Sei sulla pagina 1di 219

HOMBERGER.

COM
In Homberger da oltre 110 anni lavoriamo per
il miglioramento continuo, l'innovazione e la
soddisfazione dei nostri Clienti e Fornitori, di
prodotti e servizi.

Una scelta che ci guida verso il futuro alla ricerca


della fidelizzazione di due grandi segmenti di
clientela: le imprese artigiane e l'industria.
Un' offerta unica perché comprensiva di un servizio di
consulenza pre e post-vendita altamente qualificato
che cresce con il supporto dei nostri collaboratori e
degli uffici tecnici dei nostri Fornitori.

Offriamo ai nostri Clienti competenza, serietà


e disponibilità e ai nostri Fornitori affidabilità e
condivisione degli obiettivi.
Attraverso le diverse divisioni commerciali siamo
specializzati per soddisfare al meglio il mercato
di riferimento, con una specifica organizzazione
di vendita, di back office e di consulenza tecnica
in supporto al Cliente : la competenza in base alle
tecnologie adottate dal Cliente ed alle caratteristiche
del prodotto.
Antivibranti Elastomerici
Una gamma completa che fornisce una soluzione tecnica per neutralizzare la
trasmissione del rumore e delle vibrazioni e garantire una protezione dagli
shock.

Antivibranti Metallici
Una gamma a completamento di quella elastomerica e che assicura il
mantenimento nel tempo delle caratteristiche, anche nelle condizioni
ambientali e di temperature più severe.

Isolamento Acustico e Termico


Una vasta gamma di isolanti complessi la cui principale funzione è la riduzione
del rumore aereo e strutturale (isolamento, assorbimento, ammortizzamento)

Smorzamento Strutturale
Una soluzione, a base di materiale viscoelastico, sviluppata per ridurre il
rumore e le vibrazioni generate da una struttura sottoposta a vibrazioni

Sospensioni Attive
Una soluzione sviluppata avente come scopo l’annullamento di onde
vibrazionali generando una forza dinamica di pari ampiezza ed in opposizione
di fase grazie all’utilizzo di attuatori elettrodinamici
Sommario CATALOGO ANTIVIBRANTI

PHE250 96
Antivibranti elastomerici E1E931S, E1E4045 97
E1E11S**E* - E1E12S**E* - E1E13S**E* 99
E1E11S**AL - E1E12S**AL - E1E13S**AL 100
I – INTRODUZIONE 9 E1E21- E1E22 - E1E23 101
E1E31, E1E32 102
II – DEFINIZIONI 10 E1E41 - E1E42 - E1E43 103
E1E941S 104
II.1 – I supporti elastici 10 PHE260 105
II.2 – Le sospensioni elastiche 11 E1C2321 - E1T2105 107
PHE270 109
III – FUNZIONAMENTO DI UNA SOSPENSIONE 15 PHE280 112
PHE290 113
III.1 – Funzionamento statico 15 PHE300 115
III.2 – Funzionamento dinamico 15 PHE310 117
III.3 – Diversi tipi di sospensioni elastiche 23 PHE320 118
PHE330 119

IV – DETERMINAZIONE DI UNA SOSPENSIONE ELASTICA


VII – GAMMA SUPPORTI MARINA 121
IV.1 – Determinazione del baricentro 25
IV.2 – Determinazione del carico per supporto 27 INTRODUZIONE 123
IV.3 – Determinazione della freccia 29
IV.4 – Esempio di scelta 30 PHE340 124
PHE350 125
V – GUIDA ALLE APPLICAZIONI DEI SUPPORTI 34 PHE360 126
PHE380 130
VI – GAMMA SUPPORTI INDUSTRIA 37 PHE370 134
PHE400 135
PHE010 38 PHE390 136
FINECORSA 44 PHE410 139
PHE020 49 PHE420 140
PHE030 53 PHE430 141
PHE450 56
PHE050 58
PHE060 61
PHE070 64
PHE080 67
PHE090 71
PHE100 73
PHE460 77
PHE110 78
PHE120 80
PHE170 82
PHE180 84
PHE190 85
PHE200 87
PHE210,PHE220 89
ELEMENTI STAMPATI IN ELASTOMERO 92
PHE230 94
PHE240 95

6 www.homberger.com
Sommario CATALOGO ANTIVIBRANTI

Antivibranti metallici 144 Isolamento acustico e termico 203



I – INTRODUZIONE 145
STRASONIC 204
II – GUIDA ALLE APPLICAZIONI DEI SUPPORTI 146 SCHIUMA POLIUTERANICA
alveolata, con film autoadesivo 205
III – ANTIVIBRANTI METALLICI SCHIUMA POLIUTERANICA
alveolata, ad alta densità con film autoadesivo 206
Cuscini metallici 148 SCHIUMA POLIUTERANICA
PHM028, PHM030, PHM031 152 ad alta densità e film PU 207
CUSCINI METALLICI PER TUBAZIONI 155 SCHIUMA
PHM050, PHM060, PHM070, PHM080 157 con resistenza al fuoco M1 208
PHM090, PHM100 159 SCHIUMA DI GOMMA CELLULARE
PHM110, PHM120 160 con resistenza al fuoco M1/F3 209
PHM130 161 SCHIUMA DI GOMMA CELLULARE
PHM140, PHM150, PHM160 163 a base NBR 210
PHM170, PHM180 164 SCHIUMA DI GOMMA CELLULARE
PHM190, PHM200 165 a base EPDM 211
PHM210, PHM220 166 SCHIUMA DI GOMMA CELLULARE
PHM230 167 a base EPDM 212
PHM240 168 PAULSTRANE ®
PHM250 169 schiuma siliconica isolante termo-acustica 213
PHM260, PHM270 170
PHM280, PHM290 171
PHM300, PHM310 172 Smorzamento strutturale 214
7002 174
MV70, MV71, MV72, MV73 176 SMORZAMENTO STRUTTURALE 215
PHM320, PHM330 179
PHM340, PHM350 181
PHM360, PHM370 183 Sospensioni attive 216
PHM380 185
PHM385 186 SISTEMI DI CONTROLLO ATTIVO DI RUMORE
PHM386 187 E VIBRAZIONI 217
MV801, MV803 188
PHM600 190
PHM390, PHM400, PHM410, PHM420 191
VIBCABLE 193
PHM430, PHM440, PHM450, PHM460, PHM470 196
PHM480, PHM490, PHM500, PHM510 197
ACCESSORI 201

www.homberger.com 7
Antivibranti Elastometrici
8
I. Introduzione ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

La lotta contro il rumore e le vibrazioni è diventata più sistematica:

• Il desiderio di un miglior confort la esige


• La meccanizzazione crescente delle attività industriali e domestiche la rende necessaria
• La leggerezza e la complessità crescente degli apparati l’impone

Le pagine seguenti sono riferite alla protezione contro le vibrazioni e gli shock e propongono agli ingegneri i modi per risolvere
questi problemi d’isolamento con l’applicazione di elastomeri vulcanizzati e non al metallo.
Nelle prime pagine vi è un richiamo delle definizioni e delle nozioni di base, precisando la terminologia utilizzata, così come delle
principali formule sulle quali si basa il calcolo delle sospensioni.

L’aspetto molto importante della determinazione di una sospensione elastica e’ l’oggetto di un paragrafo speciale che fornisce le
basi per effettuare la scelta di un supporto secondo le sue dimensioni, le sue caratteristiche, il tipo e la sua applicazione.

ATTENZIONE: risolvere un problema di sospensione elastica richiede la maggior parte delle volte l’intervento di uno specialista.
Consigliamo vivamente di consultare i nostri tecnici.
II. Definizioni ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

II. 1 - I supporti elastici I nostri supporti possono essere realizzati con diversi tipi
di mescole speciali capaci di supportare le condizioni ano-
mali descritte qui sopra e di permettere una buona tenuta
II.1.1 - PROPRIETA degli stessi. I nostri tecnici sono a Vostra disposizione per
I supporti elastici sono dei componenti meccanici in possesso, rispondere alle Vostre domande relative alle proprietà
contemporaneamente ed in misura variabile, di delle mescole.
caratteristiche di elasticità e smorzamento.

• Elasticità II.1.3 - SUPPORTI ELASTICI IN ELASTOMERO


L’ elasticità e’ la capacità del supporto di deformarsi in I supporti che contengono un elastomero (naturale o sinteti-
modo direttamente proporzionale al carico e di ritornare in co) sono sempre caratterizzati da una elasticità pura e da uno
condizioni normali quando il carico viene tolto. smorzamento viscoso. La denominazione “ammortizzatori” che
gli viene spesso attribuita e’ impropria. Le due caratteristiche,
• Smorzamento elasticità e smorzamento, sono in effetti essenzialmente diver-
Lo smorzamento e’ una forza di frenatura del moto ed il suo se; una sospensione su del caucciù può essere paragonata alla
principale effetto e’ la riduzione delle ampiezze. Vengono sospensione di un’automobile, ove le due funzioni sono svolte da
identificati essenzialmente due tipi di smorzamento: elementi diversi che lavorano in parallelo:

Smorzamento per attrito (attrito solido) che, per una re- • La sospensione elastica propriamente detta dalle molle
golazione data, si mantiene costante e indipendente dal • Lo smorzamento da degli ammortizzatori idraulici
moto. Perché ci sia movimento occorre quindi eser-
citare una forza di entità almeno pari a quella dello Supporto elastico in caucciù = molla + ammortizzatore
smorzamento.

Smorzamento viscoso (analogo a quello prodotto da-


gli ammortizzatori idraulici) in cui, in ogni istante, lo
smorzamento dipende dalla velocità relativa dell’insieme
sospeso rispetto alla parte fissa. Lo smorzamento viscoso e
’quindi essenzialmente dinamico; esso non modifica la posi-
zione di equilibrio statico.

II.1.2 - CONDIZIONI AMBIENTALI


La maggior parte dei nostri supporti standard sono in caucciù, e
questo per le sue buone qualità dinamiche. In condizioni normali
d’utilizzo, le formulazioni di caucciù garantiscono una buona te-
nuta nel tempo e in particolare limitano lo scorrimento viscoso.
Sono considerate come anomali le seguenti condizioni d’utiliz-
zo:

• Temperatura superiore a 70°C


• Contatto prolungato con dei fluidi aggressivi
• Contatto prolungato con degli acidi, delle basi
• Ambiente aggressivo: olio, essenze,…
• Atmosfera aggressiva (ozono, cloro, ..)

Le conseguenze di un utilizzo in condizioni anomali possono es-


sere un rapido invecchiamento dei supporti, il degradamento o
persino la distruzione del caucciù. Un ambiente aggressivo può,
in particolare, aumentare la deformazione del supporto (scorri-
mento viscoso)

10 www.homberger.com
II. Definizioni ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

II.1.4 - CARATTERISTICHE DI UN SUPPORTO ELASTICO IN sua posizione di eq uilibrio, e’ abbandonata a se stessa.


ELASTOMERO • Vibrazione forzata, una vibrazione imposta alla macchina, sia dal
suo funzionamento, sia da sollecitazioni esterne
Caratteristiche elastiche
Sono i parametri che definiscono le possibilità di deformazione del Gradi di libertà
supporto nelle diverse direzioni. Il numero dei gradi di libertà e’ uguale al numero di parametri indi-
pendenti che determinano la posizione della macchina ad un preciso
• La rigidezza lineare Kx, seguendo l’asse Gx e’ uguale al rapporto istante. Movimento ad un grado di libertà:
fra lo sforzo e lo spostamento corrispondente, secondo questo
asse. La rigidezza lineare si esprime in daN/mm. • Traslazione lineare parallela ad una direzione data (parametro in-
Nello stesso modo, si definiscono le rigidezze lineari Ky e Kz se- dipendente: lo spostamento secondo la direzione)
condo gli atri due assi Gy e Gz. • Rotazione intorno all’asse (parametro indipendente: l’angolo)
• Le rigidezze torsionali, Cx, Cy, Cz attorno ai tre assi Gx, Gy, Gz,
sono uguali al rapporto delle coppie sugli angoli corrispondenti. Caratteristiche di una vibrazione ad un solo grado di libertà
Le rigidezze torsionali si esprimono in m.N/rad. Di seguito parleremo unicamente di vibrazioni ad un solo grado di li-
berata, si ammetterà che si tratta di una vibrazione lineare parallela ad
Questi sei parametri, che per un supporto non sono indipendenti (le una direzione fissa.
leggi di dipendenza risultano dalla forma e della struttura del suppor- Vibrazione periodica:
to) sono proporzionali al modulo di elasticità dell’elastomero utilizzato. Frequenza:
Partendo dai loro sei valori, si può calcolare la rigidezza del supporto Numero di oscillazioni complete per unità di tempo
secondo ed attorno a qualsiasi asse. N = Numero oscillazioni/minuto
n = Numero oscillazioni/secondo o Hertz
Caratteristiche di smorzamento Periodo: Durata di una oscillazione completa
Il parametro interessante da conoscere e’ “il tasso di smorzamento
1
caratteristico” dell’elastomero utilizzato, nozione che sarà definita per
le sospensioni (§ II.2.2); il tasso di smorzamento caratteristico di un T= n espresso in secondi
supporto e’ lo stesso di quello della sospensione.

Pulsazione: = ω 2π n = espresso in radianti/secondo

T
II.2 - Le sospensioni elastiche Ampiezza massima: e’ lo spostamento massimo ad
ogni oscillazione rispetto alla posizione di equilibrio.
La sospensione elastica di un macchinario consiste nell’interporre In regime permanente, l’ampiezza massima della vibrazione forzata
dei supporti elastici fra questo e la struttura di appoggio (pavimento, permane costante.
massa sismica, telaio, ecc.). Il tipo di supporti, il loro numero, la loro
ripartizione, la loro disposizione, e le loro caratteristiche individuali sa-
ranno definiti in funzione delle caratteristiche d’insieme da dare alla
sospensione alfine di ottenere i risultati desiderati. I problemi che si
presentano più frequentemente sono dei problemi di vibrazioni. Questi
condizionano le caratteristiche della sospensione, ecco perché e’ ne-
cessario innanzitutto intendersi sulla terminologia utilizzata e ricordar-
si le definizioni e i principi più importanti.

II.2.1 - NOZIONI SULLE VIBRAZIONI


Una macchina sospesa elasticamente e’ sottoposta a una vibrazione
quando subisce delle sollecitazioni periodiche alternate che si tra-
ducono in oscillazioni più o meno importanti.
Chiamiamo:

• Vibrazione propria o naturale, la vibrazioni che caratterizza natu-


ralmente la macchina quando, dopo essere stata spostata dalla

www.homberger.com 11
II. Definizioni ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Vibrazione sinusoidale x = A sin ωt (fig.1)


x
Ampiezza

1 ___
2π 2π
___
Τ = __
n = ω ω

π
___ π
__
2ω ω tempi
t
0

___ 2π
___
2ω ω

-A
Fig. 1

Frequenza n =
1 = ω
T 2π

Ampiezza massima A Ampiezza istantanea x = A sin ωt


Velocità massima V = Aω Velocità istantanea v = Aω cosωt
Accelerazione Γ = - Aω² Accelerazione istantanea Y = - Aω² sin ωt

Le vibrazioni di alta frequenza (ω elevata) possono dunque, anche con delle ampiezze deboli, generare accelerazioni molto elevate.

II.2.2 - CARATTERISTICHE DI UNA SOSPENSIONE ELASTICA


Caratteristiche elastiche
Sono i parametri che definiscono le possibilità di spostamento della macchina rispetto alla fondazione.
Questi spostamenti sono riferiti generalmente al sistema d’assi Gx, Gy, Gz.

Nell’esempio di fig.2:
• L’origine degli assi coincide con il baricentro G della macchina in posizione statica
• Gli assi sono paralleli agli assi di simmetria della macchina

12 www.homberger.com
II. Definizioni ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Come nel caso de supporti, le rigidità della sospensione sono ε ω = ε0 ω0 costante


definite per degli spostamenti a un solo grado di libertà rispetto ω0: pulsazione alla risonanza
agli assi fissi. ε0 : tasso di smorzamento alla pulsazione di risonanza

Rigidezze lineari: Si dimostra che ε0 e’ una costante caratteristica dell’elastomero


utilizzato.
Kx secondo Gx = movimento longitudinale
Ky secondo Gy = movimento trasversale ε0 = tasso di smorzamento caratteristico
Kz secondo Gz = movimento verticale ε0 della sospensione = ε0 di ogni supporto (se questi utilizzano lo
Per ogni asse, la rigidezza lineare della sospensione e’ uguale stesso elastomero)
alla somma delle rigidezze lineari di tutti i supporti:
Caratteristiche elettriche
Kx = Σkx Ky = Σ ky Kz = Σ kz Gli elastomeri hanno una resistenza elettrica che varia a secon-
do della loro composizione e durezza.
Rigidezze torsionali o coppie di richiamo: A titolo informativo, indichiamo i valori rilevati sui nostri elasto-
meri standard
Cx attorno a Gx = movimento di rollio
Cy attorno a Gy = movimento di beccheggio Gomma naturale:
Cz attorno a Gz = movimento di imbardata
durezza 45 1013 Ohm x cm2/cm
Le coppie di richiamo della sospensione dipendono: durezza 60 106 Ohm x cm2/cm
durezza 75 104 Ohm x cm2/cm
•Dalla rigidezza propria dei supporti
•Dalla posizione e dall’orientamento dei supporti rispetto al ba- Abbiamo inoltre sviluppato degli elastomeri speciali che posso-
ricentro G della macchina no raggiungere una tenuta dielettrica superiore a 2.000 V per
un minuto.
Caratteristiche di smorzamento
Essendo lo smorzamento dell’elastomero di tipo viscoso, l’effet-
to di frenatura che introduce nella sospensione elastica ha come
valore R x V, essendo:
R la viscosità,
V la velocità relativa della macchina sospesa, nell’istante t.

Se, partendo da una sospensione non smorzata, si aumenta pro-


gressivamente lo smorzamento (mantenendo costanti tutti gli
altri parametri), le ampiezze delle oscillazioni libere, a partire da
un dato spostamento iniziale, diminuiscono.
Si definisce “smorzamento critico”, il valore dello smorzamento
per il quale il ritorno nella posizione d’equilibrio avviene asintot-
ticamente senza oscillazione.
La viscosità ha quindi valore Rc
Si definisce il tasso di smorzamento e per una viscosità R con

R
ε= (ε = 1 corrisponde allo smorzamento critico)
Rc
Se si impongono ad una sospensione delle vibrazioni forzate
con pulsazioni variabili ω, si constata nei casi di gomma naturale
che il prodotto ε ω resta sensibilmente costante, anche alla ri-
sonanza (vedere più avanti).

www.homberger.com 13
II. Definizioni ANTIVIBRANTI ELASTOMETRICI

Caratteristiche di scorrimento
La seguente formula, definita sulla base di prove su campioni, da una stima dello scorrimento sotto un carico in compressione
corrispondente al 10% dell’altezza del supporto e ad una temperatura di 30°C.
Lo scorrimento sul pezzo reale dipenderà anche dalla sua geometria.

Deflessione statica alla data t = Deflessione statica iniziale x (1 + Cm x f(t))


Ove f(t) e’ il valore di scorrimento rilevato nel grafico qui sotto:

Scorrimento f(t) in compressione rapportato alla deflessione statica

0,2

0,15

f(t)
0,1

0,05

50 100 150 200 250 300 350 400


0 t (tempo in giorni)

e Cm un coefficiente correttivo scelto nella tabella qui sotto in funzione del materiale del campione:

Materiale Durezza 45 Durezza 60 Durezza 75


Gomma naturale standard 1.0 1.6 1.7
Policloroprene 1.1 1.6 1.6

Nota:
Questi valori sono dati a titolo indicativo. Vogliate consultarci in caso di utilizzo in condizioni differenti di funzionamento (tempe-
ratura, geometria di un particolare complesso, altri tipi di elastomero)

Consigli per il montaggio:


per le applicazioni che necessitano un allineamento, il fissaggio delle linee d’asse dovrà essere fatta almeno due giorni dopo il mon-
taggio sui supporti per affrancarsi dai fenomeni iniziali di scorrimento.

14 www.homberger.com
III – funzionamento di una sospensione elastica

III.1 - Funzionamento statico III.2 - Funzionamento dinamico

Una sospensione elastica permette una miglior suddivisione dei E’ il ruolo essenziale dei supporti elastici, nei casi di
carichi statici. Se un macchinario appoggia vibrazioni o di shock. I calcoli presentati suppongono
sul basamento rigidamente su oltre tre punti, e’ impossibile che le rigidezze lineari delle sospensioni restino costanti,
prevedere i carichi applicati su ogni punto questo e’ vero per le sospensioni elastiche elastomeriche
(il montaggio e’ iperstatico). nel campo normale d’utilizzo (vibrazioni meccaniche,
temperatura normale).
Con dei supporti elastici che abbiano caratteristiche di rigidezza
conosciute, si possono determinare (mediante calcoli III.2.1 - CASI DI VIBRAZIONE A UN SOLO GRADO DI LIBERTA’
o misure dirette) le deformazioni di ognuno di essi, dedurre i L’azione di una vibrazione e’ molto complessa. Per dare un’idea,
carichi e correggere le anomalie di carico. andiamo ad esaminare un caso schematico
semplice (fig.3)
Una sospensione elastica assorbe senza difficoltà delle piccole
differenze di interasse di fissaggio Consideriamo il caso di una macchina di massa M libera di
muoversi solo rispetto all’asse verticale Gz e fissata al suolo
Qualsiasi sia il numero dei fissaggi, un assemblaggio rigido,
per esempio con bulloni, per evitare delle sollecitazioni locali tramite un supporto elastico di rigidità K rispetto all’asse Gz.
eccessive, esige una corretta conformità degli interassi e delle
superfici di appoggio del macchinario e del basamento.

Per evitare delle tolleranze di fabbricazione proibitive, si e’


costretti ad accettare dei “giochi” con inconvenienti ben noti
(svitamenti, usura, rumore, ecc. ).

I supporti elastici, con sforzi trascurabili, permettono delle


tolleranze di fabbricazione più ampie.
Una sospensione elastica assorbe senza sollecitazioni pericolose,
dei piccoli spostamenti. Questi possono essere provocati per
esempio dalla dilatazione termica o dalle deformazioni dei telai,
scafi, ecc.

Fig. 3

Z
M acchina

Sospensione
elastica S

www.homberger.com 15
III – funzionamento di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Oscillazione libera (propria o naturale)


a) senza smorzamento (caso puramente teorico)
La macchina, spostata di una distanza A rispetto al punto di equilibrio, oscillerà secondo una legge sinusoidale.
Equazione del movimento: z = A sin ωo t

K ωo
Pulsazione propria: ωo = Frequenza propria Fp =
M 2π
L’oscillazione continua all’infinito con le ampiezze massimali uguali ad A (il fenomeno e’ rappresentato dalla curva
fig.1 nella quale ω sarà sostituito da ωo).

b) con smorzamento
In questo caso la macchina oscillerà attorno alla propria posizione di equilibrio secondo una legge sinusoidale smorzata
rappresentata in fig.4.

.sin ωo’ t
o’ ωo’t
Equazione di movimento: A.e -ε

K 2. .2
Pulsazione propria: ωo = (1- ε’ o ) = ωo (1- ε’o )
M
ε’o: tasso di smorzamento alla pulsazione ω’o.

In effetti ε’o è molto prossimo a εo’ la pulsazione propria può quindi essere scritta:

2.
ωo = ωo ÷ (1- ε’ o )

Nel caso di gomma naturale, εo’ e’ minore di 1 ( da 0,02 a 0,1), pertanto ω’0 e’ prossimo ω0 .


___ 2π
___
A ωo ωo

π
___ 5π
___
2ωo 2ωo
0 3π
___ ___
7π t
2ωo 2ωo

Fig. 4

16 www.homberger.com
III – funzionamento di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Vibrazione forzata Attenuazione


2
In questo caso ipotizziamo che la macchina sia soggetta ad una Per i supporti in caucciù il dato 4 εo è trascurabile rispetto
forzante vibratoria verticale che produce un carico alternato a 1. L’attenuazione, espressa in percentuale, rappresenta
sinusoidale di pulsazione ω. il complemento a 100 del coefficiente di trasmissibilità λ, ossia:
Forza perturbatrice: F = FM sin ωt
ω 2

-2
Caso di sospensione rigida: la forza perturbatrice verrà ωo
trasmessa integralmente al basamento della macchina. E 1% = 100 oppure 100 1 -
ω 2

-1
Caso di una sospensione elastica caratterizzata dalla sua ω 2
ωo
-1
pulsazione propria ωo o dalla sua frequenza ωo
propria Fp =
ωo e dal suo tasso di smorzamento Per una frequenza di eccitazione data ω, l’attenuazione
caratteristico εo: 2π dipende dalla frequenza propria della sospensione.
Per una determinata direzione, le relazioni fra la frequenza
L’applicazione della vibrazione forzata di pulsazione ω eccita la propria, la sotto-tangente della sospensione e la frequenza
vibrazione propria di pulsazione ωo. Quest’ultima si d’eccitazione sono rapportate sull’abaco fig. 6. A partire dalla
smorza molto rapidamente, dopo poco, permane in regime frequenza d’eccitazione (per esempio 1.500 giri/min) si cerca
permanente solo la vibrazione forzata di pulsazione ωo di determinare la frequenza propria della sospensione per
che trasmette al telaio uno carico sinusoidale. avere un’attenuazione accettabile. In generale, si cerca di avere
un’attenuazione superiore al 50%. L’abaco permette de trovare,
Carico trasmesso: F’ = F’M sin ωt nell’esempio scelto, un’attenuazione dell’80% per una frequenza
propria di circa 10 Hz.
Si definisce quindi un coefficiente di trasmissione λ che
rappresenta il rapporto tra il massimo carico trasmesso NB1: Date le tolleranze usuali degli elastomeri, la frequenza
F’M ed il massimo carico iniziale perturbatore FM (oppure, propria della sospensione e’ indicata con una tolleranza
il carico che sarebbe stato trasmesso se non ci fosse una di circa il 7%
sospensione elastica). Nel caso di una sospensione elastica
elastomerica, il valore coefficiente è: NB2: L’equivalenza sotto-tangente frequenza propria e’
approssimativa e non tiene conto della rigidificazione
dinamica (vedi paragrafo IV.3.4). Per la zona raccomandata
F’M 1+ 4 εo2
λ= = (attenuazione superiore all’ 80%), l’attenuazione può
FM ω2 2 diminuire del 10%. Eventualmente, per una maggior
1- + 4 εo2
ωo
2
precisione, consultate il nostro servizio tecnico.

Riassumendo:

Carico perturbatore Carico trasmesso Coefficiente di trasmissione

Sospensione rigida F = Fm sin ωt F = Fm sin ωt λ=1

1+ 4 εo
2
F’M
Sospensione elastica λ= =
F = Fm sin ωt F’ = F’m sin ωt FM ω 2 2
(ωo’ εo) 1- + 4 εo
2

ω2o

Le variazioni del coefficiente di trasmissibilità λ, in funzione del


rapporto ω per diversi valori di εo sono rappresentate dalla
ωo
fig. 5 (pagina seguente).

www.homberger.com 17
III – funzionamento di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Coefficiente di Fig. 5
trasmissibilità
7

εo = 0
4

Amplificazione Isolamento vibratorio

3 εo = 0,1

2
εo = 0,2

1 ω
ωo
√2
ω
=1 λ Risonanza
ωo ω
L’amplificazione massima e’ tanto più grande quanto = 2,λ <1
minore e’ εo. ωo
Zona di attenuazione o isolamento
della vibrazione

ω ω
< 2,λ >1 Più = e’ elevato più e’ basso λ
ωo ωo
Zona di amplificazione per qualsiasi valore diεo. L’influenza di εo e’ minima.

Per ottenere una buona sospensione antivibratoria si adotterà:


ω
elevato ωo piccolo λ piccolo
ωo
εo moderato - amplificazione limitata durante il passaggio alla risonanza
- poca influenza nella zona d’isolamento vibratorio.

18 www.homberger.com
III – funzionamento di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

ABACO (Abaco teorico per una sospensione senza smorzamento)

Attenuazione in funzione della frequenza propria e della frequenza eccitante. Fig. 6

Eccitazione (giri/min.)

%
io ne
az dB
)
te nu (
At no
ag
ad
Frequenza propria della sospensione (Hz)

Gu

Sotto tangente teorica (mm)


Isolamento vibratorio
Zona da evitare

Sospensioni semi-rigide

Frequenza d’eccitazione (Hz)

www.homberger.com 19
III – funzionamento di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Casi pratici b) Ricerca del confort acustico


a) Macchinario a regime di funzionamento variabile Una sospensione elastica tratta solo i rumori per via solida.
Nella pratica non ci si deve confrontare necessariamente con Questi consistono in una messa in vibrazione delle strutture
un solo valore definito di ω, poiché i macchinari ed una sospensione elastica taglia la propagazione vicino alla
possono avere un regime di funzionamento variabile sorgente. Dei collegamenti elastici diminuiscono la trasmissione
(ω variabile). In questo caso, il calcolo dell’isolamento dalla degli sforzi alla base e l’energia vibratoria di questa.
vibrazione viene definito in funzione del regime più
basso.
b) Zona di risonanza
Trasmissione da un locale all’altro
Tutti i macchinari devono essere avviati e fermati. Di
conseguenza, partendo da 0 per giungere al valore ω Locale emittente Locale ricevente

(nella zona di attenuazione) si deve necessariamente passare


dalla ω e quindi attraverso la zona di risonanza.
Importante che: Confort acustico
- il passaggio attraverso la zona di risonanza sia il più breve
possibile
Sospensione elastica
- l’antivibrante offra uno smorzamento sufficiente ad evitare
che il carico massimo trasmesso sia dannoso per l’intero Rumore per via solida
sistema. Rumore aereo

c) Sospensione elastomerica
Con gli elastomeri normalmente utilizzati nelle sospensioni
elastiche, il tasso di smorzamento caratteristico εo e’ compreso Esempio: officina con presse di tranciatura
fra 0.02 e 0.1 (può superare 0.2 con dei sintetici come SBR, (shock + rumori)

Butile o il silicone) Cabina di comando insonorizzata


Nella zona di isolamento vibratorio, la formula del coefficiente
Rumore aereo
di trasmissione può semplificarsi, poiché per i valori di
εo della gomma naturale, il dato 4εo2 e’ trascurabile rispetto a 1.

1 Rumore
λ= per εo compreso fra 0.02 e 0.1 per via
solida
ω2
-1 Controsoffitto sospeso
ω2o (tipo PHE190)

1
alla risonanza λ r =
2 εo

per il caucciù naturale, l’amplificazione alla risonanza e’ dunque


compresa fra:

1 1
=5 e = 25
2 x 0,1 2 x 0, 02
a) Rumore e vibrazioni
Il rumore e’ una vibrazione aleatoria. E’ costituita dalla
sovrapposizione di un insieme di componenti elementari che
non hanno nessuna correlazione fra di loro. Il rumore conduce
ad una emissione di suono.
Si distinguono normalmente i rumori aerei ed i rumori per via
solida. Il suono e’ legato al movimento di un ambiente
materiale: solido, liquido o gassoso. Questo movimento si
traduce in una vibrazione delle particelle attorno alla loro
posizione di equilibrio.

20 www.homberger.com
III – funzionamento di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Rimanendo invariata l’efficacia di irraggiamento, il guadagno in termini di potenza irradiata (acustica) e’ uguale al guadagno in
termine di forza trasmessa. La curva d’isolamento vibratorio in % può essere tradotta in decibel.

100
Guadagno in db: 20 log dove E è l’attenuazione in % (rumori per via solida e non aerea).
100 - E
La sospensione dell’equipaggiamento permette un isolamento fonico nel locale ricevente e tende ad avvicinarsi al confort
acustico. Occorre in ogni caso considerare la rigidità della base sulla quale appoggia la massa sospesa. In linea generale, si
considera che la rigidità del supporto deve essere di dieci volte inferiore rispetto a quella della base perché la scelta della
sospensione non sia rimessa in discussione. I nostri supporti possono essere caratterizzati in alta frequenza.

N/mm
4 000
RIGIDEZZA DINAMICA

3 500
3 000 Esempio di misure realizzate sul supporto tipo PHE010 Speciale
2 500 Elastomero: policloroprene durezza 47
2 000 Ampiezza ± 0.01 mm intorno alla posizione sotto carico statico
1 500
1 000
500
Hz
0 50 100 150 200 250 300 350 400 450 500

FREQUENZA D’ECCITAZIONE

III.2.3 - CASI con l’energia applicata all’apparato (es. shock di veicolo).

Nozione di shock Protezione contro gli shock


Durante un periodo di tempo dato, l’apparato e’ sottoposto ad Sono da considerare due casi principali:
una sollecitazione impulsiva breve. a) Limitazione degli sforzi trasmessi all’apparato:
E’ il tipo di eccitazione più severa che può ritrovare nel corso Questo caso si presenta sovente sotto la seguente forma:
della sua vita. l’apparato arriva sull’ostacolo, con una certa velocità.
Nell’intervallo di tempo d’applicazione dell’eccitazione , la La forza che può sopportare senza deterioramento e’ limitata
velocità dell’apparato varia, pertanto e’ sottoposto ad un valore conosciuto. La sospensione elastica dell’apparato
ad una accelerazione quindi ad uno sforzo. può essere utilizzata per la protezione degli shock sull’ostacolo.
La durata dell’applicazione dell’eccitazione e’ un parametro Questi componenti presentano una rigidezza costante Kz, nella
importante. direzione dello shock (supposto guidato). Per una energia W da
Un sistema a reazione lenta non subirà lo stesso shock di un assorbire in assenza di smorzamento, si ha:
sistema a reazione rapida.
1 2W
E’ necessario comparare la durata dell’applicazione W= Kz Z² lo sforzo massimo Kz Z² .FM = .
2 Z
dell’eccitazione al periodo proprio dell’apparato.
Sforzo massimo inversamente proporzionale allo spostamento.
Definizione di shock 2W
La pratica ci pone due tipi di problemi: Lo spostamento Z = KZ Lo spostamento e’
L’apparato subisce degli shock perfettamente definiti in modo inversamente proporzionale alla radice quadrata della
sperimentale ma di natura molto complessa e irriproducibile in rigidezza.
laboratorio. Occorre allora definire uno shock equivalente.
L’apparato deve resistere a degli shock definiti arbitrariamente
(esempio soddisfazione a delle normative).
La definizione di shock si farà con una legge in funzione del
tempo, sia l’accelerazione, sia la velocità,
sia lo spostamento che subisce il punto d’applicazione
dell’eccitazione. In alcuni casi, e’ preferibile definire lo shock

www.homberger.com 21
III – funzionamento di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Nota: Alcuni sistemi non presentano una rigidezza costante, ma questa può crescere bruscamente (es. sistema di compressione).
E’ evidente che se l’energia W non e’ assorbita prima che si produca questo accrescimento, lo sforzo massimo sarà molto più
importante di quello previsto dalla formula.

b) Limitazione dell’accelerazione di alcune parti dell’apparato:


In alcuni casi, lo shock deve essere descritto rispetto al suo potenziale di distruzione. L’efficacia del sistema di protezione sarà
misurata dalla diminuzione di questo potenziale.
Uno shock sull’apparato produce un danno su un elemento perché questo inizia a vibrare e si producono
delle ampiezze incompatibili con le sue caratteristiche meccaniche, da cui la rottura.

Uno shock si può caratterizzare dalla sua azione su tutta una serie di elementi.
Per uno stesso shock, ogni elemento avrà una risposta specifica, diversa da un elemento all’altro. La rappresentazione grafica, del
rapporto delle ampiezze massime (G) degli elementi con quelle dell’eccitazione (Go) in funzione del rapporto di durata dello shock
sul periodo T degli elementi e’ lo spettro dello shock.
Questa non e’ una rappresentazione dell’ampiezza in funzione del tempo, né dell’entrata, né delle risposte, ma un modo di
rappresentare il potere distruttivo dello shock.
Questa rappresentazione non e’ biunivoca:
• Non e’ possibile ritrovare lo shock a partire da uno spettro di shock
• Due shock diversi possono dare lo stesso spettro
Esempio: caso di uno shock semi-sinusoidale in accelerazione

Γ0
1,5

A B
1

0,5 Spectre de choc


Spettro di shock

1 2 3 4 5

Un apparato deve supportare lo shock di Γ0= 400 m/s2 max per un tempo t = 8,75 10-3 s

Elemento A dell’apparato Elemento B dell’apparato

40 Hz 286 Hz
Frequenza propria della massa 10 kg 1 kg

τ -3 -3
8,75 - 10 x 40 = 0,35 8,75 - 10 x 286 = 2,5
Τ
Γ 1,25 1,1

Γ0 400 x 1,25 x 10 = 5 000 N 400 x 1,1 x 1 = 440 N

Carico d’attacco

Lo studio di questo spettro dimostra che la sospensione di un elemento e’ favorevole quando e’ possibile ottenere un periodo
proprio T, tale che:

τ Γ
< 0,25. Allora il rapporto e’ inferiore a 1 e l’elemento e’ protetto.
Τ Γ0

Occorre assolutamente evitare la zona d’amplificazione identificabile con:

τ
compreso fra 0,25 e 2,5.
Τ
22 www.homberger.com
III – funzionamento di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Non utilizzare la sospensione in queste condizioni. Fortunatamente, le simmetrie delle strutture e delle opportune
Questo semplice caso evidenzia il ruolo di una sospensione sistemazioni fatte al momento del montaggio autorizzano
e l’importanza di avere informazioni (spettro dello shock, molte semplificazioni che permettono nella maggior parte dei
ampiezza in funzione del tempo) e soprattutto la durata casi di utilizzare i risultati qui sopra descritti.
d’eccitazione. E’ anche vero che in alcuni casi solo uno studio approfondito
permette di trovare una soluzione efficace.
• Ruolo dello smorzamento Il nostro servizio tecnico e’ a Vostra disposizione per aiutarVi
Lo smorzamento può essere favorito riducendo i rimbalzi e nella sua definizione.
le ampiezze delle oscillazioni successive. Non bisogna però
scegliere un tipo di smorzamento a caso, in quanto per alcuni
potrebbe generarsi una reazione nefasta.
Gli elastomeri rappresentano un compromesso che permette di
prevedere una protezione interessante.
• Nota importante
Nella definizione della soluzione non bisogna perdere di vista:
• Da una parte che una buona protezione necessita
di una grande flessibilità, il che comporta delle escursioni non III.3 – DIVERSI TIPI DI SOSPENSIONI ELASTICHE
trascurabili tra l’ambiente e l’apparato.
• Dall’altra parte che l’apparato oscilla e che occorre III.3.1 – SOSPENSIONE ELASTICA DIRETTA
prevedere lo spazio disponibile per il rimbalzo in caso di shock.
I limitatori di corsa saranno installati in modo da non disturbare Si definisce in questo modo una sospensione avente come fine
il funzionamento della sospensione nel corso degli shock per i quello di impedire ad un macchinario di trasmettere le sue
quali e’ stata definita. vibrazioni alla base d’appoggio.
Una sospensione elastica elastomerica protegge dagli shock E’ il problema teorico (a un solo grado di libertà) trattato nelle
riducendo la corsa e lo sforzo massimo. E’ necessario prevedere pagine precedenti con l’isolamento vibratorio.
l’escursione necessaria per il rimbalzo L’isolamento vibratorio non impedisce al macchinario di vibrare
ma attenua la trasmissione delle vibrazioni.
Rispetto ad una sospensione rigida (che lascia passare le
III.2.4 - CASO GENERALE vibrazioni) le ampiezze di oscillazione della macchina possono
essere più importanti. Ii macchinario e’ in qualche modo
Lo studio teorico descritto qui di seguito fa riferimento ad un svincolato dal suo supporto fisso.
caso molto schematico: E’ il caso del “motore flottante” delle automobili, montato su una
Movimento ad un solo grado di libertà (verticale) con una sospensione elastica che non trasmette più le vibrazioni al telaio
sola vibrazione d’eccitazione (verticale) applicata lungo l’asse e ai passeggeri ma con delle escursioni più importanti sotto il
passante sia per il baricentro del macchinario sia per il centro cofano.
elastico della sospensione. Se delle ampiezze eccessive non possono essere tollerate, il solo
In generale, gli shock sono meno semplici. Il macchinario modo per ridurle, senza diminuire l’efficacia della sospensione,
può muoversi più o meno seguendo tutti i gradi di libertà e’ aumentare la massa sospesa (zavorramento).
(spostamento in rotazione e in traslazione). Teoricamente ci Per una data sollecitazione, le ampiezze sono inversamente
sono tante frequenze proprie quanti gradi di libertà. proporzionali alla massa. Per alcuni macchinari particolarmente
Queste frequenze proprie non sono indipendenti ma violenti, questo modo di fare e’ una necessità: motori o
“accoppiate”. Se una di queste e’ eccitata secondo un grado di compressori monocilindrici lenti, centrifughe, battipali, ecc.
libertà, può far nascere delle vibrazioni alla stessa frequenza I macchinari vengono allora fissati rigidamente su dei telai o dei
secondo altri gradi di libertà in funzione dell’accoppiamento. basamenti pesanti ed e’ l’insieme che viene sospeso.
Analizzare il comportamento completo, richiede di tenere Un accrescimento della massa sospesa permette di ottenere
in considerazione: le rigidezze in tutte le direzioni e, oltre la un buon isolamento vibratorio e lievi oscillazioni dell’insieme
massa del corpo sospeso, i suoi momenti d’inerzia per valutare i sospeso. Si possono così sospendere, con ottimi risultati, dei
comportamenti in rotazione. gruppi completi: gruppi elettrogeni, gruppi compressori, gruppi
Inoltre, ci possono essere più vibrazioni forzate con frequenze motopompe.
variabili applicate in punti qualsiasi e lungo delle direzioni o
attorno a degli assi differenti.
Il caso generale e’ estremamente complesso.

www.homberger.com 23
III – funzionamento di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

III.3.2 – SOSPENSIONE ELASTICA INDIRETTA

Si definisce così una sospensione che protegge un macchinario • Armoniche


vibrante contro le vibrazioni provenienti dall’ambiente. Una vibrazione forzata di pulsazione fondamentale ω e’
L’utilizzo di una sospensione che assicuri l’isolamento vibratorio raramente “pura”. Sovente comporta delle “armoniche”, cioè
secondo quanto definito in precedenza e’ sempre valido. delle ulteriori vibrazioni con pulsazioni 2ω, 3ω… Se non e’
In effetti, con una vibrazione sufficientemente morbida, le possibile realizzare l’isolamento vibratorio per la pulsazione
accelerazioni trasmesse al macchinario sono ridotte e come fondamentale ω, sarà possibile farlo per le armoniche e questo
quest’ultimo non e’ sottoposto ad altre sollecitazioni, resterà sarà ancor più interessante poiché spesso le basse frequenze
praticamente immobile. non si sentono e corrispondono tra l’altro a delle accelerazioni
Le ampiezze d’oscillazione dei suoi appoggi sono assorbite dai meccaniche abbastanza deboli, mentre le frequenze elevate
supporti elastici. generano dei rumori che un isolamento vibratorio appropriato
permetterà di eliminare.

