Sei sulla pagina 1di 6

QUESTIONS & ANSWERS

Key Investor Information Document (KIID)


Guida alle novità sui documenti di vendita

Introduzione al KIID

1. Cos’è il KIID e qual è il suo obiettivo?


Il KIID (Key Investor Information Document) è il documento contenente le informazioni chiave per gli investitori che le Società
di gestione (di seguito “SGR”) e SICAV devono redigere per ciascun OICR armonizzato (Fondo/Comparto) gestito. Tale
documento è stato introdotto dalla Direttiva UCITS IV e sostituisce il Prospetto Semplificato. Obiettivo del KIID è fornire
all’investitore soltanto le informazioni essenziali dell’OICR, affinché possa comprendere la natura e i rischi del prodotto e
adottare così in modo informato le proprie decisioni di investimento.
La Direttiva prevede che il documento debba essere redatto con un linguaggio chiaro, sintetico e comprensibile e che i termini
tecnici vengano sostituiti, ove possibile, da termini di uso comune.
La struttura del KIID è predefinita a livello europeo: questo consente all’investitore un immediato confronto tra diversi OICR.

2. Cos’è la Direttiva UCITS IV e quando verrà adottato il KIID?


La Direttiva UCITS IV –Direttiva 2009/65/CE adottata il 13 luglio del 2009 dal Parlamento Europeo e dal Consiglio - definisce i
requisiti per i Fondi armonizzati e le relative SGR. UCITS è acronimo di Undertakings for Collective Investments in Transferable
Securities (organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM)). La disciplina in materia è stata completata a livello
comunitario con l’emanazione di altri provvedimenti (Direttive 2010/43/UE e 2010/44/UE, Regolamento UE n. 584/2010) e, per
quanto riguarda il KIID, dal Regolamento UE n. 583/2010, direttamente applicabile a partire dal 1° luglio 2011.
La disciplina UCITS IV ha effetto dal 1° luglio 2011, data in cui è entrato in vigore l’obbligo di produrre il KIID per ogni Fondo
di nuova istituzione. Per quelli esistenti alla data del 1° luglio 2011, il KIID deve essere adottato entro il 30 giugno 2012, ferma
restando la possibilità per le Società di procedere alla adozione prima del suddetto termine.
La normativa italiana ha recepito recentemente la disciplina in esame, mediante l’emanazione del D. LGS. n. 47/2012 (che
modifica il Testo Unico della Finanza per le materie in oggetto) e della disciplina secondaria di competenza della Banca d’Italia e
della Consob.
Per i fondi di diritto italiano, Pioneer Investment Management SGRpA ha adottato il primo KIID con il lancio del Fondo
“Pioneer Obbligazionario Sistema Italia a distribuzione” (1° febbraio 2012), per poi estenderlo a tutti i Fondi di diritto italiano a
marzo 2012. Per tutti i Fondi di diritto lussemburghese, i KIID sono stati introdotti nel mese di maggio 2012.

3. In quali Paesi sarà adottato il KIID e per quali fondi?


Il KIID sarà adottato da tutti i Paesi dell’Unione Europea, per l’offerta degli OICR armonizzati.
Pioneer Investments ha predisposto i KIID sia per i Fondi di diritto italiano (Pioneer Fondi Italia, Pioneer Liquidità Euro e
UniCredit Soluzione Fondi) che per quelli di diritto lussemburghese (Pioneer Funds, Pioneer P.F., Pioneer S.F., Pioneer
Structured Solution Fund, Pioneer CIM e Pioneer Investments Total Return).

4. Quando dovrà essere consegnato il KIID?


Il KIID è l’unico documento obbligatorio da consegnare gratuitamente all’investitore prima della sottoscrizione di un
Fondo/Comparto. La consegna deve avvenire in caso di ogni prima sottoscrizione di un determinato Fondo/Comparto, anche
se effettuata mediante switch.
Laddove il collocamento avvenga per il tramite di collocatori/consulenti, la SGR dovrà mettere a disposizione di questi ultimi i
KIID che dovranno a loro volta essere consegnati all’investitore.

5. Come cambia la documentazione d’offerta con l’entrata in vigore della nuova disciplina comunitaria?
Il KIID ha sostituito il Prospetto Semplificato (per gli OICR italiani composto dalle schede PIC e PAC). È previsto un KIID per
ogni classe di Quote in cui è disponibile il Fondo/Comparto.

