Torino, relatori prof. G. Ro- 1570. santi Mauritio, & Lazaro, diuisa in tre libri: ... ampliata precipue opere oltramontane del museo torinese, Firenze
mano e prof. A. Ballarin, triennio 1991-1994, 1994. 1614 dal sig. cav: Gio. Zaratino Castellini romano; in questa 1825 1862.
1581 G.B. Marino, Dicerie Sacre, Torino, Pizzamiglio, 1614. vltima editione ... ricorretta, Venezia 1669. D. Schorn, Nachtrag zur Museographie. Das Antiken-
1995 Pingone Inclitorum Saxoniae Sabaudiae Principum Arbor museum in Turin, in Amalthea oder Museum der Kunst- 1866
S. Castronovo, Codici miniati del XIII secolo a Vercelli, Gentilitia, Augustae Taurinorum, apud haeredes Nicolai 1615 1670 mythologie und bildlichen Alterthumskunde, III, a cura G. Vico, Indicazione sommaria dei quadri e dei capi
tesi di dottorato in Storia e Critica d’Arte, Università Bevilacquae, 1581. G.B. Marino, Il Tempio, panegirico alla Maestà Chri- F. Picinelli, Mondo simbolico, Venezia 1670. di K.A. Böttiger, Leipzig 1825. d’arte della R. Pinacoteca di Torino, Firenze 1866.
degli Studi di Torino, relatori prof. G. Romano e prof. stianissima di Maria de’ Medici, Lione 1615.
M. Boskovits, triennio 1991-1995, 1995. 1584 1674 1830 1868
R. Borghini, Il riposo, in cui della pittura, e della scultura 1622 A. di Castellamonte, Venaria Reale, Palazzo di Piacere e G.B. Semeria, Storia politico-religiosa del B. Amedeo IX A. Angelucci, Liste di pitture e sculture eseguite o
1996-1997 si favella, de’ piu illustri pittori, e scultori, a delle piu G.P. Olina, Uccelliera, overo discorso della natura e di Caccia Ideata dall’Altezza Reale di Carlo Emanuel II Duca III di Savoia e di Jolanda di Francia sua consorte, comperate per la casa di Savoia, in “Rivista contempo-
N. Ostorero, Dalla Grande Galleria di Carlo Emanuele I famose opere loro si fa mentione, e le cose principali ap- propieta di diversi uccelli e in particolare di que’che di Savoia, Re di Cipro & Disegnato, e descritto dal Conte Torino 1830. ranea nazionale italiana”, LII, 1868, pp. 229-246 e LIII,
all’Armeria e Biblioteca Reale, tesi di laurea, Politecnico partenenti a dette arti s’insegnano, Firenze, presso cantano: con il modo di prendergli, conoscergli, alleuargli Amedeo di Castellamonte, Torino 1674 [ma 1679]. 1868, pp. 117-132. (cit. 1868a).
di Torino, Facoltà di Architettura, relatore prof. V. Giorgio Marescotti, 1584. e mantenergli: e con le figure cavate dal vero e diligente- 1834 A. Angelucci, Lo stemma di Savoia in bronzo sulla porta
Comoli Mandracci, a.a. 1996-1997. mente intagliate in rame dal Tempesta e dal Villamena, 1676 Calendario Generale pe’Regii Stati: pubblicato con della Cittadella di Torino, in “Rivista contemporanea
1587 Roma, Andrea Fei, 1622. M.A. Cusano, Discorsi historiali concernenti la vita et autorità del Governo e con privilegio di S. S. M. R., nazionale italiana”, LII, 1868, pp. 22-23. (cit. 1868b).
1997 G.P. Lomazzo, Rime di Gio. Paolo Lomazzi milanese attioni de’ vescovi di Vercelli, Vercelli 1676. Torino 1834.
G. Dardanello, Rilievo storico-architettonico di Palazzo pittore, divise in sette libri. Nelle quali ad imitatione de i 1626 1869
Madama: prime osservazioni, relazione dattiloscritta, Grotteschi usati da’ pittori, ha cantato le lodi di Dio, e de G.B. Marino, La Murtoleide, fischiate del cav Marino, 1678 1836-1846 C. Promis, Storia dell’antica Torino. Julia Augusta Tau-
Archivio Palazzo Madama - Museo Civico d’Arte le cose sacre, di Prencipi, di Signori, e huomini letterati, con la Marineide, risate del Murtola, Francofort, Appresso C.C. Malvasia, Felsina Pittrice. Vite de’ Pittori Bolognesi, R. Tapparelli d’Azeglio, La Reale Galleria di Torino il- rinorum, Torino 1869.
Antica, 1997. di pittori, scoltori, e architetti ... Con la vita del Auttore Giovanni Beyer, 1626. Bologna 1678. lustrata, I-IV, Torino 1836-1846.

388 389
1870 oggetti componenti la mostra di Arte antica, Torino 1880. 1896 in “Revue Archéologique”, IV, 8, 1906, pp. 372-389. 1923-1928 show pewter, in “Apollo”, XX, 118, 1934, pp. 187-192.
G. Campori, Raccolta di cataloghi ed inventari inediti, P. Vayra, Il Museo storico della Casa di Savoia nell’Archivio Des Augsburger Patriciers Philipp Hainhofer Beziehungen A.J.B. Wace, Some Sculptures at Turin, in “Journal of H. Gobel, Wandteppiche, I-II, Leipzig 1923-1928.
Modena 1870. di Stato di Torino, Torino 1880. zum Herzog Philipp II. von Pommern-Stettin. Corres- Hellenic Studies”, 26, 1906, pp. 235-242. 1935
pondenzen aus den Jahren 1610-1619, estratti trascritti 1924 Catalogo delle cose d’arte e di antichità d’Italia, Vercelli,
1872 1881 e commentati da O. Doering, Wien 1896. 1907 O.H. Giglioli, Jacopo Ligozzi disegnatore e pittore di a cura di A.M. Brizio, Roma 1935.
A. Fabretti, Il Museo di Antichità della Regia Università L’Arte Antica alla IV Esposizione Nazionale di Belle Arti A. Ghigi, Intorno ad alcune razze di uccelli domestici piante e di animali, in “Dedalo”, IV, III, IX, 1924, pp. Catalogo-guida alla Mostra storica in Palazzo Carignano,
di Torino, Torino 1872. in Torino nel 1880. Riproduzioni in fototipia con indicazioni 1897 descritte e figurate da Ulisse Aldrovandi, in Intorno alla 554-570. catalogo della mostra, Torino 1935.
illustrative, Torino 1881. A. Baudi di Vesme, La Regia Pinacoteca di Torino, in Le vita e alle opere di Ulisse Aldrovandi. Studi, Bologna R. Koechlin, Les ivoires gothiques français, I-III, Paris
1874 P. Vayra, Catalogo del Museo storico dell’Archivio di Gallerie Nazionali Italiane, III, Roma 1897, pp. 3-68. 1907, pp. 173-181. 1924. 1937
V. Promis, Su alcuni manoscritti della Biblioteca di Sua Stato di Torino, Torino 1881. H. Demiani, François Briot, Caspar Enderlein und das H.W. Janson, The Putto with the Dead’s Head, in “The
Maestà in Torino, in “Curiosità e ricerche di storia su- Edelzinn, Leipzig 1897. 1909 1927 Art Bulletin”, 19, 3, 1937, pp. 423-449.
balpina”, I, Torino 1874, pp. 781-784. 1882 S. Ricci. L’Amazzone restaurata come Diana cacciatrice A. Baudi di Vesme, Catalogo della Regia Pinacoteca di F. Eichler e E. Kris, Die Kameen in Kunsthistorischen
L’Arte Antica alla IVa Esposizione Nazionale di Belle nel R. Museo di Antichità di Torino, in“Rendiconti della Torino, Torino 1909. Museum, Wien 1927. 1939
1875 Arti in Torino nel 1880. Riproduzioni in fototipia con Reale Accademia dei Lincei”, VI, 1897, pp. 320-331. L. Forrer, Biographical Dictionary of Medallists, IV, F.P. Johnson, Lysippos, Durham (NC) 1927. G. Pesce, Divinità Orientali di Epoca Romana nel Museo
A. Fabre, Trésor de la Sainte Chapelle des ducs de Savoie indicazioni illustrative. Note critiche di Angelo Angelucci, London 1909. G. Nicodemi, Pier Francesco Mazzucchelli detto “Il Mo- di Antichità di Torino, in “Bulletin Société archéologique
au Château de Chambéry d’après des inventaires inédits Torino 1882. 1897-1930 razzone”, Varese 1927. d’Alexandrie”, 33, 1939, pp. 234-280.
des XVe & XVIe siècles, Lyon 1875 (I ed. 1868). S. Reinach, Répertoire de la Statuaire grecque et romaine, 1910 V. Viale, Gotico e Rinascimento in Piemonte, catalogo
1883 I-VI, Paris 1897-1930. F. Rossi, I miei cinquant’anni di carriera scientifica, 1928 della mostra, Torino 1939.
1877 K. Lange, Der Cupido des Michelangelo in Turin, in parte nel R. Museo di Antichità e parte nella R. Università La mostra storica sabauda e della vittoria nelle celebrazioni
V. Promis, Ambasciata di Carlo Francesco Manfredi di “Zeitshrift für bildense Kunst”, 8-9, 1883, pp. 233-281. 1898 di Torino, Torino 1910. torinesi del IV centenario di Emanuele Filiberto e del X 1940
Luserna a Praga nel 1604, in “Miscellanea di storia ita- Catalogo generale della mostra d’arte sacra, Torino 1898. anniversario della vittoria, Torino 1928. W.H. Gross, Bildnisse Traians, Das römische Herrscher-
liana”, 16, 1877, pp. 515-628. 1884 1911 A. Telluccini, Il Palazzo Madama di Torino, Avezzano- bild, II, 2, Berlin 1940.
C. Boito, I Restauratori, Firenze 1884. 1899 P. Toesca, Torino, Italia artistica 62, Bergamo 1911. Torino 1928.
1878 B. Peyron, Note sulla storia letteraria del secolo XVI A. Baudi di Vesme, Catalogo della Regia Pinacoteca di L. Venturi, Emanuele Filiberto e l’arte figurativa, in 1941
A. Angelucci, Arte e artisti in Piemonte. Documenti tratte dai Manoscritti della Biblioteca Nazionale di Torino, Torino 1899. 1912 Studi pubblicati dalla Regia Università di Torino nel IV G. Isarlo, Caravage et le Caravagisme Européen, Aix en
inediti con note, in “Atti della Società Piemontese di Torino, in “Atti dell’Accademia delle Scienze di Torino”, F. Carta, C. Cipolla e C. Frati, Monumenta Paleographica R.A. Marini, Medaglie e medaglisti sabaudi del Rinasci- centenario della nascita di Emanuele Filiberto, Torino Provence 1941.
Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino”, 2, XIX, 1884, pp. 743-758. Sacra. Atlante Paleografico-artistico compilato sui ma- mento, in Miscellanea di storia italiana, III, XV, Torino 1928, pp. 138-179. M. Vaes, Il soggiorno di Antonio van Dyck alla corte di
1878, pp. 31-86. noscritti esposti in Torino alla Mostra d’Arte Sacra nel 1912, pp. 252-300. Torino 4 dicembre 1622 - febbraio 1623, in “Bollettino
G. Claretta, Sui principali storici piemontesi e partico- 1885 1899, Torino 1899. R. Pettazzoni, Avori scolpiti africani in collezioni italiane: 1929 Storico Bibliografico Subalpino”, XLIII, 1941, pp.
larmente sugli storiografi della R. Casa di Savoia. Memorie A. Baudi di Vesme, Van Dyck peintre de portraits des S. Ricci, Degli studi archeologici in Milano, in “Archivio contributo allo studio dell’arte “di Benin”, III. Cucchiai, B. Ashmole, A Catalogue of the ancient Marbles at Ince 227-239.
storiche, letterarie e biografiche, Torino 1878, pp. 34-45. princes de Savoie, Turin 1885. Storico Lombardo”, 26, 1899, p. 87-112. in “Bollettino d’arte del Ministero della Pubblica Istru- Blundell Hall, Oxford 1929.
Documenti inediti per servire alla storia dei Musei J. von Schlosser, Die Werkstatt der Embriachi in Venedig, zione”, 6, 4, 1912, pp. 147-160. E. Kris, Meister und Meisterwerke der Steinschneidekunst 1942
d’Italia pubblicati per cura del Ministero della Pubblica 1886 in “Jahrbuch der Kunsthistorischen Sammlungen des in der italienischen Renaissance, I-II, Wien 1929. V. Viale, Un antico progetto per la sistemazione di piazza
Istruzione, I, Firenze-Roma 1878. R.-F. Souhart, Bibliographie Générale des ouvrages sur Allerhöchsten Kaiserhauses”, XX, 1899, pp. 220-282. 1913 L. von Planiscig, Italienische Renaissanceplastiken aus Castello e del centro di Torino in “Bollettino Storico-
A. Fabretti, Museo della R. Università di Torino, 1816- la Chasse la Vénerie & la Fauconnerie, Paris 1886. J.P. Wickersham Crawford, Inedited Letters of Fulvio der Sammlung E. Foulc, in “Pantheon”, 1929, pp. 115- bibliografico Subalpino”, XLIV, 14, 1942, pp. 52-62.
1832. Inventario del Regio Museo di Antichità, in Docu- 1900 Orsini to Antonio Agustìn, in “Publications of the 220.
menti inediti 1878, pp. 428-465. 1887 L. Vaccarone, Emanuele Filiberto Principe di Piemonte alla Modern Language Association of America”, 28, 1913, W. von Suida, Leonardo und sein Kreis, München 1943
A. Manno, I Principi di Savoia amatori d’Arte, in “Atti A. Armand, Les médailleurs Italiens des Quinzième et corte Cesarea di Carlo V imperatore (1545-1551), in “Mi- pp. 577-593. 1929. R. Longhi, Ultimi studi su Caravaggio e la sua cerchia,
della Società di Archeologia e Belle Arti”, II, 1878, pp. Seizième siècles, III, Paris 1887. scellanea di storia italiana”, III, V, 36, 1900, pp. 277-318. F. Winkler, Der Meister von Flemalle und Rogier van in “Proporzioni”, 1943, I, pp. 5-63.
197-226. A. Baudi di Vesme, Saggio d’iconografia sabauda, ossia der Weyden, Strasburgo 1913. 1930
elenco di ritratti incisi o litografati dei principi e delle 1901 C. Ferrero, Busto in avorio di Carlo Emanuele I di 1949
1878-1885 principesse di Savoia, in “Atti della Società di Archeologia E. Babelon, Traité de Numismatique grecque et romaine, 1914 Savoia, in “Bollettino della Società Piemontese di Ar- L. Borrelli, Una scuola di “manieristi” dell’Ellenismo
G. Vasari, Le vite de’ più eccellenti pittori, scultori ed ar- e Belle Arti per la Provincia di Torino”, V, 3, 1887, pp. I. Théorie et doctrine, Paris 1901. C. Ridolfi, Le Maraviglie dell’Arte, Venezia 1648, ed. a cheologia e Belle Arti”, 1930, II, pp. 128-130. rodio-asiatico, in “Rendiconti dell’Accademia Nazionale
chitettori… di nuovo ampliate, I-II, Firenze 1568, ed. in 157-208. J.J. Bernoulli, Griechische Ikonographie mit Ausschluss cura di D.F. von Hadeln, Berlino 1914, I. E. Passamonti, Le “Instruttioni” di Carlo Emanuele I dei Lincei. Classe di Scienze morali, storiche e filolo-
Le opere di Giorgio Vasari, a cura di G. Milanesi, I-IX, Alexanders und der Diadochen, München 1901. agli Inviati Sabaudi a Roma, Torino 1930. giche”, VIII, 4, 1949, pp. 336-351.
Firenze 1878-1885. 1888 A. Taramelli, Di un bassorilievo romano con rappresen- 1920 Il Castello del Valentino, a cura di B. Marziano, [s.l.]
Documenti per servire alla storia del Museo di Antichità tazione militare scoperto in Torino, in “Memorie. Atti A. Baudi di Vesme, Nuove informazioni intorno al 1931 1949.
1879 di Torino, a cura di A. Fabretti, Torino 1888. dell’Accademia nazionale dei Lincei, Classe di scienze pittore Martino Spanzotti, in “Atti della Società Piemontese K.G. von Baudissin, Katalog der Staatsgalerie zu Stuttgart, A.E. Popham e J. Wilde, The Italian Drawings of the XV
Documenti inediti per servire alla storia dei Musei morali, storiche e filologiche”, 1901, pp. 34-48. di Archeologia e Belle Arti”, IX, 1920, pp. 1-25. Stuttgart 1931. and XVI Centuries in the Collection of His Majesty the
d’Italia, II, Firenze-Roma 1879. 1890-1891 A.M. Riberi, Brevi postille ad un bel libro di storia King at Windsor Castle, London 1949.
W.D. Heydemann, Mittheilungen aus den Antiken- N. Barozzi, Braciere in ferro battuto esistente nel Museo 1902 1921 cuneese, in “Comunicazioni della Società per gli Studi
sammlungen in ober-und Mittelitalien, in Drittes Halli- Civico di Venezia, in “Arte Italiana Decorativa e Indu- E. Ferrero, Ariodante Fabretti. Notizie sulla vita e sugli F.M. de Jaeger, Goorle (Abraham van), in Nieuw Neder- Storici, Archeologici ed Artistici per la Provincia di 1949-2006
schen Winckelmansprogramm, Halle 1879. (cit. 1879a) striale”, I, 1890-1891, pp. 26-27. scritti, Torino 1902. landsch Biografisch Woordenboek, 5, Leiden 1921, pp. Cuneo”, III, 1931, I, pp. 41-67. F. Hollstein, Hollstein’s Dutch and Flemish etchings,
W.D. Heydemann, Verhüllte Tänzerin: Bronze im Museum 208-209. V. Viale, Le collezioni pubbliche e private, in L’Ostensione engravings and woodcuts, ca. 1450-1700, Amsterdam,
zu Turin, Halle 1879. (cit. 1879b) 1891 1904 della SS. Sindone, Torino 1931. I-LXX, 1949-2006.
E. Loewy, Sullo studio dell’archeologia, Firenze 1891. C. Cipolla, G. De Sanctis e C. Frati, Inventario dei 1922
1880 codici superstiti greci e latini antichi della Biblioteca A. Venturi, La prima scultura di Michelangelo, in “L’Arte”, 1932 1950
Documenti inediti per servire alla storia dei Musei 1893 Nazionale di Torino, in “Rivista di filologia e d’istruzione 25, 1922, pp. 177-180. O. Brendel, Der schlangerwürgende Herakliskos, in “Ja- R-A. Weighert, Two Tapestries in the Ashmolean Museum,
d’Italia, III, a cura di A. Fabretti, Firenze-Roma 1880. J. Burchkardt, Der Cicerone. Eine Anleitung zum Genuss classica”, 32, 1904, pp. 385-588. hrbuch des Deutschen Archäologischen Instituts”, 47, in “The Burlington Magazine”, XCII, London 1950,
H. Dütschke, Antike Bildwerke in Oberitalien, IV. Antike der Kunstwerke Italiens. II. Neuere Kunst. 3. Abschnitt: L. Forrer, Biographical Dictionary of Medallists, II, 1923 1932, pp. 191-328. pp. 193-195.
Bildwerke in Turin, Brescia, Verona und Mantua, Leipzig Malerei, ed. a cura di W. Bode, Lipsia 1893. London 1904. M.M. Fenaille, Etat général des tapisseries de la manifacture E. Kris, Goldschmiedearbeiten des Mittelalters der Re-
1880. F. Zuccari, Il passaggio per l’Italia con la dimora di D. Franchetti, La Consolata, Torino 1904. des Gobelins depuis son origine jusqu’à nos jours 1600- naissance und des Barock, Vienna 1932. 1951
C. Manno, Libro di preghiere offerto a Margherita di Parma, Bologna 1608, ed. a cura di V. Lanciarini, Roma 1900, I. Les ateliers parisiens au dix-septième siècle, Parigi M.B. Felletti Maj, Afrodite pudica. Saggio d’arte ellenistica,
Francia duchessa di Savoia dal conte Cristoforo Duc nel- 1893. 1905 1923. 1934 in “Archeologia Classica”, 3, 1951, pp. 33-65.
l’anno MDLIX, Torino 1880. R. Forrer, Les étains de la collection Alfred Ritleng à E.W. Gudger, The five great naturalists of the sixteenth
V. Promis, I 13 volumi di blasoneria di Carlo Emanuele 1895 Strasbourg, Strasbourg 1905. 1923-1924 century: Belon, Rondelet, Salviani, Gesner and Aldrovandi, 1952
I duca di Savoia, in “Curiosità e ricerche di storia G. Claretta, Il pittore Federico Zuccaro nel suo soggiorno G. Krahmer, Stilphasen der hellenistischen Plastik, in a chapter in the history of ichthyology, in “Isis”, 22, 1, O. Raggio, Light and line in Renaissance crystal engravings,
subalpina”, IV, 1880, pp. 190-203. in Piemonte e alla corte di Savoia (1604-1606) secondo 1906 “Mitteilungen über die Römischen Funde in Heddern- 1934, p. 21-40. in “The Metropolitan Museum of Art Bulletin”, n.s.,
IV Esposizione nazionale di Belle Arti. Catalogo degli il suo «Passaggio per l’Italia», Pinerolo 1895. S. de Ricci, Statues antiques inédites de Musées italiens, heim”, XXXVIII-XXXIX, 1923-1924, pp. 138-150. H. Herschel Cotterell e Robert M. Vetter, Decorated or 10, 7, 1952, pp. 193-202.

390 391
M. Viale Ferrero, Arazzi, in Arazzi e tappeti antichi, ca- 1961 M. Viale Ferrero, Festa delle Madame Reali di Savoia, A. Carandini, Vibia Sabina, Firenze 1969. et architettura [1584], ed. in Scritti sulle arti 1973- tanical symbolism in Italian Painting, Firenze 1977.
talogo della mostra, a cura di M. Viale Ferrero e V. A. Griseri, L’autunno del Manierismo alla corte di Carlo Torino 1965. Dessins de Taddeo et Federico Zuccaro, catalogo della 1974, II, pp. 7-589. E. Mitropoulou, Attic votive Reliefs of the 6th and 5th
Viale, Torino 1952, pp. 11-157. Emanuele I e un arrivo “caravaggesco”, in “Paragone”, mostra, a cura di J. Gere, Parigi 1969. Scritti sulle arti, di G.P. Lomazzo, a cura di R. Ciardi, I- Centuries B.C., Athens 1977.
141, 1961, pp. 19-36. (cit. 1961a) 1966 L. Mallé, Smalti e avori del Museo Civico d’Arte Antica, II, Firenze 1973-1974. G. Olmi, Osservazione della natura e raffigurazione in
1953 A. Griseri, La pèriode romaine de Vouet: deux tableaux N. Carboneri, Ascanio Vittozzi. Un architetto fra Ma- Torino 1969. Ulisse Aldrovandi (1522-1605), in “Annali dell’Istituto
Mostra del ritratto romano, catalogo della mostra, a inedits, in “Art de France”, 1961, pp. 322-325. (cit. nierismo e Barocco, Roma 1966. F. Matz, Die dionysischen Sarkophage, III, (ASR IV.3), 1973-1975 storico italo-germanico in Trento”, III, 1977, pp. 105-
cura di C. Carducci, Torino 1953. 1961b) G.B. Marino, Dedica del Ritratto del serenissimo don Berlin 1969. A. Giaccaria, Per la storia di due manoscritti epigrafici 181.
Mostra storica nazionale della miniatura, catalogo della R. Longhi, Gentileschi padre e figlia [1916], in Opere Carlo Emanuello duca di Savoia, a Vittorio Amedeo di C. Robert, Die antiken Sarkophagreliefs, III. Einzelmythen, della Biblioteca Nazionale di Torino, in “Bollettino della F. Siebenhüner, Emanuele Filiberto Duca di Savoia.
mostra a Roma, a cura di G. Muzzioli, Firenze 1953. complete di Roberto Longhi, I. Scritti giovanili, 1912- Savoia, Torino 1608, ed. in Giambattista Marino. Lettere, 3, Roma 1969 (ed. orig. Berlin 1919). Società Piemontese di archeologia e belle arti”, 27-29, Ritratto di Tiziano a Kassel, Centro tedesco di studi ve-
1922, Firenze 1961, pp. 219-283. a cura di M. Guglielminetti, Torino 1966. A. Scotti, Ascanio Vitozzi ingegnere ducale a Torino, 1973-1975, pp. 34-45. neziani, Quaderni 5, Venezia 1977.
1954 Scritti d’arte di Federico Zuccaro, a cura di D. Heikamp, Firenze 1969. S. Tugnoli Pattaro, La formazione scientifica e il Discorso
R. Longhi, Giovanni Serodine. La pittura oltre Caravaggio, Firenze 1961. 1966-1987 F. Yates, Theatre of the World, London 1969. 1974 naturale di Ulisse Aldrovandi, Trento 1977.
