Sei sulla pagina 1di 135

Al dente

CORSO D’ITALIANO
3
B1
GUIDA PER L'INSEGNANTE

Maddalena Bertacchini
Cristina De Girolamo
Elena Tea
Introduzione

Al dente 3
L'italiano al punto giusto!

Il corso di italiano per stranieri Al dente propone un apprendimento dinamico e significativo


della lingua, seguendo le direttive del QCER che considera gli studenti “attori sociali” e
prevede che gli atti linguistici si realizzino all’interno di compiti inseriti in un contesto
sociale, «l’unico in grado di conferir loro pieno significato» (QCER, p. 11).
Ciò comporta che i contesti comunicativi proposti siano autentici, che gli input stimolino
l’interesse e la partecipazione necessari perché si generino, in maniera naturale e
spontanea, l’azione e l’interazione.
La varietà di attività, che prevedono l’alternarsi di un lavoro autonomo a un lavoro di
tipo collaborativo, favorisce uno sviluppo equilibrato delle competenze linguistico-
comunicative e un apprendimento consapevole della lingua.
Per accompagnare al meglio insegnanti e studenti, abbiamo concepito una sequenza
didattica chiara, che risulti il più efficace possibile a lezione: la progressiva presentazione
dei contenuti linguistici è guidata da una struttura agevole, di facile consultazione e
supportata da esercizi di sistematizzazione; il forte orientamento lessicale riserva una
particolare attenzione al lessico senza, però, trascurare gli aspetti più propriamente
grammaticali evitando, così, di spezzare il binomio forma-significato, punto cardine
nell’apprendimento di una lingua.
Ogni unità è costituita da differenti sezioni che formano un unicum coerente e, al tempo
stesso, adattabile alle molteplici situazioni di classe. Proprio per andare incontro a
questa diversità, abbiamo articolato il nucleo d’apprendimento in unità di lavoro - tre
doppie pagine in cui si presentano e analizzano i contenuti principali e fondamentali -
arricchite da materiale che prepara, rafforza, amplia e conclude il percorso della singola
unità didattica. Il manuale si configura tanto come percorso guidato quanto come fonte
di innumerevoli spunti, rivelandosi un valido supporto per l'insegnante, che potrà quindi
adattare i contenuti proposti alle proprie esigenze e necessità.
La scelta di tematiche originali, la selezione di documenti autentici e la proposta di
attività coinvolgenti mirano a uno stimolo costante della motivazione, altro elemento
fondamentale per un apprendimento intelligente e significativo della lingua.
A questo progetto hanno partecipato insegnanti e professionisti del settore glottodidattico
provenienti da differenti contesti, e il manuale ha preso forma proprio amalgamando e
intessendo le fila di un'ampia varietà di contributi e riflessioni. Con Al dente ci poniamo
l'obiettivo di accompagnare nel bellissimo e impegnativo lavoro di insegnare e apprendere
una lingua.

Gli autori e Casa delle Lingue

2
Come funziona

Struttura del libro dello studente


•• 9 unità didattiche di 16 pagine ciascuna e 1 unità di primo contatto (unità 0)
•• 9 schede per lavorare con i video del DVD
•• 16 pagine di allegati culturali
•• 14 pagine dedicate agli Esami ufficiali
•• 32 pagine di esercizi relativi alle unità
•• riepilogo grammaticale e tavole verbali Nuvola di parole
•• cartina fisica e politica dell'Italia con lessico utile per
Compiti intermedi e compiti
affrontare l'unità
finali previsti nell'unità

PAGINE DI APERTURA
Una doppia pagina per
entrare in contatto con
l'unità propone attività di
tipo lessicale per attivare
conoscenze socio-culturali
e linguistiche pregresse e
strategie d’apprendimento.
Attività di primo
contatto per
familiarizzare
con il lessico
dell'unità

Immagini significative
per entrare in contatto
con i temi dell'unità

Attività per praticare le abilità linguistiche. Il testo in blu indica


un modello di lingua per la produzione scritta, il testo in rosso
un modello di lingua per la produzione orale

UNITÀ DI LAVORO
Tre doppie pagine
che corrispondono ad
altrettante unità
di lavoro in cui, a partire Documenti
da documenti autentici, audio per
sviluppare la
si presentano e analizzano comprensione
i contenuti linguistici orale
e culturali dell’unità.

Compito
intermedio di
Documenti autentici allenamento e
che presentano la preparazione
lingua in contesto ai compiti finali

Attività di lavoro sul lessico


Attività di analisi e osservazione
dei fenomeni linguistici e di
ricostruzione delle regole d'uso

3
Come funziona

GRAMMATICA
Una doppia pagina
di grammatica per
sistematizzare le risorse
linguistiche attraverso
schemi riassuntivi ed
esercizi.

Spiegazioni grammaticali
semplici ed esaustive

Esercizi per consolidare


i contenuti grammaticali
dell'unità

Attività sui segnali discorsivi


Attività sulle collocazioni

PAROLE E SUONI
Lessico
Attività variate per fissare il
lessico appreso nell'unità e
riutilizzarlo in vari contesti.
Fonetica
Attività per praticare la
pronuncia e l'intonazione.

Attività specifiche di
fonetica

Documenti orali interessanti che riproducono in maniera autentica la lingua parlata in vari contesti d'uso.
Varietà di accenti (italiano standard e italiani regionali).

4
Attività variate: comprensione,
produzione e interazione

SALOTTO CULTURALE
Una doppia pagina di
cultura per ampliare
i contenuti culturali
emersi nell'unità.

Documenti per scoprire e


riflettere su aspetti della
cultura italiana

Riflessione guidata sulle competenze


linguistico-comunicative acquisite

COMPITI FINALI E BILANCIO


•• Una pagina con i compiti
finali, uno collettivo e uno
individuale, per mettere
in pratica le competenze
acquisite nell'unità.
•• Una pagina per fare
il bilancio del proprio
compito e del compito
dei compagni.

Strategie per lo
svolgimento del compito
Proposte per uno spazio
virtuale della classe

Schede proiettabili con attività e idee extra scaricabili dal sito www.cdl-edizioni.com

5
Come funziona

VIAGGIO IN ITALIA
Allegati culturali che trattano vari temi: Arte e Storia, Proposta per
l'approfondimento
personaggi, territorio e natura, Made in Italy.

Proposta didattica
per la riflessione
sui contenuti
culturali

Glossario per ampliare il lessico

SCHEDE VIDEO
Schede con attività per
lavorare con i video del DVD
(una scheda per video).
ESAMI UFFICIALI
Presentazione degli esami
ufficiali d'italiano come lingua
straniera CILS A2, CELI 1 A2,
PLIDA A2, CERT.it A2.

ESERCIZI
32 pagine di esercizi per
consolidare i contenuti
grammaticali e lessicali
delle unità e per allenare le
abilità linguistiche.

6
Indice dei contenuti

0 La mia Italia 08

Soluzioni unità 11

Emozioni in note
1
12
Soluzioni unità 19
Scheda video 21

Mettiamocela tutta!
2
22
Soluzioni unità 29
Scheda video 32

Idee geniali
3
33
Soluzioni unità 39
Scheda video 43

Non solo scienza


4
44
Soluzioni unità 53
Scheda video 56

Ricette per tutti i gusti


5
57
Soluzioni unità 65
Scheda video 68

Obiettivo lavoro
6
69
Soluzioni unità 78
Scheda video 81

L'eco della storia


7
82
Soluzioni unità 88
Scheda video 93

In giro per il mondo


8
94
Soluzioni unità 100
Scheda video 105

La grande bellezza
9
106
Soluzioni unità 114
Scheda video 117

VIAGGIO IN ITALIA  118 SOLUZIONI ESERCIZI 121

ESAMI UFFICIALI CON SOLUZIONI 119 TRASCRIZIONI TRACCE AUDIO 135

7
Unità 0
La mia Italia
OBIETTIVI CONTENUTI
••Mobilitare le conoscenze socio-culturali GRAMMATICA
e le preconoscenze lessicali della classe Ripasso generale dei contenuti del volume A2.
••Riflettere e discutere sugli strumenti utili LESSICO
per l’apprendimento di una lingua straniera Lessico di gusti e interessi; alcune parole ed
espressioni.
FUNZIONI COMUNICATIVE
Parlare delle proprie conoscenze linguistico-culturali
sull’Italia; esprimere opinioni e preferenze.
TIPOLOGIE TESTUALI
Test; conversazione; podcast.

Prima di cominciare l’unità l'obiettivo di mobilitare le conoscenze socio-culturali


e le preconoscenze lessicali della classe.
Nel caso in cui sia la vostra prima lezione con un
gruppo classe, date il benvenuto e presentatevi
scrivendo alla lavagna nome, cognome, indirizzo Riscaldamento
email e qualche dettaglio biografico a vostra scelta
Scrivete alla lavagna il titolo dell'unità La mia
(da dove venite, da quanto tempo vi trovate nel
Italia e chiedete alla classe di dire tutte le parole
Paese in cui insegnate l’Italiano, ecc.). Chiedete agli
che associano all'Italia. Questa attività permetterà
studenti di presentarsi a loro volta e di specificare
di ripassare una parte del lessico che riguarda la
da quanto tempo studiano italiano, in che contesto
cucina, la cultura, lo sport, le città, i paesaggi, ecc. del
lo hanno imparato e se sono già stati in Italia o, se il
Bel Paese. Scrivete tutte le proposte alla lavagna. A
corso si tenesse in Italia, da quanto tempo vi abitano.
questo punto potete far fare ipotesi sui contenuti di
Come attività rompighiaccio potete proporre le
questa unità di primo contatto. Potete proporre un
strisce comiche alle pp. 12 e 13. Spiegate che queste
modello di lingua come:
sono pensate per ironizzare su alcune tipologie di
Secondo me parleremo di… / La tematica è... quello
insegnate e di studente, portandole all'estremo,
che amiamo dell’Italia…
esagerandole. Decidete se preferite proiettarle e
leggerle in plenum, oppure se lasciare il tempo per la Scrivete alla lavagna le proposte assicurandovi che il
lettura individuale. In ogni caso, siate disponibili per lessico emerso sia chiaro a tutti.
risolvere eventuali dubbi lessicali. Successivamente,
chiedete alla classe se qualcuno ha mai avuto a Svolgimento
che fare con insegnanti e compagni che corrispon-
dessero alle tipologie rappresentate nelle strisce.
A. Invitate gli studenti a osservare le foto a p. 14 e
Se qualcuno volesse proporre altri profili ironici,
a dire quali soggetti riconoscono o riescono a cate-
lasciate che lo faccia in plenaria.
gorizzare. Lasciate il tempo per confrontarsi con un
compagno. Dopo una prima fase di osservazione,
suggerite loro di leggere le parole della nuvola per
PAGINA DI APERTURA avere delle ulteriori piste di comprensione.
B. Dividete la classe in piccoli gruppi, ciascuno
Obiettivi dell’attività scrive una lista dei soggetti delle foto. In questo
modo saranno spinti a comunicare con i compagni
Questa prima attività propone un lavoro su immagini di squadra. Una volta finito il lavoro di redazione,
e parole rappresentative della cultura italiana con invitate alla condivisione in plenaria e alla stesura

8
0
della classifica dei soggetti più conosciuti in classe. Idee extra
Potete anche dividere questa attività in due fasi: in un
Dopo l’attività di gruppo, si potrebbe organizzare
primo momento chiedete a ogni gruppo di realizzare
una sorta di “speed date” della classe sul tema
la propria classifica e presentarla alla classe giustifi-
dell’Italia. Assicuratevi che il confronto avvenga tra
cando le proprie scelte. In un secondo momento, i vari
persone che nell'attività B appartenevano a gruppi
gruppi devono interagire per creare una classifica di
diversi. Con un cronometro, stabilite turni di 1 minuto
classe che si basi su un principio di maggioranza. In
in cui gli studenti dovranno annotarsi il nome della
questo modo gli studenti di ogni gruppo avranno
persona incontrata ed eventuali affinità. Stabilite il
modo di confrontarsi e mettersi d’accordo.
tempo da dedicare all'attività. A conclusione dello
C. Chiedete agli studenti di prendere nota delle speed date, proponete a ciascuno di preparare un
parole che hanno imparato durante le attività pre- scheda con il proprio nome seguito da il o i nomi
cedenti e di scriverne la traduzione nella propria delle persone con cui si hanno affinità, specifican-
lingua. do di che cosa si tratta. Potranno essere appese in
classe o nello spazio virtuale della classe. In questo
Idee extra modo stimolerete la conoscenza tra studenti.

A partire dal lavoro fatto sulle immagini, potete


chiedere agli studenti di preparare una propria
versione della pagina di apertura che metta in 2. SI FA COSÌ!
evidenza la loro Italia. Potrebbero realizzare un
collage in formato cartaceo da appendere in classe
oppure in formato digitale da condividere nello Obiettivi dell’attività
spazio virtuale del corso.
Attraverso un test si presentano lessico e informa-
zioni socio-culturali sulle abitudini e l’etichetta degli
italiani. Si fanno anche proposte per la riflessione
interculturale.
1. IO E L’ITALIA
Riscaldamento
Obiettivi dell’attività
Prima di cominciare l’attività, chiedete agli
L'attività è pensata per indurre a esprimere i propri studenti quali sono i gesti e le tradizioni italiane
gusti e le proprie preferenze sull’Italia in diversi che li colpiscono o incuriosiscono particolarmente.
ambiti culturali. Annotate quanto emerso alla lavagna.

Riscaldamento Svolgimento
Leggete il titolo Io e l’Italia e chiedete alla classe qual
A. Chiedete agli studenti di rispondere alle
è il rapporto che hanno con questo Paese (famiglia,
domande del test individualmente. Poi, proponete
cultura, amici, amore, ecc.).
loro di confrontare le proprie risposte con quelle
di un compagno. Infine, passate alla correzione in
Svolgimento plenum.
B. Fate lavorare a piccoli gruppi affinché tutti
A. Chiedete agli studenti di compilare la scheda
prendano la parola. Invitateli dunque a discutere e
proposta con i propri gusti e le proprie preferen-
confrontarsi sulle differenze tra le abitudini italiane
ze. Lasciate loro il tempo di completare la scheda e
viste nel test al punto A e quelle del proprio Paese
risolvete eventuali dubbi linguistici.
d’origine. Proponete il modello linguistico in rosso
B. Dividete la classe in piccoli gruppi e invitateli a come rompighiaccio.
discutere e confrontare le proprie schede mettendo
C. Annunciate agli studenti che ascolteranno delle
in evidenza differenze e affinità. Poi, ogni gruppo
frasi e che ciascuna corrisponde a un item del
potrebbe presentare alla classe le persone con più
test al punto A. Fate ascoltare l’audio una prima
affinità specificando in quali aspetti sono in sintonia.
volta e chiedete loro di annotare le parole-chiave.
Poi, lasciate il tempo per una prima riflessione sui

9
Unità 0
possibili abbinamenti. Passate a un secondo ascolto, Svolgimento
fate completare il quadro e, infine, procedete con la
correzione collettiva. Se necessario, fate ascoltare A. Leggete con gli studenti le parole proposte nell’at-
una terza volta e risolvete eventuali dubbi. tività. Verificate che tutti ne conoscano il significato
e l’uso nella lingua italiana. Dopodiché, dividete la
D. Dividete la classe in piccoli gruppi e invitateli a
classe in piccoli gruppi e lasciate che si confron-
elencare altri comportamenti, usi e gesti degli italiani
tino sui propri gusti. Ricordate loro di osservare il
che gli sono rimasti impressi. Lasciate loro il tempo
modello di lingua proposto in rosso per aiutarsi nella
per la riflessione e produzione orale. Domandate poi
produzione orale.
a ogni gruppo di mettere in comune con il resto della
classe le proprie impressioni. B. Invitate la classe a stilare una lista di parole e
espressioni che amano particolarmente e a scrivere
E. Ogni studente dovrà creare il proprio test sulle
delle frasi in cui queste parole siano ben utilizzate.
“manie” del proprio Paese d’origine. Una volta finita
Lasciate loro il tempo di lavorare individualmente
la prima parte dell’attività, dividete la classe in
e, solo in un secondo momento, invitateli a confron-
gruppi: se nella vostra classe ci sono persone prove-
tarsi con un compagno. Assicuratevi che le parole
nienti da vari Paesi, raggruppateli in base alla nazio-
emerse siano chiare a tutti.
nalità affinché possano confrontarsi sull’argomento.

Idee extra
Idee extra
Potete proporre a ogni coppia di studenti di
Completato il lavoro al punto E, potete invitare
condividere con il resto della classe il lavoro svolto:
ciascun gruppo a condividere le proprie riflessioni
lo studente A mette in evidenza le cose che ha in
in plenum. In questa fase gli studenti possono
comune con il compagno; lo studente B mette in
prendere nota delle informazioni che li colpiscono
evidenza le scelte diverse.
maggiormente. Dopo la messa in comune, potete
proporre di lavorare a piccoli gruppi per realizzare
dei cartelloni con le “manie” più curiose o divertenti. 4. AMBIENTE PERSONALE DI
APPRENDIMENTO

3. PAROLE BELLISSIME Obiettivi dell’attività


L’attività si propone di far riflettere sugli strumenti
Obiettivi dell’attività che si possono utilizzare per l’apprendimento delle
lingue.
Riconoscere e comprendere il significato di alcune
parole ed espressioni della lingua italiana. Riattivare
lessico pregresso per realizzare una propria lista di Riscaldamento
parole ed espressioni italiane preferite spiegandone
Chiedete agli studenti di leggere il titolo e di fare delle
il contesto d’uso.
ipotesi sul suo significato. Poi proponete un’attività
di brainstorming per scoprire in cosa consiste un
Riscaldamento ambiente personale di apprendimento secondo loro.
Leggete in plenum il titolo dell'attività Parole
bellissime. Potete approfittare per rivedere con Svolgimento
la classe il superlativo assoluto: ricordate che con
esso si esprime la qualità al massimo grado di A. Invitate gli studenti a osservare l’illustrazione e
elemento. Chiedete quindi agli studenti di proporvi a cerchiare con una matita le icone delle applicazio-
qualche altro esempio di superlativo. A questo ni che usano per apprendere o ampliare le proprie
punto, invitate la classe a riflettere su quali sono le abilità linguistiche. Se necessario, chiarite a quali
parole più belle della lingua italiana secondo loro. applicazioni corrispondono le icone. Infine, passate
Annotate alla lavagna il lessico emerso in questa alla messa in comune.
fase di riscaldamento.
B. Annunciate alla classe che ascolterete un
documento audio in cui si spiega il concetto di

10
0
ambiente personale di apprendimento. Prima di
procedere all’ascolto, invitate gli studenti a leggere
Soluzioni
le frasi proposte nell’attività di vero/falso in modo da
capire quali sono le informazioni sulle quali devono 1. Io e l'Italia
concentrare la propria attenzione durante l’ascolto.
Da sinistra verso destra, dall'alto verso il basso:
Quindi, procedete con il primo ascolto. Lasciate
qualche minuto e poi proponete un secondo ascolto. Piazza del Campo, Siena (veduta aerea);
Infine, passate alla correzione in plenaria. Caravaggio, Cena in Emmaus, 1601; Amalfi;
Valentino Rossi; la vetrina di un alimentari; FIAT
C. A questo punto gli studenti possono riflettere
Cinquecento d'epoca; copertina del libro Gomorra
sugli strumenti da utilizzare per creare il proprio
di Roberto Saviano; locandina del film La grande
PLE. Lasciate loro il tempo di compilare le voci
bellezza di Paolo Sorrentino; Ritratto di Giuseppe
proposte nell’attività. Una volta finita la redazione
Verdi, di G. Boldini; Galleria degli Uffizi, Firenze.
individuale, invitateli a discuterne con un compagno.

Idee extra 2. Si fa così!


A.
Potete proporre un lavoro di gruppo: creare un’illu-
1.  a 6.  b
strazione sul modello di quella proposta nell’attività
2.  b 7.  a
A, ma che contenga le applicazioni e gli strumenti
3.  a 8.  b
usati dalla classe. Spiegate agli studenti che possono
4.  c 9.  a
realizzarla su dei cartoncini o al computer e poi
5.  b 10.  b
appenderla in classe. Sarà utile attingere ai vari PLE
per “espandere” l’ambiente di apprendimento della
classe. C.

1.  5 4.  10
2. 7 5. 4
3. 8 6. 9

4. Ambiente personale
di apprendimento
B.
1.  F
2.  V
3.  F
4.  V

11
Unità 1
Emozioni in note
OBIETTIVI CONTENUTI
CF COMPITI FINALI GRAMMATICA
••Preparare un test di personalità per I pronomi relativi (ripasso); il congiuntivo presente; il
l’insegnante suffisso -ità; le frasi oggettive (con verbi di opinione
••Elaborare una playlist per un dato momento e con verbi che esprimono lo stato d’animo); l’uso
della giornata dell’indicativo e del congiuntivo; alcuni verbi prono-
minali; i comparativi (ripasso).
CI COMPITI INTERMEDI LESSICO
••Descrivere il carattere di una persona
Il lessico di emozioni e stati d’animo; le metafore
••Raccontare cosa ci fa stare bene o male
per esprimere emozioni e sentimenti; gli aggettivi e
nei rapporti interpersonali
i sostantivi delle qualità e caratteristiche personali;
••Abbinare canzoni a emozioni
i generi musicali; il segnale discorsivo dai.
FUNZIONI COMUNICATIVE
Esprimere sentimenti e stati d’animo; descrivere le
caratteristiche del carattere; parlare dei rapporti
con gli altri; parlare dei generi musicali ed esprimere
preferenze.
TIPOLOGIE TESTUALI
Test; intervista; blog; conversazione; articolo;
podcast; chat.

Svolgimento
Prima di cominciare l’unità
A. Invitate gli studenti a osservare le fotografie e ad
Prima di aprire il libro, scrivete alla lavagna il titolo
associare ciascuna a una o più emozioni. Sollecitateli
dell'unità Emozioni in note e chiedete agli studenti
a utilizzare il lessico proposto nella nuvola di parole.
che tipo di tematiche si aspettano. Durante la libera
produzione orale, aiutate gli studenti a esprimer- B. Chiedete alla classe di collocare la parole proposte
si con parole ed espressioni che annoterete alla nella nuvola in una scala delle emozioni: quali sono le
lavagna. emozioni che ritengono più positive e quali più negati-
ve? Spiegate che possono compilare il grafico proposto
nel libro oppure crearne uno a loro gusto.
1. EMOZIONI IN PAROLE C. Lasciate il tempo per il confronto a coppie delle ri-
spettive scale delle emozioni. Spiegate che devono
Obiettivi dell’attività utilizzare tutte le parole della nuvola e rendetevi di-
sponibili a risolvere eventuali dubbi alla lavagna.
L’attività propone un lavoro sul lessico per descrive-
D. Tornerete su questo punto una volta conclusa
re emozioni positive e negative che si possono asso-
l'unità, prima della realizzazione dei compiti finali,
ciare alla musica.
se lo ritenete opportuno. Proponete agli studenti di
trasformarsi in redattori e ideare una nuova versio-
Riscaldamento ne per questa doppia pagina di apertura: possono
proporre e cercare nuove fotografie, creare una
Chiedete agli studenti qual è la prima emozione che
nuvola di parole di forma e contenuto diverso e in-
associano alla parola musica. Non vi preoccupate per
ventare un nuovo titolo per l'unità. Qual è la propo-
il lessico, annotate la parole corrette e spiegate che
sta più convincente? Fatela votare alla classe.
presto amplieranno le proprie conoscenze.

12
1
Idee extra sonalità. Lasciate loro il tempo di individuare le
parole richieste e di effettuare l'abbinamento dei
1. Proponete alla classe di cercare nella nuvola di
contrati nel quadro lessicale dell'attività. Infine,
parole delle coppie di contrari. Spiegate che è pre-
correggete in plenum.
sente il contrario solo di alcune parole. Fate un
esempio alla lavagna: tranquillità / nervosismo D. Fate riflettere ulteriormente sugli aggettivi pre-
senti nei profili del test: proponete di annotare in
2. Probabilmente durante la fase di osservazione due colonne negativi e positivi e poi di motivare oral-
delle fotografie sorgeranno domande relative agli mente la propria classificazione a un compagno. Ri-
strumenti musicali presenti nelle immagini. Per cordate agli studenti di formulare frasi ispirandosi al
facilitare la presentazione di questo lessico, potete modello linguistico proposto in rosso.
proiettare la SCHEDA 1 e chiedere agli studenti di
E. Invitate la classe a osservare gli elementi eviden-
abbinare le parole delle etichette alle immagini
ziati nel test e a rileggere le frasi in cui compaiono.
corrispondenti.
Poi, lasciate il tempo per completare la regola d’uso
nel quadro. Al momento della correzione, accertatevi
SCHEDA 1
che la funzione linguistica di questi pronomi relativi
sia chiara a tutti. In proposito, potete riferivi al relati-
vo paragrafo nella grammatica a p. 28.

2. ENERGIE IN EQUILIBRIO F. Il testo proposto spiega il significato del simbolo


dello Yin e dello Yang. In questa fase potranno veri-
ficare quanto ipotizzato al punto A. Per assicurarvi
Obiettivi dell’attività che la classe abbia compreso il testo, potete formu-
lare delle domande. Ad esempio:
Gli studenti amplieranno il lessico per descrivere la Un persona può avere solo un tipo di energia?
personalità, lavoreranno sui contrari di alcuni agget- In che senso il Taijitu è simbolo di dualità?
tivi e sui nomi con suffisso -ità. Si propone anche un Poi, chiedete agli studenti di confrontare le parole
ripasso dei pronomi relativi che e cui. chiave individuate con quelle di un compagno.

Riscaldamento G. Fate notare agli studenti che in italiano molti nomi


derivano da un aggettivo e dite loro di completare il
Prima di far aprire il libro alla pagina 22, scrivete alla quadro cercando i nomi richiesti nei testi ai punti B e
lavagna il titolo dell’unità di lavoro Energie in equili- F. In sede di correzione, potete chiedere se conosco-
brio e chiedete alla classe quali parole vi associano. no altri sostantivi che terminano con il suffisso -ità
Annotatele alla lavagna. (per esempio: geniale B genialità, cordiale B cordia-
lità, ecc.).
Svolgimento H. Informate gli studenti che ascolteranno un’inter-
vista radiofonica legata all’alimentazione energetica
A. Verificate con la classe se le parole proposte al
Yin e Yang. Sollecitateli a mobilitare le conoscenze
punto A sono già emerse in fase di riscaldamento.
pregresse sia in merito all’alimentazione che all’equi-
Poi, lasciate il tempo di svolgere l’attività a coppie
librio energetico tra lo Yin e lo Yang. Leggete insieme
e risolvete eventuali dubbi linguistici.
le affermazioni dell’attività e assicurarvi che risultino
B. Anticipate agli studenti che stanno per fare un chiare a tutti. Procedete al primo ascolto e invitateli
test per individuare se possiedono un profilo ener- a completare l’attività. Fate un secondo ascolto e poi
getico Yin oppure Yang. Invitateli quindi a risponde- chiedete agli studenti di confrontare le proprie ri-
re individualmente alle domande del test e, in base sposte con quelle di un compagno. Infine, correggete
al risultato ottenuto, a leggere il proprio profilo. Suc- l’attività in plenaria.
cessivamente, date loro il tempo per confrontare e
I. Sollecitate gli studenti a ripensare gli aspetti de-
discutere i risultati ottenuti con un compagno. In
scritti nella registrazione audio al punto H. In questa
questa fase, dite loro di leggere tutte e tre le descri-
attività devono valutare e definire, in base al proprio
zioni dei profili e assicuratevi della comprensione
comportamento alimentare, il loro eventuale equili-
generale dei tre testi.
brio o squilibrio energetico. Fateli lavorare a coppie
C. Invitate gli studenti a cercare, nei tre profili del per interagire e confrontarsi ispirandosi al modello
test al punto B, gli aggettivi che descrivono la per- linguistico proposto in rosso.

13
Unità 1
Idee extra in cui si parla di relazioni interpersonali e vengono
descritte persone e situazioni conflittuali. Leggete
Prima di passare al compito intermedio, proponete
le tre problematiche poste nelle etichette e chiarite
un ripasso degli aggettivi visti nel corso dell’unità di
eventuali dubbi lessicali. Quindi lasciate il tempo per
lavoro. Potete proiettare la SCHEDA 2 e chiedere alla
la lettura del testo, l’abbinamento e il successivo con-
classe di associare a ciascuna espressione quanti più
fronto a coppie. Per verificare la comprensione del
aggettivi possibile.
testo, potete fare qualche domanda del tipo:
Che problema ha Vale con sua mamma?
SCHEDA 2
Perché Katia è irritata con Flavia?
BB Esercizi p.29 n. 1 e 2; p. 30 n. 1, 2, 3; Favorite un clima di scambio lasciando argomentare
p. 206 n. 1 e 3; p. 207 n. 9, 10, 11 abbinamenti e risposte.

CI Compito intermedio B. Al fine di approfondire quanto svolto nell’attivi-


tà precedente, chiedete agli studenti di lavorare a
Con l’obiettivo di fissare quanto appreso nelle prime coppie e domandate se le difficoltà espresse nei
pagine dell’unità, chiedete agli studenti di redigere post del blog sono capitate anche a loro e, even-
un breve testo in cui descrivere il carattere di una tualmente, in quali circostanze. Potete fornire voi un
persona che conoscono bene. Suggerite di svolgere modello linguistico oralmente o per iscritto.
il lavoro in tre fasi: prima annotano le caratteristiche Anche io ho un amico vegano e non sopporto quando
della persona designata; poi riflettono su quali ag- diventa saccente alle cene di gruppo… La dieta è una
gettivi descrivono le persone Yin e quali quelle Yang; cosa personale, non sopporto le persone che voglio-
infine scrivono un testo per spiegare l’equilibrio o no imporre una scelta.
squilibrio energetico a cui, secondo loro, corrispon-
de la persona in oggetto. Se avete tempo, potete C. Spiegate che adesso lavorerete sul lessico presen-
proporre la lettura di alcune descrizioni in plenum. te nel blog. Nel quadro è riportato l’infinito di cinque
verbi pronominali presenti nel testo al punto A. Spie-
gate che per “verbo pronominale” si intende appunto
un verbo che si coniuga con le particelle pronominali.
3. CI TENGO MA... Quindi invitateli a rileggere il testo al punto A per in-
dividuare i verbi pronominali. Prima di passare alla
traduzione, assicuratevi che sia chiara la compilazio-
Obiettivi dell’attività ne del quadro.
Per la fase finale, cioè quella di traduzione nella
In questa attività si propongono esempi di proble- lingua madre degli studenti, potreste prevedere un
matiche nelle relazioni interpersonali, con l’obiettivo lavoro a coppie soprattutto se in classe ci sono più
di presentare in contesto alcuni verbi pronominali e studenti di una stessa nazionalità. Durante la corre-
modi di dire e di ripassare alcuni usi del congiunti- zione in plenaria, valutate l’utilità di proporre ulterio-
vo e dell’indicativo con i verbi di opinione e stato ri esempi di uso dei verbi pronominali in questione.
d’animo.
D. Invitate la classe a lavorare a coppie per abbinare
Riscaldamento i modi di dire presenti al punto A con il significato
corrispondente. Ricordate l’importanza del contesto
Scrivete alla lavagna relazioni interpersonali e pro- per fare l’abbinamento e quindi suggerite di rilegge-
ponete un brainstorming: re il paragrafo in cui compare la lingua evidenziata in
Quali sono le prime parole che vi vengono in mente? verde. Sollecitate il confronto tra gli studenti facendo,
per concludere, un bilancio con tutta la classe.
Per sollecitare la produzione orale potreste porre
delle domande semplici come: E. Avvertite gli studenti che questa attività com-
Quali tipi di difficoltà si possono avere nelle rela- porta una riflessione grammaticale. Fate leggere
zioni con le altre persone? Quali emozioni associate la consegna e svolgete il completamento in plena-
alle relazioni interpersonali? ria. In questa fase, potrebbero emergere riflessioni
e richieste di chiarimenti da parte degli studenti e
Svolgimento quindi è utile cogliere l’occasione per rispolverare il
congiuntivo presente facendo riferimento al relativo
A. Spiegate agli studenti che leggeranno un post paragrafo nella grammatica a p. 28.

14
1
F. Per ampliare e per sistematizzare l'uso del con-
giuntivo e dell’indicativo, incoraggiate la classe a 4. TU CHIAMALE, SE VUOI,
esaminare le frasi del quadro e scegliere l’opzione EMOZIONI
corretta per completare la regola d’uso. Poi, invita-
teli ad analizzare la struttura delle altre frasi eviden-
ziate in giallo nel blog al punto A. A quale delle due Obiettivi dell’attività
strutture del quadro corrisponde ciascuna? Potete
prevedere un primo lavoro a coppie e poi la messa L’attività si propone di presentare il lessico dei
in comune. generi musicali e delle emozioni che la musica può
veicolare. Inoltre si osserva la struttura delle frasi
G. Chiedete agli studenti di scegliere uno dei post del
oggettive e si svolge un ripasso dei comparativi. 
blog. Potreste domandare loro di scegliere il post che
gli è piaciuto di più o, al contrario, quello che hanno
apprezzato di meno. Poi invitateli a redigere un com- Riscaldamento
mento in cui rispondono al post fornendo la propria
Chiedete alla classe quali sono i generi musicali pre-
opinione ed esprimendo il proprio punto di vista in
feriti e se ascoltano musica italiana quale. Scrivete
merito.
alla lavagna il lessico emerso.
H. Anticipate agli studenti che ascolteranno una Leggete il titolo dell'unità di lavoro Tu chiamale,
conversazione tra amici e stimolate la riflessione sul se vuoi, emozioni e spiegate che è un verso di una
fatto che il testo orale sarà informale. Spiegate che famosa canzone italiana. Date qualche informazione
durante l’ascolto dovranno individuare i due proble- sul cantautore Lucio Battisti e spiegate che è con-
mi citati da un parlante e le relative opinioni espres- siderato un luminare della musica italiana essendo
se dal secondo parlante. Fate due ascolti prima della stato uno dei più influenti e innovativi cantanti e
correzione in plenaria. compositori di sempre. Se avete tempo, potete pro-
porre anche l'ascolto della canzone, facilmente re-
I. Adesso lasciate il tempo per la produzione orale a
peribile su YouTube.
coppie o in piccoli gruppi. Nell’esprimere la propria
opinione, ricordate agli studenti di riutilizzare il
lessico e le strutture osservate. Potete proporre un Svolgimento
modello linguistico, ad esempio:
A me piacciono le persone ordinate e soprattutto A. Sulla scia dell’attività di riscaldamento, chiedete
quelle che mettono in ordine anche per me! agli studenti di leggere le emozioni e i generi mu-
sicali proposti al punto A. Invitateli a lavorare per
Idee extra abbinare i generi musicali alle emozioni e spiegate
che possono aggiungere generi alla lista. Ricordate
Suddividete la classe in gruppi di quattro studenti. che il modello linguistico in rosso ha la funzione di
Chiedete a ogni gruppo di ripartirsi i ruoli delle per- stimolare la conversazione.
sone di cui si racconta nei post del blog (Dalila, la
B. Lasciate il tempo per la lettura dell’articolo. Ren-
fidanzata di Giulio 78; la mamma di Vale; il coinquili-
detevi disponibili per risolvere eventuali dubbi, ma
no di Davide; Flavia, l’amica di Katia) poi sollecitateli
specificate che si richiede una comprensione gene-
a rispondere oralmente alle critiche sollevate nei
rale del testo dato che presenta una certa ricchez-
post. Invitateli a rispondere per le rime agli amici e
za lessicale e strutturale. Poi, invitate a discutere a
ai parenti che li criticano sottolineandone i difetti.
coppie sul contenuto dell’articolo usando come sup-
BB Esercizi p. 29 n. 2, 3, 4, 5; p. 30 n. 5; porto il modello linguistico proposto dopo il testo.
p. 206 n. 3, 4 e 5
C. Chiedete agli studenti di rispondere alle domande
di comprensione del testo attingendo nuovamente
CI Compito intermedio all’articolo, se necessario. Infine verificate in plenaria.
Chiedete agli studenti di rielaborare quanto appre- D. Questo lavoro si può svolgere prima individual-
so in questa unità di lavoro redigendo un post nel mente e poi a coppie o direttamente a coppie. La
quale raccontare situazioni e comportamenti che prima fase è quella dell’individuazione delle emo-
apprezzano oppure non sopportano nelle relazioni zioni nell’articolo al punto B; la seconda prevede la
interpersonali. traduzione nella propria lingua per verificare la com-
prensione del lessico oggetto dell’unità di lavoro.

15
Unità 1
Potete anche suggerire a ogni coppia di utilizzare un Idee extra
dizionario monolingue per avere qualche indizio in
A conclusione di questa unità di lavoro, potete pro-
più prima di tradurre.
porre alla classe di realizzare un blog o una chat
E. Proponete alla classe di analizzare le strutture WhatsApp in cui discutere degli artisti preferiti, i
evidenziate in giallo nel testo compilando il quadro, motivi per cui li apprezzano, le canzoni più famose
secondo il modello proposto per la prima frase. Spie- e le emozioni che suscitano. Alla lezione successiva,
gate che devono indicare il soggetto della frase prin- potete stilare in plenaria una classifica degli artisti e
cipale e della secondaria. Quindi completare la regola delle canzoni più amate.
d’uso secondo quanto emerso in fase di osservazio-
ne. Per qualsiasi dubbio, potete consultare il relativo
paragrafo nella grammatica a p. 28.
GRAMMATICA
F. Avvertite gli studenti che ascolteranno un brano
di una trasmissione radiofonica in cui viene fatto
un sondaggio tra gli ascoltatori per scoprire quali Questa sezione propone schemi riassuntivi e appro-
canzoni contribuiscono a mettere di buon umore. fondimenti dei contenuti grammaticali presentati
Proponete due ascolti, uno per completare il quadro nell’unità affinché lo studente possa sistematizzar-
e uno per verificare le motivazioni. Infine, passate li in modo chiaro e preciso. I relativi esercizi sono
alla messa in comune. pensati per favorire la fissazione delle strutture
apprese nel corso dell’unità.
G. Anticipate agli studenti che leggeranno i com-
menti di alcuni radioascoltatori in cui si citano inter-
preti italiani e stranieri. Fate fare una prima lettura
individuale e chiarite, lavorando con tutta la classe,
eventuali dubbi di comprensione. Poi sollecitate gli PAROLE
studenti a scambiarsi i pareri lavorando in coppia
e ispirandosi al modello linguistico in rosso. Potete
La sezione Parole propone attività di varia tipolo-
chiedere in plenaria se i tre cantanti italiani citati
gia volte all’organizzazione e fissazione del lessico
sono conosciuti in classe e, se avete tempo, potete
appreso nell’unità. Una particolare attenzione
proporne l’ascolto, in modo che gli studenti possano
è rivolta al significato, alla funzione e all’uso dei
esprimersi a riguardo.
segnali discorsivi. Potete proporre queste attività
H. Leggete in plenaria la consegna. Per dissipare ogni al termine dell’unità oppure nel corso dell’unità, se-
dubbio in merito alla terminologia grammaticale, guendo i riferimenti indicati in questa guida.
potrete chiarire la definizione di comparativo, com-
parativo di maggioranza, minoranza e uguaglianza e
di termine di paragone. Dopodiché, lasciate comple- SUONI
tare il quadro e passate alla messa in comune.
I. Invitate gli studenti a redigere individualmente un
La sezione Suoni propone esercizi per praticare la
testo scritto che avrà la forma e lo stile di un com-
pronuncia e l’intonazione. Ciascuna attività è accom-
mento da postare sulla pagina Facebook del pro-
pagnata da una traccia audio e può essere proposta
gramma radiofonico della registrazione audio ascol-
nel corso o al termine dell’unità.
tata al punto F.
BB Esercizi p. 29 n. 6; p.30 n.4 e 6; p. 207 n. 6;
p. 208 n. 12, 13 e 14; p. 209 SALOTTO CULTURALE

CI Compito intermedio
Obiettivi della sezione
Chiedete agli studenti di riprendere la lista delle
emozioni dell’attività A e di scegliere una canzone In questa sezione si approfondiscono le conoscen-
che rappresenta meglio di qualsiasi altra ciascuna ze culturali su alcune icone del panorama musicale
emozione citata. Successivamente invitateli a parla- italiano. Vengono presentati cantanti italiani molto
re delle scelte che hanno fatto e a motivarle. popolari che con i loro album e le loro interpretazio-
ni hanno contribuito alla storia musicale del Paese.

16
1
Riscaldamento
COMPITI FINALI
Invitate gli studenti a leggere il titolo dell’articolo
Album che hanno fatto storia e chiedete loro di fare
delle ipotesi sui possibili contenuti della sezione. In Obiettivi della sezione
un secondo momento, domandate agli studenti di
L’obiettivo di questa sezione è riutilizzare in maniera
guardare con attenzione le foto delle copertine dei
creativa le strutture e il lessico acquisiti nel corso
cinque LP proposti: a prima vista, quale copertina
dell’unità per realizzare un progetto di gruppo e uno
preferiscono e perché? Parlatene in plenaria.
individuale. Al termine di questa unità si propone,
rispettivamente, di preparare un test per delinea-
Svolgimento re la personalità dell’insegnante ed elaborare una
playlist pensata come colonna sonora per un deter-
A. Invitate la classe a citare gli interpreti della minato momento della giornata.
canzone italiana che conoscono. Poi fate lavorare a
coppie per sviluppare il dialogo e il confronto orale
CF Preparare un test di personalità
su quando e come hanno “scoperto” questi artisti e per l’insegnante
se ne seguono o meno la carriera, se li hanno mai
visti in concerto, ecc.
Riscaldamento
B. Lasciate il tempo per leggere il testo e le schede
riferite ai singoli cantanti e ai rispettivi dischi. Poi, Dividete la lavagna in due colonne: in una scrivete
fate lavorare a coppie per ipotizzare i temi delle personalità, in una emozioni. Fate un brainstorming
canzoni indicate per ciascun album. Potete proporre sulle parole per descrivere la personalità e le emo-
un confronto in plenum. zioni e stati d’animo. In questo modo riattiverete il
lessico necessario per lo svolgimento del compito.
C. Potete far svolgere l’attività dividendo la classe in
gruppi di 5 studenti. Chiedete a ogni studente di sce-
gliere uno dei dischi tra i 5 album proposti nell'arti- Svolgimento
colo in modo che in ogni gruppo siano rappresentati
tutti gli artisti. Ogni studente dovrà effettuare una A. Dividete la classe in gruppi e invitateli a riflette-
ricerca per saperne di più sul cantante e sul disco re sulla struttura da dare al test. Suggerite loro di
scelto. Invitateli ad ascoltare il brano che dà il titolo consultare alcuni modelli, ad esempio quello visto a
all’album e qualche altro pezzo. Chiedete loro di an- p. 22. Potete concordare in plenaria un numero di
notare su un foglio le emozioni provocate dall’ascol- domande e di profili valido per tutti. Le altre carat-
to di questi brani musicali per presentarle in seguito teristiche del test, invece, verranno concordate solo
al gruppo. Dopo il confornto a gruppi, si può conclu- tra i componenti di ciascun gruppo.
dere l’attività con la messa in comune e una breve
B. Lasciate che i gruppi lavorino alla redazione del
analisi delle emozioni associate ai cinque LP.
test, girate per la classe e annotate eventuali dubbi
D. Fate lavorare a coppie per preparare tre schede che emergono nella realizzazione del compito. Così,
sui dischi preferiti di artisti del proprio Paese. Spie- potrete valutare l’utilità di un successivo ripasso. Ri-
gate che è possibile fare una ricerca tre le classifi- cordate che devono elaborare anche tre profili.
che stilate da riviste del settore, oppure basarsi sui
C. Dopo aver svolto il test tra i compagni del gruppo,
propri gusti.
ciascuno segnala eventuali incongruenze per il fun-
zionamento del test. Poi il gruppo apporta le modifi-
Idee extra che e stende la versione definitiva del test. Quindi, lo
sottopone all’insegnante.
Potete proporre di appendere in classe tutte le
schede redatte al punto D. Poi, gli studenti, in base ai D. Chiedete agli studenti di analizzare le risposte
dischi e artisti predominanti, possono stilare la top fornite dal professore e i profili ottenuti nei vari test.
3 della classe. Se nel gruppo classe ci sono studenti Quali sono gli aspetti della personalità dell’inse-
di varia nazionalità, potete fare la top 3 di ciascun gnante che sono emersi in più di un test? Lavorate in
Paese. plenaria per arrivare a selezionare gli aggettivi che
meglio ne descrivono il carattere.

17
Unità 1
CF Elaborare una playlist
per un momento della giornata Soluzioni
Riscaldamento 2. Energie in equilibrio
Informate gli studenti che per la realizzazione C.
del compito finale individuale di questa unità ci si
aspetta da loro la creazione di una playlist di brani tranquillo B ansioso
musicali adattati a un preciso momento della gior- paziente B impaziente
nata. Per sollecitare il brainstorming, potete scri- prudente B impulsivo
vere alla lavagna le diverse parti della giornata e pigro B energico
chiedere loro di proporre le azioni che si effettuano introverso B estroverso
generalmente in quel dato momento.

Svolgimento E.
I pronomi relativi 5 p. 28

A. Approfondendo quanto iniziato nella fase di ri- cui è preceduto da una preposizione
scaldamento, chiedete alla classe di scegliere un
che non è preceduto da una preposizione
momento della giornata che amano accompagnare
con un sottofondo musicale.
G.
B. Poi, per il momento specifico selezionato, doman-
date a ogni singolo studente di creare una playlist AGGETTIVO NOME
e di scrivere quali emozioni provocano le canzoni sereno B serenità
scelte e perché. Assicuratevi che gli studenti giusti- duale B dualità
fichino le loro scelte musicali. creativo B creatività
impulsivo B impulsività
C. Incitate gli studenti a condividere la loro playlist
affidabile B affidabilità
con la classe. Chiedete loro di scambiare pareri e opi-
positivo B positività
nioni confrontandosi con i compagni.
sensibile B sensibilità

Idee extra H.
1. Lo Yin e lo Yang sono presenti anche nel cibo.
Come suggerito nel riquadro delle proposte per
lo spazio virtuale della classe, potete proporre di 4. I cibi freddi Yin aiutano a gestire l’iperattività.
creare uno spazio virtuale in cui, durante tutto il
6. I cibi “riscaldanti” aiutano ad essere di
corso, gli studenti potranno caricare playlist e poi
buonumore.
discuterne con i compagni.

3. Ci tengo ma…
BILANCIO C.

importarsene B me ne importa
Il bilancio è uno strumento a disposizione dello stu- fregarsene B fregarmene
dente per autovalutare le competenze e le conoscen- smetterla B smetterla
ze acquisite nello svolgimento dell’unità. Propone, farcela B ce la faccio
dunque, una riflessione sull’evoluzione del proprio tenerci B ci tengo
apprendimento, sulla realizzazione dei compiti finali
e sul lavoro svolto dai compagni.
D.
1 dare di volta il cervello: impazzire, sragionare

mi è venuto un nodo alla gola: essere


2
commosso o angosciato

18
1
3 mettere una pietra sopra: non pensare più a 4. Tu chiamale, se vuoi, emozioni
una cosa, non parlarne più
C.
1. 
Fondamentale per trasmettere emozioni è il testo
ho avuto un colpo di fulmine: innamorarsi
4 ma contribuiscono anche arrangiamento e ritmo.
all’improvviso
2. 
La canzone trasmette disgusto con l’ultima
parola del testo.
divento rossa come un peperone: arrossire
5 3. 
La tristezza è l'emozione più raccontata in
per la vergogna
musica, perché ha tante sfumature.
D.
E.
il congiuntivo presente 5  p. 28 tristezza, gioia, fiducia, disgusto, rabbia,
parlare volere capire insofferenza, attesa, incertezza, paura, ansia,
tensione, disgusto, infelicità, malinconia.
parli voglia capisca
parli         voglia         capisca        
E.
parli  voglia capisca
le frasi oggettive 5  p. 28
parliamo vogliamo capiamo
parliate vogliate capiate 1 pensiamo (noi) che sia necessario (l’intervento)
parlino         vogliano     capiscano     1 credo (io) che giochi (il testo)
1 penso (io) di cogliere (io)
1 credo (io) di farvi (io)
F.
1 Frase principale + di + verbo all'infinito se il
congiuntivo o indicativo? 5  p. 28
soggetto della frase secondaria è lo stesso.
Non sopporto le persone che sono troppo precise. 1 Frase principale + che + verbo al congiuntivo se il
frase principale + frase relativa con soggetto della frase secondaria è diverso.
verbo all'indicativo

Non sopporto che voglia vedere solo la partita.


F.
frase principale + frase oggettiva con
verbo al congiuntivo titolo motivazione
Don’t worry, be happy, Mi ispira serenità e
Bobby McFerrin allegria.
H.
Non solo mi mette di
problema opinione We will rock you,
buonumore, ma mi fa
Queen
Il coinquilino della L’amico suggerisce anche ballare.
ragazza, Valerio, è alla ragazza di parlare Splendida giornata, Ogni volta che la ascolto,
maniaco dell’ordine: nella con il coinquilino e di Vasco Rossi canto a squarciagola.
libreria suddivide i libri suddividere la libreria a Mi fa rilassare e sentire
Three little birds,
per genere e in ordine metà: ciascuno occupa e Bob Marley positivo.
alfabetico e pretende di organizza la propria metà
imporre il proprio metodo. come preferisce.
H.
i comparativi 5 p. 28
Il collega del ragazzo non La ragazza suggerisce
si prende mai le proprie all’amico di organizzare 1 We will rock you è più energica delle altre canzoni.
responsabilità. una riunione, per stabilire
Comparativo di maggioranza
le responsabilità di
ognuno. 1 La sua musica è più noiosa che allegra.
Comparativo di maggioranza
1 Raffaella Carrà è meno entusiasmante anche di
Vasco Rossi. Comparativo di minoranza
1 La musica pop è positiva ed energica quanto la
musica rock. Comparativo di uguaglianza

19
Unità 1
Grammatica 5.

1. Cosa significa per me comporre canzoni? Beh,


a.  in cui innanzitutto ogni mia canzone nasce da un colpo
b.  a cui di fulmine che può essere per un’immagine, una
c.  che 7. persona, un film, una storia... Mi lascio emozionare
d.  che dal mondo intorno a me. Quindi, è un processo
e.  di cui intimo, personale. A volte, insoddisfatta di come
f.  che
((elenco di lettere in bold))
cerco di trasmettere il mio mondo interiore, decido di
lasciar perdere ma poi mi rendo conto che non posso
2.
metterci una pietra sopra. Non mi piace lasciare le
b.  fare
cose a metà. E quindi, ritorno all’opera. Quando testo
c.  avere
e musica sono pronti, mi preparo per lo spettacolo.
d.  lasciare
Questa è forse la parte più difficile, prima di ogni
e.  venire a. 1
concerto ho un nodo alla gola... Come reagirà il
f.  prendere
pubblico? E poi, ho il timore di diventare rossa come
b. 2
3. un peperone sul palco. Ma Elio, il mio chitarrista, mi
a.  ci tiene dà sempre la giusta carica di determinazione...
c. 2
b.  ce la faccio
c.  gliene importi
7. 8.
d.  smetterla
a.  1 a.  2
e.  Non me ne frega
b.  2 b.  4
4. c.  2 c.  3
d.  1

Cara Miriam,
mi sono divertita a leggere la storia sulle tue coinquiline Suoni
isteriche. Io, purtroppo, credo di avere un altro tipo di
coinquilino davvero fastidioso: studente Erasmus festaiolo 1.
assolutamente disinteressato a socializzare con me. suono suono
Vediamo… cosa non funziona? Beh, non sopporto che
semplice doppio
invada costantemente gli spazi comuni. Non mi piace che i
suoi ospiti dormano per settimane sul divano. Secondo me a X
pensa che la casa condivisa sia un ostello. E le feste senza
fine? Non tollero che faccia party in salotto il mercoledì b X
sera! Io devo anche studiare ogni tanto! Detesto le persone
che non rispettano gli altri. Credo che l’idea di scambio c X
culturale con questo tipo di persone sia impossibile.
d X

6. e X
a.  di
b.  di f X
c.  che
e.  che 2.
f.  di a.  L’ equilibrio aiuta a vivere più sereni.
b.  L’ impazienza non fa prendere buone decisioni.
Parole c.  Devi essere più affidabile!
d.  Che rabbia! Il mio coinquilino ha lasciato pentole
e piatti sporchi!
1.
e.  Questa canzone mi fa venire tristezza.
a.  estroversa
f.  Bea è troppo impulsiva, a volte non ragiona.
b.  pigro
c.  creativo 3.
d.  sensibile a.  sorpresa d.  sorpresa
e.  impaziente b.  sorpresa e.  incitazione
f.  prudente c.  incitazione f.  incitazione

20
Scheda video 1

Video 1: Questione
4. Dividete gli studenti a coppie e invitateli a parlare
di una situazione o di un comportamento che non

di energie
sopportano e a spiegare la propria reazione. Lascia-
te il tempo per scambiarsi le proprie esperienze e
poi estendete la conversazione a tutta la classe.
Il video 1 è uno strumento utile per ripassare, riutiliz-
zare e consolidare i contenuti linguistici dell’unità 1. 5. Chiedete agli studenti di lavorare individualmente
Potreste proporne la visione come attività di ripasso per completare le frasi con le parole proposte dall’at-
e preparazione allo svolgimento dei compiti finali. tività. Poi procedete al confronto prima a coppie e
Anticipate agli studenti che stanno per vedere un vi- poi in plenaria.
deo che tratta di emozioni e reazioni. Spiegate che
il video non prevede dialoghi, quindi è necessario 6. Se disponete di una connessione a Internet, potre-
prestare particolare attenzione alle immagini e alla ste svolgere quest’attività in classe; in alternativa,
mimica dei personaggi per capire cosa succede. Se potete proporla come compito a casa. Chiedete agli
lo ritenete opportuno, potete mostrare il video fino studenti di ascoltare le canzoni proposte dall’attività:
al minuto 00:56 e avviare una breve conversazione ciascuno le assocerà a uno stato d’animo o a un’e-
chiedendo agli studenti di provare a spiegare cosa è mozione e si confronterà con i compagni motivando
successo. Invitateli a immaginare la possibile reazio- le proprie scelte. Le canzoni proposte sono tutte di
ne della protagonista. musica italiana per dare l’occasione di conoscere al-
cuni artisti contemporanei, ma potreste anche con-
1. Chiedete agli studenti di guardare con attenzione
siderare la possibilità di far ascoltare brani di diversi
tutto il video e di lavorare a coppie per trovare un
generi e Paesi.
titolo adatto a ciascuno dei tre sketch che mostrano
le diverse reazioni della protagonista (minuti 00:57,
7. Mostrate di nuovo il video e chiedete agli studenti
01:39, 02:21). Mostrate il video e lasciate agli studenti
di pensare a una possibile colonna sonora per il video
il tempo necessario per consultarsi e scegliere i titoli,
1, scegliendo, per ciascuna reazione della protagoni-
poi invitateli a condividerli con la classe motivando le
sta, un brano musicale che secondo loro rappresenti
proprie scelte.
bene le emozioni espresse dalle immagini. Suggerite
agli studenti di lavorare in piccoli gruppi e poi di con-
2. Mostrate nuovamente il video e invitate gli stu-
frontarsi tra loro per selezionare la colonna sonora
denti a lavorare a coppie o in piccoli gruppi per defi-
che ritengono più adatta.
nire le reazioni della protagonista. Invitateli a utiliz-
zare gli aggettivi sotto ed eventuali altri a loro scelta.
Poi chiedete di identificare, per ciascuna delle tre re-

Soluzioni
azioni, un’energia più Ying o più Yang. Se lo ritenete
opportuno, tornate ai profili del test Ying e Yang a
p. 22 del manuale per rivedere le caratteristiche di
entrambe le energie. Qui di seguito, un elenco delle 3.
principali caratteristiche:
1.  ridere (R)
Ying: tranquillo, sereno, introverso, sensibile, creati- 2.  tremare (A)
vo, intuitivo, buon ascoltatore, paziente, pigro. 3.  urlare (R)
4.  lanciare oggetti (R)
Yang: energico, ansioso, estroverso, positivo, impul-
5.  far cadere le cose (A)
sivo, impaziente.
6.  sorridere (E)
7.  agitare le braccia (R)
3. Chiedete agli studenti di riflettere sul linguaggio
8.  perdere l’equilibrio (A)
del corpo e invitateli a lavorare a coppie per abbinare
a ciascun gesto o espressione lo stato d’animo corri- 5.
spondente tra quelli proposti (rabbia, ansia o equili-
1.  tensione
brio). Lasciate agli studenti il tempo di svolgere l’at-
2.  eccitazione
tività e mostrate nuovamente il video per verificare.
3.  nostalgia
Durante questa visione, potete chiedere agli studenti
4.  rabbia
se hanno individuato altri gesti che esprimono rea-
5.  gioia
zioni e stati d’animo. Invitateli, nel caso, ad ampliare
la lista dell’attività.