Messaggio promozionale
Prima dell'adesione leggere il KIID, che il proponente l’investimento deve consegnare prima della sottoscrizione, o il Prospetto
disponibile su questo sito internet, presso gli intermediari collocatori e gli uffici dei promotori finanziari autorizzati.
Q&A │ Key Investor Information Document (KIID)

6. Quali altre novità interesseranno l’attuale documentazione d’offerta per gli OICR di diritto italiano?
Ai sensi di quanto previsto dalla Delibera Consob n. 18210/2012, che ha apportato alcune modifiche al Regolamento Emittenti,
entro il 28 febbraio 2013, anche l’attuale Prospetto Completo ad oggi composto da tre parti sarà oggetto di revisione.
Innanzitutto si chiamerà semplicemente “Prospetto” e sarà composto da due parti: l’attuale Parte I - Caratteristiche dei Fondi e
modalità di partecipazione che incorporerà per congruità di materia la Parte III - Altre informazioni sull’investimento e la Parte II
- Illustrazione dei dati periodici di rischio-rendimento e costi dei Fondi.
Il Prospetto dovrà essere consegnato gratuitamente all’investitore che ne faccia richiesta.

7. Come cambierà invece la documentazione obbligatoria dei Fondi lussemburghesi?


Per i Fondi di diritto lussemburghese, il Prospetto Semplificato è stato sostituito dal KIID che è l’unico documento obbligatorio
da consegnare gratuitamente prima della sottoscrizione agli investitori.

8. Dove sono pubblicati i KIID e come sono stati informati gli investitori?
Pioneer Investments mette a disposizione i KIID nelle seguenti modalità:
→ Sul suo sito internet www.pioneerinvestments.it
→ Presso i soggetti collocatori dei Fondi.
→ Attraverso gli attuali data provider che pubblicano abitualmente i documenti legali dei Fondi.

La normativa non ha previsto l’obbligo di comunicazione agli investitori del passaggio al KIID, tuttavia Pioneer Investments ne
ha dato ampia e dettagliata informativa, oltre che sul sito internet, mediante l’invio della newsletter annuale Investire in Fondi.

9. Con che frequenza verranno aggiornati i KIID?


La Direttiva prevede che i KIID debbano essere aggiornati almeno una volta all’anno (ad eccezione dei fondi a finestra di
collocamento per i quali il KIID sarà disponibile soltanto nella fase di collocamento), con indicazione di rendimento, spese
correnti e commissioni di performance (ove presenti) dell’ultimo anno.
Pioneer Investments fornirà i KIID con i dati aggiornati a fine anno nel mese di febbraio.
In caso di modifiche in corso d’anno, ad esempio in caso di variazione significativa dell’indicatore sintetico di rischio, il KIID
dovrà essere aggiornato.

10. Quali informazioni contiene un KIID?


Il Regolamento UE n. 583/2010 disciplina in maniera puntuale la struttura e il contenuto del KIID.
La lunghezza del KIID deve essere limitata e non può eccedere due pagine in formato A4 – ad eccezione dei Fondi strutturati
(Fondi obbligazionari a cedola/Fondi a formula) per i quali la lunghezza può essere di tre pagine.
Poiché il KIID deve consentire la comparabilità tra Fondi, il Regolamento sopra indicato indica la struttura e le informazioni che
deve contenere:
→ Dati identificativi del Fondo
→ Nome della SGR
→ Obiettivi e politica di investimento
→ Profilo di rischio e di rendimento
→ Spese
→ Risultati ottenuti nel passato (ad esclusione degli OICR strutturati).
→ Informazioni pratiche
La maggior parte delle diciture, così come la struttura delle tabelle e dei grafici, sono state definite dal legislatore e non possono
essere riviste dalla SGR. Eventuali marginali differenze tra i KIID dei fondi lussemburghesi e quelli dei fondi italiani sono
riconducibili ai rispettivi Prospetti e alle indicazioni fornite da Assogestioni e condivise con l’Autorità di Vigilanza per il
mercato italiano.

Messaggio promozionale
Prima dell'adesione leggere il KIID, che il proponente l’investimento deve consegnare prima della sottoscrizione, o il Prospetto
disponibile su questo sito internet, presso gli intermediari collocatori e gli uffici dei promotori finanziari autorizzati.
Q&A │ Key Investor Information Document (KIID)

Guida alla lettura


Pagina 1

1 Nome del Fondo/Comparto e


dell’eventuale Sistema o Fondo
di appartenenza, classe di
quote, codice ISIN al portatore
e nome della SGR. Per ogni
codice ISIN sarà predisposto
un KIID.
1

2 Indicazione delle principali


categorie di strumenti finanziari
in cui investe il
Fondo/Comparto.

3 Rappresentazione grafica del


2 profilo di rischio e rendimento
del Fondo/Comparto su una
scala da 1 a 7.

4 Spiegazione testuale
dell’indicatore sintetico e dei
motivi per i quali il
Fondo/Comparto è stato
classificato in una determinata
categoria di rischio.

