Sei sulla pagina 1di 4

Storia della musica

10/11/2018
Musica scritta → fondamenta musicali, Greco Romana.
Noi abbiamo la polifonia, altri popoli ornamentano una linea.
Il liuto è arrivato dagli arabi → sempre la stessa linea
→ da noi, grazie alla scrittura, telaio della polifonia
Le voci abitano il tempo. La musica abita il flusso del tempo.

Lutero ha mandato tutti i bambini a scuola nel 1530


Rendere onore a Dio cantando bene

NON FA SCIENZA SENZA LORITENER L'AVER INTESO


Per i Greci poesia: Inscindibilità tra arte e musica

17/11/2018
La scala: leggenda attribuzione a Pitagora.
Monocordo diviso proporzionatamente. La scala è un ordine di suoni. Relazioni proporzionali nei
templi. Scultura virile proporzionata all'uomo.
La musica aveva scopo educativo.
Platone esalta la musica come metodo educativo e in un altro scritto (Cea Repubblica) la bandisce.
Formazione al bello, costruzione, razionali e matematici. Disciplina per la mente.
Musica: costruzione di voci in proporzione
→ speculativa, astratta
→ che attinge dai sentimenti

Primato numerico: Greci, culmina con la polifonia


Primato espressivo, a seconda delle epoche.

Canone: regola: intervallo di tempo, lo stesso soggetto


→ melodia con l'intonazione di se stessa
→ immaginazione formidabile

Musica tonale:
Ionio/Eolio: maggiore e minore: Permettono la ripetizione in tutte le scale → tensioni, magnetismo,
interno. Teorizzati nel '400, la storia è fatta dall'uomo.

Musica modale:
Dorico: tono, tono, semitono → musica popolare, orale
Frigio: tono, semitono, tono → musica balcanica tutta frigia
Lidio: semitono, tono, tono

L'armonia è logica, come la grammatica italiana.


Dopo Schoenberg c'è un ritorno ai modi e al canto gregoriano.
Tardo romanticismo la musica racconta cose ineffabili, impossibili da rappresentare a parole.
Per i greci la musica può nutrire l'anima, nel bene e nel male.
Musica e comportamento interferiscono → esaltazione degli istinti
Effetto diastaltico: effetto di eccitazione
Effetto sistaltico: ripiegamento dolente, sofferente, pronto alla lacrima
Effetto esicastico: sensualità, eccitazione animale, alcuni strumenti come l'aulos.
Nuovi miti fabbricati nella storia molto pochi:
es
Faust: dottore dotto, vende la sua anima al diavolo per cercare un istante del bello, trovare la
ragione.
Don giovanni
Don Quixote
Amleto.

22/12/18

Tono salmodico, tono cantato, prevalenza sillabica.


Hallelujah: canto più melismatico
→ canto di gioia per la resurrezione.
Melisma → vocalizzo, canto ricco di fioriture disposte su vocali
Cantillazione → intonazione sillabica su corda di recitazione. Importata dagli Ebrei
Salmi → testi le cui vocali vengono prese per i melismi, salmi responsoriali il monaco prima dice e
l'assemblea ripete.
Tropi (tropare) e sequenze: interventi sui canti già codificati e fissati come repertorio prontuario
liturgico ufficiale.
Tropo, aggiunta melisma e/o testo a brano del repertorio liturgico già esistente. Tutte le parti della
messa furono tropate in particolare la l'introito e l'halleluja.
Tropare, inventare la musica su un testo.
Contesto storico particolare: inclusione gotica, fiammeggiante. Saint Chapelle Parigi, Enrico IX,
circa 1100. Inserimenti musicali o testuali.
Aquitania, regione francese. Gugliemo IX nella corte poesia in lingua volgare. Sono collegati con i
tropi. Lingua Doc, provenzale, prima lingua che invade la scrittura del latino ecclesiastico.
La poesia è a opera dei trovatori, trobador.
Lenizione: ammorbire
C:g, ch:g, le consonanti si ammorbidiscono
Catalano, Provenzale, dialetti Liguri= occitania.
Parigi assorbe i trovatori provenzali

Per i tropi vi erano problemi di memorizzazione, i testi prendevano la musica già usata. Le parole
aiutano a memorizzare e l'andamento della musica. Non vennero più usati dal consiglio di trento
poiché considerati brutti 1543-63
(Tommaso D'Aquino, summa teologia)

Introito della notte di natale, annuncio della natività. Puer natus est, buona novella. In un monastero
si trova una versione tropiata che fa un dialogo tra pastori e angeli. Rinasce il teatro medievale,
liturgico.
Si inizia a rappresentare gli affreschi del vangelo in chiesa, “fumetto del vangelo” per il popolo,
come spettacolo.
Bibbia pauperus, la bibbia per i poveri.
Il presepe nasce con San Francesco nel '200, materializza il natale con persone vere.
Si crea qualcosa di nuovo sulle basi di canti fermi gregoriani, nasce la polifonia sempre giustificata.
Sequenza: diventa un canto indipendente, finalità politiche e liturgiche.
Pasqua, pentecoste, corpus domini, messa dei defunti
Stabat mater → canto devozionale popolare per settimana santa.

Armonia= tono, scala= ordine. I greci fondano tutto sulla proporzionalità.


Musica speculativa, primato intellettuale, costruttiva
Musica discorsiva, attinge a passione e affetti.
Mousiké arte delle muse.
Pitagora, pag 46.

Fino al IX secolo varie tipologie di culto


Carlo magno unifica i riti 789, scrittura musicale, funzionari amministrativi, scrittura musicale
carolina cancelleresca, scuola palatina a aquisgrana.
600 primi conventi

Da sapere:
Victime pascali laudes, Venis sanctus spritum, lauda sion salvatorem, dies ire, stabat mater

03/04/2020

Coro, lamento sulla tomba di euridice.


Gluck, Orfeo.
Coro omoritmico, limitazione delle arie solistiche. Tragedia in musica.
Quando inizia l'opera Euridice è già morta. Proposta del patto.

Secondo atto scena 1


A un mortale non è consentito il valicar di

Danza delle furie.

Perdita della sonorità barocca.


Sonorità piene e forti, orchestra raddoppiata dal coro. Basso albertino, accompagnamento terzinato.
Coro, misero giovane. Mib-, molto più languido. Coro canta in armonia, e nella ferocia coro
all'unisono.

Fa-, mille pene ombre moleste. Accompagnamento arpa più spezzato, crea ansia. Declamazione del
testo patetica, appassionata.

Coro, ritorna a 4 parti

Si provasti un sol momento cosa sia languir d'amor.

E' questo esilio.

(Beethoven sinfonia n 6, pastorale, op 68 pastorale)

Pag 90. Declamato arioso, la melodia rimane all'oboe

Pag 113
Rivoluzione estetica, essenza della scrittura musicale. Potere emozionale dell'armonia. Legame
intimo tra canto e parola. “Non lagnarti di tua sorte”
Ecco un nuovo tormento.
Che farò senza euridice, do+, il bello ideale, dolore trasfigurato dalla musica.

O cara ombra

Si ribalta il mito classico, arriva il lieto fine

(Maurine forrester cantante)

Potrebbero piacerti anche