Sei sulla pagina 1di 16

GAETANO

SALVEMINI e-mail:lattualita@yahoo.it
una vita per la libertà

AI SOVRANISTI DICIAMO: “PRIMA GLI UMANI”


Lo slogan “Prima gli italiani”, lanciato dalla Lega alcuni mesi fa, è stato poi rilanciato da
altre formazioni politiche (com’era facilmente prevedibile) in ulteriori slogan demenziali:
“Prima i lombardi”, “Prima i piemontesi”, “Prima i veneti” e via dicendo. Domanda: “Prima”
rispetto a chi? Forse rispetto ai meridionali? Agli altri popoli europei? Agli americani? Agli
africani? Agli asiatici?
UN SITO WEB DA VISITARE
Chi ha ideato questi slogan, oltre ad essere un analfabeta della Storia, ha ignorato gli artt. 2 Navigando in Rete e digitando
e 3 della Costituzione (“pari dignità”). Ha ignorato anche uno dei principali insegnamenti www.movimentosalvemini.blogspot.it
evangelici: “Ama il prossimo come te stesso”. potete leggere i Comunicati Stampa sulle
Per quanto riguarda poi il dibattito politico sul travagliato tema delle “Autonomie locali”,
andiamo a dare un’occhiata al Disegno di legge presentato dal Ministro Boccia per inqua- proposte di riforma istituzionale avanzate
drare la cosiddetta “Autonomia differenziata”. Se questa proposta diventasse Legge le Re- dal Movimento Salvemini
gioni italiane potrebbero trasformarsi in micro-repubbliche indipendenti, infrangendo e su varie tematiche.
quell’Unità nazionale per la quale gli eroi del Risorgimento hanno sacrificato la vita. Le
conseguenze sarebbero devastanti per l’Ambiente, la Salute, la Scuola, il Lavoro, il Sistema Il sito, quotidianamente aggiornato, è una
tributario. Il predetto Disegno di legge, tra l’altro, favorirebbe gli interessi privati a scapito mini-enciclopedia di Scienze politiche,
di quelli generali. C‘è qualcuno che sia disposto a garantire che dietro la richiesta di Auto- economiche, sociali, religiose, letterarie
nomia Differenziata non si nasconde l’intenzione di disgregare il Paese sia in campo eco-
nomico sia in quello legislativo? e artistiche: oltre 20.000 temi.
Il Movimento Salvemini, pertanto, aderisce al Comitato Nazionale (costituito recentemente) Esaurita la 1a edizione di questo Potete esprimere via e-mail le vostre opinioni.
al fine di salvaguardare l’Unità della Repubblica. L’uniformità dei diritti fondamentali san- libro. Per prenotare una o più Il sito ha registrato
citi dalla Costituzione è uno dei cardini insostituibili della Democrazia. copie della 2a, cell. 3470333846
Cosmo G. Sallustio Salvemini finora circa 180.000 contatti.

IL TALLONE D’ACHILLE NON C’È DEMOCRAZIA


DELLA SANITÀ LOMBARDA SENZA TRASPARENZA INTERVISTA AL PROF. GIULIOTARRO
(Virologist of the Year , New York 2019)
È il 21 gennaio quando a Codogno si individua il primo caso di La trasparenza dell’amministrazione non è un fine, ma un mezzo
Sars-Cov-2: il malato non viene opportunamente isolato e nel- con una duplice finalità, la prima riguardante il rapporto fra i cit- Secondo lei la scienza e di con-
l’ospedale si diffonde il virus. La struttura viene chiusa e i pa- tadini e la società nel suo insieme, la seconda riguardante il rap- seguenza i governi hanno sot-
zienti, molti dei quali contagiati, sono trasferiti in altri ospedali porto fra i cittadini e l’amministrazione. Per quanto riguarda il tovalutato il coronavirus? Fino
che diventano così i primi moltiplicatori dell’epidemia. Quasi primo profilo, se realizzare la trasparenza amministrativa significa a meno di 20 anni addietro i co-
contemporaneamente in un altro comune italiano, a Vò Euganeo, mettere i cittadini in condizioni non solo di conoscere ma anche ronavirus rappresentavano una
in Veneto, si registra il primo ricovero di un paziente infetto. Da comprendere, ovvero di sviluppare una propria visione del mondo famiglia virale che durante il pe-
allora, mentre nella regione presieduta da Zaia la diffusione del- sulla base della quale assumere decisioni, formulare scelte, mo- riodo invernale causava dal 10
l’epidemia si stabilizza, in Lombardia la curva dei contagi sale dificare comportamenti ne deriva che tale forma di trasparenza al 30% dei raffreddori. Adesso il
vertiginosamente con un tasso di letalità che supera sia quello re- ha una rilevanza che va oltre il controllo sull’esercizio del potere nuovo coronavirus COVID-19
gistrato nel resto d’Italia che quello rilevato nel resto del mondo, amministrativo da parte della società civile. Il diritto all’infor- da una malattia febbrile con im-
Cina compresa. Perché? Cosa non ha funzionato nel sistema sa- mazione trova la sua collocazione in una sfera teorica diversa da pegno nei casi più severi di una
nitario lombardo? È forse venuta a mancare in una prima fase quella in cui sono inseriti i diritti soggettivi: se questi ultimi sono polmonite che può avere la ne-
un’adeguata protezione? E, soprattutto, si poteva evitare? Chiarito le situazioni giuridiche soggettive tipiche di una società di indi- cessità perfino di un respiratore.
che al momento la possibilità che in Lombardia stia vidui atomizzati, isolati fra di loro, allora il diritto alla compren- L’epidemia in Cina è terminata. Come secondo paese spetterà a
circolando un ceppo più aggressivo del virus sione si colloca su un altro punto di vista. Il diritto alla noi, purtroppo pagando un tributo maggiore di vittime soprattutto
sembra essere stata esclusa dai virologi, resta comprensione costituisce l’altra faccia della libertà di manifesta- basato sulla confusione che regna tra i governanti, i tuttologi e
da capire perché qui il tasso di mortalità è così zione del pensiero. Operano in sfere diverse, ma entrambi mirano l’informazione che non distingue la verità dalle fake news. Se
alto, tanto in termini assoluti quanto come “in- a raggiungere lo stesso risultato, cioè la formazione di un’opi- guardiamo a Milano che è sempre stata il fiore all’occhiello della
dice crudo di letalità”. Le spiegazioni propo- nione giustificata razionalmente. Questo presuppone un confronto sanità italiana, ci sarebbe da mettersi le mani nei capelli. Noi dob-
ste per l’anomalia sono diverse: si va continuo fra chi cerca di conoscere e chi detiene le conoscenze, biamo sperare da una parte nell’ambiente, sicuramente l’ambiente
dall’errore di aver trasformato i luoghi di cura in in un percorso circolare di verifiche e di ricerca che, esclude ruoli è migliore e quindi contrario al virus. E soprattutto alle esperienze
booster della situazione (in Lombardia ci sono fissi. Per questo motivo, il diritto alla comprensione e libertà di precedenti, in cui non abbiamo dato i numeri, nel senso che siamo
stati tantissimi ricoveri quando (segue a pag. 2) Federica Sciorilli Borrelli manifestazione del pensiero riusciti a passare il colera, il male
la malattia non era ancora ben operano non uno contro l’altra, (segue a pag. 4) Sonia Cozza oscuro, la salmonellosi, l’inizio (segue a pag. 2) Giustino Setteducati

GUARDARSI LA QUARANTENA IL VIRUS QUANDO NOSTALGIA POLITICA E


ALLO SECONDO DELLA MAFIA L’AMORE DEL TEMPO MAGISTRATURA.
SPECCHIO ERRI DE LUCA FINISCE UNA STORIA
Forse qualcuno mi leggerà tra
un secolo e si chiederà chi era
“Siamo tutti isolati in quaran-
tena ormai in quasi tutto il
Quando Christoph B. Schiltz,
sulla testata tedesca “Die Welt”
accennava al fatto che i Poche cose provocano negli es-
CHE FU SOLO ITALIANA…
questo benedetto Signor Nes- mondo. Noi italiani, forse per finanziamenti europei destinati seri umani un dolore profondo Quando gli abbracci del- Il libro di Piercamillo Davigo
suno che ha vissuto la incredi- la prima volta, siamo una guida all’emergenza Coronavirus in come la fine di una relazione. l'Amore abbracciavano l'ab- e Sebastiano Ardita, Magi-
bile Pasqua 2020. Di fatto i e una direttiva per tutti per con- Italia sarebbero finiti in mano Un amore interrotto, un licen- braccio dell'Amore. Quando i strati componenti del Consi-
Signor Qualcuno (a cui con- tenere questo disastro”. alle mafie, ci furono subito ziamento, la perdita di una per- sorrisi della Vita sorridevano al glio Superiore della
viene non mettersi in mostra Siamo avanguardia “vera”. Ci reazioni negative su ogni fronte sona cara, essere costretti a sorriso della Vita. Quando gli Magistratura: “Giustizialisti.
per godersi soldi e tranquillità) stiamo mettendo tutti alla politico, sia da parte della lasciare la propria casa: cia- occhi dell'Animo occhieggia- Così la politica lega le mani
sono tanti e fanno finta di ve- prova: governo, istituzioni, cit- Lega, con Salvini che scuno di queste situazioni ha vano agli occhi dell'Animo. alla Magistratura”, Paper-
stire i panni del Signor Nes- tadini, famiglie, bambini. Per la affermava come, da parte sua, dentro sé un rapporto che si in- Quando i tempi del Tempo First, Roma marzo 2017, si
suno. Il sottoscritto invece non prima volta l’economia non è non avesse “Mai chiesto se terrompe, l’infrangersi di sogni danzavano al tempo del basa su un ragionamento: i po-
sta affatto bluffando ma fa sul più il signore e l’arbitro di tutte soldi dati da Italia a Ue vanno e aspettative. La specie umana Tempo. Quando la gioia del litici e i giornali sostengono
serio al punto che ci si può le nostre azioni. Il governo si a malavita tedesca“ sia da ha una predilezione per le rela- Cuore si amalgamava alla gioia che la responsabilità è dei Giu-
chiedere il contrario ossia per- sta occupando della salute di parte del M5S, con di Luigi Di zioni, siano esse di amicizia, di del Cuore. Quando i pensieri dici mentre il libro spiega giu-
chè non mi dichiaro aperta- tutti i cittadini e per la prima Maio che invitava Berlino a sangue o affettive. Ci siamo della Mente si allineavano ai stamente che è del legislatore,
mente Signor Qualcuno per i volta la sanità è l’argomento dissociarsi pubblicamente dalle evoluti per questo e la nostra pensieri della Mente. Quando i del Governo, dei politici… Ini-
riconoscimenti avuti , un qual- centrale. Il Consiglio dei Mini- opinioni di Schiltz. A mente è predisposta per ren- sogni dello Spirito pensavano ziamo l’esame… - da
che acume nello scrivere ed stri del nostro Paese è compo- prescindere dal fatto che le derci capaci di costruirle, cu- ai sogni dello Spirito. Quando pag.21…””La legge sulla cu-
un'indubbia schiettezza? sto anche da medici. E tutti noi, dichiarazioni di un giornalista rarle e renderle più forti. la Speranza del Futuro aspirava stodia cautelare, più volte mo-
La risposta è la seguente: a ci atteniamo alle regole che non rappresentano per forza Talvolta, però, queste relazioni alla Speranza del Futuro. dificata per
questo mondo dove tutto è pre- hanno previsto l’opinione del entrano in crisi e Quando i ricordi limitarne l’ ap-
cario, effimero con tanto di fin- per il Paese. Governo finiscono. Può del Passato at- plicazione,
zione ben organizzata, pensare C’è un tedesco, e accadere len- tendevano ai impone, in-
di essere chissà chi è una per- nuovo rap- oltretutto il tamente, ricordi del fatti, che il
fida illusione perchè quando ci porto di fi- t a n t o come una Passato. reato con-
si guarda allo specchio può ri- ducia tra gli contestato candela che Quando la testato
velarsi la vera e nascosta iden- italiani e le articolo di si spegne, o linea del De- abbia limiti
tità, come giustamente ha istituzioni. Schiltz è inaspettata- stino si ade- di pena ele-
affermato il direttore Salve- Potrebbe essere stato un po’ mente, come guava alla linea vati (4 anni per
mini. Eugenio Morelli (segue a pag. 4) Lisa Biasci (segue a pag. 2) Emiliano F. Caruso (segue a pag. 2) Maria R. Nicastri (segue a pag. 2) Gerardina Russoniello (segue a pag. 7) Raffaele Vacca
L’ATTUALITÀ, pag. 2 N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020
(segue da pag. 1) Il tallone d’Achille della Sanità Lombarda (segue da pag. 1) Il virus della mafia
manifesta e questo ha senza ombra di dubbio accelerato i con- decontestualizzato e mal tradotto, il nostro Ministro degli esteri
tagi); alla mancata fornitura di DPI (dispositivi di protezione in-
dividuale) ai medici del territorio e al restante personale sanitario;
sembra ignorare che lo stesso Beppe Grillo il 4 luglio del 2014,
quando partecipò all’apertura della Legislatura europea a INFORMAZIONIAI LETTORI
fino alla più becera mortificazione della medicina di base che in Strasburgo, dichiarando “Sono venuto più volte in Parlamento Quote associative annuali. Ordinaria: euro 60,00 (solo per recapito a
questa emergenza è stata completamente abbandonata a se stessa. per dire a tutti di non dare soldi all’Italia. I finanziamenti
Tutti fattori questi che hanno senz’altro contribuito a favorire la scompaiono in 3 regioni: Calabria, Campania e Sicilia e quindi domicilio). Simpatizzante: euro 100,00 (per pubblicare un articolo per
spropositata diffusione del virus ma che, adesso, esigono di essere finiscono nelle tasche di ‘ndrangheta, camorra e mafia” fu molto numero). Benemerita: euro 180,00 (due articoli per numero). Sosteni-
inseriti in un contesto più ampio e che lungi dall’essere stretta- più esplicito della penna di B. Schiltz. Ma al di là di reazioni trice: euro 360,00 (quattro o più articoli per numero).
mente ed esclusivamente connesso all’emergenza Coronavirus. indignate e scaramucce politiche, è innegabile che quando ci sia Il versamento va effettuato tramite bollettino di c/c postale n°.
Se ora si tentasse di scaricare unicamente le responsabilità di un’emergenza di qualsiasi tipo, l’unica vera vincitrice, quella che 1032746719 intestato a Movimento Gaetano Salvemini, Fonte Nuova
quanto accaduto sui singoli medici e sugli operatori sanitari si ri- si muove meglio, è la mafia. Quella mafia che, da sempre, si (Roma).
schierebbe infatti di cadere in un semplicismo senza precedenti, insinua e mette radici nei molti, troppi vuoti dello Stato italiano, Consigli utili: 1) rileggere attentamente gli articoli prima di inviarli alla
perdendo di fatto l’opportunità di cercare i veri colpevoli di que- prendendo il posto delle istituzioni assenti. I danni più grossi, Direzione entro il 15 di ogni mese. 2) Gli articoli non devono superare
sta strage fuori dagli ospedali, entro i vertici della Regione e tra come prevedibile, li abbiamo nel settore economico, dove
quei tanti politici che negli ultimi anni si sono allegramente in- bisognerebbe vigilare di più, per evitare infiltrazioni criminali. le 30 righe dattiloscritte e devono osservare la classica regola del Labo-
trattenuti a promuovere una politica sanitaria irresponsabile e Saracinesche abbassate, aziende già in fallimento, negozi chiusi, ratorio di Giornalismo sui cinque interrogativi: chi, come, dove, quando
omicida, a partire ovviamente da quanti hanno tenacemente fa- imprese bloccate, migliaia di lavoratori in cassa integrazione, e perché. 3) confrontare il testo originario dei propri articoli con quello
vorito la riforma della sanità del 2015 che in Lombardia ha lette- famiglie che stanno svuotando i propri conti in banca per vivere. poi pubblicato con le necessarie correzioni e abbreviazioni, al fine di
ralmente eliminato le ASL, sostituendole (e dimezzandole) con L’economia italiana per ripartire avrà bisogno di un piano di non ripetere errori e prolissità negli articoli inviati successivamente. 4)
le ATS (Agenzie di Tutela della Salute) ma soprattutto snaturan- emergenza economica serio e imponente, non di barzellette come pubblicare almeno 80 articoli in 24 mesi consecutivi per chi vuole iscri-
dole e quindi trasformandole da braccio attivo della politica sa- i 400 miliardi di aiuti alle imprese convertiti in prestiti bancari da versi all’Albo dei Pubblicisti. 5) rivolgersi al consulente Patrizio Ales-
nitaria ad agenzie di mero controllo burocratico e amministrativo. 25 mila euro (sembra senza interessi) o di elemosine come gli
Niente più servizi territoriali, dunque, che la riforma ha invece ormai famosi 600 euro, Una Tantum. sandrini (via Monte Senario 14, Roma. Tel. 06.87195452) per far
trasferito alle ASST (Aziende Socio Sanitarie Territoriali), le vec- Se non si organizzerà un serio piano di ripresa economica, le calcolare le ritenute d’acconto da versare ogni quadrimestre all’Agenzia
chie aziende ospedaliere per intenderci, ma senza che però fossero aziende e i privati saranno costretti a rivolgersi a canali paralleli delle Entrate. 6) Conservare ogni copia del giornale per poter compilare
passati loro anche tutti quei compiti operativi originariamente in e illegali, quelli dello stato nello stato: la mafia, che può disporre l’elenco degli 80 articoli da consegnare all’Ordine. 7) Presentare al-
capo alle ASL. di una propria burocrazia, molto più snella e veloce di quella dello l’Ordine la domanda d’iscrizione all’Albo firmata dal Direttore della te-
È così che si è determinato quel cortocircuito che, nel giro di una Stato, e soprattutto di molto denaro liquido e subito disponibile. stata. 8) Sono accettati solo testi dattiloscritti composti in RTF oppure
manciata di giorni, ha trasformato agli occhi dei più il sistema sa- Questi non sono deliri allarmanti: il centro di ricerca sul crimine WORD 4/5 e inviati per E-mail: lattualita@yahoo.it.
nitario lombardo dal più accreditato ed efficiente d’Italia in un si- dell’università Cattolica di Milano. il Transcrime, invita a
stema totalmente incapace di contrastare la lotta alla pandemia di prepararsi a situazioni che potrebbero mettere in ginocchio Anche dopo l’iscrizione all’Albo è opportuno pubblicare almeno un ar-
Covid-19, a dimostrazione del fatto che rinunciare ad una cultura l’economia, e persino la Direzione centrale anticrimine della ticolo su ogni numero e rinnovare la quota associativa annuale simpa-
sanitaria incentrata sulla Public Health non sempre paga. Polizia di Stato ha spedito di recente a tutti i questori due circolari tizzante.
Con il senno di poi, chissà, la scelta di fondare il sistema sanita- in cui invita a tenere gli occhi aperti, tra le altre cose, sulle Il giornalismo non è solo arte; è anche passione vissuta con entusiasmo
rio esclusivamente sulla cura e sul profitto, senza investire nei infiltrazioni della criminalità organizzata nelle aziende rese fragili e con rettitudine morale. Il piombo, più che l’oro, ha modificato la Sto-
servizi di prevenzione (che effettivamente non producono gua- dall’emergenza del Coronavirus. ria. E più che il piombo dei fucili, quello dei tipografi.
dagni per le lobby private) e cancellando al contempo tutti que- Altrimenti le mafie, come spesso accade, anche in questo caso
gli organi che fino a qui avevano svolto il sacrosanto compito di arriveranno prima dello Stato e le aziende, per sopravvivere,
controllo sanitario di base, a qualcuno potrebbe addirittura ini- saranno costrette a rivolgersi ai clan, che prenderanno poi il posto
ziare a sembrare fin troppo azzardata. di queste aziende fallite, infiltrandosi ancora di più nel nostro già
Il risultato? Importanti carenze che, alla prima emergenza, si sono devastato tessuto economico e sociale. Il collega tedesco, quindi, AVVISO AI COLLABORATORI
prontamente palesate e tante (troppe) vittime tra sanitari e pa- voleva solo invitare i politici italiani a affettuare maggiori Gli articoli che superano le 30 righe dattiloscritte non vengono
zienti, a partire da quelli delle RSA, le Residenze Socio Assi- controlli. Cosa alquanto difficile, considerando che alcuni politici
stenziali che silenziosamente hanno pagato con la vita il prezzo sono loro stessi mafia. Emiliano Federico Caruso presi in considerazione per ovvie ragioni di spazio.
più alto di questa pandemia, dove i degenti, già gravemente se-
gnati da patologie pregresse, anziché essere protetti, sono stati af- (segue da pag. 1) Intervista al Prof. Giulio Tarro
fiancati a pazienti Covid positivi con l’effetto di aver fatto dell’Aids, e le varie influenze che si sono alternate, in cui a un certo punto abbiamo fatto più dia-
esplodere il contagio tra gli anziani e il personale. Ora sta alla gnosi degli altri, e quindi per questo avevamo più casi. Diciamo pure che l’anno scorso abbiamo
Procura di Milano, che indaga già su dodici strutture, far luce su avuto un’influenza per sei milioni di italiani, con 10.000 morti. Se l’Istituto superiore di sanità dice
quanto accaduto. L’ipotesi è di maggiori guadagni per ogni pa- che praticamente il 98% dei morti sicuramente non muore per il coronavirus, c’è stato un con-
ziente Covid. Federica Sciorilli Borrelli centrato di pazienti che hanno bisogno di terapie intensive, che ha fatto scoppiare il problema sa-
nitario. Il ruolo dell’Oms è fondamentale quando si parla di epidemie su larga scala: come
(segue da pag. 1) Nostalgia del tempo che fu giudica l’operato di questa organizzazione? L’OMS aveva ricevuto il 31 dicembre le informa-
del Destino. Quando la Libertà dell'IO si fondeva alla Libertà zioni ufficiali dalle autorità cinesi e la settimana successiva le sequenze genomiche del corona-
dell'IO. Quando le radici del Suol Natio si avvoltolavano alle ra- virus con collegamenti a quanto successo nel 2002/2003 e dopo tre settimane la conferma che
dici del Suol Natio. ORA. fosse diventata una malattia interumana. E ancora sostenevano che era una normale epidemia. Il
Senza passato senza futuro senza presente senza sorrisi senza 30 gennaio l’OMS ha dichiarato questa epidemia un’emergenza di sanità pubblica di interesse in-
gioia senza sogni senza abbracci senza ricordi Senza Radici Senza ternazionale (Public Health Emergency of International Concern, PHEIC), per poi definirla una
Libertà. Solo. epidemia peggiore del terrorismo senza ancora aver dato la sigla di pandemia. Un virus che dalla
Il Desiderio Del Nostos Al Vivere Del Tempo Che Fu, Con La Cina aveva raggiunto tutti i continenti a parte l’Antartide era già da considerare ovviamente una
Speranza Di Poterlo Ritrovare, Di Poter Conoscere La Nuova pandemia. A questo punto epidemia oppure pandemia sono una questione di semantica. Come ha
Propria Identità. Uguali E Diversi. Forse Si Può. reagito secondo lei il nostro sistema sanitario nazionale? Abbiamo un bollettino di guerra. An-
"Il Vento Fa Il Suo giro e ogni cosa prima o poi ritorna". ziché dire cosa è successo e perché è successo, perché non hanno detto che, secondo i dati del-
Quando vedrò un fiore di pesco sbocciare, forse capirò cosa sia la l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il nostro Paese ha dimezzato i posti letti per la terapia
vita. Quando vedrò uno spuntone di roccia insanguinare le ali di intensiva, passati da 575 per 100.000 abitanti, a 275 attuali? Questo per una politica che ha sba-
un’aquila, forse capirò cosa sia la vita. gliato, a livello sanitario, dal 1997 al 2015. Ci si è messi in queste condizioni, come se venisse
Quando vedrò il sole nascere per l’ultima volta, quando vedrò un un terremoto e uno non sapesse cosa fare, perché non ha usato il cemento armato. E lo stesso vale
fiume scorrere libero verso il grande mare, quando potrò parlare nel nostro caso. Nemmeno quando è scoppiata l’epidemia attuale in Cina abbiamo fatto niente per
senza essere fraintesa, forse capirò cosa sia la vita. raddoppiare i posti letto, come hanno fatto i francesi. Non è stato fatto niente. La Cina ha fatto
Quando per gli altri vigerà l’absit iniuria verbo, forse capirò cosa tre ospedali in due settimane, noi stiamo ancora a fare distinzioni se dobbiamo soccorrere prima
sia la vita. Quando starò per morire e le forze mi abbandoneranno i giovani o gli anziani, che sono pieni di problemi. Abbiamo delle situazioni a livello non solo cul-
e gli occhi si chiuderanno in un sonno pesante e profondo, e il turale, ma etico, proprio indecenti. Quanto durerà questa emergenza? Cosa ci dobbiamo aspet-
cuore non batterà più, e la mente sarà vuota di pensieri, forse ca- tare nei prossimi mesi? Dobbiamo avere l’esperienza commisurata altrove. In Cina è iniziata a novembre-dicembre, ed è stata
pirò cosa sia la vita. Solo allora mi accorgerò di aver sprecato at- comunicata ufficialmente il 31 dicembre dall’Organizzazione mondiale della sanità. Abbiamo avuto un picco sicuramente che è stato
timi irripetibili. Solo allora mi accorgerò di aver amato tanto la a gennaio, sempre a crescere, e a febbraio. Poi è cominciata a scendere, e ora in Cina l’epidemia non c’è più. Perché noi dovremmo
vita. Gerardina Russoniello avere un aspetto diverso? Ponendo i dati su un grafico di coordinate cartesiane si vede benissimo che il numero dei nuovi casi è in-
cominciato a livellarsi nella Corea del Sud, mentre i nuovi casi in Italia sono continuati a crescere in maniera esponenziale. Le mi-
sure restrittive imposte alla popolazione daranno il loro effetto quando questo picco comincerà la sua discesa come sembra avvenire
(segue da pag. 1) Quando l’amore finisce da fine marzo. D'altra parte l'epidemia in Cina è già terminata. Quando il picco sarà terminato e i contagi finiranno, non è co-
un’esplosione. In entrambi i casi ciò che resta sono ceneri e ma- munque rischioso tornare alla vita “normale” di prima? Per permettere alle strutture sanitarie interventi mirati dobbiamo fare a
cerie. La buona notizia è che la nostra mente si è anche evoluta meno di una informazione che provoca ansia e piena di falsi appelli "a non farsi prendere dal panico", perchè a questo punto anche
per gestirne la fine e darci l’opportunità di recuperare noi stessi una influenza stagionale non dico dell'anno scorso, ma di quegli anni in cui effettivamente è stato notato un incremento dei casi - vedi
dopo la conclusione di un rapporto. La prima reazione alla fine di l'aviaria, la suina, quella stessa di quest'anno - avrebbero potuto portare ad una simile emergenza. Napoli ha l'esperienza del colera,
una relazione è definita fase di shock. È come se crollasse un edi- del male oscuro, delle salmonellosi, dell'inizio dell'AIDS quando non esisteva la terapia, delle influenze recenti, l'aviaria e la suina
ficio. Il palazzo costruito con i mattoni dei sogni e dei “ faremo” quando i valori dei contagiati e le stesse mortalità ne hanno fatto la prima regione italiana, distinguendosi però per la buona sanità,
si sgretola; poco importa quanto le crepe nei muri fossero visibili ossia una diagnosi vera rispetto al resto dell'Italia. Le persone guarite o anche gli asintomatici inconsapevoli del contagio sono
da tempo. Far fronte alla fine di una relazione richiede uno sforzo ormai totalmente immuni? Il periodo di incubazione esteso fino a 14 giorni rappresenta non solo il tempo necessario per la replica
immane alla nostra mente. virale e quindi la sintomatologia, ma anche per stabilire la sua contagiosità. E’ un fatto che la libera circolazione del virus aumenta
Il primo soccorritore è la negazione. La fase di shock è più facile le possibilità di contagio ma anche l’immunizzazione e quindi la protezione dalla malattia. Se il virus circola produrrà un'infezione
da superare per chi ha preso la decisione, ma la fine è dolorosa in e l'infezione porterà anche la risposta dell'organismo con degli anticorpi, quindi questi soggetti saranno immuni. Il soggetto asinto-
ogni caso. La negazione della sofferenza ci permette di andare matico è anche infettante, ma una volta prodotti gli anticorpi il virus viene neutralizzato e pertanto diventa guarito e non più conta-
avanti, ma impedisce di mettere ordine nel turbine dei pensieri. Il giante. Perché le donne lo contraggono di meno? È vero che colpisce poco le persone di colore? Dai dettagli delle cartelle cliniche
tempo è necessario per guarire dalla fine di una relazione, ma degli attuali ricoverati come per altro da quelli dimessi guariti e purtroppo dalle vittime non sembra che vi sia alcun straniero nel senso
non è sufficiente. È dare un senso a ciò che è stato che permette di un extracomunitario. Sembra che questi soggetti che per alcuni comuni del nord sono addirittura la maggioranza possono avere
di costruire nuovi edifici ( relazioni), più solidi e in definitiva, più una normale sindrome similinfluenzale (da coronavirus) senza che si sviluppi alcuna criticità. Sembra che si comportino come i bam-
confortevoli. Molti di voi si chiederanno: “Perché dovrei accet- bini italiani che non si ammalano di polmonite perchè venivano vaccinati contro la turbercolosi, vaccinazione che dura per un ven-
tare questa sofferenza?” Come esseri umani noi siamo abituati a tennio. Dopo il ventennio cominciano ad ammalarsi di tubercolosi come adesso di COVID-19. Gli extracomunitari sono tutti coperti
evitare il dolore e a cercare di fuggire il prima possibile da situa- da vaccino della tubercolosi che fa parte di un protocollo di copertura previsto dalle ASL. L’assetto ormonale diverso e le stesse pro-
zioni che ci fanno stare male. Il problema sorge quando si applica staglandine, che rispondono al danno tissutale polmonare dell’infezione virale, favoriscono il soggetto femminile nei confronti del
questa regola al nostro mondo interiore. coronavirus responsabile dell’attuale pandemia. Le cure per altri virus e malattie, tra cui hiv, ebola, malaria e artrite, sembrano
Più cerchi di non pensare al tuo ex partner più nella mente, si af- avere efficacia contro il covid-19: cosa pensa a riguardo? Il Remdevisir usato per l’Ebola, la Clorochina (Plaquenil) già come an-
facciano ricordi e pensieri. Detto così è abbastanza scoraggiante. timalarico adesso di routine in Francia, il Fapilavir (Avigan) prodotto dal 2014 in Giappone, inibitori delle proteasi del virus dell’AIDS
In realtà, ciò che è importante imparare ad accettare è la parte di come Ritonavir e Lopinavir, Vit C a grammi, Oseltamivir, antifluenzale. Tutti questi sono farmaci per via orale. In particolare l’Avi-
sofferenza inevitabile. Arriverà il momento in cui si potrà attiva- gan nome commerciale del Favipiravir è un antivirale già in uso da alcuni anni nei riguardi di diverse famiglie virali. Il suo uso come
mente modulare le proprie emozioni, ma all’inizio è importante antivirale precoce nelle infezioni influenzali ha avuto un riscontro positivo per quanto riguarda in particolare il Giappone dove è
accoglierle come una parte di sé. stato prodotto. Adesso in Italia verrà utilizzato nella regione Veneto e quella della Lombardia. L’ultima sperimentazione clinica con
La presenza di figli può essere un elemento di forte complica- un prodotto difficile da maneggiare mi lascia perplesso, perché non può certo risolvere il 98% dell’epidemia, il TOCILIZUMAB
zione quando la coppia si separa. Gestire i sentimenti e le emo- l’immunosoppressore dell’artrite reumatoide, è un prodotto poco malleabile. Non stimo che ne valga la pena, riducendo ulterior-
zioni di un bambino diventa un’ulteriore sfida per il genitore sul mente la risposta immune al virus del paziente e lasciandolo scoperto alla reinfezione. Che tempi sono previsti per un possibile vac-
piano psicologico e pratico. I bambini, possono reagire alla sepa- cino? Il virus non potrebbe mutare nel frattempo ed essere comunque pericoloso? Un vaccino specifico che prevenga la diffusione
razione in modo problematico, chiudendosi o facendo emergere di questa epidemia da COVID-19 deve essere preparato con tempi minimi che tengano presente la sicurezza del suo uso e quindi una
condotte compulsive. etica di somministrazione con tempi indicati dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) fino a 18 mesi, mentre un vaccino in-
La prima cosa da fare è mantenere, per quanto possibile, la rou- fluenzale stagionale può richiedere soltanto alcuni mesi che permettono la protezione di un nuovo continente rispetto a quello dove
tine. È importante spiegare loro, con parole semplici, che i geni- è originata l'influenza epidemica. Cosa ne pensa della sieroterapia? La cura più efficace (così come dimostrato in un articolo a cura
tori non riescono più a vivere bene insieme, ma che qualunque dei nostri colleghi virologi cinesi e pubblicato sulla Proceeding National Academy of Science e in un altro articolo sul Medical Jour-
cosa accada li ameranno sempre. I bambini osservano e imparano nal of Virology) è l’immunoterapia. Vale a dire l’utilizzo delle gammaglobuline che si ricavano dal sangue dei pazienti guariti dal Sars
molto dai modelli che hanno accanto. I genitori sono uno di quelli, CoV2. È stato scientificamente dimostrato che bastano 200 ml di plasma trasfuso nei pazienti per vedere risolvere le situazioni più
quindi devono agire nel modo in cui si vorrebbe che i figli si com- gravi nel giro di 48 ore. A Mantova e a Pavia, dove si pratica l’immunoterapia, si riscontrano già buoni risultati.
portassero. Maria Rosa Nicastri Giustino Setteducati
N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020 TEMATICHE INTERNAZIONALI E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 3

UNIONE MONDIALE DEGLI STATI


PIOGGIA DI SENTIMENTI
La poesia può idratare la nostra/ gola e rinnovare la promessa/
fatta con il primo bacio./ Un bellissimo aquerello/ di un arco-
baleno all'orizzonte/ senza poesia, nessuno dei due/ gli occhi
Governatore: S. E. Sen. Pietro Fratantaro dell'amante possono vedere/ il colore dell'alba,/ né gli alberi via
con la brezza./ L'arcobaleno della poesia porta/ la condizione
con cui/ tutto il mondo ha più vita,/ tra cui gocce di rugiada,/ il
Vice Governatore: Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini sorriso del mattino/ e la notte bluastra.
AL MERCATO
Lettere in cremisi/ lirica distillata/ in risate e lacrime/ sapore di
NESSUNO PUÒ ANNIENTARE LA LIBERTÀ frutta fresca/ e profumo di foglie bagnate/ volando con il vento./
Sul bancone, le poesie/ sono l'essenza/ di una lingua persa/ nel-
Da molti mesi il “corona-tiranno-virus” sta cercando di soffocare la nostra libertà. Prima ancora di essere un diritto sancito dalla Co- l'inchiostro del silenzio./ Non battono/ ma pungono e fanno
stituzione, la libertà è un dono di Dio. Un dono prezioso che il Male vuole distruggere. male/ mentre gli occhi del poeta/ all'angolo/ come un coltello di
Un dato di fatto caratterizza la Storia: un’entità invisibile ma potente vuole rendere schiavi gli umani; vuole incutere terrore. pietra/ aspettano un acquirente.
Ma la libertà è un anelito profondo dello spirito. Viene infuso nella nostra anima. E’ inalienabile. Senza libertà non potremmo fare
nulla, per noi stessi e per il prossimo. Non potremmo essere operatori di Pace, nè edificare una società fondata sulla Solidarietà so- PACE IN AZIONE
ciale. Non potremmo far emergere la verità su tanti misfatti che vengono costantemente occultati dalle canaglie insediate nei palazzi La pace è un labirinto/ di difficile accesso/ dell'essere umano/ di
del Potere. mente aggressiva/ cercando di sopravvivere/ in questo mondo
“La verità vi renderà liberi” è l’esortazione di Cristo. Questo monito è più attuale che mai. Solo chi è libero può recidere le catene instabile./ Tuttavia il motivo/ può prevalere/ di confusione, rab-
(invisibili ma reali) con le quali il Male da sempre vuole soggiogarci. Solo chi è libero può diffondere idee idonee a trasformare il bia, guerra/ quando scopriamo/ che l'azione per la pace/ è l'unica
mondo in un’oasi di pace. che vale la pena/ con il riconoscimento/ che siamo tutti uguali/
Come possiamo evitare i falsi profeti? L’albero buono si riconosce dai suoi frutti. Nella Bibbia è scritto: “Siate come scintille nella dalla nascita alla morte.
stoppia”. Dobbiamo essere scintille di libertà. L’importante è non arrendersi. “Non mollare!” è (e sarà sempre) il nostro motto. An-
cora una volta la battaglia contro il Male è vinta. POESIA
25 aprile 2020 (75° anniversario della Liberazione) Il Consiglio Direttivo del Movimento Salvemini Molto piccola è la poesia./ per alcune persone/ è
niente./ Ma se è l'unica cosa/ in cui possiamo cre-
dere,/ possiamo condividere,/ possiamo vivere,/
L’EVENTO EDITORIALE DELL’ANNO ATTUALITÀ DELLE TEORIE possiamo chiedere,/ per favore, accarezzami/ con il
suo suono/ di passione/ perché l'intelligenza/ non
sarà mai/ ad ammontare così tanto! Teresinka Pereira
SOLIDALISTICHE KEYNESIANE
John Maynard Keynes (1883-1946) è stato un economista bri-
tannico, considerato il più influente tra gli scienziati economici
del XX secolo. Fulcro della sua concezione è la necessità del-
TROPPA PLASTICA
l’intervento pubblico statale nell’economia per garantire l’occu-
pazione nelle fasi di crisi del ciclo economico capitalista. Per dare
NEL MEDITERRANEO
la misura della coerenza intellettuale e morale di Keynes, vale la Almeno 116 specie diverse nel Mediterraneo hanno ingerito pla-
pena ricordare un episodio storico che lo riguarda. Alla fine della stica in mare, il 59% è rappresentato da pesci ossei tra cui sar-
Prima Guerra Mondiale, le potenze vincitrici imposero alla Ger- dine, triglie, orate, merluzzi, acciughe e tonni, tutti di interesse
mania un risarcimento di danni di guerra così ingente da spro- commerciale, il 41% invece è costituito da mammiferi, crostacei,
fondare il Paese in una grave crisi economica. molluschi meduse e tartarughe. Questi sono i risultati di uno stu-
Keynes, che faceva parte della delegazione impegnata nelle trat- dio effettuato dai ricercatori dell’ISPRA, (Istituto Superiore per la
tative di Versailles, abbandonò i lavori per protesta contro la ce- Protezione e la Ricerca Ambientale) che ha lo scopo di aggior-
cità dei francesi e dei suoi connazionali. Osservando quelle nare la letteratura scientifica disponibile per descrivere l’impatto
vicende in una prospettiva storica, occorre ricordare che lo spirito dei rifiuti sulla vita marina del Mediterraneo. Si tratta ad oggi
di vendetta franco-inglese alimentò il nazionalismo tedesco, che dello studio più aggiornato sull’intero Mediterraneo. La produ-
si nutrì dell’evidenza punitiva del comportamento dei vincitori zione mondiale di plastica è passata da 15 milioni di tonnellate nel
contro la Germania. All’inflazione del 1920 seguì poi la defla- 1964 agli oltre 310 milioni attuali e almeno 8 milioni di tonnel-
zione del 1930, conseguente al crollo di borsa americano del late finiscono negli oceani del mondo. La plastica raggiunge il
1929. E tutto questo aiutò Hitler e il partito nazista ad imporsi. mare a causa di una cattiva gestione dei rifiuti ma anche per la
Oggi ci troviamo in un frangente storico – quello della pandemia sovrapproduzione di imballaggi e prodotti monouso, per limitare
da coronavirus – che è stato giustamente paragonato ad una i danni l’Unione Europea ha approvato la direttiva contro la pla-
guerra. E l’alternativa fra egoismo e solidarietà torna a proporsi stica monouso che attualmente è la più prodotta. Mentre dallo stu-
nelle grandi scelte di politica economica. dio emergono gli effetti diffusi dei rifiuti marini, al contrario non
Per questo sono sempre più gli economisti che guardano alle teo- ci sono evidenze scientifiche sugli effetti negativi dell’ingestione
rie solidaristiche di Keynes come fonte di ispirazione per il ri- di microplastiche nei pesci, né tanto meno del trasferimento delle
lancio dell’economia mondiale. Silvia Iovine microplastiche fino all’uomo. Arianna Paolucci