5
Eventuali ulteriori rischi
4 significativi per il
3 Fondo/Comparto e non
adeguatamente rilevati
dall’indicatore.

Nota: Il KIID utilizzato come esempio ha finalità puramente illustrative. I dati rappresentati possono subire variazioni.

Messaggio promozionale
Prima dell'adesione leggere il KIID, che il proponente l’investimento deve consegnare prima della sottoscrizione, o il Prospetto
disponibile su questo sito internet, presso gli intermediari collocatori e gli uffici dei promotori finanziari autorizzati.
Q&A │ Key Investor Information Document (KIID)

Pagina 2

6
In tabella viene indicata la
misura massima delle spese
previste per il
Fondo/Comparto. Tali voci
sono esposte secondo uno
schema predefinito al fine di
6 consentire un immediato
raffronto tra prodotti.
7
Ulteriori dettagli sui costi
7
previsti dal Fondo/Comparto.

Rappresentazione grafica dei


8
rendimenti storici degli ultimi
10 anni del Fondo e del
benchmark laddove presente.
Per i prodotti con una storia
inferiore a 5 anni, il grafico a
barre riporta i rendimenti degli
ultimi 5 anni. Per gli anni per i
quali non sono disponibili dati,
8 il diagramma risulta in bianco,
e riporta esclusivamente la
data. Nel grafico è data
evidenza di eventuali
modifiche alla politica di
investimento e al benchmark.

9 In questa sezione sono


riportate alcune informazioni
pratiche per l’investitore, ad
esempio dove reperire il NAV o
i documenti di vendita. Per i
fondi di diritto italiano in
9 questa sezione sono inoltre
indicate le modalità di
sottoscrizione previste (ad es.
PIC/PAC)

10 Data di validità delle


10 informazioni contenute nel
KIID.

Nota: Il KIID utilizzato come esempio ha finalità puramente illustrative. I dati rappresentati possono subire variazioni.

Messaggio promozionale
Prima dell'adesione leggere il KIID, che il proponente l’investimento deve consegnare prima della sottoscrizione, o il Prospetto
disponibile su questo sito internet, presso gli intermediari collocatori e gli uffici dei promotori finanziari autorizzati.
Q&A │ Key Investor Information Document (KIID)

Appendice: i contenuti del KIID


1. Quali informazioni include la sezione “Obiettivi e politica di investimento”?
In questa sezione vengono indicate le caratteristiche essenziali del Fondo, tra cui:
a) le principali categorie di strumenti finanziari che possono essere oggetto d’investimento;
b) la possibilità per l’investitore di ottenere — su richiesta — il rimborso delle sue quote dell’OICVM, precisando la frequenza di
tali operazioni;
c) se l’OICVM ha un obiettivo specifico in relazione ad un settore industriale, geografico o ad altro settore di mercato, o a
specifiche categorie di attività;
d) se l’OICVM consente scelte discrezionali circa gli specifici investimenti da realizzare, e se questo approccio si richiama,
implicitamente o esplicitamente, a un parametro di riferimento, e, in caso affermativo, a quale;
e) se i proventi degli investimenti sono distribuiti sotto forma di dividendi o reinvestiti;
f) per i fondi lussemburghesi, in questa sezione è presente una raccomandazione sull’orizzonte temporale consigliato per il
mantenimento dell’investimento.
Per gli OICR strutturati, questa sezione include una spiegazione di come funziona la formula o di come viene calcolato il
rendimento (pay-off). Oltre alla spiegazione, sono riportati almeno tre scenari potenziali di performance, scelti in maniera da
mostrare le circostanze nelle quali la formula può dare all’investitore un rendimento basso, medio o alto, o se del caso, negativo.

2. Quali informazioni include la sezione “Profilo di rischio e rendimento”?


In questa sezione troviamo l’indicatore sintetico di rischio/rendimento (Synthetic Risk and Reward Indicator (SRRI)) che
classifica il Fondo sulla base dei suoi risultati passati in termini di volatilità. Nel caso in cui il Fondo abbia una storia contenuta
(meno di 5 anni), i rendimenti del Fondo sono integrati con quelli del benchmark o, se privo di benchmark, il SRRI classifica il
Fondo in base al livello massimo di rischio dei suoi investimenti.

La scala va da 1 a 7, in ordine ascendente e da sinistra a destra su un range che va da “rischio minore e rendimento tipicamente
inferiore” a “rischio maggiore e rendimento tipicamente superiore”.
Un Fondo identificato con SRRI uguale a 1 non indica un investimento esente da rischi.

