Sei sulla pagina 1di 4

CONSERVATORIO DI MUSICA “N.

PICCINNI” - BARI

Pedagogia musicale - Prof.ssa M.A. Lamanna


2019/2020
Vito De Sìmini

Unità di Apprendimento N°3

Ambito disciplinare: Educazione Musicale.

Utenti destinatari: Alunni della classe IIIª della scuola secondaria di primo livello.

Denominazione: “Musicrea: parlare un linguaggio universale”

La musica, denominatore comune di popoli e culture, nasce dall'esigenza di esprimere bisogni


personali e collettivi di natura sociale, in tutte le forme e gli stili che la compongono. L'obiettivo del
corso è quello di trasmettere al gruppo di studenti la concezione di “linguaggio universale” della
musica, toccando gli stili e le forme musicali sviluppatesi in epoche storiche differenti. Tra le
finalità vi è il potenziamento delle abilità cognitive, emotive e creative nonché offrire la possibilità
di integrazione tra le diverse etnie presenti all’interno del gruppo classe.

TEMPI DI APPLICAZIONE bimestrale: febbraio/marzo.


FASI DI APPLICAZIONE Otto lezioni collettive a cadenza settimanale, da 2h.
PREREQUISITI • Saper leggere ed interpretare con il proprio strumento uno
spartito di comprensione/esecuzione semplice
• predisposizione all’ascolto e alla pratica creativa;
• saper individuare le sezioni di cui è composto un brano;
• saper intonare;
• predisposizione ad attività ludiche di gruppo.

COMPETENZE IN USCITA • Conoscere i mezzi di diffusione musicale nella storia;


• Sviluppare un’ampia conoscenza della musica sotto l'aspetto
comunicativo e comprenderne il suo valore socio-culturale
in differenti ambiti geografici e storici;
• Saper analizzare e contestualizzare i differenti generi
musicali, delineandone le caratteristiche principali;
• Comprendere gli elementi tecnici e stilistici che
caratterizzano le opere musicali di rilevante valore artistico.

OBIETTIVI FORMATIVI • Acquisire conoscenze, abilità, competenze comunicative;


GENERALI
• sviluppare competenze analitiche e creative;
• favorire le relazioni interpersonali;
• elaborare un metodo critico all’ascolto del contenuto sonoro
e musicale.

COMPETENZE • Distinguere differenti generi musicali;


SPECIFICHE
• Distinguere le caratteristiche metriche e formali di vari stili
musicali;
• Saper individuare e ricostruire l'agogica musicale, attraverso
l'ascolto e l'analisi dello spartito.

METODOLOGIE • Metodo euristico guidato


• Metodo Induttivo

MATERIALE DIDATTICO • Strumenti musicali e mezzi cartacei, pc, impianto


audio/video, L.I.M., dispense fornite dal docente.

Fase operativa.

FASI ATTIVITÀ ESITI


1 – Introduzione Momento ludico di presentazione iniziale fra docente ed Gli alunni, stimolati dall'ascolto e
al linguaggio alunni, all'interno del quale presentare il corso a grandi dall'attività ludica, partecipano
musicale linee. attivamente alla fase introduttiva.
Somministrazione di un sondaggio finalizzato alla
comprensione dei gusti musicali predominanti all’interno
del gruppo classe.
Introduzione, attraverso l’ascolto e la spiegazione, per
macro aree dei differenti generi musicali: Classica, Jazz,
Rock, Pop, contestualizzandoli dal punto di vista storico
ed analizzando punti in comune.
Attività ludica finale: suddividere gli studenti in
sottogruppi; ad ogni gruppo sarà assegnato un genere
musicale dei quale dovranno identificare il contesto
storico, i maggiori esponenti e le caratteristiche peculiari.

2 – Musica Introduzione del concetto di “musica popolare” nelle L'attività svolta dagli alunni aiuta a
popolare varie epoche, dal contemporaneo al periodo favorire le relazioni interpersonali e far
rinascimentale, nel contesto geografico europeo. emergere gli elementi appresi durante la
lezione.
Spiegazione ed analisi evolutiva dei differenti mezzi di
diffusione musicale nella storia.
Attività ludica a squadre, con lo scopo di verificare
l'assimilazione dei concetti illustrati.