III.3.3 – SOSPENSIONE SEMI RIGIDA


III.3.4 – COLLEGAMENTO CON L’ESTERNO
Si definiscono così le sospensioni con le quali l’isolamento
vibratorio non e’ realizzato per una pulsazione data ω In precedenza si è immaginato che il macchinario sia collegato
all’esterno solo attraverso la sospensione elastica.
In pratica, esistono altri collegamenti come:
ω
Cioè: < 2
ωo • Tubazioni (d’alimentazione, di scarico, di raffreddamento… )
Da quanto scritto in precedenza, una tale sospensione sarebbe • Cavi elettrici, comandi a distanza …
senza interesse poiché porta teoricamente, non ad una
attenuazione, ma ad una amplificazione della vibrazione. Occorre assicurarsi o fare in modo che il collegamento con
La sospensione può tuttavia dare buoni risultati nella pratica, l’esterno sia sufficientemente elastico per tener conto dei
come nei casi di seguito elencati: movimenti relativi.
Questa precauzione permette:
• Accoppiamento
Nella realtà non abbiamo un solo movimento. Per una • Di evitare rotture (tubazioni)
sospensione semplice sono possibili più movimenti. Infatti, • Di non alterare l’isolamento vibratorio con l’introduzione di
abbiamo visto (fig.2) che un macchinario può avere 6 gradi di una rigidezza supplementare
libertà. Un buon studio della sospensione tiene in considerazione • Di non trasmettere direttamente tramite questi collegamenti
la natura delle sollecitazioni vibratorie applicate al macchinario le vibrazioni che ci si è preoccupati di eliminare in altri punti.
e prova a fare in modo che non si muova in tutte le direzioni. L’isolamento vibratorio attenua la trasmissione delle vibrazioni e
Tuttavia per ragioni di fissaggio, i supporti non possono essere non impedisce al macchinario di muoversi; verificare di lasciare
sempre posti nelle posizioni ottimali; il macchinario subendo sempre uno spazio sufficiente in ogni direzione per lasciare
una sollecitazione lungo una direzione si muove quindi liberi i movimenti del macchinario.
seguendo più direzioni, per esempio due. Questi due movimenti
allora si definiscono accoppiati. Le frequenze proprie lungo
le due direzioni non sono identiche. L’accoppiamento fra i due
movimenti ha come effetto l’abbassamento della frequenza
più bassa e l’innalzamento di quella più alta. La curva di
risposta invece di avere un massimo (fig. 5) ne presenta due. E’
fondamentale non trovarsi su una o l’altra risonanza. Per dei
motivi di elasticità troppo importanti impossibili da ottenere,
non e’ sempre possibile rendere le frequenze proprie accoppiate
sufficientemente inferiori alla frequenza d’eccitazione per
essere nella zona d’isolamento vibratorio. Per contro, portando
le frequenze proprie da una parte e dall’altra della frequenza
d’eccitazione, e’ possibile ottenere una leggera attenuazione
delle ampiezze.

24 www.homberger.com
IV – Determinazione di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Al fine di determinare una sospensione elastica e’ indispensabile conoscere con precisione le caratteristiche principali del
macchinario da sospendere. E’ utile avere un disegno (anche schematico) ove siano riportate le posizioni del baricentro e dei punti
di fissaggio previsti. Questo disegno permette inoltre di valutare eventualmente alcuni parametri che i costruttori o gli utilizzatori
sovente non conoscono (ad esempio i momenti d’inerzia).
Nel caso di una sospensione indiretta, occorre ottenere il massimo dei dettagli sulle vibrazioni esterne suscettibili di compromettere
il buon funzionamento del macchinario. In ogni caso, per i casi più complessi ( oscillazioni lungo più assi di libertà, sollecitazioni
multiple… ) consigliamo di consultare i nostri tecnici. Nei casi semplici (un solo grado di libertà, o due movimenti di libertà e
baricentro prossimo al piano d’appoggio) si potrà determinare la sospensione, come indicato qui di seguito, avendo un minimo di
conoscenza del macchinario e della sollecitazione.

Informazioni da conoscere su … .… per determinare i parametri


fondamentali della sospensione
… il MACCHINARIO e...
Baricentro
Peso carico applicato su ogni supporto
Numero e posizione dei punti
di fissaggio (previsti o possibili)

la SOLLECITAZIONE ...
Frequenza perturbatrice schiacciamento dei supporti
(o velocità di rotazione) in base all’attenuazione desiderata

Direzione principale elasticità principale


della forza sollecitante del supporto

IV.1 – DETERMINAZIONE DEL BARICENTRO

IV.1.1 – Ricerca dal costruttore

Nella maggior parte dei casi, il Costruttore del macchinario deve


essere in grado di fornire, oltre al peso, la posizione esatta del
baricentro.

IV.1.2 – Ricerca grafica del baricentro di un insieme

Caso di gruppi composti da differenti insiemi per i quali si


conoscono per ognuno pesi e baricentro

• Nota importante
• In caso di ricerca grafica, e’ importante rappresentare le
distanze seguendo una scala ben determinata, i pesi
con delle linee verticali di lunghezza proporzionale alla
grandezza del peso (esempio: prendere 1 cm per 10 daN)
• Se i baricentri, considerati in questo paragrafo, non sono nello
stesso piano verticale, le considerazioni proposte di
seguito saranno fatti seguendo due viste: frontale e di fianco,
con delle quote corrispondenti ad ognuna.

www.homberger.com 25
IV – Determinazione di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

• Caso di un insieme composto da due apparati

Fig. 7 Fig. 8
P’B

A• A• G

L •B •B

a b
PB
PA
P’A

Due apparati con peso PA e PB Portare: AP’B = BPB Unire P’A con P’B
baricentro A e B e distanti L. B P ’A = APA
Il baricentro G si trova all’incrocio delle
linee P’A e P’B e AB
Misurare a e b

• Caso di un insieme composto da 3 (o più) apparati


Procedere come nel precedente paragrafo su gruppi di due sottosistemi di baricentro e pesi conosciuti o calcolati.
Applicazione a 3 apparati.

Fig. 9
P’C
P’B
A
• C A •• C A • • G
B • B • G’
• C

G’
• • •B
PB PC PC
PA
P’A
L L’

IV.1.3 - Ricerca Sperimentale di un baricentro di sistema

Questa ricerca si applica quando i due precedenti diventano • Ricerca tramite “sospensione” dell’insieme
impossibili o delicati (forme geometriche complesse). Sospendere la macchina utilizzando un cavo, il baricentro
si trova sul prolungamento della verticale. Per conoscere la
• Ricerca tramite un cilindro posizione esatta del baricentro, ripetere due volte questa
Per una direzione data (lunghezza, larghezza e altezza) il operazione utilizzando ogni volta un punto di fissaggio diverso.
baricentro e’ posto nel piano verticale passando per l’asse del
cilindro preso al momento dell’oscillazione. Il baricentro si trova
all’intersezione dei 3 piani (lunghezza, larghezza, altezza) così
definiti.

26 www.homberger.com
IV – Determinazione di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

IV.1.4 - DETERMINAZIONE ANALITICA DEL BARICENTRO DI UN INSIEME DI PIU’ MASSE

Si considera un insieme di più masse m1,m2,…mn situate nello spazio.


Si suppongono note le coordinate del baricentro di ognuna di queste masse in un sistema di riferimento ortogonale qualsiasi.

m1
{
x1
y1
z1
m2
{ x2
y2
z2
mn
{ xn
yn
zn

La massa dell’insieme M = m1, + m2 +…+ mn sarà identificata dalle coordinate del suo baricentro: x,y,z
z
m1 x1 + m2 x2 +...+ mn xn z1
x=
M
m1
m1 y1 + m2 y2 +...+ mn yn o
y= y1 y
M
x1
m1 z1 + m2 z2 +...+ mn zn
z= x
M

Nota importante: le coordinate dei baricentri possono essere negative e devono essere considerate con i loro segni.

IV.2 – DETERMINAZIONE DEL CARICO PER SUPPORTO

IV.2.1 - IL NUMERO E LA POSIZIONE DEI PUNTI DI FISSAGGIO NON SONO IMPOSTI

In questo caso si determinerà il numero e la posizione dei punti di fissaggio in modo tale che il carico di ogni supporto sia lo stesso
per tutti i punti di fissaggio. Esempio: supponiamo una macchina con un asse di simmetria
G: baricentro o o o

P: peso del macchinario


G
Calcoliamo la posizione di 6 punti di fissaggio o o o
affinché il carico in questi punti sia uguale a P1 l l’
1 1

Peso l’2
P1 l’1 + P1l’2 = P1l1 da cui l1 = l’1 +l’2 e il carico per punto =
6
IV.2.2 - IL NUMERO E LA POSIZIONE DEI PUNTI DI FISSAGGIO SONO IMPOSTI
Fig. 13

In questo caso, i carichi in ogni punto possono non essere identici.


• Caso con 4 punti di fissaggio
A,B,C e D sono i punti di fissaggio
G: baricentro
P: peso del macchinario
PA, PB, PC e PD saranno i carichi ai punti A,B,C e D
+ A D+
m2 l2 m1 l2 G
m1
b
PA = . . P PB = . . P
b a b a + B C + m2

l1 l2
m1 l1 m2 l1 a
PC = . . P PD = . . P
b a b a
Fig. 14
Se PA, PB,PC e PD sono notevolmente diversi, occorre teoricamente scegliere quattro supporti differenti tali che si abbia lo
stesso schiacciamento (o freccia) sotto i suddetti carichi.

www.homberger.com 27
IV – Determinazione di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

• Caso con più di 4 punti di fissaggio (fig.15)


In questo caso, e’ preferibile che la simmetria, rispetto ad Se Q e R non sono troppo diversi, si potrà scegliere dei supporti
un piano verticale, sia rispettata. Viene fatta questa ipotesi con le stesse dimensioni ma di durezza diversa.
nell’esempio che segue. Esempio di calcolo (fig.16)
A sinistra di G si trovano 2 supporti identici. Nel caso di un macchinario con un asse di simmetria, un
A destra di G si trovano 2 supporti identici ma eventualmente baricentro G non centrato e 6 punti di fissaggio, si ha:
diversi dai 2 supporti di sinistra. Il problema consiste nel n = 2 e p = 1.
differenziare i supporti di sinistra da quelli di destra, in modo Ne consegue:
tale che lo schiacciamento sotto carico di 2n + 2p supporti sia lo
stesso. In queste condizioni tutti i supporti situati
λ
a sinistra di G supporteranno lo stesso carico Q e tutti quelli di Q= .P
4λ + 2 (l1 + l2)
destra lo stesso carico R
Si avrà: l1 + l2
R= .P
4λ + 2 (l1 + l2)
Q (l1 + l2 + ...+ ln) = (λ1 + λ2 + ... + λp)

2 nQ + 2 pP = R
Da cui il carico sui supporti: Se il macchinario pesa 500 daN e λ=0,4m , l1=0,3m , l2=0,9m ,
si ottiene Q=50 daN e R=150 daN
λ1 + λ2 + λp
Q= .P
2 n (λ1 + λ2 + ... + λp) + 2 p (l1 + l2 + ...+ ln)

l1 + l2 + ln = =
R= .P
2 n (λ1 + λ2 + ... + λp) + 2 p (l1 + l2 + ...+ ln)
+Q +Q R+
G

+Q +Q R+
l1
λ
l2

ln λP
+ + + + +
G Fig. 16
= =

l2
+ + + + + +
l1
λ1

+ + + G + +
IV.2.3 - NOTE IMPORTANTI
Se si scelgono supporti con dimensioni uguali, ma con
Q Q Q R R durezza diversa, esiste il rischio d’inversione dei supporti e
puo’ subentrare una degradazione dell’attenuazione della
sospensione. Il montaggio dovrà essere realizzato con
Fig. 15 attenzione.
E’ quindi importante poter realizzare una installazione con dei
supporti identici. Se i punti di fissaggio imposti dal telaio non
permettono direttamente una sospensione centrata, una buona
soluzione consiste nel fissare su questi punti un falso telaio, il
più rigido possibile, sul quale si posizioneranno dei supporti
elastici identici nel numero e posizioni desiderati. Se questo
falso telaio e’ una soletta in cemento la massa da sospendere
sarà aumentata, il che migliorerà la qualità della sospensione.

28 www.homberger.com
IV – Determinazione di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

IV.3 - DETERMINAZIONE DELLA FRECCIA

IV.3.1 - FRECCIA E SOTTO-TANGENTE IV.3.2 - ZONE DI FUNZIONAMENTO

Se si considera la curva caratteristica carico/freccia di un La zona OM e’ la zona dei carichi statici. La freccia in questa zona
supporto dato, la freccia e la sotto/tangente sono graficamente e’ sensibilmente proporzionale al carico.
definite come indicato fig. 17. Nelle schede tecniche, le coordinate del punto M sono date per
Per un carico statico dato, la freccia corrisponde allo il CARICO STATICO NOMINALE.
schiacciamento del supporto sotto questo carico, ma l’elasticità La zona MP e’ la zona dei carichi dinamici corrispondenti a dei
nell’intorno della posizione sotto carico e’ definita dalla sotto- casi di shock ripetuti sapendo che la cadenza e la freccia totale
tangente che interviene nella determinazione della rigidezza restino nei limiti normali. Nella zona PZ, che corrisponde a degli
del supporto. shock eccezionali ed accidentali, la curva flette verso l’alto.
Vi è una rigidificazione progressiva che riduce l’ampiezza del
Per la maggior parte dei supporti, la caratteristica carico/freccia movimento. Da notare che, in funzione dello smorzamento
e’ quasi lineare nella zona dei carichi statici (fig. 18) e per questo, dell’elastomero, questo schiacciamento dipende peraltro anche
la sotto-tangente e la freccia sono prossime . dalla velocità d’impatto.
La curva della fig. 17 e’ caratteristica dei supporti PHE030.
In questo caso, e’ importante poter lavorare nel punto di flesso
della curva per ottenere la sotto-tangente più grande possibile,
e quindi la frequenza propria più bassa. La freccia non indica le
ampiezze delle oscillazioni del macchinario.

Carico Carico
Z
500

400

Carico 300 P
statico
200

Freccia M
100

Freccia reale m
0 Freccia
5 10 15 20

Sotto-tangente

Fig. 17 Fig. 18

www.homberger.com 29
IV – Determinazione di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

IV.3.3 - ATTENUAZIONE – FREQUENZA D’ECCITAZIONE IV.4 ESEMPIO DI SCELTA

Ad una frequenza di eccitazione data ω, l’attenuazione dipende I supporti sono classificati in funzione delle loro caratteristiche
dalla frequenza propria della sospensione. elastiche. Pertanto dopo aver determinato come indicato in
Con la maggior parte delle macchine rotanti, la frequenza precedenza, il numero e la freccia dei supporti, la scelta si farà
d’eccitazione in cicli per minuto può essere uguale al numero dei tenendo conto della direzione della perturbazione.
giri al minuto. • Supporti equifrequenti: elasticità sensibilmente identica
Come indicato nel paragrafo III.2.1.2 sull’abaco fig.6, nel caso di orizzontalmente e verticalmente
una frequenza d’eccitazione di direzione definita, si cercherà di • Supporti ad elasticità assiale predominante: elasticità assiale
ottenere la maggior attenuazione possibile tenendo conto delle importante - rigidità o movimento guidato radialmente
possibilità di carico/freccia dei supporti. • Supporti ad elasticità radiale predominante: elasticità radiale
Il fatto si scegliere una freccia importante non deve fatto a importante pur sostenendo dei carichi assiali
scapito della stabilità della sospensione. • Supporti a bassa frequenza: sotto-tangente importante per
Consigliamo di consultare nostro Servizio Tecnico quando il avere una frequenza propria molto bassa (qualche Hz)
punto di utilizzo non si trova nella zona di isolamento vibratorio.

IV.4.1 - SOSPENSIONE DI UN VENTILATORE


IV.3.4 - RIGIDEZZA STATICA – RIGIDEZZA DINAMICA –
FREQUENZA PROPRIA •Caratteristiche della macchina:
• Peso: 3000 daN
La freccia e la sotto-tangente vengono definite a partire dalla • Velocità di rotazione: 1200 giri/min.
curva di rigidezza statica del supporto. La frequenza propria e’ • Macchina montata su un telaio di 2,50x3 m senza
invece associata alla rigidezza dinamica. Nel caso di supporti punti di fissaggio imposti
in gomma, le rigidezze statiche e dinamiche possono differire. • Baricentro: conosciuto
Il rapporto di rigidezza dinamica/statica dipende dall’ampiezza,
dalla frequenza, dal carico applicato e dal tipo di elastomero. Numero di punti di fissaggio: dopo delle prove, per iterazione
Nel catalogo, la frequenza propria e’ data a titolo indicativo per e per equilibrare i momenti d’inerzia, il numero di punti di
il carico nominale. Per un carico diverso, la frequenza propria fissaggio e’ stabilito essere 12.
può essere approssimata utilizzando seguente formula: Carico per supporto = 3000/12 = 250 daN
Frequenza propria dei supporti (vedere abaco)
carico nominale Per una frequenza d’eccitazione di 1200 giri/min., la frequenza
Fp (carico reale) = Fp (carico nominale) x carico reale propria massima è di 14 Hz.
Una frequenza propria di 7 Hz permette di ottenere una
buona attenuazione nell’ordine dell’85%. Quindi si debbono
Questo a condizione che il carico reale non differisca troppo individuare dei supporti aventi una frequenza propria di 7 Hz
dal carico nominale, cioè che il carico reale si trovi nella parte con un carico applicato di 250 daN. Trattandosi di una macchina
lineare della curva carico/deformazione (Fig. 17 e 18). rotante e non presentando altre condizioni particolari, vengono
scelti dei supporti equifrequenti.
Nella guida per la scelta troviamo un supporto PHE020.
La scheda tecnica dei supporti PHE020 indica che con un carico
di 250 daN il supporto PHE020 Ø 100 G3 ha le caratteristiche
richieste.

30 www.homberger.com
IV – Determinazione di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

• Caratteristiche della sospensione: IV.4.3 - SOSPENSIONE DI UN VAGLIO


• 12 supporti PHE020 codice: 533712HE
• Caratteristiche della parte vibrante
• Peso: 400 daN
carico nominale 250
• Rapporto = = 0,96 • Frequenza di vibrazione (orizzontale): 1200 cicli /
carico reale 260
min. ossia 20 Hz
• Baricentro: conosciuto
• Attenuazione: 80% ≈* • Numero di punti di fissaggio: 6
• Altezza sotto carico: 32,5 mm ≈*

* valori ottenuti sull’abaco della scheda tecnica PHE020 Carico per supporto: 400/6 = 66 daN
Freccia dei supporti (vedere abaco)
Per una frequenza di 20 Hz, una freccia di 6 mm permette di
prevedere un’attenuazione di circa 70%
IV.4.2 - SOSPENSIONE DI UN GRUPPO MOTORE-TERMICO E
ASSERVIMENTO FISSATO SU UNA SCAVATRICE IDRAULICA Si ricerca:
1) dei supporti che tengano il carico verticale
• Caratteristiche del gruppo: 2) dei supporti la cui elasticità radiale e’ molto superiore a quella
• Peso: 1200 daN assiale (supporto ad elasticità radiale predominante);
• Velocita’ di rotazione: 1500 giri/min. 3) di realizzare l’isolamento vibratorio in direzione verticale
• Baricentro: conosciuto (assiale) che, tenuto conto di (2), assicurerà l’isolamento
•Numero di punti di fissaggio: 6 vibratorio orizzontalmente
Nella guida dei supporti, troviamo un supporto cilindrico
PHE010 con una freccia di 8 mm per un carico di 70 daN.
Carico per supporto: 1200/6 = 200 daN
Freccia dei supporti (vedere abaco)
Per una frequenza di 1500 giri/min., una freccia di 3 mm
permette di prevedere una attenuazione di circa 85%.

Le eccitazioni sono soprattutto verticali e l’insieme ha bisogno


di essere mantenuto lateralmente durante le scosse provocate
dal lavoro della macchina. Si sceglieranno supporti ad elasticità
assiale predominante.
Nella guida per la scelta dei supporti , troviamo un supporto
PHE060 con 5 mm di freccia per 210 daN di carico.
Sulla scheda tecnica dei supporti PHE060 troviamo indicato che
si tratta del codice 530622HE durezza 45 - con base quadra
.

• Caratteristiche della sospensione (sotto 1200 daN a 1500 giri/min.):


6 supporti PHE060 - codice 530622HE Ø 45
• Freccia: 4,7 mm
• Attenuazione teorica: 85% , ossia 16 dB

www.homberger.com 31
IV – Determinazione di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMETRICI

La scheda tecnica del supporto PHE010 ci indica che si tratta di un supporto Ø 30 altezza 30 mm che sceglieremo nella versione con
due viti di fissaggio (codice: 521312HE).
Verifichiamo comunque che l’elasticità radiale (taglio) sia superiore a quella assiale (compressione).

• Caratteristiche della sospensione:


6 supporti cilindrici PHE010 2 viti - codice 521312HE (attenuazioni vibratoria teorica: 80%, ossia 14 dB).

IV.4.4 - SOSPENSIONE DI UN GRUPPO MOTO-COMPRESSORE

• Caratteristiche del gruppo:


• Peso: 6000 daN
• Velocità di rotazione: 400 giri/min.
• Baricentro: conosciuto
• Numero di punti di fissaggio: 8
• Carico per supporto: 6000/8 = 750 daN

• Freccia dei supporti:


Per una frequenza di 400 giri/min., la freccia minima per essere nella zona d’isolamento vibratorio e’ di 12 mm. Sceglieremo dei
supporti a bassa frequenza che permettono di ottenere delle frecce sufficientemente importanti (26mm).
La scheda tecnica PHE030 indica che si tratta del modello Ø 125, altezza 140 mm codice 810784HE con 26 mm di freccia sotto un
carico di 800 daN.

• Caratteristiche di sospensione:
• 8 supporti PHE030 810784 Ø 125 - altezza 140
• Freccia 26 mm
• Attenuazione 37% , ossia 4 dB
Nota: i supporti a bassa frequenza essendo alti per alcune applicazioni (sollecitazioni laterali) può essere necessario prevedere dei
finecorsa laterali.

32 www.homberger.com
IV – Determinazione di una sospensione elastica ANTIVIBRANTI ELASTOMETRICI

IV.4.5 - SOSPENSIONE DI UN MATERIALE AGGANCIATO AL SOFFITTO (CONTRO-SOFFITTI, GRUPPO DI VENTILAZIONE,


CANALIZZAZIONI…)

Per carichi leggeri da 15 a 135 Kg a supporto, prevedere il montaggio diretto con i supporti PHE190
Esempio di una applicazione:
Contro-soffitto - carico 50 Kg a punto - Frequenza eccitatrice 25Hz - Scelta del supporto: 535611HE, durezza 45 deflessione sotto
carico 4 mm - Attenuazione teorica 77% , ossia 13 dB

Per carichi pesanti può essere utile utilizzare dei supporti tipo PHE020, PHE060 o PHE030 installati con un montaggio fail-safe
Esempio di una applicazione:

1. Sospensione di un gruppo di ventilazione - peso 1000 daN - Frequenza 25Hz - Montaggio di 4 supporti
PHE020 Ø 200 codice 533718HE. Frequenza propria 7Hz. Attenuazione teorica: 90% , ossia 20 dB.

2. Sospensione di una macchina speciale di 5 tonnellate con l’esigenza di un buon posizionamento radiale
Frequenza 20 Hz - Montaggio di 4 supporti PHE060 530652HE durezza 60 - Deflessione sotto carico 8 mm -
Attenuazione teorica 84% , ossia 16 dB.

3. Sospensione di una cisterna di 20 tonnellate che si dilata in lunghezza. Frequenza eccitatrice di 15 Hz -
Montaggio di 4 supporti PHE030 810733HE durezza 60 - Deflessione sotto carico di 50 mm - Attenuazione
teorica 95% , ossia 26 dB.

ESEMPI DI SOSPENSIONI:

Ancoraggio al soffitto

con PHE030

www.homberger.com 33
V. Guida alle applicazioni dei supporti ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

ELASTICITA’ BASSA
BASSA
RADIALE EQUIFREQUENZA RIGIDEZZA ELASTICITA’ ASSIALE PREDOMINANTE
FREQUENZA
PREDOMINANTE A TAGLIO

PHE010 FINECORSA PHE020 PHE030 PHE050 PHE060 PHE450 PHE080

APPLICAZIONI

PAGINE p. 38 p. 44 p.49 p.53 p.56 p.61 p.56 p.67

ARMADI ELETTRICI

ASCENSORI

RIDUTTORI

FRANTOI

CABINE DI VEICOLI

CABINATURE

CLIMATIZZATORI
VENTILATORI

SOLETTE FLOTTANTI

GRUPPI ELETTROGENI

MACCHINE UTENSILI

APPARATI ELETTRONICI
IMBARCATI

APPARATI DA
LABORATORIO

MOTORI TERMICI

MOTOCOMPRESSORI

MOTOPOMPE

OPERE CIVILI

CONTROSOFFITTI/CANA-
LIZZAZIONI/TUBAZIONI

CARRIPONTE

PRESSE/CESOIE

TAVOLE VIBRANTI

TRASFORMATORI

TRASPORTO MATERIALE
FRAGILE

TRAMOGGIE/SETACCI

34 www.homberger.com
V. Guida alle applicazioni dei supporti ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

ELASTICITA ASSIALE GAMMA


PREDOMINANTE EQUIFREQUENZA MARINA

PHE090 PHE100 PHE170 PHE190 PHE250 PHE270 -

APPLICAZIONI

PAGINE p. 71 p. 73 p.82 p.85 p.96 p.109 p.121

ARMADI ELETTRICI

ASCENSORI

RIDUTTORI

FRANTOII

CABINE DI VEICOLI

CABINATURE

CLIMATIZZATORI
VENTILATORI

SOLETTE FLOTTANTI

GRUPPI ELETTROGENI

MACCHINE UTENSILI

APPARATI ELETTRONICI
IMBARCATI

APPARATI DA
LABORATORIO

MOTORI TERMICI

MOTOCOMPRESSORI

MOTOPOMPE

OPERE CIVILI

CONTROSOFFITTI/CANALIZZA-
ZIONI/TUBAZIONI

CARRIPONTE

PRESSE/CESOIE

TAVOLE VIBRANTI

TRASFORMATORI

TRASPORTO MATERIALE
FRAGILE

TRAMOGGIE/SETACCI

Utilizzo ammesso Utilizzo suggerito

www.homberger.com 35
Titolo

Antivibranti Elastomerici

Gamma Supporti Industria


www.homberger.com 37
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE010

Descrizione

• Armature: piastre cilindriche


• Gomma naturale vulcanizzata, forma cilindrica
• Fissaggio saldato: 5 possibilità ( dado solo su un lato, vite solo
su un lato, vite + dado, vite + vite, dado + dado)

Funzionamento

La concezione del supporto PHE010 gli conferisce le seguenti


proprietà fondamentali:

• Elasticità radiale più importante di quella assiale


• Funzionamento della gomma:
• a compressione (assiale)
• a taglio (radiale)
• a compressione-taglio in base al montaggio

Vantaggi

• Semplicità di montaggio
• Prodotto semplice ed economico
• Vasta gamma:
• 15 diametri dei supporti
• Svariate altezze per ogni diametro
• 5 modalità di fissaggio

Raccomandazioni

• Il funzionamento a taglio dei supporti si presta molto bene


all’isolamento vibratorio, purché le sollecitazioni, in questa
direzione, non siano molto importanti.

38 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

ØA
C
Fissaggio con perno filettato

ØA
C

B
G

G
B

Compressione Taglio*
ØA B G Carico Carico
C Codice
(mm) (mm) (mm) Maxi Freccia Maxi Freccia

* Le caratteristiche a taglio sono misurate sotto carico assiale.


(daN) (mm) (daN) (mm)

10 8 M3 6 10 1,6 1,25 0,9


Compressione
ØA B G
(mm) C Carico Maxi Freccia Codice 12 8 M3 6 12 1,2 1,5 0,75
(mm) (mm)
(daN) (mm)
10 12 2 1,5 1,5 521293HE
10 12 2 511110HE 12,5 15 M5 10 10 3 2,5 2 521128HE
13,5 11 2,5 511128HE 20 8 3,5 2,5 4 521295HE
12,5 M5 10
15 10 3 511115HE
20 8 3,5 511125HE 10 M4 10 20 1,5 2,5 1,5 521650HE
15 3 2 521651HE
10 2 511150HE 10 20 1,5 2,5 1,5 521292HE
M4 10 20 16
15 3 511151HE 15 20 3 2,5 2 521294HE
M5 12
10 20 2 511292HE 20 15 4 2,5 4 521296HE
15 20 3 511294HE 25 15 5 2 5 521298HE
16 M5 12
20 15 4 511296HE 8,5 40 0,6 5 1 521178HE
25 15 5 511298HE 15 35 3 5 2,5 521249HE
5 77 0,6 511206HE 20 20 M6 16,5 30 4,5 5 3,5 521297HE
M6 10 25 30 5,5 4,5 4,5 521299HE
8,5 40 1,5 51120011HE
30 25 7 4,5 4,5 521319HE
8,5 40 1,5 511200HE
20 15 35 4 511215HE 25 25 M6 18 40 3,5 9 3,5 521654HE
20 M6 16,5 30 5 511220HE
25 30 5,5 511225HE 10 80 1,5 8 1,5 521655HE
30 25 7 511230HE 15 60 2,5 8 2,5 521656HE
M6 18
20 50 2 8 4 521652HE
10 80 2 511158HE 30 50 7,5 8 6 521653HE
15 60 3,5 511155HE
M6 18 25,5 10 80 1,5 8 1,5 521340HE
20 50 5 511159HE
30 50 8 511160HE 15 60 2,5 8 2,5 521341HE
22 50 4 8 4 521251HE
M8 20
5 82 0,6 51126550HE 25 50 5,5 8 4,5 521342HE
10 M8 20 80 2 511265HE 30 50 7,5 8 6 521343HE
25,5 15 60 3,5 511270HE 40 50 10 6,5 6 521344HE
15 90 3 11 2,5 521308HE
15 M8 12 60 3,5 51127013HE 30 22 M8 25 80 5 11 4 521310HE
30 70 8 11 6 521312HE
10 80 2 511265HE 40 60 9 11 7,5 521314HE
15 60 3,5 511270HE
19 55 4,5 511251HE 30 150 6 20 5,5 521181HE
M8 20
22 M8 20 50 5,5 511275HE 40 120 10 20 7,5 521657HE
25 50 6 511280HE 20 160 4 20 3 521450HE
30 50 8 511285HE 28 150 6 20 5,5 521401HE
40 50 10 511290HE 40 35 M10 25 120 8 20 6,5 521452HE
40 120 10 20 7,5 521454HE
15 90 3,5 511308HE 45 120 11 20 9 521456HE
22 80 6 511310HE
30 M8 25 20 25 25 3 35 3,5 521583HE
30 70 8 511312HE
40 60 9 511314HE 25 25 25 6 25 4,5 521580HE
30 25 25 5 34 6 521584HE
M10
20 160 5 511411HE 35 25 25 8 25 7 521581HE
30 M8 20 120 7 511157HE 50 40 28 28 7 34 8,5 521585HE
40 120 10 511161HE 45 25 25 11 25 9 521582HE
20 160 5 511450HE 45 M10 15 190 11 25 9 52158215HE
25 150 6 511401HE 50 M10 24 160 9 34 11 521586HE
40 35 M10 25 120 8 511452HE
40 120 10 511454HE 25 400 5 30 4,5 521601HE
45 120 11 511456HE 60 36 M10 25 300 8 30 7 521603HE
45 250 11 30 9 521641HE
25 300 6 511525HE 35 450 35 6,5 521705HE
50 35 M10 25 250 9 511535HE 70 50 M10 25 350 35 11 521710HE
45 190 11 511545HE 70 300 35 15 521711HE
22 350 3 513601HE 25 37 600 4,5 80 5 521712HE
25 400 6 511625HE 75 40 M12 35 450 7 80 8,5 521713HE
60 M10 25
36 300 9 511635HE 55 37 380 10 80 12 521714HE
45 250 11 511645HE
35 450 9 511735HE 40 M12 28 600 9 40 7 521658HE
70 50 M10 25 350 12 511750HE 30 45 950 7 40 5 521803HE
70 300 14 511770HE 30 35 950 7 40 5 521840HE
80
75 25 M12 37 600 4,5 511751HE 40 M14 35 600 9 40 7 521841HE
70 35 500 17 40 15 521842HE
25 45 1100 6 513801HE 80 35 450 19 40 17 521843HE
30 35 950 8 511830HE
80 40 M14 35 600 10 511840HE 40 1100 8 60 7 521908HE
70 35 500 17 511870HE 100 55 M16 47 900 12 60 10 521909HE
80 35 450 19 511880HE 80 750 19 60 17 521910HE

www.homberger.com 39
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Fissaggio misto
ØA

G
B

H
C

Compressione Taglio*
ØA B G H Carico Freccia Carico Freccia
C Codice
(mm) (mm) (mm) (mm) Maxi Maxi
(daN) (mm) (daN) (mm)
10 1,5 1,5 520053HE
M4 10 2 20 2,5
15 3 2,5 520054HE
16 10 20 1,5 2,5 1,5 520010HE
15 20 3 2,5 2 520011HE
M5 12 3
20 15 4 2,5 4 520012HE
25 15 5 2 5 520013HE
15 35 2,5 5 2,5 520015HE
20 30 4,5 5 5 520016HE
20 M6 16.5 4
25 30 5,5 4,5 4,5 520017HE
30 25 7 4,5 4,5 520018HE
25 25 M6 18 6 40 3,5 9 5 520062HE
15 60 2,5 8 8,5 520052HE
20 M6 18 4 50 3,5 8 4 520055HE
30 50 7,5 8 6 520057HE
25,5 22 50 3,5 8 4 520021HE
25 50 5 8 4,5 520022HE
M8 20 6
30 50 7,5 8 6 520023HE
40 50 10 6 6 520024HE
15 90 3 11 2,5 520025HE
22 80 4,5 11 4 520026HE
30 M8 25 6
30 70 7,5 11 6 520027HE
40 60 9 11 7,5 520028HE
30 150 4,5 20 5,5 520056HE
M8 20 6
40 120 10 20 7,5 520058HE
20 160 4 20 3 520029HE
40 28 150 5 20 5,5 520030HE
35 M10 25 8 120 7,5 20 6,5 520031HE
40 120 10 20 7,5 520032HE
45 120 11 20 9 520033HE
45 M10 15 8 190 11 25 9 520036/15HE

20 28 300 3 35 9,8 520047HE


50 30 28 190 5 34 9,8 520048HE
35 M10 25 8 250 8 25 7 520035HE
40 28 170 7 34 8,5 520063HE
45 25 190 11 25 9 520036HE
36 300 8 30 7 520038HE
60 M10 25 8
45 250 10 30 9 520039HE
35 450 7,5 35 6,5 520040HE
70 50 M10 25 9 350 10 35 11 520041HE
70 300 14 35 15 520042HE
75 40 M12 35 8 450 7 80 8,5 520070HE
45 30 400 7 80 9 520071HE
75 55 M12 10
30 380 10 80 12 520072HE

40 M12 28 10 600 8 40 7 520059HE


80 40 600 8 40 7 520044HE
70 M14 35 12 500 17 40 15 520045HE
80 400 19 40 17 520046HE
1100 8 60 7 520100HE
40 520101HE
100 55 M16 47 14 900 12 60 10
750 12 60 17 520102HE
80 100 520103HE
600 23 60 20

40 www.homberger.com
VI- Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Fissaggio con fori maschiati

ØA

H
Compressione Taglio*
ØA B H Carico Freccia Carico Freccia
C Codice
(mm) (mm) (mm) Maxi Maxi
(daN) (mm) (daN) (mm)
10 M4 2,5 20 1,5 2,5 1,5 2 520550HE
15 20 3 2,5 520551HE
16 10 20 1,5 2,5 1,5 520500HE
15 20 3 2,5 2 520501HE
M5 3
20 15 4 2,5 4 520502HE
25 15 5 2 5 520503HE
15 35 2,5 5 2,5 520505HE
20 30 4,5 5 3,5 520506HE
20 M6 4
25 30 5,5 4,5 4,5 520507HE
30 25 7 4,5 4,5 520508HE
20 50 3 8 4 520554HE
M6 4
30 50 7,5 8 6 520555HE
25,5 22 50 3 8 4 520511HE
25 50 4,5 8 4,5 520512HE
M8 6
30 50 7,5 8 6 520513HE
40 50 10 6 6 520514HE
22 80 4 11 4 520516HE
30 30 M8 6 70 7,5 11 6 520517HE
40 60 9 11 7,5 520518HE
30 150 4,5 20 5,5 520552HE
M8 6
40 120 10 20 7,5 520553HE
40 28 150 4,5 20 5,5 520520HE
35 120 7 20 6,5 520521HE
M10 8
40 120 10 20 7,5 520522HE
45 120 11 20 9 520523HE
35 250 7 25 7 520525HE
50 M10 8
45 190 10 25 9 520526HE
35 190 5 34 6 520524HE
50 40 M10 10 170 7 34 8,5 520527HE
50 160 9 34 11 520533HE
36 300 7 30 7 520528HE
60 M10 8
45 250 9 30 9 520529HE
35 450 7 35 6,5 520530HE
70 50 M10 9 350 9 35 11 520531HE
70 300 14 35 15 520532HE
40 450 7 80 8,5 520558HE
75 M12 13
55 380 10 80 12 520557HE

40 M12 10 600 7 40 7,5 520556HE


80 40 600 7 40 7 520534HE
70 M14 12 500 17 40 15 520535HE
80 450 19 40 17 520536HE
1110 8 60 7 520541HE
40 900 12 60 10 520542HE
55 1100 8 180 10 520545HE
100 60 M16 14 600 10 140 12 520546HE
75 750 19 60 17 520543HE
80 100 600 23 60 20 520547HE

* Le caratteristiche a taglio sono misurate con carico applicato


assialmente(.?)

www.homberger.com 41
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Fissaggio con foro maschiato


ØA

H
B
I supporti con fori maschiati di Ø 16 sono muniti di dado RAPID.
Coppia di serraggio: 1.8 Nm.

