Sei sulla pagina 1di 24

Sommario

1 AVVERTENZE PER LA SICUREZZA E L’USO __________________________________4


2 INSTALLAZIONE DELL’APPARECCHIO ______________________________________6
3 ADATTAMENTO AI DIVERSI TIPI DI GAS ____________________________________10
4 OPERAZIONI FINALI_____________________________________________________15
5 DESCRIZIONE DEI COMANDI DEL PANNELLO FRONTALE _____________________17
6 USO DEL PIANO DI COTTURA ____________________________________________18
7 USO DEL FORNO _______________________________________________________20
8 PULIZIA E MANUTENZIONE ______________________________________________24
9 MANUTENZIONE STRAORDINARIA ________________________________________26

QUESTE ISTRUZIONI SONO VALIDE SOLAMENTE PER I PAESI DI DESTINAZIONE I CUI


SIMBOLI IDENTIFICATIVI SONO RIPORTATI SULLA COPERTINA DEL PRESENTE MANUALE.

ISTRUZIONI PER L’INSTALLATORE: sono destinate al tecnico qualificato che deve svolgere
un’adeguata verifica dell’impianto gas, eseguire l'installazione, la messa in servizio ed il collaudo
dell’apparecchio.

ISTRUZIONI PER L’UTENTE: indicano i consigli d’uso, la descrizione dei comandi e le corrette
operazioni di pulizia e manutenzione dell’apparecchio.

3
Presentazione
1 AVVERTENZE PER LA SICUREZZA E L’USO
QUESTO MANUALE COSTITUISCE PARTE INTEGRANTE DELL’APPARECCHIO. OCCORRE
CONSERVARLO INTEGRO E A PORTATA DI MANO PER TUTTO IL CICLO DI VITA DELLA
CUCINA. CONSIGLIAMO UNA ATTENTA LETTURA DI QUESTO MANUALE E DI TUTTE LE
INDICAZIONI IN ESSO CONTENUTE PRIMA DI UTILIZZARE LA CUCINA. CONSERVARE ANCHE
LA SERIE DI UGELLI IN DOTAZIONE. L'INSTALLAZIONE DOVRÀ ESSERE ESEGUITA DA
PERSONALE QUALIFICATO E NEL RISPETTO DELLE NORME VIGENTI. QUESTO
APPARECCHIO È PREVISTO PER UN IMPIEGO DI TIPO DOMESTICO, ED È CONFORME ALLE
DIRETTIVE CEE ATTUALMENTE IN VIGORE. L'APPARECCHIO È COSTRUITO PER SVOLGERE
LA SEGUENTE FUNZIONE: COTTURA E RISCALDAMENTO DI CIBI; OGNI ALTRO USO VA
CONSIDERATO IMPROPRIO.
IL COSTRUTTORE DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER UTILIZZI DIVERSI DA QUELLI
INDICATI.

NON LASCIARE I RESIDUI DELL'IMBALLO INCUSTODITI NELL'AMBIENTE DOMESTICO.


SEPARARE I VARI MATERIALI DI SCARTO PROVENIENTI DALL’IMBALLO E CONSEGNARLI AL
PIÙ VICINO CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA.

E' OBBLIGATORIO IL COLLEGAMENTO DI TERRA SECONDO LE MODALITÀ PREVISTE DALLE


NORME DI SICUREZZA DELL'IMPIANTO ELETTRICO.

LA SPINA DA COLLEGARE AL CAVO DI ALIMENTAZIONE E LA RELATIVA PRESA DOVRANNO


ESSERE DELLO STESSO TIPO E CONFORMI ALLE NORME IN VIGORE.
LA PRESA DOVRÀ ESSERE ACCESSIBILE AD APPARECCHIO INCASSATO.
NON STACCARE MAI LA SPINA TIRANDONE IL CAVO.

SUBITO DOPO L’INSTALLAZIONE EFFETTUARE UN BREVE COLLAUDO DELL'APPARECCHIO


SEGUENDO LE ISTRUZIONI PIÙ AVANTI RIPORTATE. IN CASO DI MANCATO
FUNZIONAMENTO, SCOLLEGARE L’APPARECCHIO DALLA RETE ELETTRICA ED
INTERPELLARE IL PIÙ VICINO CENTRO DI ASSISTENZA TECNICA.
NON TENTARE MAI DI RIPARARE L'APPARECCHIO.

AL TERMINE DI OGNI UTILIZZO, VERIFICARE SEMPRE CHE LE MANOPOLE DI COMANDO


SIANO IN POSIZIONE (SPENTO).

MAI IMMETTERE OGGETTI INFIAMMABILI NEL FORNO: QUALORA VENISSE


INCIDENTALMENTE ACCESO POTREBBE INNESCARSI UN INCENDIO.

LA TARGA DI IDENTIFICAZIONE, CON I DATI TECNICI, IL NUMERO DI MATRICOLA E LA


MARCATURA È VISIBILMENTE POSIZIONATA SUL CARTER POSTERIORE
DELL'APPARECCHIO.
UNA COPIA DELLA TARGA È INSERITA NEL LIBRETTO: SI CONSIGLIA DI APPLICARLA NELLO
SPAZIO APPOSITO NELLA PAGINA INTERNA DI COPERTINA.
LA TARGA NON DEVE MAI ESSERE RIMOSSA.

NON APPOGGIARE SULLE GRIGLIE DEL PIANO DI COTTURA PENTOLE CON IL FONDO NON
PERFETTAMENTE LISCIO E REGOLARE.

4
Presentazione
NON IMPIEGARE RECIPIENTI O BISTECCHIERE CHE SUPERINO IL PERIMETRO ESTERNO DEL
PIANO.

ABBASSARE LA COPERTURA IN VETRO DEL PIANO ACCOMPAGNANDOLO CON LA MANO.


ATTENZIONE: IL COPERCHIO IN VETRO PUO’ ANDARE IN FRANTUMI SE SURRISCALDATO.
SPEGNERE TUTTI I BRUCIATORI E ATTENDERE CHE SI SIANO RAFFREDDATI PRIMA DI
CHIUDERLO.

