Sei sulla pagina 1di 16

________________________________________________________________________________________________________

ESSICCATORI D’ARIA COMPRESSA


AD ESPANSIONE DIRETTA

Manuale dell'Operatore
Valido per essiccatori a 50 Hz

D12IN-A D25IN-A D42IN-A


D54IN-A D72IN-A D108IN-A
D144IN-A D180IN-A D240IN-A
D300IN-A D360IN-A D480IN-A
D600IN-A D780IN-A D950IN-A

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved
- IT -
INDICE

1. INFORMAZIONI GENERALI
1.1 Descrizione funzionale 2
1.2 Uso sicuro dell’essiccatore 2

2. INSTALLAZIONE
2.1 Accettazione e trasporto 3
2.2 Luogo di installazione 3
2.3 Disimballo 3
2.4 Installazione 4

3. MESSA IN FUNZIONE
3.1 Pannello di controllo 4
3.1.1 Funzione dei tasti 5
3.1.2 Programmazione parametri di scarico condensa 6
3.1.3 Segnalazione anomalie 6
3.1.4 Segnalazione allarme remota 7
3.2 Preliminari di avviamento 7
3.3 Avviamento 7

4. MANUTENZIONE, RICERCA GUASTI E SMANTELLAMENTO


4.1 Manutenzione 8
4.2 Ricerca guasti 8
4.3 Smantellamento 12

ALLEGATI A QUESTO MANUALE

A) Circuito aria e frigo

B) Schema elettrico

C) Schede tecniche

D) Fattori di correzione

E) Dimensioni dell'essiccatore

F) Parti di ricambio fondamentali

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved
Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved
- IT -
PREMESSA
Il presente manuale è parte integrante dell' essiccatore da Voi acquistato, e deve rimanere allegato alla macchina anche in caso di
rivendita della stessa. E’ indispensabile che il personale qualificato* agli interventi di installazione, manutenzione e/o controllo si attenga
scrupolosamente a quanto indicato nel presente assieme alle norme di prevenzione e sicurezza in vigore nel paese di utilizzo. Così
facendo si otterrà oltre ad un uso razionale, un'economia di servizio della macchina. Se si dovesse verificare un qualsiasi problema con
il Vostro essiccatore, non esitate a contattare il più vicino distributore Autorizzato Ingersoll Rand. Vi ricordiamo che, in caso di necessità,
l'uso dei ricambi originali garantisce l'efficienza e la durata nel tempo del Vostro essiccatore. A causa della continua evoluzione tecnica,
la Ingersoll Rand si riserva il diritto di modificare le specifiche contenute in questo manuale senza alcun preavviso.

SIMBOLOGIE UTILIZZATE NEL MANUALE E SULL’ESSICCATORE

Punto ingresso aria. Punto uscita aria.


o o o o o o
Leggere il manuale dell'operatore prima della messa in
Prestare particolare attenzione componente o
funzione e prima di effettuare qualsiasi intervento sulla
impianto in pressione.
macchina.

Prestare particolare attenzione alle indicazioni


Prestare particolare attenzione superficie calda.
precedute da questa simbologia.

Le operazioni d’installazione, manutenzione e/o


controllo precedute da questa simbologia devono Prestare particolare attenzione rischio di shock
essere eseguite esclusivamente da personale elettrico.
qualificato*.

Punto per lo scarico condensa. Verso di rotazione motore del ventilatore.

Prestare particolare attenzione al pericolo derivante


Pericolo di esplosione.
da parti in movimento.

Punto di sollevamento. Non sollevare da questo punto

Attenzione : non eseguire alcuna


operazione di manutenzione su questa
macchina prima di aver staccato il
collegamento elettrico, aver scaricato
completamente l’aria in pressione e aver
consultato il manuale dell'operatore.

* Il personale deve essere qualificato e certificato in accordo con le locali leggi vigenti.

GARANZIA
L'azienda garantisce che il prodotto da essa realizzato e distribuito sarà privo di difetti nei materiali e nella lavorazione per un periodo
di dodici mesi dalla data di installazione oppure di diciotto mesi dalla data di spedizione dalla fabbrica (vale la situazione che si verifica
per prima). L'acquirente dovrà provvedere prontamente a comunicare qualsiasi non conformità a questa garanzia, comunicandolo per
iscritto all'azienda entro detto periodo; di conseguenza l'azienda dovrà correggere la suddetta non conformità mediante la riparazione
della macchina o, a sua discrezione, alla fornitura delle parti di ricambio con spedizione a proprio carico (F.O.B. – Free on board), a patto
che l'acquirente abbia provveduto ad immagazzinare, installare, mantenere ed utilizzare il prodotto in accordo con la corretta pratica
industriale e che abbia seguito le specifiche raccomandazioni dell'azienda. Accessori o equipaggiamenti forniti dall'azienda, ma costruiti
da terzi, avranno la stessa garanzia che il costruttore ha accordato all'azienda e tale garanzia passerà direttamente all'acquirente.
L'azienda non potrà ritenersi responsabile per riparazioni, sostituzioni, modifiche al prodotto o altre spese sostenute arbitrariamente
dall'acquirente o da terzi senza aver prima ricevuto l'approvazione dall'azienda stessa.
Gli effetti di corrosione, erosione e normale usura o deterioramento sono specificatamente esclusi. Le garanzie relative alle prestazioni
sono limitate a quelle specificatamente dichiarate nella proposta dell'azienda. Tali garanzie riguardanti il raggiungimento di determinati
standard di prestazioni sono limitate ai test specificati, sarà dovere dell'azienda provvedere ad eventuali correzioni nei modi e tempi di
cui sopra.
Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 1 – 12
L'AZIENDA NON FORNISCE ALTRE GARANZIE DI QUALSIASI TIPO, ESPLICITE O IMPLICITE, ECCETTO QUELLA QUI
DICHIARATA, E TUTTE LE GARANZIE IMPLICITE DI COMMERCIALIZZAZIONE E IDONEITÀ PER UN IMPIEGO SPECIFICO SONO
PERCIÒ ESCLUSE.
Correzioni di non conformità da parte dell'azienda sia palesi che latenti, nei modi e periodi di tempo previsti come sopra, costituiranno
adempimento di tutte le responsabilità dell'azienda per le non conformità stesse fondate sul contratto, su negligenze della garanzia,
indennità, stretta responsabilità o in ogni caso in rispetto a, o manifestati da questo prodotto.
L'acquirente non dovrà utilizzare il prodotto considerato difettoso, senza prima aver notificato per iscritto all'azienda l'intenzione di far
ciò. In questo caso l'utilizzo del prodotto a queste condizioni da parte dell'acquirente sarà esclusivamente a proprio rischio e sotto la
propria responsabilità.
Questa è la garanzia standard fornita dalla Ingersoll Rand. Qualsiasi garanzia in vigore al momento dell'acquisto del prodotto o
concordata come parte dell'ordine di acquisto potrà avere la precedenza sulla presente garanzia.

