Sei sulla pagina 1di 3

Accordo di settima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un accordo di settima è un accordo costituito dalla sovrapposizione di quattro suoni, ciascuno


distante una terza dal precedente. Ne risulta che le tre note successive alla nota fondamentale
saranno ad un intervallo rispettivamente di terza, quinta e settima da detta nota. A seconda della
qualità di questi intervalli, si distinguono sette specie di accordi di settima.

La teoria classica della musica considera dissonanti tutti gli accordi di settima. Tuttavia la sola
settima di prima specie, a differenza di tutte le altre dissonanze, non necessita di preparazione. Il
basso fondamentale di un accordo di settima in genere procede saltando di una quarta ascendente o -
equivalentemente - discendendo di quinta giusta.

Indice

[nascondi]

1 Settima di prima specie


2 Settima di seconda specie
3 Settima di terza specie o
Semidiminuiti
4 Settima di quarta specie
5 Settima di quinta specie
6 Settima di sesta e settima specie

Settima di prima specie [modifica]


L'accordo di settima di prima specie è anche chiamato settima di dominante. È l'accordo
costruito sul quinto grado di una scala diatonica; è molto importante nella musica tonale, poiché
genera una forte attrazione verso la tonica della tonalità di partenza. Si costruisce a partire dal V
grado (dominante) della scala di partenza. Nello stato fondamentale è composto da una terza
maggiore, una quinta giusta e una settima minore.

 Nella nomenclatura della musica leggera è spesso indicato per antonomasia come accordo
"di settima"
 Nella nomenclatura della musica jazz si indica con il simbolo "7"

La funzione armonica essenziale dell'accordo di dominante è quella di risolvere sull'accordo di


tonica (accordo costruito sul primo grado, maggiore o minore che sia). Ciò in quanto l'accordo di
dominante contiene al suo interno un tritono fra il terzo e il settimo grado (nell'esempio dell'accordo
C7, fra il Mi e il Si ): il Mi è la sensibile della scala di Fa, e come tale ha una forte tendenza a
risolvere sulla tonica, cioè sullo stesso Fa. La settima di dominante esprime perciò una sonorità
ricca di tensione, che trova nell'accordo di tonica la sua naturale risoluzione. Pertanto, sempre nel
nostro esempio, C7 dovrà essere seguito, a seconda della scala tonale che lo ospita, da Fmaj7
(accordo di Fa settima maggiore) o da Fm(maj7) (accordo di Fa minore con la settima maggiore), se
vogliamo risolvere la tensione creata dalla sonorità dell'accordo eseguito a sé stante.
Nell'armonizzazione della scala minore melodica jazz ritroviamo l'accordo di settima non solo sul
quinto grado (dove normalmente si trova), bensì anche sul quarto grado di questa scala. Ciò
costituisce un'eccezione alla regola che vuole che l'accordo di settima di prima specie sia solo
quello costruito sul quinto grado di una determinata scala tonale.

Va da sé che, nel caso del nostro esempio (C7), chiameremo in causa la scala tonale di Sol minore
melodica jazz, che lo ospita appunto sul quarto grado, accanto al D7 che è - invece - il tipico quinto
grado (o accordo di dominante) di Sol minore melodica jazz.

Settima di seconda specie [modifica]


L'accordo di settima di seconda specie nello stato fondamentale è composto da una terza minore,
una quinta giusta e una settima minore. Si usa soprattutto sul II grado di una scala maggiore e
risolve sul V grado.

 Nella nomenclatura della musica leggera viene chiamato "minore settima"


 Nella nomenclatura della musica jazz si indica con il simbolo "min7" oppure con il simbolo
"-7"

Settima di terza specie o Semidiminuiti [modifica]


L'accordo di settima di terza specie nello stato fondamentale è composto da una terza minore, una
quinta diminuita e una settima minore. L'accordo di settima di terza specie si costruisce
sovrapponendo per terze le note del secondo grado della scala minore armonica o del settimo grado
della scala maggiore. In ambito tonale, sia l'accordo di seconda che quello di terza specie
costituiscono una preparazione dell'armonia della dominante, rispettivamente nel modo maggiore e
minore.

 Nella nomenclatura della musica leggera viene chiamato "semidiminuito", per la sua
affinità intervallare con un accordo di settima diminuita: infatti basta alzare di mezzo tono
una qualsiasi delle quattro note di un accordo diminuito per ottenere altrettanti accordi di
settima di terza specie.
 Nella nomenclatura della musica jazz si indica con il simbolo "min7b5"

Settima di quarta specie [modifica]


L'accordo di settima di quarta specie nello stato fondamentale è composto da una terza maggiore,
una quinta giusta e una settima maggiore.

 Nella nomenclatura della musica leggera viene chiamato "settima maggiore"


 Nella nomenclatura della musica jazz si indica con il simbolo "maj7"

Settima di quinta specie [modifica]


L'accordo di settima di quinta specie , o di settima diminuita, è un accordo molto particolare in
quanto è composto da una sovrapposizione di tre terze minori. È infatti composto da una terza
minore, una quinta diminuita e una settima diminuita (ad esempio: Sol - Sib - Reb - Fab).
Conseguenza della sua struttura è che ogni rivolto di questa quadriade è costituito sempre dalla
medesima successione di tre intervalli di terza minore, e per questo motivo esso è largamente
impiegato, soprattutto nella musica tardoromantica, come accordo modulante enarmonico,
potendosi scegliere come fondamentale una qualunque delle sue note. Esso trova generalmente
collocazione sul settimo grado alterato della scala minore, nel qual caso la fondamentale assume il
ruolo di sensibile, o sul quarto grado alterato della scala maggiore o minore, nel qual caso la
fondamentale assume il ruolo di terzo suono dell'armonia della sopratonica, ossia di terza
dell'accordo di nona diminuita sul secondo grado, il cui significato tonale è generalmente la
preparazione dell'armonia di dominante.

 Nella nomenclatura della musica leggera viene chiamato "diminuito"


 Nella nomenclatura della musica jazz si indica con il simbolo "dim"

Settima di sesta e settima specie [modifica]


Esistono altre due tipologie di accordo di settima ma vengono usate raramente perché risultano
molto particolari all'udito:

 L'accordo di sesta specie nasce da una terza minore una quinta giusta e una settima
maggiore. (Triade minore più settima maggiore)

 L'accordo di settima specie è formato da una terza maggiore da una quinta eccedente e da
una settima maggiore. (Triade aumentata e settima maggiore)