Sei sulla pagina 1di 25

IS

science centre immaginario scientifico

scienza come gioco

chimica dell’ambiente

Laboratorio dell'Immaginario Scientifico - Trieste


tel. 040224424 - fax 040224439 - e-mail: lis@lis.trieste.it - www.immaginarioscientifico.it
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

indice

• Pioggia acida 2
• Misura dell’acidità e basicità di soluzioni
con indicatori vegetali 4
• Riconoscimento dei pigmenti vegetali 6
• Penne di uccello 9
• Petrolio in mare 11
• Misura del pH 13
• Lago acido 15
• Colorante rosso 17
• Anidride carbonica 19
• Chemioluminescenza 20
• Camino fluorescente 22
• Verderame 24
ILLIS schede
scienza come gioco
Inquinamento chimica dell’ambiente
parole Acido e base
chiave Corrosione
pH

Pioggia acida
Alcune sostanze chimiche emesse fonti: B. Savan,
Intorno al mondo in ecociclo,
dagli scarichi delle automobili, dai 1995, Trieste, Editoriale Scienza

camini e dalle ciminiere delle


centrali elettriche passano
nell’atmosfera e si trasformano in
sostanze acide, che con le
precipitazioni ricadono sulla Terra
recando danno ad animali, piante
e monumenti.

SVOLGIMENTO

Osservare la colorazione assunta


dall’indicatore universale dopo
averlo intinto in acido e
MATERIALI confrontarla con la scala
cromatica di paragone riportata
• Due ciotoline di vetro sulla confezione. A ogni colore
• Un beaker da 50 ml corrisponde un valore di pH.
• Acido muriatico (HCl al 10%) Pesare la pietra sulla bilancia
• Calcare (pietra carsica) analitica e prendere nota del
• Un foglio di alluminio peso.
(un quadrato di circa 2 cm di lato) Disporre l’alluminio e la pietra
• Una pipetta contagocce rispettivamente in due diverse
• Bilancia analitica ciotoline.
• Indicatore universale Coprire di acido muriatico
l’alluminio nella sua ciotolina.
Versare un po’ di acido nel beaker.
Mediante una pipetta far cadere
qualche goccia di acido sulla
REPERIBILITÀ roccia calcarea: si osserva la
liberazione di gas in quanto
Per l’acquisto della vetreria e l’acido corrode la pietra e libera
dell’indicatore universale ci si può anidride carbonica.
rivolgere a ditte di settore, Coprire quindi la roccia con acido
rintracciabili tramite le Pagine cloridrico.
Gialle. I beaker possono essere Dopo circa 5 minuti osservare il
sostituiti con barattoli di vetro di contenuto delle due ciotoline:
uguale capacità. L’acido muriatico l’alluminio si sarà sciolto e la
è acquistabile nelle drogherie, la pietra sarà diminuita di peso.
bilancia analitica mediante Per osservare una significativa
cataloghi di prodotti per il diminuzione di peso del calcare,
laboratorio. ripesare nuovamente la pietra
Gli altri materiali sono di facile dopo 60 minuti e confrontare il
reperibilità. peso con il valore iniziale. 2
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

(OH-) è fortemente basica.


Le soluzioni neutre hanno pH 7 e
cioè concentrazione di OH-=H+.
Normalmente l’esempio classico di
sostanza neutra è l’acqua. In
realtà, volendo essere precisi, solo
OSSERVAZIONI l’acqua appena distillata può
essere considerata neutra: nel
• L’acqua piovana non è mai pura: momento in cui viene a contatto
essa contiene svariate sostanze con l’aria, reagisce con l’anidride
che, presenti nell’atmosfera, carbonica (CO2), acidificandosi
vengono trascinate dalle gocce leggermente.
d’acqua quando cadono dalle nubi
verso terra. In particolare, • L’individuazione del pH di una
l’anidride solforica (SO3), prodotto soluzione sconosciuta è possibile
di ossidazione atmosferica con l’uso degli indicatori,
dell’anidride solforosa (SO2), gli particolari sostanze che indicano
ossidi di azoto (NO, NO2) e con il cambiamento del colore
l’anidride carbonica (CO2) (viraggio) le concentrazioni di H+
reagiscono con l’acqua formando e di OH- .
rispettivamente acido solforico, In passato la stima dell’acidità di
nitrico e carbonico. La pioggia una soluzione veniva effettuata
arricchita con tali sostanze viene mediante l’uso della “cartina al
detta pioggia acida. tornasole”, una striscia di carta
Il concetto di acido viene imbevuta di una sostanza naturale
introdotto evidenziandone il di colore viola, che in presenza di
potere corrosivo sul calcare e un acido diventa rossa mentre in
sull’alluminio e visualizzandolo presenza di una base diventa blu.
tramite la variazione di colore Attualmente nei laboratori viene
dell’indicatore universale. utilizzato un indicatore universale
che impropriamente viene
• Una soluzione può essere, oltre chiamato cartina al tornasole.
che acida, anche basica (o L’indicatore universale è imbevuto
alcalina). L’acidità o la basicità di di una miscela di indicatori
una soluzione è descritta selezionati in modo da avere un
numericamente dal pH, termine viraggio per quasi ogni
traducibile con “potere di transizione di pH e risulta più
idrogeno”. La valutazione del pH preciso in quanto permette di
si basa sulla concentrazione di apprezzare anche i valori
ioni idrogeno presenti in una intermedi di pH tramite una
soluzione: una soluzione molto gradazione di colori.
acida contiene moltissimi ioni
idrogeno H+, una soluzione che • Con gli studenti più grandi è
contiene invece pochissimi ioni possibile approfondire il concetto
idrogeno e molti ioni ossidrile di concentrazione.