1. INFORMAZIONI GENERALI
1.1 DESCRIZIONE FUNZIONALE
Gli essiccatori d'aria a refrigerazione Ingersoll Rand rimuovono l'umidità dall'aria compressa. L'umidità è dannosa per le
apparecchiature, i controlli, gli strumenti, i macchinari e gli utensili azionati pneumaticamente. La sua rimozione è ottenuta raffreddando
l'aria con un'unità frigorifera ad una temperatura alla quale l'umidità presente si condensa, e poi separando tale condensa dal flusso
dell'aria.
L'aria compressa entra nello scambiatore in alluminio brevettato dove viene raffreddata fino al punto di rugiada in due diverse stadi:
Nel primo stadio, aria/aria, l'aria compressa in ingresso è raffreddata grazie all'aria compressa più fredda in contro corrente in uscita dal
separatore di condensa. Nel secondo stadio, refrigerante/aria, la temperatura dell'aria compressa viene ulteriormente diminuita fino al
punto di rugiada. Durante queste due fasi quasi tutto l'olio e il vapore contenuti nell'aria compressa vengono condensati in liquido e
successivamente separati dall'aria compressa nel separatore di condensa e scaricati attraverso lo scaricatore automatico. A questo punto
l'aria fredda ottenuta entra nuovamente in contro corrente nello scambiatore aria/aria iniziale e viene riscaldata dall'aria calda in ingresso
con un conseguente risparmio di energia oltre ad una riduzione dell'umidità relativa contenuta nel flusso d'aria in uscita.
Questi essiccatori possono facilmente essere istallati in vari sistemi pneumatici nei quali è richiesta o preferibile aria deumidificata.
Consultare Principi di funzionamento per istruzioni operative dettagliate.
L'essiccatore e' già dotato di tutti i dispositivi di controllo, sicurezza e regolazione per cui non necessita di dispositivi
ausiliari.
Un sovraccarico dell'impianto, entro i limiti massimi di utilizzo, determina un peggioramento delle prestazioni
dell'essiccatore (punto di rugiada elevato) ma non ne pregiudica la sicurezza.
Il circuito elettrico (allegato B) presenta un grado di protezione minimo IP 42.
La non accurata messa a terra può causare shock elettrici che possono portare a gravi infortuni o alla morte.
Questo prodotto deve essere collegato a terra mediante un cavo metallico permanente o attraverso un dispositivo di
terra collegato ad un terminale sul prodotto stesso.
La messa a terra deve essere eseguita da un elettricista qualificato e in rispetto alle locali leggi vigenti.
In caso di corto circuito, la messa a terra riduce i rischi di shock elettrico fornendo alla corrente un punto di scarico.
La terra deve essere costituita da un cavo metallico scoperto di spessore adeguato al voltaggio ed ai minimi requisiti del
circuito derivato.
Assicurarsi che i contatti metallici scoperti in tutti i punti di connessione con la terra siano in buone condizioni, e che i
collegamenti siano puliti e stretti.
Controllare le connessioni della messa a terra dopo la prima istallazione e in successivamente con regolare periodicità
per assicurarsi che i contatti siano mantenuti in buone condizioni
Nel caso le istruzioni per la messa a terra non risultino del tutto chiare o per qualsiasi altro dubbio rivolgersi a
un'elettricista qualificato.

Questo essiccatore è progettato per lavorare unicamente con aria compressa! Per un utilizzo diverso
contattare il proprio distributore Ingersoll Rand.

1.2 USO SICURO DELL’ ESSICCATORE


Questo impianto e' stato progettato e realizzato in conformità alle vigenti direttive europee di sicurezza, pertanto, tutte le operazioni di
installazione, utilizzo e manutenzione devono essere effettuate secondo le istruzioni contenute nel presente manuale.
Siccome un essiccatore d'aria è pressurizzato e contiene parti in rotazione, dovranno essere osservate le stesse precauzioni che si
utilizzano in macchinari di questo tipo dove la non curanza nelle operazioni o nella manutenzione possono essere rischiose per il
personale. In aggiunta alle ovvie precauzioni per la sicurezza che dovrebbero essere seguite con questo tipo di macchinari, dovranno
essere osservate anche le seguenti norme:

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 2 – 12
1. Solo il personale qualificato dovrà essere autorizzato a apportare modifiche, eseguire manutenzioni o riparare
questo essiccatore.
2. Leggere integralmente tutte le istruzioni prima di adoperare il prodotto.
3. Spegnere l'interruttore generale e scollegare eventuali linee di controllo separate prima di svolgere attività di
manutenzione sull'essiccatore.
4. Non svolgere attività di manutenzione su qualunque parte della macchina mentre la stessa è in funzione.
5. Non cercare di rimuovere una qualunque parte della macchina senza prima togliere pressione dall'impianto.
6. Non cercare di rimuovere una qualunque parte del circuito frigorifero senza prima rimuovere il refrigerante e
predisporne il contenimento secondo l'EPA e le locali leggi vigenti.
7. Non far funzionare l'essiccatore a pressioni superiori rispetto al massimo dichiarato.
8. Non far funzionare l'essiccatore senza gli schermi protettivi al loro posto.
9. Controllare la macchina giornalmente per evitare od eventualmente correggere situazioni pericolose.