Firenze 1954. F. Zucccari, L’idea de’ pittori, scultori e architetti, Torino G. Vasari, Le vite de’ più eccellenti pittori, scultori ed ar- S. Bassi, I fondi orientali della Biblioteca Nazionale Uni- P. Verdier, Limoges and Painted Enamels. Sixteenth and
1607, ed. in Scritti d’arte 1961, pp. 133-211. chitettori… di nuovo ampliate, I-II, Firenze 1568, ed. in 1970 versitaria di Torino, in S. Noja, Catalogo dei manoscritti Seventeenth Centuries, in The Frick Collection. An illu-
1956 G. Vasari, Le Vite de’ più eccellenti pittori, scultori e ar- J. Bracker, Antikenkopien und -Nachschöpfungen in der orientali della Biblioteca Nazionale di Torino, I, I mano- strated catalogue, VIII, Enamels, Rugs and Silver. Limoges
Bayerisches Nationalmuseum München. Die Bildwerke 1962 chitettori, nelle redazioni del 1550 e del 1568, a cura di Renaissance, in “Kölner Jahrbuch für Vor- und Früge- scritti arabi, persiani e turchi, Roma 1974, pp. IX-XLIII. Painted Enamels, Oriental Rugs and English Silver, New
in Bronze und in Anderen Metallen, a cura di H.R. Wei- J. Babelon, Médailles historiques de Savoie a l’époque de P. Barocchi e R. Bettarini, I-VI, Firenze 1966-1987. schichte”, 11, 1970, pp. 77-78. A. Brejon de Lavergnée e J.P. Cuzin, Valentin et les ca- York 1977.
hrauch, München 1956. Charles-Emmanuel (1588), in Actes du 85e congrès national L. Mallé, Palazzo Madama in Torino, Torino 1970. ravaggesques francais, catalogo della mostra, Parigi
Capolavori della Galleria Sabauda in mostra a Palazzo des sociétés savantes, Chambéry-Annecy 1960, Section 1967 G. Selmi, Pietro Andrea Mattioli medico e botanico del 1974. 1978
Madama, Torino 1956. d’Archéologie, Paris 1962, pp. 189-199. L. Berti, Il principe dello studiolo: Francesco I dei Medici Cinquecento, in Pagine di storia della medicina, XIV, 4, G.P. Lomazzo, Idea del Tempio della Pittura, Milano A. Bo, Il quadro della S. Sindone della Pinacoteca
Giulio Mancini, Considerazioni sulla pittura, a cura di A. Ballarin, Profilo di Lamberto d’Amsterdam, in “Arte e la fine del Rinascimento fiorentino, Firenze 1967. 1970, pp. 20-25. 1590, ed. a cura di R. Klein, I, Firenze 1974. Sabauda non è di Giulio Clovio, ma di Gio. Battista
A. Marucchi e L. Salerno, Roma 1956. Veneta”, 16, 1962, pp. 61-81. P.P. Bober, Francesco Lisca’s Collection of Antiquities. M. Schiavone, Una rara opera ornitologica del 1555: la della Rovere pittore piemontese, in “Sindon” XX, 27,
W.R. Valentiner, Il cupido dormiente di Michelangelo, M. Gregori, Il Morazzone, catalogo della mostra a Varese, Footnote to a New Edition of Aldroandi, in Essays in the 1971 “Storia naturale degli uccelli” di Belon du Mans (L’histoire 1978, pp. 25-38.
in “Commentari”, VI, 1956, pp. 236-248. Milano 1962. History of Art presented to Rudolf Wittkower, London J. Céard, Pierre Belon, zoologiste, in Actes du Colloque de la nature des oyseaux), in “Rivista Italiana di ornito- G. Brusa, L’arte dell’orologeria in Europa: sette secoli di
1967, pp. 119-122. Renaissance-Classique du Maine, Le Mans 1971, pp. logia”, XLIV, II, 1974, pp. 287-292. orologi meccanici, Busto Arsizio 1978.
1957 1962-1963 L.G. Boccia e E.T. Coelho, L’arte dell’armatura in Italia, 129-140. M. Haraszti-Takács, Encore une fois sur les Lucrèce du
D. Heikamp, Vicende di Federico Zuccari, in “Rivista A. Ballarin, Lamberto d’Amsterdam: le fonti e la critica, Milano 1967. N. Gabrielli, Galleria Sabauda. Maestri italiani, Torino 1975 Sodoma, in “Bulletin du Musée Hongrois des Beaux-
d’Arte”, XXXII, 1957, pp. 175-232. in “Atti dell’istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti”, A. Griseri, Le metamorfosi del Barocco, Torino 1967. 1971. M.J. Friedländer, Early Netherlandish Painting. XII, Jan Arts”, 51, 1978, pp. 71-86.
W. Schoenenberger, Giovanni Serodine pittore di Ascona, CXXI, 1962-1963, pp. 335-366. Handzeichnungen alter Meister aus Schweizer Privatbesitz, Livre de chasse de Gaston Phébus, a cura di G. Tilander, van Scorel and Pieter Coeck van Aelst, comments and Musei del Piemonte. Opere d’arte restaurate, a cura di
Basilea 1957. S. Curto, Storia di un falso celebre, in “Bollettino della catalogo della mostra di Zurigo, a cura di G. Busch, W. Cynegetica 18, Karlshamn 1971. notes by H. Pauwels, G. Lemmens, Leida-Bruxelles G. Romano, catalogo della mostra, Torino 1978.
Società piemontese d’archeologia e belle” arti, 1962- Sumowski e M. Gregori, Müllheim 1967. L. Mallé, Vetri, vetrate, giade, cristalli di rocca e pietre 1975. S. Pettenati, I vetri dorati graffiti e i vetri dipinti. Museo
1958 1963, pp. 5-15. A. Moir, The Italian Followers of Caravaggio, I-II, Cam- dure. Museo Civico di Torino, Torino 1971. G. Kock, Die Mythologischen Sarkophage, 6. Meleager, Civico di Torino, Torino 1978.
A. Bertini, I disegni italiani della Biblioteca Reale di bridge 1967. M. Rosci, Baschenis Bettera & Co. Produzione e mercato Berlin 1975. (cit. 1975a) K. Stemmer, Untersuchungen zur Typologie, Chronologie
Torino, Roma 1958. 1963 L. Simonetti, Monete italiane medioevali e moderne, I. della natura morta del Seicento in Italia, Milano 1971. G. Kock, Nachlese zu den Meleagersarkophagen, in “Ar- und Ikonographie der Panzerstatuen, Berlin 1978.
B.M. Felletti Maj, Iconografia romana imperiale da A. Griseri, La pittura, in Mostra del Barocco piemontese Casa Savoia, I, Da Oddone-Conte (1056) a Carlo G.B. Waywell, Atena Mattei, in “The Annual of the chäologischer Anzeiger”, 1975, pp. 530-552. (cit. 1975b) O. Zastrow, Museo d’arti applicate. Gli avori, Milano
Severo Alessandro a M. Aurelio Carino (222-285 d.C.), 1963, II, pp. 1-128. Emanuele I Duca (1630), Firenze 1967. British School at Athens”, 66, 1971, pp. 373-382. U. Middeldorf, On some portraits busts attribued to 1978.
Roma 1958. L. Mallé, I dipinti del Museo Civico d’arte antica di G.B. Waywell, A four-horse chariot relief of the fifth Leone Leoni, in “The Burlington Magazine”, CVXVII,
D. Heikamp, I viaggi di Federico Zuccaro, in “Paragone”, Torino, Torino 1963. century B.C., in “The Annual of the British School at 1972 1975, pp. 84-91. 1979
IX, 105, 1958, pp. 40-63. V. Moccagatta, Guglielmo Caccia detto il Moncalvo. Le Athens”, 62, 1967, pp. 19-26. F. Avril, Un chef-d’oeuvre de l’enluminure parisienne L. Spezzaferro, Una testimonianza per gli inizi del cara- R. Amiet, Catalogue des livres liturgiques manuscrits et
R. Longhi, À propos de Valentin, in “La Revue des Arts”, opere di Torino e la Galleria di Carlo Emanuele I, in H.R. Weihrauch, Europäische Bronzestatuetten. XV- sous le règne de Jean le Bon: la Bible Moralisée manuscrit vaggismo, in “Storia dell’arte”, 23, 1975, pp. 53-60. imprimés conserves dans le bibliotheques et les archives
1958, pp. 59-66. “Arte lombarda”, VIII, 1963, pp. 185-244. XVIII Jahrhundert, Braunschweig 1967. français 167 de la Bibliothèque nationale de France, in F. Yates, Shakespeare’s Last Plays. A New Approach, de Turin, in “Bollettino storico bibliografico subalpino”,
G.A. Mansuelli, Galleria degli Uffizi. Le Sculture, I, Mostra del Barocco Piemontese, a cura di V. Viale, I-III, “Fondation Eugène Piot, Monuments et Mémoires London 1975. LXXVII, 1979, pp. 577-703.
Roma 1958. Torino 1963. 1967-1985 publiés par l’Académie des Inscriptions et Belles- I. Weber, Deutsche, Niederlandische und Franzosische E. Barcucci, Il tempio di San Biagio a Montepulciano,
B. Nicolson, Heinrich Terbrugghen, Londra 1958. M. Viale Ferrero, Arazzi, in Mostra del Barocco piemontese Atlantes Neerlandici, bibliography of terrestrial, maritime Lettres”, LVIII, Paris 1972, pp. 91-125. Renaissance plaketten 1500-1650, Monaco 1975. Montepulciano 1979.
1963, II, pp. 1-28. and celestial atlases and pilot books published in the N. Gabrielli, Racconigi, Savigliano 1972. E. Caprotti, Le grandi enciclopedie zoologiche del XVI e
1959 Netherlands up to 1880, I-VI, a cura di C. Koeman, M. Gregori, Note su Orazio Riminaldi e i suoi rapporti 1976 XVII secolo, in “L’Esopo”, 3, 1979, pp. 9-24.
C. Carducci, Il museo di Antichità di Torino, Roma 1963-1982 Amsterdam 1967-1985. con l’ambiente romano, in “Paragone”, XXIII, 1972, pp. N.W. Canedy, The Roman Sketchbook of Girolamo da S. Curto, Storia del Museo Egizio di Torino, Torino
1959. A. Baudi di Vesme, Schede Vesme. L’arte in Piemonte 35-66. Carpi, Studies of the Warburg Institute 35, London- 1976.
W. Fuchs, Die Vorbilder der neuattischen Reliefs, Jahrbuch dal XVI al XVIII secolo, Torino 1963-1982. 1968 L. Mallé, Mobili e arredi lignei. Arazzi e bozzetti per Leiden 1976. M.L. Doglio, Rime inedite di Carlo Emanuele I, in
des deutschen archäologischen Instituts 20. Ergänzun- M.L. Doglio, Un trattato inedito sul Principe di Agostino arazzi. Museo Civico di Torino, Torino 1972. G. Olmi, Ulisse Aldrovandi: scienza e natura nel secondo “Studi Piemontesi”, VIII/1, 1979, pp. 121-133.
gsheft, Berlin 1959. 1964 Bucci, in “Il pensiero politico”, I, 1968, pp. 209-225. F. Yates, L’arte della memoria, Torino 1972 (ed. originale Cinquecento, Trento 1976. G. Dondi, Un corsaletto da barriera di Carlo Emanuele
N. Gabrielli, La Galleria Sabauda a Torino, Torino P.E. Arias, Policleto, Milano 1964. P. Rosenberg, A Vignon for Minneapolis, in “The Min- London 1966). Omaggio a Leopoldo de’ Medici. 2. Ritrattini, catalogo I di Savoia, in “Armi antiche”, 1979, pp. 3-12.
1959. S. Bottari, “Nature morte” della Scuola di Francoforte: J. neapolis Institute of Art Bulletin”, LVII, 1968, pp. 7-16. della mostra, a cura di S. Meloni Trkulja, Firenze 1976. Giacomo Jaquerio e il gotico internazionale, catalogo
M. Levi d’Ancona, Le Maitre des Missels della Rovere: Soreau, Peter Binoit e Francesco Codino in “Pantheon”, 1973 L. Vertova, Giulio Licinio, in I Pittori Bergamaschi dal della mostra, a cura di E. Castelnuovo e G. Romano,
rapports entre la France et l’Italie vers la fin du XVe siècle 22, 1964, pp. 107-114. 1969 A. Brejon de Lavergnée e J.P. Cuzin, I caravaggeschi XIII al XIX secolo, a cura di G.A. dell’Acqua, Il Cinquecento Torino 1979.
et le debut du XVIe siècle, in Actes du XIXe Congres in- A. Griseri, Un paliotto su disegno di Giulio Cesare Pro- D. Arnold, Die Polykletnachfolge. Untersuchungen zur francesi, catalogo della mostra Roma-Parigi, Parigi II, a cura di P. Zampetti, Bergamo 1976, pp. 513-590. J. Godwin, Robert Fludd: Hermetic Philosopher and
ternationale d’Historie de l’art, Paris 1959, pp. 256-263. caccini, in “Paragone”, 177, 1964, pp. 58-60. Kunst von Argos und Sikyon zwichen Polyklet und Lysipp, 1973. F. Yates, L’Illuminismo dei Rosa-Croce, Torino 1976 (ed. Surveyor of Two Worlds, London 1979.
C.H. Josten, Robert Fludd’s Theory of Geomancy and Jahrbuch des Deutschen Archäologischen Instituts 25 L. Mallé, Le arti figurative in Piemonte. Dalla preistoria originale London 1972). Jewelry, Ancient to Modern, catalogo della mostra a
1960 His Experiences at Avignon in the Winter of 1601 to Ergänzungsheft, Berlin 1969. al Cinquecento, Torino 1973. Zinn. Kunstgewerbemuseum der Stadt Köln, Köln 1976. Baltimora, Baltimore/New York 1979.
F. Cerreta, Alessandro Piccolomini letterato e filosofo 1602, in “Journal of the Warburg and Courtauld Insti- F. Bartoli, Notizia delle pitture, sculture, ed architetture, V. Viale, Il duomo di Vercelli: il nuovo duomo, opere G.B. Marino, La Galeria, [Venezia 1620], ed. a cura di
senese del Cinquecento, Siena 1960. tutes”, XXVII, 1964, pp. 327-335. che ornano le Chiese, e gli altri Luoghi Pubblici di tutte d’arte dal XIII al XVIII secolo, la pinacoteca dell’arcive- 1977 M. Pieri, Padova 1979.
A. Cortesão e A. Teixeira da Mota, Portugaliae monumenta le più rinomate città d’Italia di non poche terre, castella scovado, Vercelli 1973. F. Anderson, An illustrated history of the Herbals, New A. Nicolson, The International Caravaggesque Movement.
cartographica, IV, Lisboa 1960. 1965 e ville d’alcuni rispettivi distretti, Venezia 1776 (ed. York 1977. List of pictures by Caravaggio and his followers throughout
G. Marino, Dicerie sacre e la Strage degl’innocenti [1914, E. Gibbon, Viaggio in Italia, Europa vecchia e nuova 3, anastatica a cura di L. Tamburini, Torino 1969). 1973-1974 P.E. Arias ed E. Cristiani, Camposanto Monumentale di Europe from 1590 to 1650, Oxford 1979.
1632], a cura di G. Pozzi, Torino 1960. Milano 1965. A.D.H. Bivar, The Sassanian Dynasty, catalogue of the R.P. Ciardi, Introduzione, in Scritti sulle arti 1973-1974, Pisa. Le Antichità, Pisa 1977. M. Wegner, J. Bracker e W. Real, Das römische Her-
M. Viale Ferrero, Essai de reconstitution idéale des collections L. Mallé, Le sculture del Museo civico d’arte antica. Ca- Western Asiatic Seals in the Brtitish Museum, Stamp I, pp. VII-CXII. C.A. Gmelig-Nijboer, Conrad Gessner’s ‘Historia ani- rscherbild, III,3. Gordianus III bis Carinus, Berlin 1979.
de tapisserie ayant appartenu à la Maison d Savoie au talogo, Torino 1965. Seals, II, London 1969. G.P. Lomazzo, Idea del tempio della pittura [1590], ed. malium’: an inventory of renaissance zoology, Meppel
XVII et XVIII siècle, in La Tapisserie flamande au XVIIème G.M.A. Richter, The Portraits of the Greeks, I, London J. Bracker, Ein Trauerbildnis Hadrians aus Köln, in in Scritti sulle arti 1973-1974, I, pp. 241-273. 1977. 1980
et XVIIIème siècle, Bruxelles 1960, pp. 269-300. 1965. “Antike Plastik”, 8, 1968, pp. 75-84. G.P. Lomazzo, Trattato dell’arte della pittura, scoltura M. Levi d’Ancona, The Garden of the Renaissance. Bo- B. Andreae, Die Sarkophage mit Darstellungen aus dem

392 393
Menschenleben, II. Die römischen Jagdsarkophage, Berlin H. Wrede, Consecratio in formam deorum. Vergöttlichte cura di P. Barocchi e G. Ragionieri, Firenze 1983, I, pp. Gerolamo Garimberto Offered to Duke Albrecht Vth of A. Hermary, H. Cassimatis e R. Vollkommer, Eros, in Piemonte. La corte, la città, i cantieri, le province, Torino
1980. Privatpersonen in der römischen Kaiserzeit, Mainz am 309-317. Bavaria in 1576, in “Xenia”, 10, 1985, pp. 55-70. Lexicon Iconographicum Mythologiae Classicae (LIMC), 1988, pp. 41-138. (cit. 1988b)
L’archivio arcivescovile di Torino, a cura di G. Briacca, Rhein 1981. L. Tamburini, L’Architettura, in Storia del Teatro Regio H. Coutts, Veronese’s Paintings for Carlo Emanuele I of III, Zürich-München 1986, ad vocem. R. Distelberger, Die Kunstkammerstücke, in Prag um
Torino 1980. F. Yates, Giordano Bruno e la tradizione ermetica, Roma- di Torino, IV, a cura di A. Basso, Torino 1983. Savoy, in “The Burlington Magazine”, 127, 986, 1985, C. Palmas, La Fabbrica del Palazzo Nuovo Grande di 1600 1988, pp. 437-466
K.G. Boon, Attraverso il Cinquecento neerlandese. Disegni Bari 1981 (ed. originale London 1971). pp. 300-303. Sua Altezza, in Porcellane e argenti 1986, pp. 19-37. A. Griseri, Il Diamante. La Villa di Madama Reale
della collezione Frits Lugt, Institut Néerlandais Parigi, 1984 G. Dardanello, Il trittico fiammingo già a Villanova Porcellane e argenti del Palazzo Reale di Torino, catalogo Cristina di Francia, Torino 1988.
catalogo della mostra, Firenze 1980. 1981-1987 G.C. Alessio, Per la biografia e la raccolta libraria di Do- Mondovì, in Ricerche sulla pittura del quattrocento in della mostra, a cura di A. Griseri e G. Romano, Torino W.H. Huffman, Robert Fludd and the End of the Re-
H. Brigstocke, G.C. Procaccini et D. Crespi: nouvelles K. Langedijk, The portraits of the Medici 15th-18th menico della Rovere, in “Italia medievale e umanistica”, Piemonte, Strumenti per la didattica e la ricerca 3, 1986. naissance, London-New York 1988.
découvertes, in “Revue de l’Art”, 48, 1980, pp. 30-39. centuries, I-III, Firenze 1981-1987. 27, 1984, pp. 175-231. Torino 1985, pp. 37-42. M. Söldner, Untersuchungen zu liegenden Eroten in der D. Levi, Luigi Lanzi. Taccuini di viaggio, I. Viaggio nel
Hollestein’s and Flemish Etchings, Engravings and Wo- C.M. Brown, Major and Minor Collections of Antiquities K. Fittschen, Sul ruolo del ritratto antico nell’arte italiana, hellenistischen und römischen Kunst, Frankfurt am Main Veneto, Firenze 1988.
odcuts, a cura di K.G. Boon, XXI, 1980. 1982 in Documents of the Later Sixteenth Century, in “The in Memoria dell’antico nell’arte italiana, a cura di S. 1986. R. Neudecker, Die Skulpturen-ausstattung römischer
L. Levi Momigliano, Il Regio Museo di Antichità, in L’Armeria Reale di Torino, a cura di F. Mazzini, Busto Art Bulletin”, 66, 1984, pp. 496-507. Settis, II, Torino 1985, pp. 383-412. E. Stumpo, Cassiano dal Pozzo, in Dizionario Biografico Villen in Italien, Mainz am Rhein 1988.
Cultura figurativa e architettonica negli Stati del re di Arsizio 1982. R. Cocke, Veronese’s Drawings, Ithaca 1984. K. Fittschen e P. Zanker, Katalog der römischen Porträts degli Italiani, 32, Roma 1986, ad vocem. R. Passoni, Opere fiamminghe a Chieri, in Arte del
Sardegna (1773-1861), catalogo della mostra, a cura di Conoscere la Galleria Sabauda. Documenti sulla storia A. Delivorras, G. Berger Doer e A. Kossatz Deissmann, in den Capitolinische Museen und den anderen kom- H. Tait, Catalogue of the Waddesdon Bequest in the Quattrocento a Chieri, a cura di G. Romano e M. di
E. Castelnuovo e M. Rosci, Torino 1980, pp. 42-43. delle sue collezioni, Strumenti per la didattica e la Aphrodite, in Lexicon Iconographicum Mythologiae Clas- munalen Sammlungen der Stadt Rom, 1: Kaiser und British Museum; I: The Jewels, London, 1986. Macco, Torino 1988.
Le medaglie della Casa di Savoia. Saggio di catalogo ge- ricerca 2, Torino 1982. sicae (LIMC), IV, 1, Zürich-München 1984, ad vocem. Prinzbilnisse, Mainz am Rhein 1985. Prag um 1600. Kunst und Kultur am Hofe Rudolfs II,
nerale, Roma 1980. M. Firpo, Citolini (Cittolini, Citolino), Alessandro, in M.L. Doglio, Dall’“institutio” al monumento: l’inedito G. Galante Garrone, Federico Brandani a Fossano, in Il 1987 catalogo della mostra a Essen/Wien, I-II, Freren 1988.
W. Schafke, Das Ratssilber der Stadt Koln, Colonia Dizionario biografico degli italiani, 26, Roma 1982, ad “Simulacro del vero principe” di Carlo Emanuele I di castello e le fortificazioni nella storia di Fossano, a cura C. Bertolotto, Il collezionismo sabaudo e la formazione W. Prinz, Die Entstehung der Galerie in Frankreich und
1980. vocem. Savoia, in L’arte dell’interpretare. Studi critici offerti a di G. Carità, Fossano 1985, pp. 211-214. dell’Armeria Reale di Torino, in “Armi antiche”, 1987, Italien trad. it. di A. Califano, Galleria. Storia e tipologia
C. Segre Montel, I manoscritti miniati della Biblioteca J. M. Fritz, Goldschmiedekunst der Gotik in Milleleuropa, Giovanni Getto, Cuneo 1984, pp. 243-260. A. Ghirardi, L’aristocrazia neofeudale allo specchio: pp. 9-25. di uno spazio architettonico, a cura di C. Cieri Via,
nazionale di Torino, 1. I manoscritti latini dal VII alla Monaco 1982. F. Haskell e N. Penny, L’antico nella storia del gusto. La appunti sul ritratto di corte nei centri padani del secondo R. Chiappini, Serodine. L’opera completa, Milano 1987. Modena 1988.
metà del XIII secolo, Torino 1980. N. Gabrielli, Racconigi, Torino 1982. seduzione della scultura classica 1500-1900, Torino 1984 Cinquecento, in Bastianino e la pittura a Ferrara nel se- A. Erlande-Brandeburg, Musée National de la Renaissance: W.R. Rearick, The Art of Paolo Veronese 1528-1588, ca-
L. Spezzaferro, Caravaggio rifiutato? 1. Il problema della P. Gaglia, Dipinti e sculture della Pinacoteca in F. (ed. originale New Haven-London 1981). condo Cinquecento, a cura di J. Bentini, Bologna 1985, Chateau d’Ecouen. Guide, Paris 1987. talogo della mostra di Washinfton, Cambridge 1988.
prima versione del “San Matteo”, in “Ricerche di Storia Dalmasso, P. Gaglia e F. Poli, L’Accademia Albertina di B. Holtzmann, Asklepios, in Lexicon Iconographicum pp. 235-256. C. Gasparri, Su alcune vicende del collezionismo di E. Ragusa, Arazzi a Torino: la collezione della Galleria
dell’arte”, 10, 1980, pp. 49-64. Torino, Torino 1982, pp. 137-170. Mythologiae Classicae (LIMC), II, Zürich-München M. Guglielminetti, Carlo Emanuele I scrittore, in Culture antichità a Roma tra il XVI e il XVIII secolo: Este, Sabauda, in “Bollettino d’Arte”, 52, 1988, pp. 43-66.