DURANTE L’USO L’APPARECCHIO DIVENTA MOLTO CALDO. FARE ATTENZIONE A NON


TOCCARE GLI ELEMENTI RISCALDANTI ALL’INTERNO DEL FORNO.

L’APPARECCHIO È DESTINATO ALL’USO DA PARTE DI PERSONE ADULTE. NON


PERMETTERE A BAMBINI DI AVVICINARVISI O DI FARNE OGGETTO DI GIOCO.
QUANDO IL GRILL È IN FUNZIONE LE PARTI ACCESSIBILI POSSONO DIVENTARE MOLTO
CALDE: MANTENERE LONTANI I BAMBINI.

SE L’APPARECCHIO VIENE POSTO SU UN PIEDISTALLO DEVE ESSERE INSTALLATO IN MODO


CHE NON POSSA SCIVOLARE DA ESSO.

QUESTO APPARECCHIO DISPONE DI CONTRASSEGNO AI SENSI DELLA DIRETTIVA EUROPEA


2002/96/CE IN MATERIA DI APPARECCHI ELETTRICI ED ELETTRONICI (WASTE ELECTRICAL
AND ELECTRONIC EQUIPMENT - WEEE).
QUESTA DIRETTIVA DEFINISCE LE NORME PER LA RACCOLTA E IL RICICLAGGIO DEGLI
APPARECCHI DISMESSI VALIDE SU TUTTO IL TERRITORIO DELL’UNIONE EUROPEA.

PRIMA DI METTERE IN FUNZIONE L'APPARECCHIO, È OBBLIGATORIO RIMUOVERE TUTTE LE


ETICHETTE E I FILM PROTETTIVI CHE SI POSSANO TROVARE AL SUO INTERNO O
ALL'ESTERNO.

Il costruttore declina ogni responsabilità per danni subiti da persone e cose, causati
dall’inosservanza delle suddette prescrizioni o derivanti dalla manomissione anche di una singola
parte dell’apparecchio e dall'utilizzo di ricambi non originali.

5
Istruzioni per l’installatore

2 INSTALLAZIONE DELL’APPARECCHIO
L’apparecchio deve essere installato da un tecnico qualificato e secondo le norme vigenti. A
seconda del tipo di installazione appartiene alla classe 1 (Fig. A) o alla classe 2-sottoclasse1 (Fig.B-
C).
Può essere accostato a pareti di cui una superi in altezza il piano di lavoro, ad una distanza minima
di 50 mm dal fianco dell'apparecchio, come illustrato nei disegni A e B relativi alle classi di
installazione. Pensili o cappe aspiranti posizionate sopra il piano di lavoro devono avere da esso una
distanza minima pari a 750 mm.

A B
Apparecchio incassato Installazione libera

A B
Apparecchio incassato Installazione libera

C
Gli apparecchi provvisti di vano porta bombola e forno elettrico possono essere installati
esclusivamente come posa libera (vedi fig. B).

6
Istruzioni per l’installatore

2.1 Collegamento elettrico


Accertarsi che il voltaggio e il dimensionamento della linea di alimentazione corrispondano alle
caratteristiche indicate sulla targa applicata sul carter posteriore dell'apparecchio.
Questa targa non deve essere mai rimossa.

Se l'apparecchio viene collegato alla rete tramite un collegamento fisso, prevedere sulla linea di
alimentazione un dispositivo di interruzione onnipolare con distanza d'apertura dei contatti uguale o
superiore a 3 mm situato in posizione facilmente raggiungibile e in prossimità dell’apparecchio.

Il collegamento alla rete può essere fisso o con spina e presa. In questo secondo caso esse dovranno
essere adeguate al cavo utilizzato e conformi alle norme in vigore. Per ogni tipo di collegamento è
assolutamente obbligatorio che l'apparecchio sia collegato a terra. Prima di collegarlo, accertarsi che
la linea di alimentazione sia provvista di adeguata messa a terra. Evitare l’utilizzo di riduzioni,
adattatori o derivatori.

In caso di sostituzione del cavo di alimentazione, la sezione dei fili del


nuovo cavo non dovrà essere inferiore a 1.5 mm2 (cavo di 3 x 1.5),
tenendo presente che l'estremità da collegare all'apparecchio dovrà
avere il filo di terra (giallo-verde) più lungo di almeno 20 mm. Per i
modelli dotati di piastre elettriche il cavo non dovrà essere inferiore a
2.5 mm2 (cavo di 3 x 2.5). La sostituzione dovrà essere effettuata da un
tecnico specializzato che dovrà eseguire il collegamento alla rete
secondo lo schema a fianco.
L = marrone.
N = blu.
= giallo-verde.

2.2 Ventilazione dei locali


L’apparecchio può essere installato solo in locali permanentemente ventilati, come previsto dalle
norme vigenti. Nel locale in cui è installato l’apparecchio deve poter affluire tanta aria quanta ne viene
richiesta dalla regolare combustione del gas e dal necessario ricambio d’aria del locale stesso. Le
prese di immissione aria, protette da griglie, devono essere opportunamente dimensionate secondo le
norme vigenti e collocate in modo da non essere ostruite, anche parzialmente.
La cucina dovrà essere mantenuta adeguatamente ventilata per eliminare il calore e l’umidità prodotti
dalle cotture: in particolare, dopo un uso prolungato, è consigliabile aprire una finestra o aumentare la
velocità di eventuali ventilatori.

2.3 Scarico dei prodotti della combustione


Lo scarico dei prodotti della combustione deve essere assicurato tramite cappe collegate ad un
camino a tiraggio naturale di sicura efficienza, oppure mediante aspirazione forzata. Un efficiente
sistema di aspirazione richiede un’accurata progettazione da parte di uno specialista abilitato ad
eseguirlo, rispettando le posizioni e le distanze indicate dalle norme. Al termine dell’intervento
l’installatore dovrà rilasciare il certificato di conformità.

