Sei sulla pagina 1di 29

LICENZA D’USO USER LICENSE

UNI riconosce al cliente di questo prodotto scaricato on-line dal For this product downloaded online from the UNI webstore (hereafter referred to
webstore UNI (d’ora in avanti denominati solo “prodotto”) i diritti non as "products") UNI grants the client with the non-exclusive and non-transferable
esclusivi e non trasferibili di cui al dettaglio seguente, in conseguenza rights as specified in detail below, subordinate to payment of the sums due. The
del pagamento degli importi dovuti. Il cliente ha accettato di essere client accepted the limits stated in this license regarding the installation or
vincolato ai termini fissati in questa licenza circa l'installazione e la production of copies or any other use of the products. The user license does not
realizzazione di copie o qualsiasi altro utilizzo del prodotto. La licenza confer to clients ownership of the product, but exclusively the right to use
d'uso non riconosce al cliente la proprietà del prodotto, ma according to the conditions specified in this license. UNI may modify the
esclusivamente un diritto d'uso secondo i termini fissati in questa conditions of the user license at any time without notice.
licenza. UNI può modificare in qualsiasi momento le condizioni di licenza
d'uso.

COPYRIGHT COPYRIGHT
Il cliente ha riconosciuto che: The client acknowledged that:
il prodotto è di proprietà di UNI in quanto titolare del copyright -così – The product is property of UNI, as copyright owner –as specified in the product
come indicato all'interno del prodotto- e che tali diritti sono tutelati dalle itsselves– and the said rights are governed by national legislation and
leggi nazionali e dai trattati internazionali sulla tutela del copyright international agreements on copyright.
tutti i diritti, titoli e interessi nel e sul prodotto sono e saranno di UNI, – All rights, deeds and interests in and on the product shall remain property of
compresi i diritti di proprietà intellettuale. UNI, including those of intellectual property.

UTILIZZO DEL PRODOTTO PRODUCT USE


Il cliente può installare ed utilizzare esclusivamente per fini interni del The client may install and use a single copy of the product on one workstation
proprio personale dipendente una sola copia di questo prodotto, su exclusively for internal use by employed personnel.
postazione singola. Those clients who are interested in sharing UNI standards on more workstations
I clienti interessati alla condivisione delle norme UNI da parte di più can apply to the innovatory online consultation service called UNICoNTO. By
postazioni possono rivolgersi all'innovativo servizio di consultazione on- UNICoNTO the complete texts of technical standards, continuously updated,
line denominato UNICoNTO. Con UNICoNTO è possibile consultare - may be consulted, just by using an internet connection, provided with a protected
tramite un collegamento internet ad accesso protetto ed un reader di file access and a file reader in Adobe PDF 5.0 (Portable Document Format) format.
in formato Adobe® PDF 5.0 (Portable Document Format) - i testi integrali The client is permitted to make ONE COPY ONLY for backup purposes. The text
delle norme tecniche, continuamente aggiornate. of the product may not be modified, translated, adapted or reduced. The only
Al cliente è consentita la realizzazione di UNA SOLA COPIA del file del version of the authentic text is that conserved in the UNI archives. NON-
prodotto, ai fini di backup. Il testo del prodotto non può essere INTEGRAL reproduction of the product is authorised only on documents used
modificato, tradotto, adattato e ridotto. L'unica versione del testo che fa exclusively internally by the client. Granting of the product license, hire, resale,
fede è quella conservata negli archivi UNI. È autorizzata la riproduzione - distribution or transfer of any part of the product, in its original version or copy is
NON INTEGRALE- del prodotto solo su documenti ad esclusivo uso strictly prohibited.
interno del cliente. È vietato dare il prodotto in licenza o in affitto,
rivenderlo, distribuirlo o cederlo a qualunque titolo in alcuna sua parte,
né in originale né in copia.

AGGIORNAMENTO DEL PRODOTTO PRODUCT UPDATES


Questo prodotto scaricato on-line dal webstore UNI è la versione in This product downloaded online from the UNI webstore is the current version of
vigore al momento della vendita. Il prodotto è revisionato, quando the UNI standard valid at the time of sale. Products are revised, when necessary,
necessario, con la pubblicazione di nuove edizioni o di aggiornamenti. with the publication of new editions or updates. UNI does not undertake to notify
UNI non si impegna ad avvisare il cliente della pubblicazione di varianti, clients of publication of the said variants, errata corrige or new editions which
errata corrige o nuove edizioni che modificano, aggiornano o superano modify, update or completely replace products; it is therefore important that the
completamente il prodotto; è importante quindi che il cliente si accerti di clients ensure possession of the latest edition and updates where relevant.
essere in possesso dell'ultima edizione e degli eventuali aggiornamenti.

RESPONSABILITA’ UNI UNI LIABILITY


Né UNI né un suo dirigente, dipendente o distributore può essere Neither UNI nor relative manager, employee or distributor may be held liable for
considerato responsabile per ogni eventuale danno che possa derivare, any damage deriving/arising from or correlated to the use of any products by
nascere o essere in qualche modo correlato con il possesso o l'uso del clients. Liability lies exclusively with the clients.
prodotto da parte del cliente. Tali responsabilità sono a carico del
cliente.

TUTELA LEGALE LEGAL PROTECTION


Il cliente assicura a UNI la fornitura di tutte le informazioni necessarie The client shall guarantee to UNI the supply of all information required to ensure
affinché sia garantito il pieno rispetto dei termini di questo accordo da the full observance of the terms of this agreement by third parties. Should the
parte di terzi. Nel caso in cui l'azione di terzi possa mettere in action of third parties compromise observance of the said terms of agreement,
discussione il rispetto dei termini di questo accordo, il cliente si impegna the client undertakes to collaborate with UNI to guarantee compliance. The
a collaborare con UNI al fine di garantirne l'osservanza. UNI si riserva di agreement is governed by current standards in Italy, and in the event of dispute
intraprendere qualsiasi azione legale nei confronti del cliente a the competent court shall be that of Milan. UNI reserves to undertake legal action
salvaguardia dei propri diritti in qualsiasi giurisdizione presso la quale vi with respect to the client to safeguard specific rights in all aspects of jurisdiction
sia stata una violazione del presente accordo. L'accordo è regolato dalla in which the present agreement has been breached.
normativa vigente in Italia e il tribunale competente per qualsiasi
controversia è quello di Milano.

Ente Nazionale Italiano di Unificazione


Membro Italiano ISO e CEN
www.uni.com

Sede di Milano Ufficio di Roma


Via Sannio, 2 – 20137 Milano Via del Collegio Capranica, 4 – 00186 – Roma
Tel +39 02700241, Fax +39 0270024375 Tel +39 0669923074, Fax +39 06 6991604
uni@uni.com uni.roma@uni.com
ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

NORMA Requisiti di sicurezza per gli impianti a fune progettati UNI EN 12927-8
E U R OP E A per il trasporto di persone - Funi
Parte 8: Controllo magneto-induttivo delle funi (MRT)

FEBBRAIO 2005

Versione bilingue
del settembre 2007
Safety requirements for cableway installations designed to carry
persons - Ropes
Part 8: Magnetic rope testing (MRT)

La norma specifica i requisiti minimi dell’apparecchiatura per il


controllo magneto-induttivo e le procedure per l’applicazione
nell’esame delle funi di acciaio utilizzate negli impianti per il
trasporto di persone.

TESTO INGLESE E ITALIANO

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese e italiana


della norma europea EN 12927-8 (edizione ottobre 2004).

