Sei sulla pagina 1di 48

 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Avvertenza
“Come creare una piattaforma e-learning”
Un e-book gratuito liberamente scaricabile da ​www.formaly.it​.
Data di pubblicazione: 1 settembre 2018
Ultima revisione: 10 febbraio 2020

Pag. 2  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Introduzione
E’ possibile creare una piattaforma per erogare corsi online in maniera
completamente gratuita? Questa è la sfida che ho accettato, e quello che stai leggendo
è il risultato delle mie ricerche.

In breve: ​la risposta è sì, è possibile fare una piattaforma e-learning senza
spendere un soldo.

Ci sono delle limitazioni, ovviamente. Perchè per avere una piattaforma e-learning
con molte funzionalità è inevitabile fare un investimento iniziale su un prodotto a
pagamento. Il software gratuito è ​sufficiente​ per iniziare con una piattaforma di corsi
online. Se in seguito le cose andranno bene e avrai tanti utenti con maggiori
necessità, allora potrai iniziare a guardarti intorno in cerca di software più potenti (e
non gratuiti).

Quindi la nostra piattaforma, per essere completamente gratuita, dovrà essere


semplice e dovrà essere gestita senza alcuni automatismi: alcune cose andranno fatte
a mano. Nei capitoli successivi mi spiegherò meglio.

In questo report scopriremo come


● attivare le ​funzioni principali​ di una piattaforma e-learning
● pubblicare un ​corso online
● riservare l’accesso​ al nostro corso a utenti che scegliamo noi (​manual
enroll)​ oppure a utenti che effettuano un pagamento.

Se desideri sapere come creare una piattaforma di corsi online funzionante al 100%,
allora sei nel posto giusto. Continua nella lettura partendo dal sommario; se qualcosa
ti è già chiaro, passa pure al capitolo successivo. I capitoli sono autonomi, ovvero
sono indipendenti uno dall’altro e possono essere letti separatamente. In ogni caso, ti

Pag. 3  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
consiglio comunque una lettura integrale di questo e-book, per gustare appieno le
potenzialità di una piattaforma e-learning costruita ad opera d’arte.

Pag. 4  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Sommario:

Introduzione 2

Capitolo 1 - Usare Wordpress per la nostra piattaforma e-learning? 5

Capitolo 2 - Come trovare hosting gratuito 8

Capitolo 3 - Quanti plugin bisogna usare per un sito di corsi? 11

Capitolo 4 - Quali plugin bisogna installare? 13


Ora tocca a te! 15

Capitolo 5 - Come impostare il plugin 16


Impostazioni generali 16
Impostazioni dei corsi 18
Impostazioni della pagina profilo 21
Come impostare i dati e ricevere pagamenti 24
Accettare pagamenti tramite Paypal 26
Ora tocca a te! 28
Mi serve una Partita IVA per vendere corsi online? 29
La gestione delle mail automatiche 31
Cosa non va modificato (consiglio personale) 33
Ora tocca a te! 34

Capitolo 6 - Come creare un corso online 35


Come inserire le lezioni 38
Come inserire i quiz 40
Ora tocca a te! 43

Conclusione 44

Sull’autore 45

Pag. 5  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Capitolo 1 - Usare Wordpress per la nostra


piattaforma e-learning?
Se vuoi avventurarti in una progettazione impegnativa quale può essere la
pubblicazione di corsi online, dobbiamo farci una domanda ​prima ​di spiegare
qualsiasi procedura tecnica. Già, perchè il web offre molte piattaforme e-learning con
diverse funzionalità, per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Ebbene, perchè non usare alcune piattaforme già preimpostate, ma



prendersi la briga di farne una ​ex-novo?

1. alcune potenti piattaforme e-learning, come Formaly (la nostra piattaforma!


L’hai vista per caso?​) o Docebo, sono sicuramente fatte bene e offrono molte
funzionalità. Ma non sono gratuite. Sono strumenti professionali e hanno un
costo di esercizio.
2. altre piattaforme sono gratuite, come Moodle. Ma per installarle serve un
server (e quindi conoscenze tecniche di gestione hosting, server, FTP, etc) e
tutto sommato non sono così accattivanti per lo studente (Moodle in
particolare è una piattaforma molto articolata, ma per quanto riguarda la
cosiddetta ​user experience​ non è ottimizzata. Moodle, non me ne vogliano i
suoi estimatori, è brutta, non si naviga bene, non si capisce dove sono le
funzioni sia per il docente sia per lo studente. Io l’ho usata per alcuni miei
progetti, e l’ho abbandonata per ragioni sia estetiche sia di esperienza di
navigazione).

La mia tesi è questa. ​A partire da un livello iniziale, fino a un livello


intermedio di alcune migliaia di studenti, Wordpress può benissimo
essere usato per creare una piattaforma di corsi online​.

Pag. 6  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
Wordpress possiede alcune funzioni che sono fondamentali in una piattaforma
e-learning:
● la gestione degli utenti (registrazione, login, recupero password, etc)
● l’interconnessione con servizi di pagamento (PayPal, Stripe, etc.)
● e grazie ad alcuni plugin si può trasformare a tutti gli effetti in una
piattaforma e-learning.

Ma c’è di più. Con Wordpress hai molta ​flessibilità​. Wordpress è un software


adattabile e si conforma bene alle più diverse necessità. Puoi impostare come vuoi il
layout della tua piattaforma e-learning, così come può essere flessibile il metodo di
pagamento che sceglierai.

Anche per quanto riguarda l’​usabilità​, Wordpress può adattarsi a quello che ti
serve. La registrazione, il profilo personale, i pagamenti, i menu, il flusso che deve
seguire un utente per iscriversi a un corso online, tutto quanto può essere modificato
senza problemi.

