Sei sulla pagina 1di 3

18 agosto 2016

Cos’è la Milano
Fashion Week
di collaboratore9 Pubblicato il 26 febbraio
2015

La Settimana della Moda


Italiana che detta le
tendenze nel mondo
Ne fu il precursore New York nel 1943 con la sua prima “Settimana della Moda” con lo
scopo di promuovere i brand locali.

La Milano Fashion Week conosciuta anche come “La settimana della moda di
Milano” seguì l’idea newyorkese e dal 1958 si tiene due volte l’anno proprio a
Milano.
Oltre a Milano e New York fanno parte delle “Big Four“, ossia delle sfilate più
importanti della moda mondiale, anche Londra e Parigi.
A Milano sfilano in passerella le collezioni primavera/estate a settembre/ottobre di
ogni anno e le collezioni autunno/inverno a febbraio/marzo di ogni anno.
La Settimana della Moda di Milano è patrocinata e coordinata dalla Camera
Nazionale della Moda Italiana, un’ organizzazione no profit che disciplina, coordina
e promuove lo sviluppo della moda italiana.
Fino al 2009 la ‘Settimana della Moda’ si svolgeva presso la Fiera di Milano di via
Gattamelata, ma nel 2010 l’evento è stato spostato presso il Fashion Hub al Palazzo
Giureconsulti in Piazza dei Mercanti 2 sempre a Milano, quartier generale di Milano
Moda Donna.
“Womenswear“, “Milan SS Women Ready to Wear” e “Milano Moda Donna” sono le
sfilate più importanti, decretando gli eventi dedicati alla moda femminile come cuore
della Milano Fashion Week. Gli eventi dedicati alla moda maschile sono “Menswear”
e “Milano Moda Uomo“.
Alla Milano Fashion Week si può presenziare solo se si ha un invito. Chi non ne
fosse in possesso può comunque seguire le sfilate in streaming sui canali dedicati e
seguire i fashion blogger.
http://www.lettera43.it/comefare/cultura/cose-milano-fashion-week_3250.htm
18 agosto 2016
Leggi e rispondi

1. Da quando si realizza la Settimana della Moda a Milano?

2. Quante volte all'anno si tiene?

3. Da chi è coordinata?

4. Chi sono le “Big Four”?

Curiosità

Gli italiani, come per Londra 2012 e Sochi 2015, sono stati vestiti da un
maestoso Giorgio Armani, che ha firmato le divise e gli abiti per la sfilata
dell’inaugurazione dei Giochi, il 5 agosto 2016.

Magliette, tute, pantaloncini, slip, canottiere, body, scarpe, accessori sono


completamente firmati dal celebre stilista piacentino.

«Sono molto felice di questa rinnovata collaborazione. Disegnare le uniformi


per gli atleti è per me un esercizio stilistico molto interessante, perché devo
unire la ricerca di eleganza alla praticità d'uso, che è poi quanto mi interessa
da sempre come stilista. In quest'abito, la linea doppiopetto della giacca ha
aplomo e formalità, ma il cappuccio aggiunge una più evidente nota sportiva. Il
materiale stretch fa la vera differenza: non ci può essere eleganza vera senza
praticità, e gli sportivi sono i migliori testimonial in questo senso», ha
dichiarato Giorgio Armani.
http://www.ilsole24ore.com/art/moda/2016-08-05/armani-firma-look-azzurri-cerimonia-apertura-rio-
2016-111454.shtml?uuid=ADULlV2
Si tratta di un abito
blu doppiopetto in
18 agosto 2016 jersey di cotone
stretch con
cappuccio staccabile
e pantaloni dritti
senza pinces con
tasche a filetto.

A completare il look la
polo blu, con la scritta
ITALIA in colore oro sul
dorso, e le scarpe con
tomaia tricolore,
entrambe già in
dotazione.