Sei sulla pagina 1di 2

UNITA 55 - LE NORME GENERALI SUI COMPONENTI DEL REDDITO D'IMPRESA E LE

NORME GENERALI ...


1 Il principio di competenza fiscale è il criterio base:
Per imputare i componenti positivi e negativi di reddito tra i differenti periodi d'imposta
2 La deduzione dal reddito d'impresa dei compensi spettanti agli amministratori:
E' consentita da una deroga al principio di competenza, utilizzando il principio di cassa
3 In caso di acquisto di beni mobili, al fine di determinare l'esercizio di competenza in
cui dedurre il relativo componente negativo:
Si considera la data di spedizione del bene se contestualmente si verifica l'effetto traslativo
4 In caso di prestazioni di servizi continuativi, i corrispettivi si considerano conseguiti:
Nel periodo d'imposta in cui maturano
5 I ricavi formano reddito: Indipendentemente dall'imputazione a conto economico
6 E'possibile uno sfasamento di esercizi sociali tra imputazione di un costo a conto
economico e sua deduzione dal reddito: Si
7 In caso di costi riferiti indistintamente ad attività da cui derivano ricavi ed attività
da cui non derivano ricavi:
Sarà possibile dedurre il costo in base al rapporto tra ricavi che formano reddito e
ammontare complessivo di tutti i ricavi
8 Un costo è inerente: Quando esiste una stretta relazione di causa-
effetto tra lo stesso e le attività da cui derivano
componenti positivi tassati
9 Salvo eventuali deroghe, generalmente il costo fiscalmente riconosciuto:
Dovrà comprendere le quote di ammortamento già dedotte e gli oneri accessori di diretta
imputazione
10 In caso di esercizio di durata inferiore ai 12 mesi, per l'ammortamento dei beni
materiali strumentali bisognerà: Ragguagliare il valore alla durata del periodo d'imposta
UNITA 56 - IVA - PRINCIPI GENERALI E PRESUPPOSTI APPLICATIVI: PRESUPPOSTO
SOGGETTIVO, …
1 Qual è il soggetto che resta inciso dell'Iva nella vendita di un bene: Il Consumatore finale
2 Perché un'operazione sia rilevante ai fini Iva è necessario che si verifichino
congiuntamente: Il requisito oggettivo, soggettivo e territoriale
3 Se per un'operazione manca il requisito oggettivo ma è presente quello territoriale:
Non si applica alcuna aliquota essendo l'operazione irrilevante ai fini Iva
4 L'Iva si applica:
Sia alle cessioni di beni che alle prestazioni di servizi effettuate da soggetti passivi d'imposta
5 E' soggetto passivo la persona che esercita occasionalmente un attività economica:
No, in qualunque caso
6 Le società semplici sono soggetti passivi Iva: Se svolgono attività agricola
7 Il presupposto territoriale nelle cessioni di beni è verificato se:
La cessione dei beni è realizzata all'interno del territorio italiano
8 La cessione di un immobile situato in Italia realizzata da un impresa:
E' sempre rilevante in Italia ai fini Iva, chiunque sia l'acquirente
9 Una prestazione di servizio "generico" realizzata da un'impresa Italiana ad un
consumatore finale tedesco è rilevante ai fini Iva: Sempre in Italia
10 Una prestazione di servizio "generico" realizzata da un'impresa Italiana ad un
impresa francese è rilevante ai fini Iva: Sempre in Francia
UNITA 57 - LIQUIDAZIONI IVA, PERIODICITA' , VERSAMENTI E LIQUIDAZIONI
PERIODICHE, LIQU…
1 La posizione Iva nei confronti dell'Erario è data, tra l'altro, da:
La differenza tra l'Iva a debito e l'Iva a credito di un certo mese/trimestre
2 La liquidazione Iva può essere fatta: Mensilmente
3 Un professionista che ha realizzato nell'anno X un volume d'affari pari ad euro
200.000, nell'anno X+1:
Può scegliere di optare per la periodicità di liquidazione Iva trimestrale maggiorando
l'eventuale debito dell'1% di interessi
4 L'acconto Iva deve essere versato:
Per i contribuenti mensili o trimestrali sempre entro il 27 dicembre dell'anno
5 Un contribuente ha evidenziato nel dicembre 2015 un debito IVA di 1.000 e nel
dicembre 2016 presume di rilevare un debito IVA di 200. E' corretto dire che:
Il contribuente potrà versare per dicembre 2016 un acconto pari all'88% di 200
6 Quando dalla liquidazione periodica emerge un debito d'imposta il contribuente:
Deve versarlo sempre in un'unica soluzione se supera euro 25,82
7 Quando dalla liquidazione periodica emerge un credito d'imposta il contribuente:
Può utilizzarlo in compensazione (verticale) con l'Iva del periodo successsivo ed al ricorrere di
alcune condizioni può richiedere il rimborso o utilizzare in F24 il credito per compensazione
(orizzontale) con altre imposte
8 In caso di posizione Iva annuale creditoria di euro 4.000, il contribuente può:
Utilizzare il credito in compensazione (orizzontale) liberamente anche prima della
presentazione della dichiarazione IVA
9 In caso di posizione Iva annuale creditoria superiore ad euro 15.000, il contribuente
che ha cessato l'attività: Può chiedere il credito a rimborso prestando idonea garanzia
10 La dichiarazione Iva annuale và presentata:
Dai titolari di partita Iva, anche qualora non abbiano effettuato operazioni imponibili durante
l'anno