Con molte piattaforme pre-impostate, questo semplicemente non è possibile, perchè


il tuo grado di intervento rimane alla superficie.

La pagina di un corso di Udemy. Il design della pagina è uguale per tutti i docenti e non può
essere modificato. Se non ti piace questo design, lo devi tenere così.

Pag. 7  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

In conclusione di questo capitolo ti voglio dire questo.


Usare Wordpress come base per il tuo sito di video-corsi può essere impegnativo
all’inizio, ma in seguito ti permette di avere il controllo della tua piattaforma sotto
molteplici punti di vista. E poi vuoi mettere la soddisfazione di costruire qualcosa che
hai fatto tu, con la tua creatività e le tue mani?

Se desideri approfondire perchè dovresti usare Wordpress per fare una piattaforma
e-learning, puoi leggere: ​Perchè fare una piattaforma con Wordpress

Pag. 8  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Capitolo 2 - Come trovare hosting gratuito


In questo report vige una sola regola, i servizi suggeriti devono essere a costo zero,
perchè la promessa è che alla fine avremo una piattaforma e-learning completamente
gratuita.

Quindi anche lo spazio web su cui andremo a installare Wordpress deve essere
gratuito.

Ma esiste?

Ci sono ​provider​ che forniscono spazio web gratuito? E sono affidabili?


La risposta a queste domande è sì, eccome se esistono.

Ne consiglio uno in particolare. L’ho usato per diversi miei progetti (come lo ​Sblog!​)
e mi sono sempre trovato bene.

Il sito in questione è ​www.altervista.org

Offrono un servizio di hosting totalmente gratuito, su cui tra l’altro c’è già
preinstallato Wordpress.

Per cui non dovrai nemmeno smanettare per installare il software che ci servirà come
ossatura base della nostra futura piattaforma e-learning.

Come fanno a dare questo servizio gratis? Dove sta la fregatura?

E’ un modello di business perfettamente sostenibile.

In pratica funziona così. Permettono a chiunque di fare un sito gratis.

Pag. 9  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
Fai attenzione, perchè ora viene il bello.

Su Altervista, se un utente ha tanto traffico, può attivare la raccolta pubblicitaria, così


può guadagnare dal proprio blog.

Altervista si tiene una percentuale della raccolta pubblicitaria e grazie agli introiti dei
siti con la pubblicità, può sostenere tutta la rete.

Per dire, su Altervista è ospitato Giallozafferano, oppure Spinoza.it.

Questi sono siti che generano alti volumi di traffico, e quindi di entrate, e permettono
all’hosting di rimanere gratuito anche per chi non ha molto traffico o sta iniziando a
costruire il proprio piccolo sito sul web.

E noi per fare la piattaforma useremo proprio il servizio gratuito offerto da Altervista.

Se poi i nostri affari prenderanno il volo, allora potremo passare a servizi più potenti
e dedicati espressamente all’e-learning.

Ma per iniziare, Altervista è l’ideale, perchè è potente e gratuito.

Ora tocca a te! 


Vai su ​www.altervista.org​ e crea un account.

Per aiutarti a scegliere il nome del tuo sito, rispondi mentalmente a queste
domande​:

1. Che tipo di corsi ho intenzione di fare?


2. Che tipo di competenza ho intenzione di insegnare?
3. Quale sarà la competenza che i miei studenti acquisiranno dopo aver seguito
i miei corsi?
4. Che tipo di piattaforma ho intenzione di proporre? Come docente ci sono

Pag. 10  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

solo io o inviterò altri esperti che operano nel mio stesso campo?
5. Che tipo di persona sono? Allegra, seria, professionale, esuberante, pacata?

Prenditi pure del tempo, questo è un passaggio importante per la tua attività. Il
nome del tuo sito influenzerà ​tutto​ il tuo futuro online.

Vogliamo che sia un nome che senti tuo, ti rappresenti e che permetta al visitatore
di capire in un attimo cosa offre il tuo sito.

P.S. Questo non è il momento di essere creativi. Piuttosto è meglio cercare di essere
chiari e mostrare immediatamente ad un visitatore in cosa consiste il nostro
servizio.

Pag. 11  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Capitolo 3 - Quanti plugin bisogna usare


per un sito di corsi?
Una piccola precisazione.

Spesso capita che quando si comincia a costruire un sito in Wordpress, si fa presto a


scivolare nella mania dell’aggiungere plugin su plugin.

Non contenti di alcune funzioni, si vuole aggiungerne altre, e poi altre, e poi altre
ancora.

A me capita tutte le volte, e devo fare opera di forte autodeterminazione per


limitarmi.

Riempire il proprio Wordpress di plugin non è l’ideale, perchè il sito si appesantisce.


Ma soprattutto perchè spesso le funzioni avanzate non ci servono veramente.

Non so se ti sia mai capitato.

La voglia di aggiungere servizi e funzionalità è così tanta che poi non ci si chiede se
queste funzionalità servano davvero.

Invece, ​se poni al centro della tua azione l’utente finale, cambia tutta la
prospettiva​.

La domanda che devi farti è: “questo plugin serve ​davvero​ ai miei utenti o stiamo
giocando a chi ha il giocattolino più bello”?

Ebbene, la piattaforma che stiamo per costruire usa pochissimi plugin (e


probabilmente non sono quelli che ti aspetti).

Pag. 12  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Installeremo un plugin LMS gratuito. Le sue funzionalità non sono avanzate come
per altri plugin, ma è sufficiente per iniziare.