3
ILLIS schede
scienza come gioco
Indicatori chimica dell’ambiente
parole Viraggio
chiave Estrazione
pH

Misura dell’acidità e basicità di


soluzioni con indicatori vegetali
Lo scopo di questa prova è di fonti: N. Arnold, Caotica chimica,
1999, Milano, Salani
mostrare agli studenti che nel
mondo vegetale (in particolare nei
fiori) sono presenti sostanze che
possono comportarsi come
indicatori. Nell’esperienza non si
farà uso di indicatori commerciali,
ma di estratti vegetali ottenuti dai REPERIBILITÀ
petali di un fiore.
Per l’acquisto della vetreria e
dell’indicatore universale ci si può
rivolgere a ditte di settore
rintracciabili attraverso le Pagine
Gialle. I beaker possono essere
sostituiti con barattoli di vetro di
uguale capacità.
Acido muriatico (HCl 10%),
bicarbonato di sodio (NaHCO3) e
alcool a 95° sono acquistabili in
tutti i supermercati.

MATERIALI

• Un mortaio
• Un pestello
• Un beaker da 50 ml SVOLGIMENTO
• Una bacchetta di vetro
• Un porta provette Preparare in una prima provetta
• Tre provette una soluzione acida composta da
• Un filtro, una calza oppure un 5 ml di acqua distillata e due
fazzoletto di cotone gocce di acido muriatico
• Un contagocce (HCl 10%).
• Alcool 95° Preparare in una seconda provetta
• Fiori una soluzione basica composta da
• Acido muriatico (HCl 10%) 5 ml di acqua distillata e una
• Bicarbonato di sodio (NaHCO3) punta di spatola di bicarbonato di
• Indicatore universale sodio. Nella terza provetta versare
• Nastro adesivo di carta solo 5 ml di acqua distillata.

4
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

Pesare circa 2 g di petali di fiore e capaci di assumere colorazioni


triturarli in un mortaio per 2-3 differenti a seconda della
minuti, aggiungere poi 5-6 ml di concentrazione degli H+ o OH- e
alcool e continuare a triturare per indicano, con il cambiamento del
altri 2-3 minuti. colore (viraggio), se una soluzione
Filtrare l’impasto e raccogliere il è acida o basica.
filtrato in un beaker da 50 ml. In passato la stima dell’acidità di
Spremere il filtro contenente la una soluzione veniva effettuata
poltiglia per ricavarne più estratto mediante l’uso della “cartina al
possibile (fare attenzione a non tornasole”, una striscia di carta
rompere il filtro). imbevuta di una sostanza naturale
Versare 5 gocce di estratto in di colore viola, che in presenza di
ognuna delle tre provette un acido diventa rossa mentre in
preparate in precedenza e presenza di una base diventa blu.
confrontarne le diverse gradazioni Attualmente nei laboratori viene
di colore. utilizzato un indicatore universale
Si consiglia di aggiungere una che impropriamente viene
goccia alla volta in ogni provetta chiamato cartina al tornasole.
per osservare meglio le variazioni L’indicatore universale è imbevuto
di colore. di una miscela di indicatori
selezionati in modo da avere un
viraggio per quasi ogni
transizione di pH e risulta più
preciso in quanto permette di
apprezzare anche i valori
intermedi di pH tramite una
gradazione di colori.
OSSERVAZIONI
• Si può far notare agli allievi che
• Si definisce acidità il valore il tè diventa più chiaro
della concentrazione degli ioni aggiungendo una fetta di limone.
idrogeno (H+) presenti in una Il tè agisce da indicatore,
soluzione acquosa. Allo stesso informandoci che il limone ha
modo si definisce basicità il valore aumentato l’acidità della
della concentrazione degli ioni soluzione.
ossidrile (OH-).
Solitamente per esprimere l’acidità • Una curiosità: l’ortensia produce
e la basicità di una soluzione si fiori rosa e bianchi quando il
utilizza la scala del pH. terreno è alcalino e blu quando è
Gli indicatori sono sostanze acido.

5
ILLIS schede
scienza come gioco
Estrazione Fase mobile chimica dell’ambiente
parole Cromatografia Fase stazionaria
chiave Clorofilla e pigmenti Eluente
Solvente di estrazione

Riconoscimento dei
pigmenti vegetali
Lo scopo dell’esperimento è quello fonti: http://www.unifi.it/
(sito verificato a novembre 2003)
di far capire agli allievi l’enorme
importanza dei pigmenti vegetali
presenti all’interno delle piante e
la loro funzione nel processo
fotosintetico. Si evidenzia inoltre
il legame con i diversi colori che
le piante assumono durante le REPERIBILITÀ
stagioni dell’anno.
Per l’acquisto dell’etere dietilico,
dell’etere di petrolio, dell’acetone,
della vetreria e della carta per la
cromatografia, ci si può rivolgere
a ditte di settore.

