Sei sulla pagina 1di 2

• Classe prima Le piante fiorite

Osservazione della crescita


Le parti della pianta
Le parti del frutto

Il nostro percorso ha inizio nell’orto della scuola, una piccola zona del
giardino attrezzata con vasche per la semina e la coltivazione di ortaggi, fiori
e prodotti stagionali.

1. Prepariamo l’orto
In autunno con i bambini siamo andati nell’orto per la preparazione delle
vasche; dopo aver tolto le erbacce e dissodato il terreno, i bambini hanno
interrato i bulbi di alcuni fiori, tulipani, iris, giacinti…

2. Osservazione e descrizione delle fasi di crescita dei fiori


Periodicamente torniamo nell’orto e quando a gennaio i primi germogli sono
visibili facciamo osservare e disegnare le fasi di crescita. Inizialmente i
bambini non distinguono le varie tipologie di pianta, in seguito in particolare
con l’apparire del fiore vengono chiaramente notate le differenze. In classe
con i disegni e l’aiuto delle fotografie fatte nell’orto stimoliamo i bambini a
descrivere individualmente le caratteristiche di ogni fiore utilizzando le parole
proprietà quali liscio, ruvido, lungo, corto, appuntito, curvo, profumato…..
Successivamente diamo inizio ad un confronto dei lavori fatti al fine di
raccogliere tutte le caratteristiche. Riscriviamo una scheda riassuntiva per
ciascun fiore che verrà attaccata nel quaderno di ogni bambino. Nell’orto
siamo poi tornati per vedere se anche le altre piante avevano i fiori e li
abbiamo individuati anche negli ortaggi: i fiori dei piselli, delle fave, del
cavolo… in classe abbiamo ricostruito l’esperienza con una scheda in cui i
bambini dovevano attraverso le foto colorare i fiori.

3. Dal fiore al frutto


Successivamente in classe abbiamo portato alcuni frutti pera, mela, susina,
kiwi, pomodoro ed i bambini osservano, disegnano e descrivono
individualmente i frutti prima esternamente e poi internamente. Dopo un
confronto sui lavori svolti e la riscrittura delle descrizioni abbiamo individuato
le caratteristiche emerse classsificandole a seconda dell’organo di senso
usato.

4. Altre piante dell’orto: il cavolo


Siamo poi ritornati nell’orto e insieme ai bambini abbiamo tolto dal terreno
una pianta di cavolo per osservarne bene le parti. In classe abbiamo
individuato le radici, il fusto, le foglie e i fiori. Abbiamo poi fatto una
descrizione individuale e, con l’aiuto di una foto che ogni bambino aveva sul
quaderno, una scheda collettiva in cui viene messa in evidenza la parte aerea
e quella sotterranea.

5. Dai fiori ai frutti


Sempre nell’orto abbiamo osservato che con il passare del tempo al posto dei
nostri fiori c’erano delle palline. Ne abbiamo raccolte alcune e portate in
classe le abbiamo smontate. Tutti i bambini si sono resi conto che queste
erano frutti come quelli che avevamo osservato precedentemente
ritrovandone le parti e i semini all’interno. Anche in questo caso i bambini
hanno lavorato prima individualmente e poi dopo un confronto collettivo
abbiamo preparato una scheda di sintesi.

6. Le piante da mangiare che io conosco


In classe e poi a casa facciamo un’indagine sui vari tipi di pianta che ogni
bambino conosce. In seguito tramite una tabella individuale abbiamo
determinato quale parte mangiamo, foglie, frutto, fiore, radici.
Collettivamente riorganizziamo il lavoro in un cartellone, riprodotto anche sul
quaderno, classificando le piante in base alle parti commestibili.

7. Il mercato
É auspicabile alla fine del percorso inserire una visita al mercato dove i
bambini vedendo i molti ortaggi e frutti possono intuirne la grande varietà.