VERSO UN NUOVO ORDINE MONDIALE


Cari lettori, dopo la seconda guerra mondiale il mondo ha vissuto un lungo periodo di guerra fredda, in cui il pericolo era una proli-
ficazione nucleare in un pianeta diviso in due blocchi, con il pericolo di una escalation di conflitto nucleare che avrebbe distrutto la
normale vita sulla terra, almeno per molto tempo. Tale pericolo esiste purtroppo ancora, mai abbassare la guardia rispetto ad una si-
mile minaccia, comunque l'uomo è in grado di provvedere - anche se lentamente - alle minacce che si presentano, così anche il ri-
schio di guerra nucleare è da tempo calmierato, sia per l'introduzione di strumenti di difesa sempre più tecnologica sia per
Prenotare copie via mail: stampa.europaedizioni@gmail.com abbassamento della tensione politica tra i due blocchi già dalla fine degli anni '80.
A questo libro è stato conferito il Premio Menotti Art Festival per la Negli anni '90 il mondo, dopo la fine della guerra fredda è andato alla ricerca di un nuovo assetto, e le guerre fisiche si sono sempre
Saggistica (Spoleto, 21 settembe 2019). più trasformate in guerre economiche.
In questo panorama un intero continente, per la prima volta ha deciso di unificarsi senza utilizzo di una guerra, ponendo le basi, pro-
prio negli anni '90 per una creazione di una unione di stati e successivamente di uno stato unico federale, con regole molto ferree di
funzionamento. Tale continente è la vecchia Europa, che dal 25 marzo 1957 con i Trattati di Roma creò una unione economica natu-
“OZONO SOLIDALE: UNARIVOLUZIONE” rale per un insieme di stati. Nel 1992 presso la cittadina olandese di Maastricht si incontrarono i ministri economici di tutti gli stati
europei membri di tale unione, che a quei tempi erano solo 12 e posero le basi di politica economica per una unione monetaria, po-
litica ed economica sempre più forte, con possibilità di allargamento a tutti gli altri stati che avessero condiviso quei parametri. Già
Mentre le attese per l’uscita dal dramma del coronavirus si alternano all'ora i paletti indicati da tale accordo sembrarono molto stringenti, al punto tale che si fecero in Italia inevitabili parodie tra il nome
alle persistenti incertezze circa il decorso e le possibili recrudescenze della città in cui il trattato si firmò ed il fatto che tale nome - in forma dialettale indicava proprio nella sua pronuncia una situazione
della pandemia, sale il livello di attenzione dei media internazionali di stringimento (Maastricht = mi ha stretto...), il tutto comunque nell'entusiasmo generale, e con effetti che si sono cominciati a ve-
nei confronti della ozonoterapia come efficace metodo curativo ca- rificare nel periodo a cavallo con il cambio del secolo e del millennio, fino ad arrivare al 01/01/2002 con l'introduzione della nuova
pace di contrastare il Covid-19. Vale quindi la pena segnalare all’at- moneta unica europea denominata €uro. Per l'Italia già qualcosa in quel momento non quadrava, infatti il nostro paese si ritrovò un
tenzione un recente volume divulgativo in materia, intitolato “Ozono tasso fisso di cambio con la lira che vedeva la nostra moneta molto svalutata rispetto alle previsioni.
solidale: una rivoluzione!”, pubblicato a cura di Orbis Edizioni. Re-
cita la quarta di copertina: «In questo libro troverete storie di medici L'Unione Europea con la moneta unica è stata caratterizzata sin dal suo esordio quindi da una politica economica e fiscale molto ri-
e pazienti che raccontano come affrontare le malattie e rendono ma- gida e con obbligo di rispetto di parametri che molti stati non avevano e che sono stati raggiungi in maniera piuttosto artificiosa. Oggi
nifesta la possibilità della “rivoluzione ozono” di contribuire a creare il mondo, che aveva cercato il suo nuovo equilibrio negli anni '90 è assolutamente cambiato. Anzitutto quella cara vecchia Europa di
nel mondo una diffusa “internazionale del bene”». Il libro è stato Maastricht è passata da 12 membri a ben 27 stati membri, mantenendo inalterate le regole di quel tempo. Sarebbe come se una classe
scritto da Antonio Gaspari, un giornalista impegnato da anni per scolastica di 27 alunni potesse essere gestita con gli stessi metodi e le stesse cadenze di una classe di 12 ... praticamente assurdo.
diffondere la conoscenza di questa pratica medica basata su un gas Altro cambiamento sostanziale dall'inizio degli anni 90 ad oggi è rappresentato dalla ascesa vertiginosa del potere economico e po-
naturale – l’ozono – utilizzato in chiave terapeutica grazie a un pro- litico della Cina, che nel 1992 aveva un PIL di soli 427 miliardi di dollari a fronte di 6.520 miliardi degli USA. Tanto per capirci l'Ita-
tocollo di cura realizzato dai professori Luigi Valdenassi e Mariano lia nel 1992 aveva un PIL di ben 1,32 miliardi di dollari. Nel 2017 la Cina ha avuto un PIL di 23.210 miliardi, gli USA di 19.490 e
Franzini, rispettivamente presidente nazionale ed internazionale l'Italia di 2.317. L'Eurozona nel suo complesso, circa 12.500 miliardi, sempre di dollari.
della SIOOT (Società Scientifica di Ossigeno Ozono Terapia). Ga- Come non si può prendere in esame che tutti gli stati occidentali hanno negli ultimi 30 anni spostato le loro produzioni in oriente,
spari spiega che si stava già affermando l’idea che la “rivoluzione dove peraltro non c'è solo la Cina come forte economia emergente, e che ormai quasi la metà della ricchezza mondiale viene prodotta
ozono” potesse contribuire in maniera decisiva all’allargamento del in Asia? A ciò dobbiamo aggiungere che la globalizzazione ha portato ad una velocità mai vista prima di circolazione di beni e per-
diritto alla salute, soprattutto in quelle aree del mondo dove scarseg- sone e un virus come il Covid-19 ha messo in ginocchio tutte le economie del pianeta ... ed anche stavolta il mondo è arrivato im-
giano le strutture sanitarie di base. Ma le esperienze più recenti fanno preparato, perché chi ha subito per primo il contagio ha dovuto fronteggiare e chi ha avuto tempo, prima di essere raggiunto dall'insidia
anche ritenere che l’ozono possa costituire un efficace antidoto con- sanitaria non ne ha approfittato per prepararsi (vedi Spagna, Regno Unito ed anche USA).
tro l’aggressione del virus Covid-19. Carmen Galoppo La piccola Europa è la zona a lenta crescita del nostro pianeta. Ci sembra davvero di vivere fuori dal tempo ... lontani da sfide che
altri paesi stanno vivendo a velocità supersonica, mentre l'Europa ancora non esiste, poiché continuerà a essere una semplice unione
BRASILE: UNA MOSTRA di stati che si faranno la guerra tra di loro. Ci auguriamo che in questa occasione l'Europa riesca a superare la sfida globale che sta
affrontando per causa del Coronavirus, che prepotentemente ha messo il Vecchio Continente di fronte a tutta la sua "vecchiezza" e
VIRTUALE SU FELLINI lo possa aprire alla competitività che (dati i presupposti di cultura, progresso, e tecnologia) potrebbe farne ancora oggi il centro del
mondo. In questa crisi, poi c'è anche un risvolto di impreparazione mondiale, come abbiamo già detto, e forse gli stessi USA ne usci-
Il lockdown deciso per l’emergenza del Coronavirus non blocca l’omaggio ranno ridimensionati se non sapranno cogliere e adattarsi alla novità della situazione. Ad un mondo dove il pericolo non arriva più
a Federico Fellini in corso a San Paolo per il centenario della sua nascita. dai missili a testata nucleare, ma da semplici microorganismi invisibili e forse generati fortuitamente. Ricordiamoci infatti che il
Difatti, come si apprende da fonti ministeriali, l’istituto italiano di cultura mondo dovrà tenere sempre più cura all'ambiente, perché non abbiamo un pianeta di riserva dove scappare. Una volta i ricchi quando
nella città brasiliana ha predisposto una visita virtuale della mostra “Il c'era un'epidemia si chiudevano nei palazzi o in zone più salubri delle città ed attendevano la fine del contagio, oggi ciò non è pos-
centenario – Fellini nel mondo” realizzata in collaborazione con il CCBB sibile e nessuno è immune. Alessandro Massimi
– Centro Cultural Banco do Brasil, in ricordo del grande regista italiano.
La mostra, allestita presso lo spazio espositivo del Banco do Brasil, Av.
Paulista, è chiusa al pubblico a causa dell’emergenza COVID-19. La
mostra si snoda attraverso disegni, foto, locandine e alcuni dei costumi di
scena ricostruendo il percorso che lo portò da “Lo sceicco bianco” (1952)
LENTEZZA DEL SERVIZIO POSTALE Caro lettore, ricordati di rinnovare
alla “La Strada” (1954), “Le Notti di Cabiria” (1957), “La dolce vita”
(1960), e “8 ½” (1963), con Marcello Mastroianni, uno dei suoi attori
Il Movimento Salvemini denuncia energicamente l’esasperante len-
tezza con la quale Poste Italiane consegnano il Periodico “L’Attua-
la quota associativa a questo periodico
preferiti, fino ad Amarcord (1973), Casanova (1976) e via via fino
all’ultima opera “La voce della luna” del 1990. Una carriera, costellata di
lità” al domicilio dei Soci. Il ritardo lamentato dai Soci è di circa 30 che, essendo “super partes”,
giorni! Chiede, pertanto, ai Dirigenti di Poste Italiane di spiegare al
riconoscimenti e vissuta in simbiosi con la compagna di vita e partner più presto le ragioni di tale inammissibile ritardo. intende restare un libero organo di stampa.
artistica, Giulietta Masina. Mirko Riccelli
L’ATTUALITÀ, pag. 4 TEMATICHE ETICO-SOCIALI N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020

IN RICORDO DI ALDO MORO EGOISMO E CATTIVERIA IN CHIAVE ECOPSICOSOCIALE


Bisogna rileggere un saggio di Aldo Ciò che sottende alcuni deprecabili fenomeni attualmente oggetto di severe lamentele, quali l’indifferenza, l’egoismo, l’irrespon-
Moro (nella foto) , scritto molti anni sabilità, lo scarso interesse ad apprendere, ad applicarsi responsabilmente ecc., pare trovino soddisfacente spiegazione da quel che
fa ma di un’attualità sconcertante. emerge da ricerche di Paul MacLean riguardo alle basi neuro. fisiologiche dell’altruismo. Al fascio di fibre da lui evidenziato col-
Emerge la figura, non tanto dello sta- leganti strutture del livello di organizzazione cerebrale filogeneticamente più ancestrale ad altre più evolute, più di recente si è ag-
tista noto a tutti quanto dell’attivo ani- giunta la scoperta di altre strutture e di neurormoni che attivano lo sviluppo di essenziali componenti neuronali e umorali per
matore dei lavori della Commissione l’umanizzazione del nostro cervello (v. su internet e sul sito : strutture e umori umanizzanti del cervello). In mancanza della fun-
dei Settantacinque, all’Assemblea Co- zione di tali componenti, quando si parla a nostri simili che di adulto hanno soltanto l’aspetto e l’età anagrafica, ogni sollecitazione
stituente. In questo saggio dal titolo circa il senso di responsabilità, non ha alcuna risonanza, come se si pigiassero i tasti di un pianoforte che pur fornito di corde, non
“Diritti individuali ed esigenze sociali producono alcun suono per mancato contatto con gli appositi martelletti. Questa deludente evenienza non è eccezionale, giacché lo
nell’educazione”, pubblicato sulla ri- sviluppo e l’attivazione di tali componenti non solo non viene favorito, ma disturbato dai comuni metodi tradizionalmente ritenuti
vista “Humanitas” (1947) vengono il- educativi. Di conseguenza, il cervello degli educandi rischia di sovraccaricarsi di risentimenti che spingeranno a ricercare bersagli
lustrati i principi che animeranno sostitutivi per la scariche delle connesse tensioni e di conseguenti neurormoni da stress che alimenteranno, tra l’altro, reazioni di-
numerosi articoli della Carta costitu- sturbate e disturbanti che vanno da quelle comportamentali a quelle psicosomatiche fino a patologie a carico di vari organi e appa-
zionale. Vi si scorge il primo disvelarsi
e affermarsi dei grandi valori di ri- rati (v..su internet e sul sito sopra indicato la voce: fenomeni da overloading). Almeno un cenno alle conseguenze di gravi cerebropatie
spetto della persona umana, di tolle- che dalla neuropsichiatria tradizionale venivano etichettate come di “perversione del senso morale” attribuibili a eliminazione di
ranza verso le diverse culture ed opinioni politiche, che costituiranno strutture e umori umanizzanti a causa, appunto del processo infiammatorio.
la caratteristica culturale della sua lunga presenza parlamentare. Analoghi risultati, ma funzionali, si possono avere per non ancora avvenuto sviluppo di detti fattori oppure per ec-
L’opera inizia così: “Intesa l’educazione come sviluppo progressivo cesiva attivazione del centro della paura, per cui le risorse bioenergetiche vengono investite in comportamenti di
della personalità mediante un’adeguata cognizione del proprio io e difesa, lotta e/o fuga. Ad accrescere la “cattiveria”, gestita, per via transferale: conti da regolare, in particolare
del mondo, essa investe indubbiamente le libertà individuali. C’è in- quelli nei confronti della madre verso un’altra figura materna e del padre verso chi impersona l’autorità. In defi-
nanzitutto il diritto all’istruzione e all’educazione... Il diritto del fan- nitiva si ribadisce il concetto che noi siamo potenzialmente sapientes, ma che, per un adeguato sviluppo delle no-
ciullo che è particolarmente problematico per lo stato di incapacità stre potenzialità evolutive, non vi sono scorciatoie ed occorre, previo tempestivo avvio a soluzione di quasi
di agire in cui egli versa, si presenta in diversi aspetti. Ma innanzi- immancabili problemi risalenti alla propria infanzia e sapere come (know how). In effetti a differenza di specie
tutto è necessario rilevare che essa è un’autentico diritto il quale de- molto lontane da noi, quali le formiche che sono geneticamente informate anche per quanto riguarda l’organizzazione
v’essere costituzionalmente riconosciuto non potendo costituire sociale, nel nostro genoma, dopo l’appetenza ludica non è stata registrata alcuna informazione, come se Madre Natura
ostacolo per questo riconoscimento il fatto dell’incapacità del fan- avesse detto: “Rien ne va plus!”. Pier Luigi Lando
ciullo, di esercitarlo, di operare le scelte opportune. di far valere de-
sideri e orientamenti in ordine al suo contenuto ed alla finalità ultima
cui esso tende. È un diritto che spetta al fanciullo come uomo in
fieri”.
Il saggio mette in risalto il ruolo dell’adolescente, che ha nella so-
“MATCHNEWS”, UN QUOTIDIANO ONLINE AL PASSO CON I TEMPI
cietà, il suo sviluppo non solo fisico, ma psicologico. L’ambiente fa- Il quotidiano online “Matchnews” è stato fondato il 1° agosto 2014, regolarmente registrato presso il Tribunale Civile di Roma. “Era una
miliare costituisce l’opportunità basilare del suo sviluppo che giornata molto calda – ha raccontato il direttore responsabile dott. Antonio Bartalotta – quando effettuai di persona questa operazione.
dovrebbe avvenire in atmosfera serena, armonica, secondo il pen- Fu un momento emozionante perché era l’inizio di un’avventura giornalistica che poi si è sviluppata in modo interessante proprio quando
siero dell’autore, sulle basi degli autentici valori cristiani. Uno Stato c’era bisogno di una ventata di cultura”. La redazione ha sede a Roma nel quartiere Montesacro, dove il giornalista Amleto Gerardi dà
democratico deve sapere dare all’adolescente tutti i mezzi idonei a un grandissimo contributo. La caporedattrice è la dott.ssa Daniela Piron, che cura una rubrica molto interessante legata al vino, chiamata
fare di lui un uomo consapevole della propria identità individuale e “Incontri diVini”. Gli altri redattori sono Bruno Bertucci che si interessa dell’aspetto sportivo nazionale, mentre Alessandro Savoia si
culturale, che pertanto sappia vivere e gestire la propria vita in ma- occupa del calcio internazionale. Gli altri redattori sono Sofia Bartalotta e Paola Cittati, che si occupano entrambe di cinema, Fiorella
niera degna nel pieno rispetto dei suoi simili, a loro volta formatisi Ialongo di tematiche sociali e Vincenzo Maio di cultura, arte e spettacolo. Bartalotta ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto di tutta la
nel medesimo modo. La Chiesa porta avanti il suo compito di evan- redazione ma, voglio specificare che non sono tutti giornalisti, in quanto ci sono studenti universitari che, per arricchire il loro curricu-
gelizzazione; la sua missione è quella di richiedere uguali diritti e lum, mirano ad acquisire il tesserino di giornalista-pubblicista scrivendo sia su “Matchnews” che su “L’Attualità”, testata giornalistica
doveri per tutti gli esseri umani, ciò che lo Stato deve attuare a li- diretta dal prof. Cosmo G. S. Salvemini, pronipote di Gaetano Salvemini.
vello laico per ogni cittadino. Non uno Stato totalitario dove la per- È stato un valido punto di riferimento per la mia professione”. “Matchnews” non si occupa né di cronaca né di politica, per scelta edito-
sonalità dell’adolescente, poi uomo, venga addomesticata, ma uno riale. Il suo sottotitolo “Quotidiano online di Sport, Spettacolo, Arte & Cultura” evidenzia come le tematiche sono legate a sport, cinema,
Stato che garantisca libertà di espressione e di azione. Fondamentale teatro, musica, mostre, eventi e presentazioni di libri. È un quotidiano rivolto alla cultura in generale. “Matchnews” ha una pagina Fa-
pertanto è il problema della scuola statale. Questi pensieri Moro li cebook, matchnews.it, dove vengono pubblicati gli articoli, ed un profilo Twitter, matchnews online, una piattaforma nella quale le te-
riprende dagli insegnamenti di De Gasperi nel testo delle “Idee rico- state giornalistiche hanno un grandissimo spazio. Bartalotta ha continuato: “Le finalità sono quelle di arrivare a quanti più lettori possibili.
struttive”. “lo Stato democratico tutelerà la morale pubblica e pri- Questo obiettivo potrebbe essere raggiunto in breve tempo, perché con la divulgazione degli articoli attraverso i social network, Face-
vata, proteggerà l’integrità della famiglia e l’indissolubilità del book e Twitter, il giornale potrebbe avere nei prossimi anni uno spazio importante nel panorama editoriale italiano”.
matrimonio coadiuverà i genitori nella loro missione educativa delle “Ho scelto la denominazione “Matchnews” che, tradotta letteralmente (anche con un po’ di fantasia), vuol dire “Incontro alle notizie”.
nuove generazioni...” Un’altro brano del medesimo scritto: “La li- Ciò dà un’immagine di movimento.Ho deciso di chiamarlo così per arrivare il più possibile alla gente. Visto che “Matchnews” è online,
bertà politica è legata alla libertà economica e la democrazia, senza spero che i lettori lo leggano nei loro Pc, smartphone e tablet. Ricordo ancora un fatto storico: il logo “Matchnews” è stato creato da mio
la giustizia sociale, sarebbe una chimera o una truffa. Accanto a fratello Lucio Bartalotta”. Vincenzo Maio
quella che fu detta la democrazia formale bisogna costruire la de-
mocrazia sostanziale, riformare cioè la struttura sociale... (dal libro
di Pietro Scoppola, La proposta politica di De Ga-
speri Ed. Universale Paperbacks - Il Mulino - Bo-
logna - 1977). Oggi, disoccupazione, droga, VERRÀ UN GIORNO…VERRA… CAMPAGNA #WeAreItaly
violenza, violenza sull’infanzia, violenza ses-
suale, pornografia infantile, corruzione, delin-
quenza, crimine organizzato, crisi della
Dopo 40 giorni di "Diluvio Universale "la Colomba ritornò con
nel becco un ramoscello di ulivo: il "Diluvio" era terminato. E
AVVIATA DALLA FARNESINA
famiglia, crisi nelle istituzioni, crisi dei va- questa Colomba bianca con nel becco il ramoscello di ulivo è di- A metà marzo è partita la campagna #WeAreItaly lanciata dalla
lori... Quali le cause? Questo saggio di estrema ventata "la Colomba della Pace": Pace che, come afferma Papa Farnesina per promuovere nel mondo l’Italia più creativa e vitale
lucidità di pensiero, anticipatore di molte situa- Giovanni Paolo II, richiede quattro condizioni essenziali: verità, della cultura al tempo del Covid-19. Andrea Bocelli, Uto Ughi,
zioni sociali e politiche dell’Italia di oggi, lo ri- giustizia, amore libertà: virtù oggi offuscate, eluse da una guerra Tiziano Ferro, Paolo Fresu, Ada Montellanico, Nek, Andrea
troviamo espresso in maniera più sofferta negli Griminelli, Rita Marcotulli, Fabrizio Bosso e tanti altri hanno
scritti ritrovati, a Milano, in vecchio covo delle Brigate Rosse. Il si- tra uomini che, autodistruggendosi, distruggono il Sacro e lo mo-
gnificato di questo scritto, diventa un sinbolo che potrà diventare un strano alla Luce dell'Orrore. Sarà "la Colomba della Pace " fo- aderito all’iniziativa e realizzato videomessaggi per diffondere
“raggio di luce” per le nuove generazioni. Maria Luisa Marcilli riera di Buona Fortuna e Speranza per l'Umanità? Sarà capace di all’estero l’invito a restare connessi con il mondo della cultura
dare all'uomo il tempo e lo spazio per la pace? Saranno gli uo- italiana. Inoltre sono state promosse le tante iniziative messe in
(segue da pag. 1) La quarantena secondo Erri De Luca mini capaci di "inventare" una " nuova" Pace basata sugli antichi campo dalle istituzioni culturali italiane durante questo periodo
valori di Verità, Giustizia, Amore, Libertà? emergenziale per offrire al pubblico, italiano e internazionale,
la volta buona che ci permette di cambiare il nostro rapporto con O questi valori saranno ancora traditi e messi in croce dai sepol- momenti esclusivi di intrattenimento culturale virtuale. “Scopo
l’ambiente. Possiamo ricominciare un ripensamento del nostro cri imbiancati che fanno finta di osannarli? Non sanno costoro della campagna – spiega la Vice Ministra degli Esteri con delega
impatto ambientale: dell’inquinamento, della salute della terra e che la Luce della Verità, della Giustizia, dell'Amore, della Libertà per la promozione culturale Marina Sereni – è lanciare un
dei nostri mari. Lo scrittore ci invita anche alla riflessione in non si spegnerà mai, che mai lascerà l'uomo nell'oscurità totale, messaggio dell’Italia al resto del mondo per far capire che il
tempo di quarantena per aprirci alla comunità globale, a tutto il perché sempre ci saranno uomini che non si laveranno mai le nostro Paese, in questo momento di grave preoccupazione ed
mondo, anche attraverso i libri. Abbiamo una libertà che ci per- mani nell'affermare che la Verità, la Giustizia, l'Amore, la Libertà emergenza, mantiene la sua forza e la sua vitalità creativa che da
mette in tempo di quarantena, in tempi di solitudine e isolamento, non minacciano le società, non minacciano il loro "essere" di- sempre lo contraddistingue.
di prendere i libri, leggerli e fare un grande viaggio. I libri ci per- versi. Alcuni si chiudono nel recinto del loro narcisismo, dove è Un messaggio positivo che deve far capire, mai come in questo
mettono di capire la trasfigurazione della realtà che qualcuno può scomparso l'Amore. Da qui la condanna a morte del "diverso", momento, quanto sia importante continuare a produrre e a
proporci- anche tra i nostri politici- e di migliorare il nostro si- non di quello che è "diverso", ma di quello che giudicano "di- diffondere cultura. Nel nostro sito, oltre al contributo degli artisti,
stema immunitario nei confronti delle balle. verso" con il loro fallace giudizio. Ci saranno sempre Uomini che elenchiamo tutti progetti e gli eventi promossi dal Ministero,
I libri ci permettono di capire la realtà, di aumentare la nostra ca- combatteranno coloro che affermano "IO sono la Via la Verità la nell’idea che la Farnesina, come l’Italia, non si ferma”. Il
pacità espressiva e il nostro vocabolario. Il libro è un incontro, Vita". E costoro, narcisi, come Narciso vede riflesso il suo volto Ministero degli Esteri e della cooperazione internazionale
funziona davvero ma non è una medicina. Ricevi una storia, la nello specchio delle acque, specchiandosi e rispecchiandosi nello raccoglie ogni giorno nuovi video e nuovi contenuti esclusivi che
mischi con te e il libro ti fa scoprire il rapporto tra te e l’autore. specchio del proprio IO, si autorispondono " Io sono la Via la Ve- promuoverà attraverso la pagina dedicata del proprio Sito web, i
Riflettete, dunque, e se volete fatevi compagnia con un buon libro rità la Vita" per accrescere di più il loro già smisurato EGO, per canali social e la rete di Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di
accanto a voi. Lisa Biasci ritenersi ancora più grandi, per accrescere la loro gloria terrena, Cultura nel mondo.
per il non voler sapere di essere senza coscienza e senza onore, Tutto ciò per mostrare l’immagine di un Paese capace di
(segue da pag. 1) Non c’è democrazia senza trasparenza per non vedere la loro Nullità. Ma per tutti: " Verrà un giorno..." continuare a produrre e diffondere cultura e intrattenimento di
Verrà...Verrà! Gerardina Russoniello grande qualità. Mirko Riccelli
ma insieme. In una società complessa, quale luogo comune in cui
viviamo, è necessaria al suo interno una circolazione delle infor-
mazioni libera da ostacoli. Solo in questo modo è possibile spe-
rare in decisioni e scelte collettive più razionali possibili, perché
fondate sulla comprensione della realtà. La democrazia comporta
MICROSOFT SPEGNE 45 CANDELINE
possibilità di libera discussione nelle assemblee elettive e fra i Poche aziende hanno cambiato la nostra vita come la Microsoft. Se vogliamo ripercorrere la storia industriale possiamo ricordare la aford, che per
cittadini, e quindi garanzia per le libertà di manifestazione del prima motorizzò un intero paese e lo fece creando un nuovo e più efficiente metodo di lavoro in catena di montaggio, che garantiva risultati pro-
duttivi fin a quel momento inimmaginabil. Possiamo poi ricordare aziende come la Coca Cola che produce la bevanda più famosa del mondo, op-
pensiero, di stampa, di riunione. Solo in una società in cui tutti pure la Daimler-Benz, che ha inventato l’automobile alla fine del 19.mo secolo Poi negli anni 70 si sviluppa nel mondo a partorire dagli Stati Uniti
siamo messi in grado di conoscere i termini delle scelte e di sce- l’era dell’elettronica e dell’informatica. Il sogno americano, che ancora oggi esiste è quel fantastico presupposto che consente a chi ha una buona
gliere liberamente, il consenso, su cui si basa l’esercizio dell’au- idea, di poterla mettere in pratica e di poterne fare un successo di tende portata. A quei tempi, infatti, l’informatica era riservata a grandissime
torità, acquista significato. aziende oppure allo Stato, con l’utilizzo di calcolatori elettronici grandi come appartenenti. In quel tempo, in un garage del New Mexico, nella città
In questa prospettiva la trasparenza dell’amministrazione, intesa di Albuquerque due amici ventenni, Bill Gates e Paul Allen, in un garage, come spesso accade, fondarono il 04 aprile 1975 un’azienda che aveva
come diritto a conoscere acquista un ruolo fondamentale per lo come scopo quello di portare un elaboratore elettronico (oggi diremo “computer”) all’interno di ogni casa, con dimensioni piccole ed oggi anche
sviluppo della democrazia. Per questo, se le amministrazioni non piccolissime e prezzi relativamente abbordabili. I due amici creano nuovi linguaggi per il computer e portano lo schermo al di fuori delle verdi righe
facilitano la comprensione di queste informazioni, ma limitano il iniziali per aprire vere e proprie finestre sul mondo, da cui il sistema di festone Windows, che dopo numerose versioni di aggiornamento è Presente
ancora oggi. Negli anni 90 l’azienda da loro creata, la Microsoft, dove te l’azienda più grande del mondo e Bill Gates, per oltre 20 anni ottiene il
più possibile l’accesso ad esse, si assumono la responsabilità di dominio incontrastato dei mercati ed è sempre lui, anno dopo anno l’uomo più ricco del mondo. Nessuno ha potuto finora togliere tale dominio in-
rendere più difficile la formazione di un’opinione. La mancanza contrastato sul mercato del computer alla Microsoft, neppure la più rivoluzionaria ed ancor più innovativa Apple del visionario Steve Jobs, che per
di trasparenza amministrativa è un ostacolo allo sviluppo di una quanto si possa essere sviluppata, ha dovuto orientarsi su settori diversi di mercato, mentre il sistema operativo Windows ed il pacchetto Office sono
società pluralista, informata e democratica. Per quanto riguarda irrinunciabili all’interno di ogni PC venduto al mondo, essendo diventati uno standard internazionale, al pari ad esempio della segnaletica stradale,
invece il rapporto fra l’amministratori e cittadini la trasparenza che nelle immagini è identica noi tutto il mondo. Buon compleanno quindi alla Microsoft, che più di ogni altra azienda legate al suo fondatore, ho
dell’amministrazione ha finalità diverse a seconda del modello di saputo dimostrare di viaggerei bene anche senza che al timone ci sia più ormai da 20 anni colui che in quel garage di Albuquerque era conscio di
amministrazione al cui interno questo rapporto si sviluppa. Il rap- avere grandi ambizioni, ma forse non si aspetta di essere riuscito addirittura a cambiare il mondo.
porto fra amministrazioni e amministrati è gerarchico, tradizio- E quell’ uomo oggi passa la sua vita in attività filantropiche e di beneficienza in giro per tutto il mondo, avendo capito quando era il momento giu-
sto di passare il timone ed essendo stato più fortunato del suo rivale Steve Jobs per avere avuto il tempo e la salute di organizzare la sua Azienda
nalmente autoritario e in molti casi anche lesivo degli interessi per il periodo dopo di lui. Forse Bill Gates non appare all’opinione pubblica tento simpatico ed attraente da un punto di vista professionale ed im-
degli amministrati. Intesa come esercizio del diritto di accesso la prenditoriale come il fondatore della Apple, anche se s nostro avviso la rivoluzione di Microsoft è davvero imparagonabile ad ogni altra evoluzione
trasparenza serve soltanto a difendersi individualmente. Se intesa finora conosciuta nel mondo dei computer, più grande ancora di chi ha creato la rete internet, poiché senza il computer casalingo, o meglio il per-
invece come conoscenza e comprensione complessiva dell’agire sonal computer, la Rete delle reti non si sarebbe mai potuta sviluppare.
dell’amministrazione serve a controllare l’esercizio del potere Cinque anni fa, nel giorno del 40esimo compleanno dell'azienda, Gates aveva mandato una lettera ai dipendenti in cui scriveva: "Ora ciò che conta
amministrativo. Sonia Cozza di più è quello che faremo”. Alessandro Massimi
N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020 INIZIATIVE CULTURALI L’ATTUALITÀ, pag. 5

A D D I O A L U I S S E P Ù LV E D A LA VITA VINCE SULLA MORTE”


PAROLA DI NICO VALERIO
Il temibile Covid-19 ha mietuto un'altra vittima illustre. In data 16 Un dipinto di grande impatto visivo, si candida ad essere
aprile scorso è stato il turno del celeberrimo poeta cileno che cor-
risponde al nome di Luis Sepulveda (nella foto). Egli nacque nel il simbolo di questa nuova fase del Nuovo Rinascimento italiano e mondiale
1949 in Cile e fu un fervido attivista politico, oppositore del re-
gime dittatoriale di Pinochet a causa del quale subì anche un'in- In quest’epoca, così convulsa ed estremamente condizionata da
carcerazione. Si spostò poi a vivere in Europa, prima a Parigi, poi eventi catastrofici, si sta formando una schiera sempre più ampia
in Spagna nelle Asturie, ad Oviedo, dove è deceduto il 16 aprile. di artisti, più o meno noti al grande pubblico (pittori, musicisti, at-
Nella sua vita letteraria è stato autore di numerosi romanzi tra cui tori e showman), che sta facendo fronte comune, per sostenere la
ricordiamo "Il vecchio che leggeva romanzi d'amore"; "il mondo lotta a questa devastante malattia, il coronavirus. Stiamo così as-
alal fine del mondo"; "Patagonia express, appunti dal sud del sistendo, ad una vera e propria grande operazione istintiva, volta
mondo"; "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a a dar vita, quanto prima, ad una nuova rinascita culturale ed uma-
volare", quest'ultimo gli ha permesso di essere conosciuto al nistica. Questa schiera d’angeli, armati di talento artistico-cultu-
grande pubblico di tutte le età in Italia per una versione cinemato- rale, che con un forte spirito di collaborazione umanitaria e di,
grafica ispirata a tale opera andata sul grande schermo nel 1998. cosiddetta, resilienza, cerca di rifondare le basi di una nuova so-
Ricordiamo anche: "Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza"; "Storia di un cane cietà. Una società, si spera, che dovrà fare i conti con un’economia
che insegnò ad un bambino la fedeltà"; "La fine della storia". A quanto pare Sepulveda ci consigliava nazionale e mondiale, praticamente in ginocchio. In questo sce-
con le sue opere di prendere insegnamento dagli animali, poichè la loro sincerità ed il loro verace nario bellico, tuttora in corso, non si fa certo attendere la risposta
istinto sono di base anche per l'uomo, che con il suo intelletto a volte mal utilizzato finisce spesso di uno dei movimenti artistico, culturali e letterari, più attivi, so-
per alterare la natura delle cose. In Italia ha ricevuto la laurea honoris causa in Lettere dall'Università prattutto in Italia, ovvero, la corrente d’arte Nuovo Rinascimento,
di Urbino ed ha vinto il Premio Letterario Alessandro Manzoni, alla carriera. Tutti lo ricordiamo per fondata nel 1995 dall’artista Nico Valerio “il barese”.
la bellezza e la sincerità delle sue opere, adatte peraltro ad ogni tipo di pubblico, dai bambini ai La corrente Nuovo Rinascimento, dopo una prima lunga fase, se-
nonni, ed in ogni età era possibile trovare spunti e tratti di attualità e di insegnamento all'interno della gnatamente ascendente, che ha raccolto tantissimi consensi, ade-
sua letteratura. Ciò vale anche al di là delle opinioni politiche che fortemente hanno caratterizzato sioni e persino varie emulazioni, da parte di movimenti d’arte
la sua azione umana, e che sicuramente sono state condizionate anche dall'ambiente in cui è cre- similari, si colloca ora in una posizione di punta, rafforzando maggiormente la propria connaturata
sciuto, difficile infatti crescere in una dittatura e - in qualità di uomo di cultura - non occuparsi di proiezione benefica, con progetti di alto senso civico.
combatterla. Possiamo dire che è sopravvissuto alla dittatura cilena, anche se purtroppo la sua per- Ed è proprio con l’opera “La Vita vince sulla morte” (nella foto), realizzata in questo buio e soffo-
sona non è riuscita a sopravvivere alla dittatura del Covid-19 che lo aveva colpito già dal 27 feb- cante periodo, tra le mura di casa, che Valerio intende spronare tutti quegli artisti, che da anni lo se-
braio. Le sue opere, come accade per i grandi uomini di cultura, manterranno viva la sua persona guono in mostre d’arte, simposi ed incontri culturali, nell’intento di dar vita ad una seconda fase del
per molti secoli a venire. Alessandro Massimi Nuovo Rinascimento, fondata su elementi di maggior praticità e funzionalità benefica. Un neou-
manesimo reale, dunque, non solo teorico e reminiscente, che dovrà invogliare tutti a seguire
un’unica strada, quella del ‘bene comune’; poiché, come ama asserire l’artista barese, questi nuovi
LA FESTA DELLA MAMMA RICONOSCIMENTO anni venti devono essere gli anni della ragione globale, non quelli dell’egoismo globale.

