Sei sulla pagina 1di 27

STORIA DELLA QUALITÀ

La qualità non è un problema nuovo, perché fin dai tempi dei capi tribù, re e faraoni
sono esistiti argomenti e parametri sulla qualità. Il Codice di Hammurabi (2150 aC),
dichiarò: "Se un muratore costruisce una casa per un uomo, e il suo lavoro non è forte
e la casa crolla uccidendo il suo proprietario, il muratore sarà condannato a morte". Gli
ispettori fenici tagliarono la mano a chi fabbricava un prodotto difettoso, accettava o
rifiutava i prodotti e applicava le specifiche del governo. Intorno all'anno 1450 a. C., gli
ispettori egiziani hanno controllato le misure dei blocchi di pietra con un pezzo di corda.
Anche i Maya hanno usato questo metodo. La maggior parte delle antiche civiltà
attribuiva grande importanza all'equità negli affari e ai modi per risolvere i reclami,
anche se ciò significava condannare la persona responsabile di morte, tortura o
mutilazione.
L'uomo primitivo sviluppò i suoi
prodotti per il consumo,
determinò le caratteristiche del
cibo per poterli mangiare, lo
stesso che fece con la qualità
della difesa e gli strumenti di
attacco per cacciare o
difendersi, qualcosa di
essenziale per la sua
sopravvivenza. Gli strumenti
che ha sviluppato, pur avendo
solo una tecnologia
rudimentale, hanno risposto ai
loro bisogni e la qualità di
questi li ha forniti.
I METODI DELLA QUALITÀ DEGLI EGIZIANI

La qualità non è un problema nuovo, perché


fin dai tempi dei capi tribù, re e faraoni sono
esistiti argomenti e parametri sulla qualità. Il
Codice di Hammurabi (2150 aC), dichiarò: "Se
un muratore costruisce una casa per un uomo,
e il suo lavoro non è forte e la casa crolla
uccidendo il suo proprietario, il muratore sarà
condannato a morte". Gli ispettori fenici
tagliarono la mano a chi fabbricava un
prodotto difettoso, accettava o rifiutava i
prodotti e applicava le specifiche del governo.
Intorno all'anno 1450 a. C., gli ispettori egiziani
hanno controllato le misure dei blocchi di
pietra con un pezzo di corda. Anche i Maya
hanno usato questo metodo. La maggior parte
delle antiche civiltà attribuiva grande
importanza all'equità negli affari e ai modi per
risolvere i reclami, anche se ciò significava
condannare la persona responsabile di morte,
tortura o mutilazione.
CON IL PASSARE DEGLI ANNI

Nel 13 ° secolo iniziarono ad esistere apprendisti e gilde, così gli artigiani divennero sia
istruttori che ispettori, poiché conoscevano a fondo il loro lavoro, i loro prodotti e i loro
clienti, e insistettero affinché ci fosse qualità in tutto. quello che hanno fatto, questo
processo è chiamato controllo di qualità dell'operatore. Il governo ha definito e fornito
standard e, nella maggior parte dei casi, un individuo potrebbe esaminare tutti i prodotti
e stabilire uno standard di qualità unico. Questo stato dei parametri di applicazione
della qualità potrebbe prosperare in un mondo piccolo e locale, ma la crescita della
popolazione mondiale ha richiesto più prodotti e, di conseguenza, una maggiore
distribuzione su larga scala, nella prima guerra mondiale è stata data anche al
caporeparto controllo qualità.
GLI ISPETTORI DEL CONTROLLO QUALITÀ

supervisionano che i prodotti sono conformi agli standard di


qualità e sicurezza. Tra le sue funzioni specifiche vi è lo
sviluppo di un piano di controllo; controllare i campioni ed
esaminare i prodotti; registrare i controlli effettuati e
preparare i report.