2. INSTALLAZIONE

2.1 ACCETTAZIONE E TRASPORTO


Al ricevimento del vostro essiccatore siete pregati di ispezionare attentamente la macchina. Se si notano danni dovuti alla
movimentazione durante il trasporto, annotatelo subito sulla bolla di consegna, specialmente se all’essicatore chiller non verrà tolto
l'imballo immediatamente. Ottenere quindi un documento che notifichi gli eventuali danni rilevati firmato dalla persona che ha effettuato
la consegna: questo è necessario per un'eventuale rivalsa sull'assicurazione del cliente.
E' obbligatorio tenere l'essiccatore sempre in posizione verticale, come indicato dai simboli presenti nell'imballo. Per la movimentazione
della macchina usare strumenti adeguati a sopportare il suo peso.
Rimuovere l'imballo solo dopo aver posizionato l'essiccatore nel sito dove verrà installato. Per la rimozione dell’imballo fare riferimento al
paragrafo 2.3.
Per nessun motivo cercare di sollevare oggetti pesanti senza le attrezzature adeguate (come gru, argani, nastri di sollevamento o carrelli
elevatori). Sollevare la macchina senza l'equipaggiamento appropriato può causare seri infortuni. Usare il carrello elevatore dove
necessario.

2.2 STOCCAGGIO E LUOGO DI INSTALLAZIONE


Se non utilizzato, l'essiccatore può essere riposto nel suo imballo in un luogo protetto e privo di polvere tra i 0°C e i
50°C, dove l'umidità non sia superiore al 90%. Se la durata dello stoccaggio supera i 12 mesi, contattare il proprio
distributore.
E’ necessario provvedere alla preparazione di un luogo adatto ad ospitare l’essiccatore, considerando i seguenti requisiti
:
 La macchina dovrà essere protetta dagli agenti atmosferici, e dalla luce diretta del sole.
 Base di appoggio piana e idonea a sopportare il peso della macchina.
 Temperatura ambiente conforme ai dati di targa dell’essiccatore.
 L'essiccatore deve essere installato in un ambiente pulito, senza correnti d'aria che potrebbero condizionare il
sistema di controllo della ventola.
 Garantire spazio libero sufficiente (20 pollici, 500 mm) attorno all’essiccatore per consentire un adeguato
raffreddamento della macchina e per le operazioni di manutenzione e/o controllo.
L’aria aspirata deve essere esente da fumi o da vapori infiammabili che comporterebbero il rischio di esplosione o di
incendio.

2.3 DISIMBALLO
L’imballo dell’essiccatore può essere in cartone od in cellophane. Suggeriamo di disimballare la macchina con cautela per conservare
l’imballo originale, nel caso la si debba inviare al Servizio di Assistenza e l’imballo sia in cartone.
In ogni caso smaltire i vari materiali costituenti l’imballo seguendo le locali Leggi vigenti in materia.

 Disimballare la macchina togliendo le reggette dal cartone (se presente). Indossare sempre i guanti se si utilizzano forbici o cesoie
per tagliare le reggette od il cellophane;
 Togliere la scatola di cartone o l’involucro in cellophane;
 Se necessaria un’ulteriore movimentazione della macchina, fare riferimento a quanto scritto nel punto (a);
 Togliere il pallet (se presente);
 Togliere il Manuale Uso e Manutenzione, gli accessori e le chiavi di apertura del quadro elettrico della macchina.

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 3 – 12
2.4 INSTALLAZIONE
Prima di eseguire qualsiasi operazione di installazione, assicurarsi che :
 L’impianto non presenti parti in pressione.
 L’impianto non presenti parti in tensione.
 Le tubature da collegare all’essiccatore siano prive di impurità.
 Il peso delle tubature da collegare all'essicatore non gravi sulla macchina.
 Tutte le tubature di interconnessione siano saldamente serrate.
Dopo aver verificato quanto sopra indicato, potete procedere all’installazione della macchina :
1. Collegare l’essiccatore alla linea aria compressa come suggerito nei diagrammi di installazione sotto raffigurati. E’
opportuna l’installazione di un gruppo by-pass (se non presente) che consenta di isolare la macchina dall’impianto
per agevolare eventuali operazioni di manutenzione.
2. Effettuare le connessioni elettriche in accordo con le locali leggi vigenti dopo aver visionato le specifiche e gli
schemi elettrici dell'essiccatore.
3. Verificare il gruppo di scarico condensa e collegare il tubo flessibile di scarico alla linea di drenaggio, ricordandosi
che la condensa separata dall’essiccatore può contiene particelle di olio, pertanto, al fine di smaltirla in
ottemperanza alle leggi vigenti nel paese di utilizzo, vi consigliamo l’installazione di un separatore acqua-
olio di capacità adeguata.
4. Alimentare l’essiccatore dopo essersi accertati che, tensione di targa e frequenza della rete elettrica siano costanti
e corrispondenti ai dati di targa della macchina. E’ cura dell’utilizzatore dotare l’impianto di una adeguata
protezione di linea e di attacco di terra conforme alle normative elettriche in vigore nel paese di utilizzo.
Al fine di ottimizzare l’utilizzo dell’essiccatore vi consigliamo di orientarlo in modo che tutti gli strumenti di controllo della
macchina siano facilmente leggibili.
Dovrà essere istallato prima dell'essiccatore un pre-filtro correttamente dimensionato. La mancata installazione
o mantenimento di un adeguato pre-filtro invaliderà la garanzia dell'essiccatore. La capacità del filtro dovrà
essere almeno di 10 micron.
E’ necessario per l'utilizzatore installare un dispositivo di protezione (accessorio di sicurezza) per proteggere
le apparecchiature sotto pressione da ogni rischio di superamento della pressione massima ammissibile (PS);
è necessaria l'installazione di un dispositivo di protezione per proteggere le apparecchiature lavoranti ad alta
temperatura da ogni rischio di superamento della temperatura massima ammissibile.
IMPORTANTE: installare un dispositivo di protezione (Stabilizzatore di tensione) per proteggere
l'apparecchiatura nel caso le fluttuazioni di tensione superano il valore di ± 10%. (solo su dispositivi monofase)!

