Sei sulla pagina 1di 162

TATTICA

ANALISI TATTICA
DEL MANCHESTER CITY
STUDIO E APPROFONDIMENTO DELLE
SITUAZIONI TATTICHE OFFENSIVE
E DIFENSIVE CON 30 ESERCITAZIONI
PROPEDEUTICHE AI PRINCIPI DI GIOCO

www. youc oac h. it


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Collana “Tattica”, 12

C Copyright 2018 YouCoach srl – Tutti i diritti riservati


www.youcoach.it
Progetto editoriale: YouCoach
Impaginazione e grafica: Marta Bianchi
Foto di copertina: Brad Tutterow (Flickr.com) con licenza Creative Commons
https://www.flickr.com/photos/fivetilnoon/36593750266
È vietata la riproduzione o la trasmissione, anche parziale, dal materialee grafico e testuale contenuto in questo scritto.
È altresì vietata ai terzi, in qualsiasi forma o con qualunque mezzo, l’alterazione o la distribuzione dal materialee.
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

INDICE
YouCoach.it. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6

Autori. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8

Introduzione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9

Analisi tattica del Manchester City. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13

Capitolo 1: Analisi tecnico-tattica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15

1.1 I principi di gioco analizzati: quali e perché . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15

Capitolo 2: Presentazione delle squadre . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17

2.1 La rosa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17

2.2 Completano la rosa. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50

2.3 I giovani . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50

2.4 Lo staff. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51

2.5 Dati statistici di squadra per l'annata 2017-2018. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52

2.6 Statistiche per giocatore per l'annata 2017-2018 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 54

Capitolo 3: Fase offensiva. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57

3.1 Costruzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57

3.2 Manovra. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 62

3.3 Rifinitura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 65

3.4 Conclusione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 73

3.5 Distribuzione e tipologia gol - assist - rigori per giocatore


per l'annata 2017-2018 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75

3.6 Piazzati offensivi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79

Capitolo 4: Fase difensiva. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 85

Capitolo 5: Proposte di esercitazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 99


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

1. Rueda de pases: anticipo e smarcamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 100

2. Rueda de pases: ricerca del terzo uomo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102

3. Torello 5 contro 1 all'interno di un quadrato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 104

4. Posizionamento in base al pallone . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 106

5. Possesso palla: punto dopo passaggio nella porticina . . . . . . . . . . . . . . . . . 108

6. Momenti di copertura difensivi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 110

7. 2 contro 1: possesso palla e reazione alle transizioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . 112

8. Possesso palla 5 contro 5: dentro-fuori. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 114

9. Possesso palla 6 contro 3: riempiamo il rettangolo centrale . . . . . . . . . . . 116

10. Possesso palla 6 contro 4: attacco della profondità. . . . . . . . . . . . . . . . . . . 118

11. 2 contro 2 con 2 sponde per squadra. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 120

12. 2 contro 2 con 2 sponde per squadra + 2 jolly in settori opposti . . . . . . 122

13. 4 contro 4 + 2 esterni per squadra: creazione/ricerca di spazi utili. . . . 124

14. Possesso palla 4 contro 4 + 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 126

15. 5 contro 5 + jolly: profondità o sostegno. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 128

16. 5 contro 4: ricerca dello spazio in profondità. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 130

17. Possesso palla + inserimento di una seconda linea. . . . . . . . . . . . . . . . . . . 132

18. Attacco contro difesa: taglio e filtrante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 134

19. Situazioni offensive: attaccare lo spazio liberato dal compagno. . . . . . 136

20. 4 contro 4 + esterni: verticalizzazione o sovrapposizione. . . . . . . . . . . . . 138

21. Finalizzazione diretta o ricerca del terzo uomo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 140

22. 7 + portiere contro 4: costruzione dal basso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 142

23. Partita a tema 4 contro 4: portiere uomo in più . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 144

24. 8 contro 8 + portieri: atteggiamento offensivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 146

25. 7 contro 7: costruzione - sviluppo - azione da gol. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 148

26. 11 contro 11: costruzione - sviluppo - azione da gol . . . . . . . . . . . . . . . . . . 150

27. Bucket ball . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 152


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

28. Tenendoci per mano. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 154

29. Fai centro e scatta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 156

30. Centra la ruota . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 158

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

YOUCOACH.IT

Ricerca, studio, confronto: questo sta alla base di YouCoach, un sito creato da allena-
tori per allenatori con lo scopo di fornire gli strumenti migliori per allenare la propria
squadra. YouCoach è la guida online per gli allenatori di calcio: il sito offre oltre 1500
esercizi, allenamenti psicocinetici, situazioni semplificate, giochi semplificati, partite
a tema, giochi condizionati, e-book e approfondimenti con la collaborazione di alle-
natori esperti e preparati, aperti alla condivisione di idae e al miglioramento continuo.
YouCoach.it offre la possibilità di leggere e condividare gli articoli dai nostri collabo-
ratori (allenatori, osservatori, nutrizionisti, psicologi e preparatori atletici) diretta-
mente dal web e su qualsiasi dispositivo mobile grazie a contenuti semplici, imme-
diati e fruibili ovunque e in qualunque momento.
La presenza di YouCoach sui maggiori social network permette inoltre di commen-
tare e condividare gli articoli proposti: YouCoach è su Facebook, Twitter, Google+,
YouTube e LinkedIn.
Non sempre un allenatore ha gli strumenti e il tempo per pianificare e monitorare al
meglio la stagione calcistica: per questo il team di YouCoach ha creato YouCoachApp,
l’applicazione web che permette di creare, salvare e monitorare ogni allenamento
dall’intera stagione usufruendo di un ampio database di esercitazioni suddivise per
categoria e obiettivi e ordinate per livello di difficoltà. Iscriviti ora a YouCoach e pro-
va subito a creare il tuo programma di allenamenti con YouCoachApp!

You read, You share, YouCoach!

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Il Manchester City di Pep Guardiola / 7


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

AUTORI

YouCoach ha creato al suo interno uno staff tecnico composto da allenatori, preparatori
atletici, preparatori dei portieri, psicologi e dirigenti che lavorano in società professioni-
stiche e dilettantistiche. Grazie alle molteplici esperienze che permettono approcci con
punti di vista differenti, cerchiamo di fornire spunti pratici e operativi supportati anche
da riflessioni teoriche per cercare di condividere un pensiero, certi di non avere la verità
in mano ma di contribuire allo sviluppo e all’evolversi delle metodologie legate al calcio.
Il nostro punto di vista spazia dalle categorie dell’attività di base fino al mondo degli
adulti, con l’intento di unire gli aspetti tecnico-tattici a quelli fisico-mentali considerando
l’atleta come calciatore nella sua totalità.
Lo staff di YouCoach è in continua evoluzione e cresce anche grazie ai nostri lettori che
si propongono di partecipare allo studio, portando idee nuove con l’obiettivo di fornire
un servizio sempre più vicino alle esigenze pratiche dell’allenatore moderno. Esperienze
trasversali, disponibilità al confronto e apertura sono i principi su cui si fonda il nostro
team, che vuole guardare avanti studiando il presente e il passato per non perdere nes-
sun tassello nel vasto mondo del calcio.

8 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

INTRODUZIONE

La stagione di Premier League 2017-2018 ha visto il Manchester City dominatore assoluto,


comandando la classifica sin dalle prime giornate e già al giro di boa con un vantaggio conside-
revole rispetto alle dirette concorrenti (Manchester United, Tottenham, Liverpool e Chelsea).
Sembrava una stagione trionfale su tutti i fronti, ma in Champions League si è registrata l’u-
scita dalla competizione già ai quarti di finale, mentre molti addetti ai lavori davano il City come
sicuro protagonista. L’ostacolo insormontabile, in Champions, si è rivelato essere il Liverpool
di Jurgen Klopp: l’istrionico tecnico tedesco è la vera bestia nera di Pep Guardiola sin dai tempi
della sua avventura alla guida del Bayern: anche in questa stagione, con i suoi Reds, è riuscito a
imbrigliare il gioco del City, sia in Premier che in Champions. Nelle altre competizioni nazionali,
FA Cup ed EFL Cup, i risultati del City di Guardiola non sono stati positivi.
In questa analisi approfondiremo i vari principi di gioco utilizzati dalla squadra di Guardiola,
attraverso le prestazioni dei protagonisti in campo in Premier League e in Champions Lea-
gue, trattandosi di una squadra dalle molte risorse e dalle molte idee sviluppate nelle varie
fasi della stagione.
È impossibile, comunque, analizzare una squadra senza definire le caratteristiche del suo
allenatore: Pep Guardiola si dimostra persona molto intelligente e curiosa, appassionato
studioso di arte, scienza, filosofia e politica, naturalmente con il pallone sempre protagoni-
sta principale. Il tecnico catalano ha da sempre imposto un modello rivoluzionario di calcio
basato sulla bellezza, ispirandosi al calcio di Cruyff, suo maestro dentro e fuori dal campo, e
di Rinus Michels, a sua volta Guru di Cruyff; propone uno stile basato su di un calcio d’avan-
guardia, il celebre Calcio Totale dell’Ajax e della nazionale Olandese degli anni Settanta, che
si basava sulla ricerca e sull’occupazione dello spazio sul terreno di gioco come idea chiave,
con giocatori intercambiabili, mescolando libertà e ordine: un calcio giocato col cervello pri-
ma ancora che con gambe e piedi. Arrigo Sacchi ha definito il calcio di Guardiola come arte e
musica: le sue squadre, secondo Sacchi, hanno sempre uno stile inconfondibile e il tecnico
catalano vince a prescindere dal risultato finale della partita.
La prima stagione inglese si è rivelata abbastanza difficoltosa: non è stato semplice por-
tare una nuova mentalità rivoluzionaria in un ambiente sicuramente molto tradizionalista.
In questa seconda stagione al Manchester City, invece, Guardiola è riuscito a far rendere
al meglio la rosa a sua disposizione, una rosa sicuramente di grande qualità: risulta infatti
evidente come la squadra sia stata plasmata alla perfezione tramite idee tattiche e menta-
lità dell’allenatore, che ha saputo sfruttare al meglio le caratteristiche dei propri giocatori.

Il Manchester City di Pep Guardiola / 9


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

L’obiettivo è generare spazi laddove apparentemente non ce ne sono, operare un impo-


nente possesso palla grazie a movimenti (almeno apparentemente) poco codificati, spesso
improvvisi e imprevedibili, ricercati da giocatori sempre pensanti (Tutti sanno fare tutto), il
tutto alternando la massima velocità alla capacità di addormentare il gioco e di rallentare il
ritmo per poi colpire l’avversario quando meno se lo aspetta. Questo è frutto di duro lavoro
e di interminabili sedute sul campo e si basa su di una grandissima preparazione personale,
frutto di uno studio continuo, tanto della propria squadra quanto degli avversari.
In Guardiola troviamo una ricerca costante della perfezione assoluta e del controllo totale
sulla partita. Analizzando il Manchester City come creazione di Pep Guardiola, risulta diffi-
cile specificare la disposizione in campo con un sistema numerico, come invece si riesce a
fare per quasi tutte le altre squadre. Andando nello specifico, la disposizione che maggior-
mente possiamo osservare in fase offensiva è un 1-3-2-5, mentre nella fase difensiva si
vede spesso un 1-4-1-4-1, ma, come già detto, stando alle caratteristiche dell’allenatore
in questione potremmo azzardare diversi altri moduli, operazione che alla fine rischierebbe
di generare ulteriore confusione. La caratteristica principale di Guardiola è quella di cercare
di occupare più spazi possibili con il gioco di posizione, tenendo la squadra stretta e corta
(larga), attraverso un imponente possesso palla e il tentativo pressoché ininterrotto di re-
cupero della stessa nel minor tempo possibile, grazie a un forte pressing soprattutto nella
zona offensiva.
Per nostra comodità, anche per analizzare con meno confusione le varie fasi di gioco del
City, utilizzeremo come riferimento principale il modulo 1-4-3-3, grazie al quale possiamo
visualizzare una migliore definizione dei ruoli.

10 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

ANALISI TATTICA
DEL MANCHESTER CITY
STUDIO E APPROFONDIMENTO DELLE
SITUAZIONI TATTICHE OFFENSIVE E DIFENSIVE
CON 30 ESERCITAZIONI PROPEDEUTICHE
AI PRINCIPI DI GIOCO

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CAPITOLO 1

ANALISI TECNICO -
TATTICA

1.1 - I PRINCIPI DI GIOCO ANALIZZATI:


QUALI E PERCHÉ

I principi che andremo ad analizzare sono:


1. Gioco di posizione:
• ampiezza;
• profondità;
• creazione di triangoli.
2. Superiorità numerica:
• 5 contro 4;
• portiere uomo in più.
3. Possesso palla:
• rapidità di esecuzione;
• gestione del ritmo delle giocate.
4. Alternanza:
• gestione dell’ampiezza.
5. Riconquista immediata e alta.
Obiettivo principale del gioco del Manchester City sembra essere quello di creare
squilibrio negli avversari in maniera ragionata e codificata per superarne facilmente
le linee difensive, utilizzando diversi principi di gioco, alternandoli in base alle situa-
zioni che si vengono a creare e al tipo di gioco degli avversari. Mai nulla di troppo
codificato: si lascia sempre e comunque molta libertà alle caratteristiche e all’intel-
ligenza di ogni singolo giocatore.
Il primo principio di gioco da analizzare è il gioco di posizione, non così semplice o im-
mediato da applicare ma, da quel che raccontano i risultati, molto redditizio. La base
di partenza è la ricerca della superiorità numerica oltre le linee di pressione avversarie.
Il gioco di posizione viene attuato con una serie di movimenti mediamente codificati

Il Manchester City di Pep Guardiola / 15


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

ma espressi nella loro forma più redditizia, lasciando molta libertà all’interpretazione
e alle caratteristiche tecnico-fisiche dei singoli. Si è notato, infatti, un grande miglio-
ramento nella qualità delle giocate da parte di interpreti che in altre situazioni non
riuscivano a esprimersi, forse perché coinvolti in un tatticismo eccessivo.
La prima ricerca di superiorità numerica si ha con l’utilizzo del portiere come vero
e proprio undicesimo uomo partecipante alla manovra di costruzione, con un posi-
zionamento solitamente piuttosto avanzato, così da poter partecipare attivamente
anche alla fase difensiva. In ogni zona del campo diventa fondamentale il possesso
palla sin dalla costruzione bassa, procedendo con una serie di passaggi, solitamente
di prima intenzione; il ritmo delle giocate dipende dalla pressione degli avversari (si
gioca di prima quando è necessario mentre si controlla la palla se non si è attaccati,
proprio per attirare un avversario). È un possesso-palla tendente a creare un domi-
nio di gioco capace, possibilmente, di arrivare alla conclusione dell’azione di attacco.
Naturalmente la costruzione per la finalizzazione si gioca in tempi strettissimi, sen-
za creare riferimenti per gli avversari, con una ricerca continua del movimento negli
spazi tra le linee avversarie.
È fondamentale la rapidità di esecuzione per creare spazi di gioco, in modo che l’av-
versario trovi molta difficoltà a coprirli, per questo è condizione primaria la grande
tecnica di base degli interpreti, che hanno contestualmente acquisito un’elevata
qualità nei movimenti atti alla ricerca e alla creazione continua degli spazi. La tecni-
ca di base è importante anche da parte del portiere che, come abbiamo detto, entra
in prima persona nella costruzione dal basso. Tipico e costante è poi l’abbassamen-
to del play sulla linea dei difensori per cercare la prima costruzione, mentre quando
il terzino si alza sulla linea del play questo non avviene.
Tutti gli undici calciatori, indipendentemente dal ruolo, si dimostrano attivi e sempre
propositivi per quanto riguarda sia la fase offensiva (alternando giocate orizzontali a
rapide verticalizzazioni) sia per la fase difensiva, dove anche gli attaccanti si sacrifi-
cano nel pressing aggressivo e, quindi, in marcatura degli avversari più vicini. In ogni
caso la squadra è molto abile anche quando deve addormentare il gioco per man-
tenere il risultato di vantaggio acquisito: qui, grazie all’elevata qualità tecnica dei
giocatori, può iniziare un lungo possesso palla finalizzato all’abbassamento dei ritmi
e dei tempi di gioco, grazie anche al posizionamento di chi non è in possesso palla
che crea, con i propri movimenti, almeno due soluzioni di scarico sempre possibili (il
celebre tiki-taka, caratterizzato da possesso basato su triangolazioni continue, con
passaggi corti uno-due).

