Sei sulla pagina 1di 11

Introduzione

La lingua albanese è una lingua indoeuropea e non si inquadra, come il greco moderno, in nessuna
sottofamiglia linguistica del ceppo indoeuropeo. Si distinguono due principali dialetti: il tosko (toskë) ed il
ghego (gegë); il primo è parlato al di sotto del fiume Shkumbin, sito geograficamente al centro del territorio
albanese, mentre il secondo è parlato al di sopra di quest’ultimo ed in Cossovo.

Si considera un dialetto del tosko l’arberesco (arḅëreshë), ossia l’idioma parlato dalle comunità albanofone
nell’Italia meridionale.
Fonologia
L’inventario consonantico della lingua albanese è illustrato dal seguente prospetto

Fonemi consonatici della lingua albanese

Labio-
Labiali Dentali Alveolari Post–alveolari Palatali Velari Glottali
dentali
Nasali m n ɲ ŋ
Occlusive p b t d c ɟ k ɡ
Affricate tt͡s dd͡z tt͡ʃ dd͡ʒ
Fricative f v θ ð s z ʃ ʒ h
Approssimanti l (ɫ) j
Vibranti r
Monovibranti ɾ

Le occlusive palatali /c/ e /ɟ/ sono soggette comunemente ad affricatizzazione, divenendo / tt͡ʃ/ e / dd͡ʒ/, nel
ghego.

L’inventario vocalico è illustrato dal prospetto che segue

Fonemi vocalici della lingua albanese

Anteriori Centrali Posteriori


Chiuse i y u
Semichiuse
Medie ə
Semiaperte ɛ ɔ
Aperte a
Ortografia
La lingua albanese utilizza l’alfabeto latino ed è caratterizzata da diversi digrammi. È costituito da 27lettere e
9 digrammi.

Di seguito una tavola sinottica dell’alfabeto albanese

Albanese IPA Albanese IPA


A a /a/ N n /n/
B b /b/ Nj nj /ɲ/
C c /tt͡s/ O o /ɔ/
Ç ç /tt͡ʃ/ P p /p/
D d /d/ Q q /c/
Dh dh /ð/ R r /ɾ/
E e /ɛ/ Rr rr /r/
Ë ë /ə/ S s /s/
F f /f/ Sh sh /ʃ/
G g /ɡ/ T t /t/
Gj gj /ɟ/ Th th /θ/
H h /h/ U u /u/
I i /i/ V v /v/
J j /j/ X x /dd͡z /
K k /k/ Xh xh /dd͡ʒ/
L l /l/ Y y /y/
Ll ll /ɫ/ Z z /z/
M m /m/ Zh zh /ʒ/
Morfologia
L’albanese è una lingua flessiva includendo le categorie flessive del genere, del numero, del caso e della
persona.

Nome albanese

Genere grammati cale

I generi nella lingua albanese sono due: maschile e femminile. Il genere neutro, presente nelle prime fasi
della lingua, è praticamente scomparso nel linguaggio moderno.

Il nome è morfologicamente marcato per la categoria del genere, il quale è individuabile dalla terminazione
della radice, cioè del sostantivo indeterminato singolare al caso nominativo/accusativo (marca zero).
Generalmente i nomi femminili sono terminanti in –ë ed in vocale. Mentre tut i sostantivi terminanti per
consonante sono maschili, ad eccezione di quelli terminanti nei nessi –ër, –ël, –ur e –ull, che possono
essere sia maschili che femminili.

Il sostantivo al caso nominativo/accusativo alla forma indeterminata ha marca zero, è da considerare perciò
coincidente con la radice del nome al numero considerato.

Si osservi che esistono sostantivi che si comportano come maschili al singolare e come femminili al plurale,
tali sostantivi sono detti ambigenere.

