Sei sulla pagina 1di 2

Il Messaggio di Silo ispira una profonda religiosità

Antecedenti

Il Messaggio dato da Silo è stato formalizzato mediante Il Libro (Lo Sguardo Interno),
L’Esperienza (Cerimonie) e Il Cammino (frasi di meditazione). Alcune opere come il Paesaggio
Interno e il Paesaggio Umano, hanno aiutato a comprendere Il Messaggio.

Il Messaggio è espressione del “Profondo”, dell’interiorità dello spirito umano capace di


trascendere i tempi e gli spazi nei quali vive il nostro “io”. E’ il mezzo capace di metterci in
presenza del Sacro.

L’Esperienza

Il Sacro si manifesta dalla profondità dell’essere umano, da ciò l’importanza che ha l’esperienza
di Forza come fenomeno straordinario che possiamo fare irrompere nel mondo quotidiano.
Senza l’esperienza tutto è dubbioso, con l’esperienza della Forza abbiamo certezze profonde.
Non abbiamo bisogno della fede per riconoscere il Sacro. La Forza si ottiene in alcune
cerimonie come l’Uffizio e l’Imposizione. Anche nelle cerimonie di Benessere e di Assistenza si
possono percepire gli effetti della Forza.

Il contatto con la Forza provoca un’accelerazione e un aumento dell’energia psicofisica


soprattutto se quotidianamente si realizzano atti coerenti che, inoltre, creano unità interna
orientando verso la nascita spirituale. La Forza si può esteriorizzare a distanza e la sua
influenza è maggiore se ad agire sono numerose persone. Tra famigliari, amici ed esseri cari,
l’azione della Forza aumenta.

L’Universo e la Vita

Una Intenzione evolutiva dà luogo alla nascita del tempo e alla direzione di questo Universo.
Energia, materia e vita evolvono verso forme ogni volta più complesse. Quando la materia si
comincia a muovere, nutrire e riprodurre, sorge la vita. E la materia vivente genera un campo
di energia che tradizionalmente è stato chiamato “anima”. L’anima, o doppio energetico,
agisce all’interno e intorno ai centri vitali degli esseri animati.

Gli esseri vivi si riproducono e in questo atto passa, attraverso le cellule in fusione, il campo
energetico che configura un nuovo essere totalmente indipendente. I corpi vivi hanno bisogno
di elementi solidi, liquidi, gassosi e radianti, per nutrirsi e per realizzare le proprie funzioni.
Inoltre, i doppi energetici richiedono sensazioni di diverso potenziale per raggiungere il proprio
sviluppo. Con la morte si produce la dissoluzione del corpo mentre accade la separazione e
l’annichilimento del doppio energetico.

L’evoluzione costante del nostro mondo ha prodotto l’essere umano, anch’esso in transito e in
cambiamento, nel quale s’incorpora (a differenza delle altre specie) l’esperienza sociale capace
di modificarlo acceleratamente. L’essere umano arriva ad essere in condizioni di uscire dai
dettami rigorosi della Natura, inventandosi, facendo se stesso fisicamente e mentalmente. Ed è
nell’essere umano dove appare un nuovo principio generato nel doppio. Fin dall’antichità
questo nuovo principio è stato chiamato “spirito”. Lo spirito nasce quando il doppio ritorna su
se stesso, si fa cosciente e forma un “centro” di energia nuova.
Lo Spirito Umano

L’essere umano non ha finito la sua evoluzione. E’ un essere incompleto e in sviluppo che ha la
possibilità di formare un centro interno di energia... questa cosa succederà a secondo del tipo
di vita che faccia. Se gli atti realizzati saranno coerenti, si andrà strutturando un sistema di
forze centripete che chiamiamo “spirito”. Se gli atti realizzati saranno contraddittori, il sistema
sarà centrifugo e pertanto non nascerà lo spirito o avrà una conformazione elementare senza
sviluppo. Un essere umano potrà nascere, portare avanti la sua vita, morire e dissolversi per
sempre, mentre un altro potrà nascere, portare avanti la sua vita, lasciare il suo corpo e
continuare ad evolversi senza limite. L’essere umano nella sua bontà, nell’eliminazione delle
contraddizioni interne, nei suoi atti coscienti e nella sua sincera necessità di evoluzione, fa
nascere il proprio spirito. Per l’evoluzione sono necessari l’amore e la compassione. Grazie ad
essi è possibile la coesione interna e la coesione tra esseri che rendono possibile la
trasmissione dello spirito dagli uni agli altri. Tutta la specie umana evolve verso l’amore e la
compassione. Chi lavora per sé nell’amore e nella compassione lo fa anche per altri esseri.

Corpo, Doppio e Spirito

La produzione e riproduzione artificiale della vita sono alla portata dell’essere umano; così
come il prolungamento del ciclo vitale. In tutti i casi, l’essere umano sarà accompagnato dal
suo campo energetico fino ad un certo tempo successivo alla morte fisica. Se si è generato lo
spirito questo potrà permanere in regioni prossime al piano della vita fisica, ma infine compirà
il suo ciclo di spirito individuale per continuare ad avanzare verso piani più evoluti. Lo spirito si
può formare prendendo energia del doppio.

L’azione del doppio si manifesta in certe occasioni fuori dal corpo senza che sia avvenuta la
morte. Il doppio può permanere, senza dissolversi, per un certo tempo dopo della morte nel
caso che questa si sia prodotta in modo violento, in tal caso il campo energetico rimane
trasferito dal corpo verso l’ambiente nel quale si è prodotto il decesso. Questi doppi fissati a
certi ambienti non posseggono altro che un’apparente coscienza di tipo riflesso, permanendo in
quello stato fino a che perdono la coesione o si modifica l’ambiente fisico al quale erano rimasti
aderiti. Ci sono casi di relativa permanenza, originati da un forte desiderio di testimoniare o da
affetti molto profondi d’amore e odio riferiti ad altre persone. I doppi di animali e vegetali
possono anch’essi rimanere aderiti a certi ambienti fino alla loro rapida dissoluzione. Infine
esistono conglomerati energetici di considerevole energia che agiscono senza arrivare a
formare veri e propri doppi.

Pratica della Religiosità Interna

Se si vive d’accordo a quanto dichiarato nella cerimonia di Riconoscimento....

Se occasionalmente si fa appello all’ispirazione della Guida Interna...

Se settimalmente si partecipa alle cerimonie e alle meditazioni sul Libro, sul Cammino e sui
materiali complementari...

Se mensilmente si riflette sulla crescita interna ottenuta di fronte alle difficoltà della vita...

Allora, si sta nel cammino della illuminazione spirituale.

Potrebbero piacerti anche