Se poi il tuo corso online avrà successo, ci sarà la possibilità di spostarsi su plugin più
efficaci. Su Formaly, ad esempio, ​forniamo ai nostri utenti un LMS basato su
Learndash​.

Tra poco scopriremo come fare, per ora ​è importante che ci siamo capiti su
questo discorso del basso numero di plugin​. Davvero, è importante per
proseguire bene nella lettura di questo report. E nella gestione del tuo sito.

Una volta che avrai preso dimestichezza con gli strumenti che ti suggerisco qui, poi
passerai a qualcosa di più potente o che ti risolve uno specifico problema che avrai
incontrato.

Dopo che avrai fatto esperienza con il tuo Wordpress, avrai una
percezione migliore di quello che ti serve. Sarai in grado di scegliere
nuovi plugin in modo specifico, concreto, consapevole​.

Per ora quindi partiamo con pochi plugin, vedremo che sarà già abbastanza per
costruire una piattaforma e-learning perfettamente funzionante.

Pag. 13  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Capitolo 4 - Quali plugin bisogna installare?


Per raggiungere il nostro scopo, ci basterà installare un solo plugin.

Notevole, vero?

Un solo plugin, e con qualche accortezza che ti spiegherò tra poco, potremo avere la
nostra piattaforma.

Il plugin è liberamente scaricabile da Wordpress, e si chiama ​Learnpress

Learnpress è un LMS, ovvero un Learning Management System, grazie al quale


potremo gestire le principali funzionalità di un sito di corsi online:
● pubblicare un corso online
● associare delle lezioni al corso
● proteggere il contenuto delle lezioni
● predisporre vari tipi di esercitazioni
● ricevere un pagamento per accedere al corso
● creare una pagina profilo per gli studenti
● visionare report e statistiche

Pag. 14  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Il report riassuntivo dei corsi sulla dashboard principale

Mancano alcune funzionalità di plugin più potenti (e costosi), ma per essere un


plugin gratuito fa il suo dovere.

Alcune funzionalità che mancano nella versione base sono una gestione più dinamica
dei prezzi, la possibilità di rilasciare attestati, la possibilità di creare tanti tipi di
esercizi (sono presenti solo quelli base), un pannello riassuntivo dettagliato di come
stanno andando i tuoi corsi.

Ad ogni modo come inizio è perfetto, se poi i corsi avranno successo, potrai passare a
soluzioni più articolate, come detto poco sopra.

Pag. 15  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Ora tocca a te! 


E’ arrivato il momento di mettere le mani in pasta, che fuor di metafora significa
che è arrivato il momento di installare il plugin.

1. Scarica ​Learnpress​ sul tuo computer


2. Entra nel tuo account Altervista (o del tuo hosting personale)
3. Vai alla pagina dei plugin
4. Clicca Aggiungi nuovo
5. Carica Learnpress
6. Fine

Complimenti, hai fatto un ulteriore passo verso il tuo sito di corsi online.

Stiamo per entrare nel plugin vero e proprio, adesso si comincia a fare sul serio!

Pag. 16  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Capitolo 5 - Come impostare il plugin


Se hai fatto tutto correttamente, dovresti vedere nel menu di Wordpress una nuova
voce, Learnpress.

In ​grassetto​ ho messo le voci che descrivono le varie impostazioni selezionabili.

Impostazioni generali
La prima cosa che dobbiamo fare è modificare le impostazioni generali del nostro
plugin.

Il pannello delle impostazioni generali

In questa pagina avremo l’accortezza di impostare innanzitutto ​dove vogliamo che


i nostri clienti vengano reindirizzati​ (=su quale pagina) dopo che hanno
effettuato il logout dal nostro sito.

Pag. 17  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Puoi reindirizzarli alla pagina dei corsi, ad esempio. Oppure alla pagina del profilo
utente. Ti consiglio di fare sempre una prova, come se tu fossi uno studente. Così
capirai qual è il flusso più naturale da seguire.

Poco sotto troviamo il form per ​gestire la valuta​ che vogliamo usare per vendere i
nostri corsi.

Qui si apre un menu a tendina, scegli l’euro (se sei in Italia o in Europa, altrimenti la
valuta che ti serve nel tuo caso specifico).

Fai attenzione a mettere come separatore dei decimali la virgola e come separatore
delle migliaia il punto (di default è il contrario).

Pag. 18  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Impostazioni dei corsi

Il pannello delle impostazioni dei corsi

Sotto la scritta “Generale” trovi impostazioni utili se hai un sito dove hai più di un
docente.

Pag. 19  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

In quel caso puoi decidere se i docenti possono pubblicare liberamente i loro corsi o
se serve una ​revisione da parte dell’admin​, cioè tu.

Il pannello sotto gestisce la ​pagina dove verranno mostrati i corsi​.

Procedi così:
1. crea una pagina con il titolo “Corsi”. O scegli un altro titolo che ti piace di più
2. non scrivere nulla nella pagina e salvala
3. torna su Learnpress, sul pannello delle impostazioni dei corsi e assegna la
pagina appena creata alla voce “Pagina dei corsi”
4. puoi visitare la pagina (ma non troverai nulla perchè non abbiamo ancora
creato alcun corso…)

Il pannello delle impostazioni continua nell’immagine sotto. L’ho diviso in diverse


immagini così spieghiamo una cosa alla volta e non ci perdiamo.

Dunque, proseguiamo.

Nella sezione “Single Course” lascerai stare “​Course tag base​”, perchè ci va bene
così.

Modificheremo invece la ​struttura dei permalink​, e questo è importante in


un’ottica SEO. Ai motori di ricerca piacciono URL che siano descrittivi della pagina
(esempio: ​www.miosito.it/corso-di-cucito​) invece che codici alfa-numerici (esempio:
www.miosito.it/?id=192843lksl)​ .

