Sei sulla pagina 1di 122

RIZA

RIZA
IL MANUALE PRATICO DI MASSAGGIO E AUTOMASSAGGIO

RIFLESSOLOGIA
DELLA MANO
In questo manuale sono raccolte,
in modo semplice e pratico,
le indicazioni utili per eseguire da solo
i trattamenti di riflessologia della mano
che ti permetteranno di affrontare
i disturbi più comuni, attivando l’autoguarigione. Tutti i punti da massaggiare
Massaggiando la mano e il volto, per stimolare l’autoguarigione TESTA
SENI NASALI
abbiamo la possibilità di entrare

RIFLESSOLOGIA DELLA MANO


in relazione con gli organi interni
e di contattare anche le parti più antiche COSÌ VINCI
OCCHIO
e profonde del nostro cervello. Mal di schiena e cefalea ORECCHIO
Attraverso la stimolazione dei punti riflessi, Ansia, stress e tensioni CERVELLO POLMONI
possiamo favorire il rilascio degli ormoni
Stipsi e colite spastica
del benessere, migliorare la funzionalità STOMACO
Nausea e mal di stomaco
di interi apparati e rigenerare FEGATO

la nostra energia vitale. RENE

EFFICACE AZIONE ANTIAGE INTESTINO

Agisce sulle risorse energetiche


più profonde che spesso ignoriamo

Edizioni Riza S.p.A. - Via Luigi Anelli, 1 - 20122 Milano - www.riza.it

RIZA • È MOLTO UTILE


CONTRO L’INSONNIA
• AIUTA A RITROVARE
LA CALMA INTERIORE
• TI RICARICA SUBITO
DI BUONUMORE

I-IV COP Riza Scienze - Riflessologia della mano.indd 1 19/02/20 18:28


Editoriale

La riflessologia
potenzia
le difese del corpo
IMPARA A MASSAGGIARE LE ZONE RIFLESSE DELLA MANO E DEL VOLTO,
PER COMBATTERE SPECIFICI DISTURBI, MA SOPRATTUTTO PER FORTIFICARE
L’ORGANISMO E AIUTARLO A RESISTERE ALLE MINACCE ESTERNE

L
a moderna riflessologia, depositaria di una mento terapeutico utilizzato dall’uomo.
sapienza millenaria appartenuta già agli Il viso e le mani, poi, rappresentano il prin-
Egizi e all’antica saggezza orientale, ci cipale terreno su cui si manifestano le emo-
rivela che massaggiando particolari aree della zioni e sono le parti del corpo che, più di
mano e del volto possiamo entrare in relazione tutte, rivelano la nostra personalità, mo-
con gli organi interni, lavorando su di essi da strano chi siamo davvero e ci permettono
lontano, e perfino attivare stati emotivi a par- di entrare in comunicazione con il mondo.
tire soltanto da una stimolazione della pelle. In questa monografia dedicata alle zone rifles-
Mano e volto sono tra le aree più complesse se del volto e della mano, impareremo tutti gli
del nostro corpo, percorse da una straordinari benefici dell’arte del
moltitudine di terminazioni nervose, tocco consapevole, rivolto a sé o agli
ossa, tendini, vasi sanguigni, e sede altri. Il primo passo verso la riflesso-
dei principali organi di senso. Provia- logia è comprenderne la vocazione
mo a immaginare la miriade di sen- olistica e i principi di base, per poi
sazioni che, in ogni istante della vita, apprendere nel dettaglio quali sia-
queste aree raccolgono e rimandano no le zone più adatte per affrontare,
al resto dell’organismo... di volta in volta, un disagio fisico o
La stimolazione dei punti riflessi agi- psicologico specifico, per ottenere
sce a livello del sistema nervoso, ri- un effetto rilassante, ma soprattutto
attiva l’energia e rende più efficienti per ristabilire l’equilibrio che è la
le funzioni essenziali del corpo. E per di più, condizione necessaria di un organismo sano e
se praticata regolarmente, ha un effetto lifting capace di difendersi efficacemente dai distur-
naturale perché distende la pelle e migliora la bi, dall’esaurimento energetico e dalle minacce
circolazione locale. che provengono dall’esterno. Grazie alle map-
Oltretutto il massaggio e il semplice contatto pe riflessologiche illustrate in modo semplice
cutaneo attivano la produzione di endorfine, e chiaro, impareremo quali parti toccare, pre-
speciali sostanze dall’azione antidolorifica na- mere e massaggiare, millimetro per millimetro,
turale che inducono nell’organismo uno stato anche da soli, per migliorare sin da subito il
di benessere e relax. Non a caso, il tocco delle nostro benessere.
parti dolenti è stato in assoluto il primo stru-

003-005 Editoriale-SommarioG.indd 3 19/02/20 16:08


PAG. 6 PAG. 28 PAG. 68

Sommario
I GESTI RIFLESSOLOGIA I PUNTI RIFLESSI
DELLA SALUTE DELLA MANO DEL VOLTO

PAG. 8 PAG. 70
Il tocco Il viso custodisce
è il più antico la mappa di corpo
strumento di cura PAG. 30 e psiche
Rinnovare le energie
PAG. 18 e vincere i dolori PAG. 76
Il “lombrico” Le aree riflessologiche
e le tecniche di base PAG. 36 da memorizzare
Il vero benessere
è nelle tue mani PAG. 80
Pressioni e tocchi
PAG. 40 nella Medicina Cinese
La mappa completa
delle zone riflesse PAG. 86
Le cinque sfumature
PAG. 46 della pelle
Riattiva i canali
della salute PAG. 90
Il trattamento
PAG. 52 protettivo più
L’auto-massaggio completo
rilassante
PAG. 96
PAG. 56 I punti da premere
Via i disturbi da ufficio contro i disturbi
con i tocchi rapidi
PAG. 104
PAG. 60 Nel tuo viso
Le nostre mani è scritta
rivelano chi siamo la personalità
4

003-005 Editoriale-SommarioG.indd 4 19/02/20 16:08


PAG. 114

TECNICHE Direttore Generale: Distribuzione:


Liliana Tieger SO.DI.P. “Angelo Patuzzi” S.p.a.,
DI MASSAGGIO via Bettola 18,
Immagini: 20092 Cinisello Balsamo (MI)
123rf, Adobe Stock, Shutterstock
Stampato in Italia da:
Editore: Rotolito S.p.a. - Stabilimento
Edizioni Riza S.p.A. di Cernusco sul Naviglio (MI)
Via Luigi Anelli 1, 20122 Milano
tel.02/5845961 - fax 02/58318162
www.riza.it Associato a:

Con la collaborazione di:


Michela Riva

Garanzia di riservatezza per gli abbonati - L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la
rettifica o la cancellazione scrivendo a: Edizioni Riza - via L. Anelli, 1 - 20122 Milano. Le informazioni custodite nell’archivio elettronico Riza verranno utilizzate al
solo scopo di inviare agli abbonati vantaggiose proposte commerciali (art. 13, decreto legge 196/2003).
Le informazioni contenute nella presente pubblicazione sono a scopo informativo e divulgativo: pertanto non intendono sostituire, in alcun caso, il consiglio del medico di
fiducia. Questa pubblicazione cita i nomi commerciali di prodotti cosmetici, fitoterapici o alimentari per completezza di informazione e per libera scelta della redazione.

PAG. 116
Perfeziona le mosse
più importanti
PAG. 122
I mudra indiani
per allenare le dita

003-005 Editoriale-SommarioG.indd 5 19/02/20 16:08


I GESTI DELLA
SALUTE
QUANDO AVVERTIAMO UN DOLORE O UN DISTURBO IN UNA PARTE
DEL CORPO, ISTINTIVAMENTE PORTIAMO LA MANO SU QUEL PUNTO,
LO MASSAGGIAMO, LO COMPRIMIAMO CON LE DITA O CON IL PALMO.
E DA QUEST’AZIONE, CHE CI DÀ SOLLIEVO, NASCE LA RIFLESSOLOGIA…

8 Il tocco è il più antico


strumento di cura

18 Il “lombrico”
e le tecniche di base

006-016 I punti della saluteG.indd 6 19/02/20 15:20


006-016 I punti della saluteG.indd 7 19/02/20 15:20
I gesti della salute
Risvegliare il benessere

Il tocco è il più antico


STRUMENTO DI CURA
PREMERE UNA PARTE DEL CORPO, PROPRIA O DI UN’ALTRA PERSONA,
È IL PIÙ SEMPLICE GESTO TERAPEUTICO. L’UOMO, INFATTI, HA SEMPRE
UTILIZZATO LE DIVERSE TECNICHE DI MASSAGGIO A SCOPO CURATIVO

I
n diverse culture l’imposi- Questo concetto è stato rielabo- traverso la compressione di
zione delle mani è conside- rato in Occidente all’inizio del- specifiche aree del corpo era
rata un rito magico di guari- lo scorso secolo da un medico, possibile calmare il dolore o
gione, mentre la Medicina William Fitzgerald, il quale addirittura ottenere delle ane-
Tradizionale Cinese ha elabo- aveva constatato che la pressio- stesie di breve durata per effet-
rato da secoli una teoria che ne su alcuni punti del corpo dei tuare piccoli interventi nel cavo
spiega come l’azione su alcuni suoi pazienti riusciva a ridurre orale, Fitzgerald arrivò a teoriz-
punti superficiali del corpo pos- il dolore. Il medico sperimentò zare che il corpo fosse percorso
sa ristabilire la salute. quindi gli effetti del tocco in da dieci aree parallele, cinque
Secondo questa concezione, il ogni area del corpo ed elaborò per parte, in cui scorrono i flus-
corpo di ogni persona è percor- la “Terapia Zonale”, che sta alla si energetici.
so da meridiani, lungo i quali base della riflessologia. Raccogliendo i dati relativi ai
scorre l’energia che dà vita. Partendo dall’evidenza che at- differenti sintomi che i suoi pa-

006-016 I punti della saluteG.indd 8 19/02/20 15:20


Le corrispondenze
comune a tutte queste discipli-
UN RETICOLO ne è che ogni parte del corpo
rispecchi in sé la totalità
DI CANALI dell’organismo.
ENERGETICI Alcuni punti particolari, i pun-
Ogni parte del corpo che è ti riflessi, collocati sui piedi,
in una zona determinata da sulle mani, sul viso o sulla
queste linee, è collegata a schiena, sono collegati a preci-
un’altra tramite un si organi e funzioni fisiche.
particolare flusso I “recettori di pressione”, che
energetico e queste due si trovano nei punti trattati, per-
parti possono interagire mettono di inviare negli organi
e influire l’una sull’altra. corrispondenti delle onde bene-
La testa e i piedi fiche di energia che servono a
rappresentano i due poli riequilibrare le disfunzioni in
attraverso cui circolano 10 atto. È importante ricordare che
correnti energetiche ogni organo è depositario di
separate, cinque per ogni un’impronta energetica partico-
lato, determinando delle lare, che riguarda non solo l’or-
zone di corrispondenza nel corpo. Ogni zona include gano stesso, ma tutte le funzio-
i diversi organi, muscoli e ghiandole che sono situati ni fisiche a cui è collegato.
lungo il suo percorso e sui quali è possibile agire. Ecco perché, quando si mas-
I lati destro e sinistro del corpo sono simmetrici. saggia sul piede o sulla mano
un’area riflessa collegata a una
parte del corpo, l’azione non è
solo diretta verso l’organo in
zienti raccontavano, Fitzgerald I PUNTI RIFLESSI questione, ma comprende l’in-
notò che i loro disturbi, diversi NEL CORPO tera sfera energetica a cui ap-
per origine e natura,apparivano Le tecniche di riflessologia (o partiene. Proprio in quest’ottica
collegati e dislocati su un unico terapia delle zone riflesse) sono la terapia delle zone riflesse
corridoio ideale. diverse. La riflessologia plan- agisce non tanto per eliminare
Arrivò così a disegnare l’imma- tare si basa su trattamenti ai i sintomi del disturbo, quanto
gine del corpo diviso da dieci piedi, ma esiste anche quella per riattivare le energie che si
linee verticali che lo percorrono della mano o palmare, dell’o- erano bloccate.
partendo dalla testa per finire recchio o auricoloterapia, del
nella punta delle dita dei piedi viso o riflessologia facciale, e
e delle mani. della schiena. Il presupposto

RIATTIVA L’ARMONIA NATURALE


Se una parte di noi è “disturbata”, ne risente tutto il corpo e
anche la psiche. Ma allo stesso modo, se stimoliamo con la
pressione delle dita un punto preciso del nostro corpo,
l’effetto positivo si ripercuote su un organo interno e anche, più
in generale, su tutto il nostro essere, in modo da riottenere un
benessere psicofisico diffuso.

006-016 I punti della saluteG.indd 9 19/02/20 15:20


I gesti della salute
Risvegliare il benessere

I PRINCIPI FONDAMENTALI
I n fisiologia si definisce rifles-
so (dal latino tardo “reflexus”,
derivato di “reflectere”, cioè
“riflettere, rimandare indietro”)
la risposta motoria o secretoria
che si attiva automaticamente e
che, quindi, non dipende dalla
volontà dell’individuo.
Questa risposta consiste nella
trasmissione di uno stimolo da
un recettore periferico, attra-
verso le vie nervose, a un orga-
no centrale (midollo spinale,
cervello) e da questo, sempre
attraverso stimoli neuronali, a
una parte del corpo ricevente
(che sia per esempio muscolo,
ghiandola o organo).
Nello specifico, i recettori sen-
soriali collocati sulla pelle sono
sensibili a stimoli provenienti
dall’esterno grazie al tatto, alla
pressione cutanea e alle altre
pressioni strutturali di tipo
meccanico. L’organismo è un sistema unitario: ecco perché ciò
che sta in alto si riflette in ciò che è in basso, e ciò
Alto e basso: il miracolo che si vede all’esterno riflette l’interno.
dell’unità - Ciò che sta in bas- Questo principio è alla base della riflessologia.
so e al di fuori è simile a ciò che
sta in alto e all’interno, e ciò
che sta in profondità e in alto è
simile a ciò che sta in basso e La pelle, oltre a essere il punto za nella forma suggerisce la
sulla superficie: in questo si re- di incontro-scontro tra l’interno corrispondenza fra parti del
alizza il miracolo dell’unità. e l’esterno, ha una particolare corpo. Il piede nella sua inte-
relazione con il sistema nervo- rezza, ad esempio, evoca l’im-
Interno ed esterno: l’azione so, essendo stata generata dallo magine del rene.
sulla pelle - Gli squilibri dell’or- stesso foglietto embrionario. Si può notare anche una certa
ganismo si riflettono sulla super- Ecco perché agire a questo li- somiglianza tra le curvature
ficie attraverso punti dolorosi e vello significa innanzitutto po- della colonna vertebrale e il
alterazioni della pelle in aree ter comunicare con l’interno. bordo osseo che dall’alluce
specifiche come manifestazione scende verso il tallone, o il bor-
di ciò che sta accadendo all’in- La forma indica il legame fra do osseo del naso che dalla ra-
terno dell’organismo. parti del corpo - L’uguaglian- dice va verso la punta.

10

006-016 I punti della saluteG.indd 10 19/02/20 15:20


La visione olistica

CORPO, MENTE
E SPIRITO
SONO UNITI
Il termine olismo (dal
greco “holos”, che significa
“il tutto”, “l’intero”) fa
riferimento a una
modalità di pensiero che
considera l’individuo nella
sua globalità di corpo,
mente e spirito e mette
L’AUTOTRATTAMENTO riti, diluiti in un olio vegetale. in evidenza il forte legame
È UNA CAREZZA CHE CURA In questo modo l’autotratta- che unisce l’uomo alla
Una caratteristica interessante mento riflessologico diventa natura e all’universo.
e utile della riflessologia è che una terapia completa per il pro- La riflessologia, intesa
si può praticare anche come au- prio benessere e per la salute come una riflessione
tocura, soprattutto quella pal- psicofisica. Secondo questa e un risveglio delle parti
mare e del viso, che viene ese- disciplina, che si basa anche “dolenti”, poco accettate
guita stimolando le mani e aree sulle antiche medicine orienta- o poco comprese,
specifiche poste sul volto. li, tutte le parti del nostro corpo in quest’ottica diventa una
L’automassaggio dei punti ri- sono interconnesse tra loro. La disciplina olistica per la
flessi delle mani e dei piedi riflessologia quindi ha studiato salute, in grado di
(dove è possibile) è particolar- le linee attraverso cui scorre risvegliare le funzioni
mente efficace per ottenere un l’energia vitale e ha tracciato le delle parti “scollegate”
rilassamento generale, calmare mappe precise delle zone da e superare così ogni
le tensioni e spegnere lo stress. trattare con la pressione delle divisione.
Il beneficio che si ricava è an- dita per recuperare la corretta
cora maggiore se il massaggio funzionalità di ogni organo, ot-
viene eseguito usando gli oli tenere l’autoguarigione e il be-
essenziali più indicati o prefe- nessere psicofisico.

LE MAPPE CORPOREE
Nei piedi, nelle mani, nella colonna, nel viso e
nell’orecchio esistono zone riflesse collegate a ogni
parte del corpo. Le aree riflesse sono disposte in
modo tale da formare una mappa completa del corpo
grazie alla quale la riflessologia ha l’opportunità di
trattare l’intero organismo e di considerarlo come una
totalità. Si tratta di un punto particolarmente
importante per questa disciplina che non ha lo scopo
di affrontare i sintomi per silenziarli, ma di aiutare a
individuare gli squilibri energetici e ripristinare così, in
modo naturale, la salute e il benessere della persona.

11

006-016 I punti della saluteG.indd 11 19/02/20 15:20


I gesti della salute
I benefici che ti dà

MIGLIORA LA QUALITÀ DELLA VITA


L a riflessologia è una delle
tecniche più utili per ristabi-
lire l’equilibrio energetico e
tratta di una reazione iniziale
dell’organismo, del tutto nor-
male (segno che il trattamento
viando dolori, tensioni e
alterazioni psicofisiche. È stato
provato che la riflessologia:
alleviare alcuni disturbi comu- ha agito), che si risolve dopo • abbrevia la convalescenza;
ni, come dolori osteo-articolari, qualche ora. La seduta si ripete • migliora la funzionalità rena-
tensioni nervose e della sfera in genere dopo 48 ore, per un le e intestinale;
sessuale, e problemi di dige- minimo di 4-5 sedute in un paio • allevia il dolore (mal di testa,
stione, in modo naturale, effi- di settimane», spiega il rifles- dolori mestruali...);
cace e senza l’ausilio di farma- sologo Luigi Dragonetti. • riduce la rigidità articolare;
ci. «Nell’immediato, la persona La stimolazione delle zone • allenta la tensione;
che ha ricevuto il trattamento si dove si collocano le termina- • migliora la qualità del sonno.
sente subito più rilassata, anche zioni nervose genera riflessi,
se, nel giro di qualche ora, può cioè risposte automatiche me- VIA MAL DI SCHIENA,
E CERVICALGIA
capitare di sviluppare reazioni diate dal sistema nervoso, che
«Il riflesso - spiega Luigi Dra-
particolari. Molti lamentano un raggiungono velocemente i di-
gonetti - è la risposta motoria o
peggioramento dei disturbi ini- versi apparati del corpo, ripri-
secretoria automatica a uno sti-
ziali, mal di testa o qualche li- stinandone l’armonia e alle-
molo (in questo caso il tocco)
nea di febbre: è importante far
percepito da un recettore peri-
comprendere al cliente che si

Solo se l’energia vitale


scorre liberamente si realizza
una condizione
di salute e benessere

ACCELERA I PROCESSI
DI GUARIGIONE
La riflessologia da alcuni anni entra anche
nei reparti ospedalieri. «In molti ospedali
italiani - spiega Luigi Dragonetti - è presente
la figura del riflessologo, con un ruolo
importante soprattutto nei pazienti trattati
con chemioterapia.
12

006-016 I punti della saluteG.indd 12 19/02/20 15:20


SUL VISO HA ANCHE
UN’AZIONE ANTIAGE!
La riflessologia del viso sostiene
i processi di giovinezza della pelle
e dei muscoli del volto, aiutando
a prevenire rughe d’espressione
e cedimenti, riattivando
la circolazione e regalando
alla pelle un colorito più roseo.

ferico, che “rimbalza” verso un che cervicalgia e mal di testa si de efficacia anche in caso di
organo centrale (midollo spina- trattano bene, e con risultati insonnia e ansia, contro alcune
le, cervello) e da qui ridiscende veloci, con la riflessologia, che disfunzioni sessuali e perfino il
verso un organo effettore (mu- dà buoni risultati anche nei pro- panico. Con un trattamento ri-
scoli, ghiandole, organi). blemi di stipsi. flessologico, si stimolano mol-
Stimolando con tocchi ben de- tissimi punti riflessi, sostenen-
finiti le diverse zone riflesse del L’AIUTO PER COMBATTERE do l’equilibrio generale di tutto
corpo, interveniamo su organi ANSIA E INSONNIA l’organismo e attivando una
specifici. Dolori alla schiena, La seduta di riflessologia, poi, sensazione di benessere diffu-
ernie e schiacciamenti, ma an- è molto rilassante ed è di gran- so. Lavorando sulla zona
dell’intestino, per esempio, si
armonizzano anche le emozio-
ni più viscerali (paura, ansia,
stress…), connesse a quest’or-
gano», spiega Luigi Dragonetti.

UTILE IN MENOPAUSA
La generale azione di riequili-
brio operata da questa tecnica
costituisce un aiuto nelle fasi
della vita caratterizzate da rapi-
La riflessologia consente
di cambiamenti, in particolare
infatti di lavorare
in menopausa, ma anche in
opportunamente sul
adolescenza, nel periodo della
sistema linfatico di chi si è
gravidanza e del post parto, per
appena sottoposto ai
sostenere la trasformazione
trattamenti: così il corpo
dell’organismo in direzione
assorbe meglio la chemio e si
dell’equilibrio.
depura con efficacia dalle tossiche scorie
che questa cura implica.
13

006-016 I punti della saluteG.indd 13 19/02/20 15:20


I gesti della salute
Le origini della tecnica

GIÀ GLI EGIZI LA PRATICAVANO

Nella “tomba dei medici”, a Saqqara (Egitto), una pittura di 12 mila anni fa ritrae due
massaggiatori, nell’atto di tenere l’uno la mano, l’altro il piede dei loro assistiti.

E sercitando una particolare


pressione su specifici punti
del corpo, si provoca un’azione
energetica restituendo al
corpo la sua naturale
condizione di salute.
un feto nella pianta del
piede, metafora della
stretta relazione fra
benefica specifica sull’organo La cura dei disturbi piede e corpo uma-
collegato ma anche una gene- fisici attraverso il toc- no, ispirata dalla
rale riarmonizzazione di tutto co delle mani è una leggenda che narra
l’organismo. tecnica antica, che af- come l’imperatore
Questo si realizza perché, se- fonda le sue radici nel- Hei (2400 a.C.) sia
condo le teorie energetiche, nel la notte dei tempi. Nel stato concepito da
corpo esistono percorsi precisi 1979 fu rinvenuto nella una nobile vergine che
in cui scorre l’energia vitale. Le necropoli di Sakkara, nel- camminava a piedi scal-
aree riflesse sono disposte in la tomba di un medico egizio, zi sulle orme di un gigante.
modo tale da formare una map- Ankhmahor, un pittogramma Nel 480 a.C. il grande maestro
pa completa del corpo: il piede datato intorno al 2500-2330 Mak Zi mise a punto la tecnica
o la mano destra corrispondono a.C. che raffigura la scena di un del massaggio del piede, chia-
alla parte destra del corpo e il trattamento di riflessologia pra- mata “On-Zon-Su” (cioè lette-
piede o la mano sinistra corri- ticato sul piede e sulla mano. ralmente “arte di massaggiare
spondono alla parte sinistra. È il piede”), e la approfondì an-
proprio il massaggio dei punti LA TRADIZIONE che a livello filosofico.
in cui si blocca l’energia, per- ORIENTALE Ma la tradizione del massaggio
cepibili attraverso le aree “do- La tradizione taoista trova le ai piedi è presente in molte cul-
lenti”, che permette di ripristi- origini della riflessologia nella ture in ogni parte del mondo.
nare la corretta circolazione tavola Zu Toi To, che raffigura Da secoli le tribù degli indiani

14

006-016 I punti della saluteG.indd 14 19/02/20 15:20


La teoria zonale
d’America, per esempio, si tra-
mandano una forma di massag- LE AREE SENSIBILI
gio basato sui punti riflessi del
piede. In particolare nella tribù Gli esperimenti
Cherokee il trattamento del pie- di Fitzgerald iniziarono
de è ritenuto molto importante nel 1902 e nel 1917
e fa parte di una cerimonia sa- pubblicò, con il dottor F.
cra. Il piede infatti è la parte del Bowers, il suo primo libro
corpo che poggia direttamente “Zone Therapy, or
sulla terra e quindi ci mette in Relieving Pain at Home”.
contatto con le energie che la Sostenitori di questa
percorrono e che collegano tecnica furono i medici G.
l’uomo all’universo. Starr White e Joseph
Shelby Riley con la moglie
FITZGERALD, IL PADRE Elizabeth e la terapista
DELLA RIFLESSOLOGIA Eunice Ingham, che,
IN OCCIDENTE spinta dalla curiosità e
Il dottor William H. Fitzgerald, dalla vasta attività in cui
otorinolaringoiatra americano, era impegnata, decise di approfondire la Teoria Zonale. La
fondatore della Teoria Zonale, Ingham intuì che il piede era per vari aspetti ancora più
è riconosciuto da tutti come il sensibile delle mani. Esplorando questa specifica parte del
padre della moderna riflessolo- corpo, trovando punti sensibili e confrontandoli con
gia, nonostante oggi esistano l’anatomia dell’organismo, iniziò a tracciare la prima
tante e diverse scuole che inse- mappa circostanziata delle zone del piede in rapporto con
gnano questa tecnica. Egli par- gli organi. Così pose le basi della riflessologia plantare,
tì dall’evidenza che le compres- poi portate avanti anche da numerosi altri studiosi,
sioni esercitate su specifiche che elaborarono ulteriormente questa tecnica.
aree del corpo (articolazioni,
mani e piedi) permettevano di

ottenere una riduzione del do- vano collegati e dislocati su


lore, o addirittura anestesie di un’unica fascia, arrivando a
breve durata per piccoli inter- definire uno schema del corpo
venti nel cavo orale. suddiviso in dieci zone vertica-
Così arrivò a teorizzare che il li, che - lo ricordiamo - passano
corpo fosse percorso da linee dalla punta dei piedi fino alle
che collegavano tra loro vari dita delle mani
punti e gli organi che erano at- Ogni parte del corpo collocata
traversati da tali fasce. in una zona determinata da que-
Grazie a un ampio e accurato ste linee è, quindi, collegata a
lavoro di raccolta dei sintomi un’altra tramite un particolare
riferiti dai pazienti nel momen- flusso energetico e le due parti
to in cui esercitava la pressione possono interagire e influire
sui vari punti, Fitzgerald notò l’una sull’altra (questo è, in sin-
che disturbi anche molto diver- tesi estrema, il contenuto della
si per origine e natura appari- sua Teoria Zonale).

15

006-016 I punti della saluteG.indd 15 19/02/20 15:20


I gesti della salute
Dentro alla riflessologia

APRIRE UN DIALOGO CON IL CORPO


P er garantire una buona riu-
scita di un trattamento di
riflessologia conta non solo la
Il luogo dedicato alla seduta
sarà abbastanza spazioso, in
modo tale che la persona non
sensi, ma esaltare gli aspetti
percettivi, aumentando gli ef-
fetti e i benefici della manuali-
preparazione teorica e tecnica patisca la sensazione di reclu- tà. Il professionista inizia poi
dell’operatore, ma anche la sua sione, ma al contempo si senta appoggiando per qualche istan-
personale capacità di relazio- tranquilla. Il contesto, poi, do- te le mani - che devono essere
narsi con la persona che ha di vrà essere sufficientemente cal- ben calde - in genere sulla par-
fonte, l’abilità nel creare un do, accogliente e profumato. te superiore del torace.
luogo adeguato e confortevole Non effettuerà alcuna pressione
per la seduta, nonché la dispo- VALORIZZARE LE RISORSE in questa fase, semplicemente
sizione stessa di chi si accinge PROFONDE DI OGNUNO orienterà le dita e le mani, in
a ricevere il massaggio. Dopo aver fatto sdraiare la per- modo tale da percepire al me-
Soltanto così il trattamento può sona sul lettino si scelgono in- glio la consistenza e i ritmi del-
realizzare a pieno i suoi bene- sieme, in base allo stato fisico la persona: il respiro, il battito
fici. Analoga disposizione di e psichico, il colore (se si ha a del cuore, la temperatura della
ascolto silenzioso del proprio disposizione una lampada cro- pelle e così via…
interno, ovviamente, dovrà ca- matica), l’essenza e una musica Soltanto in questo modo potrà
ratterizzare anche chi si accinge di sottofondo: questi accessori realizzarsi quel legame tra pel-
all’autotrattamento. non dovranno coprire gli altri le e pelle, indispensabile per
l’efficacia del trattamento.
Questa fase impegna diversi
minuti: la riflessologia, lo ricor-
diamo, è una disciplina olistica,
che prende in carico l’organi-
smo nella sua interezza; non
solo, ma nota e valorizza le ca-
ratteristiche che rendono spe-
ciale e unica ogni persona. Pro-
prio da qui deriva l’effetto
rigenerante di questa tecnica.
LA STIMOLAZIONE
SENSORIALE
In riflessologia ha una grande
importanza la stimolazione sen-
soriale, non solo tattile, ma an-
che olfattiva e cromatica: ecco
perché spesso si accompagnano
le pressioni con oli essenziali o
colori, veicolati attraverso oli
pigmentati, lampade oppure
colori per il corpo, da applicare
in aree specifiche.

16

006-016 I punti della saluteG.indd 16 19/02/20 15:20


I gesti della salute
Impariamo le manualità

IL “LOMBRICO”
e le tecniche di base
PRIMA DI SCOPRIRE LE MAPPE DEI PUNTI E DELLE ZONE RIFLESSE
DELLA MANO E DEL VISO, CON LA RELATIVA SIMBOLOGIA, APPRENDIAMO
COME UTILIZZARE LA MANO E IL SUO TOCCO PER DARE BENESSERE

L
a manualità di base è la ne uniforme e continua con il • mantenere una cadenza re-
digitopressione che let- polpastrello del pollice. Per po- golare perché il messaggio tra-
teralmente significa terla eseguire occorre piegare smesso ai centri nervosi supe-
“pressione con le dita”. la prima articolazione falangea riori sia forte e chiaro.
Le dita più indicate per prati- del pollice di circa 70° per poi • Il movimento di flessione e
carla sono l’indice, il dito me- tornare alla posizione di parten- di estensione della falange
dio (il più lungo e forte della za e ricominciare. provoca il graduale spostamen-
mano), l’anulare e il pollice. La Si procede in avanti con un mo- to del pollice sulla superficie
pressione da esercitare dipende vimento ondulatorio del dito, trattata: le dita in opposizione e
dalla parte del corpo da trattare che assomiglia all’andatura di la posizione del polso svolgono
e dallo stato di salute della per- un lombrico. Ricorda di: la funzione di leva.
sona: generalmente la si eserci-
ta per circa 30 secondi, massi-
mo 1 minuto, a seconda del
punto e della zona. Stimolare
rapidamente i punti non dolo-
rosi e smettere di farlo non ap-
pena cessa di essere sensibile.