J. Thuillier, Du “maniérisme” romain à l’”atticisme” Galleria Sabauda 150° Anniversario (1832-1982): alcuni 1984, ad vocem. et pouvoir dans les États de Savoie, Torino 1985, pp. 47-63. Medici, Albani e altri, in “Scienze dell’Antichità. Storia, L. Salerno, I dipinti del Guercino, Roma 1988.
parisien: Louis Brandin, Jean Boucher, Pierre Brébiette, interventi di restauro, a cura di R. Tardito Amerio, The Jack and Belle Linsky Collection in The Metropolitan H.R. Hahnloser e S. Brugger-Koch, Corpus der Hart- archeologia, antropologia”, 1987, 1, pp. 257-275. C. Spantigati, La pittura in Piemonte nel secondo Cin-
Laurent de La Hyre, in La donation Suzanne et Henri Torino 1982. Museum of Art, New York 1984. steinschliffe des XII-XV Jahrhunderts, Berlino 1985. G.B. Marino, Rime amorose, [Venezia 1602], ed. a cura quecento, in La pittura in Italia. Il Cinquecento, I, a
Baderou au Musée de Rouen: peintures et dessins de L. Levi Momigliano, Per la storia delle collezioni sabaude: S. Mason Rinaldi, Palma il Giovane. L’opera completa, Musée du Louvre. Nouvelles acquisitions du département di O. Besomi e A. Martini, Modena 1987. cura di G. Briganti, Venezia 1988, pp. 52-63.
l’Ecole Française, Parigi 1980, pp. 22-33. due inventari del 1822, in Conoscere la Galleria Sabauda Milano 1984. des Objets d’art 1980-1984, a cura di D. Alcouffe e J. Michelangelo e l’arte classica, catalogo della mostra, a Suppellettile ecclesiastica 1, a cura di B. Montevarchi e S.
1982, pp. 87-100. L. Mercando, Brevi note sul Museo di Antichità di Torino Durand, Paris 1985. cura di G. Agosti e V. Farinella, Firenze 1987. Vasco Rocca, Dizionari terminologici 4, Firenze 1988.
1981 P. Moreno, Il Farnese ritrovato e altri tipi di Eracle in fino alla direzione di Ariodante Fabretti, in Dalla Stanza Royales effigies, catalogo della mostra, Chambery 1985. Museo Nazionale Romano. Le sculture, I/9. I Magazzini, G. Tibaldeschi, La biblioteca di S. Andrea di Vercelli nel
Alfredo d’Andrade. Tutela e restauro, catalogo della riposo, in “Mélanges de l’École française de Rome - delle Antichità al Museo Civico. Storia della formazione A. Quazza e S. Pettenati, La biblioteca del cardinale Do- 1, a cura di A. Giuliano, Roma 1987. 1467, in “Bollettino Storico Vercellese”, 30, 1988, pp.
mostra a Torino, a cura di D. Biancolini Fea, L. Pittarello Antiquité”, 94, 1982, pp. 379-526. del Museo Civico di Bologna, catalogo della mostra, a menico della Rovere. I codici miniati di Torino, in La E. Ragusa, Le collezioni del castello di Racconigi: appunti 61-106.
e M.G. Cerri, Firenze 1981. G. Romano, Le origini dell’armeria sabauda e la Grande cura di C. Morigi Govi e G. Sassatelli, Bologna 1984, miniatura tra gotico e rinascimento, atti del II Congresso per lo studio, in Racconigi: il castello, il parco, il territorio, C. Violani, Un bestiario barocco. Quadri di piume del
F. Barberi, I Discorsi di Pietro Andrea Mattioli su Dio- Galleria di Carlo Emanuele I, in L’Armeria Reale di pp. 539-546. di storia della miniatura italiana (Cortona 1982), Racconigi 1987, pp. 149-156. Seicento milanese, Milano 1988.
scoride, in F. Barbieri, Per una storia del libro: profili, Torino 1982, pp. 15-30. H. Ost, Titians Porträt des Emanuele Filiberto von Firenze 1985, pp. 655-700. A.M.I. Touati, The Great Trajanic Frieze, Stockholm S. Woodford, Herakles, in Lexicon Iconographicum My-
note, ricerche, Roma 1981, pp. 185-196. M. Rosci, Natura morta, in Storia dell’arte italiana Savoyen, in “Pantheon”, II, 1984, 2, pp. 123-130. G. Romano, Affreschi di Giovanni Caracca, in Il castello 1987. thologiae Classicae (LIMC), IV, Zürich-München 1988,
O. Drahotová, Comments on Caspar Lehmann, Central Parte terza. Situazioni momenti indagini, XI. Forme e R. Passoni, Sul gotico tardo ad Aosta: il ruolo dei com- e le fortificazioni nella storia di Fossano, a cura di G. ad vocem.
European Glass and Hard Stone Engraving, in “Journal modelli, Torino 1982, pp. 83-113. mittenti, in “Bollettino d’Arte”, 25, 1984, pp. 15-38. Carità, Fossano 1985, pp. 218-221. (cit. 1985a) 1988
of Glass Studies”, 23, 1981, pp. 34-45. E. Ragusa, La collezione di arazzi della Galleria Sabauda: G. Romano, Crosio, Giovanni, in Dizionario Biografico G. Badger, The explorer of the Pacific, Kemthurst 1988. 1988-1989
A. Griseri, Il cantiere per una capitale, in I rami incisi 1983 note sulla sua formazione, catalogo della mostra, Torino degli Italiani, 31, Roma 1985, ad vocem. (cit. 1985b) A. Barghini, Il Palazzo Ducale a Torino (1562-1606) in A. Conti, Pietro Guindaleri ed altri maestri nel “Plinio”
1981, pp. 9-27. V. Comoli Mandracci, Le città nella storia d’Italia. 1984. Torquato Tasso tra letteratura musica teatro e arti, a “Atti e Rassegna Tecnica Società Ingegneri e Architetti di Torino, in “Prospettiva”, 53-56, Scritti in onore di
L. Mercando, D’Andrade e l’archeologia classica, in Torino, Roma-Bari 1983. R. Tardito Amerio, La Galleria Sabauda, Torino 1984. cura di A. Buzzoni, Bologna 1985. in Torino”, n.s., 42, 7-8, 1988, pp. 127-134. Giovanni Previtali, I, 1988-1989, pp. 264-277.
Alfredo d’Andrade 1981, pp. 85-105. M. Dyckmans, Le missel du cardinal Dominique della Theatrum Statuum Regiae Celsitudinis Sabaudiae Ducis, F. Varallo, I manoscritti figurati, in Le collezioni d’arte L. Borello, La Consolata: un Santuario, una città, Torino
E. Mongiano, Una dinastia e la sua immagine: le Rovère pour la Chapelle Sixtine in “Scriptoruium”, Blaeu, Amsterdam 1682 (ed. anastatica a cura di L. della Biblioteca Reale di Torino. Disegni, incisioni, ma- 1988. 1989
genealogie sabaude tra il XVI e il XVIII secolo, in I rami XXXVII, 1983, 2, pp. 205-238. Firpo, Torino 1984). noscritti figurati, a cura di G. C. Sciolla, Torino 1985, G. Brusa, A. Griseri, Il meraviglioso microcosmo meccanico Arti del Medioevo e del Rinascimento. Omaggio ai
incisi 1981, pp. 66-111. F.M. Ferro, Gaudenzio a Romagnano Sesia, in “Paragone”, L. Tongiorgi Tomasi e P. Tongiorgi, Immagine e natura. pp. 183-234. di Cristina di Francia, in Orologi negli arredi del Palazzo Carrand 1889-1989, catalogo della mostra, Firenze
L. Pittarello, Appunti per una ricostruzione del dibattito XXXIV, 401-403, 1983, III, pp. 72-80. L’immagine naturalistica nei codici e libri a stampa delle A. Vastano, Federico Brandani tra Roma e Torino, in Il Reale di Torino e delle residenze sabaude, catalogo della 1989.
su tutela e restauro in Piemonte negli anni precedenti E. Greindl, Les peintres flamands de nature morte au Biblioteche Estense e Universitaria. Secoli XV-XVII, Mo- castello e le fortificazioni nella storia di Fossano, a cura mostra a Torino, a cura di G. Brusa, A. Griseri e S. A. Barghini, Fonti archivistiche per il Palazzo ducale di
alla istituzione degli appositi Uffici governativi, in Alfredo XVII siècle, Paris 1983. dena 1984. di G. Carità, Fossano 1985, pp. 207-210. Pinto, Milano 1988, pp. 75-89. Torino, in L’Architettura a Roma e in Italia (1580-1621),
d’Andrade 1981, pp. 135-148. A. Griseri, Volontà d’arte dei cantieri lombardi a Torino, Tra/e. Teche, pissidi, cofani e forzieri dall’alto Medioevo Wenzel Jamnitzer und die Nürnberger Goldschmiedekunst Dipinti e sculture del Museo Civico d’arte antica in a cura di G. Spagnesi, atti del XXIII congresso di storia
I rami incisi dell’Archivio di Corte: sovrani, battaglie, 1620-1660, in Francesco Cairo 1607-1665, catalogo della al Barocco, catalogo della mostra, a cura di P. Lorenzelli 1500-1700. Goldschmiedearbeiten: Entwürfe, Modelle, Galleria Sabauda, catalogo della mostra, a cura di F. dell’architettura (Roma 1988), 1989, II, pp. 105-110.
architetture, topografia, catalogo della mostra, a cura mostra, Varese 1983, pp. 59-69. e A. Veca, Bergamo 1984. Medaillen, Ornamentstiche, Schmuck, Porträts, catalogo Corrado, G. Dardanello, P. Sanmartino e M.P. Soffiantino, H. Belting e G. Cavallo, Die Bibel des Niketas. Ein
di B. Bertini Casadio e I. Massabò Ricci Torino 1981. H.U. Haedecke, Zinn: ein Handbuch für Sammler und della mostra a Norimberga, a cura di G. Bott, München Torino 1988. Werkder höfischen Buchkunst in Byzanz und sein antikes
W.R. Rearick, The Rape of the Sabines as conceived by Liebhaber, Braunschweig 1983. 1985 1985. A. Corso, Prassitele. Fonti epigrafiche e letterarie. Vita e Vorbild, Wiesbaden 1979.
Jacopo Bassano and executed by Francesco, in Per A.E. Immagini dalla Collezione Simeom, a cura di L. Firpo, A. Barbero, Corti e storiografia di corte nel Piemonte opere, I. Fonti epigrafiche; fonti letterarie dall’età dello C. Brentano, Della Porta, Tommaso in Dizionario Bio-
Popham, Parma 1981, pp. 83-91. Torino 1983. tardomedievale, in Piemonte medievale. Forme e potere 1986 scultore al medio impero (IV sec. a.C.-circa 175 d.C.), in grafico degli Italiani, 37, Roma 1989, ad vocem.
T. Ritti, Iscrizioni e rilievi greci nel Museo Maffeiano di A. Lugli, Naturalia et Mirabilia. Il collezionismo enci- della società, Torino 1985, pp. 249-277. L’arte del corallo in Sicilia, catalogo della mostra a “Xenia”, Quaderni 10, 1988. V. Comoli Mandracci, La città-capitale e la “corona di
Verona, Collezioni e musei archeologici del Veneto 21, clopedico nelle wunderkammernd’Europa, Milano 1983. Bastianino e la pittura a Ferrara nel secondo Cinquecento, Trapani, a cura di C. Maltese e M.C. Di Natale, Palermo G. Dardanello, Cantieri di corte e imprese decorative a delizie” in Diana Trionfatrice 1989, pp. 304-311. (cit.
Roma 1981. Relazioni di ambasciatori veneti al Senato. Tratte dalle a cura di J. Bentini, Bologna 1985. 1986. Torino, in Figure del Barocco in Piemonte. La corte, le 1989a)
G.C. Sciolla, Matrici lignee per le incisioni in rilievo del migliori edizioni disponibili e ordinate cronologicamente, A. Bertini, I disegni italiani della Biblioteca Reale di D. Biancolini I Reali Palazzi dall’età napoleonica alla città, i cantieri, le province, a cura di G. Romano, V. Comoli Mandracci, Il palazzo ducale nella costruzione
volume di Emanuele Filiberto Pingone “Inclytorum Sa- XI. Savoia (1496-1797), a cura di L. Firpo, Torino 1983, Torino, Roma 1958. celebrazione dell’Unità Nazionale, in Porcellane e argenti Torino 1988, pp. 163-252. della capitale sabauda, in L’Architettura a Roma e in
xoniae Sabaudiaeque principum arbor gentilitia” (Torino pp. 73-96. L. Beschi, Rilievi attici del Museo Maffeiano, in Nuovi 1986, pp. 38-48. M. di Macco, La pittura del Seicento nel Piemonte Italia (1580-1621), atti del XXIII congresso di Storia
1581), in I rami incisi 1981, pp. 53-57. G. Romano, Conti, Vincenzo, in Dizionario Biografico Studi Maffeiani, atti del convegno Scipione Maffei e il P.P. Bober e R. Rubinstein, Renaissance Artists and sabaudo, in La pittura in Italia. Il Seicento, I, a cura di dell’Architettura (Roma 1988), a cura di G. Spagnesi,
M. Viale Ferrero, Quatre tapisseries inédites de l’histoire degli Italiani, 28, Roma 1983, ad vocem. Museo Maffeiano, Verona 1985, pp. 13-32. Antique Sculpture. A Handbook of Sources, London M. Gregori e E. Schleier, Milano 1988, pp. 50-76. (cit. Roma 1989, II, pp. 75-84. (cit. 1989b)
de Troie in “Artes textiles”, X, 1981, pp. 183-192. S. Settis, Origine e significato delle Gallerie in Italia, in C.M. Brown, “Verzeichnis etlicher Antiquitäten, so von 1986. 1988a) Diana trionfatrice. Arte di corte nel Piemonte del Seicento,
R. Ward Bissel, Orazio Gentileschi and the Poetic Tradition Gli Uffizi. Quattro secoli di una Galleria, atti del Herrn Kardinal von Trient überschickt worden”. Paintings G. Gritella, Rivoli. Genesi di una residenza sabauda, M. di Macco, Quadreria di palazzo e pittori di corte. Le catalogo della mostra, a cura di M. di Macco e G. Ro-
in Caravaggesque Painting, Pennsylvania 1981. convegno internazionale di studi (Firenze 1982), a and Antiquities from the Roman Collection of Bishop Modena 1986. scelte ducali dal 1630 al 1684, in Figure del Barocco in mano, Torino 1989.

394 395
A. Griseri, La natura morta in Piemonte, in La natura a Roma e in Piemonte, a cura di G. Romano, Torino rettili e cetacei, in Biblioteca Reale Torino, a cura di G. sua consorte in Nizza, nel passaggio del suo Stato, e fi- Disegno italiano antico. Artisti e opere dal Quattrocento schen Archäologischen Instituts, Athenische Abteilung”,
morta in Italia, a cura di F. Porzio, Milano 1989, I, pp. 1990. Giacobello Bernard, Firenze, 1991, pp. 132-133. (cit. nalmente nella entrata in Turino, 1585, introduzione e al Settecento, a cura di M. Di Giampaolo, Milano 1994. 101, 1995, pp. 321-372.
146-195. G. Donato, Materiali di primo Cinquecento per i Della 1991a) note critiche di F. Varallo, Torino 1992. N. Forti Grazzini, Il patrimonio artistico del Quirinale. M. di Macco, “L’ornamento del Principe”. Cultura figu-
U. Gulmini, I manoscritti miniati della Biblioteca Na- rovere di Vinovo, in Domenico Della Rovere 1990, pp. P. Passerin d’Entrèves, Atlante degli uccelli, in Biblioteca A. Zuccari, I pittori di Sisto V, Roma 1992. Gli arazzi, Milano 1994. rativa di Maurizio di Savoia (1619-1627), in Le collezioni
zionale di Torino, II. I manoscritti greci, Torino 1989. 339-389. Reale Torino a cura di G. Giacobello Bernard, Firenze Le gemme Farnese, a cura di G. Gasparri, Napoli 1994. di Carlo Emanuele I 1995, pp. 350-374.
M. Jaffé, Rubens: catalogo completo, Milano 1989 M. Ferretti, Le sculture del Duomo nuovo, in Domenico 1991, pp. 134-135. (cit. 1991b) 1993 A. Griseri, Quei “benedetti Ligorio” alla corte di Cristina G. Ferraris, Le chiese “stazionali” delle rogazioni minori
E. Leospo, Athanasius Kircher und das MuseoKircheriano, della Rovere 1990, pp. 224-282. M.D. Pollak, Turin (1564-1680). Urban Design, Military C.M. Brown, The erstwhile Michelangelo sleeping Cupid di Francia, in Il libro dei disegni di Pirro Ligorio, a cura a Vercelli dal sec. X al sec. XIV, a cura di G. Tibaldeschi,
in Europa und der Orient 800-1900, Berlin 1989. M.D. Fullerton, The Archaistic Style in Roman Statuary, Culture, and the Creation of the Absolutist Capital, Chi- in the Turin Museo di Antichità and drawings after an- di C. Volpi, Roma 1994, pp. 31-43. Vercelli 1995.
L. Levi Momigliano, Scipione Maffei, Filippo Juvarra e Leiden 1990. cago-Londra 1991. tiquities in the collection of Tommaso della Porta, in F. Joukovsky, Une commande de Marguerite de Savoie: Inventaro di Quadri di Pittura di S.A.S. che si trovano
le collezioni torinesi di antichità, in Filippo Juvarra a L. Mercando, Per la storia del Museo di antichità di R. Ruus, Fuctions of architectural paintings, with special “Journal of the History of Collections”, 5, 1993, pp. la Civitas Veri de Bartolomeo Delbene, in Melanges de in Castello fatto hoggi il primo di settembre 1631, a cura
Torino. Nuovi progetti per la città, a cura di A. Griseri e Torino. Appunti a margine di un allestimento, in “Xenia”, reference to church interiors in Perspectives: Saenredam 59-63. Poetique et d’historie litteraire du XVIe siecle offerts a di A.M. Bava, in Le collezioni di Carlo Emanuele I 1995,
G. Romano, Torino 1989, pp. 323-338. 19, 1990, pp. 87-119. and the architectural painters of the 17th century, catalogo L. Kliemann, Gesta dipinte. La grande decorazione nelle Louis Terreaux, a cura di J. Balsamo, Paris 1994, pp. pp. 53-62.
P. Liverani, L’Antiquarium di Villa Barberini a Castel B. Nicolson, Caravaggism in Europe. Second edition, re- della mostra, Rotterdam 1991, pp. 43-50 dimore italiane dal Quattrocento al Seicento, Cinisello 465-481. Lisippo. L’arte e la fortuna, catalogo della mostra a
Gandolfo, Città del Vaticano 1989. vised and enlarged by Luisa Vertova, I-III, Torino 1990. D.M. Stone, Guercino. Catalogo completo dei dipinti, Balsamo 1993. I. Massabò Ricci, Note sulla conservazione nella capitale Roma, a cura di P. Moreno, Milano 1995.
G.F. Maia Materdona, Rime nuove [1632], ed. in Maia S. Pettenati, La biblioteca di Domenico della Rovere, in Firenze 1991. C.M Brown e A.M. Lorenzoni, Our accostumed Discourse sabauda dei manoscritti di Pirro Ligorio e sulla loro F. Malaguzzi, Legature di pregio nelle biblioteche sabaude,
Materdona, Opere, a cura di G. Rizzo, Lecce 1989. Domenico della Rovere 1990, pp. 41-106. S. Tomasi Velli, L’iconografia del ‘Ratto delle Sabine’. on the Antique. Cesare Gonzaga and Gerolamo Garimberto. alterna fortuna, in Il libro dei disegni di Pirro Ligorio al- in Le collezioni di Carlo Emanuele I 1995, pp. 375-406.
F. Malaguzzi, La biblioteca antica, in Il tesoro del Principe A. Quazza, La committenza di Domenico della Rovere Un’indagine storica, in “Prospettiva”, 63, 1991, pp. Two Renaissance Collectors of Greco-Roman Art, New l’Archivio di Stato di Torino, a cura di C. Volpi, Roma S. Mamino, Collezionismo numismatico tra Torino e
1989, pp. 40-48. nella Roma di Sisto IV, in Domenico Della Rovere 1990, 17-39. York-London 1993. 1994, pp. 43-59. Basilea alla fine del Cinquecento: Alessandro Ardente
A. Melucco Vaccaro, Archeologia e restauro: tradizione pp. 13-40. F. Varallo, Il Duca e la corte. Cerimonie al tempo di G.P. Lomazzo e i Facchini della Val di Blenio, Rabisch, L. Mercando, L’opera manoscritta di un erudito rinasci- medaglista, in “Studi Piemontesi”, 24, 1995, pp. 391-
e attualità, Milano 1989. C. Roggero Bardelli, Il sovrano, la dinastia, l’architettura Carlo Emanuele I, Cahiers de civilisation alpine 11, Gi- [Milano 1589], ed. a cura di D. Isella, Torino 1993. mentale: Le Antichità di Pirro Ligorio. Alcune note dalla 404. (cit. 1995a)
L. Mercando, Museo di Antichità di Torino. Le collezioni, del territorio, in Ville sabaude, 1990, pp. 12-54. (cit. nevra 1991. L. Martini, Alcune osservazioni sulla produzione di lettura dei libri 1-23, in L’Archivio di Stato di Torino, a S. Mamino, Reimagining the Grande Galleria of Carlo
Roma 1989. 1990a) cofanetti “embriaceschi” e sulla loro storiografia, in cura di I. Massabò Ricci e M. Gattullo, Fiesole 1994, Emanuele I of Savoy, in “Res, Anthropology and ae-
M. Mojana, Valentin de Boulogne, Milano 1989. C. Roggero Bardelli, Torino. Regio Parco in Ville Sabaude 1992 Oggetti in avorio e osso nel Museo Nazionale di Ravenna. pp. 201-217. sthetics”, 27, 1995, pp. 70-88. (cit. 1995b)
A. Morandotti, Carlo Antonio Procaccini, in La natura 1990, pp. 122-139. (cit. 1990b) P. Baldassarri, Demostenea, in Pirro Ligorio e le erme ti- Sec. XV-XIX, a cura di L. Martini, Ravenna 1993, pp. P. Messina, Libri alla Corte dei Savoia tra Medioevo ed L. Mercando e M.L. Lazzarini, Sculture greco-romane
morta in Italia, a cura di F. Porzio, Milano 1989, I, pp. G. Romano, Niccolò Musso, Torino 1990. (cit. 1990a) burtine. I.1, a cura di B. Palma Venetucci, Roma 1992, 21-34. età moderna, in Il libro a corte, a cura di A. Quondam, provenienti dall’Egitto nel Museo di Antichità di Torino,
233-237. G. Romano, Nuove indicazioni per Eusebio Ferrari e per pp. 105-106. R. Morselli, Bartolomeo Manfredi: Sandrart, il collezionista Roma 1994, pp. 203-237. in Alessandria e il mondo ellenistico-romano, atti del
J. Mundy, Renaissance into baroque: Italian master dra- il primo Cinquecento a Vercelli, in Studi in onore di A. Ballarin, Jacopo Bassano 1573-1580, in Jacopo Bassano olandese Balthasar Coymans e alcune nuove proposte, in E. Micheletto, Bronzi, marmi terrecotte e vetri antichi convegno (Alessandria 1992), Roma 1995, pp. 356-
wings by the Zuccari, 1550-1600, catalogo della mostra Giuliano Briganti, Milano 1990, pp. 71-90. (cit. 1990b) 1992, pp. CLXXXIX-CCIII. “Antichità viva”, XXXII, 1993, 3-4, pp. 25-37. della collezione Pullini al Museo di Antichità di Torino. 367.
a Milwaukee e New York, Cambridge 1989. G. Romano, Sugli altari del Duomo nuovo, in Domenico F. Barrera, Il Piemonte nella cartografia del Cinquecento G. Olmi e L. Tongiorgi Tomasi, De piscibus: la bottega Catalogo, in L’abate Carlo Antonio Pullini. Il manoscritto P. Merlin, Emanuele Filiberto. Un principe tra il Piemonte
M. Natale e A. Morandotti, La natura morta in Lombardia, della Rovere 1990, pp. 263-338. (cit. 1990c) e Seicento (1520-1690), “Atti e Rassegna Tecnica della artistica di Ulisse Aldrovandi e l’immagine naturalistica, di un erudito e il collezionismo di antichità in Piemonte e l’Europa, Torino 1995.
in La natura morta in Italia, a cura di F. Porzio, Milano D. Rosand, Il Veronese di Ruskin, in Paolo Veronese. Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino”, Roma 1993. nel ‘700, a cura di B. Palma Venetucci, Roma 1994, pp. G. Papi, Antiveduto Gramatica, Soncino 1995.
