Sei sulla pagina 1di 15

Construction

Rinforzo di strutture portanti


Sika® CarboDur® e SikaWrap®
Rinforzo di strutture portanti con i sistemi Sikaportanti

Nel corso della durata di una struttura portante possono intervenire modifiche d’impiego, maggiorazioni di carico o norme con esigenze più severe Indice
che rendono necessario il rinforzo successivo della relativa struttura portante. Con moderni materiali compositi, Sika offre soluzioni sistematiche
efficaci, sviluppate in funzione di vari ambiti d’impiego nel contesto del rinforzo di strutture portanti, che si tratti di rinforzare la resistenza alla fles- Sintesi dei prodotti 4
sione, la spinta o i pilastri, con o senza pretensionamento, Sika dispone della giusta soluzione. Le lamelle in fibra di carbonio Sika® CarboDur®
e i tessuti in fibra di carbonio e fibra di vetro SikaWrap® sono ideali per eseguire il rinforzo di strutture in calcestruzzo, in acciaio, in legno e in
Campi d’applicazione dei prodotti 6
muratura.

Campi d’applicazione Aspetti teorici del rinforzo di strutture portanti 8

Rinforzo di strutture portanti Lamella CFK 14


Sika® CarboDur®

Rinforzo di strutture portanti Lamella di 15


inserimento Sika® CarboDur®

Riforzo di travi, pareti e pilastri Tessuti 16


SikaWrap®

Riforzo di spinta 18
Maggiorazione di carico Ristrutturazioni Risanamenti Sika CarboShear® L

Termoinduritore 20
Sika® CarboDur®

Riforzo strutturale con lamelle 22


pretensionate Sika® StressHead®

Strutture dei sistemi 24

Protezione antincendio 26

Ricerca 27
Terremoti Urto a pilastri Riduzione della fessurazione

2 3
Sintesi dei prodotti

Lamelle Sika® CarboDur® Sika® CarboHeater


Lamelle in fibra di carbonio (CFK), estremamente resistenti e pronte in diverse misure per il Con l’apparecchio termoinduritore le lamelle possono essere applicate anche con temperature basse. In
rinforzo di elementi costruttivi in calcestruzzo, legno e muratura. Sono disponibili quattro tipi con questo modo si accelera inoltre la presa dell’adesivo epossidico e si innalza il punto di vetrificazione.
diverse caratteristiche del materiale. Le lamelle si incollano con l’adesivo epossidico per armature
Sikadur®-30. Vantaggi:
ƒƒ riduzione dei tempi d’esecuzione
Vantaggi:
ƒƒ applicazione possibile anche in inverno
ƒƒ altamente resistente ƒƒ aumento della temperatura d’uso
ƒƒ nessuna corrosione
ƒƒ peso proprio esiguo
ƒƒ durevolezza
ƒƒ applicazione semplice

Tessuti SikaWrap® Sistema di pretensionamento Sika® StressHead®


Tessuto unidirezionale in fibra di carbonio o fibra di vetro per il rinforzo di travi, pilastri ed elemen- Con il sistema StressHead si possono impiegare le lamelle in fibra di carbonio al massimo del loro
ti costruttivi curvi. I tessuti si incollano con la resina epossidica da impregnazione rendimento. Con l’aggiunta della forza di pretensionamento si possono chiudere le fessure e ridurre la
Sikadur®-330 freccia.

Vantaggi: Vantaggi:
ƒƒ molteplici possibilità d’impiego anche ƒƒ massimo rendimento della lamella
su superfici curve ƒƒ riduzione della fessurazione
ƒƒ peso proprio esiguo ƒƒ miglioramento dell’idoneità all’uso
ƒƒ buona stabilità della forma grazie allo
speciale filo di trama
ƒƒ semplice da tagliare a misura

Sika® CarboShear® L
Angolari prefabbricati con lamelle in fibra di carbonio, altamente resistenti, in diverse misure per il
rinforzo di spinta di travi e pareti portanti.

Vantaggi:
ƒƒ nessuna corrosione
ƒƒ durevolezza
ƒƒ zona d’ancoraggio definita
ƒƒ facile da trasportare
ƒƒ peso proprio esiguo

4 5
Campi d’applicazione dei prodotti

Prodotti Descrizione Campo d’applicazione


Lamelle in fibra di carbonio Sika® CarboDur® XS Lamelle in fibra di carbonio ad alta resistenza ƒƒ Rinforzo della resistenza alla flessione di elementi costruttivi in calcestruzzo, acciaio e legno
Modulo E: 165‘000 N/mm2 ƒƒ Formazione di tiranti e intelaiature per il rinforzo di pareti esposte a movimenti tellurici.
Resistenza alla trazione: 2‘200 N/mm2 ƒƒ Rinforzi in caso di danni su solette e pareti.
(solo con la misura di 50 x 1.4 mm)

Sika® CarboDur® S Lamelle in fibra di carbonio ad alta ƒƒ Rinforzo della resistenza alla flessione di elementi costruttivi in calcestruzzo, acciaio e legno.
resistenza ƒƒ Formazione di tiranti e intelaiature per il rinforzo di pareti esposte a movimenti tellurici.
Modulo E: 165‘000 N/mm2 ƒƒ Rinforzi in caso di danni su solette e pareti.
Resistenza alla trazione: 2‘800 N/mm2

