Sei sulla pagina 1di 4

PAESE :Italia DIFFUSIONE :(126000)

PAGINE :1;4 AUTORE :Elena Marta Pierp…


SUPERFICIE :51 %
PERIODICITÀ :Quotidiano

24 giugno 2020

RICERCA/TONIOLO

Maturandi 2020
versol’università
nonostantelacrisi
Nelleragazzee nei ragazzidel-
la maturità 2020il desideriodel
futuro è più forte della paura e
la progettualità è viva.Non so-
lo: lo sguardo verso il domani
prevede,per molti di loro, l’e-
sperienza universitaria...
ElenaMartae PierpaoloTriani
a pagina3
ANALISI L’IstitutoTonioloanalizzasperanzee pauredei maturandi2020in un passaggiosegnatodall’ombradel virus

I giovaniversol’università
famedi futurooltreil Covid
Piùprogettualità
maconilpesodelle
incognite,
increscita
i percorsi
formativi
tecnici
ascapito
della
medicina.
Masolo
lametàimmagina
lenozzeeifigli

ELENAMARTA
PIERPAOLO
TRIANI

elle ragazzee nei ragazzidella ma-

N turità 2020il desiderio del futuro è


più forte della paura e la proget-
tualità è viva,nonostantele difficoltà. Non
solo: lo sguardoverso il domani prevede,

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia DIFFUSIONE :(126000)
PAGINE :1;4 AUTORE :Elena Marta Pierp…
SUPERFICIE :51 %
PERIODICITÀ :Quotidiano

24 giugno 2020

per molti di loro, l’esperienzauniversitaria, to che negli ultimi anni, secondoi


intesa come spazio caratterizzato da in- dati Istat, la percentuale di diplo-
contri significativi. Èquestol’orizzonteche mati italiani iscritti l’anno succes-
emergedall’indagine condotta dall’Osser- sivo all’Università è stata circa del
vatorio Giovanidell’Istituto TonioloeIpsos, 50%,sembra esserci,almeno nelle
tra il 10 aprile e 28 maggio2020(quindi in intenzioni, una tenuta della scelta
piena fase 1 e all’inizio della fase2 dell’e- versolo studio universitario. Logi-
camente occorrerà verificare nei
mergenzaCovid-19),cheha coinvolto, con
metodologia Cawi, 1.000ragazzee ragaz- prossimi mesi quanto il fattore e-
zi 18-19enni, frequentanti l’ultimo anno conomico potrà incideresu questo
della scuolasecondariadi secondogrado, orientamento generale.
nei suoi diversi percorsi. Più della metà dei giovani intervi-
Ora che i numeri del contagio stanno vi- stati (quasiil 60%)ritiene chel’emergenza
vendo un forte calo, viene più spontaneo del Covid-19 non abbia inciso sulla scelta
pensareai prossimi passi da fare; non era di che cosafaredopo il diploma, dall’altro
cosìscontatonei mesiscorsi,quando l’an- lato però circail 15%ha dichiarato chel’at-
siae la preoccupazioneeranoil sentimen- tuale situazione ha influenzato fortemen-
to di fondo del Paese.Proprio in quel con- te la propria scelta.Circa il 14% ha dichia-
testoabbiamo voluto sondareil parerede- rato di esserestato spinto a scegliereun a-
gli studenti dell’ultimo anno di scuola su- teneopiù vicino a casa;circa l’11%ha pre-
periore per capire quanto la situazione di so in considerazionela possibilità di iscri-
pandemia stesseinfluenzando il loro mo- versi a un’Università telematica.A questo
do di guardareoltre il presentee per com- proposito però coloro chehanno dichiara-
prendere la loro progettualità professio- to di aver fatto un’opzione precisain que-
nale e,più in generale,come immaginas- sta direzioneè il 5%delle future matricole.
sero,rinchiusi "tra le mura di casa",il loro
futuro prossimo. Una certaincidenza della pandemia si no-
ta anche sultipo di studi universitari scel-
Resiste l’investimento nello studio to. I percorsimaggiormenteconsideratidai
La progettualità delle ragazzee dei ragaz- giovani sono l’areadi ingegneria(17%),e-
conomico-statistica (15,5%),medica e di
zi è rimastaall’opera,tanto chemolti di lo-
ro hanno espressocon chiarezzail proprio altre professioni sanitarie (15,5%),psico-
orientamento. A fronte di un 16%del cam- logica(8,6%).Nelleprime duevi è una net-
pione che harisposto di non avereper nul- ta prevalenzadei maschi;nelle altre due u-
la le idee chiare, il 46%ha dichiarato di a- na netta prevalenzadelle donne. Dalle ri-
verle abbastanza chiare, il 23% molto, il spostedegliintervistati, il Covid-19sembra
15%chiarissime. Il 32,6%pensa di prose- averaccresciutol’attenzione versol’ambi-
guire gli studi e contemporaneamente,so- to economico-statisticoepsicologico,sem-
prattutto tra le ragazze,di svolgereun’atti- bra averlasciatoinalterato l’interessever-
vità lavorativa, il 31,7% pensasoltanto di soquello ingegneristicoeaverattenuatola
proseguire gli studi, il 26,8%di svolgere spinta verso l’area filosofica, le professio-
un’attività lavorativa,mentre l’8,9% ni medico-sanitarie e quelle educative.
Alla basedella scelta di proseguiregli stu-
ha dichiarato di non aver ancora di in un percorso universitario non vi è so-
deciso.Complessivamentedunque litamente un’unica motivazione, quanto
il 64,3%dei giovani si vedeimpe- piuttosto, come è logico, un intreccio. Nei
gnatonel prossimoanno nello stu- giovani intervistati (circa nel 73%) l’area
dio enella formazione;etra essicir- motivazionale prevalente è legataall’au-
ca4/5 sonoorientati a scegliereun mento della possibilità di trovareun lavo-
percorso universitario. Considera- ro per realizzarele proprie aspirazioni. U-