1989, I, pp. 196-317. Fortuna Critica und Künstlerisches Nachleben, a cura n.s., XLVI, 1-2, 1992. Il Palazzo del Quirinale. Catalogo delle Sculture, a cura 59-104. L. Partridge, The Room of Maps at Caprarola, 1573-75,
A. Paravicini Bagliani, Les manuscrits enluminés des di J. Meyer zur Capellen e B. Roeck, Centro Tedesco di F. Bologna, L’incredulità del Caravaggio, Torino 1992. di L. Guerrini e C. Gasparri, Roma 1993. P. Moreno, Ercoli Farnese, in Enciclopedia dell’Arte in “The Art Bulletin”, LXXVII, 6, 1995, pp. 413-444.
comtes et ducs de Savoie, Torino 1989. Studi Veneziani 8, Sigmaringen 1990, pp. 17-29. K.G. Boon, The Netherlandish and German drawings of Il patrimonio artistico del Quirinale. Pittura antica. La Antica, II, 1994, pp. 489-494. K. Pechstein, Der Goldschmied Wenzel Jamnitzer, in
S. Pettenati, L’ornamento prezioso. Miniature, mobili, G. Tibaldeschi, Un inquisitore in biblioteca: Cipriano the XVth and XVIth centuries of the Frits Lugt Collection, quadreria, a cura di L. Laureati e L. Trezzani, Roma Musei d’Arte a Torino. Cataloghi e inventari delle Wenzel Jamnitzer 1995, pp. 57-70.
curiosità, in Diana trionfatrice 1989, pp. 134-185. Uberti e l’inchiesta libraria del 1599-1600 a Vercelli, in I-III, Parigi 1992. 1993. collezioni sabaude, a cura di S. Pinto, I-VII, s.d. [1994]. G. Rebecchini, Tiziano e Mantova: la Cena in Emmaus
Piemontesi e lombardi tra Quattrocento e Cinquecento, “Bollettino Storico Vercellese”, 34, 1990, pp. 42-103. A. Corso, L’Afrodite Capitolina e l’arte di Cefisodoto il M. Rosci, Giulio Cesare Procaccini, Soncino 1993. F. Rausa, L’immagine del vincitore. L’atleta nella sta- per Nicola Maffei, in “Venezia Cinqucento”, 5, 1995, 10,
catalogo della mostra, a cura di G. Romano, Torino V.E. Thoren, The Lord of Uraniborg. A Biography of Giovane, in “Numismatica e Antichità Classiche”, XXI, S.F. Schröder, Katalog der antiken Skulpturen des Museo tuaria greca dall’età arcaica all’ellenismo, Treviso- pp. 41-68.
1989. Tycho Brahe, Cambridge 1990. 1992, pp. 131-158. del Prado in Madrid, 1: die Porträts, Mainz am Rhein Roma 1994. A.M. Riccomini, A Garden of Statues and Marbles: The
G. Romano, Della Rovere, in Dizionario Biografico degli Ville Sabaude, a cura di C. Roggero Bardelli, M.G. Jacopo Bassano c. 1510-1592, catalogo della mostra a 1993. C. Segre Montel, Dispersioni e ritrovamenti: i fondi ca- Soderini Collection in the Mausoleum of Augustus, in
Italiani, Roma 1989, 37, ad vocem. Vinardi e V. Defabiani, Torino 1990. Bassano del Grappa e Fort Worth, a cura di B.L. Brown A.S. Tessari, Sul soggiorno di Andrea Palladio a Torino pitolari del Piemonte meridionale e i fondi monastici, in “Journal of Warburg and Courtauld Institutes”, 58,
Il tesoro del Principe: titoli, carte, memorie per i governo e P. Marini, Bologna 1992. per le questioni militari di Emanuele Filiberto, in “Studi S. Castronovo, A. Quazza e C. Segre Montel, La miniatura, 1995, pp. 265-284.
dello Stato, catalogo della mostra, Torino 1989. 1991 G. Olmi, La bottega artistica aldrovandiana, L’inventario Piemontesi”, XXII, 1993, 1, pp. 9-20. in Piemonte Romanico, a cura di G. Romano, Torino G. Romano, Artisti alla corte di Carlo Emanuele I: la
M.A. Zagdoun, La sculpture archaïsante de l’art hellé- L. Dal Prà, Iconografia di san Bernardo di Clairvaux in del mondo, Catalogazione della natura e luoghi del R.W. Karrow, Mapmakers of the Sixteenth Century and 1994, pp. 344-391. costruzione di una nuova tradizione figurativa, in Le
nistique et dans l’art romain du Haut-Empire, Athènes- Italia, II. 1. La vita, Roma 1991. sapere nella prima età moderna, Annali dell’Istituto their maps: bio-bibliographies of the cartographers of collezioni di Carlo Emanuele I 1995, pp. 13-62. (cit.
Paris 1989. V. Defabiani, Cultura e progetto dei giardini sabaudi in storico italo-germanico, Monografia 17, Bologna 1992. Abraham Ortelius 1570 based on Leo Bagrow’s A. Ortelii 1995 1995a)
I giardini di Torino. Dalle residenze sabaude ai parchi e P. Pacht Bassani, Claude Vignon 1593-1670, catalogo catalogus cartographorum, Chiacago 1993. Arte Antica ’95, catalogo della mostra, Torino 1995. G. Romano, Sui disegni del Moncalvo alla Biblioteca
1990 giardini del ‘900, Torino 1991, pp. 9-22. della mostra ad Arras, Tours e Tolosa, Parigi 1992. A. Ballarin, Jacopo Bassano. Scritti 1964-1995, Padova, Reale di Torino, in Scritti in onore di Federico Zeri, a
L. Abad Casal, Horai/Horae, in Lexicon Iconographicum L. Fusco e G. Corti, Giovanni Ciampolini (d. 1505), a G. Papi, Momenti di cultura romana a Pisa, in R. Ciardi, 1994 1995. cura di M. Natale, Torino 1995, II, pp. 535-544. (cit.
Mythologiae Classicae (LIMC), V, Zürich-München Renaissance Dealer in Rome and his Collection of Anti- Pittura a Pisa tra Manierismo e Barocco, Milano 1992, D. Benati, Giuseppe Vermiglio, Giuseppe e la moglie di J. Bäumel, Die Rüstkammer zu Dresden. Führer durch 1995b)
1990, ad vocem. quities, in “Xenia”, 21, 1991, pp. 7-46. pp. 248-293. Putifarre, in Pittura lombarda 1450-1650, catalogo della die Ausstellung im Semperbau, Monaco-Berlino 1995. B. Signorelli, Studio, recupero e conservazione: l’opera
G. Agosti, Bambaia e il classicismo lombardo, Torino La Galleria Sabauda. Guida del primo settore. Collezioni W.R. Rearick, Vita e opere di Jacopo dal Ponte c. 1510- mostra a Milano, a cura di A. Morandotti, Torino A.M. Bava, Antichi e moderni: la collezione di sculture della Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti
1990. dinastiche: da Emanuele Filiberto a Carlo Emanuele I. 1592, detto Bassano, in Jacopo Bassano 1992, pp. LVII- 1994, pp. 68-71. in Le collezioni di Carlo Emanuele I 1995, pp. 135-210. (1874-1910), in Accademie, salotti, circoli nell’arco alpino
A. Barghini, Inediti per l’architettura da Ascanio Vitozzi 1550 c.-1630, Torino 1991. CLXXXVIII. C. Bertolotto, I ritratti marmorei dei Porporato e di (cit. 1995a) occidentale. Il loro contributo alla formazione di una
agli architetti del primo Settecento, in Antologia di ri- M. Kusche, La antigua galería de retratos del Pardo: su L. Ripart, Le mythe des origines saxonnes de la Maison Manfredo Solaro, in Arte e devozione nella chiesa B.V. A.M. Bava, La collezione di oggetti preziosi, in Le collezioni nuova cultura tra Ottocento e Novecento, atti del XVIII
trovamnti per l’architettura in Piemonte tra fine Cin- reconstrucción arquitectónica y el orden de colocación de de Savoie, in “Razo. Cahiers du centre d’études médiévales Maia del Monte Carmelo al Colletto presso Pinerolo, a di Carlo Emanuele I 1995, pp. 266-332. (cit. 1995b) Colloque franco-italien (Torre Pellice 1994), a cura di
quecento, Sei e Settecento a cura di V. Comoli Mandracci, los cuadros, in “Archivo Español de Arte”, 253, 1991, de Nice”, 12, 1992, pp. 147-161. cura di M. Marchiando Pacchiola, catalogo della mostra, A.M. Bava, La collezione di pittura e i grandi progetti C. De Benedetti, Torino 1995, pp. 117-121.
in “Studi Piemontesi”, XIX, 1, 1990, pp. 57-64. pp. 1-28. A. Savio, Delle traduzioni ed edizioni italiane dei Dialogos Pinerolo 1994, pp. 7-14. decorativi, in Le collezioni di Carlo Emanuele I 1995, G. Spione, La tutela delle collezioni, in Le collezioni di
U. Barth, Erlesenes aus dem Basler Münsterschatz, Basel Giovanni Francesco Barbieri il Guercino, 1591-1666, di Don Antonio Agustín, in “Acta Numismatica” 21-23, C.M. Brown, Cardinal Otto Truchsess von Waldburg pp. 211-252. (cit. 1995c) Carlo Emanuele I 1995, pp. 333-374.
1990. catalogo della mostra a Bologna e Cento, a cura di D. 1992, pp. 77-88. and his role as art dealer for Albrecht V of Bavaria A.S. Bessone e S. Trivero, I quadri votivi del Santuario Studi e restauri per Moncalieri. Dipinti dalle Collezioni
Bernardo di Chiaravalle nell’arte italiana dal XIV al Mahon, Bologna 1991. E. Simon, Mercurius, in Lexicon Iconographicum My- (1568-73), in “Journal of the History of Collections”, di Oropa dal sec. XV al sec. XVIII, 1, Biella 1995. Civiche, dalle Quadrerie Sabaude, dalle Chiese, Edizioni
XVIII secolo, a cura di L. Dal Prà, Milano 1990. P. Merlin, Tra guerre e Tornei, la corte sabauda nell’età thologiae Classicae (LIMC), VI, Zürich-München 1992, 6, 1994, pp. 173-179. Le collezioni di Carlo Emanuele I di Savoia, a cura di G. d’Arte Fratelli Pozzo, Moncalieri 1995, pp. 29-31.
Da Leonardo a Rembrandt. Disegni della Biblioteca di Carlo Emanuele I, Torino 1991. ad vocem. P. Cornaglia, Giardini di Marmo ritrovati. La geografia Romano, Arte in Piemonte 9, Torino 1995. P.G. Tordella, Un disegno di Ambrogio Figino per
Reale di Torino, a cura di G.C. Sciolla, Torino 1990. P.H. Meurer, Fontes cartographici Orteliani: das “Theatrum Tresors d’émail. Limoges. Musée Municipal de l’Evêché, del gusto in un secolo di cantiere a Venaria Reale (1699- G. Dardanello, Memoria professionale nei disegni degli l’Erodiade da Cesare da Sesto, in “Mitteilungen des
M. Della Valle, Le Cod. Varia 84 de la Bibliothèque Orbis Terrarum” von Abraham Ortelius und seine Kar- Catalogue des acquisitions 1977-1992, Limoges 1992. 1798), Torino 1994. Album Valperga. Allestimenti decorativi e collezionismo Kunsthistorischen Institutes in Florenz”, 39, 2/3, 1995,
Royale de Turin, in Les manuscrits enluminés des comtes tenquellen, Weinheim 1991. F. Varallo, Da Nizza a Torino. I festeggiamenti per il M. di Macco, Note su Antonio Mariani detto della di mestiere in Le collezioni di Carlo Emanuele I 1995, pp. 409-425.
et ducs de Savoie, sous la direction de A. Paravicini Ba- M. Miniati, Strumenti scientifici della collezione Carrand, matrimonio di Carlo Emanuele I e Caterina d’Austria. Corgna. Pittore “insigne nel copiare” e “stimatore delle pp. 63-134. L.-A. Touchette, The Dancing Maenad Reliefs: Continuity
gliani, Turin 1990, pp. 171-176. Firenze 1991. Relazione degli apparati e feste fatte nell’arrivo del Sere- pitture”, in Studi in onore di Giulio Carlo Argan, Firenze G.I. Despinis, Studien zu hellenistischen Plastik. I. Zwei and Change in Roman Copies, London 1995.
Domenico Della Rovere e il duomo di Torino. Rinascimento P. Passerin d’Entrèves, Album di pesci, molluschi, crostacei, nissimo Signor Duca di Savoia con la Serenissima Infante 1994, pp. 192-217. Künstlerfamilien aus Athen, in “Mitteilungen des Deut- Treasures of italian art works from the fifteenth to

396 397
eighteenth century, Walpole Gallery, 6-29 luglio 1995. catalogo della mostra a Roma, Napoli 1996, pp. 49-58. 1997-1998 S. Mamino, Araldica ed enciclopedismo alla corte di alla storia dei Musei d’Italia, in A Giuseppe Fiorelli nel Torino, a cura di G. Giacobello Bernard e A. Griseri,
V. Tusa, I sarcofagi romani in Sicilia, Roma 1995 (II ed). Storia di un sogno: l’attesa di Tasso a Genova, a cura di A. Corso, Love as suffering. The Eros of Thespiae of Savoia, in Blu, Rosso e Oro 1998, pp. 15-32. (cit. 1998a) centenario della morte, atti del convegno (Napoli 1997), Torino 1999, pp. 71-72. (cit. 1999b)
F. Udo, Naturgeschichte zwischen artes liberales und L. Malfatto, “La Berio”, XXXVI, 1, 1996. Praxiteles, in “Bulletin of the Institute of Classical S. Mamino, L’iconologia della città in V. Comoli Man- Napoli 1999, pp. 135-143. Politica e cultura nell’età di Carlo Emanuele I. Torino,
frühneuzeitlicher Wissenschaft: Conrad Gessners Historia Il tesoro della città. Opere d’arte e oggetti preziosi da Studies”, 42, 1997-1998, pp. 63-91. dracci, S. Mamino e A. Scotti Tosini 1998, pp. 387-413. A. Griseri, “L’orologio del principe”, la diffusione del- Parigi, Madrid, atti del convegno (Torino 1995), a cura
animalium und ihre volkssprachliche Rezeption, Tübingen Palazzo Madama, catalogo della mostra, a cura di S. (cit. 1998b) l’immagine e l’incisione, in Politica e cultura 1999, pp. di M. Masoero, S. Mamino e C. Rosso, Torino 1999.
1995. Pettenati e G. Romano, Torino 1996. 1998 G. Mangani, Il mondo di Abramo Ortelio: misticismo, 277-288. F. Rabellino, Il giardino di Palazzo Reale: dal giardino
B. Van den Abeele, La Litterature Cynegetique, Typologie Abraham Ortelius and the first atlas: essays commemorating geografia e collezionismo nel Rinascimento dei Paesi M. Guglielminetti, Un «portrait du roi» avant la lettre? sul bastion verde all’invenzione di Le Nôtre, in Palazzo
1996 Des Sources Du Moyen âge Occidental 75, Turnhout the quadricentennial of his death, 1598-1998, a cura di Bassi, Modena 1998. Note sul mariniano Ritratto del Serenissimo Carlo Ema- Reale di Torino nelle Guide della città, Torino 1999, II
B. Agosti, Le collezioni di Carlo Emanuele I di Savoia. 1996. M. van den Broecke, P. van der Krogt e P. Meurer, B. Meijer, Repertory of Dutch and Flemish paintings in nuello Duca di Savoia in Politica e cultura 1999, pp. ed., pp. 23-32.
Pensieri, soprattutto lombardi, su un libro piemontese, Ulisse. Il mito e la memoria, catalogo della mostra, a Utrecht 1998. Italian public collections, 1: Liguria, Firenze 1998 191-214. Il Rinascimento a Venezia e la pittura del Nord ai tempi
in “Prospettiva”, 81, 1996, pp. 83-86. cura di B. Andreae e C. Parisi Presicce, Roma 1996. C. Acidini Luchinat, Taddeo e Federico Zuccari, fratelli L. Mercando, Note sul linguaggio figurativo, in Archeologia I. Denis, Henri Lerambert et l’Histoire d’Artémise: Des di Bellini, Dürer, Tiziano, catalogo della mostra a
G. Agosti, Una presentazione per le collezioni di Carlo S. Verdino, Tasso genovese, in Storia di un sogno 1996, pittori dl Cinquecento, I, Milano-Roma 1998. a Torino, a cura di L. Mercando, Torino 1998, pp. 171- dessins d’Antoine Caron aux tapisseries, in La tapisserie Venezia, a cura di B. Aikema e B.L. Brown, Milano
Emanuele I, in “Studi Piemontesi”, 25, 1996, pp. 133-144. pp. 16-44. C. Avery, La Spezia. Museo Civico Amedeo Lia. Sculture, 203. au XVIIe siecle et les collections europeennes, Actes du 1999.
B. Aikema, Jacopo Bassano and his public. Moralizing Bronzetti, Placchette, Medaglie, La Spezia 1998. G. Papi, Il Maestro dei giocatori, in “Paragone”, III, 18, colloque international (Chambord 1996), Paris 1999, S. Settis, Laocoonte. Fama e stile, Roma 1999.
Pictures in an Age of Reform, ca. 1535-1600, Princeton 1997 U. Baldini, Galilei, Galileo in Dizionario Biografico degli 1998, pp. 12-25. pp. 33-50. L. Sozzi, Tra Ronsard e Desportes: le poesie francesi di
1996. A. Baroni Vannucci, Jan Van Der Straet detto Giovanni Italiani, 51, Roma 1998, ad vocem. Pietro Andrea Mattioli Siena 1501-Trento 1578: la vita J. Kliemann, Federico Zuccari e la Galleria Grande di Carlo Emanuele I, in Politica e cultura 1999, pp. 215-225.
G. Alifuoco, ‘La sua pittura sarà corpo de la vostra Stradano, flandrus pictor et inventor, Milano-Roma A.M. Bava, Arti figurative e collezionismo alle corti di e le opere con l’identificazione delle piante, a cura di S. Torino, in Der Maler Federico Zuccari, atti del convegno Le Stanze di Artù. Gli affreschi di Frugarolo e l’immaginario
poesia’. Alle origini della iconografia della Gerusalemme 1997. Emanuele Filiberto e di Carlo Emanuele I, in A. Griseri, Ferri, Ponte San Giovanni, Perugia 1998. internazionale (Roma 1993), a cura di M. Winner e D. cavalleresco nell’autunno del Medioevo, catalogo della
liberata, in Io canto l’arme e ’l cavalier sovrano. Catalogo Der Betende Knabe. Original und Experiment, a cura di A.M. Bava e A. Basso 1998, pp. 312-339. H. Riedl, Antiveduto della Gramatica (1570/71-1626), Heikamp, Romisches Jahrbuch der Bibliotheca Hertziana mostra ad Alessandria, a cura di E. Castelnuovo, Milano
dei manoscritti e delle edizioni tassiane (secoli XVI-XX) G. Zimmer e N. Hackländer, Frankfurt am Mein 1997. E. Berger, Prunk-Kassetten. Europäische Meisterwerke Monaco-Berlino 1998. 32, München 1999, pp. 317-346. 1999.
nella Biblioteca Nazionale di Napoli, catalogo della P. Boccardo, L’empietà di Niobe e la serie di arazzi delle aus acht Jahrhunderten / Ornamental caskets. Eight cen- Storia di Torino. Dalla dominazione francese alla ri- E. Konowitz, The Master of the Female Half-Lengths F. Varallo, Le feste per il matrimonio delle Infante (1608),
mostra, Napoli 1996, pp. 205-220. “Storie di Diana”, in Palazzo Reale di Genova. Studi e turies of european craftmanship. Hanns Schell Collection. composizione dello stato, III, a cura di G. Ricuperati, Group, Eclecticism, and Novelty, in “Oud Holland”, 113, in Politica e cultura 1999, pp. 475-490.
C. Avery, Renaissance and Baroque Bronzes from the Restauri 1993-1994, Genova 1997, pp. 115-122. Graz, Stuttgart 1998. 1998. 1999, pp. 1-12.
Alexis Gregory Collection, catalogo della mostra a Cam- D. Boschung, H. von Hesberg e A. Linfert, Die antiken Blu, Rosso e Oro. Segni e colori dell’araldica in carte, G.l’E. Turner, Scientific Instruments 1500-1900. An In- M. Leithe-Jasper, Tiziano Aspetti, detto Minio (Padova, 2000
bridge, in “Harvard University Art Museum Bulletin”, Skulpturen in Chatsworth sowie in Dunham Massey codici e oggetti d’arte, catalogo della mostra a Torino, a troduction, London-Berkeley 1998. 1511/12-1552), in “La bellissima maniera” 1999, p. 227. Adriano. Architettura e progetto, catalogo della mostra
IV, 1, 1996, pp. 1-96. und Withington Hall, Mainz am Rhein 1997. cura di I. Massabò Ricci, M. Carassi e L.C. Gentile, Le magnificenze del XVII-XVIII secolo alla Biblioteca a Tivoli, Milano 2000.
A.M. Bava, Bronzetti, in Il tesoro della città 1996, pp. P. Cornaglia, Il Palazzo Reale di Torino in epoca napo- Milano 1998. 1999 Reale di Torino, catalogo della mostra a Torino, a cura B. Andreae, Il gruppo di Polifemo a Villa Adriana, in
65-66. leonica: disegni e progetti dagli archivi parigini, in “Bol- M.G. Bosco, I Santi Tebei nella Torino di primo Seicento, C. Acidini Luchinat, Taddeo e Federico Zuccari fratelli di G. Giacobello Bernard e A. Griseri, Milano-Torino Adriano 2000, pp. 77-80.
G. Bertero, Guida alla visita, in Il Museo Civico di Casa lettino della Società Piemontese di Archeologia e Belle in Torino. I percorsi della religiosità, a cura di A. Griseri pittori del Cinquecento, II, Milano-Roma 1999. 1999. Architettura, governo e burocrazia in una capitale barocca.
Cavassa a Saluzzo. Guida alla visita. Storia e protagonisti, Arti”, XLIX, 1997, pp. 177-193. e R. Roccia, Torino 1998, pp. 101-130. B. Andreae, Odisseus. Mythos und Erinnerung, catalogo S. Mamino, La Grande Galleria come “Tipocosmo”. La zona del comando di Torino e il piano di Filippo
a cura di G. Bertero e P. Carità, Savigliano 1996, pp. M. de Vos, Isis et Serapis dell’Oppio, in Dionysus, Hylas A. Brunetto e C. Gilardi, Giacomo Goria vescovo di della mostra ad Annandale-on-Hudson, New York Interessi naturalistici e enciclopedismo in Carlo Emanuele Juvarra del 1730, a cura di F. Bagliani, P. Cornaglia, M.
13-99. e Isis sui Monti di Roma: tre monumenti con decorazione Vercelli. Eredità astigiana e modello borromaico 1571- 1999. I, in Le magnificenze del XVII-XVIII secolo alla Biblioteca Maderna e P. Mighetto, Torino 2000.
M. van den Broecke, Ortelius Atlas Maps. An Illustrated parietale in Roma antica (Palatino, Quirinale, Oppio), 1648, Asti-Vercelli 1998. R. Arena, Approdi caravaggeschi in Piemonte, in Percorsi Reale di Torino, a cura di G. Giacobello Bernard e A. El Arte de la Plata y de las Joyas en la España de Carlos
Guide, 1598-1998, Utrecht 1996. a cura di M. De Vos, Roma 1997, pp. 99-154. Cartas de Felipe II a sus hijas, a cura di F. Bouza, caravaggeschi tra Roma e il Piemonte, a cura di G. Ro- Griseri, Milano-Torino 1999, pp. 47-67. (cit. 1999a) V, catalogo della mostra a La Coruña, a cura di F.A.
I. Denis 1996, Tapisseries. Diane, in Lisses et délices. Chefs- G. Despinis, Th. Stefanidou-Tiveriou ed E. Voutiras, Madrid 1998. mano, Torino 1999, pp. 81-112. S. Mamino, Quarantotto immagini naturalistiche per la Martín, Madrid 2000.
d’oeuvre de la tapisserie de Henri IV à Louis XIV, Chateau Catalogue of Sculpture in the Archaeological Museum of V. Comoli Mandracci, Le scelte urbanistiche in V. Comoli Armeria Reale. Il Medagliere Reale: un nuovo museo per “Grande Galleria” di Carlo Emanuele I di Savoia, in M. Avisseau-Broustet, Il tesoro del Re Sole. Cammei e
de Chambord (Loir-et-Cher) 1996, pp. 124-141. Thessaloniki, I, Thessaloniki 1997. Mandracci, S. Mamino e A. Scotti 1998, pp. 355-386. la città, fascicolo pubblicato in occasione della mostra, Politica e cultura 1999, pp. 289-309. (cit. 1999b) intagli della collezione di Luigi XIV, in “FMR”, 2000, pp.
L. D’Orey, Five Centuries of Jewellery. National Museum Pittura e miniatura del Trecento in Piemonte, a cura di V. Comoli Mandracci, S. Mamino e A. Scotti Tosini, Lo a cura di A. Guerrini, P. Venturoli e A. Zanda, Torino S. Mamino, Su alcune medaglie del secondo Cinquecento: 85-110.
of Ancient Art, London 1996. G. Romano, Torino 1997. sviluppo urbanistico e l’assetto della città in Storia di 1999. un inedito ritratto di Alessandro Ardente per la corte di S. Baratte, Les émaux peints de Limoges. Musée du
E. Fileri, Nota in margine al collezionismo di antichità P. Galanti, Historia d’artista: il Pubblico e il Privato, in Torino 1998, pp. 335-450. A. Bacchi, Girolamo Campagna (Verona, 1549-Venezia, Savoia, in “Studi Piemontesi”, 28, 1999, pp. 391-404. Louvre. Départément des objets d’art. Catalogue, Paris
nel XVII secolo, in Scritti di antichità. In memoria di Federico Zuccari. Le idee, gli scritti, atti del convegno di F. Corrado e P. San Martino, Un “palazzo principesco” post 1617), in “La bellissima maniera” 1999, pp. 399- (cit. 1999c) 2000.