Sika® CarboDur® M Lamelle in fibra di carbonio ad alta ƒƒ Rinforzo della resistenza alla flessione di elementi costruttivi in calcestruzzo, acciaio e legno.
resistenza e modulo medio ƒƒ Formazione di tiranti e intelaiature per il rinforzo di pareti esposte a movimenti tellurici.
Modulo E: 210‘000 N/mm2
Resistenza alla trazione: 2‘900 N/mm2

Sika® CarboDur® H Lamelle in fibra di carbonio ad alta ƒƒ Armatura di contenimento elementi costruttivi in calcestruzzo, acciaio e legno.
resistenza ƒƒ Puntellamento degli elementi di trazione nell’industria meccanica.
Modulo E: 300‘000 N/mm2
Resistenza alla trazione 1‘350 N/mm2

Tessuto di rinforzo SikaWrap® C Tessuto in fibra di carbonio ƒƒ Rinforzo, rispettivamente legatura di pilastri, travi e solette.
(rinforzo attivo) ƒƒ Rinforzo di parti esposte ai movimenti tellurici.

SikaWrap® G Tessuto in fibra di vetro ƒƒ Rinforzo di pareti esposte ai movimenti tellurici.


(rinforzo passivo) ƒƒ Rinforzo di pilastri contro gli urti.

Angolari in fibra di carbonio Sika® CarboShear® L Angolare in fibra di carbonio ad alta ƒƒ Rinforzo di spinta di travi, pareti e simili
resistenza ƒƒ Ancoraggio / travi a sbalzo

Adesivi e resine Sikadur®-30 Malta adesiva bicomponente a base di ƒƒ Incollaggio di lamelle e angolari in fibra di carbonio.
resina epossidica

Sikadur®-330 Resina epossidica bicomponente d’impregnazione ƒƒ Resina da impregnazione per tessuti SikaWrap®

6 7
Aspetti teorici del rinforzo di strutture portanti

Per i rinforzi passivi (antisisma, esplosioni, urti) si impiega, di regola, il tessuto in fibra di vetro. Si posso-
1. Introduzione no però impiegare anche i tessuti in fibra di carbonio. Le pareti di grandi dimensioni vengono rinforzate
Prima di iniziare con l’effettiva misurazione del rinforzo di una struttura portante si devono definire su tutta la superficie con i tessuti oppure con un’intelaiatura di lamelle o tessuto in fibra di carbonio.
le esigenze d’impiego e il concetto complessivo del rinforzo.

Fondamentalmente si distingue tra tre generi di difetti: 3000


CarboDur tipo M
ƒƒ difetti del rinforzo CarboDur tipo S
2500

Resistenza alla [N/mm2]


superamento della resistenza della lamella, rispettivamente del tessuto
CarboShear
ƒƒ difetto dell’aderenza
2000
difetto tra il sottofondo e l’armatura esterna incollata
ƒƒ difetto del sottofondo CarboDur
ƒƒ difetto del sottofondo stesso o dell’armatura interna 1500 tipo H

1000
2. Caratteristiche del materiale
Il Systema Sika® CarboDur® comprende quattro diversi tipi di lamelle con moduli E diversi e 500
resistenze alla trazione varianti. SikaWrap® è disponibile con due diversi tipi di fibre: carbonio Acciaio S235
e vetro.
0.5 1.0 1.5 2.0 2.5 3.0 3.5 4.0
In comparazione al normale acciaio d’armatura le fibre di carbonio e di vetro hanno una resisten- Estensione [%]
za alla trazione notevolmente maggiore. Esse non costituiscono però un piano di scorrimento e
Immagine: diagramma di estensione e tensione di varie lamelle nei confronti dell’acciaio.
possono collassare. Per questo motivo e per quanto riguarda il collasso del materiale, in relazione
ai rinforzi strutturali in fibre, le norme prescrivono fattori di sicurezza maggiori di quelli previsti
per l’acciaio: ca. 1.6 - 2.0 (a seconda della norma). Resistenza minima Modulo E Estensione a Estensione
all trazione (Mpa) (Mpa) rottura calcolata* Rd 
Per i tessuti il calcolo non si esegue, di regola, in base alle caratteristiche della fibra, bensì a quel-
Sika® CarboDur® tipo XS 2‘200 165‘000 1.20 % 0.70 %
le del laminato, rilevate 1 : 1 sul tessuto impregnato. In questo contesto le differenze principali
sono date dal tipo di fibra e dal metodo di fabbricazione del tessuto, come pure dalla resina im- tipo S 2‘800 165‘000 1.70 % 0.80 %
piegata per l’impregnazione. In generale si presume per i tessuti laminati a mano una resistenza tipo M 2‘900 210‘000 1.35 % 0.65 %
del laminato pari al 70 – 80 % della resistenza teorica della fibra. Il modulo del laminato raggiun-
tipo H 1‘350 300‘000 0.45 % 0.25 %
ge il 90 – 100 % del valore teorico della fibra. I valori effettivi del laminato si possono rilevare
dalla scheda dei dati del prodotto. Sika CarboShear
® ®
2‘250 120‘000 1.70 % 0.60 %
SikaWrap ®
C 4‘300 ~ 230‘000 ~ 1.87 % 0.60 %
Si può scegliere uno dei tipi di Sika® CarboDur®- respettivamente di SikaWrap®, a G 2‘300 76‘000 3.03 % 0.60 %
seconda delle esigenze di rinforzo. Per il rinforzo attivo in condizione di carico permanente, è
Acciaio S235 235 210‘000 0.11 % ---
consigliabile un sistema basato sulla fibra di carbonio. In base alle esigenze di rigidità si possono
impiegare i tipi XS, S, M oppure H. *A dipendenza della struttura e del carico, questo valore deve essere adeguato dall‘ingegnere responsabile in base alle esigenze e agli standard.

