Sei sulla pagina 1di 35

CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA A.A.

2017-18

Corso Integrato di Anatomia e Fisiologia Umana


Modulo di Anatomia Umana, 4 CFU (30+30h)
Dott. Antonello D. Cabras, SSR (Sezione INT)
Dott. Barbara Chella, SSR (Sezione Policlinico)
Dott. Maurizio Cristina, SSR (Sezione San Paolo)
Dott. Paolo Giunta, SSR (Sezione Cernusco)
Dott. Loreta Pergola, SSR (Sezione Crema)
Prof. Chiarella Sforza, UNIMI (Teledidattica)
Dott. Michele Sommariva, UNIMI (Teledidattica)
Dott. Michela C. Turci, UNIMI (Sezione INT)

Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute


Via Mangiagalli, 31 – 20133 MILANO
turci.michela@unimi.it www.scibis.unimi.it
TESSUTI EPITELIALI
Organizzazione del
corpo
TESSUTI
• Epiteliale

• Connettivo

• Muscolare

• Nervoso
Tessuto epiteliale

• Epiteli di rivestimento

• Epiteli ghiandolari
EPITELI - generalità

il tessuto epiteliale è costituito quasi


interamente da cellule
• cellule a mutuo contatto
• le cellule poggiano sulla membrana basale (limite
con il connettivo)
• NON sono vascolarizzati (epiteli di rivestimento)
• possono presentare specializzazioni sulla
superficie libera
• hanno numerose giunzioni intercellulari
TESSUTI EPITELIALI
Ep. di Le cellule strettamente ravvicinate
rivestimento formano lamine

Ep. ghiandolari Le cellule strettamente ravvicinate


o secernenti formano aggregati di aspetto vario
Epiteli ghiandolari

- Esocrini

- Endocrini
epitelio

t. connettivo t. connettivo

• Secreto
all’esterno del
corpo. Adenomero
(produzione) + dotto
escretore

d. escretore Vaso sanguifero


• Secreto
all’interno del
corpo (ormone,
nel sangue).
adenomero Adenomero
(produzione)
GHIANDOLE
ESOCRINE
- Adenomeri
(secrezione)
- Dotti escretori
(trasporto e modifica
secreto)
Ghiandole esocrine - Classificazione
• Numero delle cellule
• Localizzazione
• Morfologia dell’adenomero e del dotto
escretore
• Modalità di secrezione
•Tipo di secreto
Ghiandole esocrine

Numero delle cellule

Monocellulari

Pluricellulari
Ghiandole esocrine

Localizzazione

Intraepiteliali - extraepiteliali

Intramurali - extramurali
Morfologia
• adenomero
• dotto escretore
Modalità di espulsione del secreto
merocrine o eccrine
Cellule secernenti restano integre
(> parte delle gh. Esocrine del
corpo).

Apocrine
Cellule secernenti perdono porzioni ± grandi del
corpo cellulare (gh. mammaria; alcune
sudoripare).

olocrine
Cellule secernenti generano e muoiono e vengono eliminate con
la secrezione stessa (gh. sebacea).
Natura chimica del secreto delle ghiandole
merocrine
• Sierose
generalmente tubulo-acinose
(pancreas esocrino; parotide*)

• Mucose
(alcune salivari e esofagee)
*
§
#
• Miste
secreto siero-mucoso
(sottolinguale§; sottomandibolare#)
APPARATO TEGUMENTARIO
APPARATI ORGANICI
A: epidermide

B: derma o corion
A + B = cute o pelle

C: ipoderma o
sottocute

Annessi cutanei
unghie, peli,
ghiandole: sebacee,
sudoripare, mammarie,
del cerume.
Cute - Funzioni
• protezione insulti meccanici, chimici, termici,
dalle radiazioni;
• regolazione scambi termici corpo-ambiente;
• equilibrio idro-salino;
• barriera di protezione;
• escrezione di cataboliti;
• produzione vitamina D;
• organo di senso – mezzo di comunicazione.
Cute

EPITELIO PAVIMENTOSO COMPOSTO


• membrana spessore CHERATINIZZATO

variabile (0,5 mm-4 • epidermide


mm)
• estensione 1,5-2 m2
• peso 17% del totale
dell’individuo
• pH 4,2-5,6
Cute
Strati della cute
C strato corneo
G strato
granuloso
S strato spinoso
B strato basale o
germinativo
D derma
Strati della cute
Derma
• strato papillare: papille
dermiche – creste
interpapillari
epidermide

• strato reticolare: fibre


collagene a fasci
intrecciati,
orientamento dei fasci
variabile (linee di
Langer).
Cellule dell’epidermide
• melanociti: strato basale; melanosomi
produzione di melanina (pigmento cutaneo;
fattori ormonali, nutrizionali, raggi UV)
• cheratinociti: strato basale; produzione di
cheratina; ciclo vitale 14 gg;
• cellule di Langehrans: strati intermedi (3-
4%);protezione da antigeni ambientali;
• cellule di Merkel: numerose nella cute con
peli, isolate o in plessi; ricezione tattile,
meccanocettori.
Vascolarizzazione
Innervazione La pelle è un organo di
senso ricco di formazioni
nervose per la ricezione di:
stimoli meccanici
termici
dolorifici
Annessi cutanei
Ghiandole sudoripare

EPITELIO CUBICO COMPOSTO


• dotti escretori di ghiandole
sudoripare, sebacee.
Gh. Mammarie - Mammella
Nota clinica: METAPLASIA
In particolari condizioni patologiche,
un tipo di tessuto epiteliale può
progressivamente trasformarsi in un
altro. Questo processo si chiama
metaplasia.
Esempio: nei forti fumatori, l’epitelio
pseudostratificato delle vie aeree si
trasforma in pavimentoso stratificato.
La metaplasia è reversibile.
Esempio di quiz

Le ghiandole esocrine

a) riversano il proprio secreto nel torrente circolatorio


b) sono classificate secondo la loro localizzazione
c) sono classificate secondo le caratteristiche del secreto
d) sono classificate su criteri morfologici
e) sono classificate secondo la modalità di espulsione del
secreto
Esempio di quiz

Le ghiandole esocrine

a) riversano il proprio secreto nel torrente circolatorio


b) sono classificate secondo la loro localizzazione
c) sono classificate secondo le caratteristiche del secreto
d) sono classificate su criteri morfologici
e) sono classificate secondo la modalità di espulsione del
secreto

* Risposte vere
Esempio di quiz

Riguardo all’apparato tegumentario è corretto affermare che

a) la cute è composta dall’epidermide e dal derma


b) l’epidermide è costituita da epitelio pavimentoso semplice
c) il derma è costituito da tessuto connettivo fibrillare denso
d) il peso della cute è ≈17% del peso dell’individuo
e) la cute ha spessore costante
Esempio di quiz

Riguardo all’apparato tegumentario è corretto affermare che

a) la cute è composta dall’epidermide e dal derma


b) l’epidermide è costituita da epitelio pavimentoso semplice
c) il derma è costituito da tessuto connettivo fibrillare denso
d) il peso della cute è ≈17% del peso dell’individuo
e) la cute ha spessore costante