Sei sulla pagina 1di 2

1. Cosa fa l’enzima telomerasi?

2. Quali meccanismi prevengono l’instaurarsi di mutazioni del DNA?


3. A quali modifiche viene sottoposto il trascritto primario dopo che
esso è stato sintetizzato dalla RNA polimerasi?
4. Come vengono classificate le mutazioni del DNA?
5. Cosa significa che il codice genetico è degenerato, ma non
ambiguo?
6. Quali sono i codoni di stop e quale quello di inizio?
7. Come avviene il rilascio della sequenza polipeptidica formatasi
durante la traduzione dell’m-RNA?

La struttura del DNA

Il DNA è formato da due catene polinucleotidiche avvolte intorno allo stesso asse, a formare una doppia elica.
Ogni catena del DNA è formata da una sequenza di nucleotidi uniti mediante legami covalenti tra il gruppo
fosfato di un nucleotide e il carbonio in posizione 3' del nucleotide precedente. Invece, i legami che uniscono i
due filamenti sono a idrogeno. Le basi azotate dei due filamenti si legano secondo l’idea di Chargaff: adenina
con timina (2 legami a idrogeno) ,guanina con citosina (3 legami a idrogeno). Ciascuna coppia di basi contiene
pertanto una purina e una pirimidina. Siccome AT e GC hanno la stessa lunghezza l’elica ha un diametro
costante. Inoltre questi due filamenti scorrono in direzione 5’ 3’ ,quindi sono antiparalleli.

Esperimento di Hersey and Chase

Questo esperimento dimostrò che il materiale genetico fosse formato dal DNA e non dalle proteine. I due
notarono che quando delle cellule batteriche venivano infettate con un virus (Batteriofago T2) solo una parta
del virus penetrava nella cellula batterica. Per scoprire quale fosse delle due possibilità esse vennero marcate
con degli isotopi radioattivi (zolfo nelle proteine e fosforo nel DNA). Alla fine notarono che solo il DNA
marcato si trova nei batteri, mentre le proteine marcate rimanevano nella soluzione.Questo dimosta che il
materiale genetico è il DNA.

Enzimi utili alla dublicazione

Il prima enzima che entra in azione nella duplicazione è l’elicasi che va a rompere i legami a idrogeno tra i due
filamenti, poi ci sono una serie di enzimi che appartengono alla DNA polimerasi. Quest’ultima ha la
caratteristica di allungare un filamento già esistente. Solitamente nella duplicazione il primer è un filamento di
RNA sintetizzato dall’enzima primasi. L’ultimo enzima è la DNA ligasi che unisce i frammenti del filamento
lento.

L’enzima telomerasi

La funziona dell’enzima Telomerasi è di ripristinare la lunghezza del Telomero durante il passaggio da una
divisione all'altra. L’enzima si trova nelle cellule del midollo osseo e le cellule produttrici dei gameti. La
telomerasi contiene una sequenza di RNA che funziona da stampo.

Quali meccanismi prevengono l’instaurarsi di mutazioni del DNA


I meccanismi che prevengono le mutazioni del DNA sono tre: la correzione di bozze che corregge gli errori
durante il processo di duplicazione. Il secondo meccanismo è la riparazione delle anomalie di appaiamento che
esamina il DNA subito dopo la duplicazione e corregge gli eventuali errori .Il terzo meccanismo è la riparazione
per escissione che taglia le basi anomale e le sostituisce.

quali modifiche viene sottoposto il trascritto primario dopo che esso è stato sintetizzato dalla RNA polimerasi?

Come vengono classificate le mutazioni del DNA?

In generale una mutazione è un cambiamento nella sequenza di basi del DNA che producono proteine alterate.
Si distinguono in : 1)somatiche che si verificano nell’organismo ma non sono ereditarie e 2)mutazioni nella
linea germinale che si verificano nelle cellule che producono i gameti. Suddividendole a livello molecolare si
dividono in puntiformi mutazione di una sola coppia di basi, cromosomiche mutazioni di un segmento di DNA,
genomiche mutazioni del numero dei cromosomi. Le mutazioni , inoltre, possono essere spontanee o indotte
da agenti esterni .

Cosa significa che il codice genetico è degenerato, ma non ambiguo?

Il codice genetico è degenerato quasi tutti gli amminoacidi corrispondo a più codoni, tuttavia non è ambiguo
perché ogni codone specifica un solo amminoacido.

Quali sono i codoni di stop e quale quello di inizio?

Il codone di inizio è l’AUG,invece i codoni di stop sono UAA,UAG,UGA.

Come avviene il rilascio della sequenza polipeptidica formatasi durante la traduzione dell’m-RNA?

La fase di terminazione avviene quando viene codificato uno dei codoni di stop e quindi non si lega a nessun
tRna. Si legano invece ad un fattore di rilascio che consente l’idrolisi del legame fra la catena polipeptidica e il
tRna presente nel sito C.

Il fattore di rilascio si lega al complesso quando il sito a raggiunge un codone di stop. Il fattore di rilascio stacca
il polipeptide dall t-rna nel sito c ,le restanti componenti si separano.

n biologia molecolare e in genetica, splicing (dall'inglese: montaggio) è una modifica del nascente pre-mRNA
che avviene insieme o dopo la trascrizione, nella quale gli introni sono rimossi e gli esoni vengono uniti. Ciò è
necessario per il tipico RNA messaggero prima che possa essere usato per produrre una corretta proteina
tramite la traduzione o sintesi proteica.

In genetica, meccanismo di rimozione delle sequenze intercalanti (introni) dall’RNA messaggero nucleare
eterogeneo e la costituzione di un filamento di RNA messaggero costituito esclusivamente da sequenze
codificanti (esoni ed elementi di controllo), detto RNA maturo. Nel lievito e nell’uomo, sono necessari piccoli
RNA nucleari, gli snRNA (small nuclear RNA) che si trovano nella cellula sotto forma di snRNP.