Sei sulla pagina 1di 46

COVID-19: caso 67

Michele Pietragalla , Letizia Vannucchi , Luca Carmignani ,


Andrea Pagliari , Claudia Calabresi, Giuseppe Alabiso , Silvia
Rossi , Anna Talina Neri , Michele Trezzi , Massimo Di Pietro

SOC Radiodiagnostica Ospedale San Jacopo Pistoia


Reparto Malattie Infettive Ospedale San Jacopo Pistoia

Paziente uomo, 83 anni, ex-fumatore con anamnesi patologica


remota positiva per ipertensione arteriosa, diabete mellito,
IPB. Non riferiti contatti con pazienti SAR-CoV2 positivi.
Giunge in PS per tosse e febbre da 3 giorni con picco di
38.9°.
Saturazione 92% con 02 2 L/min, assente leucopenia, lieve
incremento PCR, LDH e transaminasi.
Viene eseguita ecografia toracica in regime di PS che
evidenzia “impegno interstiziale bilaterale posteriore, alle
basi zona di consolidamento alveolare con broncogrammi aerei e
moderato versamento pleurico concomitante”.
Viene perciò eseguito RX torace in unica proiezione AP in
decubito supino.
L’esame RX mostra sfumati addensamenti parenchimali in campo
medio ed inferiore nell’emitorace di destra ed in campo medio
a sinistra.

Si decide di eseguire nell’immediato esame TC del torace senza


somministrazione di mdc.
L’esame TC mostra multiple areole “a vetro smerigliato” a
maggior distribuzione periferica e parascissurale tendenti
alla confluenza, con iniziali fenomeni di consolidamento, nel
cui contesto è presente ispessimento dell’interstizio
prevalentemente intralobulare con aspetti a “crazy paving”.
Concomitano alterazioni enfisematose centro-panlobulari.

Viene eseguito tampone orofaringeo che risulta positivo per


SAR-CoV-2
Dopo 3 giorni di ricovero è stata eseguita misurazione del D-
dimero, come screening per l’inizio della terapia con
Tolicizumab, con riscontro di valori molto elevati (17234
microgrammi/ml). Contemporaneamente, il Paziente ha mostrato
un peggioramento del quadro respiratorio.
Si decide di eseguire esame Angio-TC del circolo polmonare nel
sospetto di embolia polmonare.

L’angio TC del circolo polmonare mostra difetti di


opacizzazione a carico di rami arteriosi segmentari-
subsegmentari per entrambe le piramidi basali (frecce
bianche). L’impegno parenchimale risulta sovrapponibile al
precedente esame TC.

Il caso appena discusso vuole mettere in risalto l’aumentato


rischio di sviluppare embolia polmonare nei Pazienti affetti
da polmonite da infezione virale SAR-Cov-2. In caso di valori
molto elevati di D-dimero in corso di infezione, un esame
Angio-TC del circolo polmonare è utile nel confermare la
diagnosi di embolia polmonare.

Si rimanda a lettura della seguente voce bibilografica sul


rischio di embolia polmonare nei pazienti affetti da polmonite
da SAR-CoV-2:
Chen, Jianpu and Wang, Xiang and Zhang, Shutong and Liu, Bin
and Wu, Xiaoqing and Wang, Yanfang and Wang, Xiaoqi and Yang,
Ming and Sun, Jianqing and Xie, Yuanliang. Findings of Acute
Pulmonary Embolism in COVID-19 Patients (3/1/2020). Available
at SSRN: https://ssrn.com/abstract=3548771

COVID-19: caso 66
Izzo Andrea, D’Aversa Lucia, Cerimoniale Giuseppe, Mazzella
Giuseppe, Pergoli Pericle, Faiola Eugenio Leone, Casale
Lorenzo, Di Pastena Francesca

U.O.C. Diagnostica per immagini – Ospedale “Dono Svizzero”