TRA STORIA E TRADIZIONE


Le sue origini sembrano essere legate alle antiche popolazioni po-
liteiste che, nel periodo primaverile, celebravano le divinità fem-
La prof. Florinda Battiloro,
presidente della prestigiosa As-
sociazione culturale “Caffè del-
A SALERNO NESSUNO SARÀ LASCIATO SOLO
l’Artista” di Salerno (aderente Esiste una realtà dove ti svegli al mattino e l’aurora non ha chiarore e la tinta purpurea che appare
minili legate alla terra e alla sua ritrovata fertilità. Nell’antica all’Unione Italiana Associa- nel cielo ad oriente preannuncia il sorgere di un sole che non scalda. Una realtà dove l’ombra del-
Grecia gli Elleni dedicavano alla loro genitrice un giorno del- zioni Cilturali) nel corso di una l’incertezza ha una sola luce: il grido interiore di chi chiede “come faccio”? Esiste una realtà senza
l’anno: la festa coincideva con le celebrazioni in onore della dea conferenza presso l’Ente Pro- connessione, che naviga da una stanza all’altra, da una parete all’altra. Esiste una realtà che non si
Rea, sposa di Crono e madre degli dei. Gli antichi Romani vene- vinciale Turismo, ha conferito annoia, che solca passo dopo passo il perimetro di un corridoio senza via d’uscita. Una realtà che
ravano Cibele, simbolo dalla natura e di tutte le Madri, personi- al nostro Direttore, prof. va in cucina e non ha piatti da lavare perché non sono sporchi, non possono essere sporchi. Una re-
ficazione della Madre Terra, protettrice della vegetazione e Cosmo G. Sallustio Salve- altà senza tavole imbandite, senza discorsi, senza convivialità. Esiste una realtà dove l’arcobaleno
dell’agricoltura. La dea veniva raffigurata come una matrona se- mini, una Targa con la se- non puoi dipingerlo perché non hai pennelli e colori, ma colori di coraggio l’invisibile carta del-
duta in trono fra due leoni e ad essa, era dedicata nel mese di Mag- guente motivazione: “Per i suoi l’esistenza. Esiste una realtà di incertezze, preoccupazioni, terrore, rabbia, inquietudine, e di fin-
gio un’intera settimana di festeggiamenti detta “Floralia”. Come altissimi meriti. Esempio lumi- zione, per quanto è possibile, all’”andrà tutto bene”. Ma va tutto bene non puoi dirlo a un figlio che
tutte le feste pagane, esse si fusero con le celebrazioni cristiane e noso di una lunga e cospicua ti dice: “mamma ho fame”. Esiste una realtà che è la vera realtà. Invisibile, silenziosa, povera, ma
Maria, madre di Gesù, divenne presto importante oggetto di culto. produzione nel campo culturale ricca di umiltà, forza, coraggio, semplicità.
Nella Gran Bretagna del 1700 il “Mothering Day” o “Mothering e storico”. Una realtà che “si inventa”: e allora chiude gli occhi e si nutre della sua città. E, a occhi chiusi, ri-
Sunday” cadeva la quarta domenica della Quaresima ed era sta- Ringraziamo vivamente la vede il mare al Porticciolo i pescatori che gettano in mare le reti, che attendono che la pazienza di
bilito per legge che chi lavorava lontano da casa poteva tornare prof. Battiloro per l’alto rico- una canna da pesca riveli loro la profondità dei misteri del mare e dell’animo. A occhi chiusi sente
quel giorno dai genitori e onorare la propria madre, offrendole il noscimento conferito e formu- la carezza del vento e la sua voce che dolcemente sussurra la poesia della vita e il tremolio di ogni
dolce “Mothering cake”. Negli U.S.A. nel maggio 1870, Julia liamo al nostro Direttore onda che in punta di piedi, si arrampica sulla sabbia raccogliendo desideri e pensieri. A occhi chiusi
Ward Howe, attivista, pacifista e promotrice dell’abolizione della affettuosi auguri di ulteriori abbraccia il calore del sole, splendido e silenzioso, che con tutti i
schiavitù, propose di fatto l’istituzione del Mother’s Day for successi nei campi del Giorna- suoi raggi pieni di luce scalda il cuore. E l’immaginazione pas-
Peace (giornata della madre per la pace) come momento di ri- lismo e della Saggistrica. seggia con nuovo stupore nei vicoli del centro storico, tra vie an-
flessione contro l’inutilità della guerra a favore di una pace dura- Il Comitato di Redazione tiche pregnanti di storia, tra muri, facciate, muretti che tra loro
tura. Nel 1908 a Grafton nel Massachusetts Anna Jarvis celebrò conversano come metafore: “Fu in quel tempo di marzo che nel
il Mother’s Day in onore di sua madre. Obiettivo di Anna era che cielo guardando alla città di sera…più solo mi vidi, ma con tutti”.
tutti celebrassero la loro madre ancora in vita e scelse come em-
blema di questa festa il garofano, fiore preferito dalla sua defunta
madre. La celebrazione di Jarvis fu ufficializzata dal presidente
GIORNATA DELLA Sembrano suggerire la poetica del tempo che tutto guarisce e del-
l’unione che fa la forza. A occhi chiusi passeggia nel grande giar-
dino alberato sul mare e siede su una panchina del Lungomare a
Woodrow Wilson nel 1914, quando il Congresso decretò il Mo-
ther’s Day festa nazionale da tenersi ogni anno, come espressione
pubblica di gratitudine per le madri. In Italia la prima Giornata
RICERCA ITALIANA contemplare il Golfo e a meravigliarsi ancora. È una realtà che il
“restiamo a casa” è una prigione. Ma ci resta e prega e spera e
nazionale della Madre e del Fanciullo fu celebrata il 24 dicembre
1933, in connessione con il Natale, nel quadro della politica della
NEL MONDO sogna. E soprattutto ricorda. E la memoria è appartenenza. L’appartenenza oggi ha bussato alla sua
porta con “buoni” di respiro che il vento della solidarietà ha recapitato in una bottiglia attraverso
onde di speranza. E, dentro, il messaggio: ”A Salerno nessuno sarà lasciato solo”. Ilaria Rossi
famiglia del governo fascista. Nel 1956, Raul Zaccari, senatore L’edizione 2020 della Giornata
e sindaco di Bordighera celebrò la festa della mamma la seconda della ricerca italiana nel
domenica di Maggio al Palazzo del Parco. Il 12/5/1957, don
Otello Migliosi, parroco di Tordibetto di Assisi, in Umbria, cele-
brò la festa della mamma nel suo forte valore religioso come ter-
mondo, celebrata lo scorso 15
aprile, si è svolta in un
momento storico cruciale in cui
L’EMPATIA CHE CURA I DCA
reno di dialogo tra le varie culture. Il 18/12/1958 Raul Zaccari l’Italia e il mondo intero si Quello che ci interessa maggiormente in questo momento di lockdown collettivo sembra sia vedere
presentò al Senato della Repubblica un disegno di legge tendente confrontano con la pandemia cosa accade fuori e come agiscono gli eroi che possono uscire e fare la buona sorte non solo del no-
ad ottenere l’istituzione della festa della mamma. L’iniziativa fu da COVID-19. stro paese, quanto del mondo intero. Ma è proprio dentro le quattro mura delle abitazioni che spesso
dibattuta perché alcuni senatori ritenevano “inopportuno che sen- Tutto ciò, come suggerisce il si nascondono drammi e sofferenze a cui è giusto dare peso e che non vanno assolutamente sotto-
timenti così intimi siano oggetto di norma di legge” e temevano Consigliere del Ministro della valutati, un esempio quello della lotta ai Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA). In Italia
che la celebrazione della festa potesse “risolversi in una fiera della Salute Walter Ricciardi, ha la stima delle persone affette da un DCA è pari a più di tre milioni, di cui il 95,5% donne (il dato è
vanità”. I simboli di questa festa sono il cuore e la rosa, che te- offerto “l’occasione per stato presentato al ministero della Sanità in occasione della Terza Giornata sulla Salute delle donne),
stimonia la riconoscenza dei figli. È uso popolare regalare rose riflettere sull’importanza della per non parlare dei casi non registrati, le persone cioè che non chiedono aiuto a personale medico
rosa, simbolo di felicità, ammirazione e affetto alle mamme e di collaborazione scientifica nella specializzato o che non si rendono conto di avere un problema, che aumenterebbero notevolmente
portare rose bianche, simbolo di amore puro e spirituale, sulle ricerca di una cura”. il numero riportato. I DCA sono riconosciuti come vere e proprie malattie che vanno trattate seria-
tombe delle mamme morte. Gerardina Russoniello La Presidente del Senato mente come tali e in un momento di costrizione in casa combattere un disturbo alimentare diventa
Elisabetta Casellati, in senza dubbio ancora più difficile di quanto non lo sia di per sé. Punti focali di qualsiasi tipo di DCA
sono l’ossessione e i sensi di colpa per qualsiasi cosa riguardi il cibo e il corpo. Trovandosi in casa,
È STRESSANTE VIVERE occasione della terza giornata
dedicata alla Ricerca Italiana
nel Mondo, ha dichiarato:
con meno scappatoie del solito e con altrettante meno risorse per colmare i vuoti dei pensieri, tutto
ciò che colma la mente di un malato di DCA è il pensiero ossessivo riguardo l’alimentazione, per
molti unica compagna in queste settimane di blocco. Anche l’iperattività, cioè il bisogno quasi ir-
AI TEMPI DEL COVID 19
Sopravvivere ai tempi del covid 19 è molto difficile. Essere re-
«Nella giornata che celebra la
ricerca italiana nel mondo,
voglio ringraziare le nostre
refrenabile di svolgere esercizio fisico al fine di bruciare calorie, è frequente nei disturbi e trova in
casa spazio insieme agli altri pensieri ossessivi e disfunzionali. In parole povere, il cervello non ha
spazio per altro. E’ difficile distrarsi, guardare un film o leggere un libro, perché l’attenzione vol-
ricercatrici e i nostri ricercatori.
clusi in casa, non poter uscire se non per andare a fare la spesa, Con il loro prezioso lavoro gerà sempre al tipo di pensieri intrusivi tipici dei DCA. E’, quindi, soprattutto in questo momento
dal medico o in farmacia. È un momentaccio, non si può andare offrono un contributo fon- che la sensibilizzazione verso una tematica del genere va rafforzata, ovviamente senza togliere al-
a fare una passeggiata, vedere i nostri cari e gli amici, andare in damentale al progresso del- cuno spazio alla tragedia che sta colpendo il mondo. Un disturbo del comportamento alimentare non
palesrta, a fare ahopping, dal parrucchiere, non si può sposare, né l’umanità in ogni articolazione è un capriccio e soprattutto non è nulla di cui vergognarsi, non si sceglie di stare male e soprattutto
morire in pace senza diritto ai funerali come la mia amica Maria- del sapere e sono motivo di è impossibile uscirne da
grazia deceduta ieri sola come un cane, fortunatamente aveva vi- orgoglio per il no-stro Paese. soli. E’ in questa cornice di
cino il suo gatto. Povera amica mia. Non potrò darle nemmeno
l'ultimo saluto, né mandarle dei fiori, vivrà nel mio cuore. Un mi-
Un capitale umano di talenti e VOLETE INVESTIRE I RISPARMI isolamento che né i pazienti
né i loro genitori vengono
competenze che anche in
lione di casi nel mondo; una pandemia che non ha precedenti. questa difficile emergenza lasciati soli: i medici delle
Che cosa ha scatenato questo putiferio. Forse è stato L'Uomo sanitaria ha dato concreti CON BUONI RENDIMENTI ? asl svolgono gli incontri
stesso a creare ciò, non lo sappiamo. risultati. Oggi più che mai è psicologici tramite piatta-
L’epicentro in Cina con esperimenti su ali di pipistrello e su i topi. compito delle Istituzioni Il dott. Paolo Maria BONELLA forme di videoconferenze
Il Pianeta è contagiato. Stare a casa è l'unica possibilità, i ragazzi mettere in campo tutte le online e le associazioni
sono esauriti, la mattina lezioni online, il pomeriggio a studiare, risorse e le energie per Promoter Finanziario è a disposizione dei lettori senza scopo di lucro ten-
non ce la fanno più, senza contatti, senza aria, senza valorizzare al meglio il lavoro del periodico L’ATTUALITÀ per fornire gono attivi i propri contatti
sport, poverini. Gli anziani soli e dimenticati, ci degli atenei, degli ospedali, dei al fine di assicurare assi-
resta solo la realtà virtuale. Linee sovraccariche, laboratori, dei centri e degli * Consulenze sul modo più sicuro di investire i risparmi stenza ai genitori bisognosi
amici visti in chat, sport online, nè Messa, nè istituti specializzati. Ciò al fine di aiuto.
Pasqua. Speriamo che Dio abbia pietà di noi
presuntuosi arroganti e ci salvi da questa pe-
di pianificare gli interventi * Consigli sulla previdenza integrativa (Piani Pensione) Nessuno è lasciato solo. La
vicinanza umana può di
necessari a finanziare la ricerca
stilenza. La speranza è l'ultima opzione che ci scientifica e farne una delle Per maggiori informazioni telefonare certo essere trasportata tra-
resta, ringraziamo il Padre Eterno per ogni leve principali per la mite una buona dose di em-
giorno che ci dà e godiamocelo tutto, senza af- ricostruzione economica e patia anche attraverso lo
fanni, senza ma e senza se. Usiamo il buon senso e civile del Paese».
ai seguenti numeri: 06/684341 - 06/68434360 schermo di un computer.
amiamoci tutti indistintamente. Francesca Pagano Mirko Riccelli Clarissa Pompei
,
L’ATTUALITÀ, pag. 6 LETTERATURA E ATTUALITA VARIE N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020

EDITO-INEDITO L’ANTAGONISTA DI DIO DEVASTA LA TERRA E SOGGIOGA MOLTI GOVERNANTI


C’è un potere malvagio che governa il mondo. Non si tratta soltanto dell’odio che può annidarsi nel
(a cura di Gianfederico Brocco) cuore degli umani. La Bibbia parla di un’entità che si contrappose a Dio, dopo essere stata creata da Lui
in qualità di angelo portatore di luce (Lucifero). Angelo che si ribellò al suo Creatore, inducendo altri
angeli a ribellarsi. Quando e perchè si ribellò? Si ribellò dopo che Dio creò Adamo ed Eva. Si ribellò
perchè spinto dalla bramosìa di essere adorato e da una smisurata invidia (Giobbe 38, 7). Da quel mo-
Luis Sepulveda – La favola nella letteratura mento Dio gli cambiò il nome e lo sdoppiò: lo chiamò Satana (che significa “antagonista”) e Diavolo
Apprendiamo la tragica notizia della morte di questo (che significa “bugiardo, calunniatore”). In tale duplice veste l’antagonista diede subito inizio alle sue
grande scrittore cileno, che si è dedicato con grande merito opere malefiche. Indusse Adamo ed Eva, che vivevano beatamente nel giardino dell’Eden, a credere
che Dio li aveva privati della libertà. Insinuò l’idea che, se avessero mangiato il pomo che Dio aveva
e successo alla “favola”, genere letterario antichissimo ma proibito, avrebbero conquistato la libertà e sarebbero diventati “come Dio” (Genesi 2, 16-17). Riuscì così
sempre nuovo e ricchissimo di spunti e possibili interpre- a sottomettere la prima coppia di umani al proprio potere. Riuscì ad essere il loro dio, ad essere adorato,
tazioni. Dai fratelli Grimm ad Andersen, al folklore russo, a farsi obbedire. Da quel momento “Adamo ed Eva divennero schiavi di Satana” (Paolo ai Romani 6,
da “Alice nel paese delle meraviglie “al nostro “Pinocchio” 16). Dio avrebbe potuto annientare Satana e i suoi due “schiavi” ma decise di far trascorrere il Tempo
abbiamo tutto un mondo da riscoprire, per onorare lo scrit- per dimostrare che la scelta (il “libero arbitrio” per dirla con Dante) fatta da Adamo ed Eva (trasgredire
tore ora scomparso dal suo mondo fatato. Luis Sepulveda, la Sua volontà) li avrebbe condotti alla rovina, al dolore, alla morte fisica.
esiliato, viveva in Spagna, ma come gli altri grandi scrittori Li espulse dal giardino dell’Eden e permise loro di continuare a vivere e di proliferare. Scacciò dal Cielo
in lingua spagnola aveva per patria il mondo. anche Satana ed i suoi sciagurati seguaci. Li scagliò sulla Terra, dove continuarono a compiere opere malefiche (Apocalisse 12, 7-
9). Fin da tempi remoti, infatti, la Storia dell’umanità è afflitta da guerre, calamità naturali, pestilenze e corruzione morale. Poi, un
RIVISTE RICEVUTE giorno di oltre duemila anni fa “il diavolo condusse Gesù su un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni e tutte le ricchezze del
mondo” (Matteo 4, 8). “Ti daro tutti questi poteri che mi sono stati consegnati e che posso dare a chi voglio. se farai un atto di ado-
*Nuova Impronta, Direttore Filippo Chillemi, casella post. 7-233, razione davanti a me, questa autorità sarà tutta tua” (Luca 4, 6-7). Gesù non cedette alla tentazione. Circa tre anni dopo disse agli apo-
- (00162) Roma. *Il Symposiacus, dir. resp. Pantaleo Mastrodo- stoli: “Io non parlerò più con voi per molto tempo perchè viene il principe di questo mondo” (Giovanni 14, 30). “Tutto il mondo giace
nato, via La Marina 51, 70052 Bisceglie (Bt) *Bacherontius, Dir. nel potere del Malvagio” (Giovanni 5, 19). “Satana è un dragone che dà al sistema politico mondiale la sua potenza” (Apocalisse 13,
Marco Delpino. via Belvedere 5, 16038 S.Margherita Ligure (Ge- 2). Un’entità malefica, dunque, induce alcuni governanti a scatenare guerre ed a massacrare intere popolazioni. Un’orribile entità in-
nova) tel. 0185.286167. *Presenza, diretta da Luigi Pumpo, via visibile (ma reale) sobilla gli umani ad annientarsi a vicenda, avvalendosi di quel “libero arbitrio” che fu donato da Dio. Ciò è avve-
Palma 89, 80040 Striano (Na). *Poeti nella Società, presidente Pa- nuto in passato e continua ad avvenire nel tempo presente. Questa “entità” sconvolge le leggi della Natura nell’intento di devastare
squale Francischetti via Arezzo 62 - 80011 Acerra (Napoli) cell. la Terra mediante una serie di calamità. Satana continua ad esercitare un’autorità che gli fu consegnata da Dio. Fino ad oggi. Si tratta
347.5536446, email: francischetti@libero.it. *Verso il futuro, di- di un’autorità a tempo determinato. Un’autorità che, prima o poi, sarà annientata. Secondo la Scrittura, sarà una Donna a schiacciare
retto da Nunzio Menna, via Scandone 16, Avellino, tel. la testa dell’orrendo dragone. Sarà la Madre di Cristo. Quel giorno la Terra verrà liberata da quella malefica entità e sarà governata
0825.38269. *Il Convivio, diretto da A. Manitta, via Pietramarina da Cristo con le leggi dell’Amore (Matteo 24, 3). Le guerre e le calamità naturali saranno solo un ricordo del passato. La Pace re-
Verzella 66 95012 Castiglione di Sicilia. (Ct) *Fiorisce un Cena- gnerà sovrana. L’invocazione “Venga il tuo Regno” sarà una meravigliosa realtà. Cosmo G. Sallustio Salvemini
colo, fondato da Carmine Manzi 84085, Mercato S. Severino (Sa).
*Emozioni 15 Via Doria 5 - 18100 Imperia (cell. 329.4905854 -
e.mail: gdonaudi@yahoo.it)
TRADIZIONI LUCANE DELLA FESTIVITÀ DEL CORPUS DOMINI
150 ANNI A SERVIZIO A Nemoli, nella valle del Noce, tra Lagonegro e Maratea, nel giorno del Corpus Domini si copre il corso principale con un tappeto
di fiori di ginestra a forma di ostensori e calici, ricoperti di petali di rose. A S. Fele, dopo la celebrazione eucaristica in chiesa, i fe-
deli in processione vanno per le vie del paese dove vengono accolti da altarini e petali di fiori. A Potenza, la ginestra è la protagoni-
DELL'EDITORIA sta della festa, infatti una costumanza popolare è il getto dei “pipli”, i gialli e profumati fiori di ginestra, durante la processione da
parte di giovinette che li hanno raccolti la mattina nei dintorni di Potenza che aspettano il passaggio della processione. I balconi e le
Originariamente l'AIE, ovvero la storica Associazione Italiana finestre di via Pretoria sono un galà di coperte di seta, di damasco, di cotone bianco; all’imbocco dei vicoli vi sono altarini con can-
degli Editori, che l'anno scorso ha celebrato il 150° anniversario dele accese e fumi di incenso. La processione, di particolare solennità con il Santissimo portato dal Vescovo sotto il Paliotto è una
della sua nascita, era stata esplicitamente denominata Associa- festa durante la quale non soltanto le fratellanze fanno sfoggio di camici nuovi, ma gli stessi preti dei vari capitoli sfoggiano para-
zione Libraria Italiana. Istituita esattamente il 17 ottobre 1869, menti lussuosi. Alla processione partecipano tutte le autorità politiche, tutti in grande uniforme, e la gente vestita con l’abito della festa.
l'odierna denominazione andò acquisendola a partire dal 1946. La pioggia di pipli diventa tempesta quando passa il Vescovo con il Santissimo.
Sotto la propria illustre insegna sono riunite una cospicua parte A Matera la tradizione segna la storia della della devozione di tutta la comunità. La festa è legata alla tradizionale infiorata artistica,
delle circa cinquemila sigle editoriali presenti sul nostro territo- che per l’occasione abbellisce il centro dell’incantevole borgo. Dai balconi e dalle finestre fanno bella mostra drappi preziosi e co-
rio le quali, spesso tra non poche difficoltà, vanno svolgendo una perte ricamate dai molteplici colori, che contribuiscono a rendere l’atmosfera magica e unica. A Martina Franca durante il Corpus Do-
meritoria attività. Per meglio omaggiare questa Associazione è mini si appendono coperte ai balconi e si spargono petali di fiori. In genere si espone la cotre, la coperta più preziosa, una coperta da
stata predisposta anche un'apposita emissione filatelica, che ha letto ricevuta in dono prima del matrimonio o ereditata dai genitori. La cotre esposta ha una doppia valenza sacra, sia perché è dedi-
fatto la sua comparsa (a Roma) l'11 settembre. Il francobollo (il cata al Corpus Domini sia perché è un oggetto sacro per la famiglia da custodire in quanto prezioso, ricevuto in dono e da lasciare in
cui bozzetto è stato progettato proprio da parte della stessa AIE), eredità. I petali lasciati cadere dai balconi lungo il corteo sono di rose, fiore primaverile e simbolo di purezza. A Padula (Salerno) par-
se pur apparentemente dal semplice tratto grafico, riesce comun- tecipano alla processione i vari ordini francescani, le confraternite e soprattutto i bambini vestiti con l’abito bianco della prima Co-
que ad avere una sua discreta impronta visiva. Sul ruolo ormai munione. Un interrotto e coloratissimo corridoio di petali di fiori e rami del fiore selvatico detto di “S.Giovanni”e ginestre, che
più che secolare dell'AIE (efficacemente presieduta, dall'estate riproducono con delle vere e proprie “infiorate” i simboli religiosi più popolari, quali l’Ostia e il Calice, segnano le strade. Dai bal-
del 2017, da Ricardo Franco Levi) è intervenuto anche il Presi- coni e dalle finestre sono esposte le più belle coperte di seta o di pizzo, e il corteo si ferma in alcuni punti dove vi sono altarini ric-
dente della Repubblica Sergio Mattarella che, rivolgendosi ad chi di drappi, tende e splendide composizioni di fiori, allestite dalle famiglie del vicinato. Gerardina Russoniello
una platea di appassionati e combattivi professionisti di detto il-
luminato settore, in uno stimolante discorso ha detto: "... Voi edi-
tori siete imprenditori di una particolare specie, con una
particolare missione...". Visto quanto in Italia, purtroppo, siamo
così poco avvezzi alla lettura, quella degli editori è veramente un'
FACCE (a) CASO IL POLLICE VERDE CHE CURA
impagabile missione. Ai cui infiniti ed estenuanti sforzi non pos- Non esiste un modo giusto o sbagliato Già Aristotele diceva: “Il medico cura la natura guiarisce”. Anche
siamo che fare tutti i nostri migliori elogi. Luciano Masolini di vivere il lockdown, ciò che rende Hermann Hesse, premio Nobel per la letteratura affermava che
onore a tutti è il riuscire a viverlo. Si- “Occuparsi della terra e delle piante può conferire all’anima una
curamente ognuno, nel suo piccolo o liberazione e una quiete simile a quella meditazione”. Dunque,
UN VIRUS DISASTROSO grande che sia, ha modo di riflettere e
concedere uno spazio in più a qual-
cosa a cui prima non pensava (sol-
come dice la stessa etimologia della parola l’ortoterapia è la cul-
tura di un arto utilizzata come cura. Si tratta di un percorso riabi-
litativo benevolo, soprattutto per anziani, disabili, malati di
Da alcuni mesi il coronavirus ha creato morti e malati, in tutto il tanto il virus è qualcosa a cui prima autismo o affette da sindrone di Down. Partecipare alla gestione
mondo. Fu scoperto in Cina, facendo morire migliaia di persone, non si pensava!). Pensiero e creatività fisica e psicologia delle persone, donando benefici fisici al corpo.
poi si è diffuso in Italia e in altri paesi europei e del mondo. diventano in queste situazioni alleati Tutti infatti soffriamo per le tensioni quotidiane ed è cosa nota
In Italia finora si sono ammalate oltre 1000.000 persone. Dob- imprescindibili e gli artisti ne sono che il contatto con la natura ha effetti positivi sia sul nostro corpo
biamo stare in casa e uscire solo per varie necessità: fare la spesa, portatori per natura. Ne è un esempio che sulla nostra mente. Proprio per questo, l’artoterapia è più uti-
andare in farmacia, ecc. Chi esce di casa senza un valido motivo Cecilia Chicca (per gli amici Cilla), lizzata nella cura di particolari o stati emotivi, ovviamente con il
viene denunciato. Gli italiani sembrano “carcerati” a domicilio. laureanda presso l’Accademia di supporto di alcuni trattamenti. La pratica si sta diffondendo sem-
Papa Francesco prega tanto ed è andato a piedi alla basilica di Belle Arti di Roma, che proprio in queste ultime settimane ha con- pre di più, anche se l’Italia presenta un leggero ritardo nella sua
Santa Maria Maggiore per fare una supplica alla Madre del- diviso tramite l’omonima pagina Instagram FACCE (a) CASO, pubblicizzazione. Ad oggi esistono alcune scuole impegnte a for-
l’umanità affinché distrugga il coronavirus apporterà gravi con- un progetto nato per gioco nel 2018, poi diventato esame per nire gli operatori in ortoterapia attraverso corsi teorici e pratici. La
seguenze all’economia mondiale. I figli vanno a fare la spesa ai l’Accademia, infine arma ironica in grado di strappare un sorriso preparazione in questo settore è fondamentale, perchè i giardini
vecchi padri, che sono in casa, rispettando le disposizioni del go- giocoso a chiunque ne entri in contatto. Divertente non significa teraupetici per pazienti psichiatri non deveno presentare alcuna
verno. Ci auguriamo che presto non ci siano più morti e che la privo di senso: il lavoro nasce infatti da un processo creativo, uno pianta con cui il paziente potrebbe farsi del male, così come una
vita delle persone torni ad essere normale. Mario Coletti sfogo artistico che ha trovato un significato preciso che vale la terapia destinato ai malati di Alzheimer deve essere poi pensata in
pena condividere. Inizialmente le facce disegnate da Cilla nei suoi maniera tale da consentire la visibilità totale degli ammalati da
blocchi da disegno erano dei personaggi randomici (facce a caso) parte degli operatori. Le attività di ortoterapia sono svolte in
PANZIRONI SOSPESO DALL’AGCOM creati dal suo inconscio. Facce colorate e dai tratti decisi che, se
fossero state dei veri volti incontrati per strada sarebbero proba-
bilmente stati additati, giudicati ed emarginati, ma che al contra-
gruppo per favorire la socializzazione. Alla base c’è dunque un la-
voro svolto e condiviso con altre persone che partecipano al me-
È tornato all’onore delle cronache Adriano Panzironi, l’inven- rio su una tela assumono la dignità e la bellezza di un’opera desimo progetto. Tutto ciò sviluppa la capacità di interazione e
tore degli integratori Life 120 e protagonista delle sue stesse tra- d’arte. Il processo creativo ha continuato il suo corso facendo in rafforza l’autostima, perchè la cura degli oganismi viventi, quali
smissioni sui canali regionali italiani con il “Cerca salute”. Questa modo che l’inconscio non fosse più l’unico protagonista della le piante, dipende dal singolo individuo partecipante. General-
volta l’Agenzia per le Garanzie nelle Comunicazioni ha sospeso creazione: aggiungendo dettagli le facce assumevano sempre di mete, i programmi di ortoterapia e i giardini teraupetici sono fi-
per sei mesi le trasmissioni del giornalista, perché spacciava i suoi più sembianze di persone a lei conosciute, bisognava prestare un nalizzati a un percorso di partecipazione attiva dei pazienti che
integratori come terapia preventiva contro il Covid. Mentre c’è po’ di attenzione in più, guardare oltre i tratti bizzarri e farci caso. devono mettersi in gioco e creando il bello attorno a se, tratta
chi lavora, seriamente, al vaccino, Panzironi violava le disposi- Da qui il nome finale FACCE (a) CASO, un progetto che va oltre anche di un modo per rendersi utili e per imparare un mestire
zioni che impongono il rispetto della salute pubblica e vietano di i pregiudizi sociali e richiede, in un mondo dominato dalla velo- prendendo così parte al reinserimento sociale di alcune catego-
indurre comportamenti che possano metterla in pericolo, infatti, cità, di fermarsi a osservare. Clarissa Pompei rie di pazienti (ortoterapia occupazionaziole). Marina Giudicissi
inducevano a sottovalutare i rischi potenziali connessi al covid e
non solo: il padre del metodo Life 120 cercava di convincere i te-
lespettatori che il virus potesse essere trattato non con misure te-
rapeutiche ma soltanto alimentari.
Naturalmente i contenuti divulgati dal patron, erano associati alla
ELETTORE MEDIANO E PROBLEMATICHE POLITICHE
Troppo spesso ci si chiede come mai la classe politica attuale non riesca a prendere una decisione concreta ed, anzi, diversi soggetti cam-
promozione e alla vendita dei suoi integratori, con il rischio di in- biano schieramento in relazione all'andamento sociale. Come mai gli ideali sono scomparsi così drasticamente e qual è a vera ragione della
durre negli spettatori una riduzione della consapevolezza dei scomparsa degli assolutismi? Gli estremismi sono veramente spariti dalla politica? A queste domande proveremo a rispondere con un teo-
comportamenti di vigilanza. Il modello comunicativo delle tra- rema di facile intuizione. “il teorema dell'elettore mediano”. Per spiegarlo ci dobbiamo rifare alla definizione statistica di mediana; essa
smissioni era basato sulla suggestionabilità dello spettatore medio è, infatti, il valore o la modalità assunta dalle unità statistiche che si trovano nel mezzo ed ella distribuzione ed hanno tanti valori a de-
e per questo punito. Arianna Paolucci stra quanti a sinistra. Da un punto di vista grafico è in corrispondenza della punta della montagnetta, ovvero il punto più alto di quella
funzione che se trasformata nel numero di elettori è il luogo in cui gli elettore sono di più. Più elettori significa più consensi e vittoria
delle famose elezioni. Questa teoria è stata spiegata da Downs nel 1957. Come ci dicono numerosi libri: “affinché i politici riescano a
massimizzare la loro funzione ovvero il numero dei voti, devono carpire, conoscere, scegliere, quello che preferisce l’elettore mediano.
La collaborazione al periodico In modo elegante il Teorema dell’elettore mediano può essere così formulato. Se tutte le preferenze sono unimodali il risultato del voto
a maggioranza rifletterà le preferenze dell’elettore mediano. Il punto quindi è, ripeto, che se il politico vuol max la propria utilità, deve
massimizzare il numero di voti che ottiene dalla collettività cosa che accadrà se sceglie, nel suo programma, di soddisfare le preferenze
“L’Attualità” è aperta a tutti dell’elettore mediano”. Questo è uno dei motivi per cui in questi ultimi anni abbiamo assistito all'avanzamento dei partiti moderati (sia
se si parla di sinistra, sia se si parla di destra). Per concludere, abbiamo dimostrato come per massimizzare il proprio benessere personale
e la loro utilità, i politici hanno interesse ad annientare anche i loro “estremismi ed ideali mentali Bruno Bertucci
N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020 LETTERATURA E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 7