ICS 45.100

UNI © UNI
Ente Nazionale Italiano Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente documento
di Unificazione può essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microfilm o altro, senza
Via Sannio, 2 il consenso scritto dell’UNI.
20137 Milano, Italia www.uni.com

UNI EN 12927-8:2005 Pagina I


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

PREMESSA NAZIONALE
La presente norma costituisce il recepimento, in lingua inglese e
italiana, della norma europea EN 12927-8 (edizione ottobre 2004),
che assume così lo status di norma nazionale italiana.

La presente norma è stata elaborata nell’ambito del Gruppo di


Lavoro "Prescrizioni di sicurezza delle installazioni di trasporto a
fune destinate alle persone" sotto la competenza della
Commissione Centrale Tecnica

La presente norma è stata ratificata dal Presidente dell’UNI ed è


entrata a far parte del corpo normativo nazionale l’1 febbraio 2005.

Le norme UNI sono elaborate cercando di tenere conto dei punti di vista di tutte le parti
interessate e di conciliare ogni aspetto conflittuale, per rappresentare il reale stato
dell’arte della materia ed il necessario grado di consenso.
Chiunque ritenesse, a seguito dell’applicazione di questa norma, di poter fornire sug-
gerimenti per un suo miglioramento o per un suo adeguamento ad uno stato dell’arte
in evoluzione è pregato di inviare i propri contributi all’UNI, Ente Nazionale Italiano di
Unificazione, che li terrà in considerazione per l’eventuale revisione della norma stessa.

Le norme UNI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione di nuove edizioni o
di aggiornamenti.
È importante pertanto che gli utilizzatori delle stesse si accertino di essere in possesso
dell’ultima edizione e degli eventuali aggiornamenti.
Si invitano inoltre gli utilizzatori a verificare l’esistenza di norme UNI corrispondenti alle
norme EN o ISO ove citate nei riferimenti normativi.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina II


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

EUROPEAN STANDARD EN 12927-8


NORME EUROPÉENNE
EUROPÄISCHE NORM October 2004

ICS 45.100

English version

Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Ropes -


Part 8: Magnetic rope testing (MRT)

Prescriptions de sécurité pour les installations à câbles Sicherheitsanforderungen für Seilbahnen und
transportant des personnes - Câbles - Partie 8: Contrôles Schleppaufzüge des Personenverkehrs - Seile -
non-destructifs par contrôle électromagnétique Teil 8: Zerstörungsfreie Prüfungen (MRT)

This European Standard was approved by CEN on 23 August 2004.

CEN members are bound to comply with the CEN/CENELEC Internal Regulations which stipulate the conditions for giving
this European Standard the status of a national standard without any alteration. Up-to-date lists and bibliographical references
concerning such national standards may be obtained on application to the Central Secretariat or to any CEN member.

This European Standard exists in three official versions (English, French, German). A version in any other language made by
translation under the responsibility of a CEN member into its own language and notified to the Central Secretariat has the same
status as the official versions.

CEN members are the national standards bodies of Austria, Belgium, Cyprus, Czech Republic, Denmark, Estonia, Finland,
France, Germany, Greece, Hungary, Iceland, Ireland, Italy, Latvia, Lithuania, Luxembourg, Malta, Netherlands, Norway, Poland,
Portugal, Slovakia, Slovenia, Spain, Sweden, Switzerland and United Kingdom.

EUROPEAN COMMITTEE FOR STANDARDIZATION


COMITÉ EUROPÉEN DE NORMALISATION
EUROPÄISCHES KOMITEE FÜR NORMUNG

Management Centre: rue de Stassart, 36 B-1050 Brussels

© 2004 CEN All rights of exploitation in any form and by any means reserved worldwide Ref. No. EN 12927-8:2004: E
for CEN national Members.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina III


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

CONTENTS

FOREWORD 1

INTRODUCTION 5

1 SCOPE 5

2 NORMATIVE REFERENCES 5

3 TERMS AND DEFINITIONS 5

4 SYMBOLS AND ABBREVIATIONS 7

5 PRINCIPLES OF OPERATION 7
5.1 General ........................................................................................................................................................... 7
5.2 Electromagnetic instrument ................................................................................................................. 7
5.3 Magnetic flux instruments..................................................................................................................... 7
5.4 Magnetic flux leakage instruments .................................................................................................. 9

6 SAFETY PRINCIPLES 9
6.1 General ........................................................................................................................................................... 9
6.2 Hazard scenarios ...................................................................................................................................... 9
6.3 Safety measures ....................................................................................................................................... 9

7 SAFETY REQUIREMENTS AND/OR MEASURES 11


7.1 Equipment .................................................................................................................................................. 11
7.2 Personnel ................................................................................................................................................... 13
7.3 MRT procedure ....................................................................................................................................... 15

8 VERIFICATION 15
8.1 General ........................................................................................................................................................ 15
8.2 Performance test - LD channel....................................................................................................... 15
figure 1 Two successive wire breaks .................................................................................................................. 17
8.3 Performance test - LMA channel ................................................................................................... 17

9 TEST REPORT 17

ANNEX ZA RELATIONSHIP BETWEEN THIS EUROPEAN STANDARD AND THE


(informative) ESSENTIAL REQUIREMENTS OF EU DIRECTIVE 2000/9/EC RELATING
TO CABLEWAY INSTALLATIONS DESIGNED TO CARRY PERSONS 21
table ZA Correspondence between this European Standard and Directive 2000/9/EC relating
to cableway installations designed to carry persons ...................................................................... 21

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina IV


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

INDICE

PREMESSA 2

INTRODUZIONE 6

1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 6

2 RIFERIMENTI NORMATIVI 6

3 TERMINI E DEFINIZIONI 6

4 SIMBOLI E ABBREVIAZIONI 8

5 PRINCIPI OPERATIVI 8
5.1 Generalità...................................................................................................................................................... 8
5.2 Strumento elettromagnetico ................................................................................................................ 8
5.3 Strumenti basati sul flusso magnetico ........................................................................................... 8
5.4 Strumenti basati sulla perdita di flusso magnetico .............................................................. 10

6 PRINCIPI DI SICUREZZA 10
6.1 Generalità................................................................................................................................................... 10
6.2 Eventi di pericolo .................................................................................................................................... 10
6.3 Misure di sicurezza ............................................................................................................................... 10

7 REQUISITI E/O MISURE DI SICUREZZA 12


7.1 Apparecchiatura ..................................................................................................................................... 12
7.2 Personale ................................................................................................................................................... 14
7.3 Procedura per il controllo magneto-induttivo .......................................................................... 16

8 VERIFICA 16
8.1 Generalità................................................................................................................................................... 16
8.2 Prova delle prestazioni - canale LD ............................................................................................. 16
figura 1 Due rotture successive del filo .............................................................................................................. 18
8.3 Prova delle prestazioni - canale LMA ......................................................................................... 18

9 RAPPORTO DI PROVA 18

APPENDICE ZA RAPPORTO FRA LA PRESENTE NORMA EUROPEA E I REQUISITI


(informativa) ESSENZIALI DELLA DIRETTIVA UE 2000/9/CE RELATIVA AGLI IMPIANTI
A FUNE PROGETTATI PER IL TRASPORTO DI PERSONE 22
prospetto ZA Corrispondenza tra la presente norma europea e la Direttiva 2000/9/CE relativa
agli impianti a fune progettati per il trasporto di persone ............................................................. 22

