Sei sulla pagina 1di 2

Direttori: Arciprete Don Salvatore Cipri & Vice Parroco Don Giacomo Putaggio - Direttore Responsabile: Alessandro Palermo.

Notizie Pastorali

Sabato 1 Gennaio
Maria Madre di Dio
Capodanno - 44° Giornata della Pace
Pastorale giovanile
Le Sante Messe
seguono l’orario Nascono due gruppi di giova-
ni: gli universitari e i ragazzi
festivo: ore 9.00 14 -16 anni.
Chiesa di S. Antoni- Lo scorso mese di dicembre,
no - ore 10.00 si è costituita questa nuova
Chiesa del Crocifis- realtà parrocchiale. Il gruppo
so - ore 11.00 e degli Universitari si incontra
18.00 Chiesa Ma- ogni quindici giorni, il vener-
L’AUGURIO PER IL NUOVO ANNO dre.
dì alle ore 21.00, il gruppo
dei ragazzi ogni quindici gior-
“noi confessiamo la ni, il sabato alle ore 17.00.
Inizia un nuovo anno da vivere alla Vergine santa Madre Sabato 11 Dicembre, nei
luce della fede, esso è dono pre- di Dio (Theotokos), essendosi il Verbo di Dio incar- locali dell’ex. Madrice, i ra-
nato e fatto uomo”. Concilio di Efeso, anno 431 gazzi del gruppo giovani,
zioso di Dio. hanno vissuto, insieme e in
La solennità della “Madre di Dio”, Giovedì 6 Gennaio modo sano, un momento di
che ne segna l’inizio, è un auspicio Epifania del Signore festa.

perché chiunque può viverlo sotto Le Sante Messe Gruppo Liturgico


la protezione di Maria che resta il seguono l’orario
festivo: ore 9.00 Lo scorso mese di novembre
vero modello di fede. Chiesa di S. Anto- si è costituito un gruppo per
Dio, nella pienezza dei tempi, ha la cura della liturgia nella
nino - ore 10.00 nostra parrocchia.
inviato il Suo Figlio che è nato da Chiesa del Croci-
una donna per abbracciare fisso - ore 11.00 Convegno Diocesano
Chiesa Madre. 3 - 4 Gennaio
l’umanità. Alle ore 17.00 in Una si-
In forza di questo mistero gli anni, P. Alicia: arrivo dei gnificativa
esperien-
i mesi, i giorni e gli attimi della vita Magi, Santa Messa
za di co-
di ogni persona diventano luogo celebrata nel Pre- munione
sepe vivente, fuga in Egitto e tradizionale ecclesiale
per lodare, benedire Dio. “calata degli angeli”. attraverso
Il nuovo anno sia per tutti foriero momenti
Settimana di preghiera per l’unità dei di preghiera, di ascolto e di
di bene, di pace e di ogni benedi-
cristiani confronto.
zione di Dio. 18-25 Gennaio Per le prenotazioni e adesio-
“erano assidui nell’ascoltare l’insegnamento degli ni rivolgersi in parrocchia
Don Salvatore Cipri
apostoli e nell’unione fraterna, nella frazione del pa- entro e non oltre il 30 dicem-
Don Giacomo Putaggio
ne e nelle preghiere”. bre.
Don Vito Genua A.P.
L'Azione Cattolica al servizio della
GENNAIO E IL TERREMOTO
comunità parrocchiale Correva l’anno 1693 e, secondo la
“Storia critica delle eruzioni
Noi, soci dell'A- dell’Etna” di Alessi, in quest’anno
zione Cattolica, l'8 diversi terremoti colpirono la no-
Dicembre abbia- stra isola. L’11 di Gennaio, a notte
mo rinnovato la fonda, lievi scosse di terremoto si
nostra adesione Domenica 2 Gennaio fecero sentire nella città di Salemi.
col tesseramento II di Natale - Gv. 1,1-18 Si racconta che il popolo di Sale-
davanti alla comu- mi rivolse preghiere e digiuni alla
nità. Abbiamo così … in principio era il Verbo, e il Verbo era presso Vergine del Soccorso. La città
Dio e il Verbo era Dio ... restò incolume. Nell’anniversario,
dichiarato pubbli-
camente la nostra Giovedì 6 Gennaio in rendimento di grazie, il popolo
scelta personale di metterci al servizio degli celebrò un solenne triduo nella
Epifania del Signore - Mt. 2,1-12
altri e, come laici responsabili, essere testimoni Chiesa di S. Agostino. Da allora
del Vangelo nella quotidianità. La nostra è una … Entrati nella casa, videro il bambino con Maria ogni anno venne celebrato questo
piccola casa che vuole ampliarsi ed elevare le sua madre, si prostrarono e lo adorarono … triduo che in questi ultimi 40 anni
sue mura per accogliere una famiglia numero- è diventato anche occasione di
sa. L'A.C. è condivisione e per questo propo-
Domenica 9 Gennaio ricordo del terremoto del 1968.
Battesimo del Signore - Mt. 3,13-17 Nella notte tra il
niamo il cammino dell'Azione Cattolica ai tanti
… “Questi è il figlio mio, l’amato: in lui ho posto il 14 e il 15 Gen-
amici ed estimatori, ai sodalizi e alle varie asso-
mio compiacimento” ... naio un violento
ciazioni della chiesa e della società civile che terremoto colpì
operano nel nostro territorio. In un'epoca se-
gnata da lacerazioni e divisioni è necessario Domenica 16 Gennaio la Valle del Beli-
II Tempo Ordinario - Gv. 1,29-34 ce. Le case del
essere uniti, trovare punti d'incontro e di dialo- centro storico e
go, sentirsi affratellati e costruire assieme itine- … “Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie i peccati alcune chiese vennero distrutte. Il
rari operativi di formazione umana e cristiana. del mondo!” ... castello e la Madrice subirono
Per dare credibilità alla nostra missione cer- alcuni danneggiamenti. Il terremo-
cheremo di adoperarci, ognuno secondo le sue Domenica 23 Gennaio to causò l’abbandono del centro
possibilità, per portare avanti iniziative qualifi- III Tempo Ordinario - Mt. 4,12-23 storico e la demolizione della no-
cate volte al bene comune nel nome del Signo- … “Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino”. stra Chiesa Madre. Un nuovo
re. Ma abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti per centro abitato ha cambiato il volto
crescere assieme, camminando fianco a fianco Domenica 30 Gennaio della città.
per diventare veri testimoni dell'amore di Dio. IV Tempo Ordinario - Mt. 5,1-12a La perdita della Madrice rimane
Confidando nella vostra adesione, tutti noi, tutt’oggi l’evento più drammatico
… Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno di fronte al patrimonio storico,
associati dell'Azione Cattolica, vi aspettiamo. consolati … Beati i puri di cuore, perché vedranno culturale e artistico della nostra
Dio ... Salemi.
I Soci dell’A.C. A.P.

