Sei sulla pagina 1di 8

IL FOGLIO

y(7HB1C8*QLQKKS( +"!z!.!z!%
Redazione e Amministrazione: Piazza della Repubblica 21 - 20121 Milano Tel. 06/589090.1. quotidiano Sped. in Abb. Postale - DL 353/2003 Conv. L. 46/2004 Art. 1, c. 1, DBC MILANO

ANNO XXV NUMERO 131 DIRETTORE CLAUDIO CERASA MERCOLEDÌ 3 GIUGNO 2020 - e 1,80

Trump continuerà a cercare un nemico al minuto ma l’inginocchiatoio della gente in divisa e altri segnali dicono che l’imbattibile è battibile
I n ginocchio, in divisa, bianchi, contro Trump e i suoi appelli in-
fiammati alla repressione armata delle proteste per la brutalità
omicida della polizia verso le minoranze razziali. Come Kaepernick e
diatica dell’energumeno della Casa Bianca in sortita dal suo bunker,
che lo schiaffo di Twitter ai post violenti del presidente e la mezza
rivolta dei quadri di Facebook contro l’atteggiamento acquiescente
portato dall’alto, carburato e soffiato come su un fuoco in devastan-
te dispiegamento, in una repubblica ancora capace di tenere alle
sue istituzioni, di difenderle con un alto senso dell’onore. In ogni
scale ha drogato crescita e valori, che ora sembrano a molti dei
sostenitori della vecchia base sociale trumpiana indicatori di dise-
guaglianza e di disintegrazione sociale crescente. Il campione di un
gli altri eroi simbolici, statuari della Nfl e della Nike. E’ successo in di Zuckerberg, in nome della libertà di espressione, non cancellano senso, quello che fanno poliziotti e pompieri ha sempre un elemen- paese ricco, uscito da uno schermo televisivo trash e capace di oc-
la naturale inclinazione dei colossi social al compromesso autori- to di leggibilità a doppio senso nella trama americana, e ora il sin- cupare tutta la scena reale della politica americana con un linguag-
DI GIULIANO FERRARA
tario nel mondo; è tutto vero, ma i segnali di scollamento della reto- dacato dei pompieri che aveva contribuito alla sua vittoria è contro gio di rara efficacia, si sta bolsonarizzando, sembra lo sceriffo bi-
Georgia, Atlanta, mentre un capo poliziotto di Houston ingiungeva al rica maligna del Make America Great Again (MAGA) ormai si vedo- Trump, si ribella all’incumbent. I liberal urbani e suburbani sono slacco di un paese impoverito e sgangherato. Il suo narcisismo che
presidente di tacere in un video pubblico. E su altri spalti si sono no a occhio nudo. Più violenta, più divisa, spiaccicata invece che la minoranza di una maggioranza, ma il paese rurale, che è avanzato castiga i loser, gli sfigati, prende le fattezze non presentabili di una
moltiplicati i segni di diserzione dalla guerra ai dimostranti, definiti più grande, l’America arriva alla fine all’appuntamento con il fan- tecnologicamente è anche insidiato socialmente e economicamen- specie di Duterte che adopera strumenti dell’èra segregazionista.
in blocco come terroristi da un presidente che cerca la provocazione tomatico “american carnage”, evocato dal discorso di inaugurazio- te dall’andamento a sbalzi delle guerre commerciali di vetrina, è Continuerà a cercare un nemico al minuto, si farà in quattro con
in ogni istante, anche con la Bibbia in mano. E’ vero che la coalizione ne e impostura tre anni e mezzo fa, in condizioni non virtuali, non molto inquieto. Con la devastante fase della pandemia e del lockdo- la possanza dell’istituzione che occupa per trovare altri pertugi e
liberal e urbana è spesso psicologicamente e materialmente sopraf- propagandistiche, in condizioni di instabilità tangibile, con molti wn, minatori e manifatturieri, come riferisce Paul Krugman, risen- inganni e capri espiatori buoni per il consenso cieco, saranno altre
fatta dalla furia rivoltosa dei saccheggi, che la campagna di Biden ha fattori rovesciati. tono di una promessa che si rivela mancata, in un sistema che ha circonvoluzioni pericolose e minacciose le sue, eppure l’inginoc-
il vento nelle vele dei sondaggi ma resta fragile e ancora sostanzial- Il fattore “legge e ordine” si rovescia su se stesso se brutalità e prodotto oltre trenta milioni di disoccupati messo alla (seria) prova chiatoio della gente in divisa e altri segnali dimostrano che l’imbat-
mente disincarnata a fronte della forza scatenata, pulsante, iperme- argomenti da guerra civile razziale diventano il tema dominante, del blocco. Il bluff dell’espansione del debito e del rilancio antifi- tibile è battibile.

Tutto è un gioco a somma zero


QUATTRO PUNTI PER UNA RICONCILIAZIONE NAZIONALE Carote e picnic Trend stabile
Per Donald Trump la Burocrazia, cantieri, digitalizzazione, imprese. Il piano Colao è un’occasione anche per l’opposizione. Anticipazioni Si può chiacchierare di romanzi Da oggi tutti liberi di muoversi da
parola riconciliazione è con la stessa nerditudine con cui
sentiamo parlare di carbonare
nord a sud. Intanto calano i
decessi e aumentano i guariti
una sconfitta da evitare M niettiamo per un attimo da parte le immagi- tendo mano al codice degli appalti e trasferen- ri e aree geografiche più colpiti, nonché le im-
degli assembramenti registrati ieri nel do su scala nazionale il modello Genova (i tem- prese innovative, ne possano trarre beneficio”.
centro di Roma durante le manifestazioni orga- pi per la realizzazione delle infrastrutture in Raccomandazione numero due: “Il lockdown
Dopo sette giorni di proteste violente il
presidente americano non smette di alzare
nizzate dalle opposizioni nel corso delle cele-
brazioni del 2 giugno e proviamo a concentrarci
su un messaggio politico interessante che i lea-
Italia sono di circa tre anni, per opere inferiori
a 100 mila euro, e più di 15 anni per le grandi
opere). Il secondo punto del patto possibile, ul-
causato dal coronavirus ha sottolineato l’im-
portanza di investire nella digitalizzazione del-
l’economia e ha dimostrato la pertinenza delle
N el 1984, lo scrittore inglese Julian Bar-
nes era pappa e ciccia con Gustave
Flaubert. Scriveva romanzi come “Il pappa-
Roma. Altri 318 contagi da nuovo coro-
navirus, 187 dei quali in Lombardia, sono
stati rilevati in Italia nelle ultime 24 ore,
i toni. La photo opportunity con la Bibbia der del centrodestra hanno goffamente cercato teriore caposaldo del infrastrutture digitali. gallo di Flaubert”, protagonista un dottore su oltre 52 mila tamponi processati: il sal-
di portare al centro dell’attenzione. Lo ha detto piano Colao, riguarda un Bassi livelli di intensità do dall’inizio dell’emergenza è di 233.515
CONSIGLI POST QUARANTENA - 9
con toni pacati Antonio Tajani, lo ha ripetuto altro elemento cruciale digitale e conoscenza casi. I nuovi decessi sono 55 (salgono nel
L’ossessione per il “dominio” con toni meno pacati Giorgia Meloni, lo ha riba- che ha a che fare con la digitale delle imprese
DI MARIAROSA MANCUSO
complesso a 33.530), mentre le ulteriori
dito con toni esagitati Matteo Salvini, ma il mes- lotta contro la cosiddetta in Italia, in particolare tradito dalla moglie che elegge a suo eroe – guarigioni sono 1.737 – il computo aggrega-
Milano. Al settimo giorno di proteste saggio in fondo per tutti ieri era più o meno lo burocrazia difensiva e per le pmi e le microim- nonché esperto di corna – lo scrittore di “Ma- to è 160.092. Sono 39.893 le infezioni in cor-
violente e di scontri, con cinque morti, stesso: questo governo ci fa schifo, ma dato che nel piano della task force prese, hanno impedito dame Bovary”. Apprezza la Francia dei for- so, 408 delle quali trattate in terapia inten-
decine di feriti e centinaia di arresti, l’A- il presidente della Repubblica ha chiesto unità vi sarà un capitolo dedi- loro di offrire accordi di maggi, dei treni e dei farmacisti provinciali. siva. Le regioni a zero nuovi contagi ieri
merica avrebbe bisogno di un momento e collaborazione noi vogliamo partire da que- cato a questo tema con e-commerce e telelavo- Pretesto, Alfred Hitchcock avrebbe detto sono state 8. Da oggi ci si potrà spostare
di riconciliazione e pacificazione. Ma il ste piazze per provare a portare delle proposte cui verrà suggerito alla ro e di fornire e utilizza- “McGuffin”: scoprire quale dei due pappa- liberamente su tutto il territorio naziona-
presidente, la figura che al governo. Quella del centrodestra è al mo- politica di dotare la Pub- re strumenti digitali du- galli impagliati, uno conservato a Rouen e le, senza il bisogno di certificazioni. Ria-
nei momenti di crisi do- mento solo una posa dialettica utilizzata dai blica amministrazione rante il parto. Investire l’altro a Croisset, aveva suggerito allo scritto- priranno anche le frontiere, in ingresso e
vrebbe unire i cittadini leader alternativi a quelli di governo per to- di poche regole semplici, nella digitalizzazione e re il racconto “Un cuore semplice”. uscita dal paese (l’Austria dovrebbe ria-
dietro di sé e convincere gliersi di dosso il profilo cupo dell’opposizione efficaci e immediata- nelle competenze attra- Adesso Julian Barnes fa il filologo con i prire i suoi confini con l’Italia dal 15 giu-
manifestanti e forze del- non costruttiva. Ma se tra i leader della maggio- mente operative e, dal- verso un’implementa- libri di ricette. Fin dal titolo: “Il pedante in gno). In Spagna per il secondo giorno con-
l’ordine alla calma, sta fa- ranza ci fosse qualcuno disposto a guardare le l’altro lato, di dare una zione continua e tempe- cucina” (appena uscito da Einaudi). Non lo secutivo non si sono osservati decessi per
cendo l’esatto contrario. carte di Salvini, di Meloni e di Berlusconi e a tempistica certa e peren- stiva di politiche nazio- diciamo per deplorare, o far notare che gli Covid-19. L’Ap ha scritto di aver visto dei
Da quando sono comin- smetterla per un istante di giocare a un-due- toria alle imprese per la nali mirate è essenziale scrittori non son più quelli di una volta. Lo documenti in cui l’Oms accusa la Cina di
ciati i disordini, Donald tre-stella (ovverosia: vince chi si muove di me- conclusione delle opera- per migliorare i modelli diciamo per ricordare che si può chiacchie- aver ritardato di alcune settimane la diffu-
Trump ha cercato in tutti i no, disciplina in cui i leader del Pd sono cam- zioni di gara (prevedere di e-business e aiutare rare di romanzi con lo stesso divertimento e sione di informazioni sul virus.
modi di alzare il livello pioni del mondo) ci sarebbe un’occasione che la registrazione del- le imprese ad adattarsi, la stessa nerditudine con cui sentiamo par-
dello scontro, perché an- DONALD TRUMP
che le proteste, esattamente come la di-
ghiotta per dimostrare che in questa fase di dif-
ficoltà la politica italiana è all’altezza del pae-
le delibere Cipe da parte
della Corte dei conti av-
nonché per aumentare
la produttività e la com-
lare di cuochi, carbonare, pesto senza aglio
e sale nel caramello. Adesso, per essere
Scienza e comunicazione
plomazia e le politiche commerciali, per se che rappresenta. L’occasione ghiotta è quel- venga entro sessanta petitività. L’accesso a precisi, vuol dire nel 2003, quando uscì l’e-
lui sono un gioco a somma zero, qualcosa la che si presenterà tra pochi giorni quando l’ex giorni, come propone un’infrastruttura digi- dizione originale di questo libretto. Oggi, fa Prima di essere trasmessa,
che o si vince o si perde, e per vincere amministratore delegato di Vodafone, Vittorio l’Ance, decorsi i quali la tale rapida e affidabile l’effetto della “terra dimenticata dal tem-
bisogna dimostrare “forza soverchiante” Colao, offrirà al governo alcune idee, elaborate registrazione s’intende ha dimostrato di essere po”.
l’informazione va codificata per
e “dominio”, come ha twittato ieri pome- con la sua famosa e discussa task force, per il approvata potrebbe non la chiave per garantire Lo abbiamo letto per amore di Flaubert e il pubblico. Altrimenti sono guai
riggio. Lunedì, quando in Italia era già rilancio dell’Italia. E se le idee sono quelle che essere più un tabù). Il servizi essenziali nel del pappagallo, che ancora ricordiamo (e
notte, Trump ha avuto un’ottima occasio- sono state anticipate ieri al Foglio da uno dei terzo punto del patto pos- governo, nell’istruzio- consigliamo). Una delizia di saggio a sfondo
ne per mostrare un gesto di unità e disten-
sione: dopo un discorso incendiario in cui
ha promesso di mandare l’esercito nelle
pezzi da novanta della task force, verrebbe da
dire alla maggioranza e all’opposizione di non
fare stupidaggini e di trovare un modo per uni-
sibile, che sarà anch’es-
so al centro del piano Co-
lao, riguarda il tema del-
ne, nella sanità e nella
medicina e la chiave
per monitorare e con-
letterario che riesce a pochi: gli accademici
non scrivono per farsi leggere; gli scrittori
parlano di sé, senza un romanzo altrui a fa-
O ggi non scrivo di coronavirus, ma di un
punto più generale, che ha a che fare
con il modo in cui il pubblico riceve infor-
strade d’America (i presupposti non era- re le forze e non perdere un’opportunità che la capitalizzazione delle trollare l’epidemia”. E’ re da intralcio; le book-blogger hanno entu- mazioni dalla comunità scientifica.
no molto distesi, in effetti), è andato alla chissà quando si ripresenterà: mettere in cam- imprese e della digitaliz- difficile oggi immagina- siasmi da melodramma. Ne abbiamo ricava-
CATTIVI SCIENZIATI - DI ENRICO BUCCI
chiesa di St. John a Washington, una par- po una cura ricostituente utile non solo per chi zazione del paese e qui la task force di Colao re che maggioranza e opposizione possano tro- to qualche notizia sullo scrittore medesimo,
rocchia episcopale dove tradizionalmen- governa oggi ma per chi magari governerà do- farà sue le raccomandazioni inviate all’Italia lo vare un’occasione per confrontarsi e dialogare che intende imparare i rudimenti della cu- Si tratta di un classico problema di tra-
te i presidenti americani assistono alla mani. Non si tratta di immaginare grandi coali- scorso 20 maggio dalla Commissione europea. sul futuro del paese. Tuttavia è altrettanto diffi- cina: in famiglia, i pasti uscivano magica- smissione tra una sorgente informativa (i
messa. Un momento di preghiera e racco- zioni, patti segreti, nuovi inciuci politici, com- Raccomandazione numero uno: “La crisi – ha cile non capire che la salvaguardia dell’Italia mente dall’officina dove i maschi di casa ricercatori, gli accademici, i clinici) e un
glimento avrebbe avuto il potere di unire missariamenti da parte dei tecnici. Si tratta so- scritto la Commissione – ha rafforzato la neces- oggi passa non solo dal rafforzamento dei tam- non erano ammessi. Si blocca davanti a una ricettore (il pubblico, la politica ed in ge-
la nazione, ma Trump non era interessa- lo di aprire bene le orecchie e capire che i quat- sità di sostenere l’accesso ai finanziamenti per poni, del potenziamento delle terapie, del trac- ricetta di carote Vichy – si chiamano così nerale la società).
to. Per sgomberare la strada verso la chie- tro punti centrali che andranno a costituire il le imprese. L’Italia ha adottato diversi regimi ciamento dei contagiati. Ma passa anche da al- perché cotte nell’acqua delle terme, ma ru- Il primo punto riguarda la sorgente, che
sa, che Trump ha percorso a piedi attor- piano Colao rappresentano l’ossatura ideale di per sostenere il flusso di liquidità alle imprese, tro. Passa dall’implementazione di un’app di binetto e bicarbonato vanno bene uguale. deve trasmettere informazioni in un codi-
niato da agenti del Secret service, la poli- un patto che l’opposizione dovrebbe sottoscri- anche nell’ambito del quadro temporaneo per cui la politica, nella fase 3 delle pandemia che Dopo i punti 1 e 2, la ricetta salta al punto 4. ce non ambiguo e chiaramente intellegibi-
zia ha lanciato fumogeni e granate stor- vere per non governare un domani sulle mace- le misure di aiuto di stato a sostegno dell’econo- parte oggi con la riapertura delle regioni, Errore di stampa? Passaggio inutile? Le ca- le al ricettore. La comunità scientifica,
denti ai manifestanti che occupavano pa- rie del paese. Il primo punto del patto possibi- mia nell’attuale epidemia, e l’efficace attuazio- avrebbe urgentemente bisogno: non Im- rote escono buone, l’idea della cucina come cioè, deve adottare un linguaggio e dei
cificamente Lafayette Square. E la visita le, che costituisce anche il primo punto delle ne di tali sistemi, anche attraverso garanzie ca- muni ma semplicemente Neuroni. E’ ora scienza esatta rimane acciaccata. mezzi di comunicazione che non si presti-
a St. John si è trasformata in una photo proposte di Colao, riguarda un piano per sbloc- nalizzate dal sistema bancario, è fondamentale di fare politica, di proporre un grande Molto prima delle sciagure chiamate cup- no facilmente a fraintendimenti; il che im-
opportunity: il presidente si è fatto foto- care le infrastrutture capace di rendere più ve- per garantire che tutte le imprese, in particola- patto e smetterla per un istante di gioca- cake – pasticcini per la tavola delle bambo- plica limitare quanto più possibile il lin-
grafare con una Bibbia in mano, senza loce l’iter delle grandi e piccole opere rimet- re le piccole e medie imprese e quelle nei setto- re a un-due-tre-stella. le, non per essere mangiati con soddisfazio- guaggio personale e il piano emotivo, ma
aprirla. (Cau segue a pagina quattro) ne – Julian Barnes tenta una torta che nei soprattutto adoperare un sistema molto
menù del River Cafe di Londra chiamano chiaro di distinzione fra opinioni o attese
Lo sciopero a Facebook Salvini insegue Pappalardo: due piazze, una sola immoderazione “Chocolate nemesis” (la migliore al mondo,
vale come “la vendetta del cioccolato”).
(personali, di gruppo, dell’intera comunità
scientifica) e dati a supporto di quelle opi-
Niente, non riesce a nessuno. Ma siamo già nioni. Il singolo scienziato deve sparire di
Centinaia di dipendenti protestano Istantanee dal 2 giugno di piazza del Popolo. Stessi cori e stessi tatuaggi. Il leader selfista imbarazza la Meloni alle raffinatezze non previste dal manuale
di Mrs Beeton che troneggiava nella cucina
fronte ai dati, ed invece rivendicare come
personale e propria – cioè non universale –
contro i post violenti di Trump e materna. Era costui il più famoso manuale l’interpretazione dei dati o le ipotesi; e de-
criticano Zuckerberg su Twitter Roma. Stessa piazza, due orari diversi, più ticato”, urla da un megafono il generale Pap- come i grillini, capelli e pensieri poco puliti. di economia domestica vittoriano, indi- ve smettere le vesti dell’illuminatore di
di qualcosa in comune. L’inno nazionale can- palardo, quasi quattro ore dopo, lui che la ma- Mentre nell’altra piazza del Popolo, quella spensabile della casa delle giovani spose. masse, del suggeritore di complotti, del di-
tato insieme a “Conte Conte vaffanculo”, e poi scherina non fa finta nemmeno di portarla al della mattina, c’è invece un establishment po- Isabel Beeton morì a 28 anni, dopo 4 figli, svelatore di verità, per indossare invece
Milano. “L’inazione di Facebook nell’eli- la calca, le facce ingrugnite, un abbondare di collo. Espressioni sovrapponibili, fotogram- litico che in Italia è stato governo e istituzioni: e diventò un marchio (le successive edizioni l’abito dell’analista e il modo dell’investi-
minare i post di Trump che incitano alla vio- mi d’uno stesso 2 giugno romano, con il caldo Tajani, ex presidente del Parlamento euro- omettevano la data di morte). La Nuova Edi- gatore che usa un metodo, a esso si affida
DI SALVATORE MERLO
lenza mi fa vergognare di lavorare qui”, ha che forse scioglie il Covid, si spera, ma sem- peo, Matteo Salvini, ex ministro dell’Interno, trice Berti ha pubblicato una piccola parte ed oltre non va.
scritto Lauren Tan, informatica che lavora a tatuaggi e bicipiti gonfiati, volti da stadio e da bra anche aver accelerato l’immoderazione e poi Giorgia Meloni, lei che ormai non piace dei suoi consigli per la perfetta gentildon- Il secondo punto riguarda il mezzo, o i
Facebook. “Mark si sbaglia, e farò di tutto per curva. Difficile dire come sia fatto un balordo. d’una parte d’Italia uscita irriconoscibile dal- più soltanto alla destra, e che a un certo punto na, con l’imperdibile pagina “Cosa non di- media: i quali devono essere in grado di tra-
fargli cambiare idea”, ha scritto Ryan Frei- Che faccia ha un teppista del tifo organizzato? la reclusione e dal lockdown. Facile, forse pi- si accorge che qualcosa davvero non va, non le menticare nei picnic”. Abbiamo tenuto il li- durre, cioè possedere le capacità di capire e
tas, un dirigente dell’azienda. “Sono un im- Ingiusta è la fisiognomica, ma ieri a Piazza del gro abbandonarsi alla sociologia, ma qualco- torna. E infatti si guarda intorno preoccupata bretto sul tavolo per tutta la quarantena, le risorse – anche economiche – necessarie
piegato di Facebook e sono completamente Popolo s’aveva l’impressione che fossero tan- sa è successo. E certo da una parte c’è la comi- e sgrana gli occhi sulla manifestazione che in- metteva di buon umore. E dunque, perché per l’opera di intermediazione linguistica e
in disaccordo con la decisione di Mark di non ti, di mattina e poi nel pomeriggio, nella mani- cità degli anacoluti, i tanti caldi strafalcioni tanto si è trasformata in un mega assembra- lo sappiate anche voi: “Un pezzetto di rafa- decodifica necessaria. (segue nell’inserto II)
fare niente con gli ultimi post di Trump”, ha festazione della destra di governo e anche so- di questi gilet arancioni, questi mattoidi e mento, con l’aria di chi pensa: questa cosa ci è no, una bottiglia di menta ben tappata”. Tre
scritto Jason Stirman. Tra lunedì e martedì,
mentre infuriava la polemica sul fatto che
prattutto in quella degli arancioni minchio-
neggianti di Antonio Pappalardo. “Siamo qui
strambi che sembrano i Cinque stelle dei bei
tempi (“non ci sono più ‘allibbi’ per lo svilup-
sfuggita di mano. “E in effetti un po’ c’è sfuggi-
ta di mano”, conferma Ignazio La Russa. E Fa-
cavatappi, erano picnic affollati. Il Mondo Nuovo è qui
Facebook, al contrario di Twitter, ha deciso a nome degli italiani dimenticati”, dice Mat- po ‘autogeno’ dell’attività economica”, si sen- bio Rampelli: “C’è molta, forse troppa gente”.
di non mettere nessun tipo di limitazione ai teo Salvini alle undici, togliendosi gongolan- te dire dal palco), quegli stessi che in piazza L’unico a suo agio è Salvini sempre più paren- A Parigi la fiera dei bambini à la
post violenti del presidente americano, mol- te la mascherina. “Noi siamo il popolo dimen- del Popolo aggrediscono le troupe televisive te di Pappalardo. (segue a pagina quattro)
tissimi dipendenti di Facebook hanno co- La Costituzione italiana è una
carte. A Londra gli “indesiderati”
minciato per la prima volta a criticare pub- legge molto importante posta in chiedono di poter nascere
blicamente la loro azienda e a farlo – colpo di
genio – su Twitter. Centinaia di loro, inoltre,
Il ponte di Conte Turisti della politica Non solo Fca cantiere in uno con la nascita
della Repubblica, finita ormai da
hanno inscenato uno sciopero digitale: poi- oltre un anno la Seconda guerra mondiale, Roma. “Mercati della carne”. Così
ché sono tutti in smartworking, si sono resi in- Il premier si prepara a cavalcare Il Covid colpirà gravemente il turismo, La crisi dell’auto è anche la crisi di esattamente 74 anni fa: il 2 giugno del 1946. Sylviane Agacinski nel suo libro “L’uo-
disponibili nei sistemi interni dell’azienda. E’ la Costituzione, forse, la più bella del mo disincarnato” (Neri Pozza) defini-
Da quando Twitter ha mostrato il buon
la bestia delle grandi opere. ma i danni saranno ancora più gravi quel motore dell’innovazione che mondo, poi c’è chi dice che non lo sia, ma un sce il business della maternità surroga-
esempio, la decisione di Mark Zuckerberg di E Renzi ha un piano sul Mes se l’Italia seguirà il metodo Di Maio è la media impresa. Parla Decisi gran pezzo di Costituzione resta comunque. ta. E se c’è un mercato, c’è anche una
non stuzzicare Trump è più contestata che Essa informa di sé tutte le altre leggi italia- fiera. Il video dei bimbi nati dalla sur-
mai. Il ceo di Facebook ha dato una serie di ne, c’è la Corte Costituzionale piazzata, non rogata in Ucraina e bloccati nel paese
motivazioni arzigogolate per cui il post in cui Roma. Dicono che perfino l’idea del ponte Roma. Ora i danni del Covid rischiano di Milano. Attenzione, l’ascensore socia- a caso, vicino al Quirinale, i membri della perché le coppie straniere non poteva-
Trump invoca sparatorie della guardia civile sullo Stretto di Messina, lo abbia trovato se non diventare asimmetrici. In maniera quasi le non funziona più: complice la retorica Corte hanno infatti l’autista, eccetera, ecce- no andare a recuperarli a causa del
sui manifestanti (lo stesso limitato da Twit- favorevole, quanto meno non contrario a prio- paradossale, a livello economico, rischia- dell’uno vale uno, cara al M5s (e non tera. E ok, dice uno, ma perché scrivi stron- coronavirus ha fatto il giro dei media. E
ter) non deve essere toccato: secondo il ceo, il ri. E del resto Giuseppe Conte sa bene che no di pagare molto di più i paesi e le aree solo) e l’accerchiamento della burocra- zate del genere? Ecco, per senso civico. Non per una ragione: i cinquanta neonati, ac-
presidente non invoca una violenza generica quella delle grandi opere è una bestia che, se geografiche meno colpite dall’epidemia zia, gli spazi per far prosperare l’indu- solo è grillino, l’onorevole Roberto Fico, è cuditi in un hotel della Biotexcom, han-
ma la “forza dello stato”, e allora tutto va be- lui non cavalca, rischia di travolgerlo: se anche ma che dipendono da settori caratterizzati stria e di riflesso, garantire il ricambio anche il presidente della Camera dei depu- no mostrato l’esistenza di un supermer-
ne. Ma davanti alle proteste e ai disordini il il prudente Dario Franceschini ha benedetto dalla prossimità fisica e dagli spostamenti. della borghesia produttiva saranno sem- tati. E non so, il segretario Zingaretti, se an- cato genetico. A Parigi, il 5 e 6 settem-
legalese di Zuckerberg non è sufficiente, e l’idea renziana di collegare la Sicilia e la Cala- Uno su tutti il turismo. E quindi zone come pre più esigui. E ora con il Covid può cora gli ha spiegato perché ieri era festa. bre, si svolgerà “Désir d’enfant” e ci sa-
questo porta a una crisi grande dentro a Fa- bria, vuol dire che su quel treno il premier de- l’Italia centro-meridionale, la Grecia o il andare peggio. “A tutto danno delle me- ranno tutte le grandi aziende dei bambi-
cebook. (ec) ve salire al volo. (Valentini segue a pagina quattro) Portogallo. (Capone segue a pagina quattro) die imprese”. (Bertone segue a pagina quattro) Questo numero è stato chiuso in redazione alle 20.30 ni à la carte. (Meotti segue a pagina due)