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina V


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

FOREWORD
This document (EN 12927-8:2004) has been prepared by Technical Committee
CEN/TC 242 "Safety requirements for passenger transportation by rope", the secretariat
of which is held by AFNOR.
This European Standard shall be given the status of a national standard, either by
publication of an identical text or by endorsement, at the latest by April 2005, and
conflicting national standards shall be withdrawn at the latest by April 2005.
This document has been prepared under a mandate given to CEN by the European
Commission and the European Free Trade Association, and supports essential
requirements of EU Directive(s).
For relationship with EU Directive(s), see informative Annex ZA, which is an integral part
of this document.
This EN 12927 consists of the following parts, under the general title "Safety requirements
for cableway installations designed to carry persons - Ropes":
- Part 1: Selection criteria for ropes and their end fixings
- Part 2: Safety factors
- Part 3: Long splicing of 6 strand hauling, carrying-hauling and towing ropes
- Part 4: End fixings
- Part 5: Storage, transportation, installation and tensioning
- Part 6: Discard criteria
- Part 7: Inspection, repair and maintenance
- Part 8: Magnetic rope testing (MRT)
This European Standard forms part of the standards programme adopted by the CEN
Technical Board (CEN/BT) in relation to safety requirements for passenger transportation
by rope.
This programme comprises the following standards:
1) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons -
Terminology
2) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - General
requirements
3) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons -
Calculations
4) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Ropes
5) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons -
Tensioning devices
6) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Drive
systems and other mechanical equipment
7) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Carriers
8) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Electrical
equipment other than for drive systems
9) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Civil
engineering works
10) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons -
Pre-commissioning inspection, maintenance and operational inspection and checks
11) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Recovery
and evacuation
12) Safety requirements for passenger transportation by rope - Operation
13) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Quality
assurance

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 1


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

PREMESSA
Il presente documento (EN 12927-8:2004) è stato elaborato dal Comitato Tecnico
CEN/TC 242 "Prescrizioni di sicurezza delle installazioni di trasporto a fune destinate alle
persone", la cui segreteria è affidata all'AFNOR.
Alla presente norma europea deve essere attribuito lo status di norma nazionale, o
mediante pubblicazione di un testo identico o mediante notifica di adozione, entro
aprile 2005, e le norme nazionali in contrasto devono essere ritirate entro aprile 2005.
Il presente documento è stato elaborato nell'ambito di un mandato conferito al CEN dalla
Commissione Europea e dall'Associazione Europea di Libero Scambio ed è di supporto ai
requisiti essenziali della/e Direttiva/e dell'UE.
Per quanto riguarda il rapporto con la/e Direttiva/e UE, si rimanda all'appendice
informativa ZA che costituisce parte integrante del presente documento.
La presente EN 12927 include le parti seguenti sotto il titolo generale "Safety
requirements for cableway installations designed to carry persons - Ropes":
- Parte 1: Selection criteria for ropes and their end fixings
- Parte 2: Safety factors
- Parte 3: Long splicing of 6 strand hauling, carrying-hauling and towing ropes
- Parte 4: End fixings
- Parte 5: Storage, transportation, installation and tensioning
- Parte 6: Discard criteria
- Parte 7: Inspection, repair and maintenance
- Parte 8: Magnetic rope testing (MRT)
La presente norma europea fa parte del programma di norme adottato dal CEN Technical
Board in relazione ai requisiti di sicurezza per il trasporto di passeggeri mediante funi.
Questo programma include le norme seguenti:
1) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons -
Terminology
2) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - General
requirements
3) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons -
Calculations
4) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Ropes
5) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons -
Tensioning devices
6) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Drive
systems and other mechanical equipment
7) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Carriers
8) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Electrical
equipment other than for drive systems
9) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Civil
engineering works
10) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons -
Pre-commissioning inspection, maintenance and operational inspection and checks
11) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Recovery
and evacuation
12) Safety requirements for passenger transportation by rope - Operation
13) Safety requirements for cableway installations designed to carry persons - Quality
assurance

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 2


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

Together these form a series of standards regarding design, manufacture, production,


maintenance and operation of all installations for passenger transportation by rope.
In respect of ski-tows the drafting of this European Standard has been guided by the
works of the International Organisation for transportation by rope (OITAF).
According to the CEN/CENELEC Internal Regulations, the national standards
organizations of the following countries are bound to implement this European Standard:
Austria, Belgium, Cyprus, Czech Republic, Denmark, Estonia, Finland, France, Germany,
Greece, Hungary, Iceland, Ireland, Italy, Latvia, Lithuania, Luxembourg, Malta,
Netherlands, Norway, Poland, Portugal, Slovakia, Slovenia, Spain, Sweden, Switzerland
and United Kingdom.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 3


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

Queste norme formano un insieme riguardante la progettazione, la fabbricazione, la


produzione, la manutenzione e il funzionamento di tutte le installazioni per gli impianti a
fune progettati per il trasporto di persone.
Per le sciovie, la redazione della presente norma europea è stata condotta dai lavori
dell'Organizzazione Internazionale per il Trasporto a fune (OITAF).
In conformità alle Regole Comuni CEN/CENELEC, gli enti nazionali di normazione dei
seguenti Paesi sono tenuti a recepire la presente norma europea: Austria, Belgio, Cipro,
Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia,
Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo,
Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e
Ungheria.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 4


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

INTRODUCTION
Magnetic ropes testing is carried out as a supplement to visual rope inspection and is
used to ensure the safe operation of ropes in service, with the advantage that it provides
valuable information about the internal condition of the rope.
In the context of this document, MRT equipment is categorised as either electromagnetic
or permanent magnetic equipment using magnetic-flux and/or magnetic flux leakage
principles and capable of detecting discontinuities and/or changes in metallic
cross-sectional area in ferromagnetic wire ropes.
The non-destructive magnetic rope testing (MRT) of ferro-magnetic steel wire ropes is a
special field often involving the use of dedicated equipment for the testing of particular
types of rope.

1 SCOPE
This part of EN 12927 specifies the minimum requirements of MRT equipment and
procedures for use in the examination of steel wire ropes used on cableways for
passenger transport.
Performance requirements and testing of MRT equipment and qualification of personnel
engaged in carrying out MRT are also included.
This part of EN 12927 does not include requirements relating to the protection of workers.

2 NORMATIVE REFERENCES
The following referenced documents are indispensable for the application of this
document. For dated references, only the edition cited applies. For undated references,
the latest edition of the referenced document (including any amendments) applies.
EN 1709 Safety requirements for cableway installations designed to carry
persons - Precommissioning inspection, maintenance, operational
inspection and checks
prEN 1907:2004 Safety requirements for cableway installations designed to carry
persons - Terminology
EN 12385-2:2002 Steel wire ropes - Safety - Part 2: Definitions, designation and
classification
EN 12927-6 Safety requirements for cableway installations designed to carry
persons - Ropes - Part 6: Discard criteria
EN 12929-1 Safety requirements for cableway installations designed to carry
persons - General requirements - Part 1: Requirements for all
installations

3 TERMS AND DEFINITIONS


For the purposes of this document, the terms and definitions given in prEN 1907:2004, in
EN 12385-2:2002 and the following apply.

3.1 single function instrument: Instrument which detects either local discontinuities (LD) or
loss of metallic cross-sectional area (LMA).

3.2 dual function instrument: Instrument which simultaneously detects losses of metallic
cross-sectional area (LMA) and local discontinuities (LD).