Così, con l'aiuto della rivoluzione industriale, la produzione in serie di manufatti è stata
resa possibile attraverso la divisione del lavoro e la creazione di parti intercambiabili;
tuttavia, questo ha creato problemi per coloro che erano abituati ad avere i loro prodotti
realizzati su ordinazione. Il moderno sistema industriale cominciò ad emergere verso la
fine del diciannovesimo secolo negli Stati Uniti, dove Frederick Taylor era il pioniere
dell'Amministrazione Scientifica; Sopprimeva la pianificazione del lavoro come parte
delle responsabilità dei lavoratori e dei capisquadra e lo affidava agli ingegneri
industriali, questo è quello che è noto come ispettore del controllo di qualità.
Nel XX secolo si sviluppò un'era tecnologica che permise alle masse di ottenere
prodotti fino ad allora riservati solo alle classi privilegiate. Fu in questo secolo che
Henry Ford introdusse la catena di montaggio in movimento nella produzione della Ford
Motor Company. La produzione della catena di montaggio divideva operazioni
complesse in semplici procedure, in grado di essere eseguite da lavoratori non
qualificati, dando vita a prodotti di alta tecnologia a basso costo. Parte di questo
processo era un'ispezione per separare i prodotti accettabili da quelli inaccettabili. Fu
allora che la qualità era solo la responsabilità del reparto di produzione.

Ben presto divenne chiaro che la priorità del direttore di produzione era di rispettare le
scadenze stabilite per la produzione anziché la preoccupazione per la qualità. Avrebbe
perso il lavoro se non avesse soddisfatto le richieste di produzione, mentre avrebbe
ricevuto una penalità solo se la qualità fosse inferiore. Alla fine, il senior management
arrivò a comprendere che la qualità soffriva di questo sistema, quindi fu creata una
posizione separata per un ispettore capo.

Tra il 1920 e il 1940 la tecnologia industriale cambiò rapidamente. Il Bell System e la


sua consociata di produzione, Western Electric, hanno preso il comando del controllo
qualità istituendo un dipartimento di ingegneria di ispezione di cui occuparsi
los problemas creados por los defectos en sus productos y la falta de coordinación
entre su departamentos. George Edwars y Walter Shewhart, como miembros de dicho
departamento, fueron sus líderes. Edwards declaró: “Existe el control de la calidad
cuando artículos comerciales sucesivos tienen sus características más cercanas al
resto de sus compañeros y más aproximadamente a la intención del diseñador de lo
que sería el caso si no se hiciera la aplicación. Para mi, cualquier procedimiento,
estadístico u otro que obtenga los resultados que acabo de mencionar es control de
calidad, cualquier otro que no obtenga estos resultados no los es“. Edwards acuñó la
frase «seguridad en la calidad» y la defendía como parte de la responsabilidad de la
administración.

(Frederick Taylor)
Frederick Winslow Taylor,
ingegnere americano che
ideò l'organizzazione
scientifica del lavoro, nacque
nella città di Germantown
(Pennsylvania) nel 1856 e
morì a Filadelfia nel 1915.
Venendo da una famiglia
benestante, abbandonò gli
studi universitari di diritto per
un problema visivo e dal
1875 si dedicò a lavorare
come operaio in una delle
società siderurgiche
industriali di Filadelfia
LA SECONDA GUERRA MONDIALE EI METODI DI QUALITÀ
Durante la seconda guerra
mondiale, l'industria nordamericana
dovette assumere il compito di
produrre grandi quantità di prodotti
militari, oltre a far fronte al rispetto
delle date di consegna e fu così che
la qualità dei prodotti diminuì.
Durante la seconda guerra
mondiale, emerse una nuova
strategia: Statistical Quality Control
(CEC) e War Production Board
fornirono corsi sulle tecniche
statistiche sviluppate da Bell System
nel corso del 1920 come tentativo di
migliorare la qualità della
produzione di articoli militare.
Questo è il numero di partecipanti
che si sono incontrati per costruire
l'American Society for Quality
Control (ASQC) che si concentrava
sul controllo statistico della qualità,
di conseguenza la maggior parte
delle aziende si concentrava più
sulla qualità degli strumenti che nei
risultati.
Nel 1924 il matematico Walter Shewhart introdotto controllo statistico di qualità, che ha
fornito un metodo per la qualità economicamente controllo di mezzi di produzione di
massa. Shewhart era interessato a molti aspetti del controllo di qualità. Anche se il suo
interesse primario sono stati i metodi statistici erano anche molto consapevoli dei
principi della scienza del management e del comportamento, è stato la prima persona a
parlare degli aspetti filosofici della qualità. La visione secondo cui la qualità ha più
dimensioni è attribuibile solo a Shewhart.

