Sei sulla pagina 1di 5

Analisi del periodo

La proposizione

Una frase con un solo verbo si chiama PROPOSIZIONE.

Luigi mangia la mela.

Questa è una proposizione perché contiene il verbo "mangiare", terza persona singolare
(“mangia”).

Luigi mangia la mela mentre ascolta la musica.

Qui invece ci sono due verbi, quindi due proposizioni. La prima proposizione è:

Luigi mangia la mela

la seconda proposizione è:

mentre ascolta la musica.

L'insieme di una proposizione o di molte proposizioni si chiama PERIODO; il periodo


termina con un punto.

Luigi mangia la mela mentre ascolta la musica.

Si tratta di un periodo che contiene due verbi, quindi è costituito da due proposizioni.

(1) Luigi mangia la mela (2) mentre ascolta la musica.

Come individuo le varie proposizioni?

Analizzare un periodo vuol dire separare le varie proposizioni che formano il periodo,
mettendo insieme soggetto, predicato e complementi di ogni proposizione.

La casa ci permette di dormire tranquillamente di notte.

Per separare correttamente le due proposizioni, individuo dapprima i due verbi: permette
e dormire; questo significa che in questo periodo ci sono DUE PROPOSIZIONI.

Poi unisco al verbo permette il soggetto e i suoi eventuali complementi ed ottengo la


prima proposizione:

La casa ci permette

Poi considero il secondo verbo: dormire, unisco al verbo dormire il soggetto e i suoi
complementi ed ottengo:

di dormire tranquillamente di notte.


Le varie PREPOSIZIONI che introducono la seconda proposizione le metto nella seconda
proposizione e non nella prima.

La marmellata è quella cosa che sta nei vasetti.


Per separare correttamente le due proposizioni, individuo dapprima i due verbi: è e sta;
poi unisco al verbo è il soggetto e i suoi eventuali complementi ed ottengo la prima
proposizione:

La marmellata è quella cosa

Poi considero il secondo verbo: sta, unisco al verbo sta il soggetto e i suoi complementi
ed ottengo:

che sta nei vasetti.

Il pronome relativo che, poiché introduce la seconda proposizione, lo metto nella


seconda proposizione e non nella prima.

Proposizioni principali e proposizioni secondarie

La PROPOSIZIONE PRINCIPALE è la proposizione che contiene un verbo e un soggetto che


si individua in modo chiaro. Il verbo è al modo INDICATIVO, CONGIUNTIVO, e
IMPERATIVO. Questo significa che puoi trovare facilmente il soggetto collegato al verbo;
inoltre questa proposizione non dipende da un'altra, ma ha senso compiuto anche se la
stacchi dalle altre proposizioni.

Luigi mangia la mela mentre ascolta la musica.

La proposizione principale è:

Luigi mangia la mela

questa proposizione ha senso compiuto perché ha un soggetto (Luigi), un verbo (mangia)


e un complemento (la mela);

invece la proposizione:

mentre ascolta la musica.

dipende dalla principale, quindi è una proposizione secondaria, che se voglio posso
anche non mettere;
inoltre per capire il significato di questa seconda proposizione, che cioè sto parlando di
Luigi (infatti è Luigi ad ascoltare la musica) serve necessariamente la proposizione
principale, dove sta il soggetto: Luigi.

La casa ci permette di dormire tranquillamente di notte.

La proposizione principale è:

La casa ci permette

questa proposizione ha senso compiuto perché ha un soggetto (la casa), un verbo


(permette) e un complemento (ci= a noi);
mentre la proposizione:

di dormire tranquillamente di notte.

dipende dalla principale, quindi è una proposizione secondaria, che se voglio posso
anche non mettere;
inoltre per capire il significato di questa seconda proposizione, che cioè sto parlando di
noi (infatti siamo noi che possiamo dormire), serve necessariamente la proposizione
principale, dove sta il soggetto: noi ricavato dal pronome ci.

Forse ti starai chiedendo, «Ma “ci” non è il complemento della prima proposizione?». Sì!
Ma è anche il soggetto (implicito) della seconda preposizione. Prova a considerare la
frase in questo modo:

La casa ci permette di dormire tranquillamente=

La casa permette a noi che noi dormiamo tranquillamente.

Questa frase non è naturale in italiano, ma usala come punto di riferimento per capire
per trovare il soggetto delle frasi secondarie. Facciamo un altro esempio:

Io voglio andare a scuola = Io voglio che io vado a scuola.

La marmellata è quella cosa che sta nei vasetti.

La proposizione principale è:

La marmellata è quella cosa

questa proposizione ha senso compiuto perché ha un soggetto, un verbo e un


complemento;

mentre la proposizione:

che sta nei vasetti.

dipende dalla principale, quindi è una proposizione secondaria, che se voglio posso
anche non mettere;
inoltre per capire il significato di questa seconda proposizione, che cioè sto parlando
della marmellata, (infatti è la marmellata che sta nei vasetti), serve necessariamente la
proposizione principale, dove sta il soggetto: marmellata, indicato dal pronome relativo:
che.

ESERCIZIO

1) - Nel periodo: “Il computer è dotato di un monitor che permette di vedere i video”.
La proposizione:
che permette di vedere i video.

è una proposizione principale.


è una proposizione secondaria.
è un complemento di concessione.

2) - Nel periodo: “La mia casa è costituita da molte stanze e si trova in centro”.
La proposizione:
La mia casa è costituita da molte stanze

è una proposizione principale.


è una proposizione secondaria.
è un predicato verbale.

3) - Nel periodo: “Quando il cielo è molto nuvoloso il sole è nascosto dietro le nuvole”.
La proposizione:
Quando il cielo è molto nuvoloso

è una proposizione principale.


è una proposizione secondaria.
è un complemento di tempo.

4) - Nel periodo: “Le rondini volano nel cielo quando arriva la primavera”.
La proposizione:
Le rondini volano nel cielo

è una proposizione principale.


è una proposizione secondaria.
è un complemento di tempo.

5) - Nel periodo: “Internet consente di collegarsi con le persone lontane onde inviare loro
delle email”.
La proposizione:
onde inviare loro delle email.

è una proposizione principale.


è una proposizione secondaria.
è un complemento di concessione.

6) - Nel periodo: “La mia auto è molto silenziosa quando mio padre accende il motore”.
La proposizione:
quando mio padre accende il motore.

è un complemento di tempo.
è una proposizione secondaria.
è una proposizione principale.

7) - Nel periodo: “Il pane nutre il corpo se è fatto con il grano”.


La proposizione:
Il pane nutre il corpo.

è un predicato nominale.
è una proposizione secondaria.
è una proposizione principale.

8) - Nel periodo: “Le patate si cucinano nell'olio di oliva quando esso inizia a bollire”.
La proposizione:
quando esso inizia a bollire.

è una proposizione principale.


è una proposizione secondaria.
è un complemento di stato in luogo.

9) - Nel periodo: “Il mio quaderno si sporca quando la penna non scrive bene”.
La proposizione:
quando la penna non scrive bene.

è una proposizione principale.


è una proposizione secondaria.
è un complemento di argomento.

10) - Nel periodo: “Il mio telefonino risulta spento se ho dimenticato di caricare la
batteria”.
La proposizione:
se ho dimenticato di caricare la batteria.

è una proposizione principale.


è un complemento di tempo.
è una proposizione secondaria.