16 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CAPITOLO 2

PRESENTAZIONE
DELLA ROSA

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


31
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

SANTANA DE MORAES EDERSON


RUOLO PORTIERE

DATA DI NASCITA 17/07/1993


NAZIONALITÀ Brasile
ALTEZZA 188 cm
PESO 80 kg
PIEDE destro

18 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Portiere molto abile con i piedi
• Risulta effettivamente uomo di
manovra nella fase di costruzione,
sia negli scambi brevi che nel lancio
lungo e preciso a cercare profondità
dei compagni
• Anche tra i pali risulta spesso
decisivo, con grande reattività e
attenzione su tiri sia dalla breve che
dalla lunga distanza
• Qualche incertezza nelle uscite alte
da cross e palle inattive
• Para rigori

VALUTAZIONI
TRA I PALI
USCITE BASSE
USCITE ALTE
GIOCATE DI PIEDE
PERSONALITÀ
DOMINIO AREA

Il Manchester City di Pep Guardiola / 19


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
5
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

STONES JOHN
RUOLO DIFENSORE

DATA DI NASCITA 24/05/1994


NAZIONALITÀ Inghilterra
ALTEZZA 188 cm
PESO 70 kg
PIEDE destro

20 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Difensore centrale destro
• Buona abilità nella manovra
• A volte soffre i contrasti di 1 contro 1
difensivi con palla a terra, mentre
di testa dimostra ottime capacità
difensive
• A volte poco concentrato nell’azione
di gioco

VALUTAZIONI
1 CONTRO 1 DIFENSIVO
COLPO DI TESTA
MARCATURA
ANTICIPO
LAVORO DI REPARTO
COSTRUZIONE
VERTICALIZZAZIONE

Il Manchester City di Pep Guardiola / 21


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
30
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

OTAMENDI NICOLÀS HERNÀN


RUOLO DIFENSORE

DATA DI NASCITA 12/02/1988


NAZIONALITÀ Argentina
ALTEZZA 183 cm
PESO 81 kg
PIEDE destro

22 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Difensore centrale sinistro
• Molto bravo nella costruzione
e spesso nella progressione palla
al piede
• Abile nelle chiusure difensive e nei
duelli 1 contro1
• Bene nei duelli aerei, risulta spesso
vincente
• Grande senso della posizione, riesce
a intercettare passaggi pericolosi e
filtranti degli avversari
• Sale in occasione di calci piazzati a
favore

VALUTAZIONI
1 CONTRO 1 DIFENSIVO
COLPO DI TESTA
MARCATURA
ANTICIPO
LAVORO DI REPARTO
COSTRUZIONE
VERTICALIZZAZIONE

Il Manchester City di Pep Guardiola / 23


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
4
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

KOMPANY VINCENT
RUOLO DIFENSORE

DATA DI NASCITA 10/04/1986


NAZIONALITÀ Belgio
ALTEZZA 193 cm
PESO 85 kg
PIEDE destro

24 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Difensore centrale destro, abile
nella costruzione della manovra e
nel giro palla
• Sfrutta molto la fisicità nel
contrastare gli avversari, risultando
spesso vincente
• Incisivo nei recuperi quando la
squadra lascia profondità agli
avversari, sfruttando le lunghe leve
effettua recuperi di palla importanti
• Un po’ falloso in alcune circostanze
• Sale in occasione di calci piazzati a
favore

VALUTAZIONI
1 CONTRO 1 DIFENSIVO
COLPO DI TESTA
MARCATURA
ANTICIPO
LAVORO DI REPARTO
COSTRUZIONE
VERTICALIZZAZIONE

Il Manchester City di Pep Guardiola / 25


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
2
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

WALKER KYLE
RUOLO DIFENSORE

DATA DI NASCITA 28/05/1990


NAZIONALITÀ Inghilterra
ALTEZZA 178 cm
PESO 70 kg
PIEDE destro

26 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Terzino destro non molto dotato
tecnicamente ma si disimpegna
sempre con intelligenza ed è abile
nella protezione della palla
• Molto veloce nella spinta in fascia che
conclude spesso con cross a centro
area, anche se non sempre precisi
• Diventa incisivo anche quando si
accentra per creare superiorità
nella zona centrale del campo,
permettendo inserimenti alle mezzali
• Abile nel gioco di testa
• Tiene sempre squadra stretta
avvicinandosi al centrale difensivo di
destra quando l’azione si sviluppa su
lato opposto, lasciando il lato debole

VALUTAZIONI
1 CONTRO 1 DIFENSIVO
COLPO DI TESTA
MARCATURA
ANTICIPO
LAVORO DI REPARTO
COSTRUZIONE
VERTICALIZZAZIONE

Il Manchester City di Pep Guardiola / 27


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
3
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DA SILVA DANILO LUIZ


RUOLO DIFENSORE

DATA DI NASCITA 15/07/1991


NAZIONALITÀ Brasile
ALTEZZA 184 cm
PESO 78 kg
PIEDE destro

28 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Terzino destro o sinistro, ma
utilizzabile anche in posizione di
esterno alto
• Ottimo nella fase difensiva, dove
riesce spesso a vincere contrasti
difensivi
• Dotato di discreta tecnica che gli
permette passaggi e giocate precise

VALUTAZIONI
1 CONTRO 1 DIFENSIVO
COLPO DI TESTA
MARCATURA
ANTICIPO
LAVORO DI REPARTO
COSTRUZIONE
VERTICALIZZAZIONE

Il Manchester City di Pep Guardiola / 29


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
25
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

ROSA FERNANDO LUIS (FERNANDINHO)


RUOLO CENTROCAMPISTA

DATA DI NASCITA 04/05/1985


NAZIONALITÀ Brasile
ALTEZZA 179 cm
PESO 67 kg
PIEDE destro

30 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Play
• Fondamentale nella costruzione del
gioco, sempre ben posizionato per
poter ricevere o, se pressato, nel
decentrarsi per lasciare spazi per
i compagni
• Si abbassa spesso sulla linea
dei difensori per poi innescare la
manovra
• Molto tecnico, esegue passaggi
sempre precisi, sia corti che lunghi,
con cambi di gioco sui piedi dei
compagni
• Abile nei duelli aerei
• Dotato di gran tiro dalla distanza

VALUTAZIONI
RIFINITURA
TIRO
VERTICALIZZAZIONE
1 CONTRO 1 OFFENSIVO
GIOCO AEREO
EQUILIBRIO DIFENSIVO
LAVORO SU TRAIETTORIE
DI PASSAGGI

Il Manchester City di Pep Guardiola / 31


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
8
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

GÜNDOĞAN İLKAY
RUOLO CENTROCAMPISTA

DATA DI NASCITA 24/10/1990


NAZIONALITÀ Germania
ALTEZZA 180 cm
PESO 80 kg
PIEDE destro

32 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Centrocampista centrale sia
avanzato che difensivo
• Molto mobile e dotato di ottimo
controllo di palla
• Abile nel dribbling e preciso nei
passaggi filtranti
• Pericoloso al tiro e intelligente nelle
finalizzazioni
• Molto attento a intervenire su
seconde palle o su palle vaganti in
fase di recupero

VALUTAZIONI
RIFINITURA
TIRO
VERTICALIZZAZIONE
1 CONTRO 1 OFFENSIVO
GIOCO AEREO
EQUILIBRIO DIFENSIVO
LAVORO SU TRAIETTORIE
DI PASSAGGI

Il Manchester City di Pep Guardiola / 33


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
18
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DELPH FABIAN
RUOLO CENTROCAMPISTA

DATA DI NASCITA 21/11/1989


NAZIONALITÀ Inghilterra
ALTEZZA 174 cm
PESO 60 kg
PIEDE sinistro

34 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Centrocampista solitamente adattato
a terzino sinistro
• Riesce a ricoprire bene il ruolo di
esterno basso anche perché nella
dinamica della squadra spesso si
accentra per creare superiorità
numerica e in copertura delle
mezzali che si inseriscono
• Fatica un po’, a volte, nei duelli
aerei ma con i piedi è quasi sempre
efficace nelle soluzioni di passaggio
e di protezione della palla
• Abile anche nel dribbling
• Chiude bene le diagonali difensive,
anche se a volte non è molto attento
alla fase di marcatura diretta
dell’avversario

VALUTAZIONI
1 CONTRO 1 DIFENSIVO
COLPO DI TESTA
MARCATURA
ANTICIPO
LAVORO DI REPARTO
COSTRUZIONE
VERTICALIZZAZIONE

Il Manchester City di Pep Guardiola / 35


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
17
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DE BRUYNE KEVIN
RUOLO CENTROCAMPISTA

DATA DI NASCITA 28/06/1991


NAZIONALITÀ Belgio
ALTEZZA 181 cm
PESO 68 kg
PIEDE destro

36 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Centrocampista completo molto
dinamico e tecnico, sempre attento
e concentrato nell’arco dei 90 minuti
di gioco
• Molto intelligente negli inserimenti
e negli scambi di posizione e di ruolo
• Svaria in tutte le zone del campo,
aiutando molto anche in fase difensiva
• Calcia palle inattive con ottime
parabole
• Abile nel dribbling stretto e in
velocità, elemento molto maturato
grazie ai principi di gioco e agli
insegnamenti tattici di Guardiola
• Molto continuo lungo tutto l’arco
della stagione, è sicuramente uno
dei migliori elementi della squadra

VALUTAZIONI
RIFINITURA
TIRO
VERTICALIZZAZIONE
1 CONTRO 1 OFFENSIVO
GIOCO AEREO
EQUILIBRIO DIFENSIVO
LAVORO SU TRAIETTORIE
DI PASSAGGI

Il Manchester City di Pep Guardiola / 37


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
21
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

JIMÉNEZ SILVA DAVID JOSUÉ


RUOLO CENTROCAMPISTA

DATA DI NASCITA 08/01/1986


NAZIONALITÀ Spagna
ALTEZZA 173 cm
PESO 67 kg
PIEDE sinistro

38 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Trequartista
• Nel modulo di gioco del City viene
impiegato solitamente come
mezzala destra o sinistra ma spazia
su tutto il fronte di attacco
• Regista avanzato che sa rientrare per
ricevere e finalizzare la manovra con
ottimo controllo di palla e capace di
passaggi filtranti o scambi uno-due
in velocità
• Si inserisce perfettamente negli
spazi eludendo i propri marcatori
• Bene anche quando si trova in
posizione di ala per arrivare al cross
• Aiuta poco nella fase difensiva e non
eccelle nei duelli difensivi 1 contro 1

VALUTAZIONI
RIFINITURA
TIRO
VERTICALIZZAZIONE
1 CONTRO 1 OFFENSIVO
FANTASIA
EQUILIBRIO DIFENSIVO

Il Manchester City di Pep Guardiola / 39


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
19
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

SANÉ LEROY
RUOLO ATTACCANTE

DATA DI NASCITA 11/01/1996


NAZIONALITÀ Germania
ALTEZZA 183 cm
PESO 75 kg
PIEDE sinistro

40 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Ala sinistra, dotato di grande velocità
• Buona tecnica di base, esegue ottimi
dribbling
• Efficace negli uno-due con i
compagni e dispensa parecchi assist
filtranti
• Nelle rotazioni si sposta su tutto il
fronte di attacco
• Qualche volta esagera nel dribbling
perdendo palla

VALUTAZIONI
PROFONDITÀ
SPONDA
PROTEZIONE DELLA
PALLA
1 CONTRO 1
SMARCAMENTO
RIPIEGAMENTO
CAPACITÀ REALIZZATIVA
ATTACCO PORTA

Il Manchester City di Pep Guardiola / 41


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
7
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

STERLING RAHEEM SHAQUILLE


RUOLO ATTACCANTE

DATA DI NASCITA 08/12/1994


NAZIONALITÀ Inghilterra
ALTEZZA 170 cm
PESO 69 kg
PIEDE destro

42 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Ala destra
• Ottima tecnica e grande dribbling
• Mette spesso in difficoltà le difese
avversarie con i tanti tagli verso la
zona centrale, a sfruttare gli spazi
• Bene negli scambi in velocità e negli
uno-due con i compagni
• Abile nella finalizzazione, arriva
spesso al tiro vicino alla porta e si
dimostra un buon realizzatore
• In fase difensiva non si dimostra
molto collaborativo

VALUTAZIONI
PROFONDITÀ
SPONDA
PROTEZIONE DELLA
PALLA
1 CONTRO 1
SMARCAMENTO
RIPIEGAMENTO
CAPACITÀ REALIZZATIVA
ATTACCO PORTA

Il Manchester City di Pep Guardiola / 43


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
20
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

VEIGA DE CARVALHO E SILVA BERNARDO MOTA


RUOLO ATTACCANTE

DATA DI NASCITA 10/08/1994


NAZIONALITÀ Portogallo
ALTEZZA 173 cm
PESO 74 kg
PIEDE sinistro

44 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Ala destra con grande capacità di
regìa e buon controllo di palla
• Abile nella finalizzazione e nei
passaggi chiave
• Buoni movimenti offensivi

VALUTAZIONI
PROFONDITÀ
SPONDA
PROTEZIONE DELLA
PALLA
1 CONTRO 1
SMARCAMENTO
RIPIEGAMENTO
CAPACITÀ REALIZZATIVA
ATTACCO PORTA

Il Manchester City di Pep Guardiola / 45


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
10
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

AGÜERO DEL CASTILLO SERGIO LEONEL


RUOLO ATTACCANTE

DATA DI NASCITA 02/06/1988


NAZIONALITÀ Argentina
ALTEZZA 173 cm
PESO 70 kg
PIEDE destro

46 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Centravanti brevilineo dotato di
grande velocità e tecnica
• Molto abile nel dribbling e nella
finalizzazione
• Molto mobile su tutto il fronte di
attacco, risulta determinante anche
per molti assist per i compagni
• Buona protezione della palla, è abile
anche nel colpo di testa, sfruttando
un timing di intervento ottimale,
nonostante la non elevata statura
• Aiuta poco nella fase difensiva ma
è sempre pronto nel primo pressing
sulla costruzione avversaria, mentre
quando rientra si limita a una difesa
di posizione
• Calcia rigori

VALUTAZIONI
PROFONDITÀ
SPONDA
PROTEZIONE DELLA
PALLA
1 CONTRO 1
SMARCAMENTO
RIPIEGAMENTO
CAPACITÀ REALIZZATIVA
ATTACCO PORTA

Il Manchester City di Pep Guardiola / 47


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
33
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DE JESUS GABRIEL FERNANDO


RUOLO ATTACCANTE

DATA DI NASCITA 03/04/1997


NAZIONALITÀ Brasile
ALTEZZA 175 cm
PESO 73 kg
PIEDE destro

48 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CARATTERISTICHE
• Centravanti
• Elemento di grande prospettiva, molto
abile nella protezione della palla e nei
movimenti a rientrare per ricevere e
costruire manovra di attacco
• Molto mobile e veloce, esegue
precisi passaggi e scambi
• Ottimo realizzatore
• Deve migliorare nel colpo di testa

VALUTAZIONI
PROFONDITÀ
SPONDA
PROTEZIONE DELLA
PALLA
1 CONTRO 1
SMARCAMENTO
RIPIEGAMENTO
CAPACITÀ REALIZZATIVA
ATTACCO PORTA

Il Manchester City di Pep Guardiola / 49


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

2.2 - COMPLETANO LA ROSA

1 - BRAVO MUÑOZ CLAUDIO ANDRÉS


(13/04/1983, Nazionalità: Cile, 184 cm, 80 kg, destro)
Portiere
Poco utilizzato in stagione, si dimostra abile nelle uscite palla a terra e in occasione di
tiri dalla lunga distanza. Sempre molto attento e concentrato abbastanza abile anche
lui nella costruzione. A volte qualche problema sulla posizione.

14 - LAPORTE AYMERIC
(27/05/1994, Nazionalità: Francia, 191 cm, 86 kg, mancino)
Difensore
Difensore centrale scarsamente utilizzato. Risulta abile nella marcatura individuale e
nei contrasti aerei. A volte difetta nella protezione della palla.

22 - MENDY BENJAMIN
(17/07/1994, Nazionalità: Francia, 185 cm, 85 kg, mancino)
Difensore

42 - TOURÉ GNÉGNÉRI YAYA


(13/05/1983, Nazionalità: Costa d’Avorio, 188 cm, 90 kg, destro)
Centrocampista centrale

35 - ZINČENKO OLEKSANDR
(15/12/1996, Nazionalità: Ucraina, 175 cm, 64 kg, mancino)
Centrocampista
Centrocampista che Guardiola ha spesso utilizzato come terzino sinistro, dal momen-
to che spesso i terzini nel sistema di gioco tendono ad alternare movimenti lungolinea
a movimenti ad accentrarsi a sostegno degli interni di centrocampo.