COME SI ESEGUE
La tecnica più utilizzata nel
praticare il massaggio riflesso-
logico è quella detta “del lom-
brico” (definita anche “cammi-
nare” con il pollice), che
consiste nell’esercitare sulla
superficie cutanea una pressio-

Le mani devono trovare un punto di appoggio (polso,


una o due dita, mignolo e anulare) per evitare il rischio
di “scivolamento” in una zona non desiderata (gli occhi)
18

018-025 I punti della saluteG.indd 18 19/02/20 14:15


Si tratta di mettere il pollice QUALE È LA GIUSTA mento ci si può riuscire in poco
destro sull’avambraccio sini- PRESSIONE? tempo. Il “cammino” del pol-
stro e farlo scorrere in modo Per trattare un punto riflesso di pastrello del pollice esercita
tale che le altre dita non tocchi- piccole dimensioni si usa sem- sulla superficie trattata una
no il braccio, mettere, poi, le plicemente la pressione del pol- pressione uniforme e continua.
dita sotto il braccio, in opposi- pastrello (solitamente del pol-
zione al pollice, e ripetere lo lice, ma potrebbe essere anche
stesso movimento lasciando di altre dita).
che le dita seguano il pollice. Per stimolare un’area legger-
mente più grande si può usare
• La mano “operatrice” è la pressione rotatoria, eseguen-
quella che esegue il lavoro con do dei movimenti circolari. In-
il pollice opposto alle altre dita, vece per le aree più grandi,
sostenuta dalla mano “di posi- oppure per le “fasce” nel piede
zionamento” che funziona da o nella mano, si usa la tecnica
supporto. La mano di posizio- più frequente nei trattamenti
namento consente di sostenere riflessoterapici, ovvero quella
il piede o la mano e di muover- “del lombrico”, già descritta.
li o spostarli per trattarli me- Richiede un po’ di manualità e
glio. Normalmente si lavora di destrezza, ma con l’allena-
con il pollice leggermente in-
clinato per rendere l’azione più
incisiva e più precisa. Questa
tecnica, detta anche “a bruco”
o “a onda”, è utile per trattare i
sistemi del corpo, per i quali
è importante assecondare
l’andamento e il flusso
naturale dei liquidi e
degli umori corporei,
secondo il sistema
linfatico, l’apparato
digerente, il sistema
urinario…

GLI STRUMENTI DA USARE


• Polpastrello del dito indice, medio o anulare (o tutti e tre insieme).
• Nocca del dito pollice.
• Punta arrotondata di un bastoncino.
• Martelletto di caucciù.
• Roulette (strumenti dotati a un’estremità di un rullo dentellato rotante di varie
dimensioni, dall’altra di una punta di acciaio, anch’essa smussata).
• Sottili bastoncini di Moxa senza fumo.
• Penna per cromopuntura.

19

018-025 I punti della saluteG.indd 19 19/02/20 14:15


I gesti della salute
Impariamo le manualità

COME SI SVOLGE UNA SEDUTA


TRE SEGRETI
PER UN BUON
TRATTAMENTO
Per poter effettuare un buon
trattamento è importante:
• conoscere molto bene
l’anatomia del corpo umano,
i muscoli e i punti riflessi;
• cogliere le espressioni
del viso della persona
in trattamento;
• essere attenti al peso
del tocco, pronti a
correggere la pressione,
in ogni momento.

L’ attrezzatura si compone di
un lettino reclinabile con
sostegno per le mani del pa-
uno sgabello regolabile, stru-
mento che gli consente di lavo-
rare agilmente sui piedi e sulle
una coperta, perché durante il
massaggio la temperatura del
corpo tende ad abbassarsi.
ziente, nel caso della riflessolo- mani e di poter osservare la L’ideale sarebbe iniziare dopo
gia palmare, di un cuscino da mimica del viso della persona che la persona che effettua il
posizionare sotto le ginocchia che si sottopone al trattamento. trattamento abbia praticato del-
per favorire il rilassamento del- È importante che le mani siano le abluzioni con l’aggiunta di
le gambe, nel caso della rifles- calde, che la temperatura sia erbe aromatiche o sali, sia per
sologia plantare. L’operatore, confortevole. Si consiglia di liberare i piedi, le mani o il cor-
poi, dovrà approntare per sé avere sempre a portata di mano po da microimpurità, sia per
predisporre la persona al rilas-
samento, stimolare la circola-
zione, favorire l’eliminazione
I GRANDI MAESTRI delle tossine, allentare le ten-
DI QUESTA DISCIPLINA sioni muscolari.
L’acqua calda contribuisce a
La riflessoterapia approdò in Europa con Hanne Marquardt ridurre la tensione muscolare,
in Germania e Doreen Bayly in Inghilterra. In Italia è stata aumenta la sudorazione, dilata
introdotta e divulgata da Elipio Zamboni e da Erasmo i vasi sanguigni, velocizzando
Buzzacchi, allievi di Hanne Marquardt, e da Marco Lo Russo, la circolazione, a patto che que-
allievo di Doreen Bayly. Ma oggi i seguaci di questa sta applicazione venga seguita
disciplina sono molto numerosi e molteplici le tecniche. da una applicazione, molto bre-
ve, di acqua fredda.

20

018-025 I punti della saluteG.indd 20 19/02/20 14:15


I MIGLIORI OLI DA MASSAGGIO
Si può accompagnare il mas- Olio di sesamo Questo olio Olio di jojoba (diluito al 10%)
saggio con molti tipi di olio: contiene acidi grassi polinsatu- È una cera che si estrae dai frut-
ecco i principali. ri, vitamine e minerali, lecitina, ti della Simmondsia chinensis.
amminoacidi. Indicato per pso- Utile per gli eczemi secchi e per
Olio di mandorle dolci Con- riasi ed eczema. l’eczema infantile, detto anche
tiene vitamine A, B1, B2, B6 ed crosta lattea.
E e un’alta percentuale di gras- A questi oli si può aggiungere
si polinsaturi e monoinsaturi. È una minima quantità di un se- Olio di avocado L’olio di avo-
un buon emolliente e lubrifi- condo olio più ricco. cado è ricco di vitamine A, B e
cante adatto a tutti i tipi di pel- D, utili per le affezioni cutanee.
le, ben tollerato da quelle sen- Olio di germe di grano (di- È un olio viscoso di colore ver-
sibili ed efficace per quelle luito al 10%). Indicato per pel- de e penetrante, per questo è
secche e mature. li eczematose, psoriasi e cute meglio utilizzarlo diluito al 5%.
invecchiata precocemente. Questo ottimo prodotto è indi-
Olio di vinaccioli È un olio L’olio di germe di grano eser- cato sopratuttto per chi soffre
leggerissimo, ricco di acidi cita un’azione rigenerante, re- di allergie alle graminacee e,
grassi polinsaturi. stitutiva della pelle, nutriente e pertanto, non può usare l’olio
Esercita una blanda azione anche antiossidante. di germe di grano.
astringente che lo rende adatto
alle pelli giovani e, grazie alle
sue qualità elasticizzanti e ras-
sodanti, si rivela utile contro
l’invecchiamento cutaneo.

Olio di semi di pesca


o albicocca Si tratta di un pro-
dotto molto leggero, penetrante
e nutriente. Indicato per le pel-
li invecchiate precocemente,
sensibili, infiammate e secche.

Gli oli possono


essere scelti in base
alla tipologia,
alla qualità
e alle problematiche
della pelle

21

018-025 I punti della saluteG.indd 21 19/02/20 14:15


I gesti della salute
Impariamo le manualità

LE MOSSE DA PROVARE SUBITO


L a pressione su un punto per-
mette all’energia vitale di
scorrere all’interno dell’organi-
movimento. Predispone la per-
sona a ricevere il massaggio e
consente di percepire la reazio-
decongestionare i muscoli e fa-
vorisce l’irrigazione sanguigna
dei tessuti. È una manovra se-
smo e di rilasciare endorfine, le ne al contatto, di individuare le dativa che comunica conteni-
sostanze analgesiche che il cor- tensioni, le zone calde e le zone mento, direzione, stabilità.
po produce in maniera naturale fredde e di impostare le tecni-
e che svolgono un ruolo impor- che operative successive. L’IMPASTAMENTO
tante nel processo di guarigione L’effetto - È un tocco rilassan- Le mani agiscono una contro
fisica ed emotiva. te, tranquillizzante, che riattiva l’altra, oppure dita e pollice
la circolazione sanguigna e lin- creano una “S” immaginaria. Il
Spazzolamento - Eseguire un fatica di superficie. movimento può essere superfi-
movimento simile allo spazzo- ciale o profondo, a seconda
lare, o cancellare, una zona lar- LA PRESSIONE della massa di tessuto trattata:
ga attorno a un punto, a un CON SCIVOLAMENTO quello superficiale riguarda la
gruppo di punti o a una zona Questa manualità è identica alla pelle, quello profondo agisce
riflesso (orizzontalmente, ver- precedente, ma aumenta la sul muscolo spremendo i liqui-
ticalmente o diagonalmente). pressione e rallenta la velocità, di in esso contenuti.
Questa manovra è un po’ dolo- permettendo un’azione più pro- L’effetto - Elimina le tossine,
rosa e generalmente la pelle si fonda e diretta. Il movimento è attiva il metabolismo muscola-
arrossa, ma in ogni caso deve lento: quello di andata va effet- re, scioglie le contratture, rilas-
rimanere sopportabile. tuato con una pressione che sa e tonifica i tessuti.
deve essere esercitata con il
LO SFIORAMENTO peso di tutto il corpo, quello di LA FRIZIONE
Questo movimento consente di ritorno prevede uno sfioramen- La mano non striscia, ma si ap-
avviare il trattamento e si arti- to con stiramento che serve a poggia alla pelle e muove i tes-
cola in un passaggio progressi- mantenere il contatto. suti sottostanti.
vo che va dall’immobilità al L’effetto - Aiuta a rilassare e Generalmente si effettua a
mano piena, ma può essere ese-
guita anche con i polpastrelli. Il
movimento può essere circola-
re, ellittico, in avanti e all’in-
dietro, senza mai staccare la
mano dalla superficie.
L’effetto - Mobilizza le aderen-
ze tra i tessuti, scioglie le ten-
sioni, crea spazio.

Le tecniche descritte
mirano a sciogliere
le tensioni localizzate
in una zona specifica.

22

018-025 I punti della saluteG.indd 22 19/02/20 14:15


OLTRE ALLA PRESSIONE DELLE DITA...
Sigari di Moxa: la moxibu-
stione consiste nell’applicazio-
ne del calore prodotto dalla
combustione dell’erba Artemi-
sia, contenuta nei sigari, in
prossimità dei punti energetici.
La più comune tecnica di appli-
cazione consiste nell’accendere
il sigaro a un’estremità e avvi-
cinarlo al punto da trattare, a
una distanza di circa 3 cm. Pressione con giro - Appoggia-
Roulette: passare sulle zone Il paziente deve avvertire il ca- re lo strumento scelto (punta
scelte esercitando una leggera lore e, quando esso diventa delle dita, punta arrotondata del
pressione (sono consigliati dai troppo intenso, avvisare il tera- bastoncino oppure punta d’ac-
10 ai 20 passaggi). pista che provvederà ad allon- ciaio) sulla zona da massaggia-
tanare il sigaro. re, poi premere e girare sul po-
Martelletto: permette di sti- L’operazione deve essere ripe- sto trascinando la pelle nel
molare un punto, ma anche una tuta per 3-5 minuti, su ogni movimento, come se si volesse
zona riflessa. Si effettua un pic- punto. appiattire il punto.
chettamento regolare giocando
con l’effetto contraccolpo do-
vuto alla morbidezza della testa
(indicato per i bambini e le per-
sone sensibili). Permette un’ot-
tima stimolazione delle zone
secche, spente, di colorito gri-
giastro e opaco, addormentate.

TECNICA DI AGGANCIO E RIENTRO


Secondo questa tecnica, dopo aver “agganciato” il punto
riflesso da stimolare, premendo con il pollice a uncino, si
trascina il dito all’indietro premendo in profondità senza
scivolare lungo la superficie della pelle. Questa modalità
è utile per lavorare sui punti collocati in profondità come
le ghiandole surrenali.

23

018-025 I punti della saluteG.indd 23 19/02/20 14:15


I gesti della salute
Comprendere la riflessologia

IL NOSTRO
ORGANISMO
È COME
UN ALBERO
S econdo le tradizioni più an-
tiche, l’albero è il simbolo
della possibilità di mettere in
relazione il cielo e la terra gra-
zie alle radici che affondano nel
sottosuolo, ai rami che si innal-
zano al cielo, al tronco che crea
il legame tra i due mondi.
L’uomo, simbolicamente, allo
stesso modo dell’albero, ha le
proprie radici nei piedi, che co-
stituiscono la base su cui pog-
gia e si regge. In natura le radi-
ci affondano nella terra e si
nascondono alla vista, e tutta la
vitalità che l’albero sembra re-
alizzare nelle sue fronde scatu-
risce da quell’intreccio sotter-
raneo che sa estrarre dal terreno
le sostanze necessarie al suo
benessere. Così ogni individuo
dovrebbe poter verificare che le
proprie radici (piedi) siano suf-
ficientemente stabili e valutare
se nella dimensione intermedia
del tronco (la colonna vertebra-
le) la linfa vitale non stia suben- tenziano le modalità terapeuti- Manual neurotherapy - Wal-
do interruzioni o deviazioni e che riflessologiche. ter Froneberg, chiropratico te-
che le fronde (il volto, le mani) desco, ha identificato sulle ossa
siano realmente dirette verso la Il linfodrenaggio riflesso - del piede numerose zone rifles-
luce solare. Elaborato da Sally Kay, terapi- se del sistema nervoso autono-
sta inglese, questo sistema iso- mo, degli occhi, dei denti e dei
LA DIVERSE MODALITÀ la e stimola sistematicamente i gruppi muscolari, individuando
TERAPEUTICHE riflessi linfatici secondo una anche tecniche manuali speci-
Si sono sviluppate negli ultimi specifica sequenza in base al fiche per il trattamento dei pun-
decenni varie tecniche che po- problema da trattare. ti riflessi dei nervi.

24

018-025 I punti della saluteG.indd 24 19/02/20 14:15


LE ALTRE DISCIPLINE AIUTANTI
In riflessologia sono state incluse anche nozioni di cromoterapia, aromaterapia, floriterapia oltre alle
conoscenze relative ai meridiani della medicina tradizionale cinese e ai chakra della tra-
dizione yogica. In essa vengono integrate anche altre zone riflesse del corpo, cosicché
la terapia non si limiti ai soli piedi. A questo concetto ampliato è stato dato il nome di
terapia delle zone riflesse. Esistono differenti sistemi basati su questo principio, ne
descriviamo alcuni.

Dermatomeri, o zone di Head prendono il nome dal neurologo inglese sir


Henry Head (1861-1940), che scoprì il collegamento tra gli organi interni e
determinate aree cutanee, attraverso i nervi spinali. In maniera analoga il car-
diologo inglese sir James MacKenzie (1853-1925) postulò l’esistenza di aree
nella muscolatura scheletrica, le zone di Mackenzie, in cui le malattie a carico
degli organi interni davano origine ad affezioni dolorose, come i dolori al
braccio sinistro in caso di infarto.

Teoria zonale di W. Fitzgerald, che suddivide il corpo in dieci zone


verticali, energetiche. Gli organi compresi in una stessa zona energe-
tica sono in comunicazione tra loro: l’azione su una qualsiasi parte
dell’area energetica si riflette su tutte le altre parti della stessa zona.

Terapia delle zone riflesse sulla schiena di Joachim Von Puttkamer,


originariamente sviluppata per il massaggio del tessuto connettivo.

Riflessologia facciale o Dien’ Chan’ terapia creata da Bùi Quoc Chau,


agli inizi degli anni Ottanta, consiste nella stimolazione dei punti riflessi
del viso per prevenire e alleviare il malessere in atto.

La lunga esperienza di questo La tecnica metamorfica - Fu


studioso ha dato vita dal 1980 ideata negli anni Settanta da
a un nuovo approccio, chiama- Gaston Saint-Pierre, che elabo-
to Manual neurotherapy. rò il lavoro avviato da Robert
St. John, naturopata e riflesso-
L’ezioterapia riflessa - L’ezio- logo inglese.
terapia riflessa del piede è stata Questa tecnica particolare agi-
elaborata da Guy Boitout, oste- sce sui punti riflessi della spina
opata francese, e Jean-Pierre dorsale collocati sui piedi, sul-
Vadala, massaggiatore e fisio- le mani e sulla testa.
terapista. Si tratta di una conce-
zione nuova della riflessologia
plantare, secondo cui le zone La pressione dei punti riflessi
riflesse del corpo sono reali
prolungamenti embriologici del
favorisce il rilascio di agenti
cervello arcaico. analgesici migliorando i sintomi
25

018-025 I punti della saluteG.indd 25 19/02/20 14:15


RIFLESSOLOGIA
della
MANO
LA MANO RAPPRESENTA UN “PONTE” CONCRETO FRA NOI
E IL MONDO ESTERNO: È IL “LUOGO” SIMBOLICO CHE RICEVE E QUELLO
DELL’AZIONE, DELLA CREATIVITÀ, DELLA CAPACITÀ DI ESPLORARE
L’AMBIENTE E DI MODIFICARLO. QUI RISIEDE L’ARCHETIPO DEL FARE
NEL SUO SIGNIFICATO DI CREARE, PLASMARE, MODIFICARE, MA ANCHE
DARE E PRENDERE, INCONTRARE E CONOSCERE…

30 Rinnovare le energie
e vincere i dolori

34 Il vero benessere... 52 L’auto-massaggio


è nelle tue mani rilassante e distensivo

40 La mappa completa 56 Via i disturbi da ufficio


delle zone riflesse con i tocchi rapidi

46 Riattiva i canali 60 Le nostre mani


della salute rivelano chi siamo

028-039 Riflessologia manoG.indd 28 19/02/20 16:04


Grazie alla sua raffinatezza
e alla sua sensibilità, la mano
può essere considerata la via
comunicativa per eccellenza,
attraverso cui passano
i messaggi più intimi
di vicinanza e di contatto

028-039 Riflessologia manoG.indd 29 19/02/20 16:04


Riflessologia della mano
Una mappa di tutto il corpo

Rinnovare le energie
E VINCERE I DOLORI
STIMOLANDO LE AREE RIFLESSE DELLA MANO SI POSSONO RAGGIUNGERE
TUTTE LE PARTI DEL CORPO, PORTANDO SOLLIEVO A MOLTI DISTURBI
E RESTITUENDO EQUILIBRIO ALL’INTERO ORGANISMO

L
e mani contengono mi­ MICROCOSMO benessere a tutto il nostro es­
gliaia di terminazioni E MACROCOSMO sere. La mano è in grado quin­
nervose sensoriali che La riflessologia della mano, o di di rappresentare il microco­
le rendono una delle palmare, ripropone il princi­ smo di tutto il macrocosmo che
aree più sensibili del corpo: pio, condiviso da tutte le tec­ costituisce l’organismo; allo
ecco perché massaggiando niche di riflessologia (del pie- stesso modo l’organizzazione
questa parte del corpo si ha la de, dell’orecchio, del viso), di più cellule in un ambito de­
possibilità di rinnovare l’ener­ secondo cui ogni parte del cor­ limitato come la mano costitu­
gia dell’intero organismo. po rispecchia in sé la totalità isce la proiezione del corpo
Si deve alla Medicina Cinese dell’organismo e quello secon­ stesso nel suo insieme, con
lo sviluppo della tecnica della do cui lavorare in modo mira­ gruppi di cellule che rappre­
digitopressione, che ha per­ to su una singola area permet­ sentano il fegato, altre il cuore,
messo di gettare le basi della te di diffondere, per riflesso, e altre il cervello.
moderna riflessologia e indivi-
duare quindi le zone riflesse
degli organi e i relativi punti,
e le connessioni tra le diverse
parti del corpo.
Questa magnifica tecnica, an-
IL DOLORE MANIFES TA
tica quanto l’uomo, è tutta a La zona riflessa e l’organo
beneficio dell’odierno stile di corrispondente sono
vita e di chi soffre di disturbi strettamente collegati fra
agli arti superiori da sovracca­ loro: se un organo è in
rico biomeccanico e posture squilibrio la zona riflessa
scorrette (in inglese, Repetiti­ corrispondente risponde.
ve Strain Injury, in acronimo La risposta può
RSI), come la sindrome del manifestarsi sotto forma
tunnel carpale, le cervicobra­ di dolore, sensibilità al
chialgie o i “mal di mouse”, tatto oppure attraverso
disturbi oggi molto diffusi. alterazioni del tessuto.
È in questo modo che la

30

028-039 Riflessologia manoG.indd 30 19/02/20 16:04


Un improvviso mal di testa o un intenso dolore cervicale
si risolvono presto, in autotrattamento,
con questa tecnica, perfetta da applicare al bisogno
SUGGERIMENTI
DA TENERE A MENTE
Nei primi anni di attività spe­
Stimolare pollice e indice
cifica, il medico Fitzgerald,
padre della riflessologia, lavo-
rò principalmente sulle mani e IN CASO DI PROBLEMI
solo più tardi sui piedi. Questi ALLA TIROIDE
sono alcuni dei suoi consigli, È utile esercitare compressioni sulle articolazioni
ancora oggi considerati validi: del pollice, del dito indice e medio. Sostenitori di
• per alleviare i dolori della questa tecnica furono i medici Harvey Lampell,
parte posteriore del corpo podologo di San Francisco, George Starr White di
occorre trattare il palmo del­ Los Angeles e Joseph Shelby Riley, titolare di una
le mani, mentre per qualsiasi scuola di chiropratica a Washington. Presso il dottor
problema attinente la parte J. S. Riley, in particolare,
anteriore, va trattata la parte lavorava una terapista
dorsale delle dita; di nome Eunice
• contro il mal di gola, biso­ Ingham che spinta
gna invece comprimere la dalla curiosità e
parte laterale del pollice e dalla vasta attività
del dito indice. in cui era
• per combattere la nausea,
impegnata
esercitare pressioni sul dorso
decise di
della mano (in corrisponden­
approfondire
za dello spazio compreso tra
la teoria zonale.
pollice e indice) e sulla su­
perficie palmare del polso.

ES TA UNO SQUILIBRIO
riflessologia della mano,
con l’aiuto
di speciali tecniche
di manipolazione
e di stimolazione,
si pone l’obiettivo di
influenzare positivamente
le regioni del corpo e le
funzioni dell’organismo
corrispondenti e di
stimolare i meccanismi
di autoguarigione.

31

028-039 Riflessologia manoG.indd 31 19/02/20 16:04


Riflessologia della mano
Una mappa di tutto il corpo

È UNO DEGLI ORGANI PIÙ COMPLESSI


L a mano umana è formata da
ossa, muscoli, legamenti,
tendini, vene, arterie e nervi,
del corpo) e abduzione (movi­
mento che allontana dalla linea
mediana).
NELLA MANO
che le permettono di compiere SI TROVANO…
movimenti complessi e le ga­ LE OSSA DELLA MANO • 24 tendini
rantiscono funzionalità mul­ Lo scheletro è composto da 27 • 27 ossa
tiple; grazie ai suoi nervi e segmenti ossei divisi in: • 19 muscoli
recettori è inoltre anche parti­ • falangi: 14 ossa; • 3 grossi vasi sanguigni
colarmente sensibile. Le ossa • metacarpo: 5 ossa; • 3 tronchi nervosi
che la compongono sono con­ • carpo: 8 ossa. • un grande numero di
nesse fra loro da articolazioni piccoli vasi sanguigni
che garantiscono la possibilità Ciascun dito è composto da tre e terminazioni nervose.
di compiere movimenti di fles­ falangi (prossimali, medie e di­
sione (piegare riducendo l’an­ stali) a eccezione del pollice
golo), estensione (distendere che ne ha solo due.
aumentando l’angolo per poter I metacarpi collegano le dita al L’insieme del metacarpo e del­
tornare alla posizione iniziale), carpo che, a sua volta, collega le falangi di ciascun dito costi­
adduzione (movimento che av­ la mano all’avambraccio costi­ tuisce un’“opera architettonica”
vicina l’arto alla linea mediana tuendo il polso. complessa in grado di muover­

32

028-039 Riflessologia manoG.indd 32 19/02/20 16:04


si anche grazie all’azione dei
muscoli dell’avambraccio.

LE ARTICOLAZIONI
Le articolazioni, composte dal­
le superfici articolari (che com-
prendono la capsula articolare,
il liquido sinoviale e la cartila­
gine) e dai legamenti, collega­
no fra loro i segmenti ossei
garantendone il movimento
relativo e offrendo alla mano
una straordinaria mobilità.

MUSCOLI E TENDINI
La mano umana possiede circa
40 muscoli suddivisi in:
• muscoli intrinseci, posizio­
nati all’interno della mano;
• muscoli estrinseci, estensori
In Medicina Cinese
e flessori, sono collocati
nell’avambraccio. I movi­
menti fini della mano sono IL RAPPORTO CON IL CUORE
controllati dai muscoli intrin­ Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, il palmo
seci, in collaborazione con i della mano è uno dei luoghi del corpo più rappresentativi
più potenti muscoli estrinseci delle funzioni del Cuore: il punto di impatto emotivo tra la
dell’avambraccio. mente e il mondo esterno, una sede emozionale
L’azione combinata di entram­ importantissima, tanto da poter condizionare l’attività
bi i gruppi di muscoli, sotto il cerebrale e di conseguenza l’intero organismo.
controllo del sistema nervoso Qui passa e circola ogni emozione. Si dice che il
centrale, permette la presa, cuore sia grande quanto il pugno chiuso della
la manipolazione e tutti i mano; in effetti quando una persona è
compiti connessi a queste affranta o dolorante ci risulta istintivo
azioni. I muscoli intrin­ prenderle la mano, tenerla tra le nostre, e
seci risiedono nel palmo accarezzarla dolcemente. Sono molti i
della mano e si distin­ modi di dire sul cuore, considerato il
guono in interossei e centro vitale e pensante dell’uomo: «Ho
lombricali. Questi mu­ sentito una stretta al cuore», «Ti parlo col
scoli garantiscono, insie­ cuore in mano», «Sei nel mio cuore».
me a quelli estrinseci, i
movimenti di flessione ed
estensione delle dita, e sono
anche responsabili dei movi­ muscoli disposti nel palmo mantenuti in posizione da
menti di adduzione e di abdu­ della mano che si inseriscono guaine fibrose.
zione delle dita. prossimalmente sui tendini del
• Gli interossei sono disposti fra flessore profondo delle dita. Sciogliere le tensioni ­ Il mas­
i metacarpi e sono i principali La forza generata dai muscoli saggio della mano aiuta a scio­
responsabili dei movimenti di viene trasmessa ai segmenti gliere le tensioni muscolari,
adduzione e abduzione delle ossei della mano per mezzo di migliora la flessibilità e l’am-
dita. I più rilevanti sono: inte­ strutture tendinee. I tendini plissima gamma dei movimen­
rossei palmari e dorsali. I mu­ scorrono parallelamente ai ti e delle posizioni delle varie
scoli lombricali sono quattro segmenti ossei e vengono sezioni della mano.
33

028-039 Riflessologia manoG.indd 33 19/02/20 16:04


Riflessologia della mano
I benefici della tecnica palmare

Il vero benessere...
È NELLE TUE MANI
POSTURE SCORRETTE AL COMPUTER, GESTI RIPETITIVI E TRAUMI POSSONO
ESSERE ALL’ORIGINE DEI DISTURBI DELLA MANO. SCOPRIAMO I PRINCIPALI,
ESPLORANDONE ANCHE I SIGNIFICATI SIMBOLICI…

della sensibilità dei polpastrel­


li delle prime tre dita e dolore
crampiforme della mano fino
all’avambraccio che si presenta
prevalentemente durante la not­
te. In stadi più avanzati si può
constatare anche una diminu­
zione della forza. Questo di­
sturbo colpisce più frequente­
mente chi, per motivi di lavoro,
esegue movimenti ripetitivi,
come scrivere al computer, sol­
levare pesi, maneggiare spaz­
zola e phon.

DITA A SCATTO,
LE MANOVRE EFFICACI
Il dito a scatto, detto anche trig­
ger finger, è un disturbo in cui
un dito (generalmente il pollice,
il medio o l’anulare) rimane in

L
posizione piegata, per poi rad­
a maggior parte dei mo­ larmente utili per prevenire drizzarsi con un brusco movi­
vimenti che compiano questo genere di disturbi e alle­ mento a scatto. Questa doloro­
ogni giorno possono viarne i sintomi. sa patologia, che colpisce
mettere sotto stress per generalmente chi per motivi
l’eccessivo sforzo i tendini, i MEGLIO PREVENIRE professionali è costretto a ese­
legamenti oppure i muscoli. IL TUNNEL CARPALE guire azioni ripetitive di presa
Vediamo insieme quali sono i La sindrome del tunnel carpale e le persone affette da diabete
disturbi più comuni e frequenti consiste nella compressione del o artrite reumatoide, in condi­
che possono colpire la mano. nervo mediale all’altezza del zioni particolarmente gravi può
Le tecniche della riflessologia polso. I sintomi tipici sono for­ determinare un vero e proprio
della mano si rivelano partico­ micolii (parestesie), riduzione blocco funzionale della parte

34

028-039 Riflessologia manoG.indd 34 19/02/20 16:04


Sos crampi: affrontali così
QUANDO IL POLSO E IL PALMO
SONO INDOLENZITI E STANCHI
A volte il dolore che colpisce mani e polsi può
irradiare dal rachide cervicale: da qui infatti si
dipartono i nervi spinali del plesso brachiale che
innervano l’arto superiore fino alle dita delle mani.
La compressione delle radici nervose di questo
plesso può causare anche intorpidimento delle
mani e parestesie; formicolio; debolezza muscolare;
mano gonfia e fredda.

colpita. È una patologia che ri­ eccessivo delle cartilagini, è un lice, sono i sintomi caratteristi­
sponde molto bene alla pratica processo degenerativo progres­ ci di questa patologia, che limi­
del massaggio e nello specifico sivo che causa dolore, rigidità ta i movimenti di presa, come
la persona trae beneficio da ma- dei movimenti e tensioni mu­ ad esempio l’apertura di una
nualità di tipo trasversale pro­ scolari. I sintomi si manifestano bottiglia, e in generale la fun­
fondo, da movimenti di più frequentemente a livello zionalità della mano.
stretching e dall’applicazione delle articolazioni delle dita e
di ghiaccio in corrispondenza alla base del pollice e possono I benefi ci della rifl essologia
del tendine affetto. essere letti come l’espressione Le tecniche di manipolazione
di una “postura psicologica” della riflessologia della mano
EVITARE L’ARTROSI che manifesta ge neralmente aiutano a mantenere mobili ed
L’artrosi delle mani, general­ una conflittualità nell’espres- elastici i legamenti e le artico­
mente dovuta sione dei propri talenti e pecu­ lazioni, prevenendo i disturbi
all’usura artico­ liarità. Il dolore, la perdita di che sono legati alla mano artro­
lare naturale o forza e perfino la deformazione sica e le rigidità delle articola­
a un utilizzo delle dita, in particolare del pol­ zioni stesse.

MIGLIORARE LA CIRCOLAZIONE
Uno dei più importanti benefici del massaggio alle mani
è il miglioramento della circolazione. E per poter parlare
di buona circolazione è necessario garantire un flusso continuo
di sangue tra il cuore e le estremità del corpo. Stimolarla
soprattutto nelle mani è importante nelle persone che soffrono
del Fenomeno di Raynaud che consiste
in un’interruzione momentanea dell’apporto di sangue
causata da uno spasmo dei vasi, provocato in genere
dall’esposizione al freddo o da fattori emotivi.