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 5


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

INTRODUZIONE
Le prove magneto-induttive sulle funi integrano l’ispezione visiva e sono utilizzate per
garantire il funzionamento sicuro delle funi in servizio, con il vantaggio di fornire utili
informazioni sulla condizione interna della fune.
Nel contesto del presente documento, le apparecchiature MRT sono classificate come
apparecchiature elettromagnetiche o magnetiche permanenti che utilizzano il principio del
flusso magnetico e/o della perdita di flusso magnetico e sono in grado di rilevare le
discontinuità e/o le variazioni dell’area della sezione trasversale metallica nelle funi
ferromagnetiche.
Le prove magneto-induttive non distruttive sulle funi di acciaio ferromagnetiche rientrano
in un ambito specifico che spesso richiede l’utilizzo di apparecchiature dedicate per le
prove su particolari tipi di funi.

1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE


La presente parte della EN 12927 specifica i requisiti minimi dell’apparecchiatura per il
controllo magneto-induttivo e le procedure da utilizzare per il controllo delle funi di acciaio
utilizzate negli impianti a fune per il trasporto di persone.
Sono compresi anche i requisiti prestazionali e le prove sulle apparecchiature per il
controllo magneto-induttivo, nonché la qualifica del personale impegnato nell’esecuzione
dei controlli magneto-induttivi.
La presente parte della EN 12927 non comprende i requisiti relativi alla protezione dei
lavoratori.

2 RIFERIMENTI NORMATIVI
I documenti richiamati di seguito sono indispensabili per l'applicazione del presente
documento. Per quanto riguarda i riferimenti datati, si applica esclusivamente l'edizione
citata. Per i riferimenti non datati vale l'ultima edizione del documento a cui si fa
riferimento (compresi gli aggiornamenti).
EN 1709 Safety requirements for cableway installations designed to carry
persons - Precommissioning inspection, maintenance, operational
inspection and checks
prEN 1907:2004 Safety requirements for cableway installations designed to carry
persons - Terminology
EN 12385-2:2002 Steel wire ropes - Safety - Parte 2: Definitions, designation and
classification
EN 12927-6 Safety requirements for cableway installations designed to carry
persons - Ropes - Parte 6: Discard criteria
EN 12929-1 Safety requirements for cableway installations designed to carry
persons - General requirements - Parte 1: Requirements for all
installations

3 TERMINI E DEFINIZIONI
Ai fini del presente documento si applicano i termini e le definizioni del prEN 1907:2004,
della EN 12385-2:2002 e i seguenti.

3.1 strumento a funzione singola: Strumento che rileva le discontinuità locali (LD) o la perdita
di area della sezione trasversale metallica (LMA).

3.2 strumento a funzione doppia: Strumento che rileva simultaneamente le perdite di area
della sezione trasversale metallica (LMA) e le discontinuità locali (LD).

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 6


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

3.3 local discontinuity (LD): Localised fault or defect such as a broken or damaged wire or a
corrosion pit on a wire.

3.4 background noise: Random variations in the signal caused by the characteristics of the
system.

3.5 signature: The signals on the test recording display as the rope travels through the test
head on the first occasion that it is tested. The signature is taken as the datum upon which
in-service deterioration effects are referred. The signature reflects the construction of the
rope and changes in magnetic characteristics of the rope among its length, e.g. magnetic
permeability differences.

3.6 test head: Device on that part of the test equipment positioned around the rope during
testing which generates the magnetising field and contains the detecting or sensing
elements.

3.7 wire break (WB): Indication from the LD channel of the test equipment specifically
identified as an internal or external wire break type.

3.8 loss of metallic cross sectional area (LMA): LMA is the result of the comparison between
a reference metallic cross sectional area and a present metallic cross sectional area of the
rope as measured by MRT. It is usually expressed as a percentage.

4 SYMBOLS AND ABBREVIATIONS


d nominal rope diameter

5 PRINCIPLES OF OPERATION

5.1 General
MRT instruments are designed to operate on one or more of the principles as detailed in
5.2 to 5.4. Loss of metallic cross-sectional area can be determined by using an instrument
based on the principles described in 5.2 and 5.3. Broken wires and corrosion can be
detected by using a magnetic flux leakage instrument as described in 5.4. One instrument
may incorporate both magnetic flux and magnetic flux leakage principles.

5.2 Electromagnetic instrument


An electromagnetic wire rope testing instrument works on the transformer principle with
primary and secondary coils wound around the rope. The rope acts as the transformer
core. The primary coil is energised with low frequency alternative current, typically in the
10-to-30-hertz range. The secondary coil measures the magnetisation of the rope. Any
significant change in the magnetic characteristics in the core will be reflected as voltage
changes (amplitude and phase) in the secondary coil. Electromagnetic instruments
operate at relatively low magnetic field strength. It is necessary to completely
demagnetise the rope before the start of an inspection.
This type of instrument can only measure loss of metallic cross-sectional area (LMA) on a
strip chart recorder or other appropriate device.

5.3 Magnetic flux instruments


Magnetisation units create a constant flux in a length of the rope as it passes through the
instrument (magnetising circuit). The magnetising may be by electromagnetic or
permanent magnetic equipment.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 7


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

3.3 discontinuità locale (LD): Rottura o difetto localizzato, come un filo rotto o danneggiato o
un alveolo da corrosione in un filo.

3.4 rumore di fondo: Variazioni casuali del segnale dovute alle caratteristiche del sistema.

3.5 segnatura: I segnali sul visualizzatore di prova mentre la fune attraversa la testa di prova
la prima volta che è sottoposta a prova. La segnatura è assunta come riferimento con il
quale si confrontano gli effetti del deterioramento in servizio. La segnatura riflette la
costruzione della fune e le variazioni delle caratteristiche magnetiche della fune sulla sua
lunghezza, per esempio differenze di permeabilità magnetica.

3.6 testa di prova: Dispositivo sulla parte dell’apparecchiatura di prova posizionata attorno
alla fune durante la prova, che genera il campo magnetico e contiene gli elementi di
rilevazione o sensori.

3.7 rottura del filo (WB): Indicazione del canale LD dell’apparecchiatura di prova, identificata
in modo specifico come rottura di un filo interno o esterno.

3.8 perdita di area della sezione trasversale metallica (LMA): La LMA è data dal confronto tra
l’area della sezione trasversale metallica di riferimento e l’area della sezione trasversale
metallica effettiva della fune, misurata mediante controllo magneto-induttivo.
Generalmente, è espressa in percentuale.

4 SIMBOLI E ABBREVIAZIONI
d diametro nominale della fune

5 PRINCIPI OPERATIVI

5.1 Generalità
Gli strumenti per il controllo magneto-induttivo sono progettati per funzionare secondo
uno o più dei principi definiti nei punti da 5.2 a 5.4. La perdita di area della sezione
trasversale metallica può essere determinata utilizzando uno strumento basato sui
principi descritti nei punti 5.2 e 5.3. Fili rotti e corrosione possono essere rilevati
utilizzando uno strumento che utilizza la perdita di flusso magnetico, come descritto nel
punto 5.4. Uno strumento può basarsi sia sul principio del flusso magnetico sia sul
principio della perdita di flusso magnetico.

5.2 Strumento elettromagnetico


Uno strumento per le prove elettromagnetiche su funi metalliche utilizza il principio del
trasformatore con avvolgimenti primari e secondari attorno alla fune. La fune agisce da
nucleo del trasformatore. L’avvolgimento primario è attraversato da corrente alternata a
bassa frequenza, generalmente da 10 a 30 hertz. L’avvolgimento secondario misura la
magnetizzazione della fune. Cambiamenti significativi delle caratteristiche magnetiche
del nucleo sono segnalati da variazioni di tensione (ampiezza e fase) nell’avvolgimento
secondario. Gli strumenti elettromagnetici funzionano con intensità relativamente bassa
del campo magnetico. È necessario smagnetizzare completamente la fune prima di
iniziare un’ispezione.
Questo tipo di strumento può misurare soltanto la perdita di area della sezione trasversale
metallica (LMA) su un registratore a nastro continuo o altro dispositivo adatto.