55 - ABDELKADER DÍAZ BRAHIM


(03/08/1999, Nazionalità: Spagna, 170 cm, 68 kg)
Centrocampista

2.3 - I GIOVANI

GRIMSHAW DANIEL
Portiere (16/01/1998, Inghilterra, 185 cm, 77 kg)

ADARABIOYO OLUWATOSIN
Difensore centrale (24/09/1997, Inghilterra, 196 cm, 80 kg, destro)

50 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DUHANEY DEMEACO
Terzino destro (13/10/1997, Inghilterra,180 cm, 70 kg, destro)

DELE-BASHIRU AYOTOMIWA
Centrocampista centrale (17/09/1999, Inghilterra, 179 cm, 68 kg)

FODEN PHILIP
Centrocampista centrale (28/05/2000, Inghilterra, 171 cm, mancino)

NMECHA LUKAS
Attaccante (14/12/1998, Inghilterra,185 cm, 80 kg; destro)

2.4 - LO STAFF

JOSEP GUARDIOLA I SALA


Allenatore (Spagna, 18/01/1971)

BRIAN KIDD
Vice allenatore (Inghilterra, 29/05/1949)

DOMÈNEC TORRENT FONT


Vice allenatore (Spagna, 14/07/1965)

RODOLFO BORRELL
Vice allenatore (Spagna, 31/01/1971)

MIKEL ARTETA AMATRIAIN


Vice allenatore (Spagna, 26/03/1982)

XABIER MANCISIDOR MACAZAGA


Allenatore portieri (Spagna, 24/05/1970)

LORENZO BUENAVENTURA
Preparatore atletico (Spagna, 01.01.1963)

MANEL ESTIARTE DUOCASTELLA


Preparatore atletico (Spagna, 26/10/1961)
CARLES PLANCHART
Analista video (Spagna, 15/12/1965)

Il Manchester City di Pep Guardiola / 51


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

2.5 - DATI STATISTICI DI SQUADRA


PER L'ANNATA 2017-2018

RIEPILOGO TOTALE PARTITE


P G V N P F S
Premier 100 38 32 4 2 106 27
League
Champions 18 10 6 0 4 20 12
League
Totale 118 48 38 4 6 126 39

RIEPILOGO PARTITE IN CASA


P G V N P F S
Premier 50 19 12 2 1 61 14
League
Champions 9 5 3 0 2 7 5
League
Totale 59 24 19 2 3 68 19

RIEPILOGO PARTITE FUORI CASA


P G V N P F S
Premier 50 19 16 2 1 45 13
League
Champions 9 5 3 0 2 13 7
League
Totale 59 24 19 2 3 58 20

TOTALE RETI FATTE


1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre 90’

Premier 12 20 13 19 17 20 5
League
Champions 7 3 1 3 2 2 2
League
Totale 19 23 14 22 19 22 7

52 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

RETI FATTE IN CASA


1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre 90’

Premier 5 12 4 13 10 15 2
League
Champions 4 0 0 1 0 2 0
League
Totale 9 12 4 14 10 17 2

RETI FATTE FUORI CASA


1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre 90’

Premier 4 6 8 5 5 5 2
League
Champions 2 3 1 1 1 0 2
League
Totale 6 9 9 6 6 5 4

TOTALE RETI SUBITE


1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre 90’

Premier 3 2 6 5 7 2 2
League
Champions 1 4 2 1 3 1 0
League
Totale 4 6 8 6 10 3 2

RETI SUBITE IN CASA


1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre 90’

Premier 3 0 3 2 3 1 1
League
Champions 1 3 2 0 1 0 0
League
Totale 4 3 5 2 4 1 1

RETI SUBITE FUORI CASA


1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre 90’

Premier 0 2 3 3 4 1 1
League
Champions 0 1 0 1 2 1 0
League
Totale 0 2 3 4 6 2 1

Il Manchester City di Pep Guardiola / 53


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

In queste tabelle statistiche possiamo notare il dominio del City nella Premier
League con 100 punti ottenuti con un equilibrio perfetto tra le partite in casa e
quelle fuori casa: questo denota l’atteggiamento sempre offensivo della squadra,
sia in casa che in trasferta.106 gol realizzati contro le sole 27 reti subite dimo-
strano che si tratta di una squadra votata all’attacco che però sa anche difendersi
con intelligenza.
Meno bene è andata in Champions League, dove, dopo una fase a gironi dominata,
ha visto la squadra uscire dalla competizione agli ottavi di finale contro il Liverpool.
Analizzando il focus temporale delle reti possiamo notare una distribuzione pres-
soché omogenea durante l’arco della gara, con ben 7 reti realizzate tra campionato
e Champions oltre il 90° minuto, a dimostrazione di una squadra sempre attiva.
Per quanto riguarda le reti subite notiamo una leggera maggioranza nella parte
centrale del secondo tempo, forse l’unico momento in cui la squadra risulta meno
concentrata.

2.6 - STATISTICHE PER GIOCATORE


PER L'ANNATA 2017-2018

PREMIER LEAGUE
Pres. Min. Gol Assist Gialli Rossi

EDERSON 37 3197 0 0 1 0

DE BRUYNE 37 3085 8 16 2 0

OTAMENDI 34 2968 4 0 9 0

FERNANDINHO 34 2885 5 3 7 0

WALKER 32 2787 0 6 2 1

STERLING 33 2593 18 11 3 1

D. SILVA 29 2437 9 11 5 0

SANÉ 32 2423 10 15 4 0

AGUERO 25 1969 21 6 2 0

DELPH 22 1746 1 2 2 0

G. JESUS 29 1673 13 3 6 0

B. SILVA 35 1520 6 4 0 0

GUNDOGAN 30 1510 4 1 3 0

54 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

PREMIER LEAGUE
Pres. Min. Gol Assist Gialli Rossi

KOMPANY 17 1397 1 1 6 0

DANILO 23 1342 3 2 2 0

STONES 18 1306 0 0 0 0

LAPORTE 9 807 0 0 1 0

ZINCHENKO 7 533 0 0 1 0

MANGALA 9 483 0 0 0 0

MENDY 7 362 0 1 2 0

TOURÉ 10 228 0 2 1 0

BRAVO 3 225 0 0 0 0

DIAZ 5 50 0 0 0 0

FODEN 5 45 0 1 0 0

NMECHA 2 14 0 0 0 0

CHAMPIONS LEAGUE
Pres. Min. Gol Assist Gialli Rossi

EDERSON 9 810 0 0 1 0

OTAMENDI 8 720 1 0 2 0

FERNANDINHO 8 682 0 0 2 0

DE BRUYNE 8 667 1 4 4 0

SANÉ 9 653 0 2 0 0

WALKER 7 630 0 1 1 0

G. JESUS 9 618 4 0 2 0

B. SILVA 9 563 1 2 1 0

GUNDOGAN 9 503 2 2 2 0

STERLING 8 497 4 1 1 0

STONES 5 450 3 0 0 0

AGUERO 7 440 4 1 0 0

D. SILVA 7 426 0 2 0 0

Il Manchester City di Pep Guardiola / 55


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CHAMPIONS LEAGUE
Pres. Min. Gol Assist Gialli Rossi

DELPH 5 383 0 0 0 0

DANILO 6 368 0 0 2 0

LAPORTE 3 270 0 0 0 0

TOURÉ 3 255 0 0 0 0

FODEN 3 195 0 0 0 0

KOMPANY 2 180 0 0 0 0

MANGALA 2 180 0 0 1 0

ADARABIOYO 2 91 0 0 0 0

MENDY 1 90 0 0 0 0

BRAVO 1 90 0 0 0 0

ZINCHENKO 1 90 0 0 0 0

DIAZ 3 53 0 0 0 0

56 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CAPITOLO 3

FASE OFFENSIVA

3.1 - COSTRUZIONE

La costruzione del gioco è prevalentemente una costruzione dal basso, cercando di


portare palla oltre la prima linea difensiva avversaria. In alcune occasioni di pressing
avversario molto offensivo si può verificare la ricerca immediata degli attaccanti
con palla lunga, centrale o laterale. I difensori centrali sono abili nella costruzione
e nel passaggio: spesso si nota un avanzamento palla al piede di uno dei difensori
centrali, quando l’avversario effettua marcature strette, sfruttando spazi creati dai
movimenti ad allargare da parte dei centrocampisti.
DISPOSIZIONE DA RINVIO DEL PORTIERE
Su rinvio del portiere si sviluppano sempre molte soluzioni di costruzione; con palla
ferma la disposizione prevede i due terzini che si posizionano molto alti e larghi, men-
tre i due centrali difensivi (cerchiati in rosso) si portano all’altezza delle linee esterne
dell’area di rigore con il play (cerchiato in blu) che si posiziona al limite dell’area di rigore.
Solitamente il portiere gioca palla con uno dei due difensori centrali in posizione
bassa per poi continuare l’azione verso i centrali di centrocampo, che nel minor
tempo possibile cercheranno la verticalizzazione, spesso con palla a terra per le
mezzeali, molto abili a posizionarsi tra le linee avversarie.

Figura 1

Il Manchester City di Pep Guardiola / 57


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Nelle situazioni di costruzione con palla viva il portiere viene usato spesso come so-
stegno per uscire da situazioni di pressing. L’addestramento individuale e la filosofia
di gioco prevedono anche giocate sotto pressione, alternando uscite in ampiezza
(figura 2) a passaggi filtranti nelle zone centrali (figura 3).

Figura 2

Figura 3

La squadra di Guardiola prevede anche soluzioni non convenzionali che scaturiscono


dall’applicazione del principio del mantenimento del possesso per sviluppare l’azione
tramite una rete di passaggi rasoterra che bucano il pressing avversario. In questa
situazione (figura 4) possiamo notare come Delph si accentri dalla posizione di terzino
sinistro e, insieme a Fernandinho, garantisca due soluzioni di passaggio al portiere.

Figura 4

58 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Solo nei casi di pressione molto offensiva da parte degli avversari ci potrà essere
una palla calciata lunga, principalmente verso la zona laterale occupata dai terzini
che ricevono palla sui piedi. In alcune occasioni sorprendono l’avversario che fa un
pressing ultra offensivo, quando riesce a coprire ogni possibilità di giocata, grazie
al portiere che calcia lungo verso il centravanti (figura 5) o le ali, molto abili nella
protezione del pallone e veloci nell’esecuzione e che possono così arrivare alla con-
clusione in porta in tempi brevissimi.

Figura 5

DISPOSIZIONE CON PALLA ALLA DIFESA


Nelle situazioni in cui la difesa è in possesso palla la disposizione prevede i quattro
schierati nelle loro posizioni con i terzini solitamente più avanzati e il play in posizio-
ne centrale, pronto per giocare di sponda e contribuire al giro palla.
La prima soluzione è quella di avanzare il più rapidamente possibile per superare la
prima linea di pressione avversaria: in questo caso possiamo notare come Otamen-
di (figura 6, figura 7) cerchi la penetrazione palla al piede potendo sempre contare
sull’appoggio largo del terzino, sul play ed eventualmente sullo scarico al portiere.

Figura 6

Il Manchester City di Pep Guardiola / 59


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 7

Se la squadra avversaria arretra aspettando nella propria metà campo, il City avan-
za girando la palla da una parte all’altra (figura 8, figura 9), dando il tempo ai centro-
campisti e agli attaccanti di prendere posizione fra le maglie avversarie.

Figura 8

Figura 9

Durante il giro palla possiamo apprezzare la disposizione dei cinque giocatori of-
fensivi del City che si dispongono fra le maglie avversarie pronti per ricevere la palla
(figura 10).

60 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 10

La disposizione del City nella metà campo avversaria dà la possibilità ai giocatori di


scegliere fra diverse soluzioni di sviluppo:
• la prima è sempre quella individuale, dove i giocatori in possesso attaccano lo spa-
zio davanti a loro conducendo palla in verticale, soprattutto Otamendi (figura 11);

Figura 11

• l’alternativa alla giocata centrale è lo sfruttamento dell’ampiezza che diventa una


soluzione in caso di densità centrale da parte della squadra avversaria; le punte
esterne sono sempre larghe, quasi sulla linea laterale, pronte per ricevere i cambi di
gioco che possono essere effettuati direttamente dai difensori o dal play (figura 12);

Figura 12

Il Manchester City di Pep Guardiola / 61


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

• un ulteriore sviluppo prevede la verticalizzazione con la ricerca della profondità


alle spalle della linea avversaria (figura 13).

Figura 13

In alternativa a questi sviluppi, il City prevede anche la possibilità di tenere il posses-


so nella matà campo avversaria per cercare spazi fra le linee. Con questa soluzione
la squadra di Guardiola prevede lo spostamento dei terzini dentro il campo, in que-
sto caso Walker (figura 14), che si accentra creando densità per favorire il palleggio.

Figura 14

3.2 - MANOVRA

La fase di manovra rappresenta il momento in cui una squadra in pieno possesso


del pallone cerca di muoverlo fra le maglie avversarie con lo scopo di rompere lo
schieramento difensivo e di mettere un giocatore in condizione di potersi trovare in
possesso della palla nello spazio libero davanti alla difesa.

62 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

La fase di manovra è il momento in cui il Manchester City mette in campo tutta la


sua personalità e organizzazione che le consentono di essere padrona del campo e
del gioco, potendo scegliere con cura il momento e lo spazio opportuno per affon-
dare il colpo.

ROTAZIONI DEI CENTROCAMPISTI


Nelle situazioni in cui il play viene marcato a uomo il centrocampo del Manchester
City riesce comunque a creare delle alternative: il play si defila lasciando lo spazio
dove gli interni (figura 15) o, in alternativa, la punta centrale (figura 16) si inserisco-
no creando un’alternativa di passaggio per i compagni della linea.

Figura 15

Figura 16

5 CONTRO 4
La caratteristica principale, durante la fase di manovra, è lo scaglionamento dei gio-
catori del Manchester City che “invadono” il campo avversario disponendosi con un
3-2-5 che ha lo scopo di portare cinque giocatori tra le linee di centrocampo e difesa
avversarie (figura 17) in modo da creare i presupposti di ampiezza e profondità che,
utilizzati in modo alternato, rendono imprevedibile la manovra di attacco.

Il Manchester City di Pep Guardiola / 63


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 17

GIOCO SULLE FASCE


Il gioco del City nelle catene di destra o di sinistra è molto fluido e sincronizzato,
ricco di movimenti che sono il frutto delle combinazioni fra terzino, mezzale e punta
esterna che riescono a coprire il campo sempre in modo omogeneo dando pochi
punti di riferimento agli avversari.
Possiamo notare come, oltre alle classiche combinazioni dei tre giocatori della catena
(figura 18), il City riesca comunque a riproporre una certa densità, coinvolgendo sem-
pre il play e la punta centrale (figura 19) che, oltre a garantire una consistente supe-
riorità numerica vicino alla palla, crea il presupposto per una riconquista immediata.

Figura 18

Figura 19

64 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

3.3 - RIFINITURA

La fase di rifinitura è il momento in cui una squadra ha la possibilità di essere in pos-


sesso palla nella zona davanti alla linea difensiva avversaria, per poi tentare l’ultimo
passaggio, detto “passaggio di rifinitura”: tale passaggio ha lo scopo di mettere un
compagno nelle condizioni di poter ricevere la palla alle spalle della linea e di poter
concludere a rete. In alcune squadre il ruolo di rifinitore è ben definito, poiché ser-
vono molteplici caratteristiche per poter effettuare l’assist vincente, mentre il Man-
chester City mette in campo una filosofia che consente quasi a chiunque di poter
svolgere questo compito.
La fase di rifinitura può essere analizzata e la possiamo scomporre in diverse parti quali:
• gioco fra le linee;
• attacco della profondità;
• puntare la linea difensiva;
• combinazioni di entrata;
• attacco porta con palla laterale;
• cross.

GIOCO FRA LE LINEE


Uno degli aspetti più importanti delle squadre di Guardiola, che fanno del possesso
palla la lora arma migliore, è quello di riuscire a verticalizzare il gioco e trovare ap-
poggi liberi fra le linee di centrocampo e la linea di difesa avversarie. Il vantaggio che
ne deriva è quello di giocare davanti alla linea difensiva, i cui componenti saranno
quindi costretti a scegliere se uscire in pressione, lasciando scoperta la loro zona,
oppure non uscire, lasciando la possibilità all’avversario di ricevere palla in una zona
molto pericolosa.
Il Manchester City ha diverse opzioni per bucare il pressing avversario e trovare
il giocatore fra le linee:
• la prima è quella di trovare la punta centrale incontro con un filtrante che spesso
parte dalla linea difensiva o dal play (figura 20);

Figura 20

Il Manchester City di Pep Guardiola / 65


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

• una seconda opzione è di cercare l’interno di centrocampo, il quale spesso trova


la sua posizione migliore proprio alle spalle del centrocampo avversario, anche in
questo caso il passaggio arriva dalle retrovie, con i difensori o con il play (figura 21);

Figura 21

• in alternativa alle imbucate centrali, il Manchester City riesce a trovare l’appog-


gio tramite il fraseggio (figura 22) ma resta fondamentale l’abilità da parte dei
giocatori di riconoscere sempre quello spazio e di farsi sempre trovare liberi al
momento giusto.

Figura 22

ATTACCO DELLA PROFONDITÀ


Una volta portata palla a ridosso della difesa avversaria, il Manchester City riesce
sempre a impegnare la linea con movimenti di attacco della profondità che hanno
due caratteristiche semplici ma non scontate, ovvero l’essere vari e sincronizzati.
La prima situazione evidenzia come i componenti del reparto di attacco riesca-
no a combinare i loro movimenti garantendo sempre l’attacco della profondità.
In questo caso Aguero, venuto incontro a ricevere, libera lo spazio che viene attac-
cato prontamente da Sané, il quale, da punta esterna, si trova in posizione centrale
(figura 23).

66 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 23

La varietà e il sincronismo acquisito dagli interpreti della squadra del Manchester


City contribuiscono a soluzioni diverse che vanno dall’usuale inserimento della
mezzala (figura 24) fino alla meno convenzionale corsa del terzino (figura 25) che
si propone in avanti fino a diventare, in alcuni casi, l’appoggio più avanzato del City.

Figura 24

Figura 25

Il Manchester City di Pep Guardiola / 67


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

COME PUNTANO
Una conseguenza della manovra del City è quella di trovare spesso un giocatore li-
bero davanti alla linea difensiva avversaria, con il vantaggio, quindi, di poter puntare
i difensori creando disagio e valorizzando le caratteristiche dei giocatori di Guardiola.
Un difensore puntato o una linea difensiva puntata sono costretti in prima battuta
ad assorbire il movimento arretrando, concedendo campo e portando quindi il peri-
colo a ridosso dell’area di rigore. Il City anche in questo caso dimostra di avere diver-
se alternative, riuscendo a puntare sia in azione di contrattacco (figura 26, figura 27)
sia in situazioni di attacco manovrato, dove la squadra di Guardiola è in grado di
isolare i duelli nelle zone laterali del campo (figura 28).

Figura 26

Figura 27

Figura 28

68 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

COMBINAZIONI DI ENTRATA
L’organizzazione e la spettacolarità del gioco del City si uniscono in una fase mol-
to delicata del gioco, ovvero il momento in cui bisogna tentare di superare l’ultima
linea di difesa ed entrare in area per riuscire, nel migliore dei casi, a finalizzare op-
pure a creare i presupposti per un assist vincente. Superare uno schieramento di-
fensivo organizzato che potrebbe, negli ultimi metri, alternare la marcatura a zona
a quella mista o, addirittura, a uomo richiede abilità tecniche eccellenti in quanto
ogni combinazione deve avvenire alla massima velocità in spazi ristretti e spesso
con alta densità di avversari.
La squadra di Guardiola è maestra in queste combinazioni che possono essere più
o meno articolate e coinvolgere diversi numeri di giocatori.
La prima combinazione, semplice ma sicuramente la più efficace, è il classico
uno-due che possiamo vedere nella situazione seguente scomposto in due fasi:
Sané, in possesso palla, trova un appoggio in Silva e attacca forte la profondità
(figura 29a); Silva attira su di sé i difensori per poi innescare Sané, il quale si troverà
una buona palla da poter giocare all’interno dell’area (figura 29b).