Sandro Stucchi, a cura di L. Bacchielli e M. Bonanno studi (Sant’Angelo in Vado 1994), a cura di B. Cleri, nella Torino fin de siècle: Palazzo Reale Nuovo di Emilio 405. S. Mason, Animali, masserizie e paesi: “minor pictura” a D. Barbero e G. Protti, Ad usum Fabricae. Architetti,
Aravantinos, “Studi miscellanei”, 29, 2, 1996, pp. 185- 1997, pp. 81-88. Stramucci, in “Studi Piemontesi”, XXVII, 1, 1998, pp. A. Barghini e C. Cuneo Le sedi ducali a Torino negli Venezia nel tardo Cinquecento, in Il Rinascimento a nobili e santi alla Cattedra di Eusebio, Vercelli 2000.
189. Guglielmo Caccia detto il Moncalvo (1568-1625). Dipinti 137-144. anni di Carlo Emanuele I, in Politica e cultura 1999, pp. Venezia 1999, pp. 558-567. Bayerisches Nationalmuseum. Handbook of the art and
S.P. Fox, Le antichità del Palazzo e della Villa Altieri a e disegni, catalogo della mostra a Casale Monferrato, a M.L. Doglio, Intellettuali e cultura letteraria (1562- 375-382. L. Mercando, Una scheda per la dea Athena, in Il cultural history collection, a cura di R. Eikelmann,
Roma. I materiali, in “Xenia Antiqua”, 5, 1996, pp. 159- cura di G. Romano e C.E. Spantigati, Torino 1997. 1630), in M.L. Doglio e M. Guglielminetti, La letteratura A.M. Bava, Le collezioni di Carlo Emanuele I (gli oggetti restauro dello Scalone di Benedetto Alfieri, a cura di P. Monaco 2000.
213. Iside. Il mito il mistero la magia, catalogo della mostra, a corte, in Storia di Torino 1998, pp. 599-653. archeologici), in Politica e cultura 1999, pp. 311-327. Venturoli, Torino 1999, pp. 59-64. Biblioteca Reale di Torino, a cura di G. Giacobello
Io canto l’arme e ’cavalier soprano. Catalogo dei mss. e a cura di E.A. Arslan, Milano 1997. V. Gaggadis-Robin, Sarcophages d’Arles: art attique et “La bellissima maniera”. Alessandro Vittoria e la scultura P. Merlin, La corte Sabauda tra Cinque e Seicento, in Bernard, Torino 2000.
delle edizioni tassiane (sec. XVI-XIX) nella Biblioteca E. Jollet, Jean & François Clouet, Paris 1997. influences micrasiatiques, in Akten des Symposiums 125 veneta del Cinquecento, catalogo della mostra, a cura Politica e cultura 1999, pp. 23-36. A. Châtelet, Rogier van der Weyden, Milano 2000.
Nazionale di Napoli, Napoli 1996. I. Leventi e V. Machaina, Zeus, in Lexicon Iconographicum Jahre Sarkophag-Corpus (Marburg 1995), a cura di G. di A. Bacchi, L. Camerlengo e M. Leithe-Jasper, Trento J. Mundy, Federico Zuccari’s invisible architecture, in J.R. Christianson, On Tycho’s Island. Tycho Braghe and
L. Malfatto, La Liberata e altro: edizioni tassiane dalla Mythologiae Classicae (LIMC), VIII, Zürich-München Koch, Mainz 1998, pp. 262-277. 1999. Der Maler Federico Zuccari, atti del convegno interna- His Assistants, 1570-1601, Cambridge 2000.
raccolta della Biblioteca Berio, in Storia di un sogno 1997, ad vocem. M. Giuliani e R. Sacchi, Per una lettura dei documenti A. Cifani e F. Monetti, Morazzone’s “Madonna del zionale (Roma 1993), a cura di M. Winner e D. Heikamp, P. Cornaglia, Il Palazzo diventa città:la Grande Galleria,
1996, pp. 75-83. M. Mangiafesta, Fortuna del mito di Polifemo nelle col- su Giovan Paolo Lomazzo, “istorito pittor fatto poeta”, miele” from the Collection of the Dukes of Savoy, in Romisches Jahrbuch der Bibliotheca Hertziana 32, l’Accademia Reale, il Teatro, la Zecca e la Dogana nel-
M. van der Meulen, Goorle, Ambraham van, in Ency- lezioni di antichità tra XV e XVII secolo, in “Bollettino in Rabisch. Il grottesco nell’arte del Cinquecento. L’Ac- “The Burlington Magazine”, 1160, 1999, pp. 681-682. München 1999, pp. 27-41. l’impianto di Amedeo di Castellamonte (1674-83), in
clopedia of the History of Classical Archaeology, a cura d’Arte”, 99, 1997, pp. 13-60. cademia della Val di Blenio, Lomazzo e l’ambiente C. Cuneo, Il Palazzo Reale e la piazza del Castello nella Museo d’Arte Antica del Castello Sforzesco, Pinacoteca, Architettura, governo e burocrazia 2000, pp. 39-78.
di N. Thomson de Grummond, Abingdon 1996, pp. M. Oldoni, I letterati: circolazione di modelli culturali?, milanese, catalogo della mostra, a cura di M. Khan città-capitale sabauda, in Palazzo Reale di Torino nelle III, Milano 1999. A. Cottino, La natura morta in Piemonte tra Seicento e
524-525. in Storia di Torino, II, Il basso Medioevo e la prima età Rossi e F. Porzio, Milano 1998, pp. 323-335. Guide della città, Torino 1999, pp. 13-21. A. North e A. Spira, Pewter at the Victoria and Albert Settecento, in Fasto e rigore. La Natura Morta nell’Italia
A. Morandotti, Note brevi per Cerano animalista, Ver- moderna (1280-1536), a cura di R. Comba, Torino A. Griseri, Nuovi programmi per le tecniche e la diffusione D. de Vos, Rogier van der Weyden. The complete works, Museum, London 1999. Settentrionale dal XVI al XVIII secolo, catalogo della
miglio pitture di figura e Carlo Francesco Nuvolone 1997, p. 643-658. delle immagini, in A. Griseri, A.M. Bava e A. Basso Anversa 1999. Opere restaurate del Palazzo Reale di Torino, catalogo mostra a Colorno, a cura di G. Godi, Milano 2000.
autore di ritratti, in Il Seicento lombardo, atti della G. Papi, Il “Maestro dell’Incredulità di san Tommaso”, 1998, pp. 295-311. V. Defabiani, XXV Album dei fiori, in Le Magnificenze della mostra, a cura di C. Bertana, Torino 1999. A. Crispo, Luigi Amidani (Parma 1591-post 1629),
giornata di studi (Varese 1996), a cura di M. Gregori e in “Arte Cristiana”, LXXXV, 779, 1997, pp. 121-130. A. Griseri, A.M. Bava e A. Basso, La corte e le arti, in del XVII-XVIII secolo, a cura di G. Giacobello Bernard E. Parlato, Ganassini, Marzio, in Dizionario Biografico Parma 2000.
M. Rosci, Torino 1996, pp. 65-84. E. Schmidt, Venus, in Lexikon Iconographicum Mytholo- Storia di Torino 1998, pp. 293-351. e A. Griseri, Torino 1999, p. 74. degli Italiani, 52, Roma 1999, ad vocem. C. Durante, Herbario nuovo di Castore Durante, Venetia
A.M. Riccomini, La ruina di sì bela cosa. Vicende e tra- giae Classicae (LIMC), VIII, Zürich-München 1997, M. Guglielminetti, Carlo Emanuele I scrittore, in M.L. M.L. Doglio, Il «Teatro poetico» del principe: rime inedite P. Passerin d’Entrèves, Album di pesci, molluschi, crostacei, 1717 (ed. anastatica a cura di G. Forneris e A. Pistarino,
sformazioni del Mausoleo di Augusto, Milano 1996. ad vocem. Doglio e M. Guglielminetti, La letteratura a corte, in di Carlo Emanuele I di Savoia, in Politica e cultura rettili e cetacei, in Le magnificenze del XVII-XVII secolo con contributi di P. Lomagno e P. Lanzara, Ivrea 2000).
G. Ruffini, La fortuna editoriale del Tasso a Genova, in Le tavole del Lomazzo (per i 70 anni di Paola Barocchi), Storia di Torino 1998, pp. 654-672. 1999, pp. 165-189. alla Biblioteca Reale di Torino, a cura di G. Giacobello B. Furlotti, Le collezioni Gonzaga. Il carteggio tra Bologna,
Storia di un sogno 1996, pp. 45-57. a cura di B. Agosti e G. Agosti, Brescia, 1997. F. Jesús Bouza Álvarez, La Biblioteca de El Escorial y el A. Fraschetti, Note su F.M. Avellino e G. Fiorelli, in A Bernard e A. Griseri, Torino 1999, pp. 69-71. (cit. Parma, Piacenza e Mantova (1563-1634), Cinisello Bal-
P. Salvadori, La chasse sous l’Ancien Régime, Paris 1996. L. Ventura, Il collezionismo di un principe. La raccolta orden de los saberes en el siglo XVI, in El Escorial: Arte, Giuseppe Fiorelli nel centenario della morte, atti del 1999a) samo 2000.
L. Spezzaferro, Il Caravaggio, i collezionisti romani, le di marmi di Vespasiano Gonzaga Colonna, Modena poder y cultura en la Corte de Felipe II, a cura di F. convegno (Napoli 1997), Napoli 1999, pp. 43-50. P. Passerin d’Entrèves, Atlante degli uccelli, in Le ma- La Galleria Sabauda di Torino, a cura di P. Astrua e
nature morte, in La natura morta al tempo di Caravaggio, 1997. Checa Cremades, Madrid 1998, pp. 81-99. C. Gasparri, Fiorelli e i documenti inediti per servire gnificenze del XVII-XVII secolo alla Biblioteca Reale di C.E. Spantigati, Torino 2000.

398 399
L’idea del Bello. Viaggio per Roma nel Seicento con Les gemmes de la Couronne, catalogo della mostra, a (1630-1678) in Storia di Torino 2002, pp. 337-430. Choul, in Lyon et l’illustration de la langue française à S. Baiocco e P. Manchinu, Arte in Piemonte. Il Rinasci- Anton van Dyck. Riflessi italiani, catalogo della mostra,

N. Giustozzi, Gli dèi “a pezzi”: l’Hercules Πολυκλέους


Giovan Pietro Bellori, catalogo della mostra, Roma 2000. cura di D. Alcouffe, Paris 2001. Dictionnaire mondial des littératures Larousse, sous la la Renaissance, a cura di G. Defaux, Lyon 2003, pp. mento, Ivrea 2004. a cura di M.G. Bernardini, Milano 2004, pp. 87-90.
A. Laing, Morazzone’s “Madonna del miele” in “The direction de P. Mougin et K. Haddad-Wotling, Paris 287-308 A.M. Bava, D. Sanguineti e G. Spione, Artisti genovesi G.Z. Zanichelli, Guindaleri Pietro, in Dizionario biografico
Burlington Magazine”, 1163, 2000, p. 112. e la tecnica acrolitica nel II secolo a.C., in “Bullettino 2002. M.B. Failla, Il principe Emanuele Filiberto di Savoia. alla corte dei Savoia, in Maestri genovesi 2004, pp. dei miniatori italiani. Secoli IX-XI, a cura di M. Bollati,
Natura-cultura. L’interpretazione del mondo fisico nei della Commissione Archeologica Comunale di Roma”, La Galleria Beaumont 1732-1832. Un cantiere ininterrotto Collezioni e committenze tra ducato sabaudo, corte 11-36. Milano 2004, pp. 346-347.
testi e nelle immagini, atti del convegno (Mantova CII, 2001, pp. 7-82. da Carlo Emanuele I a Carlo Alberto, a cura di P. spagnola e viceregno di Sicilia, in M.B. Failla e C. Goria, A.M. Bava e L. Lucarelli, Morazzone e la corte di Savoia:
1996), a cura di G. Olmi, L. Tongiorgi Tomasi e A. A. Guerrini e A.M. Bava, Le armi dei Savoia: da Emanuele Venturoli, Torino 2002. Committenti d’età barocca, Torino 2003, pp. 13-112. il restauro della “Sacra famiglia con angeli offerenti 2005
Zanca, Firenze 2000. Filiberto a Carlo Emanuele I, in L’Armeria Reale di L. Marinig, Giovanni Baglione, Apollo e le Muse, in La F. Franzoni, Anatomia comparata, in Dizionario di Bio- burro e miele” della Galleria Sabauda, in Pierfrancesco G. Agosti, Su Mantegna, I. La storia dell’arte libera la
G. Papi, Ancora sugli anonimi caravaggeschi, in “Arte Torino 2001, p. 101. Celeste Galeria. Le Raccolte, a cura di R. Morselli, logia, a cura di A. Fasolo, Torino 2003, pp. 34-39. Mazzucchelli detto il Morazzone (1573-1626). Problemi testa, Milano 2005.
Cristiana”, LXXXVIII, 801, 2000, pp. 439-446. A. Pérez de Tudela, Sobre pintura y pintores en El catalogo della mostra a Mantova, Milano 2002, pp. I gioielli dei Medici dal vero e in ritratto, catalogo della e proposte, atti della giornata di studi a cura di A. C. Arnaldi di Balme, Pittura sacra a Torino alla fine del
Il potere e la devozione: la Sindone e la Biblioteca Reale Escorial en el siglo XVI, in El Monasterio del Escorial y 218-221. mostra a Firenze, a cura di M. Sframeli, Livorno 2003. Spiriti, Varese 2004, pp. 59-70. Cinquecento, in “Il nostro pittore fiamengo” 2005, pp.
di Torino, a cura di V. Comoli e G. Giacobello Bernard, la pintura, atti del convegno (Madrid 2000), Madrid G. Rebecchini, La corte e la città. Scambi e interferenze J. Guillemain, Guillaume Du Choul et la colonne B. Bentivoglio Ravasio, Maestro del Teofilatto Vaticano 45-55.
Milano 2000. 2001, pp. 467-490. tra collezionisti privati mantovani e i Gonzaga, in Trajane: la documentation d’un antiquaire lyonnais (Jacopo Ravaldi / Jacques Ravaud) / Maestro dei P. Astrua, Gli anni di Emanuele Filiberto di Savoia, in
S.W. Pyhrr, European Helmets, 1450-1650. Treasures C. Piglione, Le oreficerie medievali del Tesoro, in Sant’Orso Gonzaga. La Celeste Galleria. Le Raccolte, catalogo della vers 1550, in Delineavit et sculpsit. Dix-neuf contributions Messali, in Dizionario biografico dei miniatori italiani. “Il nostro pittore fiamengo” 2005, pp. 9-26.
from the Reserve Collection, New York 2000. di Aosta. Il complesso monumentale, a cura di B. mostra a Mantova, a cura di R. Morselli, Milano 2002, sur les rapports dessin-gravure du XVIe au XXe siècle. Secoli IX-XVI, a cura di M. Bollati, Milano 2004, pp. S. Baragli, Il Trecento, Milano 2005.
J. Raeder, Die antiken Skulpturen in Petworth House Orlandoni ed E. Rossetti Brezzi, I, Aosta 2001, pp. 263- pp. 621-631. Mélanges offerts à Marie-Félicie Perez-Pivot, Lyon 667-670. A.M. Bava, Giovanni Caracca alla corte dei Savoia, in
(West Sussex), Monumenta Artis Romanae 28, Mainz 280. G. Romano, Spanzotti, Macrino e una Madonna fortunata, 2003, pp. 33-43. D. Cordellier, Le décor interieur de la Petite Galerie sous “Il nostro pittore fiamengo” 2005, pp. 27-44.
am Rhein 2000. S. Prosperi Valenti Rodinò, La personalità enigmatica catalogo della mostra, Torino 2002. The Illustrated Bartsch 70.3 (Supplement). Johan Sadeler Henri IV «La plus magnifique chose que l’on ait faite G. Cantone, Dal teatro della memoria alle città della
L. Re, Lavori pubblici e sviluppo edilizio, in La città nel di un collaboratore di Federico Zuccari a Caprarola: An- G. Sluiter, Jan Kraeck, painter at the court of Savoy, I, a cura di I. de Ramaix, New York 2003. depuis que la terre est créée», in La galerie d’Apollon au conoscenza, in “Studi rinascimentali”, 3, 2005, pp.
Risorgimento a cura di U. Levra, VI, Torino 2000, pp. tenore Ridolfi, in La Sala Regia, atti della giornata di 1568-1607, in “Aux quatre vents”. A Festschrift for Bert In the Light of Apollo. Italian Renaissance and Greece, Palais du Louvre, a cura di G. Bresc-Bautier, Parigi 129-152.
171-197. studio, a cura di M.G. Bonelli e L.P. Bonelli, Viterbo W. Meijer, a cura di A.W.A. Boschloo, E. Grasman e catalogo della mostra ad Atene, a cura di M. Gregori, 2004, pp. 32-38. F. Cervini, La passeggiata del re, in La Galleria Beaumont.
Renaissance Jewelry in the Alsdorf Collection, “The Art 2001, pp. 137-152. G.J. van der Sman, Firenze 2002, pp. 267-273. I-II, Cinisello Balsamo 2003. G.I. Despinis, Zu Akrolithstatuen griechischer und römis- Percorso di visita, a cura di P. Venturoli, Torino 2005,
Institute of Chicago Museum Studies”, a cura di I. Orazio e Artemisia Gentileschi, catalogo della mostra a Scultura antica in Palazzo Altemps. Museo Nazionale Kinderbildnisse vom XVI bis XIX Jahrundert aus der cher Zeit, in “Nachrichten der Akademie der Wis- pp. 109-207.
Wardropper et al., 25, 2, 2000. Roma, a cura di K. Christiansen e J.W. Mann, Milano Romano, a cura di M. De Angelis d’Ossat, Milano 2002. Fundación Yannick y Ben Jakober, a cura di Y. Vu, Ost- senschaften zu Göttingen, I. Philologish-historische R.P. Ciardi, Lomazzo in Dizionario biografico degli
M. Rossi, Poemi e gallerie enciclopediche: la “Creazione 2001. Storia di Torino. La città fra crisi e ripresa (1630-1730), fildern 2003. Klasse”, 8, 2004, pp. 245-301. italiani, 65, Roma 2005, ad vocem.
del mondo” di Gasparo Murtola e il collezionismo di J.M. Ruiz Manero, Los Bassano en España, Madrid IV, a cura di G. Ricuperati, Torino 2002. Maestri lombardi in Piemonte nel primo Seicento, M. di Macco, La galleria ottocentesca di uomini illustri The Collection of S.A.R. la Principessa Maria Beatrice
Carlo Emanuele I di Savoia, in Natura-cultura 2000, 2001. Sul Tesin piantàro i tuoi laureti. Poesia e vita letteraria catalogo della mostra, a cura di A.M. Bava e C.E. Span- nel Palazzo dell’Università di Torino, in Il Palazzo del- di Savoia, catalogo dell’asta Christie’s, London 2005.
pp. 91-121. G. Sena Chiesa, La scuola dei monumenti. L’insegnamento nella Lombardia spagnola (1535-1706), catalogo della tigati, Torino 2003. l’Università di Torino e le sue collezioni, a cura di A. S. De Blasi Restauri per la Reale Galleria: da Antonio
W. Schürmann, Der Typus der Athena Vescovali und dell’archeologia nell’Accademia scientifico-letteraria fra mostra, Pavia 2002. L. Mercando, Note sul linguaggio figurativo, in Archeologia Quazza e G. Romano, Torino 2004, pp. 111-142. Vianelli a Giuseppe Molteni in Il Corpo dello Stile.
seine Umbildungen, in “Antike Plastik”, 27, 2000, pp. ’800 e ’900, in Milano e l’Accademia Scientifico-Letteraria. Terre lontane. Arti extraeuropee dal Museo Civico d’Arte a Torino. Dall’età preromana all’Alto Medioevo, a cura L. Facchin, Oreficeria tra Vercelli e Biella, in Arti figurative Lettura e lettura del restauro nelle esperienze contempo-
37-84. Studi in onore di Maurizio Vitali, a cura di G. Barbarisi, Antica, catalogo della mostra, a cura di E. Pagella, di L. Mercando, Torino 2003, pp. 171-203. a Biella e a Vercelli. Il Seicento e il Settecento, a cura di ranee. Studi in ricordo di Michele Cordaro, a cura di C.
L. Tongiorgi Tomasi, L’illustrazione naturalistica: tecnica E. Decleva e S. Morgana, II, Milano 2001, pp. 749-774. Torino 2002. P. Motture, The production of firedogs in Renaissance V. Natale, Biella 2004, pp. 169-175. Piva e I. Sgarbozza, Roma 2005.
e invenzione, in Natura-Cultura 2000, pp. 133-151. I segreti di un collezionista. Le straordinarie raccolte di C. van Tuyll van Serooskerken, Drawings by Monsù Venice, in “Studies in the History of Art”, 64, 2003, pp. C. Gasparri e C. Franzoni, Appendice. Antichità nel M. di Macco e M.B. Failla, Torino tra Rivoluzione e
Cassiano dal Pozzo 1588-1567, catalogo della mostra a Bordino, in “Aux quatre vents”. A Festschrift for Bert W. 277-307. Palazzo di Rodolfo Pio da Carpi, in Alberto III e Rodolfo Impero napoleonico. Le scelte francesi delle collezioni
2000-2005 Biella, a cura di F. Solinas, Roma 2001. Meijer, a cura di A.W.A. Boschloo, E. Grasman e G.J. E. Pagliano, De Venise à Palerme. Dessins italiens du Pio da Carpi 2004, pp. 69-84. reali, restauri e nuova legittimazione del patrimonio, in
L’erbario di Ulisse Aldrovandi, a cura di A. Soldano, Ve- R. Simili, Il teatro della natura di Ulisse Aldrovandi, van der Sman, Firenze 2002, pp. 115-120. musée des beaux-arts d’Orléans. XVe-XVIIIe siècle, Pa- A. Giaccaria, Fondi di disegni e stampe nella Biblioteca Napoleone e il Piemonte 2005, pp. 85-100.
nezia 2000-2005. Bologna 2001. K. Wren Christian, The De’ Rossi Collection of Ancient ris-Orléans 2003. della Regia Università di Torino: acquisizioni settecentesche, M.L. Doglio, Dall’Institutio al monumento, in Carlo
F. Solinas, I segreti di un collezionista. Le straordinarie Sculpture, Leo X and Raphael, in “Journal of the Warburg Parate trionfali. Il Manierismo nell’arte dell’armatura in Il Palazzo dell’Università di Torino e le sue collezioni, Emanuele I di Savoia, Simulacro del vero principe, a
2001 raccolte di Cassiano dal Pozzo 1588-1657, Biella 2001. and Courtauld Institutes”, 65, 2002, pp. 132-200. italiana, catalogo della mostra a Ginevra, a cura di J.- a cura di A. Quazza e G. Romano, Torino 2004, pp. cura di M.L. Doglio, Alessandra 2005, pp. 14-16.
L. Arbeteta Mira, El tesoro del Delfín: alhajas de Felipe M. Tomasi, La bottega degli Embriachi, Firenze 2001. A. Godoy e S. Leydi, Milano 2003. 279-290. L. Faedo, Girolamo Tezi e il suo edificio di parole, in Hie-
V recibidas por herencia de su padre Luis, Gran Delfín G. Tordella, Alessandro Peretti Montalto, Ludovico 2003 J. Stoppa, Il Morazzone, Milano 2003. S. Higgot e I. Biron, “Marguerite de France as Minerva”, ronymus Tetius. Aedes Barberinae ad Quirinalem descriptae.
de Francia, Madrid 2001. Ludovisi, Maurizio di Savoia: disegni inediti di Ottavio Africa. Capolavori da un continente, catalogo della M. Tomasi, Miti antichi e riti nuziali: sull’iconografia e a sixteenth-century Limoges painted enamel by Jean de Descrizione di Palazzo Barberini al Quirinale, a cura di
L’Armeria Reale di Torino: guida breve, a cura di P. Ven- Leoni e novità documentarie sui suoi rapporti con mostra a Torino, a cura di E. Bassani, Firenze 2003. la funzione dei cofanetti degli Embriachi, in “Iconogra- Court in the Wallace Collection, “Apollo”, 159, 2004, L. Faedo e T. Frangenberg, Pisa 2005, pp. 3-117.
turoli, Torino 2001. Vincenzo I Gonzaga e la curia romana, in “Mitteilungen 387 d.C. Ambrogio e Agostino: le sorgenti dell’Europa, phica”, II, 2003, pp. 126-145. 504, pp. 21-30. M.B. Failla, L’immagine della Corte sabauda: taccuini
A.M. Bava, Carlo Emanuele I di Savoia: la rete dei des Kunsthistorischen Institutes in Florenz”, XLV, 2001, catalogo della mostra, a cura di P. Pasini, Milano 2003. P. Tosini, La “galleria grande” di palazzo Giustiniani: da Maestri genovesi in Piemonte, catalogo della mostra, a di disegni e ritratti incisi, in “Il nostro pittore fiamengo”
rapporti internazionali, in Geografia del collezionismo. pp. 319-336. S. Baiocco, S. Castronovo ed E. Pagella, Arte in Piemonte, salone di rappresentanza a museo privato, in Curia cura di P. Astrua, A.M. Bava e C.E. Spantigati, Torino 2005, pp. 57-68.