Compressione
ØA B H Codice
C Carico Maxi Freccia
(mm) (mm) (mm)
(daN) (mm)
10 20 2 511152HE
16 M4 2,5
15 20 3 511153HE
20 15 M6 4 35 4 511154HE
15 60 3,5 511164HE
25,5 20 M6 4 55 5,5 511162HE
30 50 8 511163HE
30 22 M8 6 80 6 511156HE
28 7 110 5 511178HE
40 M8 15 100 7,5 511179HE
40
20 M10 343 3,4 511168HE
50 10 511180HE
30 190 5
40 M10 8 170 7 511181HE
25 400 6 511182HE
60 45 M10 8 250 11 511183HE
25 12 600 4,5 511184HE
75 40 M12 10 450 7 511185HE

P
G

F
PHE130
S
B

(cm2)
G

P
C

ØA

Compressione Taglio*
B G S
Ø A (mm) (mm) C Codice
(mm) (cm2) Carico Maxi Carico Maxi
Freccia (mm) Freccia (mm)
(daN) (daN)
12,5 14 M5 10 0,3 3 1,4 0,5 1,2 521300HE
20 19 M6 16,5 1,6 12 2,5 3 5 521201HE
40 28 M10 25 3,1 30 5 2,5 4,5 521403HE
57 44 M8 20 5 40 5 7 5 521571HE
57 44 M8 20 9,5 75 5 12 6 521572HE
60 60 M10 25 19,5 150 8 30 10 521602HE
80 70 M14 35 38,5 300 9,5 55 9,5 521801HE
95 76 M16 45 50 400 9,5 70 8 521951HE

42 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

P
C

G
F

B
(cm2)

D P

Compressione Taglio*
ØA B S H G D
C Codice
(mm) (mm) (cm2) (mm) (mm) (mm) Carico Maxi Carico Maxi
Freccia (mm) Freccia (mm)
(daN) (daN)

80 60 M14 38,5 15,5 3 30 250 5 70 8 521802HE

* Le caratteristiche a taglio sono misurate con carico applicato assialmente.


Esistono anche le varianti con due fori maschiaticon centraggi Ø 30 mm profondità 3 mm

Montaggio

Compressione/Taglio Taglio

Sui fori di fissaggio prevedere uno smusso d’entrata di altezza pari al passo dell’asse filettato.
Es.: 521401HE: M10 x 150 smusso = 1.5 mm
Compressione
521951HE: M16 x 200 smusso = 2 mm

www.homberger.com 43
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

FINECORSA

Finecorsa Finecorsa conico Finecorsa progressivo Finecorsa


cilindrico PHE140 PHE150 PHE160
PHE010
PHE130

Descrizione Vantaggi

Esistono finecorsa di diverso tipo: • Rispetto a quelli rigidi, i finecorsa elastici sono silenziosi e
• Finecorsa cilindrico PHE010 e PHE130 evitano il deterioramento del materiale
• Finecorsa conico PHE140
• Finecorsa progressivo PHE150 con parte centrale cava Raccomandazioni
• Finecorsa PHE160
• Il montaggio deve essere tale, che al momento dell’impatto,
Funzionamento l’asse del paracolpo sia perpendicolare alla superficie del
contatto
La concezione dei finecorsa elastici gli conferisce le seguenti
proprietà fondamentali: • Al momento dello shock, il diametro esterno del paracolpo
•Deformazioni importanti che permettono un grande aumenta, prevedere lo spazio necessario durante il montaggio
assorbimento di energia
•Un assorbimento progressivo dell’energia grazie alla forma
della gomma.

44 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche tecniche e dimensionali

Fig. 1 Fig. 2
ØA
C ØA FINECORSA CILINDRICI
C
G

Carico Freccia Energia


ØA B C G (mm) Fig. H (mm) max Codice

H
(mm) (mm) (daN) (mm) (Joule)
10 80 2 0,80 511265HE
B

15 60 3,5 1,00 511270HE


19 55 4,5 1,20 511251HE
25,5 22 M8 20 1 - 50 5,5 1,30 511275HE
25 50 6 1,50 511280HE
30 50 8 2,00 511285HE
ØA B G H Carico
max Freccia Energia
C (mm) Fig. (mm) (daN) Codice 40 50 10 2,50 511290HE
(mm) (mm) (mm) (Joule)
22 M8 - 2 6 80 6 2,40 511156HE
10 12 2 0,12 511110HE
15 90 3,5 1,50 511308HE
12,5 13,5 11 2,5 0,13 511128HE 30 22 80 6 2,40 511310HE
M5 10 1 - M8 25 1 -
15 10 3 0,16 511115HE 30 70 8 2,80 511312HE
20 8 3,5 0,14 511125HE 40 60 9 2,70 511314HE
10 10 1 - 2 0,20 511150HE
10 30 120 7 4,60 511157HE
15 1 - 3 0,30 511151HE M8 20 1 -
M4 - 20 40 120 10 6,00 511161HE
10 2 2,5 2 0,20 511152HE
- 20 160 5 4,00 511450HE
15 - 2 2,5 3 0,30 511153HE 40 25 150 6 4,50 511401HE
16
10 20 2 0,20 511292HE 35 M10 25 1 - 120 8 4,80 511452HE
15 20 3 0,30 511294HE 40 120 10 6,00 511454HE
M5 12 1 - 45 120 11 6,60 511456HE
20 15 4 0,30 511296HE
25 15 5 0,30 511298HE 25 300 6 9,00 511525HE
15 M6 - 2 4 35 4 0,70 511154HE 50 35 M10 25 1 - 250 9 11,20 511535HE
8,5 40 1,5 0,30 511200HE 45 190 11 10,00 511545HE
15 35 4 0,70 511215HE 25 400 6 12,00 511625HE
20 20 - 30 5 0,70 511220HE
M6 16,5 1 60 36 M10 25 1 - 300 9 13,50 511635HE
25 30 5,5 0,80 511225HE 45 250 11 13,70 511645HE
30 25 7 0,80 511230HE 35 450 9 20,00 511735HE
10 18 1 - 80 2 0,80 511158HE 70 50 M10 25 1 - 350 12 21,00 511750HE
15 18 1 - 60 3,5 1,00 511155HE 70 300 14 21,00 511770HE
20 18 1 - 50 5 1,20 511159HE 25 45 1100 6 33,00 513801HE
25,5 30 M6 18 1 - 50 8 2,00 511160HE 30 35 950 8 38,00 511830HE
15 - 2 4 60 3,5 1,00 511164HE 80 40 M14 35 1 - 600 10 30,00 511840HE
20 - 2 4 55 5,5 1,20 511162HE 70 35 500 17 42,50 511870HE
30 - 2 4 50 8 2,00 511163HE 80 35 450 19 43,00 511880HE

Shock ripetuti Shock


ØA B G Peso
Codice C Energia Freccia Reazione eccezionali
FINECORSA PHE140 (mm) (mm) (mm)
(Joule) (mm) (daN) Energia (joule) (gr)
512251HE 25,5 19 M8 20 3 8 100 9 20
A
512307HE 30 30 M8 25 6 15 140 18 37
C 512301HE 30 30 M6 13,5 6 15 140 18 30
512515HE 50 50 M10 25 30 25 340 90 85
G

512501HE 50 50 M8 20 30 25 340 90 75
512516HE 50 64 M10 25 40 32 370 120 150
512502HE 50 64 M8 35 40 32 370 120 150
512517HE 50 58 M10 25 37 28 400 110 130
B

512503HE 50 58 M8 15 37 28 400 110 120


512608HE 60 40 M10 25 27 18 550 70 140
512601HE 60 40 M14 62 27 18 550 70 200
512700HE 72 58 M10 25 50 26 550 150 290
512721HE 72 58 M12 30 50 26 550 150 300
512951HE 95 80 M16 45 120 37 1 100 350 750
FINECORSA PHE130
C
G

ØA B G Carico Freccia Carico Freccia Energia Peso


Codice S (cm2) C dinamico (mm) statico
(mm) (mm) (mm) (mm) (joules) (gr)
maxi (daN) maxi (daN)

511571HE 5 57 42 M8 20 100 10 40 4 1 60
S (cm2)
B

511572HE 9,5 57 42 M8 20 200 12 75 5,5 2 80


511601HE 19,5 60 57 M10 25 350 15 150 8 6 190
511801HE 38,5 80 65 M14 30 800 16 300 9,5 15 500
ØA 511951HE 50 95 70 M16 35 1 000 18 400 9,5 20 790

www.homberger.com 45
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

ØG

FINECORSA PROGRESSIVI PHE150

A B D H Peso
Codice Ø C (mm) Ø E (mm) Ø G (mm) (mm)

B
(mm) (mm) (mm) (gr)

514085HE 85 85 8,5 69 8,5 20 5 600

H
514110HE 110 110 12,5 90 8,5 30 6 1 200
514130HE 130 130 19 106 11 40 6 2 000
514160HE 160 160 23 132 11 45 8 3 000 ØC
514200HE 200 200 28 168 13 60 10 7 000
D
ØE
Shock ripetuti
Shock eccezionali Codice
Energia Reazione Energia (Joule) durezza
Freccia corrispondente (mm)
(Joule) (daN)

D
170 40 1 200 500 514085HE/60HE
280 40 1 700 850 514085HE/75HE
330 50 1 800 1 000 514110HE/60HE
550 50 3 400 1 500 514110HE/75HE
600 65 2 800 1 800 514130HE/60HE
650 60 3 000 1 900 514130HE/75HE
1 050 75 4 500 3 000 514160HE/60HE A
1 200 90 4 000 3 600 514200HE/60HE
1 300 70 6 000 3 900 514160HE/75HE
2 200 85 7 800 6 600 514200HE/75HE
C C

FINECORSA PHE160
Shock ripetuti Shock
Freccia eccezionali Codice
Energia Reazione Energia durezza
corrispondente
(Joule) (daN) (Joule)
B

(mm)

B
31 30 190 95 810644HE
100 50 580 300 810645HE
110 45 600 330 810666HE
180 67 750 540 810642HE ØC2 ØC2
350 75 1 250 1 050 810653HE
360 65 1 400 1 100 810655HE ØA ØA
400 85 1 500 1 200 810669HE
300 70 900 - 810784HE Fig. 1 Fig. 2
600 75 1 625 - 810775HE
1 050 90 2 375 - 810776HE
2 500 90 5 500 - 810733HE/60HE
7 100 150 11 000 - 810732HE/60HE
9 500 200 9 500 - 810731HE/60HE
13 000 130 18 000 - 810732HE/75HE
17 500 175 19 000 - 810731HE/75HE
21 000 200 25 000 - 810735HE/60HE
29 000 250 35 000 - 810734HE/60HE
41 000 200 70 000 - 810735HE/75HE
50 000 250 55 000 - 810734HE/75HE

Codice Codice PHE030 tutto Ø A (mm) Ø C1 (mm) Ø C2 (mm) Ø D (mm) Ø A sotto carico
Fig. B (mm) C
paracolpo gomma (mm)
Fig. 3
810642HE 1 810022HE 85 120 M16 20 30 - 114
810644HE 1 810004HE 55 55 M10 14 14 - 72
810645HE 2 810035HE 66 93 M16 20 14 - 100
810653HE 1 810023HE 100 130 M16 20 30 - 140
810655HE 1 810025HE 110 132 M16 20 30 - 142
810666HE 2 810046HE 76 90 M16 20 14 - 98
810669HE 2 810029HE 110 150 M16 20 30 - 155
810731HE 3 - 250 400 6 x M24 70 70 150 360
810732HE 3 - 250 315 6 x M24 70 70 150 380
810733HE 3 - 250 230 6 x M24 70 70 150 370
810734HE 3 - 350 500 8 x M24 85 85 196 445
810735HE 3 - 350 395 8 x M24 85 85 196 500
810775HE 1 810015HE 155 150 M16 25 30 - 202
810776HE 1 810016HE 188 180 M24 40 40 - 256
810784HE 1 810014HE 125 140 M16 30 25 - 168
NOTA: i valori indicati sono dati per condizioni di prova corrispondenti ad una velocità d’impatto di 1 m/s.

46 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

CURVE DI FLESSIONE E VALORI D’ENERGIA DEI FINECORSA PROGRESSIVI, PHE150 E PHE160

HE
HE
HE

HE
HE

HE
HE
HE
HE

HE

HE
HE

HE
HE

HE
HE
HE
HE

www.homberger.com 47
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMETRICI

HE
HE
HE HE
HE

HE
HE HE
HE HE

HE
HE
HE

HE

HE

48 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE020

Frequenze proprie:

• Assiale 7 Hz
• Radiale da 3 a 5.5 Hz

Vantaggi

• Attenuazione della vibrazione superiore al 90% a 1500 rpm (25 Hz)


• Gamma dalle elevate prestazioni ed omogenea
• Caratteristiche stabilizzate
• Semplicità di montaggio
• Anticorrosione: resistenza alla nebbia salina*: 500 ore
• Estetica

* Dopo il montaggio seguendo le istruzioni del catalogo

Formula SILTECH ®
• Bassa rigidificazione dinamica
• Scorrimento ridotto

Modellizzazione ad elementi finiti

Applicazioni

Isolamento antivibratorio per apparati fissi:


• macchine rotanti quali motoventilatori, climatizzatori,
motopompe, motocompressori, gruppi elettrogeni
• canalizzazioni, soffitti, trasformatori, armadi elettrici …

www.homberger.com 49
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

Fig. 1 ØA

ØI
C

N
B

E G
J

Fig. 2
ØA G

H
E
ØI
PH
E0
C 20
N

D
B

F
J

Carico Dimensioni (mm)


Modello Codice Nominale Fig.
CN (daN) ØA B* C D E F G H ØI J N

PHE020 4 533701HE 4
7 533702HE 7 1 40 40 M6 52 6,2 64 6,2 44 12 2,5 6
12 533703HE 12

PHE020 20 533704HE 20
30 533705HE 30 2 60 40 M6 76 6,2 90 8,2 64 32 2,5 6
50 533706HE 50

PHE020 70 533707HE 70
100 533708HE 100 2 80 40 M8 100 8,2 122 12,2 84 48 2,5 12
130 533709HE 130

PHE020 160 533710HE 160


200 533711HE 200 2 100 40 M10 124 10,2 152 16,2 104 68 3 10
260 533712HE 260

PHE020 325 533713HE 325


400 533714HE 400 2 150 40 M12 182 12,2 214 20,2 154 116 4,5 10
500 533715HE 500

PHE020 640 533716HE 640


820 533717HE 820 2 200 40 M16 240 14,2 280 24,2 204 159 5,5 20
1050 533718HE 1050
1350 533719HE 1350

* altezza, a riposo 40 mm, sotto carico 32 mm (vedere capitolo caratteristiche tecniche)


CN: Carico statico nominale in compressione nella direzione assiale del supporto

50 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche tecniche

Le caratteristiche d’attenuazione della vibrazione e dell’altezza


sotto carico nominale, sono valori stabilizzati dopo un mese Caratteristiche comuni:
sotto carico a 20° C. • Frequenza propria assiale 7Hz, sotto carico nominale
• Frequenza propria radiale da 3 a 5.5 Hz
• Deflessione massima:
• assiale: 12 mm
• radiale: ±10mm

Coefficiente d’attenuazione delle vibrazioni stabilizzata


Velocità di rotazione (rpm)
900 1500 2100 2700 3300 3900 4500 5100 5700
100
Attenuazione vibratoria
Coefficiente d’attenuazione (%)

90 20

Attenuazione (dB)
CR
=1
80 CN 14
CR
= 0,8
CN
CR
= 0,9
CN
70 10
CR
= 0,7
CN

60 8

50 6 CR carico reale
= Rapporto
10 20 30 40 50 60 70 80 90 100 CN carico nominale

Frequenza di sollecitazione (Hz)

Altezza stabilizzata in funzione del carico


Altezza sotto carico
Altezza sotto carico (mm)

CR/CN

Tenuta in temperatura - Temperatura di utilizzo: da -20° C a +70°C

Altre caratteristiche
• Buon comportamento dinamico alle alte frequenze
• Tenuta a fatica e agli shock
• Scorrimento ridotto

www.homberger.com 51
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Montaggio

Montaggio classico

1. Base macchina sospesa dimensione > Ø M*


(vedere tabella “Caratteristiche di montaggio”)

2. Struttura fissa (suolo) dimensione > lunghezza del supporto F*


* per ripartizione dei carichi e tenuta alla corrosione

3. Vite Ø C**

4. Vite HM Ø K con rondella fra testa della vite e PHE020 **

5. Vite ≥ K con rondella fra dado e PHE020 **


** viteria qualità 4.6 minimo

Coppia di serraggio raccomandata

Diametro K (mm) M6 M8 M10 M12


Coppia N.m 2 5 12 20

Nota: non verniciare i supporti dopo il montaggio

Altro Montaggio
Rondella di protezione
(opzione - vedere tabella)

Ø L maxi

Fig. 2

Caratteristiche di montaggio e codici rondelle di protezione. (non fornite)

Codice Dimensioni (mm)


PHE020 K Fig. 1 L maxi Fig. 2 M mini Fig. 1

533701HE, 533702HE, 533703HE M5 27 14


533704HE, 533705HE, 533706HE M5 40 34
533707HE, 533708HE, 533709HE M6 46 50
533710HE, 533711HE, 533712HE M8 47 70
533713HE, 533714HE, 533715HE M10 99 118
533716HE, 533717HE, 533718HE M12 127 162
533719HE

52 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE030

(1) Frequenza propria: da 2.5 a 7 Hz

Descrizione

Il PHE030 e’ un supporto in gomma. Schematicamente può essere assimilato a due membrane coniche spesse con asse comune,
unite alla base in modo da costituire una ghiera elastica.
Esistono tre forme:
• PHE030 tutto in gomma
• PHE030 con fissaggio vulcanizzato
• PHE030 con fissaggio montato su piastra di base ovale o quadrata (kit fornito separatamente)

Funzionamento

La concezione del supporto gli conferisce le seguenti proprietà fondamentali:


• Grande elasticità assiale
• Frequenza propria molto bassa (qualche Hz)
• Effetto finecorsa progressivo in caso di shock o di sovraccarichi accidentali

Vantaggi

• Poiché la caratteristica ha un punto di inflessione, si può definire una soluzione che abbia una sottotangente superiore alla freccia
statica.
• L’elastomero utilizzato presenta uno smorzamento intrinseco con una capacità di assorbimento di energia che costituisce un
vantaggio non trascurabile rispetto ad una molla metallica

Raccomandazioni

• La ricerca di una frequenza propria bassa (freccia importante) non deve andare a scapito della stabilità della sospensione (altezza
dei supporti)
• In certi casi (utilizzazione a pieno carico) e’ consigliabile prevedere dei finecorsa later

1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 53
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

ØA ØC1
ØA
ØC1 C

B
B

B
P P
Ø C2 Ø C3 Ø C2

ØW 3xØT ØW T

Fig. 1 Fig. 2 Fig. 3

Codice PHE030
ØA B Ø C1 Ø C2 Ø C3 ØW P
C T
(mm) (mm) Tutto gomma Fig. Con fissaggi Fig. (mm) (mm) (mm) (mm) (mm)

34 25 810002HE 1 - - - 8 8 - - - -
40 55 810003HE 1 - - - 14 14 - - - -
50 70 810005HE 1 - - - 14 14 - - - -
60 40 - - 810780HE 2 M10 - 25 25 40 M6 6
85 70 810006HE 1 810766HE 2 M16 20 30 30 60 M8 8
95 90 810008HE 1 810768HE 2 M16 20 30 30 60 M8 8
108 90 810009HE 1 810769HE 2 M16 20 30 34 70 M10 10
120 110 810012HE 1 - - - 20 30 - - - -
140 120 810013HE 1 810773HE 2 M16 25 40 35 70 M10 10
125 140 810014HE 1 810784HE 2 M16 25 30 25 70 M10 10
140 90 810019HE 1 810779HE 2 M16 28 12 28 70 M10 10
140 56 810020HE 1 810770HE 2 M16 30 30 30 70 M10 10
155 150 810015HE 1 810775HE 2 M16 25 30 30 90 M14 14
188 180 810016HE 1 810776HE 2 M24 40 40 40 90 M14 14
250 230 - - 810733HE 3 - 70 70 - 150 6 X M24 40
350 290 - - 810736HE 3 - 85 85 - 196 8 X M24 40

Piastra di fissaggio inferiore


E

F
D
G

ØE
F D D
H

Fig. a Fig. b

Codice PHE030 Codice kit di montaggio Fig. D (mm) E (mm) F (mm) G (mm) H (mm)
810780HE 337566HE a 98/102 8,2 117 65 5
810766HE 337567HE a 124/128 10,2 158 110 5
810768HE 337567HE a 124/128 10,2 158 110 5
810769HE 337568HE a 178/182 10,2 214 150 6
810773HE 337568HE a 178/182 10,2 214 150 6
810784HE 337568HE a 178/182 10,2 214 150 6
810779HE 337568HE a 178/182 10,2 214 150 6
810770HE 337568HE a 178/182 10,2 214 150 6
810775HE 337569HE b 170 10,5 200 - 8
810776HE 337569HE b 170 10,5 200 - 8

54 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche tecniche

Gamma Freccia sotto Ø A mm sotto Freccia sotto Ø A mm


Altezza B Gamma
d’utilizzo carico max carico Codici carico max sotto carico Altezza B (mm) Codici
(mm) d’utilizzo (daN)
(daN) (mm) nominale (mm) nominale

5-15 5 40 25 810002HE 26 170 140


200-800 200-
10-40 11 50 55 810003HE 16 175 90 810784HE 810779HE
800 200-800
20-80 14 63 80 810005HE 10 166 56 810770HE 810775HE
325-1300
15-60 10 80 40 810780HE 30 175 150 810776HE
500-2000
25-100 15 105 70 810766HE 35 240 180 810733HEΔ60
1250-5000
35-150 18 124 90 810768HE 50 345 230 810733HEΔ75
2000-8000
100-400 20 136 90 810769HE 50 345 230 810736HEΔ60
2250-9000
100-390 23 134 110 810012HE 60 500 290 810736HEΔ75
3500-14000
150-600 24 175 120 810773HE 60 500 290

CURVE CARICO/FRECCIA IN COMPRESSIONE ASSIALE

HE

HE
HE
HE

HE
HE

HE
HE

HE
HE
HE
HE
HE

HE HE

HE

HE

HE
HE

HE

E
H

E
H

HE

HE

HE
HE
HE
HE

www.homberger.com 55
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE450

Frequenza propria assiale: 8 Hz (1)

Descrizione

Il supporto PHE040 è caratterizzato da:


• Una piastra di base con due fori di fi ssaggio oblunghi
• Una coppella di protezione dell’elastomero e di ripartizione del carico
• Una protezione anti-shock e anti-rimbalzo a rigidezza progressiva

Funzionamento

Il design del supporto gli conferisce le seguenti proprietà di base:


• Rigidezze differenziate nei tre assi: verticale, longitudinale e trasversale
• Funzionamento dell’elastomero in compressione ed a taglio
• Possibilità di aggiustamento della posizione grazie ai fori oblunghi
• Notevole elasticità assiale

Vantaggi

• Posa diretta del macchinario con i suoi supporti, sul suolo o sullo chassis
• Installazione rapida dei supporti
• Gomma protetto contro gli agenti aggressivi
• Gamma: 3 durezze di gomma per 3 modelli, il che permette la scelta della miglior soluzione in funzione del carico e della frequenza
perturbatrice

Raccomandazione

• Il supporto deve essere montato in modo tale che sia l’asse longitudinale a riprendere il carico radiale massimo

Applicazioni

Applicazioni navali, sospensione di motori, trasporti, macchinari imbarcati. Può essere utilizzato anche per installazioni
statiche: gruppi elettrogeni, pompe, ventilatori…

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

56 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

Direzione della spinta

Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 57
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE050

Frequenza propria: 5 – 13 Hz (1)

Descrizione Funzionamento

Il supporto PHE050 e’ costituito da una o più strati di elastomero La concezione del supporto PHE050 gli conferisce le seguenti
posti fra delle armature metalliche piane e parallele. proprietà fondamentali:
Questi supporti possono essere cilindrici o a forma di • Spessore limitato
parallelepipedo. Sono concepiti per supportare dei forti carichi • Grande superficie d’appoggio
in compressione. Le loro caratteristiche meccaniche sono • PossibilItà di sovrapporre più supporti
variabili e sono determinate essenzialmente dalla durezza • Movimenti in tutte le direzioni dell’insieme sospeso
dell’elastomero e dal numero delle piastre metalliche interposte. • Rapporto fra le rigidezze assiale e radiale elevato
• Forte carico assiale
I tassi di sollecitazione in compressione variano da 20 a 100 bars.

Le armature sono in genere trattate per resistere alla corrosione

L’elastomero e’ un policloroprene caratterizzato da una buona


tenuta agli agenti atmosferici

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle
gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

58 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Montaggio
A H

D H
A

=
ØC
L

B
L
=

M h

Fig. A Fig. B

Caratteristiche tecniche

Supporti con fissaggi (Fig. A)

Codici senza Codici con A B D E H h Numero fori x Ø C L M Pesi


piastre piastre (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (kg)
intermedie intermedie

539608HE 539607HE 182 142 255 170 49 40 6x9 58 235 5


539612HE 539933HE 372 252 460 300 61 50 6 x 13 100 430 18
539613HE - 702 252 805 300 61 50 6 x 17 95 765 35
- 539267HE 160 110 230 110 58 44 4 x 15 35 202 5
539821HE - 283 140 380 140 76 60 6 x 18 50 340 9,5

Gamma Freccia sotto Gamma Freccia sotto


d’utilizzo carico maxi Codice Durezza d’utilizzo carico max Codice Durezza
(daN) (mm) (daN) (mm)

1000-4000 8 539821HE 50 5000-20000 6 539612HE 45


1250-5000 7 539608HE 60
7500-30000 7 539612HE 60
2500-10000 6 539607HE 45
11250-45000 5 539613HE 60
6250-25000 3,5 539267HE 70
3750-15000 5 539607HE 60 15000-60000 4 539933HE 60

Supporti senza fissaggio (Fig. B)

Codice A (=D) (mm) B (=E) (mm) H (mm) Carico statico maxi (daN)

539832HE 200 165 38 95 000


539823HE 220 220 270 150 000
539833HE 240 200 38 145 000
539992HE 250 250 140 200 000
539820HE 400 300 78 380 000
539835HE 405 255 61 310 000
539537HE 500 500 66,5 870 000
539890HE 510 410 82 700 000
539939HE 600 500 125 1 000 000
539520HE 650 650 152 1 500 000
539924HE 702 252 50 450 000
539903HE 800 250 190 480 000
539701HE 750 750 300 2 000 000
519821HE 200 190 60 115 000
519822HE 260 230 60 185 000
519823HE 280 180 60 143 000

www.homberger.com 59
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Supporti cilindrici
H

ØA
Configurazione non contrattuale. Vogliate contattarci.

Codice Ø A (mm) H (mm) Carico statico nominale (daN)

539904HE 115 54 1 500


544051HE 150 110 12 000
539796HE 200 94,5 18 000
539983HE 200 90 5 000
539539HE 275 275 5 000
539938HE 320 19 100 000
539937HE 350 105 110 000
539900HE 400 117 150 000
544078HE 600 167 300 000
544079HE 600 285 433 000
544080HE 860 300 650 000

Sono disponibili diverse interfacce di fissaggio. Vogliate contattarci.

Supporti a predominanza radiale

ØC h
B

A H

Configurazione non contrattuale. Vogliate contattarci.

ØC Taglio
Codice A (mm) h (mm) B (mm) H (mm) Compressione (daN)
(mm) (mm) (daN)
534646HE 150 62 120 70 12,5 20 200 1 500
534647HE 150 62 120 70 12,5 20 150 1 000
534455HE 232 74 190 86 16,5 25 500 2 000
534456HE 232 74 190 86 16,5 25 625 3 500
539898HE* 180 88 146 100 13 10 400 3 000
539917HE* 180 66 146 76 13 10 250 1 500
539940HE 300 x 480 318 430 x 219 350 18 70 4 500 13 000
539806HE 360 x 200 100 330 x 170 120 18 30 1 200 3 000
544051HE* 240 x 160 100 190 x 110 110 17 50 1 800 10 000

* pezzo multistrato Sono disponibili diverse interfacce di fissaggio. Vogliate contattarci.

60 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE060

Frequenza propria: 6 – 11 Hz (1)

Descrizione Vantaggi

Il supporto PHE060 e’ costituito da un anello in gomma • Posa diretta dell’apparato, con i suoi supporti, a terra
vulcanizzato a 2 armature metalliche di forma tronco-conica • Rapidità di posizionamento dei supporti
• Armatura interna con foro maschiato • Spostamento facile dell’insieme sospeso
• Armatura esterna con base quadrata (4 fori) o base losanga (2 fori) • Protezione della gomma contro gli agenti aggressivi
• Gomma naturale vulcanizzata, cuscinetto antiscivolo • Gamma estesa: tre durezze della gomma per i 5 modelli
• Coppella di protezione della gomma e di ripartizione dei carichi esistenti permettono la scelta ottimale del supporto in funzione
del carico e della frequenza perturbatrice
Funzionamento • Possibile utilizzo di una rondella anti-rimbalzo

La concezione del supporto PHE060 gli conferisce le seguenti Raccomandazioni


proprietà fondamentali:
• Un’elasticità assiale da due a tre volte superiore a quella radiale • Per non danneggiare la sospensione dell’apparato, occorre far
• La gomma lavora contemporaneamente a taglio e a compressione attenzione a che tutti i collegamenti con l’esterno siano elastici.
• Comportamento da fine corsa progressivo nei casi di shock o • I supporti PHE060 dovranno essere montati in modo tale che il
sovraccarichi accidentali loro asse sia parallelo alla direzione della vibrazione principale.
• Effetto antiderapante (posa diretta a terra)

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle
gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 61
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

Sezione XX’ Sezione XX’

ØA ØA
C C

B
B
ØE ØE
J

J
F

F
X X’ X

D X’
PHE060 - base losanga PHE060 - base quadra

Modello Codice Durezza Ø A (mm) B (mm) C D (mm) E (mm) F (mm) J (mm) Peso (gr)

530603HE 45.60.75 69 41 M12 98 9 114 6 250


Base losanga 530613HE 45.60.75 84 51 M12 115 11 137 7 450

530622HE 45.60.75 100 52 M12 90 11 114 7 1000


Base quadra 530642HE 45.60 133 69 M16 114 13 144 9 2300
530652HE* 45.60.75 133 69 M16 114 13 144 9 2700

* antivibrante marchiato con lettera R (rinforzato)

Caratteristiche tecniche

Gamma d’utilizzo Freccia sotto carico Gamma d’utilizzo Freccia sotto carico
Codice Durezza Codice Durezza
(daN) maxi (mm) (daN) maxi (mm)

10 - 42 3,5 530603HE 45 65 - 275 4,5 530622HE 60

15 - 60 3 530603HE 60 95 - 380 3,5 530622HE 75

20 - 93 3,5 530613HE 45 110 - 450 8 530642HE 45

30 - 125 4 530603HE 75 175 - 700 8 530642HE 60

40 - 165 3,5 530613HE 60 250 - 1000 8 530652HE 45

50 - 210 5 530622HE 45 325 - 1300 8 530652HE 60

65 - 260 3 530613HE 75 450 - 1800 8 530652HE 75

62 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

CURVE CARICO/FRECCIA IN COMPRESSIONE ASSIALE

HE E
HE

H H
E

HE HE
HE HE

HE
HE HE
HE

E
H H

HEHE
HE
HE

HEHE
HE HE
HE HE

HE
HE

HE
HE

Montaggio
Montaggio classico

Montaggio con rondelle anti-rimbalzo (non di finitura)

La rondella anti-rimbalzo (non fornita) viene fissata alla parte inferiore


dell’armatura interna. In questo caso, non dimenticare di prevedere
una zeppa. Spessore previsto per la zeppa:

530603HE h : 2 mm
530613HE h : 4 mm
h

530622HE h : 7 mm
530642HE h : 14 mm
530652HE h : 14 mm
Tutti i supporti sono identificati con dei segni convenzionali, sia con un punto di vernice, sia con dei numeri indicanti la durezza:
grigio = durezza 45, verde = durezza 60, blu = durezza 75

www.homberger.com 63
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE070

Frequenza propria: 25 – 35 Hz (1)

Descrizione

Il supporto PHE070 e’ costituito da un anello in gomma vulcanizzata a due armature metalliche di forma tronconica.
• Armature interne con foro maschiato
• Armature esterne con base quadrata (4 fori)

Funzionamento

La concezione del supporto PHE060 gli conferisce le seguenti proprietà fondamentali:


• Il rapporto fra la rigidezza radiale e quella assiale degli elementi e’ di circa 1:1, il che da al supporto un’eccellente stabilità.

Vantaggi

• Quattro modelli, capacità di carico da 10 a 1.000 daN


• Supporto a iso-rigidezza in assiale e in radiale
• Montaggio e efficacia multidirezionale. I supporti possono essere sollecitati in compressione, trazione e taglio.
• Cloroprene resistente agli olii.
• Rapidità di posizionamento dei supporti.

Applicazioni

Motori, pompe, aria condizionata, ventilatori, trasformatori. Il PHE070 può essere adatto anche per la sospensione su veicoli e
anche per i fissaggi a parete e a soffitto.

1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

64 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

ØC

ØD
I
H G
A
B

ØE
T

Codice 530906HE

A B ØC ØD G H I T Peso
Codice ØE
(mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (kg)

530906 11HE/14HE 49,5 60 58 5,2 M6 20 28 18 1,6 0,2

530906 21HE/26HE 63,5 75 76 6,4 M10 30 38 25 2,3 0,4

530906 31HE/34HE 143 175 168 13,5 M16 65 90 59 4,7 4,5

530906 41HE/44HE 108 133 124 11,9 M16 19 63 38 4 1,8

C4000

Caratteristiche tecniche

Carico statico maxi (daN)


Codice
Applicazione mobile Applicazione statica
530906 11HE 6,5 13
530906 12HE 14 28
530906 13HE 26 52
530906 14HE 45 90
530906 21HE 13 26
530906 22HE 24 48
530906 23HE 34 68
530906 24HE 60 120
530906 25HE 72 144
530906 26HE 92 184
530906 41HE 70 140
530906 42HE 118 236
530906 43HE 160 320
530906 44HE 250 500
530906 31HE 90 180
530906 32HE 125 250
530906 33HE 165 330
530906 34HE 330 660

www.homberger.com 65
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

CURVE CARICO/FRECCIA IN COMPRESSIONE ASSIALE

66 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE080

Frequenza propria: 6 – 30 Hz (1)

Descrizione

Il PHE080 e’ costituito da un anello in gomma vulcanizzato su due armature concentriche.


L’armatura esterna e’ un cilindro con collare (4 forme diverse).

Funzionamento

La concezione del PHE080 gli conferisce le seguenti proprietà fondamentali:


• Un’elasticità assiale quattro volte più importante di quella radiale
• Funzionamento della gomma a taglio
• Comportamento da fine corsa progressivo nei casi di shock o sovraccarichi accidentali, a condizione di utilizzare una rondella
metallica di tallonamento che copra la calotta in gomma (vedere montaggio)
• Permette di realizzare montaggi in sicurezza

Vantaggi

• Gamma estesa: 3 durezze di gomma per i 20 modelli esistenti permettono la scelta ottimale del supporto in funzione del carico e
della frequenza perturbatrice.

Raccomandazioni

• Per non danneggiare la sospensione del macchinario occorre far attenzione che tutti i supporti siano appoggiati a terra.
• I PHE080 devono essere montati in modo tale che il loro asse sia parallelo alla direzione della vibrazione principale.

1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 67
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

F F

H
H
H

B
B
B

J
J
G

J
G

ØC ØC
ØC ØC ØA
ØA
ØA ØA

F K
K D

K
K
F

E
ØE ØE D

Fig. a Fig. b Fig. c Fig. d

Codice
Modello ØA B ØC D E F G H J K Peso
(mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (gr)
Con fissaggio Senza foro fissaggio

PHE080 531201HE Fig.c – – 20 11 6,2 19 3,2 25 3 7 1 4 8

PHE080 531301HE Fig. c – – 26 28 8 26 5,2 36 12,5 11,5 1,5 12 40

PHE080 – – 531401HE Fig. a 37,5 40 12,1 – – 48 18 18 2 8 110

PHE080 – – 531402HE Fig. a 37,5 51 12,1 – – 48 24 18 2 8 130

PHE080 531216HE Fig. d – – 49,1 47 12,2 69 8,2 72 20 18 2 12 190

PHE080 531611HE Fig.d – – 49,1 60 12,2 69 8,2 72 31 18 2 12 290

PHE080 – – 531701HE Fig. a 55,7 55 18,2 – – 70 27 19 3 10 370

PHE080 – – 531702HE Fig. a 55,7 70 18,2 – – 70 39 19 3 18 480

PHE080 531240HE Fig. d – – 57,2 70 18,2 86 10,5 90 39 19 3 18 500

PHE080 531259HE Fig. b – – 65 75 20,2 78 8,5 90 29 28 3 18 560

PHE080 531261HE Fig. d – – 66,5 93 20,2 95 8,5 107 47 28 3 18 780

PHE080 531714HE Fig. d – – 76 90 22,2 100 8,5 112 42 28 3 18 880

PHE080 531327HE Fig. d – – 76 110 22,2 100 8,5 112 49 28,5 3 18 960

PHE080 – – 531902HE Fig. a 74 110 22,2 – – 100 49 28 3 18 960

PHE080 531939HE Fig. d – – 87,5 100 40,2 114 8,5 127 47 33 3 20 1300

PHE080 531947HE Fig. b – – 86 120 40,2 104 10,5 120 63 33 4 22 1500

PHE080 531933HE Fig. b – – 118 98 60,2 145 10,5 164 36 46 4 22 2200

PHE080 531932HE Fig. b – – 118 140 60,2 145 10,5 164 66 46 4 22 3000

PHE080 531931HE Fig.b – – 118 170 60,2 145 10,5 164 96 46 5 30 3800

PHE080 531940HE Fig. b – – 170 167 80 204 12,2 230 95 53 5 30 7100

PHE080 531941HE Fig. b – – 170 185 80 204 12,2 230 113 53 5 30 7700

68 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche tecniche

Gamma Freccia sotto Gamma Freccia sotto Gamma Freccia sotto


d’utilizzo carico maxi Codice Durezza d’utilizzo carico maxi Codice Durezza d’utilizzo carico maxi Codice Durezza
(daN) (mm) (daN) (mm) (daN) (mm)

1-6 1 531201HE 45 35-150 3 531701HE 60 110-450 3,5 531939HE 60


2-8 0,8 531201HE 60 40-175 5 531259HE 45 110-450 3 531327HE 75
2-10 0,5 531201HE 75 45-180 2 531701HE 75 110-450 3 531902HE 75
5-20 1,5 531301HE 45 45-190 3 531240HE 60 110-450 6,5 531933HE 45
7-30 1,2 531301HE 60 45-190 3 531702HE 60 135-550 2,5 531939HE 75
10-40 0,8 531301HE 75 55-225 5 531714HE 45 135-550 3,5 531947HE 60
10-50 2,5 531401HE 45 60-240 3,5 531259HE 60
150-600 5 531933HE 60
15-65 1,8 531401HE 60 60-250 2 531240HE 75
165-670 2,5 531947HE 75
15-65 2,5 531402HE 45 60-250 2 531702HE 75
175-700 6,5 531932HE 45
15-70 4 531216HE 45 60-250 5 531261HE 45
210-850 6,5 531931HE 45
20-80 1,5 531401HE 75 60-250 5 531327HE 45
225-900 5 531932HE 60
20-85 1,8 531402HE 60 60-250 5 531902HE 45
275-1100 3 531932HE 75
20-85 4 531611HE 45 75-300 2 531259HE 75
275-1100 5 531931HE 60
25-100 3 531216HE 60 80-320 4,5 531714HE 60
25-100 3,5 531701HE 45 80-325 4,5 531939HE 45 310-1250 11 531940HE 45
25-110 1,5 531402HE 75 85-350 3,5 531261HE 60 350-1400 3 531931HE 75
30-120 2 531216HE 75 90-360 4,5 531327HE 60 400-1600 11 531941HE 45
30-120 3 531611HE 60 90-360 4,5 531902HE 60 450-1800 8,5 531940HE 60
30-135 3,5 531240HE 45 95-380 3 531714HE 75 525-2100 8,5 531941HE 60
30-135 3,5 531702HE 45 100-400 4,5 531947HE 45 575-2300 5 531940HE 75
35-150 1,5 531611HE 75 105-420 2 531261HE 75 650-2600 5 531941HE 75

CURVE DI CARICO/FRECCIA IN COMPRESSIONE ASSIALE

531401HE 531216HE

531702HE 531932HE

www.homberger.com 69
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

531327HE 531941HE

Montaggio
MONTAGGIO CLASSICO

Carico

supporto
fisso

Fig. 1 - Montaggio tra i piedi dell’ap- Fig. 2 - Montaggio tra due staffe su Fig. 3 - Montaggio tra il telaio e cemento
parato ed il telaio metallico. parete verticale. (anelli di centraggio).