7
Istruzioni per l’installatore

2.4 Allacciamento al gas


2.4.1 Allacciamento con tubo di gomma
La messa in opera con tubo in gomma conforme alla norma in vigore dovrà essere effettuata in modo
che la lunghezza della tubatura non superi 1,5 metri di lunghezza; assicurarsi che il tubo non venga a
contatto con parti mobili o sia schiacciato. Il diametro interno del tubo deve essere di 8 mm per il GAS
LIQUIDO e 13 mm per il GAS METANO e GAS CITTA’.
Verificare che tutte le condizioni seguenti siano rispettate:
• che il tubo sia fissato al portagomma con fascette di sicurezza;
• che in nessun punto del suo percorso il tubo venga a contatto con pareti calde (max. 50 °C);
• che il tubo non sia soggetto ad alcuno sforzo di trazione o tensione e non presenti curve strette o
strozzature;
• che il tubo non venga a contatto con corpi taglienti o spigoli vivi;
• se il tubo non è perfettamente a tenuta ed è causa di dispersione di gas nell’ambiente, non
tentare di ripararlo: sostituirlo con un tubo nuovo;
• verificare che i termini di scadenza del tubo, serigrafati sullo stesso, non siano stati superati.

IL COLLEGAMENTO CON TUBI IN GOMMA CONFORMI ALLA NORMA IN VIGORE PUÒ ESSERE
REALIZZATO SOLO SE IL TUBO È ISPEZIONABILE PER TUTTA LA SUA LUNGHEZZA.

2.4.2 Allacciamento per gas metano e città


Eseguire il collegamento alla rete del gas usando un tubo in gomma conforme alle
caratteristiche indicate dalla norma vigente (verificare che la sigla di tale norma sia
stampigliata sul tubo).
Avvitare accuratamente il portagomma A al raccordo gas B dell’apparecchio
interponendo la guarnizione C. Calzare il tubo in gomma D sul portagomma A e
fissarlo con la fascetta E conforme alla norma vigente.

2.4.3 Collegamento alla bombola nel vano interno dell’apparecchio (solo su alcuni modelli)
Aprire il vano laterale ed introdurvi una bombola da 15
kg max. Calzare una estremità del tubo sul
portagomma e fissarlo con una delle due fascette in
dotazione. Introdurre il tubo nel vano portabombola
attraverso il foro situato posteriormente
all’apparecchio conformemente allo schema riportato
a fianco. Calzare l’altra estremità sul regolatore di
pressione della bombola; fissarlo con la seconda
fascetta in dotazione. Verificare eventuali perdite
con una soluzione saponosa, mai con una
fiamma.
Per il collegamento fra la cucina e la bombola utilizzare una porzione di tubo conforme alla norma
vigente lungo almeno 1.4 m.

8
Istruzioni per l’installatore
2.4.4 Allacciamento per gas liquido
Utilizzare un regolatore di pressione conforme alla norma vigente e realizzare il collegamento sulla
bombola nel rispetto delle prescrizioni stabilite dalla norma vigente.
Assicurarsi che la pressione di alimentazione rispetti i valori indicati nelle tabelle mostrate al paragrafo
“3.2/3.3/3.4 Tabelle caratteristiche bruciatori ed ugelli”.
Avvitare il portagomma piccolo F sul portagomma grande A; allacciare il
blocco ottenuto al raccordo gas B (oppure utilizzare il portagomma G che
va allacciato direttamente al raccordo gas B) e interporre la guarnizione
C. Calzare le estremità del tubo in gomma H sul portagomma A+F
(oppure G) e al raccordo d’uscita del riduttore di pressione sulla bombola.
Fissare l’estremità del tubo H al portagomma A+F (o G) con la fascetta I
conforme alla norma vigente.

Il portagomma G illustrato non è fornito in dotazione con l’apparecchio. Utilizzare soltanto portagomma
conformi alla norma vigente.

2.4.5 Allacciamento con tubo flessibile in acciaio (per tutti i tipi di gas)
Questo tipo di collegamento può essere realizzato su apparecchi sia
incassati sia a posa libera. Utilizzare esclusivamente tubi flessibili in
acciaio conformi alla norma in vigore con estensione massima di 2 metri.
Avvitare l’estremità del tubo flessibile L interponendo la guarnizione C al
raccordo gas B filettato ½” gas esterno (ISO 228-1).
Ad installazione completata, verificare eventuali perdite con una
soluzione saponosa, mai con una fiamma.

9
Istruzioni per l’installatore

3 ADATTAMENTO AI DIVERSI TIPI DI GAS


Prima di eseguire le seguenti operazioni disinserire elettricamente I’apparecchio.

L’apparecchio è collaudato a gas metano G20 (2H) alla pressione di 20 mbar. Nel caso di
funzionamento con altri tipi di gas occorre sostituire gli ugelli sui bruciatori, e regolare la fiamma
minima sui rubinetti gas. Nel caso del bruciatore del forno a gas, inoltre, è necessario effettuare la
regolazione dell’aria primaria (3.4.2 Regolazione aria primaria bruciatore forno). Per la sostituzione
degli ugelli, occorre procedere come descritto nei paragrafi seguenti.

3.1 Sostituzione ugelli piano di cottura


1. Estrarre le griglie, rimuovere tutti i cappellotti e le corone spartifiamma;
2. Con una chiave a tubo da 7 mm svitare gli ugelli dei bruciatori;
3. Procedere alla sostituzione degli ugelli dei bruciatori secondo il gas da impiegare (vedi paragrafo
“3.2/3.3/3.4 Tabelle caratteristiche bruciatori ed ugelli”).
4. Riposizionare correttamente i bruciatori nelle sedi appropriate.

Gli ugelli per l’utilizzo del gas città (G110 – 8 mbar) sono disponibili presso i centri di assistenza
autorizzati.

