Sei sulla pagina 1di 7
\ QOMUN! _DZ_ISOLA DELLE FER: TE i eS re PROV. DI PALERLO SEGUE PALERLO PIANO REGOLAT) RE SULLA UTILIZZAZIONE DEL. LE AREE CUAIT) RIALT * TEOLO 1° PISROSIZIONT G NERALT ~ ( Garattere giuricico del Cimitero e delle cossieni Cimite-iali) TL Ginitere, & <1 bene di. carat! eo \ EP dichiatate t:2e dalitart.824 de} Codi les Tale carati:re non esclude 1a pessib: su di\essi sorg:ne, da parte dei privati; ti ched*ediern: dettrina annovera fra i cos. " Diritth Affieveliti", ceme quelli che in de ¢ evenienze, debbano cedere di. frente 21 Yieri necessita di pubblico interesse generaic. Tali diritti, sino, per la lere stessa natu espro, piabili, prescr. ttibili e trasmissibili per successig 3 infine enchi commerciabili e percid alienabili, dope perd trasc: tse il periede di anni dies}. aldecor , rere dalla data della stipula del centratte di cences | siene e previa ‘uterizzazione dell *Anmir munalee: ® 5 ART. 2 - Sotto pena di reve:a della cencessiene, ii cencessie= namie dovr realiz ‘are 1a cestruziene, previa Ja pre sentaziene di appe sito progette da settoperre al pare- Ee preventive dell: locale Conmissiene Sdilizie Cemuna~ ie, entre e non ol sre anni 1 (une) dalla data della sti pula del contratte di concessienes La reveca pud anch> avvenire, qualera il concessionazio intraprenda taluni laveri, senza essere prima in posses se della regolgre .icenza edilizia, o nel caso di realiz zazione in differm.t& del progette presentato, per il quale; stata rileieiata la licenze edilizia. In forza del prece lente art. 2, sulle aree cimiteriali posseno, per offet ie di cencessieni aministrative, gere a favere di privati diritti speciali dispor nei limiti della iore destinaziene a pubblice interesse e tutelabili davan ii LtAuterita Giudiziaria anche nei cenfrenti, della Publica Anministraziene, nenchd di eseguitic zati menumenti ed applicate ore inn leree © tombe di famiglia seconde ie 3. che saranne trattate dagli articeii COSSLVI ow ~ Spetta ai concess: nari di mantenere a lore spese, per tuzte i] tempo de} ia cencossione, in selido ¢ decoroce state, di manufati. ed i menumenti di lere propr Nel case di sepeli ira privata, abbandenata per © per morte degli wventi diritte, i1 Comune pu dere, alla rimszic.e dei monumenti pericolan' GFeida al compenc iti dolia famiglia del concessionarie, da farsi eve occe: 7a, anche per pubbliche aff quo 22 DESTINAZIONE Dr .LE AREE CIITERTALT ART. ' Ti Cemune di Isela delle Femmine, dispene attualmente di un cimitere di vecchia cestittzione e di uno nuevo, per cemplessivi mq. 5.510.~ In base alle attuail tendenze pepelane, circa la dest2, nazione dei csdaveri al seppelimente, si pessone sestan zialmente censidorete due forme di sopeltura: 1°) La infimaziene, intendendesi per talc il seppelli~ mente nel terseno, deila salma, centenuta in cassa di legno dolce, per faverire il precesse acrebico in un prime teme e di mineralizzaziene nel secen= do temo, mediante ossidazione delle sostanze pre dette a mezze dell‘attivita Biochimica dei batteri aerebie leculd separa 2 te in muratura © scavate nella roccia, favuvende la putrefazione cella sal, ma in un prince memento; successivanente pets, per mancanza di essigem, 1a mineralizzaziene 2vvieno maite pid rallentata che nel prime caso. Cid, in Linea Gi massima, nen porta censeguenze necive, in quante 1a csncessioue dei leculi per tumulazig. ne sene generaimente duratures- A noms delle vigenti leggi sanitarie ed in func della popelazione isslana, si ha una disponibil: atee pex inumazione pari a mq. 850 circa. La Ti avea, toite le stradolle ed i vialetti, verra r: Ya per la cestruziene di tembe funerarie di ™ grande", " media e " piccele” dimenziene ¢ pes celembaic. » In censideraziene delle minime dimenzieni dei leculi ¢ tlegli spesseri stabiliti per le parete esterne, latera ide per le solette {cme 10 ed in cease pieno), si 8 ca si pervenuti. al dimensionamente delle tombe funeree, distinte ing o TIPOA mt. 3.30 di fronte 2 9 ny 7 mts 3.00 di sfonde ~~ » TIPO B mt. 2.00 di mite ~ 2.30 di sfende TOC mt. 1.10 ai 4 mt, 2.80 di sfenco TEOL 13° ART. 8: NORME TECNICHE DI A ‘TUAZIONE RIGUARDANTE LA “arene NE DELLE SEPOLTURE La materia @ regela:2 in Italia dagli artt. 228, 337, 343 del T.U, delle .eggi Sanitarie e dal Regolamento di Pelizia Mertuarii sancite cen Legge 21.12.1942 n1680, il quale me lifica l‘eriginarie Regolame di cui alla Legge 2>.7.1892 n°4485 Le dimensieni minim» interne del locule dovranny esse, ve di almeno mt. 2.0 x 0.0 x 0.75. Maltezza massima fri terra delle pareti es ‘temba, nen devrd essere superiore 2 mt, 2 endosi per essa la distanza verticale misurata dalla iinea di terra (def\nita del piano dei fronteni. di. er- latura di pietra Al-amese), alia inca di copertura (definita dal corenimento del parapetto picne del ter- vazze di cepertura). che csmunque non devra ess to pid di cm. 20 dalla soletta di copertura. Fanno ecceziene i soli velumi tecnici, purché s mente indispensabil’ ¢ cestituenti una soluzione arcii; ‘tettenica compiuta. ABT. 10. Le paréti esterne ‘tel edicole funerce 9 capetic pri- oa vate e delle tembe di femigiia, devranno essere vea- Lizzate in cemento armato pieno, delle spessor mo di cm. 15, mente le tramezzature al1*interno ¢ de solettine dei veri leculi, delle spessoze di cn-10. Quest*ultime devraine essere realizzate pure in cemep to armate piene. 