Sei sulla pagina 1di 8

ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D’ITALIA

NOTIZIE A.N.PI. CHIOGGIA


Anno V° Numero 58 Copie inviate: 493 GIOVEDI’ 18 GIUGNO 2020

DI ARIA NON VIVE NESSUNO, NEMMENO L’A.N.P.I .; per


questo è necessario una scelta di buona volontà, una reale
testimonianza di attaccamento ai Valori rappresentati dall’Associazione.
INVITIAMO tutte le iscritte, gli iscritti E, NON SOLO, a destinare, nella
loro dichiarazione dei redditi, il 5X1000 all’Associazione Nazionale
Partigiani d’Italia.

A.N.P.I. codice fiscale: 00776550584


2 giugno 2020, tra celebrazioni e
polemiche…
Come per il 25 aprile, anche per il 2 giugno, causa il contenimento del Covid-19, il
Sindaco di Chioggia ha dovuto attenersi alle precise indicazioni espresse dal Prefetto di
Venezia che, mentre per la Festa della Liberazione aveva concesso la partecipazione
della sola ANPI, per la Festa della Repubblica, ha escluso qualsiasi partecipazione
dell’associazionismo in tutta l’area del veneziano.

Decisa e ferma la protesta del Comitato Provinciale dell’ A.N.P.I. con una comunicazione
inviata al Prefetto di Venezia:
“Ill.mo Prefetto, riceviamo con sorpresa la comunicazione in cui esplicitamente si esclude
l’ANPI dalla partecipazione alle Celebrazioni della nascita della Repubblica Italiana. Ne
prendiamo atto con sconcerto, manifestando alla Signoria Vostra e, per suo tramite, al
governo italiano che Ella rappresenta, lo stupore verso un provvedimento che
ingiustamente esclude dai festeggiamenti nella provincia di Venezia proprio i fondatori del
nostro Stato repubblicano della cui presenza quello stesso Stato che da loro discende,
incomprensibilmente si priva, disconoscendone la paternità.
Una scelta ingrata di impedimento che ci addolora e che consideriamo assolutamente
infondata alla luce della contraddizione tra l’autorizzazione ad una manifestazione di
decine di contestatori in Piazza Ferretto a Mestre e il divieto alla presenza ad una
cerimonia ufficiale del rappresentante di una Associazione gloriosa e rispettosa delle
Istituzioni e delle autorità e delle regole. Un rispetto non dovrebbe essere messo in
condizioni di vacillare di fronte a tale irriguardosa discriminazione.
Per l’ANPI provinciale di Venezia, il segretario Tullio Cacco”

Chioggia, 2 giugno 2020:


Nonostante l’insipiente divieto del Prefetto di Venezia, il Comitato Comunale
dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di Chioggia ha partecipato alla Cerimonia
per il 74° Anniversario della proclamazione della Repubblica e delle elezioni
dell’Assemblea Costituente (nella quale sedettero anche il Parlamentare chioggiotto
RICCARDO RAVAGNAN e la chioggiotta d’adozione LINA MERLIN).
Presente alla cerimonia, il segretario ANPI di Chioggia, Giorgio Varisco, con il fazzoletto
dell’Associazione, IL FAZZOLETTO DEI PARTIGIANI, ASSIEME AD ALTRI NOSTRI
ATTIVISTI.
…Ma non finisce qui:
In libreria:

Dopo la precedente raccolta “NUVOLE E NOTTI” “il nostro caro amico e poeta chioggiotto
FABIO BELLEMO, pubblica una nuova raccolta di poesie: “ALLE CINQUE DI
MATTINA CI SONO CASCATO DI NUOVO”. È una raccolta poetica dalla gran
forza narrativa, dove la vera poesia è la realtà che viene presentata. L’autore infatti sembra
annotarsi i pensieri e le emozioni che vive nella sua quotidianità, presentando un linguaggio
chiaro, semplice, che non può creare equivoci.

