Sei sulla pagina 1di 2

PAESE :Italia AUTORE :N.D.

PAGINE :25
SUPERFICIE :31 %

30 maggio 2020 - Edizione Pesaro

Aids,scopertoa Urbinoil dnachenascondeil virus


Nuovo passo avanti nella ricerca grazie al lavoro delle scienziate dell’Università Anna Casabianca e Chiara Orlandi

E’ stata pubblicata su “Journal dersi“ in “compartimenti“ cellu-


of Translational Medicine“ la ri- lari e tissutali ove è presente in
cerca delle dottoresse Anna Ca- varie forme di Dna latente. Que-
sabianca e Chiara Orlandi su sti compartimenti, denominati
una nuova forma di Dna «nasco- serbatoi o “reservoir“ virali, ven-
sto» in cui il virus dell’Hiv va a ri- gono generati precocemente
pararsi restando immune al si- nell’infezione e rimangono invi-
stema immunitario e alle tera- sibili al sistema immunitario e al-
pie. Le due ricercatrici, membri la terapie che hanno per bersa-
del gruppo del professor Mauro glio solo il virus replicante ga-
Magnani del Dipartimento di rantendo al virus di persistere in-
Scienze Biomolecolari, Sezione definitamente nell’individuo, an-
di Biochimica e Biotecnologie che dopo l’inizio della terapia –
dell’Università di Urbino, hanno spiegano le autrici della ricerca
svolto il lavoro in collaborazio-
–. Questa forma di Dna virale, fi-
ne con ricercatori dell’Universi- nora sottovalutata e nascosta
tà di Genova, della Politecnica
nelle cellule, costituisce un nuo-
delle Marche, del Policlinico
vo biomarcatore con significato
San Martino di Genova,
clinico che può migliorare il mo-
dell’Azienda Ospedaliera Ospe- nitoraggio dei pazienti in tera-
dali Riuniti Marche Nord Pesaro pia». Negli ultimi anni c’è stato
e dell’Ospedale Bambin Gesù di un crescente interesse nel com-
Roma, sotto la coordinazione prendere il ruolo del Dna
della stessa Anna Casabianca: dell’Hiv-1 nei vari aspetti dell’in-
lo studio ha dimostrato la pre- fezione e della malattia, sia alla
senza di una nuova forma di luce del suo impiego in ambito
Dna «nascosto» che ora è deter- clinico per la cura dei pazienti
minabile grazie allo sviluppo di che dei tentativi di eradicazione
un saggio quantitativo con sen- del virus nei pazienti. Attualmen-
sibilità maggiore (fino al 76%) ri- te Unaids stima circa 38 milioni
spetto agli attuali metodi. La di persone con l’Hiv/Aids nel
maggior sensibilità e accuratez- mondo. Nel 2018 sono state ef-
za della stima dello stato reale fettuate 1,7 milioni di nuove dia-
gnosi. Grazie ai progressi della
del serbatoio di virus latente è ricerca le attuali Terapie Antire-
di fondamentale importanza nel trovirali hanno trasformando
monitoraggio dei pazienti du- l’infezione da Hiv in una condi-
rante le terapie Tarv Terapie An- zione cronica gestibile, ma non
tiretrovirali in quanto è in grado ancora nella guarigione.
di mettere in luce una forma di l. o.
persistenza del virus nascosto
in assenza di virus libero circo-
lante. PUBBLICAZIONE

«Nonostante le Terapie antire- Lo studio è già


trovirali determinino la comple-
uscito sul Journal
ta soppressione della replicazio-
ne del virus nel sangue, tutta- of Translational
via, l’Hiv è in grado di “nascon- Medicine

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia AUTORE :N.D.
PAGINE :25
SUPERFICIE :31 %

30 maggio 2020 - Edizione Pesaro

Da sinistra, le scienziate Anna Casabianca e Chiara Orlandi dell’Ateneo di Urbino

Tutti i diritti riservati

Potrebbero piacerti anche