Sei sulla pagina 1di 4

LEGGI SULLA VALUTAZIONE ALL INTERNO DELLA LINEA DEL TEMPO

riforma 148 del 90 che ribadisce che la valutazione � un atto colleggiale perch�
chiama in causa i consigli di classe e i moduli. � destinata alla primaria ma
ricade anche sugli altri ordini di scuola.
- dpr 275 del 99 determina il regolamento sulla autonomia dela scuola e all' art 4
fa rifeimento alla valutazione degli aluni e chide una valutazione sommativa e
finale (qualit� e quantit�) dei risultati ottenuti
comma 6 scuola secondaria, chiede di riconoscere i crediti ottenuti durante gli
anni scolastici. art 6 comma 1 chima i docenti a formulare una progettazione
formativa e ricerca valutativa. la scuola � prima del 99 era divisa in trimestri ma
con l' autonomia la scuola puo definire i tempi e le scadenze di valutazione, l'art
10 indcava i nuovi modelli delle certificazione che dovevano riguardare le
competenze, le conoscenze.
- definizione delle competenze con la riunione del consiglio europeo a lisbona nel
2006: le 8 competenze europee. 4 competenze trasversali e 4 disciplinari.
decreto legge 137 del 2008 art 3 invita un problema di regolamento per il
coordinamento per tutte le norme vigententi
1. la valutazione finale � fatta colleggialmente con tutti i docenti della classe
2. si introduce la valutazione del comportamento effettuata in forma colleggiale
attraverso nu giudizio definito dal collegio dei docenti.
3.La certificazione delle competenze espressa in 10 � accompagnata da un giudizio
globale.

tuto quresto fino alla circolare 10 del 2009 che indica i criteri di qualita per
effettuare la valutazione
1. finali� formativa:
2. trasparenza
3. equit� in garanzia per la valutazione effettuata
4.
la valutazione deve mantenere la valenza formativa
ha un carattere interno (effettuato dal docente e dal collegio) e esterno
(valutazione fatto dall' istituto delle invalsi per verificare le competenze di
italiano matematica e lingue straniere).
-legge 192 del 2009 legislislazione vigente

cosa valutare?
si deve valutare sugli
-apprendimenti (conoscenze abilit�)
-comportamenhto
- valutazione e certificazione delle competenze
e non pi� valutazione degli alunni ma valutare i processi di apprendimento
perch� valutare?
per verificare i processi di apprendimento

Molto importante � la Verifica


le verifiche sono degli stumenti che consentono di avere una valutazione quanto piu
e scientifica possibile per cui mentre la verifica accerta e verifica la
valutazione certifica la comprensione definitiva, la qualita dell istruzione le
prestazioni finiali e consente di potre certificare le competenze certificate .
la valutazione esprime un giudeizio sull efficacia (qualita) e sulla efficienza
(quantita) del processo di apprendimento e quello do insegnamento

1. corresponsabilita del team docente


2. coerenza con quanto e stato pianificato e quanto e stato raggiunto
3. la trasparenza

lezoine 06/05
2009 nuova disposizione per la valutazione degli alunni di tutti gli ordini e gradi
- 1art sparisce il suggerimento di estendere l'uso dei moti del decreto precedente
e si deve tener conto del proc di apprendimento, il comportamento e il rendimaneto:
� la sottolineuatura dell'importanta della autovalutazione relativi all
acquisizione di conoscenze e processo formativo

-ai comma 4 e 5 ce un innovazione perche si sottolinea che nel pof dovessero essere
indicati e riportati la modalita per la valutazione e i criteri per la valutazione
in merito soprattutto all iter del processo (quali erano gli obbiettivi finali ,
quali erano quelli raggiunti e quindi la verifica).
fondamentale per avere valutazione efficazia sono: coerenza, omogeneita equita e
trasparenza.
gli obiettivi di app, i criteri dovevano essere inseriti nel POF.
in questa logica vengono indicate anche i criteri per non ammettere l'alunno all
anno successivo (ogni istituto poteva decidere in autonomia questi criteri)