L’ARTE DELL’EUROPA GRANDIARTISTIPERILFOGLIO SABATO IN REGALO UNA COPERTINA DI MIMMO PALADINO


ANNO XXV NUMERO 131 - PAG 2 IL FOGLIO QUOTIDIANO MERCOLEDÌ 3 GIUGNO 2020
LA CAPITALE AVEVA GIA’ ANTICIPATO LA PANDEMIA IN OGNI SUO ASPETTO
L’eredità del virus Il Mondo Nuovo è qui
E’necessaria una struttura per la
formazione dei dirigenti sanitari, una
Il “modello Roma”come risposta metropolitana alla minaccia del coronavirus A Parigi la fiera per scegliere i
figli. A Londra gli “indesiderati”
Scuola superiore di sanità. Proposta D al rapporto Istat sull’impatto dell’epide-
mia da coronavirus sulla mortalità in Ita-
lia, non si è evidenziato sufficientemente un
di contagio. A questo si aggiunge l’eccellente
lavoro sanitario fatto nel trasporto su strada:
non solo le fiamme che avvolgono gli autobus
è smarrito e irritato, il romano si sente già
tornato alla normalità. Psicologicamente,
chi vive a Roma è meno provato, più lucido,
spazi che chiudono, delibere scoraggianti,
nessuna proposta culturale, zero investi-
menti. Per non parlare delle strade buie,
in aula per il diritto di nascere
dato: nel marzo 2020, confrontando la media dell’Atac garantiscono una sanificazione meno incline al complottismo: non stenta a sporche e maleodoranti, che hanno convinto
Al direttore - Se ce ne fosse bisogno, an- perfetta, ma il fatto di doverli anche aspetta- credere che il virus abbia origine da pipi- le persone a rinchiudersi in casa ben prima (segue dalla prima pagina)
SAVERIO MA GIUSTO
che l’emergenza del Cov2 ha evidenziato la re per delle ore – e il più delle volte invano – strelli o pangolini e si sia diffuso tramite il del virus, quando ancora l’emergenza sanita- Ci saranno l’agenzia ucraina Feskov
grande frammentarietà nella cultura sanita- nello stesso periodo degli ultimi cinque anni, ha già dissuaso da tempo i cittadini della ca- mercato di Wuhan, semmai si stupisce che ria erano solo i rifiuti. (Rifiuti in strada ai e l’americana California Fertility Par-
ria dei dirigenti preposti agli aspetti orga- Milano ha registrato un +92 per cento di deces- pitale dall’uso di mezzi potenzialmente af- non provenga da uno di quei giganteschi ratti quali ora si aggiungono le mascherine getta- tners. Per la prima volta in Francia, un
nizzativi. Il tutto si è tradotto in una comuni- si; Roma, -9,4. Cioè, mentre a Milano il virus follati, abituandoli a viaggiare su veicoli pri- che si vedono nei mercati romani – ma non in te a terra ma che a Roma, contrariamente ad evento internazionale dedicato al “de-
cazione spesso contraddittoria e in inter- proseguiva il suo tragico contagio anche nel vati, preferibilmente automobili, e per lo più vendita, ci vanno a fare la spesa. altre città abituate al decoro e alla nettezza siderio di figli”. Finanziamenti, banche
venti spesso eterogenei. Riemerge perciò lockdown, a Roma le stesse restrizioni non solo soli nell’abitacolo. Il malfunzionamento ro- Ecco perché propongo il “modello Roma” urbana, si mimetizzano nell’insieme senza del seme e degli ovociti, scelta del ses-
l’importanza, spesso evocata ma mai realiz- hanno salvato vite dal Covid-19, ma hanno an- mano ha reso la cittadinanza capitolina più come risposta metropolitana alla minaccia recare danni al paesaggio). so dell’embrione, accesso alla surroga-
zata, di una struttura per la formazione dei che risparmiato la morte a chi gli andava sem- preparata, o comunque già rassegnata, ai di- del coronavirus. In questi anni nessuna città Ancora non sappiamo con esattezza quan- ta. Pochi giorni dopo, un’altra fiera,
dirigenti sanitari, cioè una Scuola superiore plicemente incontro uscendo di casa – e preci- sagi e ritardi causati dalle restrizioni e dalle più di Roma ha promosso il distanziamento to il Covid-19 sopravviva sulle superfici; ma “Man having babies” in un hotel di Bru-
di sanità. pitava dentro una buca o finiva tritato nel crol- misure di contenimento: mentre il milanese sociale, disperdendo ogni assembramento: possiamo già affermare con sicurezza che da xelles, dedicato alle coppie omosessua-
E’ indubbiamente una necessità, perché è lo di una scala mobile. Roma, dove i casi di con- questo punto di vista il degrado romano ha li che accedono a questo mercato. E ci
essenziale che i dirigenti, pur con le varie tagio sono stati contenuti e raramente dram- IL BI E IL BA protetto i suoi cittadini. Mentre le superfici troviamo molte delle aziende reduci da
sfaccettature e anche diversità di opinioni matici, si è rivelata come la città ideale dove di Guido Vitiello famiglia, del resto assai breve. Dalla “Gab- asettiche e levigate di Milano accoglievano il Parigi, come la California Fertility.
sugli aspetti pratici, abbiano una cultura co- passare la quarantena e più in generale affron- bia”, che andò in onda fino al 2017 e al gover- virus, a Roma la mancanza di superfici libere A Parigi si daranno appuntamento
mune basata su alcuni princìpi. tare la pandemia. Anni fa non era che un in- no nel 2018, sono nate per parto gemellare fra macchine in tripla fila e cumuli di spazza- molte cliniche della fertilità, dalla Ivf
Anzitutto, nel Servizio sanitario nazionale Dubito il merito sia tutto del Papa e del suo cubo informe, poi ha preso anche le due piazze di ieri, o meglio i due tura ha fatto sì che il Covid non si riuscisse a di Barcellona alla Dunya di Cipro, o la
(Ssn ) il paziente deve essere posto al centro. scudo di preghiere e benedizioni; né vada at- consistenza di sospetto, adesso è una certez- turni nella stessa Piazza del Popolo – i salvi- depositare da nessuna parte, disperdendosi Fairfax Cryobank. Sul sito di quest’ulti-
I diritti degli operatori, le esigenze dell’eco- tribuito solo allo Spallanzani, per il quale za granitica: gli storici del futuro studieran- no-meloniani al mattino, i pappalardi al po- nell’aria assieme ai vaffanculo. Roma ha an- ma si può scegliere tutto del donatore:
nomia, le ragioni dei burocrati o le influenze l’orgoglio cittadino ha comunque già rag- no i ludi gladiatorii della “Gabbia” di Para- meriggio. “Questo fatto che dovremmo sen- ticipato la pandemia in ogni suo aspetto: nel- gruppo etnico, colore dei capelli e de-
dei politici non devono minare questa cen- giunto il 5° grado della scala Totti. Qui si trat- gone su La7 come noi studiamo le serate fu- tirci in imbarazzo anche per cose con le qua- la Capitale è già da qualche anno che la natu- gli occhi. Tante le compagnie ucraine
tralità. Il Ssn, un bene straordinario per la ta di un modello di città: l’unica al mondo a turiste del primo Novecento al Costanzi o al- li non c’entriamo nulla sta diventando stuc- ra si è ripresa i suoi spazi, come dimostrano presenti. Offrono la diagnosi preim-
salute pubblica, è il sistema che deve servire non essere stata colta impreparata dal virus, la Pergola, ovvero come un luogo d’incuba- chevole”, ha detto Giorgia Meloni. Sarà. Ep- le strade che diventano torrenti appena pio- pianto a prezzi abbordabili, ovvero la
il singolo paziente, ma al tempo stesso deve anzi ad aver anticipato molti comportamenti zione di flagelli politici. Era tutto lì, in quel- pure, sfido chiunque a trovare non dieci, ma ve, le automobili abbattute da alberi caduti o tecnica di selezione dell’embrione sa-
essere concepito come un bene comune che virtuosi. A cominciare dal trasporto pubbli- le centocinquantasette abominevoli punta- una buona ragione per cui Pappalardo non i parchi incolti come inguini dopo due mesi no. Ed è contro tale selezione che a
richiede ai cittadini non solo di avere il dirit- co: mentre a Milano un’efficiente e capillare te, un distillato di oli essenziali ideologici potrebbe correre nelle liste di FdI e il melo- di lockdown. Londra in questi giorni una ragazza con
to alla salute, ma anche di rispettare il dove- rete di metropolitane garantiva a tutte le per- che altri talk-show contenevano in forma niano Meluzzi non sarebbe un amore in gi- Roma è il modello di città da seguire, oggi la sindrome di Down ha fatto causa al
re di mantenerla. Solo così, alimentando la sone – comprese quelle contagiose – di arri- appena diluita: il piagnisteo antitedesco, let arancione. La cosa più onesta, alla fin fi- come in futuro, per evitare un contagio virale governo per cambiare la legge sull’a-
cultura della prevenzione, il Ssn può mante- vare ovunque e velocemente, a Roma un ser- l’Europa cattiva, le furbate monetarie per ne, l’ha detta ieri un falegname romano: “Io come quello che in questi mesi ha fermato borto in vigore nel paese dal 1967 e che
nere la sua sostenibilità nel tempo. vizio metro fatiscente fatto di sole due linee e vivere a sbafo, Soros, il deep state globali- stamane sto con Salvini e Meloni, e nel po- Milano. L’unica cosa che potrebbe fermare ritiene “decisamente discriminatoria”
Un terzo elemento è lo sviluppo di una mezzo per lo più guaste, e le cui stazioni prin- sta, i no vax, il piano Kalergi e nazisterie as- meriggio andrò dal generale Pappalardo”. Roma in questo momento è un ulteriore salto per le persone come lei (il 90 per cento
cultura che sappia valutare e spesso resiste- cipali vengono spesso chiuse e raramente sortite. Non serve una Rossanda del sovra- Sono due momenti della scaletta di un’u- di specie da parte del virus: da uomo a gab- dei bimbi Down viene abortito nel Re-
re nell’interesse del paziente e del Ssn al di- riaperte, rende impossibile la circolazione nismo per ricostruire questo altro album di nica trasmissione, la “Gabbia”. biano. gno Unito).
lagante mercato della medicina. In altre pa- delle persone impedendo così qualsiasi tipo Saverio Raimondo Si chiama Heidi Crowter, ha 24 anni,
role, serve una cultura capace di valutare e e dichiara: “Non dovremmo essere qui,
selezionare sulla base dell’evidenza scienti- L’HOMO INFORMATICUS E IL FUTURO VERDE E BLU SECONDO FLORIDI abbiamo meno diritti, ma siamo ancora
fica ciò che offre il mercato in termini di pro- esseri umani”. Heidi è sostenuta da
dotti diagnostici, terapeutici e riabilitativi. Máire Lea Wilson, madre di un bimbo
Se questo deve essere il nucleo culturale
della Scuola, bisogna poi tradurlo negli
aspetti strutturali e organizzativi. Si può in-
Di quali idee (più o meno ingenue) ha bisogno la politica per funzionare Down, la quale spiega che “il nostro
caso non riguarda i diritti e i torti del-
l’aborto. Si tratta dell’istanza specifica
travvedere una Scuola basata su poche lezio-
ni frontali, limitate a mettere a disposizione
informazioni che non vengono normalmente
Q uando ho buttato l’occhio sulla coper-
tina del libro di Luciano Floridi Il ver-
de e il blu (Raffaello Cortina, 278 pp., 16 eu-
mine e il tuono. Mi accorgo perciò che se il
libro di Floridi fa per me, io invece non
posso sembrare a Floridi il lettore che si
guarsi.
A metà della strada, con l’idea numero
49, si arriva a un punto delicato: “la forma-
Solidarietà e fiducia sono dunque neces-
sarie a una società e a una politica buone.
Ma se le tecniche di vendita e di commercio
di diseguaglianza nella legge, in base
alla quale per un bambino senza disa-
bilità il limite legale è di 24 settimane,
date dalla formazione universitaria: ad ro) e ho letto il sottotitolo “Idee ingenue augura. Poco male, quelli come me sono in zione dell’opinione pubblica avviene attra- (marketing) ci dicono che la solidarietà, la ma puoi avere un aborto fino all’ultimo
esempio, la valutazione del rapporto benefi- per migliorare la politica”, mi sono subito via di sparizione, non fanno numero. verso il marketing (retorica) delle idee”. fiducia e altre idee buone, “non vendono” giorno se il bambino ha una disabilità.
ci-rischi e del rapporto costo-benefici, il ruo- detto che questo è il libro giusto per me. Ma vediamo. Essendo molto gentile e Idea 52: “Una buona politica trasforma perché il pubblico non le gradisce, allora E’ sbagliato”. Quando la Lea Wilson è
lo che l’intelligenza artificiale giocherà sul Non solo per me, credo, dato che la politica comprensivo con i suoi lettori, Floridi sug- (marketing) le idee buone in opinione pub- restano idee buone o diventano cattive, andata in ospedale durante la seconda
rapporto medico-paziente, l’importanza del- tocca sempre e da vicino soprattutto quel- gerisce a quelli di loro che hanno fretta di blica”. Idea 54: “La retorica (marketing) cioè inutili, inefficaci, illusorie e da scarta- gravidanza (dalla prima era nato Tom,
la digitalizzazione del Ssn e di tutte le sue l’enorme maggioranza di persone e di elet- concentrarsi sul capitolo “Idee politiche della ragione è il modo migliore per forma- re? È vero che l’opinione pubblica “non che oggi ha tre anni), si era sentita con-
strutture. tori, enfaticamente chiamata “popolo”, a per una società matura dell’informazione”: re politicamente l’opinione pubblica”. esiste, si forma” (idea numero 48), ma non si sigliare una sola strada dal personale
Ancora, il futuro dirigente sanitario deve cui capita di convivere con idee ingenue, a non poche idee, numerate da 1 a 100. Ma se Qui sono tentato di scandalizzarmi un forma partendo dal nulla, si forma di nuovo medico: “La prima cosa di cui volevano
avere una chiara idea della necessità di rie- volte innocue (“non c’è rimedio”) e a volte la fretta è poi assoluta, allora l’autore sug- po’. Avendo avuto una formazione cultura- solo a partire da quello che già esiste. Quel- parlare era se volessi abortire. All’epo-
quilibrare il rapporto territorio-ospedale, criminose (“se ne vadano tutti”), dedicate gerisce di non fare la fatica di leggere tutto le tradizionalmente moderna e in certa mi- la che Floridi chiama retorica, cioè formu- ca ero incinta di 34 settimane. Ho due
superando l’attuale tendenza ospedalocen- al ceto politico. lo svolgimento dell’idea ma soltanto la sua sura anche classica, trovo che l’accosta- lazione efficacemente e opportunamente figli, li amo e li apprezzo allo stesso
trica orientata da troppi interessi privati. Le idee ingenue, però, in politica non enunciazione iniziale. Vedo subito che mento di due termini come “idee” e “mar- comunicativa, è davvero la stessa cosa che modo per questo ritengo sia sbagliato
Inoltre, è necessario che sia promossa agli hanno corso. Dire politica vuole dire saper l’autore è quasi eroicamente didascalico e keting” faccia pensare alla figura retorica una tecnica di marketing? A volte, anzi che la legge non li tuteli allo stesso
occhi dei futuri dirigenti l’importanza di dosare astuzia e potere, doppiezza e mani- all’idea numero 3 ci dice: “Una società buo- dell’ossimoro, o accostamento (suggestivo? spesso, le idee originali e buone appaiono modo. E per questo intendo cambiar-
un’informazione e di una formazione conti- polazione: la competenza viene dopo... Ve- na è una società tollerante e giusta, e per- inaccettabile?) di due nozioni non concilia- inopportune e fuori mercato, il che spiega la”.
nua indipendenti da interessi commerciali e dete? Ho idee ingenuamente aggressive ciò pacifica e libera”. Alla 13 è ancora più bili. Non ho neppure ingoiato facilmente perché la politica, che cerca consenso e vo- Ma nei supermercati dei bambini e
ideologici. nei confronti della politica. Mi auguro per- apodittico: “Una società buona richiede una locuzione innovativa negli anni Ottan- ti, scelga più idee che hanno già mercato nella loro selezione da catalogo esiste
La Scuola deve contemperare aspetti cul- sino che coloro che la fanno si rendano vir- una politica buona”. ta e ormai perfino invecchiata come “mer- presso l’opinione pubblica, anche se non ormai una coazione, diretta o meno, al
turali, generati da ricerca personale e da di- tuosamente invisibili facendo il proprio Le idee di questo tipo sono la farina, non cato politico”. Alla sovrapposizione fra po- sono idee buone, invece che quelle buone figlio sano a tutti i costi. Il centro Fe-
battiti collettivi, e aspetti pratici. Ad esem- dovere di risolvere più problemi possibili a il lievito, del libro. Il lievito è semmai nella litica e mercato, idee e mercato, preferisco ma meno popolari e meno risapute. skov, che sarà a Parigi, pubblicizza “il
pio, ricorrendo a stage degli studenti presso coloro che fanno altro con le mani e con la forza d’urto che può avere l’“ingenuità” la distinzione benché, come si diceva una Mi fermo qui e rimando ad altra occasio- miglior rapporto qualità-prezzo”, inclu-
le varie strutture del Ssn, al fine di raccoglie- testa, senza apparire sulla scena pubblica. delle idee quando vengono schierate con- volta, dialettica. Ho detto preferisco: ma mi ne di discutere tutte le 100 idee. Per conclu- sa la garanzia di un bambino “in buona
re le opinioni di tutte le componenti degli Il risvolto di copertina mi informa che tro le più ovvie o peggiori qualità della po- adeguo ai tempi e dico “preferirei”, dato dere, una sola osservazione, politicamente salute”. Sono capitati incidenti in cui
operatori sanitari, anche perché si rendano Luciano Floridi è “una delle voci più auto- litica in generale e di quella italiana in che il mercato ha già divorato e colonizzato irrilevante perché idiosincratica. L’idea coppie occidentali hanno abbandonato
conto delle differenze fra l’ideale e il reale. revoli della filosofia contemporanea”; in- particolare. Il semplice fatto che si osi par- la cultura con lo strapotere della pubblici- numero 100 dice: “Il progetto umano per il il figlio avuto da una surrogata dopo
Gli studenti devono anche acquisire elemen- segna filosofia e etica dell’informazione a lare di “società buona” costringe a pensare tà (dagli istituti di ricerca più avanzati alle secolo digitale è il verde e il blu”, cioè am- aver scoperto che era Down.
ti di management, che uniscano alla visione Oxford; dirige un Digital Ethic Lab ed è che cos’è una società buona, questione tan- arti, alla cultura di massa) e si fa ubbidire bientalismo più informatica. Forse sì, se il Peacock, la piattaforma streaming
organizzativa la capacità di coinvolgere nelle presidente del Data Ethics Group dell’Alan to elementare e fondamentale da essere si- facilmente anche dalla politica e dallo sta- mondo politico fosse una tabula rasa in cui della Nbc, si prepara a lanciare la serie
decisioni tutti i vari collaboratori interessa- Touring Institute, che svolge ricerche sul- stematicamente evitata. La società viene to, che hanno accettato come primo dovere ricominciare da zero. A me sembra che tv “Brave New World”, dall’omonimo
ti. l’intelligenza artificiale. da tempo considerata un fatto compiuto al di incrementare e fluidificare gli affari. Gli l’homo informaticus sia sempre meno sensi- romanzo del 1932 di Aldous Huxley, do-
Gli studenti devono essere laureati in me- A questo punto capisco che le sue idee novanta per cento, più che un oggetto di de- affari sono una religione mondiale e saper- bile agli ambienti reali e naturali. Preferi- ve gli esseri umani sono generati e sele-
dicina o in altre discipline scientifiche e de- possono essere definite “ingenue” solo per cisioni precise e un prodotto di scelte co- lo è meglio che non saperlo. Questo però sce quelli virtuali, li frequenta di più e si zionati in laboratorio. Il Mondo Nuovo
vono essere interessati a operare nelle un civile ma provocatorio understatement. raggiose. Il sistema economico e tecnico non sembra piacere a Floridi, che infatti illude di poterci vivere anima e corpo. Il è qui. A Parigi va in mostra il “deside-
strutture organizzative e amministrative. Io in confronto a Floridi sono un uomo del- mondiale è così velocemente interconnes- all’idea numero 62 dice: “Senza solidarietà suo eventuale ambientalismo su quali rio del figlio”, legittimato dalle leggi e
Con la Scuola si deve porre la prima pietra, le caverne, temo l’intelligenza artificiale so che da scegliere liberamente non c’è e fiducia c’è solo libero mercato, ma non esperienze ambientali si fonda? dai suoi inganni, coltivato dai media,
perché i futuri dirigenti non siano più desi- come nell’età della pietra si temeva il ful- molto e si può decidere soprattutto di ade- una prosperità equa”. Alfonso Berardinelli giustificato in nome del progresso. A
gnati fra coloro che hanno esperienze spes- Londra va in aula il “diritto di nasce-
so non sanitarie, ma di tipo commerciale o TWITTER RIUSCIRA’ A FARE CIO’ CHE NON E’ RIUSCITO A FACEBOOK? re”, inibito dalle stesse leggi, osteggia-
industriale o addirittura politico, ma fra co- to dagli stessi media, bandito in nome
loro che condividono la stessa cultura. Una dello stesso progresso, o sedicente tale,
Scuola superiore di sanità, fra l’altro, è una
delle tante iniziative necessarie a riequili-
brare nel tempo le differenze di assistenza
Ripensare la libertà è il compito più urgente dell’occidente ai tempi della guerra tra social dei progressisti. Sono i bambini fuori
menù.
Giulio Meotti
sanitaria, spesso inaccettabili, fra le varie
aree del paese.
Silvio Garattini
L a guerra dei social alla fine è scoppiata
in piena pandemia mondiale. Il Covid-
19 è il secondo grande evento dell’era web
esatta, i media la comunicano senza alte-
rarla e i politici la applicano prendendo
decisioni corrette, a loro volta comunicate
bia perso ogni interesse al tentativo di mi-
gliorare la società tramite FB, abbando-
nando le war room contro le fake news ma
passare un messaggio politico) all’opportu-
nismo di chi nasconde il vero emittente,
dall’enfasi su parole, fatti, numeri alla se-
PREGHIERA
di Camillo Langone
Presidente Istituto di Ricerche 2.0 – dopo il congiunto Brexit-elezione di oggettivamente ai cittadini. Durante la anche le alterazioni dell’algoritmo in chia- lezione delle notizie. Non è facile identifi-
Farmacologiche Mario Negri IRCCS pandemia in nessun paese del mondo le ve non divisiva. Al contrario, Jack Dorsey care il limite tra fatto e opinione e tra opi- Tradizionale? Tipico?
MINORITY REPORT
cose sono andate in questo modo: gli scien- ha deciso di schierare Twitter – di solito nione e menzogna o violenza. Se ne accor- Territoriale? Sono tutti
PICCOLA POSTA Trump del 2016 – che sconquassa il sistema ziati – com’è nella natura della scienza ef- alieno a forme di controllo – nella lotta geranno presto anche a Twitter. troppo vecchi, ormai inservibili, gli
di Adriano Sofri della comunicazione. Brexit e presidenzia- fettiva – si sono opposti fra loro e contrad- contro le fake news, bullismo, violenza, Dal punto di vista teorico, la vicenda è aggettivi per definire la cucina che
li del 2016 avevano dimostrato che c’erano detti, i politici – di ogni parte – hanno mini- ecc. A farne le spese, ovviamente, è stato più complicata ed è profonda. La libertà di mi piace. Ci voleva Vittorio Sgarbi
Caro direttore, ti ringrazio per lo protagonisti diversi, non appoggiati dai mizzato, enfatizzato, ri-minimizzato e ri-en- subito l’account più celebre, quello del espressione è indifferente alla verità e al per trovarne uno perfetto: evocando i
spazio e il risalto che hai dato ieri al- media mainstream, che erano ormai in gra- fatizzato. La comunicazione è stata gestita presidente americano Donald Trump, il bene? Ma se non lo è, chi è deputato a deci- piatti cucinati da Andrea Ghiozzi nel-
la mia estemporanea incursione nel cam- do di competere efficacemente facendo male quasi da tutti, mentre sui social si è quale ha prontamente risposto minaccian- dere qual è l’uno e qual è l’altro? E se cia- la Trattoria al Duomo di Fidenza (su-
po costituzionalistico. Sicché, preoccu- proprie tecniche e modi che erano stati col- scatenata la battaglia del tutti contro tutti: do la famosa neutralità e non imputabilità scuno lo può decidere, perché impedire a prema torta fritta, sublimi tortelli di
pato di averla fatta grossa, mi sono rilet- tura dei grandi network informativi e sfrut- ovviamente, tutti virologi, politici, genera- delle piattaforme. Zuckerberg ha esplicita- qualcuno di esprimere le sue scelte? Il cor- erbette) ha parlato di “cibi santi”. De-
to, per controllare che la rassegna dei ri- tando le potenzialità del web, a cominciare li, sociologi, psicologi, capi di stato. mente criticato il collega di Twitter e ha tocircuito del liberalismo dove la libertà gustando l’aggettivo ho percepito una
schi che incombono su tutto ciò che oggi dai social. Non era appena il successo di I social – da sempre neutrali e non perse- posto il tema della libertà di espressione coincide con scelta autonoma appare pale- buona dose di Quarto Comandamento
voglia aprirsi a un mondo così malconcio una parte: M5S, Podemos, Manif pour tous guibili per quanto si comunica sulle loro contro l’esigenza di controllo veridico. se nella guerra dei social ed emerge tutta (onora le ricette delle madri) e un
non avesse oscurato la mia simpatia per e, paradossalmente, Isis avevano dimostra- piattaforme – hanno dovuto prendere una Chi ha ragione? Dal punto di vista prati- la debolezza di politici di ogni colore che pizzico di Decimo (non desiderare la
l’apertura. Il succo della mia amatoriale to le medesime capacità. decisione sull’esterno problema della ve- co non c’è dubbio. Zuckerberg ha imparato non hanno visioni alternative del tema del- cucina d’altri). Ho sentito profumo di
opinione – promossa al rango indiscreto La pandemia ha messo definitivamente ridicità dell’informazione aggravato dal a sue spese che le fake news non sono così la libertà, il più importante e il più caro a sacro, ho immaginato commensali
di lettera alla signora presidente – è rias- in luce la debolezza del sistema esperti momento di crisi e dall’aumento del traffi- facili da controllare: oltre alle esplicite fal- tutte le culture che hanno dato vita all’oc- che diventano confratelli, ho sognato
sumibile nel motto: prendere confidenza scientifici-media-politica, già provato da co. I due più celebri network hanno preso sità, infatti, che sono meme/deepfake/fat- cidente. Ripensare la libertà rimane uno una tavola che si fa cenacolo. “Cibi
con la Corte, non prendersi troppe confi- anni di contrasto fra le aspettative altissi- decisioni opposte. Facebook, dopo quattro toidi, ci sono anche categorie più sottili e dei compiti più urgenti dell’occidente po- santi” ossia che creano legami attra-
denze con la Corte. La quale, è da crede- me sugli esperti e la realtà sperimentale e anni di tentativi di controllo, ha definitiva- meno identificabili che vanno dagli pseu- st-Covid, prima che la guerra dei social e verso un rituale: liturgia e ghiottone-
re, sa che cosa fa e che cosa dice. Per e- fallibile della scienza. Nel mondo utopico mente rinunciato. Un interessante articolo do-eventi (per esempio, il presidente che della società diventi cruenta. ria. Ci voleva Vittorio Sgarbi, ci vole-
sempio, chi meglio dei giudici costituzio- spesso propugnato la scienza dice la verità del WSJ svelava come Mark Zuckerberg ab- inaugura un ospedale, ma in realtà vuol far Giovanni Maddalena va la torta fritta di Andrea Ghiozzi, ci
nali, senza aspettare che diventino eme- vorrebbe un Andrea Ghiozzi in ogni
riti, è in grado di illustrare lettera e sen- NUOVI ORIZZONTI COMMERCIALI APERTI DAL NATIONAL TEAM SPAZIALE USA diocesi d’Italia (non in ogni provincia:
so della Costituzione ai cittadini italiani in ogni diocesi) e forse esiste già ma
e alle altre persone che vivono in Italia? va scoperto e allora lo si scopra, lo si
E, d’altra parte, la responsabilità di giu-
dici della coerenza fra le leggi e la Costi-
tuzione va tranquillamente insieme al
Idea: replicare Elon Musk in ogni comparto della sfida tecnologica estragga dalla sua umiltà e lo si offra
al mondo, o almeno a quella porzione
di mondo che al ristorante cerca ri-
compito di educatori alla Costituzione?
T ute stilizzate ad Hollywood e trasporto
in Tesla X, l’ammiraglia del gruppo, al-
la capsula Crew Dragon montata sul Falcon
futuro: la partnership pubblico-privata nel-
l’alta tecnologia vale per lo spazio. Ma Elon
Musk, il primo capitalista tecnologico del-
sfida: nessuno, infatti, dispone di un capita-
lismo privato comparabile, per dotazione di
mezzi propri, inventiva e creatività tecnolo-
da Usa, il modello pubblico-privato, pone
una serie riflessione all’Europa. Non saran-
no la Luna o Marte le vere prossime sfide
storo, conforto, senso.

