Sei sulla pagina 1di 1

GIOVEDÌ — 21 MAGGIO 2020 3•

Il ritorno alla vita Primo Piano

IL BOLLETTINO I CASI IN ITALIA IL DECREMENTO DEI CASI ATTIVI I DECESSI


Così dal 4 Maggio Così dall’1 Maggio
In otto regioni
IL BILANCIO 04/505/506/507/508/509/5 10/5 11/5 12/5 13/514/5 15/5 16/5 17/5 18/5 19/520/5
1/5 269
zero decessi 1.000

227.364 0
2/5
3/5 174
192

-1.513
-6.939

-1.663
-3.119
-1.518
-836
-1.222
-2.809

-4.370
-1.904

-2.017
i casi totali finora

-1.836
-1.883

-1.424
-1.798
Il totale delle persone che 4/5 195

-199
in Italia hanno contratto -1.000 5/5 236
il virus è di 227.364, con 6/5 369
un incremento rispetto a -2.000 7/5 274
martedì di 665 nuovi casi: 8/5 243
-3.000 9/5 194
lunedì i casi in più erano
stati 813. Rispetto 10/5 165
-4.000 11/5 179
a martedì non si sono
172
-2.377
12/5
verificati decessi in sette
195
132.282
-5.000 13/5
regioni (Sicilia, Abruzzo,
14/5
Umbria, Sadegna, Valle
d’Aosta, Molise e 62.752 Guariti -6.000
15/5 242

Basilicata) e nelle Attualmente


positivi
32.330 16/5
17/5
153
145
province autonome di Deceduti -7.000
18/5 99
Trento e Bolzano (quindi 19/5 162
otto regioni). I morti sono -8.000 20/5 161
cresciuti di 161 unità.
Fonte: Protezione Civile, ore 17 del 20 Maggio

«Basta terrorismo, serve normalità HANNO DETTO

Il fronte degli ottimisti:

Il lockdown? Forse eccessivo» «Il virus è debole,


sappiamo trattarlo»
Il virologo Silvestri della Emory University: i sacrifici che ci hanno chiesto sono stati pesanti
«Chi evoca scenari apocalittici sparisce quando si parla degli effetti negativi dell’isolamento» Francesco Le Foche

Al Quotidiano Nazionale
meglio come gestire i malati; co-
di Alessandro Malpelo nosciamo meglio l’infezione,
ROMA stiamo sviluppando vaccini pro-
mettenti, e molti ipotizzano che
«Abbiamo il dovere di tornare a l’infezione si stia attenuando
una vita normale, mantenendo dal punto di vista della patogeni-
ovviamente quelle buone abitu- cità. Nel caso di una eventuale
dini di igiene personale che, gra- seconda ondata siamo prepara-
zie al virus, abbiamo finalmente ti». Silvestri si stupisce piutto-
imparato». Sta facendo il giro sto degli esperti che evocano
del mondo l’appello di Guido Sil- scenari apocalittici, e che «spari- «La pandemia è finita
vestri, immunologo e docente scono quando si parla di effetti con la scelta di combattere
di patologia alla Emory Universi- negativi sociologici del prolun- il virus a viso aperto
ty di Atlanta, Usa. Nella sua ru- gato lockdown quali lo snatura- e la decisione
brica intitolata pillole di ottimi- mento della vita sociale, scola-
che è il momento giusto
smo, sul suo profilo Facebook e stica e affettiva, costellato di fal-
rilanciata sui social, affronta limenti, crisi depressive, suicidi, per convivere con il morbo.
l’emergenza Coronavirus invo- tensioni domestiche». «Noi non Non ci sono dimostrazioni
cando un cambio di passo in sappiamo cosa sarebbe succes- effettive che il virus
quanto «non possiamo conti- so se avessimo avuto una chiu- sia meno forte, ma vediamo
nuare a chiedere sacrifici enor- sura meno serrata, all’acqua di sindromi cliniche ridotte,
mi». Con schiettezza il virologo rose come in Svezia, o in Flori- molto meno importanti».
Guido SIlvestri, 58 anni, è docente alla Emory University di Atlanta
attacca quel clima di terrore irra- da, si tratta del classico esperi-
zionale che prende piede. I sa- mento senza controllo. Perché
crifici ora «servono solo per cal- xiglass, distanziamento sociale, in Italia si guarda in modo inces- Gilberto Corbellini
mare le nostre ansie – scrive pro- CHI È sante agli scenari peggiori, si
senza più potersi stringere la
vocatoriamente – o per allevia- parla piuttosto poco dei danni All’Huffington Post
mano o abbracciarsi, mentre ai
re le paure di leader politici timi- della chiusura».
di e incompetenti, consigliati
bambini viene negato perfino il Il prof italiano COSA FARE
piacere di giocare insieme».
da esperti che non sono in gra-
ECCESSI DEL LOCKDOWN
ad Atlanta Silvestri sottolinea che ha mes-
do di elaborare una strategia ge- so in conto di ricevere attacchi
Nel vedere l’Italia come «una
nerale sul come affrontare la Guido Silvestri nasce per aver gettato il sasso nello
pandemia. Soprattutto, dobbia- barca che naviga tra due sco- stagno. In conclusione, cosa
gli», Silvestri sostiene che «in a Perugia nel 1962.
mo fare questa scelta di corag- È un patologo, possiamo fare, si chiede, per evi-
giosa e consapevole di ritorno questa fase della pandemia, è tare lo scoglio virus senza di-
necessario dare una brusca ster- immunologo, virologo,
alla normalità basandoci sulla divulgatore scientifico e struggere il nostro modo di vive-
nostra arma migliore: l’ottimi- zata lontano dallo scoglio dei di- re? La risposta è nelle azioni. Na-
accademico italiano. «Si è diffusa all’inizio
smo». sastri economici, sociali, psico- vigare usando un radar migliore
È professore ordinario
DIMENSIONE UMANA logici e sanitari causati dal lock- (test sierologici e tamponi, ovve- una paura ingiustificata,
e capo dipartimento
Lo specialista ha raccolto ade- down, anche a costo di avvici- ro sorveglianza epidemiologica sulla scia dell’emotività
di Patologia all’Università
sioni da personalità della scien- narsi allo ‘scoglio virus’. I princi- Emory di Atlanta, e monitoraggio), armare meglio suscitata dalla comunicazione.
za e della cultura, ma sta anche pi chiave che devono informar- direttore della Divisione la nave riorganizzando il siste- È stato il virus più mediatizzato
perdendo qualche sponda ami- ci sono il monitoraggio dei con- di Microbiologia e ma sanitario e riducendo l’im- della storia della medicina.
ca a causa delle sue candide ri- tagi, la flessibilità nel cambiare Immunologia allo Yerkes patto negli ostacoli, attraverso
Se c’è una cosa di cui si può
flessioni. Perché dopo la prolun- modello operativo, la coordina- National Primate lo sviluppo di terapie e vaccino.
zione tra regioni, tra nazioni, e Ma tornando con coraggio a star certi è che questo virus
gata chiusura vede l’ambiguità Research Center, e
di «una riapertura perennemen- la preparazione a livello sociosa- una vita assolutamente norma- non rappresenta
membro dell’Emory
te sospesa a metà, in un mondo nitario. Perché adesso (fine Vaccine Center. le. una minaccia per la specie,
fatto di mascherine, guanti, ple- maggio 2020) sappiamo molto © RIPRODUZIONE RISERVATA come qualcuno ha detto».