21
Unità 2
Mettiamocela tutta!
OBIETTIVI CONTENUTI

CF COMPITI FINALI GRAMMATICA


••Elaborare un volantino per promuovere un’attività Il trapassato prossimo; alcuni verbi pronominali; la
fisica preposizione da (funzione); alcuni indicatori temporali;
••Raccontare la storia di uno sportivo i prefissi negativi s-, dis-, in-; il superlativo relativo; gli
avverbi proprio e davvero; le frasi limitative.
CI COMPITI INTERMEDI LESSICO
••Spiegare quali valori si associano allo sport
Il lessico dell'attività fisica e del benessere; il lessico
••Descrivere un’attività fisica che contribuisce al
delle emozioni e dei valori dello sport; il segnale
benessere psicofisico
discorsivo mica.
••Scrivere un commento sugli sport estremi
FUNZIONI COMUNICATIVE
Parlare dell’attività fisica e del benessere; raccontare
esperienze legate allo sport; esprimere la propria
opinione sui valori dello sport.
TIPOLOGIE TESTUALI
Biografia; volantino; intervista; blog; conversazione;
articolo; chat.

Prima di cominciare l’unità di idee, spiegate che mettercela tutta è un verbo


pronominale che verrà osservato nella prima unità
Informate gli studenti che in questa seconda unità si
di lavoro. Al momento vi interessa che ne capiscano
parlerà di attività fisica. Prima di aprire il libro, potete
il significato: impegnarsi al massimo. Fate quindi un
proporre una serie di domande generali circa le loro
breve sondaggio in plenaria chiedendo in quali aspetti
abitudini in merito. Indagate, in particolare, se il grup-
delle loro vite pensano di “mettercela tutta”.
po classe sia più o meno sportivo.
Durante la libera produzione orale di questa fase, aiu-
tate gli studenti a esprimersi con parole ed espressio- Svolgimento
ni che annoterete alla lavagna.
A. Invitate la classe a osservare la fotografia e a
Potete proiettare il video 2, che è pensato come stru-
lavorare prima individualmente e poi a coppie sul
mento di primo contatto a temi e contenuti dell'unità.
lessico che vi associano. Dite loro di ricorrere alla
nuvola di parole. Invitate poi gli studenti a condividere
in plenaria le loro riflessioni e annotate le parole, non
1. LO SPORT IN PAROLE presenti nella nuvola, emerse dal confronto.
B. A questo punto, usando il lessico offerto nella
Obiettivi dell’attività nuvola di parole e quello emerso nelle precedenti
riflessioni, lasciate il tempo per completare il quadro.
La prima doppia pagina si propone di mobilitare il
C. Dopo un primo confronto a coppie sulle liste al
lessico relativo ai valori nella pratica sportiva.
punto B, chiedete quali sono gli aspetti della pratica
sportiva che possono avere una connotazione sia
Riscaldamento positiva che negativa. Invitate ad avvalorare le
proprie idee con degli esempi.
Chiedete agli studenti di aprire il libro a pagina 36 e di
osservare titolo e immagine: che significato attribui- D. Tornerete su questo punto una volta conclusa
scono al titolo Mettiamocela tutta? Dopo una pioggia l'unità, prima della realizzazione dei compiti finali,

22
2
se lo ritenete opportuno. Proponete agli studenti to, fate osservare l’immagine di Bebe Vio e arrivate
di trasformarsi in redattori e ideare una nuova insieme a capire che è una campionessa di scherma
versione per questa doppia pagina di apertura: (vi aiuterà l’abbinamento svolto al punto A.) Poi,
possono proporre e cercare nuove fotografie, creare procedete al primo ascolto e chiedete un feedback
una nuvola di parole di forma e contenuto diverso generale circa la comprensione delle informazioni
e inventare un nuovo titolo per l'unità. Qual è la più importanti. Poi fate leggere agli studenti le frasi
proposta più convincente? Fatela votare alla classe. dell'attività e procedete con il secondo ascolto.
Nel caso in cui notiate una difficoltà generalizzata
Idee extra nella comprensione, fate ascoltare la biografia una
terza volta e correggete in plenaria.
Proiettate alcune immagini di atleti o amatori che
C. Chiedete agli studenti di riflettere sull’esperienza
praticano sport in diverse situazioni come quelle
di Bebe Vio e di leggere le parole dell’esercizio per
della SCHEDA 3 o altre a vostra scelta. Chiedete agli
poi scegliere quale sia quella più adatta a descrivere
studenti di commentarle e di condividere a cosa
la storia dell’atleta paralimpica. Successivamente
associano le immagini proposte. Potete chiedere se
invitate gli studenti a lavorare a coppie per cercare
deducono di che sport si tratta e se sanno nominarli in
altri nomi, aggettivi o verbi per parlare dell’esperien-
italiano. Fornite il vostro aiuto e scrivete alla lavagna
za straordinaria della giovane atleta.
il lessico nuovo o non chiaro a tutti.
D. Invitate gli studenti a leggere le frasi tratte
SCHEDA 3 dal podcast e a concentrarsi sulle forme verbali
evidenziate. Come primo incontro con il trapassato
prossimo, fateli riflettere sulla coniugazione dell’au-
siliare e quindi completare il quadro.
2. OLTRE I LIMITI E. Spiegate che nella biografia sono emersi alcuni
indicatori temporali molto utili per organizzare gli
avvenimenti di un testo a livello temporale. Potete
Obiettivi dell’attività proporre un nuovo ascolto, se lo ritenete utile, e
poi far realizzare l’abbinamento delle espressioni
Trattando l’argomento delle paralimpiadi e la
temporali sinonimiche. Se la classe avesse difficoltà,
biografia di un’atleta italiana, si presentano il
potete far leggere la trascrizione dell’audio, nella
trapassato prossimo, alcuni indicatori temporali e
sezione Trascrizioni tracce audio di questa guida.
i verbi pronominali. Inoltre, si amplia il lessico della
pratica sportiva e dei valori dello sport. F. Invitate gli studenti a leggere le frasi estratte dal
podcast e spiegate che le espressioni evidenziate
Riscaldamento vengono comunemente usate nella lingua quotidiana.
Correggete in plenaria il quadro e poi assicuratevi che
Mostrate agli studenti il video ufficiale della canzone gli studenti abbiano compreso il significato invitandoli
Combattente di Fiorella Mannoia, disponibile su a tradurre nella propria lingua e a fare degli esempi
YouTube, e chiedete loro di ascoltare il testo e guardare d’uso. Incentivate una riflessione “contrastiva” anche
le immagini. Terminato il video, riflettete in plenaria a livello di classe soprattutto se esistono gruppi di
sul messaggio della canzone e sul tema dominante studenti che sono di stessa madrelingua.
che viene raccontato. Annotate alla lavagna le
G. Anticipate agli studenti che leggeranno un’intervi-
espressioni o le parole-chiave che descrivono il
sta a Bebe Vio. Leggete il titolo La vita è una figata
messaggio della canzone (ad esempio determinazio-
e spiegate che si tratta di un’espressione informale,
ne, incidente, invalidità, protesi, riscatto, ecc.)
usata soprattutto dai giovani e che significa “la
vita è una cosa bellissima”. Sollecitate gli studenti a
Svolgimento elaborare dei titoli simili ma usando parole diverse
da “figata” che però siano ugualmente informali/
A. Scrivete alla lavagna la parola Paralimpiadi e
gergali. Potete anche chiedere agli studenti come
chiaritene il significato in plenaria. Fate riferimento
tradurrebbero l’espressione “figata” nella loro lingua.
alle parole emerse nella fase di riscaldamento. Poi,
Leggete in plenaria il testo e fate rispondere alla
fate svolgere l’abbinamento e correggete in plenaria.
domanda. Invitateli ad ampliare la lista delle parole al
B. Anticipate agli studenti che ascolteranno la punto C per descrivere Bebe Vio e la sua storia, condi-
biografia di un’atleta paralimpica. Prima dell’ascol- videndo poi le riflessioni con un compagno.

23
Unità 2
H. Focalizzate l'attenzione della classe sulle frasi Svolgimento
evidenziate in giallo del testo al punto G e chiedete di
A. Invitate gli studenti a leggere i vari tipi di attività
svolgere l'attività riflettendo sull’anteriorità e poste-
fisica proposti e assicuratevi che ne conoscano il
riorità delle due azioni. Per qualsiasi dubbio, potete
significato. Aiutatevi con delle immagini nel caso
fare riferimento alla grammatica a p. 44.
dobbiate chiarire il significato di alcune discipline
I. Riportate l’attenzione degli studenti sul testo che gli studenti non conoscono. Poi lasciate il tempo
al punto G e chiedete loro di leggere le parole di parlare con un compagno delle proprie abitudini
evidenziate in azzurro. Se le parole non erano ancora sportive (quale attività praticano, se preferiscono
emerse al punto C, consigliate agli studenti di cercare farlo da soli o in compagnia, ecc...). Potreste anche
la traduzione delle parole sul dizionario. domandare agli studenti di elencare tre attività
che loro considerano particolarmente adatte per
BB Esercizi p. 45 n. 1, 2, 3, 4 ; p. 46 n. 1, 2; p. 210 n.
“mettersi in forma”. Chiedete di farlo a coppie
1, 2, 3, 4, 5; p. 211, 11 e 12; p. 212, n.13
oppure in plenaria.

CI Compito intermedio B. Chiedete se qualcuno di loro abitualmente


cammina per fare attività fisica e nel caso indagate
Invitate gli studenti a elaborare individualmente sul luogo in cui di solito camminano, se hanno un
o a piccoli gruppi, un elenco di valori e principi che, percorso predefinito e un certo numero di chilometri
secondo loro, descrivono lo sport. Consigliate loro di che percorrono usualmente. Invitate poi agli studenti
scegliere elementi che possano essere vicini alla loro a dividersi a coppie e proponetegli di stilare una lista
esperienza personale poiché ogni elemento deve di quelli che loro considerano i principali benefici del
essere motivato. Proponete di arricchire il lavoro con camminare.
immagini o video che descrivano i valori trattati.
C. Anticipate agli studenti che leggeranno un
articolo sui benefici della camminata. Chiedete loro
Idee extra di leggere l’articolo identificandone i punti principali.
Potete raccogliere qualche feedback rispetto alla
Nel caso ci fosse interesse intorno alla figura di Bebe
comprensione globale del testo e chiedere alle
Vio, potete far vedere qualche estratto della tra-
coppie, già formate al punto B, di confrontare la
smissione La vita è una figata su www.raiplay.it/
lista di benefici stilata con i nuovi elementi apportati
programmi/lavitaeunafigata oppure su YouTube.
dall’articolo. Nell’articolo ci sono molti spunti interes-
santi dal punto di vista lessicale. Il livello B1 prevede
che gli studenti acquisiscano un livello lessicale più
tecnico e l’insegnante deve guidarli in questa fase di
3. METTERSI IN FORMA scoperta e acquisizione. Per questo motivo potete
porre l’attenzione degli studenti su nomi e aggettivi
tecnici che vengono utilizzati nel testo chiedendo
Obiettivi dell’attività loro di consultare un dizionario monolingue per
poterli definire. In seguito invitateli a scrivere delle
L’attività si propone di ampliare il lessico per parlare
frasi che contengano tali elementi linguistici per in-
dei benefici psicofisici e gli effetti dell’attività fisica.
centivarne il reimpiego. Gli elementi su cui potrebbe
Si presenta l’uso della preposizione da per indicare la
essere posto l’accento sono: elasticità mentale,
funzione o la finalità di un oggetto.
meccanismi psicologici, conflitti interpersonali,
assunzione di punti di vista, angolazione, stimolo
Riscaldamento cognitivo, endorfine.
Scrivete alla lavagna il titolo dell’attività mettersi in D. Chiedete agli studenti di focalizzare la loro
forma e chiedete di ipotizzarne il significato o esplici- attenzione sulle parole sottolineate al punto C.
tarlo se qualcuno lo conosce già. Poi scrivete restare Spiegate che si tratta di aggettivi e verbi con carat-
in forma e fate riflettere gli studenti sulla differenza teristiche particolari. Potete chiedere agli studenti di
delle due espressioni. Chiedete quali sono i modi per lavorare in autonomia o potete decidere di leggere
perseguire i due obiettivi, gli elementi in comune e insieme le definizioni per assicurarvi che ne capiscano
quelli in contrasto. Questa prima fase sarà necessaria il significato: la scelta di una delle due opzioni
per iniziare a esplicitare alcune parole che verranno dipende dal livello globale della classe e dalla lingua
utilizzate nelle fasi successive. madre degli apprendenti. Per molti apprendenti di

24
2
lingue romanze, queste parole risultano trasparenti I. Anticipate agli studenti che sentiranno le testi-
e quindi l’esercizio costituisce una sfida possibile e monianze di tre persone che espongono i benefici
motivante, per apprendenti di lingue molto diverse, di alcune discipline sportive. Invitateli a identificare
come tedeschi o cinesi per esempio, questo esercizio nel primo ascolto solo le pratiche sportive citate per
potrebbe essere più guidato. Indipendentemente concentrarsi, in un secondo momento, sui rispettivi
dalla scelta, correggete l’esercizio in plenaria. benefici. Una volta effettuato il primo ascolto, assi-
curatevi che abbiano capito di quali discipline si parla
E. Anticipate agli studenti che per questo esercizio
nell’audio, correggendo in plenaria. Prima di proporre
avranno bisogno di un dizionario dei sinonimi e
il secondo ascolto, chiedete agli studenti qualche
contrari o del cellulare. Leggete insieme la consegna
ipotesi circa i benefici delle tre discipline citate per
dell’esercizio e date loro il tempo necessario per
poter aiutarli in fase di comprensione. Fate fare un
cercare i contrari delle sette parole dell’eserci-
altro ascolto (o altri due a seconda delle necessità
zio precedente. Fate notare agli studenti come i
della classe) per poter dare loro gli strumenti
contrari delle parole in esame sono le stesse parole
necessari alla comprensione dettagliata del testo e,
senza, però, i prefissi dis-, s-, in/im-. Spiegate che
successivamente, correggete in plenum.
in italiano molte parole vengono formate in questo
modo. Potete riportate alla lavagna qualche esempio L. Dividete la classe a coppie e chiedete loro di
di coppie di aggettivi e verbi che appartengono alla riflettere sugli elementi positivi delle pratiche
casistica delle parole analizzate. sportive citate nell’ascolto precedente, in un secondo
momento chiedetegli di aggiungere altri benefici che,
F. Potete iniziare questa attività in due modi: il primo
secondo loro, non sono stati citati nell’audio.
modo è quello di fare una domanda in plenaria
circa gli indumenti che gli studenti sono abituati
a usare durante la loro pratica sportiva. Questa Idee extra
prima possibilità è utile qualora sappiate che i vostri
Potete allargare il dibattito proposto al punto L
studenti sono sportivi o praticano sport con discreta
a tutta la classe e chiedere quale sport o attività
regolarità. Una volta posta la domanda, scrivete alla
ritengono più efficace per mettersi in forma e quale
lavagna i nomi degli indumenti citati dagli studenti.
per tenersi in forma motivando le risposte. Inoltre si
Qualora non abbiate studenti particolarmente
può discutere sugli eventuali “contro” degli sport di
sportivi, potreste proiettare nuovamente la SCHEDA
squadra e individuali.
3 e chiedere di elencare il nome degli indumenti che
conoscono. In entrambi i casi disporrete di una lista BB Esercizi p. 45 n. 4 e 5, p. 46 n. 5; p. 210 n. 6;
di indumenti scritta alla lavagna. A questo punto, p. 211 n 7, 8; p. 212 n. 14 e 15
chiedete agli studenti di leggere la chat e di sottoline-
are i nomi di indumenti e accessori. CI Compito intermedio
Spiegate agli studenti che dovranno svolgere questo
SCHEDA 3
compito in autonomia. Chiedete loro di pensare a
uno sport che praticano, che hanno praticato o che
G. Noterete che i nomi degli indumenti, sottoline- vorrebbero praticare in futuro. Invitateli a riflettere
ati nella chat nella fase di lettura, sono seguiti da sui benefici che questa attività porta, ha portato o
elementi evidenziati in giallo. Invitate gli studenti a potrebbe portare nella loro vita citando eventuali
concentrarsi sull’uso della preposizione da. Leggete studi scientifici o proponendo grafici per spiegare
insieme il primo esempio dell’esercizio e sollecitate meglio i concetti che intendono esprimere. Chiedete
gli apprendenti a completarlo seguendo il modello poi di fare una presentazione degli indumenti che
dato. Chiedete se ci sono altri esempi di espressioni abitualmente si usano per questa pratica sportiva,
simili che utilizzano abitualmente o che conoscono e mostrando le fotografie di ogni elemento o di una
scriveteli alla lavagna. persona vestita con l’abbigliamento adeguato per
l'attività proposta. Spingete gli studenti a elaborare
H. Invitate gli studenti a svolgere l’abbinamento. Per
dei consigli per migliorare la pratica sportiva di
ampliare, qualora gli studenti si dimostrassero parti-
persone inesperte che vorrebbero avvicinarsi all'at-
colarmente interessati, potete proiettare la SCHEDA
tività suggerita (quante volte praticarla a settimana,
4 e far svolgere l’abbinamento dei sostantivi agli
l’acquisto di un determinato abbigliamento o di un
indumenti e attrezzi sportivi.
particolare accessorio tecnico, ecc.).

SCHEDA 4

25
Unità 2
Spiegate che in italiano il superlativo relativo, che
4. ADRENALINA esprime il grado massimo di una qualità in riferimento
a un gruppo o a una situazione, si può esprimere in
Obiettivi dell’attività modi diversi. Fate quindi osservare la struttura della
frase nella colonna sinistra del quadro e ricordate
Attraverso la tematica degli sport estremi si agli studenti che gli aggettivi buono, grande, piccolo
arricchisce il lessico delle emozioni e dell’attrezzatura e l’avverbio bene hanno superlativi relativi irregolari
sportiva, si ripassa e amplia il superlativo relativo, si (vedi grammatica a p. 44). La struttura della colonna
introducono gli avverbi proprio e davvero e le frasi sinistra è già conosciuta, ma assicuratevi comunque
limitative. che la abbiano compresa e acquisita, invitandoli a
comporre qualche frase che annoterete alla lavagna.
Riscaldamento In un secondo momento, portate l’attenzione della
classe sulla struttura nella colonna destra, che si
Chiedete alla classe se sanno cosa sono gli sport presenta più complessa. Chiedete agli studenti di
estremi e se ne sanno citare qualcuno. Poi chiedete se esplicitare le differenze tra le due frasi (l’utilizzo del
tutti conoscono il significato della parola adrenalina che seguito da una frase nella struttura della colonna
(con il supporto dell’inglese adrenaline dovrebbe destra).
risultare trasparente).
E. Riprendete le due frasi dell’attività precedente
l’emozione più forte che ci sia e la sensazione più
Svolgimento grande che si possa provare e chiedete agli studenti
di riflettere sul verbo che è presente nella frase
A. Dopo una prima fase di riscaldamento, in cui
secondaria. Sarebbe opportuno fare una riflessione
saranno già emerse alcune impressioni e idee circa
anche sul tempo dei due verbi (quello della principale
gli sport estremi, invitate gli studenti a leggere
e quello della secondaria) per sollecitare l’attenzione
le emozioni proposte e a selezionare quelle che
circa la contemporaneità dei due tempi.
ritengono più adatte per commentare. Sollecitate gli
studenti ad aggiungere altre parole che, a loro avviso, F. Avvertite che in questa attività devono reimpiegare
si associano agli sport estremi. quanto appreso nelle attività precedenti per
elaborare una scheda completa che descriva lo sport
B. Leggete insieme le descrizioni degli sport proposte
estremo che hanno fatto o vorrebbero provare. Se
nel volantino e assicuratevi che tutti abbiano capito
precedentemente avete fatto lavorare sulle schede 3
il senso generale della descrizione. Consigliate agli
e 4 stampate, potete suggerire alla classe di attingere
studenti di osservare le immagini che accompagna-
anche ad esse per la stesura della scheda.
no il testo per aiutarsi nella disambiguazione di alcuni
termini tecnici. Focalizzate l’attenzione degli studenti G. Anticipate agli studenti che ascolteranno l’inter-
sul motto del volantino “da noi lo sport è adrenalina vista di una psicologa dello sport che commenta il
pura”. Chiedete agli studenti di dividersi a coppie o in rapporto delle persone con gli sport estremi. Prima
piccoli gruppi per confrontarsi su quale degli sport di fare il primo ascolto, leggete in plenaria le frasi
estremi hanno praticato o vorrebbero praticare e dell’esercizio per assicurarvi che ne capiscano il senso
perché. Potreste far precedere il lavoro a coppie dal generale. Data la complessità del linguaggio tecnico
racconto di un'esperienza diretta o indiretta relativa utilizzato, invitate gli studenti a prendere appunti o
agli sport estremi per aiutare ad avvicinarsi alla ad annotare le parole chiave durante l’ascolto. Fate
tematica e introdurre alcuni termini tecnici. fare un primo ascolto e rendetevi disponibili per
risolvere eventuali dubbi. Procedete poi al secondo
C. Dopo aver raccolto le impressioni degli studenti,
ascolto e alla correzione in plenaria.
riportate la loro attenzione sul testo e in particolare
sugli elementi evidenziati in azzurro. Chiedete H. Chiedete alla classe di rileggere con attenzione le
loro un feedback circa la comprensione e invitateli espressioni dell’esercizio G evidenziate in azzurro.
nuovamente a guardare le fotografie per capire di Spiegate che si tratta di espressioni molto tecniche
quali oggetti si tratta. Infine, chiedete di confermare le quindi consigliate di tradurle nella propria lingua e
ipotesi cercando la traduzione dei termini nel quadro. di provare a definirle in italiano con parole semplici.
Durante la fase di produzione orale, potete proporre
D. Attirate un’altra volta l’attenzione degli studenti
agli studenti di elaborare una breve mappa o un
sul testo al punto B, questa volta per analizzare le
riassunto per fissare le informazioni più importanti
frasi evidenziate in giallo. Leggetele in plenaria e
presenti nell’audio e discuterne.
assicuratevi che ne abbiano compreso il significato.

26
2
I. Data la complessità di alcune frasi presenti nei testi, 100 parole. Potete valutare se far condividere
potete proporre una lettura in plenaria. Seppur non i commenti in cartaceo appendendoli in classe,
sia necessario che capiscano ogni singolo termine, oppure in digitale postandoli nello spazio virtuale.
è fondamentale che ne capiscano il senso generale Segnalate eventuali errori alla lezione successiva.
perché dovranno poi esprimere un’opinione in merito.
B Grammatica, Parole e
Chiedete loro di rileggere ogni post con attenzione e
Suoni vedere p. 16 della Guida
di identificare quello con cui si trovano maggiormente
in accordo. Poi, in plenum, potete annotare quali sono
i post più “quotati” e quali meno e perché.
L. Fate osservare gli elementi evidenziati in azzurro 5. SALOTTO CULTURALE
al punto I. Leggete insieme le funzioni presentate dal
libro e fate degli esempi nel caso in cui gli studenti Obiettivi dell’attività
avessero dubbi sui significati delle quattro funzioni
proposte. Suggerite di fare una traduzione delle frasi La sezione propone l’intervista a un famoso ballerino
nella loro lingua perché la funzione risulti più chiara. italiano che parla di ciò che si può apprendere dalla
Date loro il tempo di fare la traduzione e di riflettere. danza. Gli studenti potranno ripassare e fissare
Correggete poi in plenaria. lessico visto nel corso dell’unità e attivare le proprie
conoscenze per sviluppare un’attività di ricerca.
M. Focalizzate l'attenzione della classe sulle
espressioni evidenziate in giallo al punto I e proponete
loro di riscriverle con altre parole, sempre in italiano. Riscaldamento
Dopo aver chiarito il significato delle espressioni,
Potete iniziare l’attività mostrando alcuni video
concentratevi sulla forma: chiedete loro quanti verbi
reperibili su YouTube delle performance di Roberto
compaiono nel periodo e quale sia la congiunzio-
Bolle e di Carla Fracci. Qualcuno in classe li conosce?
ne che lega le due frasi. In un secondo momento,
Che emozioni provano al vedere queste performance?
chiedete loro di concentrarsi sulla tipologia del verbo
che compare nella frase principale e nella secondaria.
Ad esempio: Svolgimento
Non riesco a capire perché la gente li pratica, a meno
A. Dopo la fase di riscaldamento, lasciate qualche
che non mi sfugga un significato nascosto...
minuto per la discussione a coppie. Potete suggerire
Abbiamo una frase principale e una secondaria unite di annotarsi le parole-chiave che emergono.
da un connettivo limitativo. Il tempo verbale della
B. Chiedete agli studenti di leggere l’intervista e
secondaria è al congiuntivo.
rendetevi disponibili per chiarimenti direttamen-
Una volta chiarita la struttura alla lavagna, consigliate
te durante la fase di lettura. Una volta conclusa la
agli studenti di fare lo stesso tipo di analisi per le altre
lettura, potete chiedere di rispondere alle domande
tre frasi. Poi correggete in plenaria.
singolarmente o a coppie. Correggete in plenaria.

Idee extra C. Invitate la classe a rileggere il testo e a identifica-


re le parole-chiave che, a loro parere, descrivono in
In riferimento al punto F, potreste indire un “quiz”: modo più efficace il messaggio dato da Roberto Bolle.
gli studenti, dopo aver completato la scheda, devono Lasciate che ne parlino a coppie o piccoli gruppi.
dare informazioni sullo sport estremo trattato senza
D. Anticipate che nell'intervista tre persone daranno
però nominarlo. I compagni devono indovinare di
le loro opinioni in merito alla danza. Spiegate agli
quale sport si tratta.
studenti che la danza spesso è considerata una
BB Esercizi p. 45 n. 6, 7; p. 46 n. 3; p. 47 n. 6, 7; p. disciplina ibrida sportiva e artistica allo stesso tempo.
211, n. 9, 10; p. 212 n. 15, 16 e 17; p. 213 Fate fare un primo ascolto in cui invitate gli studenti a
focalizzarsi solo su quale sia la categoria di riferimento
CI Compito intermedio (sport o arte) in cui gli intervistati inseriscono la
danza. Al secondo ascolto, chiederete di concentrarsi
Consigliate agli studenti di preparasi alla redazione
sui motivi della loro idea. Se lo ritenete utile, fate fare
del commento rileggendo i testi e scorrendo
un terzo ascolto dopo la correzione in plenaria.
gli appunti presi durante l'attività di ascolto al
punto G. Lasciate che raccolgano le idee e date E. Spiegate che è il momento di esprimere la propria
loro il tempo per comporre un messaggio di circa opinione documentandosi e guardando i video di

27
Unità 2
alcune performance di Roberto Bolle. Chiedete loro di D. Chiedete agli studenti di elaborare il volantino
scegliere quello che rispecchia maggiormente la loro prestando attenzione anche alla grafica e alle
idea di danza e sollecitateli a rispondere alla domanda immagini e non dimenticando di usare qualche
in forma scritta. Passate alla condivisione per fare un slogan per la promozione. Poi, ogni gruppo presenta
bilancio sull’idea che la classe ha di questa disciplina. il volantino alla classe.

Idee extra Idee extra


Proponete di fare una ricerca sui ballerini del Se avete la possibilità di far realizzare un video
proprio Paese e di presentarli alla classe oralmente promozionale dell'attività sportiva proposta nel
proiettando degli estratti delle loro performance. compito, poi potrete proiettare i video in plenaria:
sarà un'occasione più divertente per fare valutazione
e autovalutazione dei lavori svolti.

COMPITI FINALI
CF Raccontare la storia di uno sportivo
Obiettivi della sezione
Riscaldamento
L’obiettivo di questa sezione è riutilizzare in maniera
Ripassate brevemente gli elementi principali di una
creativa le strutture e il lessico dell’unità per realizzare
biografia per assicurarvi che, nella fase di stesura,
un progetto di gruppo e uno individuale: elaborare un
possano elaborare un testo completo di tutti gli
volantino di promozione di un’attività fisica e redigere
elementi principali (infanzia e formazione, esperienza
il racconto della storia di uno sportivo.
sportiva, competizioni, qualche curiosità, ecc.). Potete
riprendere la biografia di Bebe Vio come esempio.
CF Elaborare un volantino per promuovere
un’attività fisica
Svolgimento
Riscaldamento
A. Invitate gli studenti a scegliere uno sportivo che
Proponete alla classe alcuni volantini di palestre e stimano e a fare una ricerca sulla sua storia.
centri sportivi come quelli nella SCHEDA 5 o altri
B. Invitate gli studenti a concentrarsi sulla sua carriera
a vostro piacimento, in modo da fornire ulteriori
sportiva ma anche su altri elementi interessanti come
modelli di riferimento. Spiegate che l’obiettivo è
l’impegno sociale o eventuali citazioni significative.
quello di invogliare all’iscrizione e che anche la grafica
e la scelta delle immagini è importante. C. Chiedete agli studenti di stendere un testo e di
organizzare quanto elaborato in una presentazione
SCHEDA 5 correlata da immagini e video. Sottolineate che la
presentazione non deve essere troppo carica di infor-
Svolgimento mazioni perché questo comprometterebbe l’attenzio-
ne dei compagni in fase di presentazione. Suggerite
A. Dividete gli studenti in gruppi e invitateli a scegliere la stesura di una mappa mentale per organizzare
le attività fisiche che vogliono promuovere. visivamente la presentazione.
B. Consigliate agli studenti di dividersi i compiti D. Sollecitate gli studenti a prepararsi per presentare
riflettendo sulle informazioni necessarie da sapere in forma orale il loro lavoro. Incentivate poi i compagni
per avvicinarsi alle attività fisiche scelte e di fare a porre delle domande.
delle ricerche mirate. Una persona può occuparsi
di individuare l’attrezzatura necessaria, un’altra gli Idee extra
spazi, altre ancora i requisiti necessari per poterli
praticare, ecc. Proponete di elaborare una classifica degli sportivi
più amati dalla classe, sarà un modo per ripassare il
C. Dopo aver raccolto tutte queste informazioni, gli
superlativo e il lessico della attività sportive.
studenti le condividono con i membri del gruppo
e stilano una lista di benefici su cui puntare per la
“promozione” del loro centro sportivo.

28
2
Soluzioni
3. Mettersi in forma
D.

Aggettivi
inaspettato: non previsto che produce sorpresa
2. Oltre i limiti inconsapevole: che non ha piena coscienza di qualcosa
A. imbattibile: che non può essere superato
a.  nuoto e.  judo
Verbi
b.  calcio f.  scherma
c.  atletica g.  pallavolo sbloccarsi: liberarsi da un blocco
d.  canoa h.  sci disinibire: liberare dall’inibizione
sradicare: eliminare completamente
B.
disintossicarsi: liberarsi da qualcosa di tossico
3 creazione dell’associazione Art4sport
2 malattia: la meningite e l’amputazione degli arti
E.
1 infanzia nella scherma
Aggettivi
4 uso delle protesi per tirare di scherma
inaspettato: aspettato; inconsapevole: consapevole;
7 conduzione di un programma televisivo
imbattibile: battibile
5 medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro
Verbi
6 partecipazione a campagne di sensibilizzazione
sbloccarsi: bloccarsi; disinibire: inibire; sradicare:
per la vaccinazione contro la meningite
radicare; disintossicarsi: intossicarsi
D. I contrari degli aggettivi e dei verbi si formano con i
prefissi DIS-, IN-, S-.
il trapassato prossimo 5  p. 44
F.
imperfetto dell’ausiliare (avere o essere) Accessori: gli occhiali dal sole - un paio di guanti - un
+ participio passato cappello
Abbigliamento: le scarpe da ginnastica - i pantaloni
E. - la maglietta da corsa - la giacca da trekking - la
poco a poco B gradualmente felpa di pile
ben presto B in poco tempo
G.
nel frattempo B parallelamente
1.  scarpe da ginnastica: scarpe per fare ginnastica
F. 2.  maglietta da corsa: maglietta per correre
3.  giacca da trekking: giacca per fare trekking
farcela B riuscire a raggiungere un 4.  occhiali da sole: occhiali per riparare gli occhi dal sole
obiettivo
mettercela tutta B impegnarsi al massimo H.
darci dentro B lavorare duramente a.  Maglietta da corsa; b.  Occhiali da sole;
c.  Cappello; d.  Scarpe da ginnastica; e.  Pantaloni
H. I.
il trapassato prossimo 5  p. 44 attività fisica benefici
1 Avevi già praticato questo sport per circa tre anni sport di squadra Buono sviluppo fisico, benefici
quando ti sei ammalata. (ad esempio psicologici ed educativi (spirito
1. 
pallavolo e di squadra, amicizia, solidarietà,
1 I tuoi genitori hanno creato l’associazione basket) disciplina)
Art4sport perché avevano capito la necessità e
l’importanza di dare un punto di riferimento. Favoriscono la flessibilità,
yoga, thai chi, l’equilibrio, la concentrazione e la
2.
pilates respirazione, riducono lo stress e
Il tempo verbale che compare è il trapassato ricaricano di energia l’organismo.
prossimo. nuoto, zumba Il nuoto è uno sport completo,
e le attività che si usano tutti i muscoli e non ci
3.
fanno muovere il si fa male. Lo zumba è molto
corpo divertente e mette di buonumore.

29
Unità 2
4. Adrenalina 2.
a.  Quando ti ho chiamato eri andato via/eri uscito.
C.
b.  Sono tornato a casa ma voi eravate usciti/
Gommone = imbarcazione in gomma eravate andati via.
Corda = filo robusto per scalare le montagne c.  Ho vinto la gara perché negli ultimi mesi mi ero
in sicurezza allenato molto.
Imbracatura = s truttura per legare un oggetto o sé d.  Prima di fare parapendio Giulio si era informato
stessi bene.
Paracadute = s truttura per frenare la caduta di un e.  Quando si è iscritto, noi avevamo già fatto tre
corpo nell’aria lezioni.
3.
D. a.  Esco tardi dal lavoro, non ce la faccio a venire a
yoga con te.
il superlativo relativo 5  p. 44
b.  Brava! Ci dai dentro/Ce la metti tutta a paddle.
art. determinativo + più + art. determinativo + più + Giochi con me?
aggettivo + di + nome aggettivo + frase c.  Se voglio vincere la maratona, devo darci dentro/
le più belle rapide della l’emozione più forte che mettercela tutta!
zona ci sia
4.
le pareti migliori d’Italia la sensazione di libertà
a.  poco a poco
più grande che si possa
b.  Ben presto
provare c.  nel frattempo
5.
E.
Compare il congiuntivo. in- inatteso; inconsapevole; incomprensibile
im- imbattibile; impossibile;
G.
2; 4; 5; 6 dis- disinibito; disorganizzato; disonesto; disintossicato
s- sfortunato; sbloccato; scorretto; sradicato
L.
✓ confermare
✓   rafforzare 6.
a.  3
M.
b.  1
La limitazione è introdotta da: tranne che, eccetto
c.  2
che a meno che
d. 4
Il tempo verbale è il presente del congiuntivo.
e.  5

Grammatica 7.
a.  venga
b.  presti
1.
c.  faccia
a.  Bebe ha vinto l’oro ai mondiali grazie alla
d.  metta
determinazione che aveva dimostrato fin da
e.  sia
bambina.
b.  Ci siamo allenati tutto l’anno seguendo il
programma che ci aveva preparato l’istruttore. Parole
c.  Quando è tornata dall’ospedale, ha scoperto che i
suoi genitori le avevano organizzato una festa. 2.
d.  Nell’intervista, la ginnasta ha raccontato come testardaggine: caratteristica di chi è ostinato
aveva iniziato a dedicarsi all’agonistica. forza: capacità di affrontare le difficoltà della vita
e.  Quando sono tornato a casa, i miei figli erano passione: inclinazione, interesse molto vivo per
usciti per andare a vedere il torneo. qualcosa o qualcuno
grinta: volontà decisa di raggiungere il proprio
obiettivo
competitività: capacità di stare al passo con la
concorrenza
30
2
3. D.
1. ebbrezza arte sport motivi
2. esibizionismo
3. adrenalina La danza non esiste come categoria
1.  X
4. temperamento alle Olimpiadi, ma vive nei teatri.

4. I ballerini si allenano molto, fanno


a.  pattinaggio tanti sacrifici e hanno bisogno di
2. X
b.  sci massaggiatori e di medici, proprio
come gli altri atleti.
c.  snowboard
d.  pallavolo Oltre a essere un’espressione
3. X X
e.  nuoto dell’animo, la danza è anche sacrificio.
f.  calcio
g.  tennis da tavolo
h.  basket
i.  ciclismo
6.
 esoro? Hai mica visto la mia tuta da ginnastica?
v T
Voglio andare a correre. 2
u Mica male l’idea! Vengo con te. 1
 ì, ma mica posso venire senza tuta! Aiutami a
v S
cercarla. 1
7.
a.  3
b.  5
c.  4
d.  2
e.  1

Suoni
1.
La s doppia è [s] sorda.
La s tra due vocali è [z] sonora.
La s finale è [s] sorda.
La s iniziale, seguita da vocale, è [s] sorda.
La s che precede una consonante sorda è [s] sorda.
La s che precede una consonante sonora è [z] sonora.

Salotto Culturale
B.
1.  La danza aiuta a prendere coscienza del proprio
corpo, a istruirlo, a insegnargli a muoversi.
2.  Grazie agli spettacoli TV e alla festa On Dance,
Bolle ha portato la danza a tutti, e così l'ha fatta
sentire più vicina.
3.  Con il duro lavoro, la dedizione e l’impegno nel
coltivare la propria passione.
4.  Ahmad è un ballerino determinato e coraggioso
ed è un esempio positivo perché ha dimostrato che
vale sempre la pena lottare per un sogno.

31
Unità 2
Video 2: Adrenalina
6. Chiedete agli studenti di provare a ricordare il
nome di almeno cinque degli sport che appaiono nel

e svago
video e di confrontarsi con un compagno. Poi pro-
ponete una visione del video per verificare tutti gli
sport rappresentati e scriverne il nome alla lavagna.
Il video 2 è pensato come strumento di primo con-
tatto ai temi e ai contenuti dell’unità 2. Potreste 7. Invitate la classe a riflettere individualmente sui
proporlo prima di iniziare il lavoro sull’unità per sti- quattro profili proposti dal video (aiutandosi con i
molare la curiosità degli studenti, far emergere le dati raccolti nelle schede al punto 4) per creare una
preconoscenze lessicali e farli familiarizzare con il lista di sport e attività adatti a ciascuno. Lasciate agli
lessico trattato nell’unità. Oppure dopo aver svolto studenti il tempo per svolgere l’attività e confrontarsi
le attività della prima doppia pagina (pp. 36-37) per con un compagno, poi passate alla messa in comune.
arricchire il dibattito.
1. Anticipate agli studenti che state per vedere un

Soluzioni
video che parla di attività fisica e invitateli a interve-
nire per spiegare cos’è secondo loro e a farne alcuni
esempi. Se necessario, potete sottolineare che l’at-
tività fisica non comprende solo gli sport, ma anche
attività più semplici e quotidiane (ad esempio fare
4.
una passeggiata). Scrivete alla lavagna il lessico utile
che emergerà. BENESSERE ED EQUILIBRIO
Caratteristiche: sport dolci, che aiutano a
2. Chiedete agli studenti di scrivere cinque parole che mantenersi in forma senza affaticare.
associano all’attività fisica e di confrontarsi con un Consiglio: provare anche sport di squadra, che sono
compagno motivando le proprie scelte. divertenti.
ADRENALINA
3. Invitate la classe a pensare ai motivi per cui si può Caratteristiche: attività che comportano il rischio
fare attività fisica e alle relative sensazioni che si pro- e la sfida ai propri limiti, spesso con l'intento di
vano. Potreste avviare il brainstorming proponendo esibirsi.
alcune parole come rilassamento, competizione, di- Consiglio: non improvvisare e provare anche sport
vertimento… Scrivete alla lavagna il lessico emerso e che sviluppano la muscolatura e la concentrazione.
assicuratevi che sia chiaro per tutti. Poi chiedete agli
studenti qual è la sensazione che loro cercano nell’at- SUPERAMENTO
tività fisica. Mostrate il video e lasciate il tempo per Caratteristiche: attività in cui prevale la competi-
discutere sulle proposte del filmato integrando, se tività con sé stessi: ci si dà un obiettivo e si cerca di
necessario, il lessico alla lavagna. raggiungerlo.
Consiglio: attenzione a non esagerare. Ogni tanto fa
4. Mostrate di nuovo il video invitando a fare partico- bene scegliere anche un’attività più leggera e rilas-
lare attenzione ai quattro diversi profili illustrati nel sante.
filmato (a partire dal minuto 00:31) per completare DIVERTIMENTO
le schede proposte dall’attività. Gli studenti lavore- Caratteristiche: lo sport è un'occasione per
ranno a coppie o in piccoli gruppi, confrontandosi divertirsi e per socializzare, senza competizione né
poi con il resto della classe. Se lo ritenete opportuno, obiettivi.
potrete condurre la correzione anche attraverso una Consiglio: scegliere un’attività più impegnativa
nuova visione del video. e praticarla con costanza può dare delle grandi
soddisfazioni
5. Chiedete agli studenti di dividersi a coppie o in
4.
piccoli gruppi e di dire in quale dei profili illustrati si
riconoscono maggiormente, motivando la propria ri- Corsa, nuoto, snowboard, yoga, calcio, paracaduti-
sposta. Estendete poi la discussione a tutta la classe. smo, tiro con l’arco, ciclismo, pilates, beach volley.
Potreste anche se, secondo loro, esistono altri possi-
bili profili con diversi approcci all’attività fisica.

32
3

Idee geniali
OBIETTIVI CONTENUTI
COMPITI FINALI GRAMMATICA
CF I pronomi combinati; il gerundio causale; alcuni
•• Presentare un progetto di recupero di uno spazio
in disuso usi di ne; le frasi concessive; il congiuntivo passato.
•• Creare un oggetto con materiale riciclato LESSICO
Il lessico di materiali e oggetti; il lessico dell’arte
COMPITI INTERMEDI ambientale e del riuso; le locuzioni avverbiali: un
CI
•• Preparare una "bacheca del riciclo" su Pinterest sacco di, senza dubbio; il segnale discorsivo anzi.
•• Presentare degli spazi recuperati
FUNZIONI COMUNICATIVE
•• Esprimere la propria opinione su un progetto
Descrivere oggetti di materiale riciclato; esprimere
di arte ambientale
opinioni e preferenze; discutere di ecologia e soste-
nibilità; parlare di arte ambientale.
TIPOLOGIE TESTUALI
Intervista; Pin; articolo; chat; post; testimonianze

Prima di cominciare l’unità dente, leggete il titolo e chiedete quali sono, secon-
do loro, le idee geniali che si possono avere nell’am-
L’insegnante può annunciare agli studenti che in
bito del riciclaggio.
questa unità si parlerà di creatività da diversi punti
di vista: creazione di oggetti a partire da materiali di
recupero, riqualificazione di spazi di diversa natura Svolgimento
e una filosofia di arte che abbraccia l’ambiente. Po-
A. Domandate alla classe di osservare l’immagine
tete sollecitare gli studenti a riflettere sulla parola
della doppia pagina di apertura alle pp. 54-55 e di
creatività:
descriverla. Come specificato nella didascalia, si
Cosa vuol dire essere creativo? Vi ritenete persone
tratta della fotografia di un’opera d’arte esposta
creative? Perché?
nello spazio naturale dedicato al progetto Arte Sella
In questo modo gli studenti saranno liberi di espri-
in Trentino Alto Adige. Ricordate di consultare la
mere la loro opinione e prenderanno confidenza con
nuvola di parole per stimolare il confronto a coppie.
l’argomento. Potete scrivere alla lavagna le parole
emerse il cui significato non è chiaro a tutta la classe. B. Invitate a suddividere le parole della nuvola nelle
tre categorie proposte nel quadro. Ricordate che
possono aiutarsi con un dizionario monolingue.
C. Sollecitate la classe a dividersi in coppie e invitate
1. LA CREATIVITÀ IN PAROLE gli studenti a confrontarsi sul completamento. Poi
procedete alla correzione in plenaria.

Obiettivi dell’attività D. Tornerete su questo punto una volta conclusa


l'unità, prima della realizzazione dei compiti finali,
Questa doppia pagina si propone di introdurre il se lo ritenete opportuno. Proponete agli studenti
lessico dei materiali, degli oggetti e degli aggettivi di trasformarsi in redattori e ideare una nuova
legati all’argomento del recupero creativo. versione per questa doppia pagina di apertura:
possono proporre e cercare nuove fotografie, creare
Riscaldamento una nuvola di parole di forma e contenuto diverso
e inventare un nuovo titolo per l'unità. Qual è la
A partire dalle idee che sono state espresse dagli proposta più convincente? Fatela votare alla classe.
studenti durante la fase di produzione orale prece-

33
Unità 3
Idee extra la scheda su ReMade in Italy. Potete proporre un
secondo ascolto per verificare in plenaria.
Per riutilizzare il lessico della nuvola di parole, po-
tete navigare sul sito del progetto Arte Sella, che D. Dividete la classe in piccoli gruppi e invitateli a ri-
è ricco di immagini suggestive (www.artesella.it), utilizzare i concetti reperiti nell’attività precedente
e chiedere di nominare i materiali e gli oggetti, e di per discutere con i compagni dell’iniziativa di
usare gli aggettivi della nuvola di parole. ReMade in Italy. Potete passare tra i banchi e
ascoltare le discussioni dei singoli gruppi in modo da
verificare l’esattezza delle strutture impiegate dagli
studenti e l’adeguatezza del lessico impiegato.
2. OGGETTI REINVENTATI
E. Fate lavorare a coppie sulle immagini proposte
sulla bacheca di Pinterest. A questo punto
Obiettivi dell’attività dovrebbero saper indicare vari materiali e oggetti.
Invitateli poi a leggere le descrizioni proposte nella
In questa attività, attraverso la tematica degli og- pagina seguente e ad associarle alle immagini.
getti realizzati a partire da materiale di recupero Suggerite di sottolineare il lessico che li ha aiutati
si introducono, oltre al lessico attinente, i pronomi nell’abbinamento. Dopo un primo lavoro a coppie,
combinati e alcune locuzioni avverbiali. Si coglie l’oc- passate alla messa in comune.
casione per presentare il marchio ReMade in Italy e
F. Domandate agli studenti di rileggere le descrizioni
alcuni oggetti di design italiano da esso riconosciuti.
e di reperire le parole che corrispondono alle due
categorie della tabella. Assicuratevi che le parole
Riscaldamento siano chiare per tutti.
Chiedete alla classe se qualcuno ha in casa oggetti G. Spiegate che nelle quattro chat proposte si parla
realizzati con materiale riciclato. Annotate quello di quattro oggetti della bacheca Pinterest. In questo
che viene nominato. Se fosse necessario fate voi de- contesto vengono presentate alcune espressioni
gli esempi. tipiche della lingua orale. Prima di abbinarle ai
Potete anche proiettare il video 3, che tratta il tema significati proposti, chiedete alla classe di leggere
del riuso e del riciclo dei materiali. i messaggi e di capirne il significato globale. Poi
invitateli a fare delle ipotesi sul significato specifico
Svolgimento delle singole espressioni: lasciate che gli studenti si
confrontino prima a coppie o in piccoli gruppi e poi
A. Adesso potete far riflettere sul concetto di design procedete a un confronto in plenum.
sostenibile, utilizzando le parole elencate nell’attivi- Infine proponete agli studenti, eventualmente sud-
tà. Chiarite eventuali dubbi lessicali. divisi per lingua d’origine, di riunirsi in gruppo e cer-
care delle espressioni che abbiano lo stesso signifi-
B. Spiegate alla classe che attraverso l’intervista a un
cato nella loro lingua.
esperto potranno verificare se le ipotesi elaborate al
punto A sono corrette. Procedete quindi all’ascolto H. Chiedete alla classe di rileggere i messaggi della
delle prima parte dell’intervista con l’obiettivo di ap- chat e di focalizzare la propria attenzione sugli
profondire il concetto di design sostenibile. Invitateli elementi evidenziati in giallo. Dite loro che si tratta
a prendere nota delle informazioni che ascolteran- dei pronomi combinati. Per capirne il funzionamen-
no. Dopo un primo ascolto chiedete loro quali sono to sollecitateli a porsi le domande "cosa?" e "a chi?"
le parole-chiave che hanno annotato e procedete per capire quale pronome è diretto e quale indiretto.
a un secondo ascolto. Successivamente sollecita- Lasciate loro il tempo di riflettere a coppie sulle frasi
teli a indicare se le ipotesi fatte durante l’attività e poi invitateli a cerchiare la risposta corretta per
precedente corrispondono effettivamente alle in- completare la regola d’uso. Per assicurarvi che gli
formazioni date dall’esperto in materia di ecososte- studenti abbiano capito la struttura dei pronomi,
nibilità, suggerendo di aggiungere eventuali concetti chiedete loro di dividersi a coppie e di elaborare delle
nuovi a quelli già citati al punto A. frasi o delle mini-chat dove compaiono i pronomi
combinati.
C. Per prepararli all’ascolto della seconda parte
dell’intervista, fate osservare le immagini e le I. Dividete la classe in coppie e invitateli a scrivere
relative didascalie. Spiegate che la registrazione un commento con la loro opinione personale come
fornirà le informazioni necessarie per compilare se dovessero pubblicarlo sotto le foto proposte.

34
3
Infine chiedete loro di fare una lista di altri oggetti Riscaldamento
che possono essere realizzati a partire dagli stessi
Leggete i titoli Reinventare gli spazi e Spazi recu-
materiali di recupero impiegati per gli oggetti dei Pin.
perati e fate un brainstorming sulle possibili asso-
ciazioni lessicali. Arrivate insieme a chiarire che si
Idee extra tratta di spazi cittadini rimasti inutilizzati che sono
stati reinventati nella struttura, nell’uso o nell’este-
Proponete agli studenti il video dell’unità 3 dedi-
tica generale al fine di renderli di nuovo attraenti e
cato alla matita Perpetua vista al punto C in modo
utilizzabili per i cittadini.
da approfondire e ripassare il lessico per prepa-
rarsi allo svolgimento del compito intermedio. In
base al tempo che avete a disposizione potete far Svolgimento
svolgere alcune delle attività proposte nella rela-
A. Invitate gli studenti a guardare le foto degli spazi
tiva scheda video a p. 86 del libro dello studente.
recuperati e a leggere le didascalie. Domandate loro
Potete anche proiettare la SCHEDA 6, in cui trovere-
se hanno già sentito parlare di questi luoghi, o se
te altri oggetti realizzati con materiale riciclato: sarà
li hanno visitati in un viaggio in Italia. Se qualcuno
utile per rivedere oggetti e materiali e, chiedendo di
in classe li conosce, chiedetegli di condividere con la
commentare le creazioni, un'occasione per riusare
classe le informazioni. In caso contrario chiedete agli
risorse come le locuzioni avverbiali, gli aggettivi e
studenti di fare delle ipotesi sulla natura di questi
anche i pronomi combinati.
edifici prima dei lavori di recupero. Ricordate loro
di aiutarsi con le proposte e di confrontarsi con un
SCHEDA 6
compagno. Lasciate il tempo di cercare le parole sul
dizionario, poi invitate alla condivisione in plenaria.
Annotate le ipotesi alla lavagna senza dire quali
sono corrette, poiché verranno chiarite nell’attività
CI Compito intermedio
successiva.
Chiedete agli studenti di fare una ricerca su Internet
B. Dividete la classe in gruppi di quattro studenti e
al fine di trovare altri esempi di oggetti realizzati con
chiedete loro di leggere un testo ciascuno sottoli-
dei materiali riciclati. Una volta trovate le immagini
neando o annotando le informazioni più importanti
invitateli a creare una “bacheca del riciclo” con im-
in modo da facilitare la seconda fase dell’esercizio.
magini e brevi descrizioni. Ogni studente presenterà
Lasciate loro il tempo di cercare le parole che non
alla classe la propria pagina Pinterest spiegando la
conoscono su un dizionario monolingue. Poi chiedete
ragione delle proprie scelte ed eventuali curiosità
a ogni studente di raccontare al proprio gruppo la
sugli oggetti selezionati. Se avete modo di lavorare
storia che ha letto. Muovetevi in classe, passando
in uno spazio virtuale, potete suggerire agli studenti
tra i diversi gruppi per ascoltare lo scambio di infor-
di interagire con i post dei compagni.
mazioni e annotate gli errori più frequenti. Finita la
BB Esercizi p. 63 n. 1; p. 64 n. 1, 2, 3; fase di produzione orale in gruppi, potete approfit-
p. 214 n. 1, 2; p. 216 n. 10-13 tare per fare il punto sugli errori e poi lavorare con
tutta la classe per decidere quale dei quattro spazi
sia il più originale, utile e frutto del progetto più in-
teressante.