(segue da pag. 1) Politica e Magistratura. Una storia solo italiana... Il comunismo del mistero. Un ricordo di Giulietto Chiesa.
gli arresti domiciliari e 5 anni
per la custodia in carcere); pre-
vede il divieto tassativo di di-
LA ROSA PROFUMATA E IL GATTINO DI MARINELLA “HO INCONTRATO
(racconto)
UN ANGELO”
sporre la custodia in carcere per (Prima parte) «Oggi, all’improvviso, ab- Così pensò Ilaria quel pomeriggio mentre tornava a casa: “Ho in-
i casi in cui è prevedibile che biamo perso un grande giornalista, saggio, contrato un angelo”. Era uscita di casa per sgranchirsi le gambe
verrà concessa la sospensione coraggioso, di rara intelligenza e lungimi- e per fare la spesa. Era arrivata davanti alla piccola bottega ma
condizionale della pena o che ranza, una personalità straordinaria. È sem- aveva trovato la serranda abbassata. Tutto chiuso. Mentre si chie-
verrà irrogata in concreto una pre difficile trovare la forza di scrivere con deva che cosa fare e dove andare vide una ragazza in bicicletta
pena non superiore a 3 anni. E il dolore che ti attanaglia quando all’im- fermarsi davanti alla porta del negozio. Chiese alla ragazza se
provviso se ne va un amico e Giulietto era fosse la proprietaria. Rispose di no e le chiese se avesse bisogno
dunque è pressoché impossibile un amico da trent’anni, ancora da quando
che un incensurato possa rima- veniva all’Università MGU di Mosca a te- di qualcosa. Ilaria disse che aveva bisogno di fare la spesa. La ra-
nere in carcere, salvo che non nere lezione, poi l’impegno civile e sociale gazza si mise a disposizione. Non aveva l’accento locale. Si fece
abbia commesso un reato vera- che ci visto collaborare insieme per far co- dare l’elenco delle cose da acquistare e, anticipando i soldi, si
mente grave. Per chi deve deci- noscere la guerra nel Donbass, nella lotta recò in un supermercato. Poi la ragazza accompagnò Ilaria fino a
dere non esiste scelta: occorre contro la disinformazione e contro la russofobia. Qui in Russia la casa, portando i sacchetti della spesa. Non volle la mancia. La sua
applicare le leggi che il Parla- sua opinione sui fatti di politica mondiale era molto rispettata, era generosità la faceva apparire come un angelo. Ilaria confermò la
mento ha approvato. Spesso i spesso intervistato ai tg e invitato a vari programmi di dibattiti, era sua opinione: in questo mondo la solidarietà si manifesta sotto
Magistrati hanno la consapevo- molto popolare e amato. Ciao Giulietto, ci mancherai, il vuoto che sembianze umane per volere di Dio. Angela Libertini
lezza che gli indagati possano lasci è incolmabile. Che la terra ti sia lieve!» Non è questo il mio ri-
commettere altri reati, ma in
base alla legge se ne deve di-
sporre la scarcerazione…Il ma-
cordo di Giulietto Chiesa (nella foto), è di Marinella Mondaini,
ma lo faccio mio, lo sposo appieno. Come sposo quello di Vittorio
Sgarbi, che non poco somiglia al primo: «Ho conosciuto Giulietto
ANDRÀ TUTTO BENE (racconto)
gistrato non ha una facoltà, ma un obbligo di procedere alla Chiesa bene nelle sue azioni, nelle sue scelte coraggiose. E nella Così diceva lo striscione colorato e disegnato cheuna coppia di
scarcerazione, anche se si rende conto che la legge gli impone sua determinata volontà di essere comunista nel modo meno ro- giovani sposi (così Daria li immaginava) aveva appeso al bal-
una scelta che gli ritiene sostanzialmente ingiusta, o quantomeno mantico, meno idealistico, ma più legato all’idea di una struttura cone, di fronte a casa sua. Guardava quello striscione e sentiva
incauta. Se, infatti, fuori dei presupposti tassativamente previsti economica e politica che funziona anche nei suoi aspetti più miste- un briciolo di speranza entrare nel suo cuore. Si, solo un briciolo
dalla legge - e fuori da qualunque interpretazione - mantenesse riosi». Appena vengo a sapere dagli amici di AlterLab la tragica no- perchè con tutte le notizie divulgate dai mass-media c’era poco da
in carcere una persona, incorrerebbe in una severa misura disci- tizia chiamo Marinella. Chi altri avrei potuto chiamare? Sapevo stare allegri. La paura era tanta. L’epidemia si era insinuata come
plinare...” -da pag.72…””Il costo della corruzione…La corru- dell’amicizia di Marinella con Giulietto, e all’amica “moscovita” un serpente, silenziosa e insidiosa. Come combat-
zione ha messo in ginocchio la nostra economia, rendendo l’Italia avevo parlato poco di un mio rapporto di collaborazione con Giu-
lietto che prometteva tanto, non solo sul piano professionale. Con terla? In tutto il mondo si cercava di preparare i
un Paese dove non è conveniente investire. I costi diretti della vaccini. Molte persone contagiate erano guarite
corruzione stimati dalla Corte dei Conti raggiungono numeri im- Marinella – russa d’adozione - condivido da qualche anno, a Mosca
dove lei vive in buona sostanza da sempre, l’esperienza scientifica ma Daria rabbrividiva ogni volta che sentiva la
pressionanti. In base alle rilevazioni ufficiali, frutto anche di va- sirena di un’autoambulanza. Comunque biso-
lutazioni incrociate, essi arriverebbero a raggiungere i 60 miliardi e umana dell’Accademia Russa di Scienze Naturali. Marinella co-
nosceva poco del mio rapporto con Giulietto, nato dopo il Natale del gnava farsi coraggio ed andare avanti. Pregava
di euro. Si tratta di una cifra che, se parametrata all’incidenza 2017, dopo aver partecipato insieme, a Roma, qualche giorno tutti i giorni. La sua fede era grande. Sapeva
della corruzione in tutta Europa, che è pari a 120 miliardi, porte- prima, il 12 dicembre, lei tra il pubblico, io tra i relatori, con la no- che Dio non l’avrebbe abbandonata. Usciva di
rebbe il fenomeno a incidere nel nostro Paese per circa il 50% stra comune amica Anna Rita Rossi, al convegno “L’Italia e le po- casa per acquistare i generi di prima necessità. “La
dell’intero importo del fatturato illegale di tutto il continente...”” litiche internazionali: uscire dall’Europa e dalla NATO?” nel quale, speranza è l’ultima a morire”, così si consolava. Spe-
-da pag.77…””Il finanziamento della politica…Un problema presente Marinella, Giulietto era previsto tra i relatori. Colpito da rava che alla fine tutto sarebbe andato bene. Angela Libertini
enorme connesso alla corruzione è sempre stato quello del finan- uno stato influenzale non partecipò. Io Giulietto e Marinella, così,
ziamento della politica. Quando nel 1992 iniziò l’inchiesta Mani
Pulite la sorpresa riguardò più che altro l’entità delle cifre e la di-
mensione del fenomeno perché in realtà, sul piano della cono-
non ci siamo mai incontrati, ma con Giulietto avevamo in animo di
farlo, e non escludevamo di poterlo fare direttamente a Mosca, a
casa di Marinella, tra i suoi libri di politica e letteratura, e un gat-
COME UTILIZZARE L’ISOLAMENTO
Il clima di isolamento che viviamo da molti viene visto come una
scenza privata dei cittadini vi era una forte consapevolezza che tino nero che salta da un libro di politica a un altro di letteratura,
quel sistema di pagamento di denaro connesso alla concessione di senza fallire mai una sequenza. buona occasione per recuperare tutti i libri che non siamo riusciti
appalti esisteva da tempo. Ma mentre il nostro Paese viveva con Così, dopo la tragica notizia, non avevo alcun diritto di coparteci- a leggere nei mesi passati, e che inesorabilmente si sono accu-
difficoltà di ogni genere la presenza invasiva del fenomeno della pare con la mia amica “moscovita” del dolore per la scomparsa del- mulati su i nostri comodini; per guardare classici del cinema che
corruzione, l’economia stentava e gli investitori esteri venivano l’amico “romano”, e nondimeno, ancora in questo momento dove non avevamo mai visto (e che ci vergognavamo anche ad am-
tenuti distanti a causa dei suoi costi diretti e indiretti, poco o nulla cerco, a fatica, di mettere insieme alcuni pezzi, staccati, tra i ricordi metterlo), per scoprire nuova musica o dedicarci a quelle attività
veniva fatto di concreto. E anzi i processi avviati con grande dif- miei e quelli delle persone più sensibili e intelligenti che mi sem- che erano sulla nostra to – do list, ma che non riuscivamo mai a
ficoltà che riguardavano personaggi in vista venivano condizio- brano star più ferme di fronte a ciò che ammutolisce e dilegua, mi spuntare dall’elenco. Sicuramente queste sono tutte idee costrut-
nati dalla approvazione di leggi di natura personale. sento mancare. Raramente mi è capitato di provare sensazioni del tive, ma non per tutti è così facile portarle avanti. Se non riuscite
Accanto alla legge ex-Cirielli sulla “prescrizione breve”, che genere, dalla morte di mio padre, avvenuta trent’anni fa, quando più a leggere un romanzo, guardare un film o una serie tv con at-
comportava l’estinzione dei procedimenti a carico di molti inda- ero solo un ragazzo. Mi sono anche chiesto se, il mio, ora, non sia tenzione, non preoccupatevi, probabilmente non siete gli unici.
gati, venivano assunte contestualmente altre iniziative con l’in- una sorta di attacco isterico in piena regola, classico, freudiano. Non La spiegazione è che come specie siamo stati programmati per
tento di impedire condanne specifiche. Tra queste la legge posso infatti dire niente, su Giulietto, a chi lo ha conosciuto bene, fare una cosa alla volta: la nostra attenzione non ammette altri
denominata “lodo Alfano” che prevedeva la sospensione dei pro- come Marinella, e lo piange, non ne ho il diritto. E allora ho deciso pensieri. Il nostro cervello sa che stiamo vivendo una pandemia
cessi in corso, per la quattro più alte cariche dello Stato, anche se di parlare direttamente a Giulietto, solo attraverso qualche ricordo e non riesce a ignorare questo elemento, nemmeno quando siamo
riguardanti fatti antecedenti rispetto all’assunzione della carica. personale. Forse Marinella sarà rimasta anche sorpresa della mia al sicuro sul divano di casa. Come ha affermato il Dott. Legrenzi,
Oppure le legge del 2010 sul “legittimo impedimento” a compa- copartecipazione a quel dolore, appena abbozzata, ma subito ri- la nostra mente è talmente impegnata ad accettare, e a capire, la
rire in udienza per il Presidente del Consiglio e i Ministri. En- tratta, per pudore. Non me ne pento. Qualche ora dopo Marinella singolare situazione che sta vivendo, che le riesce impossibile
trambe le leggi approvate dal Parlamento ma poi dichiarate scrive il suo ricordo, su “facebook” Michele G. Bianchi proiettarsi in un’altra dimensione ancora, che sia quella di un ro-
incostituzionali dalla Consulta...”” - da pag.145…””Le porte manzo o quella di un film. Il processo mentale segue uno schema
(aperte) delle carceri…La gestione delle carceri per il nostro semplice: quando percepiamo un pericolo che non vediamo, non
Paese è sempre stata una punto debole. Pressati dall’emergenza, Intervista a Michele G. Bianchi sulla funzione pedagogica possiamo comandare la nostra mente.
infatti, i governi hanno sempre rinunciato ad agire sul cuore del della giustizia nel Nuovo Processo Penale Minorile. Le nostre risorse cognitive sono limitate, così non è possibile leg-
problema: un sistema penale che non funziona: che produce brevi gere tranquillamente un libro. Il problema di questi giorni è che
e a volte inutili detenzioni di soggetti di scarsa pericolosità; che
è spesso clemente anche con chi commette reati di una certa gra-
FRAINTENDIMENTI (V). IL TRAINER è piuttosto difficile ignorare il loro contesto. La nostra mente è
completamente rapita da telegiornali straordinari, che non riesce
vità. E neppure l’azione di governo è stata in grado di aumentare
la recettività degli spazi detentivi, per farli corrispondere alla pre-
SOTTOPONE AL MINORE UN PATTO a vivere un’altra situazione più surreale di quella che sta già vi-
vendo. Probabilmente, quando tutto questo finirà, torneremo a
tesa di punizione che sta scritta sulle leggi penali. Si è sempre (51a parte) Il Giudice Onorario Saottini osserva come il fine della pensare ad altro, romanzi inclusi. Sofia Bartalotta
preferito agire sui sintomi: svuotare le carceri nel modo più rapido messa alla prova nel processo minorile debba tradursi in obiettivi
per evitare noie con l’Europa. Nel 2010, quando erano detenute concreti. Obiettivi che l’imputato minorenne dovrebbe poi sottoscri-
67.961 persone la capienza massima prevista venne calcolata in- vere. A questo punto il valore dell’atto di sottoscrizione equivarrebbe
torno ai 45.000 posti regolamentari. ad una accettazione della stessa messa alla prova da parte dell’im- PRO LOCO FONTE NUOVA
In quella circostanza il Presidente del Consiglio Berlusconi con putato. Questi diversi obiettivi specifici vengOno considerati come
un decreto emesso il 13 gennaio 2010 dichiarò lo stato di emer- obiettivi parziali di un’unica finalità generale che implicherebbe Tel/fax 06.90024555
genza nazionale per la durata di un anno. Con una successiva or- quindi – osserva la Saottini - una presa in carico globale del minore. LUNEDÌ ore 09.00 - Ginnastica: ore 11.00 - Ballo: ore
dinanza nominò un Commissario delegato al Ministero della Il Giudice stila un elenco di tali obiettivi: 1) Astenersi dal commet-
tere altri reati. 2) Acquisire una maggiore consapevolezza delle con- 17:00. MARTEDÌ ore 09.30 - Yoga: ore 18.00 - Compu-
Giustizia incaricato di elaborare un piano d’intervento denomi- seguenze delle proprie azioni sugli altri. – 3) Accettare l’impegno in ter. MERCOLEDÌ ore 09.00 - Ginnastica: ore 11.00 -
nato “Piano carceri” che prevedeva la costruzione di 11 nuovi isti- ambiti fondamentali del proprio percorso formativo e di inserimento Ballo: ore 16:30 - Bigiotteria GIOVEDÌ ore 17.00 - Corso
tuti penitenziari e 20 padiglioni all’interno di strutture già sociale (scuola e/o lavoro). 4) Rendersi disponibile ad attività di
esistenti, con la creazione di 9.150 posti e l’assunzione di 2.000 di pittura acquarello. VENERDÌ ore 16:30 - Inglese: ore
tempo libero caratterizzate da impegno. 5) Aprirsi ad una dimensione 18:00 - Ginnastica: Corso di taglio e cucito.
nuovi agenti penitenziari. Lo stato di emergenza nazionale fu pro- di solidarietà sociale, con una funzione riparativa, attraverso la rea-
rogato due volte e alla data del 13 aprile 2012 le carceri italiane lizzazione di attività socialmente utili. 6) Accettare come interlocu- 00013 Fonte Nuova (Rm) - Via delle Mimose, 1
ospitavano 66.585 detenuti, con una capienza pressoché invariata tore un’autorità extra familiare, riconoscendola al contempo come E-mail: prolocofontenuova@tiscali.it
e un tasso di sovraffolamento del 148%. Il piano carceri, benché funzione di aiuto alla realizzazione del progetto di messa alla prova.
varato con somma urgenza e con criteri di grande segretezza, non Questo può prevedere anche il collocamento in comunità, nel corso Sono aperte le iscrizioni al Corso di Acquerello. Rivol-
produsse quindi alcun risultato e fallì miseramente. Nel frattempo del quale deve essere mantenuto un comportamento rispettoso delle gersi alla Pro Loco di Fonte Nuova (Roma), via delle Mi-
gli organici della Polizia Penitenziaria continuavano a calare non regole, adeguato e partecipe». Cosa dire, Professor Bianchi? Ho mose 1 (tel. 06.90024555) ogni giovedì dalle ore 17 alle
ore 19.
essendo rimpiazzati i molti agenti che andavano in pensione... tanti dubbi. Soprattutto tenendo conto di quel che lei sta ribadendo ri-
Ora, ricordiamo "La promessa tradita", un articolo su "Micro- spetto alla tesi dello Speciale Fine Educativo del processo minorile.
mega" (rivista bimestrale n. 2/2016) che fa riferimento all'inte- Si tratterebbe di quell’unica finalità che legittima la presa in carico
del minore: finalità che si propone di fornire un aiuto al percorso evo-
ressante e condivisibilissima allocuzione del Procuratore
Generale di Palermo, Roberto Scarpinato, in occasione dell' inau- lutivo dello stesso minore. E se non accetta? Non si aiuta? Non si AVVISO UTILE
Questo giornale non si è mai avvalso di alcun finanziamento
gurazione dell'anno giudiziario…”La realtà mette a nudo che non sostiene? Si vede come qui si legittimi quell’ipotesi di confusione
tra funzioni di controllo e funzioni di sostegno ai processi educa- pubblico, né mai si avvarrà perchè intende restare organo di
solo l'amministrazione della Giustizia non riesce a promuove tivi di cui lei, Professore, parla dal 1996. Avevamo ricordato come informazione libera ed imparziale.
maggiore giustizia sociale, ma che il sistema penale ordinario ap- all’interno del pluralismo delle fonti la ricostruzione dei contenuti Viene finanziato dalle quote associative annuali.
pare sempre meno in grado di assolvere adeguatamente lo scopo definitori del diritto all’educazione avesse ispirato l’analisi delle Vuole essere anche un mezzo di formazione civica e morale,
di prevenire il crimine tramite la deterrenza delle pene, di repri- strutture del processo penale minorile anche nella loro connessione ritenendo più che mai attuali gli insegnamenti salveminiani.
merlo riaffermando il principio di responsabilità individuale con con gli speciali profili della disciplina sostanziale. Tutto è partito, in
l'irrogazione della pena. Ora, concludendo, consideriamo che da questo campo dove si studia il rapporto tra minore età e giustizia,
anni la classe politica vuole che la Magistratura sia soggetta al dalle ragioni di specializzazione della giurisdizione per verificare la
proprio controllo. Addirittura due ex Ministri, Alfano e Castelli, tenuta del presupposto di capacità processuale del minore. La Saot-
in tv nella primavera del 2011, sorprendentemente dissero che "
Il nostro diritto prevede due poteri e un ordine, che è quello della
tini mi sembra tenda a ridurre la misura dell’art. 28 a misura di sicu-
rezza sociale. E questo è gravissimo. Non so se vedo male. Nella
CORSO DI GIORNALISMO INVESTIGATIVO
Magistratura". Quindi un Ordine, anziché uno dei tre poteri su cui progressione della procedura il contatto tra giudice e fatto ha spo-
Disponibile il corso di giornalismo investigativo
si fonda una Democrazia moderna, lasciando intendere una de- stato l’attenzione sulla delicata opera di contemperamento tra garan- on line a cura della Free Lance International Press,
classificazione e una subordinazione. Si tratta della stessa teoriz- zie del giusto processo ed esigenza di fuoriuscita immediata del aperto a giornalisti, studenti, lavoratori, operatori
zazione che Silvio Berlusconi, Presidente del Consiglio, minore dal circuito penale. Se non si fa attenzione, attraverso questa dell’informazione e a chiunque voglia intrapren-
pubblicamente si chiese come fosse possibile che un Magistrato, spinta verso l’alleanza tutor-minore si va a riprodurre precisamente dere la strada del giornalismo d’inchiesta. Diret-
semplice funzionario dello Stato (sic!) vincitore di concorso pub- quel processo che la misura intende porre tra parentesi. Ma a quel tore del corso: Emiliano Federico Caruso.
blico giunga ad incriminare ed eventualmente condannare chi punto si tratterebbe di un processo extragiudiziale, inevitabilmente
eletto dal popolo è legittimato a governare il Paese. Probabil- sommario, Insomma, ci chiedevamo quale fosse l’oggetto davanti al Presidente Free Lance International Press: Virgilio
mente, non ricordava che è proprio la Costituzione che prevede il quale il minore dovesse compiere il suo lavoro elaborativo coscien- Violo.
concorso pubblico per l'accesso in Magistratura a garanzia di in- ziale responsabilizzante richiesto da queste spinte. E, se si trattasse Per maggiori informazioni: Cell. 324/6879903.
di qualcosa come un lavoro elaborativo coscienziale, oppure qual- Sito: http://mediaflip.org
dipendenza dell'Ordine Giudiziario e della sua estraneità alle lo- che cosa d’altro su cui dobbiamo ancora riflettere, o che dobbiamo
giche e agli interessi della politica. Raffaele Vacca ancora scoprire. Michelangelo Abbate Trovato
L’ATTUALITÀ, pag. 8 MEDICINA E ATTUALITA’ VARIE N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020

IL BISTURI DELLA FELICITÀ OCCHIO SPECCHIO DELL’ANIMA


Gradevole e piacevole evento-incontro organizzato della Banca Medio- Così da tempo immemorabile la cultura popolare definisce i nostri occhi. L’iridologia che af-
lanum a Roma che si presta a promuovere eventi a livello culturale e so- fonda le sue origini storiche nella civiltà Caldea e Mesopotamica si è affermata nel mondo me-
ciale dove il supporto finanziario con le agevolazioni più svariate viene dico scientifico tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento soprattutto ad opera di
sostenuto a tutti i livelli. In questa atmosfera internazionale il professor insigni omeopati e naturopati, per poi perfezionarsi notevolmente con le metodiche di inda-
Smeraglia ha presentato il suo ultimo lavoro, “Il bisturi della felicità”, gine computerizzata provenienti dalla tecnologia militare dell’ex Unione Sovietica.
nel quale spiega tutte le ultime tecniche della chirurgia estetica. Il pro- Durante la guerra fredda del secolo scorso si era messo a punto un sistema particolare di ac-
fessore ci racconta episodi del suo lavoro e ci spiega con quali tecniche cesso alle centrali nucleari mediante scannerizzazione del bulbo oculare agli addetti ai lavori.
opera nel campo della chirurgia estetica, facendoci capire che il ricor- Ben presto si resero conto che il metodo adottato era fallace in quanto, nel tempo, l’iride di
rere a tali procedure non è ingannare gli altri o noi stessi, bensì è un do- alcuni operai era mutato: fu allora che l’apparato militare russo volle approfondire le indagini
vere e cioè quello di stare bene con il nostro corpo. Il libro ci spiega con su questo strano fenomeno, scoprendo l’iridologia già da tempo nota ad alcune classi medi-
facilità le piu diffuse pratiche estetiche anche con l’ausilio di rappre- che occidentali. Così, l’alta tecnologia militare utilizzata per decodificare l’iride come carta
sentazioni grafiche per ogni tipo di curiosità. Smeraglia ha inoltre un d’identità individuale applicata allo studio diagnostico, permise notevoli progressi alla stessa
curriculum notevole, nato a Napoli, si laurea con il massimo dei voti in disciplina. La storia dell’iridologia si fonde intimamente con la storia dell’uomo passando
medicina alla Federico II, si specializza presso la scuola di chirurgia da mera chiaroveggenza divinatoria a scienza diagnostica e prognostica.
plastica del prof. Niccolò Scuderi e frequenta le più prestigiose scuole Il vecchio detto”gli occhi sono lo specchio dell’anima” trova nell’antichità molte conferme,
mondiali tra cui quella brasiliana del maestro Ivo Pitanguy, da più di a cominciare da Plinio il Vecchio ”La reggia dell’anima sono gli occhi”, fino al Vangelo di
trenta anni esercita la professione di chirurgo estetico con più di 20mila
interventi, ha una struttura, la Smeraglia Luxury Clinic di Napoli. Nel Luca” La lucerna del tuo corpo è l’occhio”.
suo libro ci confida che la paura del dolore ferma tante persone ma am- Ma il gioiello più bello dell’occhio è l’iride, su di essa è impressa, fin dalla nascita, come in
mette che utilizza uno speciale apparecchio radio laser, che elima il do- una carta astrale, la vita dell’individuo. Nella trama colorata possiamo decodificare i periodi
lore post. operatorio, tanto che verrà rilasciato un attestatato di assenza di crisi che il soggetto ha attraversato o attraverserà, gli organi geneticamente più deboli, la
di dolore chirurgico. Tra gli interventi più richiesti che capacità dell’individuo di affrontare le difficoltà. Daisy Alessio
esegue ad alta perfezione, si parla di blefaroplastica,
mastoplastica addittiva, lifting del viso, addominopla-
stica. Molto interessante anche l’intervento della
dott.ssa Rizzi della società farmaceutica RossPharma,
IL CORONA VIRUS CONDIZIONA LA NOSTRA VITA
distributori di una speciale molecola, estratta da È già maggio ma sembra di essere in una stagione morta. Strade deserte, negozi ed attività chiuse.
un’alga, che inserita come goccia in fiale dona al viso Poche persone frettolose si accingono a fare la spesa. Nessuno si ferma a scambiare un saluto o una
ed al collo un effetto lifting. RossPharma è un pro- parola, al massimo cenni di saluto e poi via…subito alla propria casa. Si evitano tutti, passanti ed
duttore italiano di cosmetici. Nasce nel 2007 dalla pas- incontri ravvicinati. Questo maledetto virus ha sconvolto le nostre vite ed è riuscito a trasformare
sione per la cosmesi di Rossella Rizzi, che decide di la nostra splendida città, Roma, in un deserto.
formulare prodotti a marchio proprio. Innovazione e Nessun rumore, nessuna risata o grida di bambini. Nulla…solo i cellulari, ora graditi compagni di
studi costanti permettono di sviluppare linee dermo- tutti, squillano continuamente quasi a volerci rassicurare che le nostre persone care ci sono ancora.
cosmetiche molto particolari e prodotti commerciali Il mare, la montagna, la natura già in fiore, sembrano troppo lontani da noi.
di elevata qualità quali occhiali da lettura, test di gra- Non è possibile programmare le prossime ferie estive. A luglio ed agosto saremo ancora relegati in
vidanza, integratori alimentari e candele cromoterapi- casa? Quando potremo riappropriarci della nostra vita, delle nostre abitudini e soprattutto della no-
che associate ad olii essenziali. stra serenità? Ora nessuno è in grado di dircelo. Stiamo vivendo in una atmosfera irreale facendo
La filosofia RossPharma è di continuare a sviluppare enorme fatica ad accettare i condizionamenti che, di colpo, ci sono piombati addosso. Forse siamo
attraverso formulazioni di principi attivi di origine Da sinistra: Silvio Smeraglia, autore del libro, stati catapultati in un brutto film di fantascienza o magari dell’horror? Mi chiedo cosa abbiamo
completamente naturale e laboratori di ricerca d’avan- fatto di male per avere questa punizione? Ho notato che al mattino, quando suona la sveglia, si fa
guardia prodotti con alto contenuto tecnologico. L'ef- la presentatrice Barbara Castellani, doppia fatica ad alzarsi.
fetto tensore è generato da un'estratto di alga oceanica Rossella Rizzi e la consulente di Mediolanum. Il primo pensiero è che stiamo all’epoca del Corona virus; il secondo è: cosa devo fare oggi? C’è
(Nannochloropsis oculata) associata ad una compo- una calma piatta nei nostri cervelli perché dobbiamo prendere delle decisioni e non sappiamo bene
nente di polissaccaridi che riducono notevolmente la presenza di rughe. La dott.ssa Rizzi prima di cosa conviene fare. Le nostre agende, come le nostre vite, sono stravolte. Così siamo stressati oggi
lasciarci ci ha omaggiato di un campione del prodotto mentre il prof. Smeraglia autografava il suo per la preoccupazione di questo nemico tra di noi e lo saremo domani per dover fare tutto ciò che
libro. Ha presentato l’evento Barbara Castellani, che da giornalista esperta del settore ha bril- oggi abbiamo dovuto tralasciare per necessità contingenti. Credo che, se resteremo indenni da que-
lantemente condotto ed intervistato i numerosi ospiti intervenuti. Paola Torbidoni sto maledetto virus, forse apprezzeremo di più la nostra salute e la nostra vita. Giannamaria Pinci

ESPERTI CONTRO ESPERTI


Il governo istituisce una taske force guidata dal direttore di Rainews, Antonio Di Bella contro le fake news che ha il compito di as-
sicurarsi che vengano divulgate solo notizie vere sul Covid 19. Il comitato si confronterà con le principali piattaforme social per ve-
rificare quali azioni si stiano intraprendendo per contrastare disinformazione e circolazione di false notizie e si specifica che dovrà
essere rafforzato il ruolo della Polizia Postale per consentirle di individuare tempestivamente, le cosiddette fonti tossiche, e di inter-
rompere la catena della loro diffusione nei social. Per carità: un po’ di pulizia, male non fa. Ne abbiamo sentite tante: le tisane calde
che ammazzano l’agente patogeno, la tachipirina che lo rende più aggressivo, le spremute d’arancia che prevengono il contagio, i cani
che lo propagano… eppure, siamo proprio sicuri che gli esperti si siano guadagnati sufficiente credibilità? In moltissimi programmi
tv, mesi fa si interpellavano medici che dicevano tutto e il contrario di tutto, non si era capito se le mascherine servissero o no, chi
diceva che andavano usate sempre e chi solo per i casi positivi. Basti citare il dottor Roberto Burioni, luminare della scienza che av-
visava del pericolo dei portatori sani, diceva però che era più facile essere colpiti da un fulmine che beccarsi il Covid-19. Insomma
tutti contro tutti e una gran confusione, altro che fake news. Di chi ci possiamo fidare? Arianna Paolucci

Intervista a Michele G. Bianchi


FRAINTENDIMENTI (VI). IL TRAINER DI FRONTE
ALLA PERSONALITÀ DEL MINORE
(52a parte) Con riferimento alla sentenza della Corte Costit. n. 222 del 1983 ricordavamo, Professore, come alla tutela del minore e a nien-
t’altro fosse finalizzata l’azione del Tribunale. Il Tribunale dei minori possiede attribuzioni oltre-penali: civili, amministrative, quindi poli-
tiche. Il precetto costituzionale lo impegna alla «protezione della gioventù» prima d’ogni altro precetto. La verità della decisione e la
realizzazione della pretesa punitiva dello Stato, le due finalità riconosciute dal sistema penale generale, nel sistema penale minorile appa-
iono praticamente secondarie già nel 1983. In seguito, nel 1988, leggendo il dPR 448 si farà un ulteriore passo in avanti, come forse per la
prima volta ha chiarito il vostro gruppo di Psicologia Giuridica, nel 1996. Collegati all’«attitudine responsabilizzante del processo e all’at-
tenzione alla personalità del minore» (art. 9) vi erano due obiettivi: a) il processo come occasione educativa; b) il processo come esperienza
che non deve interferire sulla continuità educativa. Ora l’art. 28 viene a giustificarsi in base a obiettivi specificati come obiettivi di respon-
sabilizzazione del minore. Ma rispetto a cosa? Entrano in gioco i Servizi delegati all’«attività di osservazione trattamento e sostegno» (co.
2), di cui in effetti all’art. 6. È a quest’ultimo obiettivo - il “sostegno” - che il legislatore si riferisce all’art. 12, luogo in cui si pone un’esi-
genza primaria: «l’Assistenza affettiva e psicologica all’imputato minorenne è assicurata in ogni stato e grado del procedimento»? M. Bian-
chi: Stringendo insieme art. 6, 12 e 28 abbiamo già delineato l’ipotesi. Abbiamo dovuto farla, fin dal 1994, e con necessità, laddove una
domanda ci si impose: osservazione trattamento e sostegno sono concetti posti veramente sullo stesso piano dalla finalità educativa incap-
sulata nella legge? Se si pone un’esigenza primaria, e la si specifica come assistenza affettiva e psicologica all’imputato da assicurare in ogni
stato e grado del procedimento, l’obiettivo del sostegno cui il legislatore potrebbe riferirsi all’art. 12 sembra assumere un suo proprio va-
lore autonomo rispetto alle esigenze di osservazione e trattamento, a meno che non si voglia ridurre tale piano assistenziale al piano del con-
trollo, incarnato dall’osservazione e dalla correzione pianificata da specifiche tecniche. E proprio laddove l’ordine di un’assistenza, di un
aiuto, di un sostegno precisamente sembrano esulare dall’ordine alla fine indifferentista di un’applicazione tecnica, come di ogni applica-
zione tecnica che non metta in gioco il vivo desiderio di chi quella tecnica si propone di applicare, con timore e tremore, al caso concreto.
Ecco che l’estensione temporale del processo con un periodo di “prova” non sembra più qualcosa dell’ordine di una semplice estensione tem-
porale. Lo schiacciamento sul piano cronologico del tempo della prova riporterebbe il tutto alla verità della decisione già presa e alla rea-
lizzazione insindacabile della pretesa punitiva dello Stato. Ecco l’antinomia tra il fatto da illuminare come elemento di un crimine, e un
giudizio che appare invece aperto, ma che almeno a tutta prima si fonda su una contraddizione. Un’esigenza di sostegno e rieducazione che
fosse la più pura possibile si rese infatti quasi pungente dopo l’evoluzione legislativa di cui stiamo parlando. Più – però - essa si rende pura,
trasparente, maggiore percezione si ha dell’antinomia tra il giudice e il fatto. E questo è un problema enorme per la giustizia che deve ogni
volta articolare le cose attraverso il linguaggio e dunque attraverso un processo, attraverso un tempo, non nel lampo d’una intuizione im-
mediata. Si direbbe che la minore età, in quanto tale, diventa la pietra dello scandalo del sistema Giustizia, un sistema dove la discreziona-
lità del giudizio raggiunge anche il suo stesso punto di crisi, o di impossibilità. Michelangelo Abbate Trovato

L'ITALIA DEI I VIAGGI NELLA QUARTA DIMENSIONE


QUAQUARAQUÀ
Stando a quanto detto da Stephen Hawking, il cosmologo scomparso 2 anni fa, è possibile viaggiare nel
Beato il direttore, prof. Salvemini, che futuro purchè la velocità nello spazio aumenti progressivamente fino a quella della luce ossia 300.000
ha conosciuto persone realmente va- km/sec. L'aver visto un vecchio film dal titolo L'uomo che visse nel futuro ed essendo un cronico, te-
lide come ad esempio don Tonino nace diarista mi è venuta un giorno l'idea di fare viaggi nel tempo a modo mio standomene seduto in casa,
Bello e Gaetano Salvemini. Io non ho nello stesso posto. Se, ad esempio, oggi è il 7 marzo 2020 mentre scrivo queste righe, quale sarà la mia
avuto questa fortuna forse perché non vita nel leggerle se saranno pubblicate? I miei progetti e problemi saranno gli stessi? In quale misura
sono mai stato in grado di riconoscere influiranno la mia volontà e l'imponderabile? Il libero arbitrio è una realtà od una chimera?
una persona di valore.
Dalla considerazione che mi viene Ringrazierò comunque Dio per quello che sarà o rimarrò invece un pò deluso, scontento se le cose non
data, la mia fortuna è stata, a pensarci andranno come mi auguro? Di fatto i viaggi nel tempo sono viaggi in me stesso, nel continuo tentativo
bene, proprio il fondatore del Movi- di valorizzare al massimo le mie qualità e ridurre al minimo i difetti ma c'è sempre un qualcosa, come
Caro lettore, ricordati di rinnovare la quota associativa mento Salvemini che conosciamo
bene. Una fortuna che spero di valo-
una barriera che m'impedisce di superarla ed arrivare al cospetto di Eugenio Morelli nella sua immagine
più limpida, più bella. Perché? è forse la vita un pendolo che oscilla senza fermarsi tra la speranza di
domani e la malinconia di ierì per il tempo che ci è concesso di vivere?
a questo periodico che, essendo super partes, rizzare al massimo come punto di ri-
ferimento al quale auguro tanti anni Cosa o chi si frappone in mezzo da creare una miriade di dubbi, senni di poi, credevo che… ogni giorno
ancora di lotta leale e non violenta. della nostra esistenza? Perchè il grafico di una vita umana qualunque è più spesso una linea spezzata che
intende restare un libero organo di stampa. Che la bandiera italiana non venga non un tratto ascendente,progressivo,rassicurante? Questo bizzarro astronauta del tempo continuerà an-
mai ammainata. Eugenio Morelli cora le sue ricerche. Nel silenzio e solitudine e... nel solito posto di combattimento. Eugenio Morelli
N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020 ARTI FIGURATIVE E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 9

IL GENIO FILI D’ARTE TRA LE MANI ORIGINALI PITTO-SCULTURE


ARTISTICO DI TULLIO DALLAPICCOLA
Quando varchi la soglia del suo
laboratorio entri in un mondo a
DI LIANA parte, un mondo parallelo, sur-
reale, dove il caos lascia spazio
all’immaginazione, all’estro e
BOTTICELLI all’inventiva, e dove oggetti ma-
gici attendono di prender vita
“Il cacciatore” nelle mani creative di Paolo Vi-
tale (nella foto). Un mondo pa-
Per informazioni: rallelo fatto di trine, merletti,
stoffe e ritagli di stoffa, scam-
Tel. 06.66200020 poli, lustri e lustrini, bottoni e
rocchette su cui è avvolto il filo
Cell. 339.4934678 della creatività che attende di
essere srotolato dall’ispirazione.
Sul tavolo da disegno, accanto
ad una pila di fogli di bozzetti
MATTEO E L’ANGELO
(2° Omaggio a Caravaggio di Pietro Sarandrea)
già scritti, matite e colori, un foglio bianco, una tabula rasa che
attende di essere scritta. La passione per il suo lavoro, la cura nei
dettagli, l’intuizione diventano il tratto della sua matita e con
amore, impegno e consapevolezza nessun capo “farà mai difetto”. “La cuoca”
Una figura metafisica, immobile e possente, richiama l’attenzione
L’opera di Caravaggio e volgi lo sguardo a chi non ha sguardo: un manichino sartoriale. Studio d’Arte: Via Due Laghi,
a cui questa volta si è Un piccolo uomo “condannato ad una immobilità che rimane sul
ispirato Sarandrea è la 338042 Baselga di Pinè (TN)
piano dell’eterno”, una figura iperreale che non imita l’uomo ma
1° versione di “Matteo che è il “doppio dell’uomo”. Paolo Vitale gli dona prospettiva Tel. 0461.557139 -Cell. 339.1259386
e l’Angelo”, scartata a collocandolo in uno spazio definito, reale e concreto, e lo veste di
suo tempo dalla com- comunicazione donandogli con le sue creazioni il linguaggio che
mittenza Contarelli e ne rivela l’anima che non possiede.
poi distrutta durante un
bombardamento (Ber-
lino 1945). Grazie alle
Così l’automa prende realtà. E l’anima si impregna nelle trame di
tessuto che, indossato in scena nella perfezione del corpo che ne EMOZIONI D’ARTE SUL
foto in bianco e nero
scattate in precedenza
ha ispirato le linee, prende vita compiuta, sulle tavole di legno di
un palcoscenico. Paolo Vitale inizia il suo percorso al Liceo Ar-
tistico di Salerno, prosegue gli studi a Roma alla Facoltà di
CANALE YOUTUBE DEL MIBACT
ne furono eseguite ri- Il Museo Novecento di Castel S. Elmo e il Museo Archeologico
Scienze della Moda e del Costume, al primo corso di modisteria, Nazionale di Napoli sono disponibili sul canale YouTube del
produzioni a colori, una a cui segue il corso di sartoria teatrale. Laureatosi rientra a Sa-
delle quali ha costituito MiBACT, come si apprende da fonti ministeriali, dove dall’inizio
lerno, dove svolge il tirocinio in un atelier di abiti da sposa per af- dell’emergenza coronavirus i musei, i parchi archeologici e gli
il modello per una rein- finare le tecniche sartoriali. Approfondisce lo studio della Storia
terpretazione in chiave istituti autonomi statali stanno fornendo contributi audiovisivi di
del Costume e inizia a realizzare capi storici per l’Associazione ogni genere per permettere alle persone di continuare a godere
autobiografica da parte il “Contrappasso”, che si occupa di rievocazione storica.
di Sarandrea. Sia la 1° del patrimonio culturale nazionale. Il video “Emozioni del
L’incontro con la Compagnia dell’Arte determina e diventa l’in- Contemporaneo” invita il visitatore a una passeggiata nel tempo
che la 2° versione di contro della fiaba con il linguaggio fiabesco: “il costume deve
“Matteo e l’Angelo “(la e nelle emozioni, portandoci alla scoperta dei movimenti artistici
raccontare una storia, deve essere espediente narrativo visivo e delle opere presenti nella collezione d’arte contemporanea di
2° nella Cappella Con- della psicologia del personaggio”.
tarelli in S. Luigi dei Castel S. Elmo. La visita virtuale si apre con la serata futurista
E Paolo, in una terra di fiaba e favola insieme, insieme a fate, organizzata da Filippo Tommaso Marinetti al teatro Mercadante
Francesi a Roma, rifatta streghe, principesse, maghi, orchi, gatti, volpi e burattini narra la
da Caravaggio secondo di Napoli, per poi soffermarsi sulle opere dalle forme vorticose e
favola della vita che sussurra “mutato nomine de te Fabula nar- dai colori brillanti di Emilio Buccafusca e Guglielmo Roehrssen
i canoni ecclesiali ri- ratur” e ti insegna che tra fibre di passione, scampoli di deter-
chiesti) rappresentano di Cammerata, prosegue con il ritorno all’ordine e alla tradizione
minazione, trine di coraggio tesserai col filo della volontà l’abito nelle opere di Francesco Galante, Franco Girosi, Giovanni
la dettatura del Vangelo che vestirà la favola della tua vita. Ilaria Rossi
a Matteo da parte di un Brancaccio, Eugenio Viti, e continua con le opere di Emilio Notte,
angelo che però nella Federico Starnone, Raffele Lippi che raffigurano sulle tele il
sentimento della paura nel periodo tragico della seconda guerra
1° versione – rifiutata soprattutto per questo – sembra essere mo-
tivata dall’analfabetismo di un Matteo raffigurato come un po-
polano rozzo e ignorante anziché risultare come conoscenza
I SEGRETI DEL RESTAURO mondiale. Le opere di Renato Barisani e Domenico Spinosa
costruiscono invece una realtà diversa dall’esperienza quotidiana
maggiorata di ordine superiore e di origine divina. L’angelo a sua
volta, non solo troppo terreno e persino seduttivo, ma anche fi-
sicamente a contatto stretto con Matteo mentre gli guida la mano,
DELL’ARCO DI GIANO attraverso il colore e la materia mentre la transavanguardia fonde
pittura e oggetti, mescola gli stili del passato e li trasforma in un
messaggio attuale: le inquietudini diventano un invito a vivere la
è in stridente contrasto coi canoni della Controriforma che vo- Il 15 settembre 2016 grazie alla prima donazione del World vita pienamente imparando dalla storia e proiettandoci verso il
gliono il potere celeste separato e distante dalla corporeità ter- Monument Fund fu possibile intraprendere il restauro della futuro. Tra le opere selezionate nel filmato quelle di Mimmo
rena. Nella 2° versione – che invece sarà accettata per questo – facciata sud occidentale dell’arco di Giano e del Foro Boario. Paladino, Ernesto Tatafiore e Nino Longobardi.
Matteo è presentato anche fisicamente con la dignità dovuta alla Oggi grazie alla collaborazione tra la Soprintendenza Speciale La ripresa del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, invece,
sua funzione storica di 1° Evangelista e in grado di scrivere in Architettura, Belle Arti e Paesaggio di Roma, guidata da Daniela è un’anticipazione virtuale della mostra fotografica dal titolo Sing
autonomia ciò che l’angelo, questa volta separato, sospeso e vol- Porro, e lo stesso World Monument Fund è possibile ripercorre le Sing. Il corpo di Pompei di Luigi Spina. Le immagini ci mostrano
teggiante sopra di lui suggerisce. diverse fasi di questo importante recupero in un video altamente alcuni preziosi reperti conservati nei depositi del Mann, nelle
Gli detta solo ciò che Matteo, pur letterato, non può sapere: il ri- evocativo, sospeso tra storia e mito che, in lingua inglese, è famose celle dei sottotetti del Museo, definite negli anni Settanta
ferimento deducibile dal quadro è la genealogia biblica di Gesù capace di narrare la specificità di un monumento centrale “Sing Sing” come il carcere di massima sicurezza americano a
che Matteo trascrive infatti con inspiegabile precisione nel suo dell’antica Roma. Le immagini dall’alto, disponibili sul canale nord di New York. Uno sguardo, in bianco e nero, tra lucerne,
Vangelo. Sarandrea si identifica con il Matteo umile popolano la YouTube del MiBACT all’indirizzo , fanno comprendere l’unicità candelabri, vasellame, bronzi: testimonianze affascinanti della
cui mano è guidata fisicamente da una presenza invisibile, ma vi- dell’Arco di Giano, il solo accesso alla città dal fiume Tevere, vita quotidiana nelle città vesuviane.
cina e amorevole: anche nel quadro di Sarandrea la “dettatura “è situato al crocevia tra i Fori Imperiali e il Foro Boario. Un filmato, dunque, per anticipare al pubblico l’impegno del
il tema fondamentale. Un luogo sacro, dove non a caso erano edificati i templi ancora Museo nel riorganizzare e rendere fruibili i depositi “Sing Sing”.
Oggi si tende ad abbandonare il termine generico e ambiguo di visibili dedicati a Portunus, Fortuna e Ercole Vincitore. Lo I depositi, infatti, saranno anche oggetto di visita da parte di
“ispirazione “quando questa coincide in modo inequivocabile spettatore è invitato a entrare nella Roma augustea attraversando gruppi guidati appena sarà possibile. Mirko Riccelli
con fenomeni che la cultura laica definisce come “telescrittura”, l’arco quadriportico, per scoprirne poi i segreti più reconditi
“telepittura”, “telescultura “e simili. Sarandrea ha ormai matu- grazie ai prospetti in 3D realizzati dall’équipe dei restauratori,
rato una tale familiarità con telescrittura e telepittura, cioè di
scrittura e pittura con mano guidata, che il più delle volte identi-
addentrarsi nel suo interno attraverso il complesso sistema di scale
che lo attraversa, ammirarne da vicino le superfici insieme ai
tecnici sui ponteggi e seguire i lavori di pulitura, stuccatura e
“SMART WORKING”:
fica la propria personalità con quella invisibile che gli guida
mano, mente e cuore.
Il primo senso di quest’opera di Sarandrea è dunque testimoniare
applicazione di un protettivo idrorepellente.
Un restauro pilota, come si apprende da fonti ministeriali, che ha
IL FUTURO
la “dettatura “sottraendone però l’interpretazione al monopolio permesso di sperimentare le tecniche e i materiali più innovativi Nella fase critica dell’economia che stiamo vivendo, innescata dalla
religioso tradizionale. Infatti l’invisibile forza personificata dal- per restituire a Roma lo splendore di uno dei suoi monumenti “guerra” del coronavirus, gli economisti sono fortemente impegnati
l’angelo caravaggesco non fa scrivere a Matteo il Vangelo, ma gli maggiori. Mirko Riccelli nell’elaborare studi e teorie in grado di indicare una possibile via
fa dipingere un quadro astratto. Ecco il 2° significato dell’opera: d’uscita. Tra le molteplici proposte, segnaliamo quella di Marco Re-
la ricerca dell’“oltre”, del “sacro”, c’era anche prima pur se in- mondino, Ricercatore presso il Dipartimento di Economia dell’Uni-
versità degli Studi di Genova. Remondino parte dalla premessa che
consapevole. L’inchiostro che cola quasi bucando il pavimento
(allusione ai “buchi neri “) è il mistero che si è accumulato al-
l’insaputa del pittore durante le sue escursioni pittoriche che ri-
ALGORAND CREA UNA le politiche messe in atto dal 2008 in poi non hanno fatto uscire l’eco-
nomia dalla crisi, e che quindi bisogna muoversi su direttive radi-
spondevano solo alla libertà assoluta dell’immaginazione. Questo
è il 3° messaggio dell’opera: la compatibilità misteriosa fra im-
maginazione razionale e spirituale. Irma Latina
BLOCKCHAIN PER L’ARTE calmente diverse. Nel libro “Innovazione cloud based e strategie
delle imprese” afferma la necessità di un cambio di paradigma, in
cui, sempre più, il lavoro a distanza e il “lavoro agile” divengano
centrali. Remondino sostiene che il lavoro basato su queste meto-
Contatti: pietrosarandrea@gmail.com La piattaforma digitale, Algorand, specializzata su blockchain, e dologie consente un’efficacia spesso pari (e talora superiore) a quella
digital asset, creata da Silvio Micali, premio Turing, professore tradizionale, un indubbio risparmio di tempo, nonché una decisiva
Mit e noto crittografo, al fianco del progetto digitale a favore riduzione dell’inquinamento.
PER IL500° DI RAFFAELLO DUE dell’arte italiana, ‘Italian Wonders’. Nata dalla collaborazione tra
BlockchainItalia.io, il sindacato FLP e l’associazione
Svincolarsi dal concetto di “prossimità al luogo di lavoro” potrebbe
inoltre portare ad un riassetto virtuoso della società con un signifi-