3. MESSA IN FUNZIONE
Assicurarsi che l'essiccatore sia bypassato, o non ci sia carico nell'essiccatore.
Azionare l'interruttore elettrico principale (se presente). Il display mostrerà il messaggio OFF, indicando che le tensioni di linea e di
controllo sono disponibili.
Sequenza di avvio
L'essiccatore partirà inizialmente tenendo premuto il pulsante locale ON/OFF per un secondo. La sequenza di avvio continuerà soltanto
in caso non siano attivi dei segnali d'allarme. Il motore del compressore si avvierà DOPO 120 SECONDI. Il motore del ventilatore partirà
simultaneamente con il compressore per i modelli D240-600IN-A e dopo 30 secondi per i modelli piu’ piccoli.
Mod. D780-950IN-A: il ventilatore è comandato solo dal pressostato ventilatore.
Sequenza d'arresto
L'essiccatore può essere arrestato localmente dal pannello di controllo. Dopo aver premuto l'interruttore ON/OFF per 1 secondo, i motori
del compressore e del ventilatore (solo compressore per mod. D780-950IN-A) continueranno a funzionare per ulteriori 10 secondi per
permettere il ribilanciamento delle pressioni interne. L'essiccatore può inoltre arrestarsi in seguito ad un allarme o ad una condizione di
risparmio energetico (ESA o ES2). Qualunque allarme toglierà alimentazione al compressore mentre il motore del ventilatore può
continuare a girare (solo per mod. D12-600IN-A), dipende dal tipo di allarme (consultare il capitolo relativo alle indicazioni del Display).
Se lo spegnimento è dovuto ad un allarme, un messaggio lampeggerà sul display indicando il motivo dello spegnimento. Le condizioni
di risparmio energetico (ESA e ES2) si verificano quando il punto di rugiada si trova al di sotto del valore impostato per un lungo tempo
in modo da risparmiare energia ed evitare la formazione di ghiaccio all'interno dello scambiatore di calore. La situazione può verificarsi
quando la temperatura ambiente è bassa e non c'è carico d'aria compressa.
Mod. D780-950IN-A: il ventilatore è comandato solo dal pressostato ventilatore.
Regolazione a velocità variabile del ventilatore (Mod.D12-600IN-A)
Un microprocessore brevettato permette di regolare la capacità refrigerante dell'essiccatore variando la velocità del motore del ventilatore.
Se il punto di rugiada è superiore al valore impostato, la velocità del ventilatore aumenta, se il punto di rugiada è inferiore al valore
impostato, la velocità del ventilatore diminuisce. L'escursione può andare da 0 a 100% e il LED del ventilatore lampeggia più o meno
velocemente in proporzione alla velocità del ventilatore, si può leggere il valore esatto premendo il pulsante UP. Se la velocità è al 100%
si leggerà FL (Full Load). Sotto condizioni di carico standard la velocità del ventilatore è normalmente al 100%, se non c'è carico la
velocità del ventilatore può oscillare tra 0 e 20%. Nei modelli D240-600IN-A, in modo da regolare la maggiore capacità refrigerante
dell'essiccatore, c'è una valvola di bypass per il gas caldo che coopera con il sistema a velocità variabile.

3.1 PANNELLO DI CONTROLLO


Gli essiccatori facenti parte di questa serie sono dotate di un sistema elettronico di controllo per la modifica dei parametri, le eventuali
operazioni di resettaggio possono essere infatti effettuate tramite il pannello digitale posizionato sulla parte frontale dell'essiccatore.
Il pannello di controllo è costituito da 5 tasti (ON/OFF, TEST, SET, DOWN e UP) e da un display a 3 cifre con tre led di segnalazione
indicati con icone (fig 1)

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 4 – 12
FIG. 1

VISUALIZZAZIONE DISPLAY E LED DI SEGNALAZIONE (D12IN-A ÷ D600IN-A)


DISPLAY DESCRIZIONE LED STATO DESCRIZIONE

Energy saving attivo ON Compressore attivo

La macchina è nello stato di ON e il carico è basso Lampeggiante Modalità programmazione

La macchina è nello stato di ON e il carico è normale ON Scarico condensa attivo

ON Velocità Ventilatore = 100%


La macchina è nello stato di ON e il carico è medio alto
Lampeggiante Velocità Ventilatore < 100%
La macchina è nello stato di ON e il carico è alto OFF Ventilatore spento