35

028-039 Riflessologia manoG.indd 35 19/02/20 16:04


Riflessologia della mano
I benefici della tecnica palmare

ATTIVA LE AREE PIÙ ANTICHE


E PROFONDE DEL CERVELLO
L a mano, nonostante le sue
ridotte dimensioni rispetto al
resto del corpo, costituisce circa
SENSIBILITÀ ELEVATA
Le mani contengono migliaia di
terminazioni nervose sensoriali
priocettive, raccolte da organi
sensoriali situati nelle articola-
zioni, nei muscoli e nei tendini.
un quinto della rappresentazio- che le rendono una delle aree più La fusione di queste classi di
ne corticale cerebrale sia per sensibili del corpo, in collega- informazione costituisce la per-
quanto concerne l’homunculus mento intenso e costante con il cezione somatica che si verifica
sensitivo sia per l’homunculus sistema nervoso centrale. quando stimoli esterni interagi-
motorio. Le mani collaborano La versatilità che le contraddi- scono coi recettori del corpo.
costantemente e in modo artico- stingue deriva anche dall’inte- La sensazione somatica ha ini-
lato con il cervello che, a sua grazione di informazioni senso- zio dai recettori della pelle e
volta, è formato da due emisfe- riali esterocettive, raccolte da continua in quelli situati nei mu-
ri con funzioni diverse. L’emi- recettori posti sulla cute, e pro- scoli, nei tendini, nei legamenti,
sfero sinistro è sede principal- nel tessuto connettivo delle arti-
mente di mansioni legate alla colazioni e negli organi interni.
logica, alla pianificazione, alla HOMUNCULUS
deduzione, all’organizzazione; SENSITIVO

il destro governa la funzione


HOMUNCULUS
dell’intuizione, della creatività, MOTORIO
della sensibilità psichica, della
capacità empatica, dell’emo-
tività, del sogno, dell’imma-
ginazione. Le mani sono
collegate ai due emisferi cere-
brali con il sistema “a incrocio”
che permette di rilevare nella
mano sinistra le funzioni dell’e-
misfero destro e viceversa. Si
tratta di un sistema che offre
all’uomo una capacità in più ri-
spetto a tutti gli altri mammife-
ri esistenti: poter muovere con-
temporaneamente le due mani
in modo indipendente ed essere
così in grado di svolgere due
IL GESTO E LA PAROLA
azioni diverse e distinte, ma so- L’antropologo A. Leroi-Gourhan, nello studio “Il gesto e
prattutto di poter tradurre un’i- la parola” (1964), sostiene che sia stata la stazione eretta
dea o un pensiero in un oggetto a permettere all’uomo di acquisire un volume cranico
concreto e tangibile che, a sua e capacità mentali superiori. La camminata sulle
volta, ha la capacità di stimola- gambe avrebbe “liberato” braccia e mani, sviluppando
re il cervello a sviluppare ulte- il gesto, esentando la bocca dalla mansione di afferrare
riormente il proprio potenziale. e “liberando” la capacità di parlare.

36

028-039 Riflessologia manoG.indd 36 20/02/20 15:04


IL MASSAGGIO LIBERA
IL TUO POTENZIALE NASCOSTO
Tieni a mente!
IL PUNTO
CHE ATTENUA
IL DOLORE
Attraverso le profonde e
ramificate connessioni che le
mani hanno con il SNC e
periferico è possibile
ingannare il cervello, anche
rispetto alla percezione
dolorosa. Lo dimostra una
ricerca scientifica
dell’Institute of Cognitive
Neuroscience, University
College, London, che mostra
che incrociando le dita delle
mani e sovrapponendo
medio e indice si può influire

I l massaggio delle mani, attra­


verso le tecniche della rifles­
sologia, aiuta a mantenere in
Il senso
della mano
sulle modalità con cui
il cervello elabora la
sensazione del dolore.
esercizio le aree deputate alla
percezione tattile, visiva, alla
è il tatto,
coordinazione dei movimenti che consente
fini, ma anche al calcolo e alla
spazialità. È anche molto utile di “vedere”
dal punto di vista psicologico
perché distoglie la mente dal
le cose da un
turbinio dei pensieri e ha un ef­ altro punto
fetto rilassante.
Le manualità riflessologiche di vista
insegnano a utilizzare e stimo­
lare entrambe le mani in modo tesi uno studio condotto dal Di­
da poter attivare aree del cer­ partimento di psicologia e neu­
vello poco sfruttate per la do­ ropsicologia dell’Università di
minanza d’uso di una rispetto Zurigo, e pubblicato sulla rivi­
all’altra. A sostegno di questa sta Neurology.

37

028-039 Riflessologia manoG.indd 37 19/02/20 16:04


Riflessologia della mano
Gli aspetti simbolici

UNA LETTURA PSICOSOMATICA


L a mano è la parte del corpo
che appare più spesso nella
simbologia di ogni cultura. Già
specifico che può integrare
quello verbale, ma essere anche
del tutto indipendente, arrivando
che l’organo che più di tutti ci
mette in relazione con gli altri.
Si spiega così perché certe pato­
nella pittura rupestre dell’età a esprimere il contrario di ciò logie cutanee rivelano legami e
della pietra compaiono profili di che si sta trasmettendo a voce. rapporti sbagliati, oppure espri­
mani. E non è certo un caso che mono una difficoltà a manifesta-
gli uomini del Paleolitico per IL TOCCO RISTABILISCE re fino in fondo le proprie emo-
lasciare traccia di sé abbiano IL CONTATTO zioni. La pelle è in continua
CON IL PROPRIO SÉ
impresso sulle pareti delle ca­ trasformazione e rappresenta la
La mano è ricca anche di signi­
verne l’impronta delle loro nostra crescita e la consapevo­
ficati simbolici che aiutano a
mani. Sembra evidente che già lezza che è necessario cambiare.
chiarire la loro funzione, a inte­
allora l’individuo fosse affasci­ Per quanto riguarda il massag­
pretarne i segni e a comprender­
nato da questa parte del corpo gio, invece, in un’epoca come la
ne i disturbi. Per saperne di più
considerandola caratteristica nostra, in cui la razionalità ha
abbiamo posto qualche doman­
distintiva del proprio essere preso il sopravvento, riceverlo
da alla dottoressa Maria Chiara
Uomo, tanto da sceglierla come può aiutarci a riprendere contat­
Marazzina, psicologa psicotera­
primo strumento artistico per to con il nostro corpo e ad acco­
peuta esperta di psicosomatica.
esprimere il proprio potere. gliere le sensazioni che provia­
«La pelle è l’organo che delimi­
Nei ritratti di persone, le mani mo facendone tesoro.
ta e protegge il corpo: è unica,
sono poste quasi sempre al cen­ La mano rappresenta anche la
basti pensare a certi segni cuta­
tro per mettere in evidenza qual­ capacità di esprimere il proprio
nei, alle cicatrici, alle rughe di
cosa di unico e speciale, svelare talento nella vita, l’arte del fare,
espressione, e per questo rappre­
uno stato d’animo, rivelare qual­ di concretizzare sul piano prati­
senta la nostra individualità; è il
cosa di intimo della persona. E co i progetti. È la sede del corpo
biglietto da visita con cui ci mo­
ancora più del volto, le mani con la maggiore irrorazione san­
striamo al mondo; è una prezio­
dicono tutto. guigna, quindi parte vitale e cu­
sa “pergamena” su cui scrivia­
stode di un’energia antica, non
IL LINGUAGGIO mo ogni giorno la nostra storia
a caso gli stregoni della tribù
DEI GESTI NON MENTE e quella dell’ambiente in cui
guarivano con le mani».
Con la loro capacità di rafforzare viviamo. Ma la pelle è anche un
e spesso sostituire la parola, esse confine e rappresenta uno stru- I SUOI DISTURBI RIVELANO
so n o u n o s t r u m e n t o d i mento di comunicazione, come QUALCOSA DI NOI
comprensione degli altri, quando si arrossa o impallidisce «Ci sono diverse patologie che
possiedono un linguaggio o emana qualche odore, ed è an­ colpiscono le mani, per esempio

Tornare ad ascoltare il segnali del corpo


e accoglierli significa ricongiungerci
con il nostro centro e creare un ponte di collegamento
con le nostre risorse ed emozioni
38

028-039 Riflessologia manoG.indd 38 19/02/20 16:04


l’artrosi, una malattia causata ripetitive che la chiudono in dei saperi che la mente razionale
dalla degenerazione delle cartila­ schemi mentali predefiniti, senza non ha. Oggi siamo troppo presi
gini articolari che, se colpisce le lasciare spazio al nuovo. Unghie da ideali collettivi, dalle idee che
dita, può esprimere una riduzione deboli e che si sfaldano facilmen­ abbiamo su di noi, su come do­
del raggio d’azione esistenziale, te, su un piano simbolico posso­ vremmo essere, dalla nostra sto­
segnalando che la persona non no raccontare l’incapacità di ria e dalle aspettative e così ten­
esprime completamente tutti gli esprimere appieno la propria diamo a indossare una maschera
aspetti di sé, relegando la propria sensualità oppure quella sana ag­ che non ci permette di evolvere
creatività sullo sfondo, e basa la gressività che tutela dalle inva­ ed esprimerci pienamente e in
propria vita su una serie di azioni sioni esterne. Il corpo possiede modo autentico».

39

028-039 Riflessologia manoG.indd 39 19/02/20 16:04


Riflessologia della mano
Gli strumenti pratici

La mappa completa
DELLE ZONE RIFLESSE
NELLE PROSSIME PAGINE TROVI GLI SCHEMI DELLE AREE RIFLESSE SUL PALMO
E SUL DORSO DELLA MANO, DA RITAGLIARE PER USARLE COME GUIDA

O
gni zona della ma- LE ZONE LONGITUDINALI si trovano metà su una mano
no, attraverso le Le moderne mappe occidentali e metà sull’altra;
terminazioni ner- di riflessologia palmare, pur • gli organi di destra, come il
vose, rimanda a con qualche differenza, sono fegato, sulla mano destra;
una parte del corpo. state disegnate a partire dalle • gli organi di sinistra, come la
Le varie mappe delle diverse linee guida elaborate da Fitzge- milza, sulla sinistra;
differiscono tra loro in alcuni rald. Si identificano con facilità • gli organi doppi come i pol-
particolari; inoltre sono utili i punti riflessi relativi ai diversi moni si trovano ognuno su
come indicazioni di principio e organi, di cui viene rispettata la una mano.
generali, ma poi occorre sapere disposizione anatomica:
individuare le caratteristiche di • gli organi centrali nel corpo Tutte le dita della mano sono
ogni singola persona. (colonna vertebrale, stomaco) zone di riflesso per la testa, ma
i principali riflessi si trovano
sul pollice. Ogni pollice rappre-
senta una metà della testa,
quindi ciascuno viene suddivi-
Parte superiore: so in cinque zone.
comprende le dita
e corrisponde LE AREE TRASVERSALI
a testa e cervello Si possono considerare varie fa-
sce, a ciascuna delle quali “com-
pete” una zona del corpo, che qui
Parte mediana: ha i punti riflessi. Le zone tra-
occupa il palmo e sversali si individuano tra le linee
“riflette” gli organi “immaginarie” che attraversano
addominali orizzontalmente le mani e con-
sentono di mettere in relazione,
in modo più semplice, le varie
Parte inferiore: parti del corpo alle aree riflesse
è il polso e appropriate. Il palmo può essere
riguarda la parte diviso idealmente in tre parti:
inferiore del corpo superiore (rappresenta
la testa), mediana

40

040-045 Riflessologia manoG.indd 40 19/02/20 16:14


Le aree strategiche
LE CORRISPONDENZE
(torace e organi del sistema dige-
stivo), inferiore (organi bassi tra
NELLE DITA
cui l’apparato genitale) e ognuna Punta delle dita: la punta delle dita della
può essere associata a uno tratto mano, come di quelle dei piedi, viene
psicologico. considerata dalla riflessologia direttamente
collegata al cervello. Il trattamento su
1. La parte superiore com- quest’area stimola le capacità cerebrali
prende le falangi e rappresen- e mantiene “sveglio” il sistema nervoso.
ta la testa. Corrisponde al
mondo del pensiero e agli Pollice:: questo dito è collegato al collo; quindi,
organi del capo, dove si svol- massaggiando il pollice per pochi minuti
gono i processi mentali di si rilassano i nervi e i muscoli del collo, e si
assimilazione ed elaborazio- prova sollievo anche dai disturbi alla cervicale.
ne dei dati sensoriali.
Indice: massaggiare l’indice aiuta a “ripulire”
2. La parte mediana compren- i seni nasali e a migliorare di conseguenza la
de il metacarpo. In questa respirazione.
zona si trovano gli organi che
mettono in contatto con il Medio: massaggiare il dito medio serve a
mondo esterno e quelli della ridurre gli effetti di nausea e vertigini e anche
porzione centrale del corpo ad alleviare i sintomi del raffreddore.
come gli arti superiori, il cuo-
re e i polmoni, e la parte alta Anulare: questo dito è considerato connesso
dell’addome. Corrisponde al con le orecchie e con l’udito; massaggiando
mondo delle emozioni e della questa zona della mano si possono attenuare
comunicazione. i disturbi all’orecchio e migliorare le funzioni
che questo organo svolge.
3. La parte inferiore compren-
de la zona più bassa di palmo Mignolo: è il più piccolo delle dita ed è
e polso; è legata alla parte collegato alla testa; massaggiandolo
bassa del corpo e rimanda si può ridurre l’emicrania e migliorare
all’intestino, all’apparato l’irrorazione sanguigna.
urogenitale e alle gambe. È
legata al mondo del “basso”
e degli istinti primari.

41

040-045 Riflessologia manoG.indd 41 19/02/20 16:14


Riflessologia della mano
Gli strumenti pratici

MAPPA DORSALE DELLA MANO SINISTRA

TESTA/SENI
NASALI

COLLO

DENTI/GENGIVE/
MANDIBOLA

COLLO

TIROIDE/
PARATIROIDI/
PARTE TONSILLE NASO/BOCCA
CIRCOLAZIONE/
SUPERIORE PRESSIONE
DELLA SPALLA

POLMONE/TORACE/MAMMELLA GOLA/ COLONNA


PARTE SUPERIORE DEL DORSO LARINGE/ VERTEBRALE
TRACHEA
DIAFRAMMA/PLESSO SOLARE

PARTE SUPERIORE DEL DORSO

PARTE
GINOCCHIO/ARTO INFERIORE/ INFERIORE DEL
ANCA DORSO
CIRCOLAZ. LINF. INF./
TUBE/INGUINE UTERO/
PROSTATA
OVAIO/TESTICOLO

ACUISCI IL TUO SPIRITO D


Le zone della mano possono trovarsi
in perfetto equilibrio, ma accade più
spesso che una, o due, siano più
sviluppate rispetto alle altre, aspetto

42

040-045 Riflessologia manoG.indd 42 19/02/20 16:14


MAPPA DORSALE DELLA MANO DESTRA

TESTA/SENI
NASALI

COLLO

DENTI/GENGIVE/
MANDIBOLA

COLLO

TIROIDE/
NASO/ PARATIROIDI/
TONSILLE PARTE
BOCCA SUPERIORE
DELLA SPALLA

GOLA/ POLMONE/TORACE/MAMMELLA
LARINGE/ PARTE SUPERIORE DEL DORSO
COLONNA TRACHEA
VERTEBRALE DIAFRAMMA/PLESSO SOLARE

PARTE SUPERIORE DEL DORSO

PARTE
INFERIORE
DEL DORSO GINOCCHIO/ARTO INFERIORE/ANCA

UTERO/ CIRCOLAZ. LINF. INF./TUBE/INGUINE


PROSTATA
OVAIO/TESTICOLO

TO DI OSSERVAZIONE
si che indicherebbe una maggiore
ù influenza di un preciso tratto
psicologico sul temperamento
to della persona.

43

040-045 Riflessologia manoG.indd 43 19/02/20 16:15


Riflessologia della mano
Gli strumenti pratici

MAPPA DEL PALMO DELLA MANO SINISTRA

TESTA/CERVELLO
SENI NASALI

COLLO

EPIFISI OCCHIO ORECCHIO


INTERNO
PARTE SUP.
DELLA SPALLA
IPOFISI
POLMONE/ CUORE
TESTA/CERVELLO/ TORACE/PARTE
SENI NASALI SUP DEL DORSO
COLONNA PLESSO
TIROIDE/ SOLARE
VERTEBRALE PARATIROIDI/
COLLO TONSILLE
CERVICALE

DUODENO
CIRC. LINF. ADDOMINALE
RENE
DORSALE
GHIANDOLA
SURRENALE
PANCREAS
URETERE

VESCICA
LOMBARE

SACRO -
COCCIGE

CIRCOLAZIONE LINFATICA
SUPERIORE

OGNI MANO HA CARATTERISTI CH


Le terminazioni nervose possono leggermente
variare di posizione da persona a persona e sono
concordi nella visione generale della mano,
essendo appunto state costruite a partire dalla

44

040-045 Riflessologia manoG.indd 44 19/02/20 16:15


MAPPA DEL PALMO DELLA MANO DESTRA

TESTA/CERVELLO
SENI NASALI

COLLO

ORECCHIO PARTE SUP.


INTERNO SPALLA
EPIFISI
OCCHIO
ORECCHIO
POLMONE/ IPOFISI
TORACE/PARTE
PARTE SUP. PLESSO SUP DEL DORSO TESTA/CERVELLO/
SPALLA SOLARE SENI NASALI
TIROIDE/
SPALLA PARATIROIDI/ COLLO
TONSILLE
ARTO COLONNA
SUP. VERTEBRALE
CIRC. LINF. ADDOMINALE
DIAFRAMMA
CISTIFELLEA
RENE
FEGATO
COLON TRASVERSO
GHIANDOLA
COLON SURRENALE
ASCENDENTE
VALVOLA STOMACO
ILEOCECALE
PANCREAS
INTESTINO
TENUE
URETERE
VESCICA

INGUINE

CIRCOLAZIONE LINFATICA
SUPERIORE

STI CHE PECULIARI


teoria zonale. È compito dell’operatore valutare
o le caratteristiche che contraddistinguono
la persona che ha davanti e scegliere la tecnica
che ritiene più idonea.

45

040-045 Riflessologia manoG.indd 45 19/02/20 16:15


Riflessologia della mano
Il risveglio energetico

Riattiva i canali
DELLA SALUTE
LA FUNZIONE FONDAMENTALE DEL MASSAGGIO RIFLESSOLOGICO
È SBLOCCARE LE RISORSE CHE AIUTANO L’ORGANISMO A METTERE
IN AZIONE I NATURALI MECCANISMI DI RIEQUILIBRIO E DI DIFESA

D
urante la pratica del La riflessologia della mano, INDIVIDUARE
massaggio si genera sotto alcuni aspetti, si avvale I PUNTI SENSIBILI
uno spazio “magi- di tecniche operative diverse Questa è la fase in cui, pre-
co” in cui è possibi- rispetto alla riflessologia del mendo con una certa intensità
le entrare in contatto con l’e- piede, in primo luogo perché e seguendo uno schema di
nergia vitale che fluisce le mani sono molto flessibili e base, si va alla ricerca dei pun-
all’interno del corpo. È un’e- i loro punti riflessi sono molto ti dolenti per evidenziare un
nergia unica che si può perce- profondi. Su questa base la eventuale squilibrio relativo
pire più intensa in alcune parti pressione che deve essere im- agli organi o alle parti del cor-
rispetto ad altre, indirizzare pressa è maggiore e le varie po corrispondenti. Bisogna
dove serve, far scorrere, dre- manualità vanno mantenute accompagnare questo momen-
nare, far salire e scendere ver- più a lungo. to con un colloquio e un’inda-
so il capo e le estremità: così Ogni trattamento inizia con gine visiva e tattile, discreta
il trattamento si trasforma una serie di tecniche dolci per ma accurata, per poter iniziare
nell’occasione per riscoprire la distendere e rilassare i musco- a impostare il trattamento.
dimensione infinita del corpo. li della mano e accedere più I dati raccolti vanno annotati
E il modo e l’ambiente in cui agevolmente al massaggio te- su un’apposita scheda, dopo
viene realizzato è determinan- rapeutico profondo dei riflessi. un’ulteriore verifica delle ri-
te, scopriamo come e perché. Ecco come funziona, in 3 fasi. sposte ottenute al primo pas-
saggio. In questa fase viene
valutata anche l’intensità, la
durata e la frequenza del mas-
saggio da proporre.
LO SCHEMA BASE E LE VARIANTI PORTARE IN EQUILIBRIO
IL “TERRENO”
A questo punto lo schema di lavoro di base può essere ENERGETICO
modificato in funzione delle reazioni e dei disequilibri della Durante le prime 3-4 sedute
persona che si manifesteranno via via. Il massaggio dei sistemi l’obiettivo è riequilibrare il
di depurazione del corpo, del sistema nervoso e dei sistemi “terreno”, disintossicandolo.
di difesa dell’organismo, invece, deve, sempre e comunque, Si tratta di creare le condizioni
essere incluso nel trattamento. affinché il trattamento “su mi-
sura” possa avere una reale

46

046-059 Riflessologia manoG.indd 46 19/02/20 12:38


Un ciclo
completo
di riflessologia
in genere
comprende 10-12
trattamenti che
vengono applicati
a seconda
dei casi 2 volte
alla settimana L’effetto relax

efficacia trasformativa e l’e- modulato in base alle speci- I BENEFICI


nergia vitale torni a circolare. fiche esigenze. CHE TI DÀ
Perché tutto ciò si realizzi bi- I passaggi lenti, dolci, le respi-
sogna trattare i singoli appara- razioni sono ideali per rilassa- La riflessologia palmare
ti rispettando la sequenza: re; i passaggi veloci, le pres- è rilassante, migliora la
• apparato urinario, sistema sioni ritmate e profonde per mobilità e la flessibilità
respiratorio, sistema linfati- stimolare. È importante con- della mano, stimola
co per eliminare le tossine; centrare l’attenzione sul punto delicatamente
• sistema nervoso e applica- di contatto e chiedersi se è la circolazione, riduce
zione di tecniche dolci per morbido, duro, caldo, freddo, l’irritabilità dei punti dove
favorire il rilassamento; teso, cavo, attivo o senza ener- si accumulano le tensioni,
• plesso solare e nervo scia- gia. È fondamentale anche sen- dei muscoli flessori
tico per dare sollievo imme- sibilizzare il ricevente a porta- ed estensori della mano
diato in caso di affezioni re l’attenzione sull’azione e delle dita, e promuove
dolorose e bilanciare l’ap- esercitata in ogni punto per l’equilibrio all’interno
porto di energia ai vari orga- mantenere libera la mente ed dell’intero organismo.
ni. Il massaggio deve essere essere protagonista.

47

046-059 Riflessologia manoG.indd 47 19/02/20 12:38


Riflessologia della mano
Il risveglio energetico

LA PREPARAZIONE AL TRATTAMENTO
I l primo passo è cercare il con-
tatto chiedendo la mano alla
universo di sensazioni, emozio-
ni e modalità comunicative. Il massaggio
persona e facendo luce sulle Sulla base dei dati raccolti si di un’area riflessa
motivazioni principali che metterà a punto il primo tratta-
l’hanno spinta a scegliere di mento che consiste soprattutto coinvolge l’intera
sottoporsi a un trattamento di nella ricerca dei punti dolenti,
riflessologia palmare. grazie al quale si può verificare sfera energetica
Mentre iniziate a osservare come la persona si rilassa, ri- della persona,
(forma, colore e unghie della mane vigile, parla…
mano) e a tastare (livello di ri- arrivando
gidità del palmo, flessibilità AMMORBIDIRE
delle dita, sensazione di calore LA PELLE al cuore delle sue
CON IL MANILUVIO
o freddezza, secchezza o umi-
Il maniluvio è un trattamento emozioni,
dità) con un leggero massaggio
generale, iniziate anche a stu-
preparatorio che, come ha ben sciogliendo molti
insegnato l’abate tedesco Seba-
diare la postura della persona,
il suo modo di respirare, di par-
stian Kneipp, padre dell’idrote- blocchi
rapia, favorisce il rilassamento,
lare, lo sguardo, il modo di re-
facilita la circolazione sangui- e liberando
agire agli sfioramenti.
gna e rende più profonda anche le risorse
INCONTRARE L’ALTRO la respirazione.
ATTRAVERSO IL TOCCO Modalità - Riempire una baci- dell’individuo
Toccare le mani di una persona nella di acqua calda (32-37 °C),
significa aprire la porta a un appoggiarla sul tavolo da mas- saggio e invitare la persona a
immergere lentamente le mani
fino a metà dell’avambraccio.
Al termine dell’applicazione
asciugare delicatamente.
Si possono aggiungere oli es-
senziali, oli vegetali, bicarbo-
nato, argilla verde, a seconda
delle esigenze.
Il contatto con il calore traspor-
ta la persona in una dimensione
materna e accogliente che aiuta
a “toccare” i nodi dell’energia
e della coscienza sepolti nel no-
stro corpo.
Durata - 5 minuti.
Effetto - È utile anche per alle-
viare piccoli disturbi come af-
faticamento, gonfiori e la sen-
sazione di “mani fredde”.

48

046-059 Riflessologia manoG.indd 48 19/02/20 12:38


SCIOGLIERE I BLOCCHI EMOZIONALI

P reparare in una ciotola una


miscela di oli per il massag-
gio. Iniziare a massaggiare con
cio sinistro della persona fra il
pollice e le altre dita della mano
sinistra, mentre la mano destra
liberare gli accumuli di tossine.
Massaggiare anche l’incavo
con movimenti delicati, facen-
una certa intensità la parte cen- prende il braccio fra il pollice e do scivolare le dita, per favorir-
trale della mano sinistra, sim- il dito medio e si sposta verso ne il drenaggio.
bolo dell’energia del cuore, l’alto, esercitando una pressio- Continuare il massaggio sulla
della circolazione del sangue e ne, dall’articolazione del polso parte superiore del braccio e poi
dei visceri. fino a poco sotto il gomito, per passare a massaggiare l’artico-
poi ridiscendere con una lieve lazione della spalla, terminando
le mosse adatte - Bisogna ese- torsione e riprendere il movi- la sequenza con un massaggio
guire movimenti circolari, mor- mento dall’inizio. profondo in corrispondenza del
bidi, profondi, prima in senso Ripetere per circa 10 volte. muscolo trapezio e dei muscoli
orario e poi in senso antiorario. della nuca per distendere i ner-
Afferrare con la mano sinistra, Effetto - Attivare la circolazio- vi del corpo e liberarli da ogni
appena sotto l’articolazione del ne sanguigna e linfatica e libe- tensione, favorendo il passag-
polso, il braccio sinistro della rare il braccio da eventuali ten- gio delle informazioni dalla
persona. Immergere le dita del- sioni muscolari. mano al sistema nervoso.
la mano destra nell’olio e pro- Il movimento finale consiste in
cedere con una frizione dell’a- il movimento da eseguire - Pas- lunghi sfioramenti da eseguire
vambraccio con lunghi sare a massaggiare l’articola- senza interruzioni a partire dal
movimenti ascendenti. zione del gomito con un movi- polso fino all’estremità superio-
Dopo questa sequenza cambia- mento energico e diretto sempre re del braccio.
re la posizione di presa, passan- verso il cuore e poi anche gli Ripetere l’intera sequenza sul
do a tenere saldamente il brac- interstizi dell’articolazione per braccio destro.

49

046-059 Riflessologia manoG.indd 49 19/02/20 12:38


Riflessologia della mano
Il risveglio energetico

INDIVIDUARE I PUNTI DOLENTI


Q uesta sessione inizia dalla
mano destra. Dopo avere
ce, utilizzando la tecnica del
lombrico (pag. 18), camminare
completato il trattamento, pas- lungo il dito (da laterale a me-
sare alla mano sinistra. Dopo diale) Dopo aver eseguito ripe-
aver immobilizzato con la mano tuti passaggi sulle zone riflesse
“di posizionamento” le dita del- della tiroide/paratiroide e del
la persona, “camminare” con il collo, proseguire verso la punta
pollice della mano operatrice, per effettuare una serie di
eseguendo una serie di passaggi passaggi sulla falange di-
sulle zone riflesse di collo, testa, stale (alla base dell’un-
seni nasali e cervello, sul dito ghia) per “interrogare” le
indice, medio, anulare, per com- zone riflesse della testa, dei
pletare la sequenza sul dito mi- seni nasali e del cervello.
gnolo seguendo la stessa moda-
lità descritta per il dito pollice IL CENTRO DEL PALMO
(dalla base alla punta; da media- Il trattamento dell’eminenza te-
le a laterale). nar (la parte carnosa alla base
del pollice) e dello spazio inter- da trattare, “camminare” dal dia-
TRATTARE IL POLLICE digitale tra pollice e indice per- framma alle zone del polmone,
Si parte dal punto riflesso dell’i- mette di “lavorare” e di indivi- del torace e della parte superio-
pofisi. Dopo aver bloccato la duare i punti dolenti relativi a re del dorso. Spostarsi sul seg-
mano su cui si intende lavorare diversi organi e ghiandole inter- mento adiacente e procedere,
(con la mano sinistra o destra) ni: ghiandole surrenali, pancre- eseguendo diversi passaggi.
premere ripetutamente con il as, stomaco, rene, e colonna Arrivati al mignolo, eseguire la
dito indice il centro del polpa- dorsale (sul bordo esterno del tecnica del lombrico partendo
strello del pollice. pollice) e di parte del diafram- dal limite della zona del dia-
Dopo aver immo- ma. La pressione va adattata in framma per risalire lungo la
bilizzato il polli- funzione della sensibilità e del- zona riflessa della spalla. Per
le sensazioni provate. trattare occhi e orecchie stringe-
re con il pollice e l’indice lo
PARTE SUPERIORE spazio interdigitale.
Per lavorare su: occhi e orec-
chie, torace, polmone e cuore PARTE INFERIORE
(mano sinistra), spalle e parte DEL PALMO
superiore del dorso. Per trattare la zona riflessa del
Retroflettere le dita della mano fegato, della cistifellea (con il

Il trattamento delle dita inizia dal pollice, su cui, oltre alle zone riflesse
presenti sulle altre dita, si trovano anche le zone riflesse dell’ipofisi,
al centro del polpastrello e della tiroide/paratiroidi.

50

046-059 Riflessologia manoG.indd 50 19/02/20 12:38


E per finire...
LA DEPURAZIONE
Concludere la seduta offrendo alla persona
un grande bicchiere d’acqua calda, e invitarla a
bere anche successivamente, per aiutarla a
liberarsi delle scorie metaboliche rimesse in
circolo durante la seduta di riflessologia.
Invitare la persona a stare a riposo per il resto
della giornata per evitare che si manifestino
sintomi naturali come mal di testa, stanchezza
o di tipo influenzale.

pollice della mano opposta


“camminare” a più riprese dalla
parte carnosa al di sotto del mi- COSÌ RIDUCI STRESS E INSONNIA
gnolo verso il centro del palmo), I benefici a breve e lungo termine sono
del colon, dell’intestino tenue individuali e possono riguardare:
(afferrare saldamente la mano e • la riduzione del dolore e della
camminare più volte con il pol- rigidità dei muscoli di mani
lice fino al polso) e dell’arto e braccia;
superiore (premere sulla parte • l’incremento della mobilità delle
molle del bordo esterno del pal- articolazioni di mani e spalle;
mo, ripetendo il movimento e • l’aumento dei livelli di energia;
risalendo verso il polso). • il miglioramento del drenaggio
linfatico;
IL DORSO DELLA MANO • il potenziamento della circolazione
Dorso delle dita e lato esterno sanguigna;
del pollice si trattano per agire • un senso di tranquillità, calma e benessere interiore;
• il sostegno in caso di lesioni da sforzo ripetuto;
• una migliore qualità del sonno;
• la riduzione dello stress, dell’ansia, dell’apatia e della
depressione lieve;
• la stimolazione dei nervi sensitivi periferici fonte di benessere;
• la risoluzione di mal di testa, sinusite, dolore al collo e alla
schiena, osteoartrite.

sulla colonna vertebrale e le sulle dita, ripetendo i passaggi


strutture anatomiche del viso e più volte. Il dorso della mano,
della testa (cervello, seni nasali, invece, si stimola per trattare le
collo, denti e mandibola). zone riflesse del torace, del pol-
“Camminare” con il pollice lun- mone, del dorso e dell’apparato
go le zone riflesse ritrovabili genitale maschile e femminile.