9, il primo razzo vettore riutilizzabile della l’era spaziale, è replicabile in ogni altro gica, ad Elon Musk, a Jeff Bezov, fondatore commerciali. La verità è che il ritorno eco-
storia del volo spaziale. Uno spettacolo che, comparto della sfida della digitalizzazione di Amazon e di Blue Origin, ad aziende co- nomico, i nuovi campioni nazionali privati
a qualcuno ha ricordato, addirittura, il volo e delle tecnologie. Intanto, l’impresa di Spa- me Dynetics, allo stesso inglese Richard Usa lo attendono, invece, dal business com-
dei fratelli Wright del 1903, o l’immagine del ce X va oltre i successi tecnologici ed econo- Branson di Virgin Galactic). Gli Usa dispon- merciale dell’immediato futuro: lo sfrutta-
Saturno 5 del 1968, o il primo volo dello mici di Musk. In piena depressione Covid, gono, ormai, di un national team di imprese mento dell’orbita bassa. E’ sull’attività del
Shuttle del 1981. Cioè, eventi che segnano Nasa e privati rilanciano, di colpo, la vision private spaziali (Space X, Blue Origin , posizionamento di nuovi satelliti, del turi-
svolte nella storia del trasporto aereo. La dei progetti globali: il ritorno sulla Luna, Dynetics, e altre) che sta spiazzando, sul ter- smo spaziale, dei trasporti sulla stazione In-
novità qui è tecnologica, ma anzitutto eco- addirittura per il 2024 e il progetto Marte. E’ reno dei costi, i giganti del tradizionale ternazionale e della costruzione della nuo-
nomica: lo spazio smette di essere monopo- evidente il vantaggio Usa. La superpotenza complesso militare-industriale (Boeing, va, dell’uso dello spazio per la gestione dei
lio statale. Inizia l’era dell’“economia dello ha calato un asso che cambia la scena della Northrop-Grumman, Raytheon, General Big Data che i privati Usa si attendono una
spazio”: non più luogo di competizione di competizione globale: un passo indietro del Dynamics). Nel programma Artemis, che fa- nuova “economia dello spazio”. L’Europa (e
prestigio, di supremazia militare o di ege- complesso militare-industriale nel dominio rà da apripista agli appalti per il progetto di l’Italia), se vogliono essere nelle sfida, do-
monia politica, ma di sfide commerciali e di del settore aerospaziale, l’affermazione ritorno sulla Luna, i primi grandi contratti – vranno iniziare a costruire qualcosa di ana-
business strategici. Niente più può essere della natura commerciale dell’impresa spa- quelli sui futuri lander e sui componenti logo al national team americano. E aprire,
come prima nella corsa allo spazio. Gli Usa ziale e l’ingresso imperioso dei privati. Nes- della stazione lunare – i campioni del natio- decisamente, il settore ai privati.
hanno indicato il modello industriale del suno degli sfidanti globali è pronto a questa nal team hanno già battuto la Boeing. La sfi- Umberto Minopoli
ANNO XXV NUMERO 131 - PAG 3 IL FOGLIO QUOTIDIANO MERCOLEDÌ 3 GIUGNO 2020

• I dispositivi di protezione (non a norma), l’affidamento diretto, due bonifici a Malta e in Malesia e l’indagine della procura

Cosa non torna sulle mascherine tarocche acquistate dalle Dogane


Roma. Saranno pure “suggestioni giornalistiche per scre- retto, senza avvisi o pubbliche. “La procedura negoziata è no gli uffici”, ha spiegato Minenna a Rep. il 23 maggio. Salvo
L’“italianità” e il protezionismo surreale ditare l’operato dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli”
(Adm) come ha tuonato il direttore generale Marcello Minen-
na per mettere un tappo alle polemiche sulle 100 mila ma-
consentita dal codice degli appalti per ragioni d’urgenza e
non prevede la pubblicazione di un bando, ma di invitare im-
prese selezionate sul mercato”, spiegano dall’ufficio stampa
poi precisare in una nota che non si è trattato di pagamenti su
istituti situati in paradisi fiscali ma nel “luogo di produzione e
nel luogo dove risiede la società venditrice, tramite un conto
Invocare lo stop a Del Vecchio perché francese è lo specchio di una politica folle scherine “tarocche” acquistate dall’Adm e pagate con due an- dell’Adm. Resta da capire, allora, chi e con quali criteri abbia corrente della Banca d’Italia, con operazioni a normali condi-
ticipi su conti in Malesia e a Malta, ma nelle ricostruzioni uffi- selezionato le aziende poi denunciate per tentata truffa. C’è zioni di mercato”. Secondo la versione dell’Adm le mascheri-
I l tema della “italianità” delle imprese,
se già di per se non ha molto senso,
adesso sta assumendo dei caratteri para-
xottica, in virtù della fusione con Essilor
rappresenterebbe gli interessi francesi.
Del Vecchio “persegue interessi diversi
ciali affidate ai giornali c’è molto che non torna. Anche a giu-
dizio dei magistrati della procura di Roma, che hanno aperto
poi la questione relativa agli anticipi pagati dall’Agenzia, il
primo di 21.600 euro versato alla Mio alla stipula del contratto
ne tarocche sarebbero state prodotte in Malesia e spedite dal-
la Cina da una società maltese. “E’ evidente che la nostra rigo-
un’indagine originata proprio dall’informativa presentata con bonifico su un conto presso la banca Cimb di Kuala Lum- rosa determinazione nei controlli su un giro di affari di centi-
dossali. E’ il caso del tentativo di Leonar- da quelli nazionali”. Della stessa opinio- dall’Agenzia per segnalare le anomalie della procedura d’ac- pur in Malesia. Nonostante il ritardo nelle consegne e quando naia di miliardi sta creando difficoltà ai tentativi di raggiro al
do Del Vecchio, il patron di Luxottica, di ne, da sinistra, Stefano Fassina di Leu che quisto dei dispositivi (rivelatisi poi non a norma) da tre ditte: già erano iniziate le contestazioni da parte dell’agenzia gui- sistema pubblico”, dice Adm in una nota in cui sembra grida-
salire dal 9,89 per cento al 20 per cento del per difendere l’italianità di Mediobanca Zannini Group Inc di Bruno Farnesi, Mio Plantation-Med In- data da Minenna, infatti, Adm pagò un secondo acconto da re al complotto. Come se la questione non riguardasse l’uso di
capitale di Mediobanca, che a sua volta addirittura invoca il golden power e, qua- vestment Operation Ltd, società maltese riconducibile a Da- 14.400 euro bonificandoli alla Bank of Valletta. “Gli accordi denaro pubblico e l’azione di un ente che il 10 aprile scorso ha
controlla il 13 per cento di Generali (di cui lora non fosse possibile, una modifica ad niel Azzopardi, e Catcolne Group dell’olandese Peter Dub- presi da Adm – spiegano all’ufficio stampa Adm – hanno inve- siglato con Consip un protocollo “per il contrasto delle frodi
Del Vecchio detiene quasi il 5 per cento). hoc della legge per poterlo usare. Può an- beld. “Non conoscevo Farnesi e gli altri imprenditori – ha ce previsto fin dall’inizio il versamento del solo 50 per cento nelle procedure di acquisizione di apparecchiature e dispo-
spiegato Minenna al Fatto quotidiano, lo scorso 21 maggio – del prezzo in due fasi: la prima al momento dell’ordine, la se- sitivi e connessi all’emergenza sanitaria Covid-19”. Ad Adm
In questa vicenda abbiamo da un lato chi che darsi, come scrive Alessandro Penati
Quando sono iniziati i ritardi, ho presentato denuncia. Alla conda al momento della spedizione. Questo ha permesso ad spetta il compito di analizzare “le informazioni con le proprie
invoca l’innalzamento di un muro per di- su Repubblica, che l’operazione di Del fine le mascherine sono arrivate, ma non abbiamo completato Adm di controllare la qualità della merce all’arrivo e, rilevata banche dati, al fine di verificare la qualità e la professionalità
fendere l’italianità di Mediobanca e Ge- Vecchio non sia auspicabile e che la sua il pagamento per le scorrettezze e i ritardi subiti”. Resta da la differenza con quanto ordinato, di non procedere al paga- dei soggetti partecipanti e valutarne i profili di rischio”. Spe-
nerali dall’assalto da parte di un italiano. strategia non sia la migliore per Medio- capire però come le aziende, a partire da Zannini Group che mento del saldo”. C’è poi la questione dei pagamenti fatti su riamo lo facciano meglio di come hanno scelto i soggetti a cui
E, dall’altro lato, c’è lo scalatore italiano banca e Generali, ma è pienamente legit- della vendita è stato promotore, siano entrate in contato con istituti di credito con sede in paesi a fiscalità (e opacità) age- affidarsi per acquistare le mascherine ai propri dipendenti.
che si propone come vero difensore dell’i- tima. Nel mercato gli azionisti che voglio- Adm posto che quell’acquisto è stato fatto con affidamento di- volata. “Sinceramente non lo sapevo, sono cose che riguarda- Massimo Solani
talianità della banca e delle assicurazioni no mantenere il controllo di un’azienda
italiane da scalare. E’ evidente che ormai possono difendersi mettendoci le proprie
il concetto – a prescindere dalla sua utili- risorse economiche, non certo invocando • L’Italia continua a essere il paese sviluppato dove le donne lavorano meno (appena una su due). E ora può andare peggio
tà – non ha alcun senso né attinenza con la una tutela dello stato a proprio vantaggio
realtà. La Lega e Fratelli d’Italia, attra-
verso i loro rappresentanti al Copasir (il
Comitato parlamentare per la sicurezza
della Repubblica), Raffaele Volpi e Adol-
e a danno di altri azionisti. L’interventi-
smo della politica, che ormai pretende di
decidere in ogni partita industriale o fi-
nanziaria chi vince e chi perde, sta diven-
Perché il Covid riacutizza i problemi dell’occupazione femminile
fo Urso, manifestano allarme e preoccu-
pazione per l’ascesa di Del Vecchio attra-
tando sempre più preoccupante. Tanto da
avere dei tratti surreali: come accusare un
A fine 2019 il tasso di occupazione femmi-
nile era pari al 50,2 per cento. Nonostan-
te ripetuti e accorati appelli degli studiosi
le, l’Italia si trova ancora ad almeno 10 punti
di distanza da Spagna, Francia e Germania.
Nel complesso questi numeri evidenzia-
le, i primi dati disponibili evidenziano come
le donne rappresentassero la maggioranza
(52,6 per cento) dei 2,7 milioni di lavoratori
come il 68 per cento delle donne ha dedicato
più tempo al lavoro domestico durante la
quarantena. Il problema non è solo cultura-
verso la sua Delfin perché il patron di Lu- cittadino italiano di non essere italiano. nel corso degli anni, l’Italia rimane nelle ulti- no l’esiguo coinvolgimento delle donne nel- rimasti “sospesi”. Questo perché il decreto le (ruoli di genere), ma anche di inadeguata
me posizioni rispetto ai paesi avanzati. Per la nostra economia –il che si traduce in scar- escludeva occupazioni legate ad esempio al struttura del mercato del lavoro.
capire l’entità del divario, si pensi che ci tro- sa indipendenza economica e particolare benessere, come parrucchiere ed estetiste, Cosa fare? Alcune delle misure previste
viamo sistematicamente al di sotto della me- fragilità in tempi difficili. Una situazione riaperte solo il 18 maggio. Anche ora che tut- dal “decreto Rilancio” vanno nella giusta
E’ dura, ma un rimbalzo è possibile dia Ocse. Solo Grecia, Messico e Turchia fan-
no peggio. Prendiamo come riferimento la
Spagna, paese a noi molto simile. Se a inizio
che preoccupa molti economisti, considera-
to che l’attuale crisi potrebbe avere pesanti
conseguenze per le disuguaglianze di gene-
ti o quasi sono tornati al lavoro, rimangono i
molti oneri che gravano in misura diseguale
sulle donne, anche quando lavorano: lavoro
direzione, anche se insufficienti. Serve in-
centivare il ricorso allo smart-working; am-
pliare il congedo parentale (soprattutto ma-
La manifattura cresce più del previsto e indica una strada a politica e sindacati anni duemila eravamo agli stessi livelli di oc- re, come mostrano alcune ricerche prelimi- domestico, assistenza familiare e cura dei schile) e il bonus baby-sitting; riorganizzare
cupazione femminile (circa il 40 per cento), in nari. Per quanto riguarda l’Italia, sebbene figli. Secondo un rapporto Istat, il 36 per –e ridurre– la tassazione su lavoratori e im-
L’ indice Pmi della manifattura, la capa-
cità di acquisti di beni e servizi delle
imprese in base alle previsioni sul futuro,
da” porterà a fine anno a una riduzione di
oltre il 20 per cento. Tuttavia settori e com-
parti vanno in controtendenza, Nielsen che
questi venti anni si è creato un notevole diva-
rio: siamo 8 punti percentuali dietro. Il con-
nel policy brief di aprile l’Inapp abbia sti-
mato come inizialmente l’occupazione fem-
cento delle madri ha problemi di concilia-
zione tra lavoro e famiglia e più del 38 per
prese, per stimolare sia la domanda che l’of-
ferta di lavoro. Niente di nuovo: basti pen-
fronto diventa impietoso con la Francia (13 minile fosse stata meno danneggiata dalle cento ha dovuto modificare aspetti della sare alle raccomandazioni che l’Ocse e mol-
rilevato in Europa da Ihs Markit, è salito in tiene d’occhio gli acquisti per conto degli in- punti in meno: 50,2 vs 62,9 per cento) e, ancor misure di lockdown (40,2 per cento contro il propria professione per questo: tre volte ti economisti ci ricordano periodicamente.
Italia a 45,4 punti dai 31,1 di aprile, oltre le serzionisti pubblicitari segnala un aumento di più, la Germania (ben 23 punti di differen- 43,8 di quella maschile), perché nei settori tanto rispetto agli uomini. Simile discorso Stimolare e facilitare l’occupazione fem-
attese degli analisti (36,8); e oltre anche al di vendite del 6,9 per cento nei supermercati za rispetto al 73 per cento tedesco). La situa- interessati dalla chiusura, come il manifat- per il ricorso al part-time. Con le scuole minile non è “solo” una questione di parità
39,4 di media dell’Eurozona. In Francia l’in- nelle prime tre settimane della fase 2. Addi- zione non migliora se si guarda al tasso di di- turiero, l’occupazione maschile ha maggio- chiuse, l’onere è aumentato sensibilmente. di genere: è fondamentale far sì che possa-
dice è risalito da 31,5 a 40,1; in Spagna da rittura nell’e-commerce l’aumento è del soccupazione (11,8 per cento nel 2018) o al tas- re incidenza, questo non è sufficiente per un Così rileva un’indagine condotta da ricerca- no contribuire pienamente e liberamente
30,8 a 38,3; in Germania da 34,5 a 44,3. Se per 178,1 per cento. E salgono acquisti non solo so di partecipazione alla forza lavoro: nono- giudizio complessivo. trici dell’Università di Torino, del Collegio alla vita economica del paese, per il bene di
stante gli enormi progressi, dal desolante 25 Per quanto riguarda la riapertura della Carlo Alberto e della Bocconi. I risultati, an- tutti.
una volta facciamo meglio degli altri è il ca- di prodotti di prima necessità ma anche di
per cento degli anni ‘60 al 40 per cento attua- “fase 2”, come prevista dal Dpcm del 26 apri- ticipati in un articolo per Lavoce, mostrano Francesco Aldo Tucci
so di ricordare che un anno fa l’indice Pmi alimentari di alta gamma. E’ prevista anche
italiano era già sotto 50 – la differenza tra una ripresa dell’elettronica di consumo. Ma
espansione e contrazione – a 49,7; in questo l’auto continua a soffrire: -50,4 le immatri- • Siamo il primo beneficiario della risposta comunitaria, per la disperazione dei nazionalisti. Appunti per una vera fase 2 europea
peggio dell’Europa. Si tratta però di una lu- colazioni in Italia, con Fca a -57,2. Anche qui
ce di speranza che indica la tenuta della ma-
nifattura italiana e che non deve essere
spenta da politica e parti sociali. Se l’Italia
ha sfruttato la riapertura produttiva di mag-
l’innovazione tecnologica, cioè il passaggio
all’ibrido, potrà aiutare la ripresa. La Ger-
mania ha già messo sul piatto 5 miliardi di
aiuti, la Francia 8 con la consueta forma di
Ci sono 750 miliardi di motivi per cui l’Europa conviene all’Italia
gio (ad aprile era consentita solo per l’e-
xport), l’analisi del centro studi Confindu-
rafforzamento del capitale pubblico. Per
tutto questo è vitale lasciar perdere le pole- L’ Italia è già il primo beneficiario della risposta europea
e lo sarà ancora di più se manteniamo alta la pressione
politica nei prossimi mesi. Quanto è a disposizione dell’Italia
uscita dallo status quo e ora addirittura apre ad una necessa-
ria riforma dei trattati UE. Della maggioranza del Parlamen-
to europeo, dal PPE a S&D e Verdi, tra i quali il nuovo gruppo
zioni internazionali rivolte a tale scopo”. Un manifesto di
grande attualità, per un nuovo progetto italiano ed europeo.
Il Recovery Fund e l’idea di debito pubblico europeo sono un
stria su dati consolidati riporta un rimbalzo miche sulle garanzie al prestito a Fca e an- già oggi come risposta d’urgenza alla crisi? Da SURE 15-20 Renew Europe ha svolto un ruolo centrale in particolare sui passo verso l’Unione Federale, e la crisi ha mostrato a tutti le
della produzione ma sempre in territorio cora più che il governo incoraggi gli accordi miliardi, dalla BEI 35 miliardi, dal MES 36 miliardi, come Recovery Bond. E dei Commissari europei, tra cui innanzitut- nostre interdipendenze europee e globali. Sì: il tema della
negativo: a maggio -33,8 per cento da -44,3 del internazionali (Fca-Psa ma non solo). Solo “extra” dal bilancio UE 2014-2020 altri 6/7 miliardi. A cui si to Gentiloni e Breton. Perché questo elenco? Perché sono i sovranità è decisivo e mai come oggi dobbiamo “riprendere il
mese prima. Nel secondo trimestre il calo la globalizzazione porta nuove tecnologie, aggiunge ora la proposta di Ursula Von der Leyen, Next Ge- “nemici pubblici numero 1” dell’Italia, per usare le parole di controllo”, per citare il famoso slogan dei “brexiteers” (let’s
acquisito è del 27,7 rispetto al -8,8 del primo, prodotti, consumi. Per discutere di sedi le- neration, che prevede 80 miliardi di sovvenzioni e 90 miliardi Salvini, Meloni e di Di Maio quando si mette(va) il gilet giallo. take back control). Ma per farlo, altro che “Italexit”, altro che
il che “con una lenta ripresa della doman- gali e reciprocità fiscale ci sarà tempo. di prestiti sempre per l’Italia. Totale: 250-255 miliardi, circa il E invece che fanno gli amici della destra? Per Orbàn che “faremo da soli”. Per tutelare l’interesse nazionale – italiano,
15% del pil italiano. Ma c’è di più: la Bce comprerà 110-120 siede nello stesso gruppo (PPE) di Berlusconi, ed è il rifer- francese, tedesco… – costruiamo un’Europa sovrana, che go-
miliardi di euro di debito italiano nel 2020 e proseguirà la sua mento politico di Meloni e Salvini, il “Recovery Plan” è “as- verni le grandi questioni transnazionali, dalla sfida climatica
azione nel 2021. Il sostegno UE all’Italia dunque sarà di circa surdo” perché favorisce troppo... l’Italia: un vero “Fratello all’immigrazione. E scommettiamo sulla trasformazione eco-
Il virus mutato quattro volte 500 miliardi, ovvero il 30% del pil. Senza l’azione di Christine
Lagarde, oggi l’Italia sarebbe in una situazione più difficile
del 2008. Si, questa volta la risposta europea è arrivato in
d’Ungheria”! Potremmo continuare con altri “amici” che è
meglio lasciare per strada il prima possibile, ma non è poi
così importante. Il messaggio è molto chiaro: l’Europa convie-
logica e digitale che possono diventare “il carbone e l’ac-
ciaio” per l’Unione del XXI secolo. Ecco allora la duplice
sfida che ci attende. In Italia, il Recovery Plan deve essere
E’ l’antisemitismo, al centro di un bel documentario della Pbs tempo ed è stata massiccia. Una risposta dei leader europei, ne all’Italia, mentre il nazionalismo ci fa perdere tutti. Ciò l’occasione storica per riformare un Paese che ha un urgente
a cominciare da Macron, che ha prima aggregato un gruppo di che importa riaffermare però, proprio dopo aver ricordato, bisogno di rimettersi in salute e di rinnovarsi. Sono due le
U n virus mutato ben quattro volte, le
cui manifestazioni più violente sono
spesso definite “focolai”, come una malat-
quando Corbyn è stato eletto leader nel
2015. Le critiche alla politica israeliana so-
no accettabili per la maggior parte degli
paesi che condividono “senso dell’urgenza e della lungimi-
ranza”, per ricordare Alcide de Gasperi, dall’Irlanda alla
ieri, il 2 nostro giugno, è la scelta europea dell’Italia. E’ quel-
l’articolo 11 della Costituzione per cui “L’Italia…consente, in
decisioni da prendere durante il semestre di Presidenza te-
desca: adozione del Piano di rilancio e trasformazione euro-
Grecia; e poi, grazie in particolare alla forte spinta di Italia e condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di so- pea e avvio della Conferenza sul futuro dell’Europa, per ri-
tia. E c’è anche la frase “antisemitismo vi- ebrei britannici, dice Marmot, ma Corbyn Spagna, ha utilizzato questo peso politico per un accordo am- vranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e formare politiche e trattati. Non sprechiamo questa crisi.
rulento” che è spesso usata per descrivere ha varcato una linea rossa di aperta dele- bizioso con la Merkel. Una risposta della stessa Merkel, che è la giustizia tra le Nazioni; promuove e favorisce le organizza- Sandro Gozi, deputato europeo di Renew Europe
le molteplici espressioni di questa ‘ideolo- gittimazione e denigrazione del popolo
gia maligna. Questo è il cuore di “Viral: ebraico. Goldberg intervista un fratello
Antisemitism in Four Mutations”, un nuo- del terrorista che ha ucciso i bambini • Scordiamoci la permanenza del Regno Unito nel mercato unico europeo. Ma una soluzione per non indebolire l’occidente c’è
vo documentario della Pbs. Si parte dal- ebrei di Tolosa. Abdel Ghani Merah, che
l’assalto alla sinagoga di Pittsburgh da par-
te di un suprematista bianco. C’è l’ascesa
dell’antisemitismo in Inghilterra all’inter-
descrive l’ambiente nordafricano dei geni-
tori, che ha portato in Francia l’idea che le
nazioni occidentali, Israele e gli ebrei nel
La Brexit peserà di più sul futuro della geopolitica che dell’economia
no del Partito laburista sotto il precedente mondo si siano alleati contro il mondo isla-
leader Jeremy Corbyn; ci sono gli attacchi
agli ebrei da parte di islamisti in Francia.
mico. “L’odio per gli ebrei era legittimo
agli occhi dei miei genitori”, dice, pren-
S i è aperto lunedì il quarto round ne-
goziale tra Regno Unito e Unione Eu-
ropea per provare a definire i termini
no a trovare dei meccanismi per ridurre
le barriere non tariffarie. Al di là di dazi
e procedure doganali – a mio avviso
grandi trend globali che saranno sempre
più definiti dalla relazione tra Washin-
gton e Pechino e dall’influenza crescente
co. Un Regno Unito ancorato al conti-
nente darebbe all’UE apertura e una vo-
cazione atlantica che non potrebbe esse-
Vittime, testimoni, antisemiti ed esperti, dendo le distanze da quella visione (in ef- della nuova relazione bilaterale, all’in- niente di insuperabile con un’adeguata e delle grandi multinazionali del settore re garantita se il potere fosse sbilanciato
tutto si intreccia. Numerosi commentatori fetti, Merah si è impegnato a contrastare domani della separazionede iuredi Lon- tempestiva preparazione delle imprese ICT. Dall’altra, andiamo verso una pro- solo attorno all’asse franco-tedesco.
sono chiamati a parlare, come Bill Clinton, l’antisemitismo). Un’ultima parola è data dra da Bruxelles. Attenzione, non chia- esportatrici, specialmente le più piccole gressiva regionalizzazione di conflitti lo- Scordiamoci una permanenza del Regno
Tony Blair, la storica dell’Olocausto Debo- alla vedova di Philippe Braham, uno dei matela più Brexit: secondo il Governo di – ciò che dovrebbe preoccupare maggior- cali con l’emergere del ruolo di medie Unito nel mercato unico europeo. Il pun-
rah Lipstadt e i giornalisti Fareed Zakaria, quattro ebrei francesi uccisi nell’attacco a Boris Johnson questa infatti è stata com- mente i leader occidentali sono le rica- potenze come Iran, Israele, Arabia Sau- to non è questo, ma la possibilità di
piuta il 31 gennaio, da ora in poi va defi- dute di carattere geopolitico. In un mon- dita, Turchia e Russia. In uno scenario un’armonizzazione e di un nuovo rap-
George Will e Yair Rosenberg. Il regista, Hyper Cacher, un supermercato ebraico a nita “Future Relationship”. Al di là di do che, anche per effetto della pandemia del genere, gli spazi per un’Europa porto basato su valori condivisi. L’occa-
Andrew Goldberg, visita Paul Marmot, un Parigi. “Non camminiamo per le strade fa- formule e slogan, sembra sempre più ancora in atto, rischia di diventare sem- “monca” di una potenza militare come il sione per ottenere questo c’è ed è a por-
cugino inglese che non aveva mai incontra- cilmente come una volta, non lascio che i probabile che il periodo transitorio – in pre più frammentato, l’assenza di un ac- Regno Unito sarebbe un vulnus difficil- tata di mano, quando l’anno prossimo
to prima. Marnot gli racconta come, dopo miei figli indossino la kippah, non dico ad scadenza il 31 dicembre – terminerà sen- cordo politico – ancor prima che com- mente rimarginabile. La necessità di non UK e Italia assumeranno rispettivamen-
una vita da ebreo inglese di sinistra, abbia alta voce i loro nomi”. Un virus spaventoso, za il raggiungimento di un accordo di merciale – tra Londra e Bruxelles sareb- abbandonare Londra alla deriva è dun- te la Presidenza del G7 e del G20. Si
strappato la tessera del Partito laburista di cui non si conoscono vaccini. libero scambio soddisfacente per en- be molto grave non solo per l’Europa, ma que dettata dall’esigenza per l’occidente tratta forse dell’ultima chiamata per re-
trambe le parti. Cosa accadrà dunque per l’intero occidente. Una Gran Breta- di non perdere la propria forza e identi- stituire un senso a questi formati multi-
quando il divorzio della Gran Bretagna gna “isolata” sarebbe la “cartina di tor- tà. Un accordo con l’UE su temi e valori laterali, nonché di un’occasione storica
dal resto d’Europa sarà tale anchede fac- nasole” di un mondo nel quale le diffe- fondamentali quali sicurezza, libertà anche per il nostro paese. Se i nostri
Infrastrutture senza chiacchiere to? Le conseguenze economiche di bre-
ve-medio periodo saranno negative per
entrambe le sponde della Manica, anche
renze e le fratture si stanno allargando.
Da una parte, stiamo assistendo ai pro-
dromi di una nuova “guerra fredda” tra
economica, rispetto della democrazia e
dei diritti umani, sarebbe il punto di par-
tenza per la costruzione di un ponte che
leader si dimostreranno in grado di co-
glierla, allora ci sarà forse una speranza
per la sopravvivenza dell’ordine inter-
La Tav in Puglia e Sicilia è un’idea giusta per romanizzare i barbari se probabilmente gestibili dopo il neces- gli Stati Uniti di Trump – entrato ormai si potrebbe prolungare più facilmente nazionale liberale.
sario assestamento, a patto che si riesca- in modalità elettorale – e la Cina, con i anche verso l’altra sponda dell’Atlanti- Giovanni Castellaneta
A rrivano un paio di ottime idee per il
“plan” che il governo dovrebbe mette-
re a punto per beneficiare dei 172 miliardi
ne. Riproporre il ponte sullo Stretto di Mes-
sina è coraggioso, in quanto riprende un
vecchio progetto di Silvio Berlusconi affos-
destinati all’Italia dal Recovery fund euro-
peo. Sono di Dario Franceschini, che però
sato da ostilità politiche, economiche e am-
bientali di ogni tipo. E dal consueto refrain
L’ ultima raccolta di Alessandro Moscè
si configura come un tentativo riusci-
to di ridefinire il “genere lirica”. Ci si tro-
situazione, la fine del legame della memo-
ria e del “sangue”, inteso come forza del-
l’affetto e della continuità delle relazioni.
non è ministro delle Infrastrutture o dell’E- sugli interessi criminali, che non si combat- va di fronte a versi di grande precisione e Così, si comprendono la struttura del li-
conomia, ma dei Beni culturali e del Turi- tono lasciando il sud isolato e favorendo lo potenza, capaci di raccontare lo spazio (l’I- bro, diviso in “cinque” parti, e la volontà
smo. Si tratta di portare al sud l’alta veloci- spartirsi di appalti tradizionali secondo lo- talia centrale e, soprattutto, la città di Ro- del poeta di dialogare con la tradizione,
tà, cioè la principale e di maggiore utilità e giche locali. Da questo punto di vista il com- ma, tanto evocativa per il fascino dei suoi rinnovandola dall’interno, grazie esclusi-
“luoghi”) e il tempo (il ricordo anche degli Alessandro Moscè vamente alla vitalità della propria scrittu-
successo tra le infrastrutture realizzate in pletamento dell’autostrada Salerno-Reggio
anni Settanta, quando l’Italia non aveva LA VESTAGLIA DEL PADRE ra, senza facili scorciatoie. Si può seguire
Italia negli ultimi decenni. Franceschini sotto il governo Renzi, anche quello giudi- ancora completato il processo di dissolu- un esempio autorevole in una realtà “li-
propone una Tav Bologna-Bari-Taranto, da cato impossibile, dovrebbe insegnare qual- Aragno, 118 pp., 12 euro
zione della sua specificità culturale). quida”, che celebra la “debolezza”, in
realizzare a fianco dell’attuale autostrada, cosa. Ma soprattutto la proposta ha il merito Il poeta ha anche la capacità di passare quanto “capriccio”, come una forma di li-
mentre la vecchia linea Pesaro-Termoli an- di rimettere sul tavolo la parola “infrastrut- dall’universale al particolare, dal detta- to e di sostenere un peso, proponendosi bertà espressiva? Le “ombre”, le presen-
drebbe trasformata in pista ciclabile, la più ture”. Che, assieme agli investimenti green, glio realistico all’effusione più tradizio- come un modello per il futuro. Il padre è ze di quello che manca… “Spariscono co-
lunga d’Europa, per unire borghi e località la sburocratizzazione, l’avvio della riforma nalmente poetica, inserendo le “cose” nel soprattutto chi deve mostrarsi forte, nel me le cose accatastate / ma ci seguono cir-
marine adriatiche. E ancora chiede un’alta della giustizia contabile e la cucitura del di- flusso indefinito dell’ispirazione. Si ha gioco dei ruoli. Le leggi della vita impon- cospette / quando non le vediamo, / dietro
velocità fino a Palermo e Catania, con ponte vario nord-sud, è quanto chiede l’Europa. sempre la forte sensazione di leggere dei gono di andare avanti senza questo aiuto. un vecchio specchio/ che rifrange sia i vi-
sullo Stretto. Oggi le frecce arrivano a Sa- La Tav in Puglia e Sicilia è coerente con tre versi sull’essenza corporale dell’essere La maturità presuppone il divenire “la vi che i morti…” (p. 72). Sembra, alla fine
lerno, mentre da Napoli parte un’alta velo- delle richieste. Franceschini è ministro del umano. Si vede sempre una figura ma- propria guida”. Il compito del figlio è so- del libro, che l’autore risponda negativa-
schile, il padre o il figlio, che poi ne è l’e- pravvivere per poter continuare il dialogo mente a quanto si chiedeva. Un mondo
cità per Bari che però intorno a Foggia viag- Turismo, ma anche capo delegazione del Pd rede, vivere queste pagine. L’uomo, inteso con la realtà e con la morte, che chiede il senza legami, dove tutto è lì, per essere
gia su binario unico. Mentre da oggi il primo nel governo. Ha buoni rapporti con il M5s come vir, è prima “figlio”, poi diventa “pa- ricordo ed impone di non tradire quello consumato, è condannato alla dissoluzio-
Frecciarossa collegherà Torino a Reggio (che la Tav non la ama no). Se li fa valere, dre”, è una sorta di figura simbolica, non che un genitore è stato e ha rappresentato ne, a una follia senza giustificazione. Il
Calabria, nell’ultimo tratto sulla linea nor- oltre agli obiettivi di Bruxelles se ne può in senso analitico o freudiano, della forza in un mondo, che si incammina verso un legame chiede durata, la morte un ricor-
male. Da lì i treni non più veloci viaggiano centrare un altro: romanizzare davvero i usata bene, della capacità di essere d’aiu- nuovo tipo di “follia”, l’atemporalità della do vivo. (Domenico Iannaco)
in traghetto e poi sulle vecchie linee sicilia- barbari.
ANNO XXV NUMERO 131 - PAG 4 IL FOGLIO QUOTIDIANO MERCOLEDÌ 3 GIUGNO 2020