Nel 1935, E. S. Pearson ha sviluppato il British Standard 600 per l'accettazione di


campioni di ingresso di materiale, cui è succeduta la British Standard 1008, degli Stati
Uniti 4l di adattamento Z -1 Standard sviluppato durante la seconda guerra mondiale.
La seconda guerra mondiale accelerò il ritmo della tecnologia di qualità. La necessità di
migliorare la qualità del prodotto ha comportato un aumento dello studio della
tecnologia di controllo della qualità. Fu in questo ambiente che i concetti di base del
controllo di qualità si espansero rapidamente. Molte aziende mettono in atto programmi
di certificazione del venditore. I professionisti dell'assicurazione della qualità hanno
sviluppato tecniche di analisi dei guasti per risolvere i problemi; tecnici di qualità furono
coinvolti nelle prime fasi di progettazione del prodotto e test delle prestazioni ambientali
dei prodotti ha cominciato.

Nel 1946 ha istituito l'ASQC (American Society for Quality Control) e presidente eletto
George Edwards ha detto in quell'occasione: "La qualità avrà un ruolo sempre più
importante a fianco della concorrenza in termini di costi e prezzo di vendita, e qualsiasi
società che non riesce a guadagnare qualche tipo di accordo al fine di garantire il
controllo della qualità efficace sarà costretto, dopo tutto, di essere di fronte una sorta di
concorrenza che non può lasciare trionfale". Nello stesso anno è stato, Kenichi
Koyanagi fondò la JUSE (Unione Scienziati giapponesi e Ingegneri) con Ichiro Ishikawa
come primo Eying. Una delle prime attività del JUSE è stato quello di formare il gruppo
di controllo di qualità di ricerca (Gruppo di Ricerca Controllo Qualità: QCRG) i cui
membri principali erano Shigeru Mizuno, Kaoru Ishikawa e Tetsuichi Asaka, che ha
sviluppato e diretto il controllo della qualità giapponese , compresa la nascita di circoli
di qualità.
Qualità giapponese