3. SPAZI RECUPERATI C. Sollecitate gli studenti a rileggere le parti del testo


al punto B evidenziate in giallo. A questo punto dite
agli studenti che leggeranno una riformulazione di
Obiettivi dell’attività queste frasi e che dovranno trovare quale connettivo
utilizzare nel rispetto del senso della frase. Lasciate
L’attività si propone di introdurre le strutture lingui- loro il tempo di riflettere e completare per poi
stiche per poter esprimere le proprie opinioni e pre- procedere alla correzione in plenaria.
ferenze rispetto alla tematica della riqualificazione
D. Invitateli a lavorare con un compagno per
di ambienti urbani in disuso. Verranno presentati il
confrontare le strutture delle frasi. Dopo averli ascoltati
gerundio causale e alcuni usi della particella ne.
spiegate loro che il gerundio in questo caso viene
usato per esprimere una causa ed è per questo motivo
che le frasi possono essere riformulate utilizzando

35
Unità 3
i connettivi causali come perché o poiché. Potreste CI Compito intermedio
approfittare di questo momento per rivedere le
Adesso gli studenti possono riflettere e fare una ricer-
desinenze del gerundio nelle tre coniugazioni e invitare
ca sugli spazi recuperati nel proprio Paese d’origine. In-
gli studenti ad approfondire il gerundio causale nella
vitate a selezionare degli esempi concreti di recupero
sezione dedicata nella Grammatica a p. 62.
di spazi in disuso e relativi progetti di recupero e valo-
E. Chiedete agli studenti di leggere i commenti relativi rizzazione. Con una scaletta o con il supporto di una
agli spazi recuperati presentati nel testo al punto B e, presentazione, lasciate che condividano in plenaria.
una volta ultimata la lettura, invitateli a completare
BB Esercizi p. 63 n. 2, 3, 4; p. 64 n. 4;
il quadro con le informazioni relative alla natura
p. 214 n. 3, 4, 5; p. 216 n. 14 e 15
degli spazi prima e dopo il recupero. Verificate la
correttezza delle risposte in plenum.
F. Dividete la classe in gruppi di 3/4 studenti e
invitateli a porsi delle domande per esprimere 4. AMBIENTI ARTISTICI
un parere sui progetti di riqualificazione citati nei
commenti al punto E. Sollecitateli a utilizzare i verbi di
opinione con il congiuntivo e il superlativo relativo, in Obiettivi dell’attività
modo da applicare a questa tematica quanto appreso
nelle unità precedenti. In questa unità di lavoro, proponendo la tematica
dell’arte ambientale, si presentano le frasi concessive,
G. Invitate gli studenti a leggere le frasi proposte
il congiuntivo passato e si ampliano le strutture per
nell’attività e chiedete loro di ritrovare nei testi del
esprimere opinioni.
punto E le frasi corrispondenti. Sollecitateli a sot-
tolineare le frasi del testo per focalizzare l’attenzio-
ne sulla struttura. Lavorando a coppie, gli studenti Riscaldamento
dovranno confrontare le frasi e riconoscere la
Chiedete alla classe quali sono i luoghi che associano
presenza della particella ne nelle frasi al punto E.
all’arte e alla fruizione della stessa. Potete stimolare
Correggete l’esercizio in plenaria. Chiedete alla classe
la conversazione facendo degli esempi. Scrivete alla
se secondo loro, nelle frasi che hanno appena visto, la
lavagna la lista dei luoghi emersi dal brainstorming.
particella ne ha sempre lo stesso significato. Guidate
la riflessione sui vari usi di ne come avverbio di
luogo, pronome dimostrativo neutro e complemento Svolgimento
oggetto. Fate esempi prendendo spunto dalla
A. Potete scrivere alla lavagna arte ambientale e
grammatica a p. 62.
chiedere di annotare a coppie tutto ciò che associano
H. Spiegate alla classe che ascolterete un documento a questo tipo di arte. Una volta finita la fase di
audio in cui tre persone esprimono la loro opinione in riflessione a coppie, passate alla condivisione in
merito al recupero degli spazi in disuso. Chiedete loro plenum. In questa fase, per riattivare l’utilizzo dei
di leggere la consegna e le opzioni: dovranno inserire verbi di opinione con il congiuntivo, chiedete alle
il numero della persona che parla (1, 2, 3) accanto coppie di esprimere il proprio parere rispetto alle idee
all’aspetto trattato. Invitateli a prendere appunti per presentate dai compagni.
poter poi esprimere la propria opinione in merito.
B. Annunciate alla classe che leggeranno un post
Fate ascoltare il documento almeno due volte perché
in cui vengono presentati diversi esempi di arte
gli studenti abbiano modo di reperire le informazioni
ambientale italiana. Sollecitateli a leggere il testo in
necessarie. Dopo l’ultimo ascolto, lasciate il tempo di
maniera individuale e a sottolineare i concetti chiave
scrivere delle brevi frasi per riassumere il pensiero
che descrivono le caratteristiche principali dell’arte
degli intervistati e per formulare la propria opinione.
ambientale. Una volta terminata questa prima fase
individuale, fateli lavorare a coppie per confrontare
Idee extra le ipotesi fatte nell’attività precedente con le idee
appena lette.
Proponete alla classe di creare una nuvola di parole
con il lessico chiave del modulo. Spiegate che possono C. Proponete agli studenti di rileggere il post dell’at-
mescolare più categorie (verbi, aggettivi, sostantivi). tività precedente. Una volta finita questa fase di
rilettura, domandate quale tra i luoghi presentati
gli piacerebbe visitare. Invitateli ad approfondire

36
3
le proprie conoscenze facendo ulteriori ricerche su L. Invitate gli studenti a scrivere un breve commento
Internet. Poi chiedete agli studenti di condividerle in cui esprimere la propria opinione sulle proposte del
con un compagno o a piccoli gruppi. blog. Potranno pubblicarlo nello spazio virtuale della
classe o condividerlo con un compagno.
D. Invitate la classe a leggere le frasi proposte e quindi
a confrontarle con le frasi corrispondenti evidenziate
nel testo del punto B. Sollecitate a riconoscere le Idee extra
differenze tra le due possibili strutture della stessa
Dopo lo svolgimento del punto G, potete fare un’ulte-
frase. Gli studenti si renderanno conto che nelle
riore proposta di riflessione, abbinate a queste frasi
frasi del testo originale sono presenti dei connettivi
degli esempi in cui compare il congiuntivo presente
come sebbene, benché e anche se. Potete guidare la
nella frase secondaria o il futuro/condizionale pre-
riflessione chiedendo loro che funzione hanno questi
sente e invitateli a riflettere sulla consecutio tem-
connettivi e farli riflettere anche sui tempi verbali.
porum che caratterizza questo tipo di struttura. Può
E. Sulla base delle considerazioni fatte con la classe risultare utile disegnare una tabella riassuntiva per
durante l’attività precedente, invitate gli studenti sottolineare i rapporti di anteriorità, contemporanei-
a completare il quadro con le frasi evidenziate nel tà e posteriorità delle frasi secondarie rispetto alla
post. Poi correggete in plenaria in modo da verificare principale. Ad esempio:
che tutti abbiano capito che nelle frasi concessive la
premessa è spesso introdotta dal connettivo che ha
frase
questa funzione e che vincola la scelta del verbo che frase secondaria
principale
lo segue. Potete appoggiarvi alla grammatica a p. 62.
contemporaneità anteriorità posteriorità
F. Annunciate agli studenti che ascolteranno quattro indicativo
congiuntivo
opinioni riguardo le opere di arte ambientale congiuntivo futuro o
passato o
proposte nel post del punto B. Assicuratevi che presente congiuntivo
imperfetto
gli studenti abbiano preso visione della tabella e Penso / presente
abbiano compreso che dovranno prendere nota da Credo che… Miriam vada
Miriam vada Miriam sia
/ andrà a
un lato dell'iniziativa, dall'altro dell'opinione dell'in- a cena fuori andata a
cena fuori
tervistato. Fate ascoltare il documento almeno due adesso. cena fuori.
stasera.
volte perché gli studenti possano reperire le informa-
zioni necessarie per il completamento. Correggete in
plenaria e chiarite il significato delle parole o delle
CI Compito intermedio
frasi che si sono rivelate più complicate durante la
comprensione orale. Ogni studente cerca informazioni su Internet in me-
rito a un progetto di arte ambientale che dovrà pre-
G. Chiedete agli studenti di leggere le frasi estratte
sentare al resto della classe descrivendolo, spiegando
dal documento audio precedentemente ascoltato.
le ragioni della propria scelta ed esprimendo un'opi-
Annunciate loro che i verbi evidenziati in giallo sono
nione al riguardo. Invitate gli studenti a integrare la
coniugati al congiuntivo passato, quindi invitateli a
presentazione con delle immagini.
capire come si forma questo tempo verbale.
Invitate il resto della classe a interagire con lo studen-
H. Sollecitate gli studenti a rileggere le frasi dell’atti- te che presenta il proprio progetto. Proponete loro di
vità precedente e a reperire la differenza tra la frase prendere appunti durante la presentazione in modo
principale e quella secondaria sottolineandole con da poter esprimere il proprio punto di vista o da ela-
due colori diversi. Lasciate il tempo di riconoscere la borare delle domande da porre al compagno.
composizione del congiuntivo passato (congiuntivo
BB Esercizi p.63 n° 5, 6, p. 64 n° 5; p. 65 n. 6 p. 214
presente dell’ausiliare + participio passato). Poi,
n. 6; p. 215 n. 7, 8 e 9; p. 216 n. 16 e 17; p. 217
chiedete loro di individuare quale azione precede
l’altra e quindi quale tempo verbale è utilizzato per B Grammatica, Parole e
segnalare che una delle azioni è avvenuta prima. Suoni vedere p. 16 della Guida
I. Attraverso questa attività gli studenti prenderanno
nota del vocabolario necessario per parlare delle
iniziative e delle opere di arte ambientale. Dite loro
di rileggere il testo e di annotare parole e verbi. Per i
termini che risultano più difficili, proponete di scrivere
anche la traduzione nella loro lingua.
37
Unità 3
Idee extra
SALOTTO CULTURALE
1. Dopo lo svolgimento del punto D, per verificare la
comprensione globale dei testi, potete dividere la
Riscaldamento classe in piccoli gruppi e proporre un quiz: ogni gruppo
fa una domanda a un compagno di una squadra av-
Prima di far aprire il libro scrivete alla lavagna arte po-
versaria su uno dei testi. Se lo studente dà la risposta
vera e chiedete alla classe quali sono le prime parole
esatta, il gruppo vince un punto e ha il diritto di fare
che vi associano. Annotate le proposte più calzanti.
una domanda ad un altro gruppo. Con questa attività
avrete la possibilità di riflettere sulle informazioni più
Svolgimento importanti dei testi e di scriverle alla lavagna perché
tutti possano prenderne nota alla fine del quiz.
A. Adesso fate aprire il libro e lasciate che a coppie
ipotizzino cos’è l’arte povera, grazie anche al supporto 2. Potete proporre, in base alla reazione della clas-
delle immagini che rappresentano tre opere di artisti se, un percorso nelle opere di uno dei tre artisti citati.
chiave. Potete proporre le seguenti domande: Tutti hanno un sito web dedicato:
Vi piacciono queste opere? Cosa vi trasmettono? www.pistoletto.it; www.archivioalighieroboetti.it;
Su quale idea di arte si basano, secondo voi? fondazionemerz.org/artista/marisa-merz
Le avevate già viste?
B. Chiedete agli studenti di leggere solo l’introduzio-
ne del testo per capire meglio in cosa consiste l’arte
povera e poter verificare se le ipotesi fatte preceden- COMPITI FINALI
temente sono corrette.
C. Sollecitate gli studenti a leggere attentamente Obiettivi della sezione
i testi e chiedete loro di sottolineare le parole che
L’obiettivo di questa sezione è il riutilizzo in maniera
non conoscono. Una volta terminata questa prima
creativa delle strutture e del lessico acquisiti in questa
fase, esplicitate il significato delle parole più difficili.
unità. Viene proposta la realizzazione di un progetto
A questo punto, invitate gli studenti a sottolineare
di gruppo e uno individuale: il primo consiste nel pre-
le caratteristiche principali citate per ogni artista e a
sentare un progetto di recupero di uno spazio urbano
confrontare le loro scelte con quelle di un compagno.
in disuso; in quello individuale si propone la realizza-
D. Invitate la classe a leggere le citazioni e, una volta zione di un oggetto a partire da materiale riciclato.
terminato l’esercizio, chiedete loro di giustificare
le proprie risposte per iscritto. Procedete poi alla
CF Presentare un progetto di recupero
correzione in plenaria. di uno spazio in disuso
E. Proponete agli studenti di fare una ricerca su un
artista di arte povera e di trovare le informazioni Riscaldamento
richieste dall’esercizio. Possono svolgere l'attività in
piccoli gruppi e poi presentare agli altri l’artista scelto Proponete un brainstorming sul lessico appreso nel
motivando la ragione del proprio interesse. corso dell’unità in modo da attivare le risorse che sa-
ranno utili per lo svolgimento del compito.
F. Chiedete alla classe di pensare o fare una ricerca
sull’esistenza nel proprio Paese di un movimento
artistico che ha un rapporto con i materiali “poveri”. Svolgimento
Se ci sono studenti che appartengono allo stesso
Paese potreste prevedere di farli lavorare a coppie A. Chiedete ad ogni gruppo di effettuare una ricerca
o in gruppo in modo da rendere la presentazione più su Internet al fine di trovare le zone o gli edifici in
dinamica e interessante per il resto della classe. Sol- disuso in una città di loro scelta. Potete consigliare di
lecitateli a realizzare una presentazione (Powerpoint fare una lista di città che qualcuno di loro conosce e
o collage cartaceo) per illustrarne le caratteristiche che ha visitato in modo da semplificare questa prima
principali (come vengono riutilizzati i materiali, perché, fase di reperimento delle informazioni.
gli artisti più famosi, le opere più significative, ecc.).
B. Una volta scelta la città tra le diverse opzioni
disponibili, chiedete agli studenti di cercare lo spazio
urbano che diventerà il soggetto del loro progetto.

38
3
C. Quando avranno reperito l’edificio da recuperare stravagante. Gli studenti dovranno motivare le proprie
chiedete agli studenti di valutare le dimensioni, la preferenze e prepararsi a rispondere a eventuali
zona e la città in cui si trova per immaginare quale domande “tecniche” dei compagni.
tipo di recupero possono prevedere per ridare vita
e funzionalità a questo spazio. Consigliate loro Idee extra
di prendere spunto dalle idee di riqualificazione
presentate nell’unità. Potreste creare una pagina Pinterest della classe
dove ogni studente potrà pubblicare la foto della
D. Il gruppo dovrà poi realizzare la presentazione del
propria creazione e invitare i compagni a lasciare un
progetto motivando le proprie scelte e fornendo una
commento sull’oggetto preferito o quello che ritengo-
descrizione delle caratteristiche che l’edificio avrà a
no più utile o più geniale. Inoltre, per arricchire que-
seguito del progetto di recupero.
sta fase di condivisione tra i componenti della classe,
E. Gli studenti dovranno decidere qual è la proposta potreste anche creare una chat dove ogni studente
più accattivante tra quelle presentate dai vari gruppi. potrà scrivere e pubblicare non solo le fasi della rea-
lizzazione, ma anche i segreti e le strategie per con-
Idee extra cretizzare la creazione del proprio oggetto.

Se possibile, sarebbe gratificante e motivante orga-


nizzare un’esposizione dei progetti concepiti dai vari
gruppi, in modo da rendere il lavoro ancora più con-
creto. Se vi proponete questo obiettivo finale, segui-
te la fase B di selezione dell’edificio da recuperare in
modo che ci sia una certa varietà.

CF Creare un oggetto con materiale riciclato


Riscaldamento
Scrivete alla lavagna creazione e riciclo e chiedete di
associarvi lessico appreso nel corso dell’unità. Pren-
detene nota alla lavagna. Poi chiedete se in classe c’è
qualcuno che ama creare e se sì, cosa.

Svolgimento

A. In questa fase ciascuno studente sceglie un oggetto


che gli piacerebbe realizzare: può essere un oggetto
decorativo, di arredamento o che abbia un'utilità
specifica. Spiegate che possono trarre ispirazione
anche da video su YouTube o da piattaforme come
Pinterest o Instagram.
B. Una volta scelto l’oggetto dovranno preparare una
scheda tecnica che riporti le informazioni proposte
nel modello ed eventuali altre a scelta dello studente.
C. Per completare il progetto chiedete di scrivere una
breve descrizione che abbia come finalità quella di
promuovere la propria creazione. Sottolineate l’im-
portanza delle immagini sia della fase di realizzazione
che del prodotto finale. Potranno cercarle su Internet
oppure realizzare l’oggetto a casa e fare delle foto.
D. Ogni studente dovrà presentare la propria opera alla
classe e alla fine si sceglierà la creazione più originale e

39
Unità 3
Soluzioni
H.
i pronomi combinati 5 p. 62

gliela facciamo: facciamo la testata a lui

1. La creatività in parole ce le dà Marco: Marco dà le strutture a noi

B. te la procuro: procuro la valigia a te

oggetti materiali aggettivi me li fai: fai gli orecchini a me

te li faccio: faccio gli orecchini a te

cuoio artistico Nei pronomi combinati si indica prima il pronome


ferro naturale indiretto. I pronomi indiretti modificano la loro forma.
tavolo
vetro stravagante
bottiglia
carta unico
barattolo
plastica ambientale
3. Spazi recuperati
legno ecologico C.
il gerundio causale 5 p. 62
2. Oggetti reinventati
1 Il Lingotto è sempre stato un quartiere operaio della
C.
periferia meridionale di Torino perché (dato che/
visto che/poiché) è nato intorno alla fabbrica FIAT.
ReMade in Italy 1 I fondatori sono riusciti a ricavare quattro uffici
semichiusi da vecchi container dismessi, varie sale
obiettivi: sostenere e valorizzare i prodotti del riunioni, una sala eventi, una cucina e un gran open
riciclo. space perché (dato che/visto che/poiché) avevano a
cosa fa: verifica il materiale dei prodotti. disposizione 1600 metri quadri.
requisiti per l’etichetta: l’azienda deve utilizzare
1  ataly promuove l'acquisto consapevole perché
E
materiale riciclato proveniente solo dall’Italia e
(dato che/visto che/poiché) propone in ogni reparto
produrre l’oggetto in Italia.
di vendita aree didattiche ed emozionali.
1 Il MAMbo rappresenta una delle realtà più
interessanti e vivaci del Paese perché (dato che/
E.
visto che/poiché) propone una ricca collezione
a.  riciclo facile d.  brico-brico
permanente, una sezione dedicata a Giorgio Morandi
b.  unika e.  creartiva
ed esposizioni temporali innovative.
c.  Tea
F.
D.
materiali utilizzati: legno, latta, cuoio, ferro, Nel testo (al punto 3B) si usa il gerundio con valore
causale; nelle riformulazioni (al punto 3C) troviamo
alluminio, plastica, vetro.
delle frasi causali introdotte da connettivi causali
aggettivi per descrivere l’oggetto: semplice, (perché, dato che, visto che, poiché).
economico/a, ecologico/a, stravagante, originale,
particolare, unico/a.
E.
vecchio uso nuovo uso
G.
un gioco da ragazzi B facile edifici pubblici in
1. disuso (esempio spazi sociali per i giovani
senza dubbio B di sicuro
caserme, scuole…)
un sacco di B molto/a
da vendere B in grande quantità il Forte Batteria spazio per attività
2.
a occhi chiusi B senza difficoltà Gullì didattico-musicali
in un batter d’occhio B in poco tempo 3. stabilimento chimico museo, teatro, biblioteca, bar

40
3
azienda agricola, fattoria E.
4. cascina
didattica, bottega per la vendita le frasi concessive 5  p. 62

G. premessa conclusione imprevista


Le frasi del testo (punto 3E) presentano la particella 1 Sebbene il rapporto con vogliamo riproporvelo
ne, che riveste varie funzioni. la natura e l'ambiente sia con una nuova
5 È importante recuperare questi spazi! In Puglia un tema che abbiamo già prospettiva.
trattato
ne abbiamo vari.
= In Puglia abbiamo vari spazi da recuperare. 1 Benché non sia il suo l’arte ambientale cerca
[complemento oggetto quando si fa riferimento obiettivo principale, di sensibilizzare il
alla quantità] pubblico all’ecologia.
5 È lo spazio Caos, che ospita un museo, un teatro, 1 Anche se non è recente, vale la pena citare
una biblioteca, un bar. Ne sono affascinata. un’opera simbolo
= Sono affascinata dallo spazio Caos. dell’arte ambientale
[pronome dimostrativo neutro quando italiana.
sostituisce da ciò/questo]
F.
5 A Milano è interessante la cascina Battivacco. Ne
avete sentito parlare? iniziativa/opera opinione
= Avete sentito parlare della cascina Battivacco? Sono interessanti
Il Parco Arte Vivente
[pronome dimostrativo neutro quando la riqualificazione
di Torino (prima sede
sostituisce di ciò/questo] 1. urbana, l'area
degli stabilimenti
espositiva e le attività
5 La situazione degli edifici in disuso in Italia è una FIAT)
proposte.
vergogna! Ma con questi progetti ne usciremo!
= Ma con questi progetti usciremo dalla Gli organizzatori
situazione vergognosa. hanno avuto
un’idea originale e
[avverbio di luogo quando sostituisce da qui/
2. Humus Park meravigliosa, perché
qua, da lì/là] hanno creato un
nuovo contatto con la
H.
natura.
5 Riqualificare una zona: persona 3
5 Creare spazi socialmente utili: persona 2 La passeggiata è
5 Valorizzare il patrimonio: persona 1 gradevole, ma non mi
sembra che abbiano
Spazi espositivi di
3. realizzato delle opere
Arte Sella
d’arte vere e proprie,
4. Ambienti artistici forse perché non
capisco la Land Art.
D.
Nelle riformulazioni (punto 4D) troviamo una È incredibile: l’artista
frase principale seguita da una frase avversativa è riuscito a creare
4. L’opera di Burri
un’opera d’arte solo
introdotta dal connettivo ma.
con il cemento.
Nel testo del punto 4C, la frase principale delle
riformulazioni diventa una subordinata concessiva,
G.
introdotta da connettivi come sebbene, benché,
Il congiuntivo passato è formato da il congiuntivo
anche se, e la frase avversativa introdotta dal ma
presente dell’ausiliare essere o avere + il participio
diventa una frase principale:
passato del verbo che indica l’azione.
Il rapporto con la natura e l’ambiente è un H.
tema che abbiamo già trattato [principale], ma 1.  Penso che sia stata una riqualificazione urbana
vogliamo riproporvelo con una nuova prospettiva interessante.
[avversativa]. 2.  Credo che abbiano restituito uno spazio molto
B Sebbene il rapporto con la natura e l’ambiente bello alla città.
sia un tema che abbiamo già trattato [concessiva], 3.  Credo che gli organizzatori abbiano avuto un'idea
vogliamo riproporvelo con una nuova prospettiva meravigliosa e originale.
[principale]. 4.  Non mi sembra che abbiano realizzato delle
opere d'arte vere e proprie.

41
Unità 3
5.  È incredibile che l'artista sia riuscito a creare iniziati tempo fa, il progetto non è ancora
un'opera d'arte utilizzando solo del cemento. terminato.
d.  Benché/Sebbene non si parli molto dell’evento,
L’azione espressa nella frase secondaria avviene
partecipano artisti da tutto il mondo.
prima di quella della principale.
L’azione della subordinata è espressa con il 6.
congiuntivo passato. a.  ✔ d.  ✔
b.  ✗ e.  ✗
Grammatica c.  ✔

1.
a.  te lo d.  gliela
Parole
b.  ve le e.  Ce li 1.
c.  gliele a.  barattolo di latta/vetro/plastica
b.  tavolo di legno/metallo
2.
c.  bottiglia di plastica/vetro
a.  Avendo tante bottiglie di plastica, le abbiamo
d.  valigia di cuoio
riciclate per fare degli oggetti.
e.  scatola di cartone/plastica/metallo
b.  Non avendo più fondi, non hanno terminato i
f.  bicchiere di plastica/vetro
lavori di recupero.
g.  tappo di plastica/sughero/metallo
c.  Conoscendo poche persone l’arte ambientale, si
h.  posate di plastica/metallo
organizza questo Festival.
d.  Essendo molte persone interessate all’evento, 2.
bisogna comprare i biglietti con anticipo. a.  ecologica d.  economico
e.  Avendo molto tempo libero, creo oggetti con b.  semplice e.  stravagante
materiale riciclato. c.  unico
f.  Preoccupandoci l'impatto ambientale, abbiamo
3.
deciso di creare oggetti di design riciclati.
a.  un sacco di d.  da vendere
3. b.  un gioco da ragazzi e.  in un batter d’occhio
a.  Stamattina sono andata alle Poste e ne sono c.  senza dubbio
uscita dopo tre ore! da lì (dalle Poste)
5.
b.  Ho accettato il lavoro ma adesso me ne sto
a.  interagisce d.  utilizzano
pentendo. di ciò (di aver accettato il lavoro)
b.  sensibilizzare e.  scopre
c.  Ti ricordi la vecchia valigia di pelle? Ne ho fatto un
c.  si incontrano
tavolino! da ciò (dalla vecchia valigia di pelle)
d.  Se volete idee per riciclare oggetti, io ne ho 7.
tante! di idee per riciclare 1.  a 4.  b
2.  b 5.  b
4.
3.  a
a.  La situazione degli edifici abbandonati è grave,
ma ne usciremo.
b.  Non conosco Eataly Roma, ma ne ho sentito Suoni
parlare bene.
2.
c.  Non c’è problema per il pallet, io ne ho tanto.
a. pazienza d.  abbandono
d.  Faranno un centro per anziani nella vecchia
b. bottiglia e.  responsabile
caserma, ne sono sicura.
c. plastica f. barattolo
e.  Hai visto queste opere di arte ambientale? Ne
sono affascinato!
5.
a.  Benché i materiali siano economici, gli oggetti
Salotto Culturale
sono belli e originali. D.
b.  Benché/Sebbene sia un’opera di trent’anni fa, la Non c’è mai stata divisione tra la mia vita privata e
tematica è molto attuale la mia opera B Marisa Merz (riflessione sullo spazio
c.  Benché/Sebbene i lavori di recupero siano intimo e femminile).

42
Scheda video 3

Per molte mie opere, io non ho fatto niente, quando se un altro prodotto creato partendo da materiali di
emerge l’idea base, il concetto, tutto il resto non è da scarto industriali. Gli studenti dovranno descriverne
scegliere B Alighiero Boetti (ruolo di regista di una materiale, forma, funzione ed eventuali caratteristi-
visione che fa realizzare ad altre persone, mettendo che particolari. Infine, fate presentare i vari prodotti
così in discussione il ruolo tradizionale dell’artista). in plenum.
Lo spettatore dell’opera, osservandola, diventa
6. Invitate a lavorare individualmente o a coppie per
parte della creazione artistica B Michelangelo
proporre un’idea di riciclo degli scarti domestici. Gli
Pistoletto (specchi, superfici riflettenti che ribaltano
studenti esporranno poi le proprie proposte e vote-
la prospettiva e fanno diventare attori gli spettatori).
ranno quella più utile o originale.

Video 3: Perpetua,
la matita ecologica Soluzioni
Il video 3 tratta il tema del riuso e del riciclo dei ma-
teriali; potreste, quindi, proporne la visione nel cor- 2.
so della prima unità di lavoro 1. L’arte del riciclo o, se
1.  c
lo preferite, al termine dell’unità, come strumento di
2.  b
ripasso e consolidamento.
3.  c
1. Anticipate agli studenti che stanno per vedere un
4.
video in cui viene presentata una matita ecologi-
ca molto particolare e invitateli a fare delle ipotesi: 1.  inquinamento
quali potrebbero essere le sue caratteristiche? Poi, 2.  spreco
mostrate il video e chiedete agli studenti di annotare 3.  ambiente
brevemente le caratteristiche di Perpetua che riten- 4.  riciclo
gono più interessanti. Invitateli a confrontare i propri 5.  ecologia
appunti con il resto della classe.

2. Leggete le gli item dell’attività in plenaria e chia-


rite eventuali dubbi lessicali. In questo modo sa-
pranno quali informazioni cercare nel video. Passa-
te alla proiezione. Gli studenti svolgeranno l’attività
individualmente poi condivideranno i risultati con il
resto della classe. Se lo ritenete opportuno, potreste
condurre la correzione anche attraverso una nuova
visione del video.

3. Dividete gli studenti a coppie o in piccoli gruppi e


invitateli a dire cosa li colpisce di più dell’oggetto pre-
sentato, prendendo spunto dalle proposte dell’atti-
vità o introducendo nuove idee. Estendete poi la
conversazione a tutta la classe e, se lo ritenete op-
portuno, scrivete alla lavagna eventuale lessico utile.

4. Chiedete agli studenti di completare le frasi con


le parole proposte dall’attività. Gli studenti lavore-
ranno individualmente e si confronteranno a coppie
prima di passare alla condivisione e alla correzione.

5. Per questa attività dividete la classe a coppie per


realizzare una breve ricerca e presentare alla clas-

43
Unità 4
Non solo scienza
OBIETTIVI CONTENUTI
COMPITI FINALI GRAMMATICA
••Proporre un progetto di domotica per la classe Gli aggettivi in -bile; il prefisso negativo in-; alcuni
••Redigere una notizia di argomento scientifico usi del condizionale; il futuro composto; i pronomi
possessivi; il pronome relativo chi; il passato
COMPITI INTERMEDI prossimo e l’imperfetto di sapere e conoscere; le in-
••Descrivere un fenomeno paranormale terrogative indirette.
••Presentare un oggetto di domotica
LESSICO
••Redigere una notizia falsa
Il lessico di scienza, tecnologia e comunicazione;
le parole straniere in italiano; i segnali discorsivi
figurati, figuriamoci.
FUNZIONI COMUNICATIVE
Parlare di notizie a tema scientifico e parascientifico;
descrivere oggetti tecnologici; parlare di informazio-
ne e comunicazione; riferire notizie.
TIPOLOGIE TESTUALI
Blog; articolo; conversazione; notizie di cronaca;
radiogiornale.

Prima di cominciare l'unità Riscaldamento


Informate gli studenti che in questa quarta unità Aprite il libro a p. 70 e chiedete di osservare l’im-
si parlerà di scienza. Prima di aprire il libro, potete magine ed esplicitare quali discipline tecnico-scien-
porre agli studenti delle domande generali sul loro tifiche vedono rappresentate in questa porzione
interesse rispetto alla scienza, alle materie scienti- del Museo Muse. Scrivete alla lavagna le discipline
fiche e, eventualmente, sulle ragioni che ne motiva- emerse e assicuratevi che il significato sia chiaro
no l'attrazione. Possedere qualche nozione scienti- a tutti:
fica aiuta certamente gli studenti a esprimersi con
botanica = settore della biologia che studia i vegetali
maggiore facilità ma, in questo contesto specifico,
informatica = insieme delle tecniche applicate al
non c'è bisogno di spingersi nella spiegazione di fe-
trattamento dei dati dell’informazione e in partico-
nomeni complessi, basta bensì sollecitare la produ-
lare all’elaborazione automatica dei dati
zione orale libera su alcune tematiche scientifiche a
ornitologia = settore della zoologia che studia gli
larga divulgazione. Mentre gli studenti si esprimono
uccelli
annotate alla lavagna le espressioni e le parole utili.
fisica = scienza che spiega i fenomeni naturali speri-
mentabili, ecc.
Potete anche chiedere di nominare i supporti uti-
1. LA SCIENZA IN PAROLE lizzati per fornire ai visitatori le informazioni scien-
tifiche (per esempio: schermi, computer, poster,
cartelloni, immagini in sezione, definizioni, glossa-
Obiettivi dell'attività rio, ecc.). Questa attività sarà utile per mobilitare le
conoscenze pregresse sul lessico tecnico e facilitare
L'attività propone un lavoro sul lessico inerente
l’ampliamento lessicale.
al tema della divulgazione scientifica dalle notizie
scientifiche e quelle parascientifiche.

44
4
Svolgimento Riscaldamento
A. Invitate la classe a osservare nuovamente All'inizio dell’attività chiedete agli studenti di con-
l’immagine di apertura e a leggere la nuvola di parole. centrarsi sul titolo dell'unità di lavoro Scienza e
Nell’associare le parole all’immagine, suggerite di paranormale e domandate perché, secondo loro, in
giustificare la scelta lavorando a coppie. Procedete questo titolo vengano associati questi due termini.
alla messa in comune e annotate alla lavagna le In seguito leggete il titolo dell'attività Tu ci credi ai
parole nuove (non presenti nella nuvola) approfon- fantasmi? e lasciate che esprimano il loro parere in
dendo così il lavoro di ampliamento lessicale. merito. Annotate le espressioni e le parole chiave
alla lavagna.
B. Chiedete agli studenti di rileggere le parole della
nuvola e quelle eventualmente citate durante la
fase di riscaldamento. Invitateli poi a completare le Svolgimento
liste e a confrontarle con quelle di un compagno.
A. Chiedete agli studenti di leggere le consegne
C. Tornerete su questo punto una volta conclusa dell'attività A e di svolgerla individualmente. In
l'unità, prima della realizzazione dei compiti finali, seguito, invitateli a condividere in plenaria le loro
se lo ritenete opportuno. Proponete agli studenti riflessioni. Per alimentare questa fase di confronto
di trasformarsi in redattori e ideare una nuova proiettate la SCHEDA 7 in cui si propongono
versione per questa doppia pagina di apertura: alcune immagini relative a fenomeni paranormali.
possono proporre e cercare nuove fotografie, creare Chiedete agli studenti di associare il fenomeno
una nuvola di parole di forma e contenuto diverso all’immagine corrispondente e poi di commentarle
e inventare un nuovo titolo per l'unità. Qual è la usando il lessico della nuvola. Questa attività può
proposta più convincente? Fatela votare alla classe. essere svolta in plenaria se proiettate la scheda
alla lavagna, oppure in piccoli gruppi se fornite la
Idee extra scheda stampata. Annotate alla lavagna i fenomeni
paranormali più conosciuti in classe.
Per fissare il lessico potete proporre un gioco:
dividete la classe in piccoli gruppi e assegnate SCHEDA 7
a ciascun gruppo 5 parole tra quelle viste nelle
attività precedenti. Con l’aiuto del vocabolario fate
trovare la definizione di ogni parola. Una volta
B. Anticipate agli studenti che leggeranno il post di
trovate le definizioni, gli studenti le scriveranno
un blog in cui vengono presentati alcuni fenomeni
su un cartoncino che sarà messo in un cestino.
paranormali e, a seguire, i commenti al post stesso.
Ogni gruppo dovrà pescare un cartoncino e dire
Chiedete loro di leggere il testo e i commenti indivi-
la parola che corrisponde alla definizione letta.
dualmente e poi, considerata la difficoltà del testo
Vince il gruppo che dà più risposte corrette.
del post, effettuate una seconda lettura in plenaria.
Assicuratevi che gli studenti abbiano capito il senso
generale sia del post che di ogni commento.
Se necessario, sollecitate gli studenti a rileggere
2. TU CI CREDI AI FANTASMI? con attenzione il post prima di identificare la
spiegazione che pare loro più convincente. Invitateli
a indicare qual è la spiegazione che li convince di più
Obiettivi dell'attività e perché. Se conoscono altre spiegazioni, lasciate
che le condividano con un compagno o con la classe.
Gli studenti amplieranno il lessico per descrivere i
fenomeni paranormali. Lavoreranno sugli agget- C. Chiedete agli studenti di rileggere il post per
tivi con suffisso -bile e sul prefisso negativo in-. individuare i cinque aggettivi il cui significato è
Si propone un ripasso del pronome dimostrativo espresso nel quadro. Date loro il tempo di compilare
ci che sostiuisce a ciò / a questo. Potranno inoltre e domandategli di osservare la struttura degli
osservare l'uso del condizionale per esprimere in- aggettivi identificati. A questo punto gli studenti
certezza (o per parlare di fatti non certi). Infine, si dovrebbero essere in grado di indicare come
osserveranno alcuni segnali discorsivi ed espressio- elementi comuni sia il prefisso negativo in- sia il
ni per reagire a una notizia. suffisso -bile. Questo vi permetterà di sottolineare
l'alta produttività della lingua italiana e di proseguire
con il lavoro previsto al punto D.

45
Unità 4
D. Per assicurarvi che sia chiara la funzione del dialogo verranno nominati alcuni fenomeni para-
prefisso in- potete proporre altri aggettivi da normali e ognuno degli interlocutori manifesterà il
trasformare al negativo che possono essere utili per proprio atteggiamento in proposito. Fate ascoltare
lo svolgimento delle successive attività. una prima volta la conversazione e sollecitate gli
studenti a individuare i fenomeni citati mettendo
volontario  involontario
una crocetta sulla lista dell'esercizio a pagina
sensibile  insensibile
73. Poi, durante il secondo ascolto, chiedete agli
descrivibile  indescrivibile
apprendenti di individuare il parere dei tre amici e
pensabile  impensabile
riportare il loro nome in corrispondenza dell'atteg-
Spiegate che il prefisso in- si converte in im- davanti giamento di ognuno in modo da completare adegua-
a p, m, b e in ir- davanti a r. tamente il quadro proposto dall'attività. Un terzo e
ultimo ascolto sarà utile per la verifica in plenaria
possibile  impossibile
delle risposte fornite.
risolvibile  irrisolvibile
L. Anticipate alla classe che adesso si passerà alla
E. Per focalizzare l’attenzione sul fenomeno di
produzione orale. Fate lavorare gli studenti in
derivazione dal verbo all’aggettivo potete riprendere
coppia e, dopo esservi assicurati che le espressioni
gli aggettivi della lista aggiuntiva che avete proposto
elencate nell'attività siano chiare per tutti, date agli
al punto D e chiedere agli studenti di risalire al verbo
studenti il tempo necessario per effettuare l'attività
(indicibile  dire, indescrivibile  descrivere, inaf-
di interazione orale. Per effettuare un bilancio
ferrabile  afferrare, improrogabile  prorogare,
con l'intera classe di quest'ultima attività, potete
impensabile  pensare, ecc.).
suddividere gli studenti in due gruppi e proporre
F. Chiedete agli studenti di osservare nel blog gli alcuni fenomeni paranormali o eventi eccezionali,
elementi evidenziati in giallo. Spingeteli a individuare dando di volta in volta a ogni gruppo un ruolo “a
la categoria grammaticale di appartenenza e cioè favore” cioè di “credulità” oppure “contrario” cioè di
che si tratta di varie forme di uno stesso verbo “incredulità” rispetto al fenomeno proposto.
pronominale (crederci), proponete loro di tradurre
le diverse forme proposte e sollecitateli a scrivere Idee extra
la coniugazione completa. Per concludere l'attività
procedete a una verifica in plenaria. Potete navigare con la classe sul sito del program-
ma tv Mistero al link www.video.mediaset.it/pro-
G. Esortate gli studenti a focalizzare di nuovo l’at-
gramma/mistero e curiosare tra i titoli: si può pro-
tenzione sul post concentrandosi sugli elementi
porre qualche approfondimento oppure accendere
sottolineati in blu. Spiegate loro che, tenendo
un dibattito solo a partire dai fenomeni citati nei
conto del contesto d'uso, devono capire quando e
titoli. In questo modo preparerete al lavoro previ-
perché viene usata la forma condizionale del verbo.
sto nel compito intermedio.
Leggete insieme le funzioni presentate dal libro e
fate degli ulteriori esempi nel caso in cui gli studenti BB Esercizi p. 79 n. 1 e 2; p. 80 n. 1 e 2;
non capissero l'uso “giornalistico” del condizionale p. 218 n. 1-5; p. 220 n. 12 e 13
per presentare notizie e informazioni non ancora
verificate. Potete suggerire agli apprendenti di
tradurre le frasi nella loro lingua in modo che CI Compito intermedio
significato e funzione verbale risultino più chiare.
Invitate a scegliere un evento paranormale che
Concludete correggendo l'attività con tutta la classe.
interessa e incuriosisce particolarmente e quindi
H. Invitate la classe a riflettere su tutti gli elementi a fare una breve ricerca per redigere una presen-
trattati in questa parte dell'unità e sollecitate tazione. Quest'ultima seppur concisa deve essere
ogni studente a redigere un breve testo che faccia esaustiva e completa di una possibile spiegazione
da commento da inserire nel blog. Chiedete di scientifica. Spingeteli a motivare ogni elemento
avvalorare le idee che esprimeranno individual- della loro redazione e a integrare il testo con im-
mente con degli esempi o delle argomentazioni magini, foto o video. Potete invitare ad appendere
semplici. le descrizioni in classe o a pubblicarle nello spazio
virtuale del corso.
I. Avvertite gli studenti che stanno per ascoltare
una conversazione informale in cui tre amici si
esprimono su eventi e fenomeni paranormali. Nel

46
4
C. Focalizzate l’attenzione degli studenti sulle
3. UNA CASA INTELLIGENTE frasi evidenziate in giallo nell’articolo al punto B.
Leggetele in plenaria e proponete alla classe di
riformularle con parole loro. Spiegate che in italiano
Obiettivi dell'attività il futuro composto è formato dal futuro semplice
dell’ausiliare avere o essere + il participio passato
L’attività propone un lavoro approfondito sul les-
del verbo. Specificate che questo tempo verbale
sico inerente alla tecnologia attraverso esempi di
si usa quando ci sono due azioni future e l’una
oggetti di domotica e la descrizione delle loro fun-
avviene prima dell’altra. Dopo aver fornito queste
zionalità. Si potranno osservare la struttura del
spiegazioni, chiedete agli studenti di ritornare sul
futuro composto e i pronomi possessivi. Inoltre si
testo per reperire le frasi opportune e completare
affronterà la differenza di significato tra sapere e
il quadro. A fine esercizio potete sollecitare gli
conoscere quando utilizzati al passato prossimo o
studenti ad andare a p. 78 al fine di formalizzare
all’imperfetto.
le caratteristiche e le regole d’uso di questo tempo
verbale.
Riscaldamento
D. Sollecitateli a indicare quali degli oggetti della lista
Prima di iniziare l'unità di lavoro, potete chiedere al punto D possiedono o vorrebbero possedere. Poi,
alla classe se hanno mai sentito parlare di Smart spingeteli a incrementare la lista e infine domandate
home e se possono ipotizzarne il significato. Anno- loro di parlarne con i compagni spiegando l'utilità
tate alla lavagna le espressioni e le parole-chiave. o meno degli accessori citati. Potete prevedere
una verifica in plenaria con un voto per stilare una
Svolgimento graduatoria delle applicazioni domotiche dalla più
utile alla più superflua (il criterio in base al quale
A. Chiedete agli studenti di leggere la definizione compilare la classifica può variare: potete, per
di domotica proposta dal manuale. Se volete, esempio, fare una lista delle applicazioni domotiche
potete aggiungere un’ulteriore definizione, come dalla più economica alla più dispendiosa o viceversa,
per esempio quella tratta dal Vocabolario Treccani ecc.).
online:
E. Avvertite gli studenti che stanno per ascoltare
domòtica s. f. [dal fr. domotique, comp. del lat. 
una conversazione tra due amici e che, sulla base
domus «casa» e (informa)tique «informatica»].
delle informazioni che capiranno durante l’ascolto,
Disciplina che si occupa dell’applicazione dell’infor-
dovranno compilare il quadro con informazioni sul
matica all’insieme di dispositivi e impianti usati nel-
nome dell’oggetto domotico, sulla funzione assolta
le abitazioni (per es., illuminazione, climatizzazione,
e sul destinatario del servizio di tale applicazione
audiovisivi, sistemi di sicurezza), provvedendo alla
domotica. Effettuate il primo ascolto e lasciate il
loro automazione.
tempo di riordinare le idee e compilare il quadro con
Questa aggiunta vi permetterà di riformulare e ar-
quanto hanno capito e poi completare al secondo
ricchire gli elementi già forniti dalla prima definizio-
ascolto. Infine, verificate le risposte in plenaria e
ne data dal manuale, assicurandovi della completa
effettuate un terzo e ultimo ascolto per confermare
comprensione del termine da parte della classe.
le soluzioni fornite che risultano corrette.
Dopodiché lasciate il tempo per la produzione orale
a coppie. Al termine dell'attività, potete effettuare F. Dividete la classe in coppie e invitate gli studenti
uno scambio d'informazioni in plenaria e fare una li- a leggere con attenzione le consegne dell'attività.
sta degli oggetti smart più presenti nelle abitazioni Per effettuare l'esercizio dovranno munirsi di due
dei vostri studenti. matite di colore diverso; potete chiedere a tutte
le coppie di studenti di usare uno stesso colore
B. Chiedete alla classe di leggere attentamente
per individuare gli aggettivi possessivi e i pronomi
l’articolo a p. 74 identificando le caratteristiche
possessivi (per esempio il colore blu per sottolineare
chiave degli oggetti descritti. Chiarite in plenaria
o cerchiare gli aggettivi e il verde per i pronomi).
eventuale lessico nuovo. Poi, fate lavorare a coppie
Dopo questa premessa, chiedete agli studenti di
e discutere su quale, tra le invenzioni presentate
eseguire l'attività individuando aggettivi e pronomi
nell'articolo, ritengono essere più utile e perché.
possessivi nelle frasi trascritte dalla registrazione
Se lo ritenete opportuno, potete sollecitarli a
e, a posteriori, di trovare una spiegazione all'uso e
mantenere i binomi già formati in precedenza per
alla funzione dei possessivi. Effettuate una verifica
lo svolgimento del punto A.
in plenaria per assicurarvi che tutti i binomi abbiano

47
Unità 4
individuato correttamente gli aggettivi e i pronomi H. Dividete la classe a coppie e chiedete loro di citare
possessivi. Sollecitate gli studenti a esplicitare quali, tra gli oggetti domotici presenti nella registra-
la differenza che corre tra questi due elementi zione audio, conoscevano già e quali, al contrario,
grammaticali e infine, in italiano, potete ricordare risultavano nuovi. Consigliate loro di esprimersi
rapidamente che i possessivi servono a indicare a voce usando come modello le frasi proposte in
a chi appartiene un oggetto o a chi è legata una rosso. Passeggiando tra i banchi potrete ascoltare le
persona. Gli aggettivi si distinguono dai pronomi conversazioni ed effettuare le dovute correzioni. Se
perché accompagnano il nome precedendolo (il mio lo ritenete opportuno potete annotare le irregola-
libro, la nostra insegnante, il mio cellulare, la vostra rità e gli errori ricorrenti e dare un feedback finale
città, ecc.) mentre i pronomi prendono il posto del in plenum, prima di passare al compito intermedio.
nome, sostituendolo (la nostra insegnante si chiama
Anna, la vostra si chiama Paola; il mio telefono è un Idee extra
vecchio modello mentre il tuo è nuovissimo, ecc.).
Questo bilancio metalinguistico permetterà agli Potete proporre una ricerca sulla diffusione della
studenti di acquisire le conoscenze linguistiche in domotica nelle case del proprio Paese. Se la classe
merito all'uso dei possessivi e di utilizzare efficace- è composta da studenti di più nazionalità, può esse-
mente gli aggettivi e i pronomi possessivi nei vari re interessante fare un confronto tra i vari livelli di
contesti. smartness e sulla sua futura diffusione.
G. Riportate l’attenzione degli studenti sulle frasi BB Esercizi p. 79 n. 3-5; p. 80 n. 3 e 4;
tratte dalla registrazione ascoltata precedente- p. 218 n. 6-9; p. 220 n. 14
mente, chiedete loro di concentrarsi sulle differenze
tra le forme verbali di conoscere e sapere che
appaiono negli estratti. Domandate agli studenti di CI Compito intermedio
distinguerne le caratteristiche e aiutateli a elaborare
Spiegate che per questo compito compito è richie-
la riflessione in merito al passato prossimo e all’im-
sto un lavoro in autonomia. Chiedete di riflettere su
perfetto.
tutti gli elementi trattati in questa unità di lavoro.
Potete approfittarne per ricordare le differenze
Proponete di selezionare un oggetto di domoti-
d’uso di questi due tempi verbali dell’indicativo spe-
ca che vorrebbero avere, descriverlo motivare la
cificando che:
loro scelta: come cambierebbe la loro casa? Come
l’imperfetto è utilizzato per esprimere: e quanto utilizzerebbero questo oggetto e in quali
- azioni abituali (che indicano azioni frequenti e abi- situazioni? Perché è originale?
tuali nel passato. Es.: da bambino, d’estate, anda- Invitate a proporre anche immagini e/o video.
vo al mare tutte le domeniche);
- azioni ripetitive (che si sono cioè ripetute varie
volte. Es.: mia mamma ogni anno, a Carnevale, fa-
ceva le frittelle); 4. L’INFORMAZIONE NELL’ERA
-azioni durative (cioè che si sono prodotte piuttosto DEL WEB
a lungo nel tempo. Es.: ieri nevicava);
il passato prossimo viene usato per esprimere: Obiettivi dell'attività
- azioni non abituali bensì episodiche (effettuate
una sola volta. Es.: da piccolo, una volta, ho dormi- L’attività propone esempi di informazioni scienti-
to in tenda in montagna); fiche (vere e false) con l’obiettivo di presentare il
- azioni puntuali (che sono accadute una sola volta lessico della comunicazione e di utilizzarlo in con-
nel passato recente. Es.: mio zio, la scorsa settima- testo per parlare dei mezzi con cui si danno e si
na, mi ha fatto fare un giro sulla sua auto nuova); ricevono informazioni e per esprimere opinioni sui
- azione momentanea, breve, di durata limitata (che canali che si usano più frequentemente per infor-
è accaduta con tempistiche delimitate. Es.: ieri è marsi e comunicare. Si osservano anche diverse
nevicato solo pochi minuti). parole straniere che sono entrate a far parte della
lingua italiana in materia di comunicazione. Inoltre
Dopo aver fatto rapidamente il punto su questi
viene proposto un focus sull'uso del pronome relati-
aspetti grammaticali che distinguono l’uso tra im-
vo chi e sulla formulazione delle frasi interrogative
perfetto e passato prossimo, chiedete agli studenti
indirette.
di eseguire l’abbinamento e verificate in plenaria.

48
4
Riscaldamento bùfala s. f. [da bufalo]. fig. a. Svista, errore mador-
nale; affermazione falsa, inverosimile; panzana. b.
Proiettate la SCHEDA 8 lasciando nascosto l’elenco
roman. Produzione, e specialmente spettacolo, sca-
di parole e chiedete alla classe di individuare l'ele-
dente, di scarso valore: quel film è una bufala!
mento che accomuna le foto. Con una certa facilità
gli studenti dovrebbero dedurre che si tratta di mez- Quindi, una volta associato il termine a una notizia
zi di informazione e comunicazione di massa (quo- inattendibile, procedete all’ascolto dell’intervista a
tidiani, telegiornale, radiogiornale, social network, un esperto di informazione online che dà consigli
ecc.). A questo punto scoprite l'elenco di parole e su come evitare le bufale. Chiedete agli studenti di
chiedete di abbinarle alle immagini corrispondenti. prendere appunti individuando le strategie e i con-
Annotate alla lavagna il lessico utile emerso in que- sigli forniti dall’esperto per riconoscere le notizie
sta fase. Quindi, aprite il libro e proponete di fare false. Dopo il secondo ascolto, lasciate agli studenti
ipotesi sul contenuto dell'unità di lavoro partendo il tempo di riordinare le annotazioni prima di effet-
dal titolo L’informazione nell’era del Web. tuare una verifica in plenaria e sollecitare l’espres-
sione orale in cui dovranno spiegare se hanno usato
SCHEDA 8 le stesse strategie proposte dal giornalista oppure
se ne hanno adottate altre e, in questo caso, quali.
D. Focalizzate l'attenzione sul pronome relativo chi
evidenziato in giallo nei due articoli e chiedete di
Svolgimento scegliere l'opzione corretta per completare la regola
d'uso. Potete rinviarli alla grammatica a p. 78.
A. Approfondendo la fase di riscaldamento
domandate agli studenti quale mezzo di comu- E. Mantenendo viva la concentrazione della classe
nicazione prediligono e perché. Chiedete loro di sui due testi, sollecitate gli studenti a identificare le
selezionare uno dei mass media proposti nell'atti- frasi interrogative indirette e a riportarle nel quadro
vità e giustificare la loro risposta. dell'attività. Poi invitateli a confrontarsi con un
compagno prima della verifica in plenum.
B. Prima di cominciare questa seconda attività, fate
un breve sondaggio tra gli studenti chiedendo loro F. Potete proporre questa attività a gruppi o in
quale, tra i quattro mezzi di informazione citati plenaria, a seconda del numero di studenti che
nell'attività precedente, considerano come il più avete. Invitate a concentrarsi e a riflettere su quanto
attendibile e perché. emerso in merito alle notizie false e incoraggiateli a
In proposito potete scrivere alla lavagna un lista di les- esprimere il proprio parere, prendendo spunto dal
sico utile per procedere alla discussione e alla lettura: modello linguistico in rosso.
G. Avvertite gli studenti che ascolteranno la seconda
NOMI AGGETTIVI
parte dell'intervista con l'esperto di informazione
fonte attendibile
online. L'ascolto dovrà permettere loro di raccogliere
linguaggio inattendibile
abbastanza informazioni per poter svolgere il
informazione sensazionale
vero/falso. Affinché la classe possa mobilitare le
disinformazione curioso
conoscenze pregresse, fate leggere le affermazioni
notizia
prima dell’ascolto e assicuratevi che siano chiare per
tutti. Poi, tra il primo e il secondo ascolto, fate una
Dopo aver effettuato questo ampliamento lessi-
pausa in modo che gli studenti possano raccogliere
cale, passate all'attività di comprensione scritta.
le idee. Dopo la messa in comune, se lo ritenete utile,
Avvertite gli studenti che stanno per leggere due
fate un terzo ascolto per chiarire eventuali dubbi.
brevi articoli giornalistici che riportano due interes-
santi notizie. Chiedete alla classe di lavorare a cop- H. Comunicate agli studenti che l'ascolto sarà ora
pie e di leggere attentamente entrambi gli articoli a seguito da un'attività di approfondimento lessicale.
p. 76. Dopodiché sollecitate il confornto orale con il Dividete la classe in coppie, fate leggere le consegne
compagno per decidere quale delle due notizie po- e chiarite eventuali incomprensioni sia sulla lista di
trebbe essere falsa e per quali ragioni. termini e espressioni italiane sia sulle sei frasi tratte
dalla seconda parte dell'intervista. Lasciate lavorare
C. Scrivete alla lavagna la parola “bufala” e spiegate
a coppie e poi passate alla verifica in plenaria.
agli studenti che oltre a indicare un animale e un
tipo di mozzarella, la parola bufala ha un significato I. Riflettendo sulla presenza di anglicismi in italiano,
figurato: invitate gli studenti a considerare l’uso e la frequenza

49
Unità 4
di termini inglesi nella loro lingua. Spingeteli a CI Compito intermedio
confrontarsi con un compagno e poi effettuate un
Dite agli studenti che dovranno svolgere questo
bilancio con l’intera classe.
compito individualmente e in completa autonomia.
Potete anche spingervi oltre e considerare la pre-
Spiegate che dovranno scrivere una “bufala” che
senza di prestiti da altre lingue inseriti oramai nel
possa risultare credibile (tipo quella proposta al pun-
lessico italiano (per esempio, le parole francesi in
to B). Motivate al lavoro avvisando che le notizie re-
uso nella lingua italiana: garage, dessert, brioche,
datte saranno messe al voto e si dovrà scegliere la
boutique, pied à terre, crêpe, charme, pedicure,
miglior “notizia falsa” tra quelle scritte dagli studenti.
manicure, toilette, roulotte, gilet, papillon, atelier, à
Suggerite loro di mettere in pratica i consigli che l'e-
pois, collant, ecc.); oppure dallo spagnolo come go-
sperto di comunicazione in rete ha fornito durante
leador, golpe, movida, murales, ecc.).
l'intervista e le strategie individuate nei testi letti e
approfonditi nel corso dell'unità di lavoro. Concedete
Idee extra agli studenti di utilizzare un dizionario monolingue e
date loro il tempo necessario per finalizzare la reda-
Dopo le attività di osservazione ai punti D ed E, po-
zione del testo scritto. Infine, invitate ciascuno alla
tete proporre un lavoro sul lessico: spiegate che i
lettura in plenaria al termine della quale farete vota-
due articoli al punto B sono dei validi supporti per
re gli articoli più "convincenti".
guidare verso l'acquisizione di un livello lessicale più
tecnico, così come sollecitato dal Quadro Comune B Grammatica, Parole e
Europeo di Riferimento per le lingue. A questo pro- Suoni vedere p. 16 della Guida
posito potete suddividere la classe in quattro grup-
pi. Due gruppi lavoreranno sul primo articolo e gli
altri due sul secondo. Chiedete ai gruppi di creare
delle schede lessicali ognuna delle quali corrispon- SALOTTO CULTURALE
de a un ambito tematico. Per esempio, rispetto al
primo articolo gli ambiti possono essere “scienza” e Obiettivi della sezione
“legalità” e di conseguenza potranno compilare una
scheda lessicale del tipo: Il primo obiettivo di questa sezione è di offrire ap-
profondimenti culturali sugli spazi museali riservati
scienza legalità alla divulgazione dei saperi scientifici. Si deside-
stazione spaziale
ra inoltre dare informazioni su manifestazioni ed
colpevole eventi nazionali e internazionali il cui scopo è edu-
NASA
denunciare care i giovani alla cultura e alla conoscenza in ambi-
calcoli matematici
accuse to scientifico.
spazio
chiedere i danni
atmosfera
Riscaldamento
Potete proporre il video Nel mondo il genio italiano
Per il secondo articolo potete proporre: da sempre, reperibile su Youtube sul canale Zooppa
Italia, come introduzione ad alcune invenzioni e in-
ricerca effetti ventori italiani che hanno contribuito a grandi sco-
perte scientifiche e non solo:
condurre uno studio agire positivamente www.youtube.com/watch?v=ORUu7DXE_Is
monitorare nefasto Oppure, per chi volesse presentare scienziati con-
risultato interferire temporanei, è possibile scorrere le schede proposte
al seguente link:
www.cinquecosebelle.it/cinque-scienziati-italia-
ni-viventi-e-famosi-nel-mondo
BB Esercizi p. 79 n. 6 e 7; p. 80 n. 5 e 6; p. 81 n. 7;
p. 219 n. 10 e 11; p. 220 n. 15; p. 221 Chiedete quindi quali tra le informazioni condivise
conoscevano già e perché: è infatti possibile che le
sappiano grazie ai loro studi ma anche grazie alle
visite a enti museali. Quindi, chiedete loro se ap-
prezzano e frequentano i musei delle scienze.