10
Istruzioni per l’installatore

3.2 Tabelle caratteristiche bruciatori ed ugelli (Mod. 60 cm.)


Portata
termica
Bruciatore GAS LIQUIDO – G30/G31 30/37 mbar
nominale
(kW)
Diametro By-pass Portata
Portata Portata
ugello mm ridotta
g/h G30 g/h G31
1/100 mm 1/100 (W)
Ausiliario 1.0 50 30 350 73 71
Semirapido 1.75 65 33 450 127 125
Rapido 2.3 75 45 800 167 164
Rapido * 2.5 79 45 800 182 179
Tripla corona 3.2 91 65 1500 233 229
Forno 3.2 87 50 850 233 229

Portata
termica
Bruciatore GAS CITTÀ – G110 8 mbar
nominale
(kW)
Diametro Portata ridotta
ugello 1/100 mm (W)
Ausiliario 1.0 145 350
Semirapido 1.75 185 450
Rapido 2.3 220 800
Tripla corona 3.3 290 1200
Forno 3.2 270 850
I valori relativi al gas città si riferiscono agli apparecchi della categoria III 1a2H3+.

Portata
termica
Bruciatore GAS METANO – G20 20 mbar
nominale
(kW)
Diametro Portata ridotta
ugello 1/100 mm (W)
Ausiliario 1.0 72 350
Semirapido 1.75 97 450
Rapido 2.3 103 800
Rapido * 2.5 108 800
Tripla corona 3.5 133 1500
Forno 3.2 130 850

* Ugello in dotazione solo su alcuni modelli

11
Istruzioni per l’installatore

3.3 Tabelle caratteristiche bruciatori ed ugelli (Mod. 80 cm.)


Portata
termica
Bruciatore GAS LIQUIDO – G30/G31 30/37 mbar
nominale
(kW)
Diametro By-pass Portata
Portata Portata
ugello mm ridotta
g/h G30 g/h G31
1/100 mm 1/100 (W)
Ausiliario 1.0 50 30 350 73 71
Semirapido 1.75 65 33 450 127 125
Rapido 2.3 75 45 800 167 164
Rapido * 2.5 79 45 800 182 179
Tripla corona 3.5 94 65 1500 254 250
Forno 3.2 87 50 850 233 229
Maxi forno 4.6 106 59 1200 334 329

Portata
termica
Bruciatore GAS METANO – G20 20 mbar
nominale
(kW)
Diametro Portata ridotta
ugello 1/100 mm (W)
Ausiliario 1.0 72 350
Semirapido 1.75 97 450
Rapido 2.3 103 800
Rapido * 2.5 108 800
Tripla corona 3.5 140 1500
Forno 3.2 130 850
Maxi forno 4.6 155 1200

* Ugello in dotazione solo su alcuni modelli

12
Istruzioni per l’installatore

3.4 Tabelle caratteristiche bruciatori ed ugelli (Mod. 90 cm.)


Portata
Bruciatore termica GAS LIQUIDO – G30/G31 30/37 mbar
nominale
(kW)
Diametro By-pass Portata Portata Portata
ugello mm ridotta g/h G30 g/h G31
1/100 mm 1/100 (W)
Ausiliario 1 50 30 350 73 71
Semi-rapido 1.75 65 33 450 127 125
Rapido 3 85 45 800 218 214
Tripla corona 3.2 91 65 1500 233 229
Forno 3.2 87 50 850 233 229
Maxi forno 5.2 110 59 1200 378 371

Portata
Bruciatore termica GAS METANO – G20 20 mbar
nominale
(kW)
Diametro ugello Portata ridotta
1/100 mm (W)
Ausiliario 1 72 350
Semi-rapido 1.75 97 450
Rapido 3 115 800
Tripla corona 3.5 140 1500
Forno 3.2 130 850
Maxi forno 5.2 164 1200

3.5 Disposizione dei bruciatori sul piano di cottura (50/60 cm)


BRUCIATORI

1. Ausiliario
2. Semirapido
4. Tripla corona
5. Rapido (60 X 50)

3.6 Disposizione dei bruciatori sul piano di cottura (80/90 cm)


BRUCIATORI

1. Ausiliario
2. Semi-rapido
3. Rapido
8. Tripla corona

13
Istruzioni per l’installatore

3.7 Regolazione bruciatore forno (solo per modelli con forno a gas)
Per effettuare la regolazione del bruciatore del forno bisogna aprire la porta
del forno ed eseguire le seguenti operazioni:
• Sfilare la bacinella forno e la rispettiva griglia.
• Sollevare il piano forno e sfilarlo verso l’esterno.

3.7.1 Sostituzione ugello del bruciatore forno+grill


• Allentare la vite A di fissaggio del bruciatore forno.
• Spingere verso destra il bruciatore B fino a rendere
accessibile l’ugello.
• Mediante una chiave a tubo di 13 sostituire l’ugello,
inserendo quello relativo al tipo di gas da impiegare
(vedi paragrafo “3.2/3.3/3.4 Tabelle caratteristiche
bruciatori ed ugelli”).

3.7.2 Regolazione aria primaria bruciatore forno+grill


• Allentare la vite di registrazione “A” del manicotto regolazione aria.
• Ruotare il manicotto di registrazione “B” nella posizione corrispondente al tipo
di gas da utilizzare secondo la tabella sottostante.
• Stringere la vite di registrazione e ripristinare i sigilli.
• Ad operazione ultimata rimontare correttamente il bruciatore.

G30/G31 (GPL) G30/G31 (GPL)


METANO (N) G 110 – GAS CITTÀ
Forno 90cm Forno 60cm

X= 5 mm 10 mm 10 mm 3 mm

14
Istruzioni per l’installatore

4 OPERAZIONI FINALI
Dopo aver eseguito la sostituzione degli ugelli riposizionare le corone spartifiamma, i cappellotti dei
bruciatori e le griglie.

Dopo la regolazione con un gas diverso da quello di collaudo, sostituire l'etichetta regolazione gas
applicata all'apparecchio con quella corrispondente al nuovo gas. L’etichetta è inserita all'interno della
bustina con gli ugelli.

4.1 Regolazione del minimo bruciatori del piano per gas città e metano
Accendere il bruciatore e portarlo sulla posizione minima . Estrarre la
manopola del rubinetto gas e agire sulla vite di regolazione a lato
dell'astina del rubinetto, fino ad ottenere una fiamma minima regolare.
Rimontare la manopola e verificare la stabilità della fiamma del bruciatore
(ruotando rapidamente la manopola dalla posizione di massimo a quella di
minimo la fiamma non dovrà spegnersi). Ripetere l’operazione su tutti i
rubinetti gas.