Figura 29a

Figura 29b

Un’altra caratteristica importante degli avanti del City è quella di saper lavorare sul
filo del fuorigioco per poi attaccare le spalle della linea ed entrare in area (figura 30).

Il Manchester City di Pep Guardiola / 69


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 30

La squadra di Guardiola riesce anche a realizzare combinazioni più complesse che preve-
dono la partecipazioni di tre o quattro giocatori e che diventano un’arma letale per aprire
gli spazi giusti fra le maglie della difesa avversaria. In questo caso possiamo apprezzare
una combinazione a quattro giocatori realizzata dalla catena di destra (figura 31) dove
le capacità tecniche e tattiche individuali devono essere elevate in tutti i componenti.

Figura 31

Un ulteriore aspetto da considerare nelle squadre di Guardiola è la capacità di attacca-


re lo spazio alle spalle della linea anche su palla laterale, mettendo in grossa difficoltà
il terzino avversario uscito in duello. In questa situazione possiamo notare come un
semplice taglio fatto al momento giusto e nello spazio giusto consenta a Sané (figura
32) di poter bucare la difesa avversaria e servire al centro i propri compagni.

Figura 32

70 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

ATTACCO PORTA SU PALLA LATERALE


Il Manchester City utilizza moltissimi modi per portare la palla in area di rigore ma
quello usuale è sicuramente il traversone, dove gli attaccanti del City sono comun-
que presenti davanti alla porta. In questa situazione possiamo vedere la presenza di
tre giocatori in area sul traversone da sinistra (figura 33).

Figura 33

CROSS
La caratteristica principale del Manchester City è quella di riuscire a conquistare la
linea di fondo per poi servire i propri attaccanti i quali, a loro volta, possono con-
cludere a rete. Esistono molte posizioni dalle quali far partire il cross ma non tut-
te sono uguali; la squadra di Guardiola predilige il cross rasoterra da fondo campo
o, comunque, da una zona alle spalle della linea difensiva, in modo da servire i propri
attaccanti indietro dando loro la possibilità di essere di fronte alla porta.
La ricerca costante della posizione ideale per il cross porta i giocatori del Manche-
ster City a non aver fretta e “lavorare” la palla il più possibile, aspettando i movi-
menti dei compagni per trovare la condizione ideale. In questa situazione possiamo
vedere la sovrapposizione di De Bruyne (figura 34) che arriverà sul fondo per cros-
sare (figura 35).

Figura 34

Il Manchester City di Pep Guardiola / 71


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 35

Il cross dal fondo o, comunque, da una zona che si trovi alle spalle della linea difensi-
va, consente agli attaccanti in area di arrivare a “rimorchio”, quindi con la possibilità
di non essere marcati e di poter concludere guardando la porta (figure 36 e 37).

Figura 36

Figura 37

72 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Anche in questa situazione la squadra di Guardiola riesce ad essere varia e imprevedi-


bile, coinvolgendo sempre molti giocatori nell’azione; in questo caso possiamo vedere
Delf che, dalla posizione di esterno basso, si trova in area per il cross (figura 38).

Figura 38

3.4 - CONCLUSIONE

La fase di conclusione del City raggruppa diverse situazioni molto varie fra loro:
• giocatori da soli davanti al portiere che arrivano da azioni di attacco della profon-
dità con lancio lungo da parte dei difensori (figura 39);

Figura 39

Il Manchester City di Pep Guardiola / 73


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

• giocatori da soli davanti al portiere che arrivano da azioni di manovra alta, con
attacco della profondità e rifinitura dei centrocampisti (figura 40);

Figura 40

• giocatori che arrivano a rimorchio su cross (figura 41);

Figura 41

• conclusioni da fuori area (figura 42);

Figura 42

74 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

3.5 - DISTRIBUZIONE E TIPOLOGIA GOL -


ASSIST - RIGORI PER GIOCATORE
PER L'ANNATA 2017-2018

PREMIER LEAGUE
MARCATORI Gol Dx Sx Testa Dentro Fuori Assist Min/gol Rigori Gol Errore
AGUERO 21 15 1 5 20 1 6 93,7 4 4 0

STERLING 18 11 7 0 17 1 11 144 1 0 1

G. JESUS 13 7 3 3 13 0 3 128,7 2 0 2

SANÉ 10 0 10 0 8 2 15 242,3 0 0 0

D. SILVA 9 0 9 0 9 0 11 270,7 0 0 0

DE BRUYNE 8 3 5 0 3 5 16 385,6 0 0 0

B. SILVA 6 1 5 0 6 0 4 253,3 0 0 0

FERNANDINHO 5 3 2 0 3 2 3 577 0 0 0

OTAMENDI 4 2 0 2 4 0 0 742 0 0 0

GUNDOGAN 4 3 0 1 4 0 1 377,5 1 1 0

DANILO 3 2 1 0 2 1 2 447,3 0 0 0

DELPH 1 1 0 0 0 1 2 1746 0 0 0

KOMPANY 1 0 0 1 1 0 1 1379 0 0 0

MENDY 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0

WALKER 0 0 0 0 0 0 6 0 0 0 0

TOURÉ 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0 0

FODEN 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0

Gol Dx Sx Testa Dentro Fuori Assist Min/gol Rigori Gol Parati


EDERSON 26 2 0 2

BRAVO 1 0 0 0

In questa tabella notiamo che la maggior parte delle reti sono state realizzate con tiri
dall’interno dell’area di rigore, molte volte dopo scambi continuati di possesso palla per
poi cercare profondità proprio all’interno dell’area di rigore con molte manovre elabo-
rate. De Bruyne e Sanè sono uomini assist. Aguero realizza una rete ogni 93 minuti. De
Bruyn realizza la maggioranza di reti da fuori area. Jesus commette due errori su due
calci di rigore tirati. Vediamo due rigori fischiati contro, entrambi parati da Ederson.

Il Manchester City di Pep Guardiola / 75


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

RETI FATTE
1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre 90’

AGUERO 0 4 2 4 3 8 0

STERLING 3 2 2 3 2 5 2

G. JESUS 1 3 3 3 1 1 1

D. SILVA 2 3 1 2 0 1 0

SANÉ 2 0 3 0 2 1 1

DE BRUYNE 0 1 1 3 3 0 0

B. SILVA 1 0 1 1 1 2 0

FERNANDINHO 1 1 0 1 2 0 0

OTAMENDI 0 0 0 2 2 0 0

GUNDOGAN 1 2 0 0 0 0 1

DANILO 0 2 0 0 0 1 0

DELPH 0 0 0 0 0 1 0

KOMPANY 0 1 0 0 0 0 0

AUTORETE 1 1 0 0 1 0 0

RETI FATTE IN CASA


1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre 90’

AGUERO 0 1 1 1 1 2 0

STERLING 1 0 2 0 2 2 1

G. JESUS 1 2 2 1 0 0 1

D. SILVA 1 2 1 2 0 0 0

SANÉ 2 0 2 0 0 0 0

DE BRUYNE 0 0 1 1 1 0 0

B. SILVA 1 0 0 0 0 1 0

FERNANDINHO 1 0 0 0 1 0 0

OTAMENDI 0 0 0 1 1 0 0

GUNDOGAN 0 1 0 0 0 0 1

DANILO 0 1 0 0 0 0 0

DELPH 0 0 0 0 0 0 0

KOMPANY 0 0 0 0 0 0 0

AUTORETE 0 1 0 0 1 0 0

76 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

RETI FATTE FUORI CASA


1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre 90’

AGUERO 0 3 1 3 2 6 0

STERLING 2 2 0 3 0 3 1

G. JESUS 0 1 1 2 1 1 0

D. SILVA 1 1 0 0 0 1 0

SANÉ 0 0 1 0 2 1 1

DE BRUYNE 0 1 0 2 2 0 0

B. SILVA 0 0 1 1 1 1 0

FERNANDINHO 0 1 0 1 1 0 0

OTAMENDI 0 0 0 1 1 0 0

GUNDOGAN 1 1 0 0 0 0 0

AUTORETE 1 0 0 0 0 0 0

DANILO 0 1 0 0 0 1 0

DELPH 0 0 0 0 0 1 0

KOMPANY 0 1 0 0 0 0 0

Analizzando il focus temporale delle reti notiamo le otto realizzate da Aguero nell’ul-
timo quarto di tempo degli incontri giocati, così come Sterling con cinque reti segnate.
Vi è dominanza di reti realizzate fuori casa da Aguero, con molte ripartenze veloci della
squadra che ne esaltano le caratteristiche.

CHAMPIONS LEAGUE
MARCATORI Gol Dx Sx Testa Dentro Fuori Assist Min/gol Rigori Gol Errore
AGUERO 4 4 0 0 3 1 1 110 2 1 1

G. JESUS 4 3 1 0 4 0 0 154,5 0 0 0

STERLING 4 3 1 0 4 0 1 124,5 0 0 0

STONES 3 0 0 3 3 0 0 150 0 0 0

GUNDOGAN 2 1 0 1 1 1 2 251,5 0 0 0

B. SILVA 1 0 1 0 1 0 2 563 0 0 0

DE BRUYNE 1 1 0 0 0 1 4 667 0 0 0

OTAMENDI 1 0 0 1 1 0 0 720 0 0 0

D. SILVA 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0 0

SANÉ 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0 0

Il Manchester City di Pep Guardiola / 77


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CHAMPIONS LEAGUE
MARCATORI Gol Dx Sx Testa Dentro Fuori Assist Min/gol Rigori Gol Errore
SANÉ 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0 0

WALKER 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0

Gol Dx Sx Testa Dentro Fuori Assist Min/gol Rigori Gol Parati


EDERSON 10 3 2 1

BRAVO 2 0 0 0

De Bruyne è sempre uomo assist e, anche in Champions come in Premier League, la


maggioranza di reti è realizzata da dentro l’area di rigore. Stones segna tre reti di te-
sta. Anche in Champions vi sono tre rigori contro e uno parato da Ederson.

RETI FATTE
1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre
90’
AGUERO 1 1 0 0 1 0 1

STERLING 1 0 0 0 0 2 1

G. JESUS 3 1 0 0 0 0 0

STONES 1 0 0 1 1 0 0

GUNDOGAN 1 0 0 1 0 0 0

DE BRUYNE 0 0 0 1 0 0 0

B. SILVA 0 1 0 0 0 0 0

OTAMENDI 0 0 1 0 0 0 0

RETI FATTE IN CASA


1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre
90’
AGUERO 0 0 0 0 0 0 0

STERLING 1 0 0 0 0 2 0

G. JESUS 3 1 0 0 0 0 0

STONES 0 0 0 0 0 0 0

GUNDOGAN 0 0 0 0 0 0 0

DE BRUYNE 0 0 0 1 0 0 0

B. SILVA 0 0 0 0 0 0 0

OTAMENDI 0 0 0 0 0 0 0

78 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

RETI FATTE FUORI CASA


1’-15’ 16’-30’ 31’-45’ 46’-60’ 61’-75’ 76’-90’ Oltre
90’
AGUERO 1 1 0 0 1 0 1

STERLING 0 0 0 0 0 0 1

G. JESUS 0 1 0 0 0 0 0

STONES 1 0 0 1 1 0 0

GUNDOGAN 1 0 0 1 0 0 0

DE BRUYNE 0 0 0 0 0 0 0

B. SILVA 0 1 0 0 0 0 0

OTAMENDI 0 0 1 0 0 0 0

Le reti realizzate in Champions sono ben distribuite nell’arco della gara, si notano le
tre realizzate nei primi 15 minuti da Jesus e le tre realizzate da Sterling negli ultimi
minuti di gara.

3.6 - PIAZZATI OFFENSIVI

I calci piazzati offensivi contengono varie situazioni quali:


• angoli;
• punizioni laterali;
• punizioni dirette;
• rigori.
In queste fasi il Manchester City si presenta sempre molto organizzato, dove il prin-
cipio generale è quello di far partecipare tutti i dieci giocatori di movimento, con il
grande vantaggio di portare varietà e imprevedibilità alle situazioni.

ANGOLI
La disposizione di riferimento presenta cinque giocatori in area (figura 43, giocatori
cerchiati in rosso) e cinque giocatori fuori area (figura 43, giocatori cerchiati in blu);
il gruppo dei giocatori in area è composto sempre dai saltatori migliori che si distri-
buiscono molto bene lo spazio da attaccare, mentre il gruppo dei giocatori posizio-
nati fuori area è organizzato per le battute corte, il tiro da fuori, gli inserimenti in
seconda battuta e le copertura preventive.

Il Manchester City di Pep Guardiola / 79


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 43

In alcune occasioni l’organizzazione prevede l’inserimento a sorpresa di uno dei cin-


que giocatori posizionati fuori area, portando a sei il numero di saltatori (figura 44).

Figura 44

Allo stesso modo in cui un giocatore esterno all’area si inserisce possiamo trovare un
giocatore che, da dentro l’area, esce per creare la superiorità numerica nella situazio-
ne di palla corta (figura 45).

Figura 45

80 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Negli sviluppi corti il City ha le idee molto chiare e sfrutta molto bene le risalite av-
versarie con inserimenti in seconda battuta (figura 46).

Figura 46

L’organizzazione del Manchester City ha come conseguenza la possibilità di sfrutta-


re situazioni a sorpresa, magari meno codificate e di libera interpretazione da parte
dei singoli. In questo caso la difesa avversaria che si sta posizionando subisce il gol
grazie all’imprevedibilità dei giocatori di Guardiola, i quali sfruttano una combinazio-
ne corta per liberare un compagno al tiro (figura 47).

Figura 47

PUNIZIONI LATERALI
Nelle punizioni laterali il Manchester City si comporta in modo simile ai calci d’an-
golo, dividendo la squadra in due blocchi dei quali uno si occupa di attaccare la porta
(figura 48, frecce blu) e l’altro si di presidiare la zona fuori area (figura 48, giocatori
cerchiati in rosso).

Il Manchester City di Pep Guardiola / 81


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 48

L’organizzazione del City prevede diverse soluzioni, tra le quali il coinvolgimento di al-
cuni dei cinque giocatori fuori area che possono partecipare attivamente allo sviluppo
con, ad esempio, dei movimenti nei pressi della palla, attaccando le spalle della bar-
riera (figura 49, giocatore con la freccia rossa) oppure attaccando la porta inserendosi
con un tempo di ritardo in area (figura 49, giocatore cerchiato).

Figura 49

Un ulteriore esempio che valorizza la preparazione e la cura dei particolari nei calci
piazzati lo possiamo apprezzare anche in questa occasione dove, da una punizione
laterale nei pressi della linea di fondo con difesa avversaria schierata a zona, il City
libera al tiro un giocatore fuori area (figura 50).

Figura 50

82 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Anche nelle zone centrale del campo la squadra di Guardiola utilizza una disposizione
simile, dividendo i giocatori in due gruppi dei quali il primo attacca la porta e il secondo
(figura 51, giocatori cerchiati in rossi) presidia lo spazio fuori area.

Figura 51

SPECIALISTI: PUNIZIONI DIRETTE E RIGORI


Per quanto riguarda le punizioni dirette e i calci di rigore il City può contare su diversi
specialisti: nella punizione Silva (figura 52), De Bruyne (figura 53) e Sané (figura 54)
si alternano in base alla posizione, mostrando anche una certa abilità individuale nel
riuscire a creare traiettorie diverse e imprevedibili, come De Bruyne che ha cercato
anche la palla sotto la barriera.

Figura 52

Figura 53

Il Manchester City di Pep Guardiola / 83


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 54

Per quanto riguarda i rigori lo specialista sembra essere Aguero, il quale ha realizzato
i quattro penalty calciati.

Figura 55

84 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CAPITOLO 4

FASE DIFENSIVA

La fase difensiva del Manchester City potrebbe risultare, a un occhio esperto, tanto
spettacolare quanto la fase offensiva, in quanto l’organizzazione e la partecipazione
dei singoli sono totali in ogni zona del campo.
Il principio base molto evidente è la grande pressione sulla palla che, riportata a ca-
scata nelle singole situazioni, comporta una grande densità nei pressi del pallone e
un recupero immediato del possesso. A livello globale la pressione sulla palla deter-
mina la possibilità di tenere una linea difensiva molto alta, concedendo poco campo
agli attaccanti avversari che sono sempre costretti a giocare lontano dalla porta del
City. Il rovescio della medaglia esiste però anche per una squadra così organizzata
e individualmente dotata che, con un tale atteggiamento di aggressività, concede
inevitabilmente qualche ripartenza e alcuni spazi, soprattutto nel lato debole.

PRESSING ALTO
Dividiamo le situazioni di pressing alto fra quelle in cui il portiere avversario batte la
rimessa dal fondo e quelle in cui la palla è in gioco e la squadra avversaria tenta la
costruzione, cercando di uscire palla al piede.
Nelle situazione di rimessa da parte del portiere avversario il City si prepara già
schierato, pronto per aggredire sul primo passaggio. La disposizione rispetta il si-
stema di gioco, il 4-3-3, con i difensori centrali sulla linea di metà campo, i terzini
leggermente avanzati, il play a protezione dei centrali mentre gli interni e i tre attac-
canti accorciano quasi in marcatura a uomo il riferimento a loro più vicino (figura 56).

Figura 56

Il Manchester City di Pep Guardiola / 85


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Nelle situazioni in cui la palla è in gioco la squadra di Guardiola mette in atto il principio
di pressione continua sulla palla, andando ad aggredire anche il portiere avversario
nei pressi della sua porta con la punta centrale e portando gli interni di centrocampo
(figura 57, giocatori cerchiati) a supporto.