Dopo la fine della seconda guerra mondiale, il Giappone stava affrontando la


ricostruzione del paese e le forze di occupazione statunitensi decisero di sostenerlo
nella ricostruzione della sua economia per impedire che riprendesse la sua capacità
bellica.
Per questo, gli Stati Uniti hanno inviato un gruppo di esperti per aiutare nel suo lavoro.
Tuttavia, prima che dovessero conquistare la fiducia dei giapponesi, che li
consideravano come semplici nemici, così si lanciarono attraverso i messaggi radio
degli Stati Uniti. Sfortunatamente il Giappone non aveva radio e fu proposto di creare
fabbriche orientate alla sua produzione. Ma, poiché c'era una forza lavoro inesperta, il
risultato è stata la scarsa qualità delle radio create. Per risolvere questo problema, è
stato creato il NETL (National Electric Testing Laboratory), tuttavia è stato riconosciuto
poco dopo che questa strategia non era buona e si è deciso di reindirizzare gli sforzi
per la formazione di questa nuova generazione di amministratori giapponesi. Ciò è
stato possibile grazie al programma realizzato dall'organizzazione Union of Scientists
and Engineers of Japan.
Tra gli argomenti di formazione incluso il controllo statistico della qualità, questo
argomento è stato applicato grazie ai contributi di Walter Shewhart. JUSE ha visto in
questa materia una ragione per la vittoria degli Stati Uniti nella guerra, in modo che ha
chiesto al CCS di consigliare ad esperti del settore per approfondire e rafforzare il tema.
Perché Shewhart non era disponibile, ha raccomandato un professore alla Columbia
University, che aveva studiato ed esteso i soggetti Shewhart; questo insegnante era W.
Edwards Deming. Già nel 1947 Deming era stato in Giappone come parte di una
missione di osservazione economica, in modo che già conosceva i giapponesi,
facilitando la sua incorporazione come istruttore. 1950 W. Edwards Deming, un uomo
dedicato alla statistica che aveva lavorato sul sistema di Bell con George Edwards e
Walter Shewhart, è stato invitato a parlare agli uomini d'affari più importanti del
Giappone che erano interessati a ricostruire il loro paese termine della seconda guerra
mondiale, e cercando di entrare nel mercato estero e cambiando la reputazione del
Giappone per la produzione di articoli inferiori. Deming convinto che la qualità
giapponese potrebbe diventare il migliore del mondo per essere i metodi istituiti ha
proposto. Molte aziende iniziare a lavorare con il concetto di Sistema Qualità Integrale
<< >>, che colpisce la progettazione, produzione e commercializzazione, producendo
un singolare fenomeno che colpisce il marketing e l'economia industriale di molti paesi,
a seguito di despege di Industria giapponese, applicando i concetti di garanzia della
qualità e prevenzione. Gli industriali giapponesi hanno imparato gli insegnamenti di
Deming e la qualità giapponese, la produttività e la loro posizione competitiva sono stati
migliorati e rafforzati, per essere quello che sono oggi. Questo è il motivo per cui ogni
anno viene concesso altamente desiderati Premi Deming del Giappone per i singoli
dimostrando eccelenti risultati in teoria o in applicazione di controllo di qualità per le
statistiche, o qualsiasi persona che contribuisce in modo significativo alla diffusione di
tecniche di controllo di qualità con le statistiche, così come la sua applicazione. Le
aziende giapponesi che hanno ottenuto tali riconoscimenti includono Nissan, Toyota,
Hitachi e Nipon Steel. Nel 1989, Florida Power and Light Company è stata la prima
società straniera a vincere il Premio Deming.
Il Giappone è un paese
specializzato nella gestione
della qualità. Re dell'ordine e
organizzazione metodica, i
nipponici sono esperti nella
gestione della qualità dei loro
prodotti e persino delle
persone. Non invano la sua
formazione professionale si
conforma ad un modello di
standard che differisce in molti
aspetti del modello
occidentale. Tutto ciò lo rende
un processo molto
interessante che merita di
essere studiato, sia
teoricamente che
praticamente. Le
caratteristiche principali del
modello giapponese: 1.
Controllo di qualità applicato a
tutti i livelli. 2. Istruzione e
formazione per il controllo di
qualità. 3. La promozione di
attività tra circoli di controllo. 4.
Esecuzione di audit. 5. L'uso
di metodi statistici. A livello
teorico, il concetto di qualità è
un insieme di qualità o
proprietà di un prodotto, che
condizionano la sua utilità per
soddisfare determinati bisogni
produttivi e personali. Anche
così, il Giappone ha esteso
questo concetto alle persone e
comprende che anche queste
devono essere in costante
trasformazione. Ciò implica un
miglioramento continuo della
vita personale, familiare,
sociale e lavorativa.

