Sei sulla pagina 1di 1

14 / ll/11111i11azio11e

esperienze, essendo pluralita e mutamento, spazio e tempo. ell'Assoluto


non c'e relativita; nella coscienza dell'Uno non c'e dualita.
Da cio potete comprendere l'inutilita della preghiera. La sua unica
funzione e quella di dare sollievo e forza interiore; e un'autosuggestione
che aiuta a sentirsi meglio. Non siate cosl stolti da credere che, quando pre­
gate un santo, egli ascolti e vi dia la risposta. Siete voi stessi che ascoltate
e inconsciamente rispondete. Dio non ode le vostre parole, ne percepisce i
vostri sentimenti. Non crediate che, quando Lo invocate, si commuova e
venga in vostro aiuto. Questo modo di pensare e semplicemente infanti­
lismo religioso, superstizione, la mentalita di una tradizione ignorante
nata dal bisogno di sperare. Non c'e nessuno dietro la porta che vi spia e
origlia cio che pensate e dite. Dio non e cosi misero da trascorrere la Sua
esistenza a guardare cio che fate. Se sentite una presenza dentro o fuori di
voi, e soltanto ii vostro ego, la presenza della vostra mente inconscia; e
una vostra proiezione. Tuttavia siete felici perche credete che colui con ii
quale siete in contatto, che vi ascolta e vi risponde, sia Dio. Allora, avver­
tendo quella presenza, provate un fremito d'amore, pace e gioia sgorgano
dal vostro cuore. Ma queste non sono altro che emozioni che avete susci­
tato con la vostra mente, con l 'autosuggestione e la fantasia, come av­
viene in tulle le altre circostanze della vita. II Se di vino non possiede sensi
di percezione, non ha una mente, non ha un cuore, non ha un corpo fisico
ne un corpo astraJe, perche e pura luce: non vede, non ode, non pensa, non
sente. Esso non vede le azioni del corpo e non conosce ne i vostri pensieri
ne i vostri sentimenti. E al di la della mente e del cuore, infinitamente
oltre. Come potete essere convinti che vi ascolti e vi dia una risposta? Pro­
vate a credere ferrnamente che dentro di voi non ci sia Dio ma ii diavolo.
Sentirete la presenza di Satana e anche da lui riceverete la risposta che, con­
sciamente o inconsciamente, desiderate avere; la risposta verra a galla. Per­
tanto non fatevi ingannare dalla mente. Siate saggi e prudenti.
Se Dio vedesse ii mondo, lo trasfom1erebbe in un attimo in un para­
diso e darebbe la liberazione e l'immortalita a tutti gli esseri viventi.
Quale padre, quaJe amore non farebbe questo per i suoi figli? I problemi
materiali, ii dolore e la morte sono incompatibili con Dio e percio per Lui
non esistono. Noi vediamo la materia, ii dolore e la morte perche ii nostro
corpo e fatto di queste cose e di conseguenza e in grado di sperimentarle.
L'Assoluto, che non e fatto di materia, non puo percepire ii mondo, ne al­
cuna fom1a di vita. Per sua stessa natura, essendo beatitudine e immorta­
lita, non puo essere consapevole del dolore, della nascita e della morte.
Essendo spirito, non puo conoscere la materia; essendo un'entita infinita,
non puo percepire la forrna.
Quando dico che Dio mette alla prova la vostra deterrninazione e la
sincerita del vostro sentimento e che si rivela solo ai puri di cuore, voglio
semplicemente dire che, per raggiungere I'Assoluto, si richiede meditazione