Sei sulla pagina 1di 16

Eleonora Germani

“Fu vera
Gloria?”...
La figura di Napoleone:
Complessità ed ambiguità:

● Costruì una dittatura dispotica;


● Diede certezza di diritto ai principi del 1789;
● Promosse un grande sviluppo della cultura;
● Perseguitò gli intellettuali dissenzienti;
● Pacificò la Francia;
● Insanguinò l'Europa;
● Derubò i paesi dominati;
● Li arricchì con importanti rinnovamenti;
● Un tiranno, assetato di potere e di conquiste;
● Un innovatore;
● Un genio militare.
Jean-Auguste Dominque Ingres
Napolone I sul trono imperiale
La giuria
Rispondi alla domanda: “Napoleone, tiranno o innovatore?”

Ugo Foscolo Georg Hegel Alessandro Manzoni


...Ai posteri
l’ardua
sentenza

Lev Tolstoj
Contesto storico:
Napoleone Bonaparte Battaglia di Jena
Hegel scrive una lettere “Guerra e pace”
in Italia a un amico Lev Tolstoj

1796 1797 1806 1812 1821 1865

“A Bonaparte
liberatore” Campagna Morte di Napoleone
Foscolo in Russia “5 Maggio”
Manzoni
“A Bonaparte liberatore”, Foscolo
“Dove tu, diva, da l'antica e forte
Dominatrice libera del mondo
Felice a l'ombra di tue sacre penne,
Dove fuggivi, quando ferreo pondo
Di dittatoria tirannia le tenne
Umìl la testa fra servaggio e morte?

E guerrier veggo di fiorente alloro


Cinto le bionde chiome
Su cui purpuree tremolando vanno
Candide azzurre piume; egli al tuo nome
Suo brando snuda e abbatte, arde, devasta;
Senno de' suoi corsier governa il morso
Ardir li 'ncalza e de' marziali il coro
Genj lo irraggia, e dietro lui si stanno
In aer librate con perpetuo corso
Sorte, Vittoria, e Fama.” Jacques-Louis David
Napoleone attraversa il passo del Gran
San Bernardo
ANALISI DELL’ODE
● Nell’esordio Foscolo invoca la dea della ● Napoleone in Italia
Libertà, fuggita al tempo della tirannia; entusiasmo di Foscolo
● L’ “eroe”, il “liberator”, il “duce” è il vero principi della rivoluzione
protagonista del testo;
● Trattato di Campoformio (17 Ottobre 1797)
● Foscolo:
poeta-vate rinnegava il principio rivoluzionario
infiammato di “Libero genio e dell’autodeterminazione dei popoli
ardor santo del vero” grande delusione del poeta
● In Francia si diffonde ovunque il nome
"Libertà";
● L'ode termina con un invito alla Virtù; Tuttavia ne comprende
l’importanza storica.
“Ho visto l' Imperatore,
quest'anima del mondo”, Hegel

A un amico scrive: "Ho visto l' Imperatore, quest'


anima del mondo, uscire dalla città per andare in
ricognizione. E' una sensazione meravigliosa
vedere un tale individuo che qui, concentrato in
un punto, seduto su un cavallo, si irradia sul
mondo e lo domina".

Charles Meynier
Napoleone entra a Berlino
Che cosa vide Hegel in Napoleone?
● Erede della rivoluzione; ● “ Lo spirito del mondo non è che un
● Fenomenologia dello spirito guscio, il quale contiene in sé un nocciolo
percorso che ogni individuo deve diverso da quello che converrebbe al
compiere guscio”.
Stato universale
● “ Cesare doveva compiere quel che era
● Esistono personaggi
necessario per rovesciare la decrepita
libertà; egli, personalmente, perì nella
“storico Con funzione lotta, ma quel che era necessario restò: al
universali” “conservativa” di sotto dell’ accadere esteriore vi era la
-Alessandro libertà secondo l’ idea”.
Magno ● “ Ma una grande figura non può fare a
- Cesare
- Napoleone meno di calpestare qualche fiore
innocente, e di schiacciare qualcosa lungo
il suo cammino”.
“5 Maggio”, Manzoni
Muta pensando all’ultima
Ora dell’uom fatale;
Nè sa quando una simile
Orma di piè mortale
La sua cruenta polvere
A calpestar verrà

Fu vera gloria? Ai posteri


L’ardua sentenza: nui
Chiniam la fronte al
Massimo
Fattor, che volle in lui
Del creator suo spirito
Più vasta orma stampar

E sparve, e i dì nell’ozio
Chiuse in sì breve sponda, Jazet Jean Pierre Marie; Steuben Carl von
Segno d’immensa invidia Mort de Napoléon
E di pietà profonda,
D’inestinguibil odio
E d’indomato amor
TEMATICHE PRINCIPALI

● La grandezza di Napoleone, riflesso ● Lo stile è incalzante.


della grandezza di Dio. ● Il tempo dominante è il passato remoto.
● Idea di Manzoni sul senso della storia.
● La sconfitta di Napoleone.
● La sua sofferenza nel solitario esilio.
Il mondo è sbigottito, è presto per
definire chi fu Napoleone?
“Guerra e pace”, Lev Tolstoj
Periodo storico:
Campagna in Russia, 1812

● Napoleone invade la Russia;


● Battaglia di Borodino;
● Kutuzov dispone la ritirata;
● Dentro a Mosca La Grande
Armée si disperse;
Esercito dimezzato
Incendio di Mosca

● Battaglia di Beresina.

January Suchodolski
Battaglia di Beresina
Napoleone vs Kutuzov
● Decise di marciare su Mosca ed occuparla ● Si rifiutò di sacrificare il proprio esercito
per cinque fatali settimane; per salvare Mosca;
● Lontano dalla vita concreta e prigioniero ● E’ convinto che il tempo sia il suo più
del proprio ruolo pubblico; valido alleato;
● Incapace di accedere al mondo reale e aspettare l’inverno
umano; affidare la propria offensiva alle
leggi naturali e alla naturale
sollevazione del popolo

● Immensa presunzione, più di ogni altro è ● Consapevolezza dei propri limiti;


convinto di determinare il corso della ● Portatore dell’identità del popolo russo.
storia attraverso il suo «genio»;
● Incarna in sé una concezione
individualistica della storia.
Bibliografia:
● Wikipedia.
● Libro “Lo spazio del tempo” di Andrea Giardina, Giovanni Sabbatucci, Vittorio Vidotto.
● Rai storia.
● Focus storia.
● La Repubblica.
● Filosofia della storia.
● Pinterest.

Potrebbero piacerti anche