Italia e Francia tra il XVI e il XVIII secolo, atti delle Wunderkammer siciliana. Alle origini del museo perduto, II. Il gotico, Ivrea 2003. Senatus Egregia. I palazzi del Senato, a cura di R. Di 2004. Fasto principesco. La corte di Dresda 1580-1620, catalogo
giornate di studio dedicate a G. Briganti (Roma 1996), catalogo della mostra a Palermo, a cura di V. Abbate, W. Barberis, Le armi del Principe, la tradizione militare Paola, Roma 2003, pp. 105-121. Nel segno dell’onore: documenti e libri di araldica, ge- della mostra a Roma, a cura di D. Syndram e A.
Roma 2001, pp. 145-161. Napoli 2001. sabauda, Torino 2003 (I ed. 1988). M. Viglino Davico, Ascanio Vitozzi. Ingegnere, urbanista, nealogia e militaria, catalogo della mostra, a cura di Scherner, Milano 2005.
L. Brecciaroli Taborelli, L. Pejrani Baricco e L. Maffeis, A. Zuccari, Benedetto Giustiniani e i pittori di S. Prisca, E. Bassani, Gli “avori Afro-Portoghesi” e il collezionismo architetto (1539-1615), Perugia 2003. L.C. Gentile e C. Tibaldeschi, Vercelli 2004. F. Filippi, Palazzo Madama. Gli appartamenti delle Ma-
Torino, piazza Castello. Le mura della città romana e la in Caravaggio e i Giustiniani. Toccar con mano una col- delle corti antiche, in Africa 2003, pp. 134-171. D. Pegazzano, La Collezione di antichità di Bindo Altoviti, dame Reali di Savoia 1664 e 1724, Torino 2005.
“Galleria di Carlo Emanuele I”, in “Quaderni della So- lezione del Seicento, catalogo della mostra a Roma- A.M. Bava, Aspetti del caravaggismo nordico in Piemonte, 2003-2004 in Ritratto di un banchiere del Rinascimento. Bindo C. Gasparri, Il ritratto di Demostene nel Museo di
printendenza Archeologica del Piemonte”, 18, 2001, Berlino, a cura di S. Danesi Squarzina, Milano 2001, in La buona ventura 2003, pp. 8-16. E. Ghisellini, Un «acrolito» tardo-ellenistico inedito della Altoviti tra Raffaello e Cellini, a cura di A. Chong, D. Pe- Antichità di Torino. Sulla fortuna del “Bruto”, in Studi
pp. 98-100. pp. 81-86. La buona ventura di Georges de La Tour e aspetti del collezione Spada. Annotazioni sulla statuaria di culto gazzano e D. Zikos, Boston-Milano 2004, pp. 352-362. di Archeologia in memoria di Liliana Mercando, a cura
Bronzi decorativi in Italia Bronzisti e fonditori italiani caravaggismo nordico in Piemonte, catalogo della mostra della tarda repubblica, in “Rendiconti della Pontificia M. Pulini, Per Luigi Amidani: dipinti e intrighi spagnoli, di M. Sapelli Ragni, Torino 2005, pp. 89-101.
dal Seicento all’Ottocento, a cura di E. Colle, A. Griseri 2002 a Torino, a cura di P. Astrua, A.M. Bava e C.E. Spantigati, Accademia Romana di Archeologia”, LXXVI, 2003- in “Parma per l’arte”, X, 1-2, 2004, pp. 41-45. S. Ghisotti, Repertorio dei luoghi “alla China” in Piemonte
e R. Valeriani, Milano 2001, pp. 22-25. H. Brigstocke, Procaccini in America, New York-London, Milano 2003. 2004, pp. 449-523. C. Roggero Bardelli, I parchi della memoria: Mirafiori e nel Settecento, in Villa della Regina. Il riflesso dell’Oriente
K. Christiansen, The Art of Orazio Gentileschi, in Orazio 2002. M. di Macco, Il “Museo Accademico” delle Scienze nel il Regio Parco con il Palazzo del Viboccone, in Di parchi nel Piemonte del Settecento, a cura di L. Caterina e C.
e Artemisia Gentileschi 2001, pp. 3-37. C.M. Brown, Alessandro Rondone scultore al servizio Palazzo dell’Università di Torino. Progetti e istituzioni 2004 e di giardini, a cura di P.L. Bassignana, Torino 2004, Mossetti, Torino 2005, pp. 453-627.
R. Cocke, Paolo Veronese. Piety and Display in an Age of del cardinale duca Ferdinando Gonzaga, in “Civiltà nell’Età dei Lumi, in La Memoria della Scienza. Musei e Alberto III e Rodolfo Pio da Carpi collezionisti e mecenati, pp. 9-62. J. Kappel, I cristalli di rocca milanesi nella Schatzkammer
Religious Reform, Adershot 2001. Mantovana”, 114, 2002, pp. 64-78. Collezioni dell’Università di Torino, a cura di G. Giacobini, atti del seminario internazionale di studi (Carpi 2002), G. Saroni, La Biblioteca di Amedeo VIII di Savoia (1391- di Dresda, in Fasto principesco. La corte di Dresda 1580-
L. Cracco Ruggini, Centocinquant’anni di cultura stori- S. Castronovo, La biblioteca dei conti di Savoia e la Torino 2003, pp. 29-52. (cit. 2003a) a cura di M. Rossi, Carpi (Mo) 2004. 1451), Torino 2004. 1620, catalogo della mostra a Roma, a cura di D.
co-antichistica in Piemonte (dalla restaurazione agli pittura in area savoiarda (1285-1343), Torino 2002. M. di Macco, Il “valore singolarissimo” di Isidoro Bianchi V. Avery, Girolamo Campagna, in The Encyclopedia of I. Scheibler, Rezeptionsphasen des jüngeren Sokratesporträts Syndram e A. Scherner, Milano 2005, pp. 250-253.
anni sessanta), in “Studia Historica - Historia Antigua”, A. Comella, I rilievi votivi greci di periodo arcaico e artista di corte, in Isidoro Bianchi di Campione, 1581- Sculpture, a cura di A. Boström, I-III, New York-London in der Kaiserzeit, in “Jahrbuch des Deutschen Archäol- E. Leuschner, Antonio Tempesta, Petersbuerg, 2005.
XIX, 2001, pp. 26-67. classico: diffusione, ideologia, committenza, Bari 2002. 1662, catalogo della mostra a Campione d’Italia, a 2004, I, pp. 238-241. ogischen Instituts”, 119, 2004, pp. 179-258. Luce e Ombra. Caravaggismo e naturalismo nella pittura
B. Del Bene, Civitas veri sive morum, préface de P. A. De Pasquale, La biblioteca di Orlando Fresia di Mon- cura di D. Pescarmona, Cinisello Balsamo 2003, pp. S. Baiocco, Gerolamo Giovenone e il contesto della pittura S.F. Schröder, Katalog der antiken Skulpturen des Museo toscana del Seicento, a cura di P. Carofano, catalogo
Castelli, Ivry-sur-Seine 2001. calvo medico del Duca di Savoia, in “Il Platano”, XXVII, 35-43. (cit. 2003b) rinascimentale a Vercelli, in E. Villata e S. Baiocco, Gau- del Prado in Madrid, 2: Idealplastik, Mainz am Rhein della mostra, Pisa 2005.
R. Distelberger, Milanesi a Praga. Le coppe dei Miseroni, 2002, pp. 23-40. M. Dickman Orth, Lyon et Rome à l’antique. Les illus- denzio Ferrari, Gerolamo Giovenone. Un avvio e un per- 2004. E. Micheletto, Il patrimonio archeologico, in Napoleone
in “FMR”, 2001, pp. 77-112 M. di Macco, “Critica occhiuta”: la cultura figurativa trations des Antiquitès Romaines de Guillaume Du corso, Torino 2004, pp. 145-226. C.E. Spantigati, Anton Van Dyck e la corte di Torino, in e il Piemonte 2005, pp. 135-144.

400 401
Napoleone e il Piemonte. Capolavori ritrovati, catalogo History in Renaissance Europe, Chicago and London, Filiberto e di Carlo Emanuele I, in Giuseppe Vernazza e quadreria di palazzo: antefatti e trasformazioni, in L’Ar- della mostra, a cura di C. Bertelli, Venezia 2008. R. D’Amato, Arms and Armour of the Imperial Roman
della mostra a Alba, a cura di B.Ciliento con M. Caldera, 2006. la fortuna dei primitivi, atti del convegno (Alba 2004), meria Reale 2008, pp. 139-160. Rosso corallo. Arti preziose dalla Sicilia barocca, catalogo Soldier, London 2009.
Savigliano 2005. Palazzo Madama a Torino. Da castello medievale a a cura di G. Romano, Alba 2007, pp. 17-41. P.E. Boccalatte, Cofanetti, scrigni e forzieri nelle Civiche della mostra a Torino, a cura di C. Arnaldi di Balme e De Van Dyck à Bellotto. Splendeurs à la cour de Savoie,
“Il nostro pittore fiamengo”. Giovanni Caracca alla corte museo della città, a cura di G. Romano, Torino 2006. R. Medico, Palazzo Chiablese. Gli arazzi di Artemisia, Raccolte d’Arte Applicata (XV-XVII secolo), in “Rassegna S. Castronovo, Cinisello Balsamo 2008. catalogo della mostra a Bruxelles, a cura di C.E. Span-
dei Savoia (1568-1607), catalogo della mostra, a cura F. Recine, La documentazione fotografica dell’arte in Torino 2007. di studi e di notizie”, Milano 2007-2008, XXXI, 2008, A. Ruffino, Architetture letterarie per due regine, in In tigati, Torino 2009.
di P. Astrua, A.M. Bava e C.E. Spantigati, Torino 2005. Italia dagli albori all’epoca moderna, Napoli 2006. Natura Picta. Ulisse Aldrovandi, a cura di A. Alessandrini pp. 67-87. (cit. 2008a) assenza del re. Le reggenti dal XIV al XVII secolo C. Durante, Herbario Novo di Castore Durante, con
Palazzo Madama. Gli appartamenti delle Madame Reali G. Ricuperati, Gli spazi sabaudi da Emanuele Filiberto e A. Ceregato, Bologna, 2007. P.E. Boccalatte, Le arti di Vulcano. Qualche oggetto (Piemonte ed Europa), a cura di F. Varallo, Firenze figure, che rappresentano le vive piante, che nascono in
di Savoia 1664 e 1724, a cura di F. Filippi, Torino 2005. a Vittorio Amedeo III: la costruzione di uno Stato di S. Petrocchi, La decorazione pittorica della navata e del- “giusto et garbeggiato” dalle collezioni del Museo Civico 2008, pp. 255-267. tutta Europa, e nell’Indie orientali e occidentali, [Venezia
M. Pall, Prunkstucke. Schlussel, Schlusser, Kastchen und Antico Regime, in Il teatro delle terre. Cartografia sabauda l’ingresso, in Santa Cecilia in Trastevere, Roma 2007, di Torino, in “FMR”, 24, 2008, pp. 109-123. (cit. 2008b) E. Russo, Marino, Roma 2008, pp. 87-148. 1602], ed. Città di Castello 2009.
Beschlage / Art-treasures. Keys, locks, treasure boxes and tra Alpi e pianura, catalogo della mostra a Torino, a pp. 125-129. Bonacolsi l’Antico. Uno scultore nella Mantova di Andrea Terrae cognitae. La cartografia nelle collezioni sabaude, M.B. Failla, Ludovico Brandin e la pittura di battaglia alla
mounts. Hanns Schell Collection Graz, Graz 2005. cura di I. Massabò Ricci, G. Gentile e B.A. Raviola, Sa- S. Prosperi Valenti Rodinò, I disegni del codice Resta di Mantegna e di Isabella d’Este, catalogo della mostra di catalogo della mostra a Torino, Milano 2008. corte di Carlo Emanuele I, in Per Giovanni Romano. Scritti
G. Papi, Il genio degli anonimi. Maestri caravaggeschi a vigliano 2006, pp. 31-39. Palermo, Cinisello Balsamo 2007. Mantova, a cura di F. Trevisani e D. Gasparotto, Milano P. Tosini, Girolamo Muziano. 1532-1592. Dalla Maniera di amici, a cura di G. Agosti, G. Dardanello, G. Galante
Roma e a Napoli, catalogo della mostra, Milano 2005. M. Sapelli Ragni, Sarcofagi di età romana in Piemonte, La Reggia di Venaria e i Savoia. Arte, magnificenza e 2008. alla Natura, Roma 2008. Garrone e A. Quazza, Savigliano 2009, pp. 78-79.
Pirro Ligorio. Libri degli antichi eroi e uomini illustri. in “Quaderni della Soprintendenza Archeologica del storia di una corte europea, catalogo della mostra, a H. Burns, I Quattro Libri dell’Architettura, in Palladio, Trionfi romani, catalogo della mostra, a cura di E. La M.B. Failla, Stratégies dynastiques et orientations de
Volume 23. Codice Ja.II.10. Libri XLIV-XLVI, a cura di Piemonte”, 21, 2006, pp. 91-104. cura di E. Castelnuovo et al., I-II, Torino 2007. catalogo della mostra a Vicenza e Londra, a cura di G. Rocca e S. Tortorella, Roma 2008. goût sous les fils de Charles-Emmanuel Ier, in De Van
B. Palma Venetucci, Roma 2005. F. Saracino, Vincitore e Pellegrino. I pittori veneziani e Renaissance silver from the Schroder Collection, catalogo Beltramini e H. Burns, Venezia 2008, pp. 328-331. M.C. Visconti, Da Filippo Juvarra a Benedetto Alfieri a Dyck à Bellotto 2009, pp. 49-55.
J. Pollini, The Armstromg and Nuffler Heads snd the l’immaginazione del Risorto, La Cena di Tiziano. Immagini della mostra, a cura di di T. Schroder, Londra 2007. Caterina e Maria de’Medici: donne al potere. Firenze Giuseppe Piacenza: un percorso architettonico fra barocco Ferdinando I de’ Medici 1549-1609: maiestate tantum,
Portraiture of Jiulius Caesar, Livia and Antonia Minor, del Risorto tra Louvre e Ambrosiana, catalogo della B. Roeck, Introduction, in Cultural exchange in Early celebra il mito di due regine di Francia, catalogo della e restaurazione, in L’Armeria Reale 2008, pp. 23-78. catalogo della mostra, a cura di M. Bietti e A. Giusti,
in Terra marique. Studies in Art History and Marine mostra, a cura di G. Morale, Milano 2006, pp. 33-89. Modern Europe. IV Forging European identities, 1400- mostra, a cura di C. Innocenti, Firenze 2008. U. Weinhold, Maleremail aus Limoges, in Grünen Firenze 2009.
Archaeology in Honor of Anna Marguerite McCann on S. Schmitt, Aux origines de la biologie moderne. L’anatomie 1700, a cura di H. Roodenburg, Cambridge 2007, pp. C. Ciampi, Minerva da Villa Adriana, in La Minerva di Gewölbe, catalogo della mostra, Dresda 2008. Feste Barocche. Cerimonie e spettacoli alla corte dei
the Receipt of the Gold Medal of the Archaeological comparée d’Aristote à la théorie de l’évolution, Paris 1-29 Arezzo 2008, pp. 39-40. Savoia tra Cinque e Settecento, catalogo della mostra a
Institute of America, Oxford 2005, pp. 89-122. 2006. M. Rossi, L’idea incarnata: Federico Zuccari, la Grande P. Cordera, Ottocento italiano e smalti di Limoges. La 2009 Torino, a cura di C. Arnaldi di Balme e F. Varallo,
R. Sacchi, Il disegno incompiuto. La politica artistica di La “schola” del Caravaggio. Dipinti dalla Collezione Ko- Galleria a Torino e l’immagine ermetica di Carlo Emanuele produzione dell’atelier Pénicaud tra revival, collezionismo C. Arnaldi di Balme, Le feste di corte a Torino tra spazi Milano 2009.
Francesco II Sforza e di Massimiliano Stampa, Milano elliker, a cura di G. Papi, Milano 2006. I di Savoia, in Tra antica sapienza e filosofia naturale. e arti industriali, Milano 2008. reali e itinerari simbolici, in Feste barocche 2009, pp. Imagines Ducum Sabaudiae, a cura di M. Gattullo, con
2005. Sigismundus rex et imperator. Art et culture au temps de La magia nell’Europa moderna. Tradizioni e mutamenti, M.C. Di Natale, Ars coralliorum et sculptorum coralli a 27-39. saggi di A. Barbero e G.C. Sciolla, Savigliano 2009.
R.M Schneider, DerHerkules Farnese, in Meisterwerke- Sigismond de Luxembourg. 1387-1437, catalogo della atti del convegno (Firenze 2003), a cura di F. Meroi ed Trapani, in Rosso corallo 2008, pp. 17-34. M. Arnaudo, Le architetture dell’allegoria: la Civitas F. Johansen, Lesportraits de César, in Le Rhône restitue
derantikenKunst, a cura di L. Giuliani, München 2005, mostra a Budapest e Lussemburgo, a cura di I. Takàcs, E. Scapparone, Firenze 2007, 2, pp. 545-566. La forza del bello. L’arte greca conquista l’Italia, catalogo veri sive morum di Bartolomeo Del Bene e l’Adone di un portrait du fondateur de la colonie d’Arle, in César.
pp. 136-157. Luxembourg 2006. A. Ruffino, Federico Zuccari, i viaggi, la moda, in Zuccari della mostra a Mantova, a cura di M.L. Catoni, Milano Marino, in “Giornale Storico della Letteratura Italiana”, Le Rhône pour mémoire, Arles 2009, pp. 78-83.
D. Syndram, Fasto e ordine, in Fasto principesco 2005, L. Wlad Borrelli, L’archeologia italiana prima e dopo la 1608, ed. 2007, pp. VII-XXII. 2008. 616, 2009, pp. 560-568. Joyaux Renaissance. Une splendeur retrouvée, catalogo
pp. 282-285. teoria del restauro, in La teoria del restauro nel Novecento G. Sena Chiesa, L’antichistica. L’Istituto di Archeologia F.M. Gambari, Dalle Piramidi alla Alpi: Schiaparelli e The Art of Power. Royal Armor and Portraits from della mostra, a cura di A. Kugel con la collaborazione
L. Vertova, Bernardino e Giulio Licinio. Addenda e chia- da Rigl a Brandi, atti del convegno internazionale di dal 1924 agli anni Ottanta: un percorso fra attività di la Soprintendenza alle Antichità di Torino, in Ernesto Imperial Spain, catalogo della mostra a Washington, a di R. Distelberger e M. Bimbenet-Privat, Paris 2009.
rimenti, in “Studi di Storia dell’Arte”, 16, 2005, pp. studi (Viterbo 2003), a cura di M. Andaloro, Firenze formazione e ricerca scientifica, in “Annali di Storia Schiaparelli e la tomba di Kha, a cura di B. Moiso, cura di A. Soler del Campo, Madrid 2009. N. Le Roux, Les guerres de Religion 1559-1629, Paris
125-158. 2006, pp. 215-224. delle Università Italiane”, 11, 2007, pp. 153-165. Torino 2008, pp. 48-63. A. Barbero, Filiberto Pingone storico e uomo di potere, 2009.
L. Sickel, Adonis als Narziss: Provenienz und Bedeu- D. Gasparotto, Andrea Riccio e il bronzetto all’antica, in in Imagines Ducum Sabaudiae, a cura di M. Gattullo, Luxus. Il piacere della vita nella Roma imperiale, catalogo
2006 2007 tungswandel einer Statue aus der Sammlung Cesarini, Rinascimento e passione per l’antico. Andrea Riccio e il Savigliano 2009, pp. 9-13. della mostra di Torino, a cura di E. Fontanella, Roma
Andrea Mantegna e i Gonzaga. Rinascimento nel Castello À l’origine des Gobelins. La Tenture d’Artémise. La redé- in “Pegasus”, 9, 2007, pp. 193-207. suo tempo, catalogo della mostra, a cura di A. Bacchi e A.M. Bava, La culture figurative e le mécénat de cour 2009.
di San Giorgio, catalogo della mostra a Mantova, a couverte d’un tissage royal, catalogo della mostra, Parigi G. Spione, La storiografia sabauda e le fonti visive : L. Giacomelli, Trento 2008. aux XVIe et XVIIe siècles: Emmanuel-Philibert et Char- C. Maccabruni,Momenti del collezionismo archeologico
cura di F. Trevisani, Milano 2006. 2007. fortuna del Medioevo nella seconda metà del XVII secolo, B. Germini, Statuen des strengen Stils in Rom. Verwendung les-Emmanuel Ier, in De Van Dyck à Bellotto 2009, pp. in Italia nord-occidentale tra XVI e XIX secolo, in
C. Arnaldi di Balme e S. Castronovo, Organizzazione F. Cavalieri, Il “rinomato Taurini”: un nuovo attore in Giuseppe Vernazza e la fortuna dei primitivi, atti del und Wertung eines griechischen Stils im römischen 41-48. (cit. 2009a) Colligite fragmenta 2009, pp. 31-42.
degli spazi e arredi del castello di Porta Fibellona, dal sulla scena della pittura milanese del Seicento, in “Nuovi convegno (Alba 2004), a cura di G. Romano, Alba Kontext, Roma 2008. A.M. Bava, La fortune du caravagisme à la cour de S. Mason, L’inventario di Gerolamo Bassano e l’eredità
XIV al XVIII secolo, in Palazzo Madama a Torino 2006, Studi. Rivista di arte antica e moderna”, XII, 13, 2007, 2007, pp. 43-58. Giulio Cesare. L’uomo, le imprese, il mito, catalogo della Savoie, in De Van Dyck à Bellotto 2009, pp. 132-133. della bottega, in “Notiziario dell’Associazione Amici
pp. 109-146. pp. 117-123. S.P.Q.R. Senatus Populusque Romanus, catalogo della mostra di Roma, a cura di G. Gentili, P. Liverani, E. (cit. 2009b) dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa”,
Arte e scienza: libri illustrati dalla biblioteca di Ulisse M. Ceriana, Opere di Tullio Lombardo diminuite o mostra, a cura di I. Rodà de Llanza, Madrid 2007. Sallustro e G.C.F. Villa, Milano 2008. M.G. Bernardini, “Al risentimento di un affronto segue numero speciale, 2009.
Aldrovandi, a cura di M.C. Bacchi, Bologna 2006. scomparse, in Tullio Lombardo scultore e architetto nella M. Trusted, The making of sculpture. The materials and G. Gritella, Il rosso e l’argento. I castelli di Lagnasco: l’armonia dell’accordo”: il Ratto delle Sabine nell’arte, E. Micheletto, Collezionismo dinastico a Torino nel-
Carlo Magno e le Alpi. Viaggio al centro del Medioevo, Venezia del Rinascimento, atti del convegno (Venezia techniques of European Sculpture, Londra 2007. tracce di architettura e di storia dell’arte per il restauro, in I Sabini popolo d’Italia dalla storia al mito, catalogo l’Ottocento. Le raccolte sabaude di archeologia e il Regio
catalogo della mostra a Susa, a cura di F. Crivello, 2006) a cura di M. Ceriana, Verona 2007, pp. 23-68. F. Varallo, Federico Zuccari e le feste alla corte sabauda, Torino 2008. della mostra, a cura di A. Nicosia e M.C. Bettini, Roma Museo di Antichità, in Colligite fragmenta 2009, pp.
Milano 2006. Cofres de Amor, catalogo della mostra a Castellón de la in Zuccari 1608, ed. 2007, pp. 151-172. J. Guillemain, L’exposition chez Guillaume Du Choul, 2009, pp. 83-137. 83-104.
Cattedrale di Aosta. Museo del Tesoro. Catalogo, a cura Plana e Simat de la Valldigna [Valencia], a cura di L. de Vibia Sabina. Da Augusta a Diva, catalogo della mostra in Le théâtre de la curiosité, Cahiers V.L. Saulnier 25, S. Bettini, Il Palazzo Magnani a Bologna, Milano 2009. F. Missere Fontana, Testimoni parlanti. Le monete
di E. Castelnuovo, F. Crivello e V.M. Vallet, Aosta 2013. Sanjosé Llongueras, Alagón 2007. a Tivoli, a cura di B. Adembri e R.M. Nicolai, Milano Paris 2008, pp. 167-182. S. Boaro, Antonio Taramelli (1868-1939), in Colligite antiche a Roma fra Cinquecento e Seicento, Roma 2009.
La Cena di Tiziano. Immagini del Risorto tra Louvre e I. Denis, The Parisian Workshops, 1590-1650, in Tapestry 2007. Homer: Der Mythos von Troia in Dichtung und Kunst, fragmenta 2009, pp. 457-460. Museo Stefano Bardini. I bronzetti e gli oggetti d’uso in
Ambrosiana, catalogo della mostra, a cura di G. Morale, in the Baroque. Threads of Splendor, a cura di T.P. V. Zani, Sulle tracce dei Sanmicheli a Brescia e Mantova, catalogo della mostra a Basileae Mannhein, Munich Cammei, intagli e paste vitree. Collezioni del Museo bronzo, a cura di A. Nesi, Firenze 2009.