50
4
Svolgimento Idee extra
A. Dopo la fase di riscaldamento in cui, da un Se avete gruppi di studenti che vengono dallo stes-
lato, si stimola la riflessione su personaggi che so Paese o dalla stessa città potreste proporre loro
hanno contribuito all’innovazione scientifica e alla di disegnare un itinerario “scientifico” realizzando
diffusione delle conoscenze e, dall’altro, si valutano insieme una cartina geografica che illustri dove si
gli spazi dedicati all’esposizione di tali conoscenze, trovano i luoghi sedi di musei o eventi. Per ciascuno
chiedete agli studenti se conoscono dei musei delle indicheranno tipologia o tematiche e opere o colle-
scienze in Italia e, se li hanno apprezzati, perché. zioni più importanti. Appendete in classe le cartine
Inviate gli studenti a parlarne con un compagno e e lasciate il tempo per consultare e commentare il
concludete l'attività con la messa in comune. lavoro degli altri.
B. Chiedete alla classe di leggere con attenzione
tutti i testi cercando di comprenderne i dettagli.
Rispondete a eventuali domande e poi lasciate il COMPITI FINALI
tempo per completare l'attività. Discutetene in
plenaria.
Obiettivi della sezione
C. Dite agli studenti che dovranno lavarora indivi-
dualmente prima della messa in comune. Chiedete L'obiettivo di questa sezione è riutilizzare creativa-
loro di effettuare una ricerca mirata su un museo di mente le strutture e il lessico acquisiti nell’unità per
loro scelta per individuarne le mostre e le caratte- portare a termine due progetti. Il primo è un pro-
ristiche più interessanti. Avvertiteli che dovranno getto di gruppo, il secondo è un progetto individua-
consultare Internet per raccogliere delle informa- le che consistono rispettivamente nell'ideazione di
zioni precise e esaustive. Poiché in questa sezione un progetto di domotica per la classe e nella reda-
il lessico tecnico è indubbiamente ricco, lo scambio zione di una notizia a tema scientifico.
orale in plenaria può essere l'occasione per preci-
sazioni e approfondimenti in cui rimettere in gioco
CF Proporre un progetto di domotica
il bagaglio lessicale già acquisito e ampliarlo ulte- per la classe
riormente. In questa fase l'utilizzo di un dizionario
monolingue potrebbe rivelarsi utile. Riscaldamento
D. Adesso si richiede una produzione scritta:
Scrivete alla lavagna la parola “progetto” e, inter-
invitate gli studenti a scegliere un tema scientifico
pellando la classe, scrivete le parole e espressioni
che li interessa e che gradirebbero approfondire
che vi associate. Ad esempio: ideazione, fasi, stru-
per poi immaginare con quali strumenti divulgativi
menti, obiettivi, piano di lavoro, ecc. Potete chie-
e spazi espositivi o iniziative gradirebbero vederlo
dere agli studenti di esplicitare cos'è necessario, a
elaborato. Dopo, proponete agli studenti di scrivere
loro avviso, per portare a termine efficacemente
un testo nel quale formalizzano la loro proposta in
un progetto. Aiutateli a far emergere il fattore or-
maniera schematica al fine di condividerla, poi, con
ganizzativo, di pianificazione e collaborativo come
i compagni. La verifica si farà con l'intera classe e si
elementi necessari per la buona riuscita di un qual-
potrà annotare alla lavagna il lessico emerso.
siasi progetto. In seguito, informateli che lavorando
E. Avvertite gli studenti che quest'attività si svolgerà a gruppi dovranno proporre un progetto di domoti-
in due tempi. Inizialmente, chiedete di pensare a un ca che sia utile per la classe.
museo della scienza o a un festival scientifico del
proprio Paese e sollecitateli a riflettere e annotare Svolgimento
quanto sanno in merito. Poi, invitateli ad appro-
fondire con una ricerca online con l’obiettivo di A. Suddividete la classe in gruppi di massimo 4/5
raccogliere informazioni per presentare questo studenti ciascuno. Chiedete loro di pensare alle
luogo o evento alla classe. Spingete gli studenti a esigenze che hanno a lezione e di immaginare un
strutturare la propria presentazione in maniera oggetto tecnologico che possa rispondere a tali
tale da rendere attraente il museo o il festival di cui necessità in modo efficace e possibilmente anche
intendono parlare, suggeritegli quindi di integrare la ecologico, divertente o sicuro. Potrebbe infatti
presentazione con immagini, foto o video. trattarsi di un progetto di domotica che facilita l'ap-
prendimento, che migliora la vivibilità e la sicurezza

51
Unità 4
della classe, ecc. Spingete gli studenti a navigare una tematica scientifica di grande complessità, ma
su Internet per trarre ispirazione e individuare un è opportuno selezionare un argomento di maggiore
progetto che possa avere una effettiva utilità per semplicità in modo da riuscire a spiegarlo con più
l'intera classe. chiarezza.
B. Una volta scelto l'obiettivo del progetto, chiedete B. Lasciate il tempo per la stesura dell’articolo.
di descrivere le funzioni per le quali è pensato, il Ricordate di rispettare i criteri visti nella fase di
funzionamento ed eventuali consigli su quando e riscaldamento. È fondamentale che la notizia sia
come usarlo. Ricordate che prima di presentare alla vera e fondata e non si presti a essere considerata
classe il loro progetto, devono scegliere un nome e una "bufala”. A questo proposito gli studenti possono
cercare o disegnare un'immagine che lo rappresenti. usare nel loro testo sia le citazioni che i riferimenti
bibliografici.
C. Sollecitate ogni gruppo a proporre agli altri
studenti il proprio progetto di domotica. Alla fine C. Quando ogni studente avrà redatto il proprio
della presentazione di tutti i progetti, la classe potrà articolo potrà condividerlo con il resto della classe.
votare ed eleggere il progetto vincitore, cioè scegliere Per verificare sia il rispetto delle caratteristiche
l'invenzione che apparirà più utile e originale. Per di un articolo di divulgazione scientifica sia la
definire precisamente i criteri di valutazione potreste correttezza della lingua, potreste far lavorare gli
proporre un elenco alla lavagna: utilità, originalità, studenti a coppie e chiedere di rileggere l'articolo
sicurezza, divertimento, facilità di utilizzo. Ciascun del compagno e commentarlo. Sarà poi vostra cura
gruppo assegna agli altri progetti un punteggio da 1 rivedere i testi prodotti ed effettuare le opportune
a 5 per ogni criterio elencato. correzioni.

CF Redigere una notizia di argomento Idee extra


scientifico
Come suggerito nel riquadro delle proposte per lo
Riscaldamento spazio virtuale della classe, potete incentivare il
lavoro collaborativo invitando gli studenti a creare
Scrivete alla lavagna notizia scientifica accreditata una “rivista scientifica”. Con questo obiettivo, posso-
e chiedete alla classe quali caratteristiche, secondo no raccogliere tutti gli articoli che hanno scritto per
loro, deve avere un articolo di divulgazione scienti- il compito finale individuale e assemblarli in un rivi-
fica. Potranno emergere varie caratteristiche viste sta "fai da te". Altrimenti, potete esortarli a creare
nella terza unità di lavoro (fonti, professionisti, rac- un blog che contenga gli articoli e qualche curiosità:
colta delle informazioni, ecc.). Poi, portate a riflet- potranno inserire immagini e link verso siti ufficiali
tere sulle fasi di redazione di una notizia scientifica di divulgazione scientifica, nonché aggiornare il blog
e annotatele alla lavagna: durante tutta la durata del corso.
1. raccolta delle informazioni
2. verifica delle fonti
3. stesura dell’articolo
4. scelta di immagini significative
5. rilettura e scelta del titolo
6. citazione delle fonti e di eventuali riferimenti
bibliografici
Ricordate l'importanza della capacità di sintesi e di
accuratezza e trasparenza dell'informazione e di
attrattività del titolo. Lasciate questo elenco alla
lavagna per tutto lo svolgimento del compito, in
modo che gli studenti vi possano fare riferimento.

Svolgimento
A. Invitate ogni studente a scegliere un argomento
scientifico di suo interesse ed esortatelo a
informarsi e a raccogliere varie notizie e dati in
merito. Ricordate che non è necessario optare per

52
4
Soluzioni
E.
oggetto funzione per chi

per la donna, che


2. Tu ci credi ai fantasmi? doccia risparmio idrico trascorre molto
tempo
C.
sotto la doccia
che non si può credere = incredibile
serratura aprire la porta per Claudio, che
che si può percepire = percepibile senza usare le non si ricorda
che non si può avvertire = inavvertibile chiavi mai dove mette
che si può associare = associabile le chiavi
che non si può evitare = inevitabile
caffettiera preparare il per la coppia e
caffè in maniera per i genitori
D. automatica a della ragazza,
In alcuni casi, la forma negativa degli aggettivi si un’ora prestabilita che sono pigri
rende mettendo il prefisso in- davanti alla radice del
verbo da cui l’aggettivo deriva.
F.
E.
1. 
Visto che fai il simpatico con le mie abitudini,
gli aggettivi in -bile 5 p. 78 pensiamo anche alle tue…
radice del verbo suffisso
2. Così non dovrai più ricordare dove hai messo le
tue chiavi. E smetterai di prendere le mie!
(1ª coniugazione) evit- abile 3. La caffettiera elettrica, quella che si accende a
un’ora prestabilita e prepara il caffè. Magari non
(2ª coniugazione) cred- ibile
fa il caffè buono come la nostra, ma avremmo un
(3ª coniugazione) percep- ibile risveglio più dolce.
4. Potremmo regalarla anche ai miei genitori, che
sono un po’ pigroni. Ai tuoi invece non serve.
G.
✓   dare notizie non verificate Gli aggettivi possessivi accompagnano sempre
il nome a cui si riferiscono; i pronomi possessivi
I.
sostituiscono il sostantivo a cui si riferiscono, che è
telecinesi; alieni; telepatia.
già stato nominato in precedenza.
Giulia è incerta. Matteo è scettico. Antonio ci crede.
G.
1.  ho conosciuto
3. Una casa intelligente 2.  conoscevo
3.  ho saputo
C.
4.  sapevi
il futuro composto 5 p. 78 4. L’informazione nell’era del Web
azione anteriore azione posteriore C.
1 Dopo che sarete usciti di 1S
 ensor NT 1C ontrollare il nome dei siti in cui leggiamo le
casa, accenderà l'allarme. notizie.
1C ontrollare le citazioni fatte nel testo.
1 Appena i bambini saranno 1 vi avviserà.
tornati da scuola 1 Verificare che siano specificate le fonti.
1C ontrollare il titolo (se è esagerato, la notizia non è
1 Con Frigus Top sarete 1 ed eviterete gli
credibile).
informati sulle opzioni di sprechi.
menù per la sera stessa 1O sservare le immagini (se sono ritoccate, la notizia
non è credibile).
1 La vostra Smart Pot vi avrà 1q
 uando tornerete
già preparato la cena stanchi. D.
il pronome relativo chi  5 p. 78
chi è sempre singolare è invariabile e ha funzione di
soggetto, oggetto o complemento indiretto.

53
Unità 4
E. 3.
a. Quando avremo finito di prepararci, andremo
le interrogative indirette 5 p. 78 alla festa.
1 Quando farete dei palloncini più resistenti? b.  Quando mi sarò laureato, farò un bel viaggio di
B Ci chiedono quando faremo dei palloncini tre mesi.
c.  Quando Valeria sarà uscita dalla riunione, ti
più resistenti.
chiamerà.
1 Esiste un piccolo aiuto per migliorare la pronuncia?
d.  Quando mi avrete detto che programmi avete
B Si chiede se esiste un piccolo aiuto per stasera, deciderò cosa fare.
migliorare la pronuncia. e.  Quando avrai comprato la pentola intelligente, la
1 Qual è? tua vita sarà più facile.
B Si domanda qual è. f.  Quando avremo programmato la caffettiera,
1 Possiamo ubriacarci? avremo caffè appena fatto tutte le mattine.
B Vi state domandando se potete ubriacarvi. 4. 5.
a.  la mia a.  Ho conosciuto
G. b.  i tuoi b.  sapevo
1.  V 4.  F c.  il Suo c.  Ho saputo
2.  F 5.  V d.  (le) nostre d.  sapeva
3.  V e.  la loro e.  Conoscevo
f.  la sua f.  sapevi
H.
1. cyberspazio: mondo virtuale / offline: non in 6.
linea a.  Chi non è educato mi fa innervosire parecchio.
2. online: in rete b.  Non ricordo il nome di chi ti ha chiamato ieri.
3.  fake news: notizie false c.  È bello aiutare chi ha bisogno.
4. blogger: autore di blog; d.  Non riesco a vedere chi è con Flavia.
5. citizen journalist: giornalisti amatoriali e.  Avviso chi dovrà fare l’esame: è obbligatorio
6. reporter: corrispondente spegnere il cellulare.
7. scoop: notizia in esclusiva
7.
a.  Chiede se sappiamo quando apre la Fiera della
Grammatica Domotica.
b. Domanda se io ci credo ai fantasmi.
1.
c.  Domanda perché questa notizia ci sembra falsa.
a.  ballare B ballabile ≠ imballabile
d.  Domanda se Carlo ha programmato la Smart Pot.
b.  ascoltare B ascoltabile ≠ inascoltabile
c.  prevedere B prevedibile ≠ imprevedibile
d.  riconoscere B riconoscibile ≠ irriconoscibile Parole
e.  guarire B guaribile ≠ inguaribile
1.
f.  fallire B fallibile ≠ infallibile
a.  2
2. b.  1; 3; 4; 5
Alieni c.  1; 4
Gli alieni sarebbero tra noi. Alcuni documenti d.  3; 4; 5
rivelano l’esistenza di esseri che proverrebbero e.  1; 3; 4
da un’altra dimensione. La loro presenza
3.
rappresenterebbe una minaccia per i terrestri,
quindi ecco alcune caratteristiche per riconoscerli: sistema di sensori
la tipologia di alieno più comune avrebbe la pelle
grigia, la testa rigonfia e grandi occhi scuri e videocamera interattiva
allungati; non porterebbero vestiti e sarebbero di
corporatura esile. Esisterebbe anche il “tipo insetto”, caffettiera elettrica
dalla pelle dura, verde o marroncina. Questa
tipologia di alieno sarebbe un’evoluzione delle frigorifero intelligente
cavallette che popolano la terra.
impianto stereo

54
4
4.
a.  sicurezza e.  automatico
Salotto Culturale
b.  risparmio energetico f.  notifiche B.
c.  apparecchio g. comodità Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia
d.  invenzioni h. accessori Leonardo da Vinci: custodisce la più grande
collezione al mondo di modelli di macchine realizzati
5.
a partire dai disegni di Leonardo da Vinci. Inoltre,
notizia vera “bufala” offre diversi servizi educativi.

citazioni inventate Muse: le sue esposizioni, che seguono l’originale


fonti verificate metafora della montagna, educano alla biodiversità
titolo sensazionalistico
link ad agenzie stampa
fotomontaggi e all’ecologia dei sistemi montani.
citazioni autorevoli
fonti false
Città della Scienza: è il primo museo scientifico
interattivo italiano, basato sull’apprendimento
sperimentale e interattivo di numerose aree
6.
tematiche.
La professione del corrispondente (reporter) è
interessante ma, forse, non più tanto avventurosa Festival della Scienza di Genova: è uno dei più
come prima. Quando bisognava andare a raccogliere grandi eventi per diffondere le novità della cultura
le notizie non in linea (offline), avere una notizia in scientifica, fondendo arte e scienza.
esclusiva (scoop) dava più soddisfazione. Oggi trovi
Festival Bergamo Scienza: vuole contribuire a
praticamente tutte le informazioni in rete (online).
creare una cultura della divulgazione scientifica.
Però ci sono altre difficoltà: il mondo virtuale
(cyberspazio) è pieno di notizie false (fake news) Cagliari FestivalScienza: è un evento in cui si
e il compito del giornalista professionista è fornire racconta in modo semplice e accattivante la scienza.
notizie esatte e verificate.
8.
✓   confermare o negare in maniera decisa

Suoni
2.
a.  scientifico
b.  interattivo
c.  esclusiva
d. fenomeno
e. verificare
f.  inevitabile
3.
a.  Ma figuriamoci! Fantasmi e alieni non esistono!
b.  Alcuni fenomeni paranormali sono credibili, io ci
credo.
c.  Secondo me, per tutto c’è una spiegazione
scientifica.
d.  Ormai ci sono tanti sistemi di domotica sul
mercato.
e.  Una casa intelligente è comoda e sicura.
f.  Sapevi che esiste una pentola che cucina da sola?
g.  A me piace il giornalismo tradizionale, è più serio.
h.  Le notizie vere hanno fonti serie e valide.

55
Unità 4
Video 4: Tu ci credi?
8. Rivolgete alla classe le seguenti domande: Che
cosa ne pensate dei fenomeni e delle teorie trattati
nel video? Quali spiegazioni ritenete più convincen-
Il video 4 è uno strumento utile per ripassare, con- ti? Ne conoscete altre? Gli studenti si scambieranno
solidare e ampliare i contenuti lessicali e gramma- le proprie opinioni a coppie, poi con tutta la classe.
ticali della prima unità di lavoro. Potreste proporlo,
quindi, al termine dell’unità di lavoro 1. Scienza e
paranormale, come attività preparatoria al compito
intermedio. Anticipate agli studenti che stanno per
vedere un video in cui i personaggi discutono di al-
Soluzioni
cuni fenomeni apparentemente inspiegabili.
1. Mostrate il video e chiedete agli studenti di ri-
1.
spondere alle domande proposte dall’attività. Poi,
passate alla condivisione con tutta la classe. 1.  I tre amici parlano di fenomeni inspiegabili.
2.  Telecinesi, telepatia, fantasmi, déjà vu, sogni
2. Mostrate nuovamente il video invitando a fare premonitori, poltergeist.
attenzione alla descrizione dei fenomeni citati nel-
2.
la conversazione (dejà vu e sogni premonitori) per
descriverli brevemente. Non devono ancora dare le
déjà vu: la sensazione improvvisa di aver già vissuto
possibili spiegazioni. Infine, correggete in plenaria.
qualcosa che però ancora non è successo.
sogni premonitori: esperienze vissute durante il
3. Chiedete agli studenti di lavorare a coppie per ab-
giorno vengono rielaborate di notte, preannunciando
binare a ciascun fenomeno le possibili spiegazioni e
avvenimenti che poi si verificano veramente.
indicare se queste ultime sono di tipo scientifico o
paranormale. Lasciate il tempo necessario per svol- 3.
gere l’attività, poi invitate alla messa in comune.
A universi paralleli che si toccano. (P)
4. Questa attività è utile a ripassare la formazione
B capacità extrasensoriali. (P)
degli aggettivi in -bile. Chiedete agli studenti di lavo-
rare individualmente per abbinare a ciascuna frase A ricordi di una vita precedente. (P)
gli aggettivi proposti dall’attività. Passate poi alla B il cervello elabora e ricostruisce informazioni
condivisione e alla correzione. che già abbiamo. (S)

5. L’attività propone un ripasso dell’uso del condizio- A differenza di velocità tra le due parti
nale per esprimere incertezza. Chiedete agli studenti del cervello. (S)
di lavorare individualmente per riformulare il verbo 4.
sottolineato in ciascuna frase in modo da far capire
1.  credibile; 2.  inspiegabile; 3.  percepibile;
che si tratta di una notizia non verificata (usando,
4.  adattabile; 5.  invisibile
quindi, il condizionale). Correggete in plenum.
5.
6. Chiedete agli studenti di riguardare il video facen-
1.  Quella casa sarebbe infestata dai fantasmi.
do attenzione al diverso atteggiamento dei perso-
2.  Gli studi dimostrerebbero una nuova teoria.
naggi riguardo ai fenomeni citati. Come lo definireb-
3.  Secondo alcuni scienziati, esisterebbero molti
bero? In quale di questi atteggiamenti si riconoscono
universi paralleli.
di più, perché? Lasciate che si confrontino a gruppi.
4.  Il déjà vu sarebbe il ricordo di una vita precedente.
5.  Secondo questa teoria, gli ultrasuoni causerebbero
7. Chiedete alla classe di abbinare a ciascuna frase
la sensazione di aver visto un fantasma.
tratta dal video il personaggio corrispondente. Non
è un esercizio di memoria: gli studenti abbineranno 7.
le frasi basandosi sull’atteggiamento generale dei
1.  (M); 2.  (A); 3.  (A); 4.  (M); 5.  (A); 6.  (E); 7.  (A);
personaggi e sul significato di segnali discorsivi ed
8.  (M)
espressioni per esprimere incertezza, scetticismo o
negazione. Lasciate che svolgano l’attività a coppie,
poi passate alla messa in comune.

56
5

Ricette per tutti i gusti


OBIETTIVI CONTENUTI
COMPITI FINALI GRAMMATICA
•• Creare un evento gastronomico dedicato a una Gerundio modale e temporale; gli indicatori temporali;
regione italiana occorre e volerci; per + infinito; alcuni usi di ci; alcuni
•• Scrivere la ricetta di una tua specialità usi della forma riflessiva; il connettivo perché; da +
infinito.
COMPITI INTERMEDI
•• Preparare la lista degli ingredienti di una ricetta LESSICO
•• Descrivere un utensile che vorresti in cucina Le ricette; la gastronomia; gli aggettivi per il cibo;
•• Preparare la locandina di un evento gastronomico gli utensili da cucina; le quantità; i verbi in cucina; i
segnali discorsivi aspetta, appunto.

FUNZIONI COMUNICATIVE
Parlare di ricette e di gastronomia; descrivere
utensili da cucina e spiegarne il funzionamento;
parlare dei propri gusti gastronomici.

TIPOLOGIE TESTUALI
Ricette; intervista; blog; conversazione; articolo;
programma di un evento.

Prima di cominciare l’unità mento a ingredienti sconosciuti ai loro compagni, sia


perché non conoscono la parola italiana sia perché
Fate un’indagine chiedendo agli studenti se sono
non esiste il prodotto citato in altre culture culinarie,
appassionati di cucina, se amano cucinare e quali
invitateli a descrivere oralmente il prodotto e a poi
sono le portate di un pasto che preferiscono (anti-
a spiegare quali usi se ne fanno. Quindi, mostrate
pasto, primo, secondo, contorno o dolce). Scrivete
un’immagine per chiarirne definitivamente il signi-
alla lavagna eventuale lessico utile emerso.
ficato. Questa fase aiuterà gli studenti a esplicitare
ulteriormente nomi inerenti ingredienti o tecniche di
preparazione e verbi usati per parlare di cucina.
1. LA CUCINA IN PAROLE
Svolgimento

Obiettivi dell’attività A. Chiedete agli studenti di guardare con attenzione


la fotografia proposta, dividete i discenti in coppie
Questa attività propone un lavoro di recupero, arri- e invitate ogni gruppo a elencare su un foglio gli
chimento e perfezionamento del lessico della cucina. elementi che riconoscono nella fotografia. Invitate
poi ogni gruppo a elaborare delle ipotesi sulla ricetta
Riscaldamento che è in via di preparazione: che tipo di piatto è? È un
dolce, un antipasto o un primo? Conoscete dei piatti
All’inizio dell’attività chiedete agli studenti di con- che si cucinano con questi ingredienti?
centrarsi sul titolo Ricette per tutti i gusti e chiedete
B. Chiedete agli studenti di leggere le parole della
loro di pensare a qual è il sapore che apprezzano di
nuvola e di usarle per completare le categorie
più tra dolce, salato, acido o amaro. Chiedete poi di
proposte nell’attività. Invitateli a inserire anche
prendere un foglio e di elencare tre prodotti culinari
il lessico emerso dal confronto con i compagni di
di cui non possono fare a meno e di condividerli con la
classe durante le fasi precedenti.
classe. Nel caso in cui alcuni studenti facciano riferi-

57
Unità 5
C. Lasciate il tempo per il lavoro a coppie e per
Sollecitate gli studenti a incrementare la lista
consultare il dizionario. Poi verificate in plenaria
durante il confronto a coppie.
chiedendo di abbinare le parole della nuvola agli
oggetti e alimenti rappresentati nella fotografia. B. Anticipate agli studenti che leggeranno un post
tratto da un blog di cucina. Prima della lettura
D. Tornerete su questo punto una volta conclusa
scrivete alla lavagna la parola avanzi e chiedete
l'unità, prima della realizzazione dei compiti finali,
se qualcuno ne conosce il significato, chiaritelo
se lo ritenete opportuno. Proponete agli studenti
in plenum. Poi, leggete insieme il testo o invitate
di trasformarsi in redattori e ideare una nuova
alla lettura individuale. Chiedete agli studenti se
versione per questa doppia pagina di apertura:
conoscono i piatti tradizionali citati dall’articolo e
possono proporre e cercare nuove fotografie, creare
riflettete insieme su cosa significhi essere tradizio-
una nuvola di parole di forma e contenuto diverso
nalista o innovatore in cucina, magari annotando alla
e inventare un nuovo titolo per l'unità. Qual è la
lavagna le caratteristiche dei due profili. Lasciate
proposta più convincente? Fatela votare alla classe.
poi il tempo per il confronto a coppie.

Idee extra C. Riportate l’attenzione degli studenti sul testo al


punto B e invitateli a concentrarsi sugli elementi sot-
Potete fare un ripasso generale degli alimenti pro- tolineati in giallo e sulle relative frasi. Poi, lasciate il
iettando la SCHEDA 9 in cui troverete una piramide tempo per il completamento. Assicuratevi che ogni
alimentare e i nomi dei 5 gruppi di alimenti in studente abbia compreso la natura del gerundio
etichette. Chiedete agli studenti di abbinarli alla temporale o modale correggendo in plenum.
sezione corrispondente della piramide. Sfruttate
D. Chiedete agli studenti di volgere all’infinito i verbi
l’immagine per sollecitare il lessico degli alimenti.
al punto C. Sottolineate che questa attività è utile
per riflettere sulla formazione dei verbi al gerundio.
SCHEDA 9 Correggete assicurandovi che tutti ricordino le regole
di formazione: i verbi in -are finiscono in -ando; i verbi
in -ere e -ire terminano in -endo.

2. LA CUCINA DEGLI AVANZI E. Invitate gli studenti a rileggere le due ricette


proposte nel blog al punto B e a individuare quei
verbi che vengono usati per fare riferimento alla
Obiettivi dell’attività preparazione di un piatto o alle diverse tecniche di
cottura. Date loro il tempo di completare prima della
Gli studenti amplieranno il loro bagaglio lessicale messa in comune e di procedere alla traduzione dei
per parlare della cucina concentrandosi soprattut- verbi nella loro lingua.
to sul funzionamento di alcuni verbi (per esempio:
F. Dopo aver completato la tabella al punto E,
occorrere, volerci). In quest’attività viene altresì
invitate gli studenti a confrontarsi con un compagno
proposto l’uso del gerundio modale e temporale e di
in merito a quale ricetta, tra quelle proposte, trovano
alcuni indicatori temporali.
più appetitosa e vorrebbero preparare. Cambiereb-
bero qualcosa rispetto alla preparazione proposta
Riscaldamento nel blog? Sulla base del modello linguistico in rosso,
stimolateli all’utilizzo dei verbi visti al punto E per
Proponete agli studenti uno dei video nella sezione
motivare in modo più efficace la loro scelta.
Ricette in un minuto sul sito giallozafferano.it, uno
Qualora consideriate questo esercizio troppo
dei siti di cucina più cliccati in Italia. Chiedete se
complesso per il vostro gruppo classe, potreste
qualcuno consulta siti internet dedicati alla cucina
prevedere una fase di preparazione in cui scrivete
e in particolare alla cucina italiana. Riportate ciò che
alla lavagna delle domande generali. Ad esempio:
emerge scrivendolo alla lavagna.
Quale è il piatto più saporito? Quali sono gli
ingredienti che vi piacciono di più? Quale richiede
Svolgimento meno tempo? Qual è più facile da cucinare?
A. Invitate gli studenti a leggere le proposte dell’at- G. Focalizzate l’attenzione sulle parole sottoline-
tività e a selezionare quelle che maggiormente ate in azzurro nel blog e sollecitate a esprimere
descrivono le loro abitudini in merito alla cucina. una propria idea sul significato e sull’uso di tali

58
5
espressioni. Dopo aver verificato che tutti gli per tutte le altre fasi dell’unità di lavoro e potrebbe
studenti abbiano capito che si tratta di espressioni essere implementata anche con parole nuove pre-
di tempo, invitateli a leggere gli input presenti nella senti nelle altre sezioni.
tabella. Dopo esservi assicurati che gli studenti
abbiano chiaro il concetto di contemporaneità, 2. Potete indire un sondaggio in classe: quali sono i
azione precedente e azione successiva, lasciate programmi, i blog o le app di cucina più seguiti? Quali
che completino il quadro con gli elementi del testo. sono le riviste di cucina più amate nel proprio Paese?
Possono lavorare in forma autonoma, in coppia o in Potete scrivere le risposte alla lavagna e calcolare
piccoli gruppi. Poi passate alla correzione in plenum. tutti insieme i risultati del sondaggio.
H. Spiegate alla classe che nei post alcune persona
BB Esercizi p. 97 n. 1, 2, 3, 4; p. 98 n. 1, 2, 4, 7;
commentano la frittata di pasta. Date il tempo per la
p. 222 n. 1-6; p. 223 n. 11
lettura e per individuare e sottolineare gli aggettivi
usati per descrivere questo piatto. Durante la messa
in comune potete proporre le parole alla lavagna
con il relativo significato o traduzione. CI Compito intermedio
I. Chiedete agli studenti di rileggere i post al punto Dividete la classe in coppie e chiedete di confortar-
H e invitateli a focalizzarsi sugli elementi sottoli- si sulle ricette che vengono elaborate tradizional-
neati. Assicuratevi che abbiano capito il significato mente per recuperare gli avanzi nel proprio Paese.
dei due verbi volerci e occorrere spiegando che si Spiegate che una volta scelta la ricetta, dovranno
tratta di sinonimi con diverso uso. Per incrementare scrivere la lista degli ingredienti e spiegare in quali
la riflessione grammaticale, invitateli a completare occasioni si prepara e a quale portata potrebbe cor-
il quadro proposto e correggete in plenaria. Per rispondere. Invitate a presentare alla classe propo-
reimpiegare i verbi appena acquisiti e per riutilizzare nendo anche immagini del piatto. Una volta conclusa
il lessico studiato, chiedete agli studenti di improv- la presentazione, chiedete agli studenti di confron-
visarsi esperti di frittate e di elaborare un post dove tarsi per elaborare un menù. Per complicare questo
danno dei consigli per la preparazione di un’ottima task potreste mettere dei limiti come per esempio
frittata. Proponete la condivisione a gruppi. la necessità di prevedere almeno un piatto vegeta-
riano o privo di un ingrediente come il la farina o i
L. Potete proporre questa attività sia come lavoro
latticini a cui alcune persone sono allergiche.
autonomo che come sfida tra due squadre. In
ognuno dei due casi, chiedete agli studenti di
guardare attentamente l’immagine e date loro un 3. PASSAVERDURA O FRULLATORE?
po’ di tempo per scrivere quanti più ingredienti
riescono a identificare. Una volta conclusa questa
fase, fate ascoltare la registrazione per controllare Obiettivi dell’attività
quanti ingredienti hanno individuato. Dopo il primo
ascolto, spiegate agli studenti che farete un secondo L’attività si propone di fornire agli studenti gli
e un terzo ascolto durante i quali dovranno con- strumenti lessicali e comunicativi per descrivere in
centrarsi sulla preparazione del piatto. Invitateli forma dettagliata un utensile da cucina e il suo uso.
ad annotare i passaggi, nel secondo ascolto, e ad Si presenta la costruzione per + infinito e si appro-
assicurarsi di non aver dimenticato nulla, nel terzo. fondiscono alcuni usi di ci e della forma riflessiva.
Quindi, chiedete loro di stilare, in forma scritta, la
ricetta del piatto presentato nella foto. Riscaldamento

Idee extra Chiedete alla classe se nel loro Paese ci sono degli
utensili da cucina ritenuti necessari per ricette molto
1. Dopo lo svolgimento del punto E, o prima di pas- popolari. Per stimolare le idee, potete fare degli
sare al compito intermedio, potete proporre un’atti- esempi ed eventualmente proiettare le immagini
vità per sistematizzare ulteriormente il lessico e per proposte nella SCHEDA 10: il caquelon per la fonduta
dare un’alternativa alla traduzione interlinguistica: in Francia, le bacchette e il cestino di bambù per
chiedete alla classe di cercare un’immagine che de- cuocere al vapore in Cina, la paellera per cucinare la
scriva ogni singolo verbo e di creare una scheda in paella in Spagna.
cui inserire l’immagine e il verbo rispettivo. La crea-
zione di questo strumento lessicale sarà utile anche SCHEDA 10

59
Unità 5
Svolgimento G. Spiegate che ascolteranno un dialogo tra due
amici e che dovranno individuare le informazio-
A. Dopo la fase di riscaldamento, invitate a ni richieste dalle domande. Leggete le domande in
rispondere a coppie alle domande proposte nella modo da indirizzare il focus dell'ascolto. Consigliate
consegna. Invitateli a scrivere i tre strumenti di cui loro di fare un primo ascolto prendendo appunti per
non possono fare a meno nella loro cucina. Potete poi concentrarsi, durante il secondo ascolto, sulle
proporre un modello alla lavagna in cui motivate la risposte. Date agli studenti il tempo di elaborare le
scelta degli utensili. Ad esempio: risposte in forma estesa e correggete in plenaria.
Nella mia cucina è indispensabile la padella wok
H. Spiegate agli studenti che nel dialogo compare un
perché amo cucinare le verdure senza olio…
uso particolare del pronome ci e che devono reperire
B. Anticipate agli studenti che leggeranno un articolo nell'estratto del dialogo gli elementi sostituiti
sugli utensili utilizzati in cucina. Prima di passare alla questa particella. Invitate gli studenti a esprimere
fase di lettura, invitateli a riflettere sulle espressioni la loro idea e confermate o confutate le loro ipotesi
“cuoco tradizionalista” e “cuoco tecnologico” e a spiegando che il pronome ci sostituisce “con la
elaborare le loro ipotesi circa la differenza di questi macchina per fare il pane” e quindi corrisponde al
due profili, annotate quanto emerge alla lavagna. significato di “con questo oggetto”. Se lo ritenete
Spiegate agli studenti che nell’articolo vengono opportuno, potete sottolineare che ci si usa anche
descritti otto utensili le cui immagini sono presenti per sostituire “con questa persona” come avviene,
sopra. Gli studenti devono leggere le descrizioni e per esempio, nella frase:
abbinarle alle immagini. Date loro il tempo di leggere Ho incontrato Anna a teatro. Mi ha detto che vi
il testo e le schede descrittive degli utensili nonché vedrete questo fine settimana.
di completare l’attività che correggerete in plenaria. Esatto, ci esco sabato! (con Anna)
C. Riportate l’attenzione degli studenti su quanto I. Invitate gli studenti a leggere gli estratti della con-
scritto alla lavagna, ovvero i due profili di cuoco versazione dell’ascolto al punto G: sollecitateli a con-
di cui avete parlato prima di leggere il post, e centrarsi sulle parti sottolineate. Spiegate che alcuni
invitate identificarsi con uno dei due. Poi, chiedete verbi non riflessivi come bere, mangiare, preparare
loro di confrontarsi con un compagno, o con un possono avere anche un uso riflessivo apparente
piccolo gruppo di compagni, per spiegare la propria ovvero, possono assumere la forma riflessiva per
maggiore vicinanza al primo o al secondo profilo. amplificare l’enfasi ma non hanno un significato ef-
Proponete un’indagine in classe per capire se vi fettivamente riflessivo. In quest’uso particolare, è
sono più cuochi tradizionalisti o tecnologici. necessario inserire il pronome riflessivo prima del
verbo. Invitate gli studenti a completare la tabella
D. Chiedete agli studenti di reperire nell’articolo al
individuando quale sia il referente del pronome
punto B la struttura per + infinito e di riflettere sulla
diretto. Date loro il tempo di completare l’esercizio
sua funzione osservandola in contesto. Passate poi
e correggete con tutta la classe.
alla correzione in plenaria.
L. Leggete insieme la domanda presente nella
E. Anticipate agli studenti che potrebbero aver
consegna e invitateli a rispondere in forma orale con-
bisogno di un dizionario monolingue, invitateli a
frontandosi con un compagno. Suggerite poi a ogni
leggere le parole estratte dall’articolo e cercarle in
coppia di stilare una lista di alimenti che potrebbero
contesto per dedurne il significato. Se dimostrano di
preparare utilizzando la macchina del pane.
non avere chiaro il significato delle parole, invitateli
a cercare la definizione su un dizionario monolingue
per poi tradurle. Potreste proporre agli studenti Idee extra
di scrivere delle frasi con ognuna delle parole del
Durante la produzione orale al punto C, potete
quadro per fissare il significato in modo più efficace.
chiedere alle coppie di aggiungere due strumenti a
F. Sollecitate gli studenti a lavorare a coppie per ogni profilo. Potete poi elaborare in plenaria la lista
fare gli abbinamenti. Qualora non siano in grado dei ferri del mestiere del cuoco tradizionale e del
di farlo, possono chiedere aiuto a voi o consultare cuoco tecnologico secondo quanto emerso in classe.
un dizionario monolingue. Una volta corretto
BB Esercizi p. 97 n. 5 e 6; p. 98 n. 5 e 6;
l’abbinamento in plenum, invitate ogni coppia a
p. 223 n. 7 e 12; p. 224 n. 13
elaborare una definizione dell’uso. Nella messa in
comune, arrivate a creare, con i vari contributi, delle
definizioni precise e corrette.

60
5
CI Compito intermedio Gambero Rosso e se sì, in che contesto. Poi invitate a
leggere l’introduzione all’intervista in cui scopriranno
Spiegate agli studenti che dovranno svolgere
che cos’è esattamente il Gambero Rosso. Dopo aver
questo compito in autonomia. Una volta scelto un
chiarito e condiviso informazioni su questa azienda
utensile che desiderano per la loro cucina, invitateli
molto importante a livello cultura gastronomica in
a elaborare una scheda descrittiva in cui compare il
Italia, spiegate che dovranno proseguire la lettura
materiale di cui è composto, una breve descrizione
e completare l’intervista con le domande fornite
dello stesso e le sue modalità d’uso. Invitate anche a
nell’attività. Leggete insieme le domande e assicu-
elaborare dei consigli per utilizzarlo nel modo più ef-
ratevi che tutti ne abbiano compreso il significato.
ficiente possibile e a specificare le ricette per le quali
Concentratevi sulle domande che potrebbero
risulta particolarmente utile.
costituire una sfida più ardua come "avere risonanza
La presentazione potrebbe comprendere anche di
internazionale’”. Date agli studenti il tempo di
ricordi o aneddoti che giustificano la scelta dell’u-
leggere in autonomia il testo e di completare l’inter-
tensile da parte dello studente. Dopo la presentazio-
vista con le domande elencate. Poi, proponete un
ne di ogni studente, chiedete loro di votare l’oggetto
primo confronto a coppie seguito dalla correzione in
più interessante, secondo loro.
plenaria.
C. Invitate gli studenti a concentrarsi sulle parole
evidenziate in azzurro nel testo al punto B. Spiegate
4. QUANDO IL CIBO FA SPETTACOLO loro che si tratta di termini relativi al mondo della
cucina, quindi consigliate di lavorare singolarmen-
te o in gruppo con un dizionario monolingue per
Obiettivi dell’attività capirne il significato. Esortateli poi a tradurre nella
loro lingua.
L’attività si propone di fornire agli studenti gli
strumenti necessari per descrivere un programma D. Sollecitate gli studenti a leggere le domande
o un evento gastronomico attraverso la presenta- presenti nella consegna e date loro del tempo per
zione del lessico della gastronomia. Si presentano il riflettere e per cercare informazioni. Chiedete
connettivo perché per introdurre causa o fine e la di annotare gli elementi principali: sede, anno di
costruzione da + infinito. fondazione, nome dei riconoscimenti e di eventuali
produzioni, ecc. Infine, esortateli a condividere le in-
Riscaldamento formazioni con un compagno.
E. Spiegate alla classe che nel testo ci sono delle
Potete mostrare un video dal canale Youtube Ma-
frasi evidenziate in giallo utili per riflettere sull’uso
sterchef Italia, ad esempio la promo con l’arrivo dei
del connettivo perché. Chiarite che in italiano
giudici di Masterchef al casting della sesta stagione
questo connettivo acquisisce diverse funzioni in
I giudici arrivano al Supercasting. Non spiegate
base alla struttura frasale nel quale viene inserito.
di cosa si tratta, aspettate la fine della visione.
Chiedete agli studenti di rileggere le frasi sottoline-
Quindi dopo che avranno riconosciuto il formato
ate e di provare a riformularle utilizzando un altro
del programma, spiegate che i quattro giudici sono
connettivo. Date loro il tempo di elaborare quanto
persone impegnate in diversi campi della cucina
avete chiesto e leggete in plenaria le proposte
(tre chef e un imprenditore culinario) e che sono
correggendo o avvalorando quanto emerge.
diventati molto famosi grazie a vari programmi di
L’obiettivo di questa fase è far emergere il valore
cucina. Chiedete agli studenti se anche nei loro Paesi
finale del connettivo perché. Chiedete agli studenti
i programmi di cucina sono molto popolari e se ci
di riflettere su quale sia l’elemento grammaticale
sono cuochi mediatici.
che suggerisce il valore finale della congiunzione al
posto del valore causale, tradizionalmente attribuito
Svolgimento al perché. Invitate quindi a individuare quale modo
verbale compare e a creare due esempi di frasi con
A. Chiedete agli studenti se conoscono il nome perché causale e finale. Correggete in plenum.
di programmi, di siti Web o di riviste italiane che
F. Anticipate che ascolterete l’intervista in cui uno
parlano di cucina. Potete parlarne in plenaria oppure
chef, che lavora per la Città del gusto di Torino,
far lavorare a coppie o piccoli gruppi.
commenta i gusti degli italiani e le nuove tendenze
B. Chiedete se qualcuno ha sentito parlare del in fatto di cucina. Leggete insieme le domande

61
Unità 5
e le proposte di completamento concentrandovi BB Esercizi p. 97 n. 6 e 7; p. 99 n. 7 e 8;
sugli elementi che potrebbero rivelarsi più ostici p. 223 n. 8, 9 e 10; p. 224 n. 14 e 15; p. 225
sul piano della comprensione come l’uso del verbo
contaminare o l’aggettivo intramontabili. Prima
dell’ascolto, potete proporre agli studenti di indicare CI Compito intermedio
in un foglio la risposta che secondo loro è corretta
Spiegate agli studenti che dovranno lavorare au-
fornendo una motivazione. Questa fase propedeu-
tonomamente per organizzare un evento gastro-
tica li potrebbe aiutare a usare parole che verranno
nomico. Per decidere i vari aspetti di tale evento,
poi udite nell’intervista.
spingeteli a riguardare la locandina al punto G per
Annunciate loro che ascolteranno due volte l’inter-
capire quali sono gli elementi principali che devono
vista: nel primo ascolto è opportuno prestino at-
comparire nel programma. Esortateli a effettua-
tenzione a quanto detto prendendo appunti; date
re una breve presentazione per dare delle infor-
loro qualche minuto tra il primo e il secondo ascolto
mazioni in merito al dominio d’interesse ovvero
affinché possano fare le proprie ipotesi e provino a
a quale aspetto della cucina si faccia riferimento
rispondere. Al secondo ascolto potranno conferma-
(cucina tipica, street food, cucina etnica, pasticceria,
re quanto scelto. Correggete in plenaria.
enologia, ecc...). Fate notare che dovranno indicare
Dopo la correzione in plenum, chiedete se si aspet-
anche luogo, date, orari, attività, ecc.
tavano le risposte date dallo chef o se sono stupiti
Suggerite di trattare aspetti della cucina cui sono
da quanto emerso dall’intervista.
appassionati affinché il compito rispecchi il loro
G. Potete decidere di fare lavorare gli studenti a gusto e la loro personalità.
coppie o in piccoli gruppi. Spiegate che devono
B Grammatica, Parole e
leggere la presentazione delle attività del festival e
Suoni vedere p. 16 della Guida
riflettere su quale sia la più adatta da consigliare ai
tre profili di persone proposti nell’attività. Leggete
insieme i tre profili perché gli studenti possano
fare domande nel caso non abbiano capito alcune SALOTTO CULTURALE
parole come per esempio “esigenze dietetiche”.
Date il tempo di leggere e di abbinare i profili con le
attività. Infine, invitate a giustificare in forma scritta Obiettivi dell’attività
la propria decisione e a condividerla con la classe.
L’obiettivo dell’attività è approfondire un aspetto
H. Invitate a osservare in contesto le quattro profondamente legato alla cultura culinaria italiana
espressioni sottolineate nel testo al punto G. Chiedete ovvero il mercato inteso sia come luogo fisico che
agli studenti di riflettere in gruppo su una possibile come realtà culturale e sociale.
riformulazione delle frasi per capire a cosa corri-
spondano. Date loro il tempo di elaborare quanto Riscaldamento
richiesto e leggete insieme. Potete fare riferimento
al relativo paragrafo nella grammatica a p. 96. Iniziate l’attività con una piccola indagine chiedendo:
Dove andate di solito a fare la spesa?
I. Chiedete agli studenti di rispondere alle domande
Quando siete in viaggio, dove mangiate o dove
a coppie. Poi potreste fare un’indagine generale per
comprate il cibo?
capire quale delle attività ha più successo.

Svolgimento
Idee extra
Proponete alla classe un’attività di fissazione del A. Invitate gli studenti a guardare la fotografia
lessico distribuendo il cruciverba contenuto nella che rispecchia perfettamente il titolo del testo: un
SCHEDA 11. tripudio di colori, profumi e sapori. Chiedete loro
Le soluzioni sono: 1. enogastronomia; 2. appassiona- di pensare ai mercati dei loro Paesi e di provare a
to; 3. enoteca; 4. palato; 5. degustazione; 6. osteria; descriverli con tre parole, siano esse aggettivi, verbi
7. ricettario; 8. marchio o nomi. Date loro il tempo di riflettere o cercare la
traduzione delle parole a cui stanno pensando e
SCHEDA 11 leggete insieme quanto hanno scritto. Riportate le
parole alla lavagna dividendole per tipologia gram-
maticale: aggettivi, verbi e nomi. Questa prima fase

62
5
vi aiuterà a esplicitare parole apprese nel corso CF Creare un evento gastronomico
dell’unità e che saranno utili successivamente. dedicato a una regione italiana
B. Sollecitate gli studenti a leggere il testo. Chiedete Riscaldamento
loro di sottolineare quali sono gli elementi presenti
nel testo che maggiormente li colpiscono e di Prima di cominciare l’attività scrivete alla lavagna
annotarli nella scheda. Invitateli quindi a confron- evento gastronomico e rinfrescate in plenaria quali
tarsi con un compagno o con il gruppo. sono gli aspetti più importanti per creare un evento
gastronomico di successo. Annotate le informazioni
C. Suggerite di svolgere questa attività dividendo un
alla lavagna in modo che possano osservarle durante
foglio in due parti: mercato in Italia e mercato nel
la realizzazione delle diverse fasi del progetto finale.
mio Paese. Invitateli, quindi, a pensare alle diverse
caratteristiche che possono identificare con pa-
role-chiave e potete proporre di selezionare delle Svolgimento
immagini o dei video che mostrino le differenze. È in-
teressante, infatti, notare come in alcuni Paesi come A. Dividete la classe in gruppi di 3 o 4 studenti. Ogni
i Paesi arabi o la Cina vige la contrattazione, mentre gruppo deve scegliere una regione italiana che sarà
in alcune regioni d’Italia risulta essere una pratica la protagonista del proprio evento gastronomico.
sgradita. Una volta completata la lista di caratteri- Invitate gli studenti a pensare alle regioni italiane
stiche e differenze, invitate gli studenti a presentare che hanno visitato o che amerebbero conoscere più
quanto hanno prodotto al resto della classe. approfonditamente nell’ambito culinario. Questo
potrà mantenere alta la motivazione durante le fasi
D. Avvisate gli studenti che ascolteranno delle
di ricerca e elaborazione della locandina dell’evento.
interviste in cui quattro persone danno delle
Per evitare di avere doppioni durante la fase di pre-
motivazioni circa la scelta di fare la spesa al mercato.
sentazione, sarebbe opportuno chiedere ai diversi
Prima di iniziare, chiedete loro di elaborare delle
gruppi di dirvi quale regione hanno scelto prima di
ipotesi e invitateli a reimpiegare il lessico che hanno
cominciare il lavoro di ricerca delle informazioni.
acquisito nell’unità. Riportate alla lavagna quanto
Lasciate loro il tempo di confrontarsi per qualche
emerge e spiegate loro che ascolteranno l’intervista
minuto e scrivete alla lavagna il nome del gruppo e
due volte: la prima volta per un ascolto più generale
la regione scelta, in modo che tutti siano al corrente
e la seconda per un ascolto più dettagliato. Dopo il
del progetto degli altri gruppi e non ci siano doppioni.
completamento correggete in plenum.
B. In questa fase di ricerca delle informazioni, è
E. Invitate gli studenti a pensare a un mercato della
necessario dividersi i compiti per rendere efficace
loro città e spiegate loro che dovranno elaborare una
il lavoro di organizzazione. Proponete loro di fare
descrizione approfondita per presentarlo alla classe.
delle ricerche su Internet per trovare: i prodotti
Specificate che è necessario inserire alcune informa-
locali, le specialità, le ricette tradizionali, le origini
zioni come: i prodotti tipici, il luogo e i giorni. Invitateli
e le curiosità di alcune ricetta, ecc. della regione
anche a proporre alcune curiosità sul mercato
prescelta. Ognuno raccoglie informazioni e si prepara
prescelto. Incitate a cercare foto e video dal momento
a condividerle con il gruppo. Invitateli a dividersi i
che il mercato è anche lingua e l’atteggiamento.
compiti come in una vera e propria agenzia di orga-
nizzazione eventi, ricordando loro che ogni studente
dovrà revisionare le parti degli altri in modo da
COMPITI FINALI rispettare una linea comunicativa e organizzativa.
C. Lasciate il tempo per la condivisione e invitate
CF Obiettivi della sezione ciascun gruppo a riflettere sul modo in cui intendono
promuovere la gastronomia delle regione prota-
L’obiettivo di questa sezione è riutilizzare creati-
gonista dell’evento. Esortateli a pensare anche
vamente le strutture e il lessico appresi nel corso
agli aspetti più pragmatici del loro evento come
dell’unità al fine di realizzare due progetti. Al termi-
la durata, la location, la possibilità di proporre
ne di questa unità gli studenti devono essere capaci
workshop, atelier di iniziazione alla cucina tradi-
di organizzare un evento gastronomico dedicato a
zionale, conferenze di nomi conosciuti nell’ambito
una regione italiana di loro scelta in collaborazione
della gastronomia locale o nazionale e l’eventuale
con i compagni e di scrivere, individualmente, la ri-
presenza di spazi adibiti al commercio dei prodotti
cetta di una loro specialità culinaria.
tipici regionali.

63
Unità 5
D. Per presentare il proprio evento al resto della Svolgimento
classe devono realizzare una locandina dell’evento
che hanno ideato. Consigliate loro di utilizzare A. Annunciate agli studenti che questo progetto
immagini, grafica e slogan o frasi a effetto in modo prevede un lavoro individuale che ha come
da renderla più accattivante dal punto di vista co- obiettivo quello di scrivere la ricetta di un piatto
municativo. Dopo la messa in comune, la classe che sanno cucinare molto bene e che è divenuta la
dovrà selezionare la presentazione più interessante. loro specialità. Prima di cominciare, invitate ogni
studente a scegliere un piatto che cucina bene e
Idee extra chiedetegli di elencare tutti gli ingredienti necessari
per preparare la ricetta scelta, per 4 persone.
Vista la ricchezza di informazioni e l’importanza Ricordate che non è necessario scegliere qualcosa
della creatività degli studenti per la realizzazione di molto complicato, ma piuttosto un piatto che
di questo lavoro di gruppo sarebbe interessante conoscono bene e che amano molto cucinare ai loro
prevedere una cartina dell’Italia su cui appendere le amici o alla loro famiglia.
locandine in corrispondenza della regione trattata.
B. Chiedete di scrivere i procedimenti da seguire
Sarà un input che potrete tenere in classe e foto-
per eseguire la ricetta, arricchendo la propria pre-
grafare e condividere nello spazio virtuale del corso.
sentazione con consigli e accorgimenti che possano
Per quel che riguarda la proposta più interessante
rendere il piatto davvero perfetto.
si potrebbe inviare la versione definitiva della pre-
sentazione elaborata alla Regione prescelta al fine C. Spiegate che possono proporre foto della prepa-
di mettere in risalto la creatività e la capacità orga- razione e del prodotto finito, oppure fare un breve
nizzativa degli studenti. Potrebbe essere interes- video. Invitateli a scrivere anche le istruzioni su come
sante per gli studenti vedere le reazioni dell’ufficio impiattare e presentare il piatto ai commensali.
stampa della regione che hanno scelto. Se si intende
D. Quando ogni studente avrà redatto la propria
mettere in atto questa parte del progetto, vi consi-
ricetta potrà condividerla con il resto della classe
gliamo di prendere contatto con gli uffici regionali in
appendendola in bacheca. Per verificare che le ca-
anticipo perché siano al corrente dell’intero progetto
ratteristiche strutturali della ricetta siano state
e possano organizzarsi per rispondere.
rispettate e che non ci siano errori liguistici, fate
Se questa parte del progetto vi sembra troppo
lavorare la classe a coppie, chiedete agli studenti di
ambiziosa, potete inviare la proposta più interes-
leggere la ricetta di un compagno e di sottolineare
sante al Centro di Cultura Italiana della propria città,
eventuali errori proponendone la correzione. Sarete,
o a quello più vicino. Anche in questo caso consiglia-
poi, voi a riguardarli per la correzine definitiva.
mo di prendere contatto in anticipo con i referenti.
Per fare in modo che ci sia una vera e propria in-
terazione orale, proponete di confrontarsi a piccoli
CF Scrivere la ricetta di una tua specialità gruppi facendosi domande sulle ricette presentate,
commentandole o dando dei suggerimenti su come
Riscaldamento migliorarle, per esempio.
In preparazione allo svolgimento del compito pote-
te proporre il video 5 Cucinare con gli avanzi ccome Idee extra
strumento di ripasso e di ispirazione. Potete fare
riferimento alla guida per la relativa Scheda video. 1. Sarebbe interessante e motivante se gli studenti
Consigliate anche di riguardare la struttura delle ri- potessero preparare un piccolo ricettario di classe.
cette viste nella prima unità di lavoro Preparazio- Si tratterebbe di acquistare una rubrica dove ognu-
ne e cottura. Sollecitateli a riguardare le modalità no di loro possa riscrivere la propria ricetta appor-
attraverso le quali sono state strutturate le ricette tando le eventuali correzioni. Il ricettario di classe
presentate nel libro, i connettivi che servono a or- resterà in aula a disposizione di tutti gli studenti.
dinare le diverse fasi della preparazione del piatto e
i verbi che si utilizzano più frequentemente per de- 2. Come suggerito nel riquadro delle proposte per
scrivere i vari procedimenti di una ricetta. lo spazio virtuale della classe, gli studenti potrebbe-
ro registrare un video della loro ricetta e pubblicar-
lo sul sito della scuola o su un blog che l’insegnante
può aprire per la propria classe in occasione di que-
sto progetto finale.

64
5
Soluzioni
G.

gli indicatori temporali 5  p.96

indicare nel frattempo, a


1. La cucina in parole contemporaneità: questo punto, mentre.

B.
indicare un’azione per prima cosa,
utensili da ingredienti azioni in cucina
cucina precedente: innanzitutto, appena.

infornare indicare un’azione dopo, dopodiché, poi,


mestolo burro mescolare successiva: successivamente.
ricettario mandorle aggiungere
cucchiaio zucchero assaggiare
terrina farina cuocere
H.
infornare secca; morbida; saporita; croccante; soffice.
I.
2. La cucina degli avanzi
volerci e occorrere 5  p. 96
C.
ci vuole e occorre + nome singolare
il gerundio modale e temporale 5  p. 96
ci vogliono e occorrono + nome plurale
Funzione proponendo, adottando,
modale:“come?” muovendo, utilizzando, arrotolando
L.
Funzione temporale: rileggendo, confrontando, Il piatto dell'immagine è la pappa al pomodoro.
“quando?” sfogliando
Ingredienti: pomodori ben maturi, brodo vegetale,
pane raffermo, basilico, aglio, olio di oliva, pepe, sale.
Preparazione:
D.
Prima di tutto lavate, pelate e tagliate i pomodori
proponendo B proporre
a cubetti, poi metteteli in padella con un filo d’olio
adottando B adottare
e due spicchi d’aglio. Fateli cuocere a fuoco lento
muovendo B muovere
e girate utilizzando un mestolo di legno. Mentre i
utilizzando B utilizzare
pomodori cuociono, tagliate il pane e immergetelo
arrotolando B arrotolare
nel brodo caldo.
rileggendo B rileggere
Dopo qualche minuto, toglietelo dal brodo e
confrontando B confrontare
aggiungetelo al pomodoro.
sfogliando B sfogliare
A questo punto, insaporite unendo sale e pepe
E. quanto basta. Ah, non dimenticate il basilico!
Girate costantemente per 15 minuti circa, fino
a quando le molliche sono quasi disfatte e la
PREPARAZIONE: COTTURA:
“pappa” comincia a prendere forma; lasciate che
sbattere saltare
alcuni pezzi di pane rimangano più grossi, sono
aggiungere scottare
comunque morbidissimi!
mescolare friggere
amalgamare cuocere 3. Passaverdura o frullatore?
unire soffriggere
B.
coprire
a.  bilancia digitale
tritare
b.  passaverdure
arrotolare
c.  mattarello
tamponare
d.  frullatore
aggiungere
e.  termometro a sonda
chiudere
f.  affettatrice
preparare
g.  mezzaluna
servire
h.  mortaio
girare

65
Unità 5
D. E.
Esprimere un fine.
il connettivo perché 5  p. 96
E. perché + frase con verbo al congiuntivo esprime fine

stendere B schiacciare un impasto per


renderlo sottile F.
passare B creare una crema eliminando le 1.  amano la sperimentazione.
parti più dure 2.  con salse di vario tipo.
tagliare a fette 3.  un’usanza passata.
affettare B
4.  si adattano lentamente alle esigenze salutiste.
frullare B sbattere con un frullatore fino a
creare una crema G.
pesare B misurare il peso 1.  Cosa mettiamo in tavola
2.  Soffice come il pane!
F. 3.  Il buongiorno si vede dal mattino
1.  grattugia 3.  mestolo
2.  padella 4.  tagliere
Grammatica
G.
1. 2.
1.  L’utensile serve per fare il pane in casa.
a.  4 (valore modale) a.  guardando
2.  Anna vuole fare il pane ai cereali.
b.  5 (valore temporale) b.  Usando
Le varie fasi di preparazione della ricetta sono:
c.  1 (valore modale) c.  Seguendo
- prendere gli ingredienti, pesarli e metterli nella
d.  3 (valore temporale) d.  Promuovendo
macchina.
e.  2 (valore modale) e.  Andando
- selezionare il programma e lasciare che la
f.  Ascoltando
macchina prepari l’impasto.
3.  Il menù dei due amici prevede pizza con la farina 3.
di farro, accompagnata dal Chianti.
H. Patate al forno
una macchina per fare il pane
Innanzitutto scaldate il forno a 200 gradi. Nel
La particella CI ha funzione di pronome frattempo, pelate, lavate e tagliate a spicchi le
dimostrativo neutro e sostituisce ciò, quello (=la patate. Quindi, conditele con olio, sale e pepe. A
macchina per fare il pane). questo punto, mettetele in forno e lasciatele cuocere
I. per trenta minuti. Poi, lavate e asciugate il rosmarino
che userete per aromatizzare a fine cottura.
alcuni usi della forma riflessiva5  p. 96

Pronome riflessivo Pronome diretto Verbo 4.