Ora l’Oms è furiosa La gioia degli autocrati


Pechino non ha condiviso le
Atti di civiltà: niente intercettazioni durante le indagini preliminari Le immagini di un’America che
Al direttore - Forse hanno frainteso Mattarella to dei reati, ma l’uso distorto è dannoso. Allora è ciamo finta di dimenticarci per un attimo del correnti della magistratura.
informazioni cruciali sul virus con che diceva nessuno spazio per le polemiche. necessario separare i due concetti. Con i dibattiti fatto che il famoso Trojan che ha tracciato gli
mostra il fianco piacciono a
l’agenzia dell’Onu. Un’inchiesta Ap Giuseppe De Filippi sul tema intercettazioni, si vogliono mettere dei incontri, le telefonate, i messaggi di Palama- Al direttore - Bisogna cercare di essere ottimi- Mosca e a Pechino
freni all’uso “sensazionalistico” di queste o si vo- ra, è stato reso utilizzabile grazie a un capo di sti per il futuro perché i pappalardi generano solo
Al direttore - Caro Cerasa, condivido la vostra gliono imporre delle restrizioni allo strumento del- imputazione formulato dagli inquirenti (cor- confusione. Solo che lo stato italiano si deve dare
Roma. Per capire come funziona un virus, scelta di non pubblicare le intercettazioni irrile- le intercettazioni da parte dei magistrati? Io so solo ruzione in atti giudiziari) che oggi non c’è più una mossa: troppe parole e senza fatti concreti. Si Roma. Capita che questo spettacolo di
come si diffonde, come contagia l’essere uma- vanti. Il diritto all’informazione è un caposaldo e che l’uso distorto delle informazioni non fa parte all’interno dell’indagine. Dimentichiamoci discetta su tutto e i “salotti” televisivi contribui- un’America che non fa l’America piaccia
no, c’è bisogno della sua sequenza genetica. principio irrinunciabile di ogni stato democratico, del diritto di cronaca ai sensi dell’art. 21 della Co- per un attimo di questo e pensiamo a un pro- scono alla confusione, compresi anche gli edito- molto a chi nell’America ha sempre visto
Ma per più di dieci giorni la Cina non ha diffu- e qualsiasi tentativo di carattere censorio è contra- stituzione italiana. blema ulteriore che è quello che ha messo ie- riali dei cosiddetti giornaloni. Insomma bisogna il suo contrario. Capita quindi, che a ve-
so la carta d’identità di quello che avremmo rio a ideali liberali e di tutela della circolazione del Andrea Zirilli ri in rilievo Piero Tony sul nostro giornale: co- davvero che s’inizi una nuova èra in tutte le dire- dere non soltanto le proteste, ma anche
poi chiamato Sars-CoV-2. Una seconda, lun- pensiero. E’ innegabile però, che un uso distorto me mai, nell’inchiesta su Palamara, non è sta- zioni. La scelta occidentale ed europea dell’Italia le violenze e la polizia che colpisce ma-
ghissima inchiesta giornalistica dell’Asso- delle intercettazioni da parte dei media orientate Le regole ci sono anche oggi ma in realtà ta rispettata la così detta udienza “stralcio” non deve essere messa in discussione, ma occorre nifestanti e giornalisti, c’è chi un po’ ci si
ciated press, basata su documenti riservati verso l’aumento dello share e degli ascolti, necessi- sono fatte per essere trasgredite. Una solu- che gli articoli 268 e 268 ter cpp hanno previ- coerenza poi nelle azioni da intraprendere. Se si riconosce ed è felice di poter sottolinea-
dell’Organizzazione mondiale della sanità, fa ta quanto prima di una regolamentazione precisa. zione in realtà ci sarebbe e sarebbe di puro sto e prevedono proprio per l’eliminazione, dice di mettere al bando la burocrazia, di fare le re il disastro, gli errori, i crimini compiu-
luce sulle responsabilità della Cina nella L’intercettazione nel diritto processuale penale buon senso: non pubblicare le intercettazioni dopo la conclusione delle operazioni, delle riforme, poi bisogna farle. Le considerazioni val- ti per le strade di Minneapolis e non
tempestiva comunicazione dei dettagli del- italiano è un mezzo di ricerca della prova tipico, in durante le indagini preliminari e aspettare conversazioni irrilevanti ai fini delle indagi- gono anche per le istituzioni private, tipo Confin- soltanto. Sono le consolazioni dei regimi
l’epidemia, che forse avrebbero potuto aiuta- quanto previsto e disciplinato dal codice di proce- quantomeno il dibattimento per capire quali ni? La risposta purtroppo è semplice: se non dustria, che si lamentano di tutto, ma che in questi giorni si divertono a guar-
re ad avere un’idea più chiara del nemico che dura penale. Essa consiste nell’attività diretta a prove e quali intercettazioni sono risultate ci fossero state quelle intercettazioni, forse niente fanno per rilanciare gli investimen- dare le strade che bruciano, si divertono
stavamo per affrontare. L’inchiesta dell’Ap captare comunicazioni e conversazioni mediante essere solide e quali invece no. Sul caso Pala- l’indagine su Palamara sarebbe rimasta una ti con l’obiettivo di incrementare i livelli di anche a commentare sui social o a man-
arriva a pochi giorni dalla decisione, annun- strumenti della tecnica. Le intercettazioni quindi mara, poi, c’è un altro particolare interessan- semplice indagine su Palamara e non una occupazione. dare lettere indignate ai giornali. Lo
ciata dal presidente americano Donald sono utili alla ricerca delle prove e al perseguimen- te che meriterebbe di essere studiato. Fac- grande e rovinosa resa dei conti tra alcune Giovanni Attinà hanno fatto i cinesi, i russi, i turchi e gli
Trump, di uscire dall’agenzia della sanità iraniani. La scorsa settimana si era già
dell’Onu perché “quasi interamente control- fatto sentire Recep Tayyip Erdogan, il
lata da Pechino”. Per l’Oms vorrebbe dire
perdere il maggior donatore, l’America, che
finanzia l’agenzia con circa 450 milioni di dol-
lari l’anno. Secondo i documenti visionati
Conte fa il ponte anche con Confindustria, ma gli scappano Pd e M5s presidente turco che su Twitter aveva
scritto che il razzismo e il fascismo che
avevano causato la morte di George Flo-
yd non soltanto erano motivo di tristezza,
dall’Ap, a gennaio, mentre il direttore gene- (segue dalla prima pagina) E non è un caso che da giorni continua a pren- Renzi osserva le mosse del premier. E in- l’ottusa resistenza del M5s, che ad accettare il ma anche una dolorosa manifestazione
rale Tedros Adhanom volava a Pechino e la Ed è così che anche sullo sblocco dei can- dersi ceffoni clamorosi da parte del presi- tanto, però, rilancia, come a volerlo mettere Mes (così come a rinunciare alla revoca delle dell’ordine ingiusto “contro cui combat-
sua agenzia lodava le capacità della Cina nel tieri, Conte s’è deciso a osare, con un pacchet- dente Carlo Bonomi continuando, in silenzio, alla prova proprio sul terreno della rincorsa concessioni ad Aspi) dovrà arrivarci per gra- tiamo”. E poi anche Ali Khamenei su
contenimento, la situazione dentro alla task to di semplificazioni normative pensato come a porgere l’altra guancia. al mondo produttivo. E così oggi Iv presenterà di, per progressive giravolte lessicali e fumi- Twitter aveva denunciato che in America
force costituita per far fronte all’emergenza transitorio, ma dirompente: riforme tempo- E però, un’apertura troppo smaccata al un piano dettagliato su come spendere i 36 sterie semantiche, onde evitare lo spaurac- se esci e hai la pelle scura non hai la
era molto diversa. La prima settimana di gen- ranee, valide per un anno, che però snellisca- mondo delle imprese sul piano choc rischia miliardi del Mes: non solo investimenti nel- chio di scissioni o il ritorno, a capo dei duro- certezza di tornare a casa. Pechino e Mo-
naio, per esempio, c’erano state delle lamen- no i vincoli del Codice degli appalti fino quasi di esporre il premier alle critiche del centro- l’edilizia ospedaliera e per le reti di assisten- puristi traditi, del redivivo Dibba, con cui sca sono stati tra i più grandi commenta-
tele perché Pechino non stava condividendo a congelarlo del tutto. Un approccio perfino sinistra. Un pezzo del Pd, e tra questi il capo- za territoriale, quelle che con il Covid abbia- non a caso Conte s’è messo in contatto. tori, o spettatori delle proteste america-
abbastanza informazioni sull’epidemia a più determinato di quello di Matteo Renzi; un gruppo alla Camera Graziano Delrio, aspetta mo scoperto essere state trascurate troppo, Ed è questa, però, la debolezza intrinseca ne. Soprattutto la Cina che in questi gior-
Wuhan, omettendo numero di contagiati e so- azzardo che avrebbe evidentemente un Conte al varco: “Se abrogando il codice degli non solo un progetto di digitalizzazione del si- del contismo: il dover stare sempre in equili- ni ha visto aumentare la pressione degli
prattutto la sequenza genetica del virus. “I obiettivo nobile di sbrogliare la matassa nor- Appalti vogliono far rientrare il berlusconi- stema sanitario, ma anche un massiccio pro- brio sulle contraddizioni di una maggioranza Stati Uniti per l’applicazione della legge
funzionari dell’Oms hanno discusso su come mativa e burocratica sulle opere pubbliche, smo dalla finestra, lo faranno senza di noi, se gramma di riqualificazione dei mezzi per il eterogenea senza mai indirizzare l’azione del sulla sicurezza nazionale a Hong Kong: il
fare pressioni per ottenere quei dati senza ma che tradisce anche un’ambizione più poli- Giuseppi tira dritto si farà male”, tuonano i trasporto pubblico locale, necessario a ga- governo. “Conte deve decidere cosa fare”, di- portavoce del ministero degli Esteri ci-
urtare la Cina, perché erano preoccupati di tica, da parte del premier. Quella, cioè, di ac- deputati dem nelle chat, prendendosela an- rantire il distanziamento fisico di pendolari e ce il democristiano Gianfranco Rotondi, che nese ha risposto a un tweet del diparti-
poter perdere definitivamente l’accesso alle creditarsi con quel centrodestra che guarda che col ministro Paola De Micheli, tacciata di viaggiatori. Una mossa pragmatica, quella di pure è stato a lungo un suo estimatore. “Non mento di stato usando lo slogan dei mani-
informazioni”, scrive l’Ap. All’inizio di gen- alla sua figura con ambivalente curiosità. E eccessivo “contismo”. Figurarsi, allora, cosa Renzi, così da “scoprire il bluff dei sovrani- può essere al contempo il punto di riferimen- festanti americani “I can’t breathe”. An-
naio più di un laboratorio privato in Cina pos- non si tratta tanto dei gruppi parlamentari e ne pensano dalle parti di Leu. “Snellire le sti” sul Mes, ma che al contempo serve a met- to dei progressisti, il leader che costituziona- che i russi si sono schierati, tutti insieme
sedeva la sequenza del virus. Il 2 gennaio per- degli annessi cespugli di responsabili, se è procedure è sacrosanto – dice il capogruppo a tere in difficoltà Conte di fronte a Confindu- lizza il M5s, e il federatore del mondo cattoli- e tutti uniti, e si sono affacciati sui social
fino Shi Zhengli, la “bat woman”, una delle vero che il senatore Paolo Romani s’è sentito Montecitorio Federico Fornaro – ma ci met- stria, che il ricorso a quei 36 miliardi lo invo- co magari con un suo partito, su cui comun- per condannare questo lato oscuro del-
virologhe più famose del mondo e direttrice in dovere, lui, di informarsi col ministro gril- teremo di traverso rispetto a ogni cedimento ca a gran voce. Fosse per Conte, non avrebbe que Oltretevere ormai non si scommette più. l’America di Donald Trump. Il ministro
del laboratorio sui coronavirus di Wuhan, lino Federico D’Incà per sapere se su questo su diritti dei lavoratori e tutela dell’ambien- problemi a chiedere il prestito, come non ne E deve decidersi, perché non può pretendere degli Esteri di Mosca, Sergei Lavrov, ha
aveva decodificato il virus che si stava diffon- piano choc ci fosse o meno la possibilità di un te. Il Codice degli appalti può essere reso più ha avuti a convertirsi all’europeismo più con- che tutti restino in attesa di capire come lui accusato Washington per i troppi “inci-
dendo nella città. Il Centro per il controllo dialogo più serrato col premier. No, il vero fluido, ma non certo archiviato, anche in rela- vinto. Basta che funzioni a garantirgli la per- vorrà arrivare alle prossime elezioni”. denti” ed “errori” della polizia america-
delle malattie di Pechino, però, ha aspettato obiettivo di Conte è semmai la Confindustria. zione ai rischi di infiltrazione mafiosa”. manenza a Chigi. Il problema però, qui, è nel- Valerio Valentini na e anche la portavoce del ministero,
ufficialmente “per delle verifiche” fino al 12 Maria Zakharova, lunedì si è sentita di
gennaio prima di pubblicare i dettagli del poter contestare Trump e le leggi ameri-
nuovo virus. Le lodi dell’Oms nei confronti
della Cina erano quindi un tentativo estremo
di accedere alle informazioni, ma, come fa
notare l’Ap, l’immagine dell’Oms a distanza
Il metodo Di Maio sul turismo può aggravare la crisi creata dal virus cane su Facebook: “Il presidente degli
Stati Uniti ha minacciato il suo paese di
introdurre l’esercito nelle città. Lo ha
fatto ai sensi di una legge sulle rivolte
di mesi è quella di un’agenzia con pochissimi (segue dalla prima pagina) in cui l’intensità e la stagionalità del turi- pensi a quelle dell’Italia centrale) e molte ramente colpita dalla crisi; in secondo luo- che risale al 1807. Ora siamo nel 2020”.
poteri e molte responsabilità, in balìa dei ca- Quella del turismo è un’industria fonda- smo sono più forti: regioni come l’Italia (in fasce di lavoratori vulnerabili: secondo i go perché con la restrizione nei confronti Alcuni media russi come Russia Today
pricci di uno stato autoritario. mentale per tutta l’Europa: direttamente e particolare quella centrale e meridionale), dati Eurostat gli impiegati nel turismo so- turisti, la Grecia impone (per una legittima e Sputnik, organi legati al Cremlino e
A metà aprile sempre l’Ap aveva pubblica- indirettamente contribuisce quasi al 10 alcune aree della Spagna, il Portogallo e la no in gran parte lavoratori stagionali (23 scelta di precauzione) dei danni a se stessa; con siti internet in diverse lingue, hanno
to un’inchiesta basata su alcuni documenti per cento del pil dell’Unione europea, che Grecia. In Italia, ad esempio, il turismo dà per cento), soprattutto giovani sotto i 35 an- in terzo luogo perché se l’Italia impedisce seguito molto da vicino le rivolte, sono
interni di Pechino nel quale emergevano le come area rappresenta complessivamente lavoro a 3,5 milioni di occupati (il 15 per ni (37 per cento) e donne (60 per cento). “In ancora ai suoi cittadini di spostarsi libera- molto attenti ai movimenti americani e
responsabilità dei vertici del governo centra- la principale destinazione turistica al mon- cento del totale) e vale il 13 per cento del assenza di interventi urgenti a sostegno mente nei propri confini, non si capisce co- la direttrice di RT, Margarita Simonyan
le cinese nel ritardo di alcune comunicazio- do con 563 milioni di presenze internazio- pil (230 miliardi). Per altri paesi del Medi- dell’occupazione, la crisi potrebbe portare me possa pretendere che gli stessi possano ha scritto qualche consiglio ai ribelli
ni: dal 14 al 20 gennaio le autorità cinesi, pur nali e il 30 per cento delle entrate a livello terraneo i dati in rapporto al pil sono addi- a una perdita di circa 6 milioni di posti di farlo all’estero; in quarto luogo perché so- americani, dieci in tutto, “da una giorna-
riconoscendo di essere di fronte a una minac- mondiale. Il danno economico sarà senza rittura superiori: in Spagna il turismo vale lavoro in Europa e avere un impatto negati- no per prime molte regioni italiane, come lista che ha seguito sette piazze di rivolu-
cia “simile alla Sars”, non hanno comunicato precedenti. L’Organizzazione mondiale il 15 per cento del pil e il 15 per cento del- vo sul sostentamento di molte altre perso- la Sardegna, a volere restrizioni e controlli zioni colorate”. I consigli vanno dal “fa-
sufficienti dettagli. Solo il 20 gennaio è stata del turismo (Unwto) ha previsto una ridu- l’occupazione; in Portogallo il contributo ne in diversi stati membri, spesso tra i più simili a quelli previsti dalla Grecia nei tevi un logo” a “date psicostimolanti ai
ufficializzata la trasmissione da uomo a uomo zione del turismo internazionale tra il 60 e al pil è quasi del 20 per cento e lavora nel vulnerabili dal punto di vista economico”, confronti di alcune regioni italiane. Infine, manifestanti”. Ma anche i cinesi si sono
del Covid. l’80 per cento rispetto allo scorso anno. turismo più di un occupato su cinque (22 ha scritto la Commissione europea in una ancor più paradossale, è stata la reazione dati da fare e su Twitter molti diplomati-
Giulia Pompili L’Ocse prevede per i suoi 36 paesi membri per cento); in Grecia, dove il turismo è la recente comunicazione al Parlamento eu- del ministro degli Esteri Luigi Di Maio che ci hanno condiviso video di arresti criti-
una riduzione del turismo internazionale principale industria del paese e la prima ropeo. ha minacciato una rappresaglia: “Siamo cando la violenza della polizia america-
La Tian’anmen rimossa del 45 per cento nel 2020, un dato che può
salire fino al 70 per cento se i problemi
voce dell’export, il dato è superiore: oltre il
20 per cento del pil e oltre un occupato su
In questo contesto, pare davvero insen-
sata la polemica del governo italiano nei
pronti a chiudere le frontiere a chi non ci
rispetta”. Insomma, per fare un dispetto al-
na.
Su Politico, Mark Scott ha scritto che
sanitari e il ritardo della ripresa dovessero cinque impegnato nel turismo (26 per cen- confronti di paesi come la Grecia, che han- la Grecia, il governo pensa di infliggere un dal 30 maggio funzionari governativi, or-
Trentuno anni dopo il massacro protrarsi fino a settembre. to); per Cipro i dati sono analoghi. no deciso di mantenere restrizioni nei con- ulteriore danno a imprese e lavoratori ita- gani di stampa, utenti di Twitter legati a
I danni saranno notevoli ovunque, ma La crisi colpirà quindi in maniera asim- fronti degli italiani provenienti da quattro liani impedendo l’arrivo di turisti. L’Italia Mosca e a Pechino hanno lanciato diver-
quel pezzo di storia smette di essere non saranno uguali per tutti. Saranno più metrica le regioni più dipendenti dalle at- regioni fortemente colpite dal Covid (Lom- chiuderebbe sì le porte in faccia agli stra- si messaggi divisivi con cui criticano l’o-
ricordato. Anche a Hong Kong profondi in aree geografiche con una mag- tività turistiche (in particolare le isole, le bardia, Piemonte, Veneto, Emilia-Roma- nieri, ma lasciandoci le dita in mezzo. perato di Washington. Gli esperti di di-
giore vulnerabilità al turismo, ovvero zone zone costiere e anche molte aree rurali, si gna). In primo luogo perché Atene sarà du- Luciano Capone sinformazione, dice Scott, sostengono
che i paesi stiano intensificando i loro
Roma. Se oggi i carri armati invadessero le sforzi online anche in vista delle elezioni
strade di Pechino, raggiungessero piazza Tia-
n’anmen, e mettessero fine a giorni di proteste
pacifiche con la forza, i social network si riempi-
rebbero in un attimo di quelle immagini, le per-
“Per far ripartire l’auto serve un patto tra industria e sindacato”. Parla Decisi presidenziali americane e che la Cina
sta diventando sempre più audace nel-
l’utilizzo di una tecnica in cui era la Rus-
sia a eccellere fino a pochi mesi fa. An-
sone potrebbero raccontare in tempo reale la (segue dalla prima pagina) mulati in questi mesi, cioè 640 mila pezzi fari salito dagli 8 milioni del Duemila mergenza in condizioni precarie: la pro- che l’ex consigliere alla sicurezza nazio-
loro versione dei fatti, e sarebbe difficile can- “Sono le medie imprese quelle che, per la sola Peugeot”. Si può obiettare agli oltre 160 milioni nel 2019 con una duzione, già in calo da 20 mesi a fine nale, Susan Rice, ha detto alla Cnn che
cellare tutto quel materiale, far finta che non sia sotto la guida di imprenditori cresciuti che il prestito garantito da Sace a Fiat gamma di clienti che spazia dalla galas- febbraio 2020 è crollata del 21,6 per cen- la violenza delle proteste è stata spinta e
mai accaduto. Per trentuno anni la rimozione nelle grandi aziende e in simbiosi con Chrysler rappresenta un incentivo nien- sia Fca fino a Volkswagen e Renault. to a marzo. Il successivo lockdown ha alimentata dalla strategia russa e dal
del massacro di piazza Tian’anmen è stato uno l’università, rappresentano il vero inve- te male… “Forse, ma con un meccanismo Una case history che, teme Decisi, ri- provocato quasi un azzeramento del suo intento di destabilizzare e Marco Ru-
degli obiettivi del Partito comunista cinese. Per stimento di un paese avanzato”, dice al nebuloso. Quel che manca è una visione schia di non poter essere replicata se mercato (-85,4 per cento a marzo, -97,5 ad bio ha twittato che le potenze straniere
trentuno anni la spina nel fianco di Pechino è Foglio Pierangelo Decisi, vicepresidente d’insieme. Non possiamo non mettere a verranno meno certe premesse. “Il mo- aprile, una prima resurrezione a maggio stanno attivamente alimentando “e pro-
stato il ricordo tenuto vivo dai cittadini di Hong dell’Anfia, l’associazione che riunisce le confronto le polemiche italiane rispetto dello è quello dell’industria di medie con un rimbalzino a -49,6 per cento ri- muovendo la violenza”. La macchina del-
Kong, con l’annuale fiaccolata a Victoria Park il aziende della filiera dell’industria auto- al consenso generale che ha accompa- dimensioni, serbatoio di innovazione che spetto all’anno prima). la propaganda non si sarà fermata ma
4 di giugno. Ma quest’anno quel ricordo non ci mobilistica, ovvero una delle frontiere gnato il piano francese. Ogni paese ha si sviluppa in quel tessuto imprendito- Ma adesso? Che cosa chiede la filie- questa volta cercare l’intervento della
sarà. Il governo di Hong Kong ha vietato le mani- più esposte ai venti della crisi ma anche una sua ricetta per dare un contributo a riale che dispone di mezzi propri ade- ra dell’auto per scongiurare il rischio forza straniera nelle proteste americane
festazioni fino al 4 giugno per dar seguito alle vittima di un malessere “frutto di una un settore chiave per l’economia: gli Sta- guati ed è così in grado di mobilitare le della deindustrializzazione? Incentivi, sembra quasi voler allontanare le re-
misure di sicurezza contro il virus. E’ il corona- mentalità anti industriale, ferma alla ti Uniti tagliano, distruggono e poi inve- risorse finanziarie necessarie per pro- certo. Ma non solo, incalza Decisi. “Oc- sponsabilità di quanto sta succedendo
virus, quello di cui parlano le autorità, ma an- bottega artigiana o al piccolo albergo a stono daccapo. La Germania invece è getti di ricerca e sviluppo dell’innovazio- corre un patto per lo sviluppo che alla Casa Bianca. I toni di Donald
che del “virus politico”che potrebbe trascinare gestione familiare” che si riflette in molto pragmatica”. ne, che ormai assorbono il 10 per cento coinvolga imprese e sindacati, gli uni- Trump, l’assenza di una leadership e la
la città “nel baratro”, secondo la versione di Pe- un’azione di governo condizionata da E l’Italia? “Non mi sembra che ci sia di un budget. Medie imprese che devono ci che sono in condizioni di capire i mancanza di tentativi di riconciliazione
chino. E’ l’ennesimo cambio di passo importan- preconcetti anti industriali che portano un progetto industriale condiviso quan- disporre di uno staff in grado di dialoga- rischi che corre l’Italia inseguendo in questi giorni per le strade americane
te per la città, perché la maggior parte dei giova- a “incentivare l’acquisto di biciclette ci- tomeno a livello culturale” replica scon- re con i centri di ricerca internaziona- modelli assurdi come la decrescita fe- sono più forti dell’interferenza stranie-
ni che oggi manifesta perché vorrebbe la garan- nesi in luogo di autoveicoli a combustio- solato il nostro interlocutore, che pur li”. lice che, per opportunismo, ha fatto ra. E’ il presidente stesso a destabilizza-
zia che il principio di “un paese, due sistemi” ne di ultima generazione”. dispone di un osservatorio d’eccezione: Il tutto, naturalmente, da inquadrare breccia anche in larga parte del Parti- re e a fomentare scene che ai regimi che
sia rispettato è nato molti anni dopo Tian’an- “Pensiamo a quel che ha fatto in Fran- la Sigit di Chivasso attiva nello sviluppo in un’ottica di medio periodo che va al di to democratico. Sì, confido nel sinda- si dicono indignati piacciono molto. Da
men, magari non ha mai vissuto neanche il pe- cia il presidente Emmanuel Macron – di componenti termoplastici per l’auto, là dell’emergenza che ha messo a soq- cato per rimettere in moto l’ascensore Mosca a Pechino, da Ankara a Teheran,
riodo coloniale inglese. Oggi è un altro mondo. dice – gli incentivi approvati consenti- che opera con 19 stabilimenti in dieci quadro il settore dell’auto che, del resto, sociale”. come ha scritto il Washington Post, sono
Meno ricordo, meno informazioni, meno ranno lo smaltimento degli stock accu- paesi con 1.600 dipendenti e un giro d’af- si è presentato all’appuntamento con l’e- Ugo Bertone tutti attenti a guardare cosa accade e a
lezioni dalla storia. E’ per questo difficile an- godersi le scene di un’America doloran-
niversario che la minaccia del presidente
Trump di “mobilitare l’esercito” contro le Trump sa solo raddoppiare la posta in gioco Salvini e Pappalardo, ultras e citrulli in piazza te che espone i suoi difetti e mostra il
fianco.
proteste di questi giorni si è caricata di signi- (segue dalla prima pagina) giati, e per la notte di martedì il sinda- (segue dalla prima pagina) maria Bernini, la capogruppo di Forza Ita- Micol Flammini
ficati evocativi. Le proteste di Hong Kong e Come ha detto Mariann Budde, il ve- co ha anticipato il coprifuoco alle 20. Consiglieri comunali, municipali, regio- lia. E’ il riflesso e la tentazione di molti. Ma
quelle in America hanno in comune soltanto
il fatto di essere proteste. Ieri circolava tra i
scovo episcopale di Washington,
Trump non ha pregato davanti alla
Trump, ovviamente, ha gettato benzina,
twittando che “New York è andata per-
nali e militanti dei tre partiti del centrode-
stra tengono insieme una lunga bandiera
non di tutti. “E’ bellissimo, siamo tantissi-
mi”, dice Claudio Durigon, deputato della Alta Società
canali telegram degli attivisti di Hong Kong chiesa e non ha ricordato le vittime di duta in mano ai saccheggiatori, ai tep- italiana che viene portata da piazza del Po- Lega. “Non si doveva pubblicizzarlo questo
una notizia: il 9 maggio scorso su Nathan questi giorni, ha brandito una Bibbia a pisti, alla sinistra radicale e a tutte le polo, su su, verso via del Corso. “Tutti un evento. E devo dire che la Lega un po’ di Ottima musica da ballo il venerdi se-
Road, a Kowloon, uno straniero, forse del sud favor di fotocamera. altre forme di malviventi e feccia” per- passo indietro non assembriamoci”, urla pubblicità l’ha fatta”, mormora La Russa. ra al Bollicine di Riccione. “Fiesta” de-
est asiatico, è stato fermato dalla polizia per- Raddoppiare la posta e rifiutare la ché il governatore democratico An- Giovanni Donzelli, deputato di Fratelli d’I- Altroché se l’ha fatta. Sui canali di Salvini dicata alla musica latina e al revivial.
ché ubriaco e minaccioso. Siccome resisteva riconciliazione è il modo in cui Donald drew Cuomo ha rifiutato la sua offerta talia. Ma gli unici che mantengono la distan- c’erano cartelli e inviti su Facebook, Twit- Si alternano tanti dj uno meglio
all’arresto, tre poliziotti l’hanno bloccato a Trump ha condotto tutta la sua carrie- di mandare nelle strade una “guardia za di sicurezza sono i tre leader, Salvini, Me- ter e Instagram da lunedì mattina. E certo dell’altro.
terra, e uno di loro ha premuto il ginocchio ra imprenditoriale e politica. Ha conti- nazionale dominante”. Ci sono stati loni e Tajani, rinchiusi come sono dentro a nessuno si aspettava niente di buono e di
sul suo collo per sette minuti. L’uomo è stato nuato a farlo in questi giorni con tweet scontri con armi da fuoco tra la polizia un parallelepipedo di corda che solo Salvi- sensato dal generale Pappalardo, ma dal
portato in ospedale, dov’è morto dopo poco. durissimi, quando ha incitato i gover- e i manifestanti a St. Louis, in Missouri, ni vìola in continuazione per andarsi a fare centrodestra? “Ci è sfuggita di mano”, sem-
Ma non c’è stata alcuna indagine sulla poli- natori a non mostrarsi deboli, quando e a Las Vegas. Ci sono stati scontri dei selfie, decine di selfie abbracciando brava ripetere Meloni, con lo sguardo. Men-
zia. Così come non ci sarà un’indagine sulle ha promesso, lunedì, l’intervento del- violenti anche a Los Angeles, Dallas, chiunque glielo chieda, guancia contro tre ancora una volta, nei volti e negli atteg-
azioni della polizia a Hong Kong nel corso del l’esercito. Ma un conto è puntare sulla Louisville, Chicago, Philadelphia. Pro- guancia, fiato su fiato, e ovviamente senza giamenti, si segnalava la distanza estetica e
2019. E mentre l’Italia sembra avere una voce polarizzazione e lo scontro quando si prio a Philadelphia ieri Joe Biden, mascherina. “Manteniamo le distanze”, gri- antropologica tra destra e destra, tra Meloni
molto debole sulla questione Hong Kong, tra parla di Russiagate, di fake news, di l’avversario di Trump alle elezioni di da intanto Donzelli. E il suo richiamo è sem- e Salvini, tra FdI e la Lega. Attorno a Salvini
le poche iniziative della società civile va primarie; un altro è farlo con milioni di novembre, ha tenuto un discorso per pre più incrinato, suona come una preghie- si muove una specie di cordone umano di
menzionata quella della fondazione Alexan- cittadini in rivolta nelle città di mezza condannare il modo in cui il presiden- ra, una supplica, perché quello che doveva nerboruti, tatuati come Conan il barbaro.
der Langer, che ha promosso un appello “pri- America. Le proteste sono pacifiche te ha gestito la crisi: “L’America ha un essere un piccolo flash mob di ceto politico “Affidano il servizio d’ordine ad ambienti
ma che sia troppo tardi”, perché “perdendo durante il giorno, ma la situazione è bisogno disperato di leadership”, ha s’è trasformato in una manifestazione di della curva”, sospetta Andrea Augello, che
Hong Kong il mondo perde l’ultimo territorio sempre peggiorata di notte. Lunedì la detto. massa che vìola ogni buon senso. “Alla fac- è stato nel Msi a Roma e queste facce le co-
cinese con una libera stampa. L’ultima città città di New York ha imposto per la Tra lunedì e martedì due diverse au- cia del distanziamento. Cazzo. ‘Non lo dite a nosce. Le stesse che poi si ritroveranno dal
internazionale dove il dibattito è ancora pri- prima volta il coprifuoco a partire dal- topsie, una indipendente chiesta dalla nessuno. Non lo dite a nessuno’ e guarda generale Pappalardo a urlare “arrestiamo
vo di quel terrore”. L’assenza di uno stato di le 23, ma l’iniziativa non è servita a famiglia e una delle autorità del Min- che macello”, dice un consigliere munici- Mattarella”. La sovrapposizione è comple-
diritto è l’aspetto più spaventoso della nuova placare le violenze. Nella notte fra lu- nesota, hanno confermato che la morte pale di FdI. Intanto Licia Ronzulli, l’assi- ta. “I più democratici siamo sempre noi del
legge sulla Sicurezza che sarà applicata a nedì e martedì i grandi magazzini Ma- di George Floyd è stata un omicidio. stente di Silvio Berlusconi, ripara saggia- Msi”, dice Maurizio Gasparri. Ed è vero.
Hong Kong, ma è già la realtà in molte regioni cy’s, a Manhattan, sono stati saccheg- Eugenio Cau mente in una via laterale insieme con Anna- Salvatore Merlo
cinesi. (giu.pom)
ANNO XXV NUMERO 131 - PAG I IL FOGLIO QUOTIDIANO MERCOLEDÌ 3 GIUGNO 2020