Nei modelli valvolati, tenere premuta la manopola in posizione di minimo per alcuni secondi per
mantenere accesa la fiamma e per attivare il dispositivo di sicurezza.

4.2 Regolazione del minimo bruciatori del piano per gas liquido
Per la regolazione del minimo con gas liquido occorre avvitare completamente in senso orario la vite
alloggiata a lato dell'astina del rubinetto.
I diametri dei by-pass per ogni singolo bruciatore sono riportati nel paragrafo “3.2/3.3/3.4 Tabelle
caratteristiche bruciatori ed ugelli”. A regolazione ultimata ripristinare la sigillatura dei by-pass con
vernice o altro materiale.

4.3 Regolazione del minimo bruciatore forno


Il termostato del forno è dotato di una vite per la regolazione del minimo, visibile sfilando la manopola
del termostato.
Cambiando il tipo di gas di alimentazione si deve regolare il minimo come segue:
• Accendere il bruciatore forno e mantenerlo al massimo per 10/15 minuti a porta chiusa e senza
piano; trascorso tale tempo portare la manopola in corrispondenza della temperatura minima,
sfilare la manopola ed introdurre un cacciavite a taglio per la regolazione.
• Nel caso di impiego di gas liquido occorre avvitare in senso orario la vite di regolazione a fine
corsa. Il diametro del by-pass è riportato nel paragrafo “3.2/3.3/3.4 Tabelle caratteristiche
bruciatori ed ugelli”.
• Nel caso di impiego di gas città o metano, regolare la vite in modo tale che ruotando la manopola
del termostato dalla posizione di massimo a quella di minimo la fiamma risulti stabile ed
omogenea. A regolazione ultimata ripristinare il sigillo sulla vite usando vernice o materiali
equivalenti. Chiudendo la porta forno, accertarsi che il bruciatore resti acceso al minimo.

15
Istruzioni per l’installatore

4.4 Montaggio dell'alzatina (solo nei modelli previsti)

• Svitare i dadi B.
• Posizionare l'alzatina sopra il pianale facendo corrispondere i perni C con i fori D.
• Fissare l'alzatina al pianale avvitando le viti A.

4.5 Posizionamento e livellamento dell’apparecchio


Dopo aver proceduto al collegamento elettrico e gas, livellare al suolo l’apparecchio tramite i quattro
piedini regolabili. Per ottenere una buona cottura è indispensabile che l'apparecchio sia correttamente
livellato al suolo.
A seconda del modello da voi acquistato, la regolazione dell'altezza dei piedi può variare da 70 a 95
mm e da 110 a 160mm. Queste altezze indicano la distanza dal punto più alto del piedino (parte fissa)
al punto più basso (parte mobile che poggia per terra).

16
Istruzioni per l’utente

5 DESCRIZIONE DEI COMANDI DEL PANNELLO FRONTALE


Tutti i comandi e i controlli della cucina sono riuniti sul pannello frontale. La tabella seguente riporta
una descrizione dei simboli utilizzati.
BRUCIATORE ANTERIORE BRUCIATORE ANTERIORE
DESTRO CENTRALE

BRUCIATORE POSTERIORE BRUCIATORE CENTRALE


DESTRO

BRUCIATORE POSTERIORE TERMOSTATO FORNO A GAS


SINISTRO

BRUCIATORE ANTERIORE COMMUTATORE LAMPADA FORNO /


SINISTRO GRILL GIRARROSTO

BRUCIATORE POSTERIORE
CENTRALE

Se la cucina è dotata di programmatore elettronico, prima di utilizzare il forno, assicurarsi che appaia
sul display il simbolo ; vedere paragrafo “8.1 Regolazione dell’ora”.

MANOPOLA COMANDO BRUCIATORI DEL PIANO


L’accensione della fiamma avviene premendo e ruotando la manopola in senso
antiorario sul valore di fiamma minima . Per regolare la fiamma ruotare la
manopola sulla zona tra il massimo ( ) e il minimo ( ). Lo spegnimento del
bruciatore avviene riportando la manopola in posizione .
MANOPOLA TERMOSTATO FORNO GAS
(SOLO NEI MODELLI PROVVISTI)
Questa manopola permettere di erogare gas per accendere il bruciatore
all’interno del forno oppure di azionare la funzione grill/girarrosto. La scelta della
temperatura di cottura del forno a gas si effettua ruotando la manopola in senso
antiorario sul valore desiderato, compreso tra Min. e 275°C.
Per sapere come accendere il forno a gas vedere il paragrafo “7.2 Uso del forno
a gas”.
MANOPOLA COMMUTATORE LUCE FORNO / GRILL GIRARROSTO
(SOLO NEI MODELLI PROVVISTI)
Questa manopola permette di attivare la funzione Grill / Girarrosto o di accendere
la lampada interna del forno per verificare lo stato di cottura dei cibi.
ATTENZIONE: NON È POSSIBILE FAR FUNZIONARE
CONTEMPORANEAMENTE IL FORNO A GAS E IL GRILL / GIRARROSTO.

MANOPOLA CONTAMINUTI
(SOLO NEI MODELLI PROVVISTI)
Per utilizzare il contaminuti occorre caricare la suoneria ruotando la manopola in
senso orario.
I numeri corrispondono a minuti primi (massimo 55 minuti).
La regolazione è progressiva e possono essere utilizzate posizioni intermedie tra
le cifre. Il segnale acustico di fine cottura non interrompe il funzionamento del
forno.