8 9
Aspetti teorici del rinforzo di strutture portanti
Ancoraggio
Nella zona d’effetto l’armatura incollata riprende forze di trazione. La forza delle lamelle presente ai
3. Calcolo della tensione flettente margini della zona d’effetto deve essere convogliata nell’ambito non fessurato della zona d’ancoraggio.
Nell’aspetto matematico l’armatura incollata non contribuisce al rinforzo dell’elemento costruttivo nella
zona d’ancoraggio.
Il rinforzo di strutture in calcestruzzo armato o precompresso si esegue preferibilmente con le
lamelle Sika® CarboDur®. Anche i tessuti possono essere impiegati per il rinforzo della La possibile zona d’ancoraggio dipende dunque dalla lunghezza
resistenza alla trazione flettente, ma a causa della minore efficacia e dei maggiori oneri d’appli- dell’ambito non fessurato. Se la zona massima d’ancorag- fctH /�M
cazione sul cantiere, sono sconsigliati per questo impiego, eccetto nel caso di sottofondi deboli gio esistente lbod è inferiore al valore di misurazione lbd della �cd (Sd )
(grande superficie d’adesione). lunghezza d’ancoraggio, la resistenza d’ancoraggio Fb,Rd deve
Secondo la norma SIA 166 “Armatura incollata” si devono eseguire i seguenti esami: essere ripartita su più lamelle, ossia su una superficie maggiore Zona d’ancoraggio Zona d’effetto

di distribuzione delle forze. In questo modo si riduce la tensione


ƒƒ dimostrazione della trazione flettente nell’ambito non rinforzato norma SIA 262
d’aderenza. La maggiorazione della lunghezza d’ancoraggio
ƒƒ dimostrazione della forza trasversale nell’ambito non rinforzato norma SIA 262 lbd =lld
oltre il valore di misurazione lbd non genera una resistenza di
ƒƒ dimostrazione dell’ancoraggio ai margini della zona d’effetto norma SIA 166
portata più elevata.
ƒƒ dimostrazione della modifica della forza di trazione nella zona d’effetto norma SIA 166 �Fb0, Rd

Fb, Rd
Per definire la sezione delle lamelle si deve tenere conto della distribuzione della tensione e
dell’estensione al momento dell’applicazione dell’armatura incollata. La tensione che si mani-

festa nella dimostrazione della sicurezza di portata sotto,d deve essere ridotta del pretensiona-
 
mento sotto,0 per mantenere l’estensione della lamella l,d e con questo la forza stessa della
lamella. 4. Misurazione della spinta
La resistenza alla forza trasversale dell’armatura in acciaio o dei cavi di precompressione può essere
Stato al momento dell’applica- Dimostrazione della sicurezza Dimostrazione dell’idoneità aumentata con l’applicazione di un’armatura incollata di staffe angolari (Sika® CarboShear®) La
zione dell’armatura incollata di portata allo stato rinforzato all’uso nello stato rinforzato dimostrazione della forza trasversale ha luogo in base alle nome SIA 262 e 166. In questo contesto si
deve considerare che il rinforzo è consentito solo se nello stato d’uso non rinforzato non ci sono ancora
crepe di spinta. Si deve inoltre tenere conto dei punti indicati dalla cifra 3.1.7.3.2 della norma SIA 166.
Gk G x Gk + Q x Qk G k +  x Qk

5. Misurazione di pilastri, risp. di elementi di compressione


Distribuzione relativa della tensione: I tessuti SikaWrap® possono assorbire le forze di schiacciamento nell’ambito dello spandimento
del carico ed evitare così la piegatura dell’armatura orizzontale. Tramite la legatura si ottiene uno stato
�c0 �cd �cd
tridimensionale di tensione nel calcestruzzo. In questo modo se ne accresce la resistenza alla com-
x FC pressione e la duttilità. Dato che il tessuto di rinforzo avvolge anche la copertura in calcestruzzo, questa
contribuisce a sua volta allo sviamento delle forze. Nella misurazione degli elementi di compressione del
calcestruzzo armato, l’estensione massima nel tessuto viene fissata al 2 ‰.
d
h
6. Pretensionamento
Il pretensionamento delle lamelle ad alta resistenza in fibra di carbonio consente di utilizzarle nel modo
�s0 �sd �s0
Fs ottimale.
FI Le estensioni ammesse e quindi le forze di trazione sono superiori a quelle delle lamelle applicate senza
�sotto, 0 �I,d = �sotto, d - �sotto, 0 pretensionamento. Inoltre, grazie al pretensionamento, si applica una forza di compressione nella dire-
zione di trazione della struttura portante.
10 11
Aspetti teorici del rinforzo di strutture portanti

Allo stato d’uso questa genera tensioni di trazione inferiori nell’armatura in acciaio e con questo
larghezze più contenute delle fessurazioni. Per il calcolo della resistenza di portata si somma la
forza di pretensionamento con la resistenza alla trazione dell’armatura.