51

046-059 Riflessologia manoG.indd 51 19/02/20 12:38


Riflessologia della mano
Una pratica quotidiana

L’auto-massaggio
RILASSANTE
LA RIFLESSOLOGIA DELLA MANO È ANCHE
UN ECCELLENTE TRATTAMENTO DISTENSIVO,
DA CONCEDERSI A FINE GIORNATA

D
edicarsi qualche mo- LEGGERE PERCUSSIONI
mento di relax, ese- Appoggiare una mano su una
guendo un rapido gamba e applicare la percussio-
massaggio o esercizi ne sul dorso e sul palmo, ascol-
di ginnastica per le mani, aiuta tando con attenzione il suono
a sciogliere le tensioni che si prodotto dai movimenti che
accumulano a livello delle ver- costituiscono le tre tecniche
tebre cervicali e delle spalle a della percussione.
liberare l’energia delle emozio- A coppa: con le dita appena pie-
ni che tendono a somatizzarsi a gate come per contenere un li-
livello degli arti superiori con quido, percuotere con il bordo
rigidità, artrosi, artriti, eczemi esterno della mano. Il suono
e psoriasi; ed è utile a chi ese- prodotto è simile a un battito
gue movimenti ripetitivi. attutito. A pugno: chiudendo la
mano a pugno, percuotere con
la parte esterna morbida. Il suo-
no deve essere morbido e pro-
fondo. Di taglio: senza irrigidi-
re le dita, percuotere con il lato
esterno del mignolo. Il contatto
deve provocare un suono secco
e sordo. Muovere le dita delle
mani per confrontare la sensa-
zione della mano trattata rispet-
to a quella non trattata.
contro la stanchezza - Il mo-
vimento rinvigorisce le mani,
stimola le terminazioni nervose
e l’afflusso di sangue agli strati
superficiali della cute, favoren-
do l’ossigenazione dei muscoli
e l’eliminazione delle tossine.

52

046-059 Riflessologia manoG.indd 52 19/02/20 12:39


la tecnica del Jin Sin Jyutsu

L o Jin Sin Jyutsu (“arte


dell’energia creativa attra-
Ogni dito è connesso a un organo,
verso l’uomo sensitivo e com- a emozioni e ad attitudini specifiche:
prensivo” da Jin=uomo;
Shin=energia creativa; puoi intervenire in modo mirato
Jyutsu=arte) è un’antica arte
fisio-filosofica giapponese che
in base alla condizione psicofisica
mira ad armonizzare le energie del momento, oppure armonizzare
del corpo, riequilibrando lo sta-
to degli organi interni e le emo- corpo e mente nel complesso
zioni/attitudini associate, attra-
verso una leggera pressione
esercitata in corrispondenza mi a denti e gengive, dipen- • Organi: Polmoni e Intestino
della dita. denze. Questa tecnica crasso.
Puoi avvolgere solo il dito con- migliora la resistenza del • Sintomi fisici: problemi di-
nesso all’emozione che deside- corpo nei confronti dello gestivi, disturbi respiratori
ri placare o all’organo che vuoi stress quotidiano, è utile in (per esempio asma), fischio
riequilibrare (vedi elenco suc- caso di malattie specifiche, alle orecchie, disturbi della
cessivo), con le dita dell’altra disturbi del sonno o nausea. pelle in profondità.
mano, oppure tutte le dita, pre-
mendo delicatamente per alme- Dito medio Mignolo
no 3 minuti. • Emozioni/attitu- • Emozioni/atti-
dini: rabbia, irri- tudini: ostina-
Pollice tabilità, indecisione. zione, stimolo
• Emozioni/atti- • Organi: Fegato, cistifellea. a strafare, bas-
tudini: preoccu- • Sintomi fisici: problemi agli sa autostima, in-
pazione, depressione, ansia. occhi e alla vista in genere, sicurezza, giudizio, nervo-
• Organi: Stomaco, Milza. stanchezza, emicrania, mal sismo.
• Sintomi fisici: mal di stoma- di testa frontale, crampi me- • Organi: Cuore e Intestino
co, mal di testa, problemi alla struali, problemi circolatori. tenue.
pelle, nervosismo. • Sintomi fisici: problemi os-
Anulare sei oppure nervosi, patologie
Indice • Emozioni/attitudini: tristez- cardiache, pressione sangui-
• Emozioni/atti- za, paura di essere rifiutato, gna, mal di gola e gonfiore
tudini: paura, sconforto, negatività. generalizzato.
confusione mentale,
frustrazione.
• Organi: Reni, Vescica.
• Sintomi fisici: problemi di- accarezza il dorso della mano
gestivi, dolore al polso e/o al Sfiorare il dorso della mano con il polpastrello del pollice
gomito, indolenzimento avanti e indietro, in senso trasversale. La frizione trasversa
dell’avambraccio, dolori mu- influisce sui muscoli e sui tendini, separando le fibre
scolari e alla schiena, proble- muscolari e aumentando l’irrorazione sanguigna.

53

046-059 Riflessologia manoG.indd 53 20/02/20 15:05


Riflessologia della mano
Una pratica quotidiana

CROMOTERAPIA IN PUNTA DI DITA


A questo punto, per sfruttare
pienamente l’effetto tera-
peutico dell’automassaggio, so-
ROSSO ENERGIA VITALE
È il colore più vibrante e stimo-
lante, in grado di trasmettere
lizza e stabilizza i nervi.
Indicato in caso di sovraccarico
nervoso, irritabilità, irrequietez-
prattutto come antistress, si può molteplici sensazioni positive za, insonnia e sbalzi d’umore.
potenziare la pratica scegliendo come energia, grinta, entusia- Svolge un’azione rigenerante:
di accompagnarla con un colore smo e passione. sostiene i processi di guarigione
specifico, selezionato con cura Il rosso è indicato per trattare gli e aiuta a espellere le tossine.
in base alle proprie esigenze stati di debolezza improvvisa,
BIANCO LEGGEREZZA
energetiche e preferenze. stimolare la forza di volontà, lo
È luce solare pura che contiene
Si possono utilizzare per esem- spirito di iniziativa e la capacità
tutti gli altri colori. Rappresenta
pio oli da massaggio colorati di resistenza.
la libertà, la purezza e il rinno-
oppure visualizzare il colore Da utilizzare con moderazione
vamento. È vitalizzante, aumen-
mentre si tratta un’area. e consapevolezza, nei momenti
ta i livelli di energia e libera la
di stanchezza. Meglio evitarlo
BLU QUIETE mente dall’eccesso di pensieri.
in caso di ansia, di stress e di
E TRANQUILLITÀ Indicato in caso di debolezza,
eccessiva attivazione.
Il blu è il colore rilassante per stati mentali negativi, quando si
eccellenza perché esprime una VERDE EQUILIBRIO avverte la voglia di leggerezza
sensazione di benessere, di tran- Il verde, fresco e naturale, è la e il desiderio di purificazione e
quillità e di pace. tinta dell’equilibrio e dell’armo- ogni volta che si vuole lasciare
Il blu è il colore del cielo e delle nia, trasmette calma e tranquil- spazio all’immaginazione.
vaste distese d’acqua, della ri-
flessione e della calma. Indicato
in caso di inquietudine e ecces-
siva irritabilità, oltre a essere di
grande aiuto contro l’insonnia e
tensioni muscolari di origine
nervosa. Meglio evitarlo in caso
di tristezza e di sintomi depres-
sivi e di calo delle energie.

AZZURRO CREATIVITÀ
È la sfumatura in cui la calma è
permeata dalla libertà e che sol-
lecita la fantasia e la spontanei-
tà. Questo colore è indicato in
caso di spossatezza mentale pro-
vocata dallo stress.
Nei toni del turchese, l’azzurro
è utile per stimolare la creativi-
tà e favorire l’espressione arti-
stica, la socializzazione e l’aper-
tura verso gli altri.

54

046-059 Riflessologia manoG.indd 54 19/02/20 12:39


I colori sono vibrazioni
che hanno su di noi un
effetto potente
a livello sia psichico
che fisiologico. Ecco
perché grazie a loro
il trattamento
di riflessologia
è ancora più efficace.

VIOLA INTUITO
E FANTASIA
È la sfumatura della magia e
LA RESPIRAZIONE COLORATA
della fantasia, è associato alla Pratica questa tecnica di rilassamento al mattino e al
quiete e al silenzio che aprono tramonto. Scegli un ambiente silenzioso e tranquillo.
all’intuizione. Ha un fortissimo Assumi una posizione comoda, seduto o supino, con
potere rilassante, favorisce la le gambe leggermente divaricate e il palmo delle
meditazione e stimola l’espres- mani rivolto verso l’alto. Chiudi gli occhi e lascia che il
sione artistica e creativa. Indica- corpo si distenda (1 minuto circa). Ora, porta
to in caso di irritazione, nervo- l’attenzione sui rumori che ti circondano e
sismo e insonnia, nevralgie, “passeggia” da un rumore all’altro (1 minuto circa).
emicrania, disturbi della vista. Sposta dolcemente l’attenzione sul respiro e
pronuncia mentalmente questa frase: «L’aria entra... e
GIALLO SERENITÀ l’aria esce», scandendola al ritmo regolare del respiro
È il colore più “allegro”: è il (1 minuto circa). Ora immagina che ogni inspirazione
sole, la gioia e l’ottimismo. Con- sia carica delle vibrazioni del colore che preferisci,
ferisce nuova energia, gioia di immaginando di “sentire” l’aria colorata che entra nel
vivere e buonumore e stimola tuo corpo attraverso il naso e, trattenendola per 1-2
l’attività cerebrale, favorendo la secondi, visualizza il corpo interamente composto di
concentrazione, la memoria e la cellule e organi colorati dal tuo colore. Lascia uscire
capacità di apprendimento. l’aria dolcemente, naturalmente. Ripeti la
Il giallo è indicato in caso di di- visualizzazione per circa 3 minuti, senza tensione.
gestione lenta, gonfiore addomi- Rilassati liberamente per circa 1 minuto e riporta
nale, ritenzione idrica, affatica- dolcemente l’attenzione all’esterno, all’ambiente
mento mentale. circostante. Riprendi contatto con il corpo muovendo
Sul piano fisico stimola le fun- le mani, i piedi, distendendo i muscoli e, infine,
zioni digestive, purifica la pelle aprendo gli occhi.
e smuove il flusso linfatico.

55

046-059 Riflessologia manoG.indd 55 19/02/20 12:39


Riflessologia della mano
Il trattamento d’urto

VIA I DISTURBI
“DA UFFICIO”
con i tocchi rapidi
ECCO UNA TECNICA DI “PRONTO SOCCORSO” PER I DISTURBI PIÙ TIPICI
DELLA VITA DA UFFICIO, CARATTERIZZATA DA SEDENTARIETÀ, LAVORO
AL COMPUTER, ORARI RIGIDI E, A VOLTE, UN PIZZICO DI STRESS

L
e tecniche di riflessolo- ridiano di Grosso Intestino sinusite: trattare la punta del
gia della mano costitui- (IC4), localizzato nello spazio pollice e delle altre dita; se l’o-
scono un pronto soccor- interdigitale fra pollice e indice, rigine della cefalea è muscolo-
so per affrontare tanti sul dorso della mano. Il tratta- tensiva trattare i lati e la base
disturbi, evitando di assumere mento va effettuato sia a destra delle dita per rilassare le tensio-
farmaci non necessari e recupe- che a sinistra. ni della nuca e del collo.
rando in fretta energie e vitalità. • Premere il punto respirando
profondamente e poi rilasciare. SPALLE DOLORANTI
VIA L’ EMICRANIA • È utile anche per alleviare la Trattare un dito alla volta, tiran-
Il punto chiave è il punto di di- tensione del collo e in caso di dolo e manipolandolo con deli-
gitopressione numero 4 del Me- mal di denti. Se la causa è la catezza. Fletterlo più volte len-

56

046-059 Riflessologia manoG.indd 56 19/02/20 12:39


BUONUMORE
tamente, massaggiando con il A PORTATA DI MANO
pollice la falange media e pros-
simale, prestando una partico- Applicare 2 gocce di essenza di arancio dolce (previa
lare attenzione al bordo esterno diluizione) sulla parte interna del polso che
del pollice che corrisponde alla corrisponde all’area della gioia. Appoggiare
colonna cervicale. delicatamente i polsi l’uno contro l’altro e frizionare
Premere su quest’area con una l’olio con movimenti circolari per 1-2
nocca per circa 30 secondi. minuti. Accompagnare
Impastare la zona sottostante al questo gesto inalando
dito mignolo e la falange pros- l’aroma con
simale del dito indice per la profonde
loro corrispondenza con la inspirazioni.
spalla e le braccia.
Utilizzare oli essenziali di la-
vanda ed erba moscatella.
mugo siberiano, rosmarino op- maco, aumentando gradual-
pure olio di iperico. mente la pressione. In caso di
MAL DI SCHIENA
sensibilità accentuata premere
Esercitare una frizione lungo la RELAX PER GLI OCCHI con forza per almeno 30 secon-
colonna vertebrale (che corri- Stringere la zona riflessa di finché i sintomi non si ridu-
sponde al bordo esterno della dell’occhio, situata tra il medio cono. Poi massaggiare la zona
mano, dalla base del pollice al e l’anulare. In caso di arrossa- con le nocche della mano stret-
polso) appoggiando il palmo mento trattare la zona finché i ta a pugno.
della mano sul bordo esterno sintomi non migliorano. In caso È utile anche in caso di nausea
del pollice e frizionando lenta- di congiuntivite, lavorare sulle o pesantezza digestiva. Utiliz-
mente verso il basso e verso zone dell’occhio e del fegato, zare oli essenziali di menta pi-
l’alto per 5-6 volte. 3-4 volte al giorno per alcuni perita, camomilla, anice stella-
Con le punte delle dita massag- minuti. Utilizzare olio essen- to, finocchio.
giare con piccoli movimenti ziale di camomilla blu.
circolari in corrispondenza del-
MAI PIÙ “MAL DI MOUSE”
le aree di localizzazione del STOP ALLA SONNOLENZA
Le professioni che implicano
dolore: zona cervicale, dorsale, Con il pollice frizionare il cen-
movimenti ripetitivi delle mani
lombare, o osso sacro. tro del palmo della mano che
e le posizioni mantenute a lun-
Utilizzare oli essenziali di pino corrisponde alle zone dello sto-
go possono causare la compres-
sione del nervo mediano della
mano all’altezza del polso, dan-
Tieni a mente do luogo alla sindrome del tun-
nel carpale, che si manifesta
con dolore, intorpidimento e
PER RITROVARE formicolio alle mani, a polsi e
avambracci.
LA DETERMINAZIONE Massaggiare con il pollice, ese-
Applicare 2 gocce di olio essenziale di rosmarino guendo movimenti circolari
(previa diluizione) al centro del palmo della mano, profondi, ma delicati, la parte
sotto la base del dito medio, e strofinare centrale del tenar dove è situa-
velocemente i palmi l’uno contro l’altro con to il nervo mediano interessato.
un movimento circolare abbastanza vigoroso. Tirare delicatamente il pollice,
Accompagnare il movimento inalando l’aroma ruotandolo prima in senso ora-
che si sprigiona con profonde inspirazioni. rio e poi antiorario. Ripetere il
trattamento su ciascun dito.

57

046-059 Riflessologia manoG.indd 57 19/02/20 12:39


Riflessologia della mano
Il trattamento d’urto

IDROTERAPIA:
IL LAVAGGIO
RIATTIVANTE

I l principio della riflessologia è


lo stesso anche per le tecniche
idroterapiche che sfruttano gli
nea (rendendo la pelle liscia,
maggiormente alimentata di
ossigeno e sostanze nutritive e
COME ESEGUIRE BENE
I MOVIMENTI
I movimenti del massaggio de-
effetti termici e meccanici libera da particelle morte), e per vono essere diretti verso la pun-
dell’acqua, in tutte le sue forme, via riflessa migliora il funziona- ta delle dita.
per stimolare le forze di auto- mento e la depurazione degli L’effetto è quello di pulire la
guarigione e quindi potenziare organi interni, attivando anche pelle asportando le cellule mor-
il proprio “guaritore interiore”. la circolazione del sangue e te di superficie e renderla più
LA TECNICA quella linfatica. ricettiva all’energia esterna.
DELLA SPAZZOLATURA Massaggiare le mani con uno Il trattamento poi libera i meri-
Strofinarsi regolarmente la pelle spazzolino fatto di setole natu- diani energetici, rilassa i nervi e
e le unghie delle mani, per pu- rali permette di pulire a fondo le scarica le tensioni.
lirle e per favorire l’eliminazio- unghie insieme ai piccoli organi Dopo la stimolazione, se la pel-
ne di acidi e tossine, rappresen- escretori riflessi che ogni giorno le rimane bianca in corrispon-
ta un valido aiuto per mantenere hanno bisogno di essere liberati denza di una zona riflessa, signi-
tutto il corpo pulito e sano. dalle secrezioni notturne. fica che c’è un accumulo di
Per superare la stanchezza mat- Bisogna riempire il lavandino tossine e per questo è bene insi-
tutina e le difficoltà tipiche di con acqua fredda e strofinare stere a spazzolare. Può accadere
inizio giornata affidiamoci alla bene i palmi delle mani, il dorso di avvertire una sensazione si-
tecnica della spazzolatura a umi- e i lati, pulendo accuratamente mile a quella di tante punture di
do, una terapia di rafforzamento ogni unghia e massaggiando spilli, ed è un buon segno: signi-
e di stimolazione dell’organi- ogni dito. Non dimenticare di fica che il sangue è ritornato a
smo che attiva gli organi emun- strofinare anche le articolazioni circolare e sta apportando vita-
tori, aumenta l’irrorazione cuta- e gli avambracci. lità a tutto l’organismo.

58

046-059 Riflessologia manoG.indd 58 19/02/20 12:39


SCEGLI L’ESSENZA GIUSTA PER TE

È possibile sfruttare le pro-


prietà benefiche degli oli
essenziali aggiungendone qual-
purificante e antinfiammatorio:
aiuta a lenire le irritazioni e il
prurito della pelle. Allevia i do-
che goccia all’acqua (previa lori muscolari e articolari. Ap-
diluizione in olio vegetale o plicato sulle aree di corrispon-
sale o miele). L’effetto “in più” denza è utile in caso di mal di
è dovuto al fatto che le essenze schiena, lombaggini, tensioni menta è per la mente” perché la
penetrano dolcemente nell’or- somatizzate a livello del collo stimola, aumenta la concentra-
ganismo e grazie alla circola- e delle spalle, insonnia. Diffuso zione e rinfresca in caso di af-
zione sanguigna agiscono a li- nell’ambiente crea un’atmosfe- faticamento. Eccellente rime-
vello delle parti del corpo che ra calmante e rasserenante. dio per le affezioni che
hanno proprio maggior bisogno riguardano la testa, come cefa-
di sostegno. lea ed emicrania, perché se la
“testa è calda” a causa di un’ar-
ARANCIO DOLCE,
L’ESSENZA DEL SOLE rabbiatura la menta la rinfre-
E DELLA POSITIVITÀ scherà. Indicata in caso di pro-
È un’essenza solare che richia- blemi all’apparato respiratorio
ma la vitalità, la creatività e la (tosse, sinusite, raffreddore), è
gioia. Tranquillizza e agisce un analgesico e antidolorifico
come antidepressivo. Indicato naturale (tensioni cervicali e
LIMONE, PER RITROVARE
per idratare la pelle secca, in LA CARICA DI ENERGIA dolori muscolari). Diffusa
caso di cattiva circolazione Dal profumo fresco e intenso, nell’ambiente chiarisce le idee
sanguigna e ritenzione idrica è simbolo di purezza e igiene, e rinfresca.
che si manifesta con gonfiori decongestiona la mente, favo-
alle mani. Diffuso nell’ambien- ROSMARINO,
risce la lucidità, aumenta la ACCENDE L’INTUIZIONE
te crea un’atmosfera armoniosa concentrazione e la memoria. Dal profumo balsamico inten-
e serena, stimola il metaboli- Indicato in caso di reumatismi so, il rosmarino è un eccellente
smo e risveglia il buonumore. e gonfiore alle mani. Stimola le energizzante, vince la pigrizia
difese immunitarie, vivacizza, e l’affaticamento, dando vigo-
LAVANDA, PER CHI
HA BISOGNO DI QUIETE tonifica, ed è anche rilassante. re. Rimedio contro l’apatia e la
Simbolo di freschezza e puli- Contrasta l’appesantimento fi- tristezza, è particolarmente
zia, il suo profumo fresco, dol- sico e psichico. adatto per chi ha scarsa autosti-
ce, erbaceo e balsamico emana ma e poca determinazione.
CON LA MENTA
un senso di pace e tranquil- PRENDI DECISIONI Migliora la memoria e la con-
lità e riequilibra il siste- MIGLIORI centrazione. Indicato in caso di
ma nervoso. Indicato per Conferisce forza, decisio- contratture, crampi e dolori mu-
gli squilibri legati allo ne e capacità di agire al scolari, tonifica la circolazione
stress come ansia, inson- meglio Dal profumo in- sanguigna. Diffuso nell’am-
nia, mal di testa, iperten- tenso e penetrante, “la biente aiuta a mantenere la con-
sione e palpitazioni. centrazione ed elimina la stan-
Aumenta l’irrorazio- chezza, accresce la vitalità,
ne dei tessuti, è risollevando l’umore.

59

046-059 Riflessologia manoG.indd 59 19/02/20 12:39


Riflessologia della mano
Come una carta d’identità

LE NOSTRE MANI
rivelano chi siamo
ATTRAVERSO LA FORMA DEI PALMI E LA LUNGHEZZA DELLE DITA,
LE MANI DANNO MOLTE INFORMAZIONI SUL NOSTRO STATO DI SALUTE
E PERFINO SUI TRATTI PRINCIPALI DELLA PERSONALITÀ

L
e indicazioni riportate forme e apprezza tutto ciò che idee originali e il desiderio di
di seguito sono tratte è bello e ha un forte desiderio comunicarle al mondo esterno;
dagli insegnamenti di di cambiamenti, che inizia tutto ciò che è nuovo e insolito
Julius Spier, psicochi- ogni tipo di attività, ma ha ha un effetto stimolante.
rologo tedesco. L’intento di poca determinazione e forza
Spier, attraverso lo studio sul- per portarle a termine. LA MANO NODOSA
le mani, era far conoscere a Con un pollice importante - O FILOSOFICA
ognuno le proprie potenzialità Se la mano è sostenuta da un Caratterizzata da dita inclinate
per poterle sviluppare al me- pollice “forte” la persona è verso il palmo, da giunture del-
glio. Riguardo alla forma delle portata al raggiungimento di le falangi inferiori e medie de-
mani Spier ne distingue tre risultati artistici di alto livello; cisamente nodose e da dita
principali: conica, rettangola- non a caso è la più diffusa tra sottili e ossute, indica una
re, a spatola; e due tipologie attori, danzatori e artisti. mente con una decisa tendenza
più rare: filosofica e primitiva. all’introversione, fortemente
Le tre principali si presentano QUELLA RAZIONALE interessata a temi religiosi e
difficilmente in forma pura, SI INSCRIVE filosofici. È la mano tipica
IN UN RETTANGOLO dell’introverso, che anela alla
mentre quella più comune è la
Ampia alla base e alle estremi- quiete e alla solitudine.
mano rettangolare. Scopriamo
tà, è la mano della persona ra-
insieme le caratteristiche.
zionale, pratica, affidabile e QUELLA PRATICA,
LA MANO DELL’ARTISTA metodica, che fa affidamento HA DITA FORTI E BREVI
HA FORMA CONICA solo su ciò che può essere pro- È la mano meno differenziata,
Detta anche mano aristocrati- vato e realizzato praticamente. che si presenta con un dorso
ca, estetica e raffinata, si rico- Tutto ciò che è nuovo e che grande, ampio e massiccio,
nosce dal fatto che si restringe non rientra nell’orbita della dita tozze e inespressive. Il
alle estremità e le dita hanno sua esperienza razionale viene pollice, in particolare, è spesso
una falange ungueale partico- vissuto con sospetto. così corto che non raggiunge
larmente appuntita. la base dell’indice.
In questo tipo di mano predo- A VENTAGLIO L’impressione generale che
minano elementi emozionali e È INDICE DI CREATIVITÀ trasmette è quella della vici-
intuitivi: è la mano delle per- Stretta alla base e ampia alle nanza agli istinti e di una buo-
sone mentalmente flessibili, di estremità, è la mano della per- na realizzazione nell’ambito di
chi ama l’arte in tutte le sue sona attiva, creativa, che ha un lavoro pratico.

60

060-067 Riflessologia manoG.indd 60 19/02/20 16:26


Prendi l’impronta del palmo dominante
LA FORMA RISPECCHIA IL TUO CARATTERE
Utilizza lo spazio qui sotto per disegnare il contorno della tua mano, così da poterne
più facilmente individuare le caratteristiche distintive. Puoi anche prendere
l’impronta, utilizzando colori a tempera. Scegli la mano dominante (destra, oppure
sinistra se sei mancino).

61

060-067 Riflessologia manoG.indd 61 19/02/20 16:26


Riflessologia della mano
Come una carta d’identità

LA SIMBOLOGIA DELLE DITA


L e dita rappresentano l’intel-
letto, le relazioni esterne,
l’immaginazione. Senza limiti
e mentali di una persona.
Il pollice, inoltre, dà alcune in-
formazioni anche sullo stato
condizioni dell’intestino crasso
e le sue funzioni.

e libere alle estremità esprimo- dei polmoni e, in generale, sul- IL MEDIO È ARMONIA
no, simbolicamente, il cielo, le funzioni respiratorie. Il medio, o dito di Saturno, ha
l’infinito, tutto ciò che è capace la funzione di mediatore. Posto
di sviluppo e di cambiamento. L’INDICE RAPPRESENTA al centro della mano rappresen-
LA VOLONTÀ ta l’armonia, l’abilità di saper
IL POLLICE L’indice o dito di Giove indica distinguere fra giusto e sbaglia-
È AUTOAFFERMAZIONE a livello simbolico l’attitudine to, la giustizia, la ricerca della
Rappresenta il modo in cui si alla leadership, l’autostima, le verità, la correttezza e anche
afferma se stessi secondo i abilità esecutive, l’ambizio- l’analisi di sé.
propri impulsi, ma an- ne, l’autorità spirituale Dà indicazioni sulla circolazio-
che alla luce dell’e- e religiosa. Su questo ne del sangue e sulle funzioni
ducazione ricevuta dito si focalizzano riproduttive del corpo.
in famiglia. gli aspetti esteriori
Il pollice simbo- della vita, tutti L’ANULARE: IL TALENTO
leggia il desiderio quelli che hanno a PER LE ARTI
di superare qualsi- che fare con il potere L’anulare, o dito di Apollo, rap-
asi difficoltà con le nelle relazioni con le presenta la creatività, il talento
proprie forze e con l’au- altre persone. artistico, l’amore per la bellez-
toaffermazione. Non a caso, J. Spier lo chiama za, i sentimenti, la vita di rela-
Il pollice rivela il bagaglio ere- “il dito del mondo” (world fin- zione. Offre indicazioni sul
ditario e le funzioni intellettive ger). Offre indicazioni sulle metabolismo dell’energia.

La flessibilità delle articolazioni delle mani e delle dita indica flessibilità mentale
e fisica, mentre la rigidità delle articolazioni significa invece rigidità.

62

060-067 Riflessologia manoG.indd 62 20/02/20 15:06


Le dita
sono una sorta
di documento
d’identità
che permette
di comprendere
al primo sguardo
il potenziale
di una persona
IL MIGNOLO zare che l’approccio pratico e seguire l’istinto. Le loro mani
È LA RELAZIONE materiale prevalga. Se invece sono agili e abili, aspetto che le
Il mignolo, o dito di Mercurio, sono le dita a essere più lunghe rende adatte a lavori delicati e
simboleggia l’intuizione e le del dorso, la persona tende ad di precisione e che richiedono
doti comunicative, verbali e non avere un limitato senso della concentrazione sui dettagli.
verbali, l’intelligenza e un’inna- realtà e a mettere in primo pia-
no i sentimenti, favorendo la MANI PICCOLE
ta abilità nel convincere gli altri. E PROPORZIONATE
Rappresenta il cuore, l’intestino predisposizione a vivere in un
Sono tipiche di persone guidate
tenue e rispettive funzioni. mondo di fantasia emotiva e di
più dalla ragione che dalle emo-
immaginazione.
zioni, che pensano razional-
MANI GRANDI O PICCOLE PALMI AMPI mente e sono più attente alla
È essenziale osservare la gran- E DITA ALLUNGATE visione d’insieme che ai detta-
dezza del dorso e delle dita: se Le persone con mani grandi e gli, che tendono a trascurare.
proporzionati tra loro indicano dita lunghe sono, generalmente, Chi ha una mano di questo tipo
una certa armonia ed equilibrio, più emotive, più capaci di en- è di solito più adatto a svolgere
se il dorso è molto più ampio e tusiasmo, spesso dotate di fer- un lavoro che necessita di un
grande delle dita si può ipotiz- vida immaginazione e inclini a approccio più generale.

Pensiero pratico o concreto


SONO CORTE O LUNGHE?
Le persone con dita corte sono generalmente più semplici, meno
inclini alle distinzioni, badano più alla sostanza, sono decisioniste,
realizzatrici, dominate più dall’entusiasmo che dalla razionalità
e vivono i loro bisogni istintivi in modo gratificante.
Le persone con dita lunghe hanno generalmente una buona capacità
di analisi, spirito critico e un’attenzione particolare verso i dettagli.
Le dita carnose e dilatate denotano le persone con grande spirito
di adattamento e fiducia nei rapporti con gli altri. Le dita esili rivelano
la difficoltà nel rapportarsi con gli altri, l’insicurezza, la fatica ad affermarsi.

63

060-067 Riflessologia manoG.indd 63 19/02/20 16:26


Riflessologia della mano
Come una carta d’identità

L’assenza
dei “monti”
è sempre
significativa,
così come la loro
eccessiva
prominenza,
che rivela
l’esistenza
di uno squilibrio

I SEGRETI RIPOSTI NEL PALMO


I l palmo rappresenta la costitu-
zione dell’individuo che si det-
ti monti e pianure, come ele-
Se il palmo è molle è indice di
atonia e di poca resistenza, ci
parla di una persona sognatrice,
zucchero e dolciumi in eccesso.
È indice di superlavoro del cuo-
re, delle funzioni circolatorie e
menti di un affascinante poco direttiva, che preferisce dei reni e di tensioni psichiche.
paesaggio. Il palmo rigido è in- guardare le cose dall’esterno e Se è eccessivamente secco è in-
dice di vitalità e tonicità e di adattarsi ad esse. dice di contrazione dei tessuti,
forza fisica. La persona che pos- di vasi sanguigni e capillari, a
siede queste caratteristiche, ge- LA PELLE RIFLETTE causa di consumo eccessivo di
neralmente è intraprendente, IL TIPO DI DIETA sale e di prodotti di derivazione
attiva, ferma sulle proprie deci- Se è umido significa che la per- animale. Riflette una difficoltà a
sioni e sui propri punti di vista. sona sta consumando liquidi, manifestare le emozioni.

