Sei sulla pagina 1di 3

CORSO DI AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI

Ai sensi dell’Art. 7 del Decreto del Ministero dell’Interno 05/08/2011 e in conformità alla circolare del Ministero
dell’Interno – Dipartimento VV.F., S.P. e D.C. n. DCPREV 7213 del 25/05/2012

CORSO  IN  VIDEOCONFERENZA SU STRATEGIE  -  PROGETTAZIONE  E  METODOLOGIE  PER


“Evoluzione della Normativa di Prevenzione incendi DM 12/04/2019 e DM 18/10/2019 - Strategie Antincendio S7 (Rivelazione ed Allarme) - S8
(Controllo Fumo e Calore) - S9 (Operatività) ed S10 (Sicurezza Impianti Tecnologici)”

TEST DI VERIFICA DI APPRENDIMENTO

1) Con l’entrata in vigore del DM 12/04/2019 (20 ottobre 2019), il campo di


applicazione del Codice di Prevenzione Incendi (RTO) è:

rimasto inalterato e si applica alle stesse tipologie di attività previste in


A
precedenza
stato ampliato ad altre tipologie di attività non previste in precedenza
B

stato ridotto e non si applica più a tutte le tipologie di attività previste in


C
precedenza

2) Le funzioni assolte da un Impianto Rivelazione e Allarme Incendio (IRAI):

possono variare in relazione alla tipologia dell’azienda presso cui è installato


A
restano inalterate qualunque sia l’azienda presso cui è installato
B
sono rese obbligatorie dal Codice (DM 03/08/2015) per qualunque attività
C

3) L’installazione di un impianto IRAI :

anticipa le procedure in caso di emergenza (esodo, ecc.)


A
ritarda l’azione di controllo dell’incendio
B
non influisce sulle misure gestionali di emergenza
C

4) Generalmente le superfici delle aperture di smaltimento di fumo e calore con


livello di prestazione II, a servizio di un compartimento:
possono essere solo del tipo con apertura automatica in caso di incendio
A
dipendono solo dalla superficie lorda del compartimento
B
aumentano con il quantitativo di materiale combustibile presente nel
C compartimento

pag. 1
CORSO DI AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI
Ai sensi dell’Art. 7 del Decreto del Ministero dell’Interno 05/08/2011 e in conformità alla circolare del Ministero
dell’Interno – Dipartimento VV.F., S.P. e D.C. n. DCPREV 7213 del 25/05/2012

CORSO  IN  VIDEOCONFERENZA SU STRATEGIE  -  PROGETTAZIONE  E  METODOLOGIE  PER


“Evoluzione della Normativa di Prevenzione incendi DM 12/04/2019 e DM 18/10/2019 - Strategie Antincendio S7 (Rivelazione ed Allarme) - S8
(Controllo Fumo e Calore) - S9 (Operatività) ed S10 (Sicurezza Impianti Tecnologici)”

TEST DI VERIFICA DI APPRENDIMENTO


5) Generalmente le superfici delle aperture di smaltimento di fumo e calore con
livello di prestazione II, a servizio di un compartimento, hanno la funzione di:
facilitare l’opera di estinzione spegnimento dei soccorritori
A
assicurare nel compartimento uno strato liberi dai fumi per garantire l’esodo degli
B
occupanti
impedire l’attivazione intempestiva di un impianto automatico di spegnimento
C

6) Quale delle seguenti norme tecniche è presa a riferimento per la progettazione


della Colonna a Secco prevista dalla strategia S.9:

UNI EN 12845
A
UNI/TS 11559
B
UNI 11292
C

7) Quale dei seguenti dispositivi di interruzione dell’energia elettrica è più affidabile


nei distacchi degli impianti elettrici in emergenza:
Interruttore con comando diretto sul circuito di potenza
A
Interruttore con bobina di sgancio "di minima tensione"
B
Interruttore con bobina di sgancio "a lancio di corrente"
C

8) Quale dei seguenti ascensori è destinato esclusivamente all’intervento in caso di


incendio in un fabbricato di grande altezza:
Ascensore protetto
A
Ascensore Antincendio
B
Ascensore di Soccorso
C

9) Nel livello di prestazione II della Strategia S.9, quale distanza minima di


avvicinamento dei mezzi di soccorso è prevista:

pag. 2
CORSO DI AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI
Ai sensi dell’Art. 7 del Decreto del Ministero dell’Interno 05/08/2011 e in conformità alla circolare del Ministero
dell’Interno – Dipartimento VV.F., S.P. e D.C. n. DCPREV 7213 del 25/05/2012

CORSO  IN  VIDEOCONFERENZA SU STRATEGIE  -  PROGETTAZIONE  E  METODOLOGIE  PER


“Evoluzione della Normativa di Prevenzione incendi DM 12/04/2019 e DM 18/10/2019 - Strategie Antincendio S7 (Rivelazione ed Allarme) - S8
(Controllo Fumo e Calore) - S9 (Operatività) ed S10 (Sicurezza Impianti Tecnologici)”

TEST DI VERIFICA DI APPRENDIMENTO


≤ 30 metri
A
≤ 100 metri
B
≤ 50 metri
C

10) Generalmente le soluzioni conformi secondo il Codice (DM 03/08/2015):

richiedono minor impegno nelle valutazioni a cura del Professionista Antincendio


A
non incidono sugli interventi di adeguamento antincendio dell’azienda
B
possono essere adottate esclusivamente dai Professionisti non abilitati
C

Nome e cognome partecipante: _______________________________________________________________

Ordine / Collegio appartenenza: ______________________________________________________________

Data ………………….. FIRMA …………………………………………………..

RISULTATO DELLA PROVA: Risposte esatte: ______ su 10

pag. 3