MONTAGGIO ROVESCIATO MONTAGGIO IN SERIE

Charge

bâti
fixe

Fig. 4 Fig. 5 - Montaggio con soletta di zavor- Fig. 6 - Due supporti montati in
ramento. Questa soluzione permette di opposizione. Questa soluzione
aumentare la massa sospesa, quindi di permette di raddoppiare la freccia
ridurre le ampiezze delle vibrazioni e la sotto lo stesso carico.
frequenza della sospensione.

70 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE090

Frequenza propria: 10 – 25 Hz (1)

Descrizione

Il supporto PHE090 e’ costituito da un anello in gomma vulcanizzato su un tubo centrale.


• Armatura interna: boccola cilindrica
• Gomma vulcanizzata: formata da un anello superiore e una flangia inferiore con funzione di appoggio nel montaggio

Funzionamento

La concezione del supporto PHE090 gli conferisce le seguenti proprietà fondamentali:


• Funzionamento della gomma a taglio
• Effetto antirimbalzo
• Permette di realizzare montaggi in sicurezza

Vantaggi

• Semplicità di montaggio
• Prodotti semplici ed economici
• Gamma di carico estesa

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 71
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

ØD
ØC
E

G
B

ØF

ØA

Codice Ø A (mm) B (mm) Ø C (mm) Ø D (mm) E (mm) Ø F (mm) G (mm)

539887HE 20,6 17,5 10 27,7 5,6 20,6 8


539190HE 31,5 25,4 13 44,5 10,4 31,5 10
539886HE 34,3 35 13 50,8 13,5 34,3 16
539191HE 41,1 44,5 16 63,5 15,7 41,1 19
*539920HE 38 23 16 64 16 38,5 19
539951HE 56,6 50,8 20 95 25,4 56 20

*Questo PHE090 si monta per coppie, vedere montaggio fig. 2

Caratteristiche tecniche

Freccia sotto Freccia sotto


Gamma Gamma
Codice Durezza d’utilizzo (daN) carico max Codice Durezza d’utilizzo (daN) carico max
(mm) (mm)
45 8-35 0,7 60 60-250 2
539887HE 539191HE
60 10-50 0,7 75 125-500 2
45 15-75 1,2 45 100-400 2
539190HE 539920HE
60 25-100 1,2 75 250-1 000 1
60 35-150 1,2 45 175-700 3
539886HE 539951HE
75 80-330 1,2 65 250-1 000 3

Montaggio

Fig. 1 Fig. 2 (per 539920HE)

72 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE100

Frequenza propria: 8 – 18 Hz (1)

Descrizione Vantaggi

Supporto in due parti, costituito da un elemento elastomerico • Buon isolamento del rumore trasmesso per via solida
vulcanizzato su una boccola centrale • Cloroprene resistente all’olio
• Armatura interna: boccola cilindrica • Prodotto semplice ed economico
• Elastomero vulcanizzato: cloroprene in una gamma di cinque • Semplicità di montaggio
durezze diverse • Cinque taglie per una capacità di carico sotto pressione assiale
da 15 a 2.100 Kg e sotto pressione radiale fino a 650 Kg
Funzionamento • Effetto antirimbalzo quando e’ montato con una rondella.

La concezione del PHE100 gli conferisce le seguenti proprietà Applicazioni


fondamentali:
• Elemento elastomerico resistente allo strappo, che sopporta I supporti PHE100 sono utilizzati per le applicazioni statiche o
dei carichi assiali e radiali mobili come: pompe, motori elettrici e a combustione interna,
• Supporto a rigidezza uguale in assiale e in radiale trasmissioni, cabine di mezzi operativi, radiatori ecc.
• Assorbe le vibrazioni e riduce i rumori in tutte le posizioni

1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle


gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 73
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

G: Ø di alloggiamento
C: Ø dell’elastomero ØA
F: altezza libera
R: raggio di curvatura da
prevedere
ØB Apparato ØB Rondella
da isolare antirimbalzo

Apparato
D ØC
da isolare
E R
ØG F
ØG F E R
Telaio
ØC
D

Rondella Telaio
antirimbalzo

E: lo spessore di montaggio può essere E1 o E2 in funzione del carico e della frequenza propria necessaria (vedere tabella
caratteristiche tecniche).

Interfaccia di montaggio
ØA ØB ØC D F Peso
Codice (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) ØG R (gr)
(mm) (mm)

530903 11HE/15HE 10,4 33,2 20,1 12,3 31,7 19 1 43

530903 21HE/25HE 13,5 47,7 33 19,8 49,2 31,7 1,5 142

530903 31HE/35HE 16,7 64,8 40,1 22,8 61,7 38,1 2,3 313

530903 41HE/45HE 23,8 88,9 58,4 25,4 73,1 57,1 3 670

530903 51HE/55HE 27 123,9 64,8 31,7 85,8 63,5 3 1 306

Per il montaggio sono raccomandate le rondelle in acciaio


Øb
galvanizzato, permettono di realizzare un effetto antirimbalzo.
(non fornite)

Rondelle
Codice
Øa Øb e Peso
(mm) (mm) (mm) (gr)

530903 11HE/15HE 39,6 10,3 2,2 24


e 530903 21HE/25HE 54,1 13,5 3,4 54
530903 31HE/35HE 71,3 16,7 4,7 140
530903 41HE/45HE 98,5 23,8 6,3 368
530903 51HE/55HE 133,3 27,0 9,5 991
Øa

74 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche tecniche

I carichi massimi dipendono dalla compressione di montaggio confrontando gli spessori E1 e E2

Interfaccia spessore E1 Interfaccia spessore E2


carico per supporto carico per supporto Colore
Codice identificativo
Assiale (daN) Radiale(daN) Fo (Hz) E1 (mm) Assiale (daN) Radiale(daN) Fo (Hz) E2 (mm)
530903 11HE 18 9 18 9 Rosso & Bianco
530903 12HE 40 13 40 13 Giallo & Bianco
530903 13HE 63 18 15 9,5 63 18 15 9,5 Verde & Bianco
530903 14HE 113 22 113 22 Blu & Bianco
530903 15HE 136 27 136 27 Viola & Bianco
530903 21HE 59 22 27 18 Rosso & Bianco
530903 22HE 79 29 54 36 Giallo & Bianco
530903 23HE 109 40 12 14 72 56 15 12,5 Verde & Bianco
530903 24HE 172 75 118 81 Blu & Bianco
530903 25HE 286 127 172 127 Viola & Bianco
530903 31HE 95 40 40 31 Rosso & Bianco
530903 32HE 159 63 68 47 Giallo & Bianco
530903 33HE 222 102 11 22 102 72 15 19 Verde & Bianco
530903 34HE 390 175 147 111 Blu & Bianco
530903 35HE 604 313 227 163 Viola & Bianco
530903 41HE 122 61 68 50 Rosso & Bianco
530903 42HE 231 104 136 100 Giallo & Bianco
530903 43HE 350 156 10 28,5 181 136 15 25,5 Verde & Bianco
530903 44HE 531 268 227 181 Blu & Bianco
530903 45HE 954 443 272 263 Viola & Bianco
530903 51HE 518 109 136 68 Rosso & Bianco
530903 52HE 877 154 227 100 Giallo & Bianco
530903 53HE 1 172 277 10 32 318 136 15 25,5 Verde & Bianco
530903 54HE 1 609 404 409 213 Blu & Bianco
530903 55HE 2 072 640 545 300 Viola & Bianco

CURVE CARICO/FRECCIA IN COMPRESSIONE ASSIALE

Montaggio spessore E1 e E2
HE
-15
903
530
HE
-14
903
530
HE
-13
03
09
53

HE
- 12
03
09
53 E
1H
90 3-1
530

www.homberger.com 75
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

E
25H

25H
903

903
530

530
HE

HE
24

24
03

03
09

09
53

53

HE
23
HE

03
23

09
03

53
3 09 E
5
22H
E 22H
903 903
530 530 HE
HE 2 1
3 21 03
53 0 9 0 5309
E

E
35H

35H
903

903
530

530
HE
34
03
09
53
HE
33
HE

03
34

09
03

HE

53
HE
09

33 32
53

03 03
3 09 E 3 09
5 32H 5 E
903 31H
530 903
9 0 3HE 530
53 0

E
45H
E
45H

903
903

530
530

E
4H
34

HE
90

44
0
53

0 3
09 HE
53 E 43
4 3H 9 03
03 5 30
09 E
53 42H
2HE 903
9 03 4 530 1 HE
5 3 0 03 4
530903
41HE 5309
E
55H
E
55H

903
903

530
530

E
4H

HE
35

54
90

03
0
53

09
53

HE HE
53 53
3 03
090 H E 9
53 52 5 30 HE
03 52
09 E 03
53 51H 09
903 53 1 HE
3 0 5
5 903
530

76 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE460

Frequenza propria : 7 – 14 Hz

Descrizione

Supporto antivibrante ed antishock sviluppato per la sospensione di cabine di veicoli con miglioramento del confort.

Caratteristiche tecniche
Gamma di carico Schiacciamento Marcatura
Codice
• Miglioramento del confort (daN) (mm) max colore

• Installazione fail-safe PHE460-45 200 - 450 7 Giallo & bianco


• Resistenza allo strappo, conforme alla Normativa EN ISO 3471 – ROPS) PHE460-50 225-500 6 Giallo & verde
• Resistenza alla nebbia salina (480 ore)
PHE460-55 250 - 550 5 Verde & Bianco
• Rigidezze differenziate per i diversi assi
• Temperature di utilizzo : da -40 °C a +110 °C PHE460-60 325 - 775 4 Verde & Bianco

Caratteristiche dimensionali

A B C DØ E F GØ H I K Ø MØ N
Codice (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm)

PHE460 75 105 92 71 69,5 82,5 10,2 3 30,5 16,25 86 71

Montaggio Elementi non forniti

1) Rondella HR 1.5 X 40 X 4
2) Vite H M16x1.5 , lunghezza 110 mm, classe 10.9
3) Vite H EMB M10x1.5 , lunghezza 20 mm, classe 10.9
4) Struttura cabina spessore 15 mm
5) Chassis spessore 12 mm (S335)
6) Dado H FR M16X1.5 , classe 10
7) Rondella anti-rimbalzo spessore 10 mm

www.homberger.com 77
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE110

Descrizione

Questo supporto è costituito da 2 componenti elastomerici precompressi in un’armatura.

Questo design permette al prodotto:


• Una deflessione importante (in assiale)
• Delle curve di rigidezza differenziate nei 3 assi
• Dei finecorsa in tutte le direzioni

Nota: essendo i componenti elastomerici montati precompressi nell’armatura metallica, è possibile modificare l’armatura esterna
per adattarla a tutte le interfacce.

Applicazioni

Questo supporto e’ concepito per qualsiasi sospensione con una gamma di carico che va da 150 a 280 Kg.

E’ stato concepito come:


• Supporto motori
• Supporto cabine
• Supporto equipaggiamenti

78 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche tecniche e dimensionali

• Carico nominale: Ø 48
da 150 a 280 Kg ØA

Possibilità, su richiesta specifica, di estendere la gamma


di carico fino a 350 Kg.

66 libre
• Rigidezze differenziate per ogni asse; a titolo indicativo,

28
per una durezza 50:

133
• Assiale secondo Z: 500 N/mm,
• Radiale secondo X (su alveole): 350 N/mm

48,75
• Radiale secondo Y (su gomma): 500 N/mm

Z
ØB
Inoltre la geometria del pezzo gli permette di avere una
rigidificazione dinamica molto ridotta in direzione verticale.

158
• Deflessione massima:
• Assiale: da ± 10 mm a ± 4 g
• Radiale: da ± 6 mm a ± 2.5 g Y

• Temperature d’utilizzo:
• fino a + 80°C
18,5

12,5
• Protezione da nebbia salina:
400 ore per l’armatura esterna in alluminio
8

X
Ø 10

Quote di montaggio

Codice Ø A (mm) Ø B (mm) C (mm)

PHE110 12,4 94 128

www.homberger.com 79
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE120

Frequenza propria: 6 Hz(1)

Descrizione

Supporto motore costituito da un elemento elastomerico conico inserito fra due armature in ghisa.
Un finecorsa regolabile limita le escursioni verticali e laterali in caso di shock.

Funzionamento

Questo supporto è stato progettato per l’installazione di generatori, a posto fisso o su mezzi mobili, che richiedono un elevato livello
di attenuazione delle vibrazioni e di protezione da shock.

Il carico statico applicabile per supporto varia da 600 kg a 2.300 kg. Questa gamma di carico è ripartita su 5 possibili varianti (da 12
a 16) identificate da un codice colore (vedere tabella).

Il supporto è disponibile in due varianti a seconda del tipo di fissaggio superiore desiderato:
• PHE120-1 : senza sistema di livellamento – foro filettato M24 x 3.00
• PHE120-2 : sistema di livellamento integrato – foro filettato M24 x 3.00

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

80 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche tecniche e dimensionali

• Gamme di carico:
Per le varianti e i loro colori di identificazione, vedere tabella qui a fianco Gamma di carico Variante Marcatura colore
• Deflessione sotto carico statico:
600 - 850 kg 12 Bianco
4,5 a 7,5 mm (frequenza propria: 5 a 6,5 Hz)
• Deflessione massima: 850 - 1 150 kg 13 Giallo

Verticale (assiale): ± 6 mm 1 100 - 1 450 kg 14 Verde


Laterale (radiale): ± 4 mm
1 400 - 1 900 kg 15 Blu
• Resistenza strutturale:
Verticale (assiale): ± 4g 1 700 - 2 300 kg 16 Viola

Laterale (radiale): ± 2g
• Temperature d’utilizzo: da -10°C a 70°C
• Pesi: da 11.5 a 12.8 Kg (in base alla variante)

Ø 96 R 20
M24 x 3,00
160 altezza regolabile
133 libre

230
190
12

Ø 18 140
180
Codice PHE120-2
Esempio di montaggio

L’installazione di qeusti supporti e la regolarizzazione dei loro finecorsa unna volta caricati sono dettagliate in una procedura di assem-
blaggio fornita coi prodotti

Codice PHE120-1 Codice PHE120-2

905.201

www.homberger.com 81
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE170

Vedere anche gamma metallica:


PHM050 - PHM060
PHM070 - PHM080

Descrizione Vantaggi:

Il supporto PHE170 e’ un piedino di macchina regolabile • Rapidità di messa in opera


costituito da un’armatura circolare vulcanizzata su una soletta • Grande facilità di spostamento della macchina
in gomma. Un perno filettato di regolazione viene avvitato • Soppressione di qualsiasi spessoramento
sull’insieme.

La soletta in elastomero ha delle nervature antiscivolo.

Funzionamento

La concezione dei supporti PHE170 gli conferisce le seguenti


proprietà fondamentali:
• Regolazione precisa dell’altezza del supporto per la correzione
dell’assetto della macchina (perno di regolazione, correzione
angolare del piano orizzontale)
• Assorbimento delle vibrazioni delle alte frequenze
• Insensibilità alla corrosione (gomma nitrilica, carter di protezione,
parti metalliche zincate)
• Soletta antiscivolo

82 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

G mini
G maxi

B maxi
B mini

ØA

B (mm) G (mm) Lunghezza


Codice Codice ØA Peso
C asta filettata
Inox acciaio (mm) (gr)
B max = B mini + regolazione mini maxi (mm)

530815HE 530810HE 65 31,5 26,5 5 M12 105 110 280 128


530825HE 530820HE 88 46 33 13 M16 114 127 690 150
530835HE 530830HE 133 58 46 12 M20 130 142 1 820 173
- 530840HE 200 70 58 12 M24 145 157 5 250 195
- 530850HE 260 83 65 18 M24 158 176 10 000 215

Caratteristiche tecniche

Gamma d’utilizzo Gamma d’utilizzo


Codice Freccia (mm) Codice Freccia (mm)
(daN) (daN)

530810HE 100 - 600 1 - 3,5 530830HE 650 - 2 600 2-4


530815HE 100 - 600 1 - 3,5 530835HE 650 - 2 600 2-4
530820HE 325 - 1 300 2-4 530840HE 1 500 - 6 000 1,5 - 3
530825HE 325 - 1 300 2-4 530850HE 3 000 - 12 000 2-4

Applicazioni

I supporti PHE170 saranno impiegati su tutte le macchine che necessitano di una regolazione in altezza.
Macchine o apparecchiature già montate su supporti PHE170:

• Fresatrici • Piallatrici • Macchine di controllo


• Trapani • Rettifiche • Macchine per la stampa
• Piegatrici • Torni • Dentatrici
• Levigatrici • Macchine da ufficio • Macchine tessili
• Presse • Macchine di condizionamento

www.homberger.com 83
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE180

Descrizione

Il supporto PHE180 e’ costituito da una piastra in gomma con superficie nervata antisdrucciolo e da un perno filettato che permette
una messa in bolla precisa delle apparecchiature.
Realizzato in due durezze 50 e 80 Sh, per rispondere in modo preciso alle diverse applicazioni, il supporto PHE180 viene fornito
completo di dadi e rondelle di fissaggio.
La viteria del supporto PHE180 e’ realizzata in acciaio o in acciaio inossidabile.

Applicazioni

Semplice ed economico, il supporto PHE180 e’ particolarmente adatto all’istallazione di apparecchiature tipo:

• Armadi elettrici ed elettronici • Macchinari per l’industria agroalimentare


• Apparecchi di condizionamento • Apparecchiature di laboratorio
• Strumenti di controllo e di misura • Elettrodomestici

Caratteristiche

D Codice Codice Durezza ØA B C


Gamma
Colore D utilizzo
Inox Acciaio elastomero (mm) (mm) (mm)
(daN)
SBR M8 5-30
- 530801HE Grigio nero 32 15 38
80 Nitrile asta 15-70
C

SBR M10 10-80


- 530802HE* Grigio nero 46 15 -
80 Nitrile dado 25-200
SBR M10 10-40
530806HE 530805HE Grigio nero 46 15 38
80 Nitrile asta 25-100
SBR M12 50-120
B

- 530807HE Grigio nero 70 25,5 55,5


80 Nitrile asta 100-350
ØA

* Foro di fissaggio filettato

84 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE190

Frequenza propria: 8 – 10 Hz (1)

Vedere anche gamma metallica:


PHM390 - PHM400
PHM410 - PHM420

Descrizione Vantaggi

Il supporto PHE190 e’ costituito da due armature metalliche • Soluzione economica contro la trasmissibilità del rumore pe r
a U contrapposte, collegate fra loro da due parti in gomma via solida
vulcanizzata • Diverse possibilità di fissaggio
Disponibile in versione: vite-dado, dado-dado. • Buona resistenza dei vari componenti agli agenti atmosferici:
armature zincate, elastomero: cloroprene
Funzionamento • Forma appropriata dell’armatura superiore per facilitare
l’orientamento del supporto al momento del serraggio
La concezione del supporto PHE190 gli conferisce le seguenti • Due durezze della gomma permettono di scegliere il supporto
proprietà fondamenti: in funzione dei carichi
• Sollecitazione della gomma a taglio-compressione • Filtraggio dei fenomeni vibratori e attenuazione delle loro
• Freccia identica sotto carico nominale per tutti i codici conseguenze acustiche
• Sistema di sicurezza in caso di distruzione dell’elastomero • Assorbimento degli allungamenti dovuti alle dilatazioni termiche

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle
gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 85
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali
C

H
B

A G

Codice
Tipo Durezza A (mm) B (mm) C G (mm) H (mm)
1 vite -1 dado 2 dadi
TR 12-30 535600HE - 45-60 47 38 M7 x 1,50 16 7

TR 12-30 53560361HE* - 60 47 38 M6 x 1,00 16 17

TR 12-30 535603HE - 45 47 38 M6 x 1,00 16 17

TR 12-30 - 535623/61HE 60 47 38 M8 x 1,25 16 17

TR 40-80 535611HE 535621HE 45-60 55 47 M8 x 1,25 30 13

TR 100-250 535612HE 535622HE 45-60 74 50 M12 x 1,75 40 17

* Elastomero resistente alla fiamma in classe M1

Caratteristiche tecniche

Freccia sotto carico Codice


Gamma d’utilizzo (daN) Durezza
massimo (mm) 1 vite -1 dado 2 dadi
4-18 4 535600HE – 45
4-18 4 535603HE – 45
7-30 4 535600HE – 60
7-30 4 53560361HE* – 60
10-52 4 535611HE 535621HE 45
20-80 4 535611HE 535621HE 60
20-80 4 535611HE* 535621HE 60
20-92 4 535612HE 535622HE 45
30-136 4 535612HE 535622HE 60

Montaggio

Al momento del montaggio, assicurarsi che i supporti PHE190 vedano lo stesso carico, e per far questo debbono trovarsi tutti alla
stessa distanza dalla superficie di fissaggio

I supporti PHE190 saranno utilizzati per sospendere le canalizzazioni e tutti gli assiemi che vanno fissati al soffitto.

• Sospensione di un generatore d’aria calda a ventilazione continua


• Sospensione di un condizionatore d’aria con cassone integrato

86 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE200

Descrizione Vantaggi

Perno di fissaggio i n cloroprene resistente agli olii, alla maggior • Attenuazione delle vibrazioni fino all’80%
parte dei solventi e all’invecchiamento • Semplice ed economico
• Rapidità nel montaggio
• Leggero
Funzionamento
Applicazioni
La concezione dell’elemento PHE200 gli conferisce le seguenti
proprietà fondamentali: Gli elementi PHE200 sono adatti al fissaggio di lamiere, motori,
• Funzionamento della gomma: ventilatori, apparati elettronici, computer, ecc.
• a compressione (assiale) Hanno inoltre, a differenza di altri elementi di fissaggio, una
• a taglio (radiale) funzione di isolamento del rumore trasmesso per via solida.
• a compressione/taglio a seconda del montaggio

www.homberger.com 87
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali
ØA

ØC

ØB

Codice Dado Ø A (mm) Ø B (mm) C (mm) D (mm) E (mm) F (mm)

530909 03HE M3 9 7,2 3,4 9 2,5 8


530909 04HE M4 12 9,3 4,4 11,5 3 10,5
530909 05HE M5 15 10,2 5,4 14,5 3,5 13
530909 06HE M6 18 12,7 6,4 17 4 15
530909 07HE M8 24 16,5 8,4 22 5 19,5

Caratteristiche tecniche
I II III

ØB

Coppia Carico statico (daN)


Diametro Spessore I II ou III
Codice alloggiamento Ø delle piastre
B (mm) G (mm) I (Nm) II ou III (Nm) Compressione/
Compressione Taglio
taglio

530909 03HE 7,2-7,5 0,6-2,5 0,5 0,4 1 5 2,5


530909 04HE 9,3-9,6 0,8-3,3 0,6 0,5 1 7 3,5
530909 05HE 10,2-10,5 0,8-4,3 1,0 0,6 1,5 10 5
530909 06HE 12,7-13,0 1,5-5,0 3,5 0,9 3 14 7
530909 07HE 16,5-16,8 1,5-6,5 4,0 1,8 5 28 14

88 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE210 - PHE220

Frequenza propria: 6 – 28 Hz (1)

Descrizione Vantaggi

Gli anelli e le rondelle sono in gomma. La gomma e’ compatibile • Attenuazione significativa del rumore
con gli ambienti industriali e può essere utilizzata in una fascia • Protezione contro gli shock e le vibrazioni provenienti dalla
di temperatura da – 40°C a + 83°C. struttura
• Semplice ed economico
Funzionamento • Quattro modelli con quattro durezze per delle capacità di carico
che vanno da 0.5 fino a 160 Kg
Un anello montato con la rondella associata forma una
interfaccia morbida e una semplice soluzione per diminuire il Applicazioni
rumore e le vibrazioni.
• Macchine da ufficio, unità di controllo, gruppi d’aria condizionata,
Questi supporti possono essere installati in parallelo per una ventilatori, pompe, motori, materiale elettronico, telecomunicazioni,
maggior capacità di carico o impilati in serie per una maggiore ecc..
capacità di deflessione.

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle
gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 89
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

6,6

14,3

Ø 11,5

Ø 20,6
Fig. 1
2

Ø 20,6
Ø 11,9

Ø 6,4
2

6,4
2,4
2,4
8,4

16,7

Ø 34,9
Ø 19
Fig. 2
2,4
Ø 17,5

Ø 34,9
Ø 9,5

2,4

7,7
9,5
22,2

2,4
Ø 31,8

Ø 48,4
Fig. 3
4
Ø 14,2

Ø 48,4
Ø 17,5

4
12,7

Ø 76,2

Ø 31,8
A
A Ø 55,6

A A

10,5
21,5
Fig. 4
11,9
45,2

Ø 31,8
5,6 20,6
3,3
Ø 73

Ø 15,9
Ø 15,9

Ø 35

90 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche tecniche

Gamma utilizzo Gamma utilizzo


Insieme Insieme
Colore Fig Colore Fig
Codice Carico min. Carico max. Codice Carico min. Carico max.
(daN) (daN) (daN) (daN)

PHE210 13 / PHE220 13 blu 1 0,4 1,8 PHE210 33 / PHE220 33 blu 2 2,7 9

PHE210 14 / PHE220 14 marrone 1 0,9 2,7 PHE210 34 / PHE220 34 marrone 2 3,2 10,5

PHE210 15 / PHE220 15 nero 1 1,4 3,6 PHE210 35 / PHE220 35 nero 2 4,5 11,4

PHE210 16 / PHE220 16 grigio 1 2,3 5,4 PHE210 36 / PHE220 36 grigio 2 6,8 16

PHE210 43 / PHE220 43 blu 3 4,5 16 PHE210 63 / PHE220 63 blu 4 27 55

PHE210 44 / PHE220 44 marrone 3 9 23 PHE210 64 / PHE220 64 marrone 4 50 73

PHE210 45 / PHE220 45 nero 3 13,6 27 PHE210 65 / PHE220 65 nero 4 61 114

PHE210 46 / PHE220 46 grigio 3 18 74 PHE210 66 / PHE220 66 grigio 4 73 159

Montaggio

Equipaggiamento
Bague Paulstra
Anello Dimensioni d’installazione (mm)

A B

Struttura portante PHE210 1x 5,8 -

PHE220 1x - 5,8

PHE210 2x 7,6
Bague Anello
Paulstra PHE220 2x - 7,6
Rondella d’appoggio PHE210 3x 11,4 -

PHE220 3x - 8,4
Distanziale Dado
PHE210 4x 19,1
Bullone
PHE220 4x - 31,75

Equipaggiamento

Bague Paulstra
Anello

Struttura portante

RondelleRondella
Paulstra
Rondella d'appoggio

Distanziale Dado
Bullone

www.homberger.com 91
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

ELEMENTI STAMPATI IN ELASTOMERO


SILICONE / SPECIALE ELETTRONICA

Caratteristiche

Questi elementi sono abitualmente forniti in silicone VHDS.


In questo caso il codice completo comprende anche delle lettere e dei numeri indicati nella colonna “durezza”:
• Lettera S
• La durezza corrisponde:
• sia al modulo di compressione statica della gomma, secondo la norma ASTM D945 (durezza da 33 a 77),
• sia alla rigidezza misurata sul campione ( durezza da 16 a 25)

Questi codici standard sono definiti nella seguente tabella:

Caratteristiche

G: modulo a taglio G: modulo di elasticità


Durezza Colore (MPa) (MPa) Rigidezza (1) (2) (N/mm)
Tolleranza ±10%
Tolleranza ±15%

16 giallo 19
20 blu scuro 20
25 nero 25

33 blu chiaro 0,4 1,2 36


38 grigio 0,47 1,4 40
42 marrone 0,53 1,6 45
48 verde scuro 0,6 1,8 50
55 rosso mattone 0,67 2,0 55
63 arancio 0,8 2,4 65
72 verde chiaro 1 3,0 75
77 blu oltremare 1,1 3,3 100

(1) misurata sul campione normalizzato Ø 19 – h 12.7 mm Esempio: E3RP0754S55 rondella piatta con diametro interno
(2) per campo lineare fra 1 e 3 mm di compressione 7, diametro esterno 30, altezza 6, in silicone VHDS con modulo
2 MPa, colore della rondella: rosso mattone

Possono essere utilizzati altri tipi di elastomero: gomma


naturale, policloroprene (Neoprene), EPDM, butile, nitrile.

92 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

Ø Ext.

RONDELLE PIATTE

Ø Int.

Codice Ø Int. (mm) Ø Ext. (mm) e (mm) Codice Ø Int. (mm) Ø Ext. (mm) e (mm)

E3RP2439 2 6 10 E3RP2604 9 13 4
E3RP3419 2 7 1 E3RP2605 9 19 4
E3RP2062 4 8 5 E3RP2330 9 36 6
E3RP3291 4 9 3,4 E3RP2181 9,5 20 6
E3RP2061 4 12 4 E3RP2570 9,5 24 4
E3RP2667 5 12 5 E3RP2446 9,5 26 4
E3RP2025 5 15 4 E3RP3500 10 18 4
E3RP2024 5 22 4 E3RP0613 10 20 6
E3RP2401 6 18 6 E3RP2346 10 21 6
E3RP2282 6,1 12 6 E3RP2437 10 22 4
E3RP2281 6,1 20 4 E3RP0584 10 22 6
E3RP2959 6,4 12 3 E3RP2345 10 24 6
E3RP2453 6,5 11,8 2,5 E3RP2645 10 25 4
E3RP2403 6,5 13,5 10 E3RP0614 10 26 6
E3RP3534 6,5 15 4,5 E3RP0615 10 26 12
E3RP2402 6,5 18 14,5 E3RP2435 10 30 6
E3RP3162 6,5 25 2 E3RP0644 10 30 12
E3RP2882 7 12 4 E3RP0585 10 34 6
E3RP0590 7 12 6 E3RP0643 10 34 8
E3RP2883 7 16 6 E3RP0586 10 34 12
E3RP0591 7 16 8 E3RP2329 11 36 4
E3RP2404 7 30 3 E3RP2328 11 36 6
E3RP0754 7 30 6 E3RP0694 12 17 4
E3RP2148 7,4 11,5 7,5 E3RP0695 12 18 4
E3RP2149 7,6 17,6 6 E3RP0738 12 50 12
E3RP2454 7,7 11,8 7,7 E3RP2407 14 22 6,5
E3RP2406 8 13 4 E3RP3222 14 30 3
E3RP2405 8 16 4 E3RP2408 16 29 7
E3RP0607 8 18 6 E3RP2409 20 32 10,5
E3RP0608 8 18 8 E3RP3532 20 38 3
E3RP0588 8 22 4 E3RP0782 21 29 5
E3RP0777 8 24 4 E3RP2434 22 38 17
E3RP2436 8 26 6 E3RP0744 31 36 3
E3RP0609 8 26 10 E3RP0745 36 44 3
E3RP2045 8,5 26 4 E3RP2341 44,5 83 3,2

www.homberger.com 93
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE230
PIASTRE ELASTOMERICHE PIASTRE ELASTOMERICHE

SILICONE / SPECIALE ELETTRONICA

Descrizione

Piastre in gomma siliconica (VHDS)

Applicazioni Caratteristiche
• Tolleranza generale:
Le piastre possono servire alla realizzazione di passa-fili, • sulle lunghezze: ± 5%
rondelle, per ’isolamento dalle vibrazioni di un equipaggiamento. • sugli spessori: ± 3%

FORME DIMENSIONI (mm) SPESSORI (mm)

QUADRATA 300 x 300 2, 3, 4, 5, 6, 8, 10

Le piastre vanno ordinate seguendo la seguente codifica:


PHE230 □□ S □□ C □□□
{
{

1 2 3

1: dimensione in cm Esempio: PHE23030S55C060:


2: durezza vedere tabella inizio scheda • piastra quadrata 300 x 300 mm
3: spessore in 1/10 mm • spessore 6 mm
• mescola silicone VHDS, codice 55

94 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE240
SUPPORTI PER HARD DISC

SILICONE / SPECIALE ELETTRONICA

Frequenza propria: da 20 a 30Hz (1)

Descrizione
Elemento elastomero in silicone (VHDS) composto da un inserto metallico vulcanizzato e da due linguette in gomma da sezionare
dopo l’inserimento nel supporto.

Applicazioni
• Sospensione di hard disc
• Protezione di componenti elettronici e circuiti stampati di piccolo peso, installati a bordo di veicoli o a posto fisso.

Caratteristiche tecniche
Frequenza di risonanza:
Assiale: da 20 a 30 Hz
3

1,6
6,5

Radiale: da 20 a 30 Hz
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 5
• Temperature d’utilizzo: da -50°C a + 150°C Ø3

Schema di montaggio
Hard disc
Codice Carichi nominali (daN)
Vite M3 non fornita
PHE220-01 0,03
PHE220-11 0,035
PHE220-21 0,036 1,6 maxi Supporto forato con
PHE220-31 0,042 2 fori
PHE220-71 0,1
Ø 3,1 +0,1
0
20

Due possibili orientazioni di montaggio:

Montaggio in compressione Montaggio a taglio

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 95
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE250
PICCOLI CARICHI - FRECCIA IMPORTANTE

Frequenza propria: da 10 a 25 Hz (1)

Descrizione
Supporto antivibrante a bassa frequenza disponibile in diversi tipi di elastomero (silicone compreso).
Le armature in acciaio zincato sono vulcanizzate al fine di migliorare la tenuta a fatica del supporto.

Applicazioni
Questi supporti sono conosciuti per isolare degli equipaggiamenti con massa ridotta da vibrazioni e shock ( hard disc, schede
elettroniche, ecc.). Possono anche supportare delle piccole macchine rotanti (pompe, ventilatori, motori elettrici).

Caratteristiche dimensionali 17,5 8,5


PHE2307
8,75 12,5
Taglio
Ø 14,0

Torsione
10
maschiatura
M4 x 0,7

M4 x 0,7
Prof. massima della maschiatura anteriore: 5.0 Compressione Peso: circa 6 gr

Caratteristiche tecniche
Ampiezza massima di eccitazione: ±0,5 mm
Frequenza di risonanza: da 10 a 25 Hz secondo l’asse di sollecitazione e il carico
Rapporto fra rigidezze assiale e radiale: 3/1
Amplificazione alla risonanza: supporto in silicone: 4 in caucciù: 10
Corsa massima sotto shock: assiale: 5 mm radiale: 7 mm
Resistenza strutturale corrispondente ad una accelerazione continua di 10 g sotto carico massimo

Gamma d’utilizzo in Gamma d’utilizzo a Gamma d’utilizzo a


Codice Mescola Temperatura d’utilizzo
compressione (daN) taglio (daN) torsione (daN)
PHE250*42 Silicone 42 Sh 0,10 - 0,50 0,10 - 0,25 0,10 - 0,15
- 54 à + 150 °C
PHE250*72 Silicone 70 Sh 0,60 - 0,80 0,25 - 0,50 0,15 - 0,30
PHE250*01 NR 50 Sh 0,10 - 1,50 0,10 - 0,50 0,10 - 0,40
- 40 à + 70 °C
PHE250*02 NR 70 Sh 1,50 - 3,00 0,50 - 1,00 0,40 - 0,80
* tipi di fissaggio: fissaggio misto: PHE2507 fissaggio maschio/maschio: PHE2505 fissaggio: femmina/femmina: PHE2506

Montaggio
La stabilità di montaggio può essere migliorata inclinando i supporti a 45° verso il baricentro del sistema da isolare.

96 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

E1E931S - E1E4045
SILICONE / SPECIALE ELETTRONICA

Frequenza propria: da 15 a 30 Hz (1)

Descrizione
Frequenza di risonanza:
• Elemento elastomero in silicone (VHDS) • Assiale: da 15 a 25 Hz
• Flangia e asse in acciaio inoxApplicazioni • Radiale: da 10 a 20 Hz
Ampiezza massima di eccitazione permessa: ± 0.4 mm
Applicazioni Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 4
Temperatura d’utilizzo: da -54°C a +150°C
• Protezione di apparati elettronici, apparati di navigazione, Resistenza strutturale corrispondente ad una accelerazione
strumenti di misura, pannelli di controllo di aerei, veicoli stradali, continua di 10 g sotto carico massimo.
treni. Corsa disponibile allo shock in assiale: 3 mm
Peso: E1E931S: 31 g

Caratteristiche tecniche

Codice Carichi statici assiali (daN)

E1E931S38HE 0,8 - 2
E1E404538HE

E1E931S55HE 1- 2,5
E1E404555HE

E1E931S72HE 1,5 - 4
E1E404572HE

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 97
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

Ø d x 10 utile

e e h
Altezza sotto carico

H H

2 fori lisci Ø D 2 fori lisci Ø D

Ød

C
C

A
A
B
B

E1E931S E1E4045

Codice A (mm) B (mm) Ø C (mm) Ø D (mm) H (mm) Ø d (mm) e (mm) h (mm)

E1E931S □□ HE 34,9 44 30 4,2 24,5 M5 2,5 12,5

E1E4045 □□ HE 35,9 44 30 4,2 20 5,1 2 11

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

98 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

E1E11S**E* - E1E12S**E* - E1E13S**E*


SILICONE / SPECIALE ELETTRONICA

Frequenza propria: da 20 a 25 Hz (1)

Descrizione
•Elemento elastomero in silicone (VHDS) che può essere caricato IN compressione ed in trazione
• Cassa, rondelle e asse in acciaio inox.

Applicazioni
• Protezione di apparati elettronici, apparati di navigazione, strumenti di misura, pannelli di controllo di aerei, veicoli stradali, treni.

Caratteristiche tecniche
4 fori lisci
• Frequenze proprie: Ød
Assiale: da 20 a 25 Hz
Radiale: da 20 a 25 Hz
• Ampiezza massima di eccitazione permessa: ± 0.5 mm
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 5
J A B
• Temperature d’utilizzo: da -54°C a +150°C
• Resistenza strutturale corrispondente ad una accelerazione continua
di 10 g sotto carico massimo.
• Corsa disponibile allo shock in assiale: A
E1E11: + 4 mm / E1E12: + 5 mm / E1E13: + 7 mm B

• Pesi: E1E11: 60 g / E1E12: 120 g / E1E13: 225 g


ØC
Questi ammortizzatori sono conformi alla normativa AIR7304 curva ZF
ØE
1 foro maschiato
Carichi statici assiali
Codice per vite D
(daN)
E1E11S38ECHE 1,60 - 2-80
E1E11S42ECHE 1,80 - 3,20 G
H scarico
E1E11S48ECHE 2,10 - 3,80 h sotto utile
E1E11S55ECHE 2,50 - 4,50 carico
E1E11S63ECHE 3,00 - 5,30 (circa)
E1E11S72ECHE 3,50 - 6,20
E1E12S38EDHE 3,70 - 5,70
E1E12S42EDHE 4,00 - 6,30
E1E12S48EDHE 4,60 - 7,10
E1E12S55EDHE 5,20 - 8,10
E1E12S63EDHE 6,00 - 9,30
ØC ØE H J Ød h G
E1E12S72EDHE 6,60 - 10,30 Codice A (mm) B (mm) (mm) D (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm)
E1E13S38EEHE 5,50 - 8,50
E1E13S42EEHE 6,00 - 9,50 E1E11S □□ECHE 25,4 34 28,5 M5 23 29 14 4,3 28 10
E1E13S48EEHE 6,50 - 10,50
E1E13S55EEHE 7,50 - 12,00 E1E12S □□ EDHE 34,9 44,4 40 M6 34,6 35,6 19 4,3 34,5 12
E1E13S63EEHE 8,50 - 14,00
E1E13S □□EEHE 49,2 60,5 57 M8 45 47 23 5,3 45,5 16
E1E13S72EEHE 10,00 - 16,00

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 99
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

E1E11S**AL - E1E12S**AL - E1E13S**AL

Frequenza propria: da 20 a 25 Hz (1)

Descrizione
• Elemento elastomero in silicone (VHDS) che può essere caricato in compressione ed in trazione
• Cassa, rondelle e asse in acciaio inox.