MATERIALI

• Acqua distillata
• Carta da filtro
• Forbici SVOLGIMENTO
• Un mortaio
• Un pestello Preparazione dell’estratto.
• Una spatolina Pulire il campione (foglie, alghe
• Una provetta ecc.) con acqua distillata e
• Un barattolo di vetro con tappo asciugarlo con un batuffolo di
• Un capillare cotone o con carta assorbente.
• Alcune pipette Pasteur Pesare con la bilancia analitica
• Gel di silice in polvere una quantità di campione pari a
• Etere dietilico 0,1-0,2 g. Utilizzando le forbici,
• Etere di petrolio ridurre il campione in piccoli
• Acetone pezzi e collocarli in un mortaio.
• Foglie, alghe ecc. Pesare 0,2-0,3 g di gel di silice in
• Carta per cromatografia su polvere, versarli nel mortaio e
strato sottile (TLC) macinare il tutto fino a ottenere
• Bilancia analitica una polvere omogenea.

6
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

Mettere la polvere in una Inclinare la provetta contenente il


provetta. Utilizzando una pipetta campione e immergere la punta di
Pasteur prelevare dal contenitore un capillare nella fase superiore.
1 ml di etere dietilico (solvente di Trasferire alcune gocce del
estrazione) e mescolare bene la campione prelevato sulla linea di
soluzione con la punta della partenza del cromatogramma e
pipetta, evitando la formazione di ripetere l’operazione 3-5 volte
emulsioni. fino a ottenere una macchia del
Chiudere la provetta e, diametro di circa 0,5 cm.
mantenendola in posizione
verticale, appoggiarla sull’apposito Sviluppo del cromatogramma.
supporto. Attendere 3-5 minuti Prelevare la striscia di carta
per dare tempo alla soluzione di cromatografica e inserirla nel
separarsi in due fasi: una barattolo in modo che il bordo
superiore (epifase) contenente inferiore, prossimo alla linea di
l’etere dietilico e i pigmenti in partenza, peschi nel solvente.
soluzione, e una inferiore Chiudere immediatamente il
(ipofase) con il residuo organico e barattolo e osservare la corsa del
inorganico. solvente. Una volta giunto alla
Durante questo breve intervallo linea di arrivo, estrarre la striscia
versare nel barattolo 10 ml di cromatografica e farla asciugare
solvente costituito da etere di per qualche minuto.
petrolio e acetone nel rapporto di Osservare quindi le diverse bande
7:3 (fase mobile); richiudere colorate che si sono separate
immediatamente il barattolo per durante la corsa. Ogni banda
non far evaporare il solvente. corrisponde a uno specifico
pigmento.
Preparazione del cromatogramma. Si potranno così distinguere
Tagliare una striscia di carta dall’alto verso il basso: β-carotene
cromatografica delle dimensioni di (giallastro), clorofilla a e clorofilla
4 x 11 cm e tracciare con una b (verde scuro) e altri pigmenti
matita due righe, rispettivamente accessori (di tonalità intermedie).
a 2 cm (linea di partenza) e a 9
cm (linea di arrivo) dal bordo
inferiore.

7
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

clorofilla a non è capace di


utilizzare, viene ugualmente
sfruttata perché assorbita dai
“pigmenti accessori” che si
accompagnano a essa.
OSSERVAZIONI Il cambiamento di colore che
osserviamo nella stagione
• Con questo esperimento si vuole autunnale è dovuto al
spiegare agli studenti come ogni riassorbimento della clorofilla da
colorazione assunta da una pianta parte della pianta. In questa
sia dovuta ai particolari pigmenti maniera gli altri pigmenti, che
in essa contenuti. Ogni tipo di prima non si vedevano in quanto
pianta ha vari tipi di pigmenti, presenti in concentrazioni minori,
presenti in concentrazioni diverse. diventano evidenti.
Questo determina la differente
colorazione delle varie piante. • La tecnica proposta per l’analisi
Il pigmento presente in quantità qualitativa dei pigmenti è definita
maggiore nelle piante superiori è “cromatografia su strato sottile “
la clorofilla, di cui sono note le o TLC (Thin Layer Chromatograpy).
forme a, b, c1, c2, c3 e d. La La separazione si realizza in
clorofilla a è presente in tutti gli quanto i singoli pigmenti si
organismi capaci di effettuare la legano in maniera più o meno
fotosintesi. Infatti grazie a questo forte alla fase mobile (eluente).
pigmento essenziale è possibile la Quelli che si legano più
trasformazione dell’energia fortemente migrano di più di
luminosa in energia chimica e la quelli che si legano in maniera più
produzione di ossigeno. debole, e che nel cromatogramma
La clorofilla a presenta due spettri finale si troveranno più vicino alla
di assorbimento, uno nella regione linea di partenza.
rossa e uno in quella blu. Il colore
verde non viene assorbito ed è • Per ottenere un buon risultato si
questo il motivo per il quale consiglia di utilizzare come
risulta essere quello dominante in campione l’alga Fucus, facilmente
natura. La “lacuna verde”, ossia la reperibile sugli scogli del mare.
regione dello spettro che la

8
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente
parole Galleggiamento
chiave Impermeabilità

Penne di uccello
La simulazione evidenzia fonti: B. Taylor, Rifiuti,
1999,Trieste,
le conseguenze dell’inquinamento Editoriale Scienza
da petrolio sulla fauna avicola
marina.

