Sei sulla pagina 1di 1

Letture di narrativa consigliate sul mondo interiore dell’infanzia

“La solitudine dei numeri primi” di Paolo Giordano, pubblicato recentemente da


Mondadori e vincitore del premio Strega 2008, è una romanzo che cattura subito l’attenzione
del lettore avvolgendola nell’emozione suscitata dalla storia dolorosa dei due protagonisti. Il
giovane autore conosce bene i numeri, essendo laureato in fisica teorica, e sembra conoscere
bene anche le conseguenze irreversibili che derivano dal tenere per sé un pesante segreto con
cui si deve sempre fare i conti crescendo, in solitudine. Mattia e Alice sono due ragazzi che,
seppur diversamente, condividono un’esperienza infantile che li cambierà per sempre
legandoli e separandoli al contempo. Proprio come quei numeri speciali, dice l’autore, che i
matematici chiamano primi gemelli vicini in quanto separati da un solo numero pari, ma mai
abbastanza per toccarsi davvero. Proprio come spesso accade a coloro che rinunciano all’
intersoggettività perchè hanno perso fiducia negli altri e, prima ancora, in sé stessi. Un bel
romanzo, scritto con notevole capacità descrittiva e introspettiva, commovente e ricco di
speranza
Mariagnese Cheli