La crema di ricotta e pistacchi è una delizia
me lo (il pane) mangio della cucina piemontese. Che cosa occorre per
me lo (il pane) faccio prepararla? Occorrono 250 gr ricotta piemontese.
te la (la pizza) preparo Occorrono 40 gr zucchero. Ci vogliono 30 gr
pistacchi sgusciati. Occorre / Ci vuole un’arancia.
ce la (la bottiglia) beviamo
5.
4. Quando il cibo fa spettacolo a.  Ci mangiamo un bel gelatone?
b.  Ci facciamo una pausa e ci prendiamo un caffè.
B.
c.  Ho deciso: mi compro la macchina per fare il pane.
1.  Che cosa sono le Città del gusto?
d.  Questa enoteca è ottima: ci beviamo un buon vino?
2.  Quali sono le novità in casa Gambero Rosso?
e.  Emiliano mi ha mandato la ricetta, dopo cena me
3.  Di cosa si tratta esattamente?
la leggo con calma.
4. Quali sono i premi d’eccellenza assegnati dal
Gambero Rosso? 6.
5.  Hanno risonanza internazionale? a.  ce lo c.  Me lo e.  ve li
b.  te la d.  se lo f.  se le

66
5
7. u Come io? Ci vuole tempo per tagliare le melanzane
a.  voglio; b.  possano; c.  dimostrino/presentino; a cubetti e friggerle…
d.  rappresentano v Appunto! Tu il venerdì finisci di lavorare un’ora prima!
u Aspetta un po’… Io dopo il lavoro devo andare a

Parole correre nel parco.


v Appunto, amore: dopo una bella corsa, pieno di
1. adrenalina, ti metti in cucina. Poi, quando arrivo,
a.  pelare; b.  tagliare; c.  grattugiare; d.  mescolare cucino io la pasta.
e.  sbattere; f.  stendere; g.  cuocere; h.  friggere u Va bene… però dopo cena ti toccano i piatti!
i.  infornare
2. Suoni
Pappa al pomodoro
1.
1  
Prima lavate, pelate e tagliate i pomodori a cubetti.
[r] [l]
2  
Poi metteteli in padella con un filo d’olio e due
a X
spicchi d’aglio.
b X
3  
Fateli cuocere a fuoco lento.
c X
4  
Mentre i pomodori cuociono, tagliate il pane e
d X
immergetelo nel brodo caldo.
e X
5  
Dopo qualche minuto toglietelo dal brodo e
f X
aggiungetelo al pomodoro.
g X
6  
A questo punto, quando tutti gli ingredienti sono
h X
in padella, insaporite unendo sale, pepe e basilico.
i X
7  
Girate costantemente per 15 minuti circa, fino
l X
a quando le molliche sono quasi disfatte e la
“pappa” comincia a prendere forma. 2.
a.  polpette; b.  crostata; c.  scamorza; d.  utensile
3.
e.  pentola; f.  erbe; g.  salumi ; h.  sapore
Spaghetti alla zucca
Tagliate (1) la zucca a dadini e tritate (2) finemente 3.
la cipolla. Poi, saltate (3) in padella per circa a.  Per prima cosa sbattete le uova e aggiungete
30 minuti. Di tanto in tanto mescolate(4) e, se lentamente il latte e il parmigiano.
necessario, aggiungete (5) un bicchiere d’acqua. b.  Utilizzando un mestolo, aggiungete le uova e il
Nel frattempo, cuocete la pasta al dente, scolatela. parmigiano e mescolate bene.
Infine, cuocete (6) gli spaghetti in padella con la c.  Che buona questa crostata, me la mangio tutta!
zucca. E adesso... il vostro piatto è pronto! d.  Questi premi sono diventati un traguardo ambitissimo
e un marchio di garanzia per il consumatore.
4.
e.  Il nostro obiettivo è educare al gusto perché
1.  liquido ≠ cremoso; 2.  saporito ≠ insipido;
tutti possano migliorare e approfondire la
3.  gustoso ≠ disgustoso; 4.  fresco ≠ vecchio;
bellezza e la bontà della cucina.
5.  secco ≠ morbido
5.
a.  padella; b.  mortaio; c.  mattarello: d.  bilancia;
Salotto Culturale
e.  mezzaluna D.
9. motivazioni
v Amore, cosa mangiamo stasera? Il mercato offre frutta e verdura di stagione,
1.
uA  bbiamo il sugo di pomodoro avanzato di ieri… fresche e genuine.
v No, un’altra volta pasta al pomodoro?!
Posso avere un rapporto diretto con il venditore
uN  o, no…Aspetta, possiamo aggiungerci le 2. e prenotare i miei prodotti, così quando arrivo li
melanzane e fare una bella pasta alla norma! trovo già pronti.
v Mm, questa è un’ottima idea! Ma non serve anche
la ricotta salata? Al mercato è possibile trovare prodotti a chilometro
3.
uS
zero: più freschi, economici ed ecosostenibili.
 ì… puoi controllare se ce l’abbiamo?
v Ok, aspetta. Sì, eccola! Quindi, cucini tu, giusto? 4. Il mercato racchiude storia e tradizione.

67
Unità 5
Video 5: Cucinare
confrontandosi a coppie prima di passare alla con-
divisione e alla correzione. Assicuratevi che il lessico

con gli avanzi


trattato sia conosciuto da tutti.

6. Spiegate che è il momento di attivare la propria


Il video 5 è uno strumento utile per ripassare e con- creatività per inventare una ricetta in cui riutilizza-
solidare l’uso del lessico relativo alla cucina e per re almeno tre degli ingredienti proposti dall’attività.
familiarizzare con la tipologia testuale delle ricet- Devono indicare: quantità, utensili utilizzati e pro-
te. Per questo motivo, potreste proporlo al termine cedimento. Potranno lavorare individualmente o a
dell’unità, come attività preparatoria al compito fi- coppie. Lasciate agli studenti il tempo necessario per
nale individuale. svolgere l’attività e fare brevi ricerche su Internet,
Anticipate agli studenti che stanno per vedere un vi- poi invitateli a condividere le ricette con tutta la clas-
deo in cui un blogger inglese appassionato di cucina se. Potete proporre la creazione di un ricettario della
italiana prepara una ricetta. Per rompere il ghiaccio, classe che potrete arricchire durante tutto il corso.
potreste chiedere agli studenti la loro opinione su
programmi e blog di cucina: li seguono? Li trovano
utili? Quale tipo di informazioni vorrebbero trovare?
1. Mostrate il video e lasciate agli studenti il tempo di Soluzioni
rispondere individualmente alle domande e di con-
frontarsi a coppie prima di passare alla correzione. 1.
1. 
David propone la ricetta della torta di pane, fatta
2. Chiedete agli studenti di leggere le parole propo-
con gli avanzi.
ste dall’attività e di guardare di nuovo il video facen-
2. 
Gli ingredienti sono: pane, uova, latte,
do attenzione a quali utensili da cucina vengono usa-
parmigiano, formaggio, pomodori e prosciutto
ti per la preparazione della ricetta. Date il tempo per
cotto. Per condire bisogna usare: sale, pepe,
svolgere l’attività individualmente, poi passate alla
origano e olio d’oliva.
condivisione con tutta la classe. Scrivete alla lavagna
il lessico emerso e assicuratevi che il significato sia 2.
chiaro per tutti. Se lo ritenete opportuno, potete far
1.  paletta 6.  padella
descrivere la funzione di ciascun utensile della lista.
3.  coltello 9.  terrina
4.  tagliere
3. Spiegate che adesso dovranno scrivere la ricetta
per preparare la torta di pane. Per farlo, guarde- 3.
ranno nuovamente il video e potranno aiutarsi con
(Possibile soluzione)
la lista di espressioni proposta dall’attività. Invitate
Per prima cosa tagliate il pane a cubetti e mettetelo
all’utilizzo degli indicatori temporali adatti e, se lo ri-
in una terrina. Poi versate il latte e aggiungete
tenete opportuno, scrivetene alcuni alla lavagna. Po-
un uovo, un pizzico di sale, un po’ di pepe e
treste prendere spunto dalla grammatica a p. 96. Gli
una manciata di parmigiano. A questo punto,
studenti lavoreranno individualmente prima di pas-
impastate con le mani fino a ottenere un impasto.
sare alla messa in comune e alla correzione, durante
la quale interverrete per risolvere eventuali dubbi. In una padella versate un filo d’olio e metà
dell’impasto. Sopra fate uno strato con le fette di
4. Dividete la classe in coppie o in piccoli gruppi e in- prosciutto, il formaggio e i pomodori; infine, ricoprite
vitateli a commentare la ricetta del video: è gustosa completamente con la seconda metà dell’impasto.
e semplice da preparare? È utile per riciclare gli avan- A questo punto, mettete la padella sul fuoco e
zi? Se ne possono fare delle varianti aggiungendo o cuocete l’impasto. Quando è cotto, tagliate e servite.
cambiando qualche ingrediente? Lasciate loro il tem- 5.
po necessario per scambiarsi le proprie opinioni e poi
1.  pizzico 4.  spicchio
invitateli a condividerle con tutta la classe. Annotate
2.  filo 5.  manciata
alla lavagna le varie proposte (ingredienti, utensili…)
3.  cubetti 6.  fette
e assicuratevi che il significato sia chiaro a tutti.

5. Chiedete agli studenti di completare le frasi con


le parole proposte lavorando individualmente e poi

68
6

Obiettivo Lavoro
OBIETTIVI CONTENUTI
CF COMPITI FINALI GRAMMATICA
••Partecipare a un recruiting day Il congiuntivo imperfetto; il periodo ipotetico della
•• Redigere una lettera di motivazione possibilità; esprimere desideri; esprimere obbligo e
necessità.
CI COMPITI INTERMEDI LESSICO
••Fare la classifica delle inclinazioni di studio
Il lessico del lavoro e della formazione; il lessico delle
della classe
qualità personali e professionali; i segnali discorsivi
•• Verificare le competenze trasversali di
dimmi, dica, bene.
un compagno
•• Scegliere un’offerta di lavoro FUNZIONI COMUNICATIVE
Parlare delle proprie abilità e competenze; esprimere
desideri; fare ipotesi possibili.
TIPOLOGIE TESTUALI:
Chat; test; conversazione; lettera di motivazione;
annuncio di lavoro; intervista; articolo.

Prima di cominciare l’unità Svolgimento


Informate gli studenti che in questa sesta unità si A. Chiedete agli studenti di osservare l’immagine
parlerà di lavoro e formazione. Prima di aprire il ma- e interrogateli sul tipo di situazione ritratta nella
nuale, potete proporre una fase di brainstorming at- foto. Formate delle coppie e proponete di descrivere
traverso il quale riattivare il lessico relativo al mon- luogo, abbigliamento, oggetti che vedono rappre-
do del lavoro e dello studio. Potete anche chiedere sentati. In questo modo solleciterete il reimpiego
se qualcuno ha già avuto delle esperienze lavorati- di lessico già visto nei livelli precedenti in contesti
ve, in quale ambito e per quanto tempo. Annotate differenti. Poi, invitateli ad associare le parole della
alla lavagna il lessico utile. nuvola all’immagine. Spiegate che se non conoscono
alcune parole, potranno lavorare con il dizionario a
breve, nelle fasi successive.

1. IL LAVORO IN PAROLE B. Chiedete di rileggere le parole della nuvola e


quelle eventualmente citate durante il confronto con
il compagno, e invitateli a completare le categorie
Obiettivi dell’attività proposte nel quadro.
C. Dopo aver concluso il lavoro individuale di com-
L’attività propone un lavoro sul lessico inerente al
pletamento sollecitateli a confrontare le proprie
tema della formazione (scolastica e universitaria) e
liste con quelle di un compagno. Date del tempo
del mondo del lavoro.
agli studenti per rivedere insieme tutte le infor-
mazioni raccolte fino a questo punto e per cercare
Riscaldamento sul dizionario eventuale lessico sconosciuto. Poi,
procedete alla verifica in plenaria.
Invitate la classe ad aprire il libro e a osservare il
titolo dell’unità Obiettivo lavoro. Arrivate con loro a D. Tornerete su questo punto una volta conclusa
dedurre che evoca la situazione di persone che han- l'unità, prima della realizzazione dei compiti finali,
no finito o si stanno avvicinando alla fine del proprio se lo ritenete opportuno. Proponete agli studenti
percorso formativo e si interessano alle possibilità di trasformarsi in redattori e ideare una nuova
lavorative prossime. versione per questa doppia pagina di apertura:

69
Unità 6
possono proporre e cercare nuove fotografie, creare di quattro tappe del sistema educativo italiano.
una nuvola di parole di forma e contenuto diverso Spiegate che dovranno scrivere la tappa formativa
e inventare un nuovo titolo per l'unità. Qual è la corrispondente a ciascuna delle 4 informazioni
proposta più convincente? Fatela votare alla classe. proposte nella registrazione. Lasciate loro il tempo
di annotare le parole chiave durante il primo ascolto
Idee extra e di procedere all’attività di abbinamento solo dopo
il secondo ascolto. Se necessario, fate ascoltare
Per fissare il lessico potete proporre un gioco a squa- la registrazione una terza volta per verificare la
dre. Alla metà dei componenti di ciascuna squadra correttezza delle loro risposte. Successivamente,
assegnate 5 parole tra quelle della nuvola. L’altra procedete alla correzione in plenaria.
metà della squadra non deve vedere di quali parole
C. Chiedete agli studenti di leggere i post e di sotto-
si tratta. Coloro che hanno il foglio con le 5 parole
lineare con due colori differenti gli aspetti positivi
devono farle indovinare al resto della squadra, for-
e negativi del rendimento scolastico. Date loro il
nendone la definizione. Per esempio, uno studente
tempo di leggere il testo e chiarite il significato delle
ha la parola colloquio e deve provare a far capire ai
parole che potrebbero impedire la comprensio-
compagni di squadra di che parola si tratta dicendo,
ne globale e l’esecuzione dell’attività (ad esempio
ad esempio, "è un incontro con il direttore che può
posto in banca, marinare la scuola, bocciare). Una
sceglierti o no per un lavoro". Vince il gruppo che ha
volta terminato il lavoro individuale, sollecitate gli
indovinato tutte le parole nel minor tempo possibile.
studenti a confrontarsi con un compagno. Infine,
verificate e correggete con tutta la classe.
D. Lasciate lavorare al completamento del quadro
2. IL SISTEMA EDUCATIVO seguito, se lo ritenete utile, dal lavoro di traduzione
nella loro lingua. Poi, invitate a osservare la lista
delle espressioni annotate per trovare similitudi-
Obiettivi dell’attività ni e differenze. Evidenziate l’uso di andare e essere
e sollecitateli a fare attenzione alle preposizioni in
Gli studenti amplieranno il lessico per descrivere il
grassetto. Potete approfittare di questo momento
sistema educativo in Italia. Impareranno a utilizzare
per fare un ripasso generale sull’uso delle preposi-
alcune espressioni utili per parlare delle esperienze
zioni semplici e della formazione delle preposizioni
nel percorso formativo come andare bene/male e
articolate.
essere/non essere bravo.
Lasciate che siano loro a trovare la regola e da cosa
dipende la scelta della preposizione semplice (la pre-
Riscaldamento posizione cambia a seconda se le espressioni sono
seguite da un verbo o da un sostantivo). Dopodiché
All’inizio dell’attività chiedete agli studenti se sanno
potete effettuare in plenaria un bilancio grammati-
come funziona il sistema educativo italiano. Se nes-
cale e metalinguistico.
suno lo conosce, lasciate che lo scoprano attraverso
le diverse attività proposte da questa sezione. In E. Fate lavorare a coppie o in piccoli gruppi. Per
questo caso interrogateli sul sistema educativo del spingerli a interagire efficacemente, potete chiedere
loro Paese d’origine. di arricchire questa attività con il racconto del proprio
percorso di studi e a trovare i punti in comune sulle
Svolgimento materie in cui spiccavano di più o i momenti positivi
o negativi della loro formazione. Lasciate alla classe
A. Chiedete agli studenti di leggere le consegne la possibilità di consultare l’immagine del sistema
dell’attività A e di annotare le differenze e le similitu- educativo italiano per orientarsi e impiegare il
dini che riscontrano tra il sistema educativo italiano lessico del percorso educativo.
e quello del loro Paese d’origine. Poi sollecitateli a
parlarne con un compagno. Lasciate loro il tempo di Idee extra
discutere e, una volta finito il confronto, chiedetegli
se hanno riscontrato le stesse differenze o gli stessi Proponete di preparare una scheda con le corri-
punti in comune. spondenze tra i titoli di studio rilasciati in Italia e
quelli rilasciati nel proprio Paese. A questo scopo,
B. Anticipate agli studenti che ascolteranno un
scrivete alla lavagna la seguente lista:
documento audio in cui si fornisce la descrizione

70
6
Licenza elementare si tratta di una frase che implica certezza, possibilità
Diploma di istruzione secondaria di primo grado o impossibilità. Fate in modo che siano loro a
Diploma di istruzione secondaria di secondo grado comprendere che la prima parte della frase "Se
Laurea triennale fossi un giornalista" mette in gioco un rapporto di
Master universitario di primo livello possibilità con la seconda parte "mi occuperei delle
Laurea magistrale o specialistica questioni di salute".
Master universitario di secondo livello A questo punto, invitate gli studenti a completare
Dottorato di ricerca il quadro inserendo da una parte le frasi che intro-
ducono l’ipotesi e dall’altra quelle che annunciano le
BB Esercizi p. 114 n. 1, 3; p. 227 n. 8
conseguenze.
C. Vista l’attività proposta al punto B dovrebbe
risultare semplice per gli studenti scegliere l’opzione
3. STUDI UNIVERSITARI corretta tra quelle proposte dall’esercizio C. Fateli
riflettere sul fatto che si parla di periodo ipotetico
della possibilità e che questa definizione può aiutarli
Obiettivi dell’attività a comprendere se le frasi esprimono qualcosa di
possibile realizzazione o di sicura realizzazione.
L’attività propone un approfondimento linguistico
Verificate in plenaria che non ci siano dubbi in merito.
sulle aree di studio universitario. Inoltre, si presenta
un tempo verbale nuovo, il congiuntivo imperfetto, D. Annunciate alla classe che attraverso questa
e si osserva la struttura del periodo ipotetico della parte dell’unità avranno modo di conoscere un
possibilità. nuovo tempo verbale: il congiuntivo imperfetto. Sol-
lecitateli a osservare le forme presenti nel testo al
Riscaldamento punto A e invitate a scrivere l’infinito di ciascuno.
Andate poi a p. 112 per vedere in plenum la coniu-
In base all’età dei vostri studenti potete chiedere o gazione regolare e quella di alcuni verbi irregolari.
di proiettarsi nel futuro per dire quali studi univer-
E. Sollecitate gli studenti a concentrare la loro
sitari vorrebbero intraprendere; oppure di spiegare
attenzione sulla seconda parte del periodo ipotetico
cosa li ha spinti a intraprendere un certo percorso
e interrogateli sul tempo verbale utilizzato per
formativo e se la loro professione è in linea con il
esprimere la conseguenza dell’ipotesi. In questo
proprio titolo di studio. Lasciate che ognuno prenda
modo li spingerete a rivedere il condizionale. Poi, fate
la parola realizzando delle brevi frasi con le parole
riferimento alla grammatica a p. 112 per fare insieme
viste precedentemente.
il punto sul periodo ipotetico della possibilità.

Svolgimento F. Anticipate agli studenti che ascolteranno un


dialogo tra una studentessa e un professore
A. Annunciate agli studenti che dovranno fare un universitario. Chiedete di osservare la tabella
breve test per capire quale percorso di studi uni- proposta e di leggere con attenzione quali sono le
versitari è più affine alle loro qualità o caratteristi- informazioni che devono reperire nell’ascolto. Fate
che personali. Al termine dell’attività fate fare un ascoltare il colloquio una o due volte. Poi, solleci-
confronto a coppie dei rispettivi risultati. tateli a confrontare le proprie risposte con quelle
Potete proiettare la SCHEDA 12 per chiarire con un di un compagno prima di procedere alla verifica in
supporto grafico gli ambiti di studio universitario plenaria.
secondo la suddivisione comune in Italia. Potete
proporre un confronto tra i raggruppamenti presen- Idee extra
ti nella scheda e quelli che normalmente vengono
proposti nei loro Paesi. Dopo l'osservazione svolta fino al punto E, potete
proporre un'attività di produzione scritta. Chiedete
SCHEDA 12
alla classe di immaginare delle situazioni ipotetiche
ma possibili e di scrivere delle frasi. In questo modo
reimpiegano il periodo ipotetico articolandolo con le
B. Invitate gli studenti a focalizzare nuovamente
conoscenze già acquisite in precedenza.
l’attenzione sul test dell’attività precedente e a
riguardare le frasi evidenziate in giallo. Chiedete loro BB Esercizi p. 113 n. 1, 2, 3; p. 114 n. 2;
di riflettere sul senso che queste frasi esprimono: se p. 226 n.1, 2, 3

71
Unità 6
CI Compito intermedio elencate nel testo dell’attività. Dite loro che possono
fare delle ricerche su Internet se hanno bisogno di
Spiegate agli studenti che dovranno svolgere questo
avere delle informazioni in più, o se ci sono parole di
compito in due fasi diverse: la prima sarà individuale
cui non riescono a capire il significato. Passate tra i
e la seconda in plenaria. L'obiettivo è quello di stilare
banchi e cercate di osservare quali sono le difficoltà
una classifica generale per comprendere se il grup-
delle varie coppie e come procedono nell’esecuzione
po-classe è a maggioranza scientifico oppure uma-
del lavoro richiesto. Poi verificate in plenaria che il
nistico. Chiedete loro di annotare individualmente
lessico sia chiaro a tutti.
quali sono le proprie materie preferite e il percorso
di studi intrapreso. Poi, dividendo la classe in grup- C. Chiedete agli studenti di leggere le frasi dell’at-
pi, lasciate che stilino la classifica parziale. A questo tività e di abbinarle con le abilità (skills) elencate
punto passate alla messa in comune e alla stesura al punto A. Dopo il lavoro individuale, sollecitateli
della classifica generale. L’informazione emersa da a confrontare le proprie risposte con quelle di un
questo compito intermedio vi potrà risultare utile compagno. Una volta finita questa fase di confronto,
per scegliere le tematiche di eventuali attività extra passate alla correzione in plenaria.
e materiali complementari.
D. Invitate la classe a riguardare le competenze
presentate al punto B, a riflettere su quali sono
collegate tra loro e a spiegarne la motivazione.
4. IL LAVORATORE IDEALE Dite loro che possono seguire il modello di lingua
proposto in modo da realizzare delle frasi complete.
E. A questo punto, sollecitate gli studenti a osservare
Obiettivi dell’attività e tradurre nella propria lingua le espressioni
proposte al punto C. Permettetegli di consultare un
Attraverso varie tipologie testuali si propone un am-
dizionario per trovare dei sinonimi o il significato
pliamento del lessico per parlare delle competenze e
delle parole più complicate. Poi invitateli a scrivere
caratteristiche del lavoratore e si mostrano le strut-
delle frasi relative alle proprie competenze.
ture per parlare delle proprie qualità e competenze
in ambito professionale. F. Dite agli studenti che ascolteranno una conver-
sazione in cui parleranno due candidati. Dovranno
Riscaldamento comprendere quali delle abilità elencate corrispon-
dono al candidato 1 e quali al candidato 2. Quindi,
Prima di far aprire il libro a p. 108, scrivete alla la- leggete le frasi dell’esercizio e chiarite le parole
vagna il titolo Lavorare contenti e chiedete agli stu- che, eventualmente, ne impediscono la compren-
denti di fare delle ipotesi sulle condizioni necessarie sione.Fate ascoltare due volte il documento audio
per essere sereni nel lavoro. In questo modo ver- e poi sollecitateli a mettere a confronto le proprie
ranno riutilizzati gli aggettivi visti in precedenza e il risposte con quelle di un compagno. Concludete con
condizionale. Annotate alla lavagna le espressioni e la correzione in plenum.
le parole chiave che emergono.
G. Proponete di continuare a lavorare in coppie
e di riascoltare la conversazione per annotare le
Svolgimento competenze trasversali dei due candidati. Dopo
l’ascolto, lasciate che le coppie concordino una
A. Chiedete agli studenti di aprire il libro a pagina
risposta e passate alla messa in comune.
108 e sollecitateli a rispondere alla domanda e
ad ampliare le proposte dell’attività. Esortateli a H. Questa attività può essere svolta in piccoli gruppi
parlarne con un compagno e ad annotare sul proprio o a coppie: invitate a discutere tra loro su quanto
quaderno gli aggettivi e le espressioni che secondo scritto nello svolgimento dell’attività al punto E.
loro definiscono il “lavoratore ideale”. Potete proporre delle domande per stimolare la
produzione orale:
B. Prima di cominciare questa seconda attività, fate
un breve sondaggio tra gli studenti chiedendo loro Quali sono le competenze trasversali che ritieni
se conoscono l’espressione soft skill. Sollecitate- di avere?
li a dare una definizione in modo che tutti abbiano In quale contesto lavorativo o formativo le hai
un’idea chiara del significato e del contesto nel utilizzate?
quale viene utilizzata. A questo punto dividete la Secondo te, come le hai sviluppate?
classe in coppie e invitate a leggere le competenze

72
6
Passate tra i banchi per ascoltare lo scambio di idee, che l’uso del condizionale esprime desiderio,
intervenendo quando necessario per correggere o sollecitate gli studenti a osservare la colonna di
semplicemente per risolvere eventuali dubbi. sinistra della tabella proposta. Poi, invitateli a con-
centrarsi sulla coincidenza del soggetto tra frase
BB Esercizi p. 114 n. 4, 5, 6; p. 227, n. 9;
principale e secondaria nelle due tipologie di frasi
p. 228, n. 10, 11 e 12
proposte nel testo (a seconda del gruppo che avete
sarebbe bene guidare la classe al riconoscimento
5. L’AZIENDA DEI SOGNI della proposizione principale e di quella secondaria
considerata la difficoltà che alcuni pubblici di discenti
hanno nel padroneggiare questo tipo di nozioni nella
Obiettivi dell’attività propria lingua materna). Lasciate loro il tempo di
riflettere ed eventualmente proponete loro di con-
L’attività si propone di ampliare il lessico e gli agget- frontarsi con un compagno. Ascoltate le loro ipotesi
tivi relativi al lavoro e di presentare le caratteristi- e, successivamente, invitateli a completare la tabella
che principali dell’azienda dei sogni. Si osservano della regola d’uso proposta dal libro.
inoltre due strutture utili per esprimere desideri:
E. Chiedete alla classe di annotare cinque desideri
volere/preferire al condizionale presente + che +
che permetterebbero di rendere ideale il loro posto
congiuntivo e volere/preferire al condizionale pre-
di lavoro. Potete proporgli di ispirarsi al testo letto
sente + infinito.
precedentemente e di basarsi sulle loro esperienze
pregresse o sulle loro aspettative rispetto al posto
Riscaldamento di lavoro che vorrebbero avere in futuro. Ricordate
di far osservare il modello di lingua proposto dall’at-
Chiedete alla classe se qualcuno ha mai lavorato o
tività. Una volta terminata la produzione scritta in
conosce qualcuno che lavora per un azienda ritenu-
maniera individuale, sollecitateli a confrontarsi con
ta “dei sogni”. In plenaria gestite i turni di parola.
un compagno e a individuare quali sono i punti in
comune e quali invece le differenze per verificare se
Svolgimento possiede o meno le competenze richieste.
A. Invitate gli studenti a lavorare prima individual- BB Esercizi p. 113 n. 4, 5; p. 114 n. 7, 8;
mente e poi a gruppi. Dovranno scrivere le caratte- p. 226 n. 4, 5; p. 228 n. 13 e 14
ristiche di un’azienda dei sogni. Date la possibilità
di consultare il dizionario in caso di bisogno. Poi
lasciate che si confrontino con i compagni. CI Compito intermedio
B. Sollecitate gli studenti a leggere attentamente
Annunciate agli studenti che per questo lavoro in-
il testo con l’ausilio del vocabolario monolingue, se
termedio dovranno lavorare prima individualmente
necessario. Poi lasciate che lavorino al reperimento
e poi in coppia. La prima fase prevede la selezione
delle caratteristiche dell’azienda dei sogni descritte
di quattro competenze trasversali per ciascuna delle
nell’articolo. Una volta finito il lavoro individuale,
quali immaginare una situazione lavorativa in cui sa-
domandate agli studenti di confrontare la propria
rebbe utile. In un secondo momento ogni studente
lista con quella di un compagno.
proporrà a un compagno una delle situazioni lavora-
C. Invitate la classe ad attribuire un punteggio da 1 tive scelte sollecitandolo a spiegare come si compor-
a 10 alle caratteristiche trovate nell’articolo. Dopo terebbe di fronte a tale circostanza.
questa prima fase di lavoro individuale, ci sarà una
seconda fase di confronto con un compagno per Idee extra
vedere se hanno attribuito lo stesso punteggio alle
diverse caratteristiche. Potete proiettare il video pubblicato sul canale You-
Tube di TAG Innovation School Emotional Intelligen-
D. È arrivato il momento di osservare le strutture
ce: che cos'è? in cui si parla di competenze trasversa-
evidenziate in giallo nel testo al punto B. Viste
li che la tecnologia non potrà mai avere. Mantenete
le attività precedenti sul periodo ipotetico della
le coppie del compito intermedio e, dopo la visione,
possibilità, dovrebbe essere abbastanza semplice
invitateli a riutilizzare quanto elaborato preceden-
per gli studenti riconoscere il condizionale. Invitateli
temente per creare un breve video tipo quello pro-
a riflettere sulla funzione che assume il condizionale
posto. Infine, proiettate i video in plenaria.
in queste particolari strutture. Una volta compreso

73
Unità 6
l’audio due volte e verificate in plenaria. Per passare
6. NUOVE FIGURE PROFESSIONALI dalla comprensione globale del testo a quella
dettagliata fate riascoltare l’intervista e spiegare
perché alcune informazioni sono false.
Obiettivi dell’attività
E. Focalizzate l'attenzione della classe sulle due
Gli studenti apprenderanno a descrivere una profes- espressioni evidenziate in giallo nell’attività D e sol-
sione fornendo informazioni dettagliate sulle man- lecitateli ad associarle al significato corrispondente,
sioni generali, la formazione e il datore di lavoro. aiutandosi anche con il contesto. Passate quindi alla
Lavoreranno sulle strutture linguistiche che servo- messa in comune.
no a esprimere obbligo e necessità con l’uso di biso-
F. Avvertite gli studenti che per svolgere questa
gna/è necessario/indispensabile che + congiuntivo.
attività lavoreranno con un compagno e il loro
Potranno inoltre osservare il significato di due strut-
obiettivo sarà di scegliere una delle professioni
ture verbali come far fare e saper fare.
proposte dal libro e realizzarne un profilo che illustri:
i requisiti necessari per accedere a tale professione,
Riscaldamento le mansioni, le informazioni sul datore di lavoro e
sullo stipendio percepito e infine l’orario di lavoro
Potete proporre un video sulle professioni del futuro
e l’impegno settimanale. Suggerite loro di utilizzare
in Italia come quello pubblicato sul canale YouTube
Internet per effettuare le ricerche necessarie.
di Paparazzo (Corriere della Sera) dal titolo Milena
Gabanelli - I lavori del futuro. Così, stimolerete la
conversazione sulle nuovi professioni e i relativi ag- CI Compito intermedio
giornamenti necessari nel sistema educativo.
Idee extra
Svolgimento Sarebbe interessante chiedere alla classe quali sono
le professioni emergenti nel proprio Paese d’origi-
A. Lasciate alla classe il tempo di riflettere sulle
ne. Valutate se è il caso di fare una breve ricerca in
professioni che conoscono in relazione ai settori
merito. Scrivete alla lavagna le professioni emerse.
lavorativi proposti dal libro. Sicuramente potranno
Quindi dividete gli studenti in gruppi, assegnate a
riproporre professioni nominate nel corso dell’unità.
ciascuno una professione e lasciateli lavorare a una
Poi invitateli a confrontare la propria lista con quella
breve descrizione. Parlatene in plenum.
di un compagno. Infine, scrivete alla lavagna le
categorie fornite dal libro e chiedete agli studenti di BB Esercizi p. 113 n. 6; p. 227 es. n. 6, 7;
condividere quanto emerso nel lavoro di coppia. p. 228 n. 13
B. Leggete le tre informazioni che devono reperire
nei testi. Quindi invitate alla lettura e lasciate alla
classe il tempo di completare l’attività. Infine, 7. LA LETTERA DI MOTIVAZIONE
verificate in plenum le risposte date.
C. Focalizzate l’attenzione della classe sulle strutture
evidenziate in giallo nei profili. Spiegate che il quadro Obiettivi dell’attività
grammaticale fornisce un utile supporto per l'analisi.
L’attività propone un lavoro approfondito sulla
Potete proporre loro di lavorare con un compagno
redazione di una lettera di motivazione efficace.
per aiutarsi nel riconoscimento del congiuntivo e,
Gli studenti avranno modo di osservare le parti più
in un secondo momento, nell’individuazione del
importanti di questo genere testuale e le sue regole
soggetto della frase secondaria. In plenum, verificate
in relazione al registro, la forma e l’ordine delle in-
se la struttura per esprimere obbligo e necessità è
formazioni personali fornite dal candidato.
stata compresa.
D. Avvertite gli studenti che ascolteranno un Riscaldamento
documento audio in cui un esperto di Risorse Umane
viene intervistato sulla professione del Diversity Chiedete agli studenti di leggere il titolo di questa
Manager. Sollecitateli a leggere le frasi proposte nel sezione. Interrogateli sulle loro esperienze, se hanno
V/F e chiarite il significato delle parole che possono già avuto l’occasione di scrivere una lettera di moti-
rendere difficile la comprensione. Fate ascoltare vazione per rispondere a un annuncio di lavoro e se

74
6
presentato dal manuale. Se hanno un'azienda dei
gli è mai capitato di candidarsi per un lavoro in Italia.
sogni italiana, possono navigare sul suo sito nella
A partire dalle loro esperienze, sollecitateli a indivi-
sezione opportunità. In un primo momento dovran-
duare quali sono le caratteristiche principali che una
no navigare e selezionare l’offerta che gli interessa.
lettera di motivazione deve possedere. Scrivete le
Successivamente, dovranno realizzare una candida-
parole-chiave alla lavagna in modo che tutti possano
tura spontanea che risponda all’annuncio di lavoro
prenderne nota prima di conoscere più da vicino la
trovato e spiegare alla classe perché si ritengono dei
struttura della lettera di motivazione italiana.
buoni candidati, mettendo in evidenza le qualità e le
peculiarità formative o le esperienze pregresse che
Svolgimento avvalorano il proprio profilo di candidato.
B Grammatica, Parole e
A. Invitate la classe a leggere i due testi proposti
Suoni vedere p. 16 della Guida
e a cercare le parole che non conoscono su un
dizionario monolingue. A questo punto, proponete
loro di lavorare con un compagno e di valutare
quali sono i punti forti e quali quelli deboli della SALOTTO CULTURALE
lettera di motivazione di Alina e se quest’ultima può
essere una candidata valida per il posto di lavoro
in questione. Lasciate che si confrontino tra loro e Obiettivi dell’attività
passate tra i banchi per ascoltarli e intervenire solo
ed esclusivamente quando è davvero necessario. Attraverso varie tipologie di attività a partire dal
documento testuale, gli studenti potranno appro-
B. Lavorando a coppie o individulmente, lasciate
fondire le loro conoscenze della cultura italiana e
il tempo di reperire nella lettera di motivazione di
reimpiegare il lessico appreso per l’elaborazione di
Alina le informazioni richieste, annotando sul libro il
produzioni personali.
numero della riga per poterla localizzare facilmente.
Poi, verificate in plenum. Adesso gli studenti
dispongono di un primo modello di lingua per ogni Riscaldamento
parte della lettera di motivazione che dovranno
Invitate gli studenti a leggere il titolo della sezione
redigere nel compito finale individuale.
Le 4 A del Made in Italy e chiedete loro di elabo-
C. Chiedete agli studenti di leggere le frasi proposte rare delle ipotesi circa il contenuto dell’articolo. Poi,
dall’attività e di abbinarle alle diverse categorie potete proporre il video sul canale YouTube Mad in
presentate al punto B. Lasciate loro il tempo di Italy dal titolo Italia Caput Mundi: Prodotti dal pen-
svolgere l’attività e di confrontare le proprie risposte siero laterale che presenta un progetto che racconta
con quelle di un compagno. in vari documenti video ben 250 prodotti italiani che
hanno successo in tutto il mondo, dalla pasta ai ru-
Idee extra binetti, dalle scarpe alle piastrelle. Sarà sicuramente
uno spunto di conversazione che permetterà di atti-
Sulla base delle informazioni a disposizione degli vare il lessico richiesto nelle prossime attività.
studenti, potreste proporre un’attività che preveda
di rimettere in ordine le frasi del punto C secondo le Svolgimento
caratteristiche specifiche della struttura della lette-
ra di motivazione.
A. Chiedete agli studenti di leggere la domanda
BB Esercizi p. 228 n. 15; p. 229 presente nella consegna e leggete insieme i quattro
ambiti lavorativi cui fa riferimento la domanda. Assi-
CI Compito intermedio curatevi che sia chiaro a tutti che cosa comprende il
settore dell’automazione. Proponete di elaborare a
Annunciate agli studenti che per questo lavoro in- coppie la lista delle professioni richiesta. Chiedetegli
termedio dovranno lavorare individualmente. quindi di leggere i testi e di integrare la loro lista con
Suggerite alcuni portali molto diffusi per la ricerca di le figure professionali citate dall’articolo. Correggete
lavoro (ad esempio: LinkedIn, Infojobs, Monster, Jo- in plenaria riportando alla lavagna le proposte divise
bRapido) in questo modo li guiderete e avranno più per settore.
probabilità di selezionare un annuncio scritto cor-
B. Leggete in plenum le cinque definizioni proposte
rettamente e che rispetti le caratteristiche di quello
nell’attività assicurandovi che non vi siano problemi

75
Unità 6
di comprensione. Poi, invitate la classe a reperire nei la motivazione. Per ampliare ulteriormente, invitate
testi letti al punto A le figure professionali corrispon- a pensare a persone (italiane o straniere) che sono
denti. Specificate che ognuna delle figure professio- diventate famose nei settori lavorativi in questione.
nali cui si fa riferimento è citata nei testi. Durante la Potreste proporre questa attività come sfida divi-
messa in comune, risolvete eventuali dubbi. dendo la classe in gruppi e proponendo una variante
di “indovina chi” durante la quale gli studenti devono
C. Dividete la classe in coppie e invitateli a scegliere
fare delle domande per capire i personaggi famosi
una delle figure professionali citate al punto B con
selezionati dagli altri gruppi.
l’obiettivo di reperire le informazioni necessarie per
completare la scheda. Suggerite loro di consultare
l’unità di lavoro 2. Lavorare contenti pp. 108-109 per
rinfrescarsi le competenze trasversali e completare COMPITI FINALI
il quarto punto della scheda. Qualora notiate che la
classe dimostra di non avere ben chiaro quali siano gli
elementi da inserire in ogni punto, potrete scegliere Obiettivo della sezione
una figura professionale e provare a completarla
La sezione si propone di far reimpiegare il lessico, le
insieme così che i discenti abbiano modo di vedere
funzioni e le strutture grammaticali apprese nell’u-
come procedere ed, eventualmente, dove trovare le
nità attraverso la creazione di un testo elaborato
informazioni che gli saranno utili.
in maniera cooperativa e la stesura di un elaborato
D. Spiegate agli studenti che dovranno lavorare au- scritto che lo studente deve comporre in maniera
tonomamente per stendere un testo simile a quelli autonoma. Per l’insegnante, tale sezione si propone
proposti nella sezione. Invitateli a pensare a quale anche come l’occasione di elaborare una verifica e
settore produttivo costituisce, a loro avviso, un’ec- effettuare una valutazione dei singoli studenti.
cellenza nel loro Paese. Se lo desiderano, lasciate
che facciano delle ricerche su Internet per trovare
CF Partecipare a un recruiting Day
delle informazioni pertinenti. Dopo una breve fase
di brainstorming in cui chiedete agli studenti di darvi
un feedback rispetto all’area produttiva sulla quale Riscaldamento
intendono concentrarsi, leggete di nuovo insieme
Informate gli studenti che dovranno lavorare in due
uno dei testi proposti dalla sezione. Chiedete agli
gruppi ognuno dei quali avrà un compito differen-
studenti di esplicitare quali sono le informazioni
te. Chiedete agli studenti di provare a trovare un’e-
che vengono date; in questo modo sarà più facile
spressione equivalente a recruiting Day in italiano e
per loro stilare una scaletta per redigere il testo.
indagate su chi abbia già partecipato a esperienze
Quindi lasciate il tempo di elaborare il testo in forma
come queste. Potete rivolgere alcune domande al
scritta, oppure assegnate questa attività per casa.
gruppo classe:
A seguire, potete selezionare alcuni testi da far
presentare ai compagni. In cosa consiste un Recruiting day?
Quali possono essere le difficoltà di un candidato
Idee extra che si presenta a un Recruiting Day?
Cercate di fare emergere le caratteristiche di questo
1. Per la fase di condivisione del lavoro realizzato al evento e i possibili elementi personali e professio-
punto D, potreste invitare gli studenti a compilare nali che facilitano o rendono difficoltoso affrontare
una scheda da completare durante una delle presen- e uscire positivamente dalla selezione.
tazioni dei loro compagni (quella che maggiormente Potete proporre il video pubblicato sul canale You-
li incuriosisce). Scrivete alla lavagna le informazioni tube di AlmaLaurea dal titolo AlmaLaurea Job Tips -
che volete che appaiano nella scheda. Ad esempio: Il colloquio di lavoro che fornisce spunti interessanti.
settore, principali figure professionali coinvolte, ec-
cellenze, agenzie formative più famose. Svolgimento
2. Per fare un focus sui requisiti formativi, potete
A. Dividete la classe in due gruppi spiegando che uno
chiedere agli studenti se conoscono le Università e
si dovrà immedesimare nella parte dei selezionatori
Accademie citate nei testi al punto A. Potreste an-
e l’altro nella parte dei candidati. Quindi, chiedete di
che chiedere quali sono le Università e Accademie
scegliere insieme la figura professionale alla quale
più famose nel loro Paese, invitandoli a spiegarne

76
6
dedicare il Recruiting Day. Potreste proporre a ogni CF Redigere una lettera di motivazione
gruppo di stilare una classifica delle tre figure pro-
fessionali a cui vorrebbero dedicarsi. Date loro il Riscaldamento
tempo di riflettere e confrontarsi. Qualora non sia
Proponete il video pubblicato sul canale Youtube di
possibile arrivare a un accordo, proponete a ogni
AlmaLaurea dal titolo Job Tips AlmaLaurea: la let-
gruppo di scrivere la figura professionale che più
tera di presentazione. In questo modo ripasserete
vorrebbero approfondire e estraete a sorte.
la struttura della lettera che devono redigere e for-
B. In questa seconda fase, i due gruppi, seleziona- nirete alcuni consigli per indirizzare la produzione.
tori e candidati, lavorano separatamente e contem-
poraneamente. Svolgimento
Invitate il gruppo dei selezionatori a stabilire le va-
riabili su cui concentrarsi per valutare un candidato
A. Chiedete agli studenti se conoscono i canali
e a concordare: mansioni, orario di lavoro, tipo di
principali su cui cercare lavoro in Italia. Fate un
contratto e compenso. Questi elementi sono neces-
elenco alla lavagna e invitateli a esprimere una
sari per dare informazioni e poter valutare i candi-
loro opinione in merito all’efficacia del canale o alla
dati durante il Recruiting Day. Ogni elemento scelto
facilità della fruizione. Invitateli quindi a sceglierne
deve essere motivato e giustificabile dal momento
uno e a cercare un annuncio di lavoro che li interessa
che i candidati potrebbero fare delle domande in
e per il quale vorrebbero candidarsi.
merito. Consigliate ai selezionatori di fare una ricer-
ca su Internet circa il “profilo tipo” della figura pro- B. Invitate gli studenti a leggere con attenzione i
fessionale prescelta. Una volta completate le fasi requisiti richiesti dall’annuncio e a riflettere sulle
di ricerca e preparazione, chiedete loro di stendere competenze trasversali e sui propri punti di forza
una lista di domande sulle competenze trasversali in riferimento all’annuncio. Stimolate la riflessione
che si aspettano dal candidato. sulle proprie potenzialità e su alcune occasioni di
Per quanto riguarda i candidati, consigliate loro di formazione (professionale e personale) che non
rileggere alla lavagna gli elementi di difficoltà che hanno mai pensato di inserire in una lettera di
potrebbero avere e consigliate di prepararsi per motivazione ma che risulterebbero molto efficaci.
superarle. Invitateli a cercare informazioni online
C. Sottolineate che la stesura di una lettera di
per sapere quali sono le caratteristiche necessarie
motivazione richiede, come ogni testo di natura
per il profilo professionale ideale. Dopo questa fase
formale, l’omologazione a determinati modelli.
di preparazione, invitateli a rivedere le sezioni stu-
Quindi consigliate agli studenti di riguardare, in
diate nell’unità per redigere nel modo più efficace
fase di redazione, il modello proposto a p. 111 in
possibile il testo in merito alla loro preparazione e
cui vengono spiegate sia le caratteristiche testuali
al loro curriculum. Specificate agli studenti che le
tipiche della lettera di motivazione, sia le formule
domande sulle competenze trasversali potrebbero
fisse che vi devono comparire. A lavoro ultimato,
risultare le più ostiche e che quindi devono stende-
potete proporre la condivisione in classe e la lettura
re una presentazione attenta a questo aspetto.
di alcune lettere, con l'obiettivo di rivedere insieme i
C. In questa ultima fase, si deve impiegare quanto punti salienti di questa tipologia testuale.
preparato. Potete organizzare lo spazio a dispo-
sizione in modo che ci siano varie postazioni di Idee extra
selezionatori, oppure, se il gruppo è piccolo, fate
realizzare i colloqui in plenum. Invitate entrambi i Potete proporre agli studenti di lavorare a gruppi
profili a fare domande e a rispondere nel modo più e registrare il loro video di suggerimenti per la re-
adeguato possibile. Alla fine dei colloqui, invitate dazione di una lettera di presentazione. Invitateli a
i selezionatori a scrivere la lista dei candidati che concordare i punti che vogliono esporre e a scrive-
avrebbero superato questa fase di selezione. A re un breve copione per un video di massimo 1:30
loro volta, i candidati potrebbero dichiarare il loro minuti. Successivamente, speigategli che devono
interesse o il loro disinteresse a fronte delle infor- scegliere l'attore e lo sfondo in cui registrare. Lasca-
mazioni date dai selezionatori. tegli il tempo per fare un prova e poi per realizzare il
video. Proponetene la proiezione in classe o la con-
divisione nello spazio virtuale del corso.

77
Unità 6
Soluzioni
D.
(possibili soluzioni)

andare bene/male alle elementari, al liceo, alle medie

1. Il lavoro in parole andare bene/male in matematica, nelle materie


umanistiche
B.
percorso di caratteristiche informazioni essere bravo in inglese, italiano, storia, latino, spagnolo
studio del lavoratore di un'offerta di
lavoro essere bravo a scrivere

rendimento requisiti
formazione propositivo stipendio
materie intraprendente mansioni
studi collaborativo colloquio 3. Studi universitari
essere bravo competenze azienda
andare male/ esperienze B.
bene abilità il periodo ipotetico della possibilità 5  p. 112
flessibile
ipotesi conseguenza

Se dovessi leggere una sceglierei quella di...


2. Il sistema educativo biografia
B. Se fossi un giornalista mi occuperei/tratterei/
1.  Scuola primaria mi dedicherei/farei
2.  Scuola superiore (Liceo)
3.  Formazione professionale Se avessi/mi occupassi/ sarei felicissimo/a
4.  Università diventassi/mi offrissero

C.
C.
il periodo ipotetico della possibilità 5  p. 112
A Andrea (28 anni) Alle elementari non andavo
molto bene. Poi, alle medie, sono migliorato L’ipotesi esprime un fatto che si può realizzare.
e prendevo spesso dei bei voti, soprattutto in
Matematica e Scienze. Così ho scelto il Liceo
scientifico. L’esame di maturità l’ho superato D.
brillantemente. Dopo volevo fare Ingegneria, ma
ho trovato un posto in banca e ho lasciato gli studi. dovessi B dovere
fossi B essere
avessi B avere
I Isabella (21 anni) Quando andavo alle elementari, mi occupassi B occuparsi
mi piaceva molto leggere e, alle medie, ero brava
a scrivere i temi d’italiano. Volevo fare la scrittrice. diventassi B diventare
Al liceo, avevo voti alti nelle materie umanistiche. offrissero B offrire
Non ho mai preso un brutto voto in Italiano, Storia o
Latino. Adesso sono al 2º anno di Lettere classiche. E.
Nelle conseguenze si usa il condizionale presente.
M Marco (24 anni) Alle medie andavo piuttosto F.
male. In seconda stavo per essere bocciato perché
non avevo voglia di studiare e a volte marinavo facoltà ipotesi
le lezioni. Però ero bravo in Inglese e Spagnolo e
così dopo ho fatto l’Istituto tecnico per il turismo non fosse a numero chiuso
e ho raggiunto dei buoni risultati in quasi tutte le Medicina se...
materie. (prima deve fare il test d’ingresso)
Biologia se non superassi il test

Farmacia se la mia famiglia avesse una


Aspetti positivi. farmacia
Aspetti negativi. se avessi un altro carattere
Chimica

78
6
4. Il lavoratore ideale PERSONAL TUTOR DELL’ORTO:
mansioni generali: offrire consulenza e tutoraggio
C.
per coltivare l’orto nella propria casa.
a.  10 f.  2
formazione: ex imprenditori agricoli o giardinieri,
b.  3 g.  4
che con il lavoro hanno acquisito competenze ed
c.  8 h.  5
esperienza.
d.  1 i.  7
datore di lavoro: i contadini urbani che vogliono
e.  9 l.  6
diventare esperti
F.
1.  contribuire a risolvere conflitti: C1
C.
2.  proporre soluzioni innovative: C2
esprimere obbligo e necessità 5  p. 112
3.  comunicare in modo efficace: C1
4.  capire il punto di vista degli altri: C1 principale secondaria
5.  analizzare i problemi: C2
6.  affrontare positivamente le difficoltà: C2 bisogna
che + frase al
è necessario /
congiuntivo presente
G. indispensabile
(Possibili soluzioni)
C1: 5; 7; 8; 10
D.

C2: 1; 2; 3; 9
V F
5. L’azienda dei sogni X
1. Fa fare all’azienda un salto di qualità.
D.
2. Un requisito è avere esperienza
esprimere desideri 5  p. 112 X
nell’ambito della gestione del
il soggetto della frase personale.
volere / preferire al
principale non coincide X
condizionale presente + 3. Deve saper fare scelte importanti.
con il soggetto della
che + congiuntivo
secondaria 4. Ha uno stipendio medio. X

il soggetto della frase 5. È un libero professionista. X


volere / preferire al
principale coincide
condizionale presente + X
infinito
con il soggetto della 6. La sua giornata di lavoro è regolare.
secondaria
E.
1.  potere, essere in grado di = saper fare
2.  causare, provocare = far fare
6. Nuove figure professionali
7. La lettera di motivazione
B.
AGRITATA: B.
mansioni generali: prendersi cura dei bambini 1.  competenze righe 12-15
formazione: percorso formativo sulle tecniche di 2.  indicazione di allegati riga 24
assistenza all’infanzia 3.  formula di chiusura e saluti riga 21
datore di lavoro: lavoro presso la propria casa, in 4.  riferimento all’offerta del lavoro riga 3
un’azienda agricola 5.  formula di apertura riga 1
6.  motivazione righe 17-19
FOOD INNOVATOR:
7.  formazione ed esperienze precedenti righe 7-10
mansioni generali: creare nuovi prodotti
gastronomici e modi di consumo alternativi C.
formazione: titolo di studio specialistico 1. 3. formula di chiusura e saluti
datore di lavoro: aziende alimentari 2. 6. motivazione
3. 5. formula di apertura
DIVERSITY MANAGER:
4. 4. riferimento all’offerta del lavoro
mansioni generali: gestire e valorizzare le diversità
5. 3. formula di chiusura e saluti
dei propri dipendenti
6. 1. competenze
formazione: corsi di formazione o master universitari
7. 7. formazione ed esperienze precedenti
datore di lavoro: istituzioni pubbliche e imprese
8. 2. indicazione di allegati
(nelle Risorse Umane)

79
Unità 6
Grammatica 4.
collaborativo individualista (C) ≠ cooperativo (S)
1. 2. flessibile rigido (C) ≠ adattabile (S)
a.  cantassi io, tu a.  parlassi propositivo improduttivo (C) ≠ produttivo (S)
b.  capiste voi b.  durasse disponibile mal disposto (C) ≠ ben disposto (S)
c.  dicessero loro c.  superassi intraprendente passivo (C) ≠ dinamico (S)
d.  fossimo noi d.  si inserirebbero
5.
e.  studiassero loro e.  offrissero
a.  intelligenza emotiva d.  gestione delle persone
f.  stesse lui/lei/Lei f.  Sarei
b.  creatività e.  problem solving
g.  fossi io, tu g.  prendesse
c.  negoziazione f.  pensiero critico
h.  dormisse lui/lei/Lei h.  prendereste
6.
3.
a.  so c.  sono in grado
a.  P d.  P
b.  sono bravo/a; riesco d.  sono bravo/a; riesco
b.  R e.  IR
c.  IR f.  R 7.
a.  ambiente d.  diversità
4.
b.  carriera e.  giornata
a.  NC/ i miei genitori, io
c.  stipendio f.  datore
b.  C/ io
c.  NC/ i professori, gli studenti
9.
d.  C/pochi
c. dica; d. dimmi
e.  NC/ gli studenti, i professori
f.  NC/ tutti, la propria azienda 10.
g.  C/ le aziende 1.  b; 2.  c; 3.  a
h.  C/ io
5. 6. Suoni
a.  proponesse a.  possa
2.
b.  mantenere b.  avere
a.  ambito d. valutare
c.  contribuisse c.  sia
b.  diverso e.  ambiente
d.  avere d.  superare
c.  comunicativo f. benefici
e.  cercassimo e.  facciano
f.  continuassero f.  si mostrino 3.
g.  gestire g.  cooperi a.  Se potessi prendermi un’altra laurea, sceglierei
h.  ascoltasse h.  conoscere Lingue orientali.
b.  Al liceo andavo male, però all’università prendevo
Parole sempre bei voti.
c.  Vorrei che il mio orario di lavoro fosse più flessibile.
1. d.  Mi piacerebbe svolgere mansioni con più
a.  Liceo d.  Laurea magistrale responsabilità.
b.  Istituto professionale e.  Scuola media e.  Sono capace di trovare soluzioni rapidamente.
c.  Scuola elementare f.  L’intelligenza emotiva è una competenza
considerata sempre di più.
2.
g.  È indispensabile parlare bene due lingue straniere.
Area socio-sanitaria: Farmacia, Medicina
h.  Bisogna che le aziende valorizzino la diversità.
Area umanistica: Storia dell’arte, Filosofia
Area scientifico-tecnologica: Fisica, Chimica
Area giuridico-economica: Scienze politiche, Salotto Culturale
Giurisprudenza
B.
3. 1.  lo specialista del turismo enogastronomico
a.  andavo 2.  il cool hunter
b.  ero 3.  l’arredatore di interni
c.  Hai preso 4.  il cuoco
d.  sono stato 5.  il sarto
e.  ho superato

80
Scheda video 6

Video 6: Lavorare
6. Dividete gli studenti in piccoli gruppi e invitateli a
osservare con attenzione i risultati di un sondaggio

contenti
condotto da un’azienda che ha chiesto ai propri dipen-
denti cosa vorrebbero sul posto di lavoro. Sulla base
dei risultati, dovranno poi creare un programma di
Il video 6 tratta il tema dei possibili benefici del wel- welfare aziendale ad hoc. Gli studenti analizzeranno
fare aziendale e potrebbe quindi essere proposto i risultati e, per ciascuna area, penseranno a diversi
al termine dell’unità di lavoro 2. Lavorare contenti benefit possibili, anche aiutandosi con delle brevi ri-
come ripasso e approfondimento del lessico relativo cerche su Internet. Ciascun gruppo selezionerà poi le
al mondo del lavoro. proposte che ritiene più utili ed efficaci e le presenterà
alla classe, che potrà votare il programma preferito.
1. Leggete in plenaria la scheda del video in modo da
preparare la classe alla visione. Dopo la proiezione,
chiedete agli studenti di indicare se le affermazio-

Soluzioni
ni proposte dall’attività sono vere o false. Lasciate
loro il tempo per svolgere l’attività e passate poi alla
correzione. In alternativa, per stimolare una prima
conversazione, potreste mostrare il video fino al mi-
nuto 00.21 e chiedere agli studenti di esprimere la
1.
propria opinione: Cosa significa, per loro, la qualità
della vita sul lavoro? La loro vita privata e lavorativa 1.  F; 2.  V; 3.  F
è ben bilanciata? Hanno mai usufruito di programmi
2.
di welfare aziendale e li hanno trovati utili? Dopo la
conversazione, passate alla visione di tutto il video e AREA SERVIZI
allo svolgimento dell’attività proposta.
Distributori di acqua e snack sani;
2. Mostrate di nuovo il video e chiedete agli studenti alimentazione cucina dove poter cucinare, mangiare in
di concentrarsi sui servizi di welfare illustrati dagli compagnia, conservare i cibi.
intervistati: dovranno completare il quadro proposto
Corsi di lingue o per acquisire competenze
abbinando ciascun servizio all’area corrispondente.
utili per la crescita professionale, come quelle
Lasciate agli studenti il tempo per svolgere l’attività formazione
informatiche. I corsi si possono seguire
a coppie, poi passate alla condivisione e alla corre- durante l’orario di lavoro e gratuitamente.
zione, che potreste condurre anche attraverso una
nuova visione del video. Palestra aziendale che si può usare prima o
sport
dopo l’orario di lavoro o nella pausa pranzo.
3. Dividete la classe in coppie o in piccoli gruppi e in-
vitate a esprimere la propria opinione sui servizi di
Flessibilità degli orari di lavoro e
welfare illustrati nel video: quale di questi sceglie- maternità convenzione con un asilo nido vicino
rebbero e perché? Estendete poi la discussione a tut- all’azienda.
ta la classe, annotando alla lavagna i servizi preferiti
ed eventuali nuove proposte. Possibilità di lavorare da casa, utilizzando
smartworking servizi di connessione a Internet,
4. Chiedete agli studenti di lavorare individualmente computer, telefono.
per completare le frasi con le parole e le espressio-
ni proposte dall’attività. Lasciate loro il tempo per Per fare una visita medica si può prendere
svolgere l’attività e confrontarsi a coppie prima di un permesso extra, senza dover ricorrere
passare alla condivisione e alla correzione, durante salute alle ferie, ed è possibile avere delle
convenzioni con diversi studi specialistici
la quale vi assicurerete che il significato del lessico
per sé stessi e per la propria famiglia.
emerso sia chiaro per tutti.
5. Dividete la classe in piccoli gruppi e invitateli a
4.
esprimere la propria opinione sui servizi di welfare
aziendale: sono utili solo per i dipendenti o danno 1.  permesso; 2.  pendolare; 3.  ferie; 4.  carriera;
benefici anche alle aziende? Quali? Estendete poi la 5.  pausa pranzo; 6.  orario flessibile
conversazione a tutta la classe e, se lo ritenete op-
portuno, scrivete alla lavagna i diversi benefici per
dipendenti e aziende.