Categorie fl essionali

Il sostantivo albanese è morfologicamente marcato per le categorie del genere, del numero, del caso e per
la categoria della determinatezza1. Come già anticipato, il genere può essere femminile e maschile; per il
numero si distingue il singolare ed il plurale; i casi sono cinque: nominativo, accusativo, genitivo, dativo,
ablativo.
Il nome è marcato, a seconda della determinatezza, da una sorta di articolo enclitico che è tipico di ogni
caso.
Tutti casi possono essere retti da una preposizione, ad eccezione del dativo. ***Il genitivo ed il dativo
presentano le medesime terminazioni, d’altra parte il primo è caratterizzato dalla presenta di un articolo
preposto, il quale si accorda in genere, numero e caso con il sostantivo determinato. *** (Da posporre)

L’aspetto più problematico della flessione nominale nella lingua albanese risiede nella differenza tra la
radice singolare e quella plurale 2 del sostantivo. Ciò avviene in misura maggiore per i sostantivi maschili ed
in misura minore per i sostantivi femminili.

1 Da[Sot06].

2 Cioè tra il sostantivo indeterminato singolare e plurale.


Flessione nominale

Flessione del sostanti vo femminile

A seguire uno schema sinottico della flessione del sostantivo femminile

Singolare Plurale
Indetermi Determin Indetermi Determin
nato ato nato ato
3
Nominativo – –a/–ja – –t(ë)4
Accusativo – –n(ë)4 – –t(ë)4
Genitivo/D
ativo –e –s(ë)4 –ve –ve
4
Ablativo –e –s(ë) –sh –ve

Come già anticipato, il sostantivo indeterminato al nominativo/accusativo ha marca zero, cioè coincide con
la radice del sostantivo, dunque i trattini indicano le radici del sostantivo al singolare ed al plurale. Si osservi
come le terminazioni singolari vadano aggiunte alla radice singolare, come quelle plurali vadano aggiunte
alla radice plurale. La maggior parte dei sostantivi femminili presentano la radice sia singolare che plurale
terminante in –ë;
Si riscontrano i seguenti fenomeni di alterazione morfosintattica:

1) L’aggiunta di un suffisso iniziante per vocale comporta l’apocope della vocale finale della radice.
1b) Tale fenomeno NON si manifesta se la radice termina in –i tonica.

Esempio 1) Si fa un esempio con la flessione del sostantivo gjuhë (lingua)

Singolare Plurale
Indetermin Determin Indetermin Determin
ato ato ato ato
Nominativo gjuhë gjuh-a gjuhë gjuhë-t
Accusativo gjuhë gjuhë-n gjuhë gjuhë-t
Genitivo/Da
tivo gjuh-e gjuhë-s gjuhë-ve gjuhë-ve
Ablativo gjuh-e gjuhë-s gjuhë-sh gjuhë-ve

Esempio 1b) Con il sostantivo liri (si osservi come la radice singolare non venga apocopata in seguito
all’aggiunta delle terminazioni inizianti per vocale e come venga aggiunta la ë ai suffissi consonantici
essendo la i di fine radice tonica)

Singolare Plurale
Indetermi Determin Indetermi Determin
nato ato nato ato
Nominativo liri liri-a liri liri-të

3 Per sostantivi la cui radice singolare termina in –e o in –a.

4 La vocale tra parentesi si presenta qualora la radice termini in vocale tonica.


Accusativo liri liri-në liri liri-të
Genitivo/D
ativo liri-e liri-së liri-ve liri-ve
Ablativo liri-e liri-së liri-sh liri-ve
2) Altri sostantivi femminili presentano la radice singolare terminante in –ë, mentre la radice plurale
in –a con mutazione vocalica.

