Sei sulla pagina 1di 132
ELETTRONIGA Anno 19 =n. 119 RIVISTA MENSILE 187 Spe, AB. Pesta 95170 GENERATORE INTERRUTTORE night light di SPETTRO AUDIO con TRIAC GENERATORE di BARRE TV per ANTENNISTI CONTA-PEZZI fino a 9.999 RELE MICROFONICO Demtre Response 5096 oei 21/2/68 RIVISTA MENSILE N. 119 - 1987 ANNO XIX OTTOBRE eweraro THRONICA Numero singolo 3.500 Malla 12 numer L. 35.000 Acretrat L300 Estero 12 numer L. $5.00 ABBONAMENTI SOMMARIO SPILLA ELETTRONICA da DISCOTECA GENERATORE di BARRE TV per ANTENNISTI RIDUTTORE di tensione per AUTO ...... 18 RELE MICROFONICO .. 22 CONTA-PEZZI fino a 9.999 28 RICEVITORE “AM” a REAZIONE con MOSFET 40 MAGNETOTERAPIA ad effetto CONCENTRATO .... 46 ‘SEMPLICISSIMO caricapile al NICHEL-CADMIO . 70 INTERRUTTORE night light con TRIAC .........00. LX.851 76 GENERATORE di SPETTRO AUDIO .. 82 PREAMPLIFICATORE per FONOMETRO 88 ERRATA CORRIGE e CONSIGLI UTILI .. 93 Corso di specializzazione per ANTENNISTI TV 94 PROGETTI IN SINTONIA 120 MODEM LX.830 per COMPUTER 126 Pr PUNT! DI VENDITA del KITS di NUOVA ELETTRONICA ‘esuzZz0 wzige cAguLA Wi. ELETTROWEA a Ac RENEO. Vink oy Som, Tw ORES hte ee Fie atgaamersa “ite Pe 8s te ‘Sis pease Fete Ne éoa ea tedsauns ‘ove Pestana "7 ERB. eUriHOWcR levers Angle 9 Paco. 8 cataanin ows Laue rere SIRE RLETIROWCA. Ve CF. si 0 To) ozaratey oe ones = ao ere i Sei w aie a) CREM tac: Mone makers Sbsone aes Os nemce Beas ca SENN eee ete cwenth ta ise pov oaaaztrnonca, ra ones on HG Bera no A ees cere ‘ous SALA CoNSILINR (SA). WOEOTECMIEA'S vs hettom taatas Ta oateroe Se tes ERE ere ee een wes, simon ra SERRE ns Eton SRRERS cee Gea serait ig ee on ELibeate toner are Seer es rer ‘nuerenoe eae re ta ‘iss Eien cures, sy Santen ion avai Ta Morconk 18 ta tsstigrast2 Fa tes cama po tepere sme “oder ian bn pois | Bers pore merase “ve votees wore aac me ER eoee ieieraniaten sacs ems sucess 2S LATA e reas ae ta se pe Paagb aime econ an ser nee pe PASS Wer Ome eect ae eae Pee to wicca woe Soe Pposmeone (> Rantang eDecMiis Pan Nes Ue PS rn orcas Sere SY ara Fe pa ‘Seors Latina BAC it) RmcrnoMts SHOP Va cle Sg eg Some Se Ree aE oa cer car ‘aos pruvenn Tet <. AZELETTROMICA™Vie dels tor: 6) Bi ER TREA ISRO vo nu rescnr Ss nai SESEETRtca tui Sa Sorin Sh blnlstta Vaca icin Patera U0 a San Germanica 8 Tel CTreeoeaD = Ree a, 7 Fe EES eRe OL oc arent PRED) se ero SESAME wee Cac ES EES cinta. Retterenes eee een Seine Canna oes RL ECrRONtmeR a cia Sm 2, SRE Vis Lombarta 20 Tel 686912278 Se a ieee Se oes Ha ae ‘rus WisbvaNg (ov) ‘Sutnine Rew" 5 Scan fl SosNBeats eee eS es ae sm wee ar rare ene ne su ‘Sate Gtanoia uae wey Sgcat arent vg armas (50, yaezs ELF Somtetatseutta, MO) BE NAZAR nes Re Baca ATeLica cy FRC MALY Via Oe Gates. 0 a Onna at Oe NE acre Toque rao perina Por uscire dall'anonimato ed essere nota, ai no- stri giomi, si ricorre proprio a tutto e, soprattutto ta alcuni gruppi di giovanissimi sombra essors| in staurata quasi una gara a chi si presenta con I'ac- Conciatura pit strana e colorata, con gli abit pid original, a chi insomma sa escogitare il look pid stravagante @ d'effett. Pur non volendo arrivare a questi estremi, pen- siamo che presentandow/ in discoteca con nel ta- sschino una spilla di diodi led colorat che si accen- dono e si spengono a suon di musica, attrarrete tenzione @ la curioita di chi vi sara vicino e che subito vi chiedera in quale negozio avete acquist2- ‘o.una simile “diavoleria” por potersicosi adegua- re a questa nuova moda, eft infatt @ motto atraente, in particolar mo- do perché i led