MATERIALI

• Due penne (possibilmente SVOLGIMENTO


uguali) di uccello
• Olio di oliva Bagnare una penna con acqua
• Cotone idrofilo usando un contagocce: notare che
• Un contagocce l’acqua si raccoglie in gocce che
• Carta assorbente poi cadono, senza bagnare la
• Acqua distillata penna.
• Sapone per piatti Sporcare la seconda penna con
olio: notare che questo liquido
non scivola via, ma imbratta la
penna.
Pulire la penna con un batuffolo
di cotone imbevuto di sapone per
piatti: la penna viene pulita, ma
perde la sua impermeabilità: se
viene bagnata con acqua, questa
REPERIBILITÀ non scivola via ma la impregna.
Un animale pennuto trattato in
I materiali sono di facile questo modo perde la funzionalità
reperibilità. del suo piumaggio.

9
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

OSSERVAZIONI

• Il galleggiamento sull’acqua è
condizione indispensabile alla vita
degli uccelli marini. Tale
condizione viene a mancare
quando inquinanti come il petrolio
vengono rovesciati in mare.
Le penne, una volta imbrattate,
impediscono all’uccello di volare:
tale copertura oleosa inoltre lo
appesantisce, non consentendogli
più di stare a galla. Infine
l’animale, che istintivamente tenta
di pulirsi con il becco, ingoia il
petrolio e si intossica.

• Questa attività aiuta a


comprendere i danni
dell’inquinamento da petrolio sulla
fauna marina. Gli studenti, tramite
questa semplice simulazione,
possono prendere coscienza della
vastità del problema e della
difficoltà del recupero di questi
animali.

10
ILLIS schede
scienza come gioco
Emulsione chimica dell’ambiente
parole Soluzione
chiave Sostanze idrofile e idrofobe
Sospensione

Petrolio in mare
Si simula una chiazza di petrolio fonti: B. Savan,
Intorno al mondo in ecociclo,
in mare utilizzando dell’olio di 1995, Trieste, Editoriale Scienza

oliva (componente idrofoba del


petrolio). Tramite metodi
meccanici e chimici si cerca di
rimuovere la chiazza e quindi di
contenere l’inquinamento.

SVOLGIMENTO
MATERIALI
Sciogliere in un cucchiaio di olio
di oliva un pizzico di colorante.
• Olio d’oliva Versare la sospensione nella
• Colorante per alimenti pirofila piena d’acqua e mescolare
• Un cucchiaio di plastica (simulazione del moto ondoso). Si
• Una spatolina di legno è così creata la chiazza di
• Acqua di rubinetto petrolio: notare che il colorante si
• Una pirofila trasparente da 2 l è sciolto nell’acqua mentre l’olio è
• Cotone idrofilo rimasto in superficie.
• Sapone per piatti Provare a pulire la chiazza d’olio
prima con un cucchiaio e poi
cercare di assorbirla
tamponandola con del cotone
idrofilo.
Versare un cucchiaio di sapone
per piatti nella pirofila. La
REPERIBILITÀ superficie risulta pulita; si nota
però che l’olio non è stato
Il colorante è in vendita nelle rimosso ma si è depositato sul
drogherie. Gli altri materiali sono fondo: l’agente inquinante è
di facile reperibilità. ancora nell’ambiente.

11
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

OSSERVAZIONI

La presenza di petrolio in mare


crea un’emulsione
(dispersione sotto forma di
minuscole gocce di un liquido,
chiamato fase dispersa, in un altro
liquido, chiamato fase continua,
quando i liquidi non sono miscibili
tra loro).
I tentativi meccanici di rimozione
evidenziano la difficoltà di
separare le due fasi.
La pulizia dello strato superficiale
di petrolio è possibile mediante
l’impiego di detersivi che sono
costituiti da una parte idrofila
(che si lega all’acqua) e una parte
idrofoba (che si lega all’olio).
Quando si versa il detersivo
nell’acqua, le estremità idrofile
restano a contatto del liquido,
mentre quelle idrofobe si
orientano verso lo sporco. Così si
riduce la tensione superficiale
dell’acqua e le molecole di
detersivo possono intaccare lo
sporco. Tale procedimento è poco
applicabile in natura in quanto i
detersivi sono a loro volta agenti
inquinanti. Inoltre l’olio precipita
sul fondo del mare causando
comunque alterazioni del sistema.

12
ILLIS schede
scienza come gioco
pH
chimica dell’ambiente
Acidi
parole
Basi
chiave
Sostanze neutre
Viraggio

Misura del pH
Vengono introdotti i concetti di fonti: G. Bo, A. Cabona, I fenomeni
fisici e chimici, 1999, Paravia
sostanze acide e basiche e di pH. B. Savan, Intorno al mondo in
ecociclo, 1995, Editoriale Scienza
Il metodo utilizzato per
distinguerle è la variazione di
colore che le suddette sostanze
producono su uno specifico
indicatore (indicatore universale).
Il viraggio prodotto è naturalmente
diverso tra acidi e basi e ogni
colore corrisponde a un pH
specifico.