Formia DEA I livello– Asl Latina

Paziente Femmina, 71 anni, trasferita al DEA da PS del


territorio con diagnosti di dispnea, riferisce febbre da 3
giorni (39°); Pz residente in comune con multipli casi
COVID-19. In anamnesi BPCO con insufficienza respiratoria di
discreta entità. Pz disponoica, tachipnoica, tachicardica con
pO2 93% in aria ambiente. Si richiede RX torace e considerato
il link epidemiologico si effettua tampone (risultato positivo
al SARS-CoV-2) ed isolamento della Pz.
L’indagine RX dimostra un diffuso incremento della trama
interstiziale peribroncovascolare con associati multipli
addensamenti parenchimali bilateralmente, disposti in sede
periferica. Versamento pleurico a destra con obliterazione del
seno costofrenico di questo lato. La Pz viene assistita e
trattata in MU (reparto dedicato ai pazienti COVID-19) e dopo
circa 1 settimana dimostra notevoli miglioramenti come
evidente dalla prima TC di controllo eseguita a circa 8 gg di
distanza dal ricovero.
L’indagine TC dimostra alcuni piccoli sfumati addensamenti
parenchimali a “vetro smeriglio” localizzati in corrispondenza
del segmento apicodorsale del lobo superiore del polmone
sinistro e nel lobo medio. Discreta quota di versamento
pleurico nella grande cavità a destra con sottile falda di
versamento anche a sinistra. Diffuse manifestazioni di
enfisema centrolobulare e parasettale subpleurico nel
parenchima polmonare.

I reperti TC sono suggestivi per un quadro polmonare COVID-19


in risoluzione.
COVID-19: caso 65
Izzo Andrea, D’Aversa Lucia, Cerimoniale Giuseppe, Mazzella
Giuseppe, Pergoli Pericle, Faiola Eugenio Leone, Casale
Lorenzo, Di Pastena Francesca

U.O.C. Diagnostica per immagini – Ospedale “Dono Svizzero”


Formia DEA I livello– Asl Latina

Paziente Maschio, 74 anni, si presenta in PS per dolore


toracico e vomito da circa 12 ore. In anamnesi cardiopatia
ischemica, asma bronchiale e terapia con NAO. In PS
saturazione pO2 94%, tachicardico e lievemente tachipnoico,
apiretico. Si richiede caonsulenza cardiologica ed esammi
ematochimici e strumentali per escludere IMA.

Si esegue anche RX del torace nelle proiezioni standard.


L’indagine radiografica dimostra un discreto incremento
dell’interstizio peribroncovascolare con associate alcune
ipodiafanie parenchimali a livello del campo medio-apicale di
entrambi i polmoni con associato addensamento parenchimale a
livello della base del polmone destro.
In considerazioni dei reperti radiografici e tenuto conto del
link epidemiologico del paziente (residente in città ove sono
presenti al momento più di dieci casi COVID-19) si richiede TC
per approfondimento.
L’indagine TC dimostra la presenza di multipli addensamenti
parenchimali a “vetro smeriglio” con associate estese zone di
parenchima con pattern “crazy-paving” caratterizzato dalla
presenza di aree a “vetro smeriglio” sovrapposto ad
ispessimento liscio dell’interstizio interlobulare ed
intralobulare; concomitano zona di consolidamento parenchimale
nello sfondato posteriore dell’emitorace destro ed esiti
fibrotici nello sfondato posteriore dell’emitorace sinistro.

Il quadro TC è compatibile con patologia COVID-19 correlata;


si dispone quindi l’isolamento del Pz ed il tampone
nasofaringeo (risultato positivo al SARS-CoV-2).
COVID-19: caso 64
Izzo Andrea, D’Aversa Lucia, Cerimoniale Giuseppe, Mazzella
Giuseppe, Pergoli Pericle, Faiola Eugenio Leone, Casale
Lorenzo, Di Pastena Francesca

U.O.C. Diagnostica per immagini – Ospedale “Dono Svizzero”


Formia DEA I livello– Asl Latina

Paziente Maschio, 57 anni, trasportato dal 118 per febbre,


tosse e dispnea specie negli ultimi 3 giorni. Nega contatti
con persone COVID-19 positive e luoghi a rischio
epidemiologico. In PS saturazione pO2 90%, tachipnoico con
febbre 39°. In anamnesi nega patologie degne di nota.