PRESIDENTE FISSO
Non ci eravamo ancora ripresi dallo choc delle Frecce tricolori, che Sergio Mattarella
è venuto a Codogno. Cronaca di una giornata che sarà raccontata nelle scuole del 2160

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un momento della visita a Codogno in occasione della Festa della Repubblica (foto Quirinale)

occasioni speciali. Un gommista di Codo- pattuglia acrobatica dell’Aeronautica, te è stato l’inno nazionale cantato da una uno strappo al protocollo, andando a sa- compagno di banco quando la maestra ci
di Maurizio Milani gno sosteneva di averle cambiato le gom- zio te lo posso garantire”, molto perento- bravissima artista. E poi, veramente emo- lutare i miei concittadini (chiaramente chiese: “Chi furono gli artefici dell’Unità
me, da neve a quelle quattro stagioni. I rio. zionata, ha preso la parola una sottote- solo sorrisi, cenni a distanza…). Questo d’Italia’”. E io: “Napoleone III”. La mae-

L’ annuncio della visita del presiden-


te Mattarella a Codogno ci ha riem-
piti di gioia. L’attesa è stata per tutta la
servizi segreti gli avevano chiesto massi-
ma riservatezza. Ma il garzone, che aveva
visto la Flaminia, è andato a dirlo a tutto
Io: “Paolo, tra qualche giorno viene il
capo dello stato. Perché non entri nei
corazzieri?”.
nente della Croce Rossa, che ha fatto un
bellissimo discorso, forse il più toccante.
E’ stata poi la volta del presidente Matta-
gesto ci ha convinti a mettere in piedi un
comitato, “Sergio Mattarella rieletto per
il secondo mandato”, dal 2022 al 2029.
stra si mise a piangere e ci fece accompa-
gnare dal bidello al museo del Risorgi-
mento a Milano.
comunità paragonabile agli eventi cru- il paese. Lui: “Sì zio, voglio entrare nel nobile rella nel prendere la parola: ha elogiato Mario Draghi è giovane e può farlo dal La cerimonia l’ho seguita su RaiUno,
ciali di una vita (si intende quelle belle, Comunque già dal 1° giugno decine e corpo dei corazzieri”. sia i cittadini della zona rossa che gli 2029 al 2036. E chiaramente rieletto fino con Marco Liorni (mio giornalista prefe-
di attese: un matrimonio, il consegui- decine di troupe televisive erano a Codo- Io: “Oppure, ci sarebbero anche i gra- operatori sanitari di tutta Italia. E ha an- 2043. Possiamo desistere da questo no- rito), che già due ore prima si collegava
mento della laurea, il primo incontro gno. Alcuni si sono felicemente fidanzati natieri di Sardegna. Che ricevono i capi nunciato di aver già preparato delle be- stro proposito solo se il presidente Matta- da Codogno intervistando i miei concitta-
con Elisabetta di Forlì, nel mio caso. Ma con le bariste di Codogno, notoriamente di stato quando vengono a Roma. Puoi nemerenze che verranno conferite a me- rella viene nominato segretario generale dini, ed era strano per me vedere la piaz-
ognuno ha avuto la sua Elisabetta da tra le più belle donne del nord Italia. scegliere liberamente tra questi corpi dici, infermieri, farmacisti, commercian- dell’Onu, tanta è stata la gioia che ha za e la parrocchia in diretta televisiva.
Forlì…). Nei bar e nelle piazze è natura- Finalmente il grande giorno è arrivato. quirinalizi…”. ti e volontari. Ha anche rivolto alla citta- portato alla mia Codogno in questo 2 giu- Ancora quasi non ci credo che il presi-
le si parlasse solo di questa visita immi- Festa della Repubblica, più storica visita Nipote: “Vengono a Codogno anche lo- dinanza una dichiarazione molto specifi- gno, mai più dimenticato. dente sia venuto qui. Certo, sarebbe stato
nente. Chi diceva che veniva in elicotte- del nostro capo dello stato a Codogno. Da ro?”. ca, che è stata gradita: “So che voi siete Così come la mia insegnante elementa- mille volte meglio se questa tragedia non
ro, chi sosteneva che non poteva essere non credere. Non ci eravamo ancora ri- Io: “Ma certo, saranno in città tutti i molto legati a questo albero che c’è nel re negli anni Sessanta ci ricordava la vi- ci fosse stata e di conseguenza il 2 giugno
a Codogno alle undici se doveva deporre componenti delle Forze armate, compre- cortile del comune. E’ il melo cotogno, fosse stato festeggiato come sempre con
una corona all’Altare della Patria alle si i palombari di stanza a La Spezia”. che è nel vostro stemma insieme alla lu- la parata ai Fori imperiali. Meglio resta-
9.30. Alcuni baristi esclamavano: “Sì, E’ arrivato in macchina. Tutte le Lui: “Sai che la mamma di un mio ami- pa capitolina”. Abbiamo deciso di mettere in re una città anonima che la pandemia.
può farcela! Lo portano in elicottero a
Ciampino, da qui fa un volo di 500 chilo-
congetture dei codognesi sono state co è la prima palombara donna italiana?
Dici che Mattarella la premia?”.
A dirigere la cerimonia c’era una bel-
lissima donna dello staff del Quirinale.
piedi un comitato per la rielezione. In questi tre mesi di lockdown ci siamo
votati al nostro patrono San Biagio e alla
metri fino all’aeroporto militare di San disattese (motonavi, motosiluranti, Io: “Ma sei sicuro?”. Essendo Codogno una delle città più ro- Draghi è giovane, potrà fare il nostra patrona Santa Francesca Cabrini,
Damiano al colle, che era già sede dei Lui: “Sì, l’ho letto sulla pagina Face- mantiche del mondo, è stato inevitabile che hanno interceduto per noi e ascolta-
tornado”. Altri dicevano che sarebbe ar- Amerigo Vespucci, mongolfiere) book del mio amico”. che le venissero dedicate diverse lettere presidente dal 2029 in poi to le nostre preghiere. Forse il peggio è
rivato con la motonave “Stradivari”, tra- Dopo grandissima attesa, puntuale il d’amore. Lei ha detto che saranno tra i passato. Codogno e tutto il territorio la
mite il fiume Po. Altri che sarebbe arri- presi dallo choc emotivo del passaggio presidente è arrivato. Per la cronaca, in ricordi più cari di questa breve ma inten- sita nella nostra città del ministro Gio- ricorderà con l’affetto che si ha verso un
vato in mongolfiera tricolore dopo esse- delle frecce tricolori sulle nostre case, aereo a Linate e in auto a Codogno. Tutte sa visita. vanni Marcora, così le maestre di Codo- papà.
re arrivato a Malpensa. Altri: “No, io ho che subito un’altra emozione fortissima le congetture dei codognesi sono state Codogno, città di 16 mila abitanti, mai gno del 2160 ricorderanno ai piccoli lodi- Presidente mi permetta di uscire dal-
delle notizie certe. Atterrerà nel campo ci ha travolti, sempre bella. Pensa che a disattese (tra motonavi, motosiluranti, dall’Unità d’Italia aveva avuto una visita giani, muniti di antenne al posto delle l’alveo istituzionale dicendole che noi
di calcio del Codogno, che solo per que- Codogno tanti bambini dopo il passaggio Amerigo Vespucci, mongolfiere). Nel no- così illustre. Per noi è stato come riceve- orecchie, che però gliele puoi smontare qui a Codogno siamo tutti tifosi dell’In-
sto la Figc promuoverà il Codogno Cal- delle frecce tricolori si sono precipitati a stro municipio ad attenderlo i sindaci dei re in visita il Papa, con rispetto verso Sua perché alcuni genitori si sono lamentati, ter. E’ l’unico comune italiano in cui tutti
cio di due categorie, passando dall’ec- iscriversi al liceo aeronautico, per poi dieci comuni della prima zona rossa che Santità. Il momento più toccante della che il 2 giugno 2020 il capo dello stato in i suoi cittadini tengono a una sola squa-
cellenza alla Lega Pro. E non è finita, tentare il concorso per entrare nella mi- hanno subito medesima sorte (il presi- cerimonia si è svolto quando il presiden- carica ha scelto una piccola cittadina per dra. P. s.: anche il mio amico cabarettista
avrà la garanzia di vittoria del campio- tica Arma Azzura la cui accademia ha dente li ha citati tutti), nel cortile del te è andato a rendere omaggio al nostro celebrare la Festa della Repubblica. I Gianni Fantoni di Ferrara sta mettendo
nato 20-21 e di arrivare in Serie B. E nel sede a Pozzuoli. Uno di questi bambini è municipio. Hanno parlato prima il nostro cimitero, deponendo una corona simboli- bambini interrogati su queste vicende in piedi un comitato per la sua rielezio-
giro di un altro paio di anni in Serie mio nipote. Fino a ieri voleva fare il viro- sindaco, che ha avuto parole istituzionali ca per tutte le vittime di coronavirus. (150 anni dopo il loro accadimento) se ne. Lui è l’uomo più potente d’Italia sui
A”. logo. Da quando sono passate a Codogno di grande riconoscenza, poi ha parlato il Grande entusiasmo della cittadinanza al non preparati saranno indirizzati ai lavo- social. Solo su Twitter è seguito da 21
Tanti si preoccupavano di dove sareb- le frecce ha deciso: “Farò parte della presidente della Lombardia. Commoven- passaggio del presidente; che ha fatto ri manuali. Come fecero con me e il mio milioni di persone, che fanno tutto quello
be andato a pranzo. che dice lui. Inizialmente aveva appog-
“Andrà in prefettura”.
“No, va dal vescovo in diocesi a Lo-
di”.
A passeggio per Parigi a guardare la sua riapertura che tutti chiamano “rinascita” giato l’elezione al Colle del suo concitta-
dino Franceschini, ma oggi l’ho convinto
a venirmi incontro. Tanto il ministro
“No, io ho saputo che va a mangiare Parigi. Julien è sempre il solito brasserie più frequentata dell’omoni- mette loro di occupare gratuitamente i librerie della famiglia restano aperte”, Franceschini è giovane e può aspettare.
con il presidente Fontana e gli prepara- istrione. Un uragano di aneddoti, di ma avenue, la terrazza trabocca di gen- marciapiedi, le strade e i parcheggi”, assicura il fondatore, Eduardo Bouli- Io direi di fare lui dopo Draghi, dal 2046
no la büsèca, un piatto tipico povero lom- storie e di leggende più o meno vere. Il te, e al Waknine, il bistrot chic di ave- ha twittato la sindaca parigina, Anne nier. al 2053. Ufficiale! Riepiloghiamo insie-
bardo”. Galliera, il suo bar-ristorante a pochi nue Pierre-I-de-Serbie, sono tutti di Hidalgo, postando il formulario da E il 22 torneranno a luccicare anche me. Presidenti fino a metà secolo: 9 anni
Sempre nei giorni precedenti, qualcu- passi dal Palais de Tokyo, nel Sedicesi- buon amore e in abiti leggeri. Il vero riempire per ottenere l’autorizzazio- rue des Écoles e rue Champollion, le ancora insieme a Mattarella, 14 Draghi,
no nelle edicole (a Codogno ce ne sono mo arrondissement, non ha mai chiuso déconfinement è iniziato ieri, a Parigi, ne. strade della cinefilia nel Quartiere La- 14 Franceschini, fino al 2068. Poi dopo
26) sostenevano che sarebbe arrivato ac- in realtà. “Ce la siamo cavata con i con la riapertura dei bar, dei caffè e Terrazze allargate, insomma, per tino. Riapriranno infatti le sale cine- direi di fare Di Maio, che avrà una set-
compagnato da 50 corazzieri, metà a ca- piatti da asporto, ma quanto mi manca- dei ristoranti, con la cosiddetta “fase compensare la mancanza dei coperti matografiche e i teatri, come annuncia- tantina d’anni. Un mandato solo, non di
vallo. E che fosse già a Codogno ben na- va chiacchierare con i miei clienti”, ci 2” che i parigini di ogni quartiere all’interno, perché non tutti possono to dal ministro della Cultura Franck più.
scosta la Lancia Flaminia scoperta che i dice Julien dietro la sua mascherina, aspettavano con impazienza. C’è chi si avere il dehors della Rotonde. “Con Riester. Da sabato scorso, si può anda- Grazie ancora presidente, ci ha resi fe-
presidenti della Repubblica usano nelle obbligatoria per lui e per tutti i came- è presentato nei bar allo scoccare del- 1500m2 all’aperto dovreste avere lo re anche ai parchi e ai giardini, mentre lici.
rieri. Sui tavolini è un trionfo di rosé e la mezzanotte del 2 giugno per festeg- spazio per non toccare i vostri vicini e per i musei il calendario di riapertura
di frites, di salse Roquefort e di cro- giare il grande ritorno alla convivialità naturalmente le regole di igiene saran- si estende fino a luglio (il Louvre tor-
que-monsieur, e tutti parlano di “libe- e alla joie de vivre. Massimo dieci per- no rispettate rigorosamente”, ha scrit- nerà ad accogliere il pubblico a partire
razione”, di “rinascita”. Dentro non si sone per tavolo, un metro di distanza to ieri la squadra della Rotonde, an- dal 6 luglio). In tutta la Francia sono
può stare, perché Parigi è “zona aran- tra un gruppo e l’altro e gel idroalcoli- nunciato un aperitivo XXL per brinda- nuovamente accessibili le spiagge, e
cione”, e solo le terrazze sono autoriz- co a disposizione di tutti. “Ci tenevo a re alla ripartenza. Il 63, il bus più im- siccome da ieri non c’è più il limite dei
zate. “Con questo sole, si sta una mera- essere qui a mezzanotte per manifesta- portante di Parigi, quello che attraver- 100 chilometri anche i parigini potran-
viglia nei dehors”, afferma Julien. re il mio pieno appoggio ai ristoratori”, sa tutta la capitale dal Trocadero alla no prendere in considerazione un’eva-
Niente di più vero. ha detto ai microfoni di Lci Marcel Be- Gare de Lyon, è tornato a riempirsi, sione in Normandia, o magari in Pic-
Al Café Valentin, poco più in là, i nezet, responsabile della sezione ca- pur nel rispetto delle distanze e dei cardia, al Touquet, la spiaggia dove il
simpatici proprietari hanno fatto di ne- fés-bars-brasseries del Gni, la più in- gesti barriera. C’è un po’ di amarezza presidente, Emmanuel Macron, e la
cessità virtù durante questo periodo di fluente organizzazione indipendente a quando si scende a Cluny – La Sorbon- première dame, Brigitte, arriveranno a
confinamento: completando i lavori di servizio dell’hotellerie e della ristora- ne, perché Boulinier, istituzione dei li- fine giugno. Intanto, Parigi è tornata a
rinnovamento del locale che non ave- zione. “I caffè, i ristoranti e i bar della bri usati di Boulevard Saint-Michel scintillare. Ed è la notizia più bella di
vano avuto il tempo di terminare alla capitale aprono oggi le loro terrazze. chiuderà definitivamente le sue porte quest’estate che inizia.
fine dello scorso anno. Al Marceau, la Per aiutarli il comune di Parigi per- il prossimo 30 giugno. “Ma le altre sette Mauro Zanon
ANNO XXV NUMERO 131 - PAG II IL FOGLIO QUOTIDIANO MERCOLEDÌ 3 GIUGNO 2020