Unitamente alle ditte StressHead e VSL, Sika offre un innovativo sistema di pretensionamento. La
ditta StressHead vi aiuta volentieri nella progettazione e misurazione.

La lamella può essere montata con o senza incollaggio. Quest’ultimo comporta alcuni vantaggi: la
sezione della lamella assume localmente forze aggiuntive dalla flessione, di modo che l’elemen-
to di trazione agisce come combinazione di lamella pretensionata e non pretensionata. Inoltre,
nell’incollaggio una lamella pretensionata è protetta meglio contro le sollecitazioni meccaniche.
La misurazione si desume dalle regole note dei sistemi convenzionali di pretensionamento. Si
devono considerare le particolarità del materiale in fibra di carbonio, che si rilevano dalla norma
SIA 166

Z D D
D
D Z Z

(1) (2) (3) (4)

(1) Compressione dal pretensionamento (3) Tensione del carico originario


(2) Tensione di flessione dalla parte eccentrica (4) Distribuzione risultante della tensione

7. Sollecitazione straordinaria
Se, in caso di guasto dell’armatura incollata, la
resistenza di portata della struttura non rinforzata
sarebbe insufficiente, l’armatura incollata deve
essere protetta contro il fuoco, il vandalismo o altri
danni.

Se la resistenza di portata della struttura non rin-


forzata è maggiore del valore di misurazione ridot-
to Ed = Gk +  x Qk non è necessario prevedere
interventi per la protezione dell‘armatura incollata.

12 13
Rinforzo di strutture portanti
Lamelle da inserimento Sika® CarboDur®
Lamelle in fibra di carbonio, estremamente resistenti e pronte all’uso, per il rinforzo strutturale di
CFK Lamelle Sika CarboDur ® ® elementi costruttivi in calcestruzzo, legno e muratura. Vengono incollate nella struttura dell’edificio con
l’adesivo epossidico Sikadur®-330, come elementi di rinforzo della portata.
Lamelle in fibra di carbonio, estremamente resistenti e pronte all’uso, per il rinforzo strutturale di
elementi costruttivi in calcestruzzo, legno e muratura. Vengono incollate alla struttura dell’edificio
Esempi d’impiego
con l’adesivo epossidico Sikadur®-30, come elementi esterni di rinforzo della portata.
ƒƒ rinforzo del momento di spinta)
Esempi d’impiego ƒƒ armatura superiore mancante
ƒƒ intaglio di elementi costruttivi in pressione (rinforzo della
ƒƒ rinforzo di elementi portanti in acciaio, legno resistenza alla trazione flettente)
e calcestruzzo ƒƒ rinforzo di travi in legno e pietra naturale
ƒƒ rimpiazzo in caso di separazioni dell’armatura
ƒƒ formazione di elementi di trazione nel rinforzo Vantaggi
di pareti (antisisma)
ƒƒ accrescimento della rigidità della struttura ƒƒ migliore sfruttamento della lamella
portante e adeguamento della stessa alle ƒƒ con una sezione minore possono essere ancorate
modifiche normative forze maggiori
ƒƒ migliore trasmissione delle forze
Vantaggi ƒƒ impiego su superfici con minore resistenza alla trazione
ƒƒ nessuna corrosione ƒƒ misure di protezione antincendio più semplici e migliore
ƒƒ peso proprio esiguo protezione contro gli effetti meccanici
ƒƒ facile da trasportare ƒƒ si evita di dover riprofilare il sottofondo
ƒƒ semplice sovrapposizione a incrocio delle lamelle
ƒƒ applicazione facile, anche sopra testa
ƒƒ tenuta eccellente in caso di affaticamento strutturale Informazioni per l’ingegnere
Informazioni per l’ingegnere Caratteristiche del materiale Resistenza minima Modulo E Estensione a Estensione
alla trazione (Mpa) (Mpa) rottura calcolata* Rd
Caratteristiche del materiale Resistenza minima alla Modulo E Estensione a Estensione
trazione (Mpa) (Mpa) rottura calcolata* Rd Sika® CarboDur® tipo S 2‘800 165‘000 1.7 % 1.00 %
Sika® CarboDur® tipo XS 2‘200 165‘000 1.20 % 0.70 % ƒƒ Misure delle lamelle: tipo S1.525/60 = larghezza: 1.5 cm, spessore: 2.5 mm
tipo S 2‘800 165‘000 1.70 % 0.80 % tipo S2.025/80 = larghezza: 2.0 cm, spessore: 2.5 mm
Ferri d’armatura
tipo M 2‘900 210‘000 1.35 % 0.65 % ƒƒ Il sistema è costituito dalle lamelle e dall’adesivo epossidico Sikadur®-330
ƒƒ A cosa bisogna fare attenzione:
tipo H 1‘350 300‘000 0.45 % 0.25 %
Linea di rottura
- le distanze marginali e assiali devono essere definite a seconda della resistenza del sottofondo.
t � Larghezza della lamella
- l’armatura esistente non deve essere separata.
Calcestruzzo
*A dipendenza della struttura e del carico, questo valore deve essere adeguato dall‘ingegnere responsabile in base alle esigenze e agli
standard. Esempio: se la forza trasmessa dalla lamella non può essere
~ 4 mm Calcestruzzo