81
Unità 7
L’eco della storia
OBIETTIVI CONTENUTI
CF COMPITI FINALI GRAMMATICA
••Scrivere un poema a più mani, applicando tecniche Il passato remoto; gli indicatori temporali; il condi-
di scrittura collaborativa zionale composto; il discorso indiretto; prima di /
•• Scrivere la cronistoria di un’epoca del proprio prima che.
Paese
LESSICO
Il lessico della storia, delle biografie e della narra-
CI COMPITI INTERMEDI zione, le espressioni temporali; il segnale discorsivo
••Raccontare un evento storico
addirittura.
••Scrivere la biografia di un personaggio storico
••Descrivere un personaggio epico FUNZIONI COMUNICATIVE
Raccontare la vita di un personaggio storico; descri-
vere fatti in successione cronologica; raccontare e
riassumere una storia.
TIPOLOGIE TESTUALI:
Racconto cronologico; podcast; biografia; conversa-
zione; trama.

Prima di cominciare l’unità Svolgimento


Prima di far aprire il libro a p. 122, invitate la classe A. Invitate la classe a osservare le copertine de La
a ipotizzare quale immagine o immagini troveranno Domenica del Corriere e a descrivere cosa rappresen-
in apertura di un’unità dedicata alla storia. Scrivete tano, secondo loro. Possono aiutarsi con date e infor-
alla lavagna quanto emerge dalla produzione orale mazioni reperibili nelle copertine. Non è necessario
spontanea degli studenti. Valutate l’utilità di divi- entrare nei dettagli di ciascun evento, quello che ci
dere il lessico emerso in categorie (personaggi, fatti interessa in questa fase è far emergere lessico utile
storici, periodo, ecc.). per parlare di eventi storici. Ad ogni modo, se la
vostra classe è particolarmente informata o curiosa,
gli eventi rappresentati sono, da sinistra verso destra:

1. LA STORIA IN PAROLE - le elezioni del 25 maggio del 1958 in cui si vede in


primo piano un'allegoria dell’Italia che vota
- l’arrivo e la partenza degli emigranti dell’Italia me-
Obiettivi dell’attività ridionale per il Canada a inizio Novecento
- Peppino Garibaldi (nipote di Giuseppe Garibaldi)
Questa attività si propone di riattivare e ampliare il pianta il tricolore a Col di Lana nel 1915 (Prima
lessico della storia. guerra mondiale)
- lo storico incontro di Giuseppe Garibaldi e Vitto-
Riscaldamento rio Emanuele II a Teano il 26 ottobre 1860, dopo il
successo della spedizione dei Mille.
Fornite questa informazione culturale sulla Domeni-
B. Chiedete agli studenti di lavorare individualmente
ca del Corriere: si tratta di un inserto domenicale di
per completare, con le parole proposte nella nuvola,
approfondimento del quotidiano Corriere della sera.
le categorie del quadro.
Fondato nel 1899, è stato per quasi un secolo il set-
timanale illustrato più amato dagli italiani. L’ultimo C. Spiegate che, in questa fase di confronto a coppie,
numero è uscito nel 1989. Chiedete di portare esempi gli studenti potranno cercare sul dizionario le parole
di pubblicazioni simili, se ne conoscono. che non conoscono. Infine, esortate ad ampliare

82
7
le liste inserendo anche il lessico emerso nelle fasi compagno. Aiutate a chiarie il lessico più ostico
precedenti. e, infine, verificate la comprensione proponendo
qualche domanda. Ad esempio:
D. Tornerete su questo punto una volta conclusa
l'unità, prima della realizzazione dei compiti finali, se In che contesto si sviluppò il Rinascimento?
lo ritenete opportuno. Proponete agli studenti di tra- Cos’è il Risorgimento?
sformarsi in redattori e ideare una nuova versione per Quando viene unificata per la prima volta l’Italia?
questa doppia pagina di apertura: possono proporre e Cosa sono gli Anni di Piombo?
cercare nuove fotografie, creare una nuvola di parole
D. Sollecitate gli studenti a concentrarsi sulle forme
di forma e contenuto diverso e inventare un nuovo
verbali del testo evidenziate in giallo e a risalire, per
titolo per l'unità. Qual è la proposta più convincente?
ciascuna, all’infinito corrispondente.
Fatela votare alla classe.
E. Osservate in plenaria la coniugazione degli ausi-
Idee extra liari al passato remoto e invitate a reperire nella
cronistoria le quattro voci mancanti. Poi passate alla
Potete proporre agli studenti di effettuare una ri- messa in comune.
cerca su Internet per scoprire altre copertine de La
F. Ricordate alla classe che il testo letto precedente-
Domenica del Corriere. Possono fare una ricerca per
mente è fonte di altri approfondimenti e riflessioni,
immagini su un motore di ricerca e/o visitare il sito
quindi esortateli a ricercare al suo interno altri
www.clubdomenica.it. Selezioneranno almeno tre
verbi al passato remoto. Verificate in plenaria e fate
copertine che ritengono interessanti e le condivide-
riferimento alla pagina di grammatica.
ranno con i compagni.
G. Ricordando agli studenti che i tempi dell’indicati-
vo per esprimere azioni nel passato sono molteplici
(i più frequenti il passato prossimo, l’imperfetto e il
2. DALL’IMPERO ALLA REPUBBLICA passato remoto), invitateli a osservare l’uso dell’im-
perfetto e del passato remoto nella frase proposta
nel quadro. Una volta considerata la diversa funzione
Obiettivi dell’attività dei due tempi, lasciate che completino la regola d’uso
e passate alla verifica in plenum.
Nel raccontare alcuni eventi storici d’Italia si presenta il
H. Sottolineando l’importanza dei marcatori temporali
passato remoto e si osserva la sua alternanza con l’im-
nelle narrazioni di tipo cronologico, chiedete agli
perfetto. Inoltre, si propone un ampliamento lessicale.
studenti di lavorare in piccoli gruppi per ricercare nel
testo della cronistoria le espressioni usate per indicare
Riscaldamento le date o il periodo di un avvenimento. Focalizzate la
loro attenzione sull’articolo che precede anni e secoli.
Leggete il titolo dell’unità di lavoro Dall’Impero alla
Concludete l’attività con la messa in comune.
Repubblica e chiedete quali altre forme di governo
conoscono e qual è vigente nel proprio Paese. Anno- I. I termini proposti nel quadro lessicale sono
tate alla lavagna quanto emerso. importanti per comprendere ed esporre eventi storici.
Grazie al supporto del dizionario monolingue e biligue
Svolgimento potranno scrivere le definizioni corrispondenti.
L. Avvertite gli studenti che devono svolgere l’attività
A. Chiedete agli studenti di ampliare la lista di
individualmente. Proponete loro di scegliere almeno
elementi proposta. Possono lavorare individualmen-
uno dei fatti storici raccontati nella cronistoria e di
te o a coppie.
effettuare una ricerca per saperne di più. Dite loro di
B. Invitate la classe a lavorare a coppie per annotare gli aspetti chiave poiché dovranno esporre
rispondere alla domanda dell’attività e ricordate le informazioni a un compagno.
loro che possono ispirarsi al modello linguistico.
M. Avvertite gli studenti che stanno per ascoltare un
C. Spiegate alla classe che la cronistoria che stanno podcast dedicato alla spedizione dei Mille, evento
per leggere propone una panoramica dei fatti salienti storico già nominato nella cronistoria. Prima dell’a-
della storia d’Italia dall’Impero Romano a oggi. Date scolto, leggete insieme le informazioni richieste nella
loro il tempo di leggere il testo, sottolineare le parole- scheda e le tre domande di comprensione. Fate un
chiave di ciascun paragrafo e confrontarsi con un primo ascolto e date il tempo agli studenti di scrivere

83
Unità 7
le loro risposte. Fate un secondo ascolto prima della Svolgimento
verifica in plenum. Valutate l’utilità di un terzo ascolto.
A. Fate osservare le immagini che accompagnano le
N. Chiedete alla classe di pensare a un personaggio due biografie e lasciate il tempo perché, a coppie, si
che nel proprio Paese d’origine ha una rilevanza scambino informazioni e ipotesi.
storica paragonabile a quella di Giuseppe Garibaldi
B. Spiegate agli studenti che dovranno completare
e di spiegarne il perché. Sollecitateli a confrontarsi
le due biografie con le frasi che trovano sotto ai
oralmente scambiandosi informazioni in merito.
testi. Suggerite di leggere gli estratti prima della
lettura attenta delle biografie. Date loro il tempo
Idee extra di svolgere l’attività e chiedetegli di sottoporvi
eventuali domande di comprensione del lessico al
Potete proporre un approfondimento con il video
fine di chiarire il significato delle rispettive biografie.
Giuseppe Garibaldi. Il Risorgimento, reperibile sul
sito Internet www.raiscuola.rai.it. C. Per svolgere questo abbinamento, ricordate loro
l’importanza di riferirsi al contesto. Verificate in
BB Esercizi p. 131 n. 1, 2; p.132 n. 1, 2, 3, 4;
plenaria.
p. 230 n. 1-5; p. 231 n. 11; p. 232 n. 12 e 13
D. Esortate gli studenti a rileggere le due biografie
CI Compito intermedio dell’attività B e chiedete loro di individuare nel
testo, sottolineandoli direttamente o annotandoli
Invitate gli studenti a scegliere un evento della sto- sul quaderno, i momenti e gli aspetti che
ria del loro Paese di appartenenza che ritengono considerano più significativi nella vita e nelle
particolarmente significativo. Dite loro che devono opere di Lorenzo il Magnifico e Isabella d’Este. In
fare una ricerca per scrivere un breve testo che de- seguito esortateli a confrontarsi con un compagno
scriva il fatto storico scelto. Suggerite di arricchirlo e a riformulare oralmente questi elementi. Se lo
con immagini ed eventuali documenti audio o video e ritenete opportuno potete effettuare una verifica
ricordate loro che nella cronistoria d'Italia trovano dei finale dell’attività con l’insieme della classe.
modelli linguistici di riferimento.
E. Spingete gli studenti a ritornare sulle biografie per
approfondire ulteriormente l’analisi testuale. Portate
la loro attenzione sulle espressioni evidenziate in
3. PERSONAGGI “MAGNIFICI” azzurro e chiedete loro quali funzioni linguistiche
svolgono. Potete invitarli a leggere il paragrafo
dedicato agli indicatori temporali a p. 130.
Obiettivi dell’attività
F. Focalizzate l’attenzione della classe sulle frasi
Grazie a questa attività gli studenti familiarizzeranno evidenziate in giallo nelle biografie. Il tempo verbale
con il genere testuale della biografia. Si osserveran- in grassetto è il condizionale composto, osservatene
no le strutture sintattiche utili per raccontare la vita insieme la struttura (condizionale semplice dell’ausi-
di un personaggio storico, con particolare attenzione liare + participio passato). Dopodiché domandate agli
all’uso degli indicatori temporali e del condiziona- studenti di rileggere le frasi e, concentrandosi sull’uso
le composto per esprimere un’azione posteriore a dei tempi verbali, completare il quadro dell’attività.
un’altra nel passato. Poi, verificate in plenaria. Alla fine di questa attività
esortateli a leggere il paragrafo sul condizionale
Riscaldamento composto a p. 130.
G. Domandate agli studenti di lavorare a coppie per
Proiettate la SCHEDA 13 in cui sono ritratti alcuni
completare le frasi dell’attività. L’obiettivo è quello di
personaggi importanti del Rinascimento italiano:
stimolare un reimpiego significativo del condizionale
Leonardo da Vinci, Veronica Franco, Lucrezia Borgia
composto. Passate alla messa in comune e risolvete
e Niccolò Machiavelli; chiedete agli studenti se li co-
eventuali dubbi.
noscono e se sanno qualcosa sulle loro vite. Potete
dividere la classe in quattro gruppi e assegnare un H. Chiedete agli studenti di pensare a un personaggio
personaggio a ciascun gruppo, che farà una ricerca storico famoso e di fare una ricerca su un aneddoto
per proporre una biografia schematica ai compagni. curioso che lo riguarda. Dovranno quindi raccontare
l’aneddoto alla classe senza però svelare l’identità del
SCHEDA 13 personaggio che dovrà essere indovinato dagli altri

84
7
studenti. Questa attività permetterà ai discenti di Riscaldamento
ristrutturare le informazioni e gli input linguistici ai
Potete proporre un’attività di brainstorming intorno
quali sono stati esposti.
a personaggi e temi dei poemi epici medievali (spe-
I. Chiedete alla classe cosa sa del Rinascimento e delle cialmente cicli carolingio e bretone) per attivare il
corti rinascimentali e invitate gli studenti a confron- lessico che troveranno all'interno di questa unità di
tarsi con un compagno. Dopo questa breve fase di lavoro. Come spunto, proiettate la SCHEDA 14 in cui
contestualizzazione, che potrete condividere anche in trovate delle immagini che rappresentano: 1. Re Artù
plenaria, invitate a leggere le informazioni proposte. con il Mago Merlino che riceve Excalibur dalla Dama
Poi, procedete al primo ascolto e domandate agli del Lago, 2. Tristano e Isotta, 3. la Battaglia di Ronci-
studenti di indicare quali tra le affermazioni elencate svalle, 4. i Cavalieri della Tavola rotonda. Potete anno-
nell’attività sono presenti nella conversazione. tare sulla lavagna del lessico utile (re, cavaliere, mago,
Lasciate alla classe il tempo di rispondere, e fate fare dama, battaglia, ecc.).
un secondo ascolto. Verificate in plenaria e valutate
l’utilità di un terzo e ultimo ascolto. SCHEDA 14

Idee extra
Svolgimento
Potete proporre un breve video di approfondimen-
A. Dividete la classe in coppie o piccoli gruppi.
to sul Rinascimento come quello reperibile su www.
Invitateli a mettere a confronto le proprie aspettative
ovovideo.com Rinascimento.
sul genere narrativo del poema cavalleresco e poi a
Potete mostrare alla classe l’immagine del dipinto
leggere la definizione proposta dall’attività.
di Ottavio Vannini Lorenzo il Magnifico tra gli artisti
che si trova a Palazzo Pitti (Firenze) facilmente re- B. Spiegate che Ludovico Ariosto (Reggio nell’Emilia,
peribile online. L’affresco del Vannini rappresenta il 8 settembre 1474 – Ferrara, 6 luglio 1533) è stato un
Magnifico attraverso gli occhi di un suo ammiratore poeta, commediografo, funzionario e diplomatico
che lo interpreta come un uomo forte, sicuro di sé, italiano, considerato uno degli autori più celebri e
magnanimo. Riflette con gli studenti sull’importanza influenti del suo tempo. Quindi inviate alla lettura
delle rappresentazione pittoriche nel tramandare in- della trama e allo svolgimento del vero o falso.
formazioni sul carattere dei personaggi. Effettuate la correzione in plenaria per verificare se
il testo è stato compreso dalla classe.
BB Esercizi p. 132 n. 5, 6, 7;
p. 231 n. 6 e 7; p. 232 n. 14 C. Sottolineandone l’importanza contenutistica e
la ricchezza formale e lessicale, riportate l’atten-
CI Compito intermedio zione degli studenti sul testo al punto B e chiedete
loro di ritrovare, in contesto, le espressioni elencate
Ciascuno studente seleziona un personaggio storico
nel quadro. Lasciate che ne scrivano la definizione
del quale scrivere una biografia sul modello di quel-
aiutandosi con un dizionario monolingue.
le viste al punto B. Lasciate loro il tempo di fare ri-
cerche su informazioni, eventi e aneddoti. Invitate a D. Spiegate che adesso dovranno esprimersi sull’Or-
selezionare delle immagini rappresentative dell’epo- lando Furioso descrivendo quali aspetti della trama
ca ed eventualmente del carattere del personaggio attraggono la loro curiosità e quali personaggi
trattato. ritengono più interessanti. Chiedetegli di utilizzare gli
aggettivi proposti nell’attività e di aggiungerne altri.
Fate notare che hanno a disposizione un modello
4. L’ORLANDO FURIOSO linguistico in rosso a p. 129. Lasciate il tempo per la
produzione orale, circolate tra i banchi per constatare
come vengono elaborate le frasi e annotate eventuali
Obiettivi dell’attività dubbi ricorrenti.
E. Chiedete agli studenti di analizzare le due frasi
Attraverso la trama di un poema cavalleresco, si in-
evidenziate in giallo nel testo al punto B e di
troducono il discorso indiretto e le strutture prima di
completare la regola d’uso. Per incrementare la
+ infinito e prima che + congiuntivo. Si amplierà il les-
riflessione sull’utilizzo di prima di + infinito e prima
sico per descrivere personaggi e fatti.
che + congiuntivo potete fornire altri esempi alla
lavagna.

85
Unità 7
F. Dite agli studenti che l’attività si svolge in due dettagliata. Ogni studente dovrà inoltre arricchire
tempi di cui la prima fase sarà individuale e la la sua presentazione ideando due frasi che risultino
seconda in collaborazione con un compagno. Invitate particolarmente credibili e adatte al personaggio da
ad abbinare i personaggi delle illustrazioni alle frasi lui selezionato. La parte ludica dell’attività consiste
proposte nella colonna destra della pagina. A ciascun nel non svelare l’identità del personaggio che dovrà
personaggio corrispondono due frasi. Spiegate che essere indovinata dalla classe.
devono ricorrere alle caratteristiche dei personaggi
B Grammatica, Parole e
e alla trama descritti al punto B per poter svolgere
Suoni vedere p. 16 della Guida
l’attività. Poi lasciate il tempo per il confronto con un
compagno. Ricordate loro che è il momento di riutiliz-
zare costruzioni come secondo me + indicativo, a me
sembra che + congiuntivo, mi pare che + congiuntivo. SALOTTO CULTURALE
Infine verificate in plenaria.
G. Spiegate alla classe che nel quadro dell’attivi- Obiettivi della sezione
tà si schematizza il passaggio dal discorso diretto,
costituito cioè dalle frasi pronunciate direttamen- Il principale obiettivo di questa sezione è di offrire un
te dai personaggi della storia, al discorso indiretto approfondimento culturale sulla tradizione popolare
formato dalle frasi usate dal narratore per presentare siciliana dell’Opera dei Pupi invitando a discutere e
le affermazioni dei personaggi. Invitateli a constatare presentare altre tradizioni teatrali popolari.
che nella colonna sinistra appaiono le frasi dirette
e nella colonna centrale ci sono le frasi indirette. Svolgimento
Dovranno osservare quali cambiamenti avvengono
e annotarli nell’ultima colonna. Rassicurateli poiché il A. Chiedete agli studenti se hanno già sentito parlare
loro compito è facilitato dal fatto che i tre elementi su dell’Opera dei Pupi e di provare a ipotizzarne la natura
cui tali modifiche avvengono sono già elencati nelle osservando l’immagine. Lasciate lavorare a coppie.
consegne dell’attività e basterà inserirli nella casella
B. Poi sollecitate gli studenti a leggere attentamen-
opportuna.
te il testo e a tradurre la lista dei termini proposti
H. Per approfondire il passaggio tra discorso diretto nel quadro dell’attività. Suggerite agli studenti di
e discorso indiretto, esortate gli studenti a lavorare utilizzare un dizionario monolingue.
a coppie per trasformare le due frasi rimanenti del
C. Gli studenti dovranno rispondere a delle domande
punto F. Poi chiedetegli di inventare altre due frasi
sul testo, che farete leggere prima della rilettura.
dirette tenendo conto di personaggi ed eventi dell’Or-
Dopo il confronto a coppie, concludete con una
lando Furioso: i compagni dovranno indovinare quale
verifica in plenaria.
personaggio le possa pronunciare.
D. Avvertite la classe che sta per effettuare
BB Esercizi p. 131 n. 2-4; p. 133 n. 8-10;
un’attività di comprensione orale. Gli studenti
p. 231 n. 8-11; p. 232 n. 15 e 16; p. 233
ascolteranno un’intervista a un esperto di pupi.
Spiegate che sentiranno solo le risposte dell’esperto
Idee extra e che saranno loro a dover comprendere e indicare
l’ordine delle domande. Quindi leggete le domande
Se lo ritenete opportuno potete fornire degli appro-
proposte nell’attività, chiarite eventuali dubbi e fate
fondimenti su Ludovico Ariosto. Potreste proporre
fare il primo ascolto. Fate una pausa in modo che gli
agli studenti una breve scheda biografica che ne
studenti possano numerare le domande. Effettuate
presenti in maniera succinta la vita e le opere. Po-
un secondo ascolto prima di verificare in plenaria.
tete presentare questo testo con le forme verbali
all'infinito e chiedere agli studenti di coniugarli al E. Invitate gli studenti a riflettere sulla tradizione
passato remoto. teatrale del loro Paese e chiedete loro se esiste
qualcosa di simile, concettualmente o estetica-
CI Compito intermedio mente, all’Opera dei Pupi. Lasciate agli studenti il
tempo di riflettere e prepararsi per parlarne con i
Come compito intermedio, gli studenti (individual- compagni. Mentre parlano tra loro, muovetevi tra
mente o a coppie) dovranno scegliere uno dei prota- i banchi ascoltando e individuando gli errori più
gonisti dell’Orlando Furioso e farne una descrizione frequenti su cui rifletterete con tutta la classe.

86
7
Idee extra
COMPITI FINALI
Se avete la possibilità di registrare le messe in scena
dei vostri studenti e di caricaricarle sullo spazio vir-
Obiettivi della sezione tuale della classe, potrete proporne la visione: sarà
un utile strumento di autoanalisi delle proprie com-
L’obiettivo di questa sezione è riutilizzare creativa-
petenze linguistiche.
mente le strutture e il lessico appresi nel corso dell’u-
nità al fine di realizzare due progetti: comporre a più
mani un poema, redigendo un testo narrativo colla- CF Scrivere la cronistoria di un’epoca
borativo e scrivere, individualmente, una cronistoria importante del proprio Paese
relativa a un’epoca importante del proprio Paese.
Riscaldamento
CF Scrivere un poema a più mani
Proponete alla classe di aprire il libro a p. 124 per os-
servare nuovamente insieme gli elementi e la strut-
Riscaldamento tura della cronistoria. Potete annotare alla lavagna le
caratteristiche essenziali che risulteranno utili per lo
Scrivete alla lavagna scrittura collaborativa e chiede-
svolgimento del compito finale individuale.
te agli studenti di definirla. Arriverete insieme a una
definizione tipo: forma di scrittura che coinvolge più
autori. Annotate alla lavagna parole ed espressioni Svolgimento
utili emerse. Quindi, informate la classe che dovrà la-
A. Invitate ogni studente a scegliere un’epoca in-
vorare a gruppi per mettere in pratica un lavoro col-
teressante del proprio Paese, con l’obiettivo di
laborativo scrivendo insieme un poema.
selezionare i fatti storici che desidera citare e quali
personaggi vuole presentare. Suggerite la redazione
Svolgimento di una scaletta per raccogliere le idee prima di iniziare
le ricerche.
A. Spingete la classe a suddividersi in gruppi di
massimo 6 studenti ciascuno. Ogni gruppo deve B. Dite alla classe di informarsi sul periodo selezionato
pensare a una storia da raccontare, mettendosi e sui suoi protagonisti reperendo date, luoghi e fatti
d’accordo sugli elementi principali contenuti nella chiave.
storia: i protagonisti, l’epoca e il luogo in cui si svolge
C. A questo punto ogni discente può scrivere la propria
la narrazione, gli eventi salienti. Sottolineate l’impor-
cronistoria, riutilizzando gli indicatori temporali e il
tanza di chiarire fin da subito gli elementi chiave che
passato remoto. Invitateli ad arricchire e integrare la
compongono l’ossatura del poema così come sulla
redazione scritta di questa cronistoria con immagini,
necessità di stabilire il registro da usare e il tempo
documenti ed eventuali audio e video.
della narrazione.
D. Durante le varie esposizioni, la classe è invitata a
B. Esortate gli studenti di ogni gruppo a suddivider-
fare domande sui punti che più incuriosiscono.
si in sottogruppi affinché ciascuno possa scrivere
e sviluppare una parte della storia: situazione
iniziale, svolgimento con evoluzioni e colpi di scena, Idee extra
conclusione.
Potete proporre alla classe un altro formato per il
C. Domandate ai sottogruppi di unire le loro compito finale individuale: realizzare una TED talk su
produzioni elaborando un’unica narrazione. A un periodo storico. Spiegate che dovranno prima pre-
questo punto, invitateli a organizzarsi per la messa parare un testo scritto su cui basarsi per la propria
in scena del loro poema: dovranno infatti decidere presentazione.
chi interpreta il narratore e chi i vari personaggi della
storia e fare le prove prima di presentare il poema al
resto della classe.
D. Dopo la messa in scena dei vari poemi gli studenti
dovranno decidere qual è il più originale e quale il
meglio drammatizzato.

87
Unità 7
Soluzioni
G.
il passato remoto 5 p. 130
Mentre le monarchie moderne lottavano per l’egemonia
1. La storia in parole in Europa, in Italia iniziò l’epoca delle Signorie.
B. 1 Con il passato remoto presentiamo un fatto come un
processo terminato in quel momento (nel passato).
sostantivi verbi
1 Con l'imperfetto presentiamo un fatto come un
vittoria conquistare processo non ancora terminato in quel momento
guerra proclamare (nel passato).
partito governare
esercito combattere H.
stato eleggere Per le date, le epoche e i secoli usiamo gli articoli
potere difendere determinativi e le preposizioni articolate.
rivoluzione emigrare
politica I.
indipendenza
elezioni indipendenza = situazione di uno Stato o di una
repubblica persona che non dipende da un
giornale altro Stato/da un’altra persona.
insurrezione = azione collettiva di protesta,
generalmente violenta, contro
2. Dall’Impero alla Repubblica
l’autorità.
D. moto = agitazione popolare, per
cadde B cadere manifestare ostilità a un
diventò B diventare governo o a un potere, esprime
regnarono B regnare malcontento e protesta.
impedì B impedire spedizione = viaggio organizzato, con
ebbero B avere obiettivo militare.
si svilupparono B svilupparsi
iniziò B iniziare M.
furono B essere
Cosa: la liberazione del Sud dell’Italia dal dominio dei
influenzò B influenzare
Borboni.
Chi: i mille volontari; Garibaldi (alla guida dei Mille);
E. Vittorio Emanuele II e Cavour (che affidano a Garibaldi

il passato remoto 5 p. 130 la spedizione).


Quando: nel 1860.
ESSERE AVERE
Dove: dalla Liguria alla Sicilia.
fui ebbi
fosti avesti 1.  Vittorio Emanuele II e Cavour affidarono a
Garibaldi la spedizione dei Mille perché volevano
fu ebbe
approfittare dell’insurrezione siciliana per cacciare
fummo avemmo i Borboni non solo dalla Sicilia, ma da tutto il Sud
foste aveste
dell’Italia, e per conquistare quei territori.

furono ebbero 2.  Garibaldi è detto eroe dei due mondi perché
combatté per la liberazione dell’Italia ma anche di
diversi Paesi dell’America Latina.
F.
Alimentò; fu; ebbe; salì; instaurò; strinse; entrò;
3.  Nell’immaginario collettivo italiano Garibaldi
diventò; entrò; ci fu; portò; portarono; vinse.
è un esempio di coraggio e di dedizione verso la
patria.

88
7
3. Personaggi “magnifici” ricevette un'educazione universitaria sofisticata.
Nel 1490, a 16 anni, sposò il marchese di Mantova,
B.
Francesco II Gonzaga. In quel momento era difficile
prevedere che la giovanissima Isabella sarebbe
Lorenzo de' Medici, diventata un’icona di stile rinascimentale e una
mecenate dell’arte. In breve tempo, creò una delle
il Magnifico corti più colte e raffinate del suo tempo invitando
1449-1492 e intrattenendo rapporti con artisti del calibro di
Ludovico Ariosto o Baldassarre Castiglione. Ma non
Figlio di Piero de' Medici e Lucrezia Tornabuoni,
solo, durante le assenze frequenti del marito, Isabella
Lorenzo sviluppò una profonda passione per le arti
gestì con grande abilità lo stato mantovano e
e una grande vocazione per la politica. Erede della
mostrò grandi doti diplomatiche, politiche e
famiglia di mercanti e banchieri che governava la
amministrative.
Signoria della città di Firenze, i Medici, nel 1469
Coltivò le sue passioni, tra cui la progettazione
sposò la nobile romana Clarice Orsini: con questo
di giardini, la produzione di profumi e cosmetici,
matrimonio i Medici entrarono a far parte
l’ideazione di abiti e acconciature. Creò uno stile
dell’aristocrazia italiana. Pochi mesi dopo, alla
originale e inconfondibile che altre corti europee
morte del padre, Lorenzo prese le redini del potere.
imitarono. Consapevole del proprio fascino,
Creò rapidamente una rete di alleanze politiche con
Isabella commissionò a Leonardo da Vinci un
le più importanti famiglie fiorentine e consolidò il
ritratto del quale, però, avrebbe ottenuto solo
proprio controllo sulla città. Nel 1478 la famiglia dei
il disegno preparatorio. Come documentano
Pazzi, rivale dei Medici, tenta di uccidere Lorenzo
le sue lettere, impiegò decenni a mettere
e il fratello Giuliano nella cosiddetta Congiura dei
insieme una collezione singolare di opere
Pazzi. Lorenzo sfuggì ai suoi aggressori e progettò
d’arte, di libri e di oggetti di antiquariato
quello che sarebbe diventato il suo più grande
e a progettare il luogo in cui esibirla: i suoi
capolavoro politico. Il giorno dopo la congiura
preziosi camerini, la Grotta e lo Studiolo in Palazzo
fallita, i congiurati furono giustiziati e, con
Ducale. Probabilmente Isabella immaginava che la
una serie di giochi diplomatici, sconfisse i
sua collezione avrebbe rappresentato per i posteri
Pazzi e isolò il loro potente sostenitore, lo
una testimonianza importantissima dell’arte
Stato Pontificio. Politico, diplomatico e letterato,
rinascimentale.
scrisse poesie e testi di filosofia e amò circondarsi
delle migliori menti dell’epoca. Infatti, fece di
Firenze il cuore del Rinascimento, la prima città
C.
d'arte italiana che riuniva artisti e studiosi come
Leonardo Da Vinci, Michelangelo Buonarroti,
consolidare: rinforzare, rendere stabile.
Raffaello Sanzio e Sandro Botticelli. Proprio per
sfuggire: riuscire ad evitare qualcosa o
la sua capacità di governo e il sostegno all’arte
qualcuno.
e alla cultura, incarna l’ideale di principe
commissionare: incaricare un lavoro.
rinascimentale illuminato, “il Magnifico”,
prendere le redini: assumere il controllo della
appunto. Lorenzo morì a soli 43 anni a causa del
situazione.
peggioramento della gotta, una malattia che colpì
coltivare: dedicarsi a un interesse.
molti membri della famiglia Medici. La sua morte
ebbe gravi conseguenze politiche anche perché suo
figlio Piero non era all’altezza del padre.
E.
Le espressioni temporali evidenziate (durante,
Isabella d’Este pochi mesi dopo, il giorno dopo, in breve tempo)
hanno la funzione di collocare gli eventi nel
1474-1539
passato.
Conosciuta come “la prima donna del
Rinascimento”, Isabella d’Este nacque nel 1474
a Ferrara, nella famiglia ducale degli Estensi, e

89
Unità 7
F. C.

il condizionale composto 5 p. 130


battaglia = s contro armato.
azione anteriore azione posteriore
paladino = c avaliere che viveva alla corte di
1 Lorenzo progettò 1 quello che sarebbe
diventato il suo più grande
Carlo Magno e lo accompagnava in
capolavoro politico guerra; difensore.
1 Difficile prevedere 1 che la giovanissima impazzire =d
 iventare pazzo.
Isabella sarebbe
diventata un’icona di stile senno =b
 uon senso, capacità di ragionare.
rinascimentale.
capostipite = f ondatore di una nuova dinastia,
1 Isabella commissionò 1 del quale, però, avrebbe famiglia.
a Leonardo da Vinci ottenuto solo il disegno
un ritratto preparatorio.
E.
1 Isabella immaginava 1 che la sua collezione
avrebbe rappresentato prima che / di 5 p. 130
per i posteri una
testimonianza prima che + verbo al congiuntivo
importantissima dell’arte
prima di + verbo all’infinito
rinascimentale.

Esprimiamo un’azione posteriore rispetto a


F.
un’azione situata nel passato con il condizionale
2 “Ho perso la testa per te!”
composto.
1 “ Orlando è ossessionato con me, non ne posso più!”
G. 4 “Voglio stare per sempre con il mio amato Ruggero”
(Possibili soluzioni) 4 “Diventerai cristiano per me?”
1.  Quando Cristoforo Colombo partì per il suo 3 “Non potrai vincere contro di me, io sono il
viaggio, non sapeva che avrebbe scoperto guerriero migliore!”
l’America.
G.
2.  Quando Maria Antonietta sposò Luigi XVI, non
pensava che le avrebbero tagliato la testa. il discorso indiretto 5 p. 130
3.  Quando l’uomo preistorico inventò la ruota, non DISCORSO DISCORSO
poteva immaginare che sarebbe stata una delle CAMBIAMENTI
DIRETTO INDIRETTO
invenzioni più importanti.
“Ho perso la Orlando dice che 1. il soggetto
4.  Quando Napoleone cominciò la Campagna di
testa per te!” ha perso la testa (ioBlui)
Russia, non credeva che le sue truppe avrebbero 2. i pronomi
per me.
sofferto per il freddo. (teBme)

I. “Orlando è Angelica dice 1. Il soggetto di


Affermazioni presenti: 1, 3, 4. ossessionato che Orlando è potere (ioBlei);
con me, non ossessionato con 2. i pronomi
ne posso più!” lei, non ne può più. (meBlei)
4. L’Orlando Furioso
B. “Voglio Bradamante dice 1. il soggetto
stare per che vuole stare (ioBBradamante);
1.  F
sempre con per sempre con 2. i possessivi
2.  V (mioBsuo)
il mio amato il suo amato
3.  F Ruggero.” Ruggero.
4.  F
5.  F
H.
1 “ Diventerai cristiano per me?” B Bradamante
chiede se Ruggero diventerà cristiano per lei.
1 “ Non potrai vincere contro di me, io sono il
guerriero migliore!” B Agramante dice che
Orlando non potrà vincere contro di lui, perché
lui è il guerriero più forte.

90
7
Grammatica c.  Angelica. “Tutti si innamorano di me.” B Angelica
dice/ha detto che tutti si innamorano di lei.
d.  Bradamante: “Nessuno ci può separare!” B
1.
Bradamante dice/ha detto che nessuno li può
PASSATO REMOTO INFINITO
separare.
nacque nascere
e.  Ruggero: “Il mio amore per te è più forte di
cambiò cambiare
Atlante.” B Ruggero dice/ha detto che il suo
prese prendere
amore per lei è più forte di Atlante.
esaltò esaltare
f.  Lorenzo de’ Medici: “Ho sconfitto i Pazzi, Firenze
cercò cercare
è mia” B Lorenzo de’ Medici dice/ha detto che
interessò interessare
ha sconfitto i Pazzi e che Firenze è sua.
2.
5.
Michelangelo Merisi, detto Caravaggio, nacque
1.  prima che 3.  prima di
a Milano il 29 settembre 1571. Per il talento
2.  Prima di 4.  prima che
dimostrato nelle arti figurative, entrò nella bottega
del pittore Simone Peterzano, quando aveva solo
13 anni. In seguito, Caravaggio si trasferì prima Parole
a Venezia e poi a Roma, dove alcuni nobili gli
commissionarono dei quadri che rappresentavano 1.
nature morte. In questo periodo, Caravaggio a.  unificazione B unificare
dipinse ritratti di giovani accompagnati da cesti di b.  invasione B invadere
frutta e oggetti di vetro. Oltre a possedere un gran c.  annessione B annettere
talento, l’artista aveva una personalità complessa e d.  proclamazione B proclamare
tumultuosa e aveva uno stile di vita bohemien. e.  liberazione B liberare
Ebbe anche gravi problemi con la giustizia per un f.  spedizione B spedire
omicidio. Ad ogni modo realizzò opere d’arte di g.  trasformazione B trasformare
inestimabile valore. Caravaggio morì il 18 agosto h.  modernizzazione B modernizzare
del 1610.
2.
3. a.  4
a.  Caterina Sforza non sa che la chiameranno leonessa b.  2
di Romagna. B Caterina Sforza non sapeva che c.  3
l’avrebbero chiamata leonessa di Romagna. d.  1
b.  Isabella d’Este sa che l’arte dà importanza alla vita e.  5
di Mantova B Isabella d’Este sapeva che l’arte
3.
avrebbe dato importanza alla vita di Mantova.
a.  repubblica d.  referendum
c.  Isabella d’Este è certa che l’arte farà conoscere
b.  monarchia e.  stato
Mantova nel mondo B Isabella d’Este era certa
c.  partito
che l’arte avrebbe fatto conoscere Mantova nel
mondo. 4.
d.  Orlando non sa che Angelica si innamorerà di
sistema politico
Medoro B Orlando non sapeva che Angelica si
sarebbe innamorata di Medoro.
moto rivoluzionario
e.  Ruggero non prevede che il mago Atlante
proverà a separarlo dalla sua amata B Ruggero
lotta armata
non prevedeva che il mago Atlante avrebbe
provato a separarlo dalla sua amata.
confini nazionali
4.
a.  Isabella d’Este: “La mia corte è la più bella.” B 5.
Isabella d’Este dice/ha detto che la sua corte a.  Il d.  Nel; Pochi mesi dopo
è la più bella. b.  nel e.  Il
b.  Orlando: “Non puoi amare un altro!” B Orlando c.  dal; al; Durante
dice/ha detto che (Angelica) non può amare un
altro.

91
Unità 7
6.
a. nascita B nascere
Salotto Culturale
b. matrimonio B sposarsi
B.
c. vita B vivere
d. crescita B crescere marionetta = personaggio in legno e stoffa, legato
e. educazione B educare a dei fili: con questi fili, è possibile muovere la
f. morte B morire marionetta, che recita la parte di un personaggio in
spettacoli di teatro.
8.
a. 2 intrattenimento = attività che ha l’obiettivo di far
b. 1 divertire e rilassare le persone.
c. 6 armatura = copertura, di solito in metallo, che
d. 5 protegge il soldato.
e. 4 improvvisazione = capacità di inventare qualcosa
f. 3 al momento, senza preparazione. Nel teatro,
10. l’improvvisazione è la recitazione che fanno gli attori
a. 2 quando non hanno preparato le battute prima dello
b. 1 spettacolo.
c. 1 scenario = insieme degli elementi che rappresentano
d. 2 l’ambiente di una scena teatrale.

Suoni C.
1.  L’Opera dei Pupi è il teatro di marionette (chiamate
1. i pupi) che usava l’improvvisazione per divertire il
pubblico e raccontare vicende della letteratura.
[∫] [ss] 2.  I pupi rappresentano personaggi della
letteratura cavalleresca, dei poemi medievali, i santi
a X
e i banditi.
b X 3.  I pupari sono le persone che muovo i pupi con i
fili e recitano le battute; un tempo erano i pupari
c X
che costruivano e dipingevano i pupi, mentre oggi si
d X occupano solo della recitazione.
4.  L’Opera dei Pupi ha ottenuto il riconoscimento
e X di Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità
f X dell’UNESCO nel 2001 ed è rimasto una forma
di spettacolo tipica del teatro siciliano, ma che si
g X occupa di tematiche moderne, come l’emigrazione.
h X D.
2 In che modo la messa in scena e le storie si sono
adattate al nuovo pubblico?
2. 1 L’Opera dei Pupi siciliana ha vissuto fasi alterne
a.  Le Signorie furono la culla del Rinascimento. tra splendore, crisi e rinascita. Quali sono le
b.  Creò una delle corti più colte e raffinate del suo caratteristiche che permettono la sopravvivenza
tempo. di questa arte?
c.  Quando Orlando scopre l’amore tra Angelica e 4 Come si prepara uno spettacolo?
Medoro impazzisce. 3 Qual è il legame tra pupo e puparo?
d.  I pupi hanno una struttura in legno, sono vestiti
di stoffe preziose e ricoperti di armature.
e.  Il mago Atlante tenta di separare con la magia
Ruggero e Bradamante.

92
Scheda video 7

Video 7: Marco Polo


potete proporre alcuni spunti su viaggiatori famosi:
Cristoforo Colombo, Ferdinando Magellano, Amerigo
Vespucci, Henry Hudson, David Livingstone, Roald
Il video 7 è uno strumento utile per ripassare e con- Amundsen, James Cook.
solidare i contenuti e le strutture legati al genere
della biografia. Potreste proporne la visione al ter-
mine dell’unità di lavoro 2. Vite straordinarie, prima
dello svolgimento del compito intermedio.
Soluzioni
Riscaldamento
Anticipate agli studenti che stanno per vedere un 2.
video sulla biografia di Marco Polo e invitateli a con-
6 Ritornò a Venezia dopo un viaggio per mare.
dividere con la classe quello che già sanno su questo
personaggio. Scrivete alla lavagna il lessico emer- 2 Partì per l’Oriente con il padre e lo zio.
so e assicuratevi che il significato sia chiaro a tutti.
7 Passò un anno in carcere a Genova.
Questa fase servirà a stimolare l’interesse degli stu-
denti e a far emergere il lessico che potrebbe aiutare 5 Fu consigliere e ambasciatore del Khan.
nella comprensione del video.
10 Si sposò ed ebbe tre figli.

Svolgimento 8 R
 accontò le sue avventure a Rustichello,
che le trascrisse.
1. Chiedete agli studenti di guardare il video e di an- 9 Finita la guerra, tornò a Venezia.
notare solo le informazioni che ritengono più impor-
11 Morì nel 1324.
tanti. Consigliate loro di prendere appunti durante la
visione e di concentrarsi sulle informazioni principali 3 Arrivò a Pechino dopo un viaggio di tre anni.
senza preoccuparsi di capire tutto subito. Fate vede-
1 Nacque a Venezia in una famiglia di mercanti.
re il video e lasciate agli studenti il tempo necessario
per svolgere l’attività; invitateli infine a condividere 4 Imparò la lingua e la cultura del luogo.
con la classe le loro annotazioni.

2. Leggere in plenum le frasi proposte dall’attività


per identificare le informazioni da ricercare nel fil-
mato. Mostrate nuovamente il video e lasciate agli
studenti il tempo necessario per riordinare le frasi e
ricostruire così la biografia di Marco Polo. Fate lavo-
rare individualmente e poi a coppie prima di passare
alla condivisione con la classe e alla correzione, che
potrete condurre, se lo ritenete opportuno, attraver-
so un’ulteriore visione del video.

3. Chiedete agli studenti di dividersi a coppie o in


piccoli gruppi per commentare la biografia di Marco
Polo: quali sono gli aspetti che li colpiscono di più?
Lasciate loro il tempo per scambiarsi le proprie opi-
nioni, poi estendete la discussione a tutta la classe.

4. Dividete gli studenti in piccoli gruppi e invitateli a


prendere spunto dal video per presentare alla classe
la biografia di un viaggiatore o esploratore famoso.
Potranno realizzare una presentazione nel formato
che preferiscono: presentazione Power Point, vi-
deo, poster, collage… Se utile per romere il ghiaccio,

93
Unità 8
In giro per il mondo
OBIETTIVI CONTENUTI
CF COMPITI FINALI GRAMMATICA
••Organizzare un itinerario di viaggio in Italia La forma impersonale dei verbi pronominali; la
••Descrivere un sito d’interesse costruzione passiva con essere, venire e andare;
la preposizione da; l’aggettivo proprio.
CI COMPITI INTERMEDI LESSICO
••Descrivere e commentare un alloggio
Il lessico del viaggio, delle attrazioni e dei servizi
insolito
turistici; i numeri ordinali; il segnale discorsivo ecco.
••Fare il programma di una giornata
di vacanza FUNZIONI COMUNICATIVE
••Presentare un parco artistico Organizzare e raccontare un viaggio; esprimere
gusti e opinioni di viaggio; chiedere e fornire
informazioni.
TIPOLOGIE TESTUALI:
Articolo; recensioni; conversazione; guida turistica.

Prima di cominciare l’unità Svolgimento


Chiedete alla classe quali sono le prime parole che A. Al termine di questa fase introduttiva, invitate
associano al viaggio. Annotate alla lavagna il lessico gli studenti a guardare la fotografia e chiedete
proponendo una categorizzazione tipo: tipologie di loro di commentarla servendosi delle espressioni
viaggio, emozioni, luoghi. presenti nella nuvola. Invitateli a fare una lista
delle espressioni che descrivono in modo adeguato
la fotografia e a confrontarla con un compagno.

1. IL VIAGGIO IN PAROLE B. Chiedete agli studenti di lavorare individual-


mente per completare le categorie proposte con le
parole della nuvola.
Obiettivi dell’attività
C. Sollecitateli a condividere la lista elaborata con
In questa prima doppia pagina si integra e amplia il quella di un compagno e invitateli a implementare
lessico inerente al viaggio. la lista con le parole emerse durante la fase iniziale.
Se lo ritenete utile, potete concludere l’attività con
Riscaldamento una verifica in plenaria.
D. Tornerete su questo punto una volta conclusa
Invitate gli studenti di aprire il libro a p. 138 e, a par-
l'unità, prima della realizzazione dei compiti finali,
tire dal titolo In giro per il mondo, chiedete loro se
se lo ritenete opportuno. Proponete agli studenti
hanno già pensato alla destinazione per il prossimo
di trasformarsi in redattori e ideare una nuova
viaggio. Per introdurre in modo ludico l’argomen-
versione per questa doppia pagina di apertura:
to, potete scorrere con la classe l’elenco proposto
possono proporre e cercare nuove fotografie,
nell’articolo Segno zodiacale, a ciascuno la propria
creare una nuvola di parole di forma e contenuto
città sul sito latitudeslife.com. Nella pagina compa-
diverso e inventare un nuovo titolo per l'unità.
iono le città ideali di ogni segno zodiacale: guardate
Qual è la proposta più convincente? Fatela votare
insieme le proposte corrispondenti ai segni zodiaca-
alla classe.
li degli studenti: sono d’accordo con l’abbinamento
fatto nell’articolo? Parlatene in plenaria.

94
8
D. Focalizzate l’attenzione degli studenti sugli elementi
2. ALLOGGI PARTICOLARI evidenziati nell’articolo. Chiedete loro di riportarli nel
quadro e scrivervi accanto l’infinito corrisponden-
te. Poi, lasciate che riflettano a coppie sul soggetto
Obiettivi dell’attività di queste forme verbali. Fate emergere la natura
impersonale chiedendo loro di fare degli esempi di
L’attività si propone di fornire agli studenti gli stru-
verbi usati in modo impersonale (si mangia, si beve, si
menti per parlare di un alloggio sia dal punto di vista
dorme, ecc.). Evidenziate quindi che i verbi riflessivi e
descrittivo che funzionale. In particolare, gli studenti
le cotruzioni con verbo modale richiedono il pronome
apprenderanno a descrivere e commentare gli spazi
ci per esplicitare la coniugazione impersonale del
e i servizi impiegando un lessico tecnico adeguato e
verbo. Potete fare riferimento al relativo paragrafo
l’utilizzo della forma impersonale del verbo.
nella grammatica a p. 146.

Riscaldamento E. Anticipate agli studenti che leggeranno delle


recensioni fatte da viaggiatori che hanno soggiornato
Incentivate gli studenti a riflettere sul titolo dell’uni- negli alloggi descritti al punto B e che il loro compito
tà di lavoro Esperienze insolite: a che cosa li fa pen- è quello di identificare a quale tipologia abitativa
sare? Per incentivare la riflessione, potete proporre si riferisca ogni commento. Date a ogni studente
degli elementi alla lavagna, ad esempio: destinazio- il tempo di leggere i commenti e di elaborare la
ne, mezzo di trasporto, attività culturale, alloggio, propria proposta. Correggete in plenaria chiedendo
enogastronomia. Dividete la classe in gruppi e ab- quali sono stati gli elementi principali che li hanno
binate a ciascuno un elemento: chiedete loro di scri- portati a elaborare un’ipotesi rispetto a un’altra.
vere almeno due esempi di esperienza insolita che
F. Riportate nuovamente l’attenzione degli studenti
riguarda l’ambito assegnato. Poi passate alla messa
sui testi al punto E. Chiedete loro di selezionare
in comune.
con due colori diversi i punti positivi e i punti
negativi presentati nelle recensioni. Invitateli poi a
Svolgimento confrontare la loro proposta con un compagno.
A. Leggete con la classe le domande e le proposte G. Anticipate agli studenti che lavoreranno in coppia.
dell’attività. Potete proiettare la SCHEDA 15 per Invitateli a leggere le possibili risposte e sollecitate-
fornire un supporto visivo al lessico nuovo. Appro- li a riflettere sulle espressioni sottolineate: a cosa
fittate anche per confrontare le proposte del libro corrispondono nella loro lingua? Poi spiegate che
con quelle già emerse nella fase di riscaldamento. devono pensare alle possibili risposte alle domande
dell’attività e annotarle. Dovranno poi confrontar-
SCHEDA 15
le con le risposte proposte nell'audio. Fate fare un
primo ascolto seguito da una pausa per raccogliere
le idee e poi da un secondo ascolto. Correggete in
B. Invitate gli studenti a guardare con attenzione plenaria.
le immagini dell’articolo e a leggere il nome di ogni
H. Anticipate alla classe che questa attività prevede
tipologia abitativa. Spiegate loro che, prima della
una prima parte di lavoro individuale e una seconda
lettura dell’articolo, dovranno concentrarsi sulle
di confronto. Chiedete agli studenti di leggere le
frasi proposte e abbinarle alle tipologie di alloggio,
domande presenti nella consegna e di elaborare
secondo la loro opinione. Date a ogni studente il
possibili risposte da condividere a gruppi o in
tempo per lavorare con un compagno. Ascoltate
plenaria.
le ipotesi delle diverse coppie, quindi invitatele a
leggere l’articolo per confermare o confutare quanto I. Spiegate agli studenti che dovranno realizzare un
hanno ipotizzato. Correggete in plenaria. testo in forma scritta nel quale raccontare una loro
esperienza in un alloggio particolare. Specificate che
C. Fate leggere nuovamente il testo al punto B e
non è necessario avere effettivamente avuto questa
chiedete agli studenti di sottolineare l’elemento
esperienza e che possono dare spazio alla fantasia.
che gli piace maggiormente e quello che invece
Consigliate loro di rileggere i testi al punto E per
non apprezzano. Invitateli a condividere con
avere un modello a cui ispirarsi per la redazione
un compagno i pro e i contro di ogni alloggio,
della recensione sulla loro esperienza. Invitateli a
esprimendo le loro preferenze, per poi scegliere la
usare le espressioni presenti al punto G.
tipologia di alloggio che vorrebbero provare.