SVOLGIMENTO

Versare del succo di limone in un


cucchiaio e assaggiare.
Prendere una punta di spatola di
MATERIALI bicarbonato e assaggiare.
Cercare di descrivere la differente
• Un beaker da 50 ml sensazione che le due sostanze
• Cinque provette producono.
• Una spatolina Versare la stessa quantità di acqua
• Una bacchetta di vetro nelle provette, successivamente
• Un cucchiaio di plastica aggiungere nella prima provetta 5
• Un contagocce gocce di aceto (o limone), nella
• Acido muriatico(HCl) seconda 5 gocce di acido
• Bicarbonato di sodio (NaHCO3) muriatico, nella terza una punta
• Idrossido di sodio (NaOH) di spatola di bicarbonato, nella
• Limone o aceto quarta una punta di spatola di
• Acqua di rubinetto idrossido di sodio e nella quinta
• Indicatore universale lasciare solo acqua. Immergere la
punta della bacchetta di vetro
nelle soluzioni appena ottenute e
con la punta bagnata toccare il
bordo dell’indicatore (va utilizzato
ogni volta un pezzo di carta
REPERIBILITÀ pulito). Confrontare la colorazione
assunta dall’indicatore con la
Per la vetreria e l’indicatore scala di gradazioni riportata sulla
universale ci si può rivolgere a ditte confezione. A ogni colore
di settore, rintracciabili tramite le corrisponde un valore di pH.
Pagine Gialle. I beaker possono Riportare a parte il valore del pH
essere sostituiti con barattoli di e conservare il pezzetto di carta
vetro di uguale capacità. utilizzato.
13
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

Tramite la differenza di colore si è (OH-) è fortemente basica.


potuto evidenziare il cambiamento Le soluzioni neutre hanno pH 7 e
di pH. cioè concentrazione di OH-=H+.
Gli alunni possono giocare Normalmente l’esempio classico di
mescolando i contenuti delle sostanza neutra è l’acqua. In
provette e quindi creando realtà, volendo essere precisi, solo
soluzioni incognite. In questo l’acqua appena distillata può
modo, tramite il colore assunto essere considerata neutra: nel
dall’indicatore e quindi grazie al momento in cui viene a contatto
pH della soluzione, sarà possibile con l’aria, reagisce con l’anidride
individuare quale dei reagenti di carbonica (CO2), acidificandosi
partenza è contenuto nella nuova leggermente.
soluzione.
• L’individuazione della natura
chimica di una soluzione
sconosciuta è possibile con l’uso
degli indicatori, particolari
sostanze che indicano, con il
cambiamento del colore
OSSERVAZIONI (viraggio), se una soluzione è
acida o basica.
• Si può far notare agli allievi che In passato la stima dell’acidità di
il tè diventa più chiaro una soluzione veniva effettuata
aggiungendo una fetta di limone. mediante l’uso della “cartina al
Il tè agisce da indicatore, tornasole”, una striscia di carta
informandoci che il limone ha imbevuta di una sostanza naturale
aumentato l’acidità della di colore viola, che in presenza di
soluzione. un acido diventa rossa mentre in
presenza di una base diventa blu.
• Una soluzione può essere, oltre Attualmente nei laboratori viene
che acida, anche basica (o utilizzato un indicatore universale
alcalina). L’acidità o la basicità di che impropriamente viene
una soluzione è data dal pH, chiamato cartina al tornasole.
termine traducibile con “potere di L’indicatore universale è imbevuto
idrogeno”. La valutazione del pH si di una miscela di indicatori
basa sulla concentrazione di ioni selezionati in modo da avere un
idrogeno (H+) presenti in una viraggio per quasi ogni
soluzione: una soluzione molto transizione di pH e risulta più
acida contiene moltissimi ioni preciso in quanto permette di
idrogeno, una soluzione che apprezzare anche i valori
contiene invece pochissimi ioni intermedi di pH tramite una
idrogeno e molti ioni ossidrile gradazione di colori.

14
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente
Acido e base
parole
Neutralità
chiave
Neutralizzazione

Lago acido
Le piogge acide, cadendo sul fonti: B. Savan,
Intorno al mondo in ecociclo,
terreno, esercitano effetti dannosi 1995, Trieste, Editoriale Scienza

sia per gli animali che per le


piante. Per esempio un lago con
acqua acida può uccidere i pesci,
impedire loro di deporre le uova o sostituiti con barattoli di vetro di
rendere deformi i piccoli. Le acque uguale capacità. L’acido muriatico
acide possono inoltre liberare dei e il bicarbonato di sodio sono
minerali nocivi presenti nelle acquistabili nelle drogherie, le
rocce sul fondo di laghi, fiumi e siringhe nelle farmacie o nei
pozzi, inquinando ulteriormente negozi di articoli sanitari.
l’acqua e il terreno.

