Sei sulla pagina 1di 5

STATUS

e
RUOLO
Si definisce STATUS la posizione occupata da un’individuo all’interno della
società, o, più precisamente, di un’istituzione sociale.

Poiché le istituzioni sociali sono molteplici, ne consegue che ogni individuo


detiene una pluralità di status.
Alcuni status sono ascritti, cioè indipendenti dalla volontà e dall’impegno del
soggetto; sono tali, ad esempio, quelli legati all’età o alle condizioni di salute
(anziano, malato, ecc ecc)

Altri invece sono acquisiti, ottenuti cioè con la volontà e l’impegno personale; sono
di questo tipo, ad esempio, gli status professionali (medico, insegnante, musicista)
Si definisce RUOLO l’insieme dei comportamenti che discendono da un certo
status, e che ci aspettiamo quindi dai soggetti che lo detengono.

Da un medico, ad esempio, ci si aspetta che sappia fornire


consulenze competenti in tema di salute, attuare diagnosi precise e
tempestive, fornire cure adeguate a chi è affetto da una
determinata patologia.
La pluralità di ruoli che una persona si trova a interpretare può esporla a situazioni di
conflittualità. Una giovane donna, ad esempio, può sentirsi divisa tra il proprio ruolo
di mamma e quello imposto dalla sua professione
In questo caso si verifica un CONFLITTO INTER-RUOLO

Può capitare anche che una persona sia in difficoltà nell’interpretazione di un singolo ruolo,
spesso per l’ambiguità connessa al ruolo stesso: ci sono tanti modi di essere medico,
insegnante, dirigente, artista….

In questo caso si parla di CONFLITTO INTRA-RUOLO