Applicazioni
• Protezione di apparati elettronici, apparati di navigazione, strumenti di misura, pannelli di controllo di aerei, veicoli stradali, treni.

Caratteristiche tecniche
4 fori lisci
• Frequenze proprie: Ød
Assiale: da 20 a 25 Hz
Radiale: da 20 a 25 Hz
• Ampiezza massima di eccitazione permessa: ± 0.5 mm
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 5 A B
• Temperature d’utilizzo: da -54°C a +150°C
• Resistenza strutturale corrispondente ad una accelerazione continua
di 10 g sotto carico massimo.
• Corsa disponibile allo shock in assiale: A

E1E11: + 4 mm / E1E12: + 5 mm / E1E13: + 7 mm B

Pesi: E1E11: 25g / E1E12: 75g / E1E13: 225 g


ØF
Questi ammortizzatori sono conformi alla normativa AIR7304 curva ZF
1 foro liscio *
ØD

e
Carichi statici assiali
Codice G utile
(daN)
E1E11S38ALHE 1,60 - 2-80
E1E11S42ALHE 1,80 - 3,20
E1E11S48ALHE 2,10 - 3,80 H scarico
E1E11S55ALHE 2,50 - 4,50 ØC
circa,
E1E11S63ALHE 3,00 - 5,30 h sotto carico
E1E11S72ALHE 3,50 - 6,20 circa
E1E12S38ALHE 3,70 - 5,70
E1E12S42ALHE 4,00 - 6,30
E1E12S48ALHE 4,60 - 7,10
E1E12S55ALHE 5,20 - 8,10
E1E12S63ALHE 6,00 - 9,30
E1E12S72ALHE 6,60 - 10,30 A B ØC ØF G Ød e H h ØD
Codice
E1E13S38ALHE 5,50 - 8,50 (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm)
E1E13S42ALHE 6,00 - 9,50 E1E11S □□ALHE 25,4 32 23 25,6 19 3,6 1,5 10 9 5,2
E1E13S48ALHE 6,50 - 10,50
E1E13S55ALHE 7,50 - 12,00 E1E12S □□ ALHE 34,9 44,5 34,6 38,7 25,4 4,2 1,8 11,5 10,5 6,7
E1E13S63ALHE 8,50 - 14,00 E1E13S □□ ALHE 49,2 60,5 45 53 38 5,3 2,5 17,75 18,5 8,5
E1E13S72ALHE 10,00 - 16,00

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

100 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

E1E21- E1E22 - E1E23


SILICONE / SPECIALE ELETTRONICA

Frequenza propria: da 20 a 25 Hz (1)

Descrizione
• Elemento elastomero in silicone (VHDS)
• Flangia e asse in acciaio inox. 1 foro per vite D
4 fori
Dovranno essere previste due rondelle Ø C per garantire il “fail safe” Ød

Applicazioni
• Protezione di apparati elettronici, apparati di navigazione, B A

strumenti di misura, pannelli di controllo di aerei, veicoli stradali, treni.

Caratteristiche tecniche A
• Frequenze proprie: B
Assiale: da 15 a 25 Hz
Radiale: da 20 a 35 Hz CARICO
• Ampiezza massima di eccitazione permessa: ± 0.5 mm
e
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 4
• Temperature d’utilizzo: da -54°C a +150°C E
• Resistenza strutturale corrispondente ad una accelerazione
continua di 10 g sotto carico massimo. H scarico max
h circa ØC
• Corsa disponibile allo shock in assiale: sotto carico
E1E21: ± 6 mm / E1E22: ± 8 mm / E1E23: ± 12 mm
• Pesi: E1E21: 9g / E1E22: 55g / E1E23: 63 g
Questi ammortizzatori sono conformi alla normativa AIR7304
curva ZF

A B E Ød e H h
Codice * (mm) Ø C (mm) D
(mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm)
E1E21S □□ ALHE 25,4 32 24 M4 19 3 0,8 12,5 11
E1E22S □□ AL HE 34,9 44,5 28 M5 25,4 4 1,5 16,5 15
E1E23S □□ ALHE 49,2 60,5 42 M6 36 5 2 22 20

Codice Carichi statici assiali (daN) Frequenza (Hz)


E1E21S38ALHE 0,10 -0,40
E1E21S63ALHE 0,20 - 0,90 15 - 25
E1E21S77ALHE 0,26 - 1,20
E1E22S38ALHE 0,20 - 1,00
E1E22S63ALHE 0,40 - 1,70 12 - 25
E1E22S77ALHE 0,50 - 2,20
E1E23S42ALHE 0,40 - 1,20 10 - 15
E1E23S77ALHE 1,00 - 2,90

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 101
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

E1E31 - E1E32

Frequenza propria: da 15 a 25 Hz (1)

Descrizione
• Elemento elastomero in silicone (VHDS)
• Flangia e asse in acciaio inox. 4 fori lisci Ø d
Dovranno essere previste due rondelle Ø C per garantire il “fail safe”

Applicazioni
• Protezione di apparati elettronici, apparati di navigazione, B A
strumenti di misura, pannelli di controllo di aerei, veicoli stradali, treni.

Caratteristiche tecniche A
• Frequenze proprie: B
Assiale: da 15 a 25 Hz
Radiale: da 20 a 35 Hz ØE
• Ampiezza massima di eccitazione permessa: ± 0.5 mm 1 foro liscio
Rondella Ø K
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 4 per vite D
(o apparato)
• Temperature d’utilizzo: da -54°C a +150°C f
e
• Resistenza strutturale corrispondente ad una accelerazione
F i
continua di 10 g sotto carico massimo.
• Corsa disponibile allo shock in assiale: H scarico max Rondella Ø K
min consigliata
E1E31: ± 4 mm per f min j
h circa sotto
± 6 mm per f max carico ØC
E1E32: ± 4.5 mm per f min
± 6 mm per f max
• Pesi: E1E31: 9g / E1E32: 25g
Questi ammortizzatori sono conformi alla normativa AIR7304 curva ZF

Codice Carichi statici assiali (daN) Frequenza (Hz)

E1E31S38ALHE 0,40 - 0,70


E1E31S55ALHE 0,50 - 1,00
E1E31S77ALHE 0,50 - 1,70
15 - 25
E1E32S38ALHE 0,30 - 1,10
E1E32S55ALHE 0,60 - 1,80
E1E32S77ALHE 1,60 - 2,60

A B ØC ØE F J ØK Ød e f (mm) H j (mm) h
Codice D
(mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) Mini Maxi (mm) Mini Maxi (mm)

E1E31S □□ALHE 25,4 32 25 M4 8,5 10,5 2 25 3,6 1 3,2 5 4,5 0 1,75 3,5

E1E32S □□ALHE 34,9 44,5 35 M5 13 14,5 3 35 4,3 1,5 4,5 7 6,2 0 2,5 5

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

102 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

E1E41 - E1E42 - E1E43


SILICONE / SPECIALE ELETTRONICA

Frequenza propria: da 10 a 25 Hz (1)

Descrizione
• Elemento elastomero in silicone (VHDS)
4 fori lisci B
• Flangia e asse in acciaio inox. Ød
A

Applicazioni
• Protezione di apparati elettronici, apparati di navigazione,
strumenti di misura, pannelli di controllo di aerei, veicoli stradali, treni. A B

Caratteristiche tecniche
Frequenze proprie:
Assiale e radiale: da 10 a 25 Hz
• Ampiezza massima di eccitazione permessa: ± 0.5 mm
ØC
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 4 H scarico max
h circa sotto ØE
• Temperature d’utilizzo: da -54°C a +150°C carico G utile 1 foro
maschiato
• Resistenza strutturale corrispondente ad una accelerazione per vite D
continua di 10 g sotto carico massimo. N
• Corsa disponibile allo shock in assiale:
e f
E1E41: 8 mm / E1E42, E1E43: 12mm
• Pesi: E1E41: 22g / E1E42: 60g / E1E43: 96g
Questi ammortizzatori rispondono alla norma AIR7304 curva ZF ØC

Codice Carichi statici assiali (daN)

E1E41S38EBHE 1,20 - 2,10


º E1E41S63EBHE 2,20 - 3,80
E1E41S77EBHE 3,00 - 5,20
E1E42S38ECHE 1,75 - 3,30
E1E42S63ECHE 3,20 - 5,90
E1E42S77ECHE 4,40 - 8,30
E1E43S38EDHE 3,10 - 5,50
E1E43S63EDHE 6,00 - 10,80
E1E43S77EDHE 7,50 - 13,60
º Esiste anche la versione con flangia ovale (FB)

A B ØE G H N Ød e f h
Codice Ø C (mm) D
(mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm)
E1E41S �� EBHE 25,4 34 30,5 M4 10 6 23 14,2 4,3 0,8 14 21
E1E42S �� ECHE 34,9 43 41,5 M5 12 8 33 20 4,3 1,5 18 31
E1E43S �� EDHE 49,2 60,5 57 M6 21,5 8 33 20 5,3 2 16 31

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 103
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

E1E941S

Frequenza propria: da 12 a 30 Hz (1)

Descrizione
• Elemento elastomero in silicone (VHDS)
• Flangia e asse in acciaio inox.

Applicazioni
• Protezione di apparati elettronici, apparati di navigazione,
strumenti di misura, pannelli di controllo di aerei, veicoli stradali, treni.

Caratteristiche tecniche
Frequenza di risonanza:
Assiale e radiale: da 12 a 30 Hz
• Ampiezza massima di eccitazione permessa: ± 0.5 mm
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 5
• Temperature d’utilizzo: da -54°C a +150°C
• Resistenza strutturale corrispondente ad una accelerazione
continua di 10 g sotto carico massimo.
• Corsa disponibile allo shock in assiale: 4 mm
• Peso: 80g
Questi ammortizzatori sono conformi alla normativa AIR7304
curva ZF

Codice Carichi statici assiali (daN)

º E1E941S38HE 5 - 14

E1E941S55HE 7- 20

E1E941S72HE 12 - 30

º Esiste anche la versione con flangia ovale (FB)

Codice A (mm) B (mm) Ø C (mm) Ø D (mm) H (mm) Ø d (mm) e (mm) h (mm)

E1E941S ��EBHE 34,9 44,5 38 6,7 26,2 4,3 3 12

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

104 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE260

Frequenza propria: da 10 a 25 Hz (1)

Descrizione Applicazioni

La serie PHE260 e’ costituita da una molla e da un pistone, Gli ammortizzatori PHE260, ad alta performance ed a grande
immersi in un gel silicone ad alta viscosità, lui stesso rinchiuso in capacità di assorbimento degli shock grazie ad uno smorzamento
una membrana in gomma vulcanizzata sulla cassa. molto elevato, permettono di proteggere le apparati elettronici
fragili, apparati di navigazione, cockpit di volo, strumenti di
misura su veicoli terrestri , aerei, elicotteri, navi, sommergibili
civili e militari.

Caratteristiche dimensionali

G
H scarico H circa sotto A B ØC ØE J Ød e h Peso
Codice D maxi
(mm) carico (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) circa
(mm)

E1FH781S01HE 42 39 35 54 43 M5 10 12 4,5 5,5 120 g


E1FH781C01HE 43 41

E1FH866C01HE 230 g
47 46 49,2 65,3 61,5 M6 15 12 5,2 5
E1FH2507-01HE 215 g

E1FH76-01HE 70 66 63,5 77 70 M10 30 19 24 8,4 7,2 49 390 g


E1FH76-02HE 67 65

E1FH77-01HE 86 82 88 110,5 96 M12 40 24 34 8,4 8,5 62 930 g

E1FH78-01HE 102 99 107,9 132 117 M16 54 25 44 11 9,5 77,5 1,5 kg


E1FH78-02HE 98 95

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 105
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

ØC
ØC ØE
ØD 1 foro maschiato
ØD
1 foro maschiato
G utile
G utile

H h
H
e e

4 fori lisci S01


Ød
E1FH781HE 4 fori lisci Ø d

C01

ØC
J
B A ØD
1 foro maschiato J A B

G utile

A H e
A
B
B

4 fori lisci
Ød
E1FH76HE
E1FH866C01HE
E1FH77HE
E1FH2507-01HE
E1FH78HE
J A B

Caratteristiche tecniche
• Frequenza di risonanza:
Assiale: da 10 a 25 Hz • Radiale: da 10 a 20 Hz
• Smorzamento: 20% di c/c (E1FH781HE, 866HE, 2507-01HE)
17% di c/c (E1FH76HE, 77HE, 78HE)
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza:da 2.5 a 3 maxi
Questi ammortizzatori sono conformi alle normative SEFT 001A, AIR 7304, MIL STD 810 C.

Norme MIL Utilizzo


Norme SEFT 001 A Norme AIR 7304 Scosse / shock asse OZ
STD 810 C fuori normative

Codice Scosse Shock 11ms


Fo Fo Fo Fo
Carico Carico Carico Fo Carico Fo 6ms
Assiale Radiale Assiale Radiale Assiale (Hz) semi sinus semi(g)
sinus
(daN) (daN) (daN) Assiale (Hz) (daN)
(Hz) (Hz) (Hz) (Hz) (g)

E1FH781S01HE 0,2 - 2 1,5 - 3,5


- - - 20 - 25 15 - 20 4 16 10 - 20 70 g 38 g
E1FH781C01HE 2-5 3,5 - 8

E1FH866C01HE 8 - 15 10 - 20 12 - 20 6-8 20 - 25 15 - 20 8 20 8 - 15 10 - 20 50 g 27 g

E1FH2507-01HE - - - - - - - - 5-8 6 - 10 - -

E1FH76-01HE 14 - 20 12 - 20 7 - 12 14 18 14 - 20 40 g 22 g
10 - 20 20 - 25 15 - 20 10 - 20
E1FH76-02HE 18 - 30 11 - 16 9 - 20 18 17 18 - 30 55 g 30 g

E1FH77-01HE 20 - 50 10 - 20 10 - 17 - - - 30 15 20 - 50 10 - 20 50 g 25 g

E1FH78-01HE 50 - 100 10 - 16 75 10 50 - 100


10 - 20 - - - 10 - 20 40 g 22 g
E1FH78-02HE 90 - 130 10 - 15 100 11 90 - 130

106 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

E1C2321 - E1T2105
SPECIALE IMBALLAGGIO

Descrizione

Gli ammortizzatori della serie speciale imballaggio sono costituiti da un elemento elastico in gomma adatto alle diverse applicazioni,
vulcanizzato su due piastre di fissaggio in acciaio.

Funzionamento

Questi ammortizzatori multi-direzionali ammettono importanti deformazioni e permettono di proteggere del materiale trasportato
in contenitori da cadute e shock di trasporto ( missili, materiale aeronautico ).

Questi ammortizzatori possono anche essere utilizzati per la protezione di materiale da shock o vibrazioni in caso di esplosione o
terremoto.

Caratteristiche dimensionali

70 E1T2105HE

4 fori lisci
55 43 Ø 5,5 3
circa 45.5
scarico

70
3
82

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 107
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche tecniche

Frequenza di risonanza: • Assiale 15 mm • Radiale 40 mm


• Assiale: da 10 a 25 Hz • Radiale: da 10 a 25 Hz Temperatura d’utilizzo: vedere tabella
Ampiezza massima di eccitazione permessa alla frequenza Peso: 0.3Kg
propria: ± 1.6 mm.
Massima corsa assiale disponibile sotto shock:

Carichi statici Tenuta agli oli ie Temperatura


Codice Smorzamento Tenuta in fatica Materiale
assili (daN) idrocarburi d’utilizzo

E1C2321S01HE 1-10 SIL 33 Sh


*** * * - 54 + 150 °C
E1C2321S02HE 2-20 SIL 55 Sh

E1C2321-01HE 2-20 CR 60 Sh

E1C2321-02HE 5-50 * ** *** - 30 + 100 °C CR 70 Sh

E1C2321-03HE 10-100 CR 75 Sh

E1C2321-21HE 2-20 BR 60 Sh

E1C2321-22HE 5-50 *** * *** - 40 + 90 °C BR 70 Sh

E1C2321-23HE 10-100 BR 80 Sh

Caratteristiche dimensionali

122 E1T2105HE

1 foro filettato
per vite M16 16 utile
8
4 fori lisci
Ø 10,5
100 122
circa 90
scarico

8
120

140

Caratteristiche tecniche

Frequenza di risonanza: Massima corsa assiale disponibile sotto shock:


• Assiale: da 10 a 25 Hz •Radiale: da 10 a 25 Hz • Assiale 40 mm • Radiale 75 mm
Ampiezza massima di eccitazione permessa alla frequenza Temperatura d’utilizzo: vedere tabella
propria: ± 1.6 mm. Peso: 2.6Kg

Carichi statici assiali Tenuta agli olii e Temperatura


Codice Smorzamento Tenuta en fatica
(daN) idrocarburi d’utilizzo

E1T2105S01HE 2-20 *** * * - 54 + 150 °C


E1T2105S02HE 4-40
E1T2105-41HE 10-100
E1T2105-42HE 20-200 * *** ** - 25 + 90 °C
E1T2105-43HE 50-400
E1T2105-21HE 10-100
E1T2105-22HE 20-200 *** * *** - 40 + 90 °C
E1T2105-23HE 50-400

108 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE270

Frequenza propria: da 8 a14 Hz (1)

Descrizione Vantaggi

Il supporto PHE270 e’ costituito da due armature piane • Posa diretta a terra della macchina con i supporti
e parallele con interposta una corona in gomma ad esse • Altezza ridotta
vulcanizzata • Installazione veloce dei supporti
• Armatura superiore: foro liscio o filettato (dado saldato) • Facile spostamento dell’insieme sospeso
• Armatura inferiore: fissaggio con flangia o appoggio diretto a terra • Gamma estesa: 3 durezze della gomma per i 6 tipi esistenti
• Gomma vulcanizzata permettono la scelta ottimale del supporto in funzione del carico
• Corona a forma di cupola e della frequenza perturbatrice
• Cuscinetto antiscivolo o base scanalata antiscivolo • Tre configurazioni che permettono di scegliere il modo di
• Coppella di protezione (amovibile): protezione della gomma e fissaggio
ripartizione del carico
Raccomandazioni
Funzionamento
• Per non danneggiare la sospensione della macchina occorre
La concezione del supporto PHE270 gli conferisce le seguenti far attenzione a che tutti i collegamenti verso l’esterno siano
proprietà fondamentali: elastici
• Elasticità trasversale sensibilmente equivalente all’elasticità • I supporti PHE270 sono impiegati su macchine rotanti a posto
assiale (supporto equifrequenza) fisso che non presentano notevoli carichi sbilanciati, altrimenti
• Sollecitazione della gomma in compressione prevedere una soletta inerziale
• Finecorsa progressivo nei casi di urti o sovraccarichi accidentali
• Effetto antiderapante (posa diretta a terra)

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle
gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 109
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

Sezione XX’ Sezione XX’ Sezione XX’


ØA ØA
ØC C1
ØC

B
B1
B1
B

J
ØM
ØM D
F

X X X
X’ X’

E
Ø
E
Ø

X’

Fig. a Fig. b Fig. c


PHE270 con base antiscivolo PHE270 con flangia e foro liscio PHE270 con flangia e foro
filettato

Codice

a soletta a losanga ØA B ØC D ØE F J ØM Peso


Modello Durezza (mm) B1 (mm) (mm) C1
(mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (gr)
Foro liscio Foro liscio Foro filettato
fig.a fig.b fig.c

Ø 40 45.60 - - 533641HE* 40 20 18 - M6 52 6,2 64 2 19 50


Ø 60 45.60.75 - - 533661HE 60 24 22,5 - M6 76 6,2 90 2 18 140
Ø 80 45.60.75 - 533581HE 533681HE 80 27 25 8,1 M8 100 8,2 120 2 22 250
Ø 100 45.60.75 533108HE - - 100 30 28 10,2 - - - - - 22 420
Ø 100 45.60.75 - 533109HE 533609HE 100 27,5 25,5 10,2 M10 124 10,2 148 2,5 22 460
Ø 150 45.60.75 533151HE - - 150 41 38 14,2 - - - - - 34 1220
Ø 150 45.60.75 - 533152HE 533652HE 150 39 36 14,2 M14 182 12,2 214 4 34 1340
Ø 200 45.60.75 533202HE - - 200 46 42 18 - - - - - 44 2750
Ø 200 45.60.75 - 533203HE 533623HE 200 44 40 18 M18 240 14,5 280 5 44 3030

* Modello Ø M40, M6 - dado Rapid - coppia di serraggio 3 Nm.

Caratteristiche tecniche

Gamma d’utilizzo Freccia sotto Freccia sotto


Modello carico max Durezza Gamma d’utilizzo
(daN) Modello carico max Durezza
(mm) (daN) (mm)

Ø 40 1-4 2 45 Ø 150 30-130 7 45


Ø 40 2-10 2,5 60 Ø 100 40-160 4 60
Ø 60 3-15 3 45 Ø 100 50-220 4 75
Ø 60 6-25 3 60 Ø 150 60-250 7 60
Ø 60 11-45 3 75 Ø 150 85-350 6 75
Ø 80 11-45 4,5 45 Ø 200 125-500 7 45
Ø 80 20-80 4,5 60 Ø 200 200-825 7 60
Ø100 22-90 4 45 Ø 200 310-1250 6 75
Ø 80 30-120 4 75

110 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

CURVE CARICO / FRECCIA IN COMPRESSIONE ASSIALE

PHE270 Ø 40 PHE270 Ø 60 PHE270 Ø 80

PHE270 Ø 100 PHE270 Ø 150 PHE270 Ø 200

Cassaforma a
Soletta fondo perso

Foro filettato Foro liscio

Antirimbalzo (con precarico)

Supporti PHE270 in serie (permettono di raddoppiare la freccia)

Tutti i supporti sono distinguibili per mezzo di segni convenzionali, sia un punto di colore, sia dei numeri, indicanti la durezza:
grigio = durezza 45, verde = durezza 60, blu = durezza 75

www.homberger.com 111
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE280

Sezione XX’
ØA
ØE

ØC
X X’
G

F
H

Frequenza propria: da 9 a20 Hz (1)

Caratteristiche tecniche

Codice Ø A (mm) B (mm) Ø C (mm) D (mm) Ø E (mm) F (mm) G (mm) H (mm)

532300HE 30 16 6 40 6,1 50 8 1,5


532500HE 50 20 8 66 8,2 82 13 2
532563HE 55 23 10,1 90 8,2 106 15 3
532561HE 60 25 12,2 76 8,5 95 20 4
532750HE 75 30 12,2 95 11,0 118 25 6

Caratteristiche tecniche

Freccia sotto Freccia sotto


Gamma d’utilizzo Gamma d’utilizzo
carico max Modello Durezza carico max Modello Durezza
(daN) (daN)
(mm) (mm)

1-5 3 532300HE 45 7-30 5 532563HE 60


1-7 2 532300HE 60 10-40 2 532561HE 60
2-8 1 532300HE 75 10-50 1,5 532561HE 75
2-10 4 532500HE 45 10-50 4 532750HE 45
3-15 3 532500HE 60 15-60 5,5 532563HE 75
4-18 5 532563HE 45 15-65 3 532750HE 60
5-20 2,5 532500HE 75 20-80 1,5 532750HE 75
7-30 3 532561HE 45

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

112 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE290

Frequenza propria: da 11 a15 Hz (1)

Descrizione Applicazioni

Il supporto PHE290 e’ costituito da due armature concentriche I supporti PHE290 possono essere utilizzati per sospendere
collegate fra loro da un disco di vulcanizzato. tutti i piccoli apparati di misura e di registrazione, gli apparati
montati su insiemi mobili, i comandi di macchine utensili.
Funzionamento

La concezione del supporto PHE290 gli conferisce la seguente


proprietà fondamentali:
• Elasticità elastica sensibilmente identica in tutte le direzioni
(supporto equifrequente).

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: CARATTERISTICHE TECNICHE

www.homberger.com 113
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

H ØA ØC

J
B
B
G

G
H
ØC

ØA

ØE

ØE
D

D
F

Fig. a Fig. b

B D F G H J Peso
Modello Fig. Codice Durezza Ø A (mm) Ø C (mm) Ø E (mm)
(mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (gr)

R a 552428HE 50 28 8 4,2 36 3,2 44 4 3 - 9

I.20 b 552231HE 45-60 25,4 10,3 4,2 25,4 3,6 31,8 4,2 1 4,3 10

I.30 b 552241HE 45-60 38,1 15,9 6,2 34,9 4,2 44,5 7,3 - 7,3 30

Caratteristiche tecniche

Gamma Freccia sotto Gamma Freccia sotto


d’utilizzo carico max Modello Codice Durezza d’utilizzo carico max Modello Codice Durezza
(daN) (mm) (daN) (mm)

0,25-1 3 R 552428HE 50 1-4 3 I.30 552241HE 45


0,50-2 3 I.20 552231HE 45 1,5-6 2 I.30 552241HE 60
0,75-3 2,5 I.20 552231HE 60

Tutti i supporti sono distinguibili per mezzo di segni convenzionali, sia un punto di colore, sia dei numeri, indicanti la durezza:
grigio = durezza 45, verde = durezza 60, blu = durezza 75

Montaggio

Al fine di evitare le oscillazioni , occorre effettuare il montaggio in modo tale che il


baricentro dell’apparato sospeso sia prossimo al centro geometrico della sospensione.

Principio di montaggio

114 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE300

Descrizione Applicazioni

Il supporto PHE300 e’ costituito da due semi-supporti accostati. I supporti PHE300 possono essere utilizzati per sospendere gli
apparati leggeri quando il piano di sospensione e’ verticale.
Funzionamento

La concezione del supporto PHE300 gli conferisce le seguenti


proprietà fondamentali:
• Importante elasticità radiale ed una buona rigidezza assiale
• Realizzazione del montaggio a sbalzo, senza inclinazioni
eccessive dell’apparato
• Montaggio in tutte le posizioni
• Fail-safe (551571HE), antirimbalzo

Caratteristiche dimensionali

X B
C
Ø

D
F
E
Ø

D
X’
F
J
Direzione del carico
Sezione XX’

www.homberger.com 115
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Codice Durezza B (mm) Ø C (mm) D (mm) Ø E (mm) F (mm) J (mm) Peso (g)

551321HE 50 16 4,2 25,4 3,5 32 1,6 10


551441HE 45 18 6,5 35 4,2 44,5 2 24
551571HE 45.60 20 8,2 45,5 6,2 57,5 2 50

Caratteristiche tecniche

Freccia sotto Freccia sotto


Gamma d’utilizzo (daN) carico max Codice Durezza Gamma d’utilizzo (daN) carico max Codice Durezza
(mm) (mm)
2,5 1 551321HE 50 25 2,5 551571HE 45
10 3 551441HE 45 35 2,5 551571HE 60

Montaggio

Codice G (mm) H (mm)


Apparato sospeso

551321HE 28 18
551441HE 40 20
551571HE 47 22
G

H
Parete verticale
Montaggio su parete

Montaggio a sbalzo di un apparato di


controllo su parete o telaio verticale.

Apparato sospeso

Telaio

Supporto

Montaggio su telaio

116 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE310

Frequenza propria: da 16 a 22 Hz (1)

Descrizione Applicazioni

Il supporto e’ costituito da una boccola in acciaio vulcanizzato • Sospensione di apparati imbarcati a bordo d’automobili,
ad un anello in caucciù. L’elastomero possiede una geometria mezzi pesanti, macchine movimento terra (pompe idrauliche,
particolare che gli permette di fissarsi su una struttura metallica. schermature acustiche, regolatori, climatizzatori, compressori…)
• Sospensione di materiale leggero a postobb fisso.
Funzionamento
Caratteristiche
Questo supporto è caratterizzato da una bassa frequenza
propria e da una semplicità d’installazione. Il suo unico foro Frequenza di risonanza: Assiale e radiale: da 16 a 22 Hz
centrale permette un montaggio sicuro e la sua forma di Montaggio fail-safe possibile con rondelle superiore ed inferiore
inserirlo direttamente nella piastra supporto, senza necessità di (non fornite) di dimensioni Ø 6.2 x Ø 30 spessore 1.5
altri mezzi di fissaggio. E’ concepito per sostenere degli apparati
leggeri, a posto fisso o imbarcato (es.: schermature acustiche,
pompe, regolatori idraulici, ecc.)

Carico
Carico
PHE310 PHE310
ØA Rondella superiore ØA
ØH ØH
ØF Supporto spessore da
Supporto spessore da 3 a 4 mm (foratura Ø ØF
3 a 4 mm (foratura Ø 25mm, vite M8)
20mm, vite M6)
E
E

D
D

C
C

ØG
ØG
Rondella inferiore ØB
ØB

Codice Ø A (mm) Ø B (mm) C (mm) D (mm) E (mm) Ø F (mm) Ø G (mm) Ø H (mm)


PHE310 29 22 6 4 18 6,2 10,5 10,5
PHE311 36 27 6 4 22 9 15 15

Codice Gamma d’utilizzo (daN) Temperatura d’utilizzo


PHE310 -1 2-3 -30 à +80 °C
PHE310 -2 2,5 - 3,5 -30 à +60 °C
PHE311 2-3 -30 à +60 °C

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 117
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE320

Frequenza propria: da 9 a15 Hz (1)

D
Sezione XX’
ØE

ØA G

Ø C

F
X
B
H

X’

Caratteristiche dimensionali

Codice Ø A (mm) B (mm) Ø C (mm) D (mm) Ø E (mm) F (mm) G (mm) H (mm)

PHE320-1 74 53 10 72 9 90 32 3

PHE320-2 92 63 12 90 11 114 36 3

PHE320-3 124 94 16 114 13 144 60 4

Caratteristiche tecniche

Durezza 45 Durezza 60 Durezza 75


Peso
Codice supporto (gr)
Carico (daN) Freccia (mm) Carico (daN) Freccia (mm) Carico (daN) Freccia (mm)

PHE320-1 70 3 120 2,5 175 2 580


PHE320-2 140 4 200 3 300 2,5 1 000
PHE320-3 300 5 500 5 800 4 2 550

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

118 www.homberger.com
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE330

Frequenza propria: da 7 a22 Hz (1)

Descrizione
Applicazioni
L’Anello PHE330 e’ costituito da una rondella in caucciù con le
superfici munite di armatura metallica vulcanizzata presentanti Gli anelli PHE330 sono impiegati:
una nervatura circolare, una incassata e l’altra in rilievo in modo • Per realizzare sospensioni molto flessibili verticalmente e
da permettere la sovrapposizione di più anelli PHE330. tuttavia ammortizzatori grazie al caucciù (veicoli stradali e
ferroviari)
Funzionamento • Per realizzare finecorsa anti-urto efficaci (per vagoni, berline,
carriponte)
La concezione dell’anello PHE330 gli conferisce le seguenti
proprietà fondamentali:
• Comportamento identico ad una molla metallica più un
ammortizzatore
• Assenza di fragilità dinamica:
• buon comportamento agli shock
• soppressione del rischio di rottura della sospensione
• Facile ottenimento della sospensione desiderata con
sovrapposizione degli anelli PHE330
• Rilassamento orizzontale limitato per la presenza delle 2
armature metalliche

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 119
VI - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

ØA
G
ØC R2 R1 R2

H
B

J J

Codice Ø A (mm) B (mm) Ø C (mm) G (mm) H (mm) J (mm) R1 (mm) R2 (mm) Peso (gr)

541050HE 50 11 14 32 4 5 2,5 1,5 45


541083HE 80 27 41,5 61 4 6 3 3 220
541082HE 86 27,5 32 65 5 7 4 2 300
541100HE 100 28,5 32 65 5 7 4 2 415
541112HE 115 30 50 85 10 10 5 3 540
541145HE 140 35 55 100,5 10 10 5 3 890
541146HE 146 20 55 100,5 10 10 5 3 750
541144HE 146 35 55 100,5 10 10 5 3 980
541175HE 170 35 60 115 10 10 5 3 1 360
541174HE 170 50 60 115 10 10 5 3 1 680
541185HE 185 40 95 140 10 10 5 3 1 510
541249HE 250 50 70 160 10 10 5 3 2 600
541250HE 250 59 70 160 10 10 5 3 4 400

Caratteristiche tecniche

Compressione statica Compressione dinamica Compressione statica Compressione dinamica

Gamma Freccia Codice Gamma Freccia Codice


Freccia Freccia
d’utilizzo sotto carico Carico (daN) Ø A max. d’utilizzo sotto carico Carico (daN) Ø A max.
(mm) (1) (mm) (1)
(daN) max (mm) (daN) max (mm)

50-200 0,8 600 3,5 57 541050HE


475-1900 1,1 5700 2,5 158 541146HE
90-360 3 1100 7 90 541083HE
500-2000 3 6000 9,5 190 541175HE
125-500 3 1500 7 100 541082HE
500-2000 5,3 6000 14 190 541174HE
175-700 3 2100 7 115 541100HE
500-2000 4,5 6000 12 205 541185HE
210-850 3 2500 7 130 541112HE
1125-4500 4,5 13500 12 282 541249HE
325-1300 3,5 4000 9,5 150 541145HE
1125-4500 5,5 13500 13 282 541250HE
375-1500 3 4500 7 158 541144HE

(1) la freccia dinamica indicata nella tabella e’ approssimativa poiché dipende dalla velocità d’impatto.
Esiste la possibilità di realizzare questo prodotto sostituendo l’elastomero con un cuscino metallico.

Montaggio

Il centraggio degli elementi è ottenuto grazie alle gole e alle 3 – 10% dell’altezza totale della pila. Occorre anche lasciare,
nervature. Al fine di non avere gioco tra gli elementi in condizione intorno alla pila, un gioco sufficiente per tenere conto dello
scarica e’ necessario prevedere una precompressione totale del rigonfiamento sotto carico.

120 www.homberger.com
Titolo NOME DEL CATALOGO

Antivibranti Elastomerici

Gamma Supporti Marina


122 www.homberger.com
Introduzione ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PRESENTAZIONE

Un supporto per uso navale militare deve garantire le seguenti funzioni:


• Supporto della massa sospesa in assenza di shock con una capacità di isolamento vibratorio e/o acustico
• In caso di shock: contenimento a valori accettabili delle sollecitazioni e/o degli spostamenti
• Dopo lo shock: ritorno della massa sospesa nella sua posizione iniziale

Schematicamente vengono distinti due tipo di shock:


• Lo shock in energia rappresentato da una massa che cade, per il quale i parametri da considerare sono l’energia
cinetica incidente e quella restituita, la velocità dell’impatto così come le sollecitazioni nei massimi spostamenti
• Lo shock in spostamento rappresentato da uno spostamento ‘’rapido’’ della base di fissaggio dei supporti sui quali è
posta la massa. I parametri da considerare sono in questo caso la velocità o l’accelerazione dell’insieme in funzione
del tempo così come le sollecitazioni nel massimo spostamento.

Normative applicabili ai supporti Marina

Normativa* Campo di applicazione

BR 3021
Shock per apparati imbarcati
BR 8470
BV 043 Shock per navi e sommergibili
DIN 95365 Geometria e caratteristiche delle sospensioni navali
GAM-EG-13C Guida per la scelta delle prove ambientali dei materiali navali
MIL-S-901D Shock per apparati imbarcati
MIL-STD-167 Vibrazioni apparati navali
STANAG 4142 Analisi della tenuta a shock dei materiali per navi di superficie
STANAG 4549 Analisi della tenuta a shock degli apparati per navi di superficie
STI-MM-305 Prove di vibrazione e shock per apparati imbarcati

* Per valicare le Normative in funzione delle applicazioni, vogliate consultare il nostro Ufficio Tecnico.

Vantaggi

• I supporti qui presentati sono intrinsecamente stabili sotto shock, ossia permettono alla massa di ritornare nella
sua posizione originale; il sistema non subisce deformazioni plastiche né scorrimento viscoso una volta conclusa la
sollecitazione da shock.
• La massa sospesa può quindi subire senza rischi più shock consecutivi. E’ tuttavia importante verificare prima la
stabilità dell’insieme in funzione delle posizioni relative dei supporti e del baricentro della massa sospesa.
• Questi supporti presentano peraltro anche eccellenti prestazioni vibratorie ed acustiche.

www.homberger.com 123
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE340
RONDELLE DI DISACCOPPIAMENTO

Descrizione
Le rondelle di disaccoppiamento assicurano il collegamento e il
ØA
posizionamento di materiali rispettando i criteri di discrezione
ØC
acustica e di protezione contro gli shock.
Le rondelle di disaccoppiamento sono formate da:
• 2 rondelle in elastomero vulcanizzate

E
• 1 rondella metallica antishock in acciaio

H/h
• 1 distanziale di precompressionei in acciaio (R=1.6 mm)
F

Caratteristiche tecniche
• Frequenze proprie assiale e radiale da 15 a 20 Hz a secondo il carico
• Corsa massima disponibile sotto shock: ØD

- assiale: 8 mm ØB

- radiale: 5 mm
• Resistenza strutturale corrispondente ad un carico massimo
di 30 volte il carico nominale

H altezza
Carico H altezza con
Codice Ø A (mm) Ø B (mm) Ø C (mm) Ø D (mm) E (mm) F (mm)
nominale (daN) scarico (mm) precompressione
(mm)
14 E1RP-3804-51HE 28x28 28 8,2 20 2,5 10 42,5 35,5 circa

18 E1RP-3804-52HE 28x28 28 8,2 20 2,5 10 42,5 35,5 circa

27 E1RP-3805-51HE 28x28 28 8,2 20 2,5 10 42,5 35,5 circa

40 E1RP-3806-51HE 42,5 42,5 14,2 29 5 15 50 44 circa

60 E1RP-3806-52HE 42,5 42,5 14,2 29 5 15 50 44 circa

85 E1RP-3806-53HE 42,5 42,5 14,2 29 5 15 50 44 circa

125 E1RP-3807-51HE 56 56 18,2 35 8 15 53 47 circa

140 E1RP-3807-52HE 56 56 18,2 35 8 15 53 47 circa

185 E1RP-3807-53HE 56 56 18,2 35 8 15 53 47 circa

260 E1RP-3808-51HE 78 80 24,5 50 12 25 67 60,5 circa

320 E1RP-3808-52HE 78 80 24,5 50 12 25 67 60,5 circa

380 E1RP-3808-53HE 78 80 24,5 50 12 25 67 60,5 circa

520 E1RP-3809-51HE 88 90 27,5 53 16 25 71 64,5 circa

1 000 E1RP-3809-53HE 88 90 27,5 53 16 25 71 64,5 circa

2000 E4353F-51HE 220 220 60 125 35 48,9 120,9 112,9 circa

3500 E4353F-52HE 200 200 60 125 35 48,9 121,9 113,9 circa

124 www.homberger.com
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE350

Descrizione

Questa gamma di supporti assicura innanzitutto una funzione di filtro della vibrazione. In caso di shock, un sistema di finecorsa
limita lo spostamento della massa sospesa (10 mm). In funzionamento antivibratorio i carichi supportati variano da 0.5 a 32 daN in
funzione delle differenti geometrie.
In funzionamento antishock le accelerazioni raggiungono i 150g.
Questi supporti sono principalmente utilizzati per degli shock in spostamento e i carichi sviluppati durante gli shock sono in questi
casi importanti. Possono essere fissati sulle parti interna o esterna.