RACCONTI INEDITI DI FORCELLINO Italia4Blokchain, ‘Italian Wonders’ è stata ideata per coniugare il
patrimonio artistico e storico italiano con la tecnologia
blockchain, raccogliendo fondi per aiutare i comuni in difficolta’
e i luoghi d’arte colpiti economicamente dalla pandemia del
cativo vantaggio per l’organizzazione della vita famigliare. Lo
“smart working” dovrebbe diventare un diritto per molte professioni.
Laddove per valore si intende non solamente quello economico, ma
anche e soprattutto quello sociale. Carmen Galoppo
Due racconti inediti firmati dallo storico Antonio Forcellino coronavirus. Il sito italianwonders.io ospita un marketplace di
per l’anniversario di Raffaello che l’autore e la sua casa oggetti da collezione virtuali (digital asset, token o crypto asset),
editrice, la Harper e Collins, hanno deciso di donare in ricreati sulle blockchain Algorand ed Ethereum e raffiguranti le
occasione del cinquecentenario dalla morte dell’artista principali opere d’arte italiane. Chiunque potrà contribuire
Raffaello Sanzio. I racconti sono intitolati “Galatea” e all’iniziativa ed il trasferimento dei francobolli digitali “Italian
“L’incontro” e sono racchiusi all’interno di un piccolo volume Wonders” avverrà a fronte di un piccolo contributo, che sarà poi
digitale che può essere scaricato gratuitamente da qualsiasi devoluto al territorio. Mirko Riccelli
piattaforma ebook. Nell’ Incontro, anticipa Forcellino,
“Raffaello e Michelangelo si incontrano alla stazione di Posta
di Orvieto nel febbraio 1508 diretti a Roma per dipingere le Caro lettore, ricordati di rinnovare la
Stanze Vaticane l’uno e la Sistina l’altro”. Galatea, invece, “è
la storia del dipinto di Raffaello per celebrare la rivoluzione quota associativa a questo periodico che,
sentimentale di Agostino Chigi che si rifiuta di sposare la essendo “super partes”, intende restare un
nobile Margherita Gonzaga per sposare invece la giovane
Francesca Ordeaschi di cui era innamorato e che aveva rapito libero organo di stampa.
a Venezia”. Mirko Riccelli
L’ATTUALITÀ, pag. 10 CINEMA, MODA E VARIE N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020

“TONI & MOTIVI” IN WHITE RADIO


“TONI & Motivi” è una trasmissione dell’emittente radiofonica
MODA E… NON SOLO ACTA EST FABULA, PLAUDITE!
pratese White Radio, diretta da Giulio Gheri, che va in onda ogni
(a cura di Lucilla Petrelli) "C'è una maschera per la famiglia, una per la società, una per il
lunedì dalle ore 19.00 alle ore 21.00, e che è giunta alla 156ema Lucille, style coach! lavoro. E quando stai solo, resti nessuno" (Luigi Pirandello) No,
puntata. Il conduttore è B (Toni) e la co-conduttrice Daniela non resti nessuno. Resti te stesso, con la maschera di quello che
Piron (Dani). Toni ci ha raccontato: “La trasmissione “TONI & sei, Sei nessuno e sei spento, se ti lasci spegnere dagli altri. Sei
Motivi” è nata il 4 aprile 2016, che è anche il giorno del mio com- FASHION – PANDEMIA DI COVID -19 nessuno e sei spento, se tu stesso spegni in te la Luce interiore
pleanno. La sede è a Montesacro, un quartiere molto antico di Fashion e Charity, un binomio che nel tempo, è andato sempre che ti illumina. Sei nessuno e sei spento, se non hai più la forza
Roma, dove vivono tanti artisti e tanti personaggi dello spetta- a braccetto con eventi importanti dai risultati sorprendenti. di vivere e di combattere. NO, non "sei spento", perché il sapere
colo, con uno studio molto confortevole completamente insono- Anche di questi tempi non poteva essere diversamente, la moda di "essere spento" è già Luce che illumina. In questo isolamento
rizzato, avente ben quattro microfoni. E’ stato il mio amico, in prima linea, nella lotta alla pandemia di Covid-19. Lo stilista forzato a lungo termine, non voluto, bisogna avere nervi d'acciaio
collega e speaker Pino Cauteruccio, che su White Radio con- Giorgio Armani è stato il primo a fare una donazione di un mi- per non perdere il Ben dell'Intelletto, che vaga nei campi sconfi-
duce la trasmissione “Mi Ritorni in Mente” ogni domenica dalle lione e 250mila euro agli Ospedali Luigi Sacco, San Raffaele nati del non essere, del non essere niente, del sentirsi "spenti".
ore 17.00 alle ore 20.00, che mi ha proposto di far parte della e l’Istituto dei Tumori di Milano, Lazzaro Spallanzani di Bisogna avere la forza di attendere, fiaccati nell'attesa e dall'attesa
radio. Avevo avuto altre esperienze in radio nazionali, e quest’idea Roma, e a sostegno dell’attività della Protezione Civile, a che non dipende da noi, ma da altro e da altri. Fiaccati nell'incer-
mi è piaciuta perché “TONI & Motivi” affronta e sviluppa le marzo, ha comprato una pagina sui principali quotidiani italiani tezza e dall'incertezza che non è più certezza, in balia di eventi vo-
stesse tematiche del quotidiano online “Matchnews” di cui sono per ringraziare, con una lettera, tutti gli operatori sanitari. luti dalla natura e dagli uomini. E per sopravvivere pensare che
il direttore responsabile. La denominazione è stata un’idea ful- A seguire anche altri stilisti come Tomaso Trussardi, Presidente "PANTA RHEI" in fluire perenne nel flusso del cambiamento che
minante ed ha un doppio senso, perché TONI, che si riferisce ai del marchio, ha dato il suo contributo attraverso una raccolta unisce gli opposti, che si trasformano reciprocamente l'un l'altro
toni musicali, è anche il diminutivo del mio nome, e Motivi, in- fondi. Il ricavato è stato devoluto a Cesvi, onlus bergamasca per fino a un nuovo cambiamento. Pensare che siamo "Fuori scena"
tesi non solo come motivi musicali, ma anche come motivi che sostenere l’acquisto di respiratori e ventilatori polmonari per e ascoltiamo "Rumori fuori scena" in una "Controscena" "Senza
vengono trattati nel corso della trasmissione”. La trasmissione è l’Ospedale Papa Giovanni XXIII della città. niente addosso" tranne una "Mascherina" che nasconde la ferita
collegata con tutti gli uffici stampa dei teatri di Roma, oltre 300, Il Gruppo Moncler, guidato da Remo Ruffini ha messo a di- dell'animo, non il volto, che lascia scoperti solo gli occhi, incan-
che molto spesso ci chiedono di intervistare i protagonisti dei vari sposizione 10 milioni di euro per contribuire alla realizzazione tati su un mondo lontano e perduto, occhi che parlano di "inter-
spettacoli. Inoltre abbiamo il vantaggio di intervistarli il giorno dell’Ospedale all’ex Fiera di Milano. Anche Gucci ha donato minati spazi", di "sovrumani silenzi".
prima di andare in scena nella prima dello spettacolo che nel 95% alla Regione Toscana 1 milione e 100 mila mascherine chirur- E l'Animo sogna "profondissima quiete" al proprio dolore che "è
dei casi è sempre il martedì, mentre “TONI & Motivi” va in onda giche e 55mila camici. eterno, ha una voce e non varia". Come anche la Speranza che "è
il lunedì”. Ha continuato affermando: “La finalità della trasmis- Il Gruppo Mayhoola, di cui fanno parte Maison come Valen- eterna, ha una voce e non varia". Solo se questa voce si spegne
sione “TONI & Motivi” è di raggiungere quanti più ascoltatori tino e Balmain, ha donato 1 milione di euro alla Protezione ci- con un flebile respiro in un sussurro silenzioso, siamo nessuno e
possibile. Abbiamo anche la pagina Facebook, che si chiama vile e un nuovo macchinario di ventilazione assistita siamo "spenti". Nel Teatro della Vita il Sentimento, l'Entusiasmo,
TONI & Motivi, con quasi 2.000 “mi piace” che contiamo di au- all’Ospedale Sacco di Milano. La designer Elisabetta Franchi l'Emozione, la Sensazione, il Sogno, l'Aspettativa, l'Immagina-
mentare perché i social network danno un forte contributo al suc- ha lanciato una campagna per gli ospedali in difficoltà per la dif- zione, il Pensiero, la Fantasia, la Magia, la Creatività non reci-
cesso delle radio. Devo dire, con grandissimo orgoglio, che per fusione del Covid-19, già partita con una donazione. Sono stati tano più. Sono fantasmi immobili, senza vita, usciti di scena, che
ora la trasmissione occupa il terzo posto, come ascolti, in un pa- raccolti oltre 200mila euro. cercano di dare un senso al Nulla, alla Paura, all'Ignoto, alla
linsesto di circa 50 trasmissioni di White Radio. Lo stilista Ermanno Scervino ha convertito parte della sua pro- Morte. Spente le luci della ribalta Vuoto il palcoscenico. Calato
Quindi l’audience è altissima. Il difficile è mantenerla, per cui duzione per la realizzazione di mascherine sanitarie da donare il sipario. Solo ombre opache, silenziose, mute parlano in silen-
l’intento mio e di Dani è sempre quello di fare meglio e di pro- agli ospedali. La stessa cosa ha fatto lo stilista, Simone Tessa- zio con il loro fluttuare, nel loro fluttuare. L'Animo non com-
porre argomenti, ospiti, oppure situazioni che possano generare un dori che nel suo atelier ha iniziato a produrre mascherine da do- prende le loro parole, oscurato dall'Ombra del Nulla, che annulla
interesse tale da far si che la nostra posizione venga mantenuta o nare agli operatori di Calcinato in Provincia di Brescia. Anche il Tempo e lo Spazio, che riempie di Vuoto il Teatro dell'Animo,
addirittura migliorata. Particolarmente seguiti dai radio-ascoltatori il Gruppo Miroglio, (tra i suoi marchi, Motivi, Caractère ed che precipita nella voragine dello Spazio vuoto, del Tempo vuoto.
sono gli interventi, come ospiti fissi di “TONI & Motivi”, dei Elena Mirò) ha convertito parte della linea produttiva per rea- E questo Vuoto denso, profondo, buio strangola la possibilità del
giornalisti Mariella Perrone e Vincenzo Maio, ai quali vanno i lizzare mascherine, riutilizzabili al giorno. vivere, riempie la Vita di Dolore, procura una vertigine senza fine
miei ringraziamenti per la loro costante presenza nella trasmis- Il Gruppo H&M si è attivato per produrre dispositivi di prote- che impedisce al pensiero di essere libero, che ostacola ad andare
sione. Evidenzio che la Perrone ha raggiunto il traguardo di 100 zione da fornire agli ospedali e agli operatori sanitari. Anche i avanti, che rende difficile calcare di nuovo la scena sul palcosce-
presenze ed è ormai considerata una speaker ed un punto fermo Presidenti di Geox e di Diadora hanno fatto donazioni pari a 1 nico del Teatro della Vita, con le luci della ribalta accese.
della trasmissione e il Maio quello di 40. Quest’ultimo, nella parte milione di euro alla Regione Veneto per contribuire alla gestione E quando sarà possibile, se sarà possibile, il Sentimento, l'Emo-
finale del programma, riscuote un grande successo”. Bartalotta, dell’emergenza sanitaria creata dal Corona virus. zione, l'Entusiasmo, la Creatività, la Sensazione, il Sogno, la
sui brani trasmessi durante la trasmissione ha precisato: “I brani I Fondatori del marchio Patrizia Pepe, Patrizia Bambi e Clau- Magia, l'Aspettativa, l'Immaginazione, il Pensiero, la Fantasia,
musicali vengono scelti con un criterio generico, che è quello dio Orrea, hanno già avviato con una donazione, una raccolta attori dell'Animo, reciteranno cantando di nuovo al Cuore, spet-
delle maggiori hit del momento. Lo speaker di “TONI & Motivi fondi su GoFundMe per aiutare l’Azienda Ospedaliera Uni- tatore della Vita, la commedia tragica della Vita, su cui in un si-
ha concluso: “La radio non muore mai. Negli anni ’80 uscì una versitaria Careggi di Firenze per sostenere medici, personale lenzio profondo il Sipario si alzerà di nuovo, si entrerà di nuovo
canzone dei The Buggles che si rifaceva al periodo degli anni ’50, sanitario e ricercatori impegnati in questa intensa battaglia con- nel mondo già vissuto, fino a quando di nuovo si abbasserà sugli
quando si pensava che l’avvento della TV potesse distruggere i tro il virus. applausi della Vita che finisce, sugli applausi della Libertà che
palinsesti radiofonici. Mentre la radio FM è territoriale, oggi la In questo lungo periodo non sono mancate altre donazioni, rac- muore. Fino a quando calerà all'improvviso sugli applausi silen-
radio WEB, e quindi anche “TONI & Motivi”, ha superato le di- colte di fondi, riconversioni delle aziende, per produrre disposi- ziosi del Cuore che non batte più. Fino a quando all'improvviso
stanze, e può arrivare in tutto il mondo sia con lo smartphone che tivi di protezione sanitaria da parte degli imprenditori ed altri calerà sull'Anima che dirà: "acta est fabula, plaudite! lo spetta-
direttamente attraverso un pc collegandosi al sito di riferimento. stilisti (Della Valle di Tod’s, Tiffany& Co, Bulgari ecc.) che colo è finito, applaudite" Gerardina Russoniello
Quindi la potenza della radio si è addirittura rafforzata rispetto continuano a dare il proprio contributo alla lotta contro il Covid-
alla TV. Puoi ascoltare White Radio collegandoti su www.whit- 19. La moda non si tira indietro e continua a dare il proprio rile-
eradio.it cliccando su “ON AIR” o attraverso il tuo smartphone
scaricando l’app gratuita White Radio o anche attraverso l’app
Tuneln e su Telediamante Riviera Dei Cedri. Vincenzo Maio
vante contributo!
FREUD
(serie televisiva di Netflix)

LA RECENTE SCOPERTA THE TERROR La serie televisiva ideata da Marvin Kren e in onda su Netflix
dal 23 marzo, si propone di raccontare, tra realtà e fantasia, le vi-
cissitudini del noto psicanalista, Il giovane neurologo Sigmund
DELLA MUSICA IN 8D The Terror è una serie televisiva americana, in visione su
Amazon prime, tratta da un romanzo storico/horror di Dan
Simmons, La scomparsa dell’Erebus, ispirato ad una storia
vera: una missione inglese nell’Artide, intrapresa per racco-
Freud (Robert Finster). Freud, dopo un viaggio di studi in Fran-
cia, torna a Vienna, dove approfondisce, con esperienze pratiche,
lo studio della ipnoterapia al fine di curare isteria o disagi men-
Probabilmente molti di voi, in queste ultime settimane, hanno ri- tali simili. Il progetto del giovane studioso, purtroppo, è ostaco-
cevuto su whatsapp note vocali contenenti dei brani musicali in gliere dati sul magnetismo e trovare il famoso passaggio a lato dall’irreprensibile, intransigente, e alquanto stimato, Dott.
8D, o forse ne avranno letto a riguardo su gli altri social network. nord ovest, che avrebbe permesso ai popoli del nord Europa Theodore Hermann Maynet (Rainer Bock), direttore del Dipar-
Ma cos’è veramente questa musica in 8D? E perché sono tutti di arrivare in Asia per nuove opportunità commerciali/eco- timento di psichiatria dell’Università di Vienna. Maynet provoca
così esaltati quando ne parlano? nomiche, senza circumnavigare l’Africa. Al centro della nar- nell’animo del giovane Sigmund, uno stato di instabilità e per-
Anche se questa è una scoperta che l’opinione pubblica ha fatto razione troviamo due navi gemelle della Royal Navy, la dita di stima, che quest’ultimo cercherà di contrastare aiutandosi
solo negli ultimi mesi, dobbiamo specificare che la musica in 8D Terror e la Erebus, comandate dai capitani Francis Crozier con una sostanza proveniente dal Sud America (cocaina), a quel
è qualcosa che esiste già da molto tempo, soprattutto nella scena ( Jared Harris) e John Franklin (Ciaràn Hinds). Partono dalla tempo considerata alla stregua di un nuovo buon farmaco. La vi-
musicale rap. La frontiera del suono è arrivata a produrre quella contea di Devon, in Inghilterra, il 19 maggio 1845, per esplo- cenda narrata è ambientata nella Vienna del 1886, in cui è evi-
che ora chiamiamo 8D, e si tratta di un’esperienza sonora che dà rare il polo per la quarta missione, l’ultima che gli avrebbe per- dente la disparità sociale tra nobili e ceti meno abbienti, che
l’impressione all’ascoltatore di essere circondato da più casse, messo di scoprire il passaggio tra i ghiacci e raggiungere l’Asia, cercano di sostenere i propri interessi navigando in una società
tutte nella stessa stanza, purché si ascolti il brano solo con le cuf- dopo aver navigato lungo le coste del Canada del nord. L’equi- torbida e corrotta. A complicare la situazione sono dei misteriosi
fiette. L’8D – che starebbe proprio per «8 dimensioni», ribadendo paggio comprendeva 128 uomini. delitti, che lo stesso Freud, in qualità di investigatore/medico,
il carattere multidimensionale dell’ascolto, crea una sorta di ef- Le navi furono viste per l’ultima volta da una baleniera presso la cercherà di risolvere mediante l’utilizzo delle sue sperimenta-
fetto a cerchio, come se la musica ci passasse da un orecchio al- baia di Baffin, il 26 luglio 1845, per poi scomparire tra i ghiacci. zioni legate all’ipnoterapia. Al quadro si aggiunge una famiglia
l’altro, passandoci prima dietro e poi davanti. Il ritrovamento di un diario di bordo, rinvenuto presso una co- nobile ungherese, in particolar modo la contessa Sophia Von Sza-
Resta ora da capire se l’8D resterà una semplice moda, oppure se munità di eschimesi, grazie ad una missione di soccorso di qual- pary (Anja Kling), donna ambigua e vendicativa, e suo marito,
troverà spazio anche in futuro, nei dischi delle star. Molto dipen- che anno dopo, ci rivela le vicissitudini dell’equipaggio fino il conte Viktor Von Szapary (Philipp Hochmain), che cerca di
derà dai feedback sul medio-lungo periodo: una volta svanita la all’aprile 1848. La narrazione è caratterizzata da immagini entrare a fare parte della cerchia della famiglia reale austriaca, al
novità, le persone si stancheranno di sperimentare questo incon- cruente, atmosfere angoscianti, elementi fantastici ed inquietanti, fine di affermare la predominanza del popolo magiaro, nell’am-
sueto effetto sonoro? Se sì, quante? È possibile che si creino delle che ricordano molto il Moby Dick di John Huston, film tratto bito dell’alleanza con l’Austria. I nobili ungheresi tenteranno di
nicchie musicali? Sofia Bartalotta dall’omino romanzo di Herman Melville, ambientato proprio in realizzare il loro piano, facendo leva sulla personalità, alquanto
quegli anni (1841). Sofia Bartalotta instabile e travagliata, del principe ereditario Rudof (Stefan Ko-
narske), figlio del re e di tendenze politiche liberali, e sfruttando
LA MODA CONTEMPORANEA le doti di veggente e medium della loro presunta figlia o nipote,
Fleur Salomè (Ella Rumpf), affetta da uno strano stato di inco-
SPIEGATA DA GIACOMO LEOPARDI scienza durante il sonno. Gli avvenimenti si svolgono in una re-
altà deformata in modo grottesco, caratteristica che contribuisce
a catalizzare l’attenzione e che rende la visione accattivante. La
È convinzione di molti che Giacomo Leopardi sia un pessimista cronico, per lo più antiquato. Nulla di più sbagliato. Questi era in visione della serie è sicuramente consigliata, ma bisogna tenere
realtà amante della vita, a tratti ironico, contraddistinto da una sfiducia nei confronti della società moderna, sempre più industriale e presente che, in realtà, Sigmund Freud e gli altri personaggi re-
avviata verso la politica del consumo (e ancora non aveva visto quella contemporanea!). Una delle opere da cui si evince chiaramente almente esistiti, costituiscono un pretesto per rappresentare una
questa sua ironia sono le Operette Morali che, sebbene siano datate 1824, potrebbero essere state tranquillamente scritte da un so- storia che oscilla dal thriller al noir all’occultismo, con forti ac-
ciologo contemporaneo. centi horror. Buona visione! Sofia Bartalotta
Fa sorridere, ma anche riflettere per la sua impressionante possibilità di attualizzazione, il Dialogo tra la Moda e la Morte, contenuto
nelle già citate Operette Morali. Il dialogo ha inizio con la Moda che si presenta alla Morte come sua sorella. L’immortalità e l’as-
solutezza della Moda sono caratteristiche certe e uguali a quelle della morte; mentre la prima muta ciò che esiste, l’altra lo cancella. AVVISO UTILE PER FAMIGLIE E AZIENDE
Entrambe figlie della Caducità, la Moda facilita il lavoro della sorella, che fa morire le usanze precedenti per farne nascere di nuove, * Ristrutturazione di appartamenti.
e la aiuta creando mode che portano gli uomini alla sofferenza, alla negazione della natura e della vita e quindi alla Morte. Donne
che non respirano a causa dei bustini troppo stretti o persone che si ammalano a causa degli abiti troppo leggeri tutto a vantaggio della * Manutenzione straordinaria di edifici.
sorella Morte. Sembra quasi che la Moda sia più influente della Morte stessa. * Progetto e calcolo di strutture di nuova realizzazione.
E così è ancora nel XXI secolo. L’aria e l’acqua inquinata che respiriamo e beviamo a causa dei trattamenti chimici che si disper- * Valutazione della vulnerabilità di strutture esistenti.
dono. In un mondo Post-Moderno in cui abbiamo condannato a morte le metanarrazioni (lasciateci dagli antenati) le uniche certezze * Progetto di impianti fotovoltaici (pannelli solari per produrre
che abbiamo, le uniche sicurezze che possiamo trovare nella storia contemporanea, sono la Moda e la Morte. energia elettrica a basso costo, usufruendo di incentivi statali)
Sono infatti i brand che si sono fatti carico di proporci un’identità individuale all’interno della massa, motivo per cui, tra vari brand, * Certificazione energetica di edifici. Per informazioni:
abbiamo il permesso di scegliere quale dei tanti loghi vogliamo stampato al centro della nostra T-Shirt. Ing. Valentina Cerenza e-mail: vcerenza@unisa.it
E’ quel logo che ci illude di avere un’identità, e se addirittura riusciamo a postare una foto con quella T-Shirt sui social vuol dire che Cell. 345. 8843131 - Tel.-fax: 089.2967454
siamo vivi, reali, che esistiamo nel mondo e che gli altri possono vederci. Clarissa Pompei
N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020 POESIA E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 11

L’ANGOLO DELLA POESIA


COGLI L’ATTIMO TI HO VISTO, SIGNORE
profusa,/ sara’ con interesse udito,/
ma alcuna traccia/ rimarrà di co-
stui/ che espone/ quant’altri han
fatto./ E’ solo un messaggero.
vinezza,/ sempre verde il dì che
avanza! Gerardo Moscariello
LA VELA
NUOVE ALBE DI SOLE
Se un’altro giorno, e nuove albe mi vorranno ancora,/
Cogli l’attimo di uno sguardo, è Ti ho visto/ trionfare a Gerusa- Gennaro Albergo Vela solitaria e stanca/ abbando- la mia mano potrà sfiorare gli amati volti./ Sarà vita
tenerezza/ cogli l’attimo di una ca- lemme, Signore esaltato dalla folla nata/ tra le onde adirate/ del- per me in fondo al mio cuore,/ rivivranno sentimenti
rezza, è amore,/ cogli l’attimo di con palme e fiori./ Ti ho visto pre- MALINCONIA l’oceano,/ sbattuta da tempeste,/ d'amore materno./Anche il tempo frettoloso, gira-
una poesia, è magia/ cogli l’attimo gare nell’orto degli ulivi ma solo Amo la poesia, la musica e la pit- riesci,/ tra le intemperie, a seguire mondo,/ colse quei frutti d'amore, che mi apparten-
di una nuvola, è infinito/ cogli l’at- tu, Signore sapevi di dover mo- tura./ Guardando certi quadri , la tua rotta./ Nulla è rimasto/ della gono ancora./ Ed io in un bianco lettino con occhi
timo di un abbraccio che ti proietta rire./ Ti ho visto lungo il Calvario,/ sembra di riconoscermi in qualche tua bellezza antica:/ solo una car- velati,/ e stanca dal turbinoso viaggio che volle il de-
nell’immanente. umiliato/ Ti ho visto/ inchiodato eroina di tempi lontani./ E sorrido, cassa/ pigra, traballante,/ che gal- stino./ Li intravedo, nei loro sguardi leggo tristezza,/
Florinda Battiloro ad una croce Ti ho visto spirare, sono lieta, però spesso questa mia leggia anonima/ nello sconquasso ma verde speranza./ Se avrò ancora un giorno di
mio Signore mentre la terra si allegrezza è venata da una sottile dell’oceano. sole,/ il vento non mi spingerà verso il tramonto./
FOGLIA D’AMORE oscurava di dolore./ Ed ho visto/ nostalgia un po’ romantica./ Poi la Leda Panzone Natale Saprò aggrapparmi con sottile forze/ sulle pendice
Coccole sotto le coperte/ a man- la grande pietra del sepolcro/ ri- musica mi spalanca i cancelli di del monte,/ ecco, la sua aria come un gelido venta-
giar castagne /mentre scintille il- voltata,/ in alto/ gli angeli celesti orizzonti senza confini, facendo IGNORA glio,/ mi libera la mente./ Dimenticando quei bisturi,
luminano i tuoi occhi/ dolci cantare alleluia alleluia al Signore. galoppare la mia fantasia./ La mu- Ignora, uomo/ Il tuo vicino,/ il tuo che trascinarono,/ una parte della mia vita dietro le tenebre./ Sento inu-
sussurri le tue parole,/ raccontano Vittorio Pesca sica fa soffrire, ma soffrire diventa compagno di banco ragazzino,/ la tile rimpianto, sul mio viso scorrono brinose lacrime./ Il mare si ribella
favole antiche/ ad una Cenerentola dolce come amare, e senza amore tua collega di stanza, donna./ al sentimento delle sirene,/ come gemme preziose le racchiude dentro le
nei boschi sperduti./ Ed io in cerca RIDARE LA NATURA non si vive, senza dolore non si Ignora il barbone Il garzone Chi sue magiche conchiglie./ Ed io assorta verso il cielo/ cerco la stella del
di calore/ nelle tue mani accovac- ALLA NATURA ama./ Un preludio di Chopin, una chiede la carità, ignora i problemi mio destino,/ le domando in sordina,/ se ci sarà per me un nuovo giorno
ciata/ come foglia tremante/ Ridare dignità a tutti gli offesi,/ ri- canzone romantica mi fa pian- di tua madre di tuo padre dei tuoi di sole. Elena Andreoli Grasso
d’amore e di sospiri. dare il gioco al bambino messo a gere,senza sapere perché, forse fratelli dei tuoi amici della comu-
tante piccole cose hanno contri-
Florinda Battiloro
SIMBIOSI D’AMORE
Tra il bimbo e la mamma,/ allatta
lavorare/ ridare rispetto a coloro
che non se la sono cercata!/ ridare
rispetto a chi se l’è giocato d’az-
zardo con il/ male/ ridare rispetto,
buito a formare questo affanno che
mi stringe alla gola e mi fa sof-
frire./ Ogni anima nasconde un do-
nità, essi creano infelicità! Igno-
rando ignorando Poi
lamentiamo D’esser soli In questa
ci
valle oscura Che ci terrorizza E, ci
CHIUDERE GLI OCCHI E SOGNARE...
Sognare una strada dritta, lastricata con sanpietrini di diversi colori,
il suo amore con tutto l’ardore/ ridare il valore al Rispetto!/ ridare lore che non svela mai./ La mia fa paura!/ Ora che vuoi fare Non ti dal classico grigio al blu intenso. Lungo i cigli della strada intermi-
quella boccuccia cerca la tetta,/ autorevolezza alle figure determi- angoscia è simile ad un cielo lamentare Anche noi siamo Obbli- nabili filari di figure musicali intervallate da figure di silenzio che
riesce agguantarla, la stringe/ sulle nanti per essere/ buone persone:gli chiuso, che un giorno si aprirà per gati a ignorare! scandiscono il tempo alle note che con il loro suono, ora in chiavi di
nude gengive, un pizzicotto,/ e al- insegnanti , i nonni , e tutti noi!/ far trionfare il sole. Rita Amodio Francesca Pagano Fa, ora in chiavi di Sol, ora in chiavi di Do, interpretano il. Setticla-
lenta la presa, la sua manina/ cerca non vogliamo più sentire dire:Non vio della Vita, scritta su un pentagramma, ora semplice, ora doppio,
la sicurezza, stringendo/ forte il c’è più rispetto per/ nessuno!/ Il NASCITA DI UNA STELLA ora triplo, ora multiplo, dall'Uomo che, compositore e direttore d'or-
dito della mamma,/ comincia a Rispetto se lo vuoi devi darlo!/ e UNA MANO ASSASSINA Un uomo nel sogno/ ha visto/ la
Squilla il telefono... lontano... oltre nascita di una stella./ La nascita ha chestra della partitura della sua Vita, diventa musicista di sé stesso.
succhiare / il suo nettare privato, costruiamo insieme occasioni di E al suono degli strumenti, tutti uniti nella varietà, tutti vibranti al-
apre gli occhioni/ adoranti Rispetto.../ Oggi l’ingratitudine è Oceano! / suono echeggia come sempre la luce/ di una speranza di
rintocchi di campana... a morto!/ albe eroiche,/ di meriggi assolati, l'unisono pur mantenendo ognuno la propria individualità, le Note
d’amore, guarda la mamma,/ con cronica./ Se aiutate qualcuno non musicali creano la sinfonia della Vita, e della Vita dell'Uomo, con i
tutto l’ardore, la mamma/ lo aspettatevi gratitudine/ l’ingratitu- Una mano assassina/ isola la cor- di tramonti fantastici,/ Ma la na-
netta per uccidere col silenzio/ due scita di una stella che porterà/ suoi sogni, le sue aspirazioni con i sentimenti e il senso dell'unità
stringe a se sul suo cuore,/ paga dine è figlia della superbia/ “non che alimentano il Cuore e la Coscienza, sprigionando tutta la loro li-
d’amore del suo pargoletto./ Do- fare del bene se non hai la forza di anime e un’unica voce: La Voce Luce e calore nei secoli,/ È pro-
del Sangue / che, imperiosa, si messa,/ È cataclisma di energie,/ bertà. E questa sinfonia intessuta di sogni, fa si che gli accordi creino
nando la vita con tutto l’affetto/ sopportare/ l’ingratitudine”/ tanti l'armonia e la melodia della Vita. E in questa armonia tra pensieri
Quel nettare e miele che lo cre- soffrono della sindrome ranco- propaga oltre ogni confine/ con che vita daranno a mondi./ Ad es-
scerà. Liana Botticelli rosa!/ La gratitudine è la chiave messaggi di amore infinito!... / e seri innumerevoli Generatori di sentimenti e azioni, l'Uomo crea una melodia su una sola corda, can-
principale del benessere./ Saper tanta pietà/ per chi dignità non ha!/ vite,/ creatori e forgiatori di sogni./ tata da una sola voce: la voce del Cuore, che risveglia l'Animo. Crea,
IL MIO CUORE esprimere gratitudine alle persone La diabolica azione offende Dio!/ Così nei secoli Dio dona/ e gli uo- con gli accordi armoniosi di pensieri, un'armonia suonata dall'Intel-
Ecco il mio cuore, lo metto in che amiamo,/ a chi ci aiuta in A caratteri di fuoco è scolpita nel mini sognano./ Il velo dell’infi- letto, che risveglia lo Spirito.
mano a te!/ Fanne di lui umanità qualcosa che non sappiamo fare,/ cielo,/ tra nuvole nere, una male- nito/ È speranza. E insieme, Cuore Animo Intelletto e Spirito, creano una sinfonia in
e amore./ Donalo al canto dei fan- a chi ci offre con affetto il suo so- dizione:/ la condanna di quella Maria Luisa Marcilli cui l'Uomo tocca la dimensione cosmica dell'Essere, tocca l'Essenza
ciulli belli,/ semplici e puri,/ c’è il stegno/ migliora la qualità della mano assassina! della sua Vita. Entra in contatto con il mistero dell'Universo. Acqui-
mondo dell’amor che un di so- nostra vita, ci fa sentire più vitale Virginia Di Filippo Caiazza VALORI E VIRTÙ ASSOPITI sisce la coscienza di Sé. Entra in consonanza con tutti gli esseri del-
gnavi/ nei loro occhi trovi la pu- Anna De Rosa Nel profilo del giorno/ vorrei co- l'universo, Come una farfalla, spicca il volo verso il cielo immenso,
rezza,/ che un di vivevi nella LA PIANISTA gliere armonia/ sul volto dei verso un mondo di Luce e di Bellezza. E nel magico fluttuare di emo-
fanciullezza,/ purifica il tuo cuor MESSAGGERO Le sue mani leggere correvano ve- fratelli./ Colgo invece/ preoccupa- zioni, vissute intensamente con il coraggio di volare, si avvicina al
sognando ancora,/ ti sentirai felice Saturo di cultura/ acquisita con loci e sfioravano appena i tasti del zione, indifferenza, rassegna- Cielo. E diventa un Angelo, operatore di Luce di Pace e di Amore. E,
come allora. Liana Botticelli ponderati studi,/ nella eloquenza pianoforte./ La mente, pervasa da zione,/ specie in tanti giovani,/ per vivendo in relazione con il Cosmo, vive libero, perché egli è in equi-
quella musica, sembrava asso- i quali/ non si proietta futuro di librio tra la forza di gravità, che lo spinge verso il basso, e la legge-
pirsi./ Le note si allontanavano dal certezze/ e realizzazione di ideali,/ rezza, che lo porta verso l'alto. Gerardina Russoniello
tema principale e si perdevano in ma avvenire nebuloso e incerto./
ARGUZIE POETICHE mille rivoli per, poi, farvi ritorno./
Come il sole si perde dietro la luna
quasi a scacciare le ombre della
La metamorfosi della vita/ non la-
scia spazio a Dio./ Valori e virtù
assopiti nel tempo .../ Solo risve- ASSOCIAZIONE LUCANA ASSISTENZA DIABETICI (Onlus)
sera, cosi la musica rincorreva se glio di coscienze/ da parte degli
SPECCHIARSI stessa in un alternarsi di bassi ed adulti potrebbe donare:/ ai bimbi/ A 10 Anni dal “Ma-
“Raggiera di specchi per controlli di fasci elettronici energetici” alti./ La pianista era come rapita e il sorriso ora spento,/ per futuro nifesto dei Diritti e
(Sponzilli). “Lo scudo di Perseo è terso come uno specchio, nel le sue dita volteggiavano sul pia- ricco di creatività;/ ai giovani/ fi- dei Doveri della
noforte, come sullo spartito della ducia nel riformare la società/ ora Persona con Dia-
quale i riguardanti insassiscono” (Vico). “Che specchio eran di bete”, l’ALAD-
vera leggiadria quelle belle care membra oneste” (Petrarca). vita. Anna Senatore malata e priva di Grazia Divina;/
agli anziani/ la possibilità di tra- FAND di Basilicata,
“Non lungi un bel cespuglio vede, che delle liquide onde al spec- IMMENSITÀ smettere/ positive esperienze./ Po- di concerto con
chio siede” (Ariosto). “Lo specchio delle assenze e degli esami; (Sopra un’astronave assurda) tremmo così sperare/ di vivere AGGD Basilicata,
Notaio degli specchi. Libro dei debitori comunali...Ora la tecno- Voglio uscire/ dalla mia scatola serenamente/ i nostri giorni ter- ha inteso promuo-
logia dello specchio nelle Scuole...forse per ragazi robottiani” chiusa/ e andare/ con la fantasia/ reni. Marcella Croce De Grandis vere un apposito incontro, con il patrocinio gratuito della Regione Basi-
(Sponzilli). come un’aquila spaziale/ come un licata e con il contributo incondizionato della NOVO NORDISK.
pesce con le ali/ col pennello e una L'EVOLUZIONE INVERSA L’incontro si è tenuto il 24 febbraio u.s. presso la Sala A del Consiglio
STALLATICO chitarra/ sopra un ‘astronave as- Odo il cinguettio degli uccelli/ e Regionale, magistralmente coordinato dal Prof. Giustino Setteducati –
surda/ e volare/ per siderei sentieri contemplo candide nubi,/ il cielo Capo Redattore per la Basilicata del periodico “L’Attualità”, che ha esor-
“Era un piacere buttarsi sull’erba di quei prati tra iu carri, i bi- e immergermi in silenzi lunari li- dito commentando l’art.32 della Costituzione Italiana che testualmente
rocci e lo stallatico dei cavalli e dei buoi” (Pavese). “Doveva azzurro, /le verdi montagne,/ ab-
bera/ e prigioniera di pulsanti so- bagliato da un magnifico sole./ recita “La Repubblica tutela la Salute come fondamentale Diritto del-
somministrare la paglia o la biada alle bestie dei vetturali che pas- litudini di frementi immobilità, Poi, al calar dello sguardo/ gli evo- l’individuo e interesse della Collettività”; un assunto sul quale si fonda
savan la notte nello stallatico della osteria” (Capuana). “L’umi- compenetrarmi totalmente della luti esseri umani/ a disagio e smar- e si ispira lo stesso “Manifesto”. L’introduzione ai lavori è stata fatta dal
dità sotterranea trasudava dalle rimesse spalancate come stallazzi” trasparenza dell’etere del manto riti,/ intenti a digitare/ quà e là/ Presidente ALAD FAND Basilicata Antonio Papaleo e dalla Presidente
(Verga). “Vennero a un fiume e quivi, abeverando le loro bestie, iridescente di empirea beltà, oltre forse per saper/ chi siamo,/ dove AGGD Basilicata Angela Possidente, in qualità di Rappresentanti delle
la mula stallò nel fiume” (Boccaccio). “M’insegnò a trattare i le montagne oltre le nuvole verso andiamo,/ se Dio c'è/ o no. Persone di ogni et , affette da Diabete sia di Tipo2 che di Tipo 1 , che
manzi, a cambiargli lo strame non appena stallavano” (Pavese).”I il sole... o leggere fumetti in una Eugenio Morelli hanno evidenziato l’importanza che riveste il Manifesto, quale Magna
fiaccherai rimettevano le carrozze nello stallaggio” (Pratolini). discoteca galattica./ Non voglio Charta. La relazione base è stata tenuta dal Dr. Federico Serra – Diret-
“Com’un giovin caval grasso stallio che, rotta la cavezza nella più vedere/ il mio arcobaleno/ che AL CORONA VIRUS tore Governement Affairs & Extern Relation Novo Nordisk che ha espli-
si spezza/ che si sbriciola/ in un Sei Coronavirus rotondo,/ uccidi citato i diversi punti richiamati nel Manifesto, nato nel lontano 2009,
stalla, pe’ campi aperti se ne va con Dio” (Berni). barattolo di vernice/ appena vuo- tante persone/ e danneggi l’econo- voluto e sottoscritto da tutti gli Stackolder, attraverso il quale si sanci-
Mariannina Sponzilli tato. Grazia Maria Tordi mia del mondo./ Questo microsco- sce in modo chiaro ed inequivocabile il diritto delle Persone con diabete
pico essere/ ha apportato morti e a vivere una vita sociale , educativa e lavorativa al pari delle Persone
PREPOTENZE VERDE sofferenze/ e ha eliminato o ridotto senza diabete. Emanuela Baio – Presidente Comitato dei Diritti della
“In que’ beati tempi governava la polizia militare, la quale po- Amo il verde delle colline/ della il benessere./ Dio, Gesù e Maria,/ Persona con Diabete, partendo dalla sua condizione di Persona con dia-
teva, strapoteva e prepoteva” (Bersezio). “L’era nuova, che strap- mia terra e del profondo/ mio illuminino gli scienziati/ acché de- bete, già da tenerissima età, ha inteso richiamare le carenze tuttora pre-
perà le armi di mano a tutti, ma per ultimi, certo, a quelli che le mare, così tanto affine/ ai tuoi bellino il virus dando allegria./ senti in termini di assistenza e cura del diabete, specie a causa delle
impugnano per offendere e prepotere” (Pascoli). “Il prepotere occhi, in cui affondo/ ogni ansia, Questi tristi e dannosi/ mesi storici diversità esistenti fra le varie regioni.
paura o tristezza;/ sia verde la no- saranno sempre ricordati/ anche per Ha ricordato l’attualità della Legge 115/87, che andrebbe riconsiderata
della nobiltà e del clero nel secolo 18°; il prepotere delle grandi stra speranza,/ come la nostra gio- tanti atti gloriosi. Mario Coletti e applicata, specie con riferimento all’importanza per le Persone con dia-
coalizioni d’imprese multinazionali; il prepotere empio, brutale, bete di poter fruire della cosiddetta “Educazione Terapeutica”. Legge
della tirannia austriaca nelle terre di Lombardia e a Venezia” 115/87 che l’ha impegnata , congiuntamente a Tamara Grilli – Consi-
(Bersezio). “Il passato è un multicolore caos di generaioni” (Pa-
vese). “Bisogna ancora abbattere le tecnologie criminali che se-
parano i popoli” (Sponzilli). “Murales, eterna giovinezza a chi
CONSAPEVOLEZZA gliera Naz.le FAND nell’elaborazione di un interessante libro dal titolo
“Trent’anni di sfida al diabete”. La D.ssa Maria Rosaria Puzo - Dipar-
timento Politiche della Persona Regione Basilicata ha, quindi, trattato “I
non ha conosciuto giovinezza artistica” (Sponzilli). ...E non riconosco più il tempo che scorre infinito lo spazio mi numeri del Diabete in Basilicata” evidenziando come nella nostra re-
avvolge silenzioso vedo così strade ora deserte congiungersi lon- gione insistono indici fra i più elevati, come rileva lo studio Passi, anche
APPROCCIO tano dove l'infinito diventa immortale consapevolezza. Consape- a causa di una popolazione fra le più anziane di Italia, con prevalenza
“Non corse mai sì tosto acqua per doccia a volger ruota di molin vole ora sono del bene e del male che mi vogliono dire della loro per il sesso maschile. Grazie alla Legge 9/2010 fu allertata la Speciale
esistenza che tutto è creato dal solitario e collettivo pensiero pen- Commissione Regionale Diabete che ha potuto dare adeguate indica-
terragno, quand’ella più verso le pale approccia” (Dante).”Solo zioni al Governo Regionale per sempre meglio corrispondere alle di-
così possiamo legettimare il riso e il disprezzo con cui da noi fu- siero che ora fugge e sfugge dal misero umano. E se è vero che ciò verse esigenze sia in termini di nuove tecnologie che di farmaci
rono accolti i tentativi d’approccio dei socialisti tedeschi” (Gram- che si vede esiste nel bene e nel male ciò che non è visibile appare innovativi. Dal confronto sono emerse indicazioni che possono esem-
sci). “Le silfidi nella mitologia germanica sono geni femminili o nell’anima corrotta corrotta dal profitto dei sensi confusi con plificarsi verso una maggiore attenzione in termini di Prevenzione della
maschili ritenuti benefici o più spesso malefici e pericolosi. Gli l’amore. Amore adesso che non perdona per non essere stato ri- malattia un migliore rapporto Medico- Paziente e tra questi e le Istitu-
approcci con la nazione germanica sembrano interiorizzati alla conosciuto. Pietro Sarandrea zioni ed un migliore accesso alle nuove tecnologie ed ai nuovi farmaci.
mitologia” (Sponzilli). “Tra interessate altolocate sperimentazioni Le conclusioni sono state affidate al Dr. Giovanni Canitano, Diparti-
di approccio, conosciute solo dopo tempi passati: la regina Vitto- mento Politiche della Persona Regione Basilicata che assicura di aver
ria ebbe il primo figlio in anestesìa ambientale” (Sponzilli). preso buona nota delle sollecitazioni e delle indicazioni emerse dall’in-
contro. “Il Piano Nazionale Diabete”, recepito dalla Regione Basilicata
(prima fra tutte le Regioni Italiane), assegna un ruolo decisivo all’Asso-
PURIFICAZIONE ciazionismo Responsabile, quale Attore del processo decisionale locale.
“Quelle isole estreme che da Levante il mar ìndico lava” (Ario- Antonio Papaleo (Servizio coordinato da Giustino Setteducati)
sto). “Quella sinistra riva che si lava di Rodano poi ch’è misto
con Sorga” (Dante). “Cavatevi d’impaccio come potete; io me
ne lavo le mani” (Manzoni).
“I climi cambiano per tantissime motivazioni”. “C’era una volta UN TUO CENNO
la biancheria lavata ad asciugare sui balconi”. “C’erano una volta Nella gloria divina/ Fai di me un tuo strumento./ Ho dato la mia
i lavatoi pubblici lungo le rive dei fiumi e dei laghi e lungo le mente/ perchè affluisca la tua mente/ ho offerto la mia volontà
coste dell’Euromare”. “Le ingordigie immobiliari storiche-mas- perchè sia/ la tua volontà/ la mia anima/ incontri Te in ogni
soniche industriali permangono nell’Italietta medioevale per mo- forma./ Nel quieto passare del tempo/ distruggo memorie/ d’in-
tivazioni ecclesiastiche”. “Non c’è perdono per gruppi di soliti retaggi/ come gocce del mare/ attendo un tuo cenno per
governatori e cancellieri di Stato persistenti in criminalità di aprirmi allo spazio infinito./ Solitario eloquio/ di mille sirene di-
guerre”. Mariannina Sponzilli Opera della Prof. Mariannina Sponzilli, artisticamente Anna. schiudono il canto di un dubbio immortale. Marina Giudicissi
L’ATTUALITÀ, pag. 12 PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020