na chiara rilevanza è attribuita anche alla


possibilità di poter accederea professioni
di prestigio e di seguirele proprie inclina-

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia DIFFUSIONE :(126000)
PAGINE :1;4 AUTORE :Elena Marta Pierp…
SUPERFICIE :51 %
PERIODICITÀ :Quotidiano

24 giugno 2020

di prestigio e di seguirele proprie inclina-


zioni e i propri interessi. stiche ma come un incontro "vivo" con il
Le "maggiori garanzieper il futuro profes- sapere, come un contesto dove l’intera-
sionale" e "la qualità dell’offerta formati- zione tra gli studenti e i docenti svolgean-
va" sono consideratedai maturandi le ra- cora un ruolo centrale. È all’interno di
gioni più rilevanti che li spingono a sce- questa attesa sull’esperienza universita-
gliere una determinata Università. Perac- ria che le future matricole mostranoun at-
quisire informazioni e consigli in merito teggiamento di prudenza nei confronti
alla sceltale ragazzee i ragazzidurante la
pandemia hanno fatto affidamento su ini- della cosiddetta didattica a distanza, pen-
sandola non in alternativa alle attività in
ziativeonline degli atenei, siti ufficiali ete- presenzama come un’opportunità in più.
st online. Nella maggior parte dei casi la
sceltavienecomunque condivisanell’am- Il 46% concorda convintamente con l’af-
bito familiare, tanto che la figura chespic- fermazione che "la didattica a distanza
ca come fonte di suggerimenti risulta es- dovrebbe essereutilizzata solo in casodi
necessità"e il 41%(chesaleal64 sesicon-
serela madre.
siderano anche coloro che si dichiarano
d’accordo anche se in modo più mode-
L’Università come ambiente rato) si riconosce chiaramente nella linea
relazionale significativo che "la didattica a distanza dovrebbe in-
tegrarsi con le lezioni in presenza".
In questesettimane sista discutendomol-
to su quale saràla forma didattica preva-
Alla ricerca della realizzazione
lente non solo nella scuola ma anche nei Il futuro è visto pieno di incognite per il
percorsi universitari. Le future matricole 65% dei giovani intervistati, ma solo cir-
sanno molto bene che i primi mesi del ca il 20% si sente poco fiducioso e otti-
prossimo anno accademicosarannocon- mista. Prevaleperciò un atteggiamento
dizionati dall’emergenza sanitaria, tutta- realistico e costruttivo verso il
via quando pensanoall’Università la con- domani; uno sguardonon inge-
siderano chiaramente non solo come nuo ma consapevoledelle diffi-
un’istituzione che erogasaperee faricer- coltà e insieme attento a pren-
cama come ambiente nel quale vivere in- dere sul serio aspirazioni e vo-
contri ed esperienze significative tra stu- glia di fare. Quasi il 70% dei ra-
denti e tra docenti e studenti. Le risposte gazzi dichiara di pensarespesso
delle ragazzee dei ragazzi coinvolti nel- a come sarànel proprio futuro,
l’indagine sono a questo proposito chia- e più della metà (soprattutto tra
re. Il 68% dei giovani intervistati si di- le future matricole) prende in