DESTRA E SINISTRA SONO UGUALI?


Le due mani, proprio come i due emisferi cerebrali sono un’unità inseparabile e
si integrano a vicenda e rappresentano principi opposti che non possono
esistere l’uno senza l’altro. La sinistra riguarda l’elemento femminile, passivo,
ricettivo della personalità, rappresenta l’eredità genetica, i vizi e le virtù
trasmesse dai progenitori, è la natura innata e lo Yin (femminile, nascosto,
introverso e intuitivo). La destra rappresenta l’elemento maschile, attivo, pratico e lo Yang
(maschile, aggressivo, estroverso e razionale).

64

060-067 Riflessologia manoG.indd 64 19/02/20 16:26


CI SONO “MONTI” E “PIANURE”
A i “monti”, i rilievi che tro-
viamo sul palmo della
mano, è stato attribuito il nome
personalità, come la compren-
sione delle leggi della natura e
i poteri dell’inconscio persona-
alimentazione. Se la parte cen-
trale si presenta rossa, la perso-
na potrebbe soffrire di problemi
dei 7 pianeti. le e collettivo. dell’immagina- circolatori; se violetta sono pre-
zione. Un monte della Luna che senti difficoltà all’apparato ri-
IL MONTE DI VENERE appare molto sviluppato è as- produttivo; se gialla potrebbero
Il Monte di Venere si configura sociato a disturbi ai reni e alla esserci problemi di funzionali-
come una protuberanza che si vescica, alle malattie reumati- tà del fegato e della cistifellea.
estende tra la base del pollice e che e alla nevrosi. Se invece la pianura è troppo
il polso. Tende a rappresentare piatta, la persona esprime senza
l’energia vitale della persona. L’AVVALLAMENTO troppe resistenze i propri im-
Se è rosso vivo indica squilibri AL CENTRO
È LA PIANURA DI MARTE pulsi, atteggiamento che può
dei processi metabolici, un ri- portare, per eccesso, alla di-
Se il centro del palmo, detto
stagno di sangue ed energia. Se spersione dell’energia vitale.
anche Pianura di Marte, è trop-
invece è bluastro o violaceo è
po profondo indica la presenza
segno che le funzioni digerenti
sono disturbate e che è alterato
di ostacoli per le capacità di
espressione, in seguito a inibi-
I livelli di energia
il funzionamento dell’intestino.
zione e controllo degli impulsi
IL MONTE DELLA LUNA e dell’energia.
Il Monte della Luna è sul bordo Se c’è anche una rigidità del FAI IL TEST
cubitale della mano. Esprime le tessuto e alla pressione è dolo- DELLA VITALITÀ
energie psichiche della rante è segno di fatica fisica e Per determinare la quota di
mentale e di problemi a energia, premi con la punta
carico del sistema di- del pollice al centro del
gerente e/o circola- palmo. Dopo aver rilasciato
torio per una scor- osserva come reagisce la
MONTE
retta cute: se riprende la forma
MONTE
DI DI MONTE
APOLLO SATURNO DI GIOVE iniziale significa che la salute
e le capacità di recupero sono
MONTE
DI in buono stato; se invece,
MERCURIO MARTE
POSITIVO
dopo aver sollevato il pollice,
MARTE PIANURA
NEGATIVO DI MARTE rimane impressa la cavità
lasciata dalla pressione
MONTE
DELLA LUNA
esercitata, la resistenza fisica
è piuttosto debole.

PLUTONE NETTUNO MONTE


DI VENERE

65

060-067 Riflessologia manoG.indd 65 19/02/20 16:26


Riflessologia della mano
Come una carta d’identità

NON TRASCURARE LE UNGHIE:


SONO SPECCHIO DELLA TUA SALUTE
L a forma e il colore delle un-
ghie sono considerati impor-
tanti indicatori dello stato di
questi elementi viene a manca-
re, la loro consistenza peggiora.
Spesso la loro fragilità dipende
SOLCHI ORIZZONTALI:
COSA VOGLIONO DIRE
Quando su un’unghia appaiono
salute della persona. da abitudini alimentari scorrette solchi orizzontali più o meno
Le unghie che si spezzano facil- o diete drastiche, ma anche da profondi (le cosiddette linee di
mente e appaiono sottili, molli e malattie debilitanti o trattamen- Beau), la causa è solitamente un
opache sono spesso segnale di ti farmacologici prolungati che trauma alla matrice.
una carenza di vitamine (A, B6, possono provocare un deperi- Se gli avvallamenti interessano
E) o sali minerali (ferro, zinco, mento generale dell’organismo. tutte le unghie, invece, possono
selenio, rame, calcio). Le un- Unghie fragili, con una crescita essere la spia di uno stato di ane-
ghie, infatti, sono costituite da lenta e dall’aspetto opaco posso- mia ma anche di un cambiamen-
minerali, vitamine, aminoacidi, no essere associate a to consistente da poco avvenuto
grassi e acqua e, se qualcuno di ipotiroidismo. nelle abitudini alimentari.
Questo problema si osser-
va anche in persone
Di che colore sono? affette da malattie
croniche come la
sindrome di
LE MACCHIOLINE Raynaud o che
hanno subito un
BIANCHE O BRUNE attacco di cuore.
Se queste piccole macchie
interessano tutte o la STRIATURE
PARALLELE
maggioranza delle unghie
La comparsa di striatu-
possono segnalare la presenza di
re parallele, più o meno
malattie della pelle, come la psoriasi o
profonde, sulla superficie un-
la dermatite atopica. Possono comparire
gueale è un fenomeno legato al
anche durante un periodo di stress e stanchezza o
naturale processo di invecchia-
essere il segnale di un consumo eccessivo di
mento, ma è si riscontra di fre-
zuccheri o di una carenza di zinco e magnesio. In
quente anche in chi soffre di
caso di carenze alimentari, ma anche di
eczemi cronici.
intossicazioni o di malattie sistemiche tra cui lo
Striature rossastre sono in gene-
scompenso cardiaco (linee di Mee) possono
re associate a una permanente
comparire anche delle linee biancastre orizzontali.
condizione di ipertensione.
Le piccole macchie scure, invece, sono di solito
causate da emorragie al di sotto della lamina, DEPRESSIONI A CUPOLA
causate da un trauma, e scompaiono in breve E UNGHIE
tempo. Se non scompaiono possono rappresentare AD ARCO CONCAVO
un neo benigno che cresce, ma anche un melanoma. Questa anomalia (pitting) ri-
Occorre quindi richiedere la visita dermatologica. guarda la superficie dell’unghia
che presenta piccole depressioni

66

060-067 Riflessologia manoG.indd 66 19/02/20 16:26


La riflessologia
migliora
la capacità
a forma di cupola simili a quelle Una colorazione rossa o viola- di osservazione
dei ditali da cucito: è tipica di cea indica che il sangue si trova dei dettagli
malattie della pelle, come la in condizioni di anormalità e
psoriasi, l’alopecia areata e le segnala ipertensione o predispo- e migliora anche
allergie da contatto. sizione a soffrire di problemi
L’estremità dell’unghia a volte cardiovascolari. la visione
può invece risultare fortemente Il colorito anomalo, infatti, è d’insieme,
ispessita per la sua tendenza a spia di una difettosa ossigena-
crescere verso l’alto tanto da zione dei tessuti. di te e degli altri
permettere sotto la formazione
di una cavità (grotta) che si ri-
empie di materiale corneo.
Questa condizione può essere IN CASO DI MICOSI
legata anche a un’anomalia del- L’unghia che presenta
la tiroide o alla psoriasi, caso in contemporaneamente zone bianche
cui le squame della pelle posso- e zone brune è probabilmente
no sollevare la lamina ungueale. parassitata da un fungo
(onicomicosi) e va tempestivamente
IL COLORE VIOLACEO
O GIALLASTRO curata. Un rimedio naturale molto
Un colorito giallastro può esse- indicato è l’olio essenziale di Tea
re sintomo di disturbi epatici, Tree, o “albero del tè”, applicato puro
oppure di sofferenza a carico (2 gocce direttamente sull’unghia) e
dell’apparato respiratorio, ad massaggiato fino a completo
esempio pleuriti, bronchiti e si- assorbimento.
nusiti croniche.

67

060-067 Riflessologia manoG.indd 67 19/02/20 16:26


I PUNTI
RIFLESSI
del VOLTO
COME CI INSEGNANO TUTTE LE ANTICHE MEDICINE E TRADIZIONI,
NEL VOLTO È RAPPRESENTATO L’INTERO UNIVERSO: ECCO PERCHÉ
MASSAGGIANDOLO SI ATTIVA UN INTENSO RINNOVAMENTO
ENERGETICO. LE ZONE RIFLESSE DEL VISO E DELLE ORECCHIE
SONO COLLEGATE A OGNI PARTE DEL CORPO E, NELL’INSIEME,
RISPECCHIANO L’UNITÀ PSICOSOMATICA DELLA PERSONA

70 Il viso custodisce
la mappa di corpo e psiche

76 Le aree riflessologiche 90 Il trattamento protettivo


da memorizzare più completo

80 Pressioni e tocchi 96 Le zone da premere


nella Medicina Cinese contro i disturbi

86 Le cinque sfumature 104 Nel tuo viso è scritta


della pelle la personalità

068-079 Riflessologia volto.indd 68 19/02/20 14:33


068-079 Riflessologia volto.indd 69 19/02/20 14:33
I punti riflessi del volto
Risveglia il tuo potenziale

Il viso custodisce
LA “MAPPA”
DI CORPO E PSICHE
CON L’AUSILIO DI SPECIALI TECNICHE È POSSIBILE INFLUENZARE LE REGIONI
DEL CORPO E LE FUNZIONI DELL’ORGANISMO CORRISPONDENTI AI PUNTI
RIFLESSI DEL VOLTO E STIMOLARE I MECCANISMI DI AUTOGUARIGIONE

I
l termine olismo (dal greco La riflessologia, intesa come un e dello stato di benessere dei
holos = il tutto, l’intero) fa risveglio delle parti “dolenti”, nostri organi interni.
riferimento a una modalità poco accettate o poco compre- Attraverso il viso abbiamo la
di pensiero che considera se, diventa così una disciplina possibilità di incontrare un
l’individuo nella sua globalità olistica per la salute in grado di mondo sommerso in cui labbra,
di corpo, mente e spirito e met- stimolare le funzioni delle par- occhi e naso rappresentano i
te in evidenza il forte legame ti “scollegate” e dunque che suoi piccoli campi d’azione.
che unisce l’uomo alla natura e risultano in disequilibrio, deter- Il volto rappresenta quindi una
all’universo. minando, a catena, scompensi micromappa dell’intero organi-
In quest’ottica tutto ciò che pro- e malfunzionamento di tutta smo che rende possibile, lavo-
viamo, in termini di disagi, do- l’unità psicofisica. rando su un punto specifico,
lori ed emozioni, si manifesta E perché il processo di inter- intervenire sulla parte del corpo
anche sul nostro viso. vento e di riequilibrio si svolga corrispondente, calmandola in
in modo efficace e il trattamen- caso di infiammazione oppure
to abbia un buon esito, ripristi- stimolandola in caso di ipotonia
La riflessologia nando l’equilibrio perduto, è o semplicemente armonizzan-
facciale fondamentale conoscere tutto dola in caso di squilibrio.
è una tecnica ciò che caratterizza e rende uni-
co il volto, osservandone bene STABILIRE UN CONTATTO
semplicissima CON L’INTERNO
tutti i dettagli.
che in pochi tocchi Massaggiando il viso abbiamo
permette di
NEI LINEAMENTI quindi la possibilità di entrare
sollecitare e SI LEGGONO DESIDERI in relazione con gli organi in-
sostenere tutti gli E BISOGNI INESPRESSI terni e con le parti più antiche
organi. E in più offre Sul volto è possibile leggere del nostro cervello. Durante
una stimolazione molte sfumature di noi, delle una manipolazione non si toc-
che ritarda nostre potenzialità e dei nostri cano solo i tessuti cutanei, ma
l’invecchiamento. bisogni inespressi, del nostro anche la componente simbolica
modo di interagire con la realtà della parte che si sta sfiorando.

70

068-079 Riflessologia volto.indd 70 19/02/20 14:33


Lo schema da ritagliare

ECCO COME È importante essere consapevoli del fatto che ogni zona
del nostro viso è depositaria di un’impronta energetica che
SI RIFLETTONO rappresenta un “modo di essere del mondo e nel mondo”:
ORGANI quando si massaggia un’area riflessa l’azione non è
“semplicemente” diretta verso l’organo specifico, ma
E SISTEMI comprende l’intera sfera energetica alla quale appartiene.

1 VESCICA

2 11 INTESTINO CRASSO

3 INTESTINO TENUE 1

4 MILZA
2
5 CISTIFELLEA

6 FEGATO
4 3 4
7 PANCREAS 5 6 5
8 15 STOMACO 7
10 10
9 CUORE 8
11 11
10 RENI 9
14 14
12 POLMONI 12 12
15
13 COLON 13 13
16
14 BRONCHI

16 INTESTINO 17

17 ZONA GENITALE

71

068-079 Riflessologia volto.indd 71 19/02/20 14:33


I punti riflessi del volto
Risveglia il tuo potenziale

IL “DIEN CHAN” E I METODI MODERNI

I l metodo Dien Chan, chiama-


to anche riflessologia facciale,
è una terapia creata dal profes-
brale (song lung). Osservando
la curvatura del naso, Bùi Quôc
Châu si rese conto della somi-
logia situati sul viso, che ven-
gono collocati e numerati
mediante un sistema di quadret-
sor Bùi Quôc Châu agli inizi glianza tra il setto nasale con la tatura. Questo metodo ricorre a
degli anni ‘80 a Saigon (oggi curvatura della colonna verte- strumenti (cercapunti, sfere,
Ho Chi Minh). brale e decise di mettere in pra- rulli dentati) e vanta un largo
Interessato ai principi della ri- tica la sua intuizione, trattando campo di applicazioni, produ-
flessologia e sulla base di intu- il punto sensibile al tatto sul cendo eccellenti risultati nel
izioni suggerite dalla cultura e naso di un paziente con un for- trattamento di disturbi neurolo-
dalla lingua vietnamita, nel te dolore alla schiena che, così, gici, della pelle, del sistema
marzo 1980 il professore indi- scomparve improvvisamente. digestivo, circolatori, urologici,
viduò il primo punto riflesso sul del metabolismo e del sistema
viso. Nella lingua vietnamita, SEICENTO PUNTI riproduttivo.
naso, setto nasale (song mui) ha SOLO SUL VISO Si ottengono effetti notevoli
la stessa radice linguistica della Il Dien Chan attualmente pre- anche nel trattamento di proble-
parola schiena, colonna verte- vede circa 600 punti di riflesso- matiche articolari e muscolari

72

068-079 Riflessologia volto.indd 72 19/02/20 14:33


LA TECNICA CROMATICA ANTIAGE
Peter Mandel, nato nel 1941 in Germania, fondatore della
cromopuntura e della Diagnosi Energetica dei Punti
Terminali (DEPT), che da molti anni si dedica alla ricerca
sulle energie che scorrono nel corpo e sulle possibilità
come la lombalgia, la sciatica,
diagnostiche e terapeutiche che ne
il torcicollo, i crampi ed è mol-
derivano, lungo il suo percorso ha
to efficace nell’alleviare il mal
creato la tecnica della maschera
di testa, l’insonnia e le proble-
cromatica del viso che,
matiche legate allo stress.
stimolata esternamente, lavora
Nel 1988 Lone Sorensen svi-
in profondità liberando la
luppò un metodo di riflessolo-
mente da pensieri, paure e
gia facciale che combina tera-
preoccupazioni.
pie e pratiche antiche e
moderne, conoscenze dell’ana-
tomia e della fisiologia, ponen-
dosi l’obiettivo di equilibrare
l’individuo sia a livello fisico
che psicologico. identificare gli squilibri nella
salute della persona e fornisce
flexology, si basa sull’idea che
LA FACIAL REFLEX le conoscenze per stimolare,
THERAPY il benessere interiore della per-
attraverso il viso, il loro proces-
SORENSEN-SISTEM sona si riflette nel volto.
so di riequilibro.
Si tratta di una tecnica che com- Questo metodo, rinomato per il
bina il percorso dei meridiani e IL METODO naturale effetto lifting che in-
i punti dell’agopuntura, le map- ZONE FACE LIFT-TM fonde, coniuga i benefici ben
pe vietnamite e quelle del Sud Il metodo Zone Face LiftTM, documentati e sperimentati del-
America e la moderna scienza sviluppato da Ziggie Bergman, la riflessologia con il vantaggio
della neuroanatomia. Questo riflessologa del viso e titolare di conferire al viso un aspetto
sistema permette ai terapisti di della London School of Re- radioso e luminoso.

La risorsa in più

IL MASSAGGIO RIGENERANTE
CON I CRISTALLI DI QUARZO
Ristoratrice e rigenerante, la metodologia Zone
Face LiftTM si avvale del massaggio dei punti di
pressione, unito a tecniche di guarigione dei nativi
americani, dell’utilizzo di cristalli di quarzo e del Gua
Sha, metodica di cura molto antica, che consiste
nello sfregare zone specifiche della pelle con una
“spatola” di ambra o di giada che può essere
utilizzata sui singoli punti, su un intero
canale energetico o su un distretto
anatomico più ampio. Questa tecnica
favorisce la circolazione e drena
i ristagni con buoni risultati
nel trattamento delle rughe.

73

068-079 Riflessologia volto.indd 73 19/02/20 14:33


I punti riflessi del volto
I benefici della riflessoterapia

AUMENTA LA VITALITÀ E RINFORZA


LE DIFESE NATURALI
I l nostro viso è protagonista
centinaia di volte al giorno:
per ridere, mangiare, parlare,
i principi delle riflessoterapie,
del massaggio e della digito-
pressione e utilizza una tecnica
APRE I CANALI
ENERGETICI DEL CORPO
Condividendo gli stessi princi-
corrugare la fronte, esprimere e semplice: la stimolazione dei pi delle riflessoterapie, la rifles-
trattenere emozioni. Tutti que- punti-riflesso del viso per pre- sologia del viso lavora per iden-
sti movimenti causano tensioni venire e alleviare il malessere. tificare la causa principale dei
ai muscoli del viso, della testa
e al corpo intero che i profondi
tocchi della riflessologia del Le alterazioni a carico della pelle
viso aiutano a dissipare grazie
a un ciclo di trattamenti che
manifestano ciò che sta accadendo
hanno l’obiettivo di ottenere un nel nostro organismo
corrispondente miglioramento
delle condizioni disarmoniche ecco perché agire sulla cute significa
e una sensazione generale di
benessere. La riflessologia del
comunicare con l’interno
viso rappresenta una sintesi tra e con il profondo

74

068-079 Riflessologia volto.indd 74 19/02/20 14:33


Allevia le tensioni
RIVITALIZZA I MUSCOLI
E RIGENERA A FONDO I TESSUTI
Alcuni dei benefici elencati sono globali e graduali, non
tutti facilmente percepibili dopo un singolo
trattamento. La riflessologia del viso è un metodo di
riequilibrio energetico generale i cui effetti dipendono
dalle condizioni di squilibrio esistenti. In particolare, la
riflessologia allevia la tensione di viso, collo, cuoio
capelluto e sistema nervoso; lavora sulla totalità
dell’organismo per affrontare problematiche specifiche;
rivitalizza i muscoli del viso e riduce e/o previene le
linee di tensione e le rughe.
sintomi del malessere e poi li
tratta con un piano d’intervento
adeguato. Utilizzando le mani
e le dita, i muscoli facciali e le
terminazioni nervose vengono
stimolati e rinvigoriti, aprendo
i canali energetici del corpo.
Questo consente di acquisire un
migliore equilibrio dal quale
dipende il buon funzionamento
di tutto l’organismo, sia sul pia-
no fisico che su quello mentale.

UNA RISORSA SCIOGLIE ANNI


DI CONTRATTURE
nefico sull’equilibrio funzio-
PER MENTE MUSCOLARI
nale degli organi interni.
Questa tecnica agisce a livel-
E CORPO La riflessologia del viso è mol-
lo del sistema nervoso, riatti-
to efficace per combattere il
La riflessologia del viso si è va l’energia e la fa circolare
dolore cervicale, le contratture,
dimostrata particolarmente (permettendo agli organi cor-
i dolori muscolari e le difficol-
efficace in caso di: rispondenti di ritrovare la vi-
tà di movimento a carico delle
• ansia; talità e la normale funziona-
articolazioni. A questo scopo
• tensione nervosa; lità in modo naturale), rende
ottimi risultati si ottengono, per
• stress; più efficienti le funzioni es-
esempio, utilizzando la cromo-
• allergie e sinusite; senziali del corpo e rinforza
puntura, irradiando il colore
• insonnia; le difese immunitarie.
rosso o utilizzando l’infrarosso
• cefalea muscolo-tensiva; Se praticata regolarmente, la
sulla proiezione dell’apparato
• problemi digestivi; tecnica distende i tratti del
osteoarticolare e muscolare.
• dolori articolari e muscolari; volto e migliora la circolazio-
• squilibri ormonali; VISO RILASSATO, ne locale producendo un ef-
• problematiche a livello EFFETTO LIFTING fetto “lifting naturale”.
cutaneo. Attraverso il trattamento dei Un viso rilassato è un volto
punti energetici del volto si che appare subito più giova-
esercita un effetto riflesso be- ne, luminoso e attraente.

75

068-079 Riflessologia volto.indd 75 19/02/20 14:33


I punti riflessi del volto
La geografia del viso

Le aree riflessologiche
DA MEMORIZZARE
SULLE MAPPE POSSIAMO INDIVIDUARE I PRINCIPALI PUNTI RIFLESSI
CHE RAPPRESENTANO LE PROIEZIONI DEGLI ORGANI A LIVELLO DEL VISO

P
ossiamo considerare
l’uomo come un essere
costituito da tre parti
principali:
il capo Da esso dipende prin-
cipalmente la funzione psichi-
ca. Il capo ha la sua rappresen-
tazione visologica a livello
della fronte.
Il torace Da esso dipende la
funzione cardiorespiratoria.
Il torace ha la sua rappresenta-
zione visologica a livello dei
due terzi inferiori del naso e
degli zigomi.
L’addome Da esso dipendono
la funzione digestiva, intestina-
le, renale e genitale.
L’addome ha la sua rappresen-
tazione visologica a livello del-
le guance e del mento.

LA MAPPA DI PROIEZIONE
DELLE PARTI DEL CORPO
La testa è rappresentata nella
parte centrale della fronte.

Le mappe riflessologiche variano


leggermente, secondo le diverse scuole,
ma tutte ci aiutano a riconoscere
le corrispondenze tra i segni che possono
manifestarsi sul viso e le parti del corpo.

76

068-079 Riflessologia volto.indd 76 19/02/20 14:33


La radice del naso corrisponde Area 1 Dalla radice del naso Area 9 Area intorno alle lab-
alla cervicale. verso la sua base: cuore, arteria bra: intestino tenue.
Le spalle si proiettano alla ra- polmonare. Area 10 Dalla parte superiore
dice delle sopracciglia, le brac- Area 2 Dalle sopracciglia agli del mento al bordo inferiore:
cia seguono la linea delle so- zigomi: polmoni. utero, ovaie, vescica, retto.
pracciglia con le mani a livello Area 3 Alla base dello zigo- Area 11 Su entrambi i lati del-
delle tempie. mo, a destra: fegato. la bocca: i reni e le ghiandole
La colonna vertebrale inizia Area 4 Inclusa nella stessa surrenali.
dalla parte inferiore della fron- zona precedente (3), verso la
te e segue la curvatura del naso. base: cistifellea.
Le natiche e il bacino sono rap- Area 5 Alla base dello zigo-
presentati dalle narici. mo, a sinistra: stomaco.
Le cosce seguono le pliche la- Area 6 A sinistra della narice:
terali del naso. la milza.
Le ginocchia si ritrovano a lato Area 7 Proprio sotto il naso:
degli angoli della bocca. stomaco, pancreas, intestino
Le gambe seguono la linea che crasso, ovaie.
le collega al mento. Area 8 La zona del colon ini- 2 1
I piedi si riuniscono invece a zia dal lato destro del mento, 3
livello del mento. sale a livello del labbro supe- 5 6
4 7
LA MAPPA DI PROIEZIONE riore, attraversa la regione si- 11
8
DEGLI ORGANI INTERNI tuata tra la base del naso e le
9
Possiamo identificare le aree che labbra e poi ridiscende verso la
10
corrispondono ai singoli organi. punta del mento.

77

068-079 Riflessologia volto.indd 77 19/02/20 14:33


I punti riflessi del volto
La geografia del viso

I TRE PIANI DA OSSERVARE


L a regola di fondo tramanda-
ta da tutte le scuole afferma
che il volto riassume le caratte-
ZONA DELLA FRONTE

Pensiero
ristiche di tutto il corpo, che è
una sorta di unità nell’unità, e ZONA DELLE GUANCE
che, proprio come il corpo, è ●
Emozioni
divisibile in una parte alta, una e comunicazione
mediana e una bassa, ognuna
con uno specifico significato
simbolico e associata a caratte- ZONA DELLE MASCELLE
ristiche psicologiche. ●
Istinti
Le tre zone possono trovarsi in
perfetto equilibrio, anche se più
spesso accade che una o due
zone siano più sviluppate ri-
spetto alle altre, segnale, secon-
do la morfopsicologia, di una
maggiore influenza di essa sul
temperamento della persona.
Questo squilibrio si può osser-
vare a colpo d’occhio, quando
si ha lo sguardo sufficientemen-
te allenato alla fisiognomica.

LA FRONTE LE GUANCE: EMOZIONI rezzare, difendere e aggredire


È IL PENSIERO E COMUNICAZIONE sono in relazione con il contat-
Questa area comprende la fron- Questa area comprende gli oc- to emotivo.
te, le tempie e la parte alta chi, gli zigomi e il naso. Corri- L’occhio riflette la luce interio-
dell’arco sopracciliare. Corri- sponde al mondo delle emozio- re, esprime la parte più intima
sponde al mondo del pensiero ni e della comunicazione, delle emozioni e il naso (respi-
e agli organi del capo dove si evocando il contatto con il razione e percezione degli odo-
svolgono i processi mentali di mondo esterno (occhio, naso, ri) rappresenta invece, in parti-
assimilazione ed elaborazione orecchie) e gli organi della por- colar modo, la relazione tra
dei dati sensoriali. La zona del- zione centrale del corpo (arti esterno e interno.
la fronte è il luogo dove i pen- superiori, cuore e polmoni e Per la tradizione cinese, la zona
sieri, le prolungate riflessioni e parte alta dell’addome). intorno agli occhi è in relazione
le preoccupazioni lasciano il Il cuore è il centro dell’affetti- con il mondo acquatico, con gli
segno. Per la Medicina Cinese vità, i polmoni sono responsa- organi Rene e Stomaco sul cui
è la zona di proiezione di Inte- bili dell’interazione tra il dentro meridiano c’è un punto, collo-
stino Tenue e Fegato, organi e il fuori e parlano il linguaggio cato proprio sotto l’occhio, det-
che hanno il compito di trasfor- degli scambi affettivi e della to “Vaso di lacrime”; la zona
mare e assorbire le “impressio- vita di relazione, e gli arti supe- che si estende dagli occhi alla
ni” lasciate dal cibo introdotto. riori, in grado di toccare, acca- bocca è in relazione agli organi

78

068-079 Riflessologia volto.indd 78 19/02/20 14:33


Ogni forma è una personalità
PRINCIPI DI FISIOGNOMICA TRIANGOLARE
La forma del volto, secondo la fisiognomica, rivela alcune
caratteristiche psicologiche della persona.

TRIANGOLARE Fronte e guance ampie rispetto al mento


piccolo e appuntito.
I tratti denotano l’individuo come indisciplinato, ribelle,
spontaneo, istintivo, inaffidabile, arguto, irrazionale, fantasioso,
intraprendente, intelligente.
QUADRATA
QUADRATA Fronte, mascella e guance hanno la stessa
ampiezza e la somma delle loro misure è uguale alla lunghezza
del viso. L’individuo è sveglio, energico, caparbio, stabile,
ipercritico, pratico, infaticabile, tenace.

CONICA I lineamenti si rimpiccioliscono nella parte alta del


viso. La persona è concreta, realista, gioviale, pigra, amante
delle comodità, conservatrice, con poca immaginazione,
autoritaria e programmatrice.
OVALE
OVALE Fronte e mascella di uguale larghezza e più piccole delle
guance: la forma del viso allungata. La persona tende ad avere
tratti che la rendono volubile, eclettica, incostante, ingenua,
preveggente e intuitiva.

TONDA Fronte, mascella e guance di uguali dimensioni. La loro


somma è pari alla lunghezza del viso.
L’individuo è dinamico, impetuoso, comprensivo, dominatore,
realista, pragmatico, sensuale e passionale. TONDA

Polmone e Cuore, che governa to corrisponde invece al mondo


il livello psichico. degli istinti e agli organi della
Il naso, che si trova sotto il do- parte bassa del corpo: l’intesti-
minio del meridiano del Cuore, no, l’apparato urogenitale e gli
è, sempre secondo la medicina arti inferiori ed evoca tutti gli
cinese, connesso all’intuizione. aspetti legati all’oralità, alla
sfera sessuale e alle componen-
LE MASCELLE: ti aggressive.
L’ISTINTO VITALE Secondo la tradizione cinese,
Questa zona comprende la questa zona è il luogo di incon-
mandibola, la bocca, il mento e tro dei meridiani di Intestino
il collo. L’area inferiore del vol- Crasso, Rene e Stomaco.

79

068-079 Riflessologia volto.indd 79 19/02/20 14:33


I punti riflessi del volto
La visione energetica

Pressioni e tocchi nella


MEDICINA CINESE
LA TRADIZIONE MEDICA DELL’ESTREMO ORIENTE HA DA SEMPRE UTILIZZATO
LA PRESSIONE DI ALCUNE SPECIFICHE AREE DEL VISO PER INSISTERE
SU ORGANI E MERIDIANI, RISTABILENDO EQUILIBRIO E SALUTE

S
econdo la Medicina
Cinese, gli squilibri
energetici dell’organi-
smo si riflettono sulla
superficie attraverso punti do-
lorosi e alterazioni della pelle
in aree specifiche del viso. Que-
sta mappa ci permette di entra-
re più nel dettaglio per poter
riconoscere tutti i segnali che il
viso ci invia.