FENOMENI INSOLITI IN ITALIA TRENI FANTASMA IN RUSSIA ASTRONAUTI ALIENI?


Sul fenomeno dei treni fantasma visti in Russia da numerosis-
Nel maggio del 1964, presso le “Grotte del Lazzaretto”, nei pressi di
Nizza, due studiosi, François Octobon, un ufficiale di marina a riposo, e
(a cura di Gabriele Zaffiri) simi testimoni se ne occupano ricercatori della Università Statale Noelle Chochon, sua assistente, entrambi appassionati di paleontologia
di Mosca e la “Rossiyskaya Gazeta, con un ampio e dettagliato e speleologia, mentre stavano scavando, scoprivano casualmente una
articolo riportato il 25 settembre 1998. Inoltre, secondo lo scrit- strana placca biancastra: era un osso frontale di una creatura esistita
tore russo Boris Tarakanov (e un articolo del 2 febbraio 2002 del 150.000 anni fa. Inoltre, Henri de Lumley portava alla luce, nella ca-
OGGETTI V OLANTI L UMINOSI quotidiano georgiano “Svovodnaya Gruziya”), il capitano di verna del Vallonet, presso Roquebrune-cap-Martin, tracce di vita umanA
risalenti all’inizio del periodo quaternario, epoca pleistocene, quindi a
prima classe Nikolay A. Cherkashin, scrittore e giornalista, ha 2.000.000 d’anni fa. Il quotidiano del Nevada, “Hot Citizen”, del 5 ago-
Col termine inglese “rods” e col termine ispanico “barros” si raccolto, in più di 15 anni di ricerche, numerose storie e testimo- sto del 1947, riferiva CHE ALCUNI archeologi scoprivano in alcune ca-
intendono particolari oggetti volanti di natura probabilmente nianze sul misterioso fenomeno dei treni fantasma. Il 25 settem- verne della California resti di ominidi alti 9 piedi (= a 2,74 metri). Le
biologica che si spostano nello spazio ad una velocità tanto bre 1991 V.P.Leschatiy, scienziato di Kiev e Presidente del caverne contenevano utensili, vecchi almeno di 80.000 anni. In Au-
elevata da non risultare visibili ad occhio nudo, ma che si no- Comitato di ricerca sui fenomeni anomali dell’ Accademia delle stralia – Il quotidiano “La Repubblica” del 1 agosto 2002 riferiva di una
tano chiaramente nelle riprese video al rallentatore o con raggi Scienze dell’ Ukraina, di fronte a numerosi testimoni riusciva a strabiliante scoperta (avvenuta all’interno di una caverna, presso la pia-
saltare sull’ultimo vagone del treno fantasma e da allora svani- nura di Nullarbor), di una gran quantità di fossili. Tali fossili, trovati a 50
all’infrarosso. Essi avrebbero le seguenti caratteristiche: lun- metri di profondità, e risalenti a un milione e mezzo di anni fa, erano
ghi corpi sottili, di color bianco-argenteo, luminosissimi, con rono, sia lui che il fantomatico convoglio ferroviario nel nulla. Il composti da una gran varietà di animali di specie estinte da decine di mi-
pinne poste lungo il dorso. Si comportano come esseri viventi, treno fantasma sarebbe stato avvistato anche a Mosca, Novosi- gliaia di anni. I fossili risultavano perfettamente conservati e mummifi-
eseguendo straordinarie evoluzioni ad eccezionale velocità. birsk, sull’isola di Saskhalin, in Carelia e in molte altre parti della cati. Conclusioni esplicative. Si ipotizzano varie ipotesi: 1) Un grosso
Tale termine è stato dato loro da Josè Escamilla, ricercatore Russia. E’ stato descritto come un treno a vapore, senza persone animale predatore, esistente all’inizio del quaternario, avrebbe accata-
alla guida del locomotore, con tre vagoni e molte porte aperte, stato a mò di provvista una grande quantità di varie specie di altri animali
del New Mexico, nato nel 1951 a Lovin in New Mexico e re- con le tendine chiuse ai finestrini. Secondo un gruppo di scienziati in merito si veda il film “Arachnid predator”; 2) antichi astronauti ve-
sidente a Midway, laddove il 5 marzo 1994 filmò con una te- russi, in tale fenomenologia non sarebbe da escludere la teoria nuti sulla Terra per compiere qualche missione esplorativa per procurarsi
lecamera tali rods. Solo in quell’anno riuscì a effettuare più di dello spazio-tempo e uno speciale campo cronico. Vjacheslav Fo- esemplari autoctoni per poi portarli sul loro pianeta di provenienza; in
800 registrazioni. Nel corso degli anni’ 90 lo studioso ha col- menko, un tecnico di un’emittente televisiva di Zaporozhye in merito si vedano i due film USA “Predator” e “Predator 2”; 3) viaggia-
lezionato più di 2.000 filmati, trovando ulteriori conferme su Ucraina nel 2002 alle ore 11 di mattina di un sabato era di ritorno tori spazio-temporali che compiono un safari all’epoca dell’inizio del
tali presenze. Sono stati girati numerosi filmati sui rods, che quaternario. Gabriele Zaffiri
a casa dopo essere stato a pesca. Nella stazione ferroviaria di
riguardano 28 Stati, tra quali : l’Arizona, la California, il Plavni, vide un treno apparso all’improvviso a una cinquantina
Texas e il Maryland. Recentemente altri video sono stati regi-
strati a Monterrey e Placitas, in Messico, e nel Canada. Non
di metri dalla stazione. Spaventato, Fomenko si riprese quando
sentì un altro treno in movimento, era un treno merci che si stava I CONTROLLI DOPO LA PANDEMIA
mancano filmati relativi all’Europa, tra cui è da segnalare un avvicinando all’altro treno sullo stesso binario. Sembrava che Per la prima volta nel mondo industrializzato si è verificata una pande-
video registrato a Granada in Spagna e uno girato in Svizzera. stessero per scontrarsi, invece varie centinaia di metri prima il mia di portata mondiale. Possiamo dire che ciò è dovuto principalmente
Per l’Italia, ecco le segnalazioni più significative: il 28 giu- treno passeggeri fantasma scomparve. alla libera circolazione di beni e persone che è sempre crescente e quindi
In seguito al suo racconto, a cui nessuno gli credette, venne a sa- alla sempre maggiore globalizzazione del nostro pianeta. Di ciò si sono
gno 1996 (ore notturne) a Opicina (TS) il sig. S.G osserva un resi conto a proprie spese tutti quei Paesi che pensavano di essere lon-
corpo allungato volante luminoso che, prima di allontanarsi pere di un caso molto simile al suo. Il 14 luglio 1995, il direttore tani dal contagio pensando che l'epidemia fosse riferibile solo a paesi
all’orizzonte, cambia direzione. Il 29 giugno 1996 (ore 20,30- dell’ospedale psichiatrico di Kiev, il dott. Pavel Anfreychenko, con strane abitudini alimentari e con scarse precauzioni igieniche.
20,45) a Benevento il signor S.P. riprende con la sua teleca- aveva in cura un paziente che sembrava molto strano. Anton Gra- L’unica soluzione di impatto non poteva essere diversa dall'isolamento
mera un oggetto luminoso di forma allungata per circa 3 tyuk di 40 anni, un tecnico delle Forze Armate e comandante di o almeno dal distanziamento sociale.
minuti fino a quando l’oggetto non scompare all’orizzonte. un plotone radar. Gratyuk raccontò che mentre tornava a casa Per fare ciò si è dovuto porre da parte degli Stati alcuni importanti limiti
dopo aver svolto il proprio lavoro, acquistò il biglietto per il treno alla libertà personale che in Italia è garantita dall'art. 16 della Costitu-
Una domenica d’agosto del 1996 ( verso le ore 14). il sig. L. della mattina successiva e siccome non aveva soldi a sufficienza zione. Sono allo studio anche applicazioni per cellulari che monitore-
Valeri, mentre era affacciato ad una finestra di casa sua, sita a per pernottare in un albergo, si mise d’accordo con alcuni mac- ranno ancor più strettamente gli spostamenti delle persone sempre per
Pianella (PE), scorge in lontananza una luce molto brillante. chinisti per trascorrere la notte su un vagone passeggeri che sta- evitare contagi o controllare i contatti con altri soggetti. L’unico mezzo
Procuratosi una macchina fotografica , una Zenit, immortala zionava su un binario secondario. Appena toccò la maniglia di per entrare in contatto con altre persone per motivi di lavoro, di svago o
la strana luce volante con due foto. Dopo qualche minuto, di parentela è costituito dalla tecnologia, e tale crescente ricorso a nuovi
uno sportello di un vagone, fu respinto da una potente scossa elet- strumenti informatici, potrà portare a giustificare il potenziamento delle
l‘oggetto, mentre si spostava in cielo verso la sua destra, scom- trica. Treno sparì nel nulla. Con approfondite inchieste giornali- reti e la loro modifica a favore di tecnologie sempre più performanti.
pariva nel nulla. Il 19 febbraio 1998 (verso le ore 11,15 la si- stiche si è venuto a sapere che dal 1991 in Russia sono morte Tra queste c'è il c.d. 5G, che rappresenta un sistema di trasmissione di
gnora Simonetta M., mentre passeggiava all’interno del suo molte migliaia di persone legate alle ferrovie ma rimaste ancora dati via etere estremamente più veloce e potente, fatto di onde ad altis-
giardino, sita sulla costa laziale, a circa 300 metri dal mare, oggi inesplicate. Una citazione a parte merita la metropolitana di sima frequenza ed a maggiore intensità rispetto alla tecnologia attuale.
presso Lido dei Pini, a Tor San Lorenzo, osservava in cielo un Mosca. Vi comparirebbe un treno fantasma che risalirebbe, se- Sennonché il 5G potrebbe diventare uno strumento dannoso per la salute,
condo molti testimoni che l’hanno visto, agli anni ’50 del XX se- almeno stando ai dubbi insorti su tale strumento tecnologico, supportati
barros luminoso che scendeva verticalmente nelle acque del anche da alcuni studi scientifici al riguardo. Possiamo dire che ci tro-
mare. Il fenomeno si è poi ripetuto verso le ore 14, in un’altra colo. Si fermerebbe in tutte le stazioni ma le porte non si aprono. viamo di fronte ad un dilemma. Da un lato la tecnologia non è stata mai
parte del cielo, in direzione est. Aveva , in questo secondo av- Vi sono state viste molte figure umane al suo interno, e sarebbero cosi utile come in tale periodo di pandemia, dall'altro lato essa potrebbe
vistamento, una colorazione grigia e non aveva alcuna scia le anime dei lavoratori morti durante la costruzione di tale me- diventare nociva ed invadente se mal utilizzata nel futuro, andando a mi-
dietro di sé. Dopo qualche attimo, scorgeva un jet militare tropolitana. Cosa concludere? Che tale inquietante fenomeno ri- nare il diritto alla salute . Questi sono interrogativi su cui è bene iniziare
sfrecciare velocissimo in direzione in cui era scomparso l’og- mane ancora oggi avvolto da un fitto mistero. Gabriele Zaffiri a preoccuparci per non trovarci impreparati in un prossimo futuro,
quando la pandemia sarà finalmente risolta, per evitare di passare da un
getto volante. “Il Messaggero” del 25.11.99 riferiva che il problema ad un'altro. Alessandro Massimi
giorno prima in alcuni paesi della fascia pedemontana del vul-
cano “Etna” (Catania) numerose persone avevano visto un og-
getto volante. Tra gli avvistatori anche il sindaco di Viagrande,
COVID E ASSICURAZIONE RCA NOMI FEMMINILI NELLA MUSICA
Vincenzo Sanfilippo. A testimonianza dell’evento vi sono in Cari lettori, vediamo cosa cambia nell'assicurazione RCA in un
merito due foto scattate al Barros mentre sorvolava il vulcano. periodo di blocco forzato della circolazione stradale. Anzitutto Gli appassionati di musica avranno notato la capacità ispiratrice dei
Il 29 giugno 2001 (tarda serata) a Porto Sant’Elpidio (AP) è nomi femminili, che intitolano molte delle canzoni più famose di sem-
precisiamo che il fatto di essere impossibilitati ad utilizzare il pro- pre. Molto spesso dietro a un nome, che dà il titolo ad un brano, ci sono
stato realizzato un filmato in cui si intravvedono dei Barros. prio veicolo e ad effettuare spostamenti oltre situazioni di emer- storie che nemmeno immaginiamo. Dietro ogni canzone si nasconde una
Il 15 luglio 2001 (ore notturne) un filmato girato a Perugia a genza, non esentea i proprietari di autoveicoli dal mantenere i piccola storia. Qui di seguito abbiamo scelto di condividere la storia di
raggi infrarossi ha immortalato un classico barros. In con- mezzi assicurati per la RCA. Dobbiamo ricordare che se una vet- due canzoni, che sicuramente conoscete.
clusione, ci si chiede: si tratta di una nuova specie vivente tura è parcheggiata in strada, ancorchè non possa essere utiliz- Angie: Tra le più famose e belle canzone dei Rolling Stones, in cui viene
proveniente dagli spazi interstellari oppure di una specie ani- zata, deve obbligatoriamente essere assicurata per la svelato il lato più malinconico e romantico della band. Il brano uscì
responsabilità civile obbligatoria, in quanto potrebbe comunque come singolo nell’agosto del 1973. Angie fu scritta principalmente da
male con la quale l’uomo ha convissuto fin dai tempi più re- Keith Richards, anche se di solito accreditata al tandem compositivo Jag-
moti senza mai accorgersi della sua esistenza? A tutt’oggi il generare nocumento a terzi (si pensi ad esempio ad un incendio ger/Richards. La canzone racconta la fine di un amore e il dolore che ne
dilemma rimane avvolto da mistero. del veicolo, oppure a parti sporgenti che potrebbero ferire pas- consegue. Il testo risulta struggente, a tratti lamentoso, ci parla di una
santi). Quello che molte persone non sanno è che anche nel caso donna sicuramente amatissima, ma irraggiungibile. Ma chi era vera-
una vettura sia parcheggiata in un cortile condominiale oppure in mente Angie? Le leggende metropolitane che circolano su questa mi-
BENZINA PIÙ ECONOMICA
La caccia al benzinaio più economico passa per un’app, si chiama
un garage condominiale con posti auto assegnati, l'obbligo di as-
sicurazione vige ugualmente. In poche parole, se il veicolo viene
rimesso in uno spazio dove è possibile l'accesso di altre persone,
steriosa figura femminile, sono davvero infinite. L’ipotesi più accreditata
è che Angie fosse in realtà il nomignolo di Angela Bowie, moglie di
David Bowie, e amante di Mick Jagger. Altri complottisti pensano che
l'obbligo di assicurazione permane. si parli di Anita Pallenberg, la donna che spezzò il cuore a ben tre mem-
“prezzi benzina” ed è disponibile sia per Android che per iOS. bri della band: Brian Jones, Mick Jagger e Keith Richards. Probabil-
Frutto della collaborazione tra Federconsumatori, Prezzi Ben- L'unico modo per non dover assicurare il veicolo è quello di ri- mente non sapremo mai chi sia veramente questa Angie, ma forse è
zina.it, Adusbef e Adiconsum, la app permette di trovare in ma- metterlo in luogo chiuso con accesso controllato esclusivamente meglio così.
niera facile e veloce la stazione di servizio più economica nelle dal proprietario del veicolo, così per esempio: box auto chiuso; Futura: Futura è una canzone che nasce in circostanze molto partico-
proprie vicinanze. Ma vediamo come funziona, una volta instal- altri luoghi di proprietà privata esclusiva. Il governo, per le po- lari, è uscita nel 1980, nell’album Dalla, 9 anni prima della caduta del
lata sul cellulare per funzionare necessita della geo localizza- lizze RCA in scadenza dal 17 marzo al 31 luglio ha concesso per Muro di Berlino. Ed è proprio Berlino una delle protagoniste della can-
zione, è così possibile visualizzare la propria posizione sulla legge il raddoppio dei termini di comporto in cui la garanzia RCA zone. Il brano ci racconta del sentimento di speranza di due innamorati,
vige in attesa di rinnovo, da gg. 15 a gg. 30. Ci sembra una mi- uno di Berlino Ovest e l’altra di Berlino Est, da una parte i russi, dal-
mappa e calcolare la distanza con i distributori più vicini, con l’altra gli americani, e loro in mezzo, speranzosi, ma allo stesso tempo
tanto di anteprime e prezzi annessi. sura giusta ma davvero minimale. Servirebbe altro per venire in- intimoriti da quel futuro incerto. La giovane coppia, in un clima di di-
Bisogna selezionare prima il carburante che ci interessa, (gpl, me- contro all'automobilista o motociclista che è stato forzatamente struzione, si immagina un futuro senza barriere in cui finalmente saranno
tano, diesel, benzina) e si potranno visualizzare anche gli orari di limitato nell'utilizzo del suo bene. Le associazioni dei consuma- liberi di amarsi. Futura è una canzone simbolo di speranza verso un av-
apertura e i servizi accessori del distributore. Arianna Paolucci tori stanno chiedendo una proroga automatica di durata delle po- venire migliore. Lo stesso Dalla, in un’intervista raccontò la genesi, al-
lizze in vigore. Ci sembra questa una misura più corposa; magari quanto bizzarra, della canzone: “La scrissi una volta che andai a Berlino.
concedendo un periodo forfettario di prolungo delle polizze, tut- Non avevo mai visto il Muro e mi feci portare da un taxi al Charlie Check
LA RIPRESA DEL tavia tale misura ricadrebbe prevalentemente sulle compagnie as-
sicurative e sui guadagni degli intermediari e ben poco sullo stato.
Point, punto di passaggio tra Berlino est e Berlino Ovest. Poco dopo si
fermò un altro taxi. Ne discese Phil Collins che si sedette nella panchina
accanto alla mia. […] Tanto che mi venne la tentazione di avvicinarmi
TURISMO ITALIANO Inoltre non sarebbe troppo equa perchè andrebbe a trattare in pari
maniera anche chi nel periodo di fermo ha potuto utilizzare il vei-
colo per motivi professionali o altro. Comunque si tratta di una
a Collins per conoscerlo, per dirgli che anch’io ero un musicista. Ma
non volli spezzare la magia di quel momento”. Sofia Bartalotta
A ridosso dell’estate il turismo è uno dei primi settori che è a ri-
misura obiettivamente interessante.
schio tracollo, lo dice un sondaggio SWG commissionato da Con-
fturismo e Confcommercio secondo cui però sette italiani su 10
pensano che quando finirà l’emergenza faranno una vacanza,
A nostro avviso, a tale prolungo si potrebbe aggiungere anche una
restituzione per chi ha già pagato, oppure una decurtazione delle
IL LATO UMANO DELLA MODA
imposte sulle assicurazioni auto. Forse non tutti sanno che la tas- Lo Zeitgeist è, traducendo dal tedesco, lo spirito culturale di una deter-
l’83% afferma che sicuramente avverrà in Italia. Il 16% però teme minata epoca. Non v’è dubbio che quello dell’epoca corrente sia dettato
di non avere la disponibilità economica e il 44% la farebbe se si sazione sulla RCA obbligatoria ammonta generalmente al 27 %, dal consumismo e in particolare dall’industria della moda. Ciò che è
potessero detrarre i costi. Questo mostra il turismo come uno dei ossia ad una percentuale ben superiore all'aliquota IVA del 22 % bello, per quanto riguarda le masse, non viene più determinato dall’arte
primi settori che fa sperare in una ripresa dopo la crisi, non biso- che già paghiamo su altri beni. Quindi ben venga un sacrificio in o dalla letteratura, quanto da ciò che si indossa. È il desiderio dei singoli
gna dimenticare infatti che secondo l’Istat, 100 euro spesi nel tu- ordine di tasso di imposta sulle assicurazioni che potrebbe anche appartenenti alle masse a decretare ciò che è bello in quest’epoca. Il cor-
rismo ne generano 86 in altri settori. molto probabilmente generare un maggiore gettito. In un periodo tocircuito sta nel fatto che nel desiderio non si trova la funzione propria
Tutta la filiera, dalla ristorazione ai tour operator, dalle agenzie in cui tutta la popolazione è chiusa dentro casa, c'è una maggiore dell’abito, quanto uno strumento di controllo sociale che ci porta a ve-
esposizione per i furti delle vetture, per cui, si consiglia a chi non trinizzarci, da una parte ostentando, dall’altra essendo sempre sotto l’oc-
di viaggio ai servizi di spiaggia è ferma, per non pensare ai tra- chio indiscreto della società. Dopo diversi scandali, come la morte di
sporti passeggeri, si stimano quasi 90 milioni di presenze in meno ha assicurato il proprio veicolo per il furto di provvedere quanto 1133 lavoratori dopo il crollo dell’industria di Rana Plaza, Bangladesh,
e 500 mila stagionali senza lavoro. Fanno ben sperare le inten- prima, per evitare il rischio che oltre al danno del fermo obbliga- il 24 aprile 2013 o come quello del brand Burberry, quando dall’azienda
zioni degli italiani che stanno riscoprendo l’orgoglio della loro torio per pandemia possa subentrare la beffa di una sottrazione era stato affermato di bruciare gli abiti delle collezioni passate per evi-
bella Italia, prima al mondo per bellezze paesaggistiche e di im- del veicolo. Peraltro, sulle coperture assicurative per il furto auto tare la vendita a basso costo nei mercati paralleli, l’accostamento del
portanza storica senza eguali. Arianna Paolucci ed altre garanzie non obbligatorie le imposte sono molto più concetto di etico alla parola moda è divenuto sempre più frequente. Pa-
basse, andando a gravare solo per il 12,5 % sul costo imponibile rola chiave: trasparenza. Sono nate varie organizzazioni, una delle prin-
della polizza. Il nostro auspicio è che tali riduzioni possano essere cipali Fashion Revolution, che sensibilizzano le persone e operano al
mantenute anche dopo la ripartenza, poichè in situazioni macro- fine di diffondere sempre di più il concetto di moda sostenibile.
Il periodico L’Attualità, essendo assolutamente La Francia è in testa all’argomento sostenibilità, con tanti progetti come
libero da sudditanze di vario genere, economiche una riduzione delle imposte spesso genera un mag- il “Make Fashion Circular” presentato al Copenhagen Fashion Sum-
è un organo di stampa interamente autofinanziato. giore gettito. Alessandro Massimi mit nel 2017. La tendenza è quella di puntare sul lato umano ed emotivo
BROKER AGE srl - Via Ubaldino Peruzzi, 63- 00139 Roma della moda, andando incontro anche a nuove tecnologie come le intelli-
T. 06/87201200 - F. 06/87132209 - www.brokeragesrl.it genze artificiali. Clarissa Pompei
N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020 PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI L’ATTUALITÀ, pag. 13