A questo punto puoi scegliere due strutture dei link, vanno bene entrambe:
● se prevedi di avere molti corsi, scegli “courses base with category”
● se prevedi di avere pochi corsi, Scegli “courses base”

Pag. 20  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
Aggiungere le categorie dei corsi nell’indirizzo aiuta i motori di ricerca (ma anche gli
utenti) a capire come è strutturato il tuo sito.

Puoi modificare e mettere in italiano ​lessons e quizzes​, questi termini


compariranno sempre nell’URL del tuo corso.

Infine, puoi decidere se ​mostrare un numero di studenti iscritti al corso


fasullo, inventato, fake​.

Perchè?

Perchè un visitatore, se vede che molti studenti sono già iscritti al tuo corso, avrà una
riprova sociale forte per iscriversi: se così tanti hanno fatto il corso, vuol dire che il
corso è ottimo.

E’ un concetto di marketing sostenuto anche dal celebre psicologo Robert


Cialdini​, che afferma che tra i metodi persuasivi di vendita, uno tra i più potenti è
quello dell’imitazione o riprova sociale. Se tante persone fanno una cosa, allora noi
saremo spinti a fare la stessa cosa.

Naturalmente stai dicendo una bugia.

Ma qui entriamo nel campo della coscienza individuale, e sebbene sarebbe


interessante confrontarsi con te su verità e menzogna, su come esse influiscano sui
nostri rapporti personali, su come la verità ci dia solidità e la menzogna ci tolga forza
interiore, non credo sia il caso di approfondire qui.

Torniamo a noi.

In questa ultima parte di pagina, puoi scegliere se ​mostrare l’immagine del


corso nella pagina corsi, e scegliere la dimensione della miniatura​.

Pag. 21  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Consiglio di flaggare la voce, ma di non modificare la dimensione dell’immagine,


perchè è inserita così dai programmatori di Learnpress ed è già ottima come
dimensione.

Non dimenticarti di salvare.

Pag. 22  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Impostazioni della pagina profilo

Il pannello della pagina profilo

Nelle impostazioni del profilo utente, dovrai modificare alcune voci.

Pag. 23  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
Cercheremo di creare una esperienza utente piacevole e senza intoppi. Perciò
andremo a cambiare quelle voci che ci servono per rendere la navigazione sul nostro
sito il più possibile fluida.

Come per la pagina dei corsi, dovrai ​creare una pagina profilo, salvarla, e poi
selezionarla in questo pannello come la pagina profilo​.

Appena sotto, ​puoi togliere il link alla barra di amministrazione​. E’ quella in


alto, e noi non vogliamo che gli studenti abbiano accesso a quella barra. Non ci serve
e genera confusione nel visitatore. Perciò togli la spunta.

Conferma, invece, che vuoi ​rendere visibile il modulo di login, così come
quello di registrazione​. Altrimenti come fanno i tuoi studenti ad accedere al corso
se non si registrano?

Nella sezione ​Sub tag slugs ​devi decidere come chiamare quelle voci che formano il
menu utente, sotto la sua foto profilo.

Vedi la foto per comprendere subito di cosa stiamo parlando.

Le voci devono essere chiare e richiamare subito alla mente dell’utente che tipo di
pagina si aprirà cliccando sulle voci.

Quindi cerca di dare nomi chiari e semplici, questo non è il momento di essere
creativi, ma funzionali.

Pag. 24  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

La pagina in front-end del profilo utente di Learnpress. Sotto la foto è presente il menu
(modificabile)

Nella sezione “Setting tabs” ci saranno le opzioni per modificare il proprio profilo
utente.

Anche in questo caso vale quanto detto poco fa, cerca di usare nomi chiari e semplici.

Come puoi vedere, manca la ​foto utente o avatar​. Possiamo rendere modificabile
la foto profilo, basta flaggare Custom avatar.

In questo modo i tuoi studenti potranno usare la foto personale che più piace,
personalizzando la loro esperienza sul tuo portale di corsi.

Basta modificare una foto per avere un effetto benefico sull’esperienza utente, il tuo
sito sarà molto più personale ed efficace.

Pag. 25  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
L’ultima sezione riguarda la condivisione del profilo utente all’interno del tuo sito. In
generale va bene come viene impostato di default.

Di nuovo, ricordati di salvare quando hai finito.

Come impostare i dati e ricevere pagamenti

Per impostare correttamente i pagamenti serve un attimo di concentrazione.

Siamo arrivati ad un passaggio delicato: la gestione economica della tua piattaforma.

Pag. 26  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Quando si tratta di soldi, si deve procedere con i piedi di piombo, assicurarsi che
tutte le procedure funzionino e che gli utenti si sentano sereni nel fornire i loro dati
sensibili al tuo sito.

Se i visitatori non si sentono tranquilli, avrai un ostacolo ulteriore a far iscrivere


potenziali utenti.

Considerando che già è difficile vendere online, almeno cerca di rendere l’esperienza
utente il più possibile naturale, fluida e senza ostacoli.

Hai mai fatto acquisti con Amazon? Loro sono maestri nel rendere la vita facile, con
pochi click il tuo acquisto è fatto.

Se ci fossero troppi passaggi, troppe complicazioni, troppi dati da inserire, molti


utenti abbandonerebbero il carrello e Amazon perderebbe molti soldi.

E anche noi nel nostro piccolo, come Amazon, non vogliamo perdere del denaro.