Si richiede RX torace
La radiografia del torace dimostra un ispessimento della trama
interstiziale peribroncovascolare con alcune sfumate
ipodiafanie parenchimali alla base del polmone sinistro. In
considerazione della sintomatologia si richiede integrazione
con esame TC.

TC TORACE
L’indagine dimostra la presenza di multipli addensamenti
parenchimali a vetro smeriglio ed alcune zone con pattern
“crazy-paving” caratterizzate dalla presenza di aree a “vetro
smeriglio” sovrapposte ad ispessimento liscio dell’interstizio
interlobulare ed intralobulare con associate zone di
consolidamento parenchimale. Il quadro TC è caratteristico per
una patologia COVID-19 correlata e per tale motivo il Pz viene
posto in isolamento ed effettuato il tampone nasofaringeo
(risultato positivo al SARS-CoV-2).

COVID-19: caso 63
Izzo Andrea, D’Aversa Lucia, Cerimoniale Giuseppe, Mazzella
Giuseppe, Pergoli Pericle, Faiola Eugenio Leone, Casale
Lorenzo, Di Pastena Francesca

U.O.C. Diagnostica per immagini – Ospedale “Dono Svizzero”


Formia DEA I livello– Asl Latina

Paziente Maschio, 49 anni, trasportato dal 118 in PS per


febbre e dispnea da circa 4 giorni; riferisce iperpiressia
sino a 39°e che assume Amoxicillina/Acido clavulanico da 2 gg.
In PS saturazione pO2 94% ed iperpiressia (38°). In anamnesi
non riferisce patologie degne di nota. Si richiede RX torace
eseguito con apparecchio portatile posizionato in
tensostruttura appositamente adibita all’esterno del PS.

RX TORACE
La radiografia del torace dimostra un modesto incremento della
trama interstiziale ma non particolarmente significativa;
tenuto conto del forte sospetto clinico si esegue TC torace.

TC TORACE
L’indagine TC dimostra la presenza di multipli sfumati
addensamenti parenchimali a “vetro smeriglio” localizzati nel
lobo superiore del polmone destro, nel lobo medio e nel lobo
inferiore di entrambi i polmoni in sede subpleurica. I reperti
TC, fortemente sospetti per una patologia flogistico-infettiva
COVID-19 correlata, suggeriscono la disposizione in isolamento
del Pz e l’esecuzione del tampone nasofaringeo (risultato
positivo al SARS-CoV-2).

COVID-19: caso 62
Izzo Andrea, D’Aversa Lucia, Cerimoniale Giuseppe, Mazzella
Giuseppe, Pergoli Pericle, Faiola Eugenio Leone, Casale
Lorenzo, Di Pastena Francesca

U.O.C. Diagnostica per immagini – Ospedale “Dono Svizzero”


Formia DEA I livello– Asl Latina

Paziente Maschio, 56 anni, già in autoisolamento domiciliare


per essere stato a stretto contatto con Pz Covid-19 positivo.
Riferisce febbre nell’ultima settimana anche se apiretico da
un giorno, tuttavia persiste anosmia, ageusia, faringodinia ed
artralgie. In PS apiretico, con saturazione pO2 97%, eupnoico.
Nega patologie croniche e/o terapie farmacologoche.
Considerato lo stretto contatto con un Pz Covid-19 e la
sintomatologia persistente per una settimana si richiede TC
torace e tampone nasofaringeo (risultato positivo per SARS-
CoV-2).

TC TORACE
L’indagine TC dimostra due addensamenti parenchimali a “vetro
smeriglio” localizzati in corrispondenza del segmento apicale
del lobo inferiore del polmone destro in sede subpleurica e
del segmento mediobasale del lobo inferiore del polmone
sinistro; i reperti sono suggestivi per una forma flogistico-
infettiva di tipo interstiziale.