5.3 Strumenti basati sul flusso magnetico


Le unità di magnetizzazione creano un flusso costante in un tratto di fune durante il suo
passaggio attraverso lo strumento (circuito di magnetizzazione). La magnetizzazione può
essere ottenuta mediante apparecchiature elettromagnetiche o magnetiche permanenti.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 8


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

Note To be efficient it is essential to be as close as possible to the magnetic saturation of the rope.
The total magnetic flux circulating in the rope can be measured either by Hall effect
sensors, by coil sensors or by any other appropriate devices that can measure absolute
magnetic fields or variations in a steady magnetic field. The signal from the sensors is
processed electronically and the output voltage is directly proportional to the volume of
steel or change in metallic cross-sectional area, within the region of influence of the
magnetising circuit. This type of instrument can only measure loss of metallic
cross-sectional area (LMA) on a strip chart recorder or other appropriate device.

5.4 Magnetic flux leakage instruments


Magnetisation units magnetically saturate a length of rope as it passes through the
instrument (magnetising circuit). The magnetising may be by electromagnetic or
permanent magnetic equipment.
Note To be efficient it is essential to be as close as possible to the magnetic saturation of the rope.
The magnetic flux leakage created by a discontinuity in the rope, such as a broken wire,
can be measured with a sensor, such as Hall effect sensor, sensor coils or by an
appropriate device. The signal from the sensor is processed electronically and the output
voltage is recorded on a strip chart recorder or other appropriate device (referred to as the
"LD" channel). While information on the LD channel is not quantitative, some conclusions
can be drawn as to the presence of broken wires, internal corrosion and fretting wires in
the rope.

6 SAFETY PRINCIPLES

6.1 General
In addition to the safety principles set out in EN 12929-1, the hazard scenarii in 6.2 and
the safety measures in 6.3 shall also be taken into consideration.
The methods described shall not apply to the testing of ropes at or near their end-fixings,
nor do they apply to ropes laying on saddles, deflection shoes or on roller chains.

6.2 Hazard scenarios


The following events may lead to hazardous situations which may be avoided or limited by
the requirements of this document:
a) defect of the MRT instrument design preventing it from performing the functions
required for the inspection;
b) defect of the MRT instrument sensitivity;
c) malfunction of the MRT instrument during the inspection;
d) inability of personnel to carry out properly the inspection;
e) absence of, or inaccuracy in, the inspection report.

6.3 Safety measures


The safety measures to be taken to eliminate the danger factors listed under 6.2 are the
following:
a) the conditions during use of the MRT instrument shall allow the inspection to be
carried out in optimal security and quality conditions;
b) performance of the apparatus shall be checked before its first use;

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 9


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

Nota Per garantire l’efficienza del procedimento è essenziale avvicinarsi il più possibile alla saturazione magnetica
della fune.
Il flusso magnetico totale che circola nella fune può essere misurato mediante sensori a
effetto Hall, sensori a spirale o altri dispositivi adatti che possano misurare i campi
magnetici assoluti o le variazioni di un campo magnetico costante. Il segnale dei sensori
è elaborato elettronicamente e la tensione di uscita è direttamente proporzionale al
volume di acciaio o alla variazione dell’area della sezione trasversale metallica, entro la
zona di influenza del circuito di magnetizzazione. Questo tipo di strumento può misurare
soltanto la perdita di area della sezione trasversale metallica (LMA) su un registratore a
nastro continuo o altro dispositivo appropriato.

5.4 Strumenti basati sulla perdita di flusso magnetico


Le unità di magnetizzazione saturano magneticamente un tratto di fune durante il suo
passaggio attraverso lo strumento (circuito di magnetizzazione). La magnetizzazione può
essere ottenuta mediante apparecchiature elettromagnetiche o magnetiche permanenti.
Nota Per garantire l’efficienza del procedimento è essenziale avvicinarsi il più possibile alla saturazione magnetica
della fune.
La perdita di flusso magnetico creata da una discontinuità della fune, come un filo rotto,
può essere misurata con un sensore, come un sensore a effetto Hall, un sensore a spirale
o altro dispositivo appropriato. Il segnale del sensore è elaborato elettronicamente e la
tensione di uscita è registrata su un registratore a nastro continuo o altro dispositivo
appropriato (definito canale "LD"). Sebbene le informazioni sul canale LD non siano
quantitative, è possibile trarre alcune conclusioni sulla presenza di fili rotti, corrosione
interna e fili logori nella fune.

6 PRINCIPI DI SICUREZZA

6.1 Generalità
Oltre ai principi di sicurezza definiti nella EN 12929-1, devono essere considerate anche
le situazioni pericolose nel punto 6.2 e le misure di sicurezza nel punto 6.3.
I metodi descritti non si applicano alle prove sulle funi in corrispondenza o in prossimità
degli attacchi di estremità, né alle funi che poggiano su selle, scarpe di deflessione o
catene a rulli.

6.2 Eventi di pericolo


I seguenti eventi possono creare situazioni pericolose che possono essere evitate o
limitate soddisfacendo i requisiti del presente documento:
a) difetto di progettazione dello strumento per il controllo magneto-induttivo che ne
limiti la funzionalità richiesta per l’ispezione;
b) difetto di sensibilità dello strumento per il controllo magneto-induttivo;
c) anomalia di funzionamento dello strumento per il controllo magneto-induttivo
durante l’ispezione;
d) incapacità del personale di eseguire correttamente l’ispezione;
e) assenza o imprecisione del rapporto di ispezione.

6.3 Misure di sicurezza


Le misure di sicurezza da adottare per eliminare i fattori di pericolo elencati nel punto 6.2
sono le seguenti:
a) le condizioni durante l’utilizzo dello strumento per il controllo magneto-induttivo
devono permettere l’esecuzione del controllo in condizioni ottimali di sicurezza e
qualità;
b) la funzionalità dell’attrezzatura deve essere verificata prima del primo utilizzo;

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 10


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

c) signals of the sensors shall be measured or registered;


d) MRT instrument sensitivity shall be tested at regular time intervals;
e) MRT instrument operating state shall be tested before each inspection;
f) the inspection report shall include all necessary details.

7 SAFETY REQUIREMENTS AND/OR MEASURES

7.1 Equipment

7.1.1 General
The equipment shall comprise a test head, an output signal monitoring unit, which may be
a visual display unit or chart recorder, and a permanent recording facility and shall meet
the requirements given in 7.1.2 and 7.1.3.
The user of the equipment shall follow the instructions for use, including maintenance.
The performance of any equipment used shall be conformed to the requirement of this
standard.
The test equipment shall be calibrated every 3 years.

7.1.2 Test head


The test head shall incorporate the following features:
a) magnetising unit;
b) means for centralising the rope within the magnetic field and preventing excessive
lateral rope movement during operation;
c) a "distance of travel" indicator or a proportional drive chart control that synchronises
the chart speed with the rope speed capable of giving a distance resolution of one
meter and an accuracy of ±1% of rope travel (on dry rope);
d) the test head shall indicate the type, diameter and maximum metallic cross sectional
area of the rope it can be used for testing;
and at least one of the following:
e) when tested in accordance with 8.2 the signal of the two wire breaks of the LD
channel shall be at least twice the height of the envelope and two successive wire
breaks shall show two separated signal amplitudes;
f) a LMA sensor capable of detecting the loss of metallic cross sectional area to the
requirements given in 8.3.