Qualità totale

Negli anni '60 e '70, Armand V. Feigenbaum ha fissato i principi di base del controllo
totale della qualità (TQC): il controllo della qualità esiste in tutte le aree del business,
dalla progettazione alla vendita. Fino ad allora, tutti gli sforzi in termini di qualità erano
stati finalizzati a correggere le attività, non a prevenirle.
Con la guerra di Corea, l'enfasi sull'affidabilità e sul collaudo del prodotto finale è stata
ulteriormente accresciuta. Nonostante tutti i nsayos aggiuntivi realizzati, non ha
addestrato le aziende ad affrontare i suoi obiettivi di qualità e affidabilità, così che ha
iniziato a sorgere i programmi di conoscenza e miglioramenti della qualità nelle aree
della produzione e ingegneria. La garanzia della qualità nel settore dei servizi (Service
Quality Assurance: SQA) si è concentrata anche sull'uso dei metodi di qualità in
alberghi, banche, governi e altri sistemi di servizi.

Nel 1954, Joseph Juran fu invitato in Giappone per spiegare agli amministratori di livello
medio e alto il ruolo che dovevano svolgere nell'ottenere le attività di controllo della
qualità. La sua visita è stata l'inizio di una nuova era dell'attività di controllo della
qualità, indirizzando il percorso delle attività verso di essa e tecnologicamente basato
nelle fabbriche verso un interesse globale in esso in tutti gli aspetti della gestione di
un'organizzazione. In uno dei suoi libri più importanti, Managerial Breakthrough
("Administrative Advancement"), risponde alla domanda di molti amministratori: "Perché
sono qui?". Spiega che gli amministratori hanno due funzioni di base:

a) Rompere i processi esistenti per raggiungere nuovi livelli di prestazioni, e

b) Mantenere i processi migliorati nei loro nuovi livelli di prestazioni.


Queste nozioni di base con il capitale a sostegno della filosofia del TQC come è noto
oggi. Un altro libro importante è il Manuale del controllo di qualità, una guida per il
miglioramento della qualità.

Verso la metà e la fine degli anni '50 il TQC prese il nome dal lavoro svolto da Armand
Feigenbaum, ma i suoi concetti furono sviluppati sulla base delle opere di Deming e
Juran. Il TQC ha esteso il concetto di qualità per includerlo nel design e nelle
prestazioni, oltre al tradizionale punto di vista. Il TQC richiede a tutti i dipendenti di
partecipare alle attività di miglioramento della qualità, dal presidente del consiglio di
amministrazione ai lavoratori, compresi quelli che servono i clienti e l'intera comunità.

Alla fine degli anni '60, i programmi di qualità si erano diffusi attraverso la maggior parte
delle grandi società americane. Questa industria ha occupato la prima posizione nei
mercati mondiali, mentre Europa e Giappone hanno continuato la loro ricostruzione.
La concorrenza straniera cominciò a rappresentare una minaccia per le compagnie
americane negli anni '70. La qualità dei prodotti giapponesi, in particolare nei settori
automobilistico ed elettronico, ha iniziato a superare la qualità dei prodotti realizzati
negli Stati Uniti. I consumatori stavano diventando più sofisticati quando decidevano i
loro acquisti e cominciavano a pensare al prezzo e alla qualità in termini di durata del
prodotto. L'aumento dell'interesse dei consumatori per la qualità e la concorrenza
straniera costrinsero i manager statunitensi a preoccuparsi sempre più della qualità.
Total Quality Management è una
strategia di gestione sviluppata negli
anni '50 e '60 dalle industrie
giapponesi, basata sulle pratiche
promosse dall'esperto nel controllo di
qualità.

Miglioramento della qualità

La fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80 è stata contrassegnata da un impegno per
la qualità in tutti gli aspetti delle organizzazioni aziendali e di servizio, tra cui finanza,
vendite, personale, manutenzione, amministrazione, produzione e assistenza . La
riduzione della produttività, i costi elevati, gli scioperi e l'elevata disoccupazione hanno
fatto sì che l'amministrazione si rivolgesse al miglioramento della qualità come mezzo di
sopravvivenza organizzativa.
Il miglioramento della qualità o
il miglioramento della qualità è
un processo, la filosofia
anglosassone, associata a un
sistema di gestione della
qualità, e mirata alla continua
ricerca del livello di eccellenza
sulla base di un contratto tra il
candidato e un ente di
certificazione commerciale.