GIUSTIZIA NON E’ TALK-SHOW


Cencelli di Via Arenula
Un ministero a misura di corrente.
“Caro Mattarella, ma si può ancora presiedere questo Csm?” Basta status quo
La riforma del Csm può esistere
L’ipocrisia di Bonafede sulle derive “STIAMO OSSERVANDO IL RIPIEGAMENTO CORPORATIVO DI UNA CATEGORIA CHE MIRA ALLA PROPRIA SOPRAVVIVENZA”. PARLA L’AVV. COPPI solo se si aprono gli occhi sulle
correntizie dei magistrati italiani Roma. “Si è superato ogni limite di de- presenta l’unica professione alla quale ac- di mascherine in pendant con l’abito, e namente legittimato, per guidare il paese ipocrisie degli incarichi direttivi
cenza, il presidente della Repubblica do- cedi sapendo sin dal principio che, indi- provo nostalgia per giuristi del calibro di fuori dal guado. Invece certe iniziative del
vrebbe rifiutarsi di presiedere questo pendentemente dalla tua futura condotta, Giuliano Vassalli, Giovanni Conso, Fran- governo mi sembrano scriteriate, quasi ir-
Roma. In un’intervista a La Stampa, due
giorni fa, il ministro della Giustizia Alfonso
Bonafede è tornato a criticare il sistema delle
Csm”, è tranchant il professore Franco
Coppi. “Nel 1985 il presidente Cossiga in-
gaggiò un braccio di ferro istituzionale con
arriverai a ricoprire l’incarico più alto per
via dello scorrere del tempo. Le progres-
sioni di carriera, legate all’età, sono prati-
cesco Carnelutti, Franco Cordero. I tribu-
nali versano in uno stato penoso, a causa
della crisi pandemica migliaia di udienze
razionali. I miei nipoti seguono le lezioni
da remoto perché le scuole sono rimaste
chiuse ma poi apprendo che i ministri liti-
I l Csm va riformato, su questo tutti d’accor-
do. La domanda è: come? Quali sono le pie-
tre angolari da spostare? In che direzione?
correnti nella magistratura. “Stiamo interve- l’allora vicepresidente del Csm Giovanni camente automatiche. Le valutazioni di saranno celebrate forse a settembre, otto- gano e si accapigliano per aprire almeno Probabilmente sono due: la modifica del si-
nendo in modo radicale sulle degenerazioni Galloni; all’apice dello scontro, fece afflui- professionalità sono una mera formalità. bre, o chissà quando. Ma una giustizia rin- l’ultimo giorno di scuola…mah. Alcune stema elettorale e un ripensamento dei confi-
malate del correntismo”, ha dichiarato il re le camionette dei carabinieri in piazza Non può destare sorpresa, allora, il ripie- viata è una giustizia negata. Gli arretrati centinaia di condannati per criminalità or- ni della discrezionalità dell’Organo di autogo-
Guardasigilli. Insomma, “basta con il corren- Indipendenza. Lei s’immagini i carabinie- gamento corporativo di una categoria che aumentano e manca una visione, manca ganizzata sono stati ammessi ai domiciliari verno. Il primo intervento potrà concorrere a
tismo” e con la commistione tra toghe e politi- ri in assetto antisommossa, con gli elmetti mira essenzialmente alla propria soprav- una politica giudiziaria degna di questo per paura del contagio. Un detenuto, le cui ridurre il peso delle correnti valorizzando la
ca denunciata anche dal presidente Mattarel- calati in testa, pronti a sfondare il portone vivenza”. Come se ne esce? “Non cambierà nome. Vedo molta improvvisazione”. Tra condizioni di salute siano incompatibili componente personalistica ma, per l’elevato
la: “Il presidente ha ragione. Mi sto muovendo se solo Cossiga, in quanto capo dello Stato, nulla neanche stavolta. Una soluzione ci rivolte in carcere, boss scarcerati e nomi- con la detenzione, ha il sacrosanto diritto tasso di tecnicismo che lo connota e, più in
per combattere le degenerazioni del correnti- lo avesse ordinato…”. L’avvocato evoca l’e- sarebbe ma la politica appare paralizzata. ne contestate, il ministro della Giustizia di essere trasferito in una struttura apposi- generale, in forza del principio di neutralità
smo da un lato, ma anche per alzare un muro pisodio con toni epici e divertiti. La carica, Se al Csm venisse lasciata la sola funzione Alfonso Bonafede è finito nell’occhio del ta, com’è accaduto a Provenzano, tenuto della legislazione elettorale che, tanto più per
tra politica e magistratura dall’altro”. com’è noto, non avvenne, il portone restò disciplinare e il conferimento degli incari- ciclone. “Essere avvocato o giurista non è per mesi in un letto d’ospedale seppur in- un organismo di garanzia qual è il CSM, ha
La dura presa di posizione di Bonafede integro. “Oggi, come allora, servirebbe un chi direttivi e semidirettivi fosse affidato a garanzia di successo quando si va a rico- capace di intendere e di volere. Ma che consistenza costituzionale, si tratta di un in-
giunge in seguito al nuovo terremoto che ha gesto forte. Il presidente Mattarella non ha un organo diverso, non ci sarebbe più la prire un incarico come quello del ministro motivazione è la ‘paura del contagio’? Ho tervento che non potrà cambiare l’anima del
travolto il mondo togato, con la nuova ondata il potere di sciogliere l’organo ma può dire: corsa a farsi eleggere. Il compito di nomi- della Giustizia. Rimpiango un guardasigil- ragione di ritenere che pure i poveri cristi, Consiglio. In ogni caso, va posta grande atten-
di pubblicazione delle conversazioni inter- io non intendo presiedere questo Csm”. nare procuratori capi, aggiunti e presiden- li come Guido Gonella, democristiano, di finiti in carcere per un furterello, abbiano zione rispetto a proposte dirette ad introdur-
cettate con il trojan inoculato nel telefono del ti di sezione potrebbe essere assegnato a professione giornalista. Tra i più recenti, paura di contagiarsi…e che facciamo? Li re formule a forti effetti maggioritari, che po-
pm romano (indagato e sospeso) Luca Palama- “Erano tutte cose note e stranote” un collegio di giudizi costituzionali, inte- anche il leghista Roberto Castelli, ingegne- mandiamo tutti a casa?”. Nei mesi di confi- trebbero ridurre il pluralismo che va, invece,
ra, leader della corrente Unicost. La critica Le ultime rivelazioni sui mercanteggia- grati con il primo presidente della Cassa- re, non mi è dispiaciuto: lui almeno studia- namento, abbiamo vissuto la negazione del preservato e valorizzato; nella generale con-
del Guardasigilli al sistema correntizio, però, menti tra magistratura e politica lo hanno zione e con il procuratore generale, insom- va, s’informava, sapeva di cosa parlava”. contatto e la rivincita della tecnologia. “Le sapevolezza che è estremamente difficile pre-
sembra arrivare a scoppio ritardato. indignato, non scandalizzato (“Erano cose ma figure avanti nella carriera e perciò confesso che mi mancano i baci e gli ab- ventivare quali siano gli esiti reali di una leg-
Bonafede, infatti, non sembrò preoccuparsi note e stranote”). “Il sistema giudiziario meno sensibili alle pressioni esterne”. La Schiere di giovani poco lucidi bracci dei miei nipoti, parlarsi a distanza ge elettorale che possono essere riscontrati
molto delle “degenerazioni correntizie”, né versa in uno stato di degrado, senza scam- sezione disciplinare del Csm ha armi spun- Questa classe dirigente un po’ ringiova- non è la stessa cosa. Rifuggo la mitizzazio- soltanto dopo la prova del voto. Il sorteggio, al
della necessità di “alzare un muro tra politica po. A leggere le trascrizioni di certe con- tate. “Le leggi le fa il Parlamento e, se il nita l’ha deluso. “Carnelutti, scomparso ne del tecnologico: s’illude chi ritiene che di là dei gravi dubbi di compatibilità costitu-
e magistratura”, quando nel giugno del 2018 versazioni tra magistrati, rabbrividisco. legislatore volesse, potrebbe assegnare al- quasi novantenne, è stato, fino alla fine, un ogni attività umana possa essere trasferita zionale, non convince: non può essere il caso a
venne nominato ministro della Giustizia. An- Un linguaggio osceno, turpe. Non esiste l’organo di autogoverno strumenti più inci- pensatore brillante. Oggi osservo una in Rete. In ambito giudiziario, per esem- decidere chi andrà a comporre l’Organo di au-
che Bonafede, come i suoi predecessori, deci- più autorevolezza, non si avverte più la sivi”. schiera di giovani assai poco lucidi. Bene- pio, il processo da remoto ha limiti insupe- togoverno della magistratura. Uno non vale
se infatti di realizzare una bella infornata di gravità del ruolo. Io, quando indosso la to- detto Croce diceva che il meglio che ha da rabili: l’oralità si avvale di espedienti reto- uno: il grave momento storico in corso, con la
magistrati negli uffici del ministero, ovvia- ga, mi emoziono ancora”. Sulla graticola è Troppi consiglieri in tv fare la gioventù è invecchiare il più presto rici non replicabili attraverso un monitor. richiesta di competenza, responsabilità e so-
mente sulla base del bilancino correntizio. finito, di nuovo, il correntismo. “E’ un di- Siamo ormai abituati alle partecipazio- possibile. Bettino Craxi frequentava le Nel corso di un esame incrociato, come luzioni consapevoli, dovrebbe avercelo inse-
La corrente di Palamara, Unicost, all’epo- scorso che non mi appassiona. La forma- ni televisive di consiglieri che si atteggia- parrocchie socialiste, la Dc poteva contare puoi incalzare un teste o interrompere il gnato. Le correnti dovrebbero tornare a rap-
ca non ancora travolta dallo scandalo, otten- zione delle correnti è inevitabile. Se tra no a opinionisti esperti. “Un magistrato ha sulla Fuci e sull’Azione Cattolica, Giulio collega fissando una webcam e alzando un presentare all’interno della magistratura i ri-
ne nomine pesanti, come quella di Fulvio ottomila persone nascono gruppi che si ri- il dovere della continenza. Lo imporrebbe Andreotti fu scovato da Alcide De Gasperi ditino?”. Il virus può essere letale sulle ferimenti ideali e politico-programmatici, ab-
Baldi (sostituto pg della Cassazione) a capo di conoscono in una certa visione e cercano anche il codice deontologico ma si è perso mentre scriveva la tesi di laurea alla Bi- persone anziane, eppure lei continua a bandonando le logiche corporative e di vera e
gabinetto del ministero, e quella di France- perciò di eleggere i propri vertici negli or- il codice, figurarsi la deontologia. Se fossi blioteca Vaticana. Quanto avrebbero gio- condurre una vita normale, va in tribunale propria consorteria in cui sono tristemente
sco Basentini (procuratore aggiunto a Poten- gani di rappresentanza, mi sembra un fatto al posto dell’attuale vicepresidente del vato gli studi al nostro attuale ministro de- e incontra molte persone. “Sono fatalista, e sprofondate. Ci vorrà del tempo, ma è questo
za) alla guida del Dipartimento dell’ammini- normale. L’elemento patologico invece si Csm, di fronte alle esternazioni pubbliche gli Esteri? Anche se va di moda promuove- continuo a pensare che si possano correre l’obiettivo da porsi. Il secondo intervento,
strazione penitenziaria (Dap). Leonardo Puc- manifesta quando si offre il sostegno a di taluni magistrati pretenderei dimissioni re in incarichi importanti persone prive di dei rischi per conservare la propria uma- quello diretto a tracciare nuovi confini della
ci, giudice del lavoro ad Arezzo ed ex compa- questo o a quel candidato in cambio di una immediate. La presunzione di colpevolez- titoli, noi dobbiamo ricordare alle giovani nità. Una vita senza il contatto con gli altri discrezionalità del Consiglio è assai delicato.
gno di università di Bonafede, venne invece sentenza o altra utilità. E la cosa peggiore za verso chicchessia fa a pugni con il detta- generazioni il valore della conoscenza e che vita sarebbe? Cerco, ovviamente, di te- Il sistema dell’autogoverno autonomo è la pie-
nominato vicecapo di gabinetto. è che la politica, già minoritaria nella com- to costituzionale, ancor più se tali illazioni del sacrificio”. Come giudica l’azione di nere le distanze, di proteggermi per quan- tra miliare dell’ordinamento costituzionale
Autonomia e Indipendenza, la corrente ponente ‘laica’ in seno al Csm, sembra in- provengono da un alto magistrato”. Le sue governo? “Temo che ci sia una generale to possibile, ma non sopporterei di vivere della magistratura. L’indipendenza della ma-
guidata da Piercamillo Davigo, non ottenne – seguire i magistrati lungo i sentieri più im- parole distillano un senso di rassegnazio- sottovalutazione dei rischi. Tassisti, came- sigillato tra le mura domestiche. Non ho gistratura resterebbe probabilmente un’e-
come ormai noto – la guida del Dap con il pm pervi. Ma i cittadini come possono fidarsi ne. “Non sono rassegnato ma sfiduciato. rieri, negozianti, dopo tre mesi di stallo, paura del virus, e neanche di morire. E poi nunciazione di principio se non ci fosse il si-
Nino Di Matteo (che poi sarà eletto al Csm), di ‘questa’ giustizia?”. Il piatto forte sono Forse qualcosa cambierà quando io non ci non hanno i soldi per la spesa. Il pericolo mi incuriosisce provare a immaginare stema di autogoverno a presidiarla. E’ corolla-
ma conquistò comunque il vertice del Dipar- sempre le nomine. “Si parla da decenni di sarò più. Mi guardo attorno nelle aule giu- di disordini sociali a settembre, quando il quel che ci attende nell’aldilà. Ammesso rio dell’indipendenza la politicità della giuri-
timento per gli affari di giustizia, con Giusep- come riformare un sistema di selezione diziarie dove circolano magistrati armati blocco dei licenziamenti sarà terminato, è che qualcosa esista”. sdizione, che costituisce uno dei poteri dello
pe Corasaniti, procuratore aggiunto in Cassa- che non funziona. L’ordine giudiziario rap- di spray disinfettante e giudicesse munite reale. Ci vorrebbe un esecutivo forte, pie- Annalisa Chirico Stato esercitato in modo autonomo dagli altri
zione, pochi mesi fa sostituito da Maria Caso- poteri e che con essi promuove i processi di
la, ex dg della Direzione generale magistrati Policy. In fondo, la democrazia si basa sul
e appartenente a Unicost.
Il cartello di sinistra Area, che raggruppa
le correnti Magistratura democratica e Movi-
mento per la giustizia, ottenne le conferme di
La falsa narrazione sulla lotta alla mafia che ha distrutto questo paese mettere un potere contro un altro potere, per-
ché la cosa funzioni è necessario che ciascuno
di essi sia all’altezza del compito. Il CSM è
chiamato ad esprimere, per così dire, un pro-
Barbara Fabbrini a capo del Dipartimento
dell’organizzazione giudiziaria, del persona-
FU IL PCI A VOTARE CONTRO IL DECRETO CHE RIPORTAVA IN CARCERE I MAFIOSI DEL MAXIPROCESSO. E’ TEMPO DI RISTABILIRE LA VERITÀ prio indirizzo di politica giudiziaria, diretto
ad attuare i fini che la Costituzione gli asse-
le e dei servizi, e di Donatella Donati a diret-
tore generale degli Affari interni (recente-
mente sostituita da Giovanni Mimmo, di Uni-
V entotto anni fa tra maggio e luglio ini-
ziò la campagna stragista dei corleo-
nesi prima con l’assassinio di Giovanni
pensavamo andasse veloce all’approvazio-
ne in parlamento trovò la forte resistenza
di Luciano Violante, e quindi dell’intero
mo. Certo se non ricordassimo il sacrificio
di Pio La Torre, di Peppino Impastato e di
pochi altri comunisti ammazzati dalla ma-
te perdevano le elezioni, salvo poi che a
distanza di anni gli stessi fatti smentivano
le ricostruzioni e le accuse fantasiose. Un
gna. Naturalmente, tale indirizzo va espresso
nel rispetto delle riserve di legge contenute
nella Costituzione e nell’evidente presa d’atto
cost). Ad Area appartiene inoltre Mauro Vi- Falcone e Francesca Morvillo con la loro Partito comunista dell’epoca, con una dura fia, verrebbe da dire che dal 1988 al 1992 i solo esempio: il noto Michele Pantaleone, della superiorità della fonte legislativa. Per
tiello, altro sostituto pg in Cassazione, nomi- scorta e poi con quello di Paolo Borsellino reprimenda al governo in cui si sosteneva comportamenti del Pci guidati da Violante deputato all’assemblea siciliana del Fron- queste ragioni un intervento riformatore di-
nato capo dell’Ufficio legislativo. e la sua scorta. Un tempo più lungo della che c’erano norme che consentivano il con- potrebbero far pensare alla volontà, essen- te popolare, sin dopo la guerra accusò Ber- retto ad erodere la discrezionalità dell’Orga-
Insomma, la girandola di nomine ministe- durata del fascismo e quindi sufficiente a trollo di scarcerati pericolosi e quindi non do all'epoca tra l'altro la crisi del comuni- nardo Mattarella, padre di Sergio e uno no di autogoverno, probabilmente opportuno
riali compiute da Bonafede sembra aver visto ricordare le tappe salienti di quegli anni si doveva raddoppiare la custodia cautela- smo internazionale alle porte, di costruire dei fondatori della Dc siciliana insieme ad e inevitabile a causa del terribile momento
trionfare proprio la corrente di Palamara Ottanta che videro una lotta senza quartie- re per gli imputati di associazione mafiosa una trattativa con alcuni ambienti della Alessi, Alderisio e Scelba, di colludere con che il sistema consiliare sta attraversando,
Unicost. Incarichi importanti anche per re alla mafia da parte di tutti i governi e in ma lasciarli liberi benché controllati. La criminalità mafiosa. Ma questa è una no- ambienti mafiosi, salvo poi a venir fuori la non può consistere nel fissare criteri di fonte
esponenti della corrente di Davigo e di Area, parte anche dell’opposizione. E invece da Dc e l’intero pentapartito tenne ferma la stra suggestione interpretativa e come tale documentazione che lo stesso Pantaleone legislativa predeterminati in termini così
mentre venne esclusa completamente dalle qualche tempo c’è in giro una falsa narra- posizione e il maxiprocesso continuò, con- va considerata non tenendola neanche in dopo lo sbarco degli americani fu per di- analitici e dettagliati da rendere strettamente
nomine Magistratura Indipendente, ritenuta zione degli accadimenti, addirittura ta- cludendosi anni dopo con condanne duris- conto, ma i fatti restano questi: il Pci votò verso tempo il delegato del sindaco di Vil- esecutive e vincolate le scelte del Csm. Negli
troppo vicina all’ex magistrato ed ex sottose- cendo o omettendo i fatti per come storica- sime a tutto il gotha mafioso. Quell’atteg- contro il decreto che riportava in carcere i lalba, tale don Calogero Vizzini, noto auto- atti della Commissione Paladin (istituita pres-
gretario alla Giustizia Cosimo Ferri. mente sono accaduti, da parte di ambienti giamento comunista si sposava con alcuni mafiosi del maxi processo, tentò di far ca- revole capomafia. Pantaleone, dopo una so la Presidenza della Repubblica all’inizio
C’è da dire, tuttavia, che diverse nomine che notoriamente contrastarono Giovanni suoi comportamenti, prima e dopo quella dere il carcere duro del 41 bis, ostacolò la denuncia di Bernardo Mattarella, ritirò degli anni novanta per lo studio dei problemi
compiute da Bonafede non hanno avuto mol- Falcone e la sua azione. Ma tralasciamo le data, nei riguardi di Giovanni Falcone. Nel nascita della Dna e fu permanentemente ogni accusa scusandosi. E se è giusto ricor- concernenti la disciplina e le funzioni del
ta fortuna. Da quando l’esponente grillino si è opinioni e andiamo ai fatti, pregando e gennaio del 1988, all’interno del Csm la si- contro Giovanni Falcone oggi ipocritamen- dare il sacrificio di Pio La Torre e di Pep- Consiglio superiore della magistratura) si leg-
insediato a Via Arenula, hanno infatti rasse- sollecitando i falsi narratori di corregger- nistra giudiziaria e politica – fatta eccezio- te elogiato in ogni commemorazione. pino impastato, vanno ricordato i tanti ge “l’esistenza di un organo quale il Csm ri-
gnato le dimissioni il capo degli ispettori An- ci se incorriamo in errore. Partiamo dal ne di Caselli – votò contro la nomina di Ma c’e ancora qualcosa da ricordare. morti della Dc, a cominciare dal vicese- schierebbe di non avere senso, se i provvedi-
drea Nocera (indagato per corruzione), il ca- 1984 quando si avviò di fatto la storia del Falcone a capo di quell’ufficio Istruzione Dopo la morte di Falcone i carabinieri del gretario regionale Vincenzo Campo du- menti ad esso spettanti fossero del tutto vinco-
po di gabinetto Fulvio Baldi (intercettato con maxiprocesso intentato da Giovanni Fal- retto sino ad allora da Antonino Caponnet- Ros Mori e De Donno, oggi accusati e con- rante le elezioni del 1948; nel marzo 1979, lati alla necessaria e meccanica applicazione
Palamara) e il direttore del Dap Francesco cone e da quel pool antimafia costituito da to, costruttore del primo pool antimafia, dannati in primo grado per la trattativa Michele Reina segretario provinciale del- di previe norme di legge”. Uno degli aspetti
Basentini (per l’ormai famosa vicenda dei de- Antonino Caponnetto, capo dell’ufficio preferendogli Antonino Mele privo di qua- stato-mafia, tentarono di far pentire Cian- la Dc di Palermo; nel gennaio del 1980 più controversi di esercizio della discreziona-
tenuti scarcerati durante l’emergenza Covid- Istruzione di Palermo con l’arresto di 380 lunque esperienza di lotta alla mafia. Pao- cimino, uno dei capi della mafia che si in- Piersanti Mattarella, il sindaco di Paler- lità consiliare è quello del conferimento degli
19). E le ripercussioni del “caso Palamara” mafiosi. Un grande successo della lotta an- lo Borsellino, commemorando Falcone, filtrò nella Dc da cui fu cacciato nel 1983, mo Insalaco, gli attentati ai sindaci demo- incarichi direttivi: si è assistito a casi di grave
non sembrano ancora essere finite. timafia tanto che lo stesso Caponnetto sen- definì Giuda alcuni che in quel Csm aveva- molto prima che arrivasse la magistratura. cristiani Elda Pucci e l’avvocato Martel- incoerenza delle scelte e di non adeguatezza
Ermes Antonucci tì il bisogno di dichiarare a tutta la stampa no tradito Falcone. L’avversione a Falcone Bene, la famosa trattativa che Mori e De lucci, e non essendo siciliani, non ricor- delle motivazioni. Negli ultimi anni la logica
italiana che quella iniziativa “è stata pos- fu in quegli anni una caratteristica della Donno avrebbero fatto fu che convinsero diamo che i morti eccellenti. In ultimo, corporativa e consortile, come impietosamen-
Parlare della scienza sibile grazie all’ossigeno che ci è venuto
dal ministro dell’Interno Scalfaro e da
sinistra politica e giudiziaria che portò lo
stesso Falcone prima a doversi presentare
Ciancimino a parlare alla commissione an-
timafia utilizzando le norme della legge
non possiamo non ricordare che la Cassa-
zione confermando l’assoluzione di Giulio
te testimonia il contenuto delle intercettazio-
ni pubblicate, ha prevalso su valutazioni me-
quello della Giustizia Martinazzoli”. In alla commissione disciplinare del Csm e sui collaboratori di giustizia. Nell’ottobre Andreotti per tutti gli anni Ottanta conclu- ritocratiche e di politica giudiziaria. Le pro-
realtà, già due anni prima con il ministro poi a dover superare il contrasto comuni- del 1992 fu annunciata da Violante questa se sugli anni precedenti dicendo così: “La poste di riforma che si scorgono sembrano in-
(segue dalla prima pagina) Rognoni all’Interno e Clelio Darida alla sta sia all’istituzione della Direzione na- convocazione alla commissione antimafia. ricostruzione dei singoli episodi e la valu- vestire sul criterio dell’anzianità e su quello
Alcuni – pochi – ricercatori non ne han- Giustizia furono introdotti il reato di asso- zionale antimafia e poi alla sua nomina al- Qualche giorno prima della audizione, tazione delle relative conseguenze è stata di rotazione degli incarichi direttivi, abban-
no bisogno; tutti i giornali, tutte le televi- ciazione mafiosa (il 416 bis), l’alto commis- la guida della nuova istituzione. Agli inizi Ciancimino fu arrestato guarda caso dalla effettuata sulla base di apprezzamenti e donando o ridimensionando la componente
sioni e perfino tutti i siti social, invece, sario antimafia e la legge Rognoni-La Tor- del 1991, Falcone prese la decisione su sol- procura di Palermo e consegnato alla poli- interpretazioni che possono anche non es- meritocratica. Questa soluzione non persua-
hanno strettamente bisogno di chi sia in re che innovò le indagini sui clan mafiosi e lecitazione di Francesco Cossiga di venire zia di stato e Violante, sempre guarda caso, sere condivise e a cui sono contrapponibi- de. La guida di un ufficio giudiziario deve es-
grado di cogliere quale parte del messaggio le loro ricchezze. a collaborare con il governo Andreotti di- cancellò quella audizione che poteva tran- li altre dotate di uguale forza logica, ma sere fondata su una specifica professionalità
di uno scienziato sia chiaro solo ai colleghi, ventando direttore generale degli affari quillamente fare come già la commissione che non sono mai manifestamente irrazio- e sull’acquisizione di puntuali capacità orga-
quale si appoggi su una semplificazione L’allarme di Falcone penali con l’assenso di Claudio Martelli, aveva fatto nel 1989 con il detenuto Totuc- nali e che quindi possono essere contesta- nizzative all’esito di una formazione mirata,
ambigua, e quale sia semplicemente irrile- Ma torniamo al maxiprocesso facendo ministro della Giustizia. Nei diciotto mesi cio Contorno che Gianni de Gennaro tenta- ti nel merito ma non in sede di legittimi- come avviene per tutte le organizzazioni, più o
vante. L’informazione degli scienziati, cioè, un salto di alcuni anni, senza però dimen- successivi furono approvate, tra le altre, la va di convincere a pentirsi. In questi mesi tà”. Chi conosce l’italiano, la sintassi e l’a- meno complesse, pubbliche o private. L’indi-
prima di essere trasmessa va appropriata- ticare che nel 1984 Sergio Mattarella di- legge sui collaboratori di giustizia, sulle abbiamo visto una narrazione in televisio- nalisi logica capirà. pendenza della magistratura non la colloca su
mente codificata per il pubblico – non tra- venne commissario provinciale della Dc di norme anti riciclaggio e il contrasto alle ne e su alcuni giornali che non ha mai ri- un “altro universo. La strada non sembra
visata, ma trasformata in modo che sia non Palermo e un anno dopo Lillo Mannino di- infiltrazioni mafiose nei consigli comunali portato questi fatti mentre la liturgia com- Giudicare i fatti per quel che sono quindi quella di abbandonare criteri (autenti-
solo chiara, ma pure non fuorviante (per- venne segretario regionale a testimonian- con il loro scioglimento con decreto del memorativa di Falcone e Borsellino li na- E’ tempo dunque che i grandi opinioni- camente) meritocratici in favore di automati-
ché il piano comunicativo del pubblico non za che la Dc schiero due degli uomini più ministro dell’Interno. L’ispiratore fu sem- sconde offendendo la loro memoria, come sti e gli storici dicano con forza i fatti per smi (anzianità) e di strumenti di incessante ro-
è lo stesso di quello degli scienziati). autorevoli per garantire che la lotta alla pre Falcone e l’intero governo agevolava nasconde l’atto di accusa di Borsellino e quel che sono, perché a nostro giudizio fi- tazione nell’incarico, che non consentono una
Il terzo punto riguarda i ricettori, cioè mafia diventasse una lotta senza quartie- ogni iniziativa. della Boccassini contro quell’area della no a quando gli stessi fatti vengono nasco- minima programmazione gestionale e, soprat-
pubblico, politica e società. Se il ricevitore re. Mannino è stato processato, incarcera- magistratura che aveva sempre contrasta- sti o falsati, la lotta alla mafia non è vinta. tutto, disconoscono ogni ruolo alle concrete
di un segnale è rotto, nessuna trasmissio- to e poi assolto 19 volte e il secondo è di- Chi si oppose al 41 bis to in vita Falcone. Quell’area della magi- E la festa della Repubblica di ieri e le ten- capacità organizzative. Occorre, piuttosto, in-
ne, per quanto ben fatta, raggiungerà il suo ventato il presidente della Repubblica Quando Falcone saltò in aria a Capaci, il stratura rappresentava una parte dello sioni sociali che sono all’orizzonte devono vestire su scelte trasparenti e verificabili e,
scopo: quindi tutti gli italiani devono fare amato da tutti gli italiani. Andiamo avanti. governo Andreotti, Scotti all’Interno e stato così come lo rappresentavano anche far ricordare che quella libertà riconqui- soprattutto, su di una rigorosa procedura di
lo sforzo di studiare quel minimo di meto- Ai primi di settembre del 1989 il maxipro- Martelli alla Giustizia, approvò un decreto Ciampi e Conso, che liberarono dal 41 bis stata il 25 aprile del 1945 fu difesa da altri conferma nell’incarico non più basata su un
do e linguaggio scientifici, che magari han- cesso era alle battute finali ma c’era un legge con il quale estendeva il carcere du- 300 mafiosi nel novembre del 1993 e il cui autoritarismi definitivamente il 18 aprile metodo burocratico di controllo (incapace di
no accantonato o frainteso (anche per la grande rischio e cioè che per la decorren- ro (il famoso 41 bis) anche ai mafiosi, ai governo era appoggiato dal Pci. Le bombe del 1948 con la vittoria della democrazia individuare coloro che non sono veramente
qualità bassa dell’insegnamento scientifi- za dei termini uscissero dal carcere diven- camorristi e agli ndranghetisti. E ancora che nei mesi precedenti avevano colpito cristiana. Offenderla come fanno alcuni idonei) ma, piuttosto, su specifici indici di
co scolastico). Volete ragionare di certi ar- tando uccel di bosco quasi tutti i boss ma- una volta il Pci si oppose facendo prima Milano Firenze e Roma improvvisamente vinti della storia significa offendere la sto- performance e soprattutto sulle informazioni
gomenti? Sappiate che il vostro bagaglio fiosi. Falcone avvertì Giuliano Vassalli, una pregiudiziale di costituzionalità che cessarono mentre iniziavano i grandi flus- ria repubblicana e i suoi uomini migliori. provenienti da “punti di vista” esterni (in par-
cognitivo è insufficiente. Cominciate da ministro socialista di Grazia e giustizia, se fosse stata accolta avrebbe fatto decade- si di scarcerazione di mafiosi, camorristi e Lo testimonia il fatto che dopo 25 anni dal- ticolare dai magistrati dell’ufficio, dagli avvo-
oggi a studiare il metodo scientifico, le fal- che riferì subito a Giulio Andreotti presi- re il decreto e poi, un a volta superato que- ndranghetisti, compresi alcuni assassini la scomparsa della Dc, l’Italia era nelle cati e dalle parti). E’ necessario e urgente rin-
lacie logiche del discorso razionale, un mi- dente del Consiglio che. Quest’ultimo, sen- sto scoglio, si astenne sull’approvazione. rei confessi di Falcone dopo pochissimi condizioni in cui si trovava prima della novare le fondamenta ideali e culturali del si-
nimo (davvero un minimo) di scienza del titi subito Mattarella e Mannino entrambi Nei mesi precedenti, con Falcone ancora anni di carcere senza che i mafiologi ne pandemia. Oggi più che mai il paese avver- stema dell’autogoverno; le riforme legislative,
dato e ragionamento quantitativo. Non vi ministri in carica, convocò in un tardo po- in vita, la sinistra politica non perdeva oc- abbiano mai parlato (fino al 2005 erano te che la sua àncora resta Sergio Mattarel- in questo momento indispensabili, dovranno
accontentate delle suggestioni e della sen- meriggio il Consiglio dei ministri che ap- casione di attaccarlo. Memorabile fu l’at- diecimila). la, democristiano e leader indiscusso della tracciare la strada ma non basteranno. Pren-
sazione di percepire la scienza: siate cu- provo un decreto legge con il quale si rad- tacco di Leoluca Orlando Cascio che accu- La falsa narrazione è andata oltre la Dc, Dc siciliana la cui famiglia pagò con il san- dendo in prestito le parole pronunciate da
riosi e puntate sul metodo, e fate la fatica doppiava la durata del carcere preventivo sò in diretta televisiva Falcone di tenere ritenendo quella eliminazione dei 300 ma- gue l’impegno politico dall’immediato do- Winston Churchill a Zurigo nel settembre del
di scoprire la bellezza e la potenza del ra- per gli imputati di associazione mafiosa. nel cassetto carte compromettenti contro fiosi dal 41 bis fu una trattativa fatta da poguerra in poi e la lotta permanente con- 1946 “tutto ciò che occorre è la risoluzione di
gionamento di cui siete capaci. Un decreto che di fatto era un mandato di Lima per insinuare che con la sua presen- Berlusconi e Dell’Utri ancora non entrati tro la mafia. Il resto è solo falsa narrazione migliaia di uomini e di donne di agire bene
Sorgente, mezzo e ricevente: solo agendo cattura, come dissero alcuni critici, tanto za alla direzione nazionale antimafia si sa- in politica! Ma solo per completare i fatti che deve indignare innanzitutto la sinistra piuttosto che male e di meritare la ricompen-
su tutti e tre gli elementi la comunicazione che la sera stessa i carabinieri arrestarono rebbe venduta l’anima. Ricordo che per Li- ricordiamo che da sempre una parte del che oggi è al governo del paese con una sa di essere benedetti invece che maledetti”.
della scienza potrà essere utile alla società. quanti erano da alcune ore già usciti dal ma non è mai stato richiesto un rinvio a Pci ha accusato la Dc di collusione o com- parte della Democrazia cristiana. Carmelo Barbieri
Enrico Bucci carcere. Ebbene, quel decreto legge che giudizio neanche dalla procura di Paler- piacenza con la mafia perché puntualmen- Paolo Cirino Pomicino magistrato del Tribunale di Milano
ANNO XXV NUMERO 131 - PAG III IL FOGLIO QUOTIDIANO MERCOLEDÌ 3 GIUGNO 2020