7.1.3 Visual display unit and permanent recording equipment


On-site visual display equipment shall comply with the minimum requirements given
below:
- the chart/write speed, amplitude of the trace and frequency response shall be such
that the equipment is capable of displaying the requirements given in 7.1.1;
- the capacity of the permanent recording equipment shall be such that it is capable of
storing the signal from the whole of the rope length in one continuous operation.
Note Permanent records can be made using a variety of storage mediums (e.g. strip chart, tape, disc, etc.) and can
be analogue or digital. The choice of storage equipment will be governed to a large extent by the environment
in which the test is carried out.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 11


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

c) i segnali dei sensori devono essere misurati o registrati;


d) la sensibilità dello strumento per il controllo magneto-induttivo deve essere
sottoposta a prova a regolari intervalli di tempo;
e) lo stato operativo dello strumento per il controllo magneto-induttivo deve essere
sottoposto a prova prima di ogni ispezione;
f) il rapporto sull’ispezione deve contenere tutti i dettagli richiesti.

7 REQUISITI E/O MISURE DI SICUREZZA

7.1 Apparecchiatura

7.1.1 Generalità
L’apparecchiatura deve comprendere una testa di prova, un’unità di controllo del segnale
di uscita che può essere un visualizzatore o un registratore a nastro e un’unità di
registrazione permanente e soddisfare i requisiti definiti nei punti 7.1.2 e 7.1.3.
L’utilizzatore dell’apparecchiatura deve seguire le istruzioni per l’uso, compresa la
manutenzione.
Le prestazioni di tutte le apparecchiature utilizzate devono essere conformi al requisito
della presente norma.
L’apparecchiatura di prova deve essere tarata ogni 3 anni.

7.1.2 Testa di prova


La testa di prova deve comprendere le seguenti funzioni:
a) unità di magnetizzazione;
b) mezzo per centrare la fune nel campo magnetico ed evitare un eccessivo
movimento laterale della fune in servizio;
c) un indicatore della "distanza di spostamento" o un comando proporzionale di
avanzamento del nastro che sincronizzi la velocità del nastro con la velocità della
fune e sia in grado di fornire una risoluzione a distanza di un metro con accuratezza
di ±1% dello spostamento della fune (fune asciutta);
d) la testa di prova deve indicare il tipo, il diametro e l’area massima della sezione
trasversale metallica della fune che può essere utilizzata per le prove;
e almeno una delle seguenti:
e) quando sottoposto a prova in conformità al punto 8.2, il segnale delle due rotture del
filo del canale LD deve essere almeno il doppio dell’altezza dell’inviluppo e due
rotture successive dei fili devono presentare due diverse ampiezze del segnale;
f) un sensore LMA in grado di rilevare la perdita di area della sezione trasversale
metallica in conformità ai requisiti del punto 8.3.

7.1.3 Visualizzatore e apparecchiatura di registrazione permanente


L’unità di visualizzazione in loco deve soddisfare i seguenti requisiti minimi:
- la velocità del nastro/di scrittura, l’ampiezza della traccia e la risposta in frequenza
devono essere tali da garantire la conformità dell’apparecchiatura ai requisiti del
punto 7.1.1;
- la capacità dell’apparecchiatura di registrazione permanente deve essere tale da
garantire la memorizzazione del segnale per l’intera lunghezza della fune in un ciclo
continuo.
Nota Le registrazioni permanenti possono essere eseguite utilizzando molteplici mezzi di memorizzazione (per
esempio, nastro continuo, nastro magnetico, disco, ecc.) e possono essere analogiche o digitali. La scelta del
sistema di memorizzazione dipende in grande misura dall’ambiente nel quale è eseguita la prova.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 12


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

7.2 Personnel

7.2.1 General
The personnel shall have basic knowledge about the rope types, the procedure of rope
determination and about the splice method.
An individual carrying out MRT in accordance with this standard shall be classified in one
of two levels depending upon his respective qualification.
Personnel engaged in MRT shall have satisfactory vision and be able to read the Jaeger
J 1 2 eye chart or equivalent at a distance of 0,5 m, with the aid of spectacles if necessary.

7.2.2 Level 1
An individual classified to level 1 is entitled to carry out MRT operations according to
written instructions and under the supervision of level 2 personnel. He shall be able:
a) to set up the equipment;
b) to perform the tests;
c) to record and classify the results in terms of written criteria;
d) to report on the results;
e) to perform immediately a visual inspection of the dubious zones and make
measurements such as rope diameter, lay length, and so on;
f) to recognize the type and function of ropes and to understand their mode of
deterioration;
g) to understand the method of splicing the shortening and the method of repair.
He shall not be responsible for the choice of test method or technique to be used nor for
the assessment or characterisation of test results.

7.2.3 Level 2
An individual classified to level 2 is entitled to perform and direct non destructive testing
according to established or recognised procedures. He shall be competent to:
a) carry out and supervise all level 1 duties;
b) know wire rope types and their modes of deterioration;
c) choose the technique for the test method to be used;
d) define the limitations of application of the testing method for which the level 1
individual is qualified;
e) understand MRT standards and specifications and translate them into practical
testing instructions adapted to actual working conditions;
f) set up and calibrate equipment;
g) perform and supervise the tests;
h) interpret and evaluate results;
i) prepare written test instructions;
j) train or to guide personnel below level 2;
k) organise and report the results of non destructive tests;
l) recommend the use of additional non destructive tests.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 13


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

7.2 Personale

7.2.1 Generalità
Il personale deve disporre delle conoscenze essenziali per quanto riguarda i tipi di fune,
il procedimento di determinazione delle funi e il metodo di impalmatura.
Alla persona che esegue il controllo magneto-induttivo in conformità alla presente norma
è attribuito uno dei due livelli previsti in funzione della sua rispettiva qualifica.
Il personale impiegato per il controllo magneto-induttivo deve avere una buona vista ed
essere in grado di leggere un tabellone Jaeger J 1 2 o equivalente a una distanza di 0,5 m,
con l’aiuto di occhiali se necessario.

7.2.2 Livello 1
Un operatore classificato di livello 1 è autorizzato ad eseguire le operazioni di controllo
magneto-induttivo secondo le istruzioni scritte e sotto la supervisione di personale di
livello 2. Deve essere in grado di:
a) installare l’apparecchiatura;
b) eseguire le prove;
c) registrare e classificare i risultati in termini di criteri scritti;
d) riferire i risultati;
e) eseguire immediatamente un controllo visivo delle zone dubbie ed eseguire
misurazioni come il diametro della fune, la lunghezza di avvolgimento, ecc.;
f) riconoscere il tipo e la funzione delle funi e capire il loro processo di deterioramento;
g) comprendere il metodo di impalmatura, l’accorciamento e il metodo di riparazione.
L’operatore non deve essere responsabile della scelta del metodo o della tecnica di prova
da utilizzare, né della valutazione o caratterizzazione dei risultati delle prove.