SVOLGIMENTO

MATERIALI Versare 500 ml di acqua nella


pirofila e valutarne il pH con
• Una pirofila trasparente l’indicatore universale,
da 500 ml immergendo la punta della
• Un beaker da 50 ml bacchetta nell’acqua e poi
• Un beaker da 500 ml toccando il bordo della carta.
• Una siringa da 5 ml Confrontare la colorazione assunta
• Una spatolina di legno dall’indicatore con la scala di
• Una bacchetta di vetro gradazioni riportata sulla
• Acido muriatico (HCl al 10%) confezione. A ogni colore
• Indicatore universale corrisponde un valore di pH.
• Bicarbonato di sodio (NaHCO3) Versare l’acido nel beaker da 50
• Acqua di rubinetto ml, prelevarne 5 ml con la siringa
e versarli nell’acqua. Misurare il
pH della soluzione ottenuta.
Con l’aiuto della spatolina
aggiungere lentamente un po’ di
bicarbonato di sodio alla
REPERIBILITÀ soluzione.
Mescolare e misurare il pH fino a
Per l’acquisto della vetreria e ottenere il valore di pH 7.
dell’indicatore universale ci si può Far notare che, mescolando acido
rivolgere a ditte di settore, e base, i loro effetti si annullano,
rintracciabili tramite le Pagine avviene cioè un fenomeno
Gialle. I beaker possono essere chiamato neutralizzazione.
15
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

Le soluzioni neutre hanno pH 7 e


cioè concentrazione di OH-=H+.
Normalmente l’esempio classico di
sostanza neutra è l’acqua. In
realtà, volendo essere precisi, solo
l’acqua appena distillata può
OSSERVAZIONI essere considerata neutra: nel
momento in cui viene a contatto
• Il fenomeno della con l’aria, reagisce con l’anidride
neutralizzazione avviene quando carbonica (CO2), acidificandosi
acidi e basi reagiscono tra loro, leggermente.
dando origine a composti chiamati
sali. • L’individuazione della natura
Tale processo avviene anche in chimica di una soluzione
natura quando il fondale di un sconosciuta è possibile con l’uso
lago è di origine calcarea (basica) degli indicatori, particolari
e neutralizza l’acidità delle acque, sostanze che indicano, con il
riportando il valore del pH alla cambiamento del colore
neutralità (pH 7). (viraggio), se una soluzione è
acida o basica.
• È molto importante sottolineare In passato la stima dell’acidità di
che pH 7 non è sinonimo di non una soluzione veniva effettuata
tossicità, anzi molte soluzioni a mediante l’uso della “cartina al
pH 7 possono comunque essere tornasole”, una striscia di carta
dannose (un esempio è una imbevuta di una sostanza naturale
soluzione organica di alcool di colore viola, che in presenza di
metilico). un acido diventa rossa mentre in
Anche acidi e basi, considerati presenza di una base diventa blu.
singolarmente, sono spesso Attualmente nei laboratori viene
sostanze tossiche che non vanno utilizzato un indicatore universale
ingerite, inalate e nemmeno che impropriamente viene
toccate senza adeguate misure di chiamato cartina al tornasole.
sicurezza. L’indicatore universale è imbevuto
L’acidità o la basicità di una di una miscela di indicatori
soluzione è data dal pH, termine selezionati in modo da avere un
traducibile con “potere di viraggio per quasi ogni
idrogeno”. La valutazione del pH si transizione di pH e risulta più
basa sul numero di ioni idrogeno preciso in quanto permette di
(H+) presenti in una soluzione: apprezzare anche i valori
una soluzione molto acida intermedi di pH tramite una
contiene moltissimi ioni idrogeno, gradazione di colori.
una soluzione che contiene invece
pochissimi ioni idrogeno e molti • Con gli studenti più grandi è
ioni ossidrile (OH-) è fortemente possibile approfondire il concetto
basica. di concentrazione.

16
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente
Inquinamento
parole
Soluzione
chiave
Diluizione

Colorante rosso
I composti non biodegradabili fonti: J. Pratt Vancleave,
101 esperimenti di chimica e 101
sono simulati con del colorante in esperimenti di biologia,
1991, Bologna, Zanichelli
polvere disciolto in acqua. Si
introduce il concetto di
inquinamento.

MATERIALI

• Due beaker da 50 ml
• Un beaker da 250 ml
• Una pirofila trasparente da 2 l
• Un beaker da 1 l
• Acqua di rubinetto
• Colorante rosso per alimenti SVOLGIMENTO
• Una spatolina di legno
• Una bacchetta di vetro
Sciogliere una punta di spatola di
colorante (un pizzico) in un
beaker da 50 ml pieno d’acqua.
Travasare tre quarti della
soluzione colorata nell’altro
beaker e diluire aggiungendo
acqua fino al livello di 250 ml.
REPERIBILITÀ Travasare nella pirofila tre quarti
della soluzione appena diluita e
Per l’acquisto della vetreria ci si aggiungere acqua fino al bordo.
può rivolgere a ditte di settore, Confrontare il colore del liquido
rintracciabili tramite le Pagine rimasto nei due beaker da 50 e
Gialle. I beaker possono essere 250 ml con il liquido nella
sostituiti con barattoli di vetro di pirofila. Si noterà che, nonostante
uguale capacità. Il colorante è in le ripetute diluizioni, il colore
vendita nelle drogherie. rosso è ancora molto visibile.