COVID-19: caso 61
Izzo Andrea, D’Aversa Lucia, Cerimoniale Giuseppe, Mazzella
Giuseppe, Pergoli Pericle, Faiola Eugenio Leone, Casale
Lorenzo, Di Pastena Francesca

U.O.C. Diagnostica per immagini – Ospedale “Dono Svizzero”


Formia DEA I livello– Asl Latina

Paziente Maschio, 70 anni, si reca in PS per febbre (37,8) da


circa 10 giorni dopo contatto diretto con Pz positiva
Covid-19. Non riferisce tosse. In PS saturazione pO2 97%,
eupnoico. In anamnesi tiroidite cronica ed ipertensione
arteriosa. Si richiede RX torace eseguito con apparecchio
portatile posizionato in tensostruttura appositamente adibita
all’esterno del PS.

RX torace
L’indagine radiografica dimostra un incremento della trama
interstiziale peribroncovascolare senza significative immagini
da riferire ad addensamenti polmonari.

Il Pz viene sottoposto comunque preventivamente a tampone


naso-faringeo (risultato positivo al SARS-CoV-2) e si decide
di effettuare la TC in quanto persiste un forte sospetto
clinico ed epidemiologico.

TC TORACE
L’indagine TC dimostra la presenza di multipli addensamenti
parenchimali a “vetro smeriglio”, localizzati nel lobo
superiore di entrambi i polmoni, nel lobo medio e nel lobo
inferiore di entrambi i polmoni, specie a destra, disposti in
sede subpleurica. Reperti compatibili con un processo
infiammatorio su base infettiva COVID-19-correlato.

COVID-19: caso 60
P.Nespoli, P. Moretto, D. Sardo, P. Hosseinollahi, A. De
Pascale, G. Garofalo, A. Veltri

AOU San Luigi Gonzaga, Orbassano, Radiodiagnostica, Direttore:


Prof. A. Veltri

Uomo di 60 anni

Insorgenza di dispnea e febbre

APR: silente

RX torace del 6/3/2020:


Addensamenti parenchimali bilaterali “a vetro smerigliato” di
aspetto flogistico a carico di entrambi i lobi superiori.

RX torace del 16/3/2020:


comparsa, da ambo i lati, anche in corrispondenza dei campi
medio-inferiori, di multipli addensamenti parenchimali
tendenti alla confluenza, possibili espressione di focolai
broncopneumonici.

COVID-19: caso 59
P.Nespoli, P. Moretto, D. Sardo, P. Hosseinollahi, A. De
Pascale, G. Garofalo, A. Veltri
AOU San Luigi Gonzaga, Orbassano, Radiodiagnostica, Direttore:
Prof. A. Veltri

Uomo di 30 anni. Malessere generale e febbre da 5 giorni, Da 2


giorni tosse e difficoltà respiratorie. APR: silente.

RX torace del 16/3/2020:

Addensamenti parenchimali bilaterali, più evidenti a destra,


di natura flogistica.
COVID-19: caso 58
P.Nespoli, P. Moretto, D. Sardo, P. Hosseinollahi, A. De
Pascale, G. Garofalo, A. Veltri

AOU San Luigi Gonzaga, Orbassano

Radiodiagnostica, Direttore: Prof. A. Veltri

Uomo di 60 anni

Comparsa di dispnea e ipertermia

APR: DMT2, dislipidemia, ipertensione arteriosa, ex-forte


fumatore.

RX torace del 3/3/2020:


diffuso addensamento parenchimale al terzo medio e inferiore
dell’emitorace sinistro; ulteriori, più sfumati addensamenti
parenchimali in sede basale destra.

TC del torace del 4/3/2020:


evidenza di plurime aree di addensamento “a vetro
smerigliato”, prevalenti ai lobi inferiori e in sede
posteriore, con iteressamento dell’interstizio intralobulare,
reperti compatibili con quadro flogistico acuto.