Figura 57

In molte occasioni possiamo apprezzare l’aggressività degli interni di centrocampo


(figura 58, giocatori con le frecce rosse) che, a turno, fanno coppia per il pressing
sui centrali difensivi con la punta centrale (figura 58, giocatore cerchiato in rosso)
mentre le punte esterne sono più basse ma pronte a uscire (figura 58, giocatori
cerchiati in blu).

Figura 58

Le situazioni di pressing alto, come detto in precedenza, prevedono una grande par-
tecipazione da parte di tutti e, soprattutto, dei componenti del blocco difensivo, play
e difensori che, a turno, si alzano per portare pressione alla palla.
Possiamo vedere a turno il play (figura 59), l’esterno basso sinistro (figura 60) e l’e-
sterno basso di destra (figura 61) che si alzano portando densità nei pressi della palla.

86 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 59

Figura 60

Figura 61

PRESSING BASSO
Nelle poche situazioni in cui la squadra di Guardiola si trova a concedere campo,
lo schieramento prevede un 4-1-4-1 (figura 62), dove l’organizzazione e la partecipa-
zione di tutti fanno sì che sia quasi impossibile trovare varchi per riuscire a concludere
facilmente.

Il Manchester City di Pep Guardiola / 87


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 62

La pressione sulla palla è costante e gli interni di centrocampo (figura 63, giocatore
con la freccia rossa) aiutano sempre la punta centrale (figura 63, giocatore cerchiato
in rosso) portando lo schieramento a un 4-4-2.

Figura 63

ATTEGGIAMENTO DELLA LINEA DIFENSIVA


L’organizzazione della squadra di Guardiola si può apprezzare anche nel reparto difen-
sivo, composto dai quattro difensori che hanno un atteggiamento molto aggressivo
e che concedono pochissima profondità all’avversario anche in situazioni di palla
aperta potenzialmente molto pericolose (figura 64).

Figura 64

88 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Lo stesso atteggiamento lo possiamo trovare anche nelle ripartenze dove la linea


difensiva non anticipa mai la corsa di arretramento verso la porta, bensì sceglie di
stare alta e di assorbire il contrattacco mantenendo la minor distanza possibile dal-
la palla (figura 65).

Figura 65

Quando la situazione lo richiede e la linea ripiega verso l’area di rigore possiamo


notare come le posizioni dei quattro difensori formino un muro davanti all’avver-
sario (figura 66). Il riferimento principale è sempre la palla e i tagli degli attaccanti
avversari non vengono seguiti ma lasciati in fuorigioco.

Figura 66

Quando l’azione si sposta nei pressi della propria porta il reparto prende come riferi-
mento il limite dell’area di rigore, cercando di varcare il più tardi possibile la linea dei
16 metri e costringendo gli attaccanti avversari a forzare la ricerca della profondità
andando spesso in fuorigioco (figura 67).

Il Manchester City di Pep Guardiola / 89


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 67

Una delle caratteristiche più importanti e apprezzabili nell’analisi dei comportamen-


ti dei quattro difensori risulta essere l’aggressività dei centrali difensivi, soprattutto
Otamendi, il quale forza molto la pressione sulla palla cercando spesso di anticipa-
re l’avversario. Anche in situazione di palla aperta il centrale di Guardiola sembra
giocare d’anticipo (figura 68), andando sull’intenzione di passaggio dell’avversario
e portando una grandissima pressione quando il riferimento davanti a lui entra in
possesso di palla (figura 69).

Figura 68

Figura 69

90 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Un’ulteriore caratteristica del reparto difensivo del Manchester City è l’attacco della
palla alta che, naturalmente, risulta molto facilitato dalle grandissime capacità fisi-
che e di lettura dei singoli componenti, i quali si giocano sempre il contrasto aereo
con una copertura minima da parte dei compagni (figura 70).

Figura 70

A completamento del reparto difensivo troviamo il portiere che, come conseguenza


all’atteggiamento molto alto della linea, è costretto a uscire spesso dalla propria
area per raccogliere i palloni che scavalcano la linea (figura 71).

Figura 71

PRESSING SU PALLA PERSA


Il punto forte e forse il più spettacolare e invidiato della fase difensiva delle squadre
di Guardiola è il momento della reazione alla palla persa: la grande organizzazio-
ne offensiva basata sul mantenimento del possesso ha come prerogativa quella
di creare una grande densità di giocatori in zona palla, di conseguenza, una volta
persa, il Manchester City ha la possibilità di aggredire l’avversario con molti uomini
(figura 72) privandolo immediatamente del tempo per ragionare e dello spazio per
gestire il possesso.

Il Manchester City di Pep Guardiola / 91


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 72

Il principio di aggressione immediata sulla palla persa è facilitato dal fatto che la squadra
è sempre corta, con la difesa che dimostra grande coraggio nel supportare l’azione of-
fensiva, e partecipa in modo attivo anche alla riconquista immediata. In questo caso ve-
diamo il terzino destro Walker (figura 73, numero 2) che avanza per pressare il portatore.

Figura 73

OCCASIONI CONCESSE E GOL SUBITI


Il gioco aggressivo del Manchester City, spettacolare e organizzato, ha come pre-
supposto l’assumersi dei rischi, in quanto non è possibile essere aggressivi ed equi-
librati allo stesso tempo. Le occasioni che vengono concesse all’avversario derivano
quindi da qualche sbavatura individuale, come ad esempio un errore di postura di un
difensore nel momento decisivo (figura 74).

Figura 74

92 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

In molte occasioni il City è costretto a giocarsi l’1 contro 1 con l’ultimo uomo che,
talvolta, risolve solo grazie alla qualità di lettura dei singoli (figura 75).

Figura 75

Ulteriori situazioni rischiose sono dovute all’abitudine, da parte dei difensori, di ag-
gredire in avanti il portatore di palla. A volte, però, il rischio è di arrivare in ritardo
o di forzare l’intervento (figura 76), lasciando i compagni a giocarsi il duello individuale.

Figura 76

Altre situazioni rischiose per il City sono la gestione del lato debole (figura 77) e gli
inserimenti degli avversari (figura 78), diretta conseguenza dell’avere la palla come
primo riferimento.

Figura 77

Il Manchester City di Pep Guardiola / 93


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 78

Infine, solo in rare occasioni, anche la gestione della profondità alle spalle della linea
difensiva da parte del portiere potrebbe talvolta portarlo a uscite avventate, conce-
dendo facili occasioni agli avversari (figura 79).

Figura 79

PIAZZATI DIFENSIVI
L’atteggiamento difensivo usato nelle fasi di gioco attive si rispecchia anche nei calci
piazzati, dove il principio di aggressività si traduce in una difesa a zona/mista nei
calci d’angolo e a zona con una linea molto alta nelle punizione laterali o centrali.
L’organizzazione prevede la partecipazione di tutti e undici i componenti, bravi però
a pulire velocemente l’area e a ripartire.

ANGOLI DIFENSIVI
Negli angoli difensivi la disposizione prevede una doppia linea difensiva schierata
davanti alla porta, dove la prima linea formata da quattro giocatori (figura 80) ha il
compito di tagliare le linee di corsa agli avversari e la seconda linea, che difende la
porta, ha il compito di attaccare la palla. Infine, un giocatore ha il compito di presi-
diare la zona del limite dell’area.

94 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Figura 80

In caso di possibilità di battuta corta da parte degli avversari Guardiola sceglie di


portare fuori solo un uomo (figura 81, giocatore cerchiato), tenendo i cinque a zona
davanti alla porta e un giocatore a presidiare il limite, portando da quattro a tre
i giocatori con il compito di tagliare le linee di corsa.

Figura 81

Il punto forte nell’organizzazione difensiva è la capacità della squadra di risalire ve-


locemente e in modo uniforme (figura 82), togliendo profondità agli avversari co-
stringendoli ad allontanarsi dalla porta.

Figura 82

Il Manchester City di Pep Guardiola / 95


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

PUNIZIONI LATERALI DIFENSIVE


Nelle punizioni laterali il City presenta una disposizione classica, con uno o due gio-
catori in barriera, la linea classica a zona e uno o due giocatori staccati dalla linea
verso la porta avversaria, pronti per la respinta.

Figura 83

Possiamo notare la particolarità sull’altezza della linea, quando la palla si allontana


dall’area di rigore, dove la squadra di Guardiola applica alla lettera il principio di ag-
gressività tenendo la linea del fuorigioco molto alta, staccandosi sempre dal limite
classico dell’area di rigore (figure 84 e 85).

Figura 84

Figura 85

96 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Infine, anche nelle punizioni lontane possiamo notare la forza mentale del Man-
chester City che si alza moltissimo (figura 86) per poi scappare al momento della
battuta (figura 87).

Figura 86

Figura 87

Il Manchester City di Pep Guardiola / 97


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CAPITOLO 5

PROPOSTE
DI ESERCITAZIONI

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


01
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

RUEDA DE PASES:
ANTICIPO E SMARCAMENTO
MEZZO OPERATIVO Circuito tecnico

DURATA
20 minuti

OBIETTIVI
• Smarcamento
• Controllo orientato
• Passaggio
• Contromovimento

MATERIALE PREPARAZIONE
• 4 cinesini Area di gioco: 15×15 metri
• 3 sagome (o 3 paletti) Giocatori: 5
• Palloni Numero di serie: 2 da 8 minuti con 2 minuti
di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Creare un circuito tecnico utilizzando il materiale a disposizione. Posizionare i quattro
cinesini in forma di croce, a una distanza di 7,5 metri l’uno dall’altro come in figura.
Il cinesino in alto sarà quello di partenza. Posizionare una sagoma a 2 metri dal cinesino
di destra e di sinistra, frontalmente; posizionare un’altra sagoma a 2 metri dal cinesino
centrale in basso, in diagonale. Posizionare un giocatore senza palla davanti ai cinesini
vicini alle sagome e due giocatori davanti al cinesino di partenza con il pallone al primo
giocatore.

100 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
I giocatori eseguono la seguente sequenza:
1. A passa il pallone verso B che fa un contromovimento per anticipare la sagoma
2. B riceve palla, scarica verso A e corre dietro la sagoma
3. A passa il pallone verso il movimento di C che si smarca davanti alla sagoma
4. C riceve palla da A e passa verso il movimento di B
5. B riceve palla da C e la trasmette verso lo smarcamento di D
6. D passa il pallone verso C che ha riadattato la sua posizione a destra della sagoma
7. C passa la palla verso la corsa in profondità di D dietro la sagoma
8. D conclude la sequenza passando la palla a E

VARIANTI
1. La sequenza si ripete uguale fino al punto 4; se B controlla quando riceve palla da C,
D attaccherà direttamente la profondità e B passerà il pallone verso la sua corsa

TEMI DELL'ALLENATORE
• Stimolare i giocatori a far eseguire il circuito tecnico a un tocco

Il Manchester City di Pep Guardiola / 101


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
02
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

RUEDA DE PASES:
RICERCA DEL TERZO UOMO
MEZZO OPERATIVO Circuito tecnico

DURATA
12 minuti

OBIETTIVI
• Smarcamento
• Reazione
• Trasmissione
• Ricevere

MATERIALE PREPARAZIONE
• 2 cinesini Area di gioco: 20×10 metri
• 3 paletti Giocatori: 6
• Palloni Numero di serie: 1 da 12 minuti

ORGANIZZAZIONE
Creare il circuito posizionando il materiale come mostrato in figura. Collocare un cinesino
di partenza dove si sistemeranno il giocatore A con la palla e il giocatore F. A 5 metri dal
cinesino disporre in successione tre paletti, distanti 5 metri uno dall’altro; su ciascun
paletto si collocano rispettivamente i giocatori B, C e D. A 5 metri dall’ultimo paletto
sistemare un altro cinesino dove si collocherà il giocatore E.

102 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
I giocatori eseguono la seguente sequenza:
1. Il giocatore C si smarca spostandosi verso la sinistra del paletto
2. A trasmette palla sul movimento di smarcamento di C, nel frattempo B si smarca
dalla parte opposta (se C va a sinistra B va a destra e viceversa)
3. C passa la palla verso B
4. E si stacca dal cinesino per smarcarsi dalla parte di B che gli trasmette palla
5. E inizia un uno-due passando la palla verso D che, nel frattempo, si è smarcato dalla
parte opposta di E
6. D chiude l’uno-due restituendo palla verso la corsa di E
7. E chiude la sequenza guidando la palla verso il cinesino di partenza per il compagno F

TEMI DELL'ALLENATORE
• Stimolare l’intensità del passaggio che deve essere la massima possibile, a discapito,
inizialmente, della precisione
• Verificare i tempi smarcamento, stimolando i giocatori a muoversi senza mai perdere
di vista il pallone

Il Manchester City di Pep Guardiola / 103


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
03
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

TORELLO 5 CONTRO 1 ALL'INTERNO


DI UN QUADRATO
MEZZO OPERATIVO Situazione semplificata

DURATA
12 minuti

OBIETTIVI
• Trasmissione
• Anticipazione
• Orientamento
• Visione
periferica
• Ricevere
• Presa di
posizione
• Intercetto
• Passaggio utile

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 10×10 metri
• 1 casacca Giocatori: 6
• Palloni Numero di serie: 1 da 12 minuti

ORGANIZZAZIONE
All’interno di un quadrato 10×10 metri si collocano cinque giocatori in cerchio e, fra loro,
un difensore con la casacca. Palla a uno dei cinque giocatori per l’inizio del torello.

104 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Si gioca un torello 5 contro 1
• Se il difensore all’interno recupera la palla prende il posto del giocatore a cui ha
intercettato il passaggio
• Se uno dei cinque giocatori esce dal quadrato prende il posto del difensore

REGOLE
• All’inizio giocare il torello a un massimo di due tocchi, nella seconda parte giocare a
un tocco

TEMI DELL'ALLENATORE
• Anticipare la giocata mantenendo alte qualità e velocità delle trasmissioni palla per
eludere il pressing del difensore interno
• Incitare la ricerca del compagno libero che si trova alle spalle della linea di pressione
del difensore
• Collaborare tra compagni vicini per evitare che il portatore di palla venga pressato dal
difensore

Il Manchester City di Pep Guardiola / 105


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
04
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

POSIZIONAMENTO IN BASE AL PALLONE


MEZZO OPERATIVO Situazione semplificata

DURATA
15 minuti

OBIETTIVI
• Possesso palla
• Trasmissione
• Smarcamento
• Intercetto
• Mobilità

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 20×16 metri
• 2 casacche Giocatori: 7
• Palloni Numero di serie: 2 da 6 minuti con 1’30’’
di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Creare un rettangolo di 20 metri di larghezza e 16 metri di profondità; dividerlo in due
rettangoli di 20×8 metri. Sulla linea di metà campo del rettangolo creare due cancelli
di 5 metri con i cinesini, come in figura. Sulla metà campo dove inizierà l’esercitazione
si schierano tre giocatori (azzurri in figura) con la palla e un difensore (nero in figura),
mentre nell’altra metà campo partono altri due giocatori azzurri e un difensore nero.

106 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• I cinque giocatori azzurri devono mantenere il possesso del pallone e non farselo
intercettare dai due difensori neri
• Gli azzurri devono essere sempre tre nella metà campo dove si trova la palla e due
nella zona opposta
• Il pallone può arrivare da una zona all’altra solo se attraversa uno dei due cancelli, sia
in guida che tramite un passaggio
• Se il pallone giunge nella zona opposta in guida i giocatori continuano il possesso
3 contro 1
• Se la palla giunge nella zona opposta dopo un passaggio il giocatore più vicino al
cancello opposto a quello dove è passato il pallone si porta nell’altra metà campo
attraversando il cancello stesso (esempio in figura)

REGOLE
• La squadra azzurra ottiene un punto ogni volta che completa una sequenza di dieci
passaggi consecutivi, con il vincolo che non possono essere eseguiti tutti nello stesso
settore
• I giocatori neri conquistano un punto se riescono a intercettare il pallone e condurlo
al di fuori del campo di gioco; i due giocatori possono collaborare passandosi la palla
per raggiungere l’esterno del campo

TEMI DELL'ALLENATORE
• Stimolare l’intensità del passaggio
• Verificare il gesto tecnico del controllo orientato che in situazione di pressione risulta
indispensabile per evitare l’avversario

Il Manchester City di Pep Guardiola / 107


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
05
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

POSSESSO PALLA: PUNTO DOPO


PASSAGGIO NELLA PORTICINA
MEZZO OPERATIVO Small-sided game

DURATA
12 minuti

OBIETTIVI
• Possesso palla
• Visione
periferica
• Trasmissione
• Ricevere
• Intercetto
• Contrasto
• Mobilità

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 30×20 metri
• 12 coni Giocatori: 10
• 5 casacche Numero di serie: 1 da 12 minuti
• Palloni

ORGANIZZAZIONE
Creare un campo di gioco di 30 metri di larghezza e 20 metri di profondità. All’interno del
campo creare sei porticine di 1,5 metri con i coni e posizionarle in modo sparso. Dividere
i giocatori in due squadre di cinque componenti. Palla a una delle due squadre per l’inizio
dell’esercizio.

108 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Si gioca un possesso palla 5 contro 5
• L’obiettivo di ciascuna squadra è di mantenere il possesso il più a lungo possibile
• La squadra in possesso palla ottiene un punto se un giocatore realizza un passaggio
all’interno della porticina per un altro compagno (esempio in figura)

REGOLE
• Giocare il possesso a tre tocchi al massimo

TEMI DELL'ALLENATORE
• Stimolare i giocatori al continuo movimento, creando linee di passaggio utili per il
compagno in possesso di palla
• Verificare la tecnica di passaggio e il controllo orientato
• Stimolare il movimeto subito dopo aver passato la palla: spesso, dopo aver giocato
palla, i giocatori si fermano
• Stimolare la squadra non in possesso palla ad attuare la massima pressione

Il Manchester City di Pep Guardiola / 109


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
06
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

MOMENTI DI COPERTURA DIFENSIVI


MEZZO OPERATIVO Esercizio

DURATA
15 minuti

OBIETTIVI
• Presa di posizione
• Marcamento
• Presa di posizione
nel reparto
• Triangolo di
copertura
• Anticipo
• Copertura delle
zone pericolose
• Leggere le
intenzioni

MATERIALE PREPARAZIONE
• 3 sagome (o 3 paletti) Area di gioco: 40×40 metri
• Palloni Giocatori: 4
Numero di serie: 1 da 15 minuti

ORGANIZZAZIONE
Al limite dell’area di rigore posizionare tre sagome che simulano tre avversari.
In marcatura sulle sagome si collocano rispettivamente i giocatori B, C e D. All’interno del
cerchio di centrocampo si posiziona il giocatore A con i palloni.

