Sei sulla pagina 1di 10

LA VOCAZIONE DI SAN

GIUSEPPE
Per San Giuseppe, la vita di Gesù è stata una continua scoperta della sua vocazione… Quei
primi anni sono stati pieni di circostanze apparentemente contraddittorie: glorificazione e
fuga, maestosità dei magi e povertà della grotta, canto di Angeli e silenzio degli uomini.
Quando arriva il momento di presentare il Bambino al Tempio, Giuseppe, che porta in offerta
modesta un paio di colombe, vede come Simeone e Anna proclamano che Gesù è il Messia. «Il
padre e la madre di Gesù si stupivano delle cose che si dicevano di lui», dice Luca (2, 33).
Più tardi, quando il bambino rimane nel Tempio senza che Maria e Giuseppe lo sanno,
trovandolo nuovamente dopo averlo cercato per tre giorni, lo stesso evangelista narra che «si
meravigliavano» (2, 48). Giuseppe è sorpreso e ammirato.
Dio gli sta rivelando i suoi disegni e Giuseppe cerca di capirli. Come ogni anima che vuole
seguire da vicino Gesù, scopre rapidamente che non è possibile camminare con passo lento,
né vivere la solita routine.
Perché Dio non si conforma né ci stabilisce ad un livello raggiunto, riposandoci in quello che
abbiamo già. Dio esige continuamente di più e i suoi percorsi non sono i nostri percorsi umani.
San Giuseppe, come nessun altro uomo prima e dopo di lui, ha imparato da Gesù ad essere
attento nel conoscere le meraviglie di Dio, per avere un'anima e un cuore aperto.
Giuseppe, prendendosi cura del Bambino come gli era stato ordinato, ha fatto di Gesù un
artigiano: gli ha trasmesso il suo mestiere... Giuseppe era, nell'aspetto umano, maestro di
Gesù; egli ha vissuto quotidianamente con Lui, con delicato affetto, e si è preso cura di Lui con
gioia e abnegazione.
Non è questo un buon motivo per noi per considerare un uomo giusto (Mt 1, 19), questo Santo
Patriarca, in cui culmina la Fede dell'Antica Alleanza, maestro di vita interiore? Grande deve
essere la nostra fiducia nell'intercessione di San Giuseppe. Non c'è nessuno che non può farsi
dirigere da lui. S. Teresa, grande propagandista della devozione a San Giuseppe, è arrivata
perfino a dire: «Non ricordo di essere andata da San Giuseppe senza aver ottenuto tutto
quello che gli avevo chiesto».
San Giuseppe è uno dei grandi Santi a cui la Chiesa mostra maggiore devozione e fiducia.
E giustamente! Lo Sposo di Maria Santissima, il padre putativo di Cristo, avendo ricevuto
da Dio i maggiori onori, quanto caro deve essere all'Onnipotente, quanto potere ha sul
Cuore del Divino Figlio! Coloro che sono ricorsi a questo modello di vita nascosta e
contemplativa sono quelli che hanno scelto per se stessi il miglior modello di perfezione.
Egli è avvocato dei moribondi perché solo lui, tra i mortali, ha avuto la grazia di morire
nelle braccia di Gesù e di Maria.
Testo: Internet – Musica: Deus está aqui (J. Antonio) – Immagini: Google
Formattazione: Altair Castro
Traduzione dal portoghese: Angela
1/ 05/2012