Una volta che un utente ha deciso che vuole acquistare il tuo corso online, a quel
punto gli dobbiamo dire:
● come pagare
● quali garanzie offriamo
● a quale servizio finanziario ci appoggiamo
● se i suoi dati sul nostro sito sono al sicuro
● cosa succederà quando avrà pagato (​questo è un passaggio importante e che
vedremo tra poco)​

Insomma, l’intera operazione deve svolgersi in maniera scorrevole, facile, con il


numero minimo di click per concludere il pagamento con successo.

Pag. 27  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
C’è anche un libro che espone questo concetto di semplicità:
Don’t make me think.​ Parla di come un utente che atterri sul
tuo sito non debba avere il minimo dubbio su come
muoversi, cosa cliccare per fare cosa, avere ben visibili le
informazioni più importanti, e così via. Se vuoi approfondire
è una lettura molto interessante.

Ma come ottenere questo tipo di esperienza utente?

Innanzitutto crea la ​pagina del checkout​. Come per le altre pagine che abbiamo
visto in precedenza, crei una pagina in Wordpress e poi assegni quella pagina al
checkout di Learnpress.

La pagina checkout è dove avverrà il pagamento vero e proprio.

Proseguendo nella sezione pagamenti, flagga ​auto-enroll​, perchè così un utente,


dopo che avrà pagato, verrà iscritto al corso.

Attenzione, non permettere a un utente di pagare come ​ospite (guest)​, perchè


altrimenti perdi l’automazione del processo e devi procedere a mano.

Per facilitare le cose ai tuoi utenti, puoi permettere il ​login e la registrazione


direttamente nella pagina del checkout.

Importante: crea una pagina ​Termini e condizioni​ ed assegnala a Learnpress. Un


utente non potrà proseguire se non accetta le tue condizioni.

Salva e come prima parte dei pagamenti siamo a posto.

Pag. 28  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Accettare pagamenti tramite Paypal


La seconda parte riguarda ​Paypal​.

Puoi accettare pagamenti offline, come un bonifico bancario, scaricando questo


add-on: ​https://it.wordpress.org/plugins/learnpress-offline-payment/

Il plugin standard ti permette di ricevere pagamenti solo attraverso Paypal. Se vuoi


altre opzioni (oltre al bonifico), devi pagare a parte delle integrazioni presso gli
sviluppatori di Learnpress.

Ti suggerisco, intanto che inizi, di usare Paypal. E’ un sistema stabile e con anni di
esperienza alle spalle, è conosciuto da moltissime persone in Italia (affidabilità), è
sinonimo di moneta online.

In seguito, se hai bisogno di diversificare i metodi di pagamento o di sviluppare siti


più complessi, potrai farlo, avendo maturato nel frattempo maggior competenza
nella creazione di un portale di corsi online.

Come impostare Paypal?

Facilissimo. Dopo aver creato un account Paypal, ti basterà ​abilitare il pagamento


ed inserire la mail con cui ti sei iscritto a Paypal​.

In pratica funziona così. Quando un utente cliccherà su “Acquista corso”, Learnpress


invierà una richiesta al tuo conto Paypal, perchè Paypal e Learnpress sono associati
entrambi alla tua mail.

Per la questione pagamento il lavoro di Learnpress è finito. Si occuperà di tutto


Paypal, chiedendo i dati del visitatore e ricevendo il pagamento tramite carte di
credito o prepagate.

Pag. 29  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Paypal invierà una notifica di ricevuto pagamento a Learnpress, che sbloccherà il


corso online all’utente che ha appena effettuato il pagamento.

Ci mettiamo più a dirlo che a farlo!

Un consiglio. Verifica che vada tutto bene attivando la modalità ​Sandbox​. Questa è
la modalità di prova. Puoi effettuare tutti i pagamenti che vuoi e Paypal farà finta di
ricevere veri pagamenti. Quando esci dalla modalità sandbox, tutto tornerà come
prima.

La Sandbox è utile per vedere se nei vari passaggi di pagamento c’è qualche intoppo.
E’ utile anche per “vedere l’effetto che fa” quando un tuo cliente acquista un corso.

Ora tocca a te!


Bene, un altro esercizio per te: è arrivato il momento di aprire un conto Paypal,
così potrai ricevere denaro grazie alla vendita dei tuoi corsi online.

Emozionante vero?!

Farai così:

1. Vai su ​https://www.paypal.com/it/home
2. Clicca registra un conto
3. Paypal ti chiederà se fare un conto personale o business
4. Scegli il tipo di conto adatto alla tua situazione
5. Salva nome utente e password
6. Complimenti, hai finito, ora possiedi un conto online!

Se ti stai chiedendo come fare a sapere qual è il tipo di conto più adatto a te, nel
capitolo successivo affrontiamo proprio questo tema.

Per ora goditi il momento e non spendere troppo con gli acquisti sul web (già,
perchè sei appena entrato nel tunnel della moneta online: puoi guadagnare ma è
facile anche spendere…)

Pag. 30  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Mi serve una Partita IVA per vendere corsi


online?
Il tema è ampiamente discusso, basta fare una ricerca con Google e vedere centinaia
di risultati, quasi tutti con la loro versione dei fatti.

La burocrazia italiana, molto labirintica, di sicuro non aiuta a fare chiarezza.

Se vuoi sapere se devi aprire la partita IVA, la cosa più corretta da fare è
chiedere una consulenza ad un commercialista​.

Ti sapranno indicare con certezza quale sia il regime fiscale più adatto alla tua
particolare situazione.

A livello generale, e sapendo che queste righe non sostituiscono la consulenza di uno
specialista, posso dire quanto segue.

Per il fisco, è obbligatorio aprire una P.IVA ogni qual volta si effettui un lavoro
continuativo.