7.2.3 Livello 2
Un operatore classificato di livello 2 è autorizzato ad eseguire e a coordinare le prove non
distruttive secondo procedimenti stabiliti o riconosciuti. Deve essere in grado di:
a) eseguire e controllare tutte le mansioni di livello 1;
b) conoscere i tipi di funi e il loro processo di deterioramento;
c) scegliere la tecnica per il metodo di prova da utilizzare;
d) definire i limiti di applicazione del metodo di prova per il quale l’operatore di livello 1
è qualificato;
e) comprendere le norme e le specifiche per il controllo magneto-induttivo e tradurle in
istruzioni pratiche per le prove, da adattare alle condizioni di lavoro effettive;
f) installare e tarare l’apparecchiatura;
g) eseguire e supervisionare le prove;
h) interpretare e valutare i risultati;
i) preparare istruzioni scritte per le prove;
j) addestrare o guidare personale con qualifica inferiore al livello 2;
k) occuparsi dell’organizzazione e riferire i risultati delle prove non distruttive;
l) raccomandare l’esecuzione di prove non distruttive aggiuntive.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 14


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

7.3 MRT procedure

7.3.1 Setting up and test


Before commencing the test the rope shall be cleaned, communication facilities shall be
checked to ensure that adequate communication exists between the MRT operator and
the person responsible for operating the cableway during the test.
Where ropes to be inspected are not within direct access, platforms shall be provided to
facilitate the inspection.
The general security requirements are described in EN 1709.
All signals and instructions to the person responsible or operating the cableway shall be
clear and unambiguous.
The test head shall be checked to ensure that the internal diameter of the guide
arrangement is such that it will either enable the rope to pass freely through the test head
or enable the test head to pass freely over the rope, whichever is applicable.
In the case of moving ropes, the test head shall be positioned around the rope and
securely anchored to prevent excessive movement of the head.
After making all electrical connections, LD and/or LMA channels shall be checked using a
test wire or known wire break to verify that they are operating correctly.
Note The influence of any steel construction near the test head should be considered by the person or body
conducting the test.

7.3.2 Interpretation of results


The interpretation of results shall be carried out by a person classified as level 2 in
accordance with 7.2.2.
The special defects referred to in this standard shall also be taken into account.
Wherever possible, the test results shall be correlated with previous test results of the
same rope.
The whole of these results shall be included in the test report drafted by the above
mentioned person with a conclusion on the wire rope condition with reference to discard
criteria specified in EN 12927-6.

8 VERIFICATION

8.1 General
The following procedures are designed for the purpose of testing the performances of
equipment. These test(s) shall be done before putting the equipment into operation and
after a period not exceeding twelve months in order to verify that performances are
maintained.
All new equipment or equipment that has undergone modification which is likely to affect
its performance characteristics shall undergo the same test(s) under the same conditions.
The results from any of the above tests shall be recorded by the person or body carrying
out the test.
Note The tests are designed to produce repeatable results even if they are unable to specify sensitivity and
resolution in quantifiable terms.

8.2 Performance test - LD channel


The test should be carried out on a locked coil rope and/or stranded rope. The metallic
cross sectional area of the test piece shall be equivalent to the maximum metallic cross
sectional area of the rope to be tested by the same instrument.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 15


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

7.3 Procedura per il controllo magneto-induttivo

7.3.1 Allestimento e prova


Prima di iniziare la prova la fune deve essere pulita e i sistemi di comunicazione devono
essere controllati per garantire che esista un’adeguata comunicazione tra l’operatore per
il controllo magneto-induttivo e la persona responsabile dell’azionamento dell’impianto a
fune durante la prova.
Quando le funi da ispezionare non sono accessibili direttamente, devono essere previste
piattaforme che facilitino l’ispezione.
I requisiti generali di sicurezza sono descritti nella EN 1709.
Tutti i segnali e le istruzioni alla persona responsabile dell’azionamento dell’impianto a
fune devono essere chiari e non ambigui.
La testa di prova deve essere controllata per verificare che il diametro interno del sistema
di guida permetta il libero passaggio della fune attraverso la testa di prova o il libero
passaggio della testa di prova sulla fune, secondo i casi.
Per le funi mobili, la testa di prova deve essere posizionata attorno alla fune e saldamente
ancorata per evitare un movimento eccessivo della testa.
Dopo avere realizzato tutti i collegamenti elettrici, i canali LD e/o LMA devono essere
controllati utilizzando un filo di prova con rottura nota del filo per verificare che funzionino
correttamente.
Nota La persona o l’organismo che conduce la prova dovrebbe considerare l’influenza di eventuali elementi di
acciaio in prossimità della testa di prova.

7.3.2 Interpretazione dei risultati


I risultati devono essere interpretati da un operatore classificato di livello 2 in conformità
al punto 7.2.2.
Si deve tenere conto anche dei difetti particolari specificati nella presente norma.
Quando possibile, i risultati delle prove devono essere correlati ai risultati delle prove
precedenti sulla stessa fune.
Tutti i risultati devono essere inclusi nel rapporto di prova redatto dall’operatore
summenzionato con una conclusione sulla condizione della fune metallica, facendo
riferimento ai criteri di dismissione specificati nella EN 12927-6.

8 VERIFICA

8.1 Generalità
I seguenti procedimenti hanno lo scopo di verificare le prestazioni dell’apparecchiatura.
Questa(e) prova(e) deve(devono) essere eseguita(e) prima di mettere l’apparecchiatura
in funzione e dopo un periodo non maggiore di dodici mesi per verificare che le
prestazioni non siano cambiate.
Tutte le apparecchiature nuove o le apparecchiature sottoposte a modifiche che possano
variarne le prestazioni, devono essere sottoposte alla(e) stessa(e) prova(e) alle
medesime condizioni.
I risultati di tutte le prove di cui sopra devono essere registrati dalla persona o
dall’organismo che esegue la prova.
Nota Le prove sono progettate per ottenere risultati ripetibili anche se non possono specificare la sensibilità e la
risoluzione in termini quantificabili.

8.2 Prova delle prestazioni - canale LD


La prova dovrebbe essere eseguita su una fune chiusa e/o una fune a trefoli. L’area della
sezione trasversale metallica del provino deve essere equivalente all’area della sezione
trasversale metallica massima della fune da sottoporre a prova con lo stesso strumento.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 16


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

The test shall be performed on a reference test piece which shall contain artificial faults
representing two wire breaks spaced s mm, s = d but no more than 50 mm apart, each
having a gap of 3 mm between the ends.
The fault shall be located between strand and core of a single layer rope, and be
equivalent to 0,5% of the metallic cross sectional area of the rope tested, or in the centre
wire of the locked coil rope.
The free length of the rope on both sides of the fault shall be at least equivalent to 40
times d, but not necessarily more than 2 m. The envelope is understood as the distance
of two parallel lines over the length of 25 time d on each side of the wire breaks,
whereas in all no more than five peaks of the signature cut the parallel lines.
A region of 0,2 m rope length surrounding the wire break signal is not to be considered.
These two successive wire breaks shall show two separated signal amplitudes.
figure 1 Two successive wire breaks
Key
1 2 m to rope end or 40 × d
2 Two wire breakages's
3 s (max. 50 mm)
4 Signal height, amplitude at least 2 × height of envelope
5 200 mm not to be considered (concerning envelope curve)
6 Envelope, see 8.2

8.3 Performance test - LMA channel


The test shall be performed on a reference test piece containing four artificial faults, each
of them having a known metallic loss of less than 1% of the reduction in cross sectional
area for the rope over lengths of 15 mm, 50 mm, 100 mm and 500 mm. The distance of
free rope length at each side of a fault shall be at least twice the length of the equipment.