110 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• L’obiettivo dei tre difensori è quello di eseguire continue coperture difensive coprendo
lo spazio lasciato libero dal compagno, il quale va a giocare la palla trasmessa dal
giocatore A
• Il giocatore A decide su quale sagoma trasmettere la palla e il difensore in marcatura
sulla stessa sagoma deve effettuare un anticipo, controllare la palla e rigiocarla al
compagno A
• Mentre il difensore esegue l’anticipo gli altri due difensori adattano la propria posizione
per andare a coprire lo spazio lasciato libero dal compagno

TEMI DELL'ALLENATORE
• Verificare il sincronismo dei movimenti fra i giocatori: la semplicità dell’esercizio deve
essere compensata dalla massima applicazione, al fine di creare movimenti uniformi
e armonici

Il Manchester City di Pep Guardiola / 111


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
07
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

2 CONTRO 1: POSSESSO PALLA


E REAZIONE ALLE TRANSIZIONI
MEZZO OPERATIVO Situazione semplificata

DURATA
24 minuti

OBIETTIVI
• Perso palla -
attacco palla
• Trasmissione
• Smarcamento
• Intercetto
• Contrasto
• 2 contro 1
• Pressing
• Transizioni

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 10×10 metri
• 1 casacca Giocatori: 3
• Palloni Numero di serie: 3 da 6 minuti con 2 minuti
di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Creare con i cinesini un campo di 10×10 metri. All’interno del quadrato di gioco si
sistemano due attaccanti contro un difensore con la casacca. Uno dei due attaccanti
parte con la palla.

112 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Il gioco inizia con i due attaccanti che cercano di mantenere il possesso del pallone,
senza farsi intercettare o contrastare dal difensore
• L’obiettivo del difensore è quello di recuperare il possesso del pallone e portarlo al di
fuori del quadrato
• Gli attaccanti, una volta perso il possesso del pallone, andranno a pressare velocemente
il difensore cercando di evitare che questi esca dal quadrato
• Al termine della serie sostituire il giocatore che gioca come difensore

REGOLE
• Ogni volta che il difensore porta fuori il pallone dal quadrato guadagna un punto
• Tutti i giocatori giocheranno almeno una serie nel ruolo di difensore
• Vince il giocatore che riesce a portare più palloni fuori dal quadrato

VARIANTI
1. Limitare il numero dei tocchi degli attaccanti

TEMI PER L'ALLENATORE


• Stimolare i giocatori ad andare in pressione velocemente subito dopo aver perso
il possesso del pallone
• Spiegare al giocatore senza palla l’importanza della ricerca della zona luce in modo da
creare continuamente nuove linee di passaggio

Il Manchester City di Pep Guardiola / 113


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
08
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

POSSESSO PALLA 5 CONTRO 5:


DENTRO-FUORI
MEZZO OPERATIVO Gioco di posizione

DURATA
15 minuti

OBIETTIVI
• Possesso palla
• Trasmissione
• Dribbling
• Smarcamento
• Intercetto
• Contrasto
• Mobilità

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 40×30 metri
• 5 casacche Giocatori: 10
• Palloni Numero di serie: 1 da 15 minuti

ORGANIZZAZIONE
Creare un rettangolo di 40 metri di larghezza per 30 metri di profondità. All’interno
dell’area di gioco creare due zone laterali di 10×30 metri (gialle in figura). Dividere
i giocatori in due squadre di cinque componenti. All’interno del rettangolo si schierano
tre giocatori azzurri contro tre neri. Su ciascuna zona laterale si collocano un giocatore
nero e uno azzurro.

114 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• L’obiettivo dell’esercizio per la squadra in possesso è quello di mantenere la palla
il più a lungo possibile, cercando di non farsela rubare dalla squadra avversaria
• Durante il possesso palla i giocatori interni possono scambiare la propria posizione con
i compagni esterni senza mai alterare il numero dei giocatori che occupano ogni zona

REGOLE
• Obbligo di un giocatore per squadra in ciascuna zona esterna
• Obbligo di tre giocatori per squadra all’interno della zona centrale

TEMI PER L'ALLENATORE


• Stimolare i giocatori a stare in continuo movimento per dare sempre al compagno
un’alternativa di passaggio: la parità numerica costringe a cercare continui
smarcamenti

Il Manchester City di Pep Guardiola / 115


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
09
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

POSSESSO PALLA 6 CONTRO 3:


RIEMPIAMO IL RETTANGOLO CENTRALE
MEZZO OPERATIVO Situazione semplificata

DURATA
18 minuti

OBIETTIVI
• Possesso palla
• Trasmissione
• Dribbling
• Smarcamento
• Intercetto
• Contrasto

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 30×20 metri
• 3 casacche Giocatori: 9
• Palloni Numero di serie: 2 da 7 minuti con 2 minuti
di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Dividere un rettangolo di 30×20 metri in tre zone: la zona centrale di 15×20 metri e le due
zone laterali di 7,5×20 metri. All’interno di ciascuna zona partono due giocatori azzurri
contro un giocatore nero (6 contro 3). Palla a uno dei due giocatori azzurri all’interno
della zona centrale.

116 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Si gioca un possesso palla 6 contro 3
• All’inizio i giocatori azzurri devono mantenersi nelle proprie zone mentre i tre
giocatori neri possono muoversi liberamente su tutte le tre zone per cercare di
recuperare il pallone
• Ogni volta che la squadra azzurra realizza tre passaggi di seguito un giocatore azzurro
può entrare a giocare il possesso nella zona centrale
• L’obiettivo della squadra azzurra è quello di riuscire a portare tutti i giocatori all’interno
della zona centrale
• Se i giocatori neri recuperano palla devono cercare di portarla al di fuori del campo di
gioco e, se ci riescono, i giocatori della squadra azzurra rientrano nelle proprie zone
per ricominciare un nuovo possesso

TEMI PER L'ALLENATORE


• Il gioco prevede di abbinare la tecnica individuale a un semplice problema cognitivo;
lasciamo i ragazzi liberi di poter arrivare per gradi alla realizzazione completa
dell’obiettivo, senza dare indicazioni precise guidandoli e forzando i tempi

Il Manchester City di Pep Guardiola / 117


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
10
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

POSSESSO 6 CONTRO 4:
ATTACCO DELLA PROFONDITÀ
MEZZO OPERATIVO Gioco semplificato

DURATA
18 minuti

OBIETTIVI
• Possesso palla
• Trasmissione
• Dribbling
• Smarcamento
• Conclusione
• Intercetto
• Contrasto
• Mobilità
• Verticalizzazione

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 40×60
• 3 casacche Giocatori: 10 + 1 portiere
• Palloni Numero di serie: 2 da 7 minuti con 2 minuti
di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Al limite dell’area di rigore creare un rettangolo di 40 metri di larghezza e 25 metri di
profondità. All’altezza della linea del limite dell’area di rigore, lateralmente, creare dei
cancelli di 4 metri di larghezza con i cinesini, come in figura. All’interno del rettangolo di
40×25 metri partono due giocatori azzurri contro due neri. All’esterno del rettangolo, sia
a destra che a sinistra, si schierano due giocatori azzurri e un giocatore nero. Palla a uno
dei due giocatori azzurri all’interno del rettangolo. Il portiere a difesa della porta.

118 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Si gioca un possesso palla 6 contro 4
• All’inizio i giocatori azzurri devono mantenere le proprie zone, mentre i quattro giocatori
neri possono muoversi liberamente sia all’interno del rettangolo che all’esterno per
cercare di recuperare la palla
• Ogni volta che la squadra azzurra realizza tre passaggi di seguito un giocatore azzurro
può entrare a giocare il possesso all’interno del rettangolo
• L’obiettivo della squadra azzurra è quello di riuscire a portare tutti i giocatori all’interno
del rettangolo
• Quando tutti i giocatori azzurri sono all’interno del rettangolo possono cercare
di attaccare la profondità attraverso una verticalizzazione per un giocatore che
attraversa uno dei due cancelli esterni (esempio in figura)
• Se i giocatori neri recuperano palla devono cercare di portarla al di fuori del campo di
gioco e, se ci riescono, i giocatori della squadra azzurra rientrano nelle proprie zone
per ricominciare un nuovo possesso

TEMI PER L'ALLENATORE


• Stimolare i giocatori della squadra azzurra a non forzare la ricerca della profondità ma
a muovere la palla con sicurezza, sfruttando la superiorità numerica per poi imbucare
al momento più opportuno

Il Manchester City di Pep Guardiola / 119


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
11
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

2 CONTRO 2 CON 2 SPONDE PER SQUADRA


MEZZO OPERATIVO Gioco semplificato

DURATA
20 minuti

OBIETTIVI
• Possesso palla
• Trasmissione
• Smarcamento
• Intercetto
• Contrasto
• Mobilità

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 10×10 metri
• 4 casacche Giocatori: 8
• Palloni Numero di serie: 2 da 8 minuti con 2 minuti
di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Creare con i cinesini un’area di gioco di 10×10 metri. Dividere i giocatori in due squadre da
quattro componenti. All’interno del campo si collocano due giocatori azzurri contro due
neri. All’esterno di ogni lato si posizionano, in modo alternato, due sponde per ciascuna
squadra, come in figura.

120 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Al segnale d’avvio dell’allenatore la squadra in possesso palla deve cercare di
mantenere il pallone
• Quando la palla viene trasmessa a una delle due sponde, questa deve entrare in
campo, mentre chi ha passato palla prende il suo posto all’esterno del quadrato

REGOLE
• I giocatori hanno due tocchi a disposizione quando sono all’interno del quadrato
• Le sponde, quando ricevono palla all’esterno, hanno tre tocchi a disposizione per
entrare dentro al quadrato
• Le sponde non possono essere pressate

VARIANTI
1. Aumentare o diminuire il numero dei tocchi a discrezione dell’allenatore
2. Aumentare le dimensioni del campo
3. Le sponde possono essere pressate

TEMI PER L'ALLENATORE


• Coordinazione dei movimenti tra compagni
• Tempismo nella creazione degli spazi
• Coerenza nei cambi di posizione

Il Manchester City di Pep Guardiola / 121


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
12
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

2 CONTRO 2 CON 2 SPONDE PER SQUADRA


+ 2 JOLLY IN SETTORI OPPOSTI
MEZZO OPERATIVO Gioco semplificato

DURATA
20 minuti

OBIETTIVI
• Transizioni
• Trasmissione
• Smarcamento
• Intercetto
• Contrasto
• Mobilità
• Possesso palla
• Pressione

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 20×10 metri
• 6 casacche (4 di un colore, Giocatori: 10
2 di un altro) Numero di serie: 4 da 4 minuti con 1 minuto
• Palloni di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Creare un campo di 20 metri di larghezza per 10 metri di profondità. Dividere l’area
di gioco in due quadrati adiacenti di 10×10 metri. All’interno di uno dei due quadrati
partono due giocatori azzurri contro due neri. Su ogni lato lungo (20 metri) si dispongono
due giocatori, uno per squadra mentre all’esterno dei lati corti (10 metri) stazionano un
jolly per lato (giocatori gialli in figura). Palla alla squadra nera, che parte in superiorità
numerica.

122 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Al segnale d’avvio dell’allenatore la coppia in possesso deve mantenere la palla con
l’aiuto delle due sponde e del jolly più vicino; si crea una situazione di 5 contro 2
• Quando la coppia avversaria recupera palla deve trasmetterla al jolly posizionato
all’esterno del lato corto oppure a uno dei due compagni-sponda opposti e spostarsi
immediatamente all’interno del quadrato opposto
• A seconda dei movimenti iniziali delle due sponde che stanno nel quadrato opposto
(le quali potranno entrare in campo singolarmente o assieme) i due compagni che
hanno recuperato palla in precedenza si muoveranno di conseguenza: potranno
uscire, singolarmente o entrambi, mantenendo sempre il 2 contro 2 all’interno del
quadrato
• Al termine di ogni serie, sostituire i due jolly

REGOLE
• Il recupero palla eseguito entro 6 secondi assegna un punto alla squadra che lo realizza
• Le sponde e i jolly giocano di prima
• All’interno del quadrato sono possibili due o tre tocchi
• Quando una coppia recupera palla e la trasmette verso l’altro quadrato uno dei
due compagni-sponda deve entrare nel quadrato e scambiarsi di posizione con un
compagno

TEMI PER L'ALLENATORE


• Incitare i giocatori alla pressione sugli avversari
• Stimolare l’anticipo della lettura del gioco
• La transizione dev’essere più rapida possibile

Il Manchester City di Pep Guardiola / 123


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
13
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

4 CONTRO 4 + 2 ESTERNI PER SQUADRA:


CREAZIONE/RICERCA DI SPAZI UTILI
MEZZO OPERATIVO Gioco semplificato

DURATA
20 minuti

OBIETTIVI
• Superiorità
numerica
(attacco)
• Trasmissione
• Smarcamento
• Marcamento
• Intercetto
• Mobilità
• Inferiorità
numerica (difesa)

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 20×30 metri
• 6 casacche Giocatori: 12
• 2 porticine Numero di serie: 2 da 8 minuti con 2 minuti
• Palloni di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Creare un campo di 20 metri di larghezza per 30 metri di profondità. Dividere il campo in
due zone di 15×20 metri. Lungo entrambi i lati corti, al centro, posizionare una porticina.
Dividere i giocatori in due squadre da sei componenti ciascuna. All’interno di ciascuna
metà campo partono due giocatori azzurri contro due neri. All’esterno delle fasce laterali
stazionano due componenti per squadra, uno per lato.

124 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Dentro il campo si gioca un 4 contro 4
• All’esterno, all’altezza della metà campo, stazionano due giocatori per squadra, due
per ogni lato
• Obiettivo del gioco è fare gol nella porticina
• Per realizzare un gol le due squadre dovranno cercare di creare superiorità numerica
nelle diverse fasi del possesso e nelle diverse zone del campo conquistate, grazie
all’entrata in campo degli esterni che alternativamente andranno a creare tale
superiorità nella fase di costruzione bassa, sotto la linea della metà campo, o in quella
più avanzata, oltre la metà campo

REGOLE
• Quando il giocatore esterno entra in fase di costruzione, un giocatore deve uscire dalla
metà campo della fase offensiva, ma se un giocatore entra in fase di finalizzazione
i due giocatori della fase di costruzione resteranno entrambi all’interno, a difesa
della porta

VARIANTI
1. Possibile limitazione del numero di tocchi

TEMI PER L'ALLENATORE


• Verificare il sincronismo degli scambi di posizione fra i giocatori
• Stimolare il movimento dentro-fuori per creare le superiorità numeriche
• Stimolare il movimento dopo il passaggio

Il Manchester City di Pep Guardiola / 125


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
14
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

POSSESSO PALLA 4 CONTRO 4 + 3


MEZZO OPERATIVO Situazione semplificata

DURATA
24 minuti

OBIETTIVI
• Possesso palla
• Trasmissione
• Smarcamento
• Intercetto
• Improvvisazione
• Mobilità

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 30×20 metri
• 7 casacche (4 di un colore, Giocatori: 11
• 3 di un altro) Numero di serie: 2 da 10 minuti con 2 minuti
• Palloni di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Creare un rettangolo di 30×20 metri. Dividere i giocatori in due squadre di quattro
componenti più tre jolly. All’esterno di entrambi i lati lunghi del campo si schierano due
giocatori della squadra azzurra, i giocatori neri partono all’interno del rettangolo e, infine,
i tre jolly (giocatori fucsia) si schierano uno all’esterno di ciascun lato corto del rettangolo
e il terzo all’interno del rettangolo. Palla a un giocatore della squadra azzurra.

126 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Una delle due squadre di quattro giocatori (neri in figura) inizia l’esercitazione dentro
l’area di gioco, con l’obiettivo di intercettare la palla e conquistarne il possesso
• L’altra squadra di quattro giocatori (azzurri in figura) inizia in possesso palla con due
elementi su ogni lato lungo
• I jolly (fucsia in figura) sono allineati lungo il centro del campo, con un giocatore al
centro dell’area di gioco e due sui lati corti
• I giocatori esterni (azzurri) più i tre jolly devono mantenere palla senza perderla
• I giocatori esterni possono muoversi liberamente lungo il proprio lato
• Il jolly interno può muoversi liberamente in tutta l’area interna, sostenendo il gioco
• I difensori (neri) devono cercare di chiudere il gioco il più velocemente possibile

REGOLE
• In ogni sessione di 10 minuti gli ultimi 3 minuti sono dedicati al passaggio veloce in
cui la squadra in possesso deve cercare di eseguire 120 passaggi in 3 minuti

TEMI PER L'ALLENATORE


• Velocità di passaggio e di precisione
• Schemi di gioco
• Movimento senza palla
• Allenare i giocatori a chiudere le linee di passaggio
• Sostegno tra difensori

Il Manchester City di Pep Guardiola / 127


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
15
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

5 CONTRO 5 + JOLLY:
PROFONDITÀ O SOSTEGNO
MEZZO OPERATIVO Situazione

DURATA
20 minuti

OBIETTIVI
• Transizioni
• Trasmissione
• Conclusione
• Possesso palla
• Verticalizzazione
• Pressing
• Sostegno
• Cambio gioco

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 40×60 metri
• 6 casacche (5 di un colore, Giocatori: 11 + 1 portiere
1 di un altro) Numero di serie: 2 da 8 minuti con 2 minuti
• Palloni di recupero tra le serie
• 1 porta

ORGANIZZAZIONE
Utilizzare una metà campo regolamentare e crearvi un rettangolo di 30×40 metri con
i cinesini, adiacente all’area di rigore. Dividere il lato di 40 metri a metà, ottenendo un
doppio rettangolo di 30×20 metri. Dividere con le casacche i giocatori in due squadre da
cinque componenti più un jolly con casacca di colore diverso (gialla in figura). Posizionare
tre giocatori di ogni squadra all’interno del rettangolo più distante dalla porta, gli altri
due giocatori per squadra andranno a sistemarsi nell’altro rettangolo. Il jolly si colloca al
di fuori del lato più lontano dalla porta. Portiere a difesa della porta, palloni all’allenatore.