non si accendono solo con la mu- ‘ica, ma anche con la voce di chiunque vi staré i fronte e dialoghera con voi Poicha in America questi Vu-Meter tascabili da Discoteca sono molto diffusi, tanto che qualcuno ha gia pensato di importali, noi vogliamo antiel- pare i tempi presentando ai nostri lettor un circu to che loro stessi potranno montare @ perché no vvendere in Discoteca a quanti, non essendo espert di elettronica, puntualmente lo richiederanno. {Questo progetto, che abbiamo denominato ‘spl. la eletronica da Discoteca’”, potrd essore utlizzato anche per alire diverse funzioni, ad esempio, co- me V-Meter portatile per misurare 'intensita di un ‘suono, come semplice Voltmetro a dio ed in con- tinua,” se elimineremo dal circuito integrato [LM.356, e inseriremo tra il piedino § di ICt e la massa un trimmer da 100.000 ohm applicando poi la tensione da misurare sul cursore dello stesso trimmer INtrimmer ci servira, come avrete gia intuito, per ‘mentazione, Infatt, dal collettore ci TR2 preleveremo la ten- sione damenazion per | de oslo! TRA - 3, Questi due oscillator di potenza risuitano accor- dati tramite le bobine L1 - L2 su una frequenza b se di circa 10 - 11 MHz. Dall'uscita di questi due oscillatori con una ten- sione “*modulata” dal segnale che abbiamo visto Precedentemente, otterremo uno spettro di emis ‘sione molto ampio e continuo che copriré da 10 MHz a 250 MHz circa. ‘Comprendere come possa avenire questo sit tamento di frequenza” dei due oscillator é molto semplice. ‘Come gia sapreto, la stabilita di froquenza di un oscillator libero é stretamente legata alla stabil 1a della tensione di alimentazione ed infatti, se va~ riassimo la tensione di alimentazione di un qual- siasi oscillatore, subito noteremmo che la frequen- za diminuira so la tensione aumenta @ aumente- ‘8 60 Ia tonsione diminuisce, Percid, accandendo e spegnendo velocemente ‘con TR2 I due osciliator, la lorSYrequenza di lavo- ro slitterd da un minimo di 10 MH fino ad un mas- ‘simo di circa 90 MHz, quando TR2 togliera la ten- sione di alimentazione e da 30 MHz fino @ circa 10 MHz quando la tiapplicherd. Poiché questi due oscillator’ generano una inf rita di armoniche, otterremo in uscta tutta la gamn- mma di frequenze che ci interessano, partendo da tun minimo di 10 MHz fino a raggiungere un mas- ‘imo di 300 MHz senza avere dei “buch”. In pid, dal uscita di questi due oscillator uscira tun sagnale notevolmente piu potente rispetto al precedente modello, e questo ci permettera di ac- Ccolerare la guarigione. Infatt nel modelo precedente il sognale in uscita rnon superava | 20-25 volt pioco-pieco, entre in {questo nuovo modello il segnale ragglunge circa 170 volt picco-picco, Per evitare quanto siverficd in passato, clo’ che ‘molt lettori ci invino in riparazione la loro magne- torerapia, perché in uscita anziché “misurare” i 20 - 22 volt, il loro tester ne leggeva solo 8-10, r- pbeteremo che questa tensione nessun tester rie- 2 a leggerla per due ben precisi motivi: 11 Nessun tester riesce a raddrizzare trequenze cosi elevate; 2 Anche se rluscisse a raddrizzarle,risultando {questa una tensione impulsva, il tester non potreb- be indicare il valore plcco-pleco, ma un valore me- dio, pertanto, per vedere Iesatto valore di tale ten- sione, dovrefnma necessariamente ultiizare un oscilloscopio. ‘tr ancora oi hanno chlesto di splegare, come: rlusciamo ad oltanere con un transistor che pos- siodo una frequen uli taglio di soll 100 MHz, dei segnali VHF @ 300 MKz. la posizione in 2 collegetlorrinall