17
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

OSSERVAZIONI

L’esperienza può essere utilizzata


per visualizzare gli effetti
dell’inquinamento delle acque e
per illustrare le difficoltà nello
smaltimento delle sostanze
tossiche. Ai ragazzi più grandi si
possono introdurre i concetti di
soluzione e di diluizione.
Va fatto notare che non tutte le
sostanze inquinanti disciolte in
acqua sono visibili a occhio nudo:
si può portare l’esempio dei
torrenti di montagna, che sono
limpidi alla vista, ma di fatto
inquinati.

18
ILLIS schede
scienza come gioco
Sviluppo di gas chimica dell’ambiente
parole
Combustione
chiave
Soffocamento

Anidride carbonica
L’anidride carbonica, il gas fonti: K.M. Swezey,
Esperimenti per l’anno dopo,
familiare che fa lievitare il pane e 1973, Bologna, Zanichelli

rende frizzante l’acqua minerale,


aiuta anche a spegnere gli
incendi.

SVOLGIMENTO

Versare mezzo cucchiaino di


bicarbonato di sodio (NaHCO3) nel
beaker e aggiungere un po’ di
aceto. In seguito alla reazione tra
MATERIALI bicarbonato e aceto, si sviluppa
anidride carbonica (CO2) che,
• Un beaker da 250 ml sebbene sia invisibile e inodore,
• Una candela riempie in breve il beaker e vi
• Un cucchiaino ristagna a causa della sua
• Aceto maggiore densità rispetto all’aria.
• Bicarbonato di sodio (NaHCO3) Avvicinando una candela accesa al
• Fiammiferi beaker, la fiamma si spegne
all’istante.

OSSERVAZIONI

REPERIBILITÀ L’ossigeno presente nell’aria


permette alla candela di
Per l’acquisto della vetreria ci si mantenere, una volta accesa, la
può rivolgere a ditte di settore, fiamma viva (combustione).
rintracciabili tramite le Pagine Quando l’anidride carbonica
Gialle. I beaker possono essere prende il posto dell’ossigeno, la
sostituiti con barattoli di vetro di fiamma si spegne (soffocamento).
uguale capacità. Il bicarbonato di Esistono estintori ad anidride
sodio è acquistabile nelle carbonica: questo gas viene
drogherie. liquefatto sottoponendolo a
Gli altri materiali sono di facile pressione, e immagazzinato in
reperibilità. bombole con le pareti spesse.
Quando viene liberato, il liquido si
espande per formare una nube di
gas pesante e incombustibile che 19
soffoca gli incendi.
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente
parole Chemioluminescenza
chiave Ossidazioni
Tempo di reazione

Chemioluminescenza
Con questo esperimento si fonti: http://www.molecularlab.it/
relazioni/chimica-magica
introduce ai ragazzi il concetto di (sito verificato a novembre 2003)
AA. VV., Dizionario di Chimica,
chemioluminescenza e 1988, Milano, Rizzoli
ossidazione, fenomeni legati ad
alcuni esseri viventi, come per
esempio la noctiluca e la lucciola.

MATERIALI

• Carbonato di sodio (Na2CO3)


• Bicarbonato di sodio (NaHCO3) SVOLGIMENTO
• Luminolo
• Solfato di rame (CuSO4) Preparare le tre soluzioni.
• Acqua ossigenata (H2O2) al 3% Soluzione n.1
• Idrossido di sodio (NaOH), Sciogliere in 500 ml di acqua
reperibile in commercio sotto il distillata:
nome “Mister muscolo” in grani • 2 g di carbonato di sodio
• Carbonato di ammonio (Na2CO3)
((NH4)2CO3) • 0,1 g di luminolo
• Acqua distillata • 12 g di bicarbonato di sodio
• Un beaker da 1000 ml (NaHCO3)
• Tre beaker da 500 ml • 0,25 g di carbonato di ammonio
• Un cilindro da 250 ml ((NH4)2CO3)
• Vetrino di orologio • 0,2 g di solfato di rame (CuSO4)
• Spatoline Soluzione n. 2
• Bacchetta di vetro Diluire in 500 ml di acqua
• Bilancia distillata:
• 25 ml di acqua ossigenata
(H2O2) al 3%
Soluzione n. 3
versare nel beaker da 1000 ml:
REPERIBILITÀ • alcune scaglie di idrossido di
sodio (NaOH)
Per la vetreria e i reagenti ci si
può rivolgere a ditte di settore, Unire 250 ml della soluzione 1 a
rintracciabili tramite le Pagine 250 ml della soluzione 2,
Gialle. I beaker possono essere osservare la luminescenza; versare
sostituiti con barattoli di vetro di la soluzione luminescente nel
uguale capacità. beaker con l’idrossido.
20
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

OSSERVAZIONI

• La chemioluminescenza è un
fenomeno di emissione di luce,
legato in genere alle reazioni di
ossidoriduzione.

• L’acqua ossigenata attiva la


lucigenina, la quale produce una
chemioluminescenza azzurrognola.
L’idrossido di sodio presente nel
fondo del beaker ravviva la
chemioluminescenza, che viene
intensificata anche ruotando il
beaker.