128 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• L’allenatore mette in gioco la palla nell’area in cui si trovano i tre giocatori per squadra
• L’obiettivo della squadra in possesso è di finalizzare in porta
• La squadra che recupera palla cercherà di attaccare il lato debole, cambiando
velocemente gioco; per farlo la squadra avrà due opzioni:
• la prima opzione, più conservativa e con meno rischi, vede il giocatore che recupera
palla passare al jolly esterno, il quale cambierà poi gioco, garantendo il possesso
del pallone (trasmissione A in figura)
• la seconda opzione prevede che chi recupera palla la giochi direttamente su un
compagno che sta nel secondo rettangolo il quale, a quel punto, potrà puntare più
velocemente alla finalizzazione cercando di superare la squadra avversaria con un
2 contro 2 (trasmissione B)
• Quando il pallone cambia zona di gioco anche un giocatore per squadra si sposterà
nell’altro rettangolo, ristabilendo così sempre un 3 contro 3
• Una volta terminata l’azione si ripartirà come a inizio esercitazione, con l’allenatore
che mette in gioco un nuovo pallone

REGOLE
• Non è permessa la presenza di più di tre giocatori nel rettangolo dove si trova il pallone

VARIANTI
1. Limitare il numero di tocchi dei giocatori, ad esempio a tre

TEMI PER L'ALLENATORE


• Cercare di realizzare il cambio di gioco il più velocemente possibile nel momento in cui
la squadra senza possesso recupera palla
• La squadra che difende deve cercare di chiudere le linee che possono portare la
squadra avversaria alla finalizzazione o alla ricerca del lato debole

Il Manchester City di Pep Guardiola / 129


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
16
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

5 CONTRO 4: RICERCA DELLO SPAZIO


IN PROFONDITÀ
MEZZO OPERATIVO Situazione

DURATA
20 minuti

OBIETTIVI
• Smarcamento
• Conclusione
• Marcamento
• Intercetto
• Penetrazione
• Improvvisazione
• Verticalizzazione
• Presa di posizione
nel reparto
• Lettura traiettorie

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 40×60 metri
• 4 casacche Giocatori: 9 + 1 portiere
• Palloni Numero di serie: 2 da 8 minuti con 2 minuti
• 1 porta di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Utilizzare una metà campo regolamentare. Adiacente al limite dell’area di rigore creare
un rettangolo di 40 metri di larghezza per 25 metri di profondità e dividerlo in quattro
zone (Z1, Z2, Z3, Z4). All’interno dell’area di gioco si schierano cinque giocatori offensivi
azzurri contro quattro giocatori difensivi neri. Il portiere a difesa della porta.

130 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Il gioco iniza con i cinque giocatori azzurri che fanno girare il pallone tra di loro e
i quattro difensori neri che si muovono adattando la loro posizione in base a dove si
trova la palla
• Durante il giro palla dei giocatori azzurri i neri difendono in maniera passiva
• Al segnale dell’allenatore i giocatori azzurri hanno l’obiettivo di ricercare la profondità
per arrivare alla finalizzazione in porta
• I difensori neri, dopo il segnale dell’allenatore, iniziano a difendere in maniera attiva
• Se i difensori neri recuperano palla cercheranno di guidarla o lanciarla oltre la linea più
distante del rettangolo

REGOLE
• I difensori neri, durante il giro palla, devono adattare la loro posizione in base a dove
si trova il pallone:
• se la palla è in Z1 i due difensori A e B si posizionano in Z4 e C in Z3
• se la palla è in Z2 i due difensori B e C si posizionano in Z3 e A in Z4
• se la palla è sull’esterno sinistro A esce in pressione e B e C si posizionano in Z4
• se la palla è sull’esterno destro C esce in pressione e B e A si posizionano in Z3
• Dopo il segnale dell’allenatore è valida la regola del fuoriogioco

TEMI PER L'ALLENATORE


• Incitare i giocatori offensivi a cambiare gioco continuamente, in modo da obbligare
i difensori a un continuo adattamento della posizione

Il Manchester City di Pep Guardiola / 131


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
17
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

POSSESSO PALLA + INSERIMENTO


DI UNA SECONDA LINEA
MEZZO OPERATIVO Gioco semplificato

DURATA
20 minuti

OBIETTIVI
• Inserimento di
una seconda linea
• Trasmissione
• Smarcamento
• Presa di posizione
• Penetrazione
• Mobilità
• Possesso palla
• Verticalizzazione

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 40×60 metri
• 4 casacche Giocatori: 11 + 1 portiere
• 2 porticine Numero di serie: 2 da 8 minuti con 2 minuti
• 1 porta di recupero tra le serie
• Palloni

ORGANIZZAZIONE
Utilizzare una metà campo regolamentare. Dalla linea di centrocampo creare due zone
adiacenti di 60 metri di larghezza per 16 metri di profondità (zona A e zona B in figura).
Sulla linea di centrocampo collocare due porticine. Su entrambe le zone partono tre
giocatori offensivi (azzurri in figura) che giocheranno contro cinque difensori (neri in
figura) che sono liberi di muoversi. Palla a un giocatore offensivo all’interno della zona A.
Un portiere a difesa della porta.

132 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• L’obiettivo della squadra dei sei attaccanti è quello di arrivare alla finalizzazione nella
porta dopo un inserimento di una seconda linea dalla zona A
• Gli attaccanti non si possono scambiare le zone tra di loro e possono solo occupare la
zona loro assegnata dall’allenatore all’inizio dell’esercizio
• I cinque difensori sono liberi di muoversi su entrambe le zone senza nessun vincolo
• Nel momento in cui la squadra in attacco realizza la verticalizzazione per l’inserimento
di una seconda linea, tutti i giocatori possono uscire dalle zone per andare a difendere
e attaccare
• Se i difensori recuperano palla cercano di finalizzare in una delle due porticine
• Dopo una finalizzazione il gioco ricomincia sempre dalla zona A con palla per la squadra
offensiva (giocatori azzurri)

REGOLE
• Esiste la regola del fuorigioco (linea più vicina alla porta della zona B)

TEMI PER L'ALLENATORE


• Consigliare ai giocatori di cercare l’inserimento dei giocatori laterali nella zona A
quando la palla è all’attaccante centrale nella zona B
• Coordinare l’inserimento con il passaggio per non rischiare di finire in fuorigioco

Il Manchester City di Pep Guardiola / 133


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
18
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

ATTACCO CONTRO DIFESA:


TAGLIO E FILTRANTE
MEZZO OPERATIVO Situazione semplificata

DURATA
15 minuti

OBIETTIVI
• Filtrante
• Trasmissione
• Smarcamento
• Conclusione
• Presa di posizione
• Intercetto
• Principi di tattica
collettiva offensivi
• Taglio

MATERIALE PREPARAZIONE
• 6 paletti Area di gioco: 40×60 metri
• 3 casacche Giocatori: 7 + 1 portiere
• Palloni Numero di serie: 2 da 6 minuti con 1’30’’
• 1 porta di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Utilizzare una metà campo regolamentare. Al limite dell’area creare con i paletti un
cancello centrale di 20 metri e due cancelli laterali di 3 metri. Dividere i giocatori in due
squadre: quattro attaccanti (A, B, C e D) contro tre difensori. Il portiere a difesa della porta.

134 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Si gioca un attacco contro difesa con la squadra degli attaccanti che cerca la
finalizzazione rispettando le seguenti regole:
• il giocatore D può andare a finalizzare dopo aver effettuato un taglio attraversando
il cancello centrale (figura 1)
• i giocatori B e C possono essere serviti in profondità dopo aver eseguito un taglio
attraversando i cancelli laterali (figura 2); B e C, dopo aver ricevuto il passaggio,
decidono se crossare o andare alla finalizzazione

TEMI PER L'ALLENATORE


• Scelta delle migliori traiettorie di movimento e di passaggio
• Sincronismo nei movimenti di pre-finalizzazione e finalizzazione
• Collaborazione visiva tra chi effettua l’ultimo passaggio e chi attacca la profondità

Il Manchester City di Pep Guardiola / 135


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
19
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

SITUAZIONI OFFENSIVE: ATTACCARE


LO SPAZIO LIBERATO DAL COMPAGNO
MEZZO OPERATIVO Situazione semplificata

DURATA
15 minuti

OBIETTIVI
• Principi di
tattica collettiva
offensivi
• Trasmissione
• Smarcamento
• Conclusione
• Attacco porta

MATERIALE PREPARAZIONE
• 2 cinesini Area di gioco: 40×60 metri
• 5 paletti Giocatori: 6 + 1 portiere
• Palloni Numero di serie: 1 da 15 minuti
• 1 porta

ORGANIZZAZIONE
All’interno di una metà campo regolamentare posizionare quattro paletti a simulare una
difesa a quattro, più un quinto paletto che simula un mediano davanti alla difesa. Alla destra
e alla sinistra del paletto collocare un cinesino. I sei giocatori offensivi si schierano tre sulla
linea di centrocampo (un mediano e due esterni) e tre in attacco (attaccante centrale più
due attaccanti esterni). Il mediano inizia con la palla. Il portiere a difesa della porta.

136 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• I giocatori offensivi hanno come obiettivo la finalizzazione in porta
• Il primo passaggio del mediano deve sempre andare verso uno dei tre attaccanti che,
a turno, vengono incontro a ricevere sui cinesini
• In base all’attaccante che si propone incontro, il resto dei compagni adatta i propri
movimenti andando ad attaccare gli spazi liberi

REGOLE
• I tre attaccanti decidono chi tra loro va incontro a ricevere il passaggio (non seguire un
giro prestabilito)

TEMI PER L'ALLENATORE


• Verificare il sincronismo fra i movimenti dei giocatori, che deve essere il migliore
possibile

Il Manchester City di Pep Guardiola / 137


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
20
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

4 CONTRO 4 + ESTERNI:
VERTICALIZZAZIONE O SOVRAPPOSIZIONE
MEZZO OPERATIVO Small-sided game

DURATA
30 minuti

OBIETTIVI
• Verticalizzazione
• Smarcamento
• Conclusione
• Presa di posizione
• Intercetto
• Contrasto
• Principi di tattica
collettiva offensivi
• Possesso palla
• Sovrapposizione

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 50×50 metri
• 7 casacche Giocatori: 12 + 2 portieri
• Palloni Numero di serie: 3 da 8 minuti con 2 minuti
• 2 porte di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
In un campo da gioco di 50×50 metri posizionare due porte regolamentari a metà di
due lati opposti. A metà del campo creare un rettangolo con i cinesini di 40×20 metri
(rettangolo giallo in figura). Dividere i giocatori in due squadre da sei con le casacche,
sistemare quattro componenti di ogni squadra all’interno del rettangolo centrale e due
per ogni squadra al di fuori di uno dei lati corti del rettangolo giallo, come in figura. Portieri
a difesa delle porte. Palloni all’allenatore.

138 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• L’allenatore mette in gioco il pallone al centro del rettangolo centrale
• La squadra che recupera il pallone cercherà di realizzare il possesso fino a quando
riuscirà a verticalizzare in profondità, passando prima dal giocatore esterno, che
taglierà in profondità (esempio A) o riceverà sul posto e sfrutterà la sovrapposizione
di un compagno che servirà in profondità (esempio B)
• Nel momento in cui il pallone viene verticalizzato la squadra non in possesso andrà
a difendere la propria porta, la squadra in possesso cercherà di finalizzare
• Una volta finalizzata l’azione i giocatori rientreranno nel rettangolo di gioco
e ricominceranno l’esercitazione con un nuovo pallone lanciato dall’allenatore
• Al termine di ogni serie sostituire i giocatori esterni

REGOLE
• Vale la regola del fuorigioco

VARIANTI
1. Aumentare o diminuire il numero dei tocchi a discrezione dell’allenatore

TEMI PER L'ALLENATORE


• Stimolare i giocatori al continuo movimento, in modo da essere sempre utili al
compagno in possesso palla
• La squadra che difende deve cercare di chiudere le vie che portano gli avversari
all’attacco della profondità

Il Manchester City di Pep Guardiola / 139


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
21
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

FINALIZZAZIONE DIRETTA O RICERCA


DEL TERZO UOMO
MEZZO OPERATIVO Situazione

DURATA
15 minuti

OBIETTIVI
• Conclusione
• Visione
periferica
• Trasmissione
• Controllo
orientato
• Tiro in porta
• Pressione

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 40×40 metri
• 1 casacca Giocatori: 3 + 1 portiere
• Palloni Numero di serie: 1 da 15 minuti
• 1 porta

ORGANIZZAZIONE
Al limite dell’area di rigore creare un rettangolo di 20 metri di larghezza e 5 metri di
profondità. Dividere l’area di gioco in tre zone: un rettangolo centrale di 10×5 metri
e due quadrati esterni di 5×5 metri. Su ciascun quadrato si colloca un attaccante azzurro
mentre nel rettangolo centrale parte un difensore nero. A circa 40 metri dalla porta,
al centro, sistemare un cinesino di partenza, a fianco del quale si posizionano i giocatori
in fila, ognuno con un pallone. Il portiere a difesa della porta.

140 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• I due attaccanti all’interno dei quadrati devono attendere il passaggio del compagno
che si trova sul cinesino di partenza
• Il difensore si può muovere all’interno del rettangolo, cercando di intuire a quale dei
due attaccanti arriverà il passaggio
• Se, quando l’attaccante riceve il passaggio, il difensore è in ritardo nel portare
pressione, l’attaccante può controllare e andare alla finalizzazione diretta in porta
• Se, quando l’attaccante riceve il passaggio, il difensore porta pressione con i giusti
tempi, l’attaccante deve restituire palla al compagno e questi la gira, con un passaggio
in profondità, per l’altro attaccante, il quale andrà a finalizzare in porta
• Al termine di ogni azione l’attaccante che finalizza si porta in fondo al gruppo,
il giocatore che ha eseguito il passaggio si porta all’interno del quadrato lasciato libero
e l’altro attaccante, che non ha finalizzato, rimane nel proprio quadrato
• A discrezione dell’allenatore sostituire il difensore all’interno del rettangolo dopo
alcuni minuti

TEMI PER L'ALLENATORE


• Verificare i tempi di reazione del giocatore che riceve il passaggio
• Verificare il gesto tecnico del controllo orientato, che sia funzionale all’esecuzione del
gesto successivo

Il Manchester City di Pep Guardiola / 141


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
22
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

7 + PORTIERE CONTRO 4: COSTRUZIONE


DAL BASSO
MEZZO OPERATIVO Situazione semplificata

DURATA
22 minuti

OBIETTIVI
• Conclusione
• Trasmissione
• Smarcamento
• Conclusione
• Manovra

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 40×60 metri
• 4 casacche Giocatori: 11 + 1 portiere
• Palloni Numero di serie: 2 da 9 minuti con 2 minuti
• 1 porta di recupero tra le serie
• 2 porticine

ORGANIZZAZIONE
Utilizzare una metà campo regolamentare. Sulla linea di centrocampo collocare due
porticine come in figura. Adiacente al limite dell’area di rigore, creare un rettangolo di
40 metri di larghezza per 20 metri di profondità. All’interno della metà campo si schierano
sette giocatori azzurri a difesa della porta regolamentare contro quattro giocatori neri
a difesa delle due porticine. Il portiere a difesa della porta. Collocare una buona scorta di
palloni a fianco della porta regolamentare.

142 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Il gioco inzia sempre dal portiere che gioca con la squadra azzurra di sette giocatori
• La squadra azzurra ha l’obiettivo di creare delle costruzioni dal basso e arrivare alla
finalizzazione in una delle due porticine
• I quattro giocatori neri devono contrastare le costruzioni dei giocatori azzurri e, se
recuperano palla, possono cercare la finalizzazione nella porta regolamentare
• Al termine di ogni azione il gioco riprende sempre dal portiere

REGOLE
• Quando la palla giunge all’interno del rettangolo giallo solo due giocatori neri possono
entrare per cercare di recuperare la palla
• I giocatori della squadra azzurra devono finalizzare in una delle due porticine
• I giocatori della squadra nera devono finalizzare nella porta regolamentare

TEMI PER L'ALLENATORE


• Cercare di realizzare dei passaggi per spostare i difensori, così da liberare i compagni
che possono dare una direzione verticale al gioco
• Incitare i giocatori ad appoggiarsi al portiere quando sono pressati

Il Manchester City di Pep Guardiola / 143


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
23
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

PARTITA A TEMA 4 CONTRO 4:


PORTIERE UOMO IN PIÙ
MEZZO OPERATIVO Partita a tema

DURATA
20 minuti

OBIETTIVI
• Possesso palla
• Trasmissione
• Smarcamento
• Conclusione
• Presa di posizione
• Intercetto
• Contrasto
• Principi di tattica
collettiva offensivi
• Manovra

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 30×40 metri
• 4 casacche Giocatori: 8 + 2 portieri
• Palloni Numero di serie: 2 da 8 minuti con 2 minuti
• 2 porte di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Creare un campo di 30 metri di larghezza e 40 metri di profondità. Posizionare, al centro
di ciascun lato corto, una porta regolamentare. Nei pressi di entrambe le porte creare
un’area del portiere regolamentare (aree gialle in figura). Dividere i giocatori in due
squadre di cinque componenti: quattro giocatori di movimento più un portiere. Palla
a una delle due squadre per l’inizio della partita.