17
Istruzioni per l’utente

6 USO DEL PIANO DI COTTURA


6.1 Accensione dei bruciatori del piano
Prima di accendere i bruciatori del piano assicurarsi che le corone spartifiamma siano posizionate
nelle proprie sedi con i rispettivi cappellotti, facendo attenzione che i fori A degli spartifiamma
corrispondano con le candelette e le termocoppie.
Prima di procedere all'accensione dei bruciatori sollevare il coperchio in vetro; prima di richiuderlo,
disinserire tutti i bruciatori ed attendere il loro raffreddamento.
La griglia B a richiesta va utilizzata per recipienti “wok” (padella cinese).
Al fine di prevenire deterioramenti del piano cottura abbiamo equipaggiato la cucine di una griglia
rialzata C da posizionare sotto le pentole che superano i 26 cm di diametro.
La riduzione C in dotazione va utilizzata anche per recipienti piccoli.

In corrispondenza di ogni manopola è indicato il bruciatore associato.


L’apparecchio è dotato di un dispositivo di accensione elettronica. È sufficiente
premere e ruotare in senso antiorario la manopola sul simbolo di fiamma minima
, fino ad accensione avvenuta. Se non si accende nei primi 15 secondi, portare
la manopola su 0 e non tentare la riaccensione per 60 secondi.
Nei modelli valvolati, ad accensione avvenuta, mantenere premuta la manopola
per qualche secondo per consentire alla termocoppia di riscaldarsi. Può accadere
che il bruciatore si spenga al momento del rilascio della manopola: significa che
la termocoppia non si è riscaldata a sufficienza.
Attendere qualche istante e ripetere l’operazione mantenendo premuta la
manopola più a lungo. Tale operazione non è necessaria per i bruciatori
sprovvisti di termocoppia.
Nei modelli dotati di termocoppia, se i bruciatori dovessero spegnersi accidentalmente, interverrà un
dispositivo di sicurezza a bloccare l'uscita del gas, anche a rubinetto aperto. In questo caso riportare
la manopola in posizione di spento e non tentare la riaccensione del bruciatore per almeno 60
secondi.

6.2 Consigli pratici per l'uso dei bruciatori del piano


Per un miglior rendimento dei bruciatori e un consumo minimo di gas occorre: usare recipienti provvisti
di coperchio e proporzionati al bruciatore, onde evitare che la fiamma vada a lambirne i lati (vedere
paragrafo “6.3 Diametro dei recipienti”). Al momento dell'ebollizione ridurre la fiamma quanto basta a
impedire la tracimazione del liquido. Durante la cottura, per evitare scottature o danni al piano, tutti i
recipienti o le bistecchiere devono essere posizionati all'interno del perimetro del piano di cottura. Tutti
i recipienti devono avere il fondo piatto e regolare. Utilizzando grassi o oli, porre la massima
attenzione in quanto gli stessi, surriscaldandosi, possono infiammarsi. In caso di spegnimento fortuito
della fiamma chiudere la manopola di comando e ritentare l’accensione dopo avere atteso almeno 1
minuto.

18
Istruzioni per l’utente

6.3 Diametro dei recipienti (Mod. 60 cm.)

BRUCIATORI (60 X 60) Ø min. e max. (in cm.) BRUCIATORI (60 X 50) Ø min. e max. (in cm.)

1. Ausiliario 12 – 14 1. Ausiliario 12 – 14
2. Semirapido 16 – 24 2. Semirapido 16 – 22
3. Rapido 18 – 26 5. Rapido 18 – 24
4. Tripla corona 18 – 26

6.4 Diametro dei recipienti (Mod. 80-90 cm.)


BRUCIATORI Ø min. e max. (in cm.)

1. Ausiliario 12 – 14
2. Semirapido 16 – 24
3. Rapido 18 – 26
8. Tripla corona 18 – 26

19
Istruzioni per l’utente

7 USO DEL FORNO


Nei modelli con programmatore elettronico, prima di utilizzare il forno, assicurarsi che sul display
compaia il simbolo .
Nei modelli con orologio analogico e con manopola temporizzatore posizionarsi sul simbolo .

7.1 Avvertenze e consigli generali


Utilizzando il forno e il grill per la prima volta è opportuno riscaldarli alla loro massima temperatura
(260°C forno elettrico e 275° C forno gas) per una durata sufficiente a bruciare eventuali residui oleosi
di fabbricazione che potrebbero conferire odori sgradevoli ai cibi. Dopo un’interruzione di corrente
elettrica, il display del forno lampeggia ad intermittenza regolare indicando . Per la regolazione
fare riferimento al paragrafo “8 PROGRAMMATORE ELETTRONICO”.
Gli accessori del forno che possono venire a contatto con gli alimenti, sono costruiti con materiali
conformi a quanto prescritto dalla direttiva CEE 89/109 del 21/12/88 e dal D.L. 108 del 25/01/92.

ATTENZIONE: l'accensione del forno a gas va effettuata a porta aperta. Il


forno è dotato di un sistema di sicurezza che blocca l'accensione del
bruciatore a porta chiusa. In caso di manovra errata, aprire la porta e
attendere alcuni istanti prima di procedere ad una nuova accensione.
Per evitare che l'eventuale vapore contenuto nel forno arrechi fastidio, aprire la
porta in due tempi: mantenerla semiaperta (ca. 5 cm) per 4-5 secondi, poi aprirla
completamente. Se si rendessero necessari interventi sui cibi, occorrerà lasciare
la porta aperta il più brevemente possibile per evitare che la temperatura
all'interno del forno si abbassi a tal punto da pregiudicare la buona riuscita della
cottura.

7.2 Uso del forno a gas


7.2.1 Accensione elettronica a scintilla
Aprire completamente la porta del forno, premere e ruotare in senso antiorario
la manopola del termostato fino alla temperatura massima; automaticamente si
attiva l’accenditore elettrico a scintilla. Ad accensione avvenuta, mantenere la
manopola premuta per qualche secondo per consentire alla termocoppia di
riscaldarsi.
Se dopo 15 secondi il bruciatore non si è acceso sospendere il tentativo di
accensione, aprire completamente la porta del forno e non ritentare
l'accensione prima di 1 minuto.
7.2.2 Accensione manuale
Aprire completamente la porta del forno e ruotare la manopola del
termostato. Accostare un fiammifero acceso alla bocca del tubo di
fiamma A al centro del piano forno e premere la manopola del
termostato. Ad accensione avvenuta, mantenere la manopola premuta
per qualche secondo per consentire alla termocoppia di riscaldarsi e
verificare l’avvenuta accensione attraverso il foro di ispezione B. La
scelta della temperatura di cottura si effettua ruotando la manopola in
senso orario sul valore desiderato, compreso tra 50° e 275° C.
Nel caso di spegnimento accidentale del bruciatore, portare la manopola in posizione di spento ( ) e
non tentare di riaccendere prima di un minuto.