de commutatore ie due boccale él usc RIP) Fig.10 Dal pledino di uscita 11 di IC1D usciré un segnale composto da 16 Impulsi positivi della durata di 3,5 mlerosecondi, distanzlat| tra loro di soll 2,5 microsecond Fig.11 Ruotando il commutatore S1 ‘sulle cinque frequenze ineerite, cio’ 40 - 80 - 160 - 320 - 640 Hz, moditiche~ rete Il tompo di ‘pausa’” che separa tun treno d'impulsi dal successivo, E qui ancora una vottaripeteremo che oscil tore lavora entro un campo che va da 10 MHz fino ad un massimo di 80 MHz. ‘Sel segnalo in uscta ditaleoscilatore risultasso perfettamente sinusoldale noi non riusciremmo 8 coprire tuta la banda che cl interessa coprire, ‘lo8 1250-300 MHz, ma ci fermeremmo ai 90 MHz di cul sopra, ‘Siecome noi nan lavoriamo con onde sinusoidal, ‘ma molto pit complessa, cio’ onde quadre modu- late sia in frequenza che in ampiezza, sulle uscite dei due oscillator, ci itroveremmo cen una infni- ta di armoniche molto potent. ‘Questa carattoristica non é legata alla banda passante del transistor che viene riferita sempre ® soltanto ad un ampliticatore in regime lineare, pertanto un transistor con una frequenza di taglio di 100 MHz se lavora con onde quadre o comun- ue distorte pud benissimo generare delle armo- riche fino ed anche oltre | 400.500 MHz Infatt se prendiamo un'onda quadra di soli 200 Hz e la applichiamo sulingresso di un qualsiasi amplifcatore di BF, questa ci permette di control- lare la totale banda passante fino ed oltre 100,000 Hz per le molteplict armoniohe che 'onda quadra rlesce a generare. Pertanio lavorando con onde quadre, abbiamo ‘armoniche che superano notevolmente il valore della frequenza dl taglio del transistor. CChi ha ia fortuna di possedere un Analizzatore ‘41 Spettro, controllando il segnale in uscita dei due ‘oscillatori potra constatare che la banda coperta riesce tranqullamente a raggiungare i 300 MHz (vedi fig). Dei due oscillatori AF-VHF presenti in questa ‘magnototerapia, uno rimarra sempre inserito (ve- di TR4), mentre altro (TF) si potra inserire od ‘escludere agendo semplicement sul deviatore S2. In questa magnetorerapia abbiamo anche inclu- ‘80 due diodi led di monitor (vedi DL1 - DL2), per ‘controlare il corretto funzionamento dei due oscit- lator). Como vades in fig 6, sul uscita dei due osci- latori TRS @ TR4 preleveramo, tramite i ‘condensatori C10 -C16, il sognale di AF-VHF, che poi raddrizzeremo con i diodi DS1-DS2 © DS&.DS6, in modo da ottenere una tensione continua per pi- lotare gli oscillatori monostabilirealizzati con i due Nor ICAIA - IC3IB @ IC3/D - IC3IC. Cosi facendo | due diodi led lampeggeranno ad tuna frequenza minima di 1 Hz (un impuiso al se- ‘condo), quando useremo la frequenza impulsiva pil bassa di 40 Hz e di 12 Hz (dodic! impulsi al se- ‘condo), quando useremo la frequenza impulsive i640 Hz. Per alimentare tuto il crcuito utlizzeremo un ‘semplice alimentatore (ved! fig.6) costtuto da un ‘rasformatore da 10 watt, provvisto di un secon dario in grado di erogare 18 volt 0.5 amper. ‘Questa tensione raddrizzata dal ponte raddriz~ zatore RS! ci dard in uscita una tensione continua non stabllzzata di circa 24-25 vot, infatti: 16 x 1,41 = 25,38 volt Terminata la descrizione dello schema elettrico, ppossiamo ora passare a quella della sua reelizza- zione pratica che, come potrete constatare, non presenta alcuna ditficolta. REALIZZAZIONE PRATICA 1 ciroulto stampato richiesto per questa realiz- ‘zazione é un doppia faccia con fori metalizzati det le dimension! di 130 x 60 milimetr.