ƒƒ Per le misure delle lamelle vedasi la scheda dei dati del prodotto, risp. il listino prezzi attuale. deviata nel sottofondo, c’è il pericolo di sfaldamento su grande
ƒƒ Resistenza alla trazione adesiva del sottofondo in calcestruzzo: almeno 1.5 N/mm2, nella media 2.0 N/mm2 superficie. Geometria / lamelle da inserimento
ƒƒ Il sistema è costituito dalle lamelle e dall’adesivo epossidico Sikadur®-30 oppure Sikadur®-30 LP ~ 4 mm
ƒƒ Il tempo d’attesa dall’applicazione alla sollecitazione a 25°C è di 3 giorni. A 10° C di 7 giorni. Questo tempo può essere Calcestruzzo
notevolmente abbreviato impiegando l’apparecchio Sika® CarboDur® Termoinduritore (vedi capitolo Calcestruzzo
t � Larghezza della lamella
“Indurimento accelerato”).
ƒƒ La temperatura d’impiego si situa, per un sistema indurito normalmente, 50°C. Impiegando l’apparecchio Sika®
Linea di rottura Ferri d’armatura
CarboDur® Termoinduritore con l’adesivo Sikadur® -30 LP questa temperatura può essere aumentata fino a 80°C.

14 15
Rinforzo di travi, pareti e pilastri
Informazioni per l’ingegnere
Tessuto SikaWrap ® Caratteristiche del materiale laminato Portata con il 6% di Modulo E Osservazione
estensione (MPA)
Tessuto unidirezionale in fibra di carbonio e fibra di vetro per il rinforzo di pilastri, pareti, solette,
travi ecc. SikaWrap® tipo 230C /45 150 kN/m larghezza 25‘000 per lo spessore del laminato di = 1.0 mm
tipo 300C /60 200 kN/m larghezza 33‘000 per lo spessore del laminato di = 1.0 mm

Esempi di applicazione Vantaggi tipo 430G /25 90 kN/m larghezza 19‘000 per lo spessore del laminato di = 0.5 mm

ƒƒ rinforzo di pilastri tramite legatura ƒƒ nessuna corrosione I tessuti agiscono unitamente alla resina (Sikadur®-330) nella quale sono inglobati. Per il calcolo statico non si devono
ƒƒ rinforzo della spinta ƒƒ peso proprio esiguo quindi impiegare i valori nominali delle fibre, bensì quelli del laminato. I valori variano a seconda del tipo di tessuto.
ƒƒ rinforzo di edifici storici ƒƒ facile da trasportare ƒƒ La resistenza alla trazione adesiva del sottofondo in calcestruzzo deve essere di almeno 1.0 N/mm2. In media
ƒƒ aumento della resistenza di portata di pareti almeno 1.5 N/mm2
a scopo antisismico. ƒƒ Il sistema è costituito dal tessuto e dall’adesivo epossidico Sikadur®-330
ƒƒ Il tempo d’attesa dall’applicazione alla sollecitazione 23°C è di 7 giorni

Impiego a dipendenza del tipo di fibra


Tipo di fibre Impiego Applicazione di SikaWrap®
Carbonio (C) Per il rinforzo attivo, ossia in caso di Nel procedimento a secco SikaWrap® si adagia direttamente nel letto di adesivo Sikadur®-330
carico costante o pericolo di affa- applicato in precedenza e quindi si pressa tramite rullo. In questo modo l’adesivo penetra nel tessuto.
ticamento. Si può impiegare anche Questo procedimento è possibile fino a un peso del tessuto di 300 g/m2.
per rinforzi passivi (antisisma).

Vetro (G) Per rinforzi passivi, ad esempio


antisismici o antiurto per i pilastri.

16 17
Rinforzo di spinta con angolari in CFK

Sika® CarboShear® L
Angolari in fibra di carbonio, per il rinforzo di spinta su costruzioni portanti in calcestruzzo armato.
Sono un complemento al sistema di rinforzo in CFK Sika® CarboDur®, per il rinforzo della
resistenza alla flessione.

Esempi d’impiego
ƒƒ rinforzo di spinta di strutture portanti in
calcestruzzo in caso di maggiorazione
del carico utile
ƒƒ rimpiazzo dell’armatura di spinta in caso
di risparmi successivi;
ƒƒ aumento della resistenza di portata in caso
di modifiche normative.