Esempio 2) Il sostantivo nënë (madre) (radice plurale: nena):

Singolare Plurale
Indetermi Determin Indetermi Determin
nato ato nato ato
Nominativo nënë nën-a nena nena-t
Accusativo nënë nënë-n nena nena-t
Genitivo/D
ativo nën-e nënë-s nena-ve nena-ve
Ablativo nën-e nënë-s nena-sh nena-ve

3) I sostantivi femminili con radice singolare terminante in –ër o –ël, presentano radice plurale
terminante in –a e con sincope della ë. Tale sincope si manifesta anche nella radice singolare
qualora si aggiunga un suffisso iniziante per vocale, mentre l’aggiunta di un suffisso iniziante per
consonante comporta lo spostamento della ë a fine radice.

Esempio 3) Il sostantivo motër (sorella) ha radice plurale motra

Singolare Plurale
Indetermin Determin Indetermin Determin
ato ato ato ato
Nominativo motër motr-a motra motra-t
Accusativo motër motrë-n motra motra-t
Genitivo/Da
tivo motr-e motrë-s motra-ve motra-ve
Ablativo motr-e motrë-s motra-sh motra-ve

4) Vi sono altri sostantivi che presentano alterazioni irregolari

Esempio 4) Il sostantivo femminile grua (donna) diviene gra al plurale. Si osservi la terminazione del
nominativo determinato (vedasi nota 3).

Singolare Plurale
Indetermin Determin Indetermin Determin
ato ato ato ato
Nominativo grua grua-ja gra gra-të
Accusativo grua grua-n gra gra-të
Genitivo/Da gru-e grua-s gra-ve gra-ve
tivo
Ablativo gru-e grua-s gra-sh gra-ve

5) I sostantivi la cui radice singolare termina in –e, –i tonica e –o, presentano entrambe le radici
(singolare e plurale) uguali.

Esempio 5) Il sostantivo cigare (sigaretta) ha radice plurale identica (si osservi come il nominativo
determinato abbia come suffisso –ja)

Singolare Plurale
Indefinito Definito Indefinito Definito
Nominativo cigare cigar-ja cigare cigare-t
Accusativo cigare cigare-n cigare cigare-t
Genitivo/Dativo cigar-e cigare-s cigare-ve cigare-ve
Ablativo cigar-e cigare-s cigare-sh cigare-ve

Flessione del sostanti vo maschile

A seguire uno schema sinottico della flessione del sostantivo maschile

Singolare Plurale
Indeterminat Indeterminat Determinat
o Determinato o o
Nominativo – –i/–u5/-ri6 – –t(ë)7
Accusativo – –in/-un5/-rin6 – –t(ë)7
Genitivo/Dativ
o –i/-u5/-ri6 –it 6/-ut 5/-rit6 –ve –ve
Ablativo –i/-u5/-ri6 –it6/-ut 5/-rit6 –sh –ve

Al solito i trattini indicano le radici singolare e plurale, ed i suffissi vanno aggiunti alle radici del rispettivo
numero. Ancora, le radice plurale non è deducibile dalla radice singolare.
Si riscontrano i seguenti fenomeni di alterazione morfosintattica:

1) Se la radice del sostantivo singolare NON termina per –g, -k, -h o –i, la vocale tematica dei suffissi è
–i–.

Esempio 1) Si consideri il sostantivo mal (monte) (radice plurale: male)

5 Per sostantivi la cui radice singolare termina in –g, -k, -h o –i.

6 Per sostantivi terminanti in vocale tonica.

7 Per radice terminante in consonante o vocale tonica.


Singolare Plurale
Indefinito Definito Indefinito Definito
Nominativo mal mal-i male male-t
Accusativo mal mal-in male male-t
Genitivo/Dativo mal-i mal-it male-ve male-ve
Ablativo mal-i mal-it male-sh male-ve

2) Se la radice del sostantivo singolare termina per –g, -k, -h o –i, si presenta l’apofonia di –i– in –u–.