Milano 2006. Campbell, New York 2007, pp. 123-170. tra Quattro e Cinquecento, in Tullio Lombardo scultore 2008. Civico d’Arte Antica di Torino, a cura di A. Bollati, V. The new Hollstein German Engravings, Etchings and
Corti e città. Arte del Quattrocento nelle Alpi occidentali, M. di Macco, Duchi, Madame Reali e Re sabaudi: forme e architetto nella Venezia del Rinascimento, atti del con- U.B. Leu, R. Keller and S. Weidmann, Conrad Gesner’s Messina, Torino 2009. Woodcuts 1400-1700, Wencelaus Hollar part. 1, a cura
catalogo della mostra a Torino, a cura di E. Castelnuovo, d’arte di corte a Torino dal Cinquecento al Settecento, in vegno (Venezia 2006), a cura di M. Ceriana, Verona private library, Leiden 2008. S. Castronovo, La raccolta di cammei, intaglio e paste di G. Bartrum, Ouderkerk aan den Ijssel 2009.
E. Pagella ed E. Rossetti Brezzi, Milano 2006. La Reggia di Venaria 2007, I, pp. 237-270. 2007, pp. 426-448. Mantegna 1431-1506, catalogo della mostra, a cura di vitree del Museo Civico d’Arte Antica: le acquisizioni dal S. Pettenati, Le Vittorie di Carlo V nella Grande Galleria,
G. Dardanello, Modelli decorativi a gara per la nuova R. Gennaioli, “Certa fulgent sidera”. La collezione glittica F. Zuccari, Il passaggio per Italia, Bologna 1608, ed. a G. Agosti e D. Thiébaut, edizione italiana rivista e 1871 a oggi, in Cammei, intagli e paste vitree 2009, pp. in Per Giovanni Romano. Scritti di amici, a cura di G.
residenza di Madama Reale (1700-1724), in Palazzo medicea, in Le gemme dei Medici al Museo degli Argenti. cura di A. Ruffino 2007. corretta, Milano 2008. 9-15. (cit. 2009a) Agosti, G. Dardanello, G. Galante Garrone e A. Quazza,
Madama a Torino 2006, pp. 175-234. Cammei e intagli nelle collezioni di Palazzo Pitti, a cura C. Maritano, Il riuso dell’antico nel Piemonte medievale, S. Castronovo, Una Bibbia francese del Trecento nella Savigliano 2009, pp. 142-143.
Fermo Stella e Sperindio Cagnoli seguaci di Gaudenzio di O. Casazza, Firenze 2007, pp. 39-501. 2008 Pisa 2008. biblioteca di Carlo Emanuele I di Savoia, in Per Giovanni S. Piretta, Les natures mortes, in De Van Dyck à Bellotto
Ferrari: una bottega d’arte nel Cinquecento padano, ca- S. Ghisotti e C.E. Spantigati, Mestieri preziosi alla corte L’Armeria Reale nella Galleria Beaumont, a cura di P. La Minerva di Arezzo, catalogo della mostra ad Arezzo, Romano. Scritti di amici, a cura di G. Agosti, Giuseppe 2009, pp. 174-175.
talogo della mostra, a cura di G. Romano, Cinisello dei Savoia, in La Reggia di Venaria 2007, I, pp. 295- Venturoli, Torino 2008. a cura di M. Cygielman, Firenze 2008. Dardanello, G. Galante Garrone e A. Quazza, Savigliano A. Quazza, Per un Ardente ritrovato, in Per Giovanni
Balsamo 2006. 321. C. Arnaldi di Balme e S. Castronovo, I coralli nelle col- M.A. Novelli, Scarsellino, Milano 2008. 2009, pp. 44-45. (cit. 2009b) Romano. Scritti di amici, a cura di G. Agosti, G. Darda-
M. Kiderlen, Die Sammlung der Gipsabgüsse von Anton J. Kappel e U. Weinhold, The New Grünes Gewölbe. lezioni sabaude: una ricognizione delle fonti inventariali B. Palma Venetucci, Antichità esotiche nel collezionismo Christie’s, Important European Furniture, Sculpture & nello, G. Galante Garrone e A. Quazza, Savigliano
Raphael Mengs in Dresden, München 2006. Guide to the permanent exhibition, Berlin 2007. e delle raccolte museali piemontesi, in Rosso corallo 2008, del XV e XVI secolo, in Culti orientali tra scavo e colle- Clocks, catalogo dell’asta di Londra, King Street, 9 July 2009, pp. 157-158.
E. Micheletto, Documenti per servire alla storia del E. Leuschner Antonio Tempesta, inventeur d’images sa- pp. 34-53. zionismo, a cura di B. Palma Venetucci, Roma 2008, 2009. G.P. Romagnani, Eruditi, storici e collezionisti in Piemonte
Museo di Antichità di Torino (1829-1880), in “Quaderni vantes dans la Rome baroque in Nouvelles de l’estampe, F. Barello, Minerva di Torino, in La Minerva di Arezzo pp. 73-87. Colligite fragmenta. Aspetti e tendenze del collezionismo fra Sette e Ottocento, in Colligite fragmenta 2009, pp.
della Soprintendenza Archeologica del Piemonte”, 21, 211, 2007, pp. 8-20. 2008, pp. 37-38. C. Preti, Mattioli (Matthioli), Pietro Andrea, in Dizionario archeologico ottocentesco in Piemonte, atti del convegno 15-30.
2006, pp. 29-71. C. Maritano, “A l’antica: non de’ Greci o Romani, ma di N. Bastogi, Andrea Boscoli, Firenze 2008. Biografico degli Italiani, 72, Roma 2008, ad vocem. (Tortona 2007), a cura di M. Venturino Gambari e D. Le sculture Farnese, II. I ritratti, a cura di C. Gasparri,
W. Ogilvie Brian, The science of describing: Natural que’ tempi”: immagini del Medioevo nell’età di Emanuele A.M. Bava, Per una storia della Galleria Beaumont come Restituzioni 2008. Tesori d’arte restaurati, catalogo Gandolfi, Bordighera 2009. Napoli 2009.

402 403
C.E. Spantigati, Rubens, Van Dyck et la peinture de Torino: prima capitale d’Italia, a cura di E. Pagella ed E. nuova capitale del ducato in Personaggi svelati. La O. Graffione, Il cantiere degli arazzi di Claudio Francesco M. Barbanera, Metamorfosi delle rovine, Milano 2013. entre utopie et hétérotopie, in “Revue du Seizième Siècle”,
cabinet flamande, in De Van Dyck à Bellotto 2009, pp. Castelnuovo, Roma 2010. perduta galleria di “uomini illustri” di casa Savoia, Beaumont. Nuove indagini, in Di Modello, di Intaglio e A.M. Bava, La committenza di Carlo Emanuele I delle 9, 2013, pp. 171-196.
144-145. catalogo della mostra, a cura di G. Pantò, Torino 2011, di Cesello. Scultori e incisori da Ladatte ai Collino, a grandi tele di maestri veneti per il Palazzo ducale di K. Kuwakino, The great theatre of creative thought. The
F. Varallo, Le feste sabaude nella storia e nella storiografia, 2011 pp. 9-15. (cit. 2011a) cura di G. Dardanello, Trofarello 2012, pp. 189-200. Torino, in I Veronese e i Bassano 2013, pp. 11-21. Inscriptiones vel tituli theatri amplissimi … (1565) by
in Feste barocche 2009, pp. 13-25. C. Arnaldi di Balme, Le trasformazioni dal Cinquecento A.M. Riccomini, Marmi antichi da Roma a Torino: sul P. Hickman Cleveland, L.S. Roberts e A. Larson, Zoologia, G. Berra, Cardinal Federico Borromeo and the choice of Samuel von Quiccheberg, in “Journal of the History of
A. Varick Lauder, Battista Franco. Musée du Louvre. all’età moderna, in Palazzo Madama a Torino. Il giardino collezionismo di Carlo Emanuele I di Savoia, in “Quaderni ed. italiana a cura di V. Arizzo, O. Coppellotti e L. Gui- painters to fresco the Collegio Borromeo at Pavia, in Collections”, 25, 3, 2013, pp. 303-324.
Dèpartement des Arts graphiques. Inventaire général des del castello, a cura di C. Arnaldi di Balme, Milano della Soprintendenza Archeologica del Piemonte”, 26, dolin, Milano 2012. “The Burlington Magazine”, 2013, 155, August, pp. E. Lamouche, Olivieri, Pietro Paolo, in Dizionario Bio-
dessins italiens, VIII, Paris-Milan 2009. 2011, pp. 33-55. 2011, pp. 131-145. (cit. 2011b) M.A. Lala Comneno, La Regina di Saba nella tradizione 534-540. grafico degli Italiani, 79, Roma 2013, ad vocem.
M. Blanc, Emaux peints de Limoges: XV-XVIII siècle: la La Sala Bologna nei palazzi Vaticani, a cura di F. cristiana, in Il trono della Regina di Saba. Cultura e di- M.T. Binaghi Olivari, I ricami dell’Infanta, in L’Infanta P. Molino, Il mestiere dei libri nel tardo Rinascimento.
2010 collection du Musée des Arts Décoratifs, avec la partici- Ceccarelli e N. Aksamija, Venezia 2011. plomazia tra Italia e Yemen. Le collezioni sud arabiche Caterina 2013, pp. 359-369. Edizione e commento del Consilium di Hugo Blotius a
A.M. Bava, La fortuna del caravaggismo alla corte pation d’I. Biron, P. Colomban e V. Notin, Paris 2011. G. Saroni, Emanuele Filiberto Pingone collezionista di del Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘Giuseppe Tucci’, M. Buonocore, Per una edizione delle lettere di Theodor Rodolfo II del 1579, in “Bibliothecae.it”, 2, 2, 2013, pp.
sabauda e nel territorio piemontese, in I caravaggeschi. P. Cannata, Museo Nazionale del Palazzo di Venezia. manoscritti antichi, in Il Teatro di tutte le scienze 2011, catalogo della mostra a Roma, a cura di S. Antonini de Mommsen agli italiani, in “Mediterraneo Antico”, 16, 23-77.
Percorsi e protagonisti, a cura di A. Zuccari, I, Milano Volume III. Sculture in bronzo, Roma 2011. pp. 64-66. Maigret, P. D’Amore e M. Jung, Città di Castello 2012, 2013, pp. 11-38. S. Nervegna, Menander in Antiquity. The Context of
2010, pp. 127-139. (cit. 2010a) Collezione Borromeo: la galleria dei quadri dell’Isola S. Schir, Antonio Abondio: una produzione artistica poco pp. 179-181. Il cammino di Pietro, catalogo della mostra, a cura di S. Reception, Cambridge 2013.
A.M. Bava, Le collezioni di Carlo Emanuele I di Savoia, Bella, a cura di A. Morandotti e M. Natale, Cinisello nota, in “Atti dell’Accademia Roveretana degli Agiati”, I. Manfredini, Le relazioni culturali tra Torino e Venezia Castri e A. Geretti, Milano 2013. G. Olmi, Il collezionismo enciclopedico italiano da Ulisse
in Torino 2010, pp. 47-53. (cit. 2010b) Balsamo 2011. a. 261, serie IX, vol. I, A, 2011, pp. 222-241. nella seconda metà del Cinquecento, in Studi veneziani, Capolavori dell’archeologia. Recuperi, Ritrovamenti, Aldovrandi a Ferdinando Cospi, in Wunderkammer.
C. Bonomi, Jacopo Nizzola da Trezzo Medaglista alla D. Cozzoli, L’oeuvre astronomique d’Alessandro Picco- C. Segre Montel, I manoscritti di Staffarda, in Il Teatro LXVI, 2012, pp. 159-161. Confronti, catalogo della mostra a Roma, a cura di Arte, Natura, Meraviglia ieri e oggi, catalogo della
corte di Spagna, Trezzo sull’Adda 2010. lomini, in Alessandro Piccolomini (1508-1579): un di tutte le scienze 2011, pp. 117-119. P. Molino, Usi e abusi di una biblioteca imperiale: il M.G. Bernardini e M. Lolli Ghetti, Roma 2013. mostra, a cura di L. Galli Michero, M. Mazzotta, Milano
Bronzino: pittore e poeta alla corte dei Medici, a cura di siennois à la croisée des genres et des savoirs, actes du G. Sena Chiesa, Gortina e Milano. Milano e Gortina, in caso della hinterlassene Bibliothek di Vienna fra corte P. Carofano e F. Paliaga, Orazio Riminaldi 1593-1630, 2013, pp. 37-43.
C. Falciani e A. Natali, catalogo della mostra, Firenze colloque international (Paris 2010), réunis et présentés “LANX”, 8, 2011, p. 57-71. e Respublica literaria. (1575-1608), in “Erebea Revista Cremona 2013. G. Papi, Bartolomeo Manfredi, Cremona 2013.
2010. par M. Piéjus, M. Plaisance et M. Residori, Paris 2011, Seta Oro e Incarnadino. Lusso e devozione nella Lombardia de Humanidades y Ciencias Sociales”, 2, 2012, pp. Cleopatra. Roma e l’incantesimo d’Egitto, catalogo della Piasa, Haute Epoque & Curiosités, catalogo dell’asta di
S. Bruzzese, “Dor gran penció dra vallada de Bregn”: pp. 235-244. spagnola, a cura di C. Buss, Milano 2011. 127-158. mostra, Roma 2013. Parigi, Hôtel Druot, 4 décembre 2013.
sulle tracce di Ottavio Semino pittore genovese, natura- P. Glardon, L’histoire naturelle au XVIe siècle: introduction, A. Siekiera, la questione della lingua di Alessandro Pic- T. Needhan, De Inscriptione Quadam Aegyptiaca R. Cooper, Roman Antiquities in Renaissance France, Ripensare Emanuel Lowy: professore di archeologia e
lizzato milanese, in “Nuovi Studi. Rivista di arte antica étude et édition critique de La nature et diversité des colomini, in Alessandro Piccolomini (1508-1579): un Taurini Inventa […], Roma 1761 (ed. Charleston 2012). 1515-1565, Franham 2013. storia dell’arte nella R. Università e direttore del Museo
e moderna”, 15, 2010, pp. 165-178. poissons de Pierre Belon (1555), Genève 2011. siennois à la croisée des genres et des savoirs, Actes du L. Pejrani Baricco, S. Ratto, L. Maffeis e M. Semeraro, P. Cornaglia, La costruzione dell’identità ‘italiana’del di Gessi, a cura di G.M. Picozzi, Roma 2013.
V. Castiglione, La Maestà della Reina di Svecia Christina G. Gronau, Documenti artistici urbinati, Urbino 1936 Colloque International (Paris 2010), réunis et présentés Torino, piazza Castello. Tracce delle prime fasi insediative ducato di Savoia a cavallo tra XVI e XVII secolo: il G. Romano, Disegni del Moncalvo per il casino di Vi-
Alessandra ricevuta negli Stati delle Altezze Reali di (ed. anastatica Urbino 2011). par M. Piéjus, M. Plaisance e M. Residori, Paris 2011, di Augusta Taurinorum nel sottosuolo della Galleria di ruolo dei giardini in Architettura e identità locali a boccone, in L’arte di studiare l’arte. Scritti degli amici di
Savoia l’anno 1656, Torino 1656, ed. a cura di M. L. D.A. King, Astrolabes from medieval Europe, Farnham- pp. 217-233. Carlo Emanuele I, ”, in “Quaderni della Soprintendenza cura di L. Corrain e F. P. Di Teodoro, Firenze 2013, I, Regina Poso, “Kronos”, 15, 2013, 2, pp. 239-242.
Doglio, Alessandria 2010. Burlington 2011. L. Simonato, Mola, Gaspare, in Dizionario Biografico Archeologica del Piemonte”, 27, 2012, pp. 314-315. pp. 455-475. M.P. Ruffino, Vestire l’Infanta: abiti, stoffe e monili di
M. Cima, Liberty. La donna al centro dell’Universo, F. Malaguzzi, Legature. Collezioni del Museo Civico degli Italiani, 75, Roma 2011, ad vocem. Per Giovan Battista Ricci disegnatore: progetti decorativi C. Cuneo, La Grande galleria di Carlo Emanuele I di Caterina d’Austria, in L’infanta Caterina 2013, pp.
Torino 2010. d’Arte Antica, Savigliano 2011. I. Socias Batet, The Power of Images in Antonio Agustín’s per palazzo Colonna a Roma, in “Paragone”, LXII, 104, Savoia “in bell’ordine ornata e ripiena d’historie e favole, 341-357.
M. Cuesta Domingo, Tres cartógrafos portugueses en la M. Mander, Miseroni, in Dizionario biografico degli Dialogos des medallas inscriciones y otras antiguedades 2012, pp. 36-44. di libri, di scolture e di pitture […] e meraviglie dell’an- Seicento lombardo a Brera. Capolavori e riscoperte,
corte de España: Ribeiro, Lavanha, Teixeira, Lisboa 2010. Italiani, 75, Roma 2011, ad vocem. (1587), in “American Journal of Numismatics”, 23, A.M. Riccomini, “Un istituto novissimo…del quale tichità”, in Architettura e identità locali, a cura di H. catalogo della mostra, a cura di S. Coppa e P. Strada,
I giorni di Roma. L’età della conquista, catalogo della I. Manfredini, La rappresentazione del potere a Torino e 2011, pp. 209-228. nessun viaggiatore ha parlato”: Edward Gibbon al Museo Burns e M. Mussolin, II, Firenze 2013, pp. 291-311. Milano 2013
mostra a Roma, a cura di E. La Rocca, C. Parisi Presicce Firenze nella seconda metà del Cinquecento, in “Rina- Il Teatro di tutte le scienze e le arti. Raccogliere libri per di Antichità di Torino (1764), in “Quaderni della So- G. Dardanello, Da Palmira a Racconigi. Classicismi el- Splendidissime gioie. Cammei, cristalli e pietre dure mi-
con A. Lo Monaco, Milano 2010. scimento”, 2011, pp. 269-289. coltivare idee in una capitale di età moderna. Torino printendenza Archeologica del Piemonte”, 27, 2012, lenistici alla prova della tradizione, in Giovanni Battista lanesi per le corti d’Europa, catalogo della mostra, a
N. Giustozzi, Schede, in I giorni di Roma 2010, pp. 264- G.B. Marino, Il Ritratto del Serenissimo Don Carlo 1559-1861, catalogo della mostra a cura di M. Carassi, pp. 141-150. Borra: da Palmira a Racconigi, a cura di G. Dardanello, cura di P. Venturelli, Firenze 2013.
272. Emanuello Duca di Savoia, Torino 1614, ed. critica e I. Massabò Ricci e S. Pettenati, Torino 2011. C. Ripa, Iconologia, Roma 1603, ed. a cura di S. Maffei, Torino 2013, pp. 145-176. F. Varallo, Exotica e oggetti preziosi: note sull’inventario
Innocente e calunniato. Federico Zuccari (1539/40-1609) commentata a cura di G. Alonzo, Roma 2011. F. Varallo, Dal Theatro alla Grande Galleria. La biblioteca Torino 2012. Diafane passioni. Avori barocchi dalle corti europee, ca- dell’Infanta, in L’Infanta Caterina 2013, pp. 371-388.
e le vendetta d’artista, catalogo della mostra, a cura di C. Maritano, Emanuele d’Azeglio, collezionista a Londra, ducale tra Cinque e Seicento, in Il Teatro di tutte le F. Sabba, La “Biblioteca Universalis” di Conrad Gesner. talogo della mostra a Firenze, a cura di E.D. Schmidt e P. Venturelli, Splendidissime gioie. Cammei, cristalli e
C. Acidini ed E. Capretti, Firenze 2010. in Diplomazia, musei, collezionismo tra il Piemonte e scienze 2011, pp. 25-34. Monumento della cultura europea, Roma 2012 M. Sframeli, Livorno 2013. pietre dure milanesi per le corti d’Europa (XV-XVII
E. La Rocca, La maestà degli dèi come apparizione l’Europa negli anni del Risorgimento, a cura di G. L. Siracusano, “Cose tutte piene d’invenzioni, capricci e Donne cavalieri incanti follia. Viaggio attraverso le im- secolo), Firenze 2013.
teatrale, in I giorni di Roma 2010, pp. 95-114. Romano, Torino 2011, pp. 37-117. (cit. 2011a) 2012 varietà”. Proposte per Tiziano Minio a Padova e altrove, magini dell’”Orlando furioso”, catalogo della mostra, a Il Veronese e i Bassano. Grandi artisti veneti per il
G. Olmi, Sfogliare le pagine del codex naturae: il viaggio C. Maritano, Filiberto Pingone storiografo, in Il Teatro R. Bartalini, A. Zombardo, Giovanni Antonio Bazzi, il in “Nuovi studi”, 17, 2011 (2012), pp. 79-97. cura di L. Bolzoni e C.A. Girotto, Lucca 2013. Palazzo Ducale di Torino, catalogo della mostra a
scientifico nella prima età moderna, in “Antologia Vieus- di tutte le scienze 2011, p. 314. (cit. 2011b) Sodoma. Fonti documentarie e letterarie, Vercelli 2012. Stradanus 1523-1605, court artist of the Medici, catalogo C. Durante, Herbario novo. In Herbis medicina et salus, Venaria Reale, a cura di A.M. Bava, Savigliano 2013.
seux”, n.s, 15, 2009 (2010), 45, pp. 5-32. B. Meijer, G. Sluiter e P. Squellati Brizio, Repertory of F. Conte, Intorno alla Grande Galleria di Carlo Emanuele della mostra a Bruges, a cura di A. Baroni, M. Sellink, [Venezia 1602] (ed. anastatica a cura di G. Monacelli,
M. Pupillo, Orazio Riminaldi (Pisa 1593-1630), in I Dutch and Flemish paintings in Italian public collections, I: inventari del sapere a Torino tra Cinque e Seicento, in Turnhout 2012. M. Sodi e S. Tavella, Gorle 2013). 2014
Caravaggeschi. Percorsi e protagonisti, a cura di A. III. Piedmont and Valle D’Aosta, Firenze 2011. Mosaico, Temi e metodi d’arte e critica per Gianni Carlo V. Zani, Piero Pierotti, i calchi dei marmi del monumento H. Economopoulos, San Pietro penitente e san Giovanni B. Aikema, Il marchio Basano e la pittura neerlandese,
Zuccari, II, Milano 2010, pp. 595-607. Melozzo da Forlì. L’umana bellezza tra Piero della Sciolla, 1, a cura di R. Cioffi e O. Scognamiglio, Napoli, di Gaston de Foix e l’Esposizione di Arte Antica a Brera evangelista di Giovanni Baglione: note sulla provenienza, in Jacopo Bassano, i figli, la scuola, l’eredità, atti del
A.M. Riccomini, “Si scoperse in un magazzino una Francesca e Raffaello, catalogo della mostra (Roma 2012, pp. 125-136. del 1872 (prima parte), in “Rassegna di studi e notizie”, in Prìncipi di Santa Romana Chiesa. I Cardinali e l’Arte, convegno internazionale di studio (Bassano del Grappa,
montagna di statue, busti, teste, lapide e rilievi”: aggiunte 2011), a cura di D. Benati, M. Natale e A. Paolucci, P. Cornaglia, Giuseppe Battista Piacenza e Carlo Randoni. XXXIV, 2012, pp. 159-200. quaderni delle giornate di studio, a cura di M. Gallo, Padova 2001), a cura di G. Ericani, Bassano del Grappa
alla collezione Garimberti dai depositi del Museo di An- Milano 2011. I Reali Palazzi fra Torino e Genova, Torino 2012. 2013, 2, pp. 13-28. 2014, 2, pp. 461-473.
tichità di Torino, in “Quaderni della Soprintendenza M. Navone, Dalla parte di Tasso. Giulio Guastavini e il P. Di Mambro, La Regina di Saba nell’iconografia occi- 2012-2013 F. Egmond, A collection within a collection: rediscovered Auguste, catalogo della mostra, Paris 2014.
Archeologica del Piemonte”, 25, 2010, pp. 85-97. dibattito sulla “Gerusalemme liberata”, Alessandria 2011. dentale, in Il trono della Regina di Saba. Cultura e di- G. Saroni, Nuove segnalazioni di opere in avorio tra il animal drawings from the collections of Conrad Gessner Baccio Bandinelli, scultore e maestro (1493-1560),
A. Scordo, Un Re d’armi nel carniere, in Comites Latentes A. Osimo, Le Pellegrine, due ricamatrici, in Seta Oro e plomazia tra Italia e Yemen. Le collezioni sud arabiche Piemonte e la Savoia, in “Palazzo Madama. Studi e no- and Felix Platter, in “Journal of the history of collections”, catalogo della mostra a Firenze, a cura di D. Heikamp
per gli ottanta anni di Francesco Malaguzzi, Torino Incarnadino 2011, pp. 22-24. del Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘Giuseppe Tucci’, tizie”, III, 2, 2012-2013, pp. 168-177. 25, 2013, 2, pp. 149-170. e G. Paolozzi Strozzi, Milano 2014.