95
Unità 8
Idee extra maggioranza di viaggiatori molto organizzati o di
amanti dell’improvvisazione? Quali sono i tipi di
Chiedete alla classe quali sono le fonti attraverso cui
itinerario preferiti?
si informano e si ispirano per i propri viaggi. Potreb-
be essere interessante nominare alcune riviste, blog B. Anticipate agli studenti che stanno per leggere
e siti internet, programmi tv italiani e consigliarne la un brano tratto da una guida turistica che propone
consultazione a scopo personale e culturale. Alcuni un itinerario in Sicilia. Chiedete se qualcuno ha
esempi: visitato questa regione o se comunque ne conosce il
Bell’Italia, Dove, Traveller (riviste) patrimonio artistico-culturale e naturalistico. Potete
Turisti per caso, La Globetrotter, Off Limits (blog decidere di leggere in plenaria o chiedere di farlo
e siti Internet) individualmente; potrebbe essere utile la lettura
Kilimangiaro, Donna avventura, Sette Meraviglie in plenaria dal momento che nel testo compaiono
(programmi tv) parole che potrebbero richiedere una spiegazione
(fenicotteri, aironi, mulini, archeologia industriale,
BB Esercizi p. 146 n. 1; p. 148 n. 1-3;
cale, ecc.). Dopo la lettura, chiedete agli studenti di
p. 149 n. 8; p. 234 n. 1, 2 e 3; p 235 n. 10-12
indicare e spigare a un compagno qual è la tappa
che preferiscono e perché.
CI Compito intermedio
C. Il confronto con un compagno in merito alle
Chiedete agli studenti di lavorare individualmente tappe del viaggio in Sicilia prosegue anche in questa
alla selezione di un alloggio che considerano molto attività. Spiegate che, mantenendo le stesse coppie,
particolare e che possa rispecchiare i loro gusti e il dovranno leggere insieme i testi al punto C per
loro stile di viaggio. Spiegate che dovranno cercare negoziare il cambiamento del programma proposto
delle immagini alle quali abbinare una recensione al punto B, in base alle proprie preferenze.
e degli slogan per attirare l’attenzione dei compa-
D. Consultate in plenaria le prime due frasi proposte
gni. Invitate gli studenti a presentare il loro lavoro
nel quadro e le loro riformulazioni in blu. Chiedete
alla classe e a prepararsi a rispondere a eventuali
poi agli studenti di osservare i cambiamenti nella
domande e curiosità. Una volta conclusa la fase di
struttura della frase e di focalizzarsi sul tempo del
presentazione, la classe dovrà eleggere la proposta
verbo esplicitandone le differenze. Quindi lasciate
più insolita.
che gli studenti reperiscano nel testo al punto B le
rispettive varianti passive. Potreste consigliare agli
studenti di elaborare un esempio di frase passiva,
3. VIAGGIANDO PER L’ITALIA prima di cercare nel testo, per poi verificarne
l’effettiva correttezza. Date agli studenti il tempo
di completare la tabella e la regola d’uso, prima di
Obiettivi dell’attività correggere in plenaria.
E. Date agli studenti il tempo di completare le frasi
Attraverso la tipologia testuale dell’itinerario di
e, nella fase di messa in comune, risolvete eventuali
viaggio e del racconto, si presenta la costruzione
dubbi facendo riferimento alla grammatica a p. 146.
passiva e si propone un ampliamento lessicale.
F. Prima di fare l’ascolto, leggete insieme le
Riscaldamento proposte dell’attività per aiutare gli studenti
a farsi un’idea generale delle informazioni che
Chiedete alla classe qual è stato il loro ultimo viag- devono identificare e a cui devono prestare più
gio: in città, nella natura, di relax, di avventura? Po- attenzione. Fate fare il primo ascolto e chiedete
tete dire la destinazione del vostro ultimo viaggio e loro di elaborare delle ipotesi di risposta che
condividere la vostra tipologia di viaggio preferita. verranno confermate in un secondo ascolto. Date
il tempo agli studenti di riflettere sulle risposte
Svolgimento confermando o confutando la loro prima ipotesi.
Correggete in plenaria.
A. Invitate a svolgere l’attività in piccoli gruppi per G. Spiegate che ascolteranno di nuovo il racconto di
rispondere alle domande proposte nella consegna viaggio di Fulvio ma questa volta con l’obiettivo di
e per ampliare l’elenco di tipi di itinerario. Poi, fate confrontare le tappe citate nell'audio con le proposte
una breve inchiesta sui trend della classe: c’è una dell’itinerario al punto B. Compito degli studenti

96
8
è prendere nota delle tappe durante l’ascolto per tà è quello di evidenziare con la classe che le parole
poi individuare quali coincidono e quali no. Dopo la che vengono associate a entrambi gli insiemi. Com-
correzione in plenum, favorite il dibattito su quali mentate in plenum.
tra le attività svolte da Fulvio sono più interessanti
e perché. Svolgimento

Idee extra A. Invitate gli studenti a condividere le loro


esperienze con un compagno e chiedete loro di
Potete proporre alle classe di lavorare in gruppi per
citare eventuali parchi artistici italiani.
tracciare l'itinerario di Fulvio su una mappa della
Sicilia. Invitateli a cercare per ciascuna tappa un'im- B. Per questa attività di comprensione scritta
magine rappresentativa. In questo modo familiariz- potreste decidere di leggere in plenaria il testo
zeranno con la mappa della regione trattata nell'i- per avere un controllo maggiore sul livello di com-
tinerario e potranno riutilizzare il lessico durante il prensione del lessico da parte della classe e per,
lavoro di gruppo. eventualmente, intervenire dando delucidazioni
e sciogliendo dubbi. Qualora, invece, consideriate
BB Esercizi p. 147 n. 2-4; p. 148 n. 4-6;
questo lavoro di comprensione una sfida adeguata
p. 234 n. 4-6; p. 236 n. 14 e 15
alla vostra classe, consigliate agli studenti di
CI Compito intermedio dividersi in coppie e di leggere insieme il testo con-
frontandosi sulle eventuali incertezze. Spiegate loro
Spiegate agli studenti che dovranno lavorare in che dovranno completare il quadro reperendo nel
modo autonomo per concepire il programma di una testo le informazioni richieste. Infine passate alla
giornata di vacanza che rispetti i propri gusti e inte- messa in comune.
ressi. Consigliate quindi di pensare in primo luogo a
C. Anticipate agli studenti che dovranno lavorare
che tipo di vacanza vogliono fare, poi alla meta tra
individualmente e che avranno bisogno di un
quelle trattate ai punti B e C. A questo punto posso-
dizionario. Ogni studente dovrà completare il
no fare ricerca per definire un itinerario per la gior-
quadro con le definizioni richieste.
nata. Ricordate di ricorrere a immagini per presen-
tare il proprio lavoro alla classe. D. Riportate l’attenzione della classe sul testo al
punto B. Chiedete loro di rileggere i testi e prendere
nota degli elementi dai quali sono particolarmente
affascinati. Una volta completata l’attività, chiedete
4. PARCHI ARTISTICI loro di scegliere quale sia il parco che vorrebbero
visitare e di confrontare le proprie impressioni con
un compagno.
Obiettivi dell’attività E. Spiegate agli studenti che nel testo al punto B
sono presenti delle frasi in costruzione passiva: le
Trattando il tema del rapporto tra arte e natura,
trovano riportate nel quadro. Invitateli a osservare
agli studenti viene richiesto di comprendere e saper
gli esempi in blu e quindi a riformulare le due
produrre un testo descrittivo che contenga un les-
frasi rimanenti. Che cosa notano? Nella messa in
sico tecnico adeguato e delle strutture sintattiche
comune, assicuratevi che sia chiara la costruzione
complesse come la costruzione passiva.
passiva andare + participio passato. Rimandate alla
grammatica a p. 146 per ulteriori esempi.
Riscaldamento
F. Chiedete alla classe di rileggere le frasi proposte
Prima di aprire il libro, chiedete agli studenti di al punto E e di riflettere sulla funzione comunicati-
riflettere sulle parole arte e natura e di annota- va che ricoprono. Correggete in plenaria sottoline-
re e condividere le parole che abbinano a questi ando che l’utilizzo della costruzione passiva con il
due concetti. Spiegate che possono scrivere tutto verbo andare fa acquisire alla frase un’accezione di
quello che vogliono: luoghi, oggetti, periodi sto- obbligo o necessità.
rici, ecc. Mentre gli studenti riflettono, designate
G. Focalizzate l’attenzione della classe sulle frasi
alla lavagna due insiemi che si intersecano. Scrivete
evidenziate nel testo al punto B e chiedete di
un’etichetta per ogni insieme: uno con la parola na-
riflettere sull’uso dell’aggettivo proprio. Invitateli
tura e uno con la parola arte. L’obiettivo dell’attivi-
quindi a cercare una possibile traduzione di questo

97
Unità 8
termine nella loro lingua. Potreste consigliare loro di termine delle presentazioni verranno votate le tre
tradurre l’intera frase evidenziata. Qualora vi siano più accattivanti.
studenti appartenenti alla stessa madrelingua,
B Grammatica, Parole e
invitateli a confrontarsi tra loro. Una volta conclusa
Suoni vedere p. 16 della Guida
questa fase, chiedete agli studenti di provare a
riformulare sostituendo l’aggettivo proprio con
possibili sinonimi. Ascoltate le proposte correggendo
o avvalorando le ipotesi. SALOTTO CULTURALE
H. Chiedete agli studenti di rileggere con attenzione
la terza scheda descrittiva del testo al punto B. Obiettivi della sezione
Spiegate loro che dovranno lavorare individualmen-
te per rispondere alle domande e che potranno poi Il principale obiettivo di questa sezione è di offrire
confrontare le risposte con un compagno. Lasciate un approfondimento culturale sulle tappe italiane
il tempo per svolgere l’attività e poi correggete in del Grand Tour. Agli studenti verranno presentate
plenaria. le testimonianze di alcuni personaggi che hanno
sperimentato questo viaggio di formazione e si os-
I. Anticipate agli studenti che dovranno continuare a
serveranno gli elementi principali di un racconto di
lavorare a coppie. A ogni studente della coppia dovete
viaggio.
affidare o il testo sul Giardino dei Tarocchi o quello del
Parco dei Mostri. Invitateli a leggere nuovamente il
testo affidato e a selezionare con attenzione le infor- Riscaldamento
mazioni più interessanti. Una volta conclusa la fase di
Chiedete alla classe se qualcuno ha partecipato al
analisi del testo, chiedete agli studenti di comporre
programma Erasmus o ad altri programmi di scam-
quattro domande sul testo esaminato che dovranno
bio culturale. Quale arricchimento gli ha portato?
poi sottoporre al compagno perché trovi una risposta.
Parlatene in plenaria.
Ogni componente della coppia dovrà rispondere alle
domande proposte dall’altro. Lasciate il tempo per
lo svolgimento e passate tra i banchi rendendovi Svolgimento
disponibili a risolvere eventuali dubbi.
A. Invitate la classe a lavorare a coppie per
Idee extra rispondere alle domande poste nell'attività e
discutere sui tre punti proposti.
Data la ricchezza del lessico proposto in questa uni-
B. Adesso guidate la riflessione sulle possibili
tà di lavoro, potete proporre agli studenti di selezio-
descrizioni del Grand Tour e invitate a leggere l’in-
nare il lessico che trovano più complesso e costruire
troduzione del testo a p. 150 per verificare le proprie
un dizionario personale con definizioni, eventuali
ipotesi.
sinonimi e una frase di esempio d’uso.
C. Avvertite gli studenti che stanno per leggere
BB Esercizi p. 147 n. 3, 5 e 6; p. 234 n. 7;
le testimonianze di personaggi famosi che
p. 236 n. 16-18; p. 237
hanno fatto il Grand Tour. Spiegate loro che ogni
testo contiene una parte argomentativa in cui i
CI Compito intermedio personaggi elaborano dei giudizi e delle valutazioni
sui luoghi in cui si trovano e una parte espressiva
Invitate gli studenti a scegliere un parco artistico
in cui viene descritto lo stato d’animo dell’autore.
che li attrae o che rispecchia la loro personalità.
Invitate gli studenti a leggere autonomamente il
Qualora non ne conoscano, invitateli a cercare
testo e a identificare in ogni testimonianza le due
informazioni partendo da quelli già citati all’i-
parti che la costituiscono: quella argomentativa
nizio della sezione. Spiegate loro che dovran-
e quella espressiva. Consigliate loro di usare due
no comporre un testo descrittivo sul modello di
colori diversi e di confrontare quanto fatto con un
quelli presenti al punto B. Consigliategli anche di
compagno.
riguardare il quadro al punto B per capire quali
sono le informazioni più importanti da inserire D. Spiegate che nell’ascolto viene proposto il
nella propria presentazione. Invitateli a redige- racconto del Grand Tour di Johann Wolfgang
re un testo e a preparare una presentazione che Goethe. Per aiutarli in sede di comprensione orale,
includa anche immagini o video. Spiegate che al chiedete agli studenti di esplicitare quali informazio-

98
8
ni conoscono circa il personaggio citato. Annotate richiede di organizzare un itinerario di viaggio in
alla lavagna tutto quello che emerge. Potete Italia, nel secondo di descrivere un sito di interesse
proporre alla lavagna le seguenti informazioni: turistico culturale.
Chi: Johann Wolfgang von Goethe (1749 – 1832)
Pensiero: Sturm und Drang - Classicismo CF Organizzare un itinerario
Opere principali: I dolori del giovane Werther, Faust di viaggio in Italia
Frase celebre: "Soltanto chi non ha bisogno né di
comandare né di ubbidire è davvero grande."
Riscaldamento
Una volta conclusa questa fase, chiedete agli
Chiedete agli studenti di dividersi in gruppi e spie-
studenti cosa si aspettano di ascoltare in un
gate loro che svolgeranno un’attività cooperativa
testo che racconta un’esperienza di viaggio di un
durante la quale dovranno organizzare un itinerario
giovane aristocratico del 1800. Passate all’ascolto
di viaggio. Chiedete a ogni studente di condividere
seguito dal confronto a coppie.
con il proprio gruppo le tipologie di viaggio preferite
e invitateli a selezionarne una. Questa scelta indiriz-
E. Fate fare un secondo ascolto chiedendo di
zerà le successive tappe del lavoro.
integrare gli appunti presi con altre informazioni.
Consigliate loro di dividere il racconto in base alle
tappe del viaggio e di integrare ogni tappa con la Svolgimento
maggior quantità di informazioni possibili. Spiegate
loro che dovranno fare questo lavoro individualmen- A. Sollecitate gli studenti a negoziare un luogo dove
te e che potranno poi confrontarsi con un compagno. vorrebbero trascorrere una vacanza di qualche
giorno. Sottolineate che la scelta del luogo è
F. Spiegate agli studenti che potranno ascoltare
influenzata dalla scelta della tipologia di viaggio
un’altra volta il racconto di viaggio di Goethe e che,
fatta in precedenza.
mantenendo le stesse coppie, dovranno identifi-
care le tappe del viaggio integrando la descrizione B. Spiegate ai gruppi che dovranno occuparsi
del racconto con gli elementi richiesti dall’attivi- dell’organizzazione di ogni elemento del viaggio.
tà. Una volta confrontati gli appunti, invitate ogni Consigliate loro di concordare per prima cosa le
coppia a elaborare un riassunto in forma scritta eventuali tappe per stilare il programma della
del racconto di viaggio di Goethe. vacanza. Poi di occuparsi delle informazioni sulle
località e sui siti d’interesse. Infine di definire
G. Adesso invitate al lavoro individuale di redazione
gli aspetti più tecnici come gli alloggi, i trasporti
di un testo in cui descrivere una città che hanno
e le attività da fare. Consigliate agli studenti di
visitato specificando le sue peculiarità, i monumenti,
consultare siti come TripAdvisor, Airbnb, Trenitalia,
i luoghi pubblici e le emozioni che ricordano di avere
Blablacar oltre ai siti del turismo o delle ProLoco dei
provato durante la visita.
siti d’interesse scelti.

Idee extra C. Invitate i gruppi a preparare una presentazio-


ne accattivante in cui condividere tutti gli elementi
Potreste chiedere a ogni studente di leggere la de- dell’organizzazione del viaggio, da quelli culturali a
scrizione della città che hanno elaborato al punto G quelli tecnici.
omettendo il nome. I compagni dovranno provare a
D. Chiedete ai diversi gruppi di presentare in forma
indovinare di quale città si tratta.
orale l'elaborato cercando di promuovere il più
possibile la loro proposta. A presentazioni ultimate,
fate un sondaggio per individuare la destinazione
COMPITI FINALI che attira più partecipanti.

CF Descrivere un sito d’interesse


Obiettivi della sezione
L’obiettivo di questa sezione è riutilizzare creati- Riscaldamento
vamente le strutture e il lessico appresi nel cor-
so dell’unità al fine di realizzare due progetti, uno Chiedete alla classe quali sono le guide che consul-
di gruppo e uno individuale. Nel primo progetto si tano per organizzare i loro viaggi. Sono più tipi da

99
Unità 8
Lonely Planet o da Rough Guide? O magari preferi-
scono raccogliere informazioni da più fonti? Discu-
Soluzioni
tete in plenaria sulle preferenze e sulle relative mo-
tivazioni. Questa prima fase è utile per individuare i 1. Il viaggio in parole
punti di forza di una descrizione di un sito turistico.
B.
luogo esperienza
Svolgimento
suggestivo
unico
A. Anticipate agli studenti che dovranno lavorare
tipico
in modo individuale per la stesura di un testo che indimenticabile
insolito
descriva un sito di interesse socio-culturale o na- particolare
indimenticabile
turalistico che hanno visitato e che gli è piaciuto in particolare
modo particolare. Invitateli a riflettere e scegliere il meraviglioso
sito da descrivere.
B. Chiedete agli studenti di stendere una scaletta
2. Alloggi particolari
delle informazioni che vogliono trattare. Sottolineate
che possono inserire elementi specifici e particolari B.
che hanno caratterizzato la loro esperienza e a.  trullo d.  monastero
vorrebbero consigliare. Dopo la stesura della b.  iglù e.  casa sull’albero
scaletta, invitate a integrare ogni punto reperendo c.  monastero/casa
le informazioni mancanti. Una volta completata la sull’albero
ricerca, chiedete agli studenti di elaborare un breve
D.
testo.
la forma impersonale 5 p. 146
C. Spiegate che nel preparare la presentazione
devono considerare l'obiettivo di promozione del
ci si addormenta → addormentarsi
sito prescelto. Suggerite quindi di integrare la pre-
sentazione con immagini e video. ci si rilassa → rilassarsi

D. Chiedete agli studenti di presentare ai compagni ci si risveglia → risvegliarsi


la loro proposta e di ascoltare le presentazioni
ci si deve preoccupare → preoccuparsi
degli altri. Invitate a prendere appunti durante le
presentazioni dei compagni per poter motivare, in ci si scalda → scaldarsi
una fase successiva, la propria preferenza per un
ci si gode → godersi
sito rispetto a un altro. Finita la messa in comune,
chiedete agli studenti di commentare le presenta- ci si disintossica → disintossicarsi
zioni dei compagni.
ci si immerge → immergersi

E.
1.  Monastero 3.  Iglù
2.  Casa sull’albero 4.  Trullo
F.
Giudizi positivi
Giudizi negativi

1.  Esperienza da fare assolutamente! Sono entrata


in contatto con me stessa e con la mia spiritualità. Mi
raccomando, rispettate le abitudini dei padroni di casa.
2.  Un’esperienza unica per chi vive in città,
un’immersione nella natura... ci si svegliava con il
canto degli uccelli! Nota negativa: gli insetti!
3.  Esperienza indimenticabile, insolita, ma è un po’
scomodo. Sconsigliato per chi soffre il freddo!

100
8
4.  Da ripetere! Il paese è davvero suggestivo. 4. Parchi artistici
Peccato che in agosto sia affollato di turisti.
B.
G. La Fiumara Parco dei Giardino dei
Cerca un posto… Cerca un’esperienza… d’arte Mostri Tarocchi
✓   solitario e isolato ✓   indimenticabile su una collina
sulla costa fino
✓   originale ✓   unica e insolita luogo a Viterbo della Maremma
al lungomare
✓   da sogno ✓  da vivere almeno una toscana

volta
seconda
periodo di a partire dagli
metà del tra il 1978 e il 1998
realizzazione anni Ottanta
Cinquecento
3. Viaggiando per l’Italia
fatto costruire
D. ideato da dal principe
Antonio Orsini; alla ideato e realizzato
la costruzione passiva 5 p. 146 Presti che ha costruzione da Niki de Saint
artista e/o
commissionato ha partecipato Phalle, con l’aiuto
ideatore
I Romani hanno abitato e Il borgo è stato abitato e le opere a l’architetto di altri artisti
12 artisti Pirro Logorio, contemporanei
trasformato il borgo. trasformato dai Romani. internazionali allievo di
Michelangelo
Nelle Saline di Trapani Nelle Saline di Trapani
producono il sale marino viene prodotto il sale un vero e proprio presenta le sculture
da secoli. marino da secoli. museo all’aperto una serie di rappresentano
caratteristiche
in cui l’arte irregolarità gli arcani dei
distintive
In questo luogo prima In questo luogo prima veniva si fonde nella che lo rendono tarocchi e sono
natura unico coloratissime
lavoravano il tonno. lavorato il tonno.
la Piramide al
Delle video installazioni 38° parallelo, il
Il Comune organizza sculture ispirate
Monumento per
vengono realizzate dal un poeta morto
alle figure dei
video installazioni. opere il simbolo del tarocchi; la
Comune. principali
(Finestra sul
parco: l’Orco scultura più
mare) e l’Atelier
rappresentativa è
Gli amanti degli sport San Vito Lo Capo è sul mare, un
l'Imperatrice
singolare museo-
acquatici conoscono San conosciuto dagli amanti degli albergo
Vito Lo Capo. sport acquatici.

1 La persona o la cosa che compie l’azione


non è sempre indicata.
C.
1 La persona o la cosa che compie l’azione è introdotta
dalla preposizione da.
imponente = grandioso, maestoso,
che provoca rispetto e
ammirazione.
E.
1.  Il birdwatching è praticato da molti turisti. ricoprire = coprire una superficie
2. Più di 2000 anni fa il borgo è stato fondato dai totalmente.
Troiani.
incidere = tracciare un segno su un
3. Varie mostre sull’attività della pesca del tonno
materiale duro.
sono organizzate dal Comune.
4.  Le specialità del posto sono apprezzate da tutti. distorto = alterato e percepito in modo
5. Molti trattamenti sono offerti dalle Terme errato.
Segestane.
sorgere = trovarsi (in un luogo).
F.
1.  F 4.  F
2.  V 5.  F
3.  V 6.  F
G.
Tappe dell’itinerario presenti nel viaggio di Fulvio: 1;
2 (ma non ha visitato l’ex Stabilimento Florio); 3; 5.

101
Unità 8
E. b. T  rapani è visitata da molti turisti ogni anno.
la costruzione passiva 5 p. 146
passiva
4.  a. Alcuni visitatori hanno visto i fenicotteri.
A chi vuole perdersi in un mondo fantastico va b. I fenicotteri sono stati visti da alcuni visitatori.
consigliato il parco ideato da Niki de Saint Phalle. passiva
B A chi vuole perdersi in un mondo fantastico bisogna
consigliare il parco ideato da Niki de Saint Phalle. 3.
a.  è d.  è
Va sicuramente visto il simbolo del parco. b.  sono e.  è
B Bisogna vedere il simbolo del parco. c.  erano/venivano
Due delle sculture che non vanno perse sono la 4.
Piramide e il Monumento per un poeta morto. a.  Il parco è stato ideato da un gruppo di
B Non bisogna perdere la Piramide e il Monumento artisti.
per un poeta morto. b.  Ottime cure termali sono offerte da Montecatini.
c.  Pachino è conosciuto da tutti per i famosi
All’interno del parco scultoreo va visitato anche pomodori.
l’Atelier sul mare. B Bisogna visitare anche l’Atelier d.  Itinerari gastronomici sono proposti dalla guida.
sul mare.
e.  Molti acquedotti sono stati costruiti dai Romani.
f.  Un’esposizione sulla Pittura Metafisica sarà
F. organizzata dal museo.
g.  Il sale è/viene ancora estratto nelle Saline di
✓   obbligo, necessità
Trapani.
H.
5.
1. 
La Fiumara d’Arte è definita “museo all’aperto”
Molti borghi del Centro Italia sono stati
perché è un parco ricco di sculture artistiche.
distrutti dal terremoto (agente). Erano posti
2. 
La Piramide sorge su una collina.
da favola (aggettivo), avevano centri storici
3. 
Il Monumento per un poeta morto si trova sul
medievali da ammirare (obbligo). Si tratta di
lungomare ed è stato ribattezzato Finestra sul
patrimonio importante da recuperare (obbligo)
mare perché ha la forma di una cornice.
e la ricostruzione dovrà essere fatta dallo Stato
4. 
Bisogna visitare anche l’Atelier sul mare, un
(agente). Adesso si trovano ancora in condizioni da
museo-albergo con camere decorate.
vergogna (aggettivo).

Grammatica 6.
b. propri
c. propri
1.
f. propria
a.  Ci si deve iscrivere alla gita entro stasera.
b.  In Italia ci si gode il Ferragosto al mare
o in montagna. Parole
c.  Nel monastero ci si sveglia all’alba.
d.  In vacanza ci si vuole rilassare. 2.
e.  In Italia ci si riposa spesso alle terme. a.  suggestivo d.  costruito
f.  Ci si gode il paesaggio da sogno della riserva naturale. b.  fondate e.  indimenticabile
g.  Ci si aspetta il buon cibo quando si va in Italia. c.  semplice; lussuosi
2. 3.
1. a. Una famosa catena alberghiera ha trasformato all’interno di risale a
il castello in un B&B. a forma di ideale per
b. Il castello è stato trasformato in un B&B da adatto a immersa in
una famosa catena alberghiera. passiva
a. La casa sull'albero è immersa nel verde.
2. a. Nel XVIII secolo i mulini a vento erano usati dai
b. Il tempio risale al II secolo a. C.
salinari per raccogliere il sale. passiva
c. È una vacanza ideale per rilassarsi.
b. Nel XVIII secolo i salinari usavano i mulini a
d. La sculture sono a forma di animali fantastici.
vento per raccogliere il sale.
e. Non è un viaggio adatto ai bambini.
3.  a. Molti turisti visitano Trapani ogni anno.
f. Il castello è situato all'interno di un parco

102
8
4. 8.
a.  4 d.  1
alloggio insolito b.  1 e.  3
c.  2 f.  1
borgo medievale

paesaggio meraviglioso Suoni


esperienza particolare 1.

[k] [g]
mare cristallino
a X
parco artistico
b X
visita guidata
c X
itinerario gastronomico d X

e X

5. f X
a.  N
b.  EG g X
c.  SA h X
d.  N
e.  EG i X
f.  S l X
g.  SA
h.  S/N
i.  SA 2.
l.  N/EG a.  borgo f.  organizzare
b.  parco g.  unico
c.  artistico h.  lago
7. d.  godersi i.  botteghe
1º primo 11º undicesimo e.  percorrere l.  chiesa
2º secondo 12º dodicesimo
3º terzo 13º tredicesimo
Salotto Culturale
4º quarto 14º quattordicesimo
B.
5º quinto 15º quindicesimo
2.  Viaggio di formazione che, tra il XVI e il XIX
6º sesto 16º sedicesimo secolo, segnava la fine degli studi dei giovani
aristocratici europei.
7º settimo 17º diciassettesimo
C.
8º ottavo 18º diciottesimo
Frasi che indicano una valutazione
9º nono 19º diciannovesimo
Frasi che descrivono un’emozione o uno stato
10º decimo 20º ventesimo
d’animo

103
Unità 8
F.
È il paradiso delle città, e una luna 5 Verona (ammirò l’Arena)
5 Vicenza (godette dell’architettura delle ville del
sufficiente a fare impazzire metà dei savi
Palladio)
della terra [...]; e io sono più felice di quanto 5 Padova (l’orto botanico)
sia mai stato in questi cinque anni, felice 5 Venezia (ammirò le calli e i canali, rimase
impressionato dalle abitudini dei veneziani)
come in tutta probabilità non sarò mai 5 Firenze (Duomo e Battistero)
più in vita mia. Mi sento fresco e giovane 5 Roma (apprezzò lo stile di vita dei romani,
quando il mio piede posa su queste calli, e i ammirò i monumenti e l’architettura, come
piazza di Spagna, il caffè Greco, la Fontana di
contorni di San Marco mi entusiasmano. Trevi, il Palazzo del Quirinale)
5 Napoli (si innamorò della natura e in particolare
del golfo, della spiaggia, del Vesuvio, ammirò il
temperamento felice della gente e visitò i castelli
Ero giunto a quel livello di emozione dove si delle vicine campagne).
5 Sicilia (entrò in contatto con la natura e ammirò
incontrano le sensazioni celesti date dalle
i templi greci di Segesta e la Valle dei templi di
arti ed i sentimenti appassionati. Uscendo Agrigento).
da Santa Croce, ebbi un battito del cuore,
la vita per me si era inaridita, camminavo
temendo di cadere.

Troverai Napoli più gioiosa di qualsiasi


altra città d’Italia e di tutto il mondo,
credo. Roma ti apparirà come una triste
matrona vestita di nero, dopo aver visitato
l’effervescente e movimentata Napoli: la
melanconia dopo l’allegria.

Roma è sporca, ma è Roma; e per chiunque


ha vissuto a lungo a Roma quella sporcizia
ha un fascino che la lindura di altri
posti non ha mai avuto. Tutto dipende
naturalmente da quello che chiamiamo
sporcizia. Nessuno vorrebbe difendere le
condizioni di alcune strade romane, o di
certe abitudini dei suoi abitanti. Ma la
patina che molti chiamano sporcizia, per me
è colore, e agli occhi dell’artista la pulizia di
Amsterdam rovinerebbe Roma.

104
Scheda video 8

Video 8: Itinerari
scun gruppo proporrà un itinerario su un tema di-
verso, includendo tappe, attività e luoghi insoliti in

umbri
cui alloggiare. Lasciate libertà nella scelta del forma-
to della presentazione.

Il video 8 propone uno spunto per ripassare i conte-


nuti affrontati nel corso dell’unità. Potete proiettar-
lo come attività di preparazione allo svolgimento dei
compiti finali.
Soluzioni
Riscaldamento 1.
Anticipate agli studenti che stanno per vedere un 1. Il viaggio dura tre giorni e prevede la visita di tre
video in cui due persone pianificano un itinerario di città.
viaggio. Come attività rompighiaccio potete chiede- 2. Elisa e Matteo si accordano sull’itinerario, anche
re agli studenti di dire come organizzano di solito i se hanno idee e gusti diversi.
loro viaggi: si preparano prima o preferiscono im-
2.
provvisare? Come organizzano l’itinerario e scelgo-
no le diverse tappe? Questa fase servirà a introdurre CITTÀ ATTIVITÀ
il tema e a far emergere il lessico utile. Visita guidata alla Casa del Cioccolato
prima con degustazione, visita della Galleria
Perugia
Svolgimento tappa Nazionale dell’Umbria e della Chiesa di
San Lorenzo.
1. Chiedete agli studenti di leggere le domande
Degustazione di vini e formaggi, visita
dell’attività per sapere su quali informazioni con-
seconda alle mura medievali e agli affreschi di
centrarsi senza preoccuparsi di capire alla prima vi- Assisi
tappa Giotto, degustazione e visita in un ca-
sione. Mostrate il filmato e lasciate loro il tempo per stello del XIII secolo.
rispondere alle domande individualmente. Infine,
Visita del teatro romano, dell’acquedot-
procedete alla condivisione e alla correzione. terza to romano-longobardo, del Duomo, de-
Spoleto
2. Alla seconda visione invitate a fare attenzione alle tappa gli affreschi di Perugino e degustazione
del tartufo.
diverse tappe e attività scelte dai personaggi e a
prendere appunti durante la visione. Lasciate che gli
3.
studenti lavorino a coppie per ricostruire l’itinerario
proposto. Passate infine alla condivisione e alla cor- 1.  F
rezione, che potrete condurre, se lo ritenete oppor- Elisa propone di visitare lo stabilimento della Casa
tuno, attraverso un’altra visione del video. del Cioccolato.
2.  F
3. Invitate la classe a leggere le frasi proposte
Perugia è piccola, quindi si possono fare più
dall’attività e a guardare di nuovo il video per indica-
attività nella stessa giornata.
re le affermazioni vere e correggere quelle false. Gli
3.  F
studenti lavoreranno individualmente e poi a coppie
Ad Assisi è possibile sia fare una degustazione sia
prima di passare alla condivisione e alla correzione.
ammirare gli affreschi di Giotto, ma non entrambe
4. Chiedete agli studenti, divisi a coppie o in piccoli le attività contemporaneamente.
gruppi, di identificare i tipi di itinerario che vengo- 4.  V
no proposti nel video e di esprimere opinioni e pre-
5.  F
ferenze sui percorsi di viaggio tematici. Potranno
Matteo vorrebbe alloggiare in un monastero
prendere spunto da espressioni e parole proposte
perché è lontano dal rumore e dalla città e
dall’attività o introdurne di nuove. Dopo lo scambio
immerso in un’atmosfera spirituale.
a coppie, estendete la discussione a tutta la classe.
6.  V
5. Dividete la classe in piccoli gruppi e invitate a fare
una ricerca su luoghi d’interesse e attività da fare
in Umbria per preparare un itinerario tematico. Cia-

105
Unità 9
La grande bellezza
OBIETTIVI CONTENUTI
CF COMPITI FINALI GRAMMATICA
••Preparare un programma culturale per la Il condizionale composto (desiderio irrealizza-
classe to); i pronomi relativi il quale, la quale, i quali,
••Scrivere la trama commentata di un libro le quali; i nomi e gli aggettivi alterati; secondo
o di un film me, a mio avviso; le frasi consecutive.
LESSICO
CI COMPITI INTERMEDI Il lessico dei gusti culturali; i generi letterari
••Scrivere il proprio manifesto del lettore
e cinematografici; i segnali discorsivi affatto,
••Scrivere un breve testo sugli autori del
niente.
proprio Paese famosi all’estero
••Preparare la scheda di un film che ti piace FUNZIONI COMUNICATIVE
e scrivere un breve commento Esprimere gusti e opinioni su prodotti culturali;
raccontare la trama di un film di un libro.
TIPOLOGIE TESTUALI:
Infografica; podcast; intervista; articolo;
programmazione cineteca; trama di un film,
chat.

Prima di cominciare l’unità 1. LA CULTURA IN PAROLE


Dividete la classe in gruppi e spiegate che farete un
lavoro in due fasi: la prima dedicata al cinema e la Obiettivi dell’attività
seconda alla letteratura italiana.
Per quanto riguarda il cinema, selezionate una se- Questa prima doppia pagina si propone di dare agli
rie di celebri colonne sonore di film italiani come: studenti gli strumenti per ripassare e ampliare il
Per un pungo di dollari, Profondo Rosso, La vita è proprio bagaglio lessicale inerente al cinema e alla
bella, La grande bellezza, ecc. Quindi, spiegate agli letteratura.
studenti che dovranno ascoltare la musica e prova-
re a indovinare il film o, qualora non lo conoscesse- Riscaldamento
ro, elaborare delle proposte circa il genere del film.
Riportate quanto emerge alla lavagna e assegnate Invitate la classe ad aprire il libro a p. 154 e a leggere
un punto alla squadra che ha indovinato il film o lo il titolo La grande bellezza. Chiedete loro di elabo-
ha descritto in modo più preciso. rare delle ipotesi sulla scelta del titolo. Dopo aver
Una volta conclusa questa fase, proseguite la sfida ascoltato le ipotesi degli studenti, qualora nessuno
passando dal cinema alla letteratura italiana. Se- abbia ancora fatto riferimento al film di Paolo Sor-
lezionate alcuni libri famosi e proiettatene la co- rentino, indirizzate la riflessione in questa direzione.
pertina; sfidate gli studenti a indovinare il genere
del libro e l’epoca di pubblicazione. Anche in questa Svolgimento
fase, segnate alla lavagna le parole che emergono
dal confronto e assegnate il punto al gruppo che A. Al termine di questa fase introduttiva, invitate gli
fornisce le informazioni corrette. Alla fine delle at- studenti a guardare la fotografia e a commentarla
tività, decretate il gruppo vincitore. servendosi anche delle espressioni presenti nella
nuvola. Fate notare che nella didascalia è indicato il
luogo rappresentato: qualcuno in classe ha visitato
questa libreria a Venezia?

106
9
B. Chiedete agli studenti di lavorare individualmen- necessario, esplicitate voi alla classe il senso della
te. Invitateli a leggere nuovamente le parole della parola: scritto che rende noti i principi ispiratori
nuvola e a inserirle nella categoria lessicale corri- di un movimento politico o culturale (ad esempio:
spondente. Manifesto del Futurismo, Manifesto del Partito
Comunista, ecc.). Poi, lasciate loro il tempo di leggere
C. Dopo aver dato agli studenti il tempo di inserire le
il testo e di sottolineare le parti che li colpiscono di
parole della nuvola nella tabella dell’attività B, sol-
più. Chiarite eventuali dubbi lessicali e invitateli a
lecitateli a condividere la lista elaborata con quella
confrontarsi con un compagno.
di un compagno e a integrarla con le parole emerse
durante la fase iniziale. Se necessario, suggerite B. Invece della lettura individuale, potete chiedere
l'uso di un dizionario monolingue. Poi, passate alla a quattro studenti di leggere un testo ciascuno ad
messa in comune. alta voce. In questo modo potrete fare attenzione
alla pronuncia ed eventualmente apportare una
D. Tornerete su questo punto una volta conclusa
correzione. Domandate alla classe se ci sono parole
l'unità, prima della realizzazione dei compiti finali,
che non conoscono e fornitene il significato. Invitateli
se lo ritenete opportuno. Proponete agli studenti
poi a lavorare con un compagno per discutere sul
di trasformarsi in redattori e ideare una nuova
proprio profilo di lettore: in quale tra quelli proposti
versione per questa doppia pagina di apertura:
si riconoscono di più e perché?
possono proporre e cercare nuove fotografie, creare
una nuvola di parole di forma e contenuto diverso C. Chiedete alla classe di osservare le espressioni
e inventare un nuovo titolo per l'unità. Qual è la evidenziate in giallo e di proporre un’espressione
proposta più convincente? Fatela votare alla classe. equivalente nella loro lingua. Se avete studenti che
parlano la stessa madrelingua potete proporre loro
Idee extra di lavorare in gruppo. Procedete poi alla messa in
comune e chiedete agli altri studenti se notano una
Potete proiettare la locandina del film La grande somiglianza con l’italiano oppure no.
bellezza e chiedere agli studenti di esprimere
D. Lasciate alla classe il tempo di rileggere i testi al
opinioni sul film, il regista, l’anno di uscita e gli attori
punto B e di individuare tutti i generi letterari citati.
principali. Se qualcuno non l'ha visto avrà modo di
Invitateli poi a fare una lista di quelli che preferisco-
sentire le testimoninaze dei compagni. Valutate se
no e a parlarne con un compagno.
proporre una scheda sintetica del film.
E. Domandate agli studenti di osservare l’infografica
sulle abitudini di lettura degli italiani e di annotare
i dati che ritengono più interessanti o quelli più
2. ABITUDINI DI LETTURA originali e inaspettati. Invitateli poi a discuterne a
coppie o a gruppi.
Obiettivi dell’attività F. Annunciate agli studenti che ascolteranno un
documento audio relativo all’infografica dell’atti-
Gli studenti amplieranno il lessico per parlare di gusti
vità precedente e che dovranno rispondere a delle
letterari e redigere il proprio manifesto del lettore.
domande. Prima di tutto chiedete loro di leggere
Si osserverà inoltre la coniugazione del condizionale
le domande e chiarite eventuali dubbi rispetto alla
composto per esprimere un desiderio irrealizzato.
comprensione del lessico. Poi, dite che durante il
primo ascolto dovranno prendere degli appunti
Riscaldamento sulle informazioni utili per rispondere al questiona-
rio. Dopo il secondo ascolto, lasciate loro il tempo di
All’inizio dell’attività chiedete agli studenti se nel
elaborare delle risposte esaurienti. Poi correggete in
tempo libero amano dedicarsi alla lettura e se hanno
plenaria e valutate l’utilità di un terzo ascolto.
l’abitudine di leggere solo nella loro lingua o anche
in altre lingue. G. Chiedete agli studenti di leggere le domande
dell’infografica e di dare delle risposte sulle proprie
Svolgimento abitudini di lettura. Dividete poi la classe in piccoli
gruppi di studenti e proponete loro di confrontare
A. Annunciate agli studenti che adesso leggeranno il le proprie risposte. Invitateli a mettere in risalto gli
manifesto del Circolo dei Lettori di Torino. Chiedete aspetti che hanno in comune e quelli che invece li
loro se sanno in cosa consiste un manifesto e, se differenziano.

107
Unità 9
H. Sulla base delle considerazioni che gli studenti CI Compito intermedio
hanno fatto finora, chiedete loro di scrivere un
Spiegate agli studenti che dovranno realizzare il
proprio profilo di lettore. Consigliate loro di ispirarsi
proprio manifesto del lettore sulla base delle loro
ai modelli proposti al punto B.
preferenze letterarie. Prendendo ispirazione dal te-
I. Il luogo in cui si acquistano i libri può dare informa- sto letto al punto A, invitateli a riflettere sui punti
zioni sul profilo di lettore. Quindi, invitate la classe più importanti del loro essere lettore, sui luoghi e i
a rispondere alla domanda della consegna e a con- momenti che dedicano a questa passione e sui diritti
frontarsi con i compagni in merito, giustificando la e i doveri che si riconoscono. Proponete poi, di ap-
propria scelta. pendere i propri manifesti sulla bacheca della classe
o di caricarli nello spazio virtuale del corso per po-
L. Annunciate agli studenti che leggeranno l’intervi-
terli commentare con i compagni.
sta a un libraio che racconta in cosa consiste il suo
Può essere stimolante consigliare la lettura dei 10
lavoro e qual è il suo rapporto con i lettori. Dopo una
diritti del lettore proposti da Daniel Pennac nel
prima lettura chiedete loro di completare il testo con
suo libro Come un romanzo. Potete trovarli sul sito
le tre frasi proposte nella colonna successiva della
www.recensionilibri.org nell’articolo I 10 diritti del
pagina. A questo punto invitateli a rileggere il testo
lettore di Daniel Pennac.
completo e procedete alla correzione in plenaria.
M. Proponete agli studenti di rileggere le frasi che
hanno inserito nel testo. Approfittate di questo 3. SUCCESSI INTERNAZIONALI
momento per sollecitare la loro attenzione sulla co-
niugazione del verbo impiegato nelle frasi: lasciate
loro il tempo di osservare la struttura del verbo Obiettivi dell’attività
(condizionale di avere + participio passato del
L’attività propone un lavoro volto all’approfondi-
verbo). Quindi, invitate a riflettere sulle opzioni di
mento delle conoscenze degli studenti rispetto alla
significato proposte per ciascuna frase. Dovranno
letteratura italiana contemporanea e all’importanza
indicare quelle che ritengono corrette e giustificare
di quest’ultima a livello internazionale. Si potranno
la propria scelta. Procedete alla correzione e appro-
osservare i pronomi relativi il quale, la quale, i quali
fondite facendo riferimento al paragrafo dedicato al
e le quali. Inoltre gli studenti avranno la possibilità
condizionale composto nella grammatica a p. 162.
di osservare diverse espressioni volte a esprimere
N. Invitate gli studenti a pensare alla trama di un opinioni e preferenze.
libro famoso che hanno letto o conoscono bene.
Chiedete loro di discutere a coppie su cosa cambie- Riscaldamento
rebbero della trama del libro spiegandone la ragione.
Stimolateli ad ispirarsi al modello linguistico e a riu- Chiedete agli studenti se hanno avuto occasione di
tilizzare il condizionale composto. leggere uno o più libri che si sono rivelati dei suc-
cessi a livello internazionale. Non limitate ancora il
Idee extra campo alla letteratura italiana. Chiedete se li hanno
letti prima o dopo il successo editoriale e invitateli a
1. Per lo svolgimento dell’attività N, potete dividere fare delle ipotesi sulla ragione di tale boom.
la classe in un numero pari di gruppi: assegnate voi
i libri assicurandovi che lo stesso libro sia assegnato Svolgimento
a due gruppi. A fine lavoro, procedete alla messa in
comune libro per libro e alla votazione della “trama A. Chiedete agli studenti di confrontarsi con un
modificata” più avvincente. compagno sugli autori italiani che conoscono e di
cui hanno già letto un libro, o di cui hanno sentito
2. Dopo l’attività di produzione orale al punto G, op- parlare. Invitateli a stendere una lista.
pure a fine unità di lavoro, potete proporre alla clas-
B. Annunciate agli studenti che in questa attività
se di condividere le proprie risposte con l'obiettivo
avranno la possibilità di conoscere più da vicino
di elaborare un'infografica sulle abitudini di lettura
alcuni dei libri di autori italiani che hanno avuto
della classe.
grande successo all’estero. Lasciate loro il tempo di
leggere il testo individualmente e accertatevi che
BB Esercizi p. 163 n. 1, 2; p. 164 n. 1, 4 e 5; non ci siano parole che impediscono la compren-
p. 238 n. 1, 2, 3 sione del testo. A questo punto domandate agli

108
9
studenti di completare il quadro con le informazioni studenti avranno finito questa prima fase dell’eser-
richieste. Ricordate loro che nella colonna perché cizio, chiedete loro di fare delle ricerche su Internet
devono scrivere una frase completa rielaborando per trovare il titolo della traduzione ufficiale e
quello che dice il testo ed evitando così di copiare invitateli a osservare somiglianze e differenze
direttamente dall’articolo. Procedete poi a verifica rispetto a quello che loro hanno proposto.
in plenum.
C. Sollecitate gli studenti ad osservare attenta- Idee extra
mente le copertine dei libri presentati dall’attività
Potete espandere il lavoro al punto I, proponendo di
precedente e chiedete loro se conoscono questi autori
ideare anche delle copertine per l’edizione in lingua
e i loro titoli. Invitateli a fare delle ipotesi riguardo alla
dei libri in questione: cosa cambierebbero rispetto
motivazione del successo della letteratura italiana
alle copertine dell’edizione in lingua originale? Per-
all’estero. Inoltre, invitateli a riflettere sul motivo per
ché? Lasciate che i vari lavori vengano condivisi in
cui un autore può ottenere maggiore successo in un
classe o sullo spazio virtuale del corso.
Paese piuttosto che in un altro.
BB Esercizi p. 163 n. 3, 4; p.164 n. 2, 3, 6 e 7;
D. L’obiettivo di questa attività di osservazione
p. 238 n. 4-6; p. 240 n. 13, 14
grammaticale è quello di apprendere ad usare i
pronomi relativi il quale, la quale, i quali, le quali.
Date loro il tempo di riformulare le frasi come CI Compito intermedio
proposto nei modelli in blu e invitateli a confrontarsi
Spiegate agli studenti che dovranno svolgere que-
a coppie e poi in plenaria.
sto compito in due fasi diverse: nella prima parte
E. Sollecitate gli studenti osservare i pronomi sot- di questo progetto ogni studente dovrà scrivere un
tolineati nelle frasi riportate nel quadro dell’attività breve testo sugli autori del proprio Paese che hanno
precedente e quindi a completare la regola d’uso. riscosso successo a livello internazionale. Invitate-
Verificate in plenum e chiarite eventuali dubbi lia a reperire informazioni sulla carriera dell’autore,
facendo riferimento alla grammatica a p. 162. sulla trama del suo best seller e sui Paesi in cui ha
riscosso maggior successo. Dovranno poi motivare
F. Invitate gli studenti a concentrare la loro
perché amano o non amano tale autore. Nella se-
attenzione sulle frasi del testo al punto B che sono
conda fase del progetto gli studenti dovranno pre-
evidenziate in azzurro e dite loro di riscriverle
parare un poster con la copertina del libro nella sua
utilizzando i pronomi relativi il quale, la quale, i
edizione originale e italiana.
quali, le quali come nel modello proposto in blu.
Proponete agli studenti di appendere i propri poster
G. Sollecitate la classe a rileggere il testo per in classe e di farne una breve presentazione.
ritrovare tutte le espressioni utilizzate per
esprimere la propria opinione. Dopo averle riportate
nel quadro, potranno confrontarsi a coppie. Per ap-
profondire questa attività, chiedete agli studenti di 4. CINEMA E LETTERATURA
raggruppare le espressioni che hanno bisogno di
essere seguite dal congiuntivo (penso che, credo
che) e quelle che non comportano l’uso di un tempo Obiettivi dell’attività
verbale preciso (a mio parere, secondo me, ecc.).
In questa unità di lavoro si propone l’ampliamento
Quindi passate alla messa in comune.
del lessico per parlare di cinema con riferimento
H. Lasciate che gli studenti individuino, aiutandosi particolare ai film tratti da libri. Si lavorerà inoltre
con il testo dell’articolo, la preposizione giusta sulla formazione lessicale, quale è l’alterazione dei
per ciascun verbo. Verificate che tutti abbiano nomi, e sulle frasi consecutive.
completato correttamente il quadro.
I. Annunciate agli studenti che per questa attività Riscaldamento
dovranno immaginare di essere dei traduttori e che
Domandate alla classe se conoscono e hanno visto
dovranno proporre una traduzione nella loro lingua
film tratti da un libro. Dopo un primo momento
madre dei titoli dei libri presenti a p. 158. Se in classe
di condivisione, discutete insieme sulla risonanza
ci sono studenti della stessa nazionalità potete
internazionale o meno di questi adattamenti
proporre loro di lavorare a coppie o in gruppo per
cinematografici.
trovare la traduzione più adatta. Una volta che gli

109
Unità 9
Svolgimento I. Proiettate il trailer del film Gli sdraiati facilmente
reperibile su YouTube e lasciate che a coppie
A. Invitate al confronto a coppie o in piccoli gruppi
discutano sul loro interesse o meno verso questo
sulle proprie abitudini in fatto di film rispondendo
film, dando delle motivazioni.
alle domande poste nella consegna.
B. Prima di cominciare questa seconda attività, fate Idee extra
un breve sondaggio tra gli studenti chiedendo loro
se conoscono le copertine dei film presenti nella Potete ampliare il dibattito iniziato al punto I, mo-
programmazione proposta dal libro. A questo punto, strando i trailer degli altri due film proposti nella
dividete la classe in coppie e chiedete loro di leggere programmazione della cineteca di Ancona: qual è il
il programma della cineteca e la trama dei film. Cosa film più quotato in classe? Perché?
gli piacerebbe vedere? A quali incontri vorrebbero
BB Esercizi p. 163 n. 5, 6; p. 164 n. 1; p. 239;
partecipare?
p. 240 n. 15 e 16; p. 241
C. Chiedete agli studenti di creare, per ciascuno dei
tre film proposti nella programmazione, una scheda CI Compito intermedio
con le informazioni richieste. Possono preparale con
un compagno oppure individualmente e poi con- Spiegate agli studenti che svolgeranno questo com-
frontarle a coppie. pito in maniera collaborativa: ognuno dovrà sug-
gerire ai compagni un film interessante da vedere.
D. Annunciate agli studenti che leggeranno uno
Sollecitateli a dare qualche indizio sulla trama e ad
scambio di informazioni in una chat di gruppo.
esprimere per quale motivo varrebbe la pena ve-
Date loro il tempo di leggere i messaggi. Una volta
derlo. Possono parlarne a gruppi o in plenaria e poi
terminata la prima lettura, invitateli a osservare
elaborare una lista di film raccomandati dalla classe.
le parole evidenziate in giallo e ad abbinarle al
Ognuno potrà attingervi durante il corso.
significato corrispondente tra quelli proposti nelle
etichette. Passate alla messa in comune e, solo
quando vi sarete assicurati che tutti abbiano capito Idee extra
il significato degli alterati in questione, chiedete
Per approfondire l’attività del compito intermedio,
agli studenti di proporre una traduzione nella loro
chiedete agli studenti di vedere almeno uno dei film
lingua. Discutete le proposte in plenum.
proposti dai loro compagni di classe e di scrivergli
E. Lasciate che la classe completi il quadro con un messaggio in italiano in cui esprimere il proprio
i nomi e gli aggettivi alterati presenti nel testo. giudizio.
Poi, domandate loro di spiegare da quale suffisso
B Grammatica, Parole e
hanno riconosciuto la categoria di appartenenza del
Suoni vedere p. 16 della Guida
sostantivo o dell’aggettivo.
F. Sollecitate gli studenti a riguardare la program-
mazione della cineteca e invitateli a concordare, a SALOTTO CULTURALE
coppie o in piccoli gruppi, cosa fare il sabato. Lasciate
loro il tempo trovare un accordo compatibilmente ai
loro gusti e interessi. Obiettivi della sezione
G. Dite agli studenti che ascolteranno le opinioni In questa sezione si propone un focus sulla lettera-
di tre spettatori e dovranno annotarle nel quadro. tura migrante e sul concorso letterario italiano Lin-
Invitateli a prendere appunti durante il primo gua Madre con l’obiettivo di condurre a una produ-
ascolto per poi formulare frasi complete dopo il zione orale e scritta.
secondo ascolto. Infine, correggete in plenaria.
H. Invitate la classe a leggere gli estratti dal Riscaldamento
documento audio con l’obiettivo di sottolineare
Leggete in plenaria il titolo dell’articolo a p. 166 e
la parte della frase che esprime la conseguenza.
chiedete alla classe che significato vi associano: per-
Ricordate di prestare attenzione ai connettivi
ché si parla di “nostra lingua” e “loro occhi”? Annota-
evidenziati. Poi procedete alla messa in comune.
te alla lavagna i contenuti interessanti che emergo-
no in questa fase.

110
9
Svolgimento Idee extra
A. Chiedete agli studenti di lavorare a coppie e fare Quando tutti hanno ultimato la presentazione, pro-
delle ipotesi per fornire una definizione esaustiva ponete la stesura di una lista di autrici e opere che
di letteratura migrante. Potreste proporre un potrebbe essere interessante far leggere durante il
confronto tre le diverse coppie per giungere a una corso. La potete appendere o condividere nello spa-
definizione comune. zio virtuale della classe.
B. Invitate gli studenti a leggere le tre domande
per poter fare la lettura del testo tenendo a mente
quali informazioni devono reperire per rispondere COMPITI FINALI
adeguatamente. Quindi lasciate il tempo di leggere
e di rispondere. Verificate in plenum che abbiano Obiettivi della sezione
compreso il testo.
L’obiettivo di questa ultima sezione è il riutilizzo
C. A questo punto gli studenti possiedono infor-
creativo, attraverso un approccio comunicativo-
mazioni sufficienti per confermare o confutare le
azionale, del lessico e delle strutture appresi nel
ipotesi fatte nel corso dell’attività A e per esprimere
coso dell’unità.
un’opinione sulla letteratura migrante. Esortateli a
scambiare pareri in merito e a confrontarsi con gli
altri compagni di classe. CF Preparare un programma culturale
per la classe
D. Anticipate agli studenti che ascolteranno un
documento audio. Si tratta di un programma
radiofonico in cui si parla di due scrittrici di origine Riscaldamento
straniera che hanno vinto il concorso letterario
Potete proporre alla classe la SCHEDA 16 in cui sono
Lingua Madre. Avvertiteli che questa attività di
presenti due programmi culturali settimanali. Divi-
comprensione orale è finalizzata a raccogliere le
dete la classe in gruppi e chiedete loro di leggere i
informazioni per rispondere alle cinque domande
programmi e discutere su quali attività gli interessa-
proposte. Quindi, prima dell'ascolto, leggete insieme
no e quali no. Che tipo di persone sono i “proprietari”
le domande e assicuratevi che risultino chiare a
di queste agende? Chiedete di delineare due ipote-
tutti. Fate un primo ascolto e suggerite di prendere
tici profili. Rivedete in plenaria i profili e discutetene
appunti. Dopodiché effettuate un secondo ascolto
annotando il lessico utile alla lavagna.
e lasciate il tempo per redigere le risposte. Infine,
correggete l’attività in plenaria e approfittatene per
chiarire eventuali dubbi. SCHEDA 16

E. Invitate a discutere sulle storie narrate nella


trasmissione radiofonica e a scambiare il proprio Svolgimento
parere in merito. Possono lavorare a coppie o in
A. Mantenendo i gruppi dell’attività di riscaldamen-
piccoli gruppi. Passate tra i banchi e annotate
to, invitate gli studenti a stilare un elenco di attività
eventuali questioni linguistiche che potrebbe essere
culturali secondo i loro gusti e interessi. Qualora
utile rivedere in plenum.
siano un numero troppo consistente, suggerite di
F. Chiedete alla classe di informarsi sulle scrittrici fare una classifica e concordare una top ten.
che hanno vinto le varie edizioni del concorso
B. Dite ad ogni gruppo di cercare su Internet infor-
Lingua Madre. Dovranno scegliere una delle autrici
mazioni sugli eventi in città e dintorni, consultando la
vincitrici ed effettuare una ricerca più approfondita
programmazione di cinema, teatri, centri congressi,
con l'obiettivo di raccogliere informazioni sulla sua
spazi espositivi, ecc. Esortateli ad inserire nella liste
biografia, sulla sua storia personale e professiona-
anche eventi o manifestazioni che conoscono per-
le e sui suoi libri e opere. Proponete agli studenti
sonalmente e che pensano potrebbero interessare
di annotare tutti gli elementi e le informazioni, che
i compagni.
reputano importanti, mentre effettuano la ricerca.
Avvertiteli che dovranno presentare la scrittrice alla C. Chiedete agli studenti di discutere con il gruppo
classe. Quindi, a testi redatti, procedete alla messa sulle informazioni trovate durante la fase di ricerca.
in comune e alimentate il dibattito. Potreste anche predisporre una pagina Drive in cui gli
studenti condividono le informazioni e commentano

111
Unità 9
le proposte degli altri. Invitateli quindi a trovare un
accordo sugli eventi che possono interessare tutto
Soluzioni
il gruppo.
1. La cultura in parole
D. Adesso i gruppi procederanno alla stesura
del proprio programma culturale settimanale, B.
prevedendo attività per ogni giorno. Per ogni evento
Letteratura Cinema
dovranno indicare il luogo, l’orario, il nome e ac-
compagnarlo con una breve descrizione. A questo genere genere
punto, ciascun gruppo presenta alla classe il proprio commedia locandina
programma. trama commedia
critica critica
evasione regista
CF Scrivere la trama commentata
copertina ambientazione
di un libro o di un film
ambientazione protagonista
protagonista spettatore
Riscaldamento personaggi trama
lettore personaggi
Chiedete alla classe quali sono le informazioni che
autore successo
dovrebbero essere presenti nella scheda di presen-
giallo giallo
tazione di un libro o di un film. Annotate alla lavagna
libreria recensione
gli elementi citati e assicuratevi che emergano que-
romanzo svago
sti dati: titolo, autore/regista, anno, genere, prota-
successo evasione
gonisti, trama ed eventuali immagini.
recensione
svago
Svolgimento
A. Invitate ogni studente a riflettere su un film o
libro che considerano particolarmente interessante
con l'obiettivo di redigere una scheda di presenta-
2. Abitudini di lettura
zione. Dite loro di fare le dovute ricerche tenendo
presente quanto emerso nella fase diriscaldamento. D.
Romanzo, romanzo storico e autobiografico,
B. Chiedete agli studenti di scrivere la trama del
fantasy, romanzo di fantascienza, fumetto, saggio,
film o libro prescelto. In plenaria ricordate quali
giallo, letteratura di viaggio,
sono gli elementi che devono comparire nella
tipologia testuale richiesta: presentazione concisa
dei personaggi, ambientazione, quindi il contesto
F.
storico-geografico, descrizione breve dei fatti più
1. 
Il genere romantico è amato perché permette
importanti. Sottolineate che la trama ha l’obiettivo
di vivere in un mondo parallelo e di sognare una
di invogliare alla lettura o visione del prodotto, quindi
storia d’amore a lieto fine.
non deve svelare elementi chiave e deve sollecitare
2. 
La camera da letto è un luogo intimo e rilassante,
la curiosità del pubblico. Una volta redatta la trama,
che permette al lettore di immergersi a pieno in
invitate gli studenti a scrivere dei commenti su
una storia.
qualche aspetto del libro o film (relativo al cast, al
3. 
Il bagno è uno dei luoghi di maggior tranquillità
regista, all’autore, alla lingua utilizzata, ecc.) per
dove potersi quindi godere la lettura di un libro.
trasmettere la propria opinione.
4. I motivi per cui gli italiani leggono sono: il
C. A questo punto ciascuno studente prepara una desiderio di emozioni, di viaggiare in luoghi
presentazione della propria scheda, arricchendo- e tempi lontani, di conoscere personaggi
la con la copertina del libro o la locandina del film completamente diversi da se stessi e di evadere
selezionato. Durante la presentazione consigliate dalla realtà.
di stimolare la curiosità e l’attenzione dei compagni
leggendo delle parti del libro o facendo vedere degli
spezzoni del film.