Vantaggi
ƒƒ nessuna corrosione
ƒƒ peso proprio esiguo
ƒƒ facili da trasportare
ƒƒ facili da tagliare
ƒƒ spessore esiguo, si possono rivestire
agevolmente
ƒƒ applicazione facile, anche sopra testa
ƒƒ ancoraggi definiti
Informazioni per l’ingegnere
Caratteristiche del materiale Resistenza minima alla Modulo E Estensione a Massima estensione
trazione (Mpa) (Mpa) rottura calcolata Rd
Sika® CarboShear® 2‘250 120‘000 1.7 % 0.60 %

ƒƒ L’ancoraggio dell’ala più lunga si esegue con l’adesivo Lunghezza Forza Forza d’estrazione
Sikadur®-30 sulla piastra di. d’ancoraggio d’estrazione relativa in % della
(rottura) sollecitazione a
ƒƒ La lunghezza d’ancoraggio influisce sulla forza rottura
d’estrazione dell’angolare.
ƒƒ Resistenza alla trazione adesiva del sottofondo in 100 mm ca. 77 kN ca. 60
calcestruzzo: almeno 1.5 N/mm2, nella media 2.0 N/mm2 150 mm ca. 100 kN ca. 80
ƒƒ Il sistema è costituito dagli angolari e dall’adesivo
200 mm ca. 120 kN ca. 95
Sikadur®-30 oppure Sikadur®-30 LP
regola generale per il consumo dell’adesivo: da 0.5 a
1.0 kg per singolo angolare (a seconda delle dimensioni).
ƒƒ Gli angolari possono essere rivestiti come le lamelle
Sika® CarboDur®.

18 19
Indurimento accelerato
Temperature d’impiego:
Termoinduritore Sika CarboDur® ® Temperaturen Sikadur®-30 Sikadur®-30 LP

Riscaldatore elettrico per l’indurimento accelerato degli incollaggi di lamelle CFK + 30°C senza termoinduritore senza termoinduritore
Sika® CarboDur® oppure per aumentare la temperatura d’impiego. + 40°C senza termoinduritore senza termoinduritore
+ 50°C senza termoinduritore senza termoinduritore
Funzionamento
La corrente continua con un voltaggio approssimativo da 0 a 100 V viene immessa attraverso + 60°C impossibile con termoinduritore
le lamelle che fungono da resistenza e si riscaldano. In questo modo si riscalda anche l’adesivo + 70°C impossibile con termoinduritore
sottostante che indurisce più rapidamente. + 80°C impossibile con termoinduritore (indurimento a 90° C)

Limiti:
Kleber Senza termoinduritore Sika® CarboDur® Con termoinduritore Sika® CarboDur®

Sikadur®-30 + 8°C
Evitare i sottofondi congelati (ghiaccio)
Sikadur -30 LP
®
+ 25°C

*Con temperature basse (< +10 °C) l’adesivo risulta più difficile da mettere in opera (viscosità elevata). Si consiglia di immagazzinare
l’adesivo a circa +20°C per una durata approssimativa di 24 ore prima dell’applicazione.

La temperatura ottenibile dipende dal tipo e dalla lunghezza delle lamelle. In generale vale la regola secondo la quale con le
sezioni minori del tipo S si ottengono temperature più elevate di quelle raggiungibili con le sezioni maggiori del tipo M. Quale
riferimento, si consideri che con una lunghezza di 15 m è possibile ottenere aumenti di temperatura nell’ordine di 50°C.
Vantaggi
ƒƒ indurimento rapido dell’adesivo per armature, entro 2 – 4 ore
ƒƒ consente l’esecuzione dei lavori di rinforzo a temperature basse;
ƒƒ facile da trasportare;
ƒƒ per aumentare la temperatura d’impiego (resistenza maggiorata al calore dell’adesivo per
armature Sikadur®-30 LP)
ƒƒ uso semplice
ƒƒ risparmio sui costi grazie al tempo di risanamento abbreviato

Informazioni per l’ingegnere

Tempi d’indurimento:
Adesivo senza termoinduritore con termoinduritore Sika® CarboDur®
Sika CarboDur
® ®

Temperatura + 10°C + 25°C + 60°C + 70°C + 80°C


Sikadur -30
®
7 giorni 3 giorni 4 ore 3 ore 2 ore
Sikadur®-30 LP --- 7 giorni 6 ore 4 ore ore

20 21
Rinforzo strutturale con lamelle in CFK pretensionate

Sika® StressHead® e VSL


Il sistema di pretensionamento StressHead si basa sul principio del pretensionamento esterno,
con o senza adesivo, costituito da teste di tensione con trasmissione della forza concentrata alle
estremità della lamella.

Esempi di applicazione
ƒƒ rinforzo di strutture portanti in caso di maggiorazione del carico utile
ƒƒ formazione di elementi di trazione nel rinforzo di pareti (antisisma)
ƒƒ riduzione delle deformazioni
ƒƒ riduzione delle tensioni nell’armatura in acciaio
ƒƒ contenimento delle larghezze di fessurazioni

Argomenti a favore del sistema di pretensionamento StressHead


ƒƒ può essere applicato sotto carico (sollecitazione dinamica)
ƒƒ può essere impiegato anche su sottofondi di cattiva qualità (calcestruzzo: almeno 10 N/mm2)
ƒƒ sfruttamento delle buone qualità del materiale delle lamelle in CFK
ƒƒ breve ancoraggio finale della lamella in CFK (meno di 12 cm)
ƒƒ trasmissione di forza concentrata nel sottofondo
ƒƒ applicazione semplice ed economica, senza dispositivi di sollevamento o di pressione
ƒƒ applicazione completamente indipendente dalle intemperie e dalle temperature
(senza adesivo)

