Sei sulla pagina 1di 2

Classificazione delle coperture

 Morfologia
1. Continue
2. Discontinue
 Strati funzionali
1. Non isolate non ventilate
2. Isolate non ventilate
3. Non isolate ventilate
4. Isolate ventilate
 Fruibilità
1. Accessibile
2. Pedonabile
3. Carrabile
 Geometria
1. Curve
2. Piante
3. Inclinate

In base alla morfologia


Le coperture di dividono in base alla presenza o all’assenza di interruzioni nello strato di tenuta
determinando le due sottoclassi:

 Coperture continue
 Coperture discontinue

In base agli strati funzionali


1. Coperture non isolate e non ventilate:
non controllano la trasmissione di calore e il comportamento termoigrometrico attraverso
strati funzionali specifici;
2. Coperture isolate e non ventilate:
controllano la trasmissione di calore attraverso uno strato funzionale specifico, ma non
controllano il comportamento termoigrometrico
3. Coperture ventilate non isolate:
controllano il comportamento termoigrometrico attraverso uno strato funzionale specifico
ma non controllano la trasmissione di calore
4. Coperture isolate e ventilate:
controllano il comportamento termoigrometrico e la trasmissione di calore
In base all’ accessibilità
 Copertura di classe A: accessibile esclusivamente per la manutenzione
 Copertura di classe B: accessibile per la sua manutenzione e per quella degli impianti su di
essa installati
 Copertura di classe C: accessibile ai pedoni (carico 400kg\m^2)
 Copertura di classe D: accessibile ai veicoli leggeri (<2t per asse)
 Copertura di classe E: accessibile ai veicoli pesanti (>2t per asse)
 Copertura di classe F: soddisfa le funzioni relative al giardino pensile (sollecitazioni
meccaniche e chimiche)

In base alla geometria


 Coperture orizzontali: la pendenza è inferiore all’1%
 Coperture duborizzontali: la pendenza è compresa tra l’1% e il 5%
 Coperture planari inclinate: pendenza superiore al 5%
 Coperture curve: andamento curvo regolare\irregolare