2010, pp. 71-112. Palazzo Madama: guida, a cura di E. Pagella, Torino catalogo della mostra a Roma, a cura di S. Antonini de M. Tomasi, Note su due avori gotici del Museo Civico M.B. Failla, Il “cahier” delle dame di Caterina Micaela, E.E. Barbero, La collezione degli arazzi del Palazzo
Le sculture Farnese, III. Le sculture delle Terme di 2011. Maigret, P. D’Amore, M. Jung, Città di Castello (Pg) d’Arte Antica, in “Palazzo Madama. Studi e notizie”, in L’infanta Caterina 2013, pp. 329-340. (cit. 2013a) Reale di Torino tra committenze acquisti ed acquisizioni,
Caracalla, Rilievi e varia, a cura di C. Gasparri, Napoli S. Pettenati, Bibliofili, bibliofile e biblioteche, in Il Teatro 2012, pp. 187-192. III, 2, 2012-2013, pp. 16-27. M.B. Failla, Pittura veneta per l’arredo pittorico e la de- in Le forme della meraviglia, Palazzo Reale. Quaderni
2010. di tutte le scienze 2011, pp. 46-60. (cit. 2011a) S. Gal, Charles-Emmanuel Ier. La politique du précipice, corazione del Palazzo di San Giovanni, in I Veronese e i di Studio II, a cura di E.E. Barbero, Chieri 2014, pp.
A. Stewart, A Tale of Seven Nudes The Capitoline and S. Pettenati, La biblioteca del cardinale della Rovere, in Paris 2012. 2013 Bassano 2013, pp. 22-30. (cit. 2013b) 101-112.
Medici Aphrodites, Four Nymphs at Elean Herakleia, Il Teatro di tutte le scienze Torino 2011, pp. 125-126. S. Ghisotti, Gli arazzi del principe, in I quadri del Re. Le B. Van den Abeele, Texte et image dans les manuscrits M. Gallo, Il rinnegamento, il pentimento, le lacrime e la F. Barello, La collezione numismatica di Carlo Alberto e
and an Aphrodite at Megalopolis, in “Antichthon”, 44, (cit. 2011b) raccolte del principe Eugenio condottiero e intellettuale, de chasse médiévaux, Paris 2013. penitenza di Pietro, in Il cammino di Pietro, catalogo le raccolte sabaude, in Il Medagliere del Palazzo Reale di
2010, pp. 12-32. S. Pettenati, Manoscritti dei Gonzaga nella Grande catalogo della mostra a Venaria Reale, a cura di C.E. C. Arnaldi di Balme, Alessandro Ardente: un artista po- della mostra, a cura di S. Castri, Roma 2013, pp. 135- Torino. Storia e restauro della sala e delle collezioni, a
G. Strano, L’astrolabio piano, in Museo Galileo. Capolavori Galleria, in Il Teatro di tutte le scienze 2011, pp. 121- Spantigati, Cinisello Balsamo 2012, p. 182. liedrico per le nozze di Caterina, in L’Infanta Caterina 155. (cit. 2013a) cura di A. Guerrini, “Bollettino d’Arte”, volume speciale,
della scienza, a cura di F. Camerota, Firenze 2010, pp. 124. (cit. 2011c) M. Gomez Serito, Pietre e marmi per le architetture pie- 2013, pp. 307-327. M. Gallo, Piedi nudi sulla pietra. Giovanni Baglione e 2013 (2014), pp. 49-73.
100-101. C. Pilocane, “Tanti libri scritti a mano”, ebraici ed montesi: cantieri affacciati sul territorio, in “Quaderni Bagliori d’antico. Bronzetti al Castello del Buonconsiglio, l’iconografia penitenziale di san Pietro, Roma 2013. (cit. A.M. Bava, Il collezionismo di Carlo Emanuele I di
M. Tomasi, Monumenti d’avorio. I dossali degli Embriachi orientali, in Il Teatro di tutte le scienze 2011, p. 111. del progetto Mestieri Reali”, 7, Torino 2012, pp. 203- catalogo della mostra, a cura di M. Leithe-Jasper e F. 2013b) Savoia, in Jacopo Bassano, i figli, la scuola, l’eredità, atti
e i loro committenti, Paris-Pisa 2010. A.M. Riccomini, Il collezionismo di marmi antichi nella 204. de Gramatica, Trento 2013. R. Gorris Camos, La Città del Vero, Une ville en papier del convegno internazionale di studio (Bassano del

404 405
Grappa 2011), a cura di G. Ericani, Bassano del Grappa C. Häuber, The Eastern Part on the Mons Oppius in G. Agosti, Una cornice, più specifica, per il lettore nuovo, G. Olmi, Ulisse Aldrovandi e la natura del nuovo mondo, the European garden 1500-1700, Treviso 2016. O. D’Albo, I Lombardi, «primi mastri che sieno in
2014, II, pp. 505-517. Rome. The Sanctuary of Isis et Serapis in Regio III, the in G. Testori, Il gran teatro montano, a cura di G. in Tesoro mexicano, visioni della natura fra vecchio e O. Graffione, Favole intessute e cerimoniale. Gli arazzi Europa»: il ciclo delle Province Sabaude e altre imprese
B. Cacciotti, Casale Valerano. Villa di Claudio Valerio Temples of Minerva Medica, Fortuna virgo and Dea Agosti, Milano 2015 (I ed. 1965), pp. 237-289. nuovo mondo, a cura di G. Antei, Parma 2015, pp. 179- per gli appartamenti dei sovrani (1734-1766), in Palazzo per Carlo Emanuele I in Scambi artistici tra Torino e
Eliano, in Pirro Ligorio. Erme del Lazio e della Campania, Syria, and the Horti of Maecenas, Roma 2014. G. Agosti e J. Stoppa, Serodine nel Ticino, catalogo 203. Reale a Torino. Allestire gli appartamenti dei sovrani Milano Milano in c.d.s.
a cura di B. Palma Venetucci, Roma 2014, pp. 69-77. I. Manfredini, Identità storica e progettualità ideologica della mostra a Rancate (Mendrisio), Milano 2015. R.J.M. Olson, Les desseins d’oiseaux de Pierre Eskrich & (1658-1766), a cura di G. Dardanello, Brezzo di Bedero M.B. Failla, La fortuna dei lombardi negli acquisti e
C. Cairati, Regesto dei documenti in Bernardino Luini e nell’età di Emanuele Filiberto e nei primi anni di Carlo Arte transparente. La talla del cristal en el Renacimiento C.ie et la question des échanges entre Genève et Lyon, in 2016, pp. 171-177. nelle committenze di Vittorio Amedeo I per il Palazzo di
i suoi figli, catalogo della mostra, a cura di G. Agosti e Emanuele I, in Stato sabaudo e Sacro Romano Impero, a milanés, catalogo della mostra, a cura di L. Arbeteta Lyon renaissance 2015, pp. 88-97. U.B. Leu, Conrad Gessner (1516–1565): Universalgelehrter San Giovanni, in Scambi artistici tra Torino e Milano
J. Stoppa, Milano 2014 (ed. rivista e corretta). cura di M. Bellabarba e A. Merlotti, Bologna, 2014, pp. Mira, Madrid 2015. G. Porzio, A Rediscovered Concert, the Master of the In- und Naturforscher der Renaissance, Zurigo 2016. Milano in c.d.s.
S. Castronovo, Smalti di Limoges del XIII secolo. Collezioni 233-250. M. Barbanera, Storia dell’archeologia classica in Italia: credulity of Saint Thomas and Jean Ducamps. Un concerto A. Merlotti, Storia e leggenda: origini e antichità di una M. Giuliani, Gli Este di San Martino e la diplomazia del
del Museo Civico d’Arte Antica di Torino, Savigliano 2014. P. Marini, I Bassano veronesi, in Jacopo Bassano, i figli, dal 1764 ai giorni nostri, Bari 2015. ritrovato, il maestro dell’incredulità di san Tommaso e dinastia, in Piemonte bonnes nouvelles 2016, pp. 1-4. lusso fra Milano e Torino (circa 1570-1590), in Scambi
P. Cornaglia, Christine de France et Victor-Amédèe Ier, la scuola, l’eredità, atti del convegno internazionale di E. Bassani, Gli avori afro-portoghesi, in Africa 2015, pp. Jean Ducamps, Firenze 2015. Orazio Gentileschi. Regola e natura, catalogo della artistici tra Torino e Milano in c.d.s.
couple princier et ducal: les appartements au Palazzo studio (Bassano del Grappa, Padova 2001), a cura di 142-149. Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico, catalogo mostra, a cura di M.R. Valazzi e A. Vastano, Urbino M. Pavesi, Giovanni Ambrogio Figino alla corte di Carlo
Vecchio de Turin (1620-1637), in De Paris à Turin. G. Ericani, Bassano del Grappa 2014, 1, pp. 83-99. G.L. Bovenzi, Pittori per ricamatori in Italia, in Il Seicento della mostra, a cura di J.M. Daehner e K. Lapatin, 2016. Emanuele I di Savoia in Scambi artistici tra Torino e
Christine de France Duchesse de Savoie, a cura di G. F. Micallef, Un désordre européen. La compétition inter- a Ricamo. Dipingere con l’ago stendardi, drappi da arredo, Firenze 2015. Orlando Furioso 500 anni. Cosa vedeva Ariosto quando Milano Milano in c.d.s.
Ferretti, Parigi 2014, pp. 285-300. nationale autour des «affaires de Provence» (1580-1598), paramenti liturgici, a cura di F. Fiori, M. Accornero V. Pugliano, Ulisse Aldrovandi’s color sensibility : natural chiudeva gli occhi, catalogo della mostra, a cura di G. Scambi artistici tra Torino e Milano, 1580-1714, atti del
A. Corso, The Art of Praxiteles V. The last years of the Paris 2014. Zanetta e M.L. Ferrari, Novara, 2015, pp. 8-17. history, language and the lay color practices of Renaissance Beltramini e A. Tura, Ferrara 2016. convegno (Torino 2015), a cura di A. Morandotti e G.
Sculptor (around 340 to 326 BC), Roma 2014. La peinture en Lombardie au XVII siècle: la violence des A. Bovero, D. Castelli, C. Comina, A. Filipello, V. Galizzi, Virtuosi, in “Early science and medicine”, 20, 2015, pp. G. Pantò, Mostra “Iside a Torino. La fortuna di un culto Spione, Milano in c.d.s.
E. Culasso Gastaldi, Epigrafi, falsi e falsari tra antichità passions et l’idéal de beauté, sous la direction de F. L. Porcu e M. Nervo, Multidiscilpinary non-invasive 358-395. misterico”, in “Quaderni della Soprintendenza Archeo- A. Squizzato Tra Carlo Emanuele I di Savoia (1562-
e rinascimento. Riflessioni intorno all’erma di Menandro, Frangi et A. Morandotti, Cinisello Balsamo 2014. approach for the reassembling of two fragmented Roman T. Rago, Calzettiana tarda. I bronzetti della bottega ra- logica del Piemonte”, 31, 2016, pp. 191-192. 1630) e Federico Borromeo (1564-1631), note di circola-
in “Historikà”, 4, 2014, pp. 165-195. Pirro Ligorio. Erme del Lazio e della Campania, a cura Statues, in Near surface Geoscienze, preatti del convegno vennate di Severo Calzetta del Museo Nazionale del Piemonte bonnes nouvelles. Testimonianze di storia zione artistica e culturale, in Scambi artistici tra Torino
T. Dalla Costa, Paolo Veronese e la bottega. Le botteghe di B. Palma Venetucci, Roma 2014. (Torino 2015), 2015. (cit. Bovero et al. 2015) Bargello e del museo Stefano Bardini a Firenze, in “Pro- sabauda nei fondi della Biblioteca Nazionale Universitaria e Milano Milano in c.d.s.
dei Caliari, in Paolo Veronese. L’illusione della realtà, P. Plebani, Le Seicento lombardo entre littérature S. Brunet, La conjuration d’Amboise (16 mar 1590). porzioni”, XI-XII, 2010-2011 (2015), pp. 5-38. di Torino nel 600° anniversario del Ducato di Savoia,
catalogo della mostra a Verona, a cura di B. Aikema e artistique et collectionnisme (XVIIe-XIXe siècles), in La Emmanuel-Philibert de Savoie et Genève, in La Maison A.M. Riccomini, Su un ritratto tardo-ellenistico a Torino: catalogo della mostra, a cura di F. Porticelli, A. Merlotti
P. Rossi, Milano 2014, pp. 314-325. peinture en Lombardie 2014, pp. 209-227. de Savoie et les Alpes: emprise, innovation, identification il Pompeo Magno dei Savoia?, in “Bollettino d’Arte”, e G. Mola di Nomaglio, Torino 2016.
S. De Maria e M. Parada López, Antonio Agustín, L. Principi, Un rilievo di Pietro Paolo Olivieri con la XVe-XIXe siècle, a cura di S. Gal e L. Perillat, Chambéry VII, 25, 2015, pp. 27-34. D. Platania, Una fonte per la committenza del canonico
Bologna e l’antiquaria del Cinquecento, in L’impero e le Creazione di Eva e appunti sul leonardismo a Roma alla 2015, pp. 293-327. D. Thornton, A Rothschild Renaissance. Treasures from Jean Rosset d’Ollomont: il testamento, in Il chiostro della
Hispaniae da Traiano a Carlo V. Classicismo e potere fine del Cinquecento, in “Commentari d’arte”, XX, 58- Carlo Promis e Theodor Mommsen: cacciatori di Pietre the Waddesdon Bequest, London 2015. cattedrale di Aosta dal XV al XIX secolo, a cura di R.
nell’arte spagnola, Bologna 2014, pp. 331-355. 59, 2014, pp. 61-77. fra Torino e Berlino, catalogo della mostra, a cura di S. P. Vanoli, Il ‘libro di lettere’ di Girolamo Borsieri. Arte Dal Tio, Aosta 2016, pp. 28-58.
M. Dezzi Baldeschi, Sette maestri (più uno) per un A. Ranaldi, Le erme di Ippolito II d’Este. Pirro Ligorio: Giorcelli Bersani, Torino 2015. antica e moderna nella Lombardia di primo Seicento, L. Porcu, N. Amapane, C. Comina, G. Girando, T. Ca-
nuovo abbecedario minimo per il futuro del restauro, in «in sembianze e in parole», le erme e la biblioteca di P. Delsaerdt, À l’ombre de l’Ambrosienne. Les débuts de Milano 2015. valieri e L. Ghedin, The re-assembly of a de-restored
“Ananke”, 71, 2014, pp. 4-5. Alfonso II d’Este a Ferrara, in Erme e antichità del la Bibliothèque publique d’Anvers en 1608 et 1609, in statue: the difficult bilance between fruition and conser-
A. Donati, Paris Bordone. Catalogo ragionato, Soncino Museo Nazionale di Ravenna, a cura di A. Ranaldi, Les Labyrinthes de l’esprit. Collections et bibliothèques à 2016 vation, in Eresia e ortodossia nel restauro. Progetti e rea-
2014. Milano 2014, pp. 51-65. la Renaissance, sous la direction de R. Gorris Camos et Avori medievali. Collezioni del Museo Civico d’Arte lizzazioni, 32° convegno internazionale Scienza e Beni
M.B. Failla, Les commandes de Christine et Victor- A.M. Riccomini, Sui “Rilievi di Avigliana” al Museo di A. Vanautgaerden, Genève 2015, pp. 3-23. Antica, a cura di S. Castronovo, F. Crivello e M. Tomasi, culturali, Bressanone 2016, pp. 481-489. (cit. Porcu et
Amédèe pour la renovation des palais ducaux, in De Antichità di Torino, in “Quaderni della Soprintendenza L’Età dell’angoscia, catalogo della mostra, a cura di L. Savigliano 2016. al. 2016)
Paris à Turin. Christine de France Duchesse de Savoie, a Archeologica del Piemonte”, 29, 2014, pp. 43-50. La Rocca e C. Parisi Presicce, Roma 2015. M.S. Bolzoni, Connoiseurship e disegno: il caso della A.M. Riccomini, Su alcuni busti antichi e ‘all’antica’ nel
cura di G. Ferretti, Parigi 2014, pp. 157-165. La Sabauda in tour per le città. Proiezioni, esperimenti e C.T. Gallori e G. Wolf, Tre serpi, tre vedove e alcune “compagnia” di Giuseppe Cesari d’Arpino, in Il metodo Castello di Racconigi, in “Quaderni della Soprintendenza
M. Falomir Faus e A. González Mozo, Aspetti tecnici verifiche sul territorio, catalogo della mostra, a cura di piante : i disegni “inimitabili” di Jacopo Ligozzi e le loro del conoscitore. Approcci, limiti, prospettive, atti del con- Archeologica del Piemonte”, 31, 2016, pp. 141-150.
delle opere dei Bassano presso il Museo Nacional del E. Gabrielli, Firenze 2014. copie o traduzioni tra i progetti di Ulisse Aldrovandi e le vegno (Roma 2015), a cura di S. Albl e A. Aggujaro, (cit. 2016a)
Prado, in Jacopo Bassano, i figli, la scuola, l’eredità, atti R. Sacchi, Confronti spagnoli (visti da Milano), in La pietre dure, in “Mitteilungen des Kunsthistorischen In- Roma 2016, in c.d.s. A.M. Riccomini, Su una statua di erote dormiente a
del convegno internazionale di studio (Bassano del Tribuna del Principe: storia, contesto, restauro, atti del stitutes in Florenz”, 57, II, 2015, pp. 211-251. H. Bredekamp, Nostalgia dell’antico e fascino della mac- Torino: la ‘fortuna’ dimenticata di un marmo antico, in
Grappa, Padova 2001), a cura di G. Ericani, Bassano convegno internazionale a cura di A. Natali, A. Nova e M. Lezowski, L’Abrégé du monde. Une historie de la bi- china. La storia della Kunstkammer e il futuro della “Rivista di Archeologia”, 40, 2016, in c.d.s. (cit. 2016b)
del Grappa 2014, 3, pp. 767-777. M. Rossi, Firenze 2014, pp. 261-267. bliothèque Ambrosienne (v. 1590-v. 1660), Paris 2015. storia dell’arte, Milano 2016 (I ed. 1996). A.M. Riccomini, Un Laocoonte di bronzo dalla Galleria
A. Fendt, Il de-restauro delle antiche statue marmoree F. Tixier, La monstrance euchatistique. XIIIe-XVIe siècle, Lyon Renaissance Arts et Humanisme, sous le direction H. Bredekamp, The Lure of Antiquity and the Cult of di Carlo Emanuele I di Savoia, in “Rendiconti dell’Ac-
dei musei tedeschi nel XIX e XX secolo, in La cultura del Rennes 2014. de S. Ramond et L. Virassamynaïken, Lyon 2015. the Machine. The Kunstkammer and the Evolution of cademia Nazionale dei Lincei. Classe di Scienze morali,
restauro. Modelli di ricezione per la museologia e la G. Tosi, Della vita d’Emmanuel Filiberto, 1596, ed. a P. Mason, André Thevet, Pierre Belon and Americana in Nature, Art and Technology, Princeton 2016 (ed. originale storiche e filologiche”, IX, 27, 3-4, 2016, in c.d.s. (cit.
storia dell’arte, atti del convegno (Roma 2013), a cura cura di G. Olivero, I-II, Torino 2014. the embroideries of Mary Queen of Scots, in “Journal of Berlin 1993). 2016c)
di M.B. Failla, Roma 2014, pp. 173-183. Le Trésor de l’abbaye de Saint-Maurice d’Agaune, catalogo the Warburg and Courtauld Institutes”, 78, 2015, pp. Caravaggio and the painters of the North, catalogo della G. Saroni, Avori tardoantichi e medievali nei territori
M.T. Fiorio, Il monumento di Gaston de Foix, in Museo della mostra, a cura di É. Antoine-König, Parigi 2014. 207-221. mostra, a cura di G.J. van der Sman, Madrid 2016. dell’antico ducato sabaudo, in Avori medievali 2016, pp.
d’Arte Antica del Castello Sforzesco. Scultura lapidea, P. Venturoli, Il “gabinetto delle antichità” di sua maestà S. Mausoli, Caterina Cantoni e l’iconografia del drappo Carlo e Amedeo di Castellamonte 1571-1683, Ingegneri 23-57.
III, Milano 2014, pp. 193-199. Carlo Alberto, in Il Medagliere di Palazzo Reale di Torino. di Torino: un’ipotesi interpretativa, in Il Seicento a e Architetti per i Duchi di Savoia, atti del convegno (Ve- Spiritelli, amorini, genietti e Cherubini. Allegorie e de-
C. Garrido, Jacopo Bassano, la Fucina di Vulcano. Le Storia e restauro della sala e delle collezioni, a cura di A. Ricamo. Dipingere con l’ago stendardi, drappi da arredo, naria, Torino 2013), a cura di A. Merlotti, Roma 2016. corazioni di putti dal Barocco al Neoclassico, catalogo
risorse tecniche della pittura veneta e la loro ripercussione Guerrini, “Bollettino d’arte”, volume speciale, 2013 paramenti liturgici, a cura di F. Fiori, M. Accornero Za- S. Castronovo, Gli avori del Museo Civico d’Arte Antica. della mostra, a cura di V. Natale, Torino 2016.
su quella spagnola, in Jacopo Bassano, i figli, la scuola, (2014), pp. 85-90. netta e M.L. Ferrari, Novara 2015, pp. 18-35. Storia della collezione, in Avori medievali 2016, pp. 11- M. Tomasi, L’età gotica, in Avori medievali 2016, pp.
l’eredità, atti del convegno internazionale di studio P. Williamson e G. Davies, Medieval Ivory Carvings. Milano, l’Ambrosiana e la conoscenza dei nuovi mondo 22. (cit. 2016a) 93-149. (cit. 2016a)
(Bassano del Grappa, Padova 2001), a cura di G. 1200-1550, I-II, London 2014. (secoli XVII-XVIII), a cura di M. Catto e G. Signorotto, S. Castronovo, Orfèvreries mosanes et septentrionales M. Tomasi, La bottega degli Embriachi e gli oggetti in
Ericani, Bassano del Grappa 2014, 3, pp. 778-785. M. Zavattaro, Africa, in Il Museo di Storia naturale del- Studia Borromaica 28, Milano 2015. en Piémont, Vallée d’Aoste et Savoie, in Orfèvrerie legno e osso in Italia tra Tre e Quattrocento, in Avori
C. Geddo, Leonardeschi tra Lombardia ed Europa, in l’Università degli Studi di Firenze, V, Le collezioni antro- A. Morandotti, Natura morta lombarda (e piemontese) mosane, XIIe et XIIIe siècles. L’œuvre de la Meuse, atti medievali 2016, pp. 151-207. (cit. 2016b)
Lombardia ed Europa. Incroci di storia e cultura, a cura pologiche ed etnologiche, a cura di J. Moggi Cecchi e R. delle origini. Alcuni spunti nella Fototeca Zeri, in La del convegno (Liège 2014), sous la direction de P. Valentin de Boulogne. Beyond Caravaggio, a cura di A.
di D. Zardin, Milano 2014. Stanyon, Firenze 2014, pp. 49-61. natura morta di Federico Zeri, a cura di A. Bacchi, F. George, Liège 2016, pp. 85-108. (cit. 2016b) Lemoyne, K. Christiansen, New York 2016.
S. Giorcelli Bersani, Torino “capitale degli studi seri”. Mambelli ed E. Sambo, Bologna 2015, pp. 55-69. Emanuele d’Azeglio. Il collezionismo come passione. Dal S. Zanuso, Intagli e arti plastiche nella Milano dell’età
Carteggio Theodor Mommsen-Carlo Promis, Torino 2014-2015 R. Morselli, Collezionismo, mercato e allestimento: i Burlington Club di Londra al Museo Civico di Torino, del Manierismo: cristalli, pietre dure medaglie e monete,
2014. G. Romano, Disegni del Moncalvo per il casino del Vi- “naturalia” di casa Gonzaga tra modernità e contempo- catalogo della mostra, a cura di C. Maritano, Cinisello in Fatto in Italia, catalogo della mostra a Venaria Reale,
R. Gorris Camos, Principessa di potere, principessa di boccone, in “Palazzo Madama. Studi e notizie”, IV, 3, raneità, in “Nuove Alleanze Diritto ed Economia della Balsamo 2016. a cura di A. Guerrini, Milano 2016, pp. 99-115.
sapere. Margherita di Francia, duchessa di Savoia, e i 2014-2015, pp. 16-21. Cultura e dell’Arte”, supplemento ad “Arte e Critica”, M.B. Failla e P. Cornaglia, Il palazzo di San Giovanni
suoi libri (1523-1574), Torino 2014. 80/81, 2015, pp. 54-59. per i duchi Vittorio Amedeo di Savoia e Cristina di In corso di stampa
I Greci a Torino. Storie di collezionismo epigrafico, 2015 Nuova luce sull’Armeria Reale di Torino. La collezione Francia, in Carlo e Amedeo di Castellamonte 2016, pp. G. Bovenzi, Ricami e ricamatori fra Torino e Milano nel
catalogo della mostra, a cura di E. Culasso Gastaldi e Africa. La terra degli spiriti, catalogo della mostra, a Sanquirico, catalogo della mostra a Torino, a cura di 97-115. Seicento, in Scambi artistici tra Torino e Milano Milano
G. Pantò, Torino 2014. cura di C. Zevi e G. Pezzolli, Milano 2015. M. Epifani e A. Griseri, Savigliano 2015. J. Ferdinand, From art to science: experiencing nature in in c.d.s.

406 407
Finito di stampare nel mese di dicembre 2016
da Grafiche G7 Sas, Savignone (Ge)
per Sagep Editori Srl, Genova

Potrebbero piacerti anche