20
Istruzioni per l’utente

7.3 Uso del grill elettrico


7.3.1 Uso del grill nelle cucine con forno elettrico
Per cotture brevi, ad esempio per la doratura finale di carni già cotte, selezionare la funzione di grill
statico e posizionare la manopola del termostato sulla temperatura massima. La funzione di grill
ventilato (solo dove prevista) permette di effettuare delle vere e proprie cotture, grazie alla
ventilazione forzata che consente al calore di penetrare all’interno del cibo. Per questo tipo di cotture,
selezionare la funzione di grill ventilato posizionare la manopola del termostato sulla temperatura
di cottura ideale (non superare comunque i 200° C).
7.3.2 Uso del grill nelle cucine con forno a gas
Per attivare questa funzione è necessario prima spegnere il bruciatore forno
riportando la relativa manopola in posizione di e successivamente ruotare il
commutatore sulla posizione .
ATTENZIONE: NON È POSSIBILE FAR FUNZIONARE
CONTEMPORANEAMENTE IL FORNO A GAS E IL GRILL / GIRARROSTO.
Qualora sia attivo il grill/girrarosto e si accendesse il forno a gas, la spia del
grill/girarrosto di spegnerà per riaccendersi quando si spegnerà il
bruciatore forno.

7.3.3 Uso del girarrosto nelle cucine con maxi forno


Infilare il telaio di supporto sulla seconda guida
dal basso in modo che sporga all’esterno del
forno l’alloggiamento per l’asta. Posizionare
l’asta come mostrato in figura (1) e spingere il
telaio all’interno del forno finchè l’estremità
dell’asta non arriva in corrispondenza col foro
del motorino girarrosto. A questo punto
spingere verso sinistra l’asta girarrosto finchè
non arriva ad avere la posizione illustrata in
figura (2). Per attivare questa funzione è
necessario premere il pulsante .
Queste operazioni vanno eseguite a forno
spento e freddo. 1 2
Alla fine della cottura, mediante l’apposito
attrezzo, sfilare dal foro l’asta (3) ed estrarre il
telaio in modo da portare fuori dal vano forno
l’asta girarrosto (4).

3 4

7.3.4 Uso del girarrosto nelle cucine con forno normale


Posizionare il telaio girarrosto “B” sulla seconda
guida partendo dal basso e infilare l’asta
girarrosto “A” nel foro posto sulla parete di
fondo del forno.

Su alcuni modelli il girarrosto è fornito come optional e non come particolare si serie. Può essere
acquistato su richiesta richiedendolo ad un centro assistenza autorizzato.

21
Istruzioni per l’utente
Come usare il grill

Ad accensione avvenuta, confermata dall’accensione della lampada spia rossa, lasciare scaldare il
forno per 5 minuti prima di introdurre le vivande.
Le vivande vanno aromatizzate prima della cottura. Anche l’olio o il burro liquefatto dovranno essere
spalmati prima della cottura. Per la raccolta del sugo, utilizzare il vassoio forno.
I cibi da cuocere vanno appoggiati sulla griglia forno che deve essere posizionata su una delle guide
che corredano i vari tipi di forni seguendo le indicazioni di seguito riportate:

CIBI GRIGLIA SUL RIPIANO

Carni piatte e sottili 3

Arrosto arrotolato 2–3

Pollame 2–3

AVVERTENZE
• La durata delle cotture al grill non deve mai superare i 60 minuti.
• Nei modelli con forno a gas, le cotture al grill e grill + girarrosto devono essere effettuate
con la porta semi-aperta al primo scatto. Inserire il riparo manopole in dotazione nelle
apposite sedi situate nella parte superiore del forno per impedire il surriscaldamento di
manopole e frontalino.
• Nei modelli con forno elettrico, le cotture al grill e grill + girarrosto devono essere effettuate
con la porta chiusa.
• Per evitare pericolosi surriscaldamenti, quando si utilizzano il forno o il grill, il coperchio in
vetro dell’apparecchio va sempre tenuto sollevato.
• Durante e dopo l’uso del grill, le parti accessibili possono essere molto calde e pertanto è
necessario tenere lontano i bambini dall’apparecchio.
• Durante le cotture al girarrosto è consigliabile sistemare sulla base del forno, infilandola
nella prima guida dal basso, una delle teglie fornite in dotazione con la cucina al fine di
raccogliere l’unto e i grassi che possono formarsi.
• Durante l’uso del forno rimuovere dal vano forno tutte le teglie e le griglie non utilizzate.
• Durante la cottura, non ricoprire il fondo del forno con fogli di alluminio o di stagnola, e
non appoggiare pentole o teglie per evitare di danneggiare lo strato di smalto. Qualora si
volesse utilizzare della carta forno, posizionarla in modo che non interferisca con la
circolazione di aria calda all’interno del forno.

Se la vostra cucina è equipaggiata di riparomanopole,


nelle cotture al grill o grill + girarrosto occorre
montarlo come mostrato in figura incastrando le asole
“A” con i perni “B” presenti sulla parte alta del vano
forno

22
Istruzioni per l’utente

7.4 Vano portabombola (solo nei modelli provvisti)


Il vano portabombola, accessibile aprendo la portina laterale,
può essere utilizzato anche come vano ripostiglio.
Le 3 griglie in figura non sono in dotazione con l'apparecchio
ma possono essere acquistate su richiesta presso i Centri
Assistenza Autorizzati.

7.5 Stipetto (solo nei modelli provvisti)


In alcuni modelli è stato ricavato un ulteriore scomparto
ripostiglio a fianco del forno che può essere utilizzato per
depositarvi gli accessori metallici forniti con la cucina quando
non sono utilizzati.