Esempio 2) Si consideri il sostantivo flok (capello) (radice plurale: flokë)

Singolare Plurale
Indefinito Definito Indefinito Definito
Nominativo flok flok-u flokë flokë-t
Accusativo flok flok-un flokë flokë-t
Genitivo/Dativo flok-u flok-ut flokë-ve flokë-ve
Ablativo flok-u flok-ut flokë-sh flokë-ve

3) Se la radice del sostantivo singolare termina per vocale tonica, i suffissi inizianti per vocale vengono
preceduti da –r–.

Esempio 3) Si consideri il sostantivo sy (occhio) (radice plurale: syri)

Singolare Plurale
Indefinito Definito Indefinito Definito
Nominativo sy sy-ri sy sy-të
Accusativo sy sy-rin sy sy-të
Genitivo/Dativo sy-ri sy-rit sy-ve sy-ve
Ablativo sy-ri sy-rit sy-sh sy-ve

4) Diversi sostantivi la cui radice singolare termina in –k o –g, presentano radice plurale terminante
nelle rispettive occlusive palatali –q e –gj.

Esempio 4) Si consideri il sostantivo mik (amico) (radice plurale: miq)

Singolare Plurale
Indefinito Definito Indefinito Definito
Nominativo mik mik-u miq miq-të
Accusativo mik mik-un miq miq-të
Genitivo/Dativo mik-u mik-ut miq-ve miq-ve
Ablativo mik-u mik-ut miq-sh miq-ve
Particelle “Nyje”
Il sostantivo al caso genitivo richiede obbligatoriamente la presenza di determinate particelle, le quali
vengono impiegate anche per certi aggettivi (detti aggettivi articolati) che si accordano al sostantivo
determinato.

In particolare si hanno le particelle e, i, të, së, scelte a seconda del genere, numero, caso e determinatezza
del sostantivo seguito dal caso genitivo (o dall’aggettivo articolato).

Indeterminata Determinata
Singolare Plurale Singolare Plurale
Maschile Femminile Maschile Femminile Maschile Femminile Maschile Femminile
Nominativo i e të të i e e e
Accusativo të të të të e e e e
Gen./Dat./Abl. të së të të të së të të

Dalla tabella è subito evidente che:

1) Il nominativo singolare è uguale sia alla forma determinata che indeterminata.


2) Nei restanti casi si usa, alla forma indeterminata të e alla forma determinata e.
3) I casi genitivo/dativo/ablativo sono uguali in ambo le forme indeterminata e determinata, e si
impiega la forma të, ad eccezione del femminile singolare, per il quale si usa së.

Perciò si fa un esempio considerando il sostantivo maschile flok e l’aggettivo shkurtër

Singolare Plurale
Indeterminato Determinato Indeterminato Determinato
Nominativo flok i shkurtër floku i shkurtër flokë të shkurtër flokët e shkurtër
Accusativo flok të shkurtër flokun e shkurtër flokë të shkurtër flokët e shkurtër
Genitivo/Dativo floku të shkurtër flokut të shkurtër fokëve të shkurtër flokëve të shkurtër
Ablativo floku të shkurtër flokut të shkurtër flokësh të shkurtër flokëve të shkurtër
Aggettivi articolati e non articolati

Gli aggettivi che richiedono le particelle nyje per accordarsi al sostantivo a cui si riferiscono, sono detti
aggetvi articolati. Quelli che non le richiedono vengono detti aggetvi non articolati. Ambo gli aggettivi si
accordano in genere, numero e, qualora precedano il sostantivo a cui si riferiscono (circostanza molto rara
nel tosco), secondo la determinatezza.

Aggetti vi arti colati

Gli aggettivi articolati generalmente presentano la medesima forma in tutti i generi e in tutti i numeri, ad
eccezione del femminile plurale. In particolare si può avere le seguenti forme di quest’ultimo:

1) Per aggettivi la cui radice termina in –ë o in consonante, si aggiunge al femminile plurale il suffisso –
a (previa apocope della –ë).

Singolare Plurale
Maschile i/e/të/së bardhë i/e/të/së bardhë
Femminile i/e/të/së bardhë i/e/të/së bardha