Sei sulla pagina 1di 2

1

Caso di nepotismo all’Accademia delle belle Arti? Sospetti


e denunce
di Redazione – 04 Maggio 2020 – 12:19

Nepotismo all’Accademia delle belle Arti di Catanzaro? Lo ipotizza l’avvocato Giampiero


Mellea che si riferisce a uno “denuncia presentata qualche mese fa da un candidato al
concorso pubblico per soli titoli Abav 02 tecniche dell’incisione /illustrazione ii fascia
indetto dall’Accademia di Belle Arti di Catanzaro in data 28 novembre e che avrebbe visto
il vincitore prevalere sugli altri candidati in ragione di un curriculum sospetto costituito da
titoli non veritieri.

Inoltre lo stesso vincitore sarebbe convolato a nozze con le unioni civili con un componente
della famiglia di cui si diceva che avrebbe fatto incetta di nomine ed incarichi.

Ciò troverebbe ulteriore riscontro nel fatto che la stessa Accademia delle Belle Arti
starebbe per intraprendere un’azione disciplinare nei confronti di un componente di
questo nucleo di potere per la sua gestione dei fondi stanziati per il progetto
Preaccademici di cui risultava direttore.

L’Accademia infatti ne avrebbe proclamato la sua decadenza dell’incarico riscontrando


come il fondo sarebbe stato praticamente prosciugato con una gestione totalmente a
favore di se stesso e dei suoi stretti parenti che avrebbero beneficiato di incarichi
lautamente ricompensati fuori da ogni logica.

CatanzaroInforma -1/2- 04.05.2020


2

La stessa Accademia si starebbe poi muovendo per recuperare le somme indebitamente


riscosse dai componenti della famiglia in questione.

In altri termini sembra che a breve potrebbe scoppiare una vera e propria grana per
l’Accademia delle Belle Arti chiamata a fronteggiare un caso di nepotismo”.

Sul caso in questione si starebbe muovendo la Procura della Repubblica a seguito di due
distinte denunce presentate dall’avvocato Gennaro Pierino Mellea a tutela dei suoi assistiti

CatanzaroInforma -2/2- 04.05.2020