112
9
I. Intrattengono il
pubblico, raccontando
storie interessanti
Germania
Il mestiere del libraio Giallo (noir) che rivelano la
bellezza, le tradizioni
e le contraddizioni del
Parliamo con un amante della carta. Paese.
L'analisi profonda
Edoardo, quando nasce la tua libreria e perché?
Stati Uniti Romanzo ed empatica degli
Nasce nel 2006 da una persona appassionata (io) e dalla (caso Elena Ferrante) stati d’animo dei
necessità di aprire, qui in città, una libreria con una buona personaggi.
selezione di libri usati e nuovi. Il locale c'era, Letteratura per
avrei potuto trasformarlo in un negozio di Cina l’infanzia Sono adatti come
souvenir e guadagnare di più, ma ho deciso di (caso Geronimo letture scolastiche.
dedicarmi alla mia passione. E infatti, la libreria ha Stilton)
fatto il libraio.

Quali differenze ci sono tra un libraio e un D.


venditore di libri?
i pronomi relativi 5 p. 162
Non so, la passione forse: il libraio legge molto e sceglie
accuratamente tutti i libri che mette in negozio, il Come spiega Marina B Come spiega la ex
venditore di libri ha sempre tutte le ultime novità in
Valensise, ex direttrice direttrice dell'Istituto
negozio. Avrei adottato anch'io la filosofia del
all’Istituto italiano di Italiano di Parigi, che
megastore per assicurarmi le vendite, ma non sono
bravo a vendere libri che non conosco, autori che non ho Parigi, la quale afferma... afferma...

letto… Questi sono alcuni dei B Questi sono alcuni dei


motivi per i quali Andrea motivi per cui Andrea
Chi sono i lettori che frequentano la sua libreria?
Camilleri è un autore Camilleri è un autore
Fra libreria e lettori c’è una stretta relazione: la libreria
molto amato. molto amato.
attira determinati lettori e i lettori che entrano modificano
ogni volta la libreria. È uno scambio vitale che richiede Interessante l’opinione B Interessante l’opinione
umiltà e attenzione. I lettori sono vari, italiani e stranieri, di Marco Delogu, il quale di Marco Delogu, che
residenti e turisti, giovani, adulti, anziani. Molte donne. non crede che si tratti non crede che si tratti
Avrei ingrandito il locale per avere più spazio, ma di preferenze legate al di preferenze legate al
va bene così: in un locale non grande i clienti si
genere. genere.
conoscono e diventano amici. Riesco, comunque, a
organizzare presentazioni di libri e incontri con gli autori
due volte al mese e sono felice quando la libreria è piena e È fondamentale la qualità B È fondamentale la

i clienti escono con un libro sotto il braccio. delle traduzioni con le qualità delle traduzioni
quali si garantisce o con cui si garantisce o
meno il successo di un meno il successo di un
M.
libro. libro.
1.  a
2.  a
3.  a
E.
3. Successi internazionali i pronomi relativi 5 p. 162

B. I pronomi relativi il quale, la quale, i quali, le quali


genere perché possono sostituire i pronomi che e cui
e concordano in genere e numero con la persona
Raccontano l’Italia
Francia nella sua essenza o la cosa a cui si riferiscono.
Romanzo
(classicità, bellezza;
spontaneità della vita).
Fondamentale è
F.
la qualità della Elena Ferrante, la scrittrice misteriosa dei quattro
traduzione. C'è romanzi della serie L’amica geniale, che sta
Inghilterra un forte interesse conquistando gente comune e addetti ai lavori,
Misto
per l'analisa della
piaga sociale è travolgente. B Elena Ferrante, la scrittrice
della criminalità
organizzata
113
Unità 9
misteriosa dei quattro romanzi della serie L’amica E.
geniale, la quale sta conquistando gente comune e
gli alterati 5 p. 162
addetti ai lavori, è travolgente.
diminutivo accrescitivo dispregiativo
Merita attenzione il caso del topo giornalista
Geronimo Stilton che, quando nel 2008 fu portato leggerino, successone,
alla Fiera di Pechino, ebbe subito successo. B giornataccia
sorrisetto filmone
Merita attenzione il caso del topo giornalista
Geronimo Stilton il quale, quando nel 2008 fu
G.
portato alla Fiera di Pechino, ebbe subito successo.
I protagonisti erano ben interpretati e mi
1. sono immedesimato in loro; anche se non è un
G. filmone, è ricco di ironia e regala risate.

Uno dei personaggi non era ben interpretato e


2.
Penso che, a mio parere, secondo me, a mio il film risulta poco fedele al libro da cui è tratto.
avviso. Un personaggio e l’attrice che lo ha
interpretato sono stati poco convincenti, ma
3.
H. il regista ha rappresentato in modo efficace il
contrasto generazionale.

impazzire per essere apprezzato per


H.
essere famoso per essere pieno di
1. 
I protagonisti sono così ben interpretati che mi
hanno fatto immedesimare nelle loro storie!
2. 
A me è sembrato molto diverso al punto che
dubito che la regista lo abbia letto…
4. Cinema e letteratura
3. 
Secondo me la regista ha saputo rappresentare
C. bene il contrasto generazionale tanto che mi
ROMANZO CRIMINALE sono ricordata di alcuni litigi stupidi che ho avuto
Personaggi: il Libanese e la banda della Magliana, il con i miei genitori in passato…
commissario Scialoja, Patrizia.
Ambientazione: Italia degli anni ’70-’90.
Eventi chiave: le vicende della banda della Magliana
Grammatica
legate al terrorismo degli anni ’70-’80, lo scandalo di
1.
Tangentopoli e l’operazione di Mani Pulite.
a.  Avrei comprato
b.  Avremmo partecipato
FAI BEI SOGNI
c.  Avrei guardato
Personaggi: Massimo Gramellini ed Elisa.
d.  Avrei preferito
Ambientazione: dalla fine degli anni '60 in poi.
e.  Avrei dovuto
Eventi chiave: La morte della madre di Massimo, la
Guerra in Bosnia e l'incontro con Elisa. 3.
a.  Il libro, del quale abbiamo parlato nella scorsa
GLI SDRAIATI puntata, ha vinto il Premio Strega.
Personaggi: Giorgio, il figlio Tito e la fidanzata di b.  L’autore, il quale ha affermato di aver imparato a
Tito, Alice. scrivere dai grandi classici, ha vinto molti premi.
Ambientazione: Milano dei giorni nostri. c.  Il motivo per il quale non amo questo film è che
Eventi chiave: il fidanzamento tra Tito e Alice, che non mi dà nessuna emozione.
influenza i difficili rapporti tra Tito e suo padre. d.  La locandina del film è molto enigmatica. L’ha
ideata il regista, il quale ha voluto trasmettere
D.
l’idea di mistero.
giornataccia B giornata pesante
e.  I lettori, i quali hanno partecipato al concorso
leggerino B un po’ leggero
dello scorso anno, hanno uno sconto sulla quota.
filmone B bel film
sorrisetto B piccolo sorriso 4.
successone B grande successo a.  è stata
b.  volesse

114
9
c.  ha studiato 8.
d.  abbia a.  1
e.  funziona b.  2
c.  2
5.
d.  1
a.  successone
b.  libraccio 9.
c.  poverino a.  1
d.  programmino b.  2
c.  1
6.
d.  2
1.  b
2.  d
3.  a Suoni
4.  c
5.  e 2.
a. trama
Parole b. dramma
c.  sognatore
d.  mercatino
2.
e. documentario
1.  giallo
f. traduzione
2.  fiaba (Le avventure di pinocchio, Carlo Collodi)
g.  editore
3.  romanzo (L'amica geniale, Elena Ferrante)
h.  evadere
3.
3.
a.  interpretazione
a.  Mah, io leggo un po’ di tutto: romanzi storici,
b.  spettatori
gialli, fumetti, saggi...
c.  recensione
b.  Amo il fantasy e i romanzi di fantascienza.
d.  personaggi
c.  Gli italiani leggono in camera da letto, in bagno,
e.  protagonista
sul divano, in treno.
f.  pubblico
d.  Quando preferisci leggere? A colazione, la sera,
4. in viaggio...
a. immedesimarsi: identificarsi emotivamente con e.  Per fare un bel film ci vogliono un bravo regista,
qualcuno una buona trama, una bella ambientazione, degli
b. colpire: provocare un sentimento positivo o attori bravi.
negativo f.  Stasera alle cineteca danno: Romanzo criminale,
c. incuriosire: far venire voglia di conoscere La grande bellezza e Ladri di biciclette.
qualcosa o qualcuno g.  Alla cineteca proiettano film e documentari,
d. apprezzare: ammirare, stimare il valore di qualcosa danno conferenze, organizzano incontri e
e. indagare: studiare, esaminare, cercare di dibattiti.
conoscere qualcosa approfonditamente h.  Raccontano la loro storia donne cubane,
f. impressionare: fare una forte impressione su marocchine, senegalesi, rumene...
qualcuno.
6. Salotto Culturale
lasciare col fiato sospeso B.
1. La letteratura migrante è l’insieme delle opere
coltivare una passione scritte in italiano da autori stranieri o di origine
straniera.
divorare libri
2. Al Concorso possono partecipare le donne
straniere, anche di seconda o terza generazione,
evadere dalla realtà
residenti in Italia, ma c’è anche una sezione
dedicata alle donne italiane che vogliono
lasciarsi influenzare
raccontare storie di donne straniere.

115
Unità 9
3. L’obiettivo del Concorso è quello di far
riflettere in due direzioni sull’integrazione e
sulla difficoltà di costruzione della propria
identità che si affrontano in contesti
migratori. Facendo parlare le donne straniere
che vivono in Italia si crea l'opportunità per
vedere il Bel Paese attraverso gli occhi di
un osservatore esterno. Inoltre, il concorso
permette offre a molte donne la possibilità di
comunicare e di raccontare la propria storia a
un grande pubblico.

D.
1. E ssere bilingui significa utilizzare due sistemi
linguistici per descrivere il mondo, anche
senza conoscerli perfettamente.
2. Una lingua viva è come una casa abitata, che
va vissuta perché non ammuffisca.
3. L’immigrazione è paragonata a un risotto,
che va lasciato cuocere con pazienza, senza
attendere un tempo preciso e con la giusta
distanza.
4. L aila Wadia è di origine indiana, italiana di
adozione e conosce molto bene l’inglese. I
suoi punti di vista sono molteplici: alterna la
prospettiva indiana, italiana e interculturale.
5. Le due scrittrici si dedicano alla condizione
degli immigrati e alla questione linguistica.

116
Scheda video 9

Video 9: Dal libro


sposizioni cinematografiche? Lasciate che esprima-
no la propria opinione invitandoli a fare degli esempi

allo schermo
concreti. Per la conversazione, potranno prendere
spunto dalle proposte dell’attività o avanzare nuove
idee. Infine, estendete la discussione a tutta la classe.
In questo video si sviluppa il tema della trasposizione
5. Il video si chiude con un invito agli spettatori a
cinematografica di libri e racconti e può quindi essere
proporre una propria classifica di libri da cui sono
uno strumento per ripassare, consolidare e riutilizzare
stati tratti film. Chiedete alla classe di partecipare
i contenuti di tutta l’unità. Potreste proporne la visione
al programma elaborando una propria classifica.
al termine dell’unità, come attività di preparazione allo
Per raccogliere con più facilità proposte e opinioni,
svolgimento del compito finale individuale.
potreste invitare ciascuno studente a selezionare
individualmente qualche titolo, anche svolgendo
Riscaldamento delle brevi ricerche su Internet, e a prepararne una
breve scheda con gli elementi principali. Gli studen-
Anticipate agli studenti che stanno per vedere una
ti si confronteranno poi tutti insieme, discutendo e
rubrica televisiva dedicata a libri e film. Per rompere
scambiandosi informazioni e opinioni sui titoli sele-
il ghiaccio, chiedete loro se guardano questo genere
zionati per creare la classifica finale.
di trasmissione e che tipo di contenuti propongono
di solito (interviste, nuove uscite, premi letterari e
cinematografici, recensioni, classifiche…). Scrivete Idee extra
alla lavagna eventuale lessico utile, assicurandovi
Una volta stilata la classifica finale, invitate a sce-
che sia chiaro a tutti.
gliere due studenti che metteranno in scena la ru-
brica televisiva della classe dedicata ai migliori film
Svolgimento tratti dai libri.
1. Invitate gli studenti a leggere le domande propo-

Soluzioni
ste dall’attività per sapere quale informazione re-
perire per poter rispondere. Fate presente che nel
video vengono citati diversi titoli e nomi di registi
o attori, quindi potrebbero trovare utile prendere 1.
appunti durante la visione. Dopo la visione, date il
1.  Nel video è proposta una classifica di cinque
tempo per rispondere alle domande e poi passate
romanzi dai quali sono stati tratti dei film
alla messa in comune. Nel caso in cui alcuni studenti
altrettanto ben riusciti.
conoscano libri o film citati, invitateli a condividere
informazione e opinione personale. 2.
2. Suggerite agli studenti di leggere le affermazioni e 1.  Ha un finale a sorpresa. (B)
di fare un primo abbinamento con i titoli dei libri, se- 2.  È ambientato in un’epoca passata. (A)
condo quanto compreso nella rpima visione. Poi, pro- 3.  È ispirato a una storia vera. (C)
iettate di nuovo il video e chiedete loro di verificare e 4.  Tiene con il fiato sospeso. (E)
completare l'abbinamento. Passate infine alla corre- 5.  Racconta una storia di amore e passione. (D)
zione e assicuratevi che il lessico sia chiaro per tutti. 6.  Ha avuto molto successo al cinema. (D)
7.  Ha una colonna sonora che riproduce
3. Chiedete agli studenti di lavorare a coppie per
l’atmosfera dell’epoca. (C)
identificare il genere a cui appartengono libri e film
8.  Rende il senso di tensione del libro. (E)
presentati nel video. Spiegate che alcuni contengo-
9.  Traffico di droga e rapimenti sono alcuni
no elementi di vari generi e che possono aiutarsi con
degli elementi della trama. (C)
le parole proposte nelle etichette. Infine, estendete
10.  Il film si concentra sul tema
la discussione a tutta la classe. Potreste continuare
dell’investigazione. (A)
la conversazione chiedendo alla classe quali dei libri
11.  Ha delle bellissime immagini. (B)
e film proposti li incuriosiscono di più e perché.
12.  È un libro con molta suspense. (E)
4. Dividete gli studenti in piccoli gruppi e invitateli a 13.  È stato tradotto in molte lingue. (A)
parlare della propria esperienza: guardano volentie- 14.  La trama parla di amicizia. (B)
ri film tratti da libri che hanno già letto? Quali sono 15.  Ha una trama drammatica. (D)
le cose che apprezzano di più o di meno nelle tra-

117
Viaggio in Italia

Viaggio in Italia
L'allegato Viaggio in Italia è dedicato all’approfon- Personaggi
dimento culturale e si articola in quattro sezioni:
In questa sezione sono presentati due perso-
Arte e Storia, Personaggi, Territorio e natura, Made
naggi illustri della storia e della cultura italiana:
in Italy. All’interno di ogni sezione si propongono
Luigi Pirandello e Maria Montessori. Per ciascuno,
tre argomenti, a ciascuno dei quali è dedicata una
viene tracciato un profilo biografico e professio-
doppia pagina strutturata come segue:
nale in cui sono descritti fatti ed eventi che hanno
55 una scheda introduttiva con le informazioni
contribuito alla creazione di opere di grande valore
salienti e suggerimenti di siti web dove approfon-
letterario, artistico e scientifico. Gli studenti,
dire e, in alcuni casi, effettuare visite virtuali dei
potranno utilizzarli come punto di partenza per
luoghi descritti;
nuove ricerche su temi simili o come stimolo per
55 un testo narrativo-descrittivo, corredato da approfondire un fatto o un'opera che li ha partico-
immagini significative che contribuiscono a larmente coinvolti e interessati.
stimolare e incuriosire lo studente;
Territorio e natura
55 un glossario da completare, che aiuta lo studente
a riflettere e fissare il lessico nuovo; Data la ricchezza del patrimonio paesaggistico e
naturale italiano, si propone una selezione di alcuni
55 uno spazio block-notes in cui è possibile appro-
luoghi di indubbia fama: il Tavoliere delle Puglie
fondire il tema, annotare interessi personali, te-
e il Lago di Garda. Le descrizioni sono volte ad
matiche affini o siti web da tenere a mente.
offrire una panoramica sui tratti salienti e peculiari
Al termine di ogni argomento, c'è una proposta di ciascun luogo e delle varie attività fruibili. Gli
didattica orientata all’azione (creare testi, preparare studenti potranno approfondire la conoscenza di un
delle presentazioni, esercitarsi su produzione scritta ambiente, della sua storia, dei cibi tipici, dei luoghi
e orale), al fine di far attivare le competenze acquisite d’interesse da visitare. Nelle proposte didattiche,
e sviluppare la conoscenza e la comprensione inter- sono invitati ad organizzare e pianificare gli itinerari
culturale. Viaggio in Italia è uno strumento pensato che più si adattano a loro, fino a trasformarsi in guide
per fornire allo studente curioso informazioni inte- turistiche per una visita virtuale da proporre ai
ressanti, particolari e stimolanti. Dal confronto con compagni e molto altro ancora.
i testi e dall'estrapolazione del significato globale,
l'utente potrà sviluppare un percorso di approfon- Made in Italy
dimento squisitamente personale. Se ne consiglia
L'arte della liuteria e degli strumenti musicali e il
l'utilizzo una volta completate le unità didattiche.
marchio Olivetti sono esempi dell’eccellenza italiana
Comunque, il docente, in base alla classe a cui si
conosciuta nel mondo. In questa sezione di Viaggio
rivolge, può decidere se e quali parti dell'allega-
in Italia, se ne presentano la storia, l'evoluzione
to proporre, per intero o con letture mirate, e se
nel tempo e qualche curiosità. Attraverso i compiti
attingere alle proposte didattiche.
proposti, gli studenti saranno stimolati a tracciare
paralleli con i loro Paesi o ad approfondire qualche
Arte e Storia
tema specifico.
Nella sezione Arte e Storia si presentano luoghi o
movimenti artistici in cui l’arte e la storia si fondono
creando esempi di bellezza italiani. Gli studenti vi
troveranno delle guide sulla storia, sulle principali
attrazioni o caratteristiche distintive, sui luoghi o le
opere più significative da visitare e conoscere.

118
Esami ufficiali

Esami ufficiali
L’allegato Esami ufficiali è uno strumento pensato A pp. 188-189 del manuale sono presenti le quattro
per far conoscere e aiutare a prepararsi agli esami tabelle riassuntive di ogni esame con il dettaglio
di certificazione della lingua italiana, sulla base dei della tipologia di prove presentate e la rispettiva
parametri stabiliti dal Quadro comune europeo di ri- durata. Seguono, per ciascuna delle quattro certi-
ferimento per le lingue (QCER). Ogni esame descritto ficazioni, quattro pagine di esercitazioni pensate e
in questa sezione si compone di varie prove, che costruite sul modello degli esami ufficiali. È impor-
hanno lo scopo di verificare competenze e abilità tante tenere presente che l'obiettivo delle attività
diverse. proposte non è riprodurre fedelmente e in modo
Le certificazioni linguistiche ufficiali di livello B1 esaustivo i modelli d'esame, ma dare allo studente
prese in esame sono: la possibilità di conoscere le certificazioni del livello
55 CILS (Certificazione di Italiano come Lingua Stra- B1, compararle e individuare strategie personali per
niera), rilasciata dal Centro CILS dell'Università svolgere le varie prove al meglio.
per Stranieri di Siena;
Quando e come presentare
55 CELI (Certificato di conoscenza della Lingua Ita- queste pagine (pp. 190-205)
liana), erogato dal Centro Valutazione Certifica-
zioni Linguistiche dell'Università per Stranieri di Potete proporre queste esercitazioni durante
Perugia; le lezioni, oppure spiegarne il funzionamento
agli studenti e lasciare che le svolgano a casa, in
55 PLIDA (Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri),
autonomia. In ogni caso, oltre alla funzione di pre-
conferito dalla Società Dante Alighieri.
parazione agli esami ufficiali, rappresentano anche
55 CERT.IT (Certificazione dell'italiano come lingua un'ottima occasione per ripassare i contenuti svolti
straniera) rilasciata dall'Università degli Studi nelle unità e per valutare, o lasciare autovalutare, le
Roma Tre. competenze acquisite.

119
Soluzioni Esami ufficiali

Al dente 3 2.
1. d 4. b
2. a 5. a
 CORSO D'ITALIANO
B1 3. c 6. d
SOLUZIONI ESAMI UFFICIALI
Comprensione di testi orali
1.
CILS UNO – B1 1. c 4. b
Ascolto 2. a 5. b
3. b 6. c
1.
2.
1. b 4. d
2. c 5. a 1. Sì 7. Sì
3. a 2. No 8. Si
3. No 9. Si
2.
4. Sì 10. No
1; 4; 5; 8; 11; 12 5. No 11. Sì
6. No 12. No
Comprensione della lettura
1.
PLIDA – B1
1; 4; 6
Ascoltare
1.
2.
1. c
1. a 5. f
2. a
2. d 6. c
3. c
3. h 7. g
4. e 8. b 2.
Analisi delle strutture di 1. a 4. b
comunicazione 2. f 5. e
3. h 6. c
1.
1. lavoravo 6. siamo diventati
Leggere
2. era 7. aiuta 1.
3. andavo 8. è stato
1. c
4. avevo 9. è rimasta
2. b
5. ho conosciuto 10. serve
3. d
2. 4. a
1. a 4. a 2.
2. b 5. c
1. e
3. b 6. b
2. f
CELI 2 – B1 3. b
Comprensione di testi scritti CERT.IT – B1
1. Ascoltare
1. a 7. b 1.
2. c 8. c
1. a 5. b
3. b 9. a
2. b 6. a
4. a 10. c
3. b 7. c
5. c
4. c
6. b

120
Soluzioni Esercizi

Al dente 3
2.
1. b
2. a
3. b  CORSO D'ITALIANO
B1
4. b SOLUZIONI ESERCIZI
Leggere
1.
Esercizi unità 1
1. b
1.
2. a
3. c 1. che (oggetto diretto)
4. c 2. di cui (oggetto indiretto)
3. in cui (oggetto indiretto)
2.
4. su cui (oggetto indiretto)
a.  6 5. che (oggetto diretto)
b.  5 6. che (oggetto diretto)
c.  2 7. con cui (oggetto indiretto)
8. che (soggetto)
Usi dell’italiano
2.
1.
1.  a
1. dalla
2. per
2. sui
3. con
3. alle
4. da
4. le
5. in
2. 6. di
1. a 3.
2. c
4. ami B io, tu, lui/lei
3. a
5. chiediate B voi
4. b
6. viva B io, tu, lui/lei
7. capiamo B noi
8. faccia B io, tu, lui/lei
9. sia B io, tu, lui/lei
10. abbiano B loro
11. stiate B voi

4.
1.  d / C
2. e / P
3. a / C
4. c / P
5. f / C
6. b / C
5.
1.  di essere
2. che sia
3. che abbia
4. di avere
5. che sia
6. che aiuti
7. che vadano

121
Soluzioni Esercizi

8. di essere 13.
6. 1.  tensione
2. rabbia
1.  più…della
3. mal
2. meno…di
4. incertezza
3. più…che
5. nostalgia
4. quanto/come
5. di più…che 14.
6. meno…di
DEFINIZIONI VERTICALI
7. più…che
1.  serenità
8. quanto/come
2. fiducia
7. 3. incertezza
4. impazienza
1.  smetterla
2. ce la fai (farcela)
DEFINIZIONI ORIZZONTALI
3. ci tengo a (tenerci a)
1.  ottimismo
4. gliene frega (fregarsene)
2. gioia
8.
1.  la smettono A. Comprensione scritta
2. se ne frega
1.
3. ci tengo
4. ce la faccio
9. IL MODELLO BIG 5
1. pazienza B paziente
2. serenità B sereno
3. impulsività B impulsivo
4. prudenza B prudente
5. equilibrio B equilibrato
6. pigrizia B pigro
Il modello Big 5 è una teoria per valutare la personalità che si basa
10. su cinque combinazioni di caratteristiche opposte: grazie a questi
fattori si può avere un primo quadro psicologico di una persona.
1.  ansiosa Estroversione - introversione
2. affidabile Indica l’inclinazione a stare insieme agli altri. L’estroverso ricerca
3. creativa le relazioni sociali perché sono fonte di emozioni positive, ama
fare attività di gruppo, andare alle feste e parlare con gli altri. Al
4. prudente contrario, l’introverso è una persona più tranquilla, che preferisce
5. estroversa praticare attività individuali in modo indipendente.
Generosità - egoismo
11. Indica la predisposizione ad aiutare gli altri. La persona generosa
è sensibile e infatti fa di tutto per creare situazioni di armonia
1.  prudente con gli altri. Chi invece ha una personalità che tende all’egoismo
2. paziente si occupa di più delle sue necessità e spesso è diffidente.
3. pigra Coscienziosità - negligenza
4. estroverso Valuta la responsabilità e l’affidabilità. Il coscienzioso ama
programmare le cose, è metodico, prudente, e non prende mai
5. affidabile decisioni senza riflettere. Il negligente, invece, è più distratto e
6. creativa disordinato, tende a rimandare le cose e a volte è pigro.
Emotività - stabilità
12. Indica il modo in cui si gestiscono le emozioni negative. La persona
emotiva prova più spesso emozioni forti come rabbia, paura, ansia
1.  tristezza e tristezza, mentre chi è stabile ha maggiore equilibrio: è calmo,
2. paura sereno e di solito non si lascia influenzare troppo dalle emozioni.
3. disgusto Creatività - realismo
4. sorpresa Indica la curiosità intellettuale. Chi possiede più creatività ha
sempre nuove idee, è stimolato a creare e inventare. Al contrario,
5. rabbia il realismo è tipico di persone razionali, che preferiscono il lato
pratico delle cose e non sono portate a sognare.

122
Soluzioni Esercizi

2. 4.
1.  Serve a valutare la personalità in base a cinque Alex Zanardi, pilota
combinazioni di caratteristiche opposte. automobilistico e paraciclista,
2. Il profilo introverso. è un incredibile esempio di
3. Il profilo emotivo. determinazione e coraggio. Aveva
4. Del profilo negligente. già gareggiato in Formula 1 e in
5. Il profilo generoso. seguito è passato alla Formula
Cart; ma all’improvviso, nel 2001, la sua carriera si
ferma a causa di un terribile incidente in cui perde
B. Comprensione orale entrambe le gambe. Proprio quando la sua carriera
1.  F sportiva sembra ormai finita, Zanardi non si arrende
e si avvicina al mondo della handbike, una bicicletta
2. V
che si muove con le braccia. A poco a poco l’ex pilota
3. V
si appassiona al nuovo sport e comincia a praticarlo
4. F con costanza, tanto che nel 2012 partecipa e vince
5. V alle Paralimpiadi di Londra.

Esercizi unità 2
5
1.
1.  ce la mette
1.  avevo partecipato
2. mettiamo
2. avevi vinto
3. dà
3. era andato
4. dateci
4. si era iscritta
5. ce l’abbiamo fatta
5. avevamo giocato
6. Ha fatto
6. avevate perso
7. si erano allenati 6.
8. si erano qualificate
3; 5; 6
2.
7.
1.  Hai perso la gara perché non ti eri allenato
abbastanza. 1.  occhiali da sole
2. Non abbiamo partecipato al torneo perché non ci 2. costume da bagno
eravamo iscritti in tempo. 3. racchetta da tennis
3. Non ho risposto alla tua telefonata perché avevo 4. tuta da sci
dimenticato il cellulare a casa. 5. scarpe da ginnastica
4. Ci eravamo impegnati tanto negli allenamenti,
8.
per questo ci siamo qualificati.
5. Hanno annullato la partita perché aveva piovuto DIS- IN- S-
molto durante la mattina. disorganizzato inconsapevole scorretto
azione posteriore disintossicare inutile scomparire
azione anteriore
disordinato insuperabile sbloccare
3. disabitato incostante scomodo
1.  siamo arrivati; era iniziata
9.
2. si è arrabbiato; aveva perso
3. sono riuscito; avevo prenotati 1.  b
4. ho avuto; avevo lavorato 2. d
5. ero rientrato; sei arrivato 3. a
4. e
5. c

123
Soluzioni Esercizi

10. B. Comprensione orale


1.  Ha detto che non farà attività fisica a meno che 1.  durante l’attività fisica
non glielo consigli il medico. 2. aumenta l’autostima
2. Non potete entrare in palestra a meno che non 3. può essere causa di stress
indossiate scarpe da ginnastica pulite. 4. lo spirito di gruppo
3. Non puoi iscriverti al corso di kickboxing a meno 5. gli obiettivi non si possono raggiungere
che tu non sia maggiorenne. senza impegnarsi
4. Possiamo ancora vincere a meno che il nostro
attaccante non sbagli.
5. Clara e Marta vanno a correre tutti i giorni a
Esercizi unità 3
meno che piova. 1. 2.
11. 12. 1.  c 1.  Gliela
2. e 2. Te le
1.  campione 1.  b
3. b 3. -cela
2. squadra 2. f
4. d 4. Te li
3. grinta 3. d
5. a 5. ve lo
4. competizione 4. a
5. torneo 5. e 3.
6. fatica 6. c
1.  Essendo in disuso da molti anni, il capannone era
13. in stato di abbandono.
2. Avendo un’area molto vasta, ci vorrà molto
1.  praticare uno sport
tempo per riqualificare questo parco.
2. arrivare in finale
3. Essendoci degli spazi molto grandi, questa
3. salire sul podio
struttura si potrebbe usare come museo.
4. raggiungere un obiettivo
4. Trovandosi in una zona ben collegata, questo
5. disputare un campionato
spazio sarebbe perfetto per le fiere.
6. superare i limiti
5. Non trovando un tavolo ovale, l’ho fatto io.
14.
4.
1; 2; 3; 5; 6.
1.  del mattatoio
2. dalla mostra
15. 16.
3. edifici abbandonati
1.  b 1.  fuoripista 4. di arte ambientale
2. a 2. rafting 5. dalla vecchia caserma
3. a 3. paracadutismo
5.
4. b 4. bungee jumping
5. a 5. arrampicata 1.  Il supermercato è affollatissimo, non ne uscirò
6. b prima di un’ora.
2. Ho visto la mostra e ne sono contento: era molto
17.
interessante.
1.  rischi 3. Di che progetto si tratta? Non ne ho mai sentito
2. incidenti parlare.
3. sicurezza 4. Questo grattacielo ha quindici piani o ne ha di più?
4. adrenalina 5. Hai sentito del progetto per valorizzare la
5. una sfida periferia? Ne hanno parlato in televisione.
6. utilizzando
6.
1.  esponga
A. Comprensione scritta 2. cercano
1; 4. 3. ritengano
4. sono
5. ami

124
Soluzioni Esercizi

7. 13.
1.  Benché/Sebbene questo sia un artista di fama OGGETTO MATERIALE
internazionale, nel suo Paese è poco conosciuto.
bottiglia plastica / vetro / cartone
(Oppure: Anche se questo è un artista di fama
internazionale, nel suo Paese è poco conosciuto.) barattolo latta / cuoio / vetro
2. Benché/Sebbene il parco sia molto grande si può
visitare in poche ore. tappo marmo / sughero / plastica
(Oppure: Anche se il parco è molto grande, si può tavolo legno / plastica / argento
visitare in poche ore.)
3. Benché/Sebbene questa lampada sia di carta, è valigia cuoio / cemento / plastica
molto resistente.
14. 16.
(Oppure: Anche se questa lampada è di carta, è
molto resistente.) 1.  a. 1.  natura
4. Benché/Sebbene l’edificio sia in cattive condizioni, 2. b. 2. risorse naturali
non c’è nessun progetto per recuperarlo. 3. a. 3. sito espositivo
(Oppure: Anche se l'edificio è in cattive condizioni, 4. b. 4. installazioni
non c'è nessun progetto per recuperarlo.) 5. a. 5. all’aria aperta
5. Benché/Sebbene io abbia già visitato la mostra, 6. ecologia
ci tornerei volentieri un’altra volta.
15. 17.
(Oppure: Anche se io ho già visitato la mostrato,
ci tornerei volentieri un'altra volta.) 1.  valorizza 1. realizzato
2. ha trasformato 2. sensibilizzare
8. 9.
3. recuperare 3. si fonde
1.  c 1.  ci sia stato 4. ha creato 4. interagire
2. e (A) 2. si interessino 5. riutilizzare 5. utilizzato
3. b (A) 3. abbia presentato 6. utilizzando
4. a 4. possa
5. d (A) 5. sia
6. abbia fatto A. Comprensione scritta
10. 2; 5
1.  c
2. e
B. Comprensione orale
3. d 1.  b
4. f 2. a
5. b 3. b
6. a 4. c
11.
1.  impatto ambientale; materiali riciclati Esercizi unità 4
2. riduzione degli effetti negativi
3. mentalità responsabile
1.
4. recupero dei materiali
5. sviluppo sostenibile 1.  credere  credibile ≠ incredibile
2. contestare  contestabile ≠ incontestabile
12.
3. evitare  evitabile ≠ inevitabile
1.  la latta 4. guarire  guaribile ≠ inguaribile
2. vetro 5. adattare  adattabile ≠ inadattabile
3. cemento 6. spiegare  spiegabile ≠ inspiegabile
4. rettangolare
5. plastica

125
Soluzioni Esercizi

2. 7.

-IN -IM -IR 1.  tornerà; sarà guarita


2. funzionerà; avrete installata
incostante impossibile irresponsabile
3. sarò uscito/a; attiverò
inutilizzabile imprevedibile irrazionale
4. avrà completato; farà
insicuro immobile irragionevole
5. farò; avrò finito
ingestibile irrealizzabile
6. farà; si sarà laureato
irraggiungibile
8.
3.
1. Ragazzi, posso usare il vostro computer? Il mio
1.  mettereste non funziona.
2. partiremmo 2. È il tuo cellulare che sta squillando, o il mio?
3. sarebbe 3. Michele ci ha chiesto di prestargli la nostra
4. vorrei macchina perché la sua è dal meccanico.
5. andrebbero 4. È proprio simpatico il suo capo! Il nostro, invece,
6. canteresti è insopportabile!
5. Carla non trova più le sue chiavi. Le presteresti
4.
le tue?
1.  Vandalismo in Romagna, la Polizia sospetterebbe
un gruppo di ragazzi minorenni. aggettivo possessivo
2. Depressione e ansia, la colpa sarebbe dell’ora legale pronome possessivo
che influisce negativamente sul nostro organismo.
9.
3. Medicina e salute: dalla nuova ricerca
risulterebbe che bere acqua non fa bene. 1.  Ho saputo
4. Economia: secondo il Governo, i segni di ripresa 2. conoscevamo
sarebbero evidenti. 3. Avete conosciuto
5. Scandalo al Comune: il sindaco avrebbe legami 4. sapeva
con organizzazioni criminali. 5. Sapevate
6. Conoscevi
5.
10.
N R C D
1.  Chiede perché credono a queste bufale.
1. X
2. Domandano a Marco quando è stato alla fiera.
2. X
3. Chiede come funziona il dispositivo.
3. X
4. Domanda se questa notizia è verificata.
4. X
5. Chiede se la domotica semplifica la vita.
5. X
6. X 11.
1.  Non sopporto chi è arrogante.
6.
2. Chi diffonde le notizie dovrebbe prima verificarle.
1.  Ci sentiremo molto più tranquilli quando avremo 3. Chi vuole pagare deve mettersi in fila alla cassa.
installato il nuovo impianto di allarme. 4. Chi ha scritto l’articolo ha fatto ricerche accurate.
2. Quando il latte sarà quasi finito, il frigorifero 5. Chi abita in una casa intelligente dice che è molto
intelligente ti manderà una notifica sul cellulare. comoda.
3. Ti telefonerò appena sarò arrivato alla stazione
12. 13.
di Bologna.
4. Non preoccuparti, ti aiuterò non appena avrò 1.  avvistare 1.  ipotesi
terminato il mio lavoro. 2. tranquillizzare 2. ricercatori
5. Crederò ai fantasmi solo quando ne avrò visto 3. terrorizzare 3. credenze
uno con i miei occhi. 4. percepire 4. fenomeni
6. Avrò finito di preparare la cena, quando Luca 5. contestare 5. suggestione
tornerà a casa.
azione posteriore
azione anteriore
126
Soluzioni Esercizi

14.
Esercizi unità 5
1.  V
1.
2. F
3. V 1.  Ho trovato questa ricetta sfogliando il ricettario
4. V di mia nonna.
5. F 2. Cuocendo l’arrosto, tenete il fuoco basso.
3. Avendo tanti avanzi, preparerò una frittata.
15.
4. Tornando a casa, mi sono fermato a fare la spesa.
DEFINIZIONI VERTICALI 5. Cuocete il sugo mescolando continuamente.
1.  testimone
2. 3.
2. giornalista
3. fonte 1.  T 1.  appena; poi
4. bufala 2. M 2. Innanzitutto; Mentre
3. T 3. nel frattempo
DEFINIZIONI ORIZZONTALI 4. T 4. poi
1.  telegiornale 5. M 5. In un primo momento
2. citazione 6. T
4.
A. Comprensione scritta (Possibile soluzione)
1.  F
Innanzitutto fate scaldare una padella con un filo
2. F
d’olio.
3. F
Nel frattempo, sbucciate la cipolla e affettatela.
4. V
Poi fate dorare le cipolle nella padella.
5. V
Intanto, lavate le carote, tagliatele a pezzetti.
Quindi aggiungete le carote.
B. Comprensione orale A questo punto, cuocete per un minuto mescolando
continuamente.

5. 6.
QUOTIDIANO QUOTIDIANO
ON-LINE TRADIZIONALE 1.  ci vogliono 1.  ci vogliono
Informarsi sul web è veloce È più scomodo e poco
2. occorre 2. occorrono
e immediato; inoltre si ecologico: scomparirà 3. ci vuole 3. occorre
MARCO 4. occorre 4. Ci vuole
risparmia molta carta. e non sarà una cosa
negativa. 5. ci vuole 5. occorre
È sempre attuale, è quasi Devi andare a 7.
sempre gratuito, offre comprarlo, non è gratis
servizi aggiuntivi come poter e non sempre le notizie 1.  Ma te li sei mangiati tutti i biscotti?
GIORGIA
cercare in archivio vecchi sono aggiornate. 2. Ci prendiamo un caffè prima di tornare al lavoro?
numeri e comunicare con la 3. Che fame! Che ci mangiamo?
redazione del giornale.
4. Compra le patate, ce le cuciniamo al forno con
Si possono vedere video e È più affidabile. il pollo.
filmati collegati agli articoli 5. È finita la lasagna! Ve la siete mangiata tutta?!
e l’informazione è più varia;
tuttavia, le notizie non sono 8. 9.
VALERIA
sempre attendibili, perché
chiunque può pubblicare un 1.  e (F) 1.  rimanga (fine)
testo senza dover indicare le 2. c (F) 2. ama (causa)
proprie fonti. 3. a (C) 3. dica (fine)
4. d (C) 4. abbiamo (causa)
5. b (C) 5. si avvicinino (fine)

127
Soluzioni Esercizi

10.
Esercizi unità 6
1.  Non sbucciate le verdure da bollire.
1.
2. Secondo me, quella orientale è una cucina da
provare. 1.  trovasse lui/lei/Lei
3. La fiera è un evento da non perdere. 2. andaste voi
4. Gli ingredienti da utilizzare per questo piatto 3. finissimo noi
sono pochi. 4. fossero loro
5. Queste sono ricette da ricordare. 5. dovessi io, tu
6. sapeste voi
11.
7. volesse lui/lei/Lei
CIBI IDEE INGREDIENTI 8. capissi io, tu
AVANZATI RICICLO DA AGGIUNGERE 2.
risotto allo crocchette
formaggio, carciofi. IPOTESI CONSEGUENZA
zafferano di riso
Se faceste trovereste lavoro più
contorno delle pomodori, capperi 1.
insalata un master, facilmente.
crocchette e olive
se te lo Accetteresti uno stage
mascarpone uova, caffè zucchero 2.
cheese cake offrissero? non retribuito,
e biscotti e cacao
Se non superassimo
ci iscriveremmo a
12. 13. 3. il test d’ingresso
Chimica.
di Medicina,
1.  a. 1.  frullatore
2. b. 2. padella Se Alessandra dovrebbe ripetere il
4.
3. b. 3. mattarello fosse bocciata, quarto anno.
4. a. 4. bilancia
Potrei dedicare più tempo
5. a. 5. grattugia 5. se non lavorassi.
allo studio,
6. a. 6. mortaio
7. vassoio
8. forno 3.
14. 1.  conoscesse; cercherebbe
2. avesse; consiglierei
1.  c
3. Studierei; fossero
2. b
4. scegliessimo; troveremmo
3. a
5. Potresti; facessi
4. e
5. d 4.
1.  Vorrei che Maria si laureasse presto. (≠)
A. Comprensione scritta 2. Giacomo preferirebbe lavorare in un ambiente
tranquillo e sereno. (=)
2; 3; 5; 6.
3. Susanna vorrebbe che il suo stipendio fosse
adeguato alle sue mansioni. (≠)
4. Desidero fare carriera e crescere
B. Comprensione orale professionalmente. (=)
1.  V 5. Vorremmo essere più intraprendenti sul lavoro. (=)
2. F
frase principale
3. V
frase secondaria
4. V
5. V
6. F

128
Soluzioni Esercizi

5. 9.

Nome: Marta Pastore


Cosa vorrei
dal mio nuovo lavoro…

11Vorrei che i miei colleghi fossero disponibili


e propositivi.
Studi: Liceo linguistico e Laurea triennale in
Economia e Commercio.
11Vorrei che il capo mi valorizzasse. Esperienze lavorative: promoter per una
11Vorrei adattarmi velocemente al nuovo compagnia telefonica.
ambiente. Competenze linguistiche: inglese e francese
11Vorrei sviluppare nuove competenze. Competenze informatiche: Microsoft Office, la
posta elettronica e Access.
11Vorrei che ci fosse spirito di gruppo e
collaborazione. Competenze trasversali: disponibilità,
intraprendenza, creatività, capacità di prendere
decisioni in fretta, spirito di gruppo e capacità di
coordinamento con gli altri.
6.
Lavoro cercato: impiego in banche, assicurazioni o
in aziende nel settore comunicazione e marketing
1.  È necessario che io mi impegni molto, per vincere
la borsa di studio.
10.
2. Bisogna che tu ti coordini con i tuoi colleghi, per
lavorare bene. 1.  Marta proponeva le promozioni della sua
3. Occorre che il nuovo candidato affronti in modo compagnia telefonica e cercava nuovi potenziali
positivo le difficoltà. clienti.
4. È necessario che il gruppo di lavoro comunichi in 2. Marta ha scelto la facoltà di Economia e
modo efficace per risolvere i problemi. Commercio perché al liceo era interessata
5. Bisogna che i lavoratori siano più intraprendenti soprattutto alle materie economiche.
e propositivi. 3. L’impiegata le offre un impiego nel settore delle
6. Occorre che tu gestisca meglio i rapporti vendite di un’azienda.
interpersonali con i tuoi colleghi.
11.
7.
1.  d
1.  abbia 2. a
2. impegnarsi 3. b
3. mantenere 4. e
4. sia 5. c
5. essere
12.
6. valorizzi
1.  proporre soluzioni
8.
2. creare un buon clima lavorativo
1.  tirocinio 3. analizzare i problemi
2. formazione 4. comunicare in modo efficace
3. materie; inclinazione 5. capire il punto di vista
4. esame di maturità; facoltà
13.
5. percorso scolastico; voti
1.  uno stipendio
2. avere orari flessibili
3. datore di lavoro
4. mantenere la calma
5. spirito di gruppo

129
Soluzioni Esercizi

14.
Esercizi unità 7
1.  flessibile  flessibilità
1.
2. empatico  empatia
3. disponibile  disponibilità
Anna Maria Mozzoni
4. preparato  preparazione
5. competente  competenza Anna Maria Mozzoni fu
6. intraprendente  intraprendenza una giornalista, attivista
15. politica e pioniera del fem-
minismo italiano. I genitori
le insegnarono gli ideali ri-
Egregio Dott. Gherardi, nascimentali e la spinsero
a sviluppare un pensiero
Le scrivo in riferimento al Suo annuncio apparso su critico indipendente; ben presto Anna Maria si
lavorare.it, per proporLe la mia candidatura per la
interessò alla causa dell’emancipazione femmi-
posizione di insegnante di lingua inglese.
nile, a cui dedicò tutta la sua vita. In un perio-
Sono laureata in Lingue e Letterature straniere e ho do in cui le donne stesse non credevano di aver
maturato esperienza nel campo dell’insegnamento diritto all’uguaglianza, Anna Maria lottò per il
svolgendo uno stage come assistente didattica diritto all’istruzione, al voto e alla parità delle
presso una scuola di lingue. Ho recentemente donne. Anna Maria scrisse molti libri sulla con-
concluso un Master in Didattica della lingua inglese e dizione femminile, le cui idee aprirono la strada
al momento mi occupo di insegnamento a ragazzi dai al movimento femminista negli anni successivi.
12 ai 16 anni.

Conosco i corsi e i servizi educativi offerti dalla


Sua scuola e ritengo di avere le competenze e le PASSATO REMOTO INFINITO
conoscenze necessarie per lavorare con voi. fu essere

Sono molto interessata a questo lavoro perché insegnarono insegnare


sono convinta che lavorare nella Sua scuola sarebbe
spinsero spingere
un’ottima occasione di crescita professionale.
si interessò interessarsi
Resto in attesa di un Suo riscontro
dedicò dedicare
e Le porgo i più distinti saluti. lottò lottare

Alice Malatesta aprirono aprire


scrisse scrissero

A. Comprensione scritta 2.
1.  V 1.  andammo  noi
2. V 2. cadeste  voi
3. F 3. sentii  io
4. V 4. governò  lui/lei/Lei
5. F 5. sostenemmo  noi
6. capisti  tu
7. votarono  loro
B. Comprensione orale 8. unificò  lui/lei/Lei
1.  ha già
3.
2. il viaggio per arrivare al lavoro
3. ha 1.  amare  amò
4. gestisce bene lo stress 2. temere  tememmo
5. precisa e organizzata 3. partire  partì
4. essere  fosti
5. avere  ebbi

130
Soluzioni Esercizi

6. perdere  persero 11. 13.


7. decidere  decise
1.  e 1.  classi
8. scrivere  scrissi
2. d 2. diritti politici
9. vivere  vissero
3. a 3. referendum
10. dire  diceste
4. c 4. appoggio economico
4. 5. 5. b 5. attentato
6. crisi economica
1.  cadde; formarono; 1.  Nel 12.
erano 2. il 14.
1.  b
2. votarono; avevano 3. del
2. a 1.  alleanze
3. era; diventò 4. Il
3. a 2. erede
4. erano; sequestrò 5. negli
4. b 3. sostegno
5. portò
5. b 4. congiura
6. 5. governo
6. testimonianza
1.  Pochi immaginavano che questo partito avrebbe
ottenuto tanto successo nelle ultime elezioni. 15.
2. I moti rivoluzionari iniziarono un processo che
DEFINIZIONI VERTICALI
sarebbe terminato con l’unità d’Italia.
1.  paladino
3. Nel primo dopoguerra, l’Italia visse un periodo di
2. valoroso
crisi che dopo pochi anni avrebbe portato a una
3. esercito
dittatura.
4. Nessuno pensava che la spedizione dei Mille
DEFINIZIONI ORIZZONTALI
avrebbe avuto tanto successo.
1.  battaglia
5. Nel Quattrocento nacquero le Signorie che, in
2. poema
breve tempo, sarebbero diventate importanti
3. esito
centri politici e artistici.
4. impresa
7.
16.
1.  Nel 1469 Lorenzo de’ Medici salì al potere e in
1.  capeggiava
poco tempo sarebbe diventato l’ideale di principe
2. sbaragliare
rinascimentale.
3. promise
2. Nel 1492 Cristoforo Colombo partì per un viaggio
4. affrontarono
che avrebbe cambiato la storia del mondo.
5. affrontare
3. I congiurati non immaginavano che il loro piano
sarebbe fallito.
4. Mussolini prese il potere nel 1925: avrebbe A. Comprensione scritta
governato per circa vent’anni.
1; 4; 5.
5. Questo partito promise che avrebbe risolto il
problema della corruzione politica.
8. 9. B. Comprensione orale
1.  Prima di 1.  b 1.
2. prima di 2. a
1.  V
3. prima che 3. a
2. F
4. prima che 4. b
3. F
5. prima di 5. b
4. F
10. 5. V
6. V
1.  Dicono che questo film è interessante.
2. Dice che gli ha telefonato ieri.
3. Dice che questo è il suo libro preferito.
4. Dice di leggere il primo capitolo e di dirgli se ti piace.
5. Dicono che domani andranno a Milano.

131
Soluzioni Esercizi

2. 6.

ANNO EVENTO 1.  L’ufficio del turismo ha organizzato le escursioni.


2. I turisti sono stati accompagnati dalla guida.
Nacque da una famiglia aristocratica (era figlia 3. Ogni anno molti alpinisti scalano queste
1480
illegittima del futuro papa Alessandro VI). montagne.
Si sposò con Giovanni Sforza, signore di 4. Gli amanti della natura erano attirati dall’oasi.
1493 5. Il turismo di massa ha raggiunto l’isola.
Pesaro.
Si sposò con Alfonso d’Aragona, figlio del re di 7.
1498
Napoli. 1; 4; 5.
Il marito Alfonso, che era diventato rivale dei
1500 8. 10.
Borgia, fu ucciso dalla famiglia di Lucrezia.
1501 Si sposò con Alfonso d’Este, signore di Ferrara. 1.  A 1.  semplice
2. CA 2. insolito
Si avvicinò alla religione e fondò un’istituzione 3. A 3. suggestivo
1512
per aiutare i bisognosi. 4. O 4. indimenticabile
1519 Morì, a soli trentanove anni. 5. CA 5. lussuoso
6. O
11.
9.
Esercizi unità 8 1.  va
1.  percorrere
2. goderci
1. 2. erano 3. alloggiano
3. va 4. abbiamo fatto
1.  ci si abitua
4. vengono 5. organizzare
2. ci si annoia
5. andrà 6. visitare
3. ci si sente
4. ci si informa 12.
5. ci si dimentica
1.  a
2. 2. nel
3. per
1.  Qui ci si può divertire con tante attività diverse.
4. di
2. In montagna ci si deve coprire bene.
5. al
3. Da questa finestra ci si può godere un bellissimo
panorama. 13.
4. Non ci si deve preoccupare di niente: nella casa
TAPPA PROPOSTE
sull’albero c’è tutto il necessario.
5. In viaggio ci si deve adattare a qualche scomodità. Si può passeggiare per le stradine, visitare il
centro storico e, percorrendo il Sentiero degli
3. Positano
Dei, si può fare trekking e ci si può godere un
(Possibili soluzioni) panorama suggestivo.

1.  Ci si può rilassare con un libro o una rivista. Si può visitare il Duomo e fare un tour
Amalfi
2. Ci si deve informare sull’alloggio prima di partire, gastronomico nel centro storico.
3. Ci si può alzare tardi al mattino.
4. Ci si può dimenticare del lavoro e dello stress. Si può passeggiare per il centro, visitando
5. Ci si può godere la natura e le bellezze Ravello soprattutto il Duomo e i giardini e, durante il
dell’ambiente. periodo estivo, si può assistere a concerti.

4. 5.
14. 6. montagna
1.  A 1.  stato
1.  cala 15.
2. P 2. viene / è
2. borgo
3. P 3. sarà 1.  b
3. sentiero
4. A 4. stata 2. b
4. grotta
5. P 5. va 3. a
5. isola
4. b
132
Soluzioni Esercizi

16. 3.
1.  scolpito 1.  Avremmo voluto
2. costruito 2. sarebbe voluta
3. ideato 3. preferiremmo
4. decorata 4. Avrei comprato
5. progettato 5. avrei preferito
6. fondata 6. Leggeremmo
17. 4.
1.  cristallino 1.  Questo è il libro del quale ho parlato nel mio
2. guidata articolo.
3. artistico 2. Il libro è arrivato anche sul mercato estero, nel
4. insolito quale sta avendo molto successo.
5. gastronomico 3. Il fantasy non è un genere al quale riesco ad
appassionarmi.
4. Qui non ci sono molte librerie nelle quali
A. Comprensione scritta comprare libri usati.
1.  V 5. I finalisti, i quali riceveranno un premio, saranno
2. V scelti domani.
3. F
5.
4. F
5. V 1.  alla quale
6. V 2. ai quali
3. del quale
4. con il quale/dal quale
B. Comprensione orale 5. alla quale
1.  b
6.
2. c
3. c 1.  c
4. a 2. a
5. b 3. d
4. e
Esercizi unità 9 5. b
7.
1.
2; 4; 6.
1.  avrei letto
2. avresti capito Per esprimere opinioni in modo più deciso si utilizza
3. sarebbe uscita il modo indicativo.
4. sarebbe andato
5. saremmo arrivati 8.
6. avreste parlato
1.  libraccio
7. avrebbero scritto
2. filmetto
8. sarebbero rimaste
3. giornataccia
2. 4. viaggetto
5. filmone
1.  b (R)
2. e (R) 9.
3. d (R)
(Possibili soluzioni)
4. a (NR)
5. c (NR) 1.  Il libro ci è talmente piaciuto che abbiamo deciso
di rileggerlo.
2. La programmazione del cinema è così
interessante che ci andrei tutti i giorni.

133
Soluzioni Esercizi

3. Il dibattito sul film era appassionante al punto 15.


che è durato due ore.
1.  l’interpretazione
4. La trama del giallo era talmente scontata che fin
2. regista
dall’inizio abbiamo indovinato il finale.
3. programmazione
5. Andrea è così appassionato di cinema che ci va
4. cinefili
almeno due volte alla settimana.
5. coinvolgente
10.
16.
1.  fumetto
DEFINIZIONI VERTICALI
2. romanzo giallo
1.  trama
3. letteratura di viaggio
2. documentario
4. romanzo di fantascienza
3. attore
5. saggio
11. DEFINIZIONI ORIZZONTALI
1.  recensione
1.  c
2. critico
2. a
3. e
4. b A. Comprensione scritta
5. d
1.  V
12. 2. F
3. F
1.  passaggi
4. V
2. evasione
5. V
3. capitolo
4. presentazione
5. autore B. Comprensione orale
6. lettori
1.  che fa riflettere
13. 2. c’è un finale a sorpresa
3. ha elementi di vari generi
1.  il successo
4. l’interpretazione degli attori
2. l’ambientazione
5. tratto da un romanzo
3. narrativa
6. sia dalla critica che dal pubblico
4. la pubblicazione
5. la traduzione
14.
1.  per
2. di
3. per
4. per
5. a

134
Al dente 3 Guida per l'insegnante

Autori Coordinamento editoriale


Maddalena Bertacchini Sara Zucconi
Cristina De Girolamo
Elena Tea Redazione
Ludovica Colussi, Fidelia Sollazzo, Sara Zucconi

Progetto grafico della collana


Guillermo Bejarano

Impaginazione e progetto grafico


Ornella Ambrosio

© Immagine di copertina: Gianni Pasquini/Dreamstime

Per tutti i testi e documenti riprodotti in questo manuale sono stati concessi
dei permessi di riproduzione. Difusión S.L. è a disposizione degli aventi diritto
non potuti reperire. È gradita la segnalazione di eventuali omissioni ed
inesattezze, per poter rimediare nelle successive edizioni.
Difusión, S.L. non è responsabile dei cambiamenti o malfunzionamento dei siti
Internet citati nel manuale.
© Gli autori e Difusión, S.L., Barcellona, 2018
ISBN: 978-84-16943-31-9
Stampato in UE
1ª edizione: giugno 2018
Tutti i diritti di traduzione, memorizzazione elettronica, riproduzione e di
adattamento totale o parziale, con qualsiasi mezzo (compresi microfilm e le
copie fotostatiche), sono riservati per tutto il mondo. Il mancato rispetto di
tali diritti costituisce un delitto contro la proprietà intellettuale (art. 270 e
successivi del Codice penale spagnolo).

www.cdl-edizioni.com