VISUALIZAZZIONE DISPLAY E LED DI SEGNALAZIONE (Mod. D780IN-A ÷ D950IN-A)


DISPLAY DESCRIZIONE LED STATO DESCRIZIONE

Energy saving attivo ON Compressore attivo

La macchina è nello stato di ON e il carico è basso Lampeggiante Modalità programmazione

Scarico condensa attivo


La macchina è nello stato di ON e il carico è normale ON (Non utilizzato con "No loss
condensate drain")
La macchina è nello stato di ON e il carico è medio alto
Non utilizzato Non utilizzato
La macchina è nello stato di ON e il carico è alto

3.1.1 FUNZIONE DEI TASTI


TEST: premuto per 3 secondi durante il normale funzionamento consente di attivare un ciclo di scarico condensa.
(Non utilizzato con "No loss condensate drain")
SET: premuto e rilasciato durante il normale funzionamento visualizza il parametro C1.
Mantenuto in pressione per 10 sec consente l’accesso al menù di programmazione dei parametri di scarico condensa C8 e
C9 (Vedi tabella relativa).
Premuto dopo aver programmato nuovi valori di configurazione memorizza le variazioni apportate.
DOWN: premuto durante l’impostazione del set point o dei parametri di configurazione, decrementa il valore visualizzato sul
display di una unità al secondo, per i primi 10 sec di pressione, poi, di un’unità ogni 0,1 sec.
Premuto per 10 sec durante il normale funzionamento dà inizio al ciclo di autotest del controllore.
UP: premuto durante l’impostazione del set point o dei parametri di configurazione, incrementa il valore visualizzato sul
display di una unità al secondo, per i primi 10 sec di pressione, poi, di un’unità ogni 0,1 sec.
ON/OFF: premuto per 1 secondo attiva o disattiva il processo. A processo disattivato il display segnala il messaggio OFF.
NOTA : quando la centralina è in OFF alcune parti dell’essiccatore possono essere comunque sotto tensione,
pertanto, ai fini della sicurezza, sconnettere l’alimentazione elettrica prima di effettuare qualsiasi intervento sulla
macchina.

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 5 – 12
3.1.2 PROGRAMMAZIONE PARAMETRI DI SCARICO CONDENSA
Premere SET per 10 sec per l’ingresso al menù di programmazione parametri: il display visualizza nell’ordine
il valore del set point, il codice del primo parametro modificabile C8 e il suo valore).
Utilizzare i tasti UP e/o DOWN per modificare, solo se strettamente necessario, il valore del parametro
visualizzato.
Premere il tasto SET per memorizzare il valore del parametro precedentemente modificato o per scorrere i
parametri senza modificarli.
Trascorsi 15 sec dall’ultima operazione eseguita il controllore si riporta automaticamente nella modalità di
funzionamento normale.

IMPOSTAZIONE
PARAMETRO DESCRIZIONE RANGE
PREDEFINITA
Ritardo tra gli scarichi
C8 condensa
1 ÷ 240 (min) 1

D12-144IN-A D180IN-A D240-950IN-A


C9 Durata scarico condensa 1 ÷ 240 (sec)
1 2 3

NOTA: le modifiche eseguite ai valori di temporizzazione hanno effetto soltanto dopo l’uscita dalla programmazione, mentre le
modifiche ad altre variabili hanno effetto immediato.
Si ricorda inoltre che ogni modifica apportata ai parametri di configurazione della macchina può risultare dannosa all’efficienza
della stessa. Perciò, eventuali modifiche devono essere effettuate da una persona che abbia una certa familiarità con il
funzionamento dell'essiccatore.
AVVERTENZA PER L’UTILIZZATORE:
E’ PROIBITO TENTARE DI MODIFICARE I RESTANTI PARAMETRI DI CONFIGURAZIONE DEL CONTROLLORE
ELETTRONICO SENZA L’AUTORIZZAZIONE E LA COLLABORAZIONE DEL CENTRO DI DISTRIBUZIONE
INGERSOLL RAND.

3.1.3 SEGNALAZIONI DEL DISPLAY


Il controllore è in grado di riconoscere determinati tipi di anomalie del circuito di essiccazione al verificarsi delle quali visualizza a display
un opportuno messaggio di allarme lampeggiante alternato al valore corrente del dew – point.

MESSAGGIO
CAUSA USCITE AZIONI
(LAMPEGGIANTE)

Dew – point elevato Uscita allarme attiva Resettabile mediante lo spegnimento


HtA
(allarme con ritardo) Uscita compressore non attiva dell'essiccatore.
Uscita ventilatore attiva Se il problema persiste contattare il vostro
Dew – point molto elevato Uscita scarico standard distributore Ingersoll Rand
Ht2
(allarme immediato)
Resettabile mediante lo spegnimento
Uscita allarme attiva dell'essiccatore.
Interruzione o corto circuito
Uscita compressore non attiva Può richiedere la sostituzione della sonda
PF1 della linea di ingresso della
Uscita ventilatore non attiva difettosa.
sonda PTC
Uscita scarico standard Se il problema persiste contattare il vostro
distributore Ingersoll Rand

ESA Uscita allarme non attiva


Uscita compressore non attiva Nessuna
Energy saving attivo
Uscita ventilatore non attiva Reset automatico
ES2 Uscita scarico standard

Uscita allarme attiva


Uscita compressore non attiva
Ast Serie di allarmi ravvicinati Contattare Centro Assistenza
Uscita ventilatore attiva
Uscita scarico standard

NOTA: PF1 ha priorità su tutti gli altri messaggi.