2 2B La chiusura di puna, devra essere eseguita con mra~ tura di matteni prsssati, lisciata all'esterne cen cements idrofuge, en antistante lastra marmerea di om. 3 di spessere, posta in epera in mode da lasciaze una intercafedine | circa cm. 5. ABTe 14 Ltinterne del leciio devra essere rese impermi “SSSESE" mezzo di malta comentizia idrefugata, pesta pareti verticali ol erizzontali, con itaccorte: ART._12 = See ART. 13. = creare tna piccela pendenza nella seletta dt appegsie, convergente in une dei dus angeli pesterieri del lecy Je. Ivi sari ricavate un piccele ™ bacine di raccelta” per gli entuali licuidi. che fueriuscissere dalla cassa metallica, in seguite 4 rettura di essa, per la forte pressione esercita.a dai gas emanati dalla salma in putrefazione. Le edicele (cappele private) tipe "Be le tenbe di famiglia tipe " A” ~ questfultime con superficie pid ampia delle ale (mq. 10 circa) - petranne ess, re realizzate in mide da centenere numeresi loculi per tumilaziene, s.a fusri terra che in “ eripta "> In questtultimo caie, Ie pareti setteterra, devranno essere pure fin cemnte armate dello spessote minime di cme 15 @ ben id -efugate. T leculi ivi ricavitl, devranne avere le medesime ca ratteristiche di cii alle prescrizioni degli artt. 10 e 11 precedentis iwltre si deve curare una buona ven tilaziene delie cr pte al fine anche di evitare la fermaziene di acqu, condensasulle pareti ¢ sui soffit tis Ltaccesse alia criota dovra realizzarsi in mede fun-~ zienale e cemide pr una facile tumulazione colle me ivi destinate. Qualsiasi material» lignes allfinterne, devra. essere asselutamente abslite. Vanne esclusi ineltre i mate~ Yiali nen resistenti. I rivestimenti esterni, petran ne essere eseguiti in cotte, in mosaice ed in buon pietrame di qualiii nen gelivat petranne essere usa~ ti su larga scala, |. perfidi, i graniti eltre che i marmi pregiati. Per le chiavelle ci assicurazione, si preferisce il brenze e l'ettone, ma si censente anche ii ferre, purché deppiamentc stagnates Particelari accercimenti saranne adottati ne? tanamente delle acque piovane dalle muratur: stimenti, mediante gecciolatel anche motallicie Le cappelle private ¢ le tombe di famiglia, petranno ossere dotate anche di altare per cerimenic funebri intimes In tal senso l'altare dister’ dai leculi me~ tri 1.20, ceme minkmoe E' consentite anch> l'use di celletta per ossario, onde permettere una retazione interns, benintese pe~ xO con un periede assai lungo di permanenza ¢ me nel lecules sa} Le cellette pessons essere ricavate, deve & possibile, in eripta e fueri terra, calcelate ze te “urne ossarie" pex un perisdo di hanne nexmalmente le dimensieni di x 0.60 ( basandesi sulla lunghezza media del £ di cn. 55 circa ), ART. 15 = Non @ asselutamente censentite 1a “EEEEEF comune alle tembe. Esse invece saz ze preprie, cestruite in adercnza nante, prevedende di interporre materdali che il Case Tichicde. 2 Le stesse dicasi per le tombe dol tipe"D ", al mure di cinta cel Cimiteroe Nel caso di conte:peranca realizzaziene di duc tembe Waderenti", i preprietari devranne curare 1s perfet- ta impermeabiiizznzione del giunte comune, nende ad esso materiale idenes ed atte 2 caren la perfetta tenut: delie acque piovence SBE relGnz Nelle tombe del tipo "A", & Censentita te reali: ziene di una piccela pensilina in csa., el di della perta di accesso alla temba, a con nen sia spergente pill di cme 40 dal pazai ne dalla medesims 0 prespiciente sui vieli di distr pegnoy alta almeno mt. 2.20 dal piino della di Alcame © della larghezza peco pit della po: accesses E° fatte ebbiige a: petmeabilizzaziene pedini Limitrofe i: riahi ideneio Ai progettist’ @ 4: wiesi, nel pregett: famiglia in mede d: ci abbastanza dign! in stretts coliabor Tagioni sou per enora: © scomparso, cc atchitettenice 3 ta relaziene sato durante a sua progfette da pre ro cerredate dai se domanda in carta de ) comegsafia della ze bicaziene dsl loti paante della tomba wieni, almene unc attasi di temba, anche in cripta; prespettd almen 1A wy 2) ©) particelari cestrut nen comunis qualita e celera de imentii ed interni te di cempetenza, » da edi: AOS cn scala 12205 cen evidenza della se: yltre che fueri terra, ric: se trattasi di tembe del tio sivi dei metivi architettenici materiali nenchd per i rives

Valuta