Informazioni per l’ingegnere

Le caratteristiche del sistema di pretensionamento si basano sulla qualità scelta del sistema d’ancoraggio e sono
confermate dalle prove di omologazione.
Testa d’ancoraggio Lamelle in CFK
Materiale CFK Tipo Sika CarboDur® S624
Peso 550 g Resistenza alla trazione 2800 N/mm2
Misure 60/80 x 110 mm Misure 60 x 2.4 mm

Sistema di pretensionamento StressHead


Forza di pretensionamento P0, max = 220 kN Pretensionamento P0 = 1540 N/mm2
Forza ancorata Pu, min = 300 kN Estensione P0 = 0.95 %

Inserimento nell’adesivo:
Con la sezione della lamella (60 x 2.4 mm) si può assorbire complessivamente una forza di trazione pari a 250 kN (con
fattore di sicurezza di 1.6). Con il pretensionamento P0,max = 220 kN si aggiungono localmente 30 kN, fino al raggiungi-
mento del limite della sicurezza di portata.

22 23
Strutture dei sistemi
Quando si impiegano le lamelle Sika® CarboDur® sulle travate di un ponte stradale che in
seguito sono soggette alla fiammatura di manti bituminosi d’impermeabilizzazione, le lamelle de-
Risanamento del calcestruzzo e rinforzo vono essere protette contro il calore. Il sistema è stato collaudato con successo in laboratorio e sui
Se l’armatura della struttura esistente è corrosa in seguito a carbonatazione o all’azione dei cantieri.
cloruri, la superficie del calcestruzzo deve essere asportata e riprofilata. La malta da Sika® 5 Protezione contro il calore
MonoTop®-412 N deve essere lasciata essiccare sufficientemente a lungo (al massimo 1 Sikadur® -30
4% di umidità del sottofondo secondo il metodo CM). Il tempo d’attesa a 20°C è di circa 7 giorni, 2 Lamella Sika® CarboDur®
sempre a dipendenza del clima e dello spessore dello strato. 4 3 Sikadur® -30 con sabbia di quarzo
3
Riprofilamento del calcestruzzo 4 SikaTop® -Armatec® 110 EpoCem®

1 Malta da riprofilamento Sika® MonoTop- 2 5 Sikafloor® -82 EpoCem®


1
1 412N, compreso il ponte adesivo con
Sika® MonoTop®-910
2 Lamella Sika® CarboDur® incollata con

Sikadur®-30
2

Protezione
La superficie della lamella può essere rivestita con una vernice colorata, ad esempio Sikagard®
-550 W Elastic oppure Sikagard®-ElastoColor W. Applicando un colore chiaro si
possono ridurre le temperature superficiali se le lamelle sono esposte direttamente all’irradiazione
solare.
Rivestimento
1 Lamella Sika® CarboDur ®

1 2 Rivestita con Sikagard® -550 W Elastic

oppure Sikagard®-ElastoColor W

Le lamelle possono anche essere ricoperte con una malta cementizia, ad esempio per proteggerle
contro i danni intenzionali.

Rivestimento di protezione
1 Lamelle Sika® CarboDur ®, spatolatura ra

1 schiata Sikadur®-30 cosparsa con sabbia.


2 Rivestita con Sika® MonoTop® -623

24 25
Protezione antincendio Ricerca
Nel frattempo numerosi istituti di collaudo e di ricerca in tutto il mondo hanno eseguito prove con il sistema Sika® Carbo-
Dur®. Presentiamo qui una selezione di lavori, rapporti e omologazioni relativi all’area di lingua tedesca:
Sistema di protezione con piastre antincendio
Il sistema dell’armatura incollata è costituito dalle lamelle in fibra di carbonio o dal tessuto di fibra Rapporti di ricerca (cronologia)
e dall‘adesivo epossidico. In caso d’incendio questo adesivo epossidico perde la sua resistenza.
Armatura esterna in resine epossidiche rinforzate con fibra di carbonio su Dissertazione di Hp. Kaiser, ETH Zurigo, n. 8918 1989
Il flusso di forza dal sottofondo alla lamella o al tessuto viene interrotto è il rinforzo non è più calcestruzzo armato
efficace. Se in caso di guasto dell’armatura incollata la sicurezza di portata potrebbe non essere Rinforzo di calcestruzzo armato con lamelle in fibra pretensionate e adesivo Dissertazione di M. Deuring, ETH Zurigo, 1993
più garantita, l’armatura incollata deve essere protetta contro le temperature troppo elevate. n. 10199 (rapporto EMPA n. 224)

Rinforzo di opere murarie con lamelle in fibra e adesivo in zone a rischio Dissertazione di G. Schwegler, ETH Zurigo, n. 10672 1994
sismico (rapporto EMPA n. 229)
Il modo migliore è quello di impiegare piastre antincendio. Le prove eseguite dall’EMPA in forni
orizzontali hanno dimostrato che le lamelle in CFK possono essere efficacemente protette contro
gli effetti del fuoco utilizzando piastre antincendio (Promat). Contrariamente alle lamelle in acciaio, Rapporti di prova (con indicazione dei materiali Sika impiegati)
quelle in CFK non devono essere fissate con bulloni per evitare la caduta Prove d’incendio su strutture portanti in calcestruzzo rinforzate Rapporti EMPA n. 148795 Sikadur® -30
successivamente