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 6 – 12
3.1.4 SEGNALAZIONE ALLARME REMOTA
La centralina dell’essiccatore è dotata di uscita digitale per la segnalazione remota di eventuali condizioni
di allarme rilevate. L’uscita è comandata da un relé configurato come normalmente aperto che, al
verificarsi di un allarme chiude un circuito.
Agire come segue per predisporre un segnalatore d’allarme remoto:
1. Procurarsi un segnalatore conforme alle caratteristiche elettriche dell’uscita (bobina, lampadina,
sirena, etc.).
2. Togliere alimentazione elettrica all’essiccatore, levare coperchio e pannello laterale.
3. Collegare il segnalatore ai morsetti indicati in fig.2.
4. Ricollocare il coperchio, il pannello laterale e ricollegare l'alimentazione elettrica.

Caratteristiche uscita allarme:


Max. 250VAC / 3A – AC 15 (induttivi)

Fig.2
L’attivazione di tale funzione è a discrezione dell’ Utilizzatore che dovrà provvedere autonomamente all’ approvvigionamento
del materiale necessario. Le operazioni di installazione dovranno essere eseguite da personale qualificato.

3.2 PRELIMINARI DI AVVIAMENTO

Prima di avviare la macchina accertarsi che tutti i parametri di funzionamento siano conformi ai dati di targa.
L’essiccatore viene fornito già collaudato e pre-regolato per un normale funzionamento e non richiede pertanto alcuna
taratura, tuttavia verificarne il corretto funzionamento durante le prime ore di lavoro .

3.3 AVVIAMENTO
Le operazione sotto riportate vanno eseguite al primo avviamento e comunque ad ogni avviamento dopo un
prolungato arresto della macchina, sia esso dovuto ad operazioni di manutenzione o per qualsiasi altro motivo di
inattività.
1. Verificare di aver osservato tutte le indicazioni dei capitoli LUOGO DI INSTALLAZIONE e INSTALLAZIONE.
2. Verificare che il sistema by-pass (se presente) non sia aperto.
3. Alimentare la rete elettrica, e premere l’interruttore ON/OFF per 1 secondo sul pannello di controllo
dell’essiccatore. (c'è un ritardo di 2 minuti prima che l'essiccatore entri in funzione dal momento
dell'accensione).
Solo per D780-950IN-A
- Posizionare l'interruttore generale in posizione 1.
- Attendere 8 ore prima di avviare la macchina
(il non rispetto di questa procedura farà decadere la garanzia).
IN CASO DI MANCATO AVVIO CONTROLLARE L’ORDINE DELLE FASI
4. Attendere da 5 a 10 minuti in modo che la macchina raggiunga i parametri standard di funzionamento.
5. Aprire lentamente la valvola di uscita aria e successivamente, sempre lentamente quella di entrata aria.
6. Chiudere (se presente) il sistema by-pass.
7. Verificare il corretto funzionamento del sistema di scarico condensa.
8. Verificare il corretto serraggio e fissaggio di tutte le tubature di collegamento .

Prima di rimuovere l'alimentazione elettrica arrestare il funzionamento dell'essiccatore con il tasto ON/OFF. In caso contrario
attendere 10 minuti prima di riaccendere l'essiccatore, per permettere il riequilibrio delle pressioni.

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 7 – 12
4. MANUTENZIONE, RICERCA GUASTI E SMANTELLAMENTO

4.1 MANUTENZIONE

Attenzione! Eseguire pressatura esclusivamente con gas inerti (elio, azoto).

Prima di eseguire qualsiasi operazione di manutenzione, assicurarsi che :


1. L’impianto non presenti parti in pressione.
2. L’impianto non presenti parti in tensione.
 SETTIMANALMENTE O OGNI 40 ORE DI FUNZIONAMENTO
 Verificare che la temperatura sul display del pannello di controllo sia accettabile.
 Accertarsi visivamente del regolare scarico della condensa.
 Pulire il filtro a rete del sistema di scarico della condensa.
 MENSILMENTE O OGNI 200 ORE DI FUNZIONAMENTO
 Pulire il condensatore con un getto d’aria compressa, facendo attenzione a non danneggiare le alette in alluminio
della batteria di raffreddamento.
 Verificare il corretto funzionamento dell’essiccatore dopo aver ultimato le operazioni di cui sopra.
 Verificare le condizioni di tutti i filtri istallati con l'essiccatore. Se necessario sostituirli. Consultare il manuale
relativo ai "filtri per aria compressa" per le corrette procedure di manutenzione.
 ANNUALMENTE O OGNI 2000 ORE DI FUNZIONAMENTO
 Accertarsi dell’integrità del tubo flessibile di scarico condensa ed eventualmente sostituirlo.
 Verificare il corretto serraggio e fissaggio di tutte le tubature di collegamento.
 Verificare il corretto funzionamento dell’essiccatore dopo aver ultimato le operazioni di cui sopra.
 OGNI 24 MESI O OGNI 4000 ORE DI FUNZIONAMENTO (Mod. D780IN-A ÷ D950IN-A)
 Sostituire il pressostato del ventilatore.

In caso di sostituzione di uno o più componenti della macchina, smaltire insieme all'eventuale imballo della parte
di ricambio, come riportato nel punto 4.3.

4.2 RICERCA GUASTI


NOTA: I SEGUENTI COMPORTAMENTI SONO CARATTERISTICHE NORMALI DI FUNZIONAMENTO E NON
MALFUNZIONAMENTI
 Velocità variabile del ventilatore. (Mod. D12IN-A ÷ D600IN-A)
 Visualizzazione del messaggio ESA ed ES2 in caso di funzionamento senza carico o con basso carico.
 Ritardo di 2 minuti nell'entrata in funzione dell'essiccatore dopo l'accensione.
Le ricerche dei guasti ed eventuali interventi di verifica e/o manutenzione devono essere eseguiti da
personale qualificato.
Contattare un tecnico frigorista per qualsiasi intervento sul circuito frigorifero della macchina.