SMONTARE LE BALLE SUL 5G


Come nasce la leggenda relativa alla dannosità del 5G? Che dicono gli esperti?
E come si risponde al panico? Un girotondo per non avere paura del futuro
sicurezza in accordo con le conoscenze ad
di Annalisa Chirico oggi acquisite. Esistono normative interna-
zionali severe che tutelano la popolazione

I l 5G fa male alla salute umana? Stando a


certe ordinanze comunali, le reti di quinta
generazione, che ci consentiranno non solo di
dai campi a radiofrequenza. Queste norme
fissano limiti di esposizione e si basano sugli
unici effetti accertati derivanti dall’esposi-
comunicare meglio con i cellulari ma anche di zione ai campi a radiofrequenza, vale a dire
gestire i robot nelle fabbriche, condurre inter- gli effetti termici, cioè quelli dovuti al riscal-
venti chirurgici a distanza e operare infra- damento. Tali effetti si manifestano per
strutture come centrali elettriche e mezzi mi- esposizioni a campi di elevata intensità ben
litari, rappresenterebbero una straordinaria lontani dai valori a cui siamo sottoposti nella
opportunità tecnologica ma anche un rischio vita di tutti i giorni. Inoltre, l’Italia per ga-
sanitario troppo elevato. Almeno in Italia. “A rantire una maggior tutela si è dotata di un
Vicenza si è scatenato un aspro confronto tra quadro normativo che prevede limiti massi-
comitati pro e contro – dichiara al Foglio il sin- mi di esposizione molto più bassi rispetto a
daco della città Francesco Rucco – Ci siamo quelli adottati da ogni altro paese europeo”.
rivolti alle autorità preposte e, nell’attesa di La conoscenza scientifica però non è mai ac-
una risposta chiara da parte dell’Arpa Veneto, quisita una volta per sempre. “Infatti il feno-
abbiamo preferito applicare il principio di meno continua ad essere studiato e monito-
precauzione. Del resto, noi sindaci siamo re- rato. Ciò che tuttora è oggetto di studio è se ci
sponsabili della salute dei cittadini”. Vicenza siano effetti diversi da quelli termici che si
è soltanto una delle amministrazioni locali possano instaurare nel caso di esposizione
che hanno adottato ordinanze per “sospende- prolungata a campi di bassa intensità. Non
re” la sperimentazione e/o attivazione degli esistono indicazioni concrete, sulla base del-
impianti di trasmissione radio per la telefonia le sperimentazioni effettuate ad oggi, e quin-
mobile con tecnologia 5G. “Da noi – spiega di non c’è motivo per rivedere i limiti di
Rucco – le aziende possono installare gli im- esposizione. Purtroppo alcuni studi minori-
pianti ma non attivarli, nemmeno in via speri- tari fanno riferimento a insorgenza di cancro

Il caso di Vicenza e le altre Le ordinanze ostili dei sindaci


amministrazioni locali che hanno contro una tecnologia importante.
adottato ordinanze per Gli ospedali rischiano di creare molti
“sospendere” la sperimentazione boomerang anche per la salute
mentale”. In assenza di controindicazioni ma si tratta di messaggi allarmistici: i panel
scientifiche, la vostra è una forzatura politica. scientifici internazionali, a livello di Com-
“Non siamo ideologicamente contrari al 5G missione europea, Oms e IEEE (Institute of
ma per strada c’è un chiacchiericcio fastidio- Electrical and Electronics Engineers, ndr),
so, si parla addirittura di legami tra 5G e coro- attraverso l’analisi critica degli studi dispo-
navirus, perciò serve un chiarimento definiti- nibili nella letteratura scientifica sull’argo-
vo”. In realtà, come ha chiarito in audizione mento, non hanno rilevato elementi validi
parlamentare Alessandro Polichetti dell’Isti- per affermare che i campi a radiofrequenza
tuto superiore di sanità, “non esistono partico- portino alla salute un danno diverso da quel-
lari motivi di preoccupazione, ciò che conta è lo termico. Per ora, in Italia le frequenze as-
il monitoraggio costante ad opera delle agen- segnate dal Ministero delle Telecomunica-
zie regionali di protezione ambientale, come zioni per il 5G sono tre: una banda bassa in-
accaduto per le tecnologie esistenti. Una parte torno agli 800 MHz; una banda media intorno
della popolazione è preoccupata dal gran nu- ai 4 GHz; una banda alta intorno ai 27 GHz.
mero di antenne che saranno installate ma in Siamo dunque al di sotto delle cosiddette on-
realtà si registrerà una potenza di emissione de millimetriche (30-300 GHz) che vengono
più bassa senza aumento dei livelli di esposi- spesso chiamate in causa nel caso dei segna-
zione. Si ritiene poi, sbagliando, che le cosid- li 5G. La paura associata al 5G è mal posta
dette ‘onde millimetriche’, quelle alle fre- perché, allo stato dell’arte, le frequenze in
quenze più elevate intorno ai 27 GHz, siano gioco sono già state in gran parte esplorate
‘inesplorate’ ma è falso: noi conosciamo bene i nelle tecnologie precedenti (2G, 3G, 4G) ed i
meccanismi di interazione dei campi elettro- livelli di potenza associati al 5G sono inferio-
magnetici con il corpo umano e per tutto l’in- ri a quelli delle precedenti generazioni di te-
tervallo da 100 KHz a 300 GHz sappiamo come lefonia mobile. Dobbiamo continuare a stu-
proteggerci mediante limiti di esposizione diare e stare sempre allerta ma ad oggi non
raccomandati a livello internazionale”. abbiamo elementi per sostenere che il se-
Se alcuni sindaci, dunque, tirano il freno, gnale 5G sia dannoso per la salute”.
gli scienziati appaiono compatti. Per Nicola Secondo Giuseppe Marsico, ricercatore
Pasquino, professore di Misure per la Com- dell’Istituto superiore per la protezione e la
patibilità elettromagnetica all’Università ricerca ambientale (l’ente pubblico di indi-
Federico II di Napoli e presidente del Comi- rizzo e coordinamento delle Arpa regionali),
tato Tecnico 106 “Esposizione umana ai cam- nel dibattito sulle reti 5G “prevalgono irra-
pi elettromagnetici” del Comitato Elettro- zionalità ed emotività, le ordinanze dei sin-
tecnico Italiano, “dal punto di vista elettro- daci sono fuori dalla realtà. Le prime speri-
magnetico il 5G non presenta differenze so- mentazioni nel campo elettromagnetico ri-
stanziali rispetto al 3G o al 4G: la banda di salgono agli anni Sessanta negli Stati uniti, e
frequenze è molto vicina a quella che usa il sono tuttora in corso: l’unico effetto accerta-
4G. Per chiarirci: il 4G utilizza prioritaria- Se i sindaci sono divisi e tirano il freno, compatti sono gli scienziati: “Non ci sono differenze tra il 5G e il 4G” (foto LaPresse) to è quello termico dovuto all’esposizione.
mente le frequenze di 800 MHz e 2,6 GHz L’operaio che effettua la manutenzione di
mentre al 5G sono stati assegnati i 700 MHz e scientifici internazionali come l’ICNIRP ormai un servizio commerciale a tutti gli ef- luppo tecnologico interessi economici dete- re quantità di informazioni a una velocità un’antenna deve stare attento perché una
(solo dal luglio 2022, perché fino ad allora la (Commissione Internazionale sulla Protezio- fetti, e non solo in quelle 5 città: oggi si può riori o complotti finalizzati, per esempio, al- maggiore. Navigheremo su internet più rapi- prolungata esposizione provoca un aumento
frequenza sarà usata dal sistema radiotele- ne dalle Radiazioni Non Ionizzanti), che è comprare un telefono 5G anche se la coper- la sorveglianza della popolazione in spregio damente e potremo trasmettere video ad al- della temperatura corporea fino al caso
visivo) e 3,6 GHz che è più bassa di quella l’ente a cui si riferisce l’Ue per definire i li- tura al momento è scarsa perché le antenne alla privacy. L’unico antidoto è la corretta in- tissima risoluzione in tempi incredibilmen- estremo di uno shock termico. Ma, a parte
impiegata dal modem wifi casalingo, pari a 5 miti di esposizione cautelativi per la salute sono poche. Attualmente il Governo ha dato formazione, basata su fatti scientifici”. La te brevi. Ma la vera rivoluzione sarà la possi- questo, non è stata individuata alcuna corre-
GHz. Il 5G potrà anche usare frequenze nella umana. A marzo 2020 l’ICNIRP ha sostanzial- priorità a 120 comuni per l’installazione del penetrazione del 5G ne sarà rallentata? bilità di dar finalmente vita all’Internet del- lazione con i cosiddetti ‘effetti a lungo termi-
banda dei 27 GHz. Questa banda, che si collo- mente confermato i limiti suggeriti già nel 5G considerandolo una risorsa fondamenta- “Non credo. Come si è detto, non c’è alcu- le cose: grazie al 5G si creerà un vero e pro- ne’, come leucemie e tumori. Il Consiglio eu-
ca all’estremo inferiore delle ‘onde millime- 1998. In molti poi temono che il campo elet- le per l’avanzamento tecnologico e il supera- na sperimentazione in atto. Inoltre, le basi prio ecosistema fatto di migliaia di dispositi- ropeo raccomanda alcuni valori limite per
triche’, è quella su cui la popolazione nutre tromagnetico possa essere causa di tumori: mento del digital divide. Un altro elemento giuridiche di queste ordinanze sono fragili vi collegati con continuità alla rete cellulare l’esposizione, e l’Italia ha adottato dei para-
maggiori preoccupazioni, che però ritengo nel 2011 l’Oms, sulla base delle valutazioni comune a quasi tutte le ordinanze di blocco poiché vietano l’installazione di una infra- che potranno inviare dati da usare per gli metri ancora più bassi e stringenti. Sia chia-
ingiustificate per due motivi. Il primo è di effettuate dall’IARC (Agenzia Internaziona- del 5G è il riferimento all’equivalenza tra il struttura primaria”. I sindaci si appellano al scopi più disparati: la realtà virtuale e la ro: la ricerca non si è fermata. Continuiamo a
natura elettromagnetica: l’unica differenza le per la Ricerca sul Cancro) a seguito di uno 5G e le onde millimetriche. Come già detto, principio di precauzione. “L’applicazione di realtà aumentata, la possibilità di svolgere indagare e ad approfondire ma non esistono
rispetto alle altre frequenze impiegate dal studio epidemiologico di lungo periodo, ha le frequenze usate dal 5G saranno per la tale principio è valida quando il fenomeno attività in collaborazione pur stando in luo- basi scientifiche per sostenere che il 5G dan-
5G (e dagli altri sistemi cellulari) è che il inserito i campi elettromagnetici in catego- maggior parte ben lontane dai 27 GHz, e tali non è stato studiato o c’è incertezza nei risul- ghi fisicamente molto distanti (si pensi allo neggi la salute umana”. L’appiglio legale è la
campo penetra meno in profondità nel corpo ria 2B, classificandoli cioè come ‘possibil- frequenze, anche lì dove saranno impiegate, tati sperimentali. Nel caso del 5G, come per smart working)”. E poi c’è il campo della te- prudenza. “Ma il principio di precauzione
umano; il secondo è più applicativo: quelle mente cancerogeni’: è la stessa categoria in comporteranno un impatto elettromagnetico tutti i sistemi cellulari e in generale per i lemedicina. “A mio giudizio, sarà il servizio non può diventare l’alibi per bloccare il pro-
frequenze saranno impiegate soltanto in cui sono inseriti, per esempio, l’aloe vera, molto basso”. Il 5G però aumenterà il nume- campi elettromagnetici, l’Oms ha dato una più rivoluzionario. Con il 5G sarà possibile gresso. Abbiamo il dovere di andare avanti
aree poco estese come le sale di attesa degli l’acido caffeico e le attività professionali di ro di antenne sul territorio. “E’ vero, con il risposta chiara attraverso la classificazione effettuare visite di controllo a distanza e in- cercando di contemperare il diritto alla sa-
aeroporti o delle stazioni, le aree interne ai falegnameria e carpenteria. Non esiste alcu- 5G nelle grandi città vedremo più antenne. e l’ICNIRP ha fissato i limiti: il fatto che enti tervenire sul paziente utilizzando dispositivi lute con gli interessi della produzione e dei
centri commerciali, o per la copertura di al- Tuttavia, le persone devono sapere che, indi- internazionali preposti allo studio del feno- gestori telefonici. Nel giro di pochi anni,
cune zone della città particolarmente dense pendentemente dal numero di antenne, ciò meno e dei suoi effetti abbiano investigato questi impianti strategici ci traghetteranno
di utenti ma sempre di dimensioni limitate. “L’aumento di antenne non va che conta è che il campo elettromagnetico ed espresso una posizione netta fa venire Il Mise ha scelto Milano, Prato, in una nuova Rivoluzione industriale. Dob-
Ciò avrà come conseguenza una emissione di
potenza limitata e quindi un impatto molto
confuso con l’aumento del campo complessivo che esse generano non superi il
limite di legge. E l’Italia, già dal 1998, ha de-
meno i presupposti per l’applicazione del
principio di precauzione”. I sindaci dicono:
L’Aquila, Bari e Matera come città biamo gestire l’impatto sull’ambiente e sulla
salute senza rinunciare all’innovazione”.
poco significativo in termini di livelli di cam- elettromagnetico. I numeri dicono ciso di fissare il livello massimo a 6 volt su noi siamo i responsabili della salute pubbli- pilota. Ma la sperimentazione è di Frontiere avveniristiche come telemedicina
po elettromagnetico a cui la popolazione sa- metro, circa dieci volte inferiore a quello ca. “Vero, i sindaci sono la massima autorità e driveless car diventeranno realtà. “La rete
rà sottoposta”. Quali sono gli effetti dei cam- l’opposto di ciò che si pensa” suggerito dall’Ue. Tale limite non si applica sanitaria sul territorio. Ma questo ruolo va carattere tecnologico, non sanitario 5G sarà in grado di creare una sorta di wifi
pi elettromagnetici sull’essere umano? “La alla singola antenna ma al contributo com- esercitato in presenza di rischi concreti e im- globale che ci consentirà di manovrare og-
scienza ha accertato che l’unico effetto è na evidenza di un nesso causale fra l’esposi- plessivo dovuto a tutte le sorgenti poste in mediati per la salute pubblica, come in caso in remoto. Si pensi al beneficio che derive- getti tecnologici in qualunque parte del
quello termico: se mi espongo a un campo zione ai campi elettromagnetici e l’insorgen- prossimità del luogo di interesse. Un esem- di emergenze sanitarie, epidemie o allerte rebbe a una persona anziana, a un degente o mondo e in tempo reale. Un organo del corpo
elettromagnetico ad alta frequenza e con po- za di tumori”. Ma allora perché in diversi co- pio: intorno alla mia abitazione ci possono meteo. Per il 5G questa emergenza non c’è. a chiunque viva da solo. Il paziente potrà co- umano potrebbe essere trasportato con un
tenza sufficientemente alta (molto più alta di muni vengono emesse ordinanze che ostaco- essere venti antenne ma quello che conta è Diversamente, la massima autorità sanitaria stantemente misurare battito cardiaco, pres- drone da un capo all’altro del globo. Le ordi-
quella dovuta alla presenza delle stazioni ra- lano i sistemi 5G? “Va chiarito, anzitutto, che che il contributo complessivo generato da dovrebbe agire anche nei confronti del wifi o sione e altri parametri vitali, e segnalare al- nanze ostili dei sindaci, che con ogni proba-
diobase dei cellulari e ai limiti fissati a livel- la ‘sperimentazione’, cui si riferiscono alcu- essere non superi i 6 volt su metro. L’aumen- del 4G. Il 5G è un sistema di telecomunicazio- l’ospedale di riferimento, per esempio, l’oc- bilità saranno impugnate e dichiarate ille-
lo nazionale ed internazionale), l’unico effet- ne ordinanze comunali, non è da intendersi to nel numero di antenne non va confuso con ne licenziato a livello mondiale, che ha supe- correnza di uno svenimento le cui conse- gittime, rischiano di produrre un effetto av-
to che ne deriva è il riscaldamento del corpo. in termini biologici ma esclusivamente tec- l’aumento dei livelli di campo elettromagne- rato tutte le verifiche tecniche e rispetta tutti guenze potrebbero essere fatali senza un in- verso inducendo gli operatori del settore a
E’ sull’effetto termico che si basano i limiti di nici. Del resto, non c’è alcun bisogno di svol- tico. Il 5G ha una caratteristica tecnica che lo gli standard applicabili, senza differenze so- tervento tempestivo. Credo che questa appli- chiedere, e ad ottenere, una totale deregola-
esposizione suggeriti dagli organismi tecnici gere una sperimentazione biologica perché rende interessante proprio in termini di stanziali con gli altri sistemi di telecomuni- cazione, da sola, dovrebbe convincere tutti mentazione”.
le frequenze 5G, come abbiamo detto, sono esposizione della popolazione: esso ha la ca- cazione dal punto di vista elettromagnetico. di quanto la nostra vita migliorerà grazie al-
sostanzialmente le stesse delle precedenti pacità di indirizzare la potenza solo dove Ho la netta sensazione che i sindaci stiano l’introduzione di questa nuova tecnologia”.
generazioni di telefonia, e il 27 GHz è una serve, solo dove c’è un cellulare attivo; se in- richiamando il proprio ruolo di massima au- La biologa Olga Zeni, ricercatrice Cnr del-
frequenza ben nota al mondo scientifico. Il vece il cellulare è in standby la potenza è ir- torità sanitaria senza una base giuridica ap- l’Istituto per il Rilevamento Elettromagneti-
5G è una infrastruttura tecnologica che ha ri- risoria; di conseguenza, l’effetto finale è che propriata”. E’ che gli amministratori locali co dell’Ambiente di Napoli, evidenzia una
chiesto una sperimentazione tecnica per ve- mediamente, nello spazio e nel tempo, i li- sono quelli più a contatto con le paure dei “diffusione di notizie inadeguata e fuorvian-
rificarne le funzionalità e capire quali potes- velli di campo elettromagnetico generati so- cittadini. “La mia idea di politica è che la te. Da anni si fanno studi sugli effetti indotti
sero essere i nuovi scenari applicativi: con no inferiori a quelli prodotti dagli attuali si- risposta alle preoccupazioni, sempre legitti- da campi elettromagnetici non ionizzanti, in-
questo intento il Mise scelse Milano, Prato, stemi”. Da dove nasce allora la diffidenza me, non debba limitarsi ad assecondare gli clusi quelli a radiofrequenza e quindi legati
L’Aquila, Bari e Matera come città pilota. verso il 5G? “La risposta dovrebbero darla i umori delle persone, soprattutto su temi anche alle reti di telefonia mobile. Quando si
Nessuno ha mai immaginato di sottoporre i sociologi. In generale, ogni innovazione su- complessi. Un sindaco, se non ha competen- parla di una nuova tecnologia la paura nel
cittadini a una sperimentazione di carattere scita diffidenza almeno in una parte della ze specifiche nel settore, deve affidarsi alla pubblico è legittima, i non addetti ai lavori
sanitario. E’ importante chiarire questo pun- popolazione: è accaduto per il 2G e per il 3G, scienza e a chi quelle competenze le ha, al- temono gli effetti di una tecnologia ignota.
to perché alcune ordinanze si richiamano al meno per il 4G. Ciò avviene per semplice trimenti corre il rischio di cadere in errore Poiché esistono le competenze, anche italia-
concetto di sperimentazione in un’accezione mancanza di conoscenza tecnica. Vi sono poi al solo scopo di creare consenso”. Quali sa- ne, per abbracciare l’innovazione nel rispet-
del tutto sbagliata, e senza sapere, peraltro, ragioni ideologiche, quelle di chi è contro ranno i vantaggi concreti del 5G per l’utente? to della salute, va comunicato che vengono
che essa è praticamente terminata e il 5G è sempre e comunque perché associa allo svi- “Il 5G sarà in grado di veicolare una maggio- adottate le misure idonee per fare tutto in
ANNO XXV NUMERO 131 - PAG IV IL FOGLIO QUOTIDIANO MERCOLEDÌ 3 GIUGNO 2020