Esame dello strato adesivo di lamelle CFK incollate su calcestruzzo Rapporti EMPA n. 154490 Sika® CarboDur® Typ S
Sikadur® -30
Incendio normalizzato ISO
Prove di carico statico su travi in calcestruzzo rinforzate con il sistema Rapporti EMPA n. 154490/1 Sikadur® -30
1000 Sika CarboDur
Lamella in CFK incollata
Irrigidimento delle travi trasversali in legno del ponte storico di Sins con Rapporti EMPA n. 142769 Sika® CarboDur® Typ S
800
materiali sintetici rinforzati con fibra di carbonio (CFK) Sikadur® -30
Temperatura T [°C]

Sika® CarboDur® Heizgerät


600
Calcestruzzo Prova delle lamelle di spinta in CFK su travi T1 e T2 di platee in calcestruzzo Rapporti EMPA n. 169219/1 Sika® CarboShear® L
armato Sikadur -30
400
Sika® CarboDur® Typ M

200 Prova delle lamelle di spinta in CFK. Rapporti EMPA n. 69219/2 Sika® CarboShear® L
Trave a sbalzo T3 Sikadur® -30

Piastre antincendio Rinforzo di spinta con tessuto in CFK. Rapporti EMPA n. 200137/1 Sika® Wrap Hex® -230C
10 20 30 40 50 60 70 80 90
Trave di prova T4 Sikadur® -330
Tempo [min]
Rinforzo di spinta con tessuto in CFK. Rapporti EMPA n. 405552 Sika Wrap Hex -230C
Trave di prova T5, tessuto posato a 45° Sikadur® -330

Informazioni per l’ingegnere Omologazioni in Germania


Perizie:
La norma SIA 166 dispone: iBMB, TU Braunschweig: prova dell’adesivo epossidico Sikadur® 30 e del primer Icosit 277 secondo le “Direttive per l’esame d’omologazione di adesivi in resina reattiva e
Se in caso di guasto dell’armatura incollata, la resistenza di portata della struttura non rinforzata sarebbe insufficiente, primer per rinforzi con lamelle incollate su strutture portanti in calcestruzzo armato” (progetto 1989). Rapporto di prova n. 1871/0054.

l’armatura incollata deve essere protetta contro il fuoco, il vandalismo o altri danni. Se la resistenza di portata della Ufficio d’ingegneria Prof. Dott. Ing. F. S. Rostásy: perizia G97/0250, valutazione dell’idoneità delle lamelle in CFK del sistema Sika® CarboDur® come armatura incollata per
struttura non rinforzata è maggiore del valore di misurazione ridotto Ed = Gk +  x Qk non è necessario prevedere il rinforzo di elementi costruttivi e base di misurazione per l’omologazione generale dell’ente di vigilanza edile. Braunschweig 1997.
interventi per la protezione dell‘armatura incollata.
Ufficio d’ingegneria Prof. Dott. Ing. E.h. F. S. Rostásy: perizia G99/0355, valutazione dell’idoneità delle lamelle in CFK Sika® CarboDur® tipo M quale armatura incollata
per accrescere la capacità di resistenza alla trazione flettente di platee e travi in acciaio o calcestruzzo precompresso e indicazioni di misurazione per l’omologazione
Il rapporto relativo alle prove dell’EMPA può essere richiesto a Sika Schweiz AG. generale dell’ente di vigilanza edile. Braunschweig 1999.

Omologazioni:

Incollaggi resistenti alla spinta tra piastre in acciaio ed elementi costruttivi in Istituto tedesco di tecnica edile, Berlino Z36.130 dal 1995
calcestruzzo armato o elementi in calcestruzzo precompresso con il sistema
costituito dall’adesivo Sikadur® 30 e dal primer Icosit® 277

Rinforzo di elementi costruttivi in calcestruzzo armato e calcestruzzo Istituto tedesco di tecnica edile, Berlino Z36.1229 dal 1997
precompresso tramite le lamelle in fibra di carbonio Sika® CarboDur® incollate Complemento con il tipo M, modulo E = 210000 N/mm2
e resistenti alla spinta.

26
Sika – il partner affidabile.
Valore aggiunto: dalle fondamenta al tetto

 Soluzioni sistematiche per la costruzione di tunnel


 Tecnologia del calcestruzzo
 Impermeabilizzazioni
 Pavimentazioni industriali e rivestimenti decorativi
 Posa in opera di piastrelle
 Colle e sigillanti per l’involucro della struttura
 Protezione antincendio per acciaio e calcestruzzo
 Protezione anticorrosione dell’acciaio
 Ripristino e protezione del calcestruzzo
 Rinforzo di strutture portanti
 Impermeabilizzazione di tetti piani

Sika Schweiz AG
Tüffenwies 16
CH-8048 Zurigo
Tel. +41 58 436 40 40 Prima della lavorazione e della messa in opera si deve sempre consultare
Fax +41 58 436 45 84 la scheda vigente dei dati sulle caratteristiche del prodotto. Fanno stato
www.sika.ch le condizioni commerciali generali vigenti.
BRO050df1008© Sika Schweiz AG