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 8 – 12
PROBLEMA DISPLAY POSSIBILI CAUSE RIMEDIO

Non c'è alimentazione nella linea. Ripristinare l'alimentazione nella linea.


Display del D780-950IN-A
Montare le fasi in modo corretto.
pannello di Fasi montate in modo scorretto.
controllo Controllare il cablaggio elettrico. Se il problema persiste
Problemi con il cablaggio elettrico.
spento sostituirlo.
Controllare la scheda elettronica. Se il problema persiste
Problemi con la scheda elettronica.
sostituirla.

L'essiccatore è spento. Accenderlo premendo il tasto ON/OFF per 1 secondo.

L'essiccatore è in stand-by. Attendere 2 minuti dopo che l'essiccatore è stato acceso.


Controllare che l'ingresso e l'uscita dell'aria compressa siano
Ingresso/uscita dell'aria compressa invertiti.
propriamente collegati.
La portata o la temperatura dell'aria in
ingresso all'essiccatore è maggiore dei valori Ripristinare le condizioni nominali.
nominali.
La temperature ambiente è più alta dei valori
Ripristinare le condizioni nominali.
nominali.
Il condensatore frigorifero è sporco. Pulire il condensatore frigorifero.

Pulire il filtro a rete del sistema di scarico condensa.


Sostituire la bobina della elettrovalvola di scarico se
Lo scaricatore di condensa non è in funzione. difettosa.
Fig.3 Pulire o sostituire l'elettrovalvola di scarico se
bloccata/intasata.
Controllare I parametri C8 e C9 della scheda elettronica; se il
PRESENZA DI ACQUA NEL SISTEMA

problema persiste sostituirla.


Lo scaricatore di condensa non è in funzione. Controllare lo scaricatore di condensa, se il problema
Fig.4 -5 persiste sostituirlo.
La sonda della temperatura è posizionata in
Controllare la sonda; se il problema persiste sostituirla.
maniera errata.
D780-950IN-A
Riarmare manualmente il pressostato di sicurezza.
Intervento del pressostato di sicurezza
Problemi con il cablaggio o con la scheda Controllare il cavo e la scheda elettronica; se il problema
elettronica. persiste sostituirle.
Attendere un'ora e ricontrollare. Se il problema persiste:
Attivazione della protezione termica interna
spegnere l'essiccatore e contattare il proprio distributore
del compressore.
Ingersoll rand.
Problemi con le parti elettriche del
Controllare le parti elettriche del compressore.
compressore.
Compressore difettoso. Sostituire il compressore.
La portata e/o la temperatura dell'aria in
ingresso all'essiccatore sono più alte dei Ripristinare le condizioni nominali.
valori nominali.
La temperatura ambiente è più alta dei valori
Ripristinare le condizioni nominali.
nominali.
Il condensatore frigorifero è sporco. Pulire il condensatore frigorifero.
La sonda della temperatura è posizionata in
Controllare la sonda; se il problema persiste sostituirla.
maniera errata.
Il pressostato del ventilatore è bruciato (se Spegnere l'essiccatore e contattare il proprio distributore
presente). Ingersoll rand.
Il pressostato di sicurezza è bruciato (se Spegnere l'essiccatore e contattare il proprio distributore
presente). Ingersoll rand.
Spegnere l'essiccatore e contattare il proprio distributore
Fuoriuscita di gas dal circuito refrigerante.
Ingersoll rand.
Ventilatore difettoso. Sostituire il ventilatore.

Fusibile di protezione bruciato (se presente). Sostituire il fusibile.


La sonda della temperatura è posizionata in
Controllare la sonda; se il problema persiste sostituirla.
maniera errata.
Fuoriuscita di gas dal circuito refrigerante Spegnere l'essiccatore e contattare il proprio distributore
senza carico. Ingersoll rand.
La sonda della temperatura è posizionata in
Controllare la sonda; se il problema persiste sostituirla.
maniera errata.

Serie di allarmi molto vicini tra loro. Contattare il proprio distributore Ingersoll rand.

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 9 – 12
PROBLEMA DISPLAY POSSIBILI CAUSE RIMEDIO
Controllare la sonda; se il problema persiste sostituirla.
BASSA PRESSIONE NELLA LINEA
Controllare la scheda elettronica; se il problema persiste
Formazione di ghiaccio nell'evaporatore.
sostituirle.
Contattare il nostro Centro Assistenza per controllare la carica
del gas.
Controllare se l'ingresso e l'uscita dell'aria compressa sono
collegati correttamente.
Controllare se le tubature di connessione sono otturate; in
Blocco. questo caso procedere di conseguenza.
Controllare se qualche valvola è chiusa.
Controllare le condizioni di tutti I filtri.
Elettrovalvola di scarico bloccata, pulirla o sostituirla.
Verificare I tempi di scarico condensa impostati sulla scheda
elettronica (C8 e C9).
Fuoriuscita d'aria continua dallo scarico di
Controllare il segnale proveniente dalla scheda elettronica: se
condensa.
è continuo sostituire la scheda.
Controllare lo scaricatore di condensa, se il problema persiste
sostituirlo.

IMPORTANTE:
La sonda di temperatura è estremamente delicata. Non scollegare o rimuovere la sonda dalla propria sede. Per qualsiasi
problema contattare con urgenza il proprio distributore OMI.

Fig.3 Elettrovalvola di scarico condensa

Pulizia dell’elettrovalvola di scarico condensa

Quando necessario:
 Pulire il filtro a rete
del sistema di
scarico condensa.
 Pulire il filtro a rete.