ARTICOLI PER ORDINE DI SCUOLA


Primaria
-si ritorna alla valutazione con voti in decimi effettuata dal docente
colleggialmente
-la bociatura deve essere unanime e solo con specifica motivazione
-per quanto riguarda il comportamento la valutazione avviene attraverso criteri
condivisi (riportati in una tabella nel ptof e non ci si puo spostare da questi
criteri)
- art8 introduce la certificazione delle competenze
comma1 bisogna certificare le competenze certificate agli alunni, non ce piu la
valutazione in decimi (non si posssono dare voti ma bisogna certificali)

SECONDARIA DI I GRADO
- la valutazione periodica e finale espressa in decimi deve essere

legge 107/2015 = bouna scuola governo renzi

competenza deve essere descritta, il processo deve essere valutato in decimi


esame superiori: non basta la valtutazione delle materie ma � fondamentale la
valutazione dell alternanza scuola lavoro che deve essere valutata e certificata

ASL= oggi PCTO

lezione 9/05
La valutazione � fondamentale nel processo formativo, puo agevolare o danneggiare
la crescita della persona

valutazione
sommativa
formativa
narrativa
proattiva

oggetto competenze e capacit�

strumenti
prove stutturate
semistrutturate
non strutturata

nuovo umanesimo centralita della persona che apprende

3 valutazioni
tradizionale
innovativo
recente dalla legge moratti

dpr 275/99 fondamentale per l'insegnamento.

valutazione misurativa.
la ,isurazione consiste nell accertmento della quantit� delle conoscenze e della
quantita dei contentuti posseduti dagli alunni al termine delle azioni didattiche.
in questo caso significa misurare il quantum di sapere che la botte (recipiente)
alunno contiene. Il docente assume il ruolo di controllore al fine di garantire che
il sapore. l apprendimento e frutto di stimolo e risposta. la misurativa � centrata
sui prodotti.

valutazione Formativa
la valutazione non puo identificarsi con la misurazione del sapere, non puo
ignorare la formazione anzi essa stessa deve essere formativa cioe strumento di
formazione. la valutazione assume il carattere non selettivo ma orientativo,
diventa uno strumento che serve al docente per orientare l alunno sulla via
giusta,non per giudicarlo. Orientare significa giudare l allievo a esplorare se
stesso, a conoscersi nella sua interezza,a riconoscersi le proprie capacita e i
propri limiti, a conquistare la propria identita.

valutare significa non solo accertare la qualita del prodotto scolastico, ma anche
verificare l efficacia del percorso proposto dall insegnante e seguito dall alunno.
la valutazione-verifica comporta anche l'autovalutazione del lavoro svolto dall
insegnante: a volte il percorso tracciato non � il piu adatto,la colpa non sempre �
esclusivamente dell alunno.

riprogettare = cambiare il modo di insegnare (es covid)


rimodulare = rimodulare una progettazione gia esistente

molto importante nella vlutazione � la collegialit� che trova la sua massima


espressione nel consiglio di classe, che � il vero motore di tutta l attivit�
formativa e didattica di una scuola in cui le singole individualita devono
comporsi, fare gruppo, con la possibile mediazione del preside.

valutazione narrativa
tra i modelli di apprendimento e valutazione si assume un legame:
comportamentismo= valutazione sommativa
costruttivismo= valutazione formativa
Oggi si prospetta un epistemologia della valutazione centrata sull interpretazione
che si avvale di strumentazioni narrative,riflessive, introspettive e
autobiografiche. questa evoluzione � avvenuta perche la caratteristica principale
della nostra epoca � la diversit� che richiede processi di connsessione delle
differnze etniche,culturali,territoriali ecc
il nostro pensiero e sempre piu etnografico, nel senso che � capace di cogliere e
di accogliere le differenze.

bruner sostiene che uno degli elementi che rende efficace l apprendimento � da
identificare nel principio di prospsttiva cioe nel consurre gli alunni a sapere
osservare e pensare un evento,un concetto.
quindi fare significato con il isstema simbolico culturale, visto che i signifiati
sono molteplici

Valutazione narrativa.
l'alunno per compiere un percorso di apprendimento elabora un processo cognitivo
che rappresenta una biografia cognitiva,una stora cognitiva di quanto appreso,un
autobiogafia cogtnitiva che puo rimanere implicita e sfumata per il soggetto. la
narrative per bruner e cosi affascinante vhe non facciamo altro che applicare i
suoi modelli alla realta che ci circonda. essa dona forma alle nostre esperienze
quotidiane e spesso conferisce un titolo alla realt�.