Sei sulla pagina 1di 2

Un giorno chiesi al Maestro Huakuten perché praticava il Reiki

Lui semplicemente rispose:


“ Perché mi rende Felice.
Se stai bene fisicamente, mentalmente
e sei in armonia con l’Universo ,
il risultato non può che essere uno:
LA FELICITA’”.

Siamo qui oggi, per cominciare ad intraprendere un cammino felice sull’energia del
Reiki. La trattazione non è esaustiva ma vuole essere una panoramica di quanto è le
gato a questo mondo anche tramite il sito www.leviedelrisveglio.org.

Il Reiki è un cammino spirituale e filosofico,


opera su tutti i livelli dell’essere umano,
per guidarlo nel suo percorso quotidiano,
ha come obiettivo l’ equilibrio dei tre livelli: Corpo, Mente , Anima
al fine di condurre l’Uomo sulla strada che porta alla
Felicità.
Riequilibrare se stessi è un cammino arduo e difficile, cammino diverso per ognuno
di noi, poiché ogni essere vivente è diverso dall altro ed è irripetibile ed unico, q
uindi ogni percorso è unico.
Il Reiki ha una visione “OLISTICA” dell’uomo inteso come essere completo, lavora quind
i su tutti i livelli CORPO, MENTE, SPIRITO, nell’espressione più completa della vita
e dei suoi mondi ANIMALE, VEGETALE e MINERALE, considerando le esistenze connes
se ad una rete immensa, legati a dei fili invisibili tra loro e con tutto il Cre
ato.
La disciplina richiede un lavoro costante per l’evoluzione della persona:
per gestire,
per fronteggiare,
per integrare e
per abbracciare,
frasi, come: “non ho avuto”, “e se …”, “ mi merito …” , “sono meglio di …”, queste frasi so
esempio di quanti blocchi creiamo in noi stessi, quindi per riflesso nella nostr
a vita; questi limiti hanno l’effetto di frenare la nostra evoluzione, nell’ammirare
il miracolo della vita, anestetizzano le capacità reali di riconoscere i regali c
he la vita stessa ci dona, e di esserne grati.
Il corso verrà eseguito da un Master, in questo caso da una Master, il quale scopo
è quello di far cominciare a sperimentare il vero senso del Reiki, ma, il vero ap
prendimento è dato dall’esercizio costante e continuo, contornato da grande amore e
tanta pazienza con se stessi e con gli altri.
Per fornire una linea guida a cui ispirarsi troviamo nel Reiki cinque semplici c
oncetti detti “I CINQUE PRINCIPI REIKI”, (vedi pagina successiva) che vogliono aiuta
re ad avere una visione diversa della vita. Essi sono la base su cui porre la pr
opria attenzione al fine di liberare l’individuo da veleni inutili.
La consapevolezza dell’essere umano chiede un impegno quotidiano ma di un solo gio
rno per volta e quindi …
Solo per oggi …
Occorre impegnarsi a non cedere alle preoccupazione e alla rabbia che consumano
inutilmente le energie che potremmo indirizzare altrove.
Bisogna cominciare scientemente a riscoprire la sensazione di gratitudine per ciò
che abbiamo, invece di lamentarci per ciò che non abbiamo; per raggiungere i nostr
i obiettivi,occorre, lavorare intensamente, senza dimenticare di onorare gli ess
eri viventi, sia quelli che oggi sono i compagni del cammino, sia quelli che ci
hanno preceduto, sia quelli che ci seguiranno.
Siamo in questa esperienza di vita grazie al corpo che insegna il tempo, lo spaz
io e la sequenza degli accadimenti e contemporaneamente siamo esseri infiniti in
cui la scintilla divina è sempre accesa.
Questo non significa astrarsi o lasciare il mondo che ci circonda, ognuno deve e
ssere consapevole del cammino che fa, nel mondo, e come ogni viandante, ci saran
no delle esperienze che appesantiscono, lezioni da apprendere e prendere, elemen
ti che si continuano ostinatamente a trattenere invece di lasciarli andare, quin
di occorre un metodo per aiutare la nostra evoluzione, uno di questi metodi è il R
eiki.
Come la doccia, o un bagno caldo, che dopo una giornata di lavoro rilassa il nos
tro corpo portandosi via tutte le fatiche, lo stress, le preoccupazioni, perché no
n dovremmo rilassare anche mente e anima?