Filtro a rete

Fig.4
No loss condensate drain (ENLD)
Lo scaricatore elettronico di condensa ENLD è lo scaricatore applicabile a tutti
gli impianti d’aria compressa, dove vi sia la necessità di eliminare la condensa
senza sprechi di aria. Di facile pulizia e di ridotte dimensioni, elimina
definitivamente i problemi di consumo d’aria e di inquinamento acustico degli
scaricatori temporizzati. E’ applicabile a serbatoi, separatori, essiccatori, filtri,
compressori d’aria, etc. Lo scaricatore elettronico di condensa entra in funzione
automaticamente, senza il bisogno di alcuna regolazione o aggiustamento.
L’evacuazione della condensa è ottenuta grazie all’utilizzo di un sensore
elettronico che rileva la quantità di condensa presente nel serbatoio di accumulo
incorporato. Il sensore di livello comanda l’inizio e la durata di scarico in modo
da eliminare qualsiasi perdita di aria compressa. Ad installazione avvenuta,
dare pressione all’impianto ed agire ripetutamente sul tasto TEST per eliminare
le bolle d’aria contenute nei raccordi in ingresso scaricatore.
Fare riferimento al CD allegato allo scaricatore per le istruzioni complete.
A questo scaricatore verranno applicate le condizioni di garanzia ENLD.

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 10 – 12
Fig. 5
Optional: No loss condensate drain (Zero Drain)

Lo scaricatore elettronico di condensa ZERO DRAIN è il nuovo scaricatore


applicabile a tutti gli impianti d’aria compressa, dove vi sia la necessità di
eliminare la condensa senza sprechi di aria. Di facile pulizia e di ridotte
dimensioni, elimina definitivamente i problemi di consumo d’aria e di
inquinamento acustico degli scaricatori temporizzati. E’ applicabile a serbatoi,
separatori, essiccatori, filtri, compressori d’aria, etc. Lo scaricatore elettronico di
condensa entra in funzione automaticamente, senza il bisogno di alcuna
regolazione o aggiustamento. L’evacuazione della condensa è ottenuta grazie
all’utilizzo di un sensore elettronico che rileva la quantità di condensa presente
nel serbatoio di accumulo incorporato. Il sensore di livello comanda l’inizio e la
durata di scarico in modo da eliminare qualsiasi perdita di aria compressa. Ad
installazione avvenuta, dare pressione all’impianto ed agire ripetutamente sul
tasto TEST per eliminare le bolle d’aria contenute nei raccordi in ingresso
scaricatore.
L’unità Zero Drain è dotata di una connessione per allarme remoto (contatto
pulito, chiuso quando lo scaricatore è in allarme da almeno 30 secondi): vedere
lo schema della morsettiera (allegato B) per ulteriori dettagli.

Manutenzione
L’unità Zero Drain è dotata di una unità di servizio che si raccomanda di sostituire annualmente per assicurare il corretto
funzionamento.

1. Scollegare l’essiccatore dalla


rete elettrica e depressurizzare
a 0 bar.

2. Svitare e scollegare il
connettore eletrico dall’unità di
servizio.

3. Svitare le 4 viti che trattengono


l’unità

4. Rimuovere l’unità di servizio


dallo scaricatore

1 2 5. Pulire il filtro a rete

6. Sostituire l’unità di servizio

7. Riavvitare le 4 viti in sede

8. Ricollegare il connettore
elettrico

9. Collegare l’essiccatore
all’alimentazione elettrica

10. Pressurizzare l’essiccatore alla


pressione di esercizio
Filtro a rete
11. Premere il pulsante TEST

3 4
Se lo scaricatore non funziona correttamente, provare ad agire sul tasto TEST e pulire il filtro a
rete.
Non smontare mai il corpo dello scaricatore. Se il malfunzionamento persiste, contattare il Vs.
Rivenditore di fiducia.

Prima di effettuare qualsiasi intervento di manutenzione, lo scaricatore deve essere


scollegato dall'aria compressa e dall'alimentazione elettrica!

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 11 – 12
4.3 SMANTELLAMENTO

Tutte le operazioni sull'essiccatore devono essere condotte da personale qualificato!


Nel caso si presentasse la necessità di mettere fuori servizio l'essiccatore, procedere nel modo seguente:

 arrestare la macchina ed isolarla in modo permanente dalla rete di alimentazione elettrica;


 scollegare il cavo elettrico dall’alimentazione;
 depressurizzare il circuito aria;
 svuotare il serbatoio ed i circuiti interni del liquido.
 se la macchina deve essere spedita utilizzare l’imballaggio originale o uno simile, e posizionare il dryer in posizione
verticale.

Prima di effettuare qualsiasi intervento sulle parti elettriche assicurarsi che il sezionatore abbia isolato la corrente
dall'essiccatore e disponga dei segnali necessari ad evitare una riconnessione dell’unità all’alimentazione elettrica!

Per effettuare correttamente le operazioni di movimentazione ed immagazzinaggio fare riferimento ai contenuti e alle istruzioni
di sicurezza contenute nel manuale. Eliminare gli eventuali liquidi residui dalla macchina, rispetto alle loro caratteristiche, in
accordo con le leggi in vigore.

Se la macchina deve essere demolita: non aprire il gruppo frigo saldato (compressore, evaporatore e condensatore) per la
presenza di refrigerante e olio lubrificante.

Inviare il gruppo completo ad una ditta autorizzata di demolizione in accordo con la legislazione vigente in materia. Gli altri
materiali/componenti difettosi devono essere trattati secondo la legislazione vigente del proprio paese.

Cod. 710.0138.40.00 Rev04C – 10.2018 © Copyright 2018 Ingersoll Rand - All rights reserved 12 – 12