Caratteristiche tecniche K vite CHc M5 lunga: L fornite


Fissaggio Fissaggio
inferiore esterno
• Frequenze proprie (assiale e radiale) sotto carico nominale da 5 a 8 Hz ØA

• B = altezza supporto scarico G

• Deformazione sotto carico nominale ~ 6 mm


E

• Corsa massima intorno alla posizione sotto carico ± 10 mm in tutte


B a riposo
20

le direzione (assiale e radiale)


H

• Finecorsa dopo 10 mm di corsa


L

J
I

• Carico massimo = 15x Carico nominale


C

Ø D (foratura)

K fissaggi su Ø F

Carico ØA B C ØD E ØF H I J maxi L maxi


Codice G K
nominale (daN) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm)

0,5 552320 50 14HE 66 30 25,5 48 2,5 56 M6 12 8 10 15 3 20

1 552320 50 04HE 66 30 25,5 48 2,5 56 M6 12 8 10 15 3 20

2 552321 50 04HE 66 30 25,5 48 2,5 56 M6 12 8 10 15 3 20

4 539966 50 04HE 82 31,5 34,5 63 5 71 M8 13,5 6,5 11 20 3 20

8 539967 50 04HE 82 31,5 35,5 63 6 71 M8 13,5 6,5 11 20 3 20

16 539985 50 24HE 82 51 32 63 8 71 M12 33 10 15 20 4 40

24 539985 50 04HE 82 51 32 63 8 71 M12 33 10 15 20 4 40

32 539985 50 14HE 82 51 32 63 8 71 M12 33 10 15 20 4 40

www.homberger.com 125
VI - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE360

Frequenza propria: 5 – 12 Hz (1)

Descrizione Applicazioni

La serie PHE360 e’ costituita da una piastra forata con due o Questi ammortizzatori a bassa frequenza e con caratteristiche
quattro fori lisci e da un nucleo in acciaio maschiato. La parte in multiassiali, sono stati studiati per la protezione di quadri
elastomero e’ vulcanizzata sulle parti metalliche. elettrici o elettronici e di gruppi elettrogeni imbarcati o non
Per le versioni E1N104HE e E1N106HE è inserita nella gomma (marina, trasporto su strada). La loro forma tronconica permette
una molla a tazza. di accettare dei grandi spostamenti e di assorbire gli shock.
La protezione dall’ambiente è assicurata da una vernice per le
parti metalliche e da una mescola resistente all’ozono per la
parte elastomerica.

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

126 www.homberger.com
VI - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

PHE360 E1N2296 - 0 [ ] HE

Ø 84

Ø 28
2 fori lisci
Ø9
1 foro maschiato per vite M10
100

26
61 circa scarico utile
110 56 circa sotto carico

130

Caratteristiche tecniche

Frequenza propria: Resistenza strutturale corrispondente ad un’accelerazione


• Assiale: da 8 a 12 Hz • Radiale: da 6 a 10 Hz continua di 3 g sotto carico massimo.
Ampiezza massima di eccitazione permessa alla frequenza Nel caso di una sospensione di un armadio, e’ necessario
propria: ± 1.25 mm utilizzare come stabilizzatore lo stesso tipo d’ammortizzatore
Corsa assiale massima disponibile sotto shock: 20 mm Temperature d’utilizzo:
Coefficiente di amplificazione alla risonanza: < 6 ; < 4 per la • da -30° C a +100° C
versione silicone • da -54° C a +150° C per la versione in silicone

Codice Carico statico (daN) Codice Carico statico (daN)

E1N2296-01HE 17-30 E1N2296 S01HE 10-18

E1N2296-02HE 35-55 E1N2296 S02HE 17-25

E1N2296-03HE 55-70 E1N2296 S03HE 20-30

Nota: In casi di condizioni ambientali particolari, è possibile realizzare questo prodotto su specifica richiesta con armature
inox e in elastomeri diversi. Vogliate consultarci

www.homberger.com 127
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

PHE360 E1N101 - 0 [ ] HE

Ø 152
Ø 50
4 fori lisci
Ø 13
1 foro maschiato per vite M16 6
165

138

44 utile
96 circa scarico
86 circa sotto carico

6
138
165

Caratteristiche tecniche

Frequenza propria:
• Assiale: da 5 a 6 Hz • Radiale: da 4 a 6 Hz
Ampiezza massima di eccitazione permessa alla frequenza
propria: ± 1.5 mm
Corsa assiale massima disponibile sotto shock: 30 mm in tutte
le direzioni
Peso: 2 Kg

Codice Carichi statici assiali (daN)

E1N101-01HE 50 - 85
E1N101-02HE 85 - 120
E1N101-04HE 130 - 210
E1N101-05HE 210 - 310
E1N101-06HE 310 - 530

Nota: In casi di condizioni ambientali particolari, è possibile realizzare questo prodotto su specifica richiesta con armature inox e in elastomeri
diversi. Vogliate consultarci

128 www.homberger.com
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

PHE360 E1N104C - [ ][ ] ASHE


E1N106C - [ ][ ] ASHE

Ø 200

Ø 58

1 foro maschiato per vite M20


4 fori lisci 10
Ø 17,5

220
180
55
utile
146 circa scarico
135 circa sotto carico

180

220
8

Caratteristiche tecniche

Frequenza propria:
• Assiale: da 5 a 7 Hz
• Radiale: da 6 a 8 Hz

Ampiezza massima di eccitazione permessa


alla frequenza propria: ± 1.5 mm
Coefficiente di amplificazione alla risonanza: 4 < Q < 10

Corsa assiale massima disponibile sotto shock:


• assiale ± 45 mm
• radiale ± 25 mm
Peso: 2 Kg

Codice Carichi statici assiali (daN)

E1N104C45ASHE 200 - 360


E1N104C60ASHE 360 - 600
E1N104C75ASHE 500 - 800
E1N106C60ASHE 700 - 1000
E1N106C75ASHE 900 - 1300

www.homberger.com 129
VII - Gamma supporto marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE380
SUPPORTI AD ELEVATA DEFLESSIONE

Descrizione

Gamma di supporti omnidirezionali ad elevata deflessione composti da un’armatura metallica e da un nocciolo maschiato nella
parte superiore.
L’elastomero è a base di caucciù naturale sviluppato per le applicazioni Marina (materiali diversi su richiesta).

Vantaggi

Questi supporti garantiscono un elevato livello d’isolamento vibratorio e d’assorbimento degli shock. La loro resistenza strutturale
corrisponde a un’accelerazione continua di 10g per il carico massimo.
Esistono 17 codici, con una gamma di carichi da 15 a 1670 daN
Questi supporti rispondono alle specifiche di shock europee e nord-americane utilizzate dall’insieme delle Marine nazionali.
Le armature sono trattate contro la corrosione (es.: nebbia salina). Su richiesta, versione con armatura in inox.

130 www.homberger.com
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

ØB

A 4 fori Ø K

h approssimativa sotto carico


C

I
J
H/h

I
E

Caratteristiche tecniche

H h sotto
Carico Gamma C lung. scarico
Codice A Ø B (mm) utile(mm) carico E (mm) F (mm) I (mm) J (mm) Ø K (mm)
nominale d’utilizzo (daN) (mm) (mm)

30 15 a 35 E1N-3628-52HE M10 37 20 100 89 5 27 114 150 9

45 23 a 52 E1N-3628-51HE M10 37 20 100 89 5 27 114 150 9

60 30 a 69 E1N-3454-54HE M10 37 20 100 89 5 27 114 150 9

85 43 a 98 E1N-3454-53HE M10 37 20 100 89 5 27 114 150 9

110 55 a 126 E1N-3454-52HE M10 37 20 100 89 5 27 114 150 9

130 65 a 150 E1N-3454-51HE M10 37 20 100 89 5 27 114 150 9

165 83 a 190 E1N-3454-56HE M10 37 20 100 89 5 27 114 150 9

170 85 a 196 E1N-3455-54HE M20 54 40 126 115 10 41 140 165 13

230 115 a 265 E1N-3455-53HE M20 54 40 126 115 10 41 140 165 13

320 160 a 370 E1N-3455-52HE M20 54 40 126 115 10 41 140 165 13

425 213 a 490 E1N-3455-51HE M20 54 40 126 115 10 41 140 165 13

560 280 a 645 E1N-3455-56HE M20 54 40 126 115 10 41 140 165 13

500 250 a 575 E1N-3456-54HE M24 116 48 154 141 15 41 210 250 18

625 313 a 720 E1N-3456-53HE M24 116 48 154 141 15 41 210 250 18

800 400 a 920 E1N-3456-52HE M24 116 48 154 141 15 41 210 250 18

1080 540 a 1212 E1N-3456-51HE M24 116 48 154 141 15 41 210 250 18

1450 725 a 1670 E1N-3456-55HE M24 116 48 154 141 15 41 210 250 18

• Carico statico nominale: da 15 a 1670 per supporto • Corsa radiale disponibile sotto shock: 45 mm
• Frequenza propria assiale e radiale: da 4 a 8 Hz, a seconda del • Resistenza strutturale: 12 g sotto carico massimo
carico statico • Temperature d’utilizzo: da -30°C a +80°C
• Corsa assiale disponibile sotto shock: 45 mm (può essere
aumentata fino a 63 mm con l’aggiunta di rondelle, non fornite).

www.homberger.com 131
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Rondelle

Rondelle per piastra inferiore* Rondelle per il nocciolo maschiato*


ØP

Es

L
Ø Ap
ØB
4 trous Ø K
J

*Non fornite

Rondella per la piastra inferiore Rondella per il nocciolo maschiato


Corsa
Codice assiale max
(mm) Altezza L
Es (mm) Ø P (mm) J (mm) I (mm) Ø K (mm) Ø B (mm) Ø Ap (mm) (mm)

E1N-3628-XXHE 63 8 88 150 114 9 37 11 10


E1N-3454-XXHE 63 8 88 150 114 9 37 11 10
E1N-3455-XXHE 67 5 105 165 140 2 13 54 22 10
E1N-3456-XXHE 69 5 130 250 10 18 116 26 10

Istallazione senza rondelle Istallazione con rondelle

132 www.homberger.com
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Montaggio

Questi supporti sono concepiti per essere montati in compressione, devono essere istallati su una base piana.
La struttura supportata e’ in seguito fissata al nucleo tramite un tirante M20 (Fig.1).

Per un miglior risultato, il carico deve essere suddiviso in modo omogeneo. In casi di sospensione di un grande armadio, questi
supporti possono essere utilizzati come stabilizzatori.
Debbono essere fissati all’armadio sospeso solo dopo stabilizzazione dei supporti principali.

Non sono previsti per supportare un carico statico a taglio o in trazione.

Tutte le connessioni agli armadi sospesi devono essere flessibili e capaci di accettare importanti deformazioni, al fine di permettere
alla sospensione di lavorare nelle migliori condizioni.

Raccomandiamo vivamente che l’istallazione sia approvata preventivamente dal nostro Servizio Tecnico.

Schema d’installazione

www.homberger.com 133
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE370
SUPPORTI AD ELEVATA DEFLESSIONE - BASSI CARICHI

Descrizione

Gamma di supporti omnidirezionali ad elevata deflessione composti da un’armatura metallica alla base e da un nocciolo maschiato
nella parte superiore.
L’elastomero è a base di caucciù naturale sviluppato per le applicazioni Marina (materiali diversi su richiesta).

Caratteristiche

• Frequenze proprie verticali e laterali sotto carico da 5 a 8 Hz Ø 75 mm

• Massimo deflessione intorno al carico: Ø n prof. utile 20


e
• verticale: ± 50 mm*,
28 a riposo

• laterale: ± 45 mm*
G

*massimo sforzo corrispondente a 10 volte il carico


F

Zona
di identificazione
H

• H = Altezza supporto scarico MN 50 + CN


• Deformazione sotto carico nominale ~ 6mm
L

K a riposo

❑B

4ØC ❑A
e

Ø D max deformato

Carico
nominale Codice ❑A H ❑B e ØC Øn F G ØD L K
(mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm) (mm)
(daN)

1 552301 50HE 90 109 75 2 5,5 8 19 47 105 77 60

2 552302 50HE 90 109 75 2 5,5 8 19 47 110 77 60

4 552303 50HE 95 110 80 3 5,5 8 21 49 120 76 58

8 552304 50HE 95 110 80 3 5,5 8 21 49 120 76 58

16 552305 50HE 105 129,5 90 5 6,5 12 39,5 67,5 125 91,5 57

24 552306 50HE 105 129,5 90 5 6,5 12 39,5 67,5 130 91,5 57

32 552307 50HE 105 129,5 90 5 6,5 12 39,5 67,5 135 91,5 57

134 www.homberger.com
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE400

Frequenza propria: 5 Hz (1)

Descrizione Vantaggi:
• Permette delle escursioni importanti sotto shock
Il supporto PHE400 è costituito da una parte di elastomero • Amplificazione alla risonanza da 8 a 10
vulcanizzato ad un anello e una placca in acciaio (possibile • Elevata durata di vita
versione amagnetica). • Bassa frequenza propria (5 Hz in assiale)

Applicazioni
Questi supporti sono stati sviluppati per l’installazione a bordo
di navi militari di: elettronica, radar, apparati sensibili, ecc.

Caratteristiche dimensionali

Dimensioni in mm 140
4 FORI
Ø 13
151
101
M20
(M12 possibile)
140
200
120

25 38
LAMA
IN ACCIAIO INOX 38 200
(SU RICHIESTA)

Caratteristiche tecniche
Temperatura d’utilizzo:
Codice Gamma d’utilizzo (daN)
da -30 °C a + 70°C
pesi: 3 – 4 Kg
530901 21 00HE 7,5 - 75

530901 21 10HE 15 - 150

530901 21 20HE 25 - 250

530901 21 30HE 40 - 400

530901 21 40HE 60 - 600

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 135
VII - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE390
SUPPORTI A MEDIA DEFLESSIONE - ALTI CARICHI

Descrizione

Gamma di supporti omnidirezionali ad elevata deflessione composti da un’armatura metallica e da un nocciolo maschiato nella
parte superiore.
L’elastomero è a base di caucciù naturale sviluppato per le applicazioni Marina (materiali diversi su richiesta).

Vantaggi

Questi supporti garantiscono un elevato livello d’isolamento vibratorio e d’assorbimento degli shock. La loro resistenza strutturale
corrisponde a un’accelerazione continua di 10g per il carico massimo.
Esistono 7 codici, con una gamma di carichi da 850 a 7000 daN
Questi supporti rispondono alle specifiche di shock europee e nord-americane utilizzate dall’insieme delle Marine nazionali.
Le armature sono trattate contro la corrosione (es.: nebbia salina).
Su richiesta, versione con armatura in inox.

136 www.homberger.com
VII - Gamma supporti industria ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

Fig. 1 Fig. 2
Ø 204,6 352
30 utile

4xM20

20
90

190 ± 2,5
37

237

217
30 utile

27 utile

4xM20 8xM12
Ø 296 4 x M20

262

175
= = 6 x M20
115
= =
=

A
=

A
175
115

115

352
Ø240 A
=
=

45°

A 22,5° 115

Caratteristiche tecniche

Gamma d’utilizzo (daN) Codice Fig. Altezza sotto carico max (mm)

850 a 1955 E1N-4001-54HE


1050 a 2415 E1N-4001-52HE 1 177 ± 2
1250 a 2875 E1N-4001-53HE
1600 a 3680 E1N-4001-51HE

3000 a 5000 E1N-4066-52HE 2 220 ± 2


4200 a 7000 E1N-4066-51HE

• Carico statico nominale: da 850 a 7000 per supporto Questa corsa può essere portata a 63 mm per il supporto E1N-
• Frequenza propria assiale e radiale: da 4 a 7 Hz, a seconda del 4001HE utilizzando degli spessoramenti appropriati
carico statico • Resistenza strutturale: 10 g sotto carico massimo
• Corsa disponibile sotto shock: da 56 a 60 mm a seconda del • Temperature d’utilizzo: da -30°C a +80°C
modello
• Corsa radiale disponibile sotto shock: 45 mm

www.homberger.com 137
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Montaggio

Questi supporti sono concepiti per essere montati in Non sono previsti per supportare un carico statico a taglio o in
compressione, devono essere istallati su una base piana. trazione.
La struttura supportata e’ in seguito fissata al nucleo tramite un
tirante M20 (Figg. 1 e 2). Tutte le connessioni agli armadi sospesi devono essere flessibili
e capaci di accettare importanti deformazioni, al fine di
Per un miglior risultato, il carico deve essere suddiviso in modo permettere alla sospensione di lavorare nelle migliori condizioni.
omogeneo. In casi di sospensione di un grande armadio, questi
supporti possono essere utilizzati come stabilizzatori. Raccomandiamo vivamente che l’istallazione sia approvata
Debbono essere fissati all’armadio sospeso solo dopo preventivamente dal nostro Servizio Tecnico.
stabilizzazione dei supporti principali.

Schema d’installazione

138 www.homberger.com
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE410

Frequenza propria: da 4 a 10 Hz (1)

Descrizione Antivibrante metallico con un’eccellente capacità d’assorbimento degli shock oltre che una buona tenuta a fatica.

Caratteristiche tecniche
L

Ød

Altezza scarico
H
Fori Ø D

Altezza sotto carico


h

Carico
Codice H (mm) h (mm) L (mm) M (mm) Ø d (mm) Ø D (mm)
nominale (daN)

E1M-3950-01HE 10 114,3 106,9 203,2 50,8 31,8 8


E1M-3951-01HE 20 114,3 106,9 203,2 50,8 31,8 8
E1M-3952-01HE 45 133,3 123,2 215,9 50,8 31,8 12
E1M-3953-01HE 70 133,3 123,6 215,9 50,8 31,8 12
E1M-3954-01HE 110 133,3 124,2 215,9 50,8 31,8 12
E1M-3955-01HE 180 190,5 185,4 297,2 101,6 63,5 20
E1M-3956-01HE 320 190,5 183,4 297,2 101,6 63,5 20
E1M-3957-01HE 450 190,5 184,4 297,2 101,6 63,5 20
E1M-3958-01HE 450 209,6 199,3 365,0 50,8 34,9 3/4

Montaggio

Questi supporti sono concepiti per essere montati in Tutte le connessioni agli armadi sospesi devono essere
compressione, devono essere istallati su una base piana. flessibili e capaci di accettare importanti deformazioni, al
La struttura supportata e’ in seguito fissata al nucleo tramite una fine di permettere alla sospensione di lavorare nelle migliori
vite. Per un miglior risultato, il carico deve essere suddiviso in condizioni. Raccomandiamo vivamente che l’istallazione sia
modo omogeneo. Non sono previsti per supportare un carico approvata preventivamente dal nostro Servizio Tecnico.
statico a taglio o in trazione.

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 139
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE420
SUPPORTI A MEDIA DEFLESSIONE - ALTI CARICHI

Descrizione Caratteristiche

Gamma di supporti omnidirezionali ad elevata deflessione • Frequenze proprie verticali e laterali sotto carico nominale
composti da un’armatura metallica e da un nocciolo maschiato da 4 a 5.5 Hz.
nella parte superiore. • Massima deflessione ammessa: 75 mm* in tutte le direzioni
L’elastomero è a base di caucciù naturale sviluppato per
le applicazioni Marina (materiali diversi su richiesta).

*forza massima corrispondente a 15 volte il carico

4 fori lisci Ø d

ØF
1 foro maschiato D

G utile
A B
H scarico
h circa sotto
carico

e A

Carico ØF G lungh. utile e


nominle (daN) Codice D H (mm) h (mm) A (mm) B (mm) Ø d (mm)
(mm) (mm) (mm)

120 E1N-3392-50HE M30 92 45 15 211 197 circa 200 236 18


200 E1N-3392-59HE M30 92 45 15 211 197 circa 200 236 18
250 E1N-3392-58HE M30 108 45 15 211 197 circa 234 270 18
380 E1N-3392-57HE M30 112 45 15 211 197 circa 234 270 18
630 E1N-3392-56HE M56 199 84 40 255 238 circa 360 446,5 30
900 E1N-3392-55HE M56 199 84 40 255 238 circa 360 446,5 30
1200 E1N-3392-54HE M56 240 84 40 255 238 circa 360 446,5 30
2000 E1N-3392-53HE M56 240 84 40 255 238 circa 360 446,5 30
3000 E1N-3392-52HE M56 240 84 40 255 238 circa 360 446,5 30
4000 E1N-3392-51HE M56 280 84 40 305 289 circa 460 546,5 30

140 www.homberger.com
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

PHE430
SUPPORTI AD ELEVATA DEFLESSIONE - BASSI CARICHI

Descrizione

Gamma di supporti omnidirezionali ad elevata deflessione


composti da un’armatura metallica inferiore e superiore.
L’elastomero è a base di caucciù naturale sviluppato per le
applicazioni Marina (materiali diversi su richiesta).

Vantaggi

Questi supporti garantiscono un elevato livello d’isolamento


vibratorio e d’assorbimento degli shock. La loro resistenza
strutturale corrisponde a un’accelerazione continua di 10g per
il carico massimo.

Esistono 5 codici, con una gamma di carichi da 11 a 94 daN.

Questi supporti rispondono alle specifiche di shock europee e


nord-americane utilizzate dall’insieme delle Marine nazionali.

Le armature sono ricoperte da caucciù per assicurare la


protezione contro la corrosione (es.: nebbia salina).

www.homberger.com 141
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche dimensionali

Fig. 1 Fig. 2
150

150
35 75
35 75

Ø 13
Ø 13

167

167
Ø 13
Ø 13

6
6

Fig. 3
110
150

30
30

60 60

150

Carico statico permanente ( dovuto al peso del materiale sospeso)

Compressione assiale Z (daN) Trazione Assiale Z (daN) Trasversale Y (daN)


Codice
nominale minimo massimo nominale massimo nominale massimo

552450HE 15 11,3 18,8 7,5 9,4 7,5 9,4

552451HE 25 18,8 31,3 12,5 15,6 12,5 15,6

552452HE 35 26,3 43,8 17,5 21,9 17,5 21,9

552453HE 50 37,5 62,5 25,0 31,3 25,0 31,3

552454HE 75 56,3 93,8 37,5 46,9 37,5 46,9

Longitudinale X: non carichi permanenti per la bassa rigidezza in questa direzione

142 www.homberger.com
VII - Gamma supporti marina ANTIVIBRANTI ELASTOMERICI

Caratteristiche tecniche

Trazione assiale +Z

Trasversale Y
Longitudinale X • Frequenza propria assiale e radiale: da 5 a 7 Hz,
a seconda del carico statico
• Corsa disponibile sotto shock: 75 mm in tutte le
direzioni
• Resistenza strutturale: 10 g sotto carico massimo
• Temperature d’utilizzo: da -30°C a +80°C
• Parti metalliche ricoperte da caucciù per
assicurare la tenuta all’acqua marina dopo
il montaggio.

Compressione assiale –Z

Montaggio

In casi di sospensione di un grande armadio, questi supporti Tutte le connessioni agli armadi sospesi devono essere flessibili
possono essere utilizzati come stabilizzatori. Debbono essere e capaci di accettare importanti deformazioni, al fine di
fissati all’armadio sospeso solo dopo stabilizzazione dei supporti permettere alla sospensione di lavorare nelle migliori condizioni.
principali.
Raccomandiamo vivamente che l’istallazione sia approvata
preventivamente dal nostro Servizio Tecnico.

www.homberger.com 143
Titolo NOME DEL CATALOGO

Antivibranti Metallici
144 www.homberger.com
I - Introduzione ANTIVIBRANTI METALLICI

ANTIVIBRANTI METALLICI

Homberger dispone di una gamma di antivibranti interamente metallici, di cui l’elemento essenziale è il “cuscino metallico”
realizzato partendo da un filo in acciaio inossidabile intrecciato ed in seguito modellato sotto una pressa.
Gli antivibranti metallici possiedono delle elevate capacità di smorzamento, dal 10% al 20% a seconda dell’applicazione, e di
resistenza meccanica.

VANTAGGI

Stabilità delle caratteristiche. Gli antivibranti metallici garantiscono la costanza nel tempo delle caratteristiche e della loro altezza
sotto carico.

Insensibilità alla corrosione. Gli antivibranti metallici resistono agli olii, grassi, solventi, intemperie ed ai prodotti corrosivi.

Insensibilità alla temperatura. Gli antivibranti metallici sopportano delle temperature di esercizio da -70 °C a +450 °C, senza che vi
siano variazioni delle loro caratteristiche.

Bassa frequenza propria. Gli antivibranti metallici, realizzati con molle speciali, sono caratterizzati da frequenze di risonanza molto
basse, dell’ordine dei 3 Hz, il che permette di ottenere delle attenuazioni che possono raggiungere il 98% per dei macchinari rotanti
a bassa velocità.

www.homberger.com 145
II - Guida alle applicazioni dei supporti ANTIVIBRANTI METALLICI

ELASTICITA ASSIALE ELASTICITA, ASSIALE E RADIALE

PHM050/080 &
PHM050/080 H - PHM190 PHM170 & PHM180 PHM240 PHM300 PHM260
CUSCINI VARI PHM160 - PHM250
PHM200- PHM210 - PHM230 PHM310 PHM270
PHM280 - PHM290
APPLICAZIONI PHM220 

PAGINE p.148 p.157 p.163 p.167 - 168 p.172 p.170

QUADRI ELETTRICI

ASCENSORI

FRANTOI

CABINE DI VEICOLI

CLIMATIZZATORI

VAGLI

GRUPPI ELETTROGENI

MACCHINE UTENSILI

MATERIALE SU MEZZI MOBILI

APPARATI DA LABORATORIO

MOTORI TERMICI

MOTOCOMPRESSORI

MOTOPOMPE

MOTORIDUTTORI

MOTOVENTILATORI

OPERE DI GENIO CIVILE

CONTROSOFFITTI,
CANALIZZAZIONI

CARRIPONTE

PRESSE, CESOIE

TAVOLE VIBRANTI

TRASFORMATORI

TRAMOGGIE

TUBAZIONI

APPARATI ELETTRONICI

PRESSE A INIEZIONE

146 www.homberger.com
II - Guida alle applicazioni dei supporti ANTIVIBRANTI METALLICI

ELASTICITA, ASSIALE
ELASTICITA, ASSIALE ELASTICITA CUNEI
ELASTICITA ASSIALE E RADIALE ELASTICITA ASSIALE
E RADIALE MULTIASSIALE DI LIVELLAMENTO
+ ANTIRIMBALZO

PHM320/330 - PHM430
PHM340/350 7002 PHM390 - PHM400 - PHM480 - PHM490
PHM130 MV70 - MV71 PHM410 - PHM420 VIBCABLE PHM500 - PHM510
PHM360/370 - PHM380 - 0 MV72 - MV73
APPLICAZIONI ( ) MV801 - MV803

PAGINE p.161 p.179 p.174 p.191 p. 193 p.196

QUADRI ELETTRICI

ASCENSORI

FRANTOI

CABINE DI VEICOLI

CLIMATIZZATORI

VAGLI

GRUPPI ELETTROGENI

MACCHINE UTENSILI

MATERIALE SU MEZZI MOBILI

APPARATI DA LABORATORIO

MOTORI TERMICI

MOTOCOMPRESSORI

MOTOPOMPE

MOTORIDUTTORI

MOTOVENTILATORI

OPERE DI GENIO CIVILE

CONTROSOFFITTI,
CANALIZZAZIONI

CARRIPONTE

PRESSE, CESOIE

TAVOLE VIBRANTI

TRASFORMATORI

TRAMOGGIE

TUBAZIONI

APPARATI ELETTRONICI

PRESSE A INIEZIONE

www.homberger.com 147
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

I CUSCINI METALLICI

Frequenza propria :
da 12 a 25 Hz (1)


Descrizione Applicazioni

Il cuscino metallico è costituito da un filo inossidabile intreccia- La forte resistenza naturale ai grassi, olii, acqua, ecc e la tenuta
to, goffrato e infine pressato per ottenere una forma geometrica. in temperatura (da -70°C a +300°C) permettono di utilizzare i
La gamma è costituita da più di 1000 codici di dimensioni, geo- cuscini in numerose applicazioni industriali.
metrie e caratteristiche variabili. L’aumento della rigidezza statica in funzione dello schiacciamen-
Grazie alla facilità di montaggio del cuscinetto metallico, è pos- to del cuscino gli assicura un effetto di fine-corsa progressivo e
sibile realizzare dei prodotti permette di mantenere una frequenza propria costante per una
con forme e caratteristiche secondo la richiesta del cliente. gamma di carico molto estesa, in un ingombro ridotto.
La frequenza propria compresa fra 12 e 25 Hz e lo smorzamen-
to da 15 a 20% permettono d’isolare delle macchine rotanti con
velocità di rotazione è superiore a 2.000 giri/min.

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratterisiche tecniche

148 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Caratteristiche dimensionali

Forma cilindrica semplice

Carico Carico Frequenza


Ø est. D Ø int. d Altezza H
Codice statico dinam. propria
[mm]   [mm]  [mm]
  [daN] max [daN] [Hz]

PHM010 53 16,5 14 20 a 250 1250 15 a 22

PHM011 33 14 19 75 a 300 900 15 a 22

PHM012 72 50 21 50 a 350 1000 15 a 20 ØD

PHM013 40 15 20 150 a 550 1700 15 a 20

PHM014 72 34 21 300 a 1300 5000 15 a 20

PHM015 119 34 21,5 700 a 2700 12500 15 a 20

H
PHM016 159 70 21,5 250 a 7000 22500 15 a 20

PHM017 203 121 21 250 a 7000 22500 15 a 20

PHM018 72 51 10 50 a 350 1000 20 a 25 Ød


PHM019 70 34 10,5 300 a 1300 5000 20 a 25

PHM020 116 36 11 700 a 2700 8000 20 a 25

PHM021 40 15 11,5 750 a 3000 9000 20 a 25

PHM022 156 72 10,5 2000 a 7000 21000 20 a 25

La tabella elenca delle possibili dimensioni. Vogliate consultarci per maggiori informazioni.

Forma cilindrica con spalle

Ø D1
Carico Carico Frequenza H1 H2
Ø D1 Ø D2 Ø int. d Ø D2
Codice statico dinam. propria (mm) (mm)
[mm]   [mm]   [mm]
  [daN] max [daN] [Hz]

PHM023 72 48 33 50 a 350 1050 15 a 20 25 21


H1
PHM024 69,5 52 34 50 a 300 900 15 a 20 30 23,5
H2
PHM025 52,6 26,5 16 25 a 200 600 15 a 22 21,5 14

PHM026 49 27,5 18 20 a 100 300 15 a 20 30 24,5

PHM027 34,5 20,5 12,5 15 a 100 300 20 a 25 14 10 Ød

Forma a parallelepipedo

Carico Carico Frequenza LxI


Lxl Ø int. d H
Codice Forma statico dinam. propria
[mm]   [mm]  [mm]
  [daN] max [daN] [Hz]

B
PHM028 * B 53 X 49 8 25 30 a 200 800 12 a 18
H

PHM029 C 28 X 28 - 15 50 a 300 1000 17 a 22

PHM030 * C 50 X 47 - 25 75 a 400 1200 12 a 18


Ød
PHM031 * C 50 X 47 - 16 75 a 400 1600 17 a 22

PHM032 C 45 X 36 - 16 400 a 1500 5000 20 a 25 LxI

PHM033 B 100 X 100 20 34 2000 a 7000 20000 12 a 18

PHM034 B 28 X 28 10,5 10 25 a 150 450 20 a 25 C


H

PHM035 B 157 X 157 30 25 500 a 5000 15000 13 a 18

* Codici dettagliati nelle pagine seguenti

www.homberger.com 149
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Sospensioni
di motori,
ventilatori, pompe
Assorbimento
(nessuna ripresa
di dilatazioni,
di carico radiale).
disaccoppiamento
E‘ necessario
di viti sotto carico
un gioco fra la vite
dinamico
e l‘apparato
da sospendere.

Sospensione
Disaccoppiamento dei motori, ventilatori,
di tubazioni gruppi, ecc.

Cuscino Boccola

Schema
Macchina montata su
di montaggio dei cuscini con
cuscini collocati
ripresa
su perni di centraggio
del contraccolpo

Perno saldato

150 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Caratteristiche tecniche

Curva tipo di rigidezza di un cuscino metallico

Carico

∆2

∆1

M2
Zona di carico

M1

Freccia

∆1 : sotto-tangente al punto Eccellente resistenza agli olii, grassi, solventi, acqua, polvere,
di carico minimo M1 agenti chimici
∆2 : sotto-tangente al punto
di carico massimo M2 Tenuta in temperatura da – 70°C a + 300°C ed in alcune applica-
∆1= ∆2 zioni da – 150°C a +400°C

La frequenza propria dell’ammortizzatore resta costante nella Eccellente comportamento all’invecchiamento: mantenimento
zona di carico. delle caratteristiche
Il limite elastico del cuscino metallico in compressione è da 3 a
4 volte superiore al carico statico massimo indicato sulle fiche Smorzamento importante da 15 a 20% sia tg.d da 0.3 a 0.4 corri-
tecniche. spondentead un coefficiente di amplificazione alla risonanza < 4

Tasso di lavoro fino a 150 Kg/cm2


in compressione alternata e 500 Kg/cm2 in fine corsa antiurto

www.homberger.com 151
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM028, PHM030, PHM031

(1
Frequenza propria : da 15 a 20 Hz

Descrizione

Questi elementi di sospensione sono costituiti da cuscini a for-


ma di parallelepipedo in filo d’acciaio inox, intrecciati e pressati.
La serie PHM028 ha un foro Ø 9 con lamatura per il passaggio di
una vite, per permettere di fissarli nel collare il cui diametro sarà
a scelta dell’utilizzatore.

Applicazioni

Questa sospensione, di poco ingombro, sono particolarmente


convenienti per l’isolamento delle tubazioni di collettori di sca-
rico di motori di gruppi elettrogeni a bordo di mezzi mobili o a
posto fisso.
Insensibile agli agenti aggressivi, olii, grassi, corrosione, resi-
stente alle temperature estreme da -70°C a + 300°C.

La frequenza propria compresa fra 15 a 20 Hz permette un di-


saccoppiamento del supporto della tubazione migliorando così
il livello acustico e la libera dilatazione delle colonne.

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratterisiche tecniche

152 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Caratteristiche dimensionali Montaggio:

Per fissare i cuscini all’interno del collare possono essere uti-


Ø 20 lizzate delle viti a testa sfasata.
9 E’ consigliabile utilizzare un numero di cuscini pari ad un mul-
25 tiplo di 4, in funzione del diametro della canalizzazione: vede-
re la tabella qui sotto.
Comunque, per canalizzazione aventi un diametro ridotto, si
Ø9 possono utilizzare 2 collari accostati, ognuno con 2 cuscini
53
messi su diagonali opposte.

49

Caratteristiche tecniche

Cuscino
metallico

Ø della canalizzazione [mm] numero di cuscini


75 - 175 4

175 - 425 8

425 - 550 12 Collare di


serraggio
550 - 700 16 standard
700 - 850 20
Vite a testa
850 -1000 24 sfasata
1000 - 1150 32

1150 - 1300 36

1300 - 1450 40

1450 - 1600 44

1600 - 1750 48

Sforzo massimo dinamico in compressione: 800 daN


Gamma di carico statico da 30 a 200 daN
Collare e viteria non fornite

www.homberger.com 153
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM030, PHM031
Caratteristiche dimensionali

Montaggio:

50
La nostra fornitura non si limita ai soli cuscini, Vi consigliamo
un montaggio secondo lo schema qui indicato (due semi-corone, collegate
a degli elementi strutturali, nelle quali si posizionano i cuscini montati affiancati).
Attenzione: i cuscini possono essere montati in due sensi diversi, l’altezza H è riportata nella tabella.
Fare riferimento al disegno per posizionare correttamente l’altezza H al momento del montaggio.

47
Scelta :

I cuscini esistono in due spessori :16 mm e 25 mm.

PHM031 = 16
PHM030 = 25
Si consiglia l’utilizzo dei cuscini cod. PHM031 (spessore 16) per Ø D di tubazioni < 270 e cod.
PHM030 (spessore 25) per Ø D di tubazioni > 270.

Esempio di definizione :

• Per tubazioni Ø D esterno 140 : utilizzare 9 cuscini cod. PHM031


• Per tubazioni Ø D esterno 1000 : utilizzare 61 cuscini cod. PHM030

Caratteristiche tecniche

Prevedere degli rondelle


fra le semi-corone
per i serraggi futuri
ØD

A Ø D [mm] Ø D [mm]
numero di numero di
della H [mm] della H [mm]
Cuscini PHM030 cuscini cuscini
canalizzazione   canalizzazione  
(spessore 25) o
PHM031 (spessore 16) 75 a 85 50 5 335 a 380 47 21

80 a 90 47 5 360 a 410 50 24

90 a 100 50 6 400 a 450 50 27

DETTAGLIO A 95 a 105 47 6 445 a 500 47 28

105 a 120 50 7 500 a 560 47 31

120 a 135 50 8 560 a 630 47 35

135 a 150 50 9 620 a 700 47 39

H 150 a 170 50 10 700 a 790 47 44

165 a 185 50 11 780 a 880 47 49

180 a 200 50 12 875 a 985 47 55


16 o 25 a seconda del Ø D
195 a 220 50 13 975 a 1100 47 61

210 a 240 50 14 1100 a 1240 47 69

240 a 270 47 15 1230 a 1385 47 77

270 a 305 47 17 1370 a 1550 47 86


Massimo sforzo dinamico in compressione :
PHM030 = 1.200 daN, PHM031 = 1.600 daN 300 a 340 50 20 1530 a 1725 47 96

Gamma di carico statico da 75 a 400 daN

154 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

CUSCINI METALLICI PER TUBAZIONI

Frequenza propria : secondo il carico applicato(1)

Descrizione

Il cuscino metallico per tubazioni è costituito da un filo inossida-


bile intrecciato e pressato.
E’ proposto da solo o in un kit comprendente due cuscini, due
distanziali di precompressione ed una flangia in acciaio bi-cro-
matato zincato.

Applicazioni

Questi cuscini resistono a temperature comprese fra – 70°C e


+300°C e sono utilizzati per le flangiatura e l’isolamento delle
vibrazioni di tubazioni per il passaggio di liquidi.