SRRI Volatilità ≥ Volatilità <


1 0% 0,5%
2 0,5% 2%
3 2% 5%
4 5% 10%
5 10% 15%
6 15% 25%
7 25%

In aggiunta, in questa sezione la normativa prevede che siano riportati quei rischi significativi che non sono rilevati nel SRRI in
modo adeguato, tra i quali:
→ Rischio controparte
→ Rischio di credito
→ Rischio di liquidità
→ Rischio di liquidabilità
→ Rischio operativo e rischi connessi alla custodia delle attività
→ Rischi correlati all’investimento in strumenti finanziari derivati

3. Nel KIID vengono riportati i costi del Fondo?


I costi in capo agli investitori e al Fondo sono indicati nella sezione “Spese”.
Le spese sono esposte in forma tabellare e accompagnate da una descrizione.
Per le spese di sottoscrizione e di rimborso è indicata la percentuale massima che il cliente potrebbe pagare, indipendentemente
dalla modalità di sottoscrizione prescelta.

Messaggio promozionale
Prima dell'adesione leggere il KIID, che il proponente l’investimento deve consegnare prima della sottoscrizione, o il Prospetto
disponibile su questo sito internet, presso gli intermediari collocatori e gli uffici dei promotori finanziari autorizzati.
Q&A │ Key Investor Information Document (KIID)

Le spese correnti prelevate dal Fondo nell’arco dell’esercizio, invece, sono sintetizzate in un numero. Questo valore contiene, tra
le altre cose, le seguenti commissioni addebitate al Fondo durante l’ultimo anno finanziario:
→ commissioni di gestione
→ compenso Banca Depositaria
→ spese di revisione e di certificazione
→ spese pubblicazione quote
→ contributo di Vigilanza Consob
→ per i Fondi di Fondi: commissioni di gestione a carico dei Fondi sottostanti
→ commissioni di custodia
→ costi di consulenza
→ costi di insourcers
→ costi per la preparazione dei rendiconti annuali dei Fondi
→ costi normativi
→ costi legali

→ In via generale, le spese correnti non includono alcun costo di transazione di portafoglio (portfolio transaction cost), salvo
alcune eccezioni.

Nella tabella, qualora sia prevista una commissione di performance, ne vengono indicate l’aliquota e le condizioni per la sua
applicazione nonché la commissione di performance effettivamente addebitata al Fondo nell’ultimo anno finanziario.

4. Come vengono rappresentati nel KIID i rendimenti passati?


I rendimenti passati del Fondo, registrati negli ultimi dieci anni di calendario, vengono rappresentati in un diagramma a barre.
per i fondi che ancora non dispongono di dati sui risultati per un anno civile completo, deve essere esplicitato che “per questo
Fondo non esistono dati sufficienti per fornire agli investitori un’indicazione utile sui rendimenti passati”.
Nel grafico, sono riportati anche i rendimenti ottenuti dal Fondo in circostanze non più attuali, ad esempio prima di eventuali
modifiche sostanziali a obiettivi e politica di investimento. Gli anni in cui il Fondo aveva differenti caratteristiche verranno
indicati direttamente sul grafico.
Il grafico è integrato da un disclaimer che avverte del valore limitato del grafico come indicatore per i risultati futuri e
accompagnato da note che indicano le spese e le commissioni incluse o escluse nel calcolo del rendimento, l’anno di lancio del
Fondo e la valuta di calcolo delle performance.
Tale sezione non è presente nei KIID degli OICR strutturati.

5. Cosa contiene la sezione “Informazioni pratiche”?


Nella sezione «Informazioni pratiche» del KIID figurano le seguenti informazioni che interessano gli investitori di tutti gli Stati
membri nei quali l’OICVM è commercializzato:
→ Banca Depositaria
→ dove e come ottenere ulteriori informazioni relative all’OICVM, copie del prospetto, l’ultima relazione annuale e le relazioni
semestrali successive, con la menzione della/e lingua/e in cui tali documenti sono disponibili e del fatto che possono essere
ottenuti gratuitamente
→ dove e come ottenere informazioni pratiche, compreso dove reperire i prezzi più recenti delle quote;
→ una dichiarazione attestante che la legislazione fiscale dello Stato membro di origine dell’OICVM può avere un impatto
sulla posizione fiscale personale dell’investitore.
Per i fondi di diritto italiano, in un’ottica di continuità rispetto alle Schede PIC/PAC, in questa sezione sono indicate le modalità
di sottoscrizione consentite ed è precisato che l’importo minimo di sottoscrizione dipende appunto da tale scelta.

Messaggio promozionale
Prima dell'adesione leggere il KIID, che il proponente l’investimento deve consegnare prima della sottoscrizione, o il Prospetto
disponibile su questo sito internet, presso gli intermediari collocatori e gli uffici dei promotori finanziari autorizzati.