chiara pienamente d’accordo sull’affer- considerazione l’impatto che le
mazione chefrequentarefisicamente l’U- decisioni presenti possono ave-
niversità consente di "sviluppare amici- re nel futuro. Circa il 70% degli
zie e nuovi legami"; il 62% concorda pie- re nel futuro. Circa il 70% degli
namente con l’idea che "l’incontro e il intervistati ritiene abbastanza o molto
confronto con gli altri studenti sia un a- probabile il rispetto delle norme e delle
spetto importante dell’esperienza uni- leggi e oltre il 60% pensa di poter viag-
versitaria"; circa il 60% (esattamente il giare in altri Paesi,in misura maggioretra
58%) si dichiara completamente d’ac- le potenziali matricole. Il 54% pensa sia
cordo con l’affermazione che l’Univer- abbastanza o molto probabile averefigli
sità "è un luogo di crescita culturale e of- e il 51% di essere sposato. Poco più del
fre iniziative interessanti cui partecipare" 30% considera molto probabile per il fu-
e il 55%con l’affermazione che "l’incon- turo vivere vicino alla propria famiglia.
tro e il confronto con i docenti qualifica- Oltre la metà degli intervistati considera
no la formazione universitaria". molto o abbastanzaprobabile l’avereun
Il percorso universitario dunque è anco- lavoro sicuro, mentre circa il 37% consi-
ra inteso dai ragazzi non come un rap- dera probabile il compiere più carriere la-
porto asettico con conoscenze speciali- vorative.
Le ragazzee i ragazzi,nella maggioranza

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia DIFFUSIONE :(126000)
PAGINE :1;4 AUTORE :Elena Marta Pierp…
SUPERFICIE :51 %
PERIODICITÀ :Quotidiano

24 giugno 2020

dei casi, immaginano il loro futuro in


un’ottica di ampliamento dei propri o-
rizzonti di vita, responsabilità, generati- La stragrande
vità. Confidano nelle loro motivazioni e maggioranza
nelle loro risorse personali. Certo non dei 18-19enni
mancano coloro – la percentuale varia da
voce a voce – per i quali la fatica di pen- intervistati
sareil futuro è molto alta.Il quadro, com’è ha detto di avere
normale, è dunque diversificato. Occor- le ideechiare sul
re,perciò, guardare con grande attenzio- proprio domani
ne a ogni giovane nella suasingola storia,
perché sia nella vita universitaria sianel- Il 60%ritiene
la vita lavorativa possaesprimere al mas- chel’esperienza
simo i suoi talenti nonché coltivare quel- dellapandemia
la ricerca di autorealizzazione e di signi- non abbiainciso
ficato che resta la dinamica fondamen-
tale della giovinezza. sulla scelta
Professoressadi Psicologia sociale di cosafare
edi Comunità in Università Cattolica dopo il diploma
Professoredi Pedagogiagenerale
in Università Cattolica
Curatori dell’indagine dell’Osservatorio
Giovani dell’Istituto Toniolo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli studi
universitari
sonovisti
cometempo
di incontri
significativi,la
didattica
a distanzasolo
per integrazione

Tutti i diritti riservati