Avrai sentito parlare della storia del tetto dei 5mila euro, superati i quali serve aprire
P.IVA. Ecco, non è quello il discrimine.

Mi sono confrontato con diversi commercialisti. Bisogna aprire P.IVA, anche per
poche vendite, se il lavoro è continuativo e non ​una tantum.

Se uno vende una Ferrari su Ebay, di sicuro supera i 5mila euro di guadagno, ma non
è costretto ad aprire P.IVA, giusto? Ecco, non è costretto perchè vendere automobili
non è la sua attività lavorativa (anche se ad esempio in una vendita supera i famosi
5mila euro e guadagna 100mila euro)

Pag. 31  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Se invece fosse quella la sua attività costante, anche se guadagna poco è necessario
che apra la sua P.IVA.

Fino a qui il discorso sembra anche semplice.

Con l’e-learning tuttavia le cose si fanno complicate, perchè non è chiaro se creare un
corso online sia una attività continuativa oppure no.

In effetti uno potrebbe affermare che ha lavorato solo una volta, e poi si gode i frutti
di quell’unico lavoro. Ma il fisco potrebbe controbattere che l’attività di vendita
invece è costante (tu vendi ​continuativamente​ il tuo corso) e quindi devi aprire
P.IVA.

Ecco perchè ti ho suggerito all’inizio di rivolgerti ad uno specialista, per chiarire bene
tutti questi passaggi, che a prima vista, presi dall’entusiasmo, non vengono
considerati, ma che poi sono autentiche spine nel fianco.

Io ho fatto lo stesso errore, ho sottovalutato l’importanza che hanno queste cose e


non le ho chiarite subito (per risparmiare i due soldi della consulenza).

Per fortuna non è successo niente, ma ho rischiato delle multe. Comunque alla fine
ho aperto P.IVA e ora sono sereno, non ho l’ansia di fare una cosa non corretta.

Inoltre, la correttezza amministrativa testimonia che vuoi fare sul serio con la
formazione online.

Non è un passatempo il tuo, e quindi anche la gestione economica deve diventare un


po’ più professionale e un po’ meno amatoriale.

Pag. 32  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

La gestione delle mail automatiche

Con Learnpress puoi impostare un’attività automatica di invio mail ai tuoi studenti quando
raggiungono traguardi prestabiliti

Non sottovalutare il potere delle mail.

Saranno anche uno strumento sorpassato dai vari social network, ma la possibilità di
scrivere direttamente ad un tuo utente, resta fondamentale per costruire un rapporto
solido e duraturo.

Il pannello mail si divide in diverse sezioni.

La prima sezione sono le impostazioni generali, mentre nelle altre potrai scrivere il
testo delle varie mail che vorrai inviare.

Nella prima parte, quindi, ​scriverai il nome di invio delle mail e l’indirizzo
con cui vuoi inviare le tue mail​.

Pag. 33  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
Poco sotto, puoi scegliere che tipo di mail inviare, se in testo semplice o in HTML. ​Io
ti consiglio di scegliere il testo semplice​, perchè così sei sicuro che le tue mail
vengono lette su tutti i dispositivi, senza errori di layout, senza avere testi troppo
piccoli, senza difficoltà nello scorrere la pagina, etc.

Per completare le impostazioni generali, ​puoi scegliere se inserire una


immagine all’inizio delle mail (magari il tuo logo) e se mettere una frase
standard alla fine di ogni mail (magari i tuoi contatti)​.

Scrivi mail con passione nei punti cruciali del loro percorso, i tuoi studenti ti ringrazieranno.

Negli altri pannelli a sinistra, invece, possiamo dedicarci al contenuto vero e proprio
delle nostre mail.

Pag. 34  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Puoi decidere in quale occasione inviare una mail (nuovo ordine, ordine completato,
inizio corso, etc.). In generale è bene inviare una mail quando l’ordine è stato inviato,
inviarne un’altra quando l’utente ha iniziato il corso e un’ultima mail al termine del
corso.

Naturalmente puoi decidere quante e quali mail inviare, sulla base delle tue esigenze.

Tieni a mente, comunque, che la mail resta un importantissimo strumento di


marketing.

Ad esempio, non appena uno studente ha finito il tuo corso, è un ottimo momento
per inviare un nuovo corso o richiedere un feedback.

L’utente è caldo, è un momento da sfruttare per una vendita ​up-sell!​

Quindi ​abilita ​tutte le mail che ritieni utili, avendo l’accortezza di abilitarle per la
categoria utente.

In fondo trovi tutte le ​variabili​ che puoi utilizzare nelle tue comunicazioni. Inserisci
una variabile, e il sistema la sostituirà con una informazione precisa.

Ad esempio, la variabile {{order_user_name}}, si modificherà di volta in volta con il


nome con cui l’utente si è registrato sul tuo sito.

Cosa non va modificato (consiglio personale)


Abbiamo visto come impostare il plugin in generale e tra poco vedremo come creare
il tuo primo corso online.

Pag. 35  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
Non ho parlato di alcune voci, come la tab pagine o la tab advanced. Per ora non ci
interessano, perchè nella tab pagine puoi impostare la co-docenza.

La co-docenza è utile se hai un portale di corsi con diversi docenti. Ma è complicato


da impostare, e sicuramente serve un plugin più potente di Learnpress.

Diciamo che è un discorso da fare più avanti: se il tuo sito di corsi funziona, allora si
sale di un livello, e puoi trasformarlo in un portale. Fai una cosa alla volta.

La tab advanced, invece, permette di modificare i colori e alcune impostazioni


avanzate. Anche in questo caso non ci interessa approfondire, perchè il plugin
funziona già benissimo con le impostazioni che ti ho detto finora.

