Sei sulla pagina 1di 1

COGNOME _______________________________ 

NOME ______________________________________
SPECIALIZZAZIONE___________________________________________________________

ESAME ITALIANO ANNO II

I. Traducete in romeno. (4p)

Il Rinascimento è un movimento culturale, nato in Italia all’inizio del Quattrocento, che ha avuto una grande
influenza sull’arte e sulla letteratura di tutta l’Europa, diventando un costante riferimento nella cultura
occidentale. Il motivo centrale è la riscoperta del mondo e dell’uomo nei loro valori immanenti, naturali e laici.
Nelle arti visuali, il Rinascimento si manifesta in due tendenze direttrici: la riscoperta delle opere classiche che
sono usate come modelli per le nuove espressioni artistiche e l’accentuarsi del realismo. La sua caratteristica
più importante è la prospettiva, cioè la rappresentazione scientifica dello spazio.
La prospettiva svolge, infatti, un ruolo fondamentale ridimensionando le figure e assegnando una nuova
dimensione all’uomo e alla natura. Il naturalismo, integrato con il culto delle opere classiche, è dunque
l’aspetto dominante dell’arte rinascimentale.
Il nuovo stile si afferma a Firenze durante la prima metà del XV secolo attraverso le opere di tre grandi artisti:
Filippo Brunelleschi, architetto e scultore; Donato Bardi conosciuto come Donatello, scultore; Tommaso Guidi
noto come Masaccio, pittore.

Architettura

Durante i primi venti anni del secolo XV, Brunelleschi elabora il metodo scientifico per una corretta
rappresentazione prospettica. La prospettiva consente di rappresentare su un piano bidimensionale, la
superficie del dipinto, la realtà tridimensionale, in modo che l’immagine raffigurata corrisponda a quella della
visione diretta. Le opere di Brunelleschi sono tutte a Firenze: la porta del battistero, l’ospedale degli Innocenti,
la sagrestia vecchia e la basilica di San Lorenzo, la chiesa del Santo Spirito, la cappella dei Pazzi e la cupola di
Santa Maria del Fiore. Alla cupola di Santa Maria del Fiore, che insieme alla torre del Palazzo Vecchio domina
il panorama della città, si è ispirato Michelangelo per la costruzione della cupola della basilica di San Pietro in
Vaticano. Un altro grande architetto e teorico dell’architettura del Quattrocento è
Leon Battista Alberti, pure fiorentino, che accentua la monumentalità classica degli edifici. La sua opera più
famosa è il tempio costruito per la famiglia Malatesta a Rimini. I discepoli di Brunelleschi e di Alberti
propagano lo stile dei maestri in
Toscana e nell’Italia settentrionale, specialmente a Venezia.

II. Vivete a Roma. Descrivete la casa in cui abitate ( 20 righe; 5p)