MOTORI DI ATTUALITÀ “SENZA PENSIERO. QUELLO CHE


LE PAROLE NON DICONO”
PER NON DIMENTICARE...
(a cura di Alessandro Massimi)
Va in scena al Teatro del Giullare
DI LEGGERE !
(a cura di Vincenzo Calò)
di Salerno “Senza Pensiero.
MOTORI AL TEMPO DEL CORONAVIRUS Quello che le parole non dicono”
una rappresentazione che rac-
chiude i pensieri tutti in un vortice
Fiammetta Rossi – “La strana bottega del sig. Balaji”;
Levi P. Mumps – “Sofia è mio fratello”.
Parafrasando un famoso film (L'Amore ai tempi del Colera) ab- registico dove il più alto grido del “La strana bottega del signor Balaji” è un delicato romanzo di
biamo dato a quest'articolo il titolo sopra riportato. Ebbene, i mo- silenzio chiede di sconfinare il ter- formazione (pubblicato dalla Leucotea Edizioni), garbato come
tori al tempo del Coronavirus non sono molto "di attualità...", ritorio della comicità e della tra- pochi racconti possono essere. L’autrice ci trasporta in un
rimane facile comprenderlo, con una situazione prolungata di chiu- gedia per approdare in una terra mondo in bilico tra il cinismo e la consapevolezza delle nostre
sura, definitiva "lockdown" con un inglesismo poco utile, dato che scenica dove il riso filosofico me-
esistono numerose e migliori parole italiane per definire il feno- scola insieme allegria e dolore per
debolezze, prendendo per mano la mente del lettore e traspor-
meno. Dall'11 marzo in poi, con graduali lente riaperture dalla fine sfociare nella riflessione. tandolo in un concerto di speranze, desideri e sogni; e, se I sogni
del mese di aprile, gli italiani sono stati praticamente costretti a ri- Antonio D’Amico (nella foto), son desideri e se esiste una Bottega che ci aiuta a realizzarli non
durre un diritto costituzionalmente garantito dall'art. 16 della Co- scrittore, attore e regista, scrive il testo come se fosse un quadro da possiamo che abbandonare le nostre paure e volare insieme alle
stituzione della Repubblica Italiana, che recita: "Ogni cittadino può dipingere, attribuendo ad ogni colore una diversa tematica e lo nostre emozioni. La storia è ambientata a Vigevano vicino le
circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio espone sullo spazio scenico come in un museo, che diventa spazio sponde del fiume Ticino; un luogo che prende forma e sostanza
nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale aperto allo spettatore. Stravolge la struttura tradizionale, rifiuta il lin- grazie all’apertura di un bizzarro negozio, “la Bottega dei De-
per motivi di sanità o di sicurezza". guaggio logico – consequenziale e senza concatenazione, senza sideri” del signor Balaji.
Ebbene, non c'è stato un divieto assoluto all'utilizzo dei veicoli, poi- trama, crea una successione di eventi legati tra loro da una labile ed Qui vivono Giulia e Carolina: adolescenti protagoniste-antago-
ché per tutti è possibile utilizzarli per motivi di necessità, urgenza, effimera traccia che unisce la risposta senza domanda alla domanda niste; una vita tanto dura quella di Giulia quanto spensierata e al-
per fare la spesa o per alcune categorie lavorative non oggetto di senza risposta, all’unisono tra attori e spettatori. Da attore sulla scena, legra (ma solo all’apparenza) quella di Carolina, che le amiche
restrizione. Ciò ha significato una riduzione effettiva della mobi- in una comicità che è riflessione sulla comicità che sfocia nell’umo- borghesi di sua madre vogliono come modello perfetto. A de-
lità veicolare di circa l'80%. Ebbene, cosa è successo in questo pe- rismo, non divagante o superficiale, ma complessa e stratificata, An- stabilizzare lo status quo arrivano loro: i Balaji, con la loro bot-
riodo ? Un vero e proprio ribaltamento nel panorama motoristico, tonio squarcia il tessuto della normalità, rompe la quotidianità, tega dei desideri, pronti a sconquassare un mondo che si è
con le metamorfosi sotto elencate. Anzitutto c'è stato un repentino capovolge le regole, le convenzioni e le convinzioni. adagiato su se stesso e a pestare i piedi a chi, questo mondo, non
abbassamento del prezzo del petrolio, considerando che il barile è Mette insieme sentimenti soggettivi e oggettivi, mette insieme si- lo vuole cambiare.Giulia, suo malgrado, dovrà aprirsi al pros-
sceso da circa Usd 70 di inizio anno, fino ad USD 23 di fine marzo, tuazioni opposte, crea nodi di opposizione nel rivelare come nella simo e lo farà grazie a Maya Balaji, la sua nuova compagna di
al punto che nel periodo pasquale l'Opec ha ridotto la produzione di realtà gli opposti non si oppongono ma si intrecciano e si fondono. banco dai misteriosi occhi ambrati, pronta a parlare di spiriti, di
oltre 9 milioni di barili al giorno. Ciò ha comportato un lieve ab- E, rompendo il senso comune, trasmette una vitalità particolarmente leggende, di venti che cambiano e che trasportano i pensieri più
bassamento del prezzo del carburante alla pompa. Ricordiamo che intensa. “In teatro non esiste l’Io. Sulla scena non si mostra sé stesso tristi, tra un dolce indiano e un sorriso disarmante.
il costo della materia prima incide sul prezzo alla pompa per non come attore, l’apparire lascia il tempo che trova”. Il teatro rappre- Maya con pazienza riuscirà a rompere tutti gli schemi e i pre-
oltre il 30 %, per cui le riduzioni di costo al consumatore sono piut- senta la possibilità di interazione, la possibilità di comunicazione, la concetti dietro cui la compagna s’era trincerata per non affron-
tosto calmierate, infatti si è scesi di circa il 20 % nel prezzo per litro possibilità di crescita, la possibilità di confronto. Il teatro è pensiero tare il mondo che le aveva portato via il padre e soprattutto la
dei carburanti. Ciò è molto conveniente. Tutto il mercato dell'auto di ricerca e insieme il risultato stesso della ricerca. sua voglia di emergere. Anche Carolina è affascinata da Maya
e dei motori in generale è andato al ribasso. Le immatricolazioni di E quando si chiude il sipario, scoppia finalmente la fatiscente bolla e dal suo comportamento così bizzarro e anticonformista, a tal
auto nuove, sono scese nel mese di marzo di ben l'85,42 % ... una di sapone in cui prima erano racchiusi e rinchiusi gli interrogativi punto da avvicinarsi a Giulia e creare un primo fragile legame
riduzione senza precedenti nella storia. Analogamente le nuove im- esistenziali sui temi della vita. I problemi diventano quesiti a cui la che porterà le ragazzine a un riscatto interiore e a tirare fuori le
matricolazioni di motoveicoli sono scese sempre a marzo del 66 %. parola o il silenzio dà la risposta e la soluzione insieme. proprie doti. E dunque ecco la domanda centrale: a cosa sei di-
E il mercato dell'usato ha visto diminuire i passaggi di proprietà Quando si chiude il sipario, l’attore non va via, resta tra i silenzi, le sposto a rinunciare per realizzare il tuo sogno più grande?
nello stesso periodo del 59,1 %. Numeri disastrosi, da situazione di parole e i pensieri. “Niente è più importante del confronto alla fine
guerra. Ci auguriamo che si tratti di riduzioni davvero temporanee, dello spettacolo. Metti in scena un pensiero che, passando per le vie
Ma non tutti sono disposti ad accettare gli strani cambiamenti
che non incidano (si tratta più di auspici che di previsioni) per oltre del pubblico, abbraccia nuove teste, prende nuove emozioni e ritorna che avvengono in città e che sovvertono l’ordine… qualcuno
due mesi nel mercato. Altrimenti ci sarà un calo consequenziale di uguale e diverso. E in questo pensiero c’è tutto quanto le parole non manovra all’ombra, affinché la bottega chiuda. L’atmosfera che
tutto l'indotto, con enormi conseguenze su occupazione nel settore possono dire”. Ilaria Rossi si respira è piena di colori e i dialoghi divertenti e ricchi di iro-
ed anche sul gettito per lo Stato. Se la riduzione fosse solo per due nia. La lettura ci offre un crescendo di emozioni che hanno il
o tre mesi, forse il sistema sarebbe in grado da solo nell'arco di un culmine con una indagine a seguito di uno scandalo che scuote
le coscienze imponendo una riflessione sulla vanità delle nostre
anno di recuperare in tutto o in buona parte, tuttavia tali previsioni
sono troppo rosee e poco probabili, poiché tutti sappiamo che non
ci sarà una ripresa totale finché non arriverà nel sistema sanitario un
“VORREI TORNARE certezze quasi sempre noiose e banali.
Si volta pagina con curiosità crescente e si viene trasportati d’in-
vaccino contro il Covid-19 ed esso non sarà disponibile e sommi-
nistrato alla stragrande maggioranza della popolazione. Ci troviamo
A CASA MAGA CIRCE” canto nella magica bottega del signor Balaji senza che il lettore
se ne renda conto. Giulia fa venire il sorriso ai lettori quando
di fatto in una situazione di guerra, il nostro nemico non è (almeno Un sodalizio artistico prepo- invoca l’aiuto divino e anche le battute di spirito di Marco (suo
ufficialmente) un altro stato che lancia bombe o missili, il nemico sto alla musica un gruppo eterno amico) danno un tono brioso alla storia.
è ancora peggiore, poiché è invisibile e subdolo. Quindi, in una si- unito che mantiene l’identità Si ride, si scherza ma soprattutto si sogna con questo romanzo
tuazione di "guerra" per poter vedere il mercato dell'automobile ri- singola. Un misticismo adatto ai ragazzi e, perché no, anche agli adulti. “Sofia è mio
prendersi, ci vuole una soluzione del tipo post-bellica. Ed anche qui d’anime che insieme giunge fratello” è un romanzo (edito tramite Youcanprint) che affronta
deve essere lo Stato ad agire con misure e provvedimenti di forte so- all’Assoluto, prescindendo il delicato tema della disforia di genere. Racconta infatti la sto-
stegno della domanda e le organizzazioni internazionali di comune dalla logica e approdando in ria di una ragazza che durante l’adolescenza si rende conto di
accordo, con misure in direzione univoca. Ad esempio ci vorrà una identificarsi nel sesso opposto a quello biologico relativo alla
detassazione forte di questo e di altri settori, con azioni di sostegno una terra sovrannaturale
dove l’esperienza diventa fi- sua nascita.
diretto della domanda da parte degli Stati. Scopre in altre parole di essere un transgender, un maschio in-
Ci vorrà soprattutto a livello internazionale una rivisitazione pro- losofia. Una terra musicale
abitata da un’unica identità trappolato in un corpo femminile. La cosa getta nello sconforto
fonda delle politiche monetarie soprattutto in Europa. Se non si ca- i suoi genitori, che non avevano mai avuto a che fare con una si-
pirà che questa è l'unica strada che ci permetterà di uscire da questo con un unico nome: Bloom. Bloom ha la leggerezza di Luca San-
felice, una leggerezza che diventa espressività attraverso la spon- tuazione del genere, e non li aiuta nemmeno il contesto in cui vi-
problema, che ha colto tutto il mondo impreparato, ci saranno ri- vono, un piccolo paese della Sardegna. Sofia, che desidera
percussioni serie sull'occupazione e ciò comporterà per gli Stati taneità, l’immediatezza, l’istintività. Un’espressività che è
intensità nel leggere lo stato d’animo della musica, nel compren- cambiare il suo nome in Gabriele e assumere fattezze maschili,
conseguenze economiche più pesanti. E ci auguriamo che a riac- dovrà così affrontare un lungo percorso di terapie e burocrazia
cendere i motori siano prima di tutto gli stati, e poi gli automobili- dere il colore del pezzo, nel dirigere la piega del sentimento.
sti ed i motociclisti. Un’espressività che è forza nel servirsi di bacchette capaci di ge- per trovare finalmente la pace interiore.
nerare energia attraverso cui prendono vita oggetti statici. Luca Pertanto, il tema, sempre spinoso, della diversità e della ses-
suona la batteria, e le bacchette, i piatti, la cassa, il rullante di- sualità è affrontato con la giusta delicatezza dall’autore, e l’in-
HER: IL CINEMA ventano l’artiglieria attraverso cui esplode la sua passione che si
riflette tutta nei mille colori dei cimbali.
treccio risulta interessante e ben costruito, grazie anche all’uso
dei flashback e a una accattivante meta-narrazione. Per le te-
RACCONTA L’ISOLAMENTO Bloom ha la voce di Dario Montoro, un paroliere dai foglietti
sparsi, dai mille pensieri che annota e dalle mille note senza pen-
matiche trattate, il romanzo sembra destinato a chi è in procinto
di diventare adulto e a chi lo è.
In questo periodo di decreti, di isolamento, noia, e paura del conta- sieri. Un’eredità musicale introvabile. Anni di canzoni e di mu-
gio sono stati messi a dura prova i nostri sentimenti. Improvvisa- sica, dal Punk al Dark, sommano la conoscenza infinita di chi
mente è arrivata la nostalgia di ciò che prima ci sembrava normale,
quotidiano, e che forse davamo per scontato. “Niente baci, niente ab-
tramuta in parole il sapere e in note il sentire. E in un chiaroscuro
di emozioni prende forza la volontà di una musica che diventa IL RITORNO DELLA
bracci”, questa è una delle tante regole che ci viene detto di seguire
ciecamente, e non ha torto chi, infatti, parla di amore ai tempi del
Coronavirus. Lo struggimento d’amore per la mancanza dell’amato,
profezia d’amore verso la musica stessa. Dario imbraccia il basso
e la sua voce grave, vissuta, prima di arrivare al cuore, graffia la
mente e spinge all’analisi introspettiva della vita. Bloom ha il suo
CASA DE PAPEL
o semplicemente per la ricerca di un po’ di umanità, il cinema da Mantra. Una geometria arabescata, una figura in uno spazio che La mattina del 3 aprile ci siamo alzati e , dopo tanta attesa, ab-
sempre la racconta benissimo. Il film che abbiamo scelto per dimo- segna con ghirigori la musica e sigilla il pezzo. Raffaele Figlio- biamo trovato su Netflix la serie tv spagnola, che in pochi anni è
strarvelo, è proprio Her, pellicola del 2013, diretta da Spike Jonz. lia alla chitarra elettrica fa delle sue corde strumento e veicolo diventata protagonista della cultura pop, rendendo la nota ma-
Her ci porta nel futuro prossimo e ci racconta di Theodore (Joaquin del criptico, indecifrabile, inafferrabile suo pensiero, e l’inter- schera di Dalì un’icona internazionale. Si, stiamo parlando pro-
Phoenix); Il nostro protagonista trascorre una vita di introversione, prio della Casa di carta. Tra haters e fan, è innegabile che La
soffre per una relazione finita male, e vive in una specie di limbo tra pretazione trascina in una dimensione, che non è mai la stessa,
passatempi solitari ed una patetica asocialità. Sembra ritrovare la spe- dove la coscienza apre le porte all’introspezione e sembra un in- Casa de Papel sia ben più di un prodotto televisivo. Ci troviamo
ranza grazie ad una nuova tecnologia: una specie di intelligenza ar- vito a rivedere i pensieri con calma e pazienza. “Sperimentiamo davanti ad un fenomeno di costume che ha mobilitato masse, con-
tificiale, definita estremamente umana; è allora che instaurerà una sempre. Non ci basiamo su una regola standard della musica, ma taminando anche le subculture. Avevamo lasciato la banda di Dalì
relazione con questa entità virtuale: Samantha (caratterizzata dalla ci aggiriamo tra le sue righe e andiamo più in là, oltre. Cerchiamo chiusa nel Banco di Spagna, all’inizio di una guerra totale.
voce di Scarlett Johansson). Theodore e Samantha costruiscono un un’armonia comune e la custodiamo in una scatola musicale: un L’incipit della quarta stagione riprende esattamente dalla fine
rapporto molto intimo. L’amore che Theodore prova per Samantha, carillon”. Un carillon che come un orologio musicale ferma il della terza: in preda al caos.
gli permette di tornare alla gioia della vita, di apprezzare le piccole tempo. Nella pace, nella serenità e nel benessere dell’animo, Non vi sveleremo né come né quali, ma vi assicuriamo che, anche
cose, diriscoprire, il mondo attraverso gli occhi di chi ama. Appa- siamo già a casa. Ilaria Rossi in questa stagione, non c’è carenza di colpi di scena o momenti di
rentemente, sembrerebbe una storia perfetta, quella che tutti deside- tensione; per non parlare della presenza di veri e propri villain
riamo, ma come vedremo non è esattamente così. In Her sono che, oltre a minacciare continuamente la riuscita del piano del
presenti diverse tematiche: le riflessioni su i rapporti umani, le con-
siderazioni che si fanno alla fine di una relazione, il modo di stare da
soli, a cosa andiamo incontro con la tecnologia e soprattutto come
ARRIVANO I SOLDI Professore, sembrano avere sempre il coltello dalla parte del ma-
nico. I nostri protagonisti, come d’abitudine, ci tengono sulle
spine. In particolare, questa nuova stagione ha attirato a sé l’at-
cambiano, e cambieranno, l’amore e l’amicizia in relazione ad essa.
Una radicale differenza viene evidenziata mettendo a confronto i mo-
DEL “CURA ITALIA” tenzione con una precisa scena.
Il riferimento è al secondo episodio, intitolato “Il matrimonio di
menti della passata storia d’amore di Theodore con la sua ex – com- Per le partite iva e le piccole imprese che hanno dichiarato fino a Berlino”. Attraverso un flashback, torniamo al periodo in cui Ber-
pagna, e quelli con l’attuale, e tecnologica, compagna. Ma quello che 100 mila euro di fatturato è possibile chiedere un prestito fino al lino viveva a Firenze. Possiamo vedere le nozze del personaggio,
gli manca è proprio il calore umano. Il nostro protagonista realizza in cui gli invitati festeggiano sulle note della famosa canzone di
che ciò di cui ha bisogno non è una relazione perfetta, ma l’unicità di 25% dello stesso. Il credito è erogato senza alcuna istruttoria da
parte della banca con la garanzia totale dello Stato, e dovrà es- Battiato, Centro di gravità permanente, eseguita dai monaci che
un sentimento che solo un altro essere umano ti può restituire. Theo- ospitano Berlino.
dore, finalmente, pensando alla sua vecchia relazione, ne capisce la sere restituito in sei anni. A Giugno sono previste le erogazioni.
preziosità dei piccoli difetti, che prima non perdonava; capisce i suoi Lo stesso mese, iva e contributi andranno pagati entro il giorno La Casa di Carta è una serie principalmente d’azione. Ogni per-
errori. Attraverso le vicissitudini di Theodore, il film ci racconta di 30, ergo i 25 mila euro serviranno per pagare le tasse che si ac- sonaggio trova la libertà di scrivere la propria singolare storia.
ciò che viene dopo la fine di una storia, quando al termine di una re- cumuleranno nei mesi successivi. Dalla prima stagione, il personaggio più amato è Berlino, con la
lazione lasciamo con essa qualcosa di noi. Questa pellicola ci inse- Per molte imprese e autonomi questo, molto probabilmente, vorrà sua intelligenza fatta di luci ed ombre, Palermo: un ingegnere
gna ad apprezzare i rapporti umani, che molto spesso diamo per dire “chiudere”. Il 90% delle imprese italiane è di stampo piccolo geniale, appassionato, al primo impatto freddo e cinico, ma in re-
scontato o critichiamo, facendoci capire l’importanza dell’amore na- e medio e i grandi finanziamenti saranno riservati alle grandi mul- altà con un profondo dolore da superare.
scosto dietro ad un semplice gesto, che non potrà mai essere egua- tinazionali che guideranno i consumi e li massificheranno a di- Una figura molto particolare, controversa, con una vasta gamma
gliato da un apparecchio tecnologico. Her non solo ci insegna che scapito delle realtà diverse e più piccole. Potranno fallire in Italia di possibilità drammatiche ed espressive. Ora che avete questi
noi, in quanto essere umani, abbiamo dei limiti, ma soprattutto ci in- e riaprire sotto diverso nome e nessuno le perseguiterà come in- piccoli indizi, non vi resta che scoprire il nuovo piano escogitato
segna ad amarli. Sofia Bartalotta vece accade alle piccole partite iva. Arianna Paolucci dal Professore. Sofia Bartalotta
,
L’ATTUALITÀ, pag. 14 EVENTI DI ATTUALITA N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020

EVENTI DI ATTUALITÀ “CHIAMAMI CON IL TUO NOME” Sempre più spesso, senza accorgercene, ci ritroviamo al cinema, o a
IO E I PIANETI DELLO ZODIACO
(a cura di Isabella M. Affinito)
casa, a guardare film che sono figli di romanzi e opere letterarie. Uno
(a cura di Alessandro Massimi) degli esempi che ci viene istintivamente fare, riguarda un successo
cinematografico di pochi anni fa: Chiamami con il tuo nome, di Luca Interpretazione del tema natale di Oriana Fallaci, nata a Fi-
Cari lettori, in questi tempi di pandemia il nostro riferimento agli eventi Guadagnino, uscito nel 2018. Il film vuole essere un adattamento renze il 29-6-1929, senza orario di nascita.
del mese è necessariamente cambiato, ma non per questo meno interes- del romanzo omonino, dello scrittore statunitense André Aciman, Venuta al mondo in un sabato d’inizio estate dell’anno fatidico
sante. Dobbiamo premettere che una delle poche cose positive di questo pubblicato per la prima volta nel 2007. Il film di Guadagnino diffe- in cui cadde la Borsa valori di Wall Street a New York, Oriana
momento consiste nel poter fruire di una rete di scambio dati particolar- risce in diversi modi dal romanzo di Aciman; mentre il romanzo Fallaci col suo Giove in Gemelli era predestinata alla celebrità.
mente sviluppata a livello nazionale e mondiale, al punto da farci obiet- funge da ricordo di Elio, che ne è il narratore, il film è ambientato in- Cresciuta nel clima dittatoriale fascista suo padre la introdusse
tivamente soffrire meno la lontananza da parsone e da eventi. Possiamo teramente nel tempo presente. L’ambientazione è stata spostata da fin da ragazzina nella resistenza dove assunse il ruolo di staffetta
affermare che se questa pandemia fosse avvenuta soltanto dieci anni Bordighera, sulla Riviera ligure, alle campagne di Crema, in Lom- nel portare le munizioni al di là dell’Arno. Per questo suo corag-
prima, non si sarebbe potuto fruire del supporto multimediale che ab- bardia, così come la location del breve viaggio finale di Oliver ed gio, ricevette il riconoscimento d’onore dall’Esercito Italiano. La
biamo oggi, che ci consente non solo di poter comunicare con audio e Elio, è mutata da Roma a Bergamo. Il regista ha inoltre deciso di temerarietà le è venuta di sicuro dal suo Marte in Leone assieme
video con le persone a noi care, ma anche di poter lavorare agevolmente cambiare l’ambientazione dal 1987, del romanzo, al 1983, spiegando
da casa con l’ausilio di un pc o anche di un semplice tablet collegato ad che considera i primi anni ‘80 come la fine di un’epoca. Ma quello a tutte le altre caratteristiche che lo vedono espansivo, fiducioso
internet. Forse per una volta non malediremo la tecnologia, che se mal in cui riescono entrambe, romanzo e film, è la descrizione di un sen- in sé stesso. Oriana Fallaci ha vissuto la sua esistenza sentendosi
utilizzata può diventare invadente, mentre se ben impiegata diventa uno timento estivo. Quella che ci viene raccontata è una storia d’amore, ogni giorno come una Penelope alla guerra – titolo del suo libro
strumento molto utile. da non definire categoricamente come omosessuale, ma piuttosto del 1962 – dove il ruolo della donna non era più quello di aspet-
Ed ecco allora che elenchiamo gli eventi tipici delle nostre giornate di come l’espressione di un sentimento universale verso una persona tare tra le pareti domestiche, bensì di diventare lei stessa Ulisse
chiusura in casa (potremmo dire in un certo senso “reclusione”) per pan- in quanto tale. Siamo nel 1983, e come ogni estate Elio (Timothée alla ricerca del suo vero senso identitario sulla Terra. Dicevamo
demia. Si inizia - per i cattolici credenti - con la messa del Santo Padre Chalamet), diciassettene con la testa costantemente tra le pagine dei del suo Giove in Gemelli, il pianeta dell’abbondanza e della for-
alle ore 7,00 tutte le mattine su Rai1. Passando al primo degli eventi vir- libri, e i suoi genitori, intellettuali, multilingue e dalla mentalità tuna. Era inevitabile che la Fallaci venisse a che fare con l’edito-
tuali desideriamo iniziare con la bella iniziativa del ministero per i beni
culturali MIBACT fruibile dal sito beniculturali.it e consistente in un aperta, aspettano nella loro villa di Crema il dottorando di turno ria, il giornalismo, i viaggi in terre straniere, infatti, da Firenze
tour virtuale denominato appunto “Grand Virtual Tour” dove si possono (Armie Hammer), che il padre di Elio ospiterà per sei settimane nel andò a vivere a New York, considerando l’Italia e gli Stati Uniti
visitare a fondo numerosi siti culturali italiani, in attesa di poterli poi ri- periodo di vacanza. le sue due amatissime patrie. La Luna in Pesci le ha conferito quel
vedere dal vivo. Anche il mondo della musica, sia classica, che moderna, Il ragazzo che si presenta, però, non è il solito dottorando noioso, ap- desiderio di vivere mettendosi al servizio di una causa a favore
si è adattato rapidamente alla situazione con la messa online di concerti passionato di lettere antiche e archeologia, ma un carismatico e af- dell’umanità intera e, coi suoi numerosi libri, lei ha svolto la lunga
virtuali fruibili gratis o a pagamento a seconda delle circostanze. Oltre fascinante 24enne che riuscirà a catturare l’attenzioni di molti, in battaglia per raccontare I sette peccati di Hollywood, Quel giorno
ai consueti programmi televisivi, a dire il vero un po’ monotoni ormai in particolar modo di Elio, che vede in Oliver qualcuno con cui condi- sulla luna, Intervista con la storia, Lettera a un bambino mai
quanto per la quasi totalità del tempo vertenti sul Coronavirus, ricor- videre pensieri sulle proprie letture, posti segreti, spartiti musicali, nato, La rabbia e l’orgoglio, La forza della ragione fino a Oriana
diamo la conferenza stampa della Protezione Civile, alle 17.00 in punto. ma soprattutto la sua intima visione del mondo. Chiamami con il tuo
Alle 18.00 si passa sui terrazzi per condividere in musica l’unico evento nome, è un film delicato ed elegante, fatto di corpi, da quelli scolpiti Fallaci intervista sé stessa – L’Apocalisse del 2004. Mercurio in
che si possa fruire in questo momento al di fuori della rete e della tele- dell’arte ellenica studiata dal Professor Perlman e Oliver, fino a quelli Gemelli – pianeta già governatore di questo Segno d’Aria – ha
visione. Ed allora viene fuori tutto il bello della nostra italianità, con mu- dei due protagonisti. fatto sì che nei suoi scritti spesso si riproponesse la stessa tema-
sicisti, disk-jockey ed aspiranti cantanti che si esibiscono sui balconi e I due da subito instaurano una forte intesa, che nasce da un assiduo tica ma sotto altri punti di vista e con più vigore di prima; facoltà
terrazzi. Alle 21 si condividono le luci dei nostri smartphone - almeno scambio intellettuale. Nonostante questo, l’attrazione che Elio prova intellettive pronte ad infervorarsi per la medesima causa e ciò è
nelle aree urbane - per illuminare chi attende il ritorno ad una normalità per Oliver non si affida mai alle parole, al contrario è mimetizzata: avvenuto soprattutto quando la Fallaci, dopo gli attentati dell’11
che ci appare ancora tanto eccezionale. Non manca in tutto ciò l’appro- le motivazioni profonde che sono dietro l’agire del ragazzo, sono af- settembre 2001, ha risposto con altri suoi libri analizzando le tra-
fondimento di tecniche di cucina, ormai possiamo dire che molte per- sformazioni tra Oriente e Occidente. Scavava nelle profondità
sone si sono trasformate in panificatori e pizzaioli provetti. fidate alla capacità di lettura dello spettatore. Tutta la loro storia, fatta
di detto e non detto, di fraintendimenti, gelosie, sguardi fugaci e poi degli argomenti trattati, c’erano tensioni fra il conscio e l’incon-
riconciliazioni, è avvolta dalla classica atmosfera estiva, che tutti al- scio. Era anche un tipo di Mercurio-intelligenza legato alle emo-
Il comunismo del mistero. Un ricordo di Giulietto Chiesa. meno una volta nella vita hanno vissuto. Quella che ricorre nel film, zioni e, quindi, ricordava di più i momenti vissuti con maggior
ma soprattutto nel romanzo, è una filosofia proustiana che gioca tutto intensità emozionale, negativi o positivi che siano stati. Ha avuto
CAPIRE IL CAPITALE: PER UNA RITROVATA sull’elemento del ricordo. Molto spesso i ricordi di Elio sono colle-
gati a particolari odori, luoghi, suoni, sensazioni che lo portano a ri-
vivere determinati momenti della sua estate, fatta di attese, paura
radicali cambiamenti di stile di vita, viaggiando di continuo per
il suo lavoro di giornalista che l’ha portata ad intervistare perso-

CRITICA DELL’ECONOMIA POLITICA del rifiuto, e crescita interiore.


Quello che Guadagnino e Aciman ci vogliono far vivere è proprio un
amore estivo, che viene vissuto intensamente.Call me by your name
nalità soprattutto straniere come lo scià Reza Pahlavi, Henry Kis-
singer, Gheddafi, Indira Gandhi, Deng Xiaoping, Yassir Arafat,
Giulio Andreotti e molte altre personalità internazionali, com-
(Seconda parte) «Cara, carissima Marinella – così scrivo sulla pagina è proprio questo: accettazione del dolore che rimane, e di sé stessi, preso l’ayatollah Khomeini col quale ebbe un diverbio sul chador
facebook dell’amica “russa” -, te ne facevo cenno ieri mattina, nel mo- in quanto prova del coraggio di aver vissuto, e vivere, intensamente da indossare in sua presenza e che lei audacemente si tolse. Ve-
mento più doloroso. Lo dico meglio. Avevamo parlato di te, a cena, a le proprie emozioni. Sofia Bartalotta nere in Toro necessitava in lei l’idea di un amore che fosse il più
Roma, con Giulietto. E avevamo parlato di Russia, e del comunismo. possibile duraturo e che s’affermasse gradualmente nel tempo,
Non tanto di cosa è il comunismo, quanto per chi è, per quale uomo è il ma non fu così purtroppo quando conobbe il leader dell’opposi-
comunismo. Durante le riunioni di AlterLab Giulietto insisteva su una
politica dei piccoli gruppi, dal basso, come laboratorio. Ma cosa inten-
deva esattamente? Io già mi ero espresso sulla cosa, e condividevamo
CAFFO COMPRA L’AMARO zione greca degli anni ’70, Alexandros Panagulis, a cui dedicò il
suo memorabile libro Un uomo, poiché lui morì improvvisamente
molti punti in comune. Enormi le difficoltà in molti altri “compagni” di
seguirne l’onda. Un laboratorio politico è qualcosa che ha uno spoglia-
toio. Prima di entrare ci si spoglia del sapere e si indossa la tuta da ope-
PIÙ ANTICO DEL MONDO per incidente stradale. Con Urano in Ariete la Fallaci si è sentita
pioniera di qualcosa d’importante. Marte in Leone, congiunto a
Nettuno, ha rappresentato il motivo trainante delle sue accese po-
In tempo d Coronavirus e di prospettive grigie per il nostro Paese, ar- lemiche allorquando si è vista provocata da eventi sconvolgenti
raio. Un laboratorio non potrebbe essere legittimato da alcuna riva una piccola buona notizia. Il Gruppo Caffo di Catania, proprie-
autorizzazione anticipata, ma solo procedere con la stessa rincorsa che tario del marchio Vecchio Amaro del Capo, che oggi è l’amaro più e seri pericoli dovuti alla sua militanza giornalistica. Saturno in
ti ha sospinto fin lì, a indossare panni che non potrebbero più essere i venduto in Italia, continua la sua campagna di espansione commer- Sagittario è stato per lei il pianeta delle dure prove da superare in
tuoi. Quel che sarà stato sarà stato, oltre l’ansia da prestazione: questa ciale. Dopo aver comprato e rilanciato il famoso marchio Tarantino terra straniera e/o con stranieri, ricordiamo che nel 1968, mentre
la scommessa e il metodo di AlterLab, come di ogni laboratorio politico Borsci ed averlo sapientemente rilanciato, in questi giorni ha acqui- si trova a Città del Messico come corrispondente perché inizia-
serio. Comunque glielo chiesi di nuovo in privato cosa intendesse con stato il marchio Petrus Boonekamp , di origine olandese, che è vano i Giochi olimpici, rimase gravemente ferita durante una pro-
quell’idea della tuta da operaio. In privato, mi fece l’esempio dell’ac- l’amaro in commercio più antico del mondo, fondato nel lontano testa studentesca dove piovvero colpi di mitra e fu portata
costamento a un libro decisivo per capire il comunismo, Il Capitale. Di 1777. Chi lo avrebbe mai detto ... in un periodo in cui l’Olanda è all’obitorio creduta morta; poi nel 1991 la Fallaci si trovava in
fronte ad esso, Michele, ci sono due tipi di possibili lettori, mi disse. Da
un lato quelli che non provano difficoltà di ordine ideologico-politico a terra di destinazione della sede legale di numerose aziende attirate da Kuwait a seguito della guerra del golfo di Saddam Hussein e lì fu
comprendere il capolavoro di Marx, dal momento che esso parla pro- regimi fiscali paradisiaci, un marchio storico olandese si trasferisce costretta a respirare i fumi micidiali dei pozzi petroliferi incen-
prio della loro vita concreta: gli uomini che hanno esperienza diretta in Italia, dove sapienti strategie commerciali lo rilanceranno e fa- diati dal dittatore iracheno. Dal punto di vista dell’amore c’è stata
dello sfruttamento capitalistico, gli operai della produzione diretta, sa- ranno del Gruppo Caffo un leader mondiale nel settore. Questa no- inquietudine, nebulosità, forse qualche suo legame sentimentale
lariati e proletari, ma anche i non-proletari. Da un altro lato chi non ha tizia genera positive ed incoraggianti riflessioni, poiché anche doveva, è rimasto tuttora segreto per motivi professionali/poli-
esperienza diretta dello sfruttamento capitalistico, ma che, per contro, è momenti difficili, l’imprenditorialità e la capacità di saper rischiare tici.
dominato, nelle sue pratiche e persino nella sua identità e nella sua co- vengono sempre premiate.
scienza, dall’ideologia classista del dominio, del discours du maître ag- Siamo sicuri che nelle mani italiane questo marchio conoscerà (Chiunque desideri conoscere gratuitamente il proprio tema
giunsi io, nella sua oscillazione col lacaniano discours du capitaliste. un’espansione finora mai raggiunta. Basti pensare a Martini, Cam- natale, può scrivere a Isabella Michela Affinito.
Давай! Почему нет?!... mi disse, e aggiunse: è l’universo piccolo-bor- pari, Sanpellegrino, Cinzano, per non parlare po de grande fan tali- Indirizzo e-mail: anastasia22n@libero.it)
ghese! Una persona del genere trova la più grande difficoltà a capire Il smano, che ormai sono ben più famoso anche de competitori
Capitale, soprattutto se molto colta, laureata. Perché? Giulietto mi disse francesi. L’amaro Petrus era molto famoso in Italia negli anni ‘70 al
che c’è proprio un’incompatibilità politica, tra il contenuto teorico del punto che quando il Vecchio Amaro del Capo fece la sua prima pub-
libro e le idee che hanno in testa questi tipi di uomini, idee che poi pos-
sono essere rinvenute nelle pratiche stesse, come proiettate dentro di
blicità sui media, il suo slogan cominciava proprio con le parole “non
é olandese...”.
ABRAHAM MUSIC
esse. Ecco Marinella, io credo che occorra ripartire da qui, da un lavoro L’infuso di erbe dei Paesi Bassi si distingue poi per la totale assenza
esercitato dal basso, e per una critica del basso, di ciò che è in basso. di zucchero, ed in un’epoca in cui il consumo di zucchero è in crollo
Abraham (nella foto) è un au-
Sei vivo Giulietto». Ripetevo queste note, in modo pressoché identico, verticale, ciò rappresenta una ottima prerogativa di successo com- tore che esprime il suo stato
nella pagine di “affaritaliani.it” sotto Il mio ricordo di Giulietto Chiesa merciale. Per la Caffo, quindi, con il più amaro degli amari, il futuro d’animo, attraverso il componi-
di Vittorio Sgarbi. «Bravo Sgarbi, molto. Grazie. Giulietto insisteva su si prospetta davvero molto ... dolce ... Alessandro Massimi mento di musica New Age. Con
una politica dei piccoli gruppi, dal basso, come laboratorio…». In quei un suono interiore delicato e
primi giorni andavo disperatamente alla ricerca di una voce all’altezza quanto più profondo, il Maestro
del compito di salutare l’uomo scomparso, sebbene doveva per forza di
cose essere vivo in qualche altro modo. Mi imbatto in altri ricordi, di
cui vorrei parlare. Prima però occorre che dica qualcosa in più della mia
LE CONFESSIONI DEL SIGNOR NESSUNO riesce a trasporre la mente, ele-
vandola al di sopra di qualsiasi
quotidiana alienazione che la
conversazioni con Giulietto Chiesa, e proprio a partire dall’apporto direi (Quarta parte) È praticamente da quando ero adolescente che sento vita pone davanti al nostro cam-
epistemologico di Sgarbi, quando nel chiudere il suo ricordo fa riferi- parlare di crisi economica,politica, religiosa, di valori, vocazioni e mino.
mento alla determinata volontà di Giulietto di essere comunista nel modo quant’altro. La mia vita in pratica è stata una continua navigazione in
meno romantico, meno idealistico possibile, e invece più legato all’idea acque incerte senza chiari punti di riferimento se non che i soldi La melodia di Abraham, che
di una struttura economica e politica che funziona anche nei suoi aspetti c’erano o non c’erano. Quasi come una zattera buttata in mare chissà poco ha di commerciale, si av-
più misteriosi. In “affaritaliani.it” c’è una virgola dopo “funziona”: una perché, come una bottiglia che anziché avere un messaggio conte- vicina molto allo stile Ambient -
struttura economica e politica che funziona, anche nei suoi aspetti più neva una persona dal destino incerto, venuta chissà da dove ed in New Age, sofisticato nel re-
misteriosi. No, no, occorre togliere quella virgola! Non credo appartenga balia delle onde,ora tra meravigliosi tramonti ora tra minacciose tem- fraine, dall’originalità dei suoni
all’intervento orale di Sgarbi. peste. Ed è una vita che scrittori, religiosi, economisti, politologi, emessi dagli strumenti orientali
Chi ne ha ricostruito il testo non ha capito, e a Sgarbi deve essere sfug- pensatori, profeti e falsi profeti sfruttano la nequizia dei tempi per ed indiani, che identificano profondità e trasporto oltreorizzonte.
gita la posta in gioco legata a quella virgola, posto che se ne sia accorto. proporre una soluzione, un rimedio, un chiarimento che facesse un pò E dire, che l’autore nasce in una famiglia di imprenditori di
Si tratta di qualcosa di enorme. Infatti, qui, entriamo nel comunismo di luce ad un lungo, interminabile tunnel oscuro. aziende centenarie, pertanto appena finiti gli studi, ne entra a far
davvero non hegeliano di Giulietto. Avevamo parlato, insieme, della po- E questo tunnel prima o poi finisce non per un lieto fine ma solo per- parte nel suo ruolo dirigenziale, proseguendo con diligenza ed ot-
litiche femministe sui generis di Elvira Banotti, che Giulietto aveva co-
nosciuto, nel Manifesto di rivolta femminile che grida: «Sputiamo su ché la vita di ognuno di noi finisce... senza aver visto, del tunnel... la timizzazione per circa 36 anni. Nonostante ciò, ha sempre colti-
Hegel». E ancora, dal manifesto di rivolta, potevamo leggere insieme: fine, vivacchiando alla giornata, nell’anonimato e nell’anonimato vato la sua passione musicale. Ed è proprio così che l’artista
«La dialettica servo-padrone è una regolazione di conti tra collettivi di scomparendo. Eugenio Morelli Abraham, una volta ritiratosi dalle aziende di famiglia, nonostante
uomini: essa non prevede la liberazione della donna, il grande oppresso il suo operato abbia dato sempre ottimi frutti, decide di dar spa-
della civiltà patriarcale. La lotta di classe come teoria rivoluzionaria svi- zio finalmente a alle radici della sua passione. Radici che esplo-
luppata dalla dialettica servo-padrone, ugualmente esclude la donna. Noi
rimettiamo in discussione il socialismo e la dittatura del
IL SIGNOR NESSUNO deranno, ancor più, unendo arte musicale e nobiltà d'animo ad un
suono sofisticato e romantico al tempo stesso.
proletariato». Sì, sì, ci si poteva lavorare. Gli avevo
detto del nostro progetto di fondare un centro per gli ED I VIAGGI NEL TEMPO Info: franco.czaro@gmail.com Michele Biafora
studi giuridici sul femminismo, nel Centro per la Da diversi anni scrivo la mia autobiografia per cercare di migliorare la
Filosofia Italiana con cui collaboro, innanzitutto comprensione di me stesso e della vita in generale con annotazioni quo-
con Massimo Piermarini, Antonio Sagredo e Vin- tidiane su ciò che ritengo piùimportante. In questo contesto non sono rari
cenzo Rapone col quale dirigevamo una collana di
diritto e medicina, e dell’intervista a Marinella sulle
donne del Donbass che era in corso, a partire dal
i “viaggi nel tempo”, ossia le verifiche che faccio periodicamente, a di-
stanza di giorni o mesi, riguardo la mia capacità di reazione, tenuta psi-
La collaborazione al periodico
cologica, determinazione, fattori imprevisti vari sui quali poi carpire
caso di Anna Grigor’evna Tuv, con l’aiuto che ci
avrebbe fornito Anna Rita Rossi. E allora, nella luce di tali
problemi, quella virgola tra il comunismo e il mistero è di troppo, va
qualche segreto esistenziale che mi era sconosciuto. Questa mia curio-
sità ancora continua, anzi direi che tende ad aumentare. E ciò nel tenta-
tivo tenace quanto forse ingenuo di conoscere ciò o chi dirige il mistero
“L’Attualità” è aperta a tutti.
tolta assolutamente. Michele G. Bianchi della vita in cui navigo. Eugenio Morelli
,
N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020 PROBLEMATICHE RELIGIOSE E DI ATTUALITA L’ATTUALITÀ, pag. 15