Anche in questo caso, se poi vorrai approfondire, lo potrai fare in un secondo


momento. Fai una cosa alla volta, adesso è il momento di imparare il funzionamento
base di un sito di corsi online, e non di imparare come si modifica il CSS di un plugin.

Ora tocca a te!


Siamo giunti alla fine delle impostazioni generali ed è arrivato il momento di
tornare sul tuo nuovo sito e cominciare a impostare il tuo plugin.

Apri le impostazioni di Learnpress, e da sinistra a destra fai passare tutte le


impostazioni. Compila pagina per pagina, scrivi anche le mail.

Così saremo pronti per la prossima lezione: il nostro primo corso online.

Pag. 36  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Capitolo 6 - Come creare un corso online


Per creare un nuovo corso, vai sul plugin Learnpress e clicca aggiungi nuovo corso.

Il layout della pagina su cui lavoreremo è simile a quello degli articoli standard di
Wordpress.

Puoi inserire una presentazione e anche delle immagini. Una volta che pubblichi, poi
il tuo sito comincerà a popolarsi di corsi!

Il flusso di lavoro che seguiremo sarà impostato così:


1. Crea la presentazione del corso
2. Gestisci le impostazioni generali del corso
3. Imposta il curriculum del corso con le lezioni
4. Metti un quiz finale

Dal backend al frontend il passo è breve. Il nostro tema è quello base di Wordpress:
Twentyseventeen. Con temi diversi cambia anche l’aspetto del tuo corso online.

Pag. 37  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
Per quanto riguarda le impostazioni generali del corso, ti consiglio di decidere ​prima
come vuoi progettare il tuo corso online, soprattutto per quanta riguarda i seguenti
parametri:
● Prezzo del corso
● Durata del corso
● Il numero massimo di studenti
● Come e cosa valutare
● Se vuoi fare degli sconti oppure no
● Quali lezioni vuoi rilasciare gratuitamente

Naturalmente potrai sempre cambiare queste impostazioni in seguito, ma è


consigliabile avere bene in mente come procedere prima di lavorare su Wordpress.

In un certo senso il corso va creato prima, e l’ultimo passaggio è quello di lavorare su


Wordpress.

Così, quando dovrai impostare tecnicamente il tuo corso, avrai le idee chiare su come
procedere.

Le impostazioni generali sono abbastanza facili da capire, ma voglio soffermarmi su


alcuni importanti punti.

Student enrolled (o studenti iscritti) indica il numero di studenti iscritti al tuo corso.
Può essere un numero finto (ricordi?), così da invogliare altri a iscriversi.

Block lessons indica se vuoi che un utente, una volta terminato il corso, possa avere
accesso alle tue lezioni. Qui la scelta è tua, non c’è una strategia preferibile, dipende
da cosa vuoi fare tu.

External link indica un indirizzo URL personalizzato. Quando un utente clicca


“Acquista corso” viene reindirizzato all’indirizzo che hai inserito lì.

Pag. 38  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Questo reindirizzamento è utile se vuoi far gestire il pagamento del corso ad altri
plugin diversi da Learnpress e specializzati nella gestione finanziaria, come
Woocommerce (NB: se vuoi far gestire il pagamento dei corsi a Woocommerce, devi
acquistare una estensione di Learnpress a pagamento).

Il pannello con le impostazioni generali del corso.

Una attenzione particolare merita il pannello assessment (valutazioni), perchè può


generare più di un dubbio.

Infatti con Learnpress si possono valutare gli studenti in diversi modi:


1. Per numero di lezioni completate
2. Per risultato del quiz finale

Pag. 39  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
3. Per risultato di tutti i quiz presenti nel corso
4. Per completamento con successo dei vari quiz presenti nel corso
5. Per completamento del numero di quiz

Gli ultimi tre punti non sono molto chiari, meritano una spiegazione.

Se scegli il punto 3, stai valutando gli studenti in base alla somma delle risposte
corrette nei vari quiz.

Ad esempio, puoi decidere di inserire un test dopo una lezione importante, e un test
alla fine del corso. Ebbene, scegliendo questo modo di valutazione il sistema
sommerà tutti i punti di tutti i quiz ed verificherà che lo studente abbia superato la
soglia minima di sufficienza sommando tutti i quiz.

Il punto 4 è simile al punto precedente, ma tiene conto se lo studente supera oppure


no i quiz presenti nel corso.

Infine, il punto 5 fa semplicemente il conto dei quiz completati dallo studente. Qual è
l’utilità? Che puoi fare una esercitazione non valutata, che serva appunto a far
esercitare un utente senza paura della valutazione. Il plugin, per assegnare il corso
come completato, verificherà che lo studente abbia effettuato il test,
indipendentemente dal numero di risposte corrette.

Come inserire le lezioni


Puoi inserire le lezioni direttamente dalla pagina del corso, sotto la voce
curriculum​.

Ti basterà aggiungere dapprima una ​sezione​ e al suo interno una ​lezione​.

Pag. 40  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
Il curriculum segue questo schema:

1. Corso
a. Sezione 1
i. Lezione 1
ii. Lezione 2
iii. Quiz 1
b. Sezione 2
i. Lezione 4
ii. Lezione 5
iii. Lezione 6
c. Sezione 3
i. Quiz finale

E’ buona cosa preparare il curriculum su un foglio, e avere già chiaro in mente il


progetto generale del corso ​prima​ di iniziare a lavorare su Wordpress.

Le lezioni possono essere costituite da video, audio, PDF, testo, esercitazioni,


sondaggi, etc.

Puoi indicare la durata di una lezione (servirà a calcolare la durata totale del corso) e
puoi rendere una lezione gratuita.