144 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Si gioca una partita 4 contro 4 con l’obiettivo di fare gol
• I portieri non possono essere pressati quando giocano la palla all’interno della
propria area

VARIANTI
1. I portieri possono essere pressati all’interno della propria area

TEMI PER L'ALLENATORE


• Cercare di trasmettere ai giocatori il messaggio che il portiere può creare superiorità
numerica e può aiutare a trovare soluzioni di gioco durante il possesso palla
• Quando il portiere è in possesso palla i giocatori devono realizzare dei movimenti
di smarcamento per facilitare la giocata al portiere

Il Manchester City di Pep Guardiola / 145


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
24
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

8 CONTRO 8 + PORTIERI: ATTEGGIAMENTO


OFFENSIVO
MEZZO OPERATIVO Partita a tema

DURATA
30 minuti

OBIETTIVI
• Principi di
tattica collettiva
offensivi e
difensivi
• Principi di tattica
individuale
offensiva e
difensiva
• Conclusione

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 40×50 metri
• 7 casacche Giocatori: 14 + 2 portieri
• Palloni Numero di serie: 1 da 30 minuti
• 2 porte

ORGANIZZAZIONE
Creare un campo di gioco di 40 metri di larghezza e 50 metri di profondità. Dividere
il campo in due metà con i cinesini. Su ciascun lato corto, al centro, collocare una porta
regolamentare. Dividere i giocatori in due squadre di otto componenti (sette giocatori
di movimento più un portiere). Palla a una delle squadre per l’inizio della partita.

146 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Si gioca una partita 7 contro 7 con l’obiettivo di fare gol per entrambe le squadre
• Perché il gol sia valido entrambe le squadre, prima di finalizzare, devono portare
almeno sei giocatori nella metà campo avversaria
• La squadra non in possesso palla può difendersi con tutti i propri giocatori
• Tenere un’elevata intensità durante tutti i 30 minuti

TEMI PER L'ALLENATORE


• Stimolare i giocatori a tenere grande densità nei pressi della palla per non trovarsi
slegata al momento della finalizzazione

Il Manchester City di Pep Guardiola / 147


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
25
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

7 CONTRO 7: COSTRUZIONE - SVILUPPO -


AZIONE DA GOL
MEZZO OPERATIVO Gioco condizionato

DURATA
20 minuti

OBIETTIVI
• Manovra
• Principi di tattica
individuale
offensiva e
difensiva
• Smarcamento
• Conclusione
• Costruzione
• Verticalizzazione

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 40×60 metri
• 7 casacche Giocatori: 12 + 2 portieri
• Palloni Numero di serie: 2 da 10 minuti con 2 minuti
• 2 porte di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Creare il campo di gioco e suddividerlo in tre zone della stessa dimensione (zone A, B
e C). Su entrambi i lati corti, al centro, posizionare una porta regolamentare. Dividere
i componenti di ogni squadra fra le tre zone, posizionando due difensori nella zona
adiacente alla porta da difendere, tre giocatori nella zona centrale e un attaccante nella
zona offensiva. I portieri a difesa delle porte.

148 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Il gioco inizia da uno dei portieri
(squadra azzurra in figura) che
gioca la palla ai compagni nella
zona A, i quali dovranno riuscire
a portarla nell’area centrale
evitando la pressione del
giocatore avversario, risolvendo
la situazione di 2 contro 1
• Se un giocatore nero, dalla
zona centrale, entra nella zona
A per aiutare la pressione del
compagno anche un giocatore
azzurro potrà entrare in A, creando una situazione di 3 contro 2 più il portiere
• Quando la palla entra nella zona B la squadra azzurra dovrà risolvere la situazione di
3 contro 3 con l’obiettivo di portare la palla in zona C
• Nella zona A dovranno rimanere due giocatori azzurri
• Una volta che la palla entra in zona C tutti e tre gli azzurri potranno seguire l’azione, mentre
un solo nero potrà rientrare, creando una situazione di 4 contro 3 con l’obiettivo del gol
• Se la squadra nera recupera palla in A o B deve obbligatoriamente giocarla
rispettivamente in B o C, forzando quindi il retropassaggio e stimolando nei giocatori
il consolidamento del possesso prima della ricerca della profondità
• Se la squadra nera recupera palla in zona C il gioco riprende con la medesima sequenza,
partendo quindi da una situazione di 3 contro 2 più il portiere
• Al termine della serie vince la squadra che segna più gol

REGOLE
• I giocatori azzurri hanno un massimo di due tocchi nella zona A, tre in B e tocchi liberi in C
• I giocatori neri hanno un massimo di due tocchi nella zona C, tre in B e tocchi liberi in A

VARIANTI
1. Modificare il limite massimo di tocchi
2. Se il giocatore che va in pressione nella zona avversaria recupera la palla non è obbligato
a passarla indietro ai propri compagni nell’altra zona, ma può cercare direttamente
il gol (ma solo quando i giocatori abbiano fatto proprio il concetto di recupero
e consolidamento del pallone)

TEMI PER L'ALLENATORE


• Stimolare i giocatori alla ricerca della profondità senza forzare il passaggio,
privilegiando il mantenimento del possesso
• Stimolare i giocatori, nelle zone diverse a quella in cui si trova la palla, a un continuo
movimento per essere pronti a un’eventuale partecipazione

Il Manchester City di Pep Guardiola / 149


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
26
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

11 CONTRO 11: COSTRUZIONE - SVILUPPO -


AZIONE DA GOL
MEZZO OPERATIVO Partita a tema

DURATA
24 minuti

OBIETTIVI
• Principi di tattica
individuale e
collettiva offensivi
e difensivi
• Costruzione
• Possesso palla
• Manovra
• Verticalizzazione
• Trasmissione
• Smarcamento
• Conclusione

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 60×70 metri
• 10 casacche Giocatori: 20 + 2 portieri
• Palloni Numero di serie: 2 da 10 minuti con 2 minuti
• 2 porte di recupero tra le serie

ORGANIZZAZIONE
Creare un campo di gioco di 60×70 metri e dividerlo in tre zone adiacenti delle stesse
dimensioni (zone A, B e C). All’interno del campo si gioca un 11 contro 11 ed entrambe le
squadre si schierano con il modulo 4-3-3, come in figura. I portieri a difesa delle porte.

DESCRIZIONE
• Il gioco inizia con la squadra azzurra in possesso palla nella zona A; tre giocatori neri
possono andare a creare pressione e un giocatore azzurro può entrare in zona A per
creare una situazione di 5 contro 3

150 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

• Quando la squadra azzurra


in possesso palla riesce a far
entrare il pallone in zona B,
tutti i giocatori della squadra
azzurra in A possono seguire
l’azione, ma solo se i giocatori
neri tornano per difendere in
B; se invece i neri rimangono
in A anche i quattro difensori
dovranno stazionarvici
• Quando i giocatori azzurri
riescono a passare il pallone
in zona C, due azzurri, insieme
ai due terzini, possono entrare
nella zona avversaria C. Due giocatori neri possono tornare per difendere. Si crea un
7 contro 6
• Se la squadra nera recupera palla in zona C solo tre giocatori azzurri possono pressare,
mentre l’altro compagno deve tornare in B; un giocatore nero può rimanere in zona C
per creare una situazione di 5 contro 3
• Se la squadra nera recupera palla in zona B deve passare il pallone verso la zona C
• Se la squadra nera recupera il pallone in zona A deve passare il pallone verso B
• Al termine delle serie vince la squadra che ha segnato più gol

REGOLE
• I giocatori azzurri hanno un massimo di due tocchi nella zona A, tre in B e tocchi liberi in C
• I giocatori neri hanno un massimo di due tocchi nella zona C, tre in B e tocchi liberi in A

VARIANTI
1. Modificare il limite massimo di tocchi
2. Se il giocatore che va in pressione nella zona avversaria recupera palla non è obbligato a
passarla indietro ai propri compagni, ma può cercare direttamente il gol (ma solo quando
i giocatori abbiano fatto proprio il concetto di recupero e consolidamento del pallone)
3. Quando i giocatori di una delle due squadre perdono il possesso palla all’interno della
zona avversaria d’attacco (A o C) possono andare tutti in pressione e hanno 6 secondi
per recuperare palla prima di dover tornare in zona B

TEMI PER L'ALLENATORE


• La ricerca della profondità e il mantenimento del possesso devono essere scelte
bilanciate a seconda della situazione, con il presupposto fondamentale di muovere
palla velocemente
• Stimolare i giocatori al movimento per creare continue soluzioni al portatore di palla

Il Manchester City di Pep Guardiola / 151


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
27
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

BUCKET BALL
MEZZO OPERATIVO Esercizio

DURATA
15 minuti

OBIETTIVI
• Colpo di testa
• Combinazione
• Orientamento
• Riscaldamento

MATERIALE PREPARAZIONE
• 2 cerchi Area di gioco: 40×60 metri
• 2 palloni Giocatori: 12
• 1 porta Numero di serie: 1 da 15 minuti

ORGANIZZAZIONE
In una metà campo dividere i giocatori in due squadre di sei componenti. Ciascuna squadra
si dispone in cerchio, sulla linea di metà campo, una sul lato destro e una sul lato sinistro.
Entrambe le squadre partono con un pallone. Utilizzare la porta regolamentare alla quale
legare due cerchi sotto la traversa, uno a sinistra e l’altro a destra (come in figura).

152 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Le due squadre sono in competizione tra loro
• Obiettivo del gioco è arrivare a fare canestro all’interno del cerchio appeso sotto la
traversa; per raggiungerlo i sei compagni di squadra potranno passarsi la palla solo
colpendola di testa, avanzando dalla linea di metà campo fino alla porta
• Sotto la traversa pendono due cerchi, ciascuno in prossimità dell’incrocio dei pali: la
squadra che parte dal lato sinistro deve fare canestro nel cerchio sospeso in alto a
sinistra, mentre la squadra che parte da destra può fare canestro nel cerchio vicino
all’incrocio di destra

REGOLE
• Se a una squadra cade la palla a terra dovrà ripartire 10 metri indietro rispetto al
punto dove è caduto il pallone

VARIANTI
1. Il gioco può essere svolto palleggiando di testa o di piede oppure con entrambe, sia
testa che piede

TEMI PER L'ALLENATORE


• Gioco divertente che aumenta lo spirito di squadra e di collaborazione
• Cognizione collettiva di tempi e spazi

Il Manchester City di Pep Guardiola / 153


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
28
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

TENENDOCI PER MANO


MEZZO OPERATIVO Esercizio

DURATA
15 minuti

OBIETTIVI
• Gesti tecnici
• Combinazione
• Orientamento
• Riscaldamento

MATERIALE PREPARAZIONE
• 2 cerchi Area di gioco: 40×60 metri
• Palloni Giocatori: 12
• 2 bidoni Numero di serie: 1 da 15 minuti
• 1 porta

ORGANIZZAZIONE
In una metà campo dividere i giocatori in due squadre di sei componenti. Ciascuna
squadra si dispone in cerchio, sulla linea di metà campo, una sul lato destro e una sul lato
sinistro. Entrambe le squadre partono con un pallone. Utilizzare la porta regolamentare
alla quale legare due cerchi sotto la traversa, uno a sinistra e l’altro a destra (come in
figura). All’interno del cerchio di centrocampo collocare due bidoni, uno per squadra.

154 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Le due squadre giocheranno una sfida tenendosi sempre per mano, componendo
un cerchio
• I giocatori dovranno palleggiare un pallone senza mai farlo cadere, avanzando dalla
metà campo verso la porta
• In prossimità della porta i giocatori potranno far cadere a terra la palla per la prima
volta, per poi calciarla dentro al cerchio appeso alla traversa della porta, all’estremità
destra per una squadra, all’estremità sinistra per l’altra
• Fino a quando la palla non centra il cerchio le due squadre dovranno continuare a calciarla
• Una volta fatto canestro, i giocatori delle due squadre devono immediatamente
ricomporsi in cerchio e, tenendosi per mano, ricominciano a palleggiare, questa volta
dirigendosi verso la metà campo
• In questo caso l’obiettivo sarà di far entrare il pallone dentro al proprio bidone

REGOLE
• Ogni canestro nel cerchio e nel bidone vale un punto
• Quando la palla cade a terra la squadra deve indietreggiare di 10 metri rispetto al
punto dove è caduto il pallone e riprendere il palleggio

VARIANTI
1. Palleggiare solo di testa
2. Palleggiare solo di piede

TEMI PER L'ALLENATORE


• Gioco divertente che aumenta lo spirito di squadra e di collaborazione
• Unione di intenti
• Interdipendenza
• Empatia

Il Manchester City di Pep Guardiola / 155


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
29
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

FAI CENTRO E SCATTA


MEZZO OPERATIVO Esercizio

DURATA
15 minuti

OBIETTIVI
• Calciare
• Combinazione
• Orientamento
• Corsa in
accelerazione
• Riscaldamento

MATERIALE PREPARAZIONE
• Cinesini Area di gioco: 40×60 metri
• Palloni Giocatori: 10
• 2 bidoni Numero di serie: 1 da 15 minuti

ORGANIZZAZIONE
Creare due aree di gioco rettangolari che dividono una metà campo verticalmente.
A 10 metri all’interno della linea di metà campo, al centro dei due rettangoli, collocare
due bidoni. A 5 metri dalla linea di fondo campo formare due linee di cinesini, una per
rettangolo, come in figura.

156 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

DESCRIZIONE
• Al segnale d’avvio dell’allenatore le due squadre, che si trovano disposte attorno
a ciscuno dei due bidoni, cominciano a calciare il pallone per fare canestro nel bidone
• Ogni volta che la squadra fa canestro tutti i componenti partono di scatto per
raggiungere la linea di traguardo formata dai cinesini, a pochi metri dalla linea di fondo
• Raggiunto il traguardo, i giocatori prendono un pallone e lo pallegiano tra loro fino
a tornare a disporsi in cerchio attorno al bidone

REGOLE
• Ogni canestro vale un punto
• Quando la palla viene respinta dal bidone il giocatore più vicino al pallone può
recuperarlo, palleggiarlo per rialzarlo e poi calciare per fare canestro

VARIANTI
1. Eseguire l’esercizio con le mani e la testa, passandosi la palla con le mani per poi
provare a fare canestro colpendolo di testa

TEMI PER L'ALLENATORE


• Gioco divertente che aumenta lo spirito di squadra e di collaborazione
• Calciare al volo
• Analisi delle traiettorie
• Sincronismo dinamico

Il Manchester City di Pep Guardiola / 157


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
30
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

CENTRA LA RUOTA
MEZZO OPERATIVO Esercizio

DURATA
15 minuti

OBIETTIVI
• Calciare
• Combinazione
• Anticipazione
• Visione
periferica
• Forza
• Trasmissione
• Riscaldamento

MATERIALE PREPARAZIONE
• Palloni Area di gioco: 20×20 metri
• 2 pneumatici grandi Giocatori: 16
Numero di serie: 1 da 15 minuti

ORGANIZZAZIONE
In due aree rettangolari di 10×20 metri disporre due squadre da otto giocatori ciascuna.
Ciascuna squadra dispone di tre giocatori lungo i due lati corti del rettangolo e due ai due
estremi del centro del lato lungo.

DESCRIZIONE
• Le due squadre si sfidano in una gara di forza e precisione
• Al segnale d’avvio dell’allenatore i due giocatori disposti uno di fronte all’altro agli
estremi del centro del rettangolo dovranno passarsi, spingendolo con le braccia, uno
pneumatico grande (da camion)

158 / Il Manchester City di Pep Guardiola


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

• I tre giocatori che sono collocati sulla linea del lato corto del rettangolo calceranno un
pallone verso i tre compagni che stanno opposti a loro, sull’altro lato corto, facendolo
passare dentro allo pneumatico in movimento
• Quando la palla passa dentro o fuori dallo pneumatico in movimento e raggiunge gli
altri tre compagni, questi devono controllarla e calciarla per farla passare nuovamente
dentro allo pneumatico, che i due compagni al centro del rettangolo continueranno
a spingere senza mai fermarsi
• Ogni pallone che passa dentro allo pneumantico vale un punto

REGOLE
• Si utilizza un solo pallone per squadra: quando viene respinto o deviato dallo
pneumatico dev’essere immediatamente recuperato dai uno dei sei giocatori deputato
a calciare la palla
• I due giocatori che spingono lo pneumatico non devono mai interrompersi
• Ogni 3 minuti si cambia posizione ai componenti, così che gli otto giocatori si alternino
a calciare e a spingere lo pneumatico

VARIANTI
1. Giocare con le mani, cercando di centrare lo pneumatico eseguendo una rimessa
laterale

TEMI PER L'ALLENATORE


• Gioco divertente che aumenta lo spirito di squadra e di collaborazione
• Unione di squadra
• Tempismo nelle giocate (timing con piedi o mani rispetto al movimento dello pneumatico)
• Interdipendenza
• Rapidità nella gestione e recupero di un unico pallone in gioco

Il Manchester City di Pep Guardiola / 159


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)
Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)


Copia di ibra (ibragimov.nazhaddi@yandex.ru)

Realizzato a luglio 2018 da Youcoach S.r.l.


con seda in Via Roma 44 - 35043 Monselice (PD)