7.6 Cestello estraibile (solo nei modelli provvisti)


Su alcuni modelli lo scomparto a fianco del forno ospita un
cestello estraibile con 2 ripiani all’interno dei quali è possibile
appoggiare vari oggetti.

Il cestello non è progettato per sopportare carichi pesanti. È


consigliabile non superare mai il peso di 3 – 3,5 Kg all’interno
dei ripiani al fine di evitare rischi di ribaltamento.

23
Istruzioni per l’utente

8 PULIZIA E MANUTENZIONE
8.1 Pulizia dello smalto
Per una buona conservazione dello smalto occorre pulirlo regolarmente al termine di ogni uso della
cucina, dopo averlo lasciato raffreddare.

8.1.1 Pulizia ordinaria giornaliera


Per pulire e conservare le superfici smaltate usare sempre e solo prodotti specifici che non
contengano abrasivi o sostanze acide a base di cloro.
Modo d’uso: versare il prodotto su un panno umido e passare sulla superficie, risciacquare
accuratamente e asciugare con uno straccio morbido o con una pelle di daino.
8.1.2 Macchie di cibo o residui
Evitare nel modo più assoluto l’uso di spugne metalliche e raschietti taglienti per non
danneggiare le superfici.
Usare i normali prodotti, non abrasivi, servendosi eventualmente di utensili di legno o
materiale plastico. Risciacquare accuratamente e asciugare con uno straccio morbido o
con una pelle di daino.
Evitare di fare seccare all’interno del forno dei residui di cibo a base zuccherina (es.
marmellata). Seccandosi troppo a lungo potrebbero rovinare lo smalto che ricopre
l’interno del forno.
8.2 Pulizia dei componenti del piano di cottura
8.2.1 Il coperchio in vetro
Per facilitare le operazioni di pulizia, il coperchio è estraibile dalle cerniere.
1- posizionarlo in posizione aperto;
2- svitare le viti posizionate sul retro delle due cerniere (evidenziate dalla
freccia in figura) e sollevarlo verso l'alto.
Se dei liquidi cadono sul coperchio chiuso, rimuoverli accuratamente con
uno straccio prima di aprirlo.

Per rimontare il coperchio inserirlo nelle guide e avvitare le viti di fissaggio


delle cerniere in posizione di aperto.
8.2.2 Le griglie
Estrarre le griglie e pulirle in acqua tiepida e detersivo non abrasivo, avendo cura di togliere ogni
incrostazione. Rimontarle sul piano di cottura.
Il continuo contatto delle griglie con la fiamma potrà provocare nel tempo un'alterazione dello smalto in
prossimità delle aree esposte al calore. Si tratta di un fenomeno del tutto naturale che non pregiudica
affatto la funzionalità di questo componente.

8.2.3 I cappellotti e le corone spartifiamma


I cappellotti e le corone spartifiamma sono estraibili per facilitare la pulizia;
lavarli in acqua calda e detersivo non abrasivo avendo cura di togliere ogni
incrostazione e attendere che siano perfettamente asciutti.

ATTENZIONE: evitare di lavare in lavastoviglie questi componenti.


Possono essere lasciati a bagno con acqua calda e detersivo.

Rimontare le corone spartifiamma, assicurandosi che siano posizionate


nelle proprie sedi con i rispettivi cappellotti, facendo attenzione che i fori A
degli spartifiamma corrispondano con le candelette e le termocoppie.
24
Istruzioni per l’utente
8.2.4 Le candelette e le termocoppie
Per un buon funzionamento, per i modelli che ne sono provvisti, le candelette
d’accensione e le termocoppie devono essere sempre ben pulite. Controllarle
frequentemente e se necessario pulirle con uno straccio umido. Eventuali residui
secchi vanno rimossi con uno stecchino di legno o un ago.

8.3 Pulizia del forno


Per una buona conservazione del forno occorre pulirlo regolarmente dopo averlo lasciato raffreddare.
Estrarre tutte le parti rimovibili.

Pulire le griglie forno con acqua calda e detergenti non abrasivi, sciacquare ed asciugare.

8.4 Vetri porta


Si consiglia di mantenerli sempre ben puliti. Utilizzare carta assorbente da cucina, in caso di sporco
persistente, lavare con una spugna umida e detergente comune.

25
Istruzioni per l’utente

9 MANUTENZIONE STRAORDINARIA
Periodicamente il forno necessita di piccoli interventi di manutenzione o sostituzione di parti soggette
ad usura, quali guarnizioni, lampadine, ecc. Di seguito vengono fornite le istruzioni specifiche per ogni
intervento di questo tipo.
Prima di ogni intervento che richieda l’accesso a parti sotto tensione occorre disinserire
l’alimentazione elettrica all’apparecchio.

9.1 Lubrificazione dei rubinetti e termostato forno gas


Col tempo può accadere che i rubinetti ed il termostato forno gas presentino difficoltà di rotazione
bloccandosi. Provvedere alla loro pulizia interna e sostituirne il grasso lubrificante.
Questa operazione dovrà essere eseguita da un tecnico specializzato.

9.2 Sostituzione della lampada di illuminazione


Togliere la copertura di protezione A svitandola in senso antiorario, sostituire la lampada B con
un’altra simile (25 W). Rimontare la copertura di protezione A.

Utilizzare soltanto lampade per forno (T 300°C).

9.3 Smontaggio della porta


Alzare le levette B e afferrare la porta ai due lati con
entrambe le mani in prossimità delle cerniere A.
Sollevare la porta verso l’alto formando un angolo di circa
45° ed estrarla. Per il rimontaggio, infilare le cerniere A
nelle apposite scanalature, quindi lasciare appoggiare
verso il basso la porta e sganciare le levette B.

9.4 Smontaggio della guarnizione


Per un’accurata pulizia del forno, la guarnizione della porta è smontabile.
Prima di procedere alla rimozione della guarnizione occorre smontare la porta
del forno come descritto precedentemente. A porta smontata, sollevare le
linguette poste agli angoli, come mostra la figura.

914772972/ D

26