9 TEST REPORT
The test report shall include the following details:
- name and level of the person who carried out the test and name of his employer;
- date of test;
- date of previous test, where applicable;

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 17


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

La prova deve essere eseguita su un provino di riferimento che deve presentare difetti
provocati che rappresentino due rotture del filo distanziate di s mm, s = d, ma con
distanza non maggiore di 50 mm, ognuna con uno spazio di 3 mm tra le estremità.
Il difetto deve trovarsi tra il trefolo e il nucleo di una fune a strato singolo e corrispondere
allo 0,5% dell’area della sezione trasversale metallica della fune sottoposta a prova, o nel
filo centrale della fune chiusa.
La lunghezza libera della fune su entrambi i lati del difetto deve essere almeno 40 volte d,
ma non necessariamente maggiore di 2 m. L’inviluppo è definito come la distanza di due
linee parallele su una lunghezza di 25 volte d su ogni lato delle rotture dei fili, dove non
più di cinque picchi della segnatura tagliano le linee parallele.
Non deve essere considerata una lunghezza della fune di 0,2 m attorno al segnale di
rottura del filo.
Queste due rotture successive del filo devono presentare due diverse ampiezze del
segnale.
figura 1 Due rotture successive del filo
Legenda
1 2 m dall’estremità della fune o 40 × d
2 Due rotture del filo
3 s (max. 50 mm)
4 Altezza del segnale, ampiezza almeno 2 × altezza dell’inviluppo
5 200 mm da non considerare (curva dell’inviluppo)
6 Inviluppo, vedere punto 8.2

8.3 Prova delle prestazioni - canale LMA


La prova deve essere eseguita su un provino di riferimento che deve presentare quattro
difetti provocati, ognuno dei quali con perdita metallica nota minore dell’1% della
riduzione della sezione trasversale della fune su lunghezze di 15 mm, 50 mm, 100 mm e
500 mm. La lunghezza libera della fune su ogni lato del difetto deve essere almeno due
volte la lunghezza dell’apparecchiatura.

9 RAPPORTO DI PROVA
Il rapporto di prova deve includere le seguenti informazioni:
- nome e livello della persona che ha eseguito la prova e nome del suo datore di
lavoro;
- data della prova;
- data della prova precedente, quando pertinente;

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 18


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

- site location;
- equipment reference and settings;
- comments about signature;
- installation reference;
- rope identification (designation, name of manufacturer);
- rope details (rope diameter nominal and measured) /construction (diameter and
number of wires);
- type, make and identification of test equipment;
- location of test head during test, where applicable;
- length of rope at rope end(s) not tested;
- identification of the length or region of rope tested;
- direction of rope or test head travel;
- approximate rope or test head speed.
The test report shall include the position, type and extent of any reportable indications and
the conclusion on the wire rope condition as mentioned in 7.3.2.
Any increase in the size, number or extent of the indications shall be ascertained by
comparison with previous test results.
A copy of the report shall be retained by the controller of the cableway as long as the rope
remains in operation.
A permanent record of all tests carried out shall be retained by the level 2 MRT operator
or his employer for as long as the rope is in existence either on or off the cableway.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 19


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

- sede;
- riferimento e impostazioni dell’apparecchiatura;
- commenti sulla segnatura;
- riferimento dell’impianto;
- identificazione della fune (designazione, nome del fabbricante);
- dettagli della fune (diametro della fune nominale e misurato)/costruzione (diametro e
numero di fili);
- tipo, marca e identificazione dell’apparecchiatura di prova;
- collocazione della testa di prova durante la prova, quando pertinente;
- lunghezza della fune in corrispondenza della(e) estremità della fune non
sottoposta(e) a prova;
- identificazione del tratto o dell’area della fune sottoposta a prova;
- senso di spostamento della fune o della testa di prova;
- velocità approssimativa della fune o della testa di prova.
Il rapporto di prova deve comprendere la posizione, il tipo e l’entità delle indicazioni che
possono essere riportate e la conclusione sulle condizioni della fune come indicato nel
punto 7.3.2.
Eventuali aumenti di dimensioni, numero o entità delle indicazioni devono essere
accertati attraverso il confronto con i risultati di prove precedenti.
Il controllore dell’impianto a fune deve conservare una copia del rapporto finchè che la
fune rimane in servizio.
L’operatore per il controllo magneto-induttivo di livello 2 o il suo datore di lavoro deve
conservare una registrazione permanente di tutte le prove eseguite finchè che la fune è in
esistenza sull’impianto o smontata dall’impianto.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 20


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

ANNEX ZA RELATIONSHIP BETWEEN THIS EUROPEAN STANDARD AND THE ESSENTIAL


(informative) REQUIREMENTS OF EU DIRECTIVE 2000/9/EC RELATING TO CABLEWAY
INSTALLATIONS DESIGNED TO CARRY PERSONS
This European Standard has been prepared under a mandate given to CEN by the
European Commission and the European Free Trade Association to provide a means of
conforming to Essential Requirements of the New Approach Directive 2000/9/EC relating
to cableway installations designed to carry persons
Once this standard is cited in the Official Journal of the European Communities under that
Directive and has been implemented as a national standard in at least one Member State,
compliance with the clauses of this standard given in Table ZA confers, within the limits of
the scope of this standard, a presumption of conformity with the corresponding Essential
Requirements of that Directive and associated EFTA regulations.
table ZA Correspondence between this European Standard and Directive 2000/9/EC relating to cableway
installations designed to carry persons

Clause(s)/sub-clause(s) of this EN Essential Requirements (ERs) of Qualifying remarks/Notes


Directive 2000/9/EC
5 2.8, 7.1
6 2.2, 4.1.1
7 2.8, 4.1, 7.1
8 7.1
9 7.1

WARNING - Other requirements and other EU Directives may be applicable to the


product(s) falling within the scope of this standard.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 21


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

APPENDICE ZA RAPPORTO FRA LA PRESENTE NORMA EUROPEA E I REQUISITI ESSENZIALI


(informativa) DELLA DIRETTIVA UE 2000/9/CE RELATIVA AGLI IMPIANTI A FUNE PROGETTATI
PER IL TRASPORTO DI PERSONE
La presente norma europea è stata elaborata nell’ambito di un mandato conferito al CEN
dalla Commissione Europea e dall’Associazione Europea di Libero Scambio per fornire
un mezzo per soddisfare i requisiti essenziali della Direttiva del Nuovo Approccio
2000/9/CE relativa agli impianti a fune progettati per il trasporto di persone.
Una volta che la presente norma è stata citata nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione
Europea come rientrante in quella Direttiva e che è stata adottata come norma nazionale
in almeno uno Stato membro, la conformità ai punti della presente norma elencati nel
prospetto ZA conferisce, entro i limiti dello scopo e campo di applicazione della presente
norma, una presunzione di conformità con i corrispondenti requisiti essenziali di quella
Direttiva e regolamenti EFTA associati.
prospetto ZA Corrispondenza tra la presente norma europea e la Direttiva 2000/9/CE relativa agli impianti a fune
progettati per il trasporto di persone

Punti/Sottopunti Requisiti essenziali (RE) Commenti/note


della presente norma europea della Direttiva 2000/9/CE
5 2.8, 7.1
6 2.2, 4.1.1
7 2.8, 4.1, 7.1
8 7.1
9 7.1

AVVERTENZA - Altri requisiti e altre Direttive UE possono essere applicabili al/ai


prodotto/i che rientra/rientrano nello scopo e campo di applicazione della presente norma.

UNI EN 12927-8:2005 © UNI Pagina 22


ROVERGAMMA S.N.C. DI , PEZZANI ENZO E C. - 2010 - 657189 - eco

UNI
Ente Nazionale Italiano Riproduzione vietata - Legge 22 aprile 1941 Nº 633 e successivi aggiornamenti.
di Unificazione
Via Sannio, 2
20137 Milano, Italia