3 – Musica Introduzione alla Musica Classica: Gli studenti mettono assimilano


Classica attraverso l'ascolto di brani cio che viene
– Analisi storica dalla fine del 500 sino agli inizi
loro illustrato a livello analitico.
900.
L'attività ludica a quiz ha come obiettivo
– Analisi generale delle caratteristiche strutturali quello di creare un clima di sana
delle forme utilizzate: Ballata, Suite, Rondo, competitività conoscitiva, favorendo
Canone, Fuga Notturno, Rapsodia. l'attenzione e l'interazione dell'intero
– Analisi della funzionalità culturale e sociale gruppo classe.
della Musica Classica.
– Guida all’ascolto di alcuni brani del repertorio
Classico.
Attività ludica finale a quiz, dove identificare le varie
forme utilizzate in ambito classico.

4 – Musica Introduzione alla Musica Jazz : Gli studenti mettono assimilano


Afroamericana attraverso l'ascolto di brani cio che viene
– Analisi storico: dalla fine del 800 sino ai giorni
loro illustrato a livello analitico.
nostri (contesto di origine negli Stati Uniti).
L'attività ludica a quiz ha come obiettivo
– Analisi delle caratteristiche strutturali delle quello di creare un clima di sana
forme utilizzate: Blues arcaico, Jazz Blues, Rag competitività conoscitiva, favorendo
Time, Swing, Be Bop. l'attenzione e l'interazione dell'intero
– Analisi della funzionalità comunicativa e gruppo classe.
sociale della musica Afroamericana.
– Guida all’ascolto di brani tratti dal repertorio
Jazz.
Attività ludica finale a quiz, dove identificare le varie
forme utilizzate in ambito jazzistico.

5 – “Filo rosso Identificazione degli elementi di contatto fra la musica L'ascolto permette agli alunni di
musicale” Classica di matrice europea e la musica Jazz di tracciare una linea comune tra i vari stili
estrazione afroamericana; identificazioni dei valori musicali, portando sul concreto gli
socioculturali che contraddistinguono i due generi elementi analizzati in precedenza.
musicali; identificazione e valorizzazione delle diversità
di stile, forma, radice e storia attraverso l'ascolto e
l'analisi di confronto tra:
Musica popolare europea di matrice classica ( Dvorak,
Bartok).
Musica Afroamericana di matrice Jazz (ambito Soul,
Funk, Pop).
Analisi dei punti strutturali e stilistici in comune ed
ascolti di brani di riferimento.

6 Il docente collabora con il gruppo alle attività di ricerca Con le attività di ricerca gli studenti,
che seguono: coadiuvati dal docente, acquisiscono
una efficacie metodologia d'indagine
– Ricerca di gruppo sui contenuti testuali delle
musicale e dei contenuti di testo.
composizioni analizzate, suddividendoli nelle
seguenti sottocategorie: Racconto storico, Con la priva pratica invece, pongono
Racconto o messaggio sociale, Racconto l'accento sul loro lato creativo, affinando
sentimentale, Racconto descrittivo, Racconto di la sensibilità musicale e umana.
intrattenimento sociale.
– Ricerca di gruppo sui contenuti melodici,
armonici e ritmici differenti degli stili musicali
analizzati.
Prova Pratica da svolgere in due gruppi:
gruppo A: produrre un testo, rispettando i canoni stilistici
(melodici e ritmici) dei generi affrontanti;
gruppo B: Produrre una progressione armonica semplice
di senso compiuto, fondendo elementi di matrice
musicale Classica ed elementi di matrice musicale Jazz,
sul quale applicare il testo musicale prodotto dal gruppo
A.
7 Lavoro condiviso tra docente ed alunni di assemblaggio Gli studenti si misurano con la loro
del testo e della progressione armonica prodotta dagli creazione musicale, supportati dal
stessi; lavoro di correzione del testo e adattamento sulla docente. Affinano l'ascolto, l'intesa di
progressione armonica. gruppo e i rapporti interpersonali.
Esecuzione di gruppo del brano creato con i ragazzi e
relativa registrazione su supporto informatico.

8 – Verifica Ascolto del brano registrato nella lezione precedente, Gli studenti, attraverso il dibattito,
con dibattito legato ai vari aspetti armonici, melodici, sperimentano una fase di autocritica
testuali. costruttiva e condivisione di gruppo.
Dopo il dibattito si svolge un questionario finale per
verificare l’effettiva acquisizione degli argomenti trattati.
Ogni alunno analizzerà un contenuto musicale assegnato,
sviluppando i seguenti punti:
Macro area musicale, contenuto testuale, contesto
socioculturale, tipologia di pubblico al quale è rivolto,
Caratteristiche sonore e strutturali.