Sei sulla pagina 1di 1

Music Collection

Le sonorità folk dei Settanta


Campi Sonori

C’è una riscoperta della musica popolare,
IL VIAGGIO DEI DELIRIUM pone la performance genovese in versio-
una rinnovata attenzione per il folk che ha ne audio. E la storia continua…
spinto ora a dedicare un cofanetto Ritornano i Delirium con un prezioso cofa- Gaetano Menna
dell’Universal Music Collection all’“Ethno netto (con dvd e cd) intitolato non a caso
Folk Italia – Gli anni ‘70”. Ci permette di “Il viaggio continua, la storia 1970-2010”,
riscoprire album particolarissimi, due dei a celebrare i 40 anni di attività. È edito da
quali mai riediti su cd, come i dischi del sici- Black Widow in collaborazione con Rai
liano Mimmo Mollica (“Vinni cu Vinni”, con Trade. Nata sul finire degli anni ’60, la
ricerche sui canti popolari del risorgimento band genovese è ancora pienamente in
siciliano) e del napoletano Peppino Gagliardi attività come quintetto, con i tre compo-
(“Quanno figlieto chiagne e vò cantà cerca nenti storici Ettore Vigo alle tastiere, Pino
int’à sacca …e dalle ‘a libertà”, interessante Di Santo alla batteria e Martin Grice al
album di musica napoletana moderna). flauto e sax a cui si sono uniti Roberto
Altro disco partenopeo compreso nella rac- Solinas alle chitarre e voce solista e Fabio
colta è quello dei Musicanova di Eugenio Chighini al basso.
Bennato e Carlo D’Angiò (“Quanno turnam- A ricordare il glorioso passato i filmati
mo a nascere” con i fuoriusciti della Nuova storici tratti dagli archivi Rai; sette cele-
Compagnia di Canto Popolare coadiuvati bri canzoni registrate per la televisione
da molti artisti del neapolitan power). Ci di Stato tra il 1971 ed il 1975, tra cui
sono poi le suggestioni della voce di Maria “Jesahel” sul palcoscenico del Festival di
Carta (“Umbras” con le canzoni della tradi- Sanremo del 1972 e “Treno”, sigla del
zione popolare sarda), del bolognese Dino programma tv “Il suo nome per favore”.
Sarti (doveroso omaggio all’artista scom- Questo è il passato documentato dalle
parso tre anni fa, di cui ricordiamo anche telecamere Rai. Per quanto riguarda il
le cover in dialetto di brani stranieri), del presente c’è la grande emozione di
torinese Gipo Farassino (“U Bogianen”, in vedere la band tornare a suonare a
cui emerge l’impegno per la valorizzazione Genova, nel prestigioso Teatro
della lingua e della tradizione piemonte- Politeama. I brani di sempre e quelli
se). Nell’insieme davvero una collezione nuovi; e poi gli omaggi a gruppi ed arti-
che fa scoprire le varie strade della musica sti in “sintonia”, riletti alla Delirium… dai
popolare: del recupero della cultura orale, Jethro Tull a Joe Cocker… Emerge una
del nuovo folk (con composizioni originali band dallo stile inconfondibile, con can-
che si rifanno alla tradizione), del recupe- zoni che sono nella memoria storica di
ro dell’espressività dialettale. tutti noi. Oltre al dvd, c’è il cd che ripro-