ZONA 1 - INTESTINO TENUE


L’alterazione energetica del-
l’Intestino tenue si evidenzia
con: una colorazione rossastra
della zona accompagnata da
temperatura più elevata della
pelle, segno di infiammazione
I punti utilizzati nella digitopressione orientale
dell’organo.
delineano mappe leggermente diverse da quelle
Si verificano anche disturbi di
definite dalla moderna riflessologia, perché basate
memoria e concentrazione; ru-
sui meridiani e sulla circolazione energetica.
ghe orizzontali della fronte, nu-
merose e profonde, a livello
psichico evocano la tendenza a
rimuginare e al dubbio; tre ru- ZONA 2 - VESCICA pelluto. La persona può avere
ghe sottili, con andamento on- Anche lo squilibrio energetico problemi di eliminazione dei
dulato, sono segno di saggezza della Vescica si manifesta con liquidi. Le rughe che partono
e di un’indole calma e serena; il colore rosso, spesso accom- dalla radice delle sopracciglia
una sola ruga orizzontale, leg- pagnato da desquamazione e si estendono in diagonale lun-
germente inclinata verso il basso sull’orlo delle sopracciglia e go l’area di proiezione di Vesci-
indica la tendenza alla riflessio- alla radice dei capelli, che può ca segnalano uno stato di peren-
ne e alla depressione. estendersi su tutto il cuoio ca- ne vigilanza, tipico di chi è

80

080-089 Riflessologia volto.indd 80 19/02/20 14:48


sempre in tensione e di chi cer- gano si possono manifestare con ta iperattività delle ghiandole
ca in ogni momento di avere la una dilatazione del contorno surrenali, tipica nelle situazioni
situazione sotto controllo. occhi, con gonfiore acqueo (bor- di stress. Se questa condizione
se) e sudorazione della zona perdura e le occhiaie diventano
L’area da stimolare in caso di dopo uno sforzo o con il contor- profonde, possiamo considerar-
cefalea e sinusite - La stimola- no occhi rientrato, di colore gri- la espressione di una condizione
zione del punto energetico VU2 gio che indica una tendenza alla di affaticamento cronico.
“Bambù riunito o raccogliere il cristallizzazione (calcoli) e stan- Le borse sotto le palpebre rap-
bambù” collocato sul Meridia- chezza. L’utilizzo, in eccesso, presentano, a livello simbolico,
no principale della Vescica, dell’energia ereditaria rappre- due vasi colmi di lacrime che
all’estremità interna delle so- sentata dai reni può condurre a non riescono più a fluire, forse
pracciglia, è indicata in caso di disfunzioni sessuali, regolate perché bloccate dal timore di
cefalea, ostruzione nasale, in- dalla stessa energia. Una legge- piangere o di esprimere lo scon-
fiammazioni oculari, vista offu- ra borsa vicina all’occhio deno- tento e l’amarezza.
scata, prurito oculare, dolore
agli occhi, febbre da fieno.

ZONA 3 - CUORE
L’area del cuore si colloca sopra
le arcate sopraccigliari. Un’altra
zona di proiezione dell’organo
è la punta del naso e l’area al di
sopra del labbro superiore. In
caso di problematiche cardiocir-
colatorie queste aree possono
Int. tenue

arrossarsi o impallidire soprat-


ca
Ve

tutto in seguito a uno sforzo o a sci


sc

un pasto troppo abbondante. È


ica

Ve

un segno accompagnato spesso


da un biancore marmoreo intor-
no agli occhi e dalla sudorazione
Cuore Cuore
del labbro superiore. Occorre Fegato
Fegato

Fegato
massima prudenza: il sangue e i
Pancreas

vasi sanguigni sono saturi.


ZONA 4 - FEGATO Reni Reni
Gli squilibri del fegato si mani-
festano in mezzo alle sopracci- Stomaco Stomaco
glia e a livello delle tempie con:
secchezza dell’epidermide e irri-
Polmoni
sso
Polmoni

Int.

tazione; un leggero avvallamen-


to doloroso alla pressione in mez-
Cuore
cra

cra

zo alle sopracciglia; mal di testa


Int.

a livello delle tempie con riper-


sso

cussioni sulla nuca; macchie pig-


mentate di colorito brunastro. Disturbi ormonali
ZONA 5 - RENI ginecologici
L’area dei reni si colloca intorno
agli occhi. Gli squilibri dell’or-

81

080-089 Riflessologia volto.indd 81 19/02/20 14:48


I punti riflessi del volto
La visione energetica

RICONOSCERE GLI SQUILIBRI DEL QI


N ella visione orientale, il
corpo umano è animato da
un flusso costante di energia
È fondamentale adeguare modi,
tempi e manualità alla persona
vitale. Se questo incontra osta-
coli, gli organi e le funzioni da trattare perché ognuno ha zone
corrispondenti perdono l’equi-
librio che ne garantisce la salu-
di tensione muscolare caratteristiche
te… e da qui nascono i disturbi. del proprio modo di reagire
Stimolare le aree specifiche del
viso permette di raggiungere i alle sollecitazioni interne ed esterne
meridiani e aiuta a ristabilire
l’armonia che è alla base del
benessere.

ZONA 6 - STOMACO
La zona di proiezione dello sto-
maco, che generalmente si evi-
denzia dopo i pasti, si conge-
stiona manifestando rossore
agli zigomi se la persona soffre
di digestione lenta con rischio
di crampi, gonfiori intestinali,
sonnolenza postprandiale e se
è spesso nervosa perché mangia
in fretta e di conseguenza assi-
mila male il cibo.

L’area da stimolare per far


sparire occhiaie e borse - In
questa zona si trova il punto
energetico del Meridiano prin-
cipale dello stomaco S1 “Vaso
delle lacrime”. È indicato sti-
molare questo punto, collocato
sotto la pupilla in un solco po-
sto sulla verticale che passa per
il suo centro, in particolare in
caso di infiammazione e atrofia
del nervo ottico, disturbi visivi,
malattie oculari in genere, pal-
pebre gonfie, muscoli del viso
contratti, rughe sotto gli occhi.

82

080-089 Riflessologia volto.indd 82 19/02/20 14:48


Ecco il significato
RUGHE D’ESPRESSIONE?
MOSTRANO IL TUO CARATTERE
ZONA 7 - POLMONI Una ruga profonda verticale, a destra, che parte dalla
Lo squilibrio si manifesta con radice del naso e va verso la fronte è “la ruga della collera”.
una grossa ruga che parte dagli Una sola ruga verticale tra le sopracciglia
zigomi e corre parallela al naso. è tradizionalmente vista come segno di potere, di autorità
In caso di forte squilibrio intor- e attitudine al comando. Le rughe diagonali che partono
no a questo segno possono ap- dalla radice delle sopracciglia e vanno verso le tempie
parire eruzioni cutanee. sono tipiche di chi cerca di avere in ogni momento la
Le rughe in questa zona si for- situazione sotto controllo ma anche di chi
mano se la persona tende a re- ha un atteggiamento curioso nei confronti della vita.
primere la tristezza.
Non a caso, guance molto se-
gnate fanno pensare a un “viso
scavato dalle lacrime”.
Due o tre rughe verticali all’al-
tezza del naso e della bocca
ricordano una palizzata eretta a
difesa contro gli attacchi del
mondo esterno e tendono ad
apparire soprattutto in persone
ipersensibili che si lasciano fe-
rire facilmente.

ZONA 8 - INTESTINO
CRASSO
La zona di proiezione dell’in- ZONA 9 - PANCREAS colorazione con cute giallastra,
testino crasso spesso si dilata e L’area interessata ricopre il dor- rigonfiamenti o prurito.
si gonfia quando le scorie inte- so del naso, esclusa la punta. In
stinali non vengono evacuate caso di disturbi digestivi legati ZONA 10 - AREA
adeguatamente. Nell’area intor- RIPRODUTTIVA
a cattiva alimentazione, stress
no alla bocca, allora, possono I disturbi ginecologici si ma-
cronico, eccesso di zuccheri,
comparire foruncoli e piccole nifestano nella zona del men-
alcol e caffè in questa zona po-
infezioni cutanee. to e nella zona sottomandibo-
tranno comparire variazione di
lare con foruncolosi e una
colorazione bruno-grigiastra.
Questa superficie è spesso ri-
L’ENERGIA VITALE velatrice di cisti alle ovaie.
La zona comprende anche l’a-
CHE FLUISCE IN NOI rea cutanea sopra il labbro
Il termine Qi viene normalmente reso nella traduzione come superiore: una ruga oriz-
“energia”, è la forza vitale che permea tutto il cosmo e che si zontale qui può associarsi a
manifesta negli esseri viventi, con caratteristiche peculiari a disturbi mestruali o della sfe-
seconda del compito svolto nei diversi distretti corporei. Il ra psicosessuale; piccole in-
concetto di Qi può assumere, perciò, delle diverse qualità e crespature verticali sono col-
manifestazioni, termini differenti, ma in linea generale legate all’indebolimento e al
possiamo intendere questo concetto come “energia vitale”. decadimento della funzione
sessuale.

83

080-089 Riflessologia volto.indd 83 19/02/20 14:48


I punti riflessi del volto
La visione energetica

LE ZONE RIFLESSE DEI MERIDIANI


I l sistema dei meridiani è una
rete di comunicazione energe-
tica che assicura l’unità dell’or-
MERIDIANI YIN MERIDIANI YANG
ganismo grazie ai collegamen- • Polmone • Grosso intestino
ti che stabilisce tra organi, • Ministro del cuore • Triplice riscaldatore
visceri, membra, organi di sen- • Cuore • Intestino tenue
so, pelle, muscoli, tendini, ossa. • Milza • Stomaco
È un sistema che provvede al • Fegato • Vescica biliare
mantenimento dell’attività vi- • Rene • Vescica
tale delle varie parti del corpo
e, insieme ai vasi sanguigni,
alla loro nutrizione. È formato
da canali energetici verticali (me- dell’attività fisiologica dei me- degli arti e del busto, quelli
ridiani jing mai), da canali colla- ridiani principali. Sotto la su- collegati ai visceri (yang) per-
terali luo (che percorrono il corpo perficie si trovano i meridiani corrono il lato posteriore ed
orizzontalmente) e da strutture luo, che fungono da assistenti esterno degli arti e del dorso.
superficiali di connessione costi- ai meridiani principali nella di-
tuite dagli strati tendino-musco- stribuzione dell’energia.
lari e dalle zone cutanee. In profondità si trovano i meri-
diani principali (sono 12 e per-
PRINCIPALI corrono sia la parte destra del
E STRAORDINARI corpo sia quella sinistra per un
I meridiani tendino-muscolari totale di 24 percorsi) e gli stra-
si trovano in superficie e inte- ordinari. Ogni meridiano è col-
ressano le fasce tendinee, i mu- legato a un organo e accoppiato
scoli e le articolazioni, mentre a un viscere: i meridiani colle-
le zone cutanee sono le proie- gati agli organi (yin) percorro-
zioni a livello superficiale no la parte anteriore e interna

84

080-089 Riflessologia volto.indd 84 19/02/20 14:48


I PUNTI DA TENERE A MENTE
I punti di digitopressione del
viso più utilizzati si trovano
sui tragitti dei meridiani, a ec- VG 24,5
cezione dei meridiani straordi-
nari ren mai e du mai e di alcu-
ni punti ad azione particolare VU 2 VU 2
(punti fuori meridiano). Sco-
priamoli insieme.

VU2 “Bambù riunito” - Si S2 S2


trova all’estremità interna del
sopracciglio: illumina la vista.
Indicato in caso di cefalea occhi
IC 20 IC 20
stanchi, visione offuscata, in-
fiammazioni oculari, per illu- S3 S3
minare lo sguardo.
VG 26
VG 24,5 “Terzo Occhio” - È S4 S4
tra le sopracciglia, nella fosset- VC 24
ta presente nel punto in cui il
dorso del naso entra in contatto
con l’osso della fronte.
Riequilibra le funzioni della
ghiandola pituitaria e apre le I punti di digitopressione e di agopuntura
cavità nasali. si contraddistinguono con una lettera o una coppia
di lettere (che indica il meridiano) e un numero.
S2 “Quattro bianchi” - Si tro-
va nella fossettina sotto l’orbi-
ta, sulla linea della pupilla. Il- caso di nevralgia trigeminale, che unisce la base del naso con
lumina gli occhi. Indicato in paresi facciale e per attenuare e il labbro superiore.
caso di palpebre gonfie, cefa- prevenire le rughe naso-labiali. La sua stimolazione purifica il
lea, infiammazioni oculari. cervello e il naso. Allevia anche
S3 “Bellezza facciale” - Si tro- il dolore e la rigidità della
IC 20 “Accoglienza dei pro- va sotto lo zigomo, direttamen- schiena in caso di lombalgia.
fumi” - È nel solco fra le ali te in linea con le pupille. La sua
del naso e le guance, in corri- stimolazione rilassa i muscoli VC 24 “Nutrimento di soste-
spondenza del bordo inferiore del viso, controlla la circolazio- gno” - Si trova nella fossetta
del naso. Indicato in caso di ne nel volto, allevia la conge- del mento, a metà strada tra il
ostruzione nasale, anosmia. stione dei seni nasali e le irrita- centro del labbro inferiore e,
zioni agli occhi. appunto il mento. Allevia le
S4 “Granaio della terra” - Si tensioni facciali e il torpore
trova all’estremità della com- VG 26 “Centro della perso- emotivo. Indicato in caso di
messura labiale. Indicato in na” - Collocato lungo la linea dolori alla gola.

85

080-089 Riflessologia volto.indd 85 19/02/20 14:48


I punti riflessi del volto
Impara a osservarti

Le cinque sfumature
DELLA PELLE
UN OSSERVATORE ATTENTO DELLE CARATTERISTICHE DEL VOLTO DOVRÀ
IMPARARE A FARE ATTENZIONE ANCHE ALLA QUALITÀ DELL’INCARNATO,
CHE FORNISCE TANTE INFORMAZIONI UTILI SULLO STATO DI SALUTE

I
colori che la pelle può as-
sumere sono principalmen-
te cinque: il verde, il rosso,
il giallo, il bianco, il grigio
e possono presentarsi con mol-
te sfumature.
Essi si osservano per analogia
e spesso sono legati a una mor-
fologia particolare e a un de-
terminato temperamento. L’in-
carnato e i colori della pelle, le
alterazioni (foruncoli, rughe
profonde, pori dilatati, sec-
chezza o desquamazione in un
settore preciso, cambiamento
della compattezza e dell’elasti-
cità di una zona specifica, tem-
peratura della pelle in rapporto
alle zone vicine, gonfiore o
depressione, modificazione
della forma dei muscoli, con-
tratture muscolari, stato con- rita” in cui scaricarsi, elimi- nerali essenziali, capaci di ar-
gestizio, peluria anormale) nando le tossine. monizzare e regolare i proces-
manifestano ciò che accade si chimici nelle cellule. Nel
all’interno del nostro corpo. LA TEORIA DEI SALI 1874 pubblicò il suo libro
Un’eruzione cutanea non si MINERALI ESSENZIALI “Eine Abgekürzte Therapie”
presenta casualmente in un Alla fine del XIX secolo, il dedicando un intero capitolo
punto piuttosto che in un altro, medico tedesco Wilhelm Hein- alla diagnosi del viso. La sua
ma appare in un posto del viso rich Schüssler (1821-1898) teoria sosteneva che quando i
che corrisponde a un organo definì il metodo terapeutico sali essenziali non vengono
interno che ha un’area “prefe- che ruota intorno a 12 sali mi- assorbiti nel modo giusto sul

86

080-089 Riflessologia volto.indd 86 19/02/20 14:48


viso si manifestano segni tipi-
ci, come cambiamenti croma-
Se mancano i micronutrienti
tici, rientranze o sporgenze di
alcune parti, rughe, modi che
di consistenza della pelle, lu-
cidità. I suoi studi furono poi
portati avanti da Kurt Hi-
ckethier (1891-1958) che da
subito fu affascinato dalla bio-
chimica del dottor Schüssler,
tanto che dal 1910 iniziò la sua
ricerca sulla diagnosi del viso.
Oggi, grazie al suo metodo è
possibile effettuare un’analisi
dei tratti somatici in grado di
individuare una terapia con la
biochimica di Schüssler, senza
alcun errore.
Il primo passo, nel rispetto del- LE CARENZE MINERALI
la teoria proposta, è osservare SI VEDONO NELL’INCARNATO
il viso in generale, notando la
luminosità, il colore dell’incar- Secondo il dottor William Heinrich Schüssler,
nato e le macchie di colore. la disarmonia (malattia) si accompagna sempre
a una carenza di specifici sali minerali. In base
VERDE alla teoria dei Sali, da lui formulata, il viso può
HAI BISOGNO rivelare la carenza di una o più sostanze
DI DEPURARTI organiche e il rimedio per ritrovare l’equilibrio
Un colorito lievemente sfuma- è somministrare quelle che risultano carenti.
to verde-giallo è tipico di chi
ha problemi di depurazione a
livello del Fegato. È il colore
che contraddistingue il tempe- metaboliche del corpo, e in si sanguigna. Per la Medicina
ramento bilioso. È facile ri- particolare quelle epatiche. Cinese riflette l’accumulo di
scontrarlo collegato a un viso calore nell’organismo. Il “ros-
triangolare e a una struttura ROSSO so” può presentarsi anche solo
fisica muscolosa. Un viso così TROPPE EMOZIONI in foruncoli o infiammazioni,
colorito, più precisamente a IN CIRCOLO segnali di anomali processi fer-
livello di fronte e tempie e con È il colore del temperamento mentativi causati dall’eccessivo
un rosso acceso prevalente- sanguigno e allegro e general- consumo di prodotti animali.
mente sul naso e sulle guance mente collegato a un viso qua- Macchie rosse ai lati delle ali
fino alle orecchie, indica la drangolare e a una costituzione del naso e improvvisi rossori
carenza di Natrium sulfuricum fisica in cui è evidente la gab- possono indicare la carenza di
(Solfato di sodio): il sale disin- bia toracica. È un colorito at- Magnesium Phosphoricum
tossicante per eccellenza. tribuito al sangue, al sistema (Fosfato di Magnesio), consi-
Assumere questo aiuta a circolatorio, alle infiammazio- gliato in caso di irrequietezza,
espellere le sostanze super- ni e alle emozioni e ci mette di tensione psichica, dolori e con-
flue, eliminando tutte le scorie fronte a una tendenza alla sta- tratture al collo e alle spalle.

87

080-089 Riflessologia volto.indd 87 19/02/20 14:48


I punti riflessi del volto
Impara a osservarti

IL COLORITO RIVELA COME STAI


G uarda chi hai intorno a te! GIALLO logia imparentata con il tipo
LO STOMACO
Puoi notare facilmente le RICHIEDE “verde”, ma con la muscolatu-
differenze di colorito tra una ATTENZIONI ra più sottile. Siamo di fronte
persona e l’altra: alcune hanno Il colore giallo, e soprattutto il a una persona piuttosto nervo-
un viso rosso, altre grigio, altre giallo-grigio, indica general- sa, ansiosa, ma anche riflessiva
bianco, per esempio. Queste mente squilibri a livello del- e meditativa.
differenze non sono opera del l’apparato digerente. Un simi- I suoi nervi le provocano spes-
caso, ma il risultato di un com- le colorito è spesso collegato a so problemi digestivi.
portamento organico. un viso ovale, con una morfo- Il colorito giallo-brunastro, si-
mile al color ocra, in partico-
lare intorno agli occhi, sulle
guance e sul mento, accompa-
gnato da una pelle grassa, con
impurità, e a un volto spento e
avvilito, secondo la teoria dei
Sali evidenzia la carenza di
Kalium sulfuricum (solfato di
potassio: zolfo + potassio),
sale che va anche abbinato alle
secrezioni purulente e di colo-
re giallastro, a desquamazioni
della pelle con formazione di
croste giallastre.
Il potassio, con il sodio, è il
minerale responsabile della
trasmissione degli impulsi ner-
vosi, della carica e del dinami-
smo psichico, in grado di de-
purare l’organismo grazie
all’azione dello zolfo, “l’ope-
ratore ecologico” dalla divisa
Occhiaie e “borse” gialla (come lo zolfo) del no-
stro corpo.
Lo zolfo ha una tendenza cen-
OCCHI CERCHIATI DI BLU? trifuga: gli enzimi che lo con-
FORSE TI MANCA IL FERRO tengono portano fuori le so-
stanze di scarto attraverso gli
Occhi cerchiati da ombre nero bluastre, occhi infossati, organi emuntori (fegato, reni,
espressione del volto spenta, rivelano la carenza epidermide, polmoni).
di Ferrum phosphoricum (fosfato di ferro), il sale L’accumulo di tossine a livello
che stimola le difese dell’organismo, un vero toccasana mentale si traduce in una ten-
per tirarsi su di tono! denza a “rimuginare sui pen-
sieri”, per questo assumere

88

080-089 Riflessologia volto.indd 88 19/02/20 14:48


Kalium sulfuricum favorisce il
rinnovamento cerebrale, attra-
verso l’eliminazione di tutto
ciò che è nocivo.
Si rivela adatto anche per com-
battere la parte finale delle in-
fiammazioni.

BIANCO
SEI MOLTO
STANCO,
DOVRESTI RIPOSARE!
Un colorito pallido e bianco
indica mancanza di sangue,
anemia e stanchezza, ma può
anche segnalare un senso di
paura e disequilibri a carico
dell’apparato respiratorio e del KALIUM PHOSPHORICUM,
sistema linfatico.
È il colore tipico del tempera-
PER RITROVARE LA CARICA
mento flemmatico. Per la Me- È il sale indicato per risolvere gli stati di esaurimento,
dicina cinese è collegato con di mancanza di energia e le condizioni di eccessivo
l’energia dei Polmoni e dell’In- lavorio mentale. Questo sale rappresenta la vera e
testino Crasso. propria azione del potassio: l’elemento stimolatore per
Il colorito bianco caldo, ten- eccellenza del sistema nervoso (insieme al fosforo).
dente all’avorio, simile alla Si rivela essere il sale specifico del sistema nervoso,
cera, in particolare nella zona utile per combattere la mancanza di vitalità e la
delle orecchie, della fronte, stanchezza nella sua forma più forte e intensa.
delle ali e della punta del naso,
associato a un viso magro e
allungato, con una pelle che
appare sottile e poco consi- A livello nervoso con stan- paurosa, fragile, a un viso mi-
stente, rivela la carenza di Cal- chezza, difficoltà di concentra- nuto e a occhi spesso cerchiati.
cium phosphoricum (fosfato zione, insonnia, irritabilità. È tipico del temperamento me-
acido di calcio, formato da lanconico. Un viso dal colorito
GRIGIO
calcio e fosforo): il sale rico- CHE STRESS! grigio cenere con macchie sfu-
stituente, adatto per gli stati È ORA DI FERMARSI mate dello stesso colore che si
anemici e per la riparazione Il colorito grigio, sbiadito, notano maggiormente agli an-
dei tessuti dopo una malattia. spento e opaco indica stress, goli esterni degli occhi e a li-
La carenza di questo sale si affaticamento e un indeboli- vello del mento, stanco, con
ma nifesta con mancanza di mento energetico profondo tempie infossate e un’espres-
energia (fosforo) e fragilità che, per la Medicina Cinese, sione apatica indica la carenza
(calcio), a livello corporeo con dipende principalmente dal di Kalium phosphoricum (fo-
osteoporosi, fragilità ossea con Rene. Questo colore è spesso sfato di potassio: potassio e
tendenza a fratture frequenti e collegato a una morfologia fosforo): il tonico del sistema
denti fragili e deboli. contratta, poco muscolosa, di Schüssler.

89

080-089 Riflessologia voltoG.indd 89 20/02/20 15:28


I punti riflessi del volto
Nel cuore della tecnica
Se esegui l’intero

Il trattamento percorso proposto,


stimolando via via
tutti i punti, puoi

protettivo
ottenere un
trattamento
completo che
agisce sull’intero

COMPLETO
organismo,
riequilibrandolo
e rafforzandolo.
Ma puoi anche
IMPARIAMO LA SEQUENZA DI TOCCHI MIGLIORI scegliere
di concentrarti solo
CONTRO I DISTURBI PIÙ COMUNI, DA REALIZZARE su alcuni punti
ANCHE IN AUTOTRATTAMENTO, PER SENTIRSI specifici…
SUBITO PIÙ LEGGERI E ATTIVI

L
a sequenza di riflesso- di corrispondenza degli organi PIÙ CONCENTRAZIONE
logia del viso che pro- e dei sistemi interni al corpo. E MEMORIA
poniamo stimola una Si tratta di uno schema-base a Attingete all’olio o alla crema.
rigenerazione profonda cui è possibile aggiungere suc- Applicate una serie di frizioni
dell’intero organismo grazie cessivamente la stimolazione di e di pressioni con scivolamento
all’allentamento delle tensioni altri punti e zone riflesse. sui muscoli del collo e delle
psicofisiche. Il trattamento pre- Solo quando questa seduta sarà spalle a partire dalle braccia per
vede il massaggio, la stimola- ben memorizzata ed eseguita sciogliere eventuali blocchi al
zione dei punti riflessi del viso con facilità sarà possibile valu- libero scorrere dell’energia at-
e l’applicazione di diverse tec- tare di completarla personaliz- traverso il corpo.
niche cromoterapiche sulle aree zandola sulla persona. Esercitate una pressione dei
punti nelle cavità alla base del
cranio, in corrispondenza
Prima di iniziare dell’attaccatura dei muscoli
della nuca sul margine occipi-
tale inferiore, a tre dita di di-
stanza dal centro della colonna
LA STIMOLAZIONE DELL’OMBELICO vertebrale (punto bilaterale VB
Chiedete alla persona da trattare di fare tre respiri profondi 20 “Cancello della consapevo-
e, appoggiando le vostre mani sul centro dell’ombelico, lezza”: regola il rilassamento e
percepite il suo ritmo respiratorio, lasciando che avvenga il la circolazione sanguigna del
contatto. Massaggiare l’ombelico significa entrare in cervello, allevia la rigidità del
contatto con la memoria antica dei visceri e incontrare il collo e il nervosismo, illumina
mondo del rinnovamento. Esercitate una frizione circolare gli occhi e schiarisce i sensi).
delicata, con la punta del dito indice, medio e anulare, sul Massaggiate tutto il cuoio ca-
punto “Mare della tranquillità” (punto VC 17 posizionato al pelluto e, in particolare, la zona
centro del petto, a quattro dita di distanza dalla base dello attorno alle orecchie, effettuan-
sterno, nella cavità a livello del cuore). Calma e rilassa il do frizioni circolari con la pun-
corpo, libera il petto, allevia le tensioni, l’ansia e la tristezza,
favorisce
90 il riequilibrio emotivo e ristora lo spirito.

090-103 Riflessologia voltoG.indd 90 19/02/20 16:37


ta delle dita. Il massaggio del colari. Questi punti, strofinati baggine, astenia, insonnia, pro-
cuoio capelluto si rivela utile orizzontalmente su una zona blemi di memoria, ma anche
per le persone “cerebrali”, ner- larga circa 2 centimetri, rilassa- disturbi cutanei.
vose e che soffrono di cefalea. no il sistema nervoso, alleviano “Aprite la fronte”, spostando le
i dolori e riducono le allergie. mani lateralmente verso i lati del
Il punto dei Cento Incontri - L’azione su questi punti è utile viso con 3 pressioni con scivo-
Nel punto di incrocio tra la li- per risolvere dorsalgie, lom- lamento. Questa manualità ha lo
nea mediana del cranio e la li- scopo di allontanare le tensioni,
nea che congiunge gli apici del cancellare i pensieri e rinfresca-
padiglione auricolare si trova il re la mente.
punto VG 20 (“Cento incon- Premete il punto al cen-
tri”): deve essere premuto. tro della fronte che cor-
Questo trattamento agisce in risponde alla sommità
particolare contro la cefalea, le della testa. Questo pun-
perdite di memoria, le difficol- to è utile da trattare in
tà di concentrazione e di coor- caso di affaticamento
dinazione, l’irrequietezza, il mentale (per miglio-
collo rigido e favorisce la cir- rare la memoria) e
colazione dell’energia lungo la per regolarizza-
colonna vertebrale. re la produ-
zione ormo-
ELIMINARE nale.
STRESS E FATICA
Appoggiate i pollici sui punti
che si trovano sulla linea
orizzontale che divide la
fronte a metà a livello
della verticale che pas-
sa sul lato esterno
dell’iride e con le
altre dita massag-
giate il cuoio
capelluto con
una serie di
frizioni
cir-

91

090-103 Riflessologia voltoG.indd 91 19/02/20 16:37


I punti riflessi del volto
Nel cuore della tecnica

PROSEGUI IL MASSAGGIO
CHE RAFFORZA TUTTO IL CORPO
sponde alla colonna cervicale.
Premete i punti che si trovano
alla radice del naso che corri-
spondono alle spalle. Continua-
te il massaggio applicando pic-
coli colpi lungo le sopracciglia,
partendo dalla loro radice, e
seguendo il bordo orbitale: que-
sta zona corrisponde alle brac-
cia. Premete i punti a metà del-
le sopracciglia: corrispondono
ai gomiti. Continuate il massag-
gio fino alle tempie, che hanno
una corrispondenza con le
mani. Sul bordo osseo, all’e-
stremità delle sopracciglia, c’è

G li squilibri corporei si riflet- zione. L’azione su questo punto un punto connesso in particola-
tono sulla superficie attra- è efficace per combattere cefa- re ai dolori oculari, ma anche
verso punti dolorosi e alterazio- lea frontale, nelle affezioni na- alla tiroide.
ni cutanee in specifiche aree del sali e paranasali, epistassi, si- È una zona che va massaggiata
viso: così, attraverso il massag- nusite, insonnia. con un movimento dolce di
gio dei punti collocati nelle zone pressione con giro, trovando
energetiche del volto è possibile CONTRO IL TORCICOLLO appoggio sulle sopracciglia.
influenzare gli organi della fa- E I DOLORI ALLE SPALLE
scia corrispondente. Massaggiate con una pressione Il punto Bambù Riunito - La
con scivolamento la zona com- stimolazione di questo punto è
PER MIGLIORARE presa fra le sopracciglia e il utile anche in caso di torcicollo,
LA QUALITÀ DEL SONNO punto indicato come inizio del- dolori cervicali e occipitali, in-
Massaggiate con una pressione la colonna vertebrale che corri- sonnia. Corrisponde al punto
con giro il punto tra le soprac-
ciglia, nella fossetta presente
nel punto in cui il dorso del
naso entra in contatto con l’os-
so della fronte (punto VG 24,5
“Terzo occhio”, che agisce
sull’equilibrio psichico in ge-
nerale e riequilibra le funzioni
dell’ipofisi). Questa è la zona
del viso dove si concentra la
tensione degli occhi e della
mente, e lo stato di preoccupa-

92

090-103 Riflessologia voltoG.indd 92 19/02/20 16:37


del Meridiano principale della
Vescica (VU 2 “Bambù riuni-
to”) le cui indicazioni terapeu-
tiche principali sono cefalea,
paresi facciale, ostruzione na-
sale, infiammazioni oculari,
prurito oculare.
da stimolare
in caso
di raffreddore
Per eseguire un massaggio su
tutta la colonna vertebrale,
massaggiate e spazzolate in
senso verticale dal punto che
corrisponde all’inizio della co-
lonna lungo il dorso del naso.
Per massaggiare bene la colon- Per sostenere l’intestino
na lombare spazzolate in senso e lo stomaco
verticale dal punto che si trova Premete i punti chiave dell’apparato digestivo per
alla base dell’attaccatura dei favorire la peristalsi intestinale e aumentare l’energia.
capelli fino al punto sottostante
e poi in senso orizzontale lungo Plesso solare Massaggiate in direzione delle orecchie;
l’attaccatura dei capelli. Stomaco È il punto indicato per tutti i problemi che
Drenate la palpebra superiore riguardano la digestione;
dall’interno all’esterno dell’oc- Milza Questo punto, indicato in caso di digestione
chio. Esercitate una pressione laboriosa, è utile associarlo a quello che corrisponde allo
con giro sul punto che si trova stomaco con un piccolo movimento di massaggio
al centro del bordo inferiore verticale, effettuato dall’alto in basso;
dell’orbita, sulla parte ossea (S Fegato È il punto che regola il colesterolo e la
1 “Vaso di lacrime”: punto che digestione. Da associare al punto di cistifellea con un
libera l’energia, illumina gli piccolo movimento di frizione orizzontale, effettuato
occhi, calma le irritazioni, per- all’altezza della base del naso. Attenzione a non stimolare
mette una visione più nitida). questo punto in caso di ipertensione.
Drenate la palpebra inferiore. Intestino Si entra in contatto con questo organo,
massaggiando la zona della mascella al di sopra del
Anche il viso “respira” - “Fate labbro superiore, insistendo particolarmente e più a
respirare tutto il viso” prenden- lungo sulle aree di tensione.
do tra le punte delle dita la por-
zione di pelle circa all’altezza
degli zigomi.
Eseguite una pressione circola- respiro. Si rivelano utili per tut- dall’alto verso il basso. Sono
re sui punti al centro delle ti i problemi a carico dell’appa- punti indicati per contrastare
guance, sulla linea della pupil- rato respiratorio. tutte le affezioni che riguardano
la. Quelli indicati sono punti di Quindi spazzolate i punti alla le vie aeree.
rigenerazione dell’energia dei radice delle ali del naso, che Stimolano anche la produzione
polmoni: aprono il centro del corrispondono ai polmoni, di endorfine naturali.