• Il luminolo, in soluzione
alcalina, reagisce con l’ossigeno.
La reazione è un’ossidazione lenta
accompagnata da una debole
produzione di luce. La reazione
viene accelerata dall’acqua
ossigenata con produzione di forte
chemioluminescenza e viene
sfruttata per l’analisi dell’ossigeno
e dell’acqua ossigenata.

• In natura il fenomeno della


chemioluminescenza è visibile
nelle lucciole e nelle noctiluche.
La noctiluca è un tipo di plancton
unicellulare che di notte, sulla
superficie del mare, se disturbato
emette dei piccoli bagliori.

21
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente
parole Fluorescenza
chiave Soluzioni

Camino fluorescente
Nel corso dell’attività i bambini fonti: J. Schwarcz, Radar, hula hoop
e maialini giocherelloni,
giocano con soluzioni fluorescenti 2002, Bari, Edizioni Dedalo,
AA.VV., La nuova enciclopedia
che, grazie alle diverse delle scienze Garzanti,
temperature dell’acqua, si 1991, Milano, Garzanti

propagano come il fumo di un


camino da un contenitore all’altro.

SVOLGIMENTO

Riempire il matraccio di acqua


calda. Sciogliere nel matraccio
una punta di spatola di
MATERIALI fluoresceina e chiuderlo con
l’apposito tappo.
• Un beaker da 2 l alto e stretto Riempire il beaker di acqua fredda
• Un matraccio da 250 ml con tappo e introdurvi il matraccio fino a
• Fluoresceina totale immersione.
• Una spatolina Porre la lampada UV dietro al
• Lampada UV beaker.
Aprire il tappo del matraccio.
Spegnere la luce dell’ambiente e
osservare al buio il percorso della
soluzione fluorescente che esce
dal matraccio risalendo, come un
fumo fluorescente, dentro l’acqua
fredda del beaker.
Si può fare anche l’operazione
inversa versando acqua fredda nel
REPERIBILITÀ matraccio con la fluoresceina e
acqua calda nel beaker. Il
La fluoresceina è acquistabile matraccio va però immerso a testa
presso ditte specializzate nella in giù e quindi stappato. La
produzione o distribuzione di soluzione fluorescente fredda
sostanze chimiche. La vetreria è scende verso il basso
acquistabile mediante i cataloghi mescolandosi all’acqua calda nel
di materiali per il laboratorio. beaker.

22
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente

in questo modo i piloti in arrivo


potevano localizzarli con
chiarezza, senza usare luci di pista
che avrebbero attirato l’attenzione
dell’aviazione nemica.
OSSERVAZIONI
• La fluoresceina risulta visibile
• La fluoresceina è un composto anche a bassissime concentrazioni
sintetico che, quando viene (0,05 g per metro cubo di acqua),
illuminato con luce ultravioletta, ciò la rende particolarmente
produce un’intensa fluorescenza adatta per individuare il percorso
giallo-verde. Nel corso della delle acque che scompaiono nel
seconda guerra mondiale, la sottosuolo e riemergono in
fluoresceina veniva distribuita agli sorgenti lontane anche chilometri
aviatori per segnalare la propria dall’area nella quale si sono
posizione in caso di caduta in infiltrate.
mare. Gli aeroplani di soccorso,
illuminando l’oceano con luce • La fluoresceina viene inoltre
utravioletta, potevano facilmente utilizzata in microscopia e come
localizzare gli uomini in mare. indicatore di adsorbimento (un
La fluoresceina veniva utilizzata assorbimento che avviene solo
anche sulle portaerei: gli addetti sulla superficie del liquido) in
alle segnalazioni sul ponte argentometria.
indossavano indumenti e
agitavano bandiere trattate con il
composto fluorescente;

23
ILLIS schede
scienza come gioco
chimica dell’ambiente
parole Reazione chimica
chiave Viraggio
Complessi

Verderame
Lo scopo dell’esperienza è mettere fonti: http://digilander.libero.it/
erastotene/chimica/
in luce alcune proprietà di una vari/solfato.htm
(sito verificato a novembre 2003)
sostanza chimica molto
conosciuta come il solfato di
rame.

SVOLGIMENTO

Versare due spatoline di solfato di


rame (CuSO4) nel recipiente ed
iniziare a scaldare.
MATERIALI Attenzione! Non respirare il
vapore che ne fuoriesce.
Il solfato diventerà bianco.
• Solfato di rame (CuSO4)
Dopo aver spento il fornelletto
• Acqua distillata
versare un po’ d’acqua sopra la
• Un vasetto di vetro
polvere bianca: tornerà al colore
basso e largo
originario.
• Una spatolina
• Fornelletto

OSSERVAZIONI

Ogni atomo di solfato di rame


tende a combinarsi con cinque
REPERIBILITÀ molecole d’acqua assumendo la
colorazione bluastra.
Per la vetreria e i reagenti ci si All’aumentare della temperatura,
può rivolgere a ditte di settore, l’acqua si libera dal legame ed
rintracciabili tramite le Pagine evapora. Quello che rimane è
Gialle. I beaker possono essere solfato di rame puro bianco, che
sostituiti con barattoli di vetro di può ricombinarsi con l’acqua
uguale capacità. tornando azzurro.

24