“Un medico in Comune” i dieci anni di esperienza come


Sindaco di Chioggia del nostro amico e compagno FORTUNATO
GUARNIERI.
Figure dell’antifascismo chioggiotto
( tratto dagli scritti del prof. Sergio Ravagnan)

GIOVANNI ZENNARO
1896 – 1936
Attivo nella Lega dei Carpentieri, Consigliere comunale di Chioggia nell’Amministrazione
Ravagnan, fu costretto a espatriare clandestinamente nel 1926 e riparò in Francia a Parigi.
Nell’agosto del 1936 si arruolò volontario nelle Brigate Internazionali Comuniste nella guerra di
Spagna. Morì in combattimento a Chapineria dopo pochi mesi per lo scoppio di una bomba a
mano.
A ricordo di Giovanni Zennaro fu intitolata, dal 1945, la sezione chioggiotta del P.C.I. – Nel
2001, l’Amministrazione Comunale gli dedicò lo stradale che porta al Ponte delle Zitelle
Vecchie.

EGIDIO PERINI
1899 – 1978
Fu tra i primi militanti comunisti costretti ad espatriare clandestinamente in Francia dove rimase
tra Parigi e Nizza pedinato e ricercato dalla polizia per ben 19 anni, dal giugno del 1926 fino alla
Liberazione, e precisamente al maggio del ’45. Rientrato subito in patria, fu subito attivo in seno
al Cln. Anche nell’Italia liberata, per due volte ebbe a subire l’umiliazione del carcere. La prima
nel settembre del 1945, da parte del Comando alleato, assieme ad altri tre compagni del Cln.
La seconda, nel maggio del 1949, in conseguenza della mobilitazione popolare che si ebbe in
seguito ai fatti del 14 luglio 1948 (attentato a Togliatti).
Sindacalista nella CGIL, fu responsabile della Camera del Lavoro e Consigliere comunale di
Chioggia per il Partito Comunista Italiano.

RAVAGNAN ANTONIO FELICE


1921 - 2002
Dirigente di primo piano della lotta partigiana. Già nel 1938, ancora giovane studente, aveva
pubblicato, non senza scalpore un volantino molto critico sulla politica di Mussolini. Fu tra gli
artefici della ricostruzione del P.C.I. e del Comitato di Liberazione Nazionale, dopo l’otto
settembre. Coordinatore del S.I.P. il Servizio Informazione e Propaganda, in stretto contatto con
le forze alleate. Fu sindaco della Liberazione, riconfermato nelle elezioni del 1946. Nei 1951,
terminato il mandato di sindaco di Chioggia, ricoprì per diversi anni importanti incarichi a livello
nazionale del PCI.
Fedele ai propri ideali sino alla morte, fu da sempre in prima file nell’ANPI e tra i primi
sostenitori della nascita di Rifondazione Comunista.
Segui l’ANPI di Chioggia anche nella sua pagina
FB: “anpi chioggia”
Contatti nazionali: www.anpi.it
www.patriaindipendente.it

PRESSO LA SEDE SONO A DISPOSIZIONE GRATUITAMENTE:


Copie cartacee di numeri arretrati del nostro notiziario;
Copie della Costituzione stampate a cura dell’ ANPI nazionale;
Copie del volume curato da Cinzio Gibin: “ GINA DUSE il valore civile
della sua ricerca”;
Copie del volume “ONORIAMO UN TRADITORE” di F. Mandarano.

RICORDIAMO CHE LA SEDE A.N.P.I. DI CHIOGGIA (Calle


Biseghella n. 346) RIMANE APERTA TUTTI I GIORNI
(domeniche e festivi compresi) DALLE ORE 9.30 ALLE ORE
11.30 * Per concordare un appuntamento in un orario
diverso, TELEFONARE: 041404647

A.N.P.I. NOTIZIE Chioggia Anno V° n. 58 Copie inviate n. 493


Giovedì 18 giugno 2020
Newsletter a cura dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, Comitato
Comunale di Chioggia. Redazione: Calle Biseghella, 346

email: anpichioggia@libero.it