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 155
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Caratteristiche dimensionali

Solo cuscino

Codice R L1 L2 H1 h ØD E E
del cuscino [mm]  [mm]  [mm] [mm] [mm] [mm] [mm] ØD

PHM036 5,10 60 30 15 12 7 40

PHM037 6,75 60 30 15 12 7 40

PHM038 8,60 70 30 20 16 7 50 h

PHM039 10,65 70 30 20 14 7 50 H1

PHM040 16,50 87 31 30 20 9 65 R L2

PHM041 24,00 88 32 30 15 9 65

PHM042 20,00 115 35 35 15 13,5 85 L1


PHM043 25,00 115 35 35 15 13,5 85

PHM044 30,00 115 35 35 15 13,5 85

Le dimensioni dei cuscini sono date nella condizione ‘’scarico’’

Kit di cuscini (viti non fornite) E

Codice ØD L1 L2 H2 H3 E
del kit [mm]  [mm]  [mm] [mm] [mm] [mm]

8
PHM045 40 115 35 32,5 73 85

PHM046 50 115 35 37,5 83 85

PHM047 60 115 35 42,5 93 85 H3

Le dimensioni sono date per cuscini con precompressione


ØD

H2
L2

L1

156 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM050, PHM060, PHM070, PHM080

(1)
Frequenza propria :
V4* : da 22 a 30 Hz
V4*W : da 15 a 22 Hz

DESCRIZIONE

• Sede del cuscino in acciaio

• Cuscino metallico in filo inox CrNi

• Protezione: verniciatura

Note:

• Per aumentare il coefficiente d’attrito pavimento l‘ammortizzatore è fornibile con suola antisdrucciolo (vedere accessori)

• Ammortizzatore con frequenza propria < 15 Hz fornibile a richiesta

PHM[X]0 Accessorio: PHM0[X]0-H


vedere scheda
“vite di regolazione
altezza”(PG 201)
h1
h1
̃ Altezza libera

Ød1 Ød1

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 157
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Tipo h1 [mm] d1 [mm] Carico Statico Frequenza propria Carico dinamico massimo Massa ca. kg

PHM050 21 69 0,5 - 2,5 kN 25 - 30 Hz 12,5 kN 0,25 kg

PHM050 W 25 69 0,3 - 2,5 kN 15 - 20 Hz 12,5 kN 0,25 kg

PHM050 S2 21 69 0,5 - 2,5 kN 35 - 40 Hz 12,5 kN 0,25 kg

PHM050 H 31 84 0,5 - 2,5 kN 25 - 30 Hz 12,5 kN 0,70 kg

PHM050 W H 35 84 0,3 - 2,5 kN 15 - 20 Hz 12,5 kN 0,70 kg

PHM050 H S2 31 84 0,5 - 2,5 kN 35 - 40 Hz 12,5 kN 0,70 kg

Tipo h1 [mm] d1 [mm] Carico Statico Frequenza propria Carico dinamico massimo Massa ca. kg

PHM060 20 80 2,0 - 30 kN 25 - 30 Hz 70 kN 0,4 kg

PHM060 W 31 80 0,5 - 9 kN 15 - 20 Hz 45 kN 0,42 kg

PHM060 S2 20 80 2,0 - 30 kN 35 - 40 Hz 70 kN 0,42 kg

PHM060 H 38 95 2,0 - 30 kN 25 - 30 Hz 70 kN 1,3 kg

PHM060 W H 49 95 0,5 - 9 kN 15 - 20 Hz 45 kN 1,3 kg

PHM060 H S2 38 95 2,0 - 30 kN 35 - 40 Hz 70 kN 1,35 kg

Tipo h1 [mm] d1 [mm] Carico Statico Frequenza propria Carico dinamico massimo Massa ca. kg

PHM070 27 130 5,0 - 35 kN 25 - 30 Hz 75 kN 1,3 kg

HM070 37 130 1,2 - 25 kN 15 - 20 Hz 60 kN 1,3 kg

HM070 S2 27 130 5,0 - 35 kN 35 - 40 Hz 75 kN 1,3 kg

HM070 H 43 145 5,0 - 35 kN 25 - 30 Hz 75 kN 3,2 kg

HM070 W H 54 145 1,2 - 25 kN 15 - 20 Hz 60 kN 3,2 kg

Tipo h1 [mm] d1 [mm] Carico Statico Frequenza propria Carico dinamico massimo Massa ca. kg

PHM080 34 170 15 - 80 kN 20 - 25 Hz 150 kN 2,1 kg

PHM080 W 43 170 15 - 45 kN 15 - 20 Hz 150 kN 2,1 kg

PHM080 H 59 198 15 - 45 kN 20 - 25 Hz 150 kN 6,2 kg

PHM080 W H 68 198 15 - 45 kN 15 - 20 Hz 150 kN 6,2 kg

158 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

regolazione in altezza
PHM090, PHM100

M 27 X 200 PHM090

H2
Non caricato
H1
øA
øB

PHM100

Frequenza propria: da 13 a 20 Hz (1)

DESCRIZIONE

• Campana e sede del cuscino in acciaio


Mass.
Freq. Massa
Tipo Carico statico carico
propria dinamico ca. kg • Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi

PHM090 2,5 - 70 kN 15 - 20 Hz 225 kN 9,1 kg • Riduzione della frequenza propria mediante due
PHM100 2,5 - 70 kN 13 - 18 Hz 225 kN 12,2 kg cuscini uno sopra l’altro

• La forma conica permette anche carichi laterali


Tipo Ø A [mm] Ø B [mm] H1 [mm] H2 [mm]

PHM090 170 198 73 14 • L’ammortizzatore è equipaggiato con una vite di


PHM100 170 198 103 14
regolazione in altezza

• Protezione: verniciatura, vite zincata

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 159
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM110, PHM120

regolazione in altezza
PHM110
M 27 X 200

H2
Non caricato
H1
ØA
ØB

PHM120

Frequenza propria: da 9 a 16 Hz (1)

DESCRIZIONE

• Campana e sede del cuscino in acciaio


Mass.
Carico Freq. Massa
Tipo carico • Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi
statico propria ca. kg
dinamico

PHM110 2,5 - 70 kN 11 - 16 Hz 225 kN 13,1 kg • Riduzione della frequenza propria mediante due
cuscini uno sopra l’altro
PHM120 2,5 - 70 kN 9 - 14 Hz 225 kN 15,1 kg

• La forma conica permette anche carichi laterali


Tipo Ø A [mm] Ø B [mm] H1 [mm] H2 [mm]
• L’ammortizzatore è equipaggiato con una vite di
PHM110 170 198 133 14
regolazione in altezza
PHM120 170 198 163 14

• Protezione: verniciatura, vite zincata

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

160 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM130

PHM130-1

Non caricato
~ 89
PHM130-2

Non caricato
̃ 124
Frequenza propria: da 9 a 20 Hz (1)
PHM130-3

Non caricato
DESCRIZIONE

~154
• Piastra di base e superiore in acciaio

• Sede del cuscino in acciaio PHM130-4

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi

Non caricato
20
~ 184
• Riduzione della frequenza propria mediante due cuscini

15
uno sopra l’altro

Ø 28
• La forma conica permette anche carichi laterali

• Protezione: verniciatura
170± 0,5
140
220

Montaggio:
230
330± 0,5
• Per il bloccaggio sono disponibili due fori diametro 28 sulla
400
piastra di base e uno M36 sulla piastra superiore

Note:
Carico Freq. Mass. carico
Tipo statico propria dinamico
• Per carichi superiori vedere PHM130-6 , PHM130-7
PHM130-8 , PHM130-9 PHM130-1 5 - 140 kN 15 - 20 Hz 450 kN

PHM130-2 5 - 140 kN 13 - 18 Hz 450 kN

PHM130-3 5 - 140 kN 11 - 16 Hz 450 kN

PHM130-4 5 - 140 kN 9 - 14 Hz 450 kN

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 161
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

DESCRIZIONE
PHM130-6

Non caricato
• Piastra di base e superiore in acciaio

~ 89
• Sede del cuscino in acciaio
PHM130-7

Non caricato
• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi

~ 124
• Riduzione della frequenza propria mediante due cuscini
uno sopra l’altro PHM130-8

Non caricato
• La forma conica permette anche carichi laterali

~154
• Protezione: verniciatura

PHM130-9

20

Non caricato
Montaggio:

~ 184
15
• Per il bloccaggio sono disponibili due fori diametro 28
Ø 28
sulla piastra di base e due fori M24 e uno M48 sulla piastra
superiore
Note:

175± 0,5
• Per carichi inferiori vedere PHM130-1 , PHM130-2

380± 0,5
PHM130-3 , PHM130-4
450

230
330± 0,5

Carico Freq. Mass. carico


Tipo statico propria dinamico

PHM130-6 10 - 280 kN 15 - 20 Hz 900 kN

PHM130-7 10 - 280 kN 13 - 18 Hz 900 kN

PHM130-8 10 - 280 kN 11 - 16 Hz 900 kN

PHM130-9 10 - 280 kN 9 - 14 Hz 900 kN

162 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM140, PHM145, PHM150, PHM160

PHM140

~ h3

h1 libera
h2
d1

PHM160 d1

~ h3
PHM150
Frequenza propria: da 18 a 25 Hz (1) PHM145

DESCRIZIONE Vista dall'alto PHM140

• Ammortizzatore pluri direzionale

• Sede del cuscino e carcassa in acciaio

~b
a
• PHM140 asse in lega d’alluminio ad alta resistenza,
PHM150 asse d’acciaio

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi


4 Fori d2
• La forma conica permette anche carichi laterali

• Può sopportare anche carichi di trazione Tipo Carico statico Freq. risonanza Mass. carico Trazione Massa ca.
dinamico Kg

• Protezione: verniciatura PHM140 0,5 - 9 kN 18 - 25 Hz 45 kN 15 kN 1,7 kg

PHM145 12 - 25 kN 15 - 20 Hz 50 kN -- 4,8 kg

PHM150 2,5 - 70 kN 18 - 25 Hz 225 kN 90 kN 10 kg

PHM160 2,5 - 70 kN 25 - 30 Hz 225 kN 90 kN 9,5 kg

h2
h1 h3 d1 d2 a b
Tipo [mm]
[mm] [mm] [mm] [mm] [mm]

PHM140 71 63 33 M16 12,5 100 130

PHM145 84 -- 45 M20 14 120 160

PHM150 97 87 58 M27 17 170 220

PHM160 87 72 35 M27 17 170 220

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 163
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM170, PHM180

PHM170

~ h1 libera
~ h3
~ h2
d1

PHM180

d1

~ h3
Frequenza propria: da 15 a 23 Hz (1)

DESCRIZIONE
Vista dall’alto PHM170

• Ammortizzatore pluri direzionale

• Sede del cuscino e carcassa in acciaio

~b
• PHM170 asse in lega d’alluminio ad alta resistenza, PHM180
a

asse in getto d’acciaio

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi

4 Fori d2
• Riduzione della frequenza propria mediante due cuscini uno
sopra l’altro
Mass. carico
Carico Massa ca.
Tipo Freq. risonanza dinamico Trazione
• La forma conica permette anche carichi laterali statico Kg

PHM170 0,5 - 9 kN 15 - 23 Hz 45 kN 15 kN 2,4 kg


• Può sopportare anche carichi di trazione
PHM180 2,5 - 70 kN 15 - 23 Hz 225 kN 90 kN 13 kg
• Protezione: verniciatura
h1 h2 h3 d2 a b
Tipo d1
[mm] [mm] [mm] [mm] [mm] [mm]

PHM170 98 84 54 M16 12,5 100 130

PHM180 125 112 80 M27 17 170 220

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

164 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM190, PHM200

PHM190, PHM200

~ 36 libera 4 Fori 12,5 per fissaggio inferiore

Frequenza propria: da 15 a 20 Hz (1)

Ød
DESCRIZIONE 2 Ød1
Fissaggio superiore
b2
a

• Piastra e sede del cuscino in acciaio

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi

• Protezione: verniciatura
b1

Freq. Mass. carico Massa


Tipo Carico statico propria dinamico ca. kg

PHM190 1,2 - 25 kN 15 - 20 Hz 125 kN 2,3 kg

PHM200 2,5 - 70 kN 15 - 20 Hz 225 kN 3,5 kg

Tipo d1 d2 [mm] a [mm] b1 [mm] b2 [mm]

PHM190 M16 126 114 140 150

PHM200 M20 165,5 138 160 165

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 165
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM210, PHM220

PHM210, PHM220

~70,5 libera
16
4 Fori Ø12,5 per fissaggio inferiore

Frequenza propria: da 13 a 18 Hz (1)

Ød
2 Ø d1
Fissaggio superiore
DESCRIZIONE
b2
a

• Piastra e sede del cuscino in acciaio

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi


b1
• Riduzione della frequenza propria mediante due cuscini uno
sopra l’altro

• Protezione: verniciatura

Freq. Mass. carico Massa


Tipo Carico statico propria dinamico ca. kg

PHM210 1,2 - 25 kN 13 - 18 Hz 125 kN 4,5 kg

PHM220 2,5 - 70 kN 13 - 18 Hz 225 kN 7 kg

Tipo d1 d2 [mm] a [mm] b1 [mm] b2 [mm]

PHM210 M16 126 114 140 150

PHM220 M20 165,5 138 160 165

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

166 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM230

Ø56

Scarico - 70

7,5

Frequenza propria: da 8 a 10 Hz (1)

DESCRIZIONE

• Piastra di base, carcassa e sede del cuscino in alluminio


~ 63,5± 0,2

• Asse, piastra e sede del cuscino superiore in acciaio


~ 77

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi M10


35 profondità
• Protezione: particolari in acciaio zincati, in alluminio
anodizzati

4 Fori Ø8,2

Mass. carico dinamico


Tipo Carico statico Freq. propria Massa ca. kg
Compress. Trazione

PHM230-1 0,25 - 0,6 kN 8 - 10 Hz 1,8 kN 0,75 kN 0,35 kg

PHM230-2 0,5 - 1,7 kN 8 - 10 Hz 5,1 kN 1,5 kN 0,35 kg

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 167
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM240

Ø 56

Scarico - 43

2,5
Frequenza propria: da15 a 22 Hz (1)

DESCRIZIONE

• Piastra di base, carcassa e sede del cuscino in alluminio


~ 63,5± 0,2

• Asse, piastra e sede del cuscino superiore in acciaio


~ 77

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi


35 profondità

• Protezione: particolari in acciaio zincati, in alluminio


anodizzati

4 Fori Ø 8,2

Mass. carico dinamico


Tipo Carico statico Freq. propria Massa ca. Kg
Compress. Trazione

PHM240-1 0,05 - 0,3 kN 15 - 22 Hz 1,5 kN 1,5 kN 0,18 kg

PHM240-2 0,2 - 2,5 kN 15 - 22 Hz 12,5 kN 6 kN 0,18 kg

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

168 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM250

Ø 69

Ø 50

Ø 17

18

Non caricato
45

~ 56
Frequenza propria: da 15 a 20 Hz (1)

DESCRIZIONE
12.5
• Ammortizzatore pluri direzionale

• Sede del cuscino e carcassa in acciaio

• Asse in lega di allumino ad alta resistenza


70

98

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi

• La forma conica permette anche carichi laterali

• Può sopportare anche carichi di trazione

• Protezione: verniciatura

Mass.
Freq. Campo Massa
Tipo carico
propria di carico ca. kg
dinamico

PHM250 15 - 20 Hz 0,3 - 9 kN 34 kN 0,85 kg

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 169
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM260, PHM270

ØD

max. lunghezza di avvitatura


Øf

H± 1,5 sottocarico
h1 non caricato
h2
b

Frequenza propria: da 15 a 20 Hz (1)


SW
C

d2

DESCRIZIONE

• Carcassa e particolare inferiore in acciaio

• Sede del cuscino in acciaio a1


a2
• Asse in lega d’alluminio ad alta resistenza

• Il posizionamento e la forma del cuscino metallico nell’ammortizzatore permette alti carichi orizzontali e di trazione

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi

• Protezione: verniciatura

Freq. Max carico Max carico Massa


Tipo Carico statico propria dinamico statico laterale kg

PHM260-1 0,7 - 3 kN 15 - 20 Hz 9 kN 1g 0,6 kg

PHM260-2 0,7 - 3 kN 15 - 20 Hz 9 kN 3g 0,6 kg

PHM260-3 1,5 - 6,5 kN 15 - 20 Hz 19,5 kN 1g 0,6 kg

PHM260-4 1,5 - 6,5 kN 15 - 20 Hz 19,5 kN 3g 0,6 kg

PHM270-1 3,5 - 14 kN 15 - 20 Hz 42 kN 1g 1,6 kg

PHM270-2 3,5 - 14 kN 15 - 20 Hz 42 kN 3g 1,6 kg

Tipo a1 [mm] a2 [mm] b [mm] c [mm] d1 d2 [mm]

PHM260 90 ± 0,2 94 ± 0,2 110 90 M12 11

PHM270 126 ± 0,3 ---  152 124 M20 15

Tipo D [mm] f [mm] h1 [mm] H [mm] h2 [mm] L [mm] S [mm] SW [mm]

PHM260 69 32 54 50,5 40,5 47 5,5 27

PHM270 96 50 60 56 45 51 7 42

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

170 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM280, PHM290
ØC
ØD

F V1

non caricato
K

̃H
FH

E
F V2 ØJ

ØG

A
B
Frequenza propria: da 18 a 25 Hz (1)

DESCRIZIONE

• Carcassa e piastra inferiore in acciaio

• Il posizionamento e la forma del cuscino metallico nell’ammortizzatore permette alti carichi orizzontali e di trazione

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi

• Protezione: verniciatura

Carico statico
Freq.
Tipo Massa kg
propria
FV1 FV2 FH

PHM290-1 18 - 25 Hz 3,5 - 9 kN 9 kN 9 kN 6,7 kg

PHM290-2 18 - 25 Hz 8 - 30 kN 9 kN 9 kN 6,7 kg

PHM280-1 18 - 25 Hz 10 - 25 kN 25 kN 25 kN 24,4 kg

PHM280-2 18 - 25 Hz 20 - 70 kN 25 kN 25 kN 24,4 kg

Carico dinamico
Freq.
Tipo propria
FV1 FV2 FH

PHM290-1 18 - 25 Hz 45 kN 45 kN 45 kN

PHM290-2 18 - 25 Hz 150 kN 45 kN 45 kN

PHM280-1 18 - 25 Hz 125 kN 125 kN 125 kN

PHM280-2 18 - 25 Hz 350 kN 125 kN 125 kN

Tipo A [mm] B [mm] C [mm] D [mm] E [mm] F [mm] G H [mm] I [mm] K [mm]

PHM290 172 138 100 50 12 5 M20 100 15 50

PHM280 260 215 140 70 18 5 M30 132 23 59

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 171
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM300, PHM310

Frequenza propria : da 12 a 18 Hz(1)

Descrizione Applicazioni

Gli antivibranti PHM300 e PHM310 sono costituiti da una I supporti PHM300 e PHM310 hanno frequenza propria com-
base, da una coppella e da un’asse in acciaio. presa fra 12 e 18 Hz, sono studiati per la sospensione di macchi-
Questa serie è disponibile in versione acciaio zincato bianco e ne rotanti, di armadi elettronici, ecc.
in versione integralmente inox. Le parti resilienti sono realizzate La loro struttura interamentemetallica permette di conservare
con cuscini metallici in filo inox. La protezione è assicurata da nel tempo le ca ratteristiche e l’altezza sotto carico, anche in
una zincatura bianca per le parti in acciaio. condizioni ambientali molto critiche.
La forma delle armature e del cuscino superiore garantiscono
una buona tenuta radiale ed una resistenza strutturale di 3 g,
il che rende possibile l’utilizzo anche per materiale installato a
bordo di veicoli terrestri o navali.

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

172 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Caratteristiche dimensionali

2 fori Ø E
ØA
1 foro C classe 7H

ØG

I
K
R= ETICHETTA

Altezza media B2
Altezza libera B1
codice
+ data

H
di fabbrica-
zione

J
D

Codice ØA B1 B2 D ØE F ØG H I J K
C
del cuscino [mm]  [mm]  [mm] [mm] [mm] [mm] [mm] [mm] [mm] [mm] [mm]

PHM300* 105 62 57 M12 130 11 160 110 50 5 3 15

PHM310* 82 56 51 M10 98 9 120 85 46 3 2 11

* Indice di carico vedere tabella sotto

Caratteristiche tecniche

Peso
Codice acciaio Codice inox  Gamma di carico [daN] [Kg]

PHM310-1 PHM310-1NX 15 a 40

PHM310-2 PHM310-2NX 25 a 75
0,65
PHM310-3 PHM310-3NX 50 a 150

PHM310-4 PHM310-4NX 100 a 250

PHM300-1 PHM300-1NX 30 a 75

PHM300-2 PHM300-2NX 50 a 150


1,6
PHM300-3 PHM300-3NX 100 a 300 Supporto caricato
in radiale (vogliate consultarci)
PHM300-4 PHM300-4NX 200 a 500

• Frequenza di risonanza : • Temperature di utilizzo:


assiale e radiale da 12 a 18 Hz - 70°C a + 300°C
a seconda del carico • Coefficiente di amplificazione
• Resistenza strutturale: 3g alla risonanza < 4
• Conforme alle normative
GAMT13-MIL.STD. 167-1

www.homberger.com 173
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

7002

Frequenza propria : assiale da 7 a 10 Hz (1) radiale da 4.5 a 6 Hz

Descrizione Applicazioni

L’ammortizzatore 7002 è costituito da una carcassa e da un fon- La frequenza propria assiale compresa fra 7 e 10 Hz e il finecor-
do in AG3 trattato, satinato, da una coppella in acciaio inox, da sa integrato permettono di utilizzare l’ammortizzatore 7002
una molla e da un cuscinetto metallico inox per gli elementi re- per la protezione di apparati elettronici, di navigazione e di stru-
silienti. menti di misura installati su mezzi mobili.
Il suo fissaggio è assicurato da 4 fori lisci Ø 5.2 da una parte e da Può essere utilizzato anche a terra per sospendere i quadri di
un foro maschiato dall’altra. comando delle macchine industriali. Essendo interamente me-
tallico può lavorare anche nelle condizioni ambientali più criti-
che .

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

174 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Caratteristiche dimensionali

foro centrale
Ø 6 (indice da GA a PA)
Ø 8 (indice da RB a TB)
Ø 30,2
distanziamento di 5
mm minimo

8 utile
4 fori lisci Ø 5,2
42 scarico circa

49,2

60,5
34,5 circa sotto carico

5,2
49,2

60,5

Caratteristiche tecniche

• Frequenza di risonanza : • Resistenza strutturale corrispondente a un’accelerazione


assiale : da 7 a 10 Hz a seconda del carico continua di 10 g sotto massimo carico
radiale : da 4.5 a 6 Hz a seconda del carico • Corsa disponibile sotto shock :
• Ampiezza massima di eccitazione assiale : ± 6 mm
alla frequenza della sospensione : ± 0.75 mm radiale : ± 5 mm
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza della • Pesi : da 100 a 200 g a seconda dell’indice
sospensione < 4
• Temperatura d’utilizzo : da -70°C a +300°C

Carico statico Foro


Codice assiale [daN] centrale

7002 GAHM 0,70 - 1,25

7002 HAHM 1,15 - 2,30

7002 JAHM 2,00 - 4,50

7002 KAHM 2,80 - 5,60


M6
7002 LAHM 4,50 - 9,00

7002 UAHM 7,00 - 14,00

7002 MAHM 8,00 - 18,00

7002 PAHM 16,00 - 22,00

7002 RBHM 20,00 - 33,00

7002 SBHM 28,00 - 45,00 M8

7002 TBHM 40,00 - 60,00

www.homberger.com 175
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

MV70, MV71, MV72, MV73

Frequenza propria : assiale e radiale da 15 a 25 Hz(1)

Descrizione
Caratteristiche tecniche
Ammortizzatore interamente metallico che può essere caricato
sia in compressione che in trazione e che possiede un fine-corsa • Ampiezza permessa alla frequenza di risonanza
incorporato. MV70: ± 0.3 mm
MV71: ± 0.4 mm
Applicazioni MV72: ± 0.45 mm
MV73: ± 0.45 mm
• Protezione di componenti, sottoinsiemi ed apparati elettro- • Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 4
nici installati su aerei,veicoli terrestri, treni, navi, quadri di con- • Temperature d’utilizzo: da -70°C a + 300°C
trollo, strumenti di misura. • Resistenza strutturale corrispondente a un’accelerazione
continua di 10 g sotto carico
• Applicazioni particolari: macchine movimento terra, industria.

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

176 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

MV70
2 fori Ø 15,6
per viti Ø 3 Ø M4

Ø 18 8

6 13 circa
26 ± 0,1
sul piatto

33
2,8 circa da 24,5 a 28,5
circa sotto carico
26,5 scarico max

Codice Carico statico assiale [daN] Frequenza di risonanza

MV 70-01HM 0,05 - 0,20

MV 70-02HM 0,15 - 0,35

MV 70-03HM 0,30 - 0,65 20 a 25 Hz

MV 70-04 HM 0,50 - 0,85

MV 70-05HM 0,75 - 1,00

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

MV71
foro centrale
2 fori Ø M4 prof 8 Ø 28,5
per viti Ø 4 max

31,5 28,5 circa sotto


carico
22,5 31 scarico max
6
sul piatto
35,9 ± 0,1
44,5 3,5

Codice Carico statico assiale [daN] Frequenza di risonanza

MV 71-01HM 0,18 - 0,50

MV 71-02HM 0,30 - 0,70

MV 71-03HM 0,45 - 0,90

MV 71-04HM 0,65 - 1,30 15 a 20 Hz

MV 71-05HM 0,90 - 1,80

MV 71-06HM 1,35 - 2,40

MV 71-07HM 1,80 - 3,00

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 177
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

MV72
13
sul piatto Ø 38 circa
4 fori
per viti Ø 4

43
Ø M6 prof da 39 a 44 circa sotto carico
utile max 17 35 ± 0,2 42 scarico max
31
4

35 ± 0,2

43

Codice Carico statico assiale [daN] Frequenza di risonanza

MV 72-P0HM 0,30 - 0,55

MV 72-P04HM 0,50 - 0,90

MV 72-P05HM 0,75 - 1,40

MV 72-P06HM 1,20 - 2,10


15 a 20 Hz
MV 72-P07HM 1,90 - 3,40

MV 72-P08HM 3,00 - 5,90

MV 72-P09HM 4,20 - 8,20

MV 72-P10HM 5,90 - 11,50

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: CARATTERISTICHE TECNICHE

MV73
19
4 fori sul piatto Ø 50
per viti Ø 5

60,5
Ø M6 prof
utile max 17 49,2 ± 0,2 da 50 a 55 circa sotto carico
39 53,5 scarico max
5

49,2 ± 0,2
60,5

Codice Carico statico assiale [daN] Frequenza di risonanza

MV 73-P02HM 2,50 - 5,20

MV 73-P03HM 3,50 - 8,00

MV 73-P04HM 4,50 - 10,00

MV 73-P05HM 5,50 - 12,00

MV 73-P06HM 7,00 - 14,00 15 a 20 Hz

MV 73-P07HM 9,00 - 16,00

MV 73-P08HM 10,50 - 19,00

MV 73-P09HM 12,00 - 22,00

MV 73-P10HM 15,00 - 27,00

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

178 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM320 - PHM330

∅A
E

h2
non caricato ~ H1
sottocarico ~H2
h1

Frequenza propria : da 7 a 9 Hz(1)

ØC
DESCRIZIONE
D

• Piastra di base in acciaio

• Molla in acciaio per molle


A

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi B

• Fissaggio per PHM320 e PHM330 con o senza piastra di base

• Protezione: molla verniciata, piastra di base zincata, disco di fissaggio per la molla in lega di alluminio

Tipo Carico statico Freq. propria Massa kg Tipo Carico statico Freq. propria Massa kg

PHM320-01 A 60 - 105 N 6 - 9 Hz 0,3 kg PHM330-01 A 0,4 - 0,85 kN 7 - 9 Hz

PHM320-02 A 75 - 135 N 6 - 9 Hz 0,3 kg PHM330-02 A 0,65 - 1,25 kN 7 - 9 Hz

PHM320-03 A 120 - 200 N 6 - 9 Hz 0,3 kg PHM330-03 A 1,1 - 1,9 kN 7 - 9 Hz 1,2 - 1,5 kg


con piastra di
base (secondo
PHM320-04 A 180 - 300 N 6 - 9 Hz 0,3 kg PHM330-04 A 1,75 - 2,7 kN 7 - 9 Hz indice)

PHM320-05 A 240 - 460 N 6 - 9 Hz 0,3 kg PHM330-05 A 2,5 - 4 kN 7 - 9 Hz

PHM320-06 A 400 - 750 N 6 - 9 Hz 0,3 kg PHM330-06 A 3,6 - 5,6 kN 7 - 9 Hz

Tipo Ø A [mm] E h1 [mm] h2 [mm] H1 [mm] H2 [mm] A [mm] B [mm] Ø C [mm] D [mm]

PHM320-XX A 47 M8 2,5 13 60 50 ± 2 69,6 ± 0,2 90 7 60

PHM330-XX A 78 M12 4 18 92 82 ± 2 110 ± 0,5 140 11 100

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 179
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM330-( )( )

Øa
h1
sottocarico H

PHM330 - 2 X
h1

Øa

Øa

sottocarico H
PHM330- 6 X

h1
Øa

h1
Øa
sottocarico H
h1

PHM330 - 4 X

Øa
h1

DESCRIZIONE
Tipo Carico statico Freq. propria Massa kg

• Piastra di base in acciaio PHM330-25 5 - 8 kN 7 - 9 Hz 3,7 kg

PHM330-26 7,2 - 11,2 kN 7 - 9 Hz 3,9 kg


• Molla in acciaio per molle
PHM330-45 10 - 16 kN 7 - 9 Hz 7,8 kg

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi PHM330-46 14,4 - 22,4 kN 7 - 9 Hz 8,2 kg

PHM330-65 15 - 24 kN 7 - 9 Hz 10,3 kg
• Protezione: molle, piastre di base e superiore,
PHM330-66 21,6 - 33,6 kN 7 - 9 Hz 10,9 kg
verniciate; dischi di fissaggio delle molle in lega di
alluminio

Tipo A [mm] B [mm] C [mm] D [mm] h1 [mm] H [mm] Ø a [mm] Ø b [mm] E

PHM330-2X 88 ± 0,2 120 168 ± 0,2 200 8 94 ± 2 13 13 M20

PHM330-4X 140 ± 0,2 200 140 ± 0,2 200 8 94 ± 2 13 13 M20

PHM330-6X 140 ± 0,2 200 240 ± 0,2 300 10 98 ± 2 13 13 M20

180 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM340 - PHM350

ØA

h2
non caricato ~ H1
sottocarico~H2
h1

ØC
D

Frequenza propria : da 5a 6 Hz(1)

DESCRIZIONE
A
• Piastra di base in acciaio
B
• Molla in acciaio per molle

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi

• Fissaggio per PHM340 e PHM350 con o senza piastra di base

• Protezione: molla verniciata, piastra di base zincata, disco di fissaggio per la molla in lega di alluminio

Tipo Carico statico Freq. propria Massa kg Tipo Carico statico Freq. propria Massa kg

PHM340-01 A 50 - 70 N 5 - 6 Hz 0,3 kg PHM350-01 A 0,3 - 0,48 kN 5 - 6 Hz

PHM340-02 A 60 - 90 N 5 - 6 Hz 0,3 kg PHM350-02 A 0,48 - 0,8 kN 5 - 6 Hz

PHM340-03 A 90 - 140 N 5 - 6 Hz 0,3 kg PHM350-03 A 0,8 - 1,3 kN 5 - 6 Hz 1,2 - 1,5 kg


con piastra
(secondo
PHM340-04 A 140 - 200 N 5 - 6 Hz 0,3 kg PHM350-04 A 1,3 - 2 kN 5 - 6 Hz indice)

PHM340-05 A 200 - 300 N 5 - 6 Hz 0,3 kg PHM350-05 A 2 - 3,1 kN 5 - 6 Hz

PHM340-06 A 300 - 500 N 5 - 6 Hz 0,3 kg PHM350-06 A 3,1 - 4 kN 5 - 6 Hz

Tipo Ø A [mm] E h1 [mm] h2 [mm] H1 [mm] H2 [mm] A [mm] B [mm] Ø C [mm] D [mm]

PHM340-XX A 47 M8 2,5 13 60 50 ± 3 69,6 ± 0,2 90 7 60

PHM350-XX A 78 M12 4 18 92 82 ± 3 110 ± 0,5 140 11 100

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 181
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM350-( )( )

Øa Øa

sottocarico H
sottocarico H

PHM350 - 2 X PHM350 - 6 X

h1
h1

Øa

h1
Øa
h1

Øa
sottocarico H
h1

PHM350 - 4 X
h1

Øa
A
B

DESCRIZIONE

• Piastra di base in acciaio


Tipo Carico statico Freq. propria Massa Kg

• Molla in acciaio per molle PHM350-25 4 - 6,2 kN 5 - 6 Hz 3,7 kg

PHM350-26 6,2 - 8 kN 5 - 6 Hz 3,9 kg


• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi
PHM350-45 8 - 12,4 kN 5 - 6 Hz 7,8 kg

• Protezione: molle, piastre di base e superiore, verniciate; PHM350-46 12,4 - 16 kN 5 - 6 Hz 8,2 kg


dischi di fissaggio delle molle in lega di alluminio
PHM350-65 12 - 18,6 kN 5 - 6 Hz 10,3 kg

PHM350-66 18,6 - 24 kN 5 - 6 Hz 10,9 kg

Tipo A [mm] B [mm] C [mm] D [mm] h1 [mm] H [mm] Ø a [mm] Ø b [mm] E

PHM350-2X 88 ± 0,2 120 168 ± 0,2 200 8 94 ± 2 13 13 M20

PHM350-4X 140 ± 0,2 200 140 ± 0,2 200 8 94 ± 2 13 13 M20

PHM350-6X 140 ± 0,2 200 240 ± 0,2 300 10 98 ± 2 13 13 M20

182 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM360 - PHM370

ØA

h2
non caricato~ H1
sottocarico~H2

h1

Frequenza propria : da 3 a 4 Hz(1)

ØC
DESCRIZIONE
D

• Piastra di base in acciaio

• Molla in acciaio per molle

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi A

• Fissaggio per PHM360 e PHM370 con o senza piastra di base B

• Protezione: molla verniciata, piastra di base zincata, disco di fissaggio per la molla in lega di alluminio

Tipo Carico statico Freq. propria Massa kg Tipo Carico statico Freq. propria Massa kg

PHM360-01 A 50 - 70 N 3 - 4 Hz 0,3 kg PHM370-01 A 0,75 - 1,05 kN 3 - 4 Hz

PHM360-02 A 60 - 90 N 3 - 4 Hz 0,3 kg PHM370-02 A 0,95 - 1,3 kN 3 - 4 Hz

PHM360-03 A 90 - 140 N 3 - 4 Hz 0,3 kg PHM370-03 A 1,15 - 1,6 kN 3 - 4 Hz 1,3 - 2,1 kg


con piastra di base
PHM360-04 A 140 - 200 N 3 - 4 Hz 0,3 kg PHM370-04 A 1,6 - 2,3 kN 3 - 4 Hz (secondo indice)

PHM360-05 A 200 - 300 N 3 - 4 Hz 0,3 kg PHM370-05 A 2,2 - 3,1 kN 3 - 4 Hz

PHM360-06 A 300 - 500 N 3 - 4 Hz 0,3 kg PHM370-06 A 3 - 4,15 kN 3 - 4 Hz

Tipo Ø A [mm] E h1 [mm] h2 [mm] H1 [mm] H2 [mm] A [mm] B [mm] Ø C [mm] D [mm]

PHM360-XX A 47 M8 2,5 13 90,5 70,5 ± 5 69,6 ± 0,2 90 7 60

PHM370-XX A 78 M12 4 18 144 124 ± 5 110 ± 0,5 140 11 100

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 183
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM370-( )( )
sottocarico H

PHM370 - 2 X
h1

Øa
h1

∅a
Øa

PHM370 - 6 X

sottocarico H
h1
Øa

h1

h1
Øa
sottocarico H
h1

PHM370 - 4 X

Øa
Ah1
B

DESCRIZIONE Tipo Carico statico Freq. propria Massa kg

PHM370-24 3,2 - 4,6 kN 3 - 4 Hz


• Piastra di base in acciaio 4,6 - 6,3 kg
PHM370-25 4,4 - 6,2 kN 3 - 4 Hz (secondo indice)

• Molla in acciaio per molle PHM370-26 6 - 8,3 kN 3 - 4 Hz

PHM370-44 6,4 - 9,2 kN 3 - 4 Hz


• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi 8,4 - 11,4 kg
PHM370-45 8,8 - 12,4 kN 3 - 4 Hz (secondo indice)
PHM370-46 12 - 16,6 kN 3 - 4 Hz
• Protezione: molle, piastre di base e superiore,
verniciate; dischi di fissaggio delle molle in lega di PHM370-65 13,2 - 18,6 kN 3 - 4 Hz
12,2 - 16,5 kg
alluminio PHM370-66 18 - 24,9 kN 3 - 4 Hz
(secondo indice)

Tipo A [mm] B [mm] C [mm] D [mm] h1 [mm] H [mm] Ø a [mm] Ø b [mm] E

PHM370-2X 88 ± 0,2 120 168 ± 0,2 200 8 136 ± 2 13 13 M20

PHM370-4X 140 ± 0,2 200 140 ± 0,2 200 8 136 ± 2 13 13 M20

PHM370-6X 140 ± 0,2 200 240 ± 0,2 300 10 140 ± 2 13 13 M20

184 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM380

Ø 13

12 profondo

precaricato - 127

sotto carico minimo - 114


precaricato - 119
12

sotto carico max - 99


B
Ø 13

Accessorio: a scelta piastra telata


adesiva 00 45 144
Frequenza propria : da 3 a 4 Hz(1)
Unità ammortizzante

DESCRIZIONE

• Piastra di base con unità ammortizzante e piastra superiore in


acciaio

200

250
• Unità ammortizzante chiusa con elemento ad alta viscosità

• Molla in acciaio per molle

• Protezione: molla rivestita in plastica e particolari metallici


verniciati
170
• Gli isolatori a molla possono essere montati senza viti,
mediante una piastra telata adesiva (accessorio).

Carico Freq. di riso-


Tipo Numero molle Massa kg
statico nanza

PHM380-02 4 - 8 kN 3 - 4 Hz 2

PHM380-03 6 - 12 kN 3 - 4 Hz 3

PHM380-04 8 - 16 kN 3 - 4 Hz 4
15 - 19 kg
PHM380-05 10 - 20 kN 3 - 4 Hz 5 (in base al numero
di molle)
PHM380-06 12 - 24 kN 3 - 4 Hz 6

PHM380-07 14 - 28 kN 3 - 4 Hz 7

PHM380-08 16 - 32 kN 3 - 4 Hz 8

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 185
Titolo NOME DEL CATALOGO

PHM385

Tipo A A
TYPE Tipo
TYPE B B
Frequenza propria : da 1,5 a 3,5 Hz (1)
øØ 100
100

1 trou taraudé
1 foro filettatopour vis M20
per vite M20 10
10
DESCRIZIONE
18utile
18 utile
• Serie di antivibranti a bassa frequenza 200 libre 210 libre
210 scarico
200 scarico
environ environ
125 environ
125 sotto carico 135 environ
135 sotto carico
sous charge sous charge
• Piastre di base e superiore in acciaio

10
10
• Molla in acciaio ad alta resistenza

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi 150


2 x 2 trous
150 lisses
2 Ølisci
x 2 fori 15 ø 15
2 trous
2 fori lisci ø 15
lisses Ø 15
• Protezione : molla verniciata

105
105

CARATTERISTICHE TECNICHE 200


200

• Ampiezza massima di sollecitazione ammessa alla


frequenza di risonanza : ± 3 mm

Codice tipo A Codice tipo B Gamma di carico


• Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 5 (daN)

PHM385-01A PHM385-01B 60 - 95
• Resistenza strutturale corrispondente ad una
PHM385-03A PHM385-03B 95 - 150
accelerazione di 2g sotto carico massimo
PHM385-05A PHM385-05B 150- 230

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi PHM385-07A PHM385-07B 210 - 330

PHM385-09A PHM385-09B 300 - 460


• Temperature di utilizzo : da -70 °C a +300 °C

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

186 www.homberger.com
Titolo NOME DEL CATALOGO

PHM386

Frequenza propria : da 1,5 a 3,5 Hz (1)

DESCRIZIONE
200 scarico
135 sotto carico
• Serie di antivibranti a bassa frequenza

• Piastre di base e superiore in acciaio

• Molla in acciaio ad alta resistenza

• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi

• Protezione : molla verniciata


4 fori lisci ø11

CARATTERISTICHE TECNICHE

• Ampiezza massima di sollecitazione ammessa alla


frequenza di risonanza : ± 3 mm
Codice tipo A Gamma di carico
(daN)
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 5
PHM386-51 460 - 740

• Resistenza strutturale corrispondente ad una accelerazione PHM386-52 550 - 870


di 2g sotto carico massimo PHM386-53 700 - 1100

PHM386-54 1000 - 1600


• Temperature di utilizzo : da -70 °C a +300 °C
PHM386-55 1300 - 1960

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 187
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

MV801 - MV803

Frequenza propria : da 5 a 10 Hz(1)

DESCRIZIONE

Gli antivibranti MV801 e MV803 sono costituiti da un cuscino metallico inox e da una molla fissata a due coppelle in lega leggera
avendo ciascuna, nel centro, un foro maschiato.

Applicazioni

Isolamento di macchine rotanti, a bassa velocità, a posto fisso rotanti (ventilatori, motori, pompe…), e apparati sensibili (apparec-
chiature di misura, di laboratorio…)

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

188 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Caratteristiche tecniche

• Frequenza di risonanza: assiale, radiale: • Temperature di utilizzo : da -70°C a + 300°C


da 5 a 10 Hz a seconda del carico • Ampiezza permessa alla frequenza di risonanza:
• Coefficiente di amplificazione alla risonanza < 5 MV801 HV : ± 0.7 mm
• Resistenza strutturale corrispondente ad una accelerazione MV803 HV: ± 1 mm
continua di 2 g sotto carico massimo

Carico statico
Codice assiale [daN]

MV801-1CCHM 0,15 - 0,20 G utile


MV801-2CCHM 0,20 - 0,25 H scarico circa
h circa sotto
MV801-3CCHM 0,25 - 0,30 carico
MV801-4CCHM 0,30 - 0,40 G utile
MV801-5CCHM 0,40 - 0,50

MV801-6CCHM 0,50 - 0,65 1 foro maschiato per


vite D
MV801-7CCHM 0,60 - 0,80

MV801-8CCHM 0,75 - 1,00

MV801-9CCHM 0,95 - 1,20

MV801-10CCHM 1,20 - 1,65

MV801-11CCHM 1,50 - 2,00

MV801-12CCHM 1,80 - 2,50

MV801-13CCHM 2,40 3,20


Ø C circa
MV803-1CCHM 1,20 - 1,65

MV803-2CCHM 1,50 - 2,00

MV803-3CCHM 1,80 - 2,50

MV803-4CCHM 2,40 - 3,20

MV803-5CCHM 3,00 - 4,00

MV803-6CCHM 3,70 - 5,00

MV803-7CCHM 4,80 - 6,50

MV803-8CCHM 6,00 - 8,00

MV803-9CCHM 7,50 - 10,00 H C h


Codice Ø C [mm] D
[mm] [mm] [mm]
MV803-10CCHM 9,50 - 13,00
MV801HM 42 26 M4 6 25
MV803-11CCHM 12,00 - 16,50
MV803HM 55 40,2 M5 8 34
MV803-12CCHM 15,00 - 20,00

MV803-13CCHM 18,00 - 25,00

www.homberger.com 189
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM600

Frequenza propria : da 10 a 15 Hz (1

Descrizione

Sospensione per trasformatori con sistema di bloccaggio per gli spostamenti. Questo elemento è composto da:

• Due cuscini interamente metallici in filo inox CrNi

• Un perno

• Un dado

• Due rondelle piatte

• Due rondelle Belleville

Caratteristiche tecniche

• Attenuazione del 90% dell’armonica 100 Hz

• Buona resistenza agli olii

• Conduttività elettrica

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

190 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM390 - PHM400 - PHM410 - PHM420

Frequenza propria : da 3.5 a 6 Hz(1)


Consultare anche la serie elastomerica Traxiflex

Descrizione

Gli antivibranti VE sono costituiti da una molla cilindrica in acciaio inox, da un supporto in lamiera zincata, da una guida in gomma
di isolamento acustico e da un’asse o due aste filettate
a seconda del modello. Per la serie PHM410 un cuscino metallico è inserito nella molla.