UNA FOGLIATA DI LIBRI A CURA DI MATTEO MATZUZZI

CARTELLONE
S crivere di una persona reale e
scrivere di un personaggio imma-
ginato alla fine dei conti è la stessa
una lunga vita appagante, magari nel
sonno…). La prima si ammala di Sla e
muore sessantenne nella sua campa-
sulla morte precoce, sull’opera d’arte
e la sua relazione con la vita, sul ca-
rattere che abbiamo e i libri che scri-
senza fiato, commossi, coinvolti, per-
turbati.
Dunque Rocco. Dunque Pia, due
tura e che in Al giardino non l’ho anco-
ra detto (Ponte alle Grazie) ha il corag-
gio di raccontare i giorni e le notti di
cosa: bisogna ottenere il massimo gna lucchese dopo quattro anni di viamo, o non scriviamo… Non so se i personalità spinose. Dunque Ema- una fine imminente. Rocco e il suo ARTE
nell’immaginazione di chi legge uti- inesorabile malattia progressiva. Il mezzi linguistici che Trevi ha utilizza- nuele, lo sfuggente. Perché a ben ve- autolesionismo, che in L’apparizione
lizzando il poco che il linguaggio ci secondo a quarantasei anni, in un in- to possano essere definiti come fa lui dere le vite raccontate sono tre. E’ nel (Mondadori) trova la via della guari- di Luca Fiore
offre”, così riflette Emanuele Trevi cidente di motorino a Roma. “il poco” cui possiamo attingere. In confronto e nei contrasti fra questi gione, usando il romanzo come auto-
nel suo travolgente Due vite in cui fa Aver conosciuto (come capita a me) verità credo che il linguaggio, a cono- tre amici che il libro prende spesso- terapia. Emanuele e la sua determi- Lei è un’artista coreana, classe 1980.
il ritratto degli scrittori amici, Pia o meno i due protagonisti di questo scerlo e saperlo maneggiare, offra pa- re, oltre che nelle somme tirate dal nazione a scrivere di loro, “perché la Quella di Modena è la sua personale in
Pera e Rocco Carbone, scomparsi memoir, e persino averne letto i libri, recchio e credo anche che l’autore, in sopravvissuto e nel suo sguardo amo- scrittura è un mezzo singolarmente Italia, ma ha alle spalle un’importante
prematuramente e malamente (ma è ininfluente, perché Due vite è prima questo caso come in precedenza, sap- revole e onesto insieme. Sono somme buono per evocare i morti”. mostra alla Kunsthalle di Basilea. Il la-
esiste un modo “buono” di andarse- di tutto una profonda, schietta, neces- pia farne un uso ricco, personale e di vane conquiste e inevitabili scon- “Viviamo due vite, entrambe de- voro è incentrato sulla figura umana vi-
ne? forse sì, dopotutto, alla fine di saria riflessione sulla vita e la morte, spesso inconsueto. Qui si avverte poi fitte (“Non esiste nessuna parola ade- stinate a finire” dice a un certo sta attraverso il filtro del surrogato mec-
la forza ulteriore di un racconto che guata al casino indecifrabile della vi- punto, dando un significato ulterio- canico. Geumhyung Jeong costruisce
probabilmente da anni gli premeva ta umana, al suo perenne fallimen- re al titolo del libro. “La prima è la strani robot più o meno antropomorfi e,
Emanuele Trevi nelle intenzioni e sul cuore, e che to”), di segni premonitori e gesti man- vita fisica, fatta di sangue e respiro, nell’ambito di performance, fa interagire
cuore e intelletto abbiano trovato la cati, coincidenze nefaste e onde del la seconda è quella che si svolge i loro movimenti con quelli del proprio
Due vite strada di pagine talmente essenziali destino. Pia e la sua passione botani- nella mente di chi ci ha voluto be- corpo. Impossibile non pensare all’inno-
Neri Pozza, 130 pp., 12,50 euro e vere da lasciare i lettori a lungo ca, che diventa una forma di lettera- ne”. (Sandra Petrignani) cenza di J. F. Sebastian, il progettista ge-
netico dei replicanti di Blade Runner. E’
un’arte fatta di pezzi di metallo, circuiti
elettrici e plastica. Eppure il sapore è
quello del realismo.

Q uindi: basta con le favolette o le


storielle d’amore. Compito degli
scrittori è documentare la costruzio-
la menti distorte di una dittatura aber-
rante. L’olandese Frank Westerman
denuncia con prosa curiosa e amara
larante prologo la sera del 26 aprile
1932, quando proprio in casa di Gor’kij
si riuniscono una quarantina di scrit-
due soli anni. Una barriera assurda,
un disastro ambientale che poi farà la
fine del comunismo: sarà demolita dal
Kara-Buraz verrà anche girato un film,
che però non sarà mai proiettato in
una sala. Non c’è scampo al furore omi-
l Modena, Palazzina dei Giardini. “Geu-
mhyung Jeong. Upgrade in progress”. Fi-
no al 20 settembre
ne del paese, che sfoghino il loro liri- gli orrori dello stalinismo, e ricostrui- tori, alla presenza di Stalin. “Voi siete nuovo tiranno ex comunista dell’Uzbe- cida dell’epoca staliniana: non certo l info: fmav.org
smo nei tunnel della metropolitana, sce l’ossequioso asservimento degli ingegneri di anime – dice il dittatore – kistan nel 1992. Così come il progetto di per gli scrittori, per quanto si possano
nelle gallerie delle miniere e nelle scrittori ai deliranti progetti del pote- Avete il compito di forgiare l’uomo “girare i fiumi”, dal nord freddo e umi- prostrare ai piedi del tiranno, ma * * *
fonderie”. re assoluto. nuovo sovietico”. Dalla riunione scatu- do al sud caldo e arido di quell’immen- neanche per i loro aguzzini. Tanti de-
Ingegneri di anime è un reportage L’Enciclopedia Britannica scrive, risce l’idea di un viaggio in treno per so paese: tutte idee ciclopiche e paz- latori, militari, ingegneri, tecnici, Ren Hang è stato un fotografo cinese
storico-letterario, un viaggio dell’auto- senza mezzi termini, che con la pubbli- 120 autori, condotti a visitare e a de- zoidi, finalizzate alla costruzione del giudici, membri del Partito finiranno che, all’apice del successo internaziona-
re attraverso le repubbliche ex sovieti- cazione di Belomor, l’opera collettiva scrivere i lavori di scavo del canale Be- famigerato “socialismo”, con gli scrit- nel tritacarne con l’accusa di tradi- le, si è tolto la vita nel 2017. Aveva 30
che, che indaga il nesso fra la lettera- diretta da Gor’kij nel 1934, la letteratu- lomor (cioè un gulag) concepito per tori reclutati a suonare la grancassa. mento o di trotzkismo. “Vedo troppo anni. Comincia a fotografare il corpo nu-
tura comunista e l’edificazione delle ra sovietica aveva già raggiunto il suo congiungere Leningrado con il mar E’ una vera e propria galleria degli pochi visi sorridenti – commenta Go- do del suo compagno ai tempi dell’uni-
grandi opere idrauliche concepite dal- “nadir morale”. Quest’opera ha un esi- Bianco. orrori staliniani, questa di Wester- r’kij nel 1933 a una mostra di pittura – versità. E’ l’inizio di un percorso di rara
Questo del canale è solo uno dei fili mann. Si parla di autori minori, come Troppo poca gioia spontanea”. L’alle- intensità. Il corpo umano, femminile e
conduttori del libro. Un altro è rappre- Konstantin Paustovskij, che però riu- gria, da quel momento, diventerà ob- maschile, viene usato come materiale per
Frank Westerman sentato dal golfo di Kara-Buraz, una scirà a cavarsela, diversamente da An- bligatoria. Il 27 marzo 1953, tre setti- dare forma a situazioni qui paradossali, lì
grande protuberanza orientale del drej Platonov, Boris Pil’njak, Isaak Ba- mane dopo la morte di Stalin, più di disturbanti, là poetiche. Un mix origina-
Ingegneri di anime Mar Caspio, che viene dissennatamen- bel’ e tanti altri, che faranno davvero un milione di prigionieri saranno li- le, che si muove in un territorio al confi-
Iperborea, 360 pagine, 18 euro te prosciugato da una diga nel giro di una brutta fine. Sulla storia del lago di berati. (Alessandro Litta Modignani) ne tra Nobuyoshi Araki e Ryan McGinley.
Vitalismo tragico. Vedremo se reggerà al-
la sfida del tempo. Il Centro Pecci gli de-
dica la prima mostra in Italia.
l Prato, Centro Pecci. “Ren Hang. Nudi”.

Broch fa quello che fa Musil L


a dissoluzione del mondo mitteleuropeo nel primo Elisabeth, che gli piace immaginare come una Madonna o Dal 4 giugno al 23 agosto
Novecento ci è stata raccontata da due grandi scritto- una Biancaneve. Eppure Joachim, secondo la classica dico- l info: centropecci.it
ri agli antipodi: Robert Musil, che negli indugi della tomia dell’amore occidentale, oltre a quello platonico con
sua prosa fa cozzare un intellettualismo quasi ascetico con Elisabeth conosce un rapporto molto carnale con l’entrai-
una materia bruta; e Joseph Roth, che con piglio da narra- neuse ceca Ruzena. Ma nemmeno a lei sa assegnare il giusto MUSICA

con il ritmo di Joseph Roth


tore puro spinge le vicende umane in una corsa accelerata ruolo. Questo prussiano rigido e infantile non è in grado di
di Mario Leone
verso il nulla. Leggendo la nuova edizione adelphiana di collegare in maniera attendibile le proprie percezioni e co-
“Pasenow o il romanticismo”, primo libro della trilogia “I noscenze. Perciò, come osserva Kundera, prova a interpreta-
sonnambuli”, si direbbe che a inizio anni Trenta Hermann re ciò che accade costruendo un sistema paranoico di somi- La Rai propone un viaggio musicale
Broch abbia trovato un punto di equilibrio tra le due pro- glianze tra persone e situazioni. Questo tentativo, e insieme nei teatri e i festival italiani che toccherà
spettive. I presupposti sono saggistici, ma il discorso è assor- il bisogno di liberarsi dalla fatica che gli costa, lo inducono l’Opera di Roma e l’Arena di Verona pas-
bito in una narrazione che cade rapida a piombo: Broch fa poi a individuare una guida esterna. Joachim è ossessionato sando per il Macerata opera festival o il
quello che fa Musil con il ritmo di Roth. Come annota da Bertrand, un ex commilitone che si è spogliato dell’uni- Rossini opera festival. Sono questi alcuni
Kundera nella postfazione, l’unità dei “Sonnambuli” non forme, diventando un uomo d’affari ed entrando così in luoghi di cultura, di bellezza che raccon-
dipende dalla continuità dell’azione o della biografia dei quella borghesia cosmopolita che ai suoi occhi rappresenta tano quanto l’Italia musicale sia, ieri co-
personaggi, ma da un “tema”. Non a caso è uno di quei un caos senza gerarchia. Ogni intervento di Bertrand gli me oggi, viva e all’avanguardia. Questa
romanzi che vengono traditi non solo da un’esposizione appare mefistofelico, eppure non smette di sperare nel suo settimana protagonista è il Teatro dell’O-
anche accurata del plot, ma persino da un’ampia citazione consiglio anche riguardo alle vicende più private. Lo crede pera di Roma con “Le nozze di Figaro”
delle scene principali. La storia è uno scheletro convenzio- onnipotente, e immagina che fili misteriosi lo leghino a (2018) di Mozart dirette da Stefano Monta-
nale, che riflette il vuoto esistenziale dei protagonisti, e non Elisabeth e a Ruzena; ma in realtà questi fili sarà lui a nari con la regia di Graham Vick e il
viene redenta da uno “stile”. A contare è piuttosto il tono, in tesserli, presentandolo alle donne. Joachim è cieco, e Ber- “Tristano e Isotta” (2016) di Wagner di-
cui si fondono una cupa indifferenza e un’ironia dolorosa. Il trand vede tutto: due condizioni in cui non si può vivere retto da Daniele Gatti.
narratore descrive ogni evento come se fosse ineluttabile e al pienamente. Entrambi i giovani sono incapaci di rendere l Viaggio fra i teatri italiani, da mercoledì
tempo stesso immotivato. Il suo sguardo può posarsi ovun- significativo il mondo. L’alternativa al delirio simbolico di 3 giugno su Rai 5
que senza cambiare espressione: un dettaglio minuscolo, la Pasenow non è infatti la concretezza astratta della ragione, l info: rai5.rai.it
cornice monumentale di un’epoca, un mediocre dialogo ma piuttosto la vitalità di simboli, cioè valori, fortemente
romantico… Anche per questo si ha l’impressione di spro- sentiti da una comunità e al tempo stesso non accecanti. I * * *
fondare in un incubo leggero, ma dal quale è impossibile simboli non devono occultare ciò che non possono chiarire,
svegliarsi. L’irrealtà deriva dalla mancanza di una visione ma nemmeno dissolversi completamente. Altrimenti, è Un corposo volume di Lidia Bramani
del mondo solida e condivisa. E il tema brochiano è infatti Kundera a notarlo, dove una realtà rimane “simbolicamen- tenta di riportare alla luce un Mozart ripu-
la metamorfosi dell’uomo “di fronte al processo di disgrega- te muta”, noi la rimuoviamo. Oppure, se è tanto invasiva da lito dalle letture romantiche del solo en-
zione dei valori”. Joachim von Pasenow, Junker terrorizzato costringerci a reagire, non sapendo interpretarla l’affrontia- fant prodige, un po’ giocherellone e folgo-
da una complessità sociale che non riesce a comprendere, mo in modo delirante. In Joachim è proprio il vuoto di rato dall’ispirazione. Terreno della ricer-
raggiunge una pace relativa solo in quella parodia del simboli credibili e condivisi a produrre un pieno di simboli ca è il contesto che accompagnò la nascita
sacerdozio che è l’esercito. Chiuso nell’uniforme dimentica incredibili e idiosincratici: qualunque incontro diventa per della prima delle “tre opere italiane” su
“gli indumenti che stanno sotto, e l’incertezza della vita, lui un segno oscuro, inspiegabile e dunque spiegato con una libretto di Da Ponte: “Le nozze di Figaro”.
anzi, la vita stessa si fa remota”. Così le sue manifestazioni fantasia folle, in cui il sospetto del complotto si alterna L’autrice documenta quanto nella partitu-
più comuni gli appaiono ripugnanti e vergognose. La ricer- all’euforia di chi pensa di aver trovato la chiave di tutti i ra vi sia tutto lo spirito illuminista di cui
ca di armonia e di amore è per lui inconciliabile con il nudo segreti. E’ una situazione che conosciamo bene, noi son- Mozart si era nutrito e aveva approfondito
corpo umano. La prima notte di nozze vorrebbe addirittura nambuli. non tralasciando le tematiche politiche,
“Pasenow o il romanticismo”, primo libro della trilogia “I sonnambuli” di Hermann Broch, è in libreria con una nuova edizione targata Adelphi montare la guardia alla camera da letto di sua moglie Matteo Marchesini erotiche e portando alla luce un “punto di
vista femminile” in tutta l’opera.
l Lidia Bramani, “Le nozze di Figaro”
l il Saggiatore, 422 pp., 38 euro

G li oceani sono l’ultimo far west


rimasto. Laggiù, in quelle distese
di mare, accade di tutto semplice-
nautiche in tutti e cinque gli oceani, a
bordo di navi e pescherecci, lance
della guardia costiera, navi di pattu-
stopico, che ospita fenomeni oscuri e
disumani”. Oggi circa metà della po-
polazione mondiale vive a meno di
nienta gli sconfitti, sin dai tempi di
Long John Silver, è l’unico verbo am-
messo.
ria di Sealand – il piccolo stato indi-
pendente al largo delle coste inglesi
che mette in vendita online la cittadi-
TEATRO
mente perché a nessuno interessa.
di Eugenio Murrali
glia della polizia marittima e vascelli centocinquanta chilometri dall’ocea- Di fatto, nessuno paga per i crimini nanza e persino le onorificenze – e si
Gli oceani – non solo il maestoso Pa- di Greenpeace e Sea Shepherd. no e le navi mercantili trasportano il commessi in alto mare – dalla pesca lancerà alla caccia delle baleniere,
cifico narrato da Hugo Pratt – sono la Oceani fuorilegge è un potentissimo 90 per cento delle merci mondiali, ep- illegale al traffico di clandestini – e raccontando la storia delle truffe L’Enrico VI è un’opera monumentale
frontiera definitiva, la più selvaggia e affresco di ciò che avviene ogni gior- pure in mare aperto c’è un’infallibile l’impunità rende gli oceani una terra portuali e dei finti affondamenti di Shakespeare composta da 3 pièce, per
brutale. Scrivendo Oceani fuorilegge, no in mare aperto fra pirateria e con- logica di impunibilità e nessuno ne per fuorilegge. Il grande merito del- che macchiano di sangue il mare. un totale di 15 atti, circa 200 personaggi e
Ian Urbina – giornalista investigativo trabbando, omicidi impuniti ed equi- racconta gli attori principali, quel- l’autore è quello di documentare un Abbiamo mappato le stelle e cono- 10 mila versi. Il Centro drammatico na-
del New York Times – si è lanciato in paggi ridotti in schiavitù a bordo di l’accozzaglia di ladri di relitti e mer- mondo pressoché invisibile, muoven- sciamo ogni centimetro della Luna zionale dei paesi della Loira, diretto da
un’impresa epica, viaggiando per cin- pescherecci fatiscenti perché la veri- cenari, scaricatori clandestini di pe- dosi in luoghi di bellezza senza pari, ma, sorprendentemente, abbiamo Thomas Jolly, ha messo in scena questo
que anni da un emisfero all’altro, tà è che “nonostante la bellezza moz- trolio e pescatori di frodo, clandestini lì dove gli istinti peggiori della natura dimenticato di esplorare i fondali dramma titanico del Bardo. Lo spettaco-
percorrendo oltre dodicimila miglia zafiato, l’oceano è anche un luogo di- e balenieri ribelli. In questa immen- umana prendono il sopravvento, in degli oceani, accettando di sorvola- lo, in 8 episodi, è disponibile in libera
sa zona grigia, Urbina si muove con spregio alla natura e al rispetto per la re su tutto ciò che accade ogni gior- visione sul sito del Quai, avveniristico
destrezza, un capitolo dopo l’altro fir- vita stessa. no in alto mare. Adesso, grazie a spazio di creazione ad Angers. Le 18 au-
Ian Urbina ma un reportage accurato – talvolta Quindici intensi capitoli durante i questo libro, non abbiamo più alcun daci ore d’allestimento rievocano la vita
sconfortante – capace di cogliere la quali Urbina si imbarcherà nelle na- alibi e non possiamo più far finta di del sovrano d’Inghilterra, proclamato re
Oceani fuorilegge crudeltà della vita in mare in cui la vi ambientaliste, incontrerà i pirati non sapere. Sì, l’oceano ci sta chia- già a 9 mesi di età e destinato a regnare,
Mondadori, 564 pp., 23 euro legge che premia il più forte e an- somali, racconterà l’incredibile sto- mando. (Francesco Musolino) lui saggio e pio, in un tempo di violenza,
tra la guerra dei Cent’anni e quella delle
due rose, fino a un tragico epilogo.
l Enrico VI di William Shakespeare
l lequai-angers.eu

D io solo sa quanto l’Europa abbia


bisogno di (ri)trovare la propria
identità. Non tanto quella che si cela in
già famoso nel nostro paese soprattutto
per Il primo inverno: la piccola era glacia-
le e l’inizio della modernità europea (1570-
Londra, Vienna, Parigi, Venezia –
quanta Venezia, ammaliante e tradi-
trice! – attraverso i commerci, le co-
ne la ricognizione di una storia collet-
tiva, nella quale entrano le vicende
personali e familiari dell’autore e
giallo storico, che parte da ipotesi e in-
dizi, e si snoda sullo studio di docu-
menti di archivio, interviste, perizie
* * *
piani economici e finanziari condivisi, 1700), sembra – in questo Viaggio italia- struzioni urbane, l’arte, le dispute reli- quelle pubbliche dei geni che hanno scientifiche, forbito e ricco di detta- Il primo scritto di Oscar Wilde per il
oggi molto discussi, pur utili e necessa- no, pubblicato da Marsilio – un novello giose e le guerre fratricide, come quel- “fatto” l’Europa. Senza firma di nor- gli e piacevoli digressioni, che apro- teatro, “Vera o i nichilisti”, torna in li-
ri. Ma non bastevoli. Quanto quella che Pollicino, che mette insieme tanti pez- la dei Trent’anni, e soprattutto la musi- mative o trattati, ma grazie a pensieri e no squarci su un passato che oggi breria in una nuova edizione, curata da
si riconosce in una comunità con le sue zettini di pane compiendo un Grand ca. A caccia di un liutaio misterioso, parole messi nero su bianco, e note di sembra ritornare: il cambiamento cli- Enrico Terrinoni. Vera è una donna co-
solide radici – vogliamo chiamarle ba- Tour d’altri tempi sul suolo del Vec- nato nella cittadina di Füssen, in Algo- musiche celestiali senza le quali non matico dei primi del Seicento, il con- raggiosa e appassionata, vive nella Rus-
si, pilastri, fili conduttori – culturali, chio continente. Là dove si è costruita e via, poi trasferitosi in Laguna per lavo- saremmo ciò che siamo: Vivaldi, Bach, tagio della peste, gli albori della glo- sia di fine Settecento e ha un’idea fissa in
sociali, religiose, antropologiche. Phi- sedimentata l’anima dell’occidente. rare a bottega, colpevole di aver co- Mozart, Casanova, Diderot. E la grande balizzazione. testa: uccidere lo zar. Il fratello della pro-
lipp Blom, storico, giornalista e scritto- E per vero, questo viaggio bisogne- struito un violino bellissimo, rimasto storia si intreccia a quella microco- Eccolo, allora, il viaggio. Ricercare tagonista, appartenente al gruppo dei sa-
re germanico nato nell’anseatica Am- rebbe proprio definirlo europeo, per- però alla fine senza paternità, di cui smica, eppure indispensabile a ogni un’identità per ritrovare una paternità botatori rivoluzionari, è stato infatti depor-
burgo, formatosi poi a Vienna e Oxford, ché rimbalza tra la Baviera, L’Aia, Blom, musicofilo appassionato, entra disegno provvidenziale, di un’umanità nella quale potersi finalmente com- tato in Siberia, questo l’ha spinta e unirsi
fortuitamente in possesso. anonima vissuta in quello spicchio piere come figli. Quella del violino po- al gruppo dei nichilisti, per sovvertire il
“Una domanda, un contatto fisico, temporale tra Seicento e Settecento: trà, con struggimento, rimanere scono- regime. Sotto l’ambientazione russa, si in-
Philipp Blom un incontro” accendono la miccia di artigiani, mercanti, girovaghi, artisti al sciuta. Mancare la propria vuol dire travede il senso di uno dei drammi più po-
un amore, che trascende tempo e spa- soldo di padroni più o meno illustri, forse perdersi in una “danza macabra” litici di Oscar Wilde: il travagliato rappor-
Un viaggio italiano zio. Allora, la caccia all’uomo per sco- cortigiani, dame castigate o disinibite, col destino, e sprecare il proprio posto to dell’Irlanda con l’Impero britannico.
Marsilio, 319 pp., 19 euro prire l’identità dello strumento divie- giovani in cerca di fortuna. Un vero nel mondo. (Roberto Paglialonga) l Oscar Wilde, “Vera o i nichilisti”
l Feltrinelli, 192 pp., 9 euro

Potrebbero piacerti anche