DIALOGO ECUMENICO UN LEADER MONDIALE LA FESTA DEL CORPUS DOMINI


(a cura di Aurora Simone Massimi)
NACQUE IN BELGIO NE 1246
In questo periodo storico di disorientamento, ulteriormente ag-
gravato dalla pandemia da coronavirus, Papa Francesco sta
emergendo sempre più con la forza del grande leader mondiale.
Un leader morale e spirituale, capace di indicare la via ad una La solennità del Corpus Domini è una delle principali solennità
umanità secolarizzata e insicura, che sta toccando con mano la dell’anno liturgico della Chiesa cattolica e si celebra il giovedì
I 100 ANNI DI SAN GIOVANNI PAOLO II precarietà delle illusioni economicistiche e consumistiche. Non è successivo alla solennità della Santissima Trinità. Nei paesi come
questo il tempo dell’indifferenza – afferma il Pontefice – perché l’Italia, dal 1977, in cui il giovedì non è più giorno festivo nel ca-
Il 18 aprile 2020 San Giovanni Paolo II avrebbe compiuto 100 lendario civile, la solennità si tiene nella seconda domenica dopo
anni. Tante le manifestazioni in ogni parte del mondo dedite ad tutto il mondo sta soffrendo. Non è questo il tempo degli egoismi,
perché la sfida che stiamo affrontando ci accomuna. Non è que- la Pentecoste, tranne a Orvieto, dove si svolge il giovedì dopo la
onorare la Sua memoria. Anche noi vogliamo ricordalo con af- solennità della Santissima Trinità. Nella riforma del rito ambro-
fetto, ma soprattutto offrire l’opportunità di far conoscere ai più sto il tempo delle divisioni e dei conflitti, che insanguinano il pia-
neta per garantire gli interessi dell’establishment economico e siano, promulgata dall’Arcidiocesi di Milano il 20/03/2008, la fe-
giovani la vita e le imprese di questo grande Santo e grande stività è stata riportata al giovedì della seconda settimana dopo la
uomo, amico delle nuove generazioni. Il suo impegno verso que- finanziario. Non è questo il tempo della dimenticanza delle gravi
emergenze umanitarie sparse nel mondo… Papa Francesco invita Pentecoste. La Solennità del Corpus Domini chiude il ciclo delle
ste ultime è sempre stato ammirevole, infatti è lui che ideò la feste del periodo post Pasqua, celebra il mistero dell’Eucarestia
famosa GMG, ovvero la Giornata Mondiale della Gioventù. Tra- l’umanità a compiere una scelta. Continuare sulla strada della
“guerra “combattuta a pezzi”, della “economia che uccide”, della istituito da Gesù nell’ultima Cena. La festa affonda le sue radici
dizione ed incontro internazionale ripreso in seguito da Papa nella Gallia Belgica, che S. Francesco definiva “amica Corporis
Benedetto XVI emerito ed oggi da Papa Francesco. Karol Josef “cultura dello scarto”, piegandosi all’idolatria del denaro, oppure
imboccare senza esitazioni una strada diversa. Domini”, dove venne istituita nel 1246 grazie alla visione mistica
Wojtyla nacque a Wadowice, in Polonia, il 18 maggio 1920. Fi- di una suora di Liegi, la Beata Giuliana di Retìne, che nel 1208
glio di un sottoufficiale dell’esercito, Wojtyla sin dai primi anni Quella che potremmo definire, con un altro efficace “slogan” co-
niato dal Santo Padre, la strada della “cultura dell’incontro”, ba- ebbe un’estasi: vide il disco lunare risplendente di candida luce,
di scuola dimostrò una grande propensione per la letteratura e il deformato da una linea in ombra.
teatro ed è per questo che dopo il diploma, nel 1938, si iscrisse sata su una globalizzazione della solidarietà improntata al dialogo
e alla convivialità delle differenze. Solo quest’ultima – è il mo- Si trattava della rappresentazione simbolica della Chiesa, alla
subito all’Università di Lettere e Filosofia, ma la guerra e una quale mancava una solennità in onore della Santa Ostia. Alla mo-
serie di dolorosi lutti familiari deviarono il suo futuro in un’al- nito di Francesco – potrà garantire all’umanità un futuro di pro-
gresso e di pace. Una terza via non esiste. Silvia Iovine naca, nello stesso anno, apparve Cristo, che le chiese di impe-
tra direzione. Nel 1942 Karol sentì nel suo cuore la chiamata gnarsi affinchè venisse istituita la festa del Santissimo
del Signore e lo seguì sulla via del sacerdozio, frequentò i corsi Sacramento al fine di ravvivare la fede dei fedeli. Nominata priore
del seminario clandestino di Cracovia. Nel 1946 si trasferì a del convento di Mont Cornillon di Liegi, ella interpellò i mag-
Roma per completare i suoi studi: l’anno successivo superato
l’esame in Sacra Teologia tornò in Polonia dove conseguì la li-
bera docenza in Teologia. Nel 1958 papa Pio XII lo nominò ve-
LA FIBULA DI DORESTAD giori teologi tra cui l’Arcidiacono di Liegi, Jacques Pantalèon, il
futuro Papa Urbano IV, e il vescovo di Liegi, Roberto De Thou-
E’ una splendida spilla d’oro rinvenuta nel 1969 nei pressi della rotte, che nel 1246 convocò un concilio ordinando a partire dal-
scovo titolare di Ombi e Ausiliare di Cracovia, e pochi anni l’anno successivo la celebrazione della festa del Corpus Domini.
dopo, nel 1964 papa Paolo VI lo nominò arcivescovo di Craco- città olandese di Wijk bij Duurstede ,l'antica Dorestad e risalente Con la Bolla “Transiturus de hoc mundo” dell’11 agosto 1264 il
via ed, infine, nel 1967 lo nominò cardinale. Avrebbe dovuto alla prima metà del IX secolo. È conservata nel Rijksmuseum van Papa Urbano IV estese la celebrazione a tutta la Cristianità dopo
partecipare al sinodo dei cardinali che si tenne in settembre, ma Oudheden di Leida. Nella spilla vi è un perno mancante, è mera- il miracolo eucaristico di Bolsena nel quale dall’Ostia uscirono al-
in segno di solidarietà nei confronti del cardinale Wyszynski, a vigliosamente intarsiata con pietre preziose e perle, decorata fi- cune gocce di sangue come testimonianza della reale presenza
cui il governo aveva negato il visto, non partecipò. Nel 1969 nemente con la lavorazione a smalto cloisonné con aggiunta di del Corpo di Cristo. In questo Sacramento la Chiesa trova la fonte
posò la prima pietra per la costruzione della chiesa di Nova pezzi di vetro tagliato. Raffigura un albero stilizzato con vetri co- del suo esistere e della sua Comunione con Cristo, presente nel-
Huta, opponendosi apertamente al regime comunista. Dopo la lorati e smaltati, arricchito con altri motivi ornamentali tra cui l’Eucarestia in Corpo, Sangue, Anima e Divinità. Papa Urbano
prematura scomparsa di Albino Luciani - papa Giovanni Paolo una croce greca, una croce di Andrea e con uccelli simboli cri- IV incaricò Tommaso D’Aquino di comporre l’officio della so-
I - papa per 33 giorni, dal 26 agosto al 28 settembre 1978, nello stiani si presume che sia appartenuta ad un personaggio ecclesia- lennità e della Messa del Corpus et Sanguinis Domini. L’inno
stesso anno il 16 ottobre 1978 il card. Karol Wojtyla venne eletto stico. La stessa città di Dorestat ebbe un ruolo determinate nella principale è il Pange Lingua; un altro inno è il Sacris Solemnis.
al Soglio di Pietro e prese il nome di Giovanni Paolo II. Durante diffusione del cristianesimo, da non dimenticare che Utrecht ebbe In occasione della solennità si porta in processione, racchiusa in
i suoi molteplici viaggi ha riservato sempre uno spazio per l’in- un ruolo importante nel medioevo come centro spirituale. un ostensorio sottostante un baldacchino, un’Ostia consacrata ed
contro con i rappresentanti di altre confessioni. È stato il primo L’albero stilizzato e colorato con varie pietre fanno pensare agli esposta alla pubblica adorazione: viene adorato Gesù vivo e vero,
pontefice ad entrare in una Sinagoga; a riunire in preghiera ad alberi da frutto, le croci simboli chiaramente cristiani e la pietra Presente nel Santissimo Sacramento. Gerardina Russoniello
Assisi nel 1986 i capi spirituali delle principali confessioni del centrale è stata interpretata come simbolo di Cristo.
mondo; ad incontrare i fedeli musulmani in una Moschea; ha La scoperta venne fatta durante una ricerca archeologica nella
pregato davanti al il Muro del Pianto a Gerusalemme. Questo parte inferiore di un pozzo. Manca lo spillone, mancano alcune Intervista a Michele G. Bianchi
grande Santo offre a tutti noi un grande esempio di vita al ser- pietre e sono visibili anche tracce di riparazione, dovrebbe essere
vizio del Signore, ricordandoci sempre degli ultimi che sono i
prediletti di Dio.
stata prodotta intorno all’800. I cami esagonali sulle braccia della
croce sono pieni di smalto di colore verde che richiama l’albero
FRAINTENDIMENTI (VII). ILGLOBAL-TRAINER
e il tronco è contornato da fili d’oro e il tronco è blu e bianco con
i frutti rossi. Le volute con il vetro rosso sono finemente intar-
siate e sembrano dei becchi con il collo di uccelli. L’oggetto ri-
PRENDE IN CARICO L’ADOLESCENTE
DOCUMENTO D’IDENTITÀ flette pienamente la presenza del cristianesimo ma anche la
ricchezza commerciale di Dorestad. Maurizio Guerra
(53a parte) Cosa significa una presa in carico globale del minore?
Cosa significa fornire un aiuto ad ampio raggio nel suo percorso
Mi risiedo alla scrivania di cristallo che riflette il pavimento bianco evolutivo? L’intervento tende ad essere prolungato, osserva il Ma-
e le gambe accavallate in un tutt’uno con il pc sulla scrivania: un gistrato onorario Saottini, al fine di «consentire l’attivazione, la
punto fermo dal quale trarre nuovi spunti, nuove idee sorprendenti in
un dialogo tra due, a cui se sai fare la domanda, potrai avere una ri-
sposta certa, attinente e pertinente, estrapolata tra le tante risposte
IL CALICE DI GUCCIO DI MANNAIA realizzazione e la verifica degli obiettivi fissati, seguendo i tempi
di sviluppo dell’adolescente» (ib., p. 201). A questo punto i Ser-
vizi dovrebbero tentare di raggiungere un accordo col minore.
che il pc dà a seconda della propria conoscenza, della propria cul- Maestro orafo italiano del medioevo, fu iscritto nel 1331 nella L’obiettivo dei Servizi è quello di porre come contenuto speci-
tura, del proprio giudizio critico. Una luce alogena, tanti libri aperti corporazione degli orafi senesi. Iniziò nella bottega dell’orafo di fico della messa alla prova, per esempio, un’attività di riparazione
in cui entri, come attraverso delle finestre, in tante diverse abitazioni Valentino, che lavorava nella corte papale. È certo che Guccio sia
del sapere, per ricavare, e da cui ricavi, la propria sintesi. Un tempo rivolta alla vittima. Ma quando la vittima ha un ruolo occasio-
quando mi sedevo alla stessa scrivania avevo soltanto pagine da gi- stato attivo fino al 1322. L’opera più rilevante è il calice consi- nale è difficile introdurre la riparazione come elemento del pro-
rare, testi da consultare, confronti con menti eccellenti che avevano derato un’opera eccellente dell’ oreficeria. Il calice è un oggetto getto. E anche quando la presunta vittima è ben individuata, e
scavalcato steccati di sapienza. La stampante riscriveva i miei pen- liturgico utilizzato per contenere il vino e l'acqua durante la Ce- nota persino al minore che in fondo arriva a confessarcelo, co-
sieri e, al termine del suo rumoroso getto di inchiostro, il silenzio lebrazione eucaristica, nella forma ordinaria del rito romano. Il munque non sarà mai facile stabilire chi è la vittima e chi l’ag-
dell’elaborato conteneva tutte le voci che avevo ascoltato. E leggevo calice in argento dorato e smalto traslucido è alto 220 mm si trova gressore, da parte di nessuno, compreso il ragazzo. In questi casi
e parlavo ad alta voce e raccontavo e mi soffermavo e confrontavo la custodito nel Museo del Tesoro della basilica di San Francesco si ricorre alla mediazione penale minorile. Ed ecco la discussione
loro connessione, il termine esatto che, pur essendo lo stesso assume ad Assisi, realizzato tra il 1288 e il 1292 commissionato per il problematica in cui si lancia la Saottini: «Sarebbe importante che
un altro significato connesso in un altro ambito. Tra filosofica e let- primo papa francescano Niccolò IV. Vi sono due iscrizioni, Guc- gli interventi in questo caso si facessero comunque carico del-
teraria identità di mia madre e commerciale e giuridica identità di cius Manaie de Senis fecit, posta in grande evidenza alla base del l’elaborazione dei significati del reato oltre che della forma della
mio padre viaggiavo tra sogno e realtà, tra idealismo e pragmatismo. gambo e subito dopo niccholavs papa quartvs / gvccivs manaie de relazione. In generale, salvo casi in cui è fondamentale un inter-
Dallo studio dell’italiano, latino, greco e del diritto commerciale ho senis fecit. Il calice è il più antico esempio della tecnica di "Basse vento di mediazione, è utile e realistico un riferimento più sim-
appreso bene i rapporti attinenti alla produzione e allo scambio della taille" in Europa, precedendo il primo esempio francese di 30 bolico che reale alla vittima, che inviti il minore a riconoscere il
“vera ricchezza”: la parola. La ricchezza è sfogliare una pagina dopo anni. La base è decorata con 32 placche, ciascuna incorniciata da danno arrecato alla società, che quindi deve essere risarcita» (Ib.,
l’altra, leggerla, portare il segno con il dito. E così nasce la passione una fascia di perle, attraverso cui sono lavorate foglie battute. La p. 201).
di ascoltare, l di capire, di approfondire, di apprendere. più bassa delle placche quadrilobi rappresenta la Crocifissione e M. Bianchi: Cadono le braccia! Avvocato, non è così? Elaborare
E poichè “la strada che porta alla conoscenza è una strada che passa alcuni mezzi busti della Vergine, San Giovanni Battista, San Fran- i significati del reato dice questo giudice, ma in che senso? Si può
per dei buoni incontri” (Baruch Spinoza), teniamo strette in noi cesco, Santa Chiara, Sant'Antonio da Padova, la Vergine e il
l’identità di chi all’angolo del vento, sul muretto dei sorrisi, all’indi- sempre farlo, nulla lo vieta, purché però il nesso tra reato e reo
rizzo dei nostri cuori, ha incrociato la nostra incerta identità dandole Bimbo e un Papa (Nicola IV). non venga stabilito durante la sospensione del processo. Ma sa-
un nome e una via e una cittadinanza. Per un vero documento d’iden- Le placche più piccole rappresentano i simboli dell'Evangelista e rebbe poi auspicabile? A quale pro? Come una lezione di educa-
tità bisogna bandire “il desiderio che spinge la maggior parte degli vari animali. Il bocciolo otto volte sfaccettato ha medaglioni di zione civica? Forse, ma allora qualsiasi reato potrebbe andare
uomini a raccontare cose, non come esse sono in realtà, ma come si smalto circolari di Cristo il Redentore e sette mezzi busti degli bene. Perché scegliere proprio quello che ha finito con l’essere
vorrebbero che fossero, nella speranza che sia molto più facile farsi apostoli. Le linee fluide degli smalti ricordano le "illuminazioni" stato sospeso insieme a tutti gli altri pezzi del processo? Non è
conoscere attraverso storie di spettri che non raccontano fatti reali” del Maestro Honoré e dei suoi apprendisti sui manoscritti francesi una pressione abusiva sul giovane? Forse no, forse sì però. Sem-
(Baruch Spinoza). Ilaria Rossi contemporanei. Maurizio Guerra bra invece, davvero, che qui il dPR 448 non sia più ciò che in-
forma il mandato ai Servizi Sociali, ma una sociopsicopedagogia
Il comunismo del mistero. Un ricordo di Giulietto Chiesa. totalmente sganciata da esso. Sembra uno snaturamento del fine
da noi messo in luce nel 1996, e se non un vero e proprio perver-
UNA SCIENZA NON IDEALISTICA DEL REALE timento di quel fine comunque una vanificazione dell’elemento
protettivo in cui il dPR 448, in fondo, consiste. L’elemento che nel
(Terza parte) Gli interessava anche il mio approccio marxista (Jacques Lacan) e allo stesso tempo cristiano (Benedetto Croce) al quel singolare ap- processo minorile è paradossalmente teso a proteggere il minore
proccio medico-neuroscientifico alla realtà del dolore e della malattia che è la psicoanalisi classica. Ecco, allora, la tesi dell’oscillazione del di- dal processo come tale. La novità essenziale del dPR 448 sta in
scours du maître con il discours du capitaliste, capace di illuminare la macchina piccolo-borghese, ancora decisamente viva, nonostante le chiacchere ciò e solo in ciò.
sulle forme contemporanee del sintomo e sull’evaporazione dei valori paternalistici. Ci trovavamo d’accordo sulla concretezza della teoria comu- Novità indubbiamente scandalosa, come abbiamo tante volte sot-
nista del valore e su Marx e Freud come pionieri di una rifondazione economico-libidinale del campo medico. L’oggetto di queste “teorie” così stra- tolineato insieme caro Abbate Trovato. Avvocato, osservi ancora
ordinariamente solidali e così straordinariamente difficili da intendere senza idealismi spuri è infinitamente più concreto ed efficace dei fenomeni bene una cosa: per questo Operatore della Giustizia l’elemento
protocollabili in senso statistico. Il Capitale di Marx non cessa di essere matematica e filosofica insieme, ma non è per il ricorso centrale all’astra- simbolico diventa senza mezzi termini qualcosa di calato dal-
zione ch’esso cessa di designar cose concrete. L’astrazione non è qualcosa d’astratto, e la teoria comunista coincide con le stesse sue pratiche d’ana- l’alto, una forma assolutamente sganciata, un frammento impe-
lisi, con i metodi medesimi. Se la scienza protocollare possiede strumenti di magnificazione quali, per esempio, il microscopio al posto del
miscroscopio, il comunismo - ma anche la psicoanalisi di Freud aggiungevo io – possiede una teoria capace di vedere ancor di più di quel ch’è ca- rativo, un’informazione del tutto estranea al ragazzo, un’assoluta
pace un microscopio. La microscopia del mistero – chiamiamola così, ora - non è, allora, solo una figura romantica. Anche se, per esempio, i concetti trascendenza, una condizione di possibilità che nascostamente
di “valore di scambio”, di “simbolico”, di “capitale sociale totale”, di “lavoro socialmente necessario”, di “economia libidica” non si possono né os- andrà a dettare legge sulla relazione del minore con la giustizia e,
servare né toccare, essi non cessano d’esser astrazioni a valore scientifico, astrazioni non astratte, dal momento che designano realtà concretissime con ogni facilità, andrà anche a interrompere i processi educativi
che esistono davvero, ma che dal punto di vista delle realtà che possono essere misurate con il metodo degli strumenti materiali sono misteri. Eb- in atto. Tale elemento è del tutto estraneo al dPR 448. Mi accorgo
bene questi misteri sono più reali e concreti dei non-misteri, degli oggetti di un protocollo. Piuttosto, sono quest’ultimi a non essere, a rigore, scien- di esprimermi in modo ancora troppo poco preciso rispetto allo
tifici. Ecco che, per Giulietto, il comunismo restava una scienza del reale. «Caro Mauro Scardovelli, grazie per il tuo ricordo - scrivo ad uno degli speciale fine educativo del processo minorile. Forse è più preciso
ultimi collaboratori di Giulietto, due giorni dopo la scomparsa del grandissimo giornalista -. Aggiungo qui alcune note al tuo intervento, che intende in quest’altro modo: la relazione del minore con la giustizia cor-
essere oltre che un atto d’amore per l’amico scomparso anche una riflessione su cosa fare ora, al cospetto di questo “buco”. Ora, una riflessione ana-
litica tra chi formatta e chi è formattato – come ti esprimi - implica la necessità di far salire sul banco degli imputati di un ideale processo in difesa risponde di per sé agli stessi processi educativi in atto non inter-
dell’“anima dell’Italia” - come chiami la Costituzione - il cittadino comune, supposto essere passivamente, meccanicamente “formattato”. Insomma: rotti. Si potrebbe anche enunciare in quest’altro modo, con
il formattato non è affatto innocente. Ne ho discusso con Giulietto, in diverse occasioni in AlterLab, a Roma, dopo l’Assemblea Nazionale del 16 quest’altra sfumatura: la relazione del minore con la giustizia è
giugno. Un paio di volte privatamente. Il formattato vuole esserlo, formattato, e così – ciò è senza dubbio paradossale - il formattato comanda su ciò una molteplicità analoga ai processi educativi in atto.
che a questo punto recita il ruolo della potenza formattatrice, assoluta. Quest’ultima potenza si scopre interna a un copione, con una regia che col Ed è come tentativo di interruzione, come disturbo di quei pro-
neoliberismo sembra avere poco a che fare, se non per procura, se non per identificazione. La potenza formattatrice interna al teatro della rappre- cessi, e quindi dei rapporti stessi del soggetto minorenne con la
sentatività e dei suoi “due volti”, come li chiama Ernesto Laclau nel libro sul populismo, si scopre in verità serva del primo, il formattato. Il padrone Giustizia, che devono essere interpretate le vacillazioni teoriche
vero risulta così essere il popolo dei presunti formattati. La lettera a Scardovelli prosegue in una sua seconda parte, ma qui, davvero, si innesta per- e tutte le oscurità di questo testo-pasticcio, a dire il vero esem-
fettamente il problema posto dal Manifesto della Banotti & compagne: «La parità di retribuzione è un nostro diritto, ma la nostra oppressione è un’al-
tra cosa. Ci basta la parità salariale quando abbiamo già sulle spalle ore di lavoro domestico?» Perché questo odio per la casa? Forse ciò dischiude plificativo di tutta una serie di riflessioni sul dPR 448 completa-
un nesso con quanto provavo a dire a Scardovelli, nella prima parte della mia lettera. Il pensiero di Giulietto Chiesa sulla politica come movimento mente fuori strada. Si tratta di una serie purtroppo numerosa.
dal basso ci aiuta a sostare su questi a tutta prima paradossali rovesciamenti. Michele G. Bianchi Michelangelo Abbate Trovato
L’ATTUALITÀ, pag. 16 N. 5/6 - MAGGIO/GIUGNO 2020

L’ATTUALITÁ
Editore: Movimento G. Salvemini, fondato nel 1962
Comitato d’Onore CERCA, TROVA E PROTEGGI I TUOI SOGNI
Direzione: Via Lorenzo il Magnifico 25
00013 Fonte Nuova (Roma)
del periodico “L’Attualità” Ottantotto tasti bianchi e neri che si susseguono nella loro unifor-
mità e linearità, sette note che si ripetono racchiuse in ottave di-
(in ordine alfabetico) ventano, attraverso dita che volano sulla tastiera, melodia
Direttore responsabile Dott. Antonietta Anzalone (pubblicista); Prof. Giuseppe dell’emozione che fa capo al cuore. In un crescendo e decrescendo
Sen. Prof. C. G. S. Salvemini Bellisario (cardiologo); Prof. Giorgio Bosco (Ambascia- in dieci ottave i sentimenti, come le note, spaziano dal diesis al be-
tore); Dott. Liana Botticelli (Dama Comm. S. Sepolcro); molle e in un euritmico saliscendi le note gestiscono l’emozione
(Vice Governatore Dott. Filippo Chillemi (Dir. “Nuova Impronta”); Prof. Fer- dell’animo in un’armonia di sentimenti. Francesco Grieco (nella
dell’Unione Mondiale degli Stati) ruccio Ciavatta (Docente universitario); Conte Prof. Fer- foto), pianista, ha iniziato a suonare all’età di dieci anni, quando
(cell. 347.0333846) nando Crociani Baglioni; Prof. Francesco D’Episcopo si iscrive alla scuola media, indirizzo musicale. Alla sua scelta di
(Doc. Università Federico II, Napoli); Prof. Claudio De suonare la chitarra i professori in fase di prova, lo inseriscono
Condirettore Rose (Presidente Emerito Corte dei Conti); Prof. Francesca nella classe pianoforte per la caratteristica delle sue mani adatte a
Sen. Prof. Florinda Battiloro Ferragine (psichiatra-psicoterapeuta); Prof. Franco Ferra- tale strumento. Inizia così un percorso musicale, nato un po’ per
(Unione Mondiale degli Stati) rotti (sociologo); Sen. Pietro Fratantaro (Governatore del- caso e un po’ per fortuna, che sigilla un patto di passione tra Fran-
l’U.M.S.); Sen. Diego Gattuccio; Don Riccardo Giordani cesco e il pianoforte. La sua musica, partendo da interpretazioni
Condirettore vicario (Duca di Willemburg); Prof. Pierluigi Lando (psichiatra); legate strettamente alla lettura dello spartito, abbraccia oggi ciò che egli aveva e ha dentro, esprime
Prof. Gabriele Zaffiri Amm. Stefano Madonna; Prof. Alessandro Massimi (Doc. nella sua pienezza il suo Io, si caratterizza e si impregna della identità che si forma pian piano in
Vice direttori: Dottrine giuridico-economiche); Sen. Col. Giancarlo Mar- chi apprende forte e meticolosamente da un grande Maestro, Fabio Schiano, che gli ha insegnato
Adalgisa Biondi, tini; Dott. Carmelo Monello di Borsod (pubblicista); Dott. a pensare che la musica non è solo ciò che si trova sullo spartito, ma è anche ciò che si ha dentro.
Emiliano F. Caruso, Eugenio Morelli (scrittore); Sen. Gen. Prof. Stefano Mu- Ogni esecuzione di Francesco, un misto di tecnica che egli ha sviluppato attraverso lo studio della
Paolo Macali, race (Marchese di Costaviola della Magna Grecia); Gen. musica classica, soprattutto lirica, lo porta a differenziarsi nella improvvisazione sfociando nel-
Enrico Muzi (Guardia di Finanza); Gen. C. A. Rocco Pa- l’esclusività. “Credo, afferma Francesco, che la cosa più importante nella musica è emozionarsi. In
Capo redattore: nunzi; Comm. Dott. Rodolfo Ricottini (medico chirurgo); questi giorni, in cui nel nostro Paese si vive un momento difficile, eseguendo l’inno di Mameli, ho
Enrico Forlani Prof. Tito Lucrezio Rizzo (già Consigliere Capo Servizi del provato l’emozione e l’orgoglio di essere Italiano”. Tutte le volte che Francesco si avvicina al pia-
Quirinale); Prof. Natale Santucci (neurochirurgo); Comm. noforte, si accomoda sullo sgabello e alza la calatoia, accende l’entusiasmo, la passione e si lascia
COMITATO DI REDAZIONE Giancarlo Serafini (Lions Roma Palatinum); Sen. Prof. trasportare nel Regno dell’inconsistente perfezione della melodia. E, ascoltando la sua musica si at-
Elena Andreoli, Anna Maria Ballarati, Giustino Setteducati (U.M.S.); Gen. C.A. Bruno Simeone; traversano le stanze segrete delle proprie emozioni fino a raggiungere la purezza della propria es-
Antonio Bartalotta, Lisa Biasci, Liana Prof. Aurora Simone Massimi (Cavaliere O.M.R.I. e gior- senza. All’improvviso ridi, piangi, odi, ami, rifletti, ti lasci andare in un suono che ha il potere di
Botticelli, Gianfederico Brocco, Emilia- nalista); Prof. Giulio Tarro (Scienziato, PhD-Md); Gen. riportarti indietro nel momento stesso in cui ti porta avanti. E in questo andirivieni, se ascolti bene,
no Caruso, Valentina Cerenza, Mario CC. Raffaele Vacca; Dott. Salvatore Veltri (Direttore At- senti il messaggio intimo e forte di Francesco: “Cerca, trova e proteggi i tuoi Sogni. Credi in essi e
Coletti, Antonietta Del-Bue Prencipe, tualita.it); Gen. Rocco Viglietta; Prof. Gabriele Zaffiri in te stesso e, per realizzarli, non mollare mai!” Ilaria Rossi
Nicoletta Di Bello, Michele Forte, (giornalista).
Diego Gattuccio, Marina Giudicissi,
Fiorella Ialongo, Andrea Lando, Anton-
luca Lando, Pier Luigi Lando, Alessan-
dro Massimi, Eugenio Morelli, Maria NOCEBO – PLACEBO CLOISONNÉ
Rosa Nicastri, Lucilla Petrelli, Aurora È una tecnica di decorazione artistica a smalto, nella quale dei sottili fili spesso di rame, vengono
Simone Massimi, Liliana Speranza, (Un dialogo immaginario) saldati ad una lastra di supporto dell'opera da costruire cellette, zone rilevate dal metallo dove
Stefano Valente, Nico Valerio, Caterina
Zonno. Dottore, con tutte queste notizie sulla pandemia ho scoperto di avere viene colato dello smalto, ottenendo un mosaico di tessere circoscritte dai listelli metallici. È una
99 malattie. Lei soffre di ipocondria grave, signora! Mmmh, al- tecnica di tipo "additivo" di materia smalto su metallo. La tecnica artistica del cloisonné è anti-
lora sono 100! Chiamo subito il Ministero della Sanità per un cor- chissima, addirittura conosciuta nell'antico Egitto, dai Goti e dai Longobardi. Lo smalto cloisonné
Capi Redattori Regionali done sanitario di contenimento del coronavisus. Macché si diffuse anche col nome di lustro di Bisanzio, in Francia, poi in Germania, nelcentro Italia del XIII
Lombardia: Ferruccio Ciavatta. coronavisus, signora mia, si dice coronaviru! No, dottore. è che il secolo fu introdotta la variante del cloisonné traslucido, attestato, ad esempio, da opere quali il ca-
Piemonte: Nino Nemo. coronavisus ha incontrato il coronavirus e ha creato il covid-19, che lice di S. Francesco d'Assisi dell'orafo mediaevale Guccio di Mannaia, nel 1290 circa. La tecnica
Valle D’Aosta: Pietro Buttiglieri. infetta e fa morire. vuole sapere perché si chiama covid -19? Certo, e la sua diffusione avvenne anche in Estremo Oriente.
Trentino-Alto Adige:Tullio Dalla Piccola certo. Co-vi-d-19 è l'acronimo di Cornuto vivente deficiente, dici I primi reperti risalgono alla Cina del XV secolo col nome di Jintailan, letteralmente Jingtai in blu,
Friuli-Venezia Giulia: Pietro Jacono anno' ve'. Iamme bell, ja. Jamm a c'mover, signora. Covid -19 è poiché dedicata esclusivamente alla corte imperiale, all'epoca vestita di blu, dell'imperatore Jin-
Veneto: Eugenio Morelli. l'acronimo di CO-rona VI-rus D-isease. CO è il diminutivo della gtai (1450-1456 circa) della dinastia Ming. Nel cloisonné cinese del XVIII secolo la precedente sal-
Liguria:Andrea Monteverde dicitura Corona, VI indica Virus, D è l'iniziale della parola in- datura del rame allo smalto venne in gran parte sostituita con la colla di riso, che veniva bruciata
Emilia Romagna:Maurizio Bellavista glese Disease, che in italiano significa malattia. 19 indica l'anno durante l'applicazione a caldo dello smalto.
Toscana: Grazia M. Tordi; Luciano Masolini della scoperta, a dicembre. Come è bravo a parlare, dottore. È La temperatura necessaria per fondere la pasta di smalto varia in funzione del tipo di smalto, poi-
Marche: Daisy Alessio anche poliglotta. Ma io che faccio? Ho paura che mi venga la feb- ché alcuni hanno punti di fusione più alti di altri. Poiché il calore determina una contrazione dello
Umbria: Gabriel Zaffiri bre, la tosse, ho paura di non respirare più, ho paura di morire, ho smalto, a ogni cottura è necessario aggiungere altra pasta. L'oggetto viene quindi accuratamente le-
Lazio: Lucilla Petrelli, Antonio Bartalotta. paura di ammalarmi e di andare in ospedale perché non ci sono dot- vigato in modo da far emergere bene i fili, per rimuovere eventuali sbavature dello smalto e con-
Campania: Florinda Battiloro. tori che sono d'accordo sulla cura da adottare. Ho paura di prendere ferirgli una superficie uniformemente liscia. Infine il paziente procedimento di lucidatura,
le medicine per gli effetti collaterali. E poi, dottore, lo sa che "anche utilizzando polveri sempre più fini, fa sì che lo smalto cloisonné si presenti con tutto il fascino
Abruzzo: Maria Assunta dé Frassine. della sua patina traslucida. Maurizio Guerra
Molise: Leda Panzone Natale la nostra società è come un ipocondriaco, talmente ossessionato
Puglia:Mariannina Sponzilli. dalla sua salute finanziaria da aver perso la capacità di rimanere

IL SIMBOLO DELLA CORONA FERREA


Basilicata: Giustino Setteducati. sano?" Dottore, che faccio? Senta, signora, per lei le medicine
Calabria:Antonio Bartalotta, Michele Biafora. sono un NOCEBO e hanno su di lei un effetto nocebo. Mi scusi
Sicilia: Giuseppe Canale. dottore, cosa significa Nocebo? È che lei si inventa gli effetti col-
Sardegna: Annamaria Chirigoni. laterali del farmaco, sebbene il farmaco non gliele procuri. Lei è
talmente suggestionabile che, temendo l'insorgere di un sintomo, La Corona Ferrea custodita nell’altare della Cappella di Teodolinda è uno dei prodotti di oreficeria
CORRISPONDENTI DALL’ESTERO ne favorisce la comparsa. Ah! E che faccio se mi viene un effetto più importanti e densi di significato di tutta la storia dell’Occidente. Conservatasi miracolosamente
Albania: Aubert Cecchini collaterale immaginario? E se mi viene l'effetto collaterale della se- fino ai nostri giorni, la Corona è composta da sei piastre d’oro – ornate da rosette a rilievo, castoni
Argentina: Rosa Cecconi conda medicina? Così va il mondo, signora cara! Dotto', ma me di gemme e smalti – recanti all’interno un cerchio di metallo, dal quale prende il nome di “ferrea”,
Belgio:Francis e Richard Dessart, Francoise Vercruysse pigliate ppe scema? Io song pure ipocondriaca ma vuje dotto' site che un’antica tradizione, riportata già da sant’Ambrogio alla fine del IV secolo, identifica con uno
Canada: Susan Ye malato in capa. Statti bbonu! Gerardina Russoniello dei chiodi utilizzati per la crocifissione di Cristo: una reliquia, quindi, che sant’Elena avrebbe rin-
Costarica: Olga Coll venuto nel 326 durante un viaggio in Palestina e inserito nel diadema del figlio, l’imperatore Co-
Croazia: Sania Mihalina stantino. La tradizione, che lega la Corona alla passione di Cristo e al primo imperatore cristiano,
Federazione Russa e C.S.I.: Franco Pichi spiega il valore simbolico attribuitole dai re d’Italia che l’avrebbero usata nelle incoronazioni per
Francia: Franco Pichi, Jean Claude Leroy attestare l’origine divina del loro potere e il loro legame con gli imperatori romani.
Germania: Giancarlo Sordon Recenti indagini scientifiche fanno prospettare che la Corona deriva da interventi realizzati tra il IV-
Gran Bretagna: E. Caprarella, C. Di Massimo V e il IX secolo, possa essere un’insegna reale tardo-antica, forse ostrogota, passata ai re longobardi
Moldavia: Aubert Cecchini e pervenuta infine ai sovrani carolingi, che l’avrebbero fatta restaurare e donata al Duomo di
Olanda: Teresa Van Der Hallen, Tosca Poggialini
Portogallo: Maria Rego Qualità e cortesia Monza. Nel 1354 papa Innocenzo VI sancì come diritto indiscusso – anche se poi disatteso – del
Romania: Giovanni Maggi Duomo di Monza di poter ospitare le incoronazioni dei re d’Italia, mentre nel 1576 san Carlo Bor-
Serbia: Dubravka Stegnjaic al servizio romeo vi istituì il culto del Sacro Chiodo, in modo sia da rendere ufficiale il riconoscimento del dia-
Spagna: Maria Josè Vidal Vidal dema come reliquia, sia di legarlo a un altro Sacro Chiodo che secondo la stessa antica tradizione
sant’Elena avrebbe fatto forgiare a forma di morso per il cavallo di Costantino, come ulteriore me-
Thailandia:Alessandro Marmello dei clienti tafora dell’ispirazione divina nel comando dell’Impero. Maurizio Guerra
Usa: Teresinka Pereira
Stampa: digitaledigitale srl
Via Emilio Salgari 14/16 - Roma NASCE IL CANALE TELEGRAM
Attività editoriale di natura
non commerciale A metà aprile è sbarcata sulla piattaforma Telegram l’informazione del Ministero della Salute. A
(art. 4, D.P.R. 26/10/72, poche ore dal lancio, in meno di 24 ore, il canale sulla piattaforma di messaggistica istantanea del
n 633 e successive modifiche) Ministero ha raggiunto oltre 200mila follower ed è diventato il canale più seguito in Italia. Tutti gli
Gli articoli firmati e le foto,
utenti iscritti, come si apprende da fonti ministeriali, potranno ricevere in modo istantaneo tutte le
inediti ed esenti da vincoli edito- informazioni sanitarie ufficiali con particolare riguardo alle notizie relative al Covid-19. Gli
riali, esprimono le opinioni
aggiornamenti sul nuovo coronavirus hanno dunque un nuovo importante strumento per informare
personali degli autori. La Dire-
zione, in base agli spazi disponi-
bili, si riserva la facoltà di sele-
zionare ed abbreviare gli articoli
ANCHE SERVIZIO A DOMICILIO in modo rapido e rendere più forte la relazione tra i cittadini e le istituzioni. Mirko Riccelli
pervenuti. In linea di massima la
collaborazione è a titolo gratuito.
È prevista una retribuzione solo
per i praticanti pubblicisti e per i
corrispondenti dall’estero.
Punto di distribuzione
Tiratura programmata: del periodico L’Attualità.
100.000 copie

RICETTA DEL MESE BUON COMPLEANNO, TORO


Scaldate il forno a 18° gradi È attraversato dal Sole tra il 2° Aprile e il 20 maggio di ogni anno.
grattuggiate le barbabietole Occupa lo spazio dello Zodiaco compreso tra il grado 30 il grado 59.
e mettetele in uno scolapa- Il segno simboleggia: il rigoglio nel periodo avanzato della prima-
sta. Battete le uova con lo vera l’abbondanza delle forme create dalla natura. Secondo l’esote-
zucchero, aggiungete la fa- rismo astrologico di Alice Balley. Il Toro è legato alla seconda fatica
rina il lievito e l’olio. Fate di Ercole (la cattura del Toro di Creta). Minosse possedeva un toro
sciogliere il cioccolato con sacro nato dal mare e destinato ad essere sacrificato allo stesso re.
latte. Quando tutto è ben La leggenda narra: Euristeo fece sapere ad Ercole che era necessa-
amalgamento unite le man-
dorle e le barbabietole, ver- rio che egli si recasse nell’isola di Creta, dove viveva il Toro, per
sate in un una teglia e catturare l’animale e portarlo nel continente.
infornate per 50 minuti Ercole portò a termine anche questa seconda fatica: prese per le
circa. Marina Giudicissi corna il Toro, lo spinse nel mare, lo cavalcò come fosse un cavallo
e raggiunse la terraferma. L’animale simboleggia la sessualità che si
deve imparare a guidare e dominare. Marina Giudicissi