Se vuoi far venire l’acquolina in bocca ai tuoi futuri studenti, puoi rendere ad
esempio le prime tre lezioni gratuite, così saranno invogliati dalla qualità delle tue
prime lezioni ad acquistare poi il corso completo.

Pag. 41  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Il pannello dove sviluppare il curriculum del corso.

Come inserire i quiz


I test sono una parte importante di ogni processo educativo. Misurano
l’apprendimento dello studente, e indirettamente misurano anche la qualità
dell’insegnamento.

In un LMS, i test devono essere a risposta chiusa, così che il sistema possa correggere
automaticamente il test, senza bisogno dell’intervento umano.

Nella sua versione gratuita, Learnpress permette di creare 3 tipi di quiz, vero/falso,
risposta multipla e risposta multipla aperta.

La risposta multipla aperta si differenzia da quella normale perchè permette di


inserire più di una opzione corretta.

Pag. 42  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Learnpress offre diverse opzioni per gestire i quiz.

Risulta interessante il fatto che puoi offrire un suggerimento alla risposta (​hint​) ed
eventualmente fornire una spiegazione sulla risposta corretta.

In questo modo lo studente può comprendere pienamente il suo errore, anche perchè
sta facendo un test e gli studenti quando sono sotto pressione sono in generale molto
attenti a correzioni e suggerimenti.

E le domande aperte? Puoi inserirle naturalmente, sapendo che esse andranno


corrette da un umano.

Quindi se vuoi mantenere il tuo corso perfettamente automatizzato, è ovvio che devi
restare ai quiz a risposta chiusa.

Pag. 43  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Dopo aver creato le nostre domande, le opzioni a disposizione del docente per gestire
i test sono tante. Bravi ai ragazzi di Learnpress. Vediamo le più importanti.

Learnpress offre diverse opzioni per gestire i quiz.

Pagination​: mostra all’utente la lista delle domande o no.

Review​: permette all’utente di tornare indietro e cambiare le sue risposte dopo aver
visto le correzioni del quiz.

Pag. 44  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
Show correct answer​: decidi se mostrare le risposte corrette in fase di revisione.

Duration​: imposta un tempo entro il quale il quiz deve essere completato.

Minus point​: quanti punti togliere per ogni risposta errata.

Passing grade​: percentuali di risposte corrette perchè il sistema giudichi il test


passato.

Re-take​: quante volte uno studente può rifare il test.

Show check answer​: abilita un pulsante per mostrare la risposta corretta. Se metti
0 disabiliti il pulsante, 1 lo abiliti sempre, e puoi mettere un numero qualsiasi per
conteggiare le volte che uno può guardare.

Show hint​: abilita un pulsante per mostrare un suggerimento. Se metti 0 disabiliti il


pulsante, 1 lo abiliti sempre, e puoi mettere un numero qualsiasi per conteggiare le
volte che uno può guardare.

Ora tocca a te!


Siamo giunti alla fine del tuo allenamento, ora sei pronto per fare il grande passo e
iniziare a pubblicare i tuoi corsi.

Entra nel tuo Wordpress e comincia a pubblicare il tuo primo corso!

Pag. 45  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Conclusione
Siamo giunti alla fine del nostro percorso.

Ora hai tutte le conoscenze teoriche per sviluppare un tuo sito di corsi online. Quanto
prima inizi a fare pratica, tanto più solida sarà la tua preparazione tecnica su
Wordpress e Learnpress.

Quando poi avrai capito i meccanismi di base, allora ti accorgerai che alcune funzioni
richiedono un plugin più potente.

Ma a quel punto saprai dire esattamente cosa ti serve e quale plugin usare per
ottenerlo.

Potrai combinare diversi plugin tra loro, per potenziare un aspetto che ti interessa
del tuo e-learning, oppure per semplificare l’esperienza utente, o ancora per
introdurre una nuova funzionalità che potrebbe stuzzicare la voglia di imparare del
tuo pubblico.

Per cui resta con noi di Formaly, il tuo viaggio nell’e-learning è appena iniziato e ti
possiamo supportare in molti modi diversi.

P.S.
Ti chiedo di darmi un feedback su questo ebook che hai appena letto: ​vai al modulo
di gradimento​. Quando avrai compilato il modulo, ci sarà una sorpresa per te.

Pag. 46  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 

Sull’autore
Mi chiamo Leonardo Bugada e mi sono
laureato in filosofia al San raffaele di
Milano. Attualmente insegno ai giovani in
un liceo della provincia di Brescia.

Ho imparato a scrivere in HTML quando


ero alle superiori. Poi ho conosciuto Wordpress ed è stato amore a prima vista. Ho
svolto diversi corsi di perfezionamento, il più importante dei quali è sicuramente il
Master in Media Education (MEM) della Cattolica di Brescia.

Ho fondato il ​Pensatoio​, una scuola per adulti che organizza corsi serali. In seguito
ho dato vita a ​Formaly​, la piattaforma che si occupa di e-learning, corsi online,
formazione e marketing.

Credo molto nella formazione, sia in aula che online. Ci credo perchè, con i tempi
moderni, sarà sempre più importante continuare a formarsi anche dopo aver finito la
scuola. Credo nella formazione anche come ​ideale,​ come un rapporto unico e
bellissimo che si instaura tra umani.

Pag. 47  © www.formaly.it 

 
 

Come creare una piattaforma e-learning gratuitamente 


 
 
Ti ho detto (quasi) tutto di me. Se vuoi dirmi qualcosa di te, di cosa ti occupi, di cosa
hai bisogno, scrivimi due parole a ​info@formaly.it​.

Pag. 48  © www.formaly.it