Applicazioni

Grazie alla frequenza propria compresa fra 3.5 e 6 Hz, questi antivibranti sono concepiti per la sospensione di controsoffittature, di
climatizzatori e di tubazioni, migliorando in questo modo il livello acustico negli edifici.

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 191
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Caratteristiche dimensionali

PHM390 PHM400
35 40
35 40

2010
M8

58
da 117 a 138 sotto carico
Ø 10

da 129 a 150 sotto carico


110 scarico

80
60

122 scarico
20

M8

42
Ø 10

PHM410 PHM420
60 72 90 110,5

M16
M12
61

59
da 204 a 217 sotto carico

da 247 a 260 sotto carico


197 scarico
140

180
240 scarico

M12
57

M16
60

Caratteristiche tecniche

Carico statico assiale Carico statico assiale


Codice Codice
[daN] [daN]

PHM390-1 1a5 PHM410-1 25 a 70

PHM390-2 4 a 13 PHM410-2 45 a 130

PHM390-3 7 a 20 PHM410-3 85 a 230

PHM390-4 12 a 33

PHM390-5 19 a 43

Carico statico assiale Carico statico assiale


Codice Codice
[daN] [daN]

PHM400-1 1a5 PHM420 150 a 420

PHM400-2 4 a 13

PHM400-3 7 a 20

PHM400-4 12 a 33

PHM400-5 19 a 43

192 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

VIBCABLE

Frequenza propria : da 5 a 25 Hz(1)

Descrizione Applicazioni

Questa gamma di antivibranti è costituita da un cavo inox arro- Una frequenza propria compresa fra 5 e 25 Hz, uno smorzamen-
tolato nelle barrette in lega leggera. L’assemblaggio è assicurato to fino al 40% e una grande deflessione sui vari assi permettono
da delle graffette in inox per le versioni da 8010 a 8060 o da di assorbire le accelerazioni di materiali soggetti a degli shock o
delle viti in acciaio zincato per le versioni da 8080 a 8140. delle cadute.
Per il loro fissaggio sono previsti due o quattro fori lisci, fresati o Protezione del materiale in contenitori, protezione di rack elet-
maschiati su ogni barretta. tronici e in generale di materiale fragile imbarcato.

(1) Le frequenze proprie indicate sono valide per i carichi maxi delle gamme d’utilizzo citate nel paragrafo: Caratteristiche tecniche

www.homberger.com 193
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Caratteristiche dimensionali

B
B

H
C BARRETTE
H

E
E
ØF
ØF

D
BARRETTE
A3 A2
A1
A
A

Geometria 1 Geometria 2

C [mm] F [mm] H [mm] secondo indice


A B secondo indice D E [2 fori di fissaggio]
Codice Geometria [mm] [mm] [mm] [mm]

mini maxi Liscio Maschiato 01 02 03 04 05 06

V3CA8010-01 a -06 1 68 82 25 38 10 5 4,8 M4 18 26 20 28 30 33

V3CA8020-01 a -06 1 100 112 29 43 12,5 6 5,8 M5 21 31 35 25 28 38

V3CA8030-01 a -06 1 114 127 37 49 14 8 6,5 M6 28 30 33 36 38 41

V3CA8040-01 a -03 1 114 127 37 44 14 8 6,5 M6 28 33 38 - - -

V3CA8060-01 a -06 1 114 127 37 95 14 10 6,5 M6 38 43 87 43 31 34

V3CA8080-01 a -06 2 131 146 57 102 16 13 6,5 M6 48 54 60 64 80 90

C [mm]
secondo indice
A A1 A2 A3 B
Codice Geometria [mm] [mm] [mm] [mm] [mm]

mini maxi

V3CA8090-01 a -06 2 156 111 44,5 30 216 80 135

V3CA8100-01 a -06 2 156 111 44,5 30 216 92 150

V3CA8110-01 a -06 2 191 136,5 54,5 38,1 267 102 170

V3CA8120-01 a -04 2 266,5 190,5 76 50,5 370 145 195

V3CA8140-01 a -02 2 378 270 108 70,8 520 224 248

F [mm] H [mm] secondo indice


[2 fori di fissaggio]
D E
Codice [mm] [mm]

Liscio Maschiato 01 02 03 04 05 06

V3CA8090-01 a -06 25 16 9 M8 70 74 89 110 68 77

V3CA8100-01 a -06 25 20 9 M8 75 89 95 110 83 108

V3CA8110-01 a -06 25 25 11 M10 90 95 100 100 110 150

V3CA8120-01 a -04 40 40 13 M12 135 150 160 160 - -

V3CA8140-01 a -02 50 50 20 M18 180 218 - - - -

194 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Caratteristiche tecniche
Compressione Compressione

Taglio
Rollio

Gamma di carico statico [daN]

Codice
Compressione Compressione a 45° Rollio/Taglio

01 02 03 04 05 06 01 02 03 04 05 06 01 02 03 04 05 06

V3CA-8010 7 3 5 5 4 4 6 3 4 4 3 3 4 2 3 2 2 2

V3CA-8020 11 20 19 15 74 26 8 14 14 11 13 19 6 10 10 7 9 13

V3CA-8030 17 18 17 13 11 10 13 13 13 10 8 8 9 9 9 7 6 5

V3CA-8040 86 62 40 - - - 66 48 31 - - - 42 31 20 - - -

V3CA-8060 63 58 19 53 82 100 46 44 15 40 62 75 32 29 10 27 41 50

V3CA-8080 88 62 51 47 25 26 66 47 39 36 19 19 44 31 26 24 13 13

V3CA-8090 194 162 120 82 188 134 147 122 91 62 142 101 97 81 60 41 94 67

V3CA-8100 439 414 481 215 442 290 330 312 363 162 332 218 220 207 240 108 221 145

V3CA-8110 848 682 712 529 486 315 639 532 556 406 366 246 424 342 357 265 243 157

V3CA-8120 1658 1396 878 651 - - 1272 1055 664 492 - - 331 698 441 320 - -

V3CA-8140 2229 2031 - - - - 1687 1527 - - - - - - - - - -

5
4
• Caratteristiche in temperatura: 180°C + 300°C
3 • Conducibilità elettrica: con trattamento conduttore < 210° W
2
1 • Ambiente: data la composizione nessun effetto è provocato
0,5 da condizioni ambientali severe
0,3
0,2 • Curve di trasmissibilità in vibrazione: per sistemi
0,1
fp 2fp 3fp 4fp perfettamente disaccoppiati

Le barrette possono essere fornite con fori lisci, ma-


Barrette 1
schiati o fresati; sono possibili delle combinazioni:
Codice
Fori Fori Fori
lisci: L maschiati: N fresati: F

Fori lisci: L LL NL FL

Barrette 2 Fori maschiati: N LN NN FN

Fori fresati: F LF NF FF

Esempio di codifica: V3CA8010-01 LL

www.homberger.com 195
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM430 - PHM440 - PHM450 - PHM460 - PHM470

DESCRIZIONE Note:

• Carcassa in acciaio • A richiesta può essere fornito anche senza cuscino


metallico
• Cuscino interamente metallico in filo inox CrNi
• Per aumentare il coefficiente d‘attrito pavimento
• Protezione: verniciatura l‘ammortizzatore è fornibile con suola antisdrucciolo
(vedere accessori)
Mass.
Freq.
Tipo Carico statico carico Massa kg
risonanza dinamico

PHM430 0,5 - 5 kN 25 - 30 Hz 12,5 kN 1 kg

PHM430-1 0,3 - 2,5 kN 15 - 20 Hz 12,5 kN 1 kg

PHM430-2 0,5 - 5 kN 30 - 35 Hz 12,5 kN 1 Kg

PHM440 2 - 12 kN 25 - 30 Hz 30 kN 2,5 Kg

PHM440-1 0,5 - 9 kN 15 - 20 Hz 23 kN 2,5 Kg

PHM440-2 2 - 12 kN 30 - 35 Hz 30 kN 2,5 Kg

PHM450 10 - 20 kN 25 - 30 Hz 50 kN 2,6 Kg

PHM450-1 5 - 13 kN 15 - 20 Hz 35 kN 2,6 Kg

PHM450-2 10 - 20 kN 30 - 35 Hz 50 kN 2,6 Kg

PHM460 18 -30 kN 25 - 30 Hz 70 kN 2,6 Kg

PHM460-1 10 -16 kN 15 -20 Hz 45 kN 2,6 Kg

PHM460-2 18 - 30 kN 30 - 35 Hz 70 kN 2,6 Kg

PHM470 5 - 80 kN 25 - 30 Hz 150 kN 7,5 Kg

PHM470-1 12 - 25 kN 15 - 20 Hz 60 kN 7,7 Kg

ØA ØB ØC H h SW
Tipo
Regolazione

[mm] [mm] [mm] [mm] [mm] [mm]


in altezza

ØA
PHM430 48 ØB
h

PHM430-1 70 60 62 52 5 13
scarico

PHM430-2 48
H

PHM440 57

PHM440-1 100 90 72 68 8 17 ØC

PHM440-2 57

PHM450 57

PHM450-1 100 90 83 68 8 17

PHM450-2 57
Piano in gomma
PHM460 57

PHM460-1 100 90 94 68 8 19 SW

PHM460-2 57

PHM470 154 136 120 74 12 30

PHM470-1 84

196 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

PHM480, PHM490, PHM500, PHM510

Descrizione Applicazioni

• Gomma NBR07 sopra • Macchine utensili in genere, macchine tessili,


• Gomma NBR8516 sotto con rigatura antiscivolo macchine grafiche, macchine con carichi orizzontali

carico in L B H SW Massa
Tipo Ni
daN (mm) (mm) (mm) a/i Kg

PHM480-01 750 105 55 60 7 17/8 1,36

PHM480-02 1350 115 80 60 8 17/8 2,10

PHM480-03 1650 150 75 61 11 19/10 2,88

PHM480-04 2000 115 115 63 9 19/10 3,06

PHM480-05 2350 125 125 61 10 19/10 3,85

PHM480-06 2850 200 95 71 10 24/14 5,63

PHM480-07 3400 150 150 70 12 22/12 6,11

PHM480-07H 3400 150 150 80 12 22/12 7,11

PHM480-08 3800 160 160 73 10 24/14 7,82

PHM480-09 4350 170 170 77 8 24/14 10,32

PHM480-10 6000 200 200 69 6 24/14 11,26

PHM480-10H 6000 200 200 97 18 24/14 16,58

PHM480-11 8200 220 250 92 18 24/14 20,81

PHM480-12 12400 250 330 95 18 24/14 33,00

PHM480-13 18000 300 400 107 20 24/14 55,08

www.homberger.com 197
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Foratura
Tipo c d
SENZA RIVESTIMENTO SENZA ANCORAGGIO
PHM490-02 45 15
ELASTOMERICO
PHM490-04 50 24

Descrizione Applicazioni PHM490-05 50 20

PHM490-07H 60 23
• Fresato sopra e sotto • Macchine con bancali di grandi dimensioni, piani
di misura e ausilio di montaggio con le macchine PHM490-08 75 25

Applicazioni con bassa rigidità PHM490-09 69 27,5

PHM490-10H 75 27,5
• supporto rigido con
livellamento ad alta precisione PHM490-11 125 62

PHM490-12 135 117,5

PHM490-13 124 70/125

carico in L B H SW Massa
Tipo Ni
daN (mm) (mm) (mm) a/i Kg

PHM490-01 2000 105 55 37 7 17/8 1,20

PHM490-02 3200 115 80 37 8 17/8 1,84

PHM490-03 4000 150 75 38 11 19/10 2,56

PHM490-04 4600 115 115 40 9 19/10 2,68

PHM490-05 5500 125 125 38 10 19/10 ,340

PHM490-06 6500 200 95 48 10 24/14 5,08

PHM490-07 7800 150 150 47 12 22/14 5,46

PHM490-07H 7800 150 150 57 12 22/14 6,46

PHM490-08 9000 160 160 49 10 24/14 7,08

PHM490-09 10000 170 170 54 8 24/14 8,64

PHM490-10 14000 200 200 46 6 24/14 10,10

PHM490-10H 14000 200 200 74 18 24/14 15,42

PHM490-11 19000 220 250 69 18 24/14 19,22

PHM490-12 28000 250 330 72 18 24/14 30,60

PHM490-13 45000 300 400 84 20 24/14 51,60

198 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Foratura
Descrizione
Tipo c d Filettatura

• Freasato e verniciato superiormente PHM500-02 45 15 M12

• Vite, dado, e rondella a richiesta PHM500-04 50 24 M16


• Gomma NBR8516 sotto con rigatura antiscivolo
PHM500-05 50 20 M16

PHM500-07H 60 23 M16

PHM500-08 75 25 M16
Applicazioni PHM500-09 69 27,5 M20

PHM500-10H 75 27,5 M20


• Macchine utensili in genere, macchine tessili,
macchine grafiche, macchine con carichi orizzontali PHM500-11 125 62 M20

PHM500-12 135 117,5 M24

PHM500-13 124 70/125 M24

carico in L B H SW Massa
Tipo Ni
daN (mm) (mm) (mm) a/i Kg

PHM500-02 1350 115 80 53 8 17/8 2,01

PHM500-04 2000 115 115 56 9 19/10 2,94

PHM500-05 2350 125 125 54 10 19/10 3,71

PHM500-07 3400 150 150 63 12 22/12 5,91

PHM500-07H 3400 150 150 73 12 22/12 6,91

PHM500-08 3800 160 160 66 10 24/14 7,59

PHM500-09 4350 170 170 70 8 24/14 9,22

PHM500-10 6000 200 200 62 6 24/14 10,90

PHM500-10H 6000 200 200 90 18 24/14 16,22

PHM500-11 8200 220 250 85 18 24/14 21,12

PHM500-12 12400 250 330 88 18 24/14 32,25

PHM500-13 18000 300 400 100 20 24/14 54,00

www.homberger.com 199
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Descrizione
Foratura
Tipo c d Filettatura
• Freasato e verniciato superiormente
• Vite, dado, rondella WA e tassello a richiesta PHM510-02 45 15 14

• Gomma NBR8516 sotto con rigatura antiscivolo PHM510-04 50 24 18

PHM510-05 50 20 18
Note:
PHM510-07H 60 23 20

• La frenquenza propria può essere ridotta col precarico PHM510-08 75 25 20


su macchine di massa contenuta
PHM510-09 69 27,5 22

PHM510-10H 75 27,5 22

Applicazioni PHM510-11 125 62 26

PHM510-12 135 117,5 26


• Macchine utensili in genere, macchine tessili,
PHM510-13 124 70/125 26
macchine grafiche, macchine con carichi orizzontali

carico in L B H SW Massa
Tipo Ni
daN (mm) (mm) (mm) a/i Kg

PHM510-02 1350 115 80 53 8 17/8 2,01

PHM510-04 2000 115 115 56 9 19/10 2,94

PHM510-05 2350 125 125 54 10 19/10 3,71

PHM510-07 3400 150 150 63 12 22/12 5,91

PHM510-07H 3400 150 150 73 12 22/12 6,91

PHM510-08 3800 160 160 66 10 24/14 7,59

PHM510-09 4350 170 170 70 8 24/14 9,22

PHM510-10 6000 200 200 62 6 24/14 10,90

PHM510-10H 6000 200 200 90 18 24/14 16,22

PHM510-11 8200 220 250 85 18 24/14 21,12

PHM510-12 12400 250 330 88 18 24/14 32,25

PHM510-13 18000 300 400 100 20 24/14 54,00

200 www.homberger.com
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

ACCESSORI

Vite di regolazione in altezza

Tipo M (G) L [mm] SW [mm]

00 74 100 M12 80 9

00 74 101 M12 100 9

150, Standard per la


00 74 102 M12 serie PHM050 9

00 74 103 M12 200 9

00 74 106 M16 100 10

00 74 107 M16 150, Standard per la 10


serie PHM060

00 74 108 M16 200 10

00 74 109 M16 250 10

00 74 110 M20 100 12

00 74 111 M20 150 12

200, Standard per la


00 74 112 M20 serie PHM070 12

00 74 113 M20 250 12

00 74 115 M24 100 14

00 74 116 M24 150 14

200, Standard per la


00 74 117 M24 serie PHM080 14

00 74 118 M24 250 14

DESCRIZIONE

• Esecuzione secondo DIN 13, foglio 15, medio

• Superficie zincata

• Classe di resistenza 8.8

Note:

• Dado e rondella sono comprese nella fornitura

www.homberger.com 201
III - Antivibranti metallici ANTIVIBRANTI METALLICI

Suola antiscivolo Esempio di applicazione

Serie
ØA Ammortizzatore

̃B
Suola
antiscivolo

Granulato

Adatto per
Tipo ØA B
  [mm]   [mm]  Serie Serie cunei
antivibranti di livellamento
00 67 100 61 7 V 43 e SP 43 SP 430
DESCRIZIONE
00 67 101 71 7 V 44 e SP 44 SP 440

00 67 156 83 7 ---  SP 441


• Suola antiscivolo in acciaio inox
00 67 157 93,5 7 ---  SP 442

00 67 102 120 7 V 45 e SP 45 SP 450


• Parte inferiore con granulato
00 67 103 160 6 V 46 e SP 46  ---

Bloccaggio a pavimento Esempio di applicazione


Ø

Adatto per
B

serie
antivibranti
ØE

F
C Bloccaggio a pavi-
A mento
DESCRIZIONE

Tipo A B C ØD E F Adatto per serie antivi- • Piastra a pavimento con sede per il cuscino in
[mm] [mm] [mm] [mm] [mm] [mm] branti
acciaio
00 48 106 140 70 112 61 11 4 V 43 e SP 43

00 48 107 150 80 122 71 11 4 V 44 e SP 44 • Protezione: verniciato


00 48 108 220 130 190 120 14 4 V 45 e SP 45

Piastra in tela adesivo DESCRIZIONE

• Per un semplice montaggio senza viti per (ad


esempio) isolatori a molla

• Fornibile in ogni dimensione

202 www.homberger.com
Titolo NOME DEL CATALOGO

Isolamento Acustico e Termico


www.homberger.com 203
Isolamento acustico e termico MATERIALI

STRASONIC®
SCHIUMA ISOLANTE ACUSTICA

Descrizione

STRASONIC® è una gamma di materiali complessi progettati per fornire il miglior isolamento termico e acustico.

La struttura si basa su schiume poliuretaniche o gomma alveolata.

La principale funzione è di ridurre il rumore aereo (isolamento, assorbimento e smorzamento) via cappottatura parziale o completa
di un macchinario.

Applicazioni

I materiali STRASONIC® possono essere utilizzati in molteplici applicazioni : condizionamento, pompe, presse, compressori, moto-
ri elettrici, motori diesel, gruppi elettrogeni, riduttori, turbine, equipaggiamenti per l’agricoltura o l’edilizia, ecc.

Sono materiali leggeri, facili da manipolare e semplici da installare, in particolare per alcuni tipi di schiume dotate di un film autoa-
desivo

204 www.homberger.com
Isolamento acustico e termico MATERIALI

SCHIUMA POLIUTERANICA
ALVEOLATA, CON FILM AUTOADESIVO

Descrizione Applicazioni

Schiuma di assorbimento alveolata in PU Ether spessa 50 mm, • Impianti di climatizzazione


con film autoadesivo. • Condotti di ventilazione
Temperature di impiego : da -25°C a +110 °C. • Pompe
Resistenza al fuoco : classe M4 • Presse

Dimensioni
Prestazioni acustiche
Codice Lunghezza (mm Larghezza (mm) Spessore (mm) Peso (kg)

• Fattore medio di assorbimento K : 65% 841000 700 500 50 0,43


• Guadagno indicativo su una lastra d’acciaio di 2 mm : 10 dB(A) 841010 2000 1400 50 3,44
• La struttura alveolata accresce del 40% la superfice di
assorbimento

100

90

80
Coefficiente di assorbimento (%)

70

60

50

40

841000 e 841010
30
Le misurazioni sono fatte con 3 tubi di Kundt
20
di differenti diametri per adattare i range
10 di frequenze. Questi test sono eseguiti

0
secondo gli standard NF EN ISO 10534-2.
50 63 80 100 125 160 200 250 315 400 500 630 800 1000 1250 1600 2000 2500 3150 4000 5000 6300

Frequenza (Hz)

www.homberger.com 205
Isolamento acustico e termico MATERIALI

SCHIUMA POLIUTERANICA
ALVEOLATA, AD ALTA DENSITA' CON FILM AUTOADESIVO

Descrizione Applicazioni

Schiuma di assorbimento alveolata in PU Ether spessa 50 mm, • Compressori


con film autoadesivo. • Moto-riduttori
Temperature di impiego : da -25°C a +110 °C. • Motori elettrici
Resistenza al fuoco : classe M4 • Presse

Dimensioni

Lunghezza Larghezza Spessore Peso


Codice (mm) (mm) (mm) (kg)
Prestazioni acustiche 841001 700 500 50 2,13

841001-50* 700 500 50 2,05


• Fattore medio di assorbimento K : 68%
• Eccellenti prestazioni da 500 Hz a 5000 Hz * con film autoadesivo
• Guadagno indicativo su una lastra d’acciaio di 2 mm : 25 dB(A) Tolleranza : ± 6 mm
Nota : per incollare la schiuma 841001, suggeriamo l’utilizzo di una colla
a base di neoprene

100

90

80
Coefficiente di assorbimento (%)

70

60

50

40
841001 e 841001-50*
30
Le misurazioni sono fatte con 3 tubi di Kundt
20 di differenti diametri per adattare i range
di frequenze. Questi test sono eseguiti
10
secondo gli standard NF EN ISO 10534-2.
0
50 63 80 100 125 160 200 250 315 400 500 630 800 1000 1250 1600 2000 2500 3150 4000 5000 6300

Frequenza (Hz)

206 www.homberger.com
Isolamento acustico e termico MATERIALI

SCHIUMA POLIUTERANICA
AD ALTA DENSITA' E FILM PU

Descrizione Applicazioni

Schiuma di assorbimento alveolata in PU Ether spessa 25 mm, • Gruppi elettrogeni


film PU nero, 100% waterproof con 3 mm di massa ad alta den- • Macchine agricole e per lavori pubblici
sità (5 kg/m2). • Motori elettrici e diesel
Temperature di impiego : da -25°C a +110 °C. • Compressori e pompe
Resistenza al fuoco : classe M4 • Turbine
• Banchi prova

Dimensioni
Prestazioni acustiche Lunghezza Larghezza Spessore Peso
Codice
(mm) (mm) (mm) (kg)

• Eccellenti prestazioni da 125 Hz a 4000 Hz 841002 700 500 25 1,99

• Guadagno indicativo su una lastra d’acciaio di 2 mm : 20 dB(A) 841012 2000 1400 25 3,4

Tolleranza : ± 6 mm
Nota : per incollare le schiume 841002 e 8411012, suggeriamo l’utilizzo
di una colla a base di neoprene

100

90

80
Coefficiente di assorbimento (%)

70

60

50

40
841002 e 841012
30
Le misurazioni sono fatte con 3 tubi di Kundt
20 di differenti diametri per adattare i range
di frequenze. Questi test sono eseguiti
10
secondo gli standard NF EN ISO 10534-2.
0
50 63 80 100 125 160 200 250 315 400 500 630 800 1000 1250 1600 2000 2500 3150 4000 5000 6300

Frequenza (Hz)

www.homberger.com 207
Isolamento acustico e termico MATERIALI

SCHIUMA
CON RESISTENZA AL FUOCO M1

Descrizione Applicazioni

Schiuma di assorbimento a base di resina melaminica spessa 30 Applicazioni in edilizia:


mm con film autoadesivo su un lato. • Impianti di condizionamento
Temperature di impiego : fino a +110 °C. • Ventilazione
Resistenza al fuoco : classe M1 – B1/DIN 4102 • Studi di registrazione
Classificata 0/BS476 6/7
Applicazioni industriali:
• Compressori
• Pompe del vuoto
• Presse a iniezione
Prestazioni acustiche • Riduttori

• Fattore medio di assorbimento K : 85% a partire da 2000 Hz Dimensioni


• Eccellenti prestazioni acustiche a partire da 1250 Hz Lunghezza Larghezza Spessore Peso
Codice (mm) (mm) (mm) (kg)
841006 500 500 30 0,14

Tolleranza : + 5 a -20 mm
100

90

80
Coefficiente di assorbimento (%)

70

60

50

40

30
841006
Le misurazioni sono fatte con 3 tubi di Kundt
20
di differenti diametri per adattare i range
10 di frequenze. Questi test sono eseguiti
0 secondo gli standard NF EN ISO 10534-2.
50 63 80 100 125 160 200 250 315 400 500 630 800 1000 1250 1600 2000 2500 3150 4000 5000 6300

Frequenza (Hz)

208 www.homberger.com
Isolamento acustico e termico MATERIALI

SCHIUMA DI GOMMA CELLULARE


CON RESISTENZA AL FUOCO M1/F3

Descrizione Applicazioni

Schiuma di assorbimento cellulare a base di NBR-PVC spessa Applicazioni in edilizia:


30 mm con film autoadesivo su un lato. • Impianti di condizionamento
Temperature di impiego : da -40 °C a +90 °C. • Ventilazione
Ottima resistenza agli olii, ridotta emissione di fumi, autoestin- • Studi di registrazione
guente.
Resistenza al fuoco : classe M1/F3 (NFP 92507) Applicazioni industriali:
• Compressori
• Pompe del vuoto
Prestazioni acustiche • Presse a iniezione
• Riduttori
• Fattore medio di assorbimento K ≥ 20% a partire da 600
Hz (crescente con la frequenza) Dimensioni
• Eccellenti prestazioni acustiche a partire da 2000 Hz Lunghezza Larghezza Spessore Peso
Codice
• Guadagno indicativo su una lastra d’acciaio 20/10 : 10 (mm) (mm) (mm) (kg)

dB(A) a 2500 Hz , 20 dB(A) a 5000 Hz 841007 500 500 30 0,46

Tolleranza : + 5 a -20 mm

100

90

80
Coefficiente di assorbimento (%)

70

60

50

40

841007
30
Le misurazioni sono fatte con 3 tubi di Kundt
20 di differenti diametri per adattare i range
10 di frequenze. Questi test sono eseguiti
secondo gli standard NF EN ISO 10534-2.
0
50 63 80 100 125 160 200 250 315 400 500 630 800 1000 1250 1600 2000 2500 3150 4000 5000 6300

Frequenza (Hz)

www.homberger.com 209
Isolamento acustico e termico MATERIALI

SCHIUMA DI GOMMA CELLULARE


A BASE NBR

Descrizione Applicazioni

Schiuma di assorbimento a base di resina melaminica spessa 30 • Seghe, granigliatrici


mm con film autoadesivo su un lato. • Macchine di foratura ad alta velocità
Temperature di impiego : fino a +110 °C. • Compressori
Resistenza al fuoco : classe M1 – B1/DIN 4102 • Pompe del vuoto
Classificata 0/BS476 6/7 • Presse a iniezione
• Riduttori

Prestazioni acustiche Dimensioni

• Fattore medio di assorbimento : K ≥ 30% a partire da 500 Hz Codice Lunghezza


(mm)
Larghezza
(mm)
Spessore
(mm)
Peso
(kg)
• Eccellenti prestazioni acustiche a partire da 2000 Hz
841003 500 500 33 0,53
• Guadagno indicativo su una lastra d’acciaio 20/10 : 10 dB(A)
a 2500 Hz , 20 dB(A) a 5000 Hz Tolleranza : + 0 a -30 mm

100

90

80
Coefficiente di assorbimento

70

60

50

40

841003
30
Le misurazioni sono fatte con 3 tubi di Kundt
20
di differenti diametri per adattare i range
10 di frequenze. Questi test sono eseguiti

0
secondo gli standard NF EN ISO 10534-2.
50 63 80 100 125 160 200 250 315 400 500 630 800 1000 1250 1600 2000 2500 3150 4000 5000 6300

Frequenza (Hz)

210 www.homberger.com
Isolamento acustico e termico MATERIALI

SCHIUMA DI GOMMA CELLULARE


A BASE EPDM

Descrizione Applicazioni

Schiuma di gomma spugnosa a base di EPDM a cellule semichiu- • Seghe, granigliatrici


se spessa 15 mm con film autoadesivo su un lato. • Macchine di foratura ad alta velocità
Temperature di impiego: da -40 °C a +130 °C. • Pompe del vuoto
Ottima resistenza all’aria, all’ozono, ai raggi UV. • Presse a iniezione
Molto flessibile, buona tenuta all’invecchiamento, stagna al • Riduttori
deflusso d’acqua in compressione.
Resistenza al fuoco : classe FMVSS 302

Prestazioni acustiche Dimensioni

Lunghezza Larghezza Spessore Peso


• Fattore medio di assorbimento K : ≥ 30% a partire da 600 Hz Codice (mm) (mm) (mm) (kg)
• Eccellenti prestazioni acustiche a partire da 2000 Hz 841004 500 500 15 0,51
• Guadagno indicativo su una lastra d’acciaio 20/10 : 8
dB(A) a 2500 Hz , 20 dB(A) a 5000 Hz Tolleranza : + 0 a -30 mm

100

90
Coefficiente di assorbimento (%)

80

70

60

50

40

841004
30
Le misurazioni sono fatte con 3 tubi di Kundt
20
di differenti diametri per adattare i range
10 di frequenze. Questi test sono eseguiti

0
secondo gli standard NF EN ISO 10534-2.
50 63 80 100 125 160 200 250 315 400 500 630 800 1000 1250 1600 2000 2500 3150 4000 5000 6300

Frequenza (Hz)

www.homberger.com 211
Isolamento acustico e termico MATERIALI

SCHIUMA DI GOMMA CELLULARE


A BASE EPDM

Descrizione Applicazioni

Schiuma di gomma spugnosa a base di EPDM a cellule semichiu- • Seghe, granigliatrici


se spessa 22,5 mm con film autoadesivo su un lato. • Macchine di foratura ad alta velocità
Temperature di impiego: da -40 °C a +130 °C. • Pompe del vuoto
Ottima resistenza all’aria, all’ozono, ai raggi UV. • Presse a iniezione
Molto flessibile, buona tenuta all’invecchiamento, stagna al • Riduttori
deflusso d’acqua in compressione.
Resistenza al fuoco : classe FMVSS 302
Dimensioni

Lunghezza Larghezza Spessore Peso


Prestazioni acustiche Codice (mm (mm) (mm) (kg)

841005 500 500 22,5 0,94


• Fattore medio di assorbimento K : ≥ 25% a partire da 500 Hz
• Eccellenti prestazioni acustiche a partire da 2000 Hz Tolleranza : + 0 a -30 mm
• Guadagno indicativo su una lastra d’acciaio 20/10 :
10dB(A) a 2500 Hz , 27 dB(A) a 5000 Hz

100

90
Coefficiente di assorbimento (%)

80

70

60

50

40 841005

30
Le misurazioni sono fatte con 3 tubi di Kundt
di differenti diametri per adattare i range
20
di frequenze. Questi test sono eseguiti
10
secondo gli standard NF EN ISO 10534-2.
0
50 63 80 100 125 160 200 250 315 400 500 630 800 1000 1250 1600 2000 2500 3150 4000 5000 6300

Frequenza (Hz)

212 www.homberger.com
Isolamento acustico e termico MATERIALI

PAULSTRANE®
SCHIUMA SILICONICA ISOLANTE TERMO-ACUSTICA

Descrizione Vantaggi

PAULSTRANE® è una schiuma a base di silicone del tipo a mas- • Insonorizzazione


sa pesante che può essere utilizzata in tutti i settori: industriale, • Protezione al fuoco in accordo con le normative: FAR 25
ferroviario, navale, offshore per isolamento acustico, termico 853(a) (1) (ii) e FAR 25 856(a)
ed al fuoco in un’ampia gamma di temperature. • Basse densità ed opacità dei fumi emessi
Il prodotto reagisce ha un’ottima resistenza sia all’invecchia- • Buona resistenza agli agenti atmosferici (raggi UV e ozono)
mento che agli agenti chimici più comuni. • Buona resistenza ambientale (corrosione, muffa, agenti chi-
Può essere integrato nella realizzazione di pareti, tramezzi, sof- mici comuni)
fitti, pavimenti di navi, treni, aeroplani, automobili, pullman, vei- • Temperature di impiego : da -60 a +200 °C
coli industriali, camion, ma anche di teatri ed in tutti i luoghi rumorosi. • Esiste in versione autoadesiva (PAULSTRANE SA)

Caratteristiche tecniche (secondo il metodo di prova A.S.T.M.) Proprieta'

• Densità:
Tipo Codice Dimensioni
(mm)
Spessore
(mm)
Densita'
(kg/m2) • 500 kg/m³

PAULSTRANE / 1,2 820340 00 01 1,2


• Peso:
2,5 • da 1,25 a 5 Kg/m²
PAULSTRANE SA / 1,3 820349 00 01 1,3 • Temperature di impiego:
PAULSTRANE / 1,6 820316 00 01 1,6 • da -60 °C a +200 °C
PAULSTRANE SA / 1,7 820295 00 01
1400 X 975 3,2
1,7
• Conduttività termica:
• a 50°C:<0,15 W/m.K
PAULSTRANE / 2,7 820319 00 01
5,5
2,7
• a 100°C:<0,15 W/m.K
PAULSTRANE SA / 2,8 820318 00 01 2,8 • a 200°C:<0,15 W/m.K
Test realizzato a 890 °C
PAULSTRANE / 3,5 820353 00 01 3,5
• Resistenza al fuoco:
7 • Fuoco verticale FAR 25 853(a)(1)(ii)
PAULSTRANE SA / 3,6 820369 00 01 3,6
1400 X 600 • Pannello radiante FAR 25 856(a) appendix F part VI
PAULSTRANE / 5 820341 00 01 5 • Tenuta ambientale:
10
PAULSTRANE SA / 5,1 820350 00 01 5,1 • Olii e solvente: eccellente
• Corrosione : eccellente
• Muffa : eccellente
• Condizioni d’immagazzinamento:
• max 30°C, 50% RH (per PAULSTRANE SA)

www.homberger.com 213
Titolo NOME DEL CATALOGO

Smorzamento Strutturale
214 www.homberger.com
Smorzamento strutturale MATERIALI

Descrizione

Lo smorzante strutturale è realizzato con del materiale viscoelastico fissato su una piastra in alluminio. Un film autoadesivo è in se-
guito posto lato viscoelastico per renderne semplice l’installazione. Questo prodotto permette di ridurre le vibrazioni ed il rumore.
Lo smorzamento è ottenuto con la sollecitazione a taglio del materiale viscoelastico.

Applicazioni

Questo materiale è utilizzabile ogni qualvolta che una struttura irradia sotto l’azione di vibrazioni: alloggiamenti di motori, cabine,
carrozzerie…
Il ridotto spessore ne facilita l’installazione in aree ristrette.

Caratteristiche

• Codice : 820248 (300 x 200 mm)


• Spessore complessivo : 1,5 mm
• Peso totale : 0,7 kg
• Temperature di utilizzo : da -30 °C a +80 °C, con il massimo smorzamento a
temperatura ambiente

Installazione

Le superfici devono essere pulite ed asciutte. Per la pulizia si può utilizzare un solvente tipo acetone o similare.
L’installazione è semplice: tagliare la piastra nelle dimensioni desiderate; rimuovere la protezione del film autoadesivo ed applica-
re la piastra sulla struttura, evitando la formazione di bolle d’aria.
In caso di utilizzo su superfici curve, o con una piegatura, si raccomanda di mettere in forma la piastra con la protezione del film
adesivo prima del fissaggio definitivo.

www.homberger.com 215
Titolo NOME DEL CATALOGO

Sospensioni attive
216 www.homberger.com
Sospensioni attive MATERIALI

SISTEMI DI CONTROLLO ATTIVO DI RUMORE E VIBRAZIONI

Le sospensioni attive hanno come scopo l’annullamento di onde vibrazionali generando una forza dinamica di pari ampiezza ed in
opposizione di fase grazie all’utilizzo di attuatori elettrodinamici.

L’obiettivo è di migliorare l’isolamento dalle vibrazioni nel range 10 – 1.000 Hz, o più, in funzione dei requisiti dell’applicazione.

Le applicazioni di questi sistemi sono innumerevoli: silenziatori, motori elettrici, trasformatori, motori a combustione interna, strut-
ture, pompe, ventilatori, macchine utensili…

Esempi di applicazioni
Aumento delle capacità di rilevamento dei sonar delle navi oceanografiche
Maggior confort acustico nelle cabine degli yacht
Riduzione del rumore irradiato nell’acqua dai sottomarini
Motori diesel / Sistemi di ventilazione : riduzione del rumore aereo con l’utilizzo di silenziatori attivi
Macchine utensili : aumento della precisione di lavorazione e della vita degli utensili

www.homberger.com 217
Sospensioni attive MATERIALI

Vantaggi

• Incremento dell’isolamento dinamico rispetto ad una sospensione passiva di pari rigidezza


• Semplificazione dell’installazione di un macchinario con la riduzione, o persino l’eliminazione, della massa inerziale
• Riduzione delle sollecitazioni nella struttura ed aumento della vita operativa
• Riduzione del rumore
• Riduzione degli spostamenti a livello delle connessioni dell’apparato
• Eccellente riduzione delle vibrazioni: da 12 a 36 dB di ulteriore attenuazione rispetto alla sola sospensione passiva
• Soppressione totale delle frequenze armoniche più fastidiose
• Miglioramento acustico e vibratorio di sistemi esistenti con un minimo impatto (add-on kit)
• Riduzione di spazi e pesi
• Miglioramento dell’ambiente di lavoro in termini di esposizione al rumore ed alle vibrazioni
• Riduzione dell’impatto delle onde sonore sulle specie marine

Principio

218 www.homberger.com
Sospensioni attive MATERIALI

Prodotti

Supporti attivi Unità di controllo

Attuatori Sensori

Esempi di risultati

Port-Hull#1 Port-Hull#1
-65 -60 | | | | | | |

Suspension Passive Suspension Passive


-70 - Suspension Active - -65
Suspension Active

-75 - - -70
dB ref. 1g

dB ref. 1g

-80 - - -75

-85 - - -80

-90 - - -85

-95 -90
10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 16 20 25 31,5 40 50 63
Fréquence (Hz) 1/3 Bande Octave (Hz)

Port-Hull#1 Port-Hull#1
www.homberger.com
-60
Suspension Passive
-55 | | | | | | |
219
Suspension Passive
Suspension Active
-65 - - -60 Suspension Active
Milano Genova Centro Logistico
Homberger S.p.A. Via dei Lavoratori, 12/B-D Via Ippolito d’Aste, 1 Via Santuario N.S. della Guardia
Capitale Sociale € 1.800.000 20090 Buccinasco MI 16121 Genova GE 43 F-G-H r, 16162
C.F.,P.IVA e Registro Imprese Milano IT00266430107 TEL: + 39 02 57695301 TEL: +39 010 57 65 230 Bolzaneto GE
Sede Legale: Via dei Lavoratori, 12/B-D FAX: +39 02 93 65 0742 FAX: +39 010 58 50 83 FAX: +39 010 717 10 42
20090 Buccinasco MI info.ps@homberger.com info@homberger.com info.logistica@homberger.com