93

090-103 Riflessologia voltoG.indd 93 20/02/20 15:41


I punti riflessi del volto
Nel cuore della tecnica

STIMOLARE LE AREE “SENTINELLA”


C ontinuate premendo il pun-
to al di sotto del naso, che
corrisponde all’intestino (co-
PER VINCERE IL BRUXISMO
Massaggiate con una pressione
con scivolamento dalle ali del
IL TOCCO CHE CONTRASTA
LA RITENZIONE
Massaggiate i punti che corri-
lon). Questo punto corrisponde naso al centro del mento: que- spondono ai reni (sono raffigu-
anche all’utero e, se stimolato, sto punto corrisponde al mas- rati su ciascun lato della bocca,
induce le contrazioni uterine, saggio degli arti inferiori. lungo le pliche laterali del naso)
pertanto è controindicato in Posizionate le dita sul mento e, e agli ureteri con un movimen-
gravidanza. premendo ripetutamente con i to avanti-indietro verticale, da
Continuate il massaggio pre- pollici, invitate la persona ad ciascun lato della bocca.
mendo i punti a lato del punto aprire la bocca e a rilassare la Questi punti aiutano a governa-
riflesso del colon che corri- mandibola. Impastate il contor- re i processi di eliminazione, i
spondono al pancreas, all’utero, no del mento con i pollici. problemi urinari e a combattere
alle ovaie e alla prostata. Questi movimenti aiutano a de- la ritenzione idrica.
contrarre le tensioni di chi è Oltre ad agire per alleviare i
CONTRO I DISTURBI incline a “stringere i denti”. disturbi dell’apparato urinario,
DELLA SFERA
RIPRODUTTIVA
Il punto appena trattato agisce
efficacemente in caso di diabe-
te, cistite, problemi mestruali e
disturbi prostatici. Stimola le
difese immunitarie ed è in rela-
zione con la maggior parte dei
disturbi sessuali e dell’apparato
genitale. Questo punto può es-
sere stimolato da solo o inclu-
dendo i punti che si trovano
nella zona che divide la base del
naso dal labbro con una spazzo-
latura orizzontale eseguita verso
l’interno (verso il centro).

La zona nell’incavo dell’orecchio


IL PUNTO CHE RESTITUISCE L’EQUILIBRIO
Spazzolate in senso verticale il punto che si trova nell’incavo davanti all’orecchio.
Attenzione, si tratta di un punto importante che svolge un compito regolatore
sull’insieme delle funzioni dell’organismo. Per questo può essere utilizzato anche
se per errore è stato stimolato troppo un punto che non ne aveva bisogno.

94

090-103 Riflessologia voltoG.indd 94 19/02/20 16:37


Termina così
Per terminare il massaggio del
viso, riscaldate le mani
sfregandole energicamente tra
di loro e appoggiatele
delicatamente sugli occhi.
Adesso, senza esercitare alcuna
pressione, fate scivolare le mani
ai due lati del viso, lasciando che
il loro calore distenda e modelli
i lineamenti della persona che
avete appena trattato.

Questi movimenti aiutano a sciogliere le tensioni


muscolari del viso, soprattutto quelle associate
alla “maschera sociale”, che spesso ci sta un po’ stretta…
stimolare questi punti libera Contro le coliti Prevenire cistiti
nell’organismo antinfiammato- e i dolori mestruali e infezioni urinarie
ri naturali: ecco perché sono da Per allontanare o prevenire i Premete il punto che corrispon-
trattare anche in caso di dolori dolori collocati al basso ventre, de alla vescica. Questo punto
alle ginocchia e alle cosce, do- che siano legati a un disordine esercita un’azione efficace per
lori lombari, problemi cutanei digestivo oppure al ciclo me- i problemi relativi alla vescica:
di natura infiammatoria. struale, premete il punto infiammazioni, cistite, prolas-
nell’incavo tra la bocca e il so. Per ottenere un effetto disin-
mento (i punti situati sul mento tossicante e diuretico eseguite
devono essere stimolati verti- una spazzolatura in senso ver-
calmente, dall’alto in basso) ticale da questo punto a quello
che corrisponde alla regione sottostante che si trova al centro
pelvica e all’intestino tenue. del mento, sulla parte bombata.
Agire su questo punto riscalda Anch’esso corrisponde alla ve-
il ventre e regolarizza la peri- scica, ma anche all’utero, alle
stalsi intestinale. ovaie, ai testicoli e alla sommi-
È indicato da trattare anche in tà del capo.
caso di dolori mestruali e qua- Si tratta di un punto molto im-
lunque problema legato alla portante e utile da riconoscere,
sessualità. Agisce anche sulle che favorisce la diuresi, disin-
coliti spastiche. tossica, allevia i dolori prosta-
Regala un potente effetto di ri- tici e mestruali, allenta i dolori
lassamento, utile in caso di af- alla sommità della testa e la
faticamento nervoso. rigidità della nuca.

95

090-103 Riflessologia voltoG.indd 95 20/02/20 15:42


I punti riflessi del volto
Pronto soccorso riflessologico

Le zone da premere
CONTRO I DISTURBI
SAPERE COME REALIZZARE LA STIMOLAZIONE DEI PUNTI DEL VISO
COSTITUISCE UN BAGAGLIO DI CONOSCENZE ECCELLENTE, DA SFRUTTARE
PRONTAMENTE IN CASO DI DOLORI E MALESSERI COMUNI

L
a riflessologia del viso disturbi digestivi ed è un ottimo IN CASO DI TENSIONI
è una tecnica manuale strumento di pronto intervento. E FITTE LOMBARI
dai molteplici effetti Per rendere più efficace il trat- Picchietta la fronte lungo l’at-
che ognuno può prati- tamento il consiglio è abbinare taccatura dei capelli, o strofina
care facilmente su di sé: libera l’aromaterapia, applicando sui la zona con piccoli movimenti
e regolarizza le energie, decon- punti energetici e le zone rifles- verticali. Premi il punto situato
gestiona, stimola e fortifica tut- se oli essenziali specifici, dopo sulla curva del naso, nell’inca-
ti i sistemi, ghiandole e organi. averli diluiti in olio vegetale. vo di una piccola depressione,
È in grado di arrivare al “cen- soprattutto se avverti difficoltà
tro” di molti disturbi emotivi e a riprendere la posizione eretta.
problemi fisici causati dallo Attenzione a non sti-
stress, come ansia, cefalea, in- molare questo
sonnia, tensione muscolare, punto in caso di
ipertensione.
Gli oli essenziali
migliori sono: la-
vanda, zenzero e
wintergreen.

96

090-103 Riflessologia voltoG.indd 96 19/02/20 16:37


L’autotrattamento
PRIMA DI INIZIARE
Prima di iniziare l’autotrattamento vero
e proprio, stando seduto, respira
profondamente più volte. Metti la punta
delle dita della mano sinistra sotto allo
sterno: circa tre dita sotto si trova il plesso
solare, punto di incontro di una serie di
nervi e in connessione con il terzo chakra.
Per calmare e distendere tutto il sistema
nervoso: comprimi il punto, leggermente,
per 2-3 respiri. Rilassati e ricomincia. Respira
lentamente e regolarmente. Ora sei pronto
per iniziare a sperimentare: così puoi
affrontare e risolvere il disturbo che avverti
in questo momento.

PER ALLEVIARE IN CASO DI STIPSI PER SCONFIGGERE


LA SINUSITE Con due dita della mano destra LA COLITE
Strofina il centro della fronte, (l’indice e il medio, con il pol- Gli oli essenziali migliori indi-
le zone ai lati del naso, l’area lice in appoggio sul mento) se- cati nel trattamento della colite
davanti alle orecchie insistendo gui il contorno della bocca da e dei dolori acuti che interessa-
sull’area per qualche minuto. destra a sinistra. no l’area del ventre sono in par-
Gli oli essenziali migliori sono Arrivato al centro del mento ticolare: camomilla, melissa e
l’eucalipto, dall’azione balsa- imprimi un gesto secco verso bergamotto.
mica, il limone e la lavanda, l’esterno. Ripeti più volte il A differenza della manovra pre-
dall’effetto rinfrescante. movimento. cedente (da usare per costipa-
Finocchio dolce, mandarino, zione e stipsi), la pressione va
arancio dolce sono gli oli essen- esercitata in senso contrario, da
ziali più indicati. sinistra a destra.

SE IL PROBLEMA È CONNESSO
A TENSIONI EMOTIVE
I punti da trattare in questo caso si trovano sulla
linea orizzontale che divide la fronte a metà, a
livello della verticale che passa sul lato esterno
dell’occhio. Strofina questi punti orizzontalmente,
QUANDO ARRIVA
IL MAL DI GOLA… su una zona larga circa due centimetri. L’effetto è
Strofina con gli indici, in modo anche quello di calmare il sistema nervoso e
energico e orizzontalmente, regolarizzare la sudorazione.
sotto i lobi delle orecchie, e poi Si possono trattare i punti alla radice delle
verticalmente davanti alle orec- sopracciglia, per rilassare la muscolatura e
chie. Gli oli essenziali indicati calmare il sistema nervoso.
sono: cajeput, niaouli e limone.

97

090-103 Riflessologia voltoG.indd 97 20/02/20 15:43


I punti riflessi del volto
Pronto soccorso riflessologico

LA SOLUZIONE IN CASO DI ANSIA


L’ ansia è un sentimento di
insicurezza e di inquietudi-
ne che si avverte nei confronti
una manifestazione eccessiva
dell’energia del “cuore menta-
le” che può evidenziarsi con
medi e gli indici per toccare
leggermente questo punto.
Facendo respiri lunghi, lenti e
di un qualcosa che deve ancora palpitazioni, vertigini, oppres- profondi, mantieni la concen-
accadere. La crisi esprime sem- sione alla gola, insonnia. trazione sul punto in questione
pre un disagio che oscilla tra la TRATTARE per due minuti.
“tensione progettuale” a realiz- IL “TERZO OCCHIO” Questa azione calma l’organi-
zare i propri obiettivi e un biso- Tra le sopracciglia, nella fosset- smo e attenua l’agitazione, au-
gno di passività, di quiete, di ta che si trova nel punto in cui mentando la capacità di intui-
espressione delle proprie poten- il dorso del naso entra in con- zione e l’equilibrio emotivo.
zialità creative. tatto con l’osso frontale.
Nella Medicina Cinese, psiche Per sfruttare al meglio le poten- MASSAGGIARE L’INCAVO
DAVANTI ALL’ORECCHIO
e soma sono un’unica entità, in zialità di questo punto premi
Massaggia tutta la zona verti-
altre parole significa che ogni delicatamente, tenendo gli oc-
calmente, dall’alto in basso.
organo (Fegato, Milza, Pancre- chi chiusi e portando l’attenzio-
L’effetto è quello di rilassare il
as, Reni, Cuore, Polmoni) non ne sulla sensazione tattile tra le
sistema nervoso, ridurre la tra-
ha solo una precisa funzione sopracciglia.
spirazione, se eccessiva.
organica, ma anche una funzio- La pressione di questo punto
La stimolazione del punto è in-
ne psichica, chiamata da alcuni stimola il rilascio di sostanze
dicata in caso di tachicardia e
autori “anima vegetativa”. neurochimiche efficaci per at-
sudorazione delle mani e dei
In questa ottica, l’ansia e l’an- tenuare gli stati d’ansia.
piedi. Gli oli essenziali indica-
goscia si possono leggere come Ora congiungi le mani e usa i
ti per questo trattamento sono
neroli, arancio dolce, mandari-
no e melissa.

Il massaggio dei
punti energetici del
viso contribuisce
a calmare le crisi
d’ansia nei momenti
difficili della vita
quotidiana.

98

090-103 Riflessologia voltoG.indd 98 19/02/20 16:37


PER SCONFIGGERE L’INSONNIA
L’ insonnia si definisce come
un insieme di disturbi ac-
compagnati da una sensazione
persona può accusare anche
inappetenza, ventre gonfio o
nausea, palpitazioni, cali di me-
calma anche lo spirito.
I punti indicati vanno massag-
giati per circa 1 minuto, prima
soggettiva di non trarre giova- moria e di attenzione. di andare a letto.
mento dal proprio sonno, che IL “SUONO DEL SONNO” Lavanda, camomilla blu e mi-
può essere vissuto come non E GLI ALTRI PUNTI mosa sono gli oli essenziali più
abbastanza lungo o non abba- Il punto detto “Suono del son- indicati per il problema.
stanza ristoratore, indipenden- no” si trova nell’incavo dietro
temente dall’effettiva durata. la punta dell’osso posto dietro
In situazioni di particolare ten- l’orecchio (apofisi mastoidea).
sione, questo disturbo rappre- Punto sensibile alla pressione.
senta la difficoltà ad abbando- Punti VB 20 “Cancello della
narsi al riposo, vissuto consapevolezza”: si trovano
simbolicamente come il mo- nelle cavità alla base del cranio,
mento della passività, della per- a tre dita di distanza dal centro
dita di controllo. della colonna vertebrale.
La testa esercita una forma di Questi punti regolano il rilassa-
ipercontrollo, è piena di pensie- mento e la circolazione sangui-
ri, incapace di lasciarsi andare gna nel cervello e alleviano
al buio e all’ignoto e il corpo anche il nervosismo.
accusa tensioni muscolari dif- Punti VU 10 “Pilastro celeste”:
fuse, mimando uno stato di al- si trovano un pollice al di sotto
larme continuo e, di conseguen- della base del cranio, sui mu-
za, sempre pronto all’azione. scoli paralleli alla colonna, a un
Secondo i principi della Medi- centimetro di distanza dal cen-
cina Cinese, l’eccesso di preoc- tro della colonna.
cupazioni, riflessioni, angosce Rilassano il corpo, calmano i
continue portano all’indeboli- nervi, alleviano la rigidità del
mento energetico della Milza. collo. Punto VG 24,5 “ Terzo
Insieme all’insonnia, caratteriz- Occhio ”: riequilibra le funzio-
zata da risvegli frequenti, la ni della ghiandola pituitaria e

99

090-103 Riflessologia voltoG.indd 99 19/02/20 16:37


I punti riflessi del volto
Pronto soccorso riflessologico

COSÌ VINCI IL MAL DI TESTA

A nche il mal di testa, come


l’insonnia, esprime la dif-
ficoltà di “lasciarsi andare”, di
mento dell’energia di questo
organo che può esprimersi in
un’emicrania localizzata in pre-
da ronzii all’orecchio, confu-
sione mentale, stanchezza, do-
lori lombari, sensazione di in-
“perdere la testa” nella vita. Ci valenza al vertice del capo. Il stabilità nel cammino e di
sono situazioni in cui, oltre a dolore è accompagnato e pre- freddo. La localizzazione può
cause somatiche (cervicoartro- ceduto da vertigini, lampi visi- essere: fronte, tempie, nuca,
si, sinusite, digestione diffici- vi, agitazione, ansia, insonnia, sommità della testa.
le), la cefalea rivela una lotta sensazione di amaro in bocca.
interiore tra il mondo della ra- La seconda delle cause interne I PUNTI DA TRATTARE
gione e il mondo delle emozio- che può provocare il mal di te- Massaggiare i punti indicati
ni e degli istinti. sta è dovuta al Rene. con una pressione circolare per
Per la Medicina Cinese, oltre a Un’alimentazione troppo ricca circa un minuto. Ripetere ogni
fattori esterni climatici (vento- di sale, uno stato psicologico di ora, fino alla scomparsa del do-
freddo-umidità-calore), il mal paura oppure di ansia che dura lore. In base ai sintomi è possi-
di testa può essere causato dal da tempo causano un deficit bile aggiungere la stimolazione
Fegato. Eccessi di rabbia e col- dell’energia renale che può pre- di punti che corrispondono al
lera, soprattutto trattenuti, di sentarsi con un’emicrania. Il fegato o ai reni.
alimenti troppo caldi e ricchi e dolore è sordo, interno, conti- Gli oli essenziali migliori sono
di carni rosse causano un au- nuo e può essere accompagnato menta, limone e lavanda.

100

090-103 Riflessologia voltoG.indd 100 19/02/20 16:37


Sconfiggerlo senza farmaci

SE È LEGATO
ALLO STRESS
Massaggia i punti
sulla parte bombata
del mento in
corrispondenza della
verticale che passa a
fianco delle ali del Punto VG 24,5 “Terzo Oc- SPEGNI L’EMERGENZA
naso. Per individuarli chio” - Utile per calmare uno CERVICALE
con precisione stato mentale agitato. Strofina la zona tra le sopracci-
posiziona tre dita Il consiglio è, comunque, di glia. Premi i punti alla radice
(indice, medio, non stimolarlo troppo! del naso, poi esercita una pres-
anulare) al centro del sione con scivolamento lungo
mento, sulla parte Punti “Grande Yang” - Si tro- le sopracciglia, fino alle tempie.
convessa i punti vano sulla tempia tra le estre- La colonna vertebrale si trova
si trovano sotto mità esterne delle sopracciglia rappresentata anche nell’incavo
l’indice e l’anulare. e l’occhio. Stimolali per alle- situato davanti all’orecchio:
Favoriscono il viare emicrania, nevralgia tri- massaggialo verticalmente,
rilassamento geminale e anche vertigini dall’alto in basso per alleviare
e disperdono i dolori e rilassare il sistema
le energie in eccesso. Punto VG 20 “Cento Incon- nervoso. Gli oli essenziali con-
Puoi trattare anche il tri” - Questo punto si trova nel siderati migliori per questo trat-
punto VG 16 “Dimora punto di incrocio tra la linea tamento sono lavanda, camo-
del Vento”: si trova al mediana del cranio e la linea milla e ravensara.
centro della nuca, che congiunge gli apici del pa-
nell’ampia cavità diglione auricolare.
presente alla base È indicato in caso di dolore alla
del cranio. Purifica sommità del capo, ma anche in
il cervello, allevia caso di confusione mentale e
l’insonnia, riduce sensazione di pesantezza alla
i dolori al collo. testa. Questi punti inizial-
mente sono sensibili alla
pressione e dunque fa-
cili da reperire.
Punto VB 20 “Cancello della
consapevolezza” - Si trova nel-
le cavità alla base del cranio, a
tre dita di distanza dal centro
della colonna vertebrale. Alle-
via il mal di testa, le tensioni
oculari, le vertigini.

101

090-103 Riflessologia voltoG.indd 101 19/02/20 16:37


I punti riflessi del volto
Il trattamento rilassante

IL LIFTING NATURALE…
SI FA CON I COLORI
P roponiamo un intervento
rilassante, rigenerante e di
riequilibrio generale di tutto
do liberando la mente da pen-
sieri, paure e preoccupazioni.
È anche un ottimo trattamento
COME REALIZZARLO
Si tratta di “dipingere” di luce
colorata tutte le zone del viso
l’organismo. per la pelle, una sorta di lifting indicate. Puoi usare specifici
Abbinare pressioni e colori per- naturale perché rassoda i tessu- colori per il body painting, pro-
mette di raggiungere il profon- ti, donando radiosità al volto. dotti per il make-up o una sem-
plice visualizzazione. Puoi far-
lo in autotrattamento, oppure a
una persona da trattare.

ZONA 1
Localizzazione: punto tra le so-
pracciglia. Irradiato di turchese
è uno dei punti più importanti
2 e utili per contrastare le malat-
tie della pelle.
3 Colore: turchese (1 minuto).

4 ZONA 2
Localizzazione: campo superio-
7 re della fronte.
7 1 È la zona della forza fisica ed è
in relazione con le energie bloc-
6 cate e stagnanti.
8 8 Colore: arancione (1 minuto).
14 13
10 10 ZONA 3
9 5 5 9 Localizzazione: campo media-
no della fronte.
11 È la zona dello spirito che da
antica tradizione è associata
alle emozioni.
Da trattare in caso di disturbi
dell’apprendimento.
12 Colore: giallo (1 minuto).

ZONA 4
Localizzazione: campo inferio-
re della fronte.
È la zona detta “del riposo”.
Colore: blu (1 minuto).

102

090-103 Riflessologia voltoG.indd 102 19/02/20 16:37


l’esame visivo è importante
Per poter scegliere il trattamento, o
l’autotrattamento, più adatto a te, osserva bene e
ascolta il tuo corpo: tutti i segnali che ti invia
possono essere letti come precursori di un
problema o indicatori di un’alterazione in via di
sviluppo o di un indebolimento di un organo.

Visibili a colpo d’occhio - Foruncoli, verruche, rughe,


colore e incarnato della pelle, tipo di pelle (grassa o secca),
pori dilatati, cambiamento della compattezza e dell’elasticità di
un’area precisa, temperatura della pelle in rapporto alle zone vicine, gonfiore
o depressione, modificazione della forma dei muscoli, contratture muscolari,
stato congestizio, couperose, vitiligine, peluria anormale.

Percepiti da te - Sensazioni di dolore e di disidratazione (pelle che tira),


di perdita di sensibilità locale, di bruciori, di formicolio, di spasmi, percepibili
sia sopra che sotto la pelle.
Spesso questi segni hanno analogia con il problema in corso di trattamento
e possono dare indicazioni utili sull’origine del disequilibrio.

ZONA 5 hanno una stretta relazione con ZONA 12


Localizzazione: zona naso la- il sistema linfatico. Localizzazione: mento.
biale. È definita come zona Colore: viola (1 minuto). Questa zona rappresenta la vo-
“sblocco”. Dà origine a uno lontà e la fermezza interiore.
stato di rilassamento e di atten- ZONA 9 Colore: viola (1 minuto).
zione particolare. Localizzazione: dall’inserzione
Colore: turchese (1 minuto). delle orecchie verso le guance. ZONa 13 e zona 14
Da trattare prima la zona sini- Localizzazione: padiglioni au-
ZONA 6 stra e poi quella destra. ricolari.
Localizzazione: dorso del naso. È la seconda zona della forza Massaggiarli è utile per stimo-
Rappresenta la colonna verte- intesa come forza vitale e vita- lare l’emisfero destro e sinistro
brale che è anche definita la lità. Rappresenta la gioia. del cervello.
“linea dell’anima”. Colore: rosso (1 minuto). Colore: il padiglione sinistro
Colore: turchese (1 minuto). con il viola, quello destro con
ZONA 10 il giallo (1 minuto).
ZONA 7 Localizzazione: dalla zona or-
Localizzazione: palpebre supe- bitale inferiore e lungo le guan-
riori. Hanno una stretta relazio- ce. Questa zona corrisponde al
ne con il sistema linfatico. mondo delle emozioni. Chiudi gli occhi
Colore: giallo (1 minuto). Colore: arancione (1 minuto). e visualizza, per
qualche minuto,
ZONA 8 ZONA 11 un fascio di luce
Localizzazione: all’altezza Localizzazione: zona soprala- colorata che investe
delle palpebre inferiori. biale. Area di disintossicazione. una zona del volto.
Come le palpebre superiori Colore: verde (1 minuto).

103

090-103 Riflessologia voltoG.indd 103 20/02/20 15:44


I punti riflessi del volto
La fisiognomica

Nel tuo viso è scritta


LA PERSONALITÀ
SECONDO LA FISIOGNOMICA, IL VOLTO È LA PARTE DEL CORPO CHE PIÙ
DI TUTTE MANIFESTA IL CARATTERE, PERCHÉ È COME UNO SPECCHIO
CHE PROIETTA ALL’ESTERNO IL NOSTRO MONDO INTERIORE

N
ell’antica Roma il espressiva rischiamo di indos- COSA CI SVELANO
termine persona ve- sare una vera e propria masche- I LINEAMENTI
niva utilizzato per ra che si sovrappone alla nostra Il volto è il mezzo che ci per-
indicare il volto di natura più autentica, limitando- mette di entrare in comunica-
un individuo, ma l’etimologia ci e ostacolandoci. zione, attraverso i sensi e le sue
della parola proviene dalla ma- E così possiamo indossare una infinite sfumature espressive,
schera indossata dagli attori maschera per ogni occasione, con il mondo circostante, ed è
(chiamata appunto “persona”). con il rischio di rimanere im- il principale terreno su cui si
Il viso assume così un duplice prigionati in schemi fissi e re- manifesta tutta la gamma delle
significato: porta che si apre sul primere tutto ciò che appartiene nostre emozioni.
nostro Io più profondo e che si in modo unico ed esclusivo alla Dall’antichità a oggi, tanti stu-
manifesta attraverso indizi ben nostra personalità. diosi e pensatori d’Oriente e
visibili, e maschera che mo- L’aspetto interessante però è d’Occidente hanno pensato al
striamo al mondo. che, nonostante questo mecca- viso come al luogo in cui poter
Secondo Carl Gustav Jung, pa- nismo, in realtà non perdiamo incontrare la natura di una per-
dre della psicologia analitica, mai la nostra essenza, che può sona e considerato i suoi con-
nel momento in cui adottiamo affiorare a fior di pelle, sopra- torni, la forma, le aperture (oc-
un’unica e rigida modalità tuttto quando siamo distratti. chi, naso, bocca, orecchie), le
aree di tensione, i colori e i
segni come una mappa del ca-
rattere e dello stato di salute.
Le prime osservazioni sistema-
LA SAGGEZZA DEL VOLTO tiche su questa specifica parte
Le antiche medicine come l’Ayurveda utilizzano del corpo sono state individua-
l’interpretazione dei lineamenti a scopo diagnostico, te nei testi di fisiognomica (dal
per caratterizzare una persona a livello energetico, greco “physis” = natura e “gno-
comprenderne le necessità e i punti di debolezza. sis” = conoscenza), ovvero l’ar-
Proprio nel viso sono presenti quattro organi di senso, te di conoscere gli uomini dai
che nella tradizione indiana vengono nutriti e purificati tratti della loro fisionomia, os-
per promuovere l’equilibrio dell’intero organismo. sia da come appaiono e nei trat-
ti visibili del corpo.
Secondo la Medicina Tradizio-

104

104-113 Riflessologia volto.indd 104 19/02/20 15:14


L’uomo ha da
sempre utilizzato
l’esame dei tratti
nale Cinese un’attenta analisi una metodica diagnostica e te- del volto
del viso e dei suoi inestetismi rapeutica innovativa, frutto di per cercare
può rivelare molte cose sulla una ricerca iniziata negli anni di comprendere
costituzione, il comportamento ‘70 dal dottor Flavio Gazzola, aspetti della
e la salute di una persona e i medico e specialista in neuro- personalità e del
medici d’Oriente hanno sempre logia. Per la visologia, i segni carattere, ma anche
contemplato l’esame di questa del viso (come per esempio ar- per decriptare
parte del corpo tra i principali rossamenti, alterazioni croma- segnali circa lo
strumenti diagnostici. tiche, rughe, solchi e segni, stato di salute
come in parte abbiamo già ac- e le esigenze
LA VISOLOGIA cennato) sono utili per conosce- dell’organismo,
Oggi queste antiche speculazio- re il grado di salute generale e sul piano sia fisico
ni sono confluite in una più mo- la condizione di ogni organo e che psichico.
derna disciplina, la visologia, di ogni funzione interna.

La funzione della pelle


LO SCAMBIO TRA INTERNO ED ESTERNO
Jung ci propone un’affascinante similitudine tra la pelle e l’individuo, sostenendo
che come una cute sana serve ad assicurare il ricambio dei tessuti sottostanti, allo
stesso modo un persona che stabilisce un buono scambio tra il mondo interno ed
esterno si mantiene in equilibrio e in salute, dal punto di vista fisico e psicologico.

