Sei sulla pagina 1di 10

Fatti fritti

ricettedalmondo.it/fatti-fritti.html

Marianna Pascarella

Sembra che il nome più popolano della ricetta dei "fatti fritti" ovvero i "frati fritti" derivi
dalla loro caratteristica forma, che ricorda la classica chierica dei frati, o anche dall'anello
che spesso si forma tutt'intorno alle ciambelle fritte, che ricorda invece il cordone del
saio dei frati. Ma qualunque sia l'origine del nome o l'autenticità della storia di questa
ricetta, non si può proprio fare a meno di provarla e poi riprovarla per onorare la
tradizione del carnevale o perchè no, gustare queste morbide ciambelle ancora calde
tutto l'anno.

Leggi anche come fare le Ciambelle soffici al forno

Ingredienti per 16 ciambelle


1/10
450 gr di farina manitoba
2 uova (intere)
40 gr di zucchero
40 gr di strutto
150 ml di latte
20 gr di lievito di birra (fresco)
1 cucchiaino di malto d'orzo (facoltativo)
1 arancia (la scorza grattugiata)
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
1 cucchiaio di acquavite (grappa o altro liquore aromatico)
1 presa di sale

Per Friggere:
q.b. di olio di semi

Per Ricoprire:
q.b. di zucchero (semolato)

Strumenti Utilizzati
Impastatrice o Planetaria

Come fare i fatti fritti


1. Per preparare i fatti fritti (o frati fritti) iniziate a preparare l'emulsione aromatica,
che avrà così modo di insaporirsi: riunite in una ciotolina il miele, la scorza
grattugiata dell'arancia (biologica), l'essenza di vaniglia e l'acquavite. Mescolate e
lasciate riposare un po' l'emulsione.

2/10
3/10
2. Nel frattempo sciogliete il lievito sbriciolato nel latte appena tiepido, poi riunite in
una ciotola la farina, lo zucchero, il malto ed una presa di sale. Mescolate un po' gli
ingredienti secchi, quindi aggiungete il latte e lavorate poco. Unite anche le uova
leggermente sbattute e l'emulsione.

4/10
3. Lavorate questi ingredienti (se utilizzate una planetaria munitela di gancio), poi
introducete lo strutto. Proseguite la lavorazione fin quando l'impasto non si
incorda al gancio, diventando liscio ed elastico.

4. Ora trasferite l'impasto in una ciotola, copritelo con la pellicola e lasciatelo riposare
in un luogo riparato da correnti d'aria per almeno 3-4 ore, o comunque fino al
raddoppio.

5/10
6/10
5. Sgonfiate l'impasto e staccate dei pezzetti con in quali andrete a realizzare delle
ciambelle dello spessore di 2 cm circa. Potrete prendere appiattendo i pezzetti di
impasto e realizzando un buco al centro o formando dei filoncini e chiudendoli
bene ad anello. Procedete in questo modo per tutto l'impasto, poi lasciate riposare
le ciambelle per un'oretta circa.

7/10
6. Riscaldate abbondante olio di semi in una padella dai bordi alti e quando l'olio è
ben caldo (circa 175°) friggete i fatti fritti girandoli ogni tanto durante la cottura, per
ottenere una doratura uniforme ed una perfetta cottura interna delle
ciambelle. Man mano che le ciambelline sono pronte prendetele con una
schiumarola e fate assorbire l'olio in eccesso su della carta assorbente. Ancora ben
calde passatele in un piatto dove avrete messo dello zucchero semolato,
ricoprendole completamente.

7. I vostri fatti fritti sono pronti, serviteli ben caldi!

8/10
9/10
Leggi anche come fare i Fatti fritti con il Bimby

10/10