Il Bambino con il pigiama a righe


Siamo nel mese di gennaio, mese in cui ricordiamo la giornata della Shoah (27 Gennaio) e raccontare per immagini la follia
dei campi di sterminio e il dramma umano dell'olocausto può risultare difficile e rischioso se non si è Roman Polanski (" Il
pianista") o Steven Spielberg ("Schindler's List"); raccontarlo traendolo da un best seller di successo può esserlo ancora di più:
non sempre si riesce ad evitare la trappola di tradire lo spirito del libro e a rispettarne atmosfere e finalità, soprattutto quando
si tratta di riaprire ferite che il tempo non ha ancora sanato, rievocando un'epoca buia a tragica che ha segnato il punto più
alto della lacerazione della coscienza collettiva. Pur trattando un argomento, come la Shoah, di cui è stato raccontato tutto il
raccontabile, esaurendone tutti i significati, il regista Mark Herman, adattando il romanzo omonimo di un giovane scrittore
irlandese, John Boyne, che ha collaborato alla sceneggiatura, è riuscito nella difficile impresa di raccontarcelo in modo nuovo
e soprattutto in modo originale e a ricordarci la tragedia di un'epoca, facendocela rivivere attraverso gli occhi di un bambino,
anzi di due: uno tedesco, Bruno, e l'altro ebreo, Shmuel; il primo figlio di un gerarca nazista, comandante di un campo di
concentramento; l'altro un indifeso ragazzino internato insieme al padre proprio in quel campo. Favola malinconica sullo
sfondo di un allucinante fatto storico, "Il bambino con il pigiama a righe" è un film che, eludendo cliché, effetti speciali, pateti-
smi e scene consolatorie, senza mai esagerare con gli eccessi, emoziona e stupisce nel mostrare a quale livello di barbarie può
retrocedere l'uomo, per poi lasciarci sconcertati con un finale che ti uccide dentro. Ma nello stesso tempo non cade nell'erro-
re di criminalizzare un intero popolo, mostrando anche i sentimenti di coloro che si sono opposti, o hanno tentato di oppor-
si, a tanto orrore. Ciononostante il film non offre nessun appiglio di riconciliazione dell'umanità con il suo passato, ma anzi si
sforza di illuminare le giovani generazioni, per far si che la memoria resti viva, sempre. Fino a quando non apparirà chiaro per tutti che continuare a ripercor-
rere la memoria è necessario per non considerare mai estinto il debito con il nostro passato e la nostra storia.
Don Giacomo Putaggio

Indirizzo: P.za I. Lampiasi, 91018 Salemi - TP / Telefono Madrice: 0924-982596


Cell. Padre Cipri: 33o663202 / Cell. Don Giacomo: 3478443983 / Cell. Don Vito: 3493840272
e-mail Parrocchia: madricesalemi@live.it Sito Web: www.matricesalemi.blogspot.com