105

104-113 Riflessologia volto.indd 105 19/02/20 15:14


I punti riflessi del volto
La fisiognomica

GUANCE, FRONTE E MENTO


L’ aspetto e i tratti caratteristi-
ci del viso dipendono prin-
cipalmente dalla forma del cra-
scarsa volontà, mancanza di
disciplina e incapacità di portare
a termine le cose.
memoria e inclinazione intellet-
tuale; se è la più piccola potreb-
be essere indice di scarsa memo-
nio. La fisiognomica, con la ria, passività e tendenza a
frenologia che sostiene l’esi- L’AREA DELLA FRONTE: sognare a occhi aperti.
SEDE DELLA CONOSCENZA
stenza di una correlazione tra
Se questa area è più grande ri- LE MASCELLE:
caratteristiche psichiche e forma
spetto alle altre due, le caratteri- IL PUNTO
del cranio, è un’arte molto anti- DELL’INDIPENDENZA
stiche sono risolutezza, buona
ca che ancora oggi può offrire Se questa area ha la dimensione
indicazioni, spunti e chiarimen- più grande le peculiarità sono
ti per valutare il volto da un pun- discernimento, autonomia, inte-
to di vista tipologico secondo grità e indipendenza; se è la più
cui i contorni e la forma del viso piccola può indicare immaturità
delimitano la mappa del carat- e dipendenza dagli altri.
tere della persona.
Per determinare la forma del
viso occorre considerare la lun- Conoscenza,
ghezza e l’ampiezza della zona
della fronte, delle guance e del- volontà
le mascelle. e indipendenza:
LA ZONA DELLE GUANCE:
L’AREA DELLA VOLONTÀ
ecco cosa
Se questa area è la più grande rappresentano
dominano perseveranza, con-
trollo, disciplina e forte vo- le tre aree
lontà; se è la più piccola, del viso

106

104-113 Riflessologia volto.indd 106 19/02/20 15:14


I segnali emotivi principali

Q uando proviamo un’emo-


zione, di qualunque natu-
ra sia, l’intero organismo ne
bre superiori alzati, angoli del-
la bocca verso il basso.
DISGUSTO naso arricciato e
guance alzate e labbro superio-
re spiccatamente alzato.
subisce l’effetto e se essa cresce RABBIA sopracciglia abbas-
si verificano anche dei cambia- sate che tendono a DISPREZZO un solo angolo
menti a livello del sistema ner- riunirsi al cen- della bocca tirato verso l’alto
voso autonomo in grado di in- tro, tensione oppure l’esterno.
fluenzare la respirazione, delle palpebre
l’attività cardiaca e la tempera- superiori e in- FELICITÀ rughe
tura corporea. feriori, labbra attorno agli occhi,
Alcuni di essi rappresentano serrate. palpebre inferiori
“azioni predefinite” rispetto alzate e guance
alle specifiche emozioni: ad SORPRESA sopracciglia al- alte, angoli della
esempio in caso di rabbia e pau- zate e curvate verso l’alto, oc- bocca tesi verso l’al-
ra accelera la frequenza cardia- chi spalancati, bocca aperta. to, occhi che “ridono”.
ca che predispone la persona a
muoversi, aumenta il flusso PAURA sopracciglia alzate DOLORE naso arricciato e
sanguigno alle mani che prepa- che tendono a riunirsi al cen- tirato verso l’alto, sopracciglia
ra a colpire o a entrare in con- tro, palpebre superiori alzate, convergenti, costringimento
tatto con l’oggetto che le susci- palpebre infe- degli occhi, labbro su-
ta, si determina un maggiore riori tese, periore alzato e
afflusso sanguigno alle gambe bocca aper- quello inferiore
per prepararsi alla fuga, come ta e labbra abbassato,
un aumento della sudorazione tese verso mandibola ab-
e della respirazione. l’esterno. bassata.
Oltre ai mutamenti biologici
interni, le emozioni inducono
nell’unità psicosomatica anche
dei cambiamenti interiori, che
non si possono udire o vedere,
Le cinque emozioni
nel modo di pensare e interpre- sono universali?
tare il mondo circostante. Oggi si sa che le cinque emozioni principali
L’aspetto interessante è che sono innate: infatti i neonati le
quando siamo emozionati pos- riconoscono e le manifestano fin dai
siamo esercitare un controllo primi momenti di vita.
volontario eccellente sui mu- L’espressione di questi stati
scoli scheletrici e sulla parola, d’animo non dipende dalla
ma non sui muscoli facciali o cultura di appartenenza: ogni
sulla regolazione del nostro ap- essere umano le manifesta
parato vocale. invariabilmente allo stesso modo,
da una parte all’altra del mondo.
TRISTEZZA angoli interni Non ci si può proprio sbagliare!
delle sopracciglia e delle palpe-

107

104-113 Riflessologia voltoG.indd 107 20/02/20 15:45


I punti riflessi del volto
Gli indizi da osservare

GLI OCCHI, LE FINESTRE DELL’ANIMA


O ltre al complesso intreccio
di muscoli, che conferi-
scono al volto notevole flessi-
rente, il naso di quello respira-
torio, gli occhi del nervo ottico,
del cervello e del sistema ner-
prima ancora di conoscerlo e di
sentire le sue parole.
Occhi luminosi e vividi ci par-
bilità, nel viso sono presenti voso, gli orecchi dell’apparato lano di una dimensione esisten-
molti altri elementi, capaci di uditivo. Impariamo a conoscer- ziale gioiosa, vitale, ricca di
una gamma infinita di movi- ne le funzioni e il significato. energia; occhi cupi e opachi
menti e sfumature e in grado di evocano, simbolicamente, i
fornire da soli moltissime infor- LO SPECCHIO pozzi notturni. Occhi profondi
DELLA MENTE
mazioni sullo stato della perso- e calmi indicano quella saggez-
Gli occhi sono collegati diret-
na: gli occhi, il naso, la bocca, za che si conquista attraverso la
tamente al cervello attraverso il
le sopracciglia, le mascella. ricerca e il contatto costante
nervo ottico e forniscono infor-
Non a caso, la testa (volto e con le esperienze della vita.
mazioni sullo stato del sistema
orecchie comprese) è il centro
nervoso. Nervosismo e tensio- ESPRIMONO
sensoriale per eccellenza del
ne, non a caso, traspaiono spes- L’AFFETTIVITÀ
corpo. Occhi, naso, bocca,
so dagli occhi. Gli occhi sono il punto di in-
orecchie, tutti elementi della
Gli occhi riflettono la luce inte- contro e di scambio con la re-
testa, sono la sede di quattro dei
riore che racconta la compo- altà, sono il centro dello sguar-
cinque sensi.
nente più sottile delle nostre do inteso come espressione del
Essi ci conducono anche verso
emozioni, della nostra anima. volto. La loro mimica esprime
apparati più estesi: la bocca è
Le iridi sono quel particolare lo stato d’animo, le emozioni e
l’ingresso dell’apparato dige-
del volto che ci permette di en- le intenzioni della persona.
trare in relazione con l’altro Il modo in cui gli occhi di una
persona stabiliscono un contat-

108

104-113 Riflessologia volto.indd 108 19/02/20 15:14


LE DUE METÀ
DEL MONDO
La parte sinistra del nostro viso
rivela l’Io attivo e sociale, mentre la
parte destra l’Io passivo e intimo.
Le due emifacce differiscono
sempre in funzione del grado di
personalità e, pur essendo
individuabili solo nell’unità,
rappresentano comunque le due
polarità del maschile e del
femminile. Questa divisione esiste
già nel cervello dove sono presenti
un emisfero destro e uno sinistro
che hanno funzioni diverse e in cui,
n dalla nascita, uno dei due
predomina sull’altro tanto che, con
la crescita, questa differenza
fisiologica e funzionale arriva a
condizionare la personalità.

to con gli occhi di un’altra sve- meticolosità, praticità, tenden- propri sentimenti, di fermezza
la molte informazioni riguardo za alla razionalità, suscitare d’intenti e spirito osservativo.
alla personalità. sensazioni di freddezza e scarsa Caratterizzati da angoli esterni
Uno sguardo dall’alto al basso capacità affettiva. in giù rivelano fantasia, dolcez-
evoca orgoglio e arroganza, Distanziati possono essere as- za di carattere, ma anche una
verso il basso parla il linguag- sociati a tratti di egoismo, arri- certa mancanza di coerenza. Se
gio della timidezza. Chi guarda vismo e avidità. gli occhi hanno angoli esterni in
dritto negli occhi con uno Occhi sporgenti indicano ener- su denotano capacità di applica-
sguardo fisso, potente, pene- gia, estroversione, sicurezza di zione, disciplina, serietà morale
trante tendenzialmente è una sé, mentre infossati parlano di ma anche senso dell’humour,
persona brillante, coraggiosa, una natura chiusa, introversa, idealismo, attitudine spirituale
con la coscienza pulita e con della difficoltà a comunicare i verso la ricerca di valori di vita.
un’alta opinione di sé.

COSA SVELA
LA LORO FORMA I sintomi di uno squilibrio
Occhi grandi denotano sensibi-
lità e talento artistico, amore
per la pace, il potere di affasci- LA COMPARSA DI “TRE BIANCHI”
nare. Piccoli indicano raziona-
lità e praticità, tenacia, prontez- In Oriente, il sanpaku, che significa “comparsa di tre
za decisionale unita a furbizia, bianchi” si verifica quando la sclera, la parte bianca
intuito e a un certo opportuni- dell’occhio, compare sopra o sotto l’iride, rivela l’esistenza
smo ed egoismo. di un grave squilibrio del sistema nervoso della persona.
Ravvicinati possono denotare

109

104-113 Riflessologia voltoG.indd 109 20/02/20 15:46


I punti riflessi del volto
Gli indizi da osservare

OGNI NASO È UN CARATTERE


L a fisiognomica sembra con-
fermare la frequente asso-
ciazione tra le forme e le di-
LUNGO si associa in genere
a tendenza all’isolamento, pro-
fondità di pensiero, raffinatez-
CON PUNTA IN SU indica
senso estetico, sensualità, civet-
teria, fervida fantasia e buona
mensioni del naso e alcuni za, serietà, indipendenza e ca- socievolezza.
specifici tratti della personalità, pacità di impegnarsi.
come per esempio le doti mo- CON PUNTA IN GIÙ può
rali e valoriali, le doti spirituali CORTO manifesta versatilità, associarsi a un carattere gene-
e le attitudini culturali. vivacità, sensualità, mutevolez- rale creativo, attratto dalle no-
za e incostanza, ma anche una vità in genere e a un desiderio
GRANDE indica bontà, vo- buona dose di altruismo. di indipendenza.
lontà, dignità.
RICURVO evidenzia doti
PICCOLO denota remissivi- morali e intellettuali, onestà,
tà, influenzabilità, lealtà nei fedeltà verso i propri principi,
sentimenti. tolleranza, magnanimità.

QUI SI BLOCCANO
LE LACRIME
MANCATE
Il naso, grazie al quale
respiriamo e percepiamo gli
odori, è un elemento
privilegiato della relazione
tra mondo esterno e
interno. Vissuti depressivi
come la tristezza e il pianto
trovano, se repressi, una
modalità espressiva
attraverso il naso. Spesso,
alla sua radice si
manifestano le tensioni
responsabili degli
inestetismi dell’occhio in
quanto il naso trattiene
le lacrime che l’occhio
non lascia sgorgare.

110

104-113 Riflessologia voltoG.indd 110 20/02/20 15:47


LA BOCCA SVELA
IL TUO MODO
DI AMARE
A ttraverso l’alimentazione,
la comunicazione e la re-
spirazione, la bocca è capace di
I segnali da non sottovalutare
veicolare le energie del cibo,
del suono, della parola, del re- RIFLESSO FEDELE DELLA SALUTE
spiro, dentro e fuori di noi.
La bocca è un organo dal dupli- Labbra gonfie sono il sintomo di una debolezza nella
ce significato simbolico: da un peristalsi e nell’assimilazione del cibo; strette parlano di un
lato è porta d’ingresso della intestino ostruito da scorie non eliminate.
materia-cibo e giudice di ciò Il labbro superiore rivela in particolare lo stato di salute
che ci piace e non ci piace; dello stomaco e dell’intestino tenue, quello inferiore
dall’altro, grazie alle termina- dell’intestino crasso e la forza del processo di assimilazione
zioni nervose che le arrivano, è del cibo. Gli angoli della bocca rivelano le condizioni del
un organo analogicamente vi- duodeno. Le ulcere che si formano al lati della bocca sono
cino alla sfera della sensualità causate da un’alimentazione ricca di grassi che si
e del piacere erotico. accumulano nel duodeno e che aumentano la secrezione
Rappresenta il punto di conver- degli acidi biliari da parte del fegato e della cistifellea.
genza di direzioni opposte: alto
e basso, dentro e fuori. Il tratto
digerente inizia dalla bocca e lità; piccola manifesta raffina- SOTTILI rivelano egoismo,
termina nell’intestino, la cui tezza, buon gusto, tendenza a senso di superiorità e a volte
funzione è assumere cibo dare importanza al lato esterio- opportunismo.
dall’ambiente ed eliminare i re delle cose, tratti di autocon-
rifiuti che tornano all’ambiente trollo e di egocentrismo. SPORGENTI sono associate
da cui provengono. a caparbietà e testardaggine,
Questo scambio è simile al CARNOSE indicano sensua- loquacità, schiettezza, tenden-
funzionamento del polmone lità spiccata, dinamismo, gene- za all’indiscrezione.
che prende l’ossigeno dall’am- rosità, estroversione e, spesso,
biente ed elimina le scorie anche una fervida fantasia. CON ANGOLI IN GIÙ de-
all’esterno, motivo per cui la notano severità e vigore mora-
Medicina Cinese considera in- le, pessimismo, profondità di
testino e polmoni come due idee, tenacia, senso del dovere,
organi affini. autocontrollo.

IL LUOGO DEI SENTIMENTI CON ANGOLI IN SU ma-


Una bocca grande indica nifestano vivacità, ottimismo,
espansività, spirito attivo, am- gaiezza e dinamicità. Attenzio-
bizione, energia, una carica ne a lasciare spazio anche alle
aggressiva e aspetti di sensua- emozioni meno piacevoli.

111

104-113 Riflessologia volto.indd 111 19/02/20 15:14


I punti riflessi del volto
Gli indizi da osservare

LA FORMA DELLE ORECCHIE


N ella medicina orientale le
orecchie sono associate ai
reni, perché hanno la stessa for-
TUTTE SIMILI
EPPURE COSÌ DIVERSE...
Come il volto, anche le orec-
viso indicati dalla morfopsico-
logia, lo studio della personali-
tà attraverso i tratti del volto,
ma e quasi le stesse dimensioni. chie sono caratterizzate dal pa- scienza fondata da Louis Cor-
L’orecchio ha anche le stesse radosso della massima diversi- man (19011996), medico psi-
fattezze di un feto capovolto e tà nella massima similitudine e, chiatra e pediatra francese:
rappresenta la ricettività nelle proprio come il volto, possie- • la zona superiore: il padi-
sue varie sfumature, proprio dono caratteristiche che con- glione. Comprende elice e
come l’apparato urinario e ge- sentono di raggiungere il mon- antelice ed è legato ai proces-
nitale: è un contenitore che ac- do interiore. L’orecchio si intellettivi;
coglie e “feconda” il cervello. costituisce da sé un sistema e • la zona mediana: la conca.
Parole, suoni, rumori trovano rappresenta una preziosa fonte È l’orifizio del condotto udi-
nell’orecchio il loro punto di di informazioni sulle predispo- tivo accompagnato dai rilievi
raccolta da dove vengono tra- sizioni fondamentali della per- del trago e dell’antitrago e
smessi al cervello per concor- sona. Nel complesso può esse- testimone dell’importanza
rere alla costruzione della co- re diviso in tre piani che della vita emotiva e della sua
noscenza e della coscienza. corrispondono ai tre livelli del espressione;

112

104-113 Riflessologia volto.indd 112 19/02/20 15:14


Dal viso, parte del corpo ben visibile, possiamo conoscere molto dello stato di salute
e dei disturbi della persona, prima ancora che vengano espressi a parole.

• la zona inferiore: il lobo. senso, realismo.


Manifesta gli impulsi senso- • Inclinazione verticale: è se- QUANDO SONO
riali e materiali e può com- gno di concentrazione, rifles-
pensare gli eccessi di idee e sività e reattività.
“A SVENTOLA”
sentimenti. • Inclinazione obliqua: parla Secondo la tradizione
di impulsività, audacia, reat- indiana, le persone dotate di
DIMENSIONI tività, immediatezza. orecchie a sventola
E INCLINAZIONE • Attaccate: indicano ricettivi- sarebbero anime antiche,
Delle orecchie è possibile no- tà, riflessività, tendenza a già reincarnatesi più volte, e
tare le dimensioni, la posizione, conciliare, disciplina ed ec- dunque dotate di
l’inclinazione, l’aderenza e an- cesso di dipendenza. un’esperienza che manca ai
che la forma. • Staccate: evidenziano ecces- portatori di orecchie più
• Grandi: indicano ambizione, so, indipendenza, ribellione, comuni... Per la
forte estroversione e tendenza spirito polemico e critico, li- fisiognomica, sono simbolo
a imporsi, capacità di valuta- tigiosità spiccata. di autonomia, a tratti
re pro e contro. eccessiva, che può diventare
• Piccole: segnalano modestia, LA FORMA ribellione e irriverenza,
apprensione, interiorizzazio- • Forma arrotondata: è armo- traducendosi in scelte poco
ne, fascino, vivacità. nia e socievolezza. accorte e dominate da
• Posizione alta: indica viva- • Forma spigolosa: è di chi ha un’impulsività senza
cità intellettuale, capacità in- temperamento da leader, for- adeguata strategia. Trapela
tuitiva, idealismo. za, attività, carattere difficile, la difficoltà ad adeguarsi alle
• Posizione bassa: segnala ca- individualismo. norme e, talvolta, la
pacità di ponderare, buon • Faunesca: sottolinea istinti tendenza alla mancanza di
trasparenza. La saggezza
popolare attribuisce a chi ha
Il rapporto con il piacere le orecchie a sventola una
spiccata inclinazione alla
menzogna.
OSSERVA ANCHE
LE GUANCE potenti, perspicacia, eccessi-
Le guance rotonde vità e ironia.
indicano un • Elice (chiocciola) spesso:
temperamento socievole, segnala assimilazione lenta,
estroverso, emotivo, mancanza di delicatezza e
godereccio e amante della materialismo.
concretezza; guance magre • Larga: mette in luce una fa-
sono associate a un carattere cile esteriorizzazione, estro-
severo, fermo, con idee chiare, versione e vanità.
natura contemplativa ed elevatezza • Stretta: è sinonimo di pudo-
mentale, tendenza all’ascetismo e inclinazione re, ritegno, delicatezza, di
per la spiritualità. tendenza all’introversione e
alla solitudine.

113

104-113 Riflessologia voltoG.indd 113 20/02/20 15:48


TECNICHE DI
MASSAG G

UNA BUONA TECNICA DI TOCCO È IL VERO CUORE DEL TRATTAMENTO


RIFLESSOLOGICO, ECCO PERCHÉ, PRIMA DI INIZIARE LA PRATICA,
NON BASTA SOLTANTO CONOSCERE LE ZONE RIFLESSE, MA
È IMPORTANTISSIMO ANCHE ALLENARE IL MOVIMENTO DELLE MANI
PER ESEGUIRE LE MANIPOLAZIONI NEL MODO PIÙ EFFICACE

114-122 Tecniche di massaggioG.indd 114 19/02/20 15:26


G GIO

116 Perfeziona le mosse


più importanti

122 I Mudra indiani


per allenare le dita

114-122 Tecniche di massaggioG.indd 115 19/02/20 15:26


Tecniche di massaggio
Il trattamento a regola d’arte…

Perfeziona le mosse
PIÙ IMPORTANTI
SPIEGHIAMO IN DETTAGLIO I MOVIMENTI PRINCIPALI DELLA RIFLESSOLOGIA,
I PRIMI DA IMPARARE. ECCO COME ALLENARSI PER ESEGUIRLI AL MEGLIO

L
a tecnica del lombrico pastrello del pollice, che proce- mano: ecco perché occorre al-
(camminare con il polli- de sulla pelle - propria o della lenarsi prima di mettersi alla
ce) di cui abbiamo par- persona trattata - con un’anda- prova su ampie superfici.
lato all’inizio della rivi- tura a lombrico. In pratica, si La tecnica del lombrico, detta
sta, è la più semplice e la prima estende e si flette la falange, anche “a bruco” o “a onda”, è
da imparare quando ci si avvi- spostando il pollice sulla super- utile per trattare i sistemi del
cina alla riflessologia. Per ese- ficie trattata, aiutandosi con un corpo di cui è importante asse-
guirla al meglio, dovrai eserci- olio da massaggio (utile, ma condare l’andamento, seguendo
tarti per un po’ di tempo, non strettamente necessario). il flusso naturale dei loro umo-
dosando la pressione, la veloci- Inizialmente, per chi non è abi- ri, in particolare il sistema lin-
tà e mantenendo la cadenza il tuato a questo movimento, lo fatico, il sistema digerente, il
più possibile costante. Le pres- sforzo rischia di affaticare l’ar-
sioni vanno eseguite con il pol- ticolazione e i muscoli della

116

114-122 Tecniche di massaggioG.indd 116 20/02/20 15:10


IMPARA A PERCEPIRE
L’AZIONE DI LEVA
Per capire questa azione specifica
metti il pollice destro sull’avambraccio
sinistro e fallo scorrere in modo tale
che le altre dita non tocchino
il braccio. Ora metti le dita al di sotto
del braccio, in opposizione al pollice,
e ripeti lo stesso movimento lasciando
che le dita seguano il pollice.
Avrai notato che così l’azione del
pollice è più chiara e più energica:
è l’azione di leva.

sistema urinario e infine il si- to della parte trattata, sostenen- co, dissolve le piccole forma-
stema respiratorio. done il peso ed evitando che la zioni cristalline che a volte si
mano operatrice si affatichi possono percepire sotto la pel-
LA MANO OPERATRICE eccessivamente. le, in prossimità dei punti sen-
E QUELLA DI SUPPORTO sibili. Il movimento simile al
Per rendere l’azione del pollice LA FORMA STATICA precedente, ma con il pollice
più incisiva e più precisa, nor- Si può utilizzare anche in forma che scorre verso l’alto e verso
malmente si lavora con il pol- più statica per intervenire su un il basso per circa 1 cm e si spo-
lice leggermente inclinato. punto specifico o per accertare sta lateralmente, immaginando
Per individuare la zona opera- i riflessi dolenti. In questo caso di dover disegnare delle aste
tiva del pollice bisogna appog- si può lavorare sfruttando gran sulla superficie della mano.
giare le mani su una superficie parte del polpastrello del polli-
piana: il bordo esterno del pol- ce, compiendo sul posto dei Effetto - Scolla i tessuti in pro-
lice a contatto con la superficie piccoli movimenti di trascina- fondità, migliora la circolazio-
corrisponde alla parte con cui mento, entrare di punta nel ri- ne locale, nutre e ossigena i
imprimere la pressione. flesso, arrivare e piegare l’arti- tessuti trattati.
Questa tecnica richiede un po’ colazione fino a 90°.
di pratica e per questo è fonda- MOBILIZZAZIONE
mentale esercitarsi prima su se LATERALE DELLE DITA
LA TECNICA
stessi per qualche tempo. DEL TRATTEGGIO Con una mano afferrare le dita,
La mano di posizionamento ha Questa tecnica, che si può as- una ad una, in corrispondenza
un importante ruolo di suppor- sociare alla tecnica del lombri- dell’articolazione metacarpo-
falangea, immobilizzando la
falange prossimale (quella più
vicino al palmo) e imprimendo
con le dita dell’altra mano un
leggero movimento oscillatorio
per sciogliere dolcemente l’ar-
ticolazione distale.

Effetto - Mobilizza le articola-


zioni per renderle più flessibili.

117

114-122 Tecniche di massaggioG.indd 117 19/02/20 15:26


Tecniche di massaggio
Il trattamento a regola d’arte

LA TRAZIONE DELLE DITA


HA UN’AZIONE RILASSANTE
S i tratta di esercitare una leg-
gera trazione che comporta
l’allungamento delle dita e del-
le articolazioni. Si esegue affer-
rando il polso con una mano e
il pollice con l’altra, esercitan-
do una trazione lenta e costante
del pollice in uscita, mentre la
mano che afferra il polso eser-
cita un lieve stiramento in dire-
zione opposta.
Spostare leggermente la mano
al di sotto del polso e comple-
tare la sequenza su tutte le altre
dita della mano.
Effetto - Fa muovere indiretta-
mente anche le ossa del meta-
carpo, distendendo i muscoli e
Queste tecniche si possono utilizzare all’inizio
le articolazioni.
del trattamento riflessogeno, alla fine e nel
Migliora la situazione dei seni
passaggio da una tecnica all’altra, ma anche
frontali, allevia la fatica menta-
in presenza di problemi di sensibilità.
le e i problemi legati alla con-
dizione delle vertebre cervicali.

LA TORSIONE DEL PALMO


Bloccare la mano all’altezza me e trascina indietro il riflesso Effetto - Mobilizza le ossa me-
del polso e, con le dita dell’altra con una certa forza, fino alla tacarpali e rilassa.
mano in appoggio sul dorso in scomparsa del dolore. Quando
corrispondenza del dito indice, il dolore diminuisce la pressio- LA TORSIONE DEL DORSO
imprimere una torsione. Ripe- ne va aumentata, sempre nel Bloccare la mano all’altezza
tere l’esercizio più volte, com- rispetto dei limiti di tolleranza del polso, e, con il pollice
pletando la sequenza con le dita della persona. dell’altra mano in appoggio sul
in appoggio sulle ossa metacar- Si tratta di una manovra piutto- dorso della mano, all’altezza
pali di tutte le altre dita. sto statica che comporta solo della nocca dell’indice, impri-
piccoli movimenti di trascina- mere un movimento di torsione.
TECNICA “A PERNO” mento del pollice. Ripetere il movimento più vol-
Ovvero la tecnica sedativa per Per evitare di affondare l’un- te e su tutte le ossa metacarpali,
eccellenza in cui la mano di po- ghia nei tessuti meglio eserci- completando l’esercizio.
sizionamento fa leva contro il tare la pressione sfruttando Effetto - Mobilizza le ossa del
pollice flesso in corrispondenza gran parte della superficie del metacarpo attraverso la torsione
del punto dolente, mentre pre- polpastrello del pollice. del dorso della mano e del polso.

118

114-122 Tecniche di massaggioG.indd 118 19/02/20 15:26


LA MOBILIZZAZIONE
CENTRALE
Si esegue con le dita di entram-
be le mani in appoggio sul dor-
so, mentre i pollici lavorano sul
palmo con un movimento on-
dulatorio e alternato lungo, tra
le ossa metacarpali delle dita.
Effetto - Aiuta a rilassare la
mano rendendola più ricettiva
al trattamento riflessogeno.

LA ROTAZIONE
SU UN PUNTO
Questa tecnica consiste nel pre- LE QUATTRO REGOLE
mere un punto riflesso con il DI UN BUON TRATTAMENTO
dito medio e nel ruotare il polso
L’operatore dovrebbe rispettare alcune semplici regole:
prima in senso orario e poi in
• dopo il primo contatto deve parlare il meno possibile,
senso antiorario.
meglio se niente, per rispettare l’eventuale silenzio della
Effetto - È utile per trattare
persona massaggiata e il libero fluire delle sue emozioni e
punti specifici come utero/pro-
immagini;
stata e ovaio/testicolo.
• avere un atteggiamento mentale neutro;
LA TECNICA • astenersi dal giudizio e operare con una sorta
DELLA FRIZIONE di “attenzione disattenta” per poter accogliere pienamente
Si utilizza sul riflesso della co- la dimensione dell’altro;
lonna vertebrale, appoggiando • non usare creme, ma oli tiepidi e oli essenziali, più vicini al
il palmo della mano sul bordo tema del calore e della trasformazione, in sintonia con le
esterno del pollice e frizionan- esigenze e l’energia espresse dalla persona. È altrettanto
do verso il basso e verso l’alto importante che chi riceve il massaggio non rimanga uno
per 5-6 volte. spettatore passivo di un lavoro svolto sul proprio corpo,
Effetto - Serve per riscaldare e ma diventi protagonista del trattamento, mantenendo
tonificare il sistema nervoso. un’attenzione consapevole ai cambiamenti e alle
sensazioni che percepisce.

Rimuovere
ciò che ostacola
il naturale
equilibrio
del corpo:
è questo
il fondamento
della salute
119

114-122 Tecniche di massaggioG.indd 119 19/02/20 15:26


Tecniche di massaggio
Il trattamento a regola d’arte

LUCI, COLORI, SUONI E PROFUMI:


GLI STIMOLI SENSORIALI
L’ ambiente in cui viene ac-
colta la persona deve esse-
re caldo, intimo e raccolto, in
cune sostanze fisiologiche e
chimiche. Come suggerito alle
pagine 54-55, 102-103, le vi-
no materiale e quello mentale.
L’aroma di un olio essenziale
viene captato dai bulbi olfattivi
modo che questa si senta pro- brazioni magnetiche di alcuni e da lì raggiunge l’ipotalamo,
tetta e libera e possa trarre dal colori, per esempio quelle del luogo in cui ogni impulso ner-
trattamento il massimo benefi- giallo e dell’arancio, stimolano voso si trasforma in sostanza
cio. Il tocco in più è disporre di i processi mentali, mentre le organica, in materia.
una serie di ausili come un si- tinte elettriche come l’azzurro Gli aromi hanno un effetto mol-
stema di luci scomponibili nei possono esercitare un’azione to intenso sulla psiche: influen-
colori dell’arcobaleno, essenze sedativa e calmante. zano lo stato d’animo e i livelli
profumate, musica e tisane per di energia, risvegliano i ricordi,
sollecitare, in modo naturale, i L’ESSENZA la creatività, e, in funzione del-
DEL BENESSERE
cinque sensi. le loro proprietà specifiche,
L’azione del profumo coinvol-
possono essere utilizzati per
LE LAMPADE COLORATE ge contemporaneamente il pia-
potenziare gli effetti terapeutici
Un sistema di accessori per la della riflessologia.
cromoterapia permette di rea- Come usarli? Basterà diffonde-
lizzare il trattamento avvolgen- re i profumi attraverso un dif-
do la persona nella frequenza fusore per essenze, oppure mi-
del colore di cui ha più bisogno. scelarli all’olio da massaggio,
La luce, infatti, è in grado di
modificare lo stato mentale sti-
molando il sistema nervoso
centrale e la produzione di al-

IL POTERE
DELLA MUSICA
Ascoltare le note di un
brano musicale può
suscitare emozioni ed evocare ricordi e sensazioni;
per questo il “tappeto sonoro” che avvolge la
persona durante il trattamento è di beneficio.
In caso di tensione meglio predisporre un
sottofondo con suoni rilassanti e defaticanti; in
situazioni di poca ricettività bisogna sensibilizzare
la persona con una ritmica rivitalizzante.

120

114-122 Tecniche di massaggioG.indd 120 20/02/20 15:10


E per completare...
PUOI AGGIUNGERE
ANCHE I FIORI DI BACH
Gli effetti riequilibranti del massaggio
si possono amplificare stemperando 3-4 gocce di fiori di Bach in un olio o in una crema
da massaggio, scegliendo i rimedi floreali più in linea con la personalità dell’individuo
a cui verrà applicato il trattamento.

o ancora versarne qualche goc- rà insistere, con delicatezza migliorare la qualità della vita
cia in una ciotola colma d’ac- perché in genere sono le zone e il benessere.
qua fresca. più dolenti, ma anche con fer- Spesso le persone si accorgono
mezza, perché proprio insisten- che nel corso delle sedute non
CREARE UNO SPAZIO do in quell’area si porterà be- solo imparano a vivere meglio
DENTRO DI SÉ
neficio all’organo interessato. e con più consapevolezza, ma
Per praticare riflessologia oc-
Una seduta di riflessologia dura stanno compiendo anche un
corrono intuizione e sensibilità
mediamente un’ora. percorso di crescita personale.
tattile, per riuscire a cogliere,
Il riflessologo non ha la “bac- Per questo al termine di una se-
attraverso il tocco, i punti che
chetta magica”, non cura le pa- duta, si fissa subito l’incontro
hanno più bisogno di riequili-
tologie e per nessun motivo successivo, per dare continuità.
brio. Per potervi riuscire, oc-
consiglierà al cliente di sospen- Quando si comprende la fun-
corre praticare il silenzio inte-
dere farmaci prescritti dal me- zione di un disturbo, si esce
riore, la sola condizione che ci
dico. Ma può fare molto per dall’automatismo: soltanto al-
permette di raggiungere l’altro
lora si può scegliere di agire
e di dargli beneficio.
con più libertà.
Proprio in questi punti bisogne-

121

114-122 Tecniche di massaggioG.indd 121 20/02/20 15:13


Tecniche di massaggio
Il trattamento a regola d’arte

I MUDRA INDIANI Letture suggerite


PER ALLENARE LE DITA
BIBLIOGRAFIA
• Bùi Quôc Châu , “Dien
Chan, Metodo
Multiriflessologico BQC”,
CLUBQC, 2010.
• Corman L., “Viso e
Carattere. Iniziazione alla
Morfopsicologia”,
Edizioni Mediterranee,
2003 .
• Gach M. R., Henning B. A.,
“Il libro della
digitopressione per la
cura dei problemi
emotivi”, Mediterranee,
2007.
• Gazzola F., “Il Iinguaggio
del volto”, Riza Scienze n.
275, Edizioni Riza, 2011
• Gazzola F., “Visologia.
Diagnosi e terapia dai
segni del viso”, Sugarco
Edizioni, 2003.

E sistono delle particolari po-


sture delle mani “Mudra” (è
una parola sanscrita che signi-
nome al fatto che stimola la
capacità di essere pazienti e ca-
paci di mantenere l’impegno.
• Gleditsch J. M.,
“Riflessoterapie,
un’interpretazione
fica “segno”, “sigillo” o anche unitaria di terapie
“gesto”), che, secondo i dettami LA “POSIZIONE orientali e occidentali”,
DELLA PREGHIERA”:
dell’antica disciplina yogica, ATMANJALI MUDRA Red, 2005.
possono aiutarci a mantenerci Portare i palmi delle mani a • Heidler C., Nodari D., “Il
in equilibrio. contatto l’uno dell’altro. Que- Massaggio del volto. Una
sta unione invia dei messaggi nuova tecnica
SHUNI MUDRA: psicosomatica”, Riza
“IL SIGILLO al cervello integrando e bilan-
DELLA PAZIENZA” ciando i due emisferi. Ripristi- Scienze n. 224, Edizioni
Per formare questo mudra oc- na l’equilibrio a vari livelli e Riza, 2007.
corre portare la punta del polli- crea una connessione con il • Lin H. B., “I segreti del
ce contro la punta del dito me- Chakra del cuore. volto”, Gruppo Editoriale
dio. Il pianeta Saturno, a cui è Spesso questo Mudra è esegui- Armenia, 2000.
associato il medio, rappresenta to a contatto con il petto per • Peroni A., “Massaggio
la capacità di portare a compi- generare un legame diretto con fotocromatico”, Edizioni
mento un dovere. Deve il suo questo centro energetico. Il Punto d’Incontro